Abilità Informatiche A.A. 2010/2011 Lezione 10: XML & DBMS. Facoltà di Lingue e Letterature Straniere

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Abilità Informatiche A.A. 2010/2011 Lezione 10: XML & DBMS. Facoltà di Lingue e Letterature Straniere"

Transcript

1 Abilità Informatiche A.A. 2010/2011 Lezione 10: XML & DBMS Facoltà di Lingue e Letterature Straniere

2 Un documento testuale Dal punto di vista del calcolatore un testo è una sequenza di caratteri alfabetici intervallati da separatori, come ad esempio lo spazio bianco o un segno di interpunzione, e caratteri di scorrimento (o controllo) del testo, come ad esempio il ritorno carrello (carriage return, per tornare accapo) e il comando nuova riga (line feed, per spostarsi sulla riga successiva) Per noi, invece, il testo è molto di più di una semplice sequenza di caratteri alfabetici, separatori e caratteri di controllo (dati) 2

3 Dati e struttura 3 il testo è innanzitutto struttura (informazione) ciascun elemento costitutivo dei dati testuali entra a far parte di un elemento più grande: i caratteri formano sillabe, le sillabe parole, le parole frasi, le frasi paragrafi, i paragrafi capitoli ecc. i capitoli si compongono a loro volta di numero, titolo e corpo del testo le frasi si compongono di sequenze di parole semanticamente coese dette sintagmi le stesse parole presentano al loro interno costituenti più piccoli solitamente chiamati morfemi nel testo (come nel linguaggio) questa struttura è quasi sempre implicita ad esempio, ogni parola del testo non mostra la sua struttura morfemica interna; analogamente, una frase del testo non presenta esplicitamente la sua segmentazione in costituenti sintagmatici il calcolatore può cogliere questa struttura implicita del testo solo se: conosce le regole che la governano (o il codice sottostante), oppure questa struttura è rappresentata esplicitamente nel testo

4 Struttura e Rappresentazione di un documento Un documento è composto di tre livelli: contenuto, struttura e rappresentazione. La rappresentazione può essere utile per migliorare la leggibilità per favorire la percezione della struttura ma non per recuperare l informazione Nel momento in cui occorre recuperare l informazione le informazioni sulla struttura sono rilevanti Infatti attraverso la struttura dell informazione è possibile ideare piani di recupero efficiente Struttura Contenuto Rappresentazione 4

5 I limiti di HTML La potenza di HTML rappresenta anche il punto di massima debolezza Se infatti realizzare pagine HTML è estremamente facile riuscire a effettuare ricerche su tali documenti è molto inefficiente Il principale motivo? Manca il concetto di struttura dei dati. Si pone l enfasi solo sulla rappresentazione Struttura e rappresentazione sono indistinte e confuse <i>, <b>, <hr>,? <h1>, <ul>, <p>, 5

6 XML - Introduzione XML = Extensible Markup Language XML is a language for creating markup languages that describe structured data. Mike Edwards, Microsoft Descrive i dati e non la loro rappresentazione Ha un formato aperto e leggibile visualmente simile all HTML Elimina la necessità di Browser e tool intermedi per aggiungere TAG speciali 6

7 Un semplice esempio etichetta elemento semplice <messaggio> <da>rachele</da> <a>vito</a> <intestazione>pro memoria</intestazione> <testo>ricorda di portare il cd!</testo> </messaggio> 7 dati elemento complesso

8 XML - Introduzione extensible - non rigido come HTML Ottimo per la trasmissione di dati da server e browser Ottimo per la trasmissione da applicazione a applicazione, da macchina a macchina E un MetaLinguaggio usato per definire nuovi domini applicativi o linguaggi specifici Attenzione esclusivamente al contenuto La Rappresentazione corrispondente può essere assegnata in un momento successivo 8

9 XML è informazione espandibile supponiamo che il nostro messaggio codificato in XML possa essere interpretato da un applicazione di interfaccia, che lo legge come segue: MESSAGE To: Vito From: Rachele heading: pro-memoria ricorda di portare il cd! 9

10 XML è espandibile supponiamo inoltre di aver arricchito il nostro messaggio codificato in XML, in modo tale che possa essere indicata anche la data: <messaggio> <data> </data> <da>rachele</da> <a>vito</a> <intestazione>pro memoria</intestazione> <testo>ricorda di portare il cd!</testo> </messaggio> 10

11 XML è espandibile l applicazione originaria continuerà ad interpretare correttamente il nostro nuovo messaggio, ignorando tuttavia il dato annotato, di cui non conosce la traduzione attraverso l interfaccia: MESSAGE To: Vito From: Rachele heading: pro-memoria ricorda di portare il cd! 11

12 XML - Aree Applicative Applicazioni che richiedono al Web Client di mediare tra due o più DB eterogenei Oracle SQL Applicazioni che cercano di distribuire porzioni significanti di dati tra Client/Server 12

13 XML Aree Applicative Compito Client User1 Applicazioni che richiedono al Web Client di mostrare più viste dello stesso dato a diversi utenti Testo Esercizio Testo Esercizio Soluzione Client User2 Soluzione Applicazioni in cui Agenti Web Intelligenti decidono su informazioni utili per un utente a partire dalle sue caratteristiche Agente Client con caratteristiche A, B, C,. 13

14 XML e HTML XML non specifica né la semantica né un insieme di TAG XML è un metalinguaggio per la descrizione dei linguaggi di markup XML fornisce un modo per definire i tag ed i rapporti strutturali fra loro Poiché non vi è un insieme predefinito di TAG, non ci può essere alcuna semantica preesistente 14

15 XML Standard collegati XML è una lingua franca che permette di descrivere la struttura di documenti Il W3C ha definito svariati standard per poter integrare la definizione di XML per consentire la: Definizione metadati Definizione link tra più documenti Trasformazione/Rappresentazione documenti XML Definizione di linguaggi di interrogazione Manipolazione documenti XML da programma Rappresentazione di informazione grafica 15

16 Rappresentazione/Trasformazione documenti XML Lo standard XML permette di strutturare documenti XML No rappresentazione Nasce XSL. XSL permette di Identificare parti di documento da rappresentare (Xpath) Trasformare le parti (attraverso il linguaggio XSLT) Rappresentare (HTML, PDF,...) il documento risultante (attraverso il linguaggio XSL-FO) 16

17 XML, DTD, CSS Sintassi ed esempi 17

18 Elemento Un elemento è un blocco elementare dei documenti XML Elemento Start-tag Contenuto End-tag Un elemento è una parte del documento delimitata da 2 TAG es: <AUTHOR>Dante Alighieri</AUTHOR> 18

19 Anatomia di un elemento XML Ogni elemento XML può essere definito da una o più coppie attributo/valore : Esempio: etichetta dato (PCDATA) <destinatario sesso= maschile > vito </destinatario> <testo formato= corsivo > questo è il testo del messaggio </testo> nome attributo valore attributo (CDATA) 19

20 Tag I tag appaiono, normalmente, in coppia, tag di apertura (start-tag) tag di chiusura (end-tag) <NOME_TAG>Dante Alighieri</NOME_TAG> Il tag rappresenta il nome dell elemento 20

21 Struttura gerarchica degli elementi LIBRO CAPITOLO SEZIONE CAPITOLO LIBRO SEZIONE SEZIONE CAPITOLO 21

22 Struttura gerarchica degli elementi LIBRO CAPITOLO SEZIONE CAPITOLO NO! Ogni elemento deve essere completamente incluso da un altro elemento 22

23 Document Element È l elemento più esterno in un documento XML Viene anche detto elemento radice Contiene tutti gli elementi del documento Esempio: <libro> </libro> Deve sempre esistere 23

24 Attributi Un elemento può avere degli attributi Gli attributi possono essere pensati come aggettivi che descrivono gli elementi Ogni attributo ha nome valore Tutti gli attributi di un elemento devono essere distinti Gli attributi vengono inseriti come parte dello start-tag: <AUTHOR nome_attributo= valore_attributo"> Dante Alighieri </AUTHOR> 24

25 Esempio di elemento con attributi <AUTHOR laurea= lettere"> Dante Maria Rossetti </AUTHOR> <AUTHOR laurea= lettere"> <name>dante</name> </AUTHOR> <name>maria</name> <lastname>rossetti</lastname> <AUTHOR laurea= lettere name1 = Dante name2 = Maria lastname = Rossetti /> 25

26 Elementi Vs Attributi Quando è meglio usare elementi o attributi per rappresentare un informazione? Un elemento, quando: Si richiede di recuperare i dati velocemente È visibile a tutti È rilevante per il significato del documento Un attributo, quando: Esprime una scelta È utilizzato dal sistema Non è rilevante per il significato del documento 26

27 Un documento XML Un file XML è un semplice file di testo con tag XML al suo interno Esso ha una estensione.xml nome_file.xml Un file XML contiene tre sezioni Una dichiarazione che si tratta di un file XML Una dichiarazione (opzionale) del tipo di documento, sul nome della DTD associata e sul nome della CSS associata Il contenuto del documento con tag XML 27

28 Cosa ci serve per iniziare Pochissimo: Il blocco-note di Windows (o altro editor di testo); Internet Explorer 5.5 e superiori, Firefox 2 questi browser contengono un parser o processore XML che legge il documento XML e ne controlla la sintassi e segnala eventuali errori 28

29 Esempio <?xml version="1.0" encoding="iso "?> <!-- Proviamo a scrivere un file xml che gestisca una rubrica di indirizzi --> <!-- apertura del tag radice --> <rubrica> <!-- istanze dell'elemento contatto --> <contatto> <nome>andrea</nome> <cognome>crevola</cognome> <telefono> </telefono> </contatto> <contatto> <nome>mario</nome> <cognome>rossi</cognome> <telefono> </telefono> </contatto> <contatto> <nome>carlo</nome> <cognome>bianchi</cognome> <telefono> </telefono> </contatto> <!-- chiusura del tag radice --> </rubrica> 29

30 Conformità dei documenti XML Indicazione della versione: Un documento XML deve iniziare con l istruzione <?xml version= 1.0 encoding="iso "?> serve per indicare al programma che interpreterà il file quale set di regole XML il documento dovrà seguire; se il documento segue senza errori queste regole, è detto well formed; è presente anche l indicazione del set di caratteri che sarà utilizzato nel documento (attributo opzionale); 30

31 Regole di conformità Un documento XML è well formed (sintatticamente conforme) se: È presente un solo elemento radice; Gli elementi hanno un tag di apertura e un tag di chiusura; I tag sono appropriatamente annidati; I valori degli attributi sono racchiusi da virgolette; Nomi di tag e attributi sono costituiti da una sola parola; Gli attributi hanno sempre un valore; Inoltre XML è case-sensitive: c è differenza tra lettere maiuscole e minuscole. <nome> <Nome> <NOME> <nome> un tag di chiusura deve essere scritto in modo identico a quello di apertura (ad eccezione dello slash / iniziale); 31

32 Indicazione della DTD (1) Le specifiche della DTD possono essere inserite direttamente nel prologo del documento (DTD interna): <!DOCTYPE rubrica [ <!ELEMENT rubrica (contatto)+ > <!ELEMENT contatto (nome, cognome,telefono, ) > <!ELEMENT nome (#PCDATA) > <!ELEMENT cognome (#PCDATA) > <!ELEMENT telefono (#PCDATA) > <!ELEMENT (#PCDATA) > ] La DTD interna vale solo per il documento a cui appartiene e non per altri file questo significa che la dovrei riscrivere ogni volta a meno che non la sposti al di fuori del file e la condivida tra tutti i documenti XML che ne hanno necessità. 32

33 Indicazione della DTD (2) Le specifiche della DTD possono essere collocate in un file esterno (es. rubrica.dtd); La DTD esterna viene richiamata con un comando presente nel prologo del documento XML; <!DOCTYPE rubrica SYSTEM rubrica.dtd > <!DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Transitional//EN" "http://www.w3.org/tr/xhtml1/dtd/xhtml1-transitional.dtd"> In questo modo tutti i file di cui si vuole verificare la validità possono riferirsi ad un unico insieme di regole, e se decido di modificare le regole, non dovrò riportare i cambiamenti su tutti i file su cui sto lavorando; Applicazioni diverse possono fare riferimento ad un unica DTD per valutare la validità dei file elaborati; 33

34 Indicazione dello stile Definito il tipo di documento (conformità) e le regole di validità (DTD), manca un comando per dire alle applicazioni come rappresentare i dati. <?xml-stylesheet type="text/css" href= stile.css"?> 34

35 Esempio: file.xml <?xml version="1.0" encoding="iso "?> <!-- Inserisco il riferimento alla DTD esterna --> <!DOCTYPE rubrica SYSTEM "rubrica.dtd"> <!-- Inserisco il riferimento ad un foglio di stile esterno --> <?xml-stylesheet type="text/css" href="stile.css"?> <rubrica> <contatto> <nome>andrea</nome> <cognome>crevola</cognome> <telefono> </telefono> </contatto> </rubrica> 35 prova.xml

36 Esempio: DTD <?xml version="1.0"?> <!-- DTD della rubrica --> <!-- Dichiarazione di elementi e rispettivi attributi--> <!ELEMENT rubrica (contatto)+> <!ELEMENT contatto (nome, cognome, indirizzo, telefono+, *, foto?)> <!ATTLIST contatto id ID #REQUIRED> <!ATTLIST contatto data-insert CDATA #REQUIRED> <!ATTLIST contatto sesso (M F) "F"> <!ELEMENT nome (#PCDATA)> <!ELEMENT cognome (#PCDATA)> <!ELEMENT indirizzo (#PCDATA)> <!ELEMENT telefono (fisso mobile)> <!ELEMENT fisso (#PCDATA)> <!ELEMENT mobile (#PCDATA)> <!ELEMENT (#PCDATA)> <!ELEMENT foto EMPTY> <!ATTLIST foto src CDATA #REQUIRED> <!ATTLIST foto alt CDATA #REQUIRED> <!-- Fine della dichiarazione di elementi e attribuiti --> rubrica.dtd 36

37 Esempio: foglio di stile CSS rubrica { font-family: Verdana; } contatto { display:block; margin: 10px; background-color: #FFFFCC; padding: 10px; width: 300px; border-width: 2px; border-style: solid; } nome { display:inline; font-weight: bold; } cognome { display:inline; font-weight: bold; } { display:inline; font-weight: bold; } telefono { display:block; font-family: courier; margin-bottom: 10px; } 37 stile.css

38 XML e DataBase 38

39 Il problema Problema: è possibile/necessario memorizzare documenti XML in un DBMS? Quale tecnologia è necessaria a questo scopo? Risposta: è certamente possibile memorizzare e gestire documenti XML in un DBMS la tecnologia necessaria a questo scopo dipende dal perché vogliamo gestire documenti XML in un DBMS 39

40 Tipologie di documenti XML Due possibili usi per documenti XML: Data Centric: i documenti possono rappresentare lo strumento con il quale dati tradizionali (es. relazionali) vengono trasferiti su Web XML come veicolo per trasporto di dati Esempio: ordini di vendita, scheduling di voli, menù Document Centric: l informazione è rappresentata dal documento in sé XML come modello per la rappresentazione dei dati Esempio: libri, documenti in genere 40

41 Documenti Data Centric Struttura regolare Livello di dettaglio piuttosto fine Contenuto omogeneo L ordine con cui gli elementi allo stesso livello appaiono è ininfluente Utilizzati per machine consumption Esempi: ordini di vendita, scheduling di voli, menù, 41

42 Esempio: ordini di vendita <Orders> <SalesOrder SONumber= > <Customer CustNumber= 543 > <CustName>ABC Industries</CustName>... </Customer> <OrderDate>981215</OrderDate> <Line LineNumber= 1 > <Part PartNumber= 123 > <Description> Turkey wrench: Stainless steel, one piece... </Description> <Price>9.95</Price> </Part> <Quantity>10</Quantity> </Line> <Line LineNumber= 2 >... </Line> </SaleOrder> </Orders> 42

43 Documenti Document Centric Struttura irregolare Livello di dettaglio meno fine Contenuto eterogeneo L ordine degli elementi allo stesso livello è significativo In genere progettati per human consumption Esempi: libri, , 43

44 Product Description <Product> <Name>Turkey Wrench</Name> <Developer>Full Fabrication Labs, Inc.</Developer> <Summary>Like a monkey wrench, but not as big.</summary> <Description> <Para>The Turkey wrench, which comes in both right- and lefthanded versions...</para> <Para>You can:</para> <List> <Item><Link URL= Order.htm >Order your turkey wrench</link></item> <Item><Link URL= Wrench.html >Read about wrenches</link></item> <Item><Link URL= catalog.zip >Download the catalog</link></item> </List>... </Description> </Product> 44

45 XML e DBMS Ciascuna tipologia di documenti richiede una particolare tecnologia per la sua gestione data Relational/object-oriented DB document DB basato su XML (XML è il modello dei dati) 45

46 XML e DBMS XML-Native DBMS: comprendono un insieme di nuovi sistemi la cui architettura è stata progettata per supportare totalmente le funzionalità necessarie alla gestione di documenti XML utili per Document Centric Esempio:eXcelon XML-Enabled DBMS: comprendono tutti i DBMS che mantengono integra la propria architettura estendendola con funzionalità necessarie alla gestione di documenti XML sono tipicamente Object-Relational (DB2, Oracle8i, ) utili per Data Centric e parzialmente per Document Centric 46

47 XML-Enabled DBMS e documenti Data Centric 47

48 Problematiche per Data Centric Tre problematiche di base: come rappresentare i dati contenuti nei documenti XML nel DBMS XML doc DB come generare documenti XML partendo dai dati contenuti nel DBMS XML doc DB come interrogare i dati estratti da documenti XML DB 48

49 Rappresentazione dati È necessario definire un mapping tra la struttura dei documenti XML e lo schema del DB Per memorizzare i dati contenuti in un documenti XML in un DB, deve esistere una o più tabelle con lo schema richiesto dal mapping Vantaggi: approccio piuttosto semplice i dati sono facilmente interrogabili Svantaggi: Scarsa flessibilità: la tabella deve essere conforme al documento il documento di partenza non è più recuperabile 49

50 DBMS relazionale Un documento XML viene rappresentato come una singola tabella o un insieme di tabelle la struttura del documento XML è simile alla seguente: <database> <table> <row> <column1>...</column1> <column1>...</column1>... </row>... </table>... </database> approccio tipico per DBMS relazionali, object-relational 50

51 Esempio Documento XML <clienti> <row> <numero> 7369 </numero> <nome> PAUL </nome> <cognome> SMITH </cognome> </row> <row> <numero> 7000 </numero> <nome> STEVE </nome> <cognome> ADAM </cognome> </row> </clienti> Tabella Clienti Numero Nome Cognome 2000 MIKE SCOTT 7369 PAUL SMITH 7000 STEVE ADAM 51

52 Interrogazione dati Poiché i dati vengono rappresentati secondo il modello supportato dal DBMS (es. relazionale), è possibile utilizzare i linguaggi supportati dal DBMS per l interrogazione dei dati memorizzati approccio template-based: la query viene rappresentata nel documento XML necessità di middleware 52

53 Flight Information <?xml version= 1.0 > <FlightInfo> <Intro>The following flights have available seats:</intro> <SelectStmt> SELECT Airline, FltNumber, Depart, Arrive FROM Flights </SelectStmt> <Conclude>We hope one of these meets your needs</conclude> </FlightInfo> <?xml version= 1.0 > <FlightInfo> <Intro>The following flights have available seats:</intro> <Flight> <Row> <Airline>ACME</Airline><FltNumber>123</FltNumber> <Depart>Dec 12, :43</Depart><Arrive>...<Arrive> <Row> </Flight> <Conclude>We hope one of these meets your needs</conclude> </FlightInfo> 53

54 Interrogazione dati Doc Query Doc Result Middleware Extract Select Command Construct Document answer Submit SELECT Command Result DB 54

55 Generazione documenti XML Problema: fornire una rappresentazione XML ai dati recuperati tramite query dal DBMS si utilizza il mapping inverso rispetto a quello utilizzato per la memorizzazione operazione importante per attribuire un formato standard ai dati ritrovati, prima di inviarli sulla rete 55

56 Esempio SELECT nome, cognome FROM Clienti WHERE Numero = 7369 Tabella Clienti Numero Nome Cognome 2000 MIKE SCOTT 7369 PAUL SMITH 7000 STEVE ADAM Documento XML <clienti> <row> <nome> PAUL </nome> <cognome> SMITH </cognome> </row> </clienti> 56

57 XML-Enabled DBMS e documenti Document Centric 57

58 Problematiche per Document Centric Due problematiche di base: come rappresentare i documenti XML nel DBMS XML doc DB come interrogare i documenti XML XML doc DB 58

59 Rappresentazione Permette di mantenere integro il documento XML Due approcci: rappresentazione non strutturata documento come unico oggetto rappresentazione ibrida documento parzialmente rappresentato secondo la rappresentazione strutturata e parzialmente secondo la rappresentazione non strutturata 59

60 Interrogazione documenti Dal punto di vista del DBMS, un documento memorizzato in modo non strutturato non è che un documento di testo in genere i DBMS supportano strumenti per ritrovare i documenti in base al contenuto nel caso di documenti XML, mettono a disposizione operatori avanzati da utilizzare in statement SQL per recuperare documenti XML in base al contenuto 60

61 XML su internet 61

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone SQL: il DDL Parti del linguaggio SQL Definizione di basi di dati (Data Definition Language DDL) Linguaggio per modificare

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

AlboTop. Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali

AlboTop. Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali AlboTop Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali Introduzione AlboTop è il nuovo software della ISI Sviluppo Informatico per la gestione dell Albo professionale dell Ordine Assistenti Sociali.

Dettagli

Progettazione di un DB....in breve

Progettazione di un DB....in breve Progettazione di un DB...in breve Cosa significa progettare un DB Definirne struttura,caratteristiche e contenuto. Per farlo è opportuno seguire delle metodologie che permettono di ottenere prodotti di

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

Lezione III: Oggetti ASP e interazione tramite form HTML

Lezione III: Oggetti ASP e interazione tramite form HTML Lezione III: Oggetti ASP e interazione tramite form HTML La terza lezione, come le precedenti, ha avuto una durata di due ore, di cui una in aula e l altra in laboratorio, si è tenuta alla presenza della

Dettagli

Introduzione a MySQL

Introduzione a MySQL Introduzione a MySQL Cinzia Cappiello Alessandro Raffio Politecnico di Milano Prima di iniziare qualche dettaglio su MySQL MySQL è un sistema di gestione di basi di dati relazionali (RDBMS) composto da

Dettagli

LISTA TITOLI ACCESSI

LISTA TITOLI ACCESSI LISTA TITOLI ACCESSI La Lista Unica Titoli di Accesso, così come definita dal Provvedimento al punto 1.1.2, è memorizzata, come raggruppamento degli eventi del giorno, secondo tracciati ASCII a campi fissi

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

PHP: form, cookies, sessioni e. Pasqualetti Veronica

PHP: form, cookies, sessioni e. Pasqualetti Veronica PHP: form, cookies, sessioni e mysql Pasqualetti Veronica Form HTML: sintassi dei form 2 Un form HTML è una finestra contenente vari elementi di controllo che consentono al visitatore di inserire informazioni.

Dettagli

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Esperti nella gestione dei sistemi informativi e tecnologie informatiche Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Docente: Email: Sito: Eduard Roccatello eduard@roccatello.it http://www.roccatello.it/teaching/gsi/

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Traduzione di TeamLab in altre lingue

Traduzione di TeamLab in altre lingue Lingue disponibili TeamLab è disponibile nelle seguenti lingue nel mese di gennaio 2012: Traduzioni complete Lingue tradotte parzialmente Inglese Tedesco Francese Spagnolo Russo Lettone Italiano Cinese

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello del sistema 4 2.1 Requisiti hardware........................ 4 2.2 Requisiti software.........................

Dettagli

Un approccio moderno alle pagine web*

Un approccio moderno alle pagine web* Un approccio moderno alle pagine web* MASSIMILIANO FILACCHIONI Quest'articolo propone un approccio alla realizzazione delle pagine Web basato sull'esplicita separazione degli aspetti che le caratterizzano.

Dettagli

Questo é il link all altra pagina

<a href= page2.html > Questo é il link all altra pagina </a> <a href= page2.html > <img src= lamiaimmagine.jpg/> </a> Tutorial 4 Links, Span e Div È ora di fare sul serio! Che ci crediate o no, se sei arrivato fino a questo punto, ora hai solo bisogno di una cosa in più per fare un sito reale! Al momento hai una pagina

Dettagli

Si prega di comunicare eventuali errori o inesattezze riscontrate, scrivendo una mail a: otebac@beniculturali.it

Si prega di comunicare eventuali errori o inesattezze riscontrate, scrivendo una mail a: otebac@beniculturali.it TEMPLATE IN MWCMS D A N I E L E U G O L E T T I - G R U P P O M E T A Si prega di comunicare eventuali errori o inesattezze riscontrate, scrivendo una mail a: otebac@beniculturali.it C ONTENTS I template

Dettagli

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

Le funzionalità di un DBMS

Le funzionalità di un DBMS Le funzionalità di un DBMS Sistemi Informativi L-A Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/sil-a/ Versione elettronica: DBMS.pdf Sistemi Informativi L-A DBMS: principali funzionalità Le

Dettagli

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE JDBC Java DataBase Connectivity Anno Accademico 2002-2003 Accesso remoto al DB Istruzioni SQL Rete DataBase Utente Host client Server di DataBase Host server Accesso

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA HOTSPOT Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA Hotspot è l innovativo servizio che offre ai suoi clienti accesso ad Internet gratuito, in modo semplice e veloce, grazie al collegamento

Dettagli

Guida all uso del portale dello studente

Guida all uso del portale dello studente Guida all uso del portale dello studente www.studente.unicas.it Versione 1.0 del 10/04/2010 Pagina 1 Sommario PREMESSA... 3 PROFILO... 7 AMICI... 9 POSTA... 10 IMPOSTAZIONI... 11 APPUNTI DI STUDIO... 12

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO Francesco Marchione e Dario Richichi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Sezione di Palermo Indice Introduzione...

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Appunti di Antonio Bernardo

Appunti di Antonio Bernardo Internet Appunti di Antonio Bernardo Cos è Internet Internet può essere vista come una rete logica di enorme complessità, appoggiata a strutture fisiche e collegamenti di vario tipo (fibre ottiche, cavi

Dettagli

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi.

Guida all uso. Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Guida all uso Come ricevere ed inviare Fax ed Sms tramite E-mail in 3 semplici passi. Legenda Singolo = Fax o SMS da inviare ad un singolo destinatario Multiplo = Fax o SMS da inviare a tanti destinatari

Dettagli

Windows Compatibilità

Windows Compatibilità Che novità? Windows Compatibilità CODESOFT 2014 é compatibile con Windows 8.1 e Windows Server 2012 R2 CODESOFT 2014 Compatibilità sistemi operativi: Windows 8 / Windows 8.1 Windows Server 2012 / Windows

Dettagli

Altre opzioni Optralmage

Altre opzioni Optralmage di Personalizzazione delle impostazioni............ 2 Impostazione manuale delle informazioni sul fax......... 5 Creazione di destinazioni fax permanenti................ 7 Modifica delle impostazioni di

Dettagli

Dal modello concettuale al modello logico

Dal modello concettuale al modello logico Dal modello concettuale al modello logico Traduzione dal modello Entita - Associazione al modello Relazionale Ciclo di sviluppo di una base di dati (da parte dell utente) Analisi dello scenario Modello

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

Specifiche tecnico-funzionali per comunicazione e conservazione dati da parte dei Sistemi Controllo Accessi. INDICE

Specifiche tecnico-funzionali per comunicazione e conservazione dati da parte dei Sistemi Controllo Accessi. INDICE Specifiche tecnico-funzionali per comunicazione e conservazione dati da parte dei Sistemi Controllo Accessi. INDICE 1.1 CARATTERISTICHE DEL SUPPORTO IMMODIFICABILE E SUO FILE-SYSTEM... 2 1.2 SICUREZZA

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it izticket Il programma izticket permette la gestione delle chiamate di intervento tecnico. E un applicazione web, basata su un potente application server java, testata con i più diffusi browser (quali Firefox,

Dettagli

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS Introduzione La nostra soluzione sms2biz.it, Vi mette a disposizione un ambiente web per una gestione professionale dell invio di

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi I semestre 03/04 Inidirizzi IP e Nomi di Dominio Domain Name System Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

RedDot Content Management Server Content Management Server Non sottovalutate il potenziale della comunicazione online: usatela! RedDot CMS vi permette di... Implementare, gestire ed estendere progetti

Dettagli

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso Parte 5 Adv WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso 1 di 30 Struttura di un Documento Complesso La realizzazione di un libro, di un documento tecnico o scientifico complesso, presenta

Dettagli

2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN

2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche APPLICATIVO SBN-UNIX IN ARCHITETTURA CLIENT/SERVER 2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN Manuale d uso (Versione

Dettagli

Informatica Industriale Modello funzionale: Informazione Progettazione concettuale

Informatica Industriale Modello funzionale: Informazione Progettazione concettuale DIIGA - Università Politecnica delle Marche A.A. 2006/2007 Informatica Industriale Modello funzionale: Informazione Progettazione concettuale Luca Spalazzi spalazzi@diiga.univpm.it www.diiga.univpm.it/~spalazzi/

Dettagli

ThemixInfo Gestione Informazione al Pubblico per Laboratori di analisi e Poliambulatori. Manuale d uso. themix Italia srl

ThemixInfo Gestione Informazione al Pubblico per Laboratori di analisi e Poliambulatori. Manuale d uso. themix Italia srl Gestione Informazione al Pubblico per Laboratori di analisi e Poliambulatori Manuale d uso Versione 08/07/2014 themix Italia srl tel. 06 35420034 fax 06 35420150 email info@themix.it LOGIN All avvio il

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

Le caratteristiche di interoperabilità del Terrapack 32 M

Le caratteristiche di interoperabilità del Terrapack 32 M I T P E l e t t r o n i c a Le caratteristiche di interoperabilità del Terrapack 32 M M. Guerriero*, V. Ferrara**, L. de Santis*** * ITP Elettronica ** Dipartimento di Ingegneria Elettronica Univ. La Sapienza

Dettagli

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo SIASFI: IL SISTEMA ED IL SUO SVILUPPO 187 SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo Antonio Ronca Il progetto SIASFi nasce dall esperienza maturata da parte dell Archivio di Stato di Firenze nella gestione

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it SMS API Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it INDICE DEI CONTENUTI Introduzione... 2 Autenticazione & Sicurezza... 2 Username e Password... 2 Connessione

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

! Programmazione strutturata ! TDA. ! Classi, incapsulamento, ! OO. ! Scambio messaggi, eredità, polimorfismo. ! OO in Java

! Programmazione strutturata ! TDA. ! Classi, incapsulamento, ! OO. ! Scambio messaggi, eredità, polimorfismo. ! OO in Java Riassunto Rassegna API - 1 Stefano Mizzaro Dipartimento di matematica e informatica Università di Udine http://www.dimi.uniud.it/mizzaro/ mizzaro@uniud.it Programmazione, lezione 17 3 maggio 2015! Programmazione

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

Basi di Dati. S Q L Lezione 5

Basi di Dati. S Q L Lezione 5 Basi di Dati S Q L Lezione 5 Antonio Virdis a.virdis@iet.unipi.it Sommario Gestione eventi Gestione dei privilegi Query Complesse 2 Esercizio 9 (lezione 4) Indicare nome e cognome, spesa e reddito annuali

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome/i nome/i Castelli Flavio Email flavio.castelli@gmail.com Sito web personale http://www.flavio.castelli.name Nazionalità Italiana Data di nascita

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Esercitazione su SQL

Esercitazione su SQL Esercizio 1. Esercitazione su SQL Si consideri la base di dati relazionale composta dalle seguenti relazioni: impiegato Matricola Cognome Stipendio Dipartimento 101 Sili 60 NO 102 Rossi 40 NO 103 Neri

Dettagli

Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database

Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database PROBLEMA Si vogliono inviare, periodicamente, i dati acquisiti da alcuni sensori ad un database presente su di un server. Arduino con shield Ethernet

Dettagli

Manipolazione di testi: espressioni regolari

Manipolazione di testi: espressioni regolari Manipolazione di testi: espressioni regolari Un meccanismo per specificare un pattern, che, di fatto, è la rappresentazione sintetica di un insieme (eventualmente infinito) di stringhe: il pattern viene

Dettagli

Database, SQL & MySQL. Dott. Paolo PAVAN Maggio 2002

Database, SQL & MySQL. Dott. Paolo PAVAN Maggio 2002 Database, SQL & MySQL Dott. Paolo PAVAN Maggio 2002 1 Struttura RDBMS MYSQL - RDBMS DATABASE TABELLE 2 Introduzione ai DATABASE Database Indica in genere un insieme di dati rivolti alla rappresentazione

Dettagli

Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC

Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC Procedura accesso e gestione Posta Certificata OlimonTel PEC Informazioni sul documento Revisioni 06/06/2011 Andrea De Bruno V 1.0 1 Scopo del documento Scopo del presente documento è quello di illustrare

Dettagli

GUIDA ALL INSTALLAZIONE

GUIDA ALL INSTALLAZIONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE INTRODUZIONE BENVENUTO Benvenuto in SPARK XL l applicazione TC WORKS dedicata al processamento, all editing e alla masterizzazione di segnali audio digitali. Il design di nuova

Dettagli

Specifiche API. Gestione utenti multipli

Specifiche API. Gestione utenti multipli Specifiche API Gestione utenti multipli v1.3.73 Last update: Ludovico 28/12/2009 Sommario Descrizione del servizio... 3 Come diventare partner... 3 Modalità di accesso al servizio con gestione utenti multipli...

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Corso di Programmazione ad Oggetti

Corso di Programmazione ad Oggetti Corso di Programmazione ad Oggetti Introduzione alla programmazione ad oggetti a.a. 2008/2009 Claudio De Stefano 1 La programmazione modulare Un programma può essere visto come un insieme di moduli che

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

STRUTTURA DELL ELABORATO Copertina frontespizio indice testo appendici (eventuali) bibliografia sitografia (eventuale)

STRUTTURA DELL ELABORATO Copertina frontespizio indice testo appendici (eventuali) bibliografia sitografia (eventuale) NORME ESSENZIALI PER LA REDAZIONE DELLA TESI DI LAUREA 1 (per i corsi di laurea in Lingue e culture moderne e Lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale) STRUTTURA DELL ELABORATO

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Problema: al momento dell autenticazione si riceve il messaggio Certificato digitale non ricevuto Possibili cause: 1) La smart card non è una CNS e

Problema: al momento dell autenticazione si riceve il messaggio Certificato digitale non ricevuto Possibili cause: 1) La smart card non è una CNS e Problema: al momento dell autenticazione si riceve il messaggio Certificato digitale non ricevuto Possibili cause: 1) La smart card non è una CNS e non contiene il certificato di autenticazione: è necessario

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

Editor vi. Editor vi

Editor vi. Editor vi Editor vi vi 1 Editor vi Il vi è l editor di testo standard per UNIX, è presente in tutte le versioni base e funziona con qualsiasi terminale a caratteri Permette di visualizzare una schermata alla volta

Dettagli

Grandi dimensioni e dimensioni variabili

Grandi dimensioni e dimensioni variabili Grandi dimensioni e dimensioni variabili aprile 2012 1 Questo capitolo studia alcuni ulteriori aspetti importanti e caratteristici della gestione delle dimensioni in particolare, delle grandi dimensioni

Dettagli

UML: Class Diagram. Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it

UML: Class Diagram. Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it UML: Class Diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania Class Diagram Forniscono una vista strutturale

Dettagli

Guida alla WebMail Horde

Guida alla WebMail Horde Guida alla WebMail Horde La funzione principale di un sistema Webmail è quella di gestire la propria posta elettronica senza dover utilizzare un programma client installato sul computer. Il vantaggio è

Dettagli

Laboratorio di Sistemi Fattoriale di un numero Jsp [Java]

Laboratorio di Sistemi Fattoriale di un numero Jsp [Java] Desideriamo realizzare una applicazione web che ci consenta di calcolare il fattoriale di un numero. L'esercizio in sé non particolarmente difficile, tuttavia esso ci consentirà di affrontare il problema

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Scrivere uno script php che, dato un array associativo PERSONE le cui chiavi sono i

Scrivere uno script php che, dato un array associativo PERSONE le cui chiavi sono i Esercizi PHP 1. Scrivere uno script PHP che produca in output: 1. La tabellina del 5 2. La tavola Pitagorica contenuta in una tabella 3. La tabellina di un numero ricevuto in input tramite un modulo. Lo

Dettagli