PERICOLO questo simbolo indica che la mancata osservanza delle opportune misure di sicurezza provoca la morte o gravi lesioni fisiche.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PERICOLO questo simbolo indica che la mancata osservanza delle opportune misure di sicurezza provoca la morte o gravi lesioni fisiche."

Transcript

1 Prefazione Guida alla consultazione 1 SIMATIC Vista generale del sistema 2 Integrazione nel sistema di automazione 3 A Service & Support Manuale di guida alle funzioni 01/2013 A5E AA

2 Avvertenze di legge Concetto di segnaletica di avvertimento Questo manuale contiene delle norme di sicurezza che devono essere rispettate per salvaguardare l'incolumità personale e per evitare danni materiali. Le indicazioni da rispettare per garantire la sicurezza personale sono evidenziate da un simbolo a forma di triangolo mentre quelle per evitare danni materiali non sono precedute dal triangolo. Gli avvisi di pericolo sono rappresentati come segue e segnalano in ordine descrescente i diversi livelli di rischio. PERICOLO questo simbolo indica che la mancata osservanza delle opportune misure di sicurezza provoca la morte o gravi lesioni fisiche. AVVERTENZA il simbolo indica che la mancata osservanza delle relative misure di sicurezza può causare la morte o gravi lesioni fisiche. CAUTELA indica che la mancata osservanza delle relative misure di sicurezza può causare lesioni fisiche non gravi. ATTENZIONE indica che la mancata osservanza delle relative misure di sicurezza può causare danni materiali. Nel caso in cui ci siano più livelli di rischio l'avviso di pericolo segnala sempre quello più elevato. Se in un avviso di pericolo si richiama l'attenzione con il triangolo sul rischio di lesioni alle persone, può anche essere contemporaneamente segnalato il rischio di possibili danni materiali. Personale qualificato Il prodotto/sistema oggetto di questa documentazione può essere adoperato solo da personale qualificato per il rispettivo compito assegnato nel rispetto della documentazione relativa al compito, specialmente delle avvertenze di sicurezza e delle precauzioni in essa contenute. Il personale qualificato, in virtù della sua formazione ed esperienza, è in grado di riconoscere i rischi legati all'impiego di questi prodotti/sistemi e di evitare possibili pericoli. Uso conforme alle prescrizioni di prodotti Siemens Si prega di tener presente quanto segue: AVVERTENZA I prodotti Siemens devono essere utilizzati solo per i casi d impiego previsti nel catalogo e nella rispettiva documentazione tecnica. Qualora vengano impiegati prodotti o componenti di terzi, questi devono essere consigliati oppure approvati da Siemens. Il funzionamento corretto e sicuro dei prodotti presuppone un trasporto, un magazzinaggio, un installazione, un montaggio, una messa in servizio, un utilizzo e una manutenzione appropriati e a regola d arte. Devono essere rispettate le condizioni ambientali consentite. Devono essere osservate le avvertenze contenute nella rispettiva documentazione. Marchio di prodotto Tutti i nomi di prodotto contrassegnati con sono marchi registrati della Siemens AG. Gli altri nomi di prodotto citati in questo manuale possono essere dei marchi il cui utilizzo da parte di terzi per i propri scopi può violare i diritti dei proprietari. Esclusione di responsabilità Abbiamo controllato che il contenuto di questa documentazione corrisponda all'hardware e al software descritti. Non potendo comunque escludere eventuali differenze, non possiamo garantire una concordanza perfetta. Il contenuto di questa documentazione viene tuttavia verificato periodicamente e le eventuali correzioni o modifiche vengono inserite nelle successive edizioni. Siemens AG Industry Sector Postfach NÜRNBERG GERMANIA A5E AA P 05/2013 Con riserva di eventuali modifiche tecniche Copyright Siemens AG Tutti i diritti riservati

3 Prefazione Scopo della documentazione Il presente manuale di guida alle funzioni fornisce una panoramica aggiornata sul sistema di comunicazione IO-Link. Il manuale di guida alle funzioni illustra l'interazione dei diversi componenti di un sistema IO-Link al fine di facilitarne la comprensione generale. Nozioni di base necessarie La comprensione della documentazione presuppone le seguenti conoscenze: Conoscenze generali nel settore della tecnica di automazione Conoscenze del sistema di automazione industriale SIMATIC Conoscenze sull'utilizzo di STEP 7 Campo di validità della documentazione La presente documentazione è valida come documentazione di base per i sistemi IO-Link di Siemens. La documentazione dei prodotti si sviluppa sulla base del presente documento. Ulteriore supporto Per informazioni sui servizi del Technical Support (Pagina 29) consultare l'appendice della presente documentazione. La documentazione tecnica dei singoli prodotti e sistemi di automazione SIMATIC è disponibile in Internet (http://www.siemens.com/simatic-tech-doku-portal). Il catalogo e il sistema per le ordinazioni online sono disponibili in Internet (http://mall.automation.siemens.com). Manuale di guida alle funzioni, 01/2013, A5E AA 3

4 Prefazione 4 Manuale di guida alle funzioni, 01/2013, A5E AA

5 Indice del contenuto Prefazione Guida alla consultazione Vista generale del sistema Vantaggi del sistema IO-Link Panoramica del sistema IO-Link Interfaccia IO-Link Protocollo IO-Link Profili dei dispositivi IODD e Port Configuration Tool - S7-PCT Differenze tra le specifiche IO-Link nelle versioni V1.0 e V Integrazione nel sistema di automazione Configurazione del sistema IO-Link Accesso ai dati del sistema di automazione e del dispositivo HMI Sostituzione di Device durante il funzionamento A Service & Support Indice analitico Manuale di guida alle funzioni, 01/2013, A5E AA 5

6 Indice del contenuto 6 Manuale di guida alle funzioni, 01/2013, A5E AA

7 Guida alla consultazione 1 Documentazione Siemens offre diversi prodotti IO-Link. Ogni singolo prodotto è corredato di documentazione propria. I prodotti IO-Link sono integrati in sistemi quali ad es. l'et 200SP. La documentazione del sistema è costituita dal rispettivo manuale di sistema, dai manuali di guida alle funzioni e dai manuali del prodotto. Anche la Guida in linea di STEP 7 e quella di Port Configuration Tool - S7-PCT offrono un supporto nella progettazione e programmazione del sistema di automazione con l'io-link. Componenti IO-Link di Siemens Siemens offre un vasto portfolio prodotti nonché il proprio supporto nell'impiego di IO-Link: Master Device, unità I/O Device, apparecchi di manovra industriali Device, sistemi RFID (RFID = radio-frequency identification) Port Configuration Tool - S7-PCT (http://support.automation.siemens.com/ww/view/it/ ) Blocchi funzionali "IOL_CALL" per SIMATIC S7-300 e S7-400 (http://support.automation.siemens.com/ww/view/it/ ) Esempio applicativo di IO-Link (http://support.automation.siemens.com/ww/view/it/ ) Informazioni dettagliate sui prodotti sono disponibili in Internet (http://www.siemens.com/iolink). Documentazione supplementare dell'io-link In Internet (http://support.automation.siemens.com/ww/view/it/ /133300) è possibile reperire la documentazione aggiornata sui prodotti IO-Link da scaricare gratuitamente. Manuale di guida alle funzioni, 01/2013, A5E AA 7

8 Guida alla consultazione 8 Manuale di guida alle funzioni, 01/2013, A5E AA

9 Vista generale del sistema 2 Introduzione Una comunicazione omogenea fino al livello più basso del campo consente un migliore sfruttamento delle funzioni e della performance di sensori e attuatori con conseguente incremento della produttività di macchine e impianti. Dalle interfacce standard utilizzate sul livello di sensori e attuatori (digitali, analogiche) non è possibile scambiare altri dati oltre a quelli relativi al valore di processo. Sensori e attuatori espletano, con l'intelligenza integrata, funzioni sempre più complesse e necessitano pertanto di un'interfaccia di comunicazione ideata su misura. Definizione IO-Link è un'innovativa interfaccia di comunicazione punto a punto specificata nella Norma IEC prevista per il campo di sensori e attuatori. L'IO-Link comprende i seguenti componenti di sistema: Master IO-Link IO-Link Device Cavo standard a 3 fili non schermato Tool di Engineering per la progettazione e la parametrizzazione di IO-Link Manuale di guida alle funzioni, 01/2013, A5E AA 9

10 Vista generale del sistema 2.1 Vantaggi del sistema IO-Link 2.1 Vantaggi del sistema IO-Link Con il collegamento di complessi sensori e attuatori (intelligenti), il sistema IO-Link offre decisivi vantaggi: Standard aperto secondo la Norma IEC Dispositivi integrabili in modo omogeneo in tutti i comuni sistemi di bus di campo e nei sistemi di automazione. Impostazione dei parametri e gestione centrale dei dati supportate da tool Rapida conclusione delle operazioni di progettazione e messa in servizio Creazione semplice della documentazione attuale dell'impianto anche per sensori e attuatori Cablaggio omogeneo e veloce nonché sensibile riduzione del numero di interfacce su sensori e attuatori Riduzione delle varianti di tipo e del dispendio di gestione magazzino Messa in servizio veloce Riduzione del fabbisogno di spazio Combinazione a piacere di IO-Link Device e sensori/attuatori senza IO-Link sul master IO-Link Comunicazione omogenea tra sensori/attuatori e CPU Accesso a tutti i dati di processo, di diagnostica e alle informazioni sui dispositivi Accesso ai dati specifici dei dispositivi, ad es. ai dati energetici Possibilità di esecuzione della diagnostica remota Informazioni di diagnostica omogenee fino al livello di sensori e attuatori Riduzione dei tempi di diagnostica Riduzione al minimo dei rischi di fermo Manutenzione preventiva e ottimizzazione della pianificazione della stessa sotto il profilo preventivo e conservativo Modifica dinamica dei parametri di sensori e attuatori nel controllore o su intervento dell'operatore nel pannello HMI Riduzione dei tempi di fermo al cambio del prodotto Incremento della gamma di prodotti elaborabili dalla macchina Adattamento automatico dei parametri in caso di sostituzione dispositivi durante il funzionamento Riduzione al minimo dei tempi di fermo Sostituzione dispositivi realizzabile anche da personale non specializzato e senza l'ausilio di strumenti supplementari Prevenzione di impostazioni errate 10 Manuale di guida alle funzioni, 01/2013, A5E AA

11 Vista generale del sistema 2.2 Panoramica del sistema IO-Link 2.2 Panoramica del sistema IO-Link Componenti Un sistema IO-Link è costituito dai seguenti componenti: Master IO-Link IO-Link Device, ad es.: Sensori e attuatori RFID Reader Unità I/O Valvole Cavi standard a 3 fili non schermati Tool di engineering per la progettazione e la parametrizzazione di IO-Link Manuale di guida alle funzioni, 01/2013, A5E AA 11

12 Vista generale del sistema 2.3 Interfaccia IO-Link Esempio di impianto con IO-Link La figura seguente riporta un esempio di architettura impianto con IO-Link. Figura 2-1 Architettura impianto con IO-Link Il master IO-Link crea il collegamento tra IO-Link Device e sistema di automazione. Come parte integrante di un sistema di periferia, il master IO-Link può essere installato nel quadro di comando oppure direttamente sul campo come I/O remoto del grado di protezione IP65/67. Il master IO-Link comunica tramite diversi bus di campo o bus backplane specifici del prodotto. Un master IO-Link può essere dotato di più porte IO-Link (canali) a ciascuna delle quali può essere collegato un IO-Link Device (comunicazione punto a punto). Engineering L'engineering del sistema IO-Link è una struttura parallela dell'engineering del sistema di automazione completo e può essere intergrato e collegato in quest'ultimo. 12 Manuale di guida alle funzioni, 01/2013, A5E AA

13 Vista generale del sistema 2.3 Interfaccia IO-Link 2.3 Interfaccia IO-Link Introduzione L'IO-Link costituisce una forma di comunicazione punto a punto, seriale e bidirezionale, per la trasmissione di segnali e l'alimentazione al di sotto qualsiasi rete, bus di campo e bus backplane. Tecnica di collegamento nell'ip65/67 Per la tecnica di collegamento nell'ip65/67 sono stati predisposti, tra l'altro, connettori M12. I sensori dispongono di un connettore a 4 poli e gli attuatori di un connettore a 5 poli. I master IO-Link sono generalmente dotati di una presa M12 a 5 poli. L'assegnazione dei pin, specificata nella Norma IEC , avviene come indicato nel seguito: Pin 1: 24 V Pin 3: 0 V Pin 4: Linea di comunicazione e di commutazione (C/Q) Da questi tre pin, si realizzano, oltre alla comunicazione IO-Link, anche l'alimentazione del dispositivo con max. 200 ma. Figura 2-2 Assegnazione dei pin all'io-link Device Manuale di guida alle funzioni, 01/2013, A5E AA 13

14 Vista generale del sistema 2.3 Interfaccia IO-Link Tipi di porte nell'ip65/67 Nella specifica del master IO-Link si distinguono due tipi di porte: Port Class A (tipo A) In questo tipo, le funzioni dei pin 2 e 5 non sono preassengate e vengono definite dal costruttore. Al pin 2 viene normalmente assegnato un canale digitale supplementare. Figura 2-3 Assegnazione di pin alla Port Class A Port Class B (tipo B) Questo tipo offre una tensione di alimentazione supplementare e si addice al collegamento di dispositivi caratterizzati da un elevato consumo di corrente. La tensione di alimentazione supplementare (separazione galvanica) viene approntata dai pin 2 e 5 e richiede per l'utilizzo un cavo standard a 5 fili. Figura 2-4 Assegnazione di pin alla Port Class B Cavo di collegamento La realizzazione del collegamento dei dispositivi con il master avviene con cavi standard a 3 fili non schermati con una lunghezza max. di 20 m. Per il collegamento dei sensori è possibile l'impiego di cavi standard. La schermatura o l'osservanza di direttive di cablaggio specifiche non sono necessarie. 14 Manuale di guida alle funzioni, 01/2013, A5E AA

15 Vista generale del sistema 2.4 Protocollo IO-Link 2.4 Protocollo IO-Link Modi di funzionamento Le porte IO-Link del master operano nei seguenti modi di funzionamento: IO-Link: nel modo di funzionamento "IO-Link" la porta si trova nella comunicazione IO-Link. DI: nel modo di funzionamento "DI" la porta si comporta come un ingresso digitale. DQ: nel modo di funzionamento "DQ" la porta si comporta come un'uscita digitale. Disattivato: il modo di funzionamento "Disattivato" può essere impiegato per le porte non utilizzate. Velocità di trasmissione Nella specifica V1.1 dell'io-link sono indicate, per il modo di funzionamento omonimo, tre velocità di trasmissione dati: COM 1 = 4,8 kbaud COM 2 = 38,4 kbaud COM 3 = 230,4 kbaud (opzionale secondo la specifica V1.0) Un IO-Link Device supporta soltanto una delle velocità di trasmissione definite. Il master IO-Link secondo la specifica V1.1 supporta tutte le velocità di trasmissione e si adegua automaticamente alla velocità supportata dall'io-link Device. Tempo di reazione del sistema IO-Link Il tempo di reazione del sistema IO-Link fornisce indicazione sulla frequenza e sulla velocità di trasmissione dati tra Device e master. Il tempo di reazione dipende da diversi fattori. Nel file di descrizione IODD del Device (Pagina 18) è memorizzato il valore del tempo di ciclo minimo del Device. Questo valore indica gli intervalli con cui il master può accedere al Device. Il valore influisce sensibilmente sul tempo di reazione. Il master dispone inoltre di un tempo di elaborazione interno che viene considerato nel calcolo del tempo di reazione. Su un master è possibile configurare Device con tempi di ciclo minimi diversi con conseguenti differenze anche nel tempo di reazione degli stessi. I tempi di razione di Device diversi su un master possono variare notevolmente tra loro. Nella progettazione del master è possibile, accanto al tempo di ciclo minimo memorizzato nella descrizione IODD e specifico per i dispositivi, predefinire anche un tempo di ciclo fisso. Successivamente il master accede al Device con questi valori predefiniti. Il tempo di reazione tipico di un Device è costituito quindi dal tempo di ciclo attivo del Device stesso e dal tempo di elaborazione interno tipico del master. Manuale di guida alle funzioni, 01/2013, A5E AA 15

16 Vista generale del sistema 2.4 Protocollo IO-Link Qualità della trasmissione IO-Link è un sistema di comunicazione particolarmente stabile. Questo sistema di comunicazione opera con un livello di 24 V. Quando la trasmissione dati non riesce, il telegramma viene trasmesso per altre 2 volte. Soltanto dopo il fallimento del secondo tentativo di trasmissione, il master IO-Link individua l'interruzione della comunicazione e la segnala alla CPU sovraordinata. Tipi di dati Sostanzialmente sono disponibili quattro tipi di dati: Dati di processo dati ciclici Stato del valore dati ciclici Dati del dispositivo dati aciclici Eventi dati aciclici Dati di processo I dati di processo del Device vengono trasmessi in modo ciclico in un telegramma di dati; le dimensioni dei dati di processo vengono definite dal Device. Per ciascun Device sono possibili dati di processo da 0 a 32 byte (rispettivamente input e output). La larghezza della coerenza della trasmissione non è predefinita in modo fisso ed è pertanto in funzione del master. Stato del valore Ogni porta è dotata di uno stato del valore (PortQualifier). Lo stato del valore indica se i dati di processo sono o meno validi. Lo stato del valore viene trasmesso in modo ciclico con i dati di processo. Lo stato del valore è disattivato per default. Dati del dispositivo I dati del dispositivo possono essere parametri, dati di identificazione e informazioni di diagnostica. Lo scambio avviene in modo aciclico e su richiesta del master IO-Link. I dati del dispositivo possono essere scritti nel Device (Write) e letti dallo stesso (Read). 16 Manuale di guida alle funzioni, 01/2013, A5E AA

17 Vista generale del sistema 2.5 Profili dei dispositivi Eventi Al verificarsi di un evento, il Device segnala al master la presenza dello stesso. Successivamente il master legge l'evento. Gli eventi possono essere messaggi di errore (ad es. cortocircuito) e avvisi/dati di manutenzione (ad es. sudiciume, sovrariscaldamento). La trasmissione dei messaggi di errore dal Device alla CPU oppure al dispositivo HMI, avviene tramite il master IO-Link. Il master IO-Link è a sua volta in grado di trasmettere eventi e stati. Sono eventi ad es. la rottura conduttore, l'interruzione della comunicazione o il sovraccarico. La trasmissione dei parametri del Device o di eventi avviene a prescindere dal trasferimento ciclico dei dati di processo. I dati in corso di trasmissione non si influenzano e non si compromettono a vicenda. Avviamento del sistema IO Se la porta del master è impostata sulla modalità IO-Link, il master IO-Link cerca di comunicare con l'io-link Device collegato. Il master IO-Link invia un segnale definito e attende la risposta dell'io-link Device. Il master IO-Link cerca di realizzare la comunicazione con la velocità di trasmissione dati più elevata. In caso di non riuscita, il master IO-Link effettua il tentativo di trasmissione dati alla velocità più bassa. Il Device supporta sempre e soltanto una velocità di trasmissione definita. Quando il master riceve risposta, la comunicazione ha inizio. Inizialmente vengono scambiati i parametri di comunicazione. I parametri salvati nel sistema vengono eventualmente trasmessi al Device. Successivamente ha inizio lo scambio ciclico dei dati di processo e dello stato del valore. 2.5 Profili dei dispositivi Introduzione Per rendere omogenei gli accessi ai Device del programma utente della CPU, per l'io-link sono stati definiti profili dei dispositivi. Nei profili dei dispositivi sono definiti la struttura ed i contenuti dei dati nonché la funzionalità di base. Ciò consente di realizzare, per un numero cospicuo di dispositivi corrispondenti al medesimo profilo, una vista utente omogenea e lo stesso accesso al programma. Profili per IO-Link Per l'io-link è attualmente definito il "Profilo Smart Sensor". Questo profilo si addice in particolare per sensori di misura. Accanto ai punti di inserzione vengono trasmessi anche valori di misura. Gli apparecchi di manovra (ad es. contattori) supportano inoltre il profilo LVSG (Low Voltage Switchgear) definito nella Norma IEC Manuale di guida alle funzioni, 01/2013, A5E AA 17

18 Vista generale del sistema 2.6 IODD e Port Configuration Tool - S7-PCT 2.6 IODD e Port Configuration Tool - S7-PCT Descrizione dei dispositivi IODD Per ciascun Device è disponibile una descrizione del dispositivo in formato elettronico, il file IODD (IO Device Description). La descrizione IODD mette a disposizione numerose informazioni sull'integrazione del sistema: Proprietà di comunicazione Parametri dei dispositivi con campo valori e valore di default Dati di identificazione, di processo e di diagnostica Dati del dispositivo Descrizione testo Immagine del Device Logo del produttore La struttura della descrizione IODD è uguale per i Device di tutti i produttori. Nel tool di configurazione IO-Link dei produttori del master (per Siemens S7-PCT) la rappresentazione della struttura della descrizione IODD avviene sempre allo stesso modo. In questo modo si garantiscono le medesime modalità d'uso per tutti gli IO-Link Device a prescindere dal costruttore. Per i Device che supportano sia le funzioni della versione V1.0 che quelle della V1.1 sono disponibili due diverse versioni IODD. Tool di configurazione IO-Link Per la configurazione dell'intero sistema IO-Link sono necessari tool di configurazione. I tool di configurazione IO-Link dei produttori del master possono essere consultati nella descrizione IODD. Tra i principali compiti del tool di configurazione dell'io-link si annoverano: assegnazione dei Device alle porte del master assegnazione degli indirizzi delle porte all'interno dell'area di indirizzi del master parametrizzazione dell'io-link Device Inoltre i Device collegati supportano funzioni di diagnostica. Il tool di configurazione IO-Link consente la rappresentazione trasparente del sistema IO-Link fino al livello di campo. Per l'engineering del sistema IO-Link, Siemens mette a disposizione S7-PCT. 18 Manuale di guida alle funzioni, 01/2013, A5E AA

19 Vista generale del sistema 2.6 IODD e Port Configuration Tool - S7-PCT S7-PCT con la descrizione IODD di un Device La figura seguente riporta una sezione dell's7-pct con la descrizione IODD di un Device e le informazioni fornite. Figura 2-5 S7-PCT con la descrizione IODD di un Device e le informazioni fornite Manuale di guida alle funzioni, 01/2013, A5E AA 19

20 Vista generale del sistema 2.7 Differenze tra le specifiche IO-Link nelle versioni V1.0 e V Differenze tra le specifiche IO-Link nelle versioni V1.0 e V1.1 Specifica La definizione tecnica del sistema IO-Link si trova in una specifica del consorzio IO-Link. In una prima fase è stata creata la versione 1.0. della specifica. L'evoluzione successiva e l'ampliamento delle funzioni del sistema IO-Link sono confluiti nella versione 1.1. I principali ampliamenti della versione 1.1 sono: Funzione del server di parametrizzazione (Data storage) Velocità di trasmissione dati 230,4 kbaud del master IO-Link mandatory Combinazione di dispositivi IO-Link Durante la combinazione di dispositivi IO-Link, osservare i seguenti punti: Sul master IO-Link della versione V1.0 possono operare esclusivamente IO-Link Device di questa versione. Sul master IO-Link della versione V1.1 possono essere impiegati IO-Link Device delle versioni V1.0 e V1.1. La funzione del server di parametrizzazione e la velocità di trasmissione dati 230,4 kbaud del master IO-Link della versione V1.1 sono utilizzabili soltanto se vengono supportate anche dall'io-link Device. 20 Manuale di guida alle funzioni, 01/2013, A5E AA

21 Integrazione nel sistema di automazione Configurazione del sistema IO-Link Introduzione La configurazione del sistema IO-Link avviene in più fasi. Nella prima fase il master IO-Link viene inserito e configurato nel sistema di automazione. Nella fase successiva ha luogo la parametrizzazione degli IO-Link Device. Integrazione in STEP 7 In caso di impiego di una CPU SIMATIC S7 avvalersi del tool di engineering di STEP 7, V5.x oppure del TIA Portal di STEP 7 per la configurazione. Durante la configurazione il sistema IO-Link viene rappresentato dal master IO-Link e integrato tramite la descrizione dispositivi corrispondente (ad es. GSD). ll master IO-Link può essere a sua volta un nodo di bus di campo (ad es. un master IO-Link ET 200eco PN) oppure parte di un sistema IO modulare collegato al bus di campo (ad es. un master IO-Link ET 200SP). In entrambi i casi vengono indicati il numero di porte, l'entità dell'indirizzo e le proprietà del modulo. Non vengono tuttavia fornite ulteriori informazioni sul sistema IO-Link, ad es. sugli IO-Link Device da collegare. Configurazione di esempio in STEP 7 TIA-Portal La figura seguente riporta una configurazione PROFINET nella quale i PROFINET Device ET 200SP e ET 200ecoPN sono collegati ai master IO-Link. Figura 3-1 Configurazione di una rete PROFINET con master IO-Link subordinati Nella vista dispositivi del PROFINET Device vengono definite le aree di indirizzi per lo scambio dei dati ciclici (valori di processo) di IO-Link. Manuale di guida alle funzioni, 01/2013, A5E AA 21

22 Integrazione nel sistema di automazione 3.1 Configurazione del sistema IO-Link Figura 3-2 Vista dispositivi con impostazione dell'area di indirizzi dell'io-link 22 Manuale di guida alle funzioni, 01/2013, A5E AA

23 Integrazione nel sistema di automazione 3.1 Configurazione del sistema IO-Link Port Configuration Tool - S7-PCT Per la rappresentazione dell'architettura di sistema trasparente e completa fino all'io-link Device e per la configurazione dettagliata e la parametrizzazione del sistema IO-Link, si necessita di S7-PCT. Avviare S7-PCT dalla Configurazione hardware di STEP 7. S7-PCT visualizza tutti i master IO-Link di Siemens configurati nel sistema di automazione. Dopo la selezione di un master IO-Link, è possibile assegnare gli IO-Link Device desiderati alle relative porte IO-Link. Dal Catalogo selezionare i dispositivi interessati (e le relative IODD), quindi trascinarli sulla porta del master IO-Link. Manuale di guida alle funzioni, 01/2013, A5E AA 23

24 Integrazione nel sistema di automazione 3.1 Configurazione del sistema IO-Link Configurazione di esempio in S7-PCT La figura seguente riporta la configurazione di un master IO-Link in S7-PCT. Figura 3-3 Configurazione di un master IO-Link in S7-PCT 24 Manuale di guida alle funzioni, 01/2013, A5E AA

25 Integrazione nel sistema di automazione 3.1 Configurazione del sistema IO-Link Questa vista di S7-PCT visualizza una serie di informazioni: Bus di campo sovraordinato e panoramica o struttura dei master IO-Link subordinati (struttura ad albero sulla sinistra) Informazione dettagliata sul master IO-Link selezionato Configurazione attuale delle porte IO-Link del master IO-Link selezionato Informazione dettagliata sull'io-link Device selezionato Catalogo dispositivi con le descrizioni IODD degli IO-Link Device di costruttori diversi (struttura ad albero sulla destra) Area di indirizzi delle porte Accanto all'assegnazione libera degli IO-Link Device alle porte dei master IO-Link, anche la preassegnazione delle aree di indirizzi alle porte può essere modificata. Nella aree di indirizzi il master IO-Link trasmette i valori di processo ricevuti dall'io-link Device e li mette a diposizione del sistema di automazione sovraordinato. Per l'impostazione dell'area di indirizzi, selezionare la scheda "Indirizzi" (vedere la figura precedente). Manuale di guida alle funzioni, 01/2013, A5E AA 25

26 Integrazione nel sistema di automazione 3.1 Configurazione del sistema IO-Link Impostazione dei parametri del Device L'adeguamento dei Device ai rispettivi compiti applicativi richiede impostazioni specifiche dei parametri. I parametri possibili ed i valori di impostazione sono indicati nella descrizione IODD di ogni singolo Device. L'impostazione dei parametri del Device avviene direttamente in S7-PCT. Dopo la selezione del Device interessato, nella struttura ad albero (sul lato sinistro) selezionare la scheda "Parametri". Figura 3-4 Impostazione dei valori dei parametri dell'io-link Device Sulla base dei valori preimpostati visualizzati, è possibile modificare e salvare i valori in un campo valori definito. La configurazione del sistema IO-Link e i parametri del Device sono disponibili per il sistema IO-Link e per l'intero progetto di automazione. La configurazione ed i parametri possono essere salvati e stampati. 26 Manuale di guida alle funzioni, 01/2013, A5E AA

27 Integrazione nel sistema di automazione 3.2 Accesso ai dati del sistema di automazione e del dispositivo HMI 3.2 Accesso ai dati del sistema di automazione e del dispositivo HMI Scambio dati ciclico Per lo scambio ciclico dei dati di processo tra un IO-Link Device e una CPU, il master IO-Link salva i dati IO-Link nelle aree di indirizzi in precedenza impostate. Da questi indirizzi il programma utente della CPU accede ai valori di processo e li elabora. Lo scambio ciclico di dati dalla CPU all'io-link Device (ad es. attuatore IO-Link) avviene invece nel modo opposto. Scambio dati aciclico Lo scambio aciclico di dati, quali parametri o eventi, avviene da un'area definita di indici e sotto-indici ai quali la CPU accede da meccanismi di sistema (ad es. funzioni online quali la lettura dello stato). Utilizzando il campo di indici e sotto-indici è possibile accedere in modo mirato ai dati del Device (ad es. per la modifica dei parametri del Device o del master durante il funzionamento). Programmazione del programma utente Accanto alla progettazione e alla parametrizzazione del sistema IO-Link e alla relativa integrazione nel sistema di automazione completo, la programmazione del programma utente della CPU rappresenta un ulteriore compito. Come supporto di programmazione di accessi aciclici Siemens fornisce, per i sistemi di automazione SIMATIC S7-300 e S7-400 per IO-Link, il blocco funzionale/l'istruzione "IOL_CALL". Quest'istruzione consente la scrittura dei dati (dei parametri) in un IO-Link Device e la lettura degli stessi da un IO-Link Device. I dati nell'io-link Device vengono indirizzati in modo univoco tramite indice e sotto-indice. La struttura degli oggetti dei dati si trova nella documentazione specifica di ciascun IO-Link Device. Esempio applicativo Un esempio applicativo IO-Link è disponibile in Internet (http://support.automation.siemens.com/ww/view/it/ ). Questo esempio illustra la lettura e la scrittura dei dati di processo e dei parametri di master IO-Link e apparecchi di manovra nonché la visualizzazione su dispostivi HMI. La progettazione della CPU e dell'hmi sono realizzate in modo da consentirne, con un dispendio molto ridotto, l'integrazione in progetti propri. Manuale di guida alle funzioni, 01/2013, A5E AA 27

Processi di riscaldamento industriali altamente precisi ed efficienti. Heating Control System per il comando di carichi ohmici SIPLUS HCS

Processi di riscaldamento industriali altamente precisi ed efficienti. Heating Control System per il comando di carichi ohmici SIPLUS HCS Processi di riscaldamento industriali altamente precisi ed efficienti Heating Control System per il comando di carichi ohmici SIPLUS HCS Answers for industry. SIPLUS HCS la risposta alle esigenze termiche

Dettagli

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM Barriera optoelettronica di misurazione LGM Misurare con intelligenza - nuove dei materiali in tutti i mercati La nuova Serie LGM di

Dettagli

Parametrizzazione, progettazione e visualizzazione con SIRIUS

Parametrizzazione, progettazione e visualizzazione con SIRIUS Parametrizzazione, progettazione e visualizzazione con SIRIUS /2 Introduzione /5 Soft Starter ES /8 Biblioteca di blocchi softstarter SIRIUS RW44 per SIMATIC PCS 7 /10 Motor Starter ES /1 Biblioteca di

Dettagli

Il sistema di accumulo di energia modulare per un'alimentazione di energia affidabile

Il sistema di accumulo di energia modulare per un'alimentazione di energia affidabile Totally Integrated Power SIESTORAGE Il sistema di accumulo di energia modulare per un'alimentazione di energia affidabile www.siemens.com/siestorage Totally Integrated Power (TIP) Portiamo la corrente

Dettagli

SIMATIC S7. Primi passi ed esercitazioni con STEP 7. Benvenuti in STEP 7, Contenuto. Introduzione a STEP 7 1

SIMATIC S7. Primi passi ed esercitazioni con STEP 7. Benvenuti in STEP 7, Contenuto. Introduzione a STEP 7 1 s SIMATIC S7 Primi passi ed esercitazioni con STEP 7 Getting Started Benvenuti in STEP 7, Contenuto Introduzione a STEP 7 1 SIMATIC Manager 2 Programmazione con nomi simbolici 3 Creazione di un programma

Dettagli

Maggiore produttività second e maggiore line efficienza energetica per le vostre lavorazioni. 01_1 st Headline_36 pt/14.4 mm

Maggiore produttività second e maggiore line efficienza energetica per le vostre lavorazioni. 01_1 st Headline_36 pt/14.4 mm Maggiore produttività second e maggiore line efficienza energetica per le vostre lavorazioni 01_1 st Headline_36 pt/14.4 mm 2 Migliorate l efficienza della vostra macchina utensile La pressione della concorrenza

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT

Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT Istruzioni per l'installazione TempsensorAmb-IIT110610 98-0042610 Versione 1.0 IT SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Avvertenze su queste istruzioni.....................

Dettagli

04/2004 A5E00264164-01

04/2004 A5E00264164-01 Prefazione SIMATIC Premesse Descrizione del compito SM331; AI 8 x 12 Bit Struttura meccanica dell impianto di esempio Collegamento elettrico Getting Started Parte2: Tensione e PT100 Progettazione con SIMATIC

Dettagli

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Enterprise Content Management vi semplifica la vita Enterprise-Content-Management Gestione dei documenti Archiviazione Workflow www.elo.com Karl Heinz

Dettagli

Siemens AG 2008. SIMATIC PDM Il Process Device Manager

Siemens AG 2008. SIMATIC PDM Il Process Device Manager Il Process Device Manager Lo strumento ideale per l'engineering, la parametrizzazione, la messa in servizio, la diagnostica e il service Brochure Aprile 2008 Software www.siemens.com/simatic-pdm Process

Dettagli

ABB i-bus KNX Accoppiatore di linea LK/S 4.2 Manuale del prodotto

ABB i-bus KNX Accoppiatore di linea LK/S 4.2 Manuale del prodotto Accoppiatore di linea LK/S 4.2 Manuale del prodotto Indice Indice Pagina 1 Generale... 3 1.1 Uso del manuale del prodotto...3 1.1.1 Struttura del manuale del prodotto...3 1.1.2 Note...4 1.2 Panoramica

Dettagli

Safety Integrated per utenti non esperti SINAMICS. Convertitore SINAMICS G Safety Integrated per utenti non esperti

Safety Integrated per utenti non esperti SINAMICS. Convertitore SINAMICS G Safety Integrated per utenti non esperti Rischi e pericoli negli impianti e nelle macchine 1 Azionamenti con "Safety Integrated" nell'applicazione 2 SINAMICS Convertitore SINAMICS G Safety Integrated per utenti non esperti Panoramica delle funzioni

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo 86-W Sistema integrato compatto di valvole con I/O elettronici Sistemi personalizzati premontati e collaudati per il pilotaggio del

Dettagli

Una soluzione sempre pronta a magazzino: Service e parti di ricambio KSB

Una soluzione sempre pronta a magazzino: Service e parti di ricambio KSB La nostra tecnologia. Il vostro successo. Pompe n Valvole n Service Una soluzione sempre pronta a magazzino: Service e parti di ricambio KSB 02 Introduzione Rapidi, affidabili e competenti da oltre 140

Dettagli

Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER

Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER Informazione tecnica SUNNY CENTRAL COMMUNICATION CONTROLLER Contenuto Sunny Central Communication Controller è un componente integrale dell inverter centrale che stabilisce il collegamento tra l inverter

Dettagli

74 319 0350 0 B3144x2. Controllore universale RMU7... Istruzioni operative. Synco 700

74 319 0350 0 B3144x2. Controllore universale RMU7... Istruzioni operative. Synco 700 74 319 0350 0 B3144x2 74 319 0350 0 Istruzioni operative Synco 700 Controllore universale RMU7... Sommario B3144x2...1 Elementi operativi...4 Display...4 Pulsante INFO...4 Manopola per selezione e conferma

Dettagli

Documentazione didattica SCE per una soluzione di automazione omogenea Totally Integrated Automation (TIA)

Documentazione didattica SCE per una soluzione di automazione omogenea Totally Integrated Automation (TIA) Documentazione didattica SCE per una soluzione di automazione omogenea Totally Integrated Automation (TIA) Siemens Automation Cooperates with Education Modulo TIA Portal 020-011 Avvio alla programmazione

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO

IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO VIDEO SMA : I SISTEMI OFF GRID LE SOLUZIONI PER LA GESTIONE DELL ENERGIA Sistema per impianti off grid: La soluzione per impianti non connessi alla rete Sistema

Dettagli

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino TITOLO ESPERIENZA: Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino PRODOTTI UTILIZZATI: OBIETTIVO: AUTORE: RINGRAZIAMENTI: Interfacciare e controllare un modello di nastro trasportatore

Dettagli

SIMATIC. SCL per S7-300/400 Programmazione di blocchi. Prefazione, Contenuto. Parte 1: Sviluppo di programmi. Parte 2: Uso e test

SIMATIC. SCL per S7-300/400 Programmazione di blocchi. Prefazione, Contenuto. Parte 1: Sviluppo di programmi. Parte 2: Uso e test Prefazione, Contenuto Parte 1: Sviluppo di programmi Parte 2: Uso e test SIMATIC Parte 3: Descrizione del linguaggio Programmazione di blocchi Appendici Glossario, Indice analitico Manuale Numero di ordinazione

Dettagli

Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio

Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Un approccio flessibile per la gestione audio 2 Soluzioni per la comunicazione al pubblico Plena Il vostro sistema per la comunicazione al pubblico di facile

Dettagli

PCS7 PROCESS CONTROL FOR SITE EMISSION CONTAINMENT

PCS7 PROCESS CONTROL FOR SITE EMISSION CONTAINMENT P.M.S. S.r.l. Via Migliara 46 n 6 04010 B.go S.Donato Sabaudia (LT) Tel. 0773.56281 Fax 0773.50490 Email info@pmstecnoelectric.it PROGETTO: PCS7 PROCESS CONTROL FOR SITE EMISSION CONTAINMENT Dalla richiesta

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Nota di applicazione: impostazione della comunicazione

Nota di applicazione: impostazione della comunicazione Nota di applicazione: impostazione della comunicazione Questa nota di applicazione descrive come installare e impostare la comunicazione tra l'inverter e il server di monitoraggio SolarEdge. Questo documento

Dettagli

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version

FAS-420-TM rivelatori di fumo ad aspirazione LSN improved version Sistemi di Rivelazione Incendio FAS-420-TM rivelatori di fumo ad FAS-420-TM rivelatori di fumo ad Per il collegamento alle centrali di rivelazione incendio FPA 5000 ed FPA 1200 con tecnologia LSN improved

Dettagli

2capitolo. Alimentazione elettrica

2capitolo. Alimentazione elettrica 2capitolo Alimentazione elettrica Regole fondamentali, norme e condotte da seguire per gestire l'interfaccia tra la distribuzione elettrica e la macchina. Presentazione delle funzioni di alimentazione,

Dettagli

INDUSTRY PROCESS AND AUTOMATION SOLUTIONS. Lo strumento universale per la messa in esercizio e la diagnosi

INDUSTRY PROCESS AND AUTOMATION SOLUTIONS. Lo strumento universale per la messa in esercizio e la diagnosi Con Vplus, BONFIGLIOLI VECTRON offre uno strumento per la messa in esercizio, la parametrizzazione, il comando e la manutenzione. VPlus consente di generare, documentare e salvare le impostazioni dei parametri.

Dettagli

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700

Trattamento aria Regolatore di pressione proporzionale. Serie 1700 Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria +24VDC VDC OUTPUT MICROPROCESS. E P IN EXH OUT Trattamento aria Serie 7 Serie 7 Trattamento aria 7 Trattamento

Dettagli

SIMATIC FM 351. Getting Started Edizione 02/2000

SIMATIC FM 351. Getting Started Edizione 02/2000 SIATIC F 351 Getting Started Edizione 02/2000 Le presenti informazioni guidano l utente, sulla base di un esempio concreto articolato in cinque fasi, nell esecuzione della messa in servizio fino ad ottenere

Dettagli

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis 2 Intervento immediato con Bosch Intelligent Video Analysis Indipendentemente da quante telecamere il sistema utilizza, la sorveglianza

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Guida alle FM 35x. Siemens S.p.A. I IA AS PLC

Guida alle FM 35x. Siemens S.p.A. I IA AS PLC . Guida alle FM 35x. 1 ... 1 Guida alle FM 35x.... 1 Tipologie d Encoder... 4 Acquisizione degli encoder con S7-300 e S7-400.... 4 Conteggio e misura.... 6 Modalità di conteggio... 6 Posizionamento con

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

BOATRONIC M-420. Indice. Manuale di istruzioni 7134.8/5--IT

BOATRONIC M-420. Indice. Manuale di istruzioni 7134.8/5--IT Manuale di istruzioni 7134.8/5--IT BOATRONIC M-2, M-420 BOATRONIC M-2 BOATRONIC M-420 Indice Pagina 1 Generalità... 2 2 Sicurezza... 2 2.1 Contrassegni delle indicazioni nel manuale... 2 2.2 Qualifica

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai Articolo Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai INDICE Introduzione 3 Dieci cose che il vostro fornitore

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI s.d.i. automazione industriale ha fornito e messo in servizio nell anno 2003 il sistema di controllo

Dettagli

Descrizione del prodotto

Descrizione del prodotto Dati tecnici 2CDC501067D0901 ABB i-bus KNX Descrizione del prodotto Gli alimentatori di linea KNX con bobina integrata generano e controllano la tensione del sistema KNX (SELV). Con la bobina integrata

Dettagli

Istruzioni per l uso Sartorius

Istruzioni per l uso Sartorius Istruzioni per l uso Sartorius Descrizione dell interfaccia per le bilance Entris, ED, GK e GW Indice Impiego previsto Indice.... 2 Impiego previsto.... 2 Funzionamento.... 2 Uscita dati.... 3 Formato

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Caratteristiche principali

Caratteristiche principali Il regolatore semaforico Hydra nasce nel 1998 per iniziativa di CTS Engineering. Ottenute le necessarie certificazioni, già dalla prima installazione Hydra mostra sicurezza ed affidabilità, dando avvio

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Perché un software gestionale?

Perché un software gestionale? Gestionale per stabilimenti balneari Perché un software gestionale? Organizzazione efficiente, aumento della produttività, risparmio di tempo. Basato sulle più avanzate tecnologie del web, può essere installato

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

= 1/ 2 costi energetici

= 1/ 2 costi energetici + = 1/ 2 costi energetici Azionamenti ad alta efficienza energetica Answers for industry. Costi infrastrutture: 7,5 % Costi parco veicoli: 20 % Costi IT: 25 % I fatti parlano da soli: Negli impianti industriali

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1 Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5 9356197 Edizione 1 DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Noi, NOKIA CORPORATION, dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto SU-5 è conforme alle

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio e controllo carichi SE/S 3.16.1 Manuale del prodotto

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio e controllo carichi SE/S 3.16.1 Manuale del prodotto ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio e controllo carichi SE/S 3.16.1 Manuale del prodotto Indice Indice Pagina 1 Generale... 3 1.1 Uso del manuale del prodotto... 3 1.1.1 Struttura del manuale del prodotto...

Dettagli

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI?

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? Le offerte di public cloud proliferano e il private cloud è sempre più diffuso. La questione ora è come sfruttare

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Sensore Intrinsecamente Sicuro Flo-Dar

Sensore Intrinsecamente Sicuro Flo-Dar DOC026.57.00817 Sensore Intrinsecamente Sicuro Flo-Dar Sensore radar senza contatto a canale aperto con sensore della velocità di sovraccarico opzionale MANUALE UTENTE Marzo 2011, Edizione 2 Sommario

Dettagli

24/7. Monitoraggio da remoto Semplice, intelligente e sicuro. www.danfoss.it/solar. Soluzioni per il monitoraggio di impianti FV con inverter Danfoss

24/7. Monitoraggio da remoto Semplice, intelligente e sicuro. www.danfoss.it/solar. Soluzioni per il monitoraggio di impianti FV con inverter Danfoss MAKING MODERN LIVING POSSIBLE Monitoraggio da remoto Semplice, intelligente e sicuro Soluzioni per il monitoraggio di impianti FV con inverter Danfoss 24/7 monitoraggio in tempo reale con tecnologia ConnectSmart

Dettagli

PRIVACY POLICY MARE Premessa Principi base della privacy policy di Mare Informativa ai sensi dell art. 13, d. lgs 196/2003

PRIVACY POLICY MARE Premessa Principi base della privacy policy di Mare Informativa ai sensi dell art. 13, d. lgs 196/2003 PRIVACY POLICY MARE Premessa Mare Srl I.S. (nel seguito, anche: Mare oppure la società ) è particolarmente attenta e sensibile alla tutela della riservatezza e dei diritti fondamentali delle persone e

Dettagli

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Email Ras - CARROZZIERI Pag. 1 di 17 Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Notizie Generali Email Ras - CARROZZIERI Pag. 2 di 17 1.1 Protocollo Gruppo RAS Questo opuscolo e riferito al Protocollo

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco

domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m ista rappresenta l'alternativa economica per molte possibilità applicative. Essendo un contatore

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Dell Smart-UPS 1500 3000 VA

Dell Smart-UPS 1500 3000 VA Dell Smart-UPS 100 000 VA 0 V Protezione interattiva avanzata dell'alimentazione per server e apparecchiature di rete Affidabile. Razionale. Efficiente. Gestibile. Dell Smart-UPS, è l'ups progettato da

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

Il ciclo di vita del software

Il ciclo di vita del software Il ciclo di vita del software Il ciclo di vita del software Definisce un modello per il software, dalla sua concezione iniziale fino al suo sviluppo completo, al suo rilascio, alla sua successiva evoluzione,

Dettagli

Ridondante Modulare Affidabile

Ridondante Modulare Affidabile Ridondante Modulare Affidabile Provata efficacia in decine di migliaia di occasioni Dal 1988 sul mercato, i sistemi di chiusura Paxos system e Paxos compact proteggono oggi in tutto il mondo valori per

Dettagli

elettrotecnico/elettrotecnica

elettrotecnico/elettrotecnica Delibera n. 748 del 24.06.2014 ordinamento formativo per la professione oggetto di apprendistato di elettrotecnico/elettrotecnica 1. Il profilo professionale 2. Durata e titolo conseguibile 3. Referenziazioni

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Cosa fare in caso di perdita di smartphone o tablet

Cosa fare in caso di perdita di smartphone o tablet OUCH! Ottobre 2012 IN QUESTO NUMERO Introduzione Le precauzioni da prendere Cosa fare in caso di smarrimento o furto Cosa fare in caso di perdita di smartphone o tablet L AUTORE DI QUESTO NUMERO Heather

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa

Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa Indice Sistemi di citofonia e videocitofonia - Tecnologia e qualità... - Installazione più facile e rapida... 4 - I sistemi

Dettagli

ADC-20/ADC-24. Registratori di dati ad alta risoluzione. Manuale d'uso. adc20.it r4 Copyright 2005-2013 Pico Technology Limited. All rights reserved.

ADC-20/ADC-24. Registratori di dati ad alta risoluzione. Manuale d'uso. adc20.it r4 Copyright 2005-2013 Pico Technology Limited. All rights reserved. ADC-20/ADC-24 Registratori di dati ad alta risoluzione Manuale d'uso I Indice Indice 1 Introduzione...1...1 1 Panoramica 2 Informazioni...2...2 1 Avviso sulla sicurezza...3 2 Informazioni leg ali...3 3

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Tutela dei dati personali Vi ringraziamo per aver visitato il nostro sito web e per l'interesse nella nostra società. La tutela dei vostri dati privati riveste per noi grande importanza e vogliamo quindi

Dettagli

Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099

Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099 Termocoppie per alte temperature serie Rosemount 1075 e 1099 Misure precise e affidabili in applicazioni ad alta temperatura, come il trattamento termico e i processi di combustione Materiali ceramici

Dettagli

Access Key per i vostri UBS Online Services Istruzioni

Access Key per i vostri UBS Online Services Istruzioni ab Access Key per i vostri UBS Online Services Istruzioni www.ubs.com/online ab Disponibile anche in tedesco, francese e inglese. Dicembre 2014. 83378I (L45365) UBS 2014. Il simbolo delle chiavi e UBS

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali

FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali Sistemi di Rivelazione Incendio FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali FCS-320_TM rivelatori di fumo ad aspirazione convenzionali Per il collegamento a centrali di rivelazione incendio

Dettagli

Safety Integrated. Safety Integrated for Process Automation. Affidabilità, flessibilità, semplicità. Brochure Aprile 2010. Answers for Industry.

Safety Integrated. Safety Integrated for Process Automation. Affidabilità, flessibilità, semplicità. Brochure Aprile 2010. Answers for Industry. Safety Integrated for Process Automation Affidabilità, flessibilità, semplicità Brochure Aprile 2010 Safety Integrated Answers for Industry. Totally Integrated Automation Adottate nuovi criteri di produttività

Dettagli

SIMATIC WinCC Runtime Professional ARCHITETTURE. Versione 1.0 04/2013

SIMATIC WinCC Runtime Professional ARCHITETTURE. Versione 1.0 04/2013 SIMATIC WinCC Runtime Professional V12 ARCHITETTURE Ronald Lange (Inventor 2011) TIA Portal: Automation Software that Fits Together As Perfectly As Lego Blocks Versione 1.0 04/2013 - Architetture Novità

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 Con questo aggiornamento sono state implementate una serie di funzionalità concernenti il tema della dematerializzazione e della gestione informatica dei documenti,

Dettagli

AUTOMAZIONE DI FABRICA IDENTIFICAZIONE DEI CODICI 1D E 2D LETTORI PORTATILI DI CODICI DATA MATRIX

AUTOMAZIONE DI FABRICA IDENTIFICAZIONE DEI CODICI 1D E 2D LETTORI PORTATILI DI CODICI DATA MATRIX AUTOMAZIONE DI FABRICA IDENTIFICAZIONE DEI CODICI 1D E 2D LETTORI PORTATILI DI CODICI DATA MATRIX ADATTATO PER QUALSIASI APPLICAZIONE DISPOSITIVI PORTATILI DI PEPPERL+FUCHS SICUREZZA INTRINSECA I lettori

Dettagli

La piattaforma IBM Cognos

La piattaforma IBM Cognos La piattaforma IBM Cognos Fornire informazioni complete, coerenti e puntuali a tutti gli utenti, con una soluzione economicamente scalabile Caratteristiche principali Accedere a tutte le informazioni in

Dettagli

Milliamp Process Clamp Meter

Milliamp Process Clamp Meter 771 Milliamp Process Clamp Meter Foglio di istruzioni Introduzione La pinza amperometrica di processo Fluke 771 ( la pinza ) è uno strumento palmare, alimentato a pile, che serve a misurare valori da 4

Dettagli