XML. Archiviare. nel Database di Massimo Ruocchio. i dati XML. L XML si diffonde a macchia d olio. Il

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "XML. Archiviare. nel Database mruocchio@programmers.net di Massimo Ruocchio. i dati XML. L XML si diffonde a macchia d olio. Il"

Transcript

1 Con l esplosione del formato si è aperta una nuova frontiera nel mondo dei Database. Prontamente, tutti i maggiori produttori di Basi di Dati hanno raccolto la sfida... Archiviare i dati nel Database di Massimo Ruocchio È laureato in matematica ed è certificato Oracle come Application Developer. Si occupa di analisi, progettazione e sviluppo di applicazioni software in ambiente relazionale Oracle ed Tamino. L si diffonde a macchia d olio. Il W3C (http://www.w3.org), ente predisposto alla definizione degli standard in ambito Internet, chiarisce sempre meglio come utilizzare, uniformando l utilizzo dei Namespace e del DOM, il linguaggio di query, ecc. Molti cercano di entrare nel business del mondo. Tra questi, ovviamente, i produttori di database. Tutti tentano di fornire la migliore soluzione per l archiviazione dei dati in formato. La situazione è ancora molto incerta e nessuno è riuscito a conquistare questo nuovo mercato. Al momento si distinguono tre diverse strategie d approccio al problema Archiviazione. Prima di tutto c è chi ha pensato di convertire il suo esistente database in un nuovo prodotto, lanciandosi a capofitto nel mercato per dimenticare le difficoltà del passato. Poi c è chi ha esteso le funzionalità del prodotto esistente, cercando di utilizzare l importanza del proprio nome per sbancare anche il nuovo mercato. Infine c è chi ha scommesso tutto sulla nuova tecnologia, investendo uomini e mezzi per la creazione di un nuovo prodotto che gestisca in modo nativo i dati. Nei prossimi paragrafi analizzeremo un prodotto, ed un produttore, per ognuna delle tre categorie elencate. Cominceremo con Excelon ed il suo Extensible Information Server, continueremo con Oracle e le sue extension nelle versioni 8i e 9i, concluderemo con Software AG ed il suo Tamino. 36 Excelon: dall Object Oriented all Nel 1999 Object Design, un azienda americana con base non lontano da Boston, nel Massachusetts, ha cambiato il proprio nome in Excelon (http://www.exceloncorp.com), trasformando il proprio OODBMS, chiamato ObjectStore, in un database per l archiviazione di documenti. Al neonato prodotto è stato attribuito il nome di Extensible Information Server (XIS). Intorno al database, Excelon ha costruito una piattaforma completa, denominata Platform, per la gestione di progetti in. In Figura 1 è rappresentata schematicamente la struttura di Platform. La trasformazione di una struttura ad oggetti per gestire l è abbastanza naturale. Un OODBMS è basato su un modello gerarchico che consente di gestire semplicemente l ereditarietà degli oggetti. Ovviamente questo approccio si adatta perfettamente alla struttura, anch essa gerarchica, di un documento. In particolare XIS archivia i documenti usando una struttura simile all albero di decomposizione DOM.

2 Questa tecnica di archiviazione consente sia di caricare in memoria solo gli oggetti necessari per eseguire le operazioni richieste, sia di migliorare l indicizzazione del documento. Gli oggetti richiamati vengono messi in cache per migliorare l accesso concorrente e le performance complessive dell applicazione, seguendo una tecnica denominata distributed caching mechanism. Il nucleo fondamentale di XIS è il Dynamic Engine (DXE). DXE ha il compito di fornire le principali caratteristiche del database, tra cui il parsing dell (che consente la gestione dei documenti in formato DOM), l indicizzazione, la realizzazione delle query e degli update. XIS consente di indicizzare singoli elementi, o gruppi di elementi, con tre tipologie di indici: value indexes per la ricerca in dati numerici e stringhe, text indexes per ricerche lessicali, structural indexes per ricerche basate su strutture. Per quanto riguarda le query, è possibile effettuare ricerche su uno o più documenti e salvare le query effettuate nel DB. Il linguaggio di query segue lo standard XPath 1.0. È possibile effettuare operazioni di update dei singoli nodi e salvare nel database dei trigger, scritti in Java, che scattano in seguito alle operazioni di update. Nessuno ha ancora monopolizzato il mercato dei database Development Tools FIGURA 1 L architettura di Excelon Platform B2B Communication Business Process Manager Partner Interaction Business Process Automation J2EE Integration API and Transformation Repository Synchronization Framework Message Adapters DATA/APP Adapters Extensible Information Server Dal punto di vista tecnico, nasce spontanea una perplessità a proposito dell archiviazione dei documenti in formato simile al DOM. Non è chiaro se questo approccio sia stato scelto perché considerato il migliore possibile oppure perché consente di sfruttare il motore ad oggetti presente nel vecchio ObjectStore. Questo tipo di archiviazione fa sì che siano comunque necessarie un operazione di parsing ed un operazione di composizione dell anche quando il documento viene utilizzato esclusivamente nella sua interezza. Per documenti di grosse dimensioni, questo approccio può causare problemi di performance sia in fase di caricamento sia in fase di lettura dei dati. Si tratta dello stesso problema, sebbene dimezzato nell entità, che affligge i database relazionali con estensioni, ma questo lo vedremo nel prossimo paragrafo. Administration Tools Mediante la componente XConnects è possibile collegarsi ad altre sorgenti di dati di svariate tipologie. In particolare è possibile collegarsi a database relazionali mediante ODBC ed OLE DB. Altri punti di forza di XIS sono l interfaccia grafica ( Explorer) con cui possono essere gestiti i documenti in maniera estremamente intuitiva ed il tool, denominato Manager, che fornisce tutte le funzionalità classiche di amministrazione della base dati. Per agevolare la distribuzione del prodotto in tutto il mondo, Excelon ha stipulato un accordo commerciale con EDS. Nonostante tutte le buone funzionalità fornite dal prodotto, il mercato non pare riporre grande fiducia nelle possibilità di successo di XIS. Le principali perplessità sono dovute alla struttura non particolarmente grande dell azienda, che potrebbe non essere in grado di reggere la concorrenza dei grandi nomi del settore. Alcuni credono che il futuro di Excelon sia l acquisizione da parte di un azienda più grande che abbia l infrastruttura adatta alla battaglia per la conquista del mercato. Oracle: un nome, una garanzia Anche i grandi produttori di database si sono tuffati nel mondo per assicurarsi una posizione di rilievo nel nuovo mercato. I più diffusi DB relazionali - quali Oracle8i, DB2, SQLServer7 sono stati dotati di estensioni per la gestione dell. Tra i database nominati, Oracle8i ha avuto il vantaggio di partire da una base non completamente relazionale, ma che già implementava principi di object orientation. Ciò è risultato molto utile per la gestione dell. L archiviazione di un documento in Oracle8i può avvenire in tre modi. Per scegliere la giusta tecnica di archiviazione bisogna determinare se il documento è Data-Centric, Document-Centric oppure un misto dei due. Un documento è considerato Data-Centric quando sono molto importanti, e molto variabili, i singoli dati presenti nel documento. In questo caso, Oracle propone l archiviazione dei singoli dati in tabelle relazionali e la costruzione di object view che consentono di strutturare in maniera gerarchica i dati archiviati. Alternativamente è possibile inserire i dati direttamente in object table. Per comple- 37

3 38 FIGURA 2 Le componenti fondamentali di Tamino Server tezza ricordo che una object table è un nuovo tipo di tabella introdotto a partire dalla versione 8 di Oracle per la gestione di oggetti nel database. Una object view sta ad una object table esattamente come una view relazionale sta ad una tabella relazionale. Per archiviare un documento Data-Centric in un database relazionale bisogna, insomma, effettuare una doppia trasformazione. Dapprima bisogna effettuare il mapping da struttura a struttura oggetto, sostanzialmente lo stesso visto nel paragrafo precedente. Poi bisogna creare la corrispondenza tra struttura oggetto e tabelle relazionali. Un documento è considerato Document- Centric quando ciò che conta è il documento nel suo complesso, e non i singoli dati contenuti. In questo caso si propone l archiviazione del documento in un campo di tipo BLOB o CLOB, la differenza dei due è che il CLOB contiene dati in formato ASCII mentre il BLOB contiene dati in formato binario. Se il documento da archiviare è un misto delle due tipologie viste, si può procedere all archiviazione singola dei dati elementari importanti, all archiviazione complessiva del restante ed alla creazione di object view per avere una visione di insieme dei dati. Veniamo ora alle funzionalità offerte ed ai limiti dei tipi di archiviazione proposti. In caso di archiviazione dei singoli campi in object table, oppure in tabelle relazionali consultate mediante object view, è possibile effettuare la ricerca delle informazioni mediante il linguaggio di query SQL99, nato in Oracle8 come estensione dell SQL per l interrogazione degli oggetti. SQL99 ovviamente non risponde allo standard XPath descritto dal W3C per la navigazione di documenti. In più c è il problema del grosso numero di join che sono necessarie per effettuare una query sui dati scomposti. I dati possono essere anche inseriti e modificati mediante le object view solo in particolari condizioni, come l assenza di join e di campi calcolati nella select che definisce la view. Per ovviare a questo grosso limite è stato introdotto un nuovo tipo di database trigger, INSTEAD OF, il cui codice PL/SQL scatta al posto del comando DML che era stato originariamente inviato al DBMS. Per i documenti Data-Centric c è un altro grosso problema. Le eventuali modifiche di struttura del documento, variazioni del DTD, possono causare un vero e proprio terremoto nella struttura dati soggiacente. Oracle consiglia di creare una nuova struttura dati per ogni modifica della DTD oppure di implementare trasformazioni del documento, magari mediante XSL, per creare nuovamente la corrispondenza tra il documento e la struttura dati. Per quanto riguarda le prestazioni, non ci sono problemi per documenti di semplice struttura, mentre c è qualche problema con documenti complessi a causa delle multiple join e delle limitazioni nella costruzione degli indici. Nel caso di archiviazione dei documenti in campi CLOB o BLOB, le funzioni di ricerca ed indicizzazione sono garantite da Oracle Intermedia. Gli indici possono essere solo di tipo testuale. Questo tipo di archiviazione è stato migliorato in Oracle9i, mediante l introduzione di un apposito datatype, denominato Type, che inserisce il documento in un campo di tipo CLOB. Con Type non sono state introdotte nuove tecniche di indicizzazione ma sono comparse nuove funzioni (ExistsNode, Extract) che avvicinano il linguaggio di query allo standard XPath. Tamino fornisce una interfaccia grafica per la manipolazione dei dati Oltre alle funzionalità per l archiviazione dei documenti, Oracle fornisce XDK ( Developer s Kit) per Java, JavaBeans, C, C++ e PL/SQL che include parser, processori, generatori di classi e schema processor. Mediante XDK versione 9i, Oracle si è allineata alle versioni 2.0 degli standard di manipolazione per documenti DOM e SAX. Da questa panoramica risulta evidente che l adattamento di un DB relazionale (sebbene fornito di estensioni OO) per la gestione dell incontra varie difficoltà. Queste sono generate tutte dal problema di fondo che l è gerarchico. Non tutte le strutture si possono adattare perfettamente ad un relazionale e, comunque, alla fine bisogna denormalizzare la struttura dati per migliorare le performance. Ma c è un aspetto fondamentale che avvantaggia i grandi nomi rispetto ai meno famosi concorrenti che abbiamo visto nel paragrafo prece-

4 dente e vedremo nel successivo. Il mercato riconosce, comunque, un credito a chi possiede una struttura, tecnica e commerciale, molto più grande, stabile e soprattutto molto conosciuta. Inoltre pochi si fidano delle integrazioni tra piattaforme diverse. Perché dovrei archiviare i documenti in un database nativo e continuare a conservare tutti gli altri dati nel mio fidato RDBMS quando posso mettere tutto in Oracle9i? A questa domanda cercano di rispondere i produttori di database nativi, tra i quali s è messa particolarmente in luce la tedesca Software AG che conosceremo nel prossimo paragrafo. Software AG: the company Software AG (http://www.softwareag.com) è una azienda tedesca, con sede a Darmstadt e filiali in più di 70 paesi nel mondo, specializzata nella produzione di software di sistema. Fino a due anni fa i prodotti di punta di Software AG erano Adabas, un database gerarchico, e Natural, il corrispondente ambiente di sviluppo. Nel 1999 Software AG ha raccolto la sfida dell scegliendo di dedicarsi quasi completamente a questa nuova tecnologia. Oggi il prodotto di punta di Software AG è Tamino che, fonte IDC, ha già conquistato il 40,5% del mercato dei database. Ma Tamino non è solo un database, è una piattaforma completa per lo sviluppo di applicazioni, completo di editor, parser e processor nonché di un ambiente di sviluppo Java denominato Bolero. In Figura 2 sono raffigurate le componenti fondamentali di Tamino Server. La componente principale è X-Machine, il motore del Database. X-Machine ha il compito fondamentale di archiviare ed estrarre l. Bisogna subito notare che Tamino consente l archiviazione dei dati, oltre che nel proprio Data Store, anche in un Database relazionale interno e in database esterni accessibili mediante ODBC e OLE DB. Per l accesso a datasource esterne si utilizza la componente X-Node, componente nato per l integrazione con altri mondi. L utilizzo di X-Node è assolutamente trasparente all utente, un singolo documento estratto da Tamino può essere composto da dati elementari estratti da multipli database esterni. Il Data Map, l analogo del Data Dictionary negli RDBMS, fornisce le struttura dei dati e degli indici in Tamino. Lo stesso Data Map è strutturato in formato e può essere interrogato dall utente mediante semplici query eseguite con X-Query, il linguaggio di interrogazione del database. Tamino include anche un RDBMS, detto SQL Engine, ed un tool grafico di amministrazione, chiamato Tamino Manager. Il primo passo da compiere per utilizzare Tamino è la descrizione dei documenti che si intendono gestire. Alla versione attuale (2.3.1), Tamino accetta la descrizione mediante DTD, ma è già previsto il pieno supporto di Schema quando questo sarà perfettamente formalizzato dal W3C. Documenti non descritti preventivamente possono essere comunque archiviati in Tamino. La descrizione dei documenti avviene fuori di Tamino, mentre nel DB bisogna definire la struttura dei dati che viene conservata, come abbiamo visto, nel Data Map. Per la definizione della struttura dati in Tamino è disponibile uno Schema Editor grafico, oppure è possibile utilizzare un apposito linguaggio detto Schema Language. I dati vengono strutturati a tre livelli: Collection, Doctype e Nodi. Una Collection include più Doctype ognuno dei quali include più nodi. La collection è un insieme di tipi di documenti, può essere associata ad un intero database classico. Un doctype è un tipo di documento e può essere assimilato ad una tabella relazionale. Il nodo è il dato elementare e può essere associato ad una colonna dei DB relazionali. Ma un nodo può FIGURA 3 Tamino Interactive Interface, per la manipolazione dei dati 39

5 40 essere anche composto da altri nodi, consentendo di creare documenti di qualsivoglia complessità. Tamino fornisce anche la possibilità di associare dei Datatype ai nodi elementari in fase di definizione dello schema. Una volta definita la struttura dei dati, si può cominciare ad utilizzare il DB caricando, modificando e cancellando dati. Tamino fornisce una interfaccia grafica per la manipolazione dei dati, il cui nome è Tamino Interactive Interface, mostrata in Figura 3. Mediante Interactive Interface è possibile caricare, modificare e cancellare dati, eseguire query, definire e cancellare schemi dati e collection. Le stesse funzionalità possono essere ottenute anche inviando, a mezzo HTTP, dei comandi alla X-Machine. Ogni documento caricato in Tamino è automaticamente indicizzato. È possibile personalizzare l indicizzazione per ottenere risultati migliori in alcune particolari query. I parametri di indicizzazione sono conservati nel Data Map. Per ogni nodo, può essere indicizzato il valore, per migliorare le ricerche testuali su quel nodo, oppure l intera struttura che da esso discende, per migliorare le ricerche che navigano quella struttura. Il linguaggio di interrogazione in Tamino si chiama X-Query. X-Query è basato sulle regole di navigazione standard in definite dal W3C mediante XPath. Un esempio di query è il seguente: Rossi ]/ indirizzo Nell esempio ci siamo connessi al database mydb presente in locale, abbiamo individuato la collection Magazzino ed il DocType ordine. Abbiamo richiesto l indirizzo del cliente il cui cognome è Rossi. Il risultato delle query è sempre espresso in formato. È possibile anche utilizzare X-Query per ricercare documenti archiviati senza struttura, effettuando la query sulla collection di sistema ino:etc, oppure per ottenere informazioni sulla struttura del database, effettuando una query sulla collection di sistema ino:collection. In fase di query è possibile ordinare i risultati mediante sortby, un comando non presente nello standard XPath. Alla versione attuale Tamino non supporta join in fase di query. È possibile definire nella struttura dati dei Doctype che pescano i propri dati da diversi Doctype appartenenti alla stessa collection. Le join vanno dunque progettate in anticipo. Software AG dichiara che nelle future versioni di X-Query sarà aggiunta la possibilità di effettuare join in fase di query. Questa limitazione sulle join e l impossibilità di estrarre dati singoli non in formato sono, al momento, i due principali difetti di Tamino. Per incrementare la propria presenza sul mercato, Software AG ha stipulato varie partnership. In particolare sono molto importanti gli accordi con HP, IBM e Bea Systems per la distribuzione di Tamino con gli application server Bluestone, Websphere e Weblogic. Molti ricorderanno la scommessa, finita male, dei database ad oggetti a metà degli anni 90. Imparando dagli errori commessi in quel periodo dai produttori di OODBMS, Software AG ha stabilito che lo scopo di Tamino non deve essere la sostituzione dei database esistenti, ma la loro integrazione, al fine di ottenere una gestione ottimale dei documenti, rendendo trasparente all utente la distribuzione dei dati in diverse datasource. Conclusioni Anche se non abbiamo potuto approfondire molto la descrizione dei tre prodotti presentati, appare evidente che, dal punto di vista tecnico, i prodotti di Excelon e Software AG sembrano dare migliori funzionalità. Ma abbiamo visto che ci sono validi motivi anche per scegliere Oracle oppure un altro DBMS molto diffuso ed adattato per la gestione dell. Almeno per ora nessuno ha monopolizzato il mercato dei database e questo potrebbe essere un vantaggio per lo sviluppo della tecnologia. Possiamo farci un idea di come si sta orientando il mercato guardando i risultati degli award assegnati dai lettori dell -Journal. L importante rivista specializzata ha condotto un sondaggio tra esperti che si è concluso con l affermazione di Tamino con il 41,2% dei voti. Al secondo posto si è piazzato Oracle8i distanziato di circa 8 punti percentuali. Terzo e quarto sono giunti, rispettivamente, IBM DB2 ed Excelon Extensible Information Server. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito xml/readerschoice/index_d.html. BIBLIOGRAFIA [1] E. X. Dejesus - enters the DBMS Arena, Computerworld, [2] M. Leon - Find a home for your data, Infoworld, [3] R. Bourret - Database Products, [4] R. Bourret - And Databases, [5] excelon - Extensible Information Server, White Paper, [6] S. Muench - Using and Relational Databases for Internet Appl., Oracle corp., [7] Oracle - Using in Oracle Database Applications, White Paper, [8] L. Di Palma - L di Software Ag a caccia di Java-partner, Week.it, [9] SoftwareAG - Tamino 2.3.1, Documentazione tecnica, 2001.

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

Le funzionalità di un DBMS

Le funzionalità di un DBMS Le funzionalità di un DBMS Sistemi Informativi L-A Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/sil-a/ Versione elettronica: DBMS.pdf Sistemi Informativi L-A DBMS: principali funzionalità Le

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone SQL: il DDL Parti del linguaggio SQL Definizione di basi di dati (Data Definition Language DDL) Linguaggio per modificare

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Introduzione a MySQL

Introduzione a MySQL Introduzione a MySQL Cinzia Cappiello Alessandro Raffio Politecnico di Milano Prima di iniziare qualche dettaglio su MySQL MySQL è un sistema di gestione di basi di dati relazionali (RDBMS) composto da

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE JDBC Java DataBase Connectivity Anno Accademico 2002-2003 Accesso remoto al DB Istruzioni SQL Rete DataBase Utente Host client Server di DataBase Host server Accesso

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace:

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Overview tecnica Introduzione E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Introduce un architettura ESB nella realtà del cliente Si basa su standard aperti Utilizza un qualsiasi Application

Dettagli

Le caratteristiche di interoperabilità del Terrapack 32 M

Le caratteristiche di interoperabilità del Terrapack 32 M I T P E l e t t r o n i c a Le caratteristiche di interoperabilità del Terrapack 32 M M. Guerriero*, V. Ferrara**, L. de Santis*** * ITP Elettronica ** Dipartimento di Ingegneria Elettronica Univ. La Sapienza

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO Francesco Marchione e Dario Richichi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Sezione di Palermo Indice Introduzione...

Dettagli

MODELLO AD OGGETTI PER LE BASI DI DATI E ANALISI DI PRODOTTI COMMERCIALI. Luca Carnini. Tesina presentata per la discussione del diploma di laurea in

MODELLO AD OGGETTI PER LE BASI DI DATI E ANALISI DI PRODOTTI COMMERCIALI. Luca Carnini. Tesina presentata per la discussione del diploma di laurea in MODELLO AD OGGETTI PER LE BASI DI DATI E ANALISI DI PRODOTTI COMMERCIALI di Luca Carnini Tesina presentata per la discussione del diploma di laurea in Ingegneria informatica Politecnico di Milano sede

Dettagli

Ing. Andrea Saccà. Stato civile: Celibe Nazionalità: Italiana Data di nascita: 9 Ottobre 1978 Luogo di nascita: Roma Residenza: Roma

Ing. Andrea Saccà. Stato civile: Celibe Nazionalità: Italiana Data di nascita: 9 Ottobre 1978 Luogo di nascita: Roma Residenza: Roma Indirizzo: Via dell'automobilismo, 109 00142 Roma (RM) Sito Web : http://www.andreasacca.com Telefono: 3776855061 Email : sacca.andrea@gmail.com PEC : andrea.sacca@pec.ording.roma.it Ing. Andrea Saccà

Dettagli

Business Intelligence

Business Intelligence aggregazione dati Business Intelligence analytic applications query d a t a w a r e h o u s e aggregazione budget sales inquiry data mining Decision Support Systems MIS ERP data management Data Modeling

Dettagli

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi di Parma Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica A.A. 2007-08 CORSO DI INGEGNERIA DEL SOFTWARE Prof. Giulio Destri http://www.areasp.com (C) 2007 AreaSP for

Dettagli

RedDot Content Management Server Content Management Server Non sottovalutate il potenziale della comunicazione online: usatela! RedDot CMS vi permette di... Implementare, gestire ed estendere progetti

Dettagli

Database, SQL & MySQL. Dott. Paolo PAVAN Maggio 2002

Database, SQL & MySQL. Dott. Paolo PAVAN Maggio 2002 Database, SQL & MySQL Dott. Paolo PAVAN Maggio 2002 1 Struttura RDBMS MYSQL - RDBMS DATABASE TABELLE 2 Introduzione ai DATABASE Database Indica in genere un insieme di dati rivolti alla rappresentazione

Dettagli

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED L'ingegneria di Elocal Roberto Boccadoro / Luca Zucchelli OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED ELOCAL GROUP SRL Chi siamo Giorgio Dosi Lorenzo Gatti Luca Zucchelli Ha iniziato il suo percorso lavorativo in

Dettagli

Abstract Data Type (ADT)

Abstract Data Type (ADT) Abstract Data Type Pag. 1/10 Abstract Data Type (ADT) Iniziamo la nostra trattazione presentando una nozione che ci accompagnerà lungo l intero corso di Laboratorio Algoritmi e Strutture Dati: il Tipo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ORIENTATA AGLI ASPETTI: SCENARI DI ADOZIONE INDUSTRIALE

PROGRAMMAZIONE ORIENTATA AGLI ASPETTI: SCENARI DI ADOZIONE INDUSTRIALE PROGRAMMAZIONE ORIENTATA AGLI ASPETTI: SCENARI DI ADOZIONE INDUSTRIALE Il grande successo della programmazione orientata agli oggetti non ha limitato la ricerca di nuovi paradigmi e tecnologie che possano

Dettagli

Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN)

Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN) Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN) System Overview di Mattia Bargellini 1 CAPITOLO 1 1.1 Introduzione Il seguente progetto intende estendere

Dettagli

IT FOR BUSINESS AND FINANCE

IT FOR BUSINESS AND FINANCE IT FOR BUSINESS AND FINANCE Business Intelligence Siena 14 aprile 2011 AGENDA Cos è la Business Intelligence Terminologia Perché la Business Intelligence La Piramide Informativa Macro Architettura Obiettivi

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

Integrazione tra sistemi MES e ERP

Integrazione tra sistemi MES e ERP ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA SEDE DI CESENA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie Informatiche Integrazione tra sistemi MES e ERP Relazione

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Business Process Modeling and Notation e WebML

Business Process Modeling and Notation e WebML Business Process Modeling and Notation e WebML 24 Introduzione I Web Service e BPMN sono standard de facto per l interoperabilità in rete a servizio delle imprese moderne I Web Service sono utilizzati

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone pag. 1 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Introduzione alla Business Intelligence Un fattore critico per la competitività è trasformare la massa di dati prodotti

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

Integrazione di servizi: Enterprise Service Bus (ESB) e Business Process Execution Language (BPEL)

Integrazione di servizi: Enterprise Service Bus (ESB) e Business Process Execution Language (BPEL) Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Integrazione di servizi: Enterprise Service Bus (ESB) e Business Process Execution Language (BPEL) Corso di Sistemi Distribuiti Stefano

Dettagli

La piattaforma IBM Cognos

La piattaforma IBM Cognos La piattaforma IBM Cognos Fornire informazioni complete, coerenti e puntuali a tutti gli utenti, con una soluzione economicamente scalabile Caratteristiche principali Accedere a tutte le informazioni in

Dettagli

AOT Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma. Unified Process. Prof. Agostino Poggi

AOT Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma. Unified Process. Prof. Agostino Poggi AOT Lab Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma Unified Process Prof. Agostino Poggi Unified Process Unified Software Development Process (USDP), comunemente chiamato

Dettagli

AlboTop. Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali

AlboTop. Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali AlboTop Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali Introduzione AlboTop è il nuovo software della ISI Sviluppo Informatico per la gestione dell Albo professionale dell Ordine Assistenti Sociali.

Dettagli

GIS più diffusi. Paolo Zatelli. Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Università di Trento. GIS più diffusi

GIS più diffusi. Paolo Zatelli. Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Università di Trento. GIS più diffusi GIS più diffusi GIS più diffusi Paolo Zatelli Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Università di Trento Paolo Zatelli Università di Trento 1 / 19 GIS più diffusi Outline 1 Free Software/Open

Dettagli

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Dati importati/esportati

Dati importati/esportati Dati importati/esportati Dati importati Al workspace MATLAB script Dati esportati file 1 File di testo (.txt) Spreadsheet Database Altro Elaborazione dati Grafici File di testo Relazioni Codice Database

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE???

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Opportunità di lavoro: ICT - Information and Communication Technology in Azienda Vendite Acquisti Produzione Logistica AFM SIA ICT

Dettagli

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo SIASFI: IL SISTEMA ED IL SUO SVILUPPO 187 SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo Antonio Ronca Il progetto SIASFi nasce dall esperienza maturata da parte dell Archivio di Stato di Firenze nella gestione

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

UML Component and Deployment diagram

UML Component and Deployment diagram UML Component and Deployment diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania I diagrammi UML Classificazione

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Text mining ed analisi di dati codificati in linguaggio naturale. Analisi esplorative di dati testualilezione

Text mining ed analisi di dati codificati in linguaggio naturale. Analisi esplorative di dati testualilezione Text mining ed analisi di dati codificati in linguaggio naturale Analisi esplorative di dati testualilezione 2 Le principali tecniche di analisi testuale Facendo riferimento alle tecniche di data mining,

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

1 EJB e Portal Component Object http://desvino.altervista.org

1 EJB e Portal Component Object http://desvino.altervista.org 1 EJB e Portal Component Object http://desvino.altervista.org In questo tutorial studiamo come sfruttare la tecnologia EJB, Enterprise JavaBean, all interno del SAP Netweaver Portal. In breve, EJB è un

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

EMC Documentum xcp for Business Process Management

EMC Documentum xcp for Business Process Management Analisi dettagliata Abstract Oggi le aziende devono affrontare una sfida comune: ottimizzare i processi di business e la loro efficienza operativa. Per vincere questa sfida, EMC Documentum xcelerated Composition

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

SQL. Dipartimento del Tesoro

SQL. Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro SQL 1 Database...4 1.1 COS È UN DATABASE...4 1.2 DAGLI ARCHIVI AI DBMS...5 1.3 VANTAGGI OFFERTI DAI DBMS...6 1.4 INDIPENDENZA DEI DATI DALL APPLICAZIONE...7 1.5 RISERVATEZZA NELL

Dettagli

Introduzione alla Programmazione ad Oggetti in C++

Introduzione alla Programmazione ad Oggetti in C++ Introduzione alla Programmazione ad Oggetti in C++ Lezione 1 Cosa è la Programmazione Orientata agli Oggetti Metodologia per costruire prodotti software di grosse dimensioni che siano affidabili e facilmente

Dettagli

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE UFFICIO SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE E STATISTICA Via V. Verrastro, n. 4 85100 Potenza tel

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

Sistem Design Document (SDD) Franchising viruale

Sistem Design Document (SDD) Franchising viruale Sistem Design Document (SDD) Franchising viruale 1- Introduzione 1.1- Scopo del sistema Lo scopo del sistema è quello di progettare un franchising virtuale operante nel settore della distribuzione degli

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

Algebra Relazionale. algebra relazionale

Algebra Relazionale. algebra relazionale Algebra Relazionale algebra relazionale Linguaggi di Interrogazione linguaggi formali Algebra relazionale Calcolo relazionale Programmazione logica linguaggi programmativi SQL: Structured Query Language

Dettagli

Descrizione tecnica Indice

Descrizione tecnica Indice Descrizione tecnica Indice 1. Vantaggi del sistema Vertical Booking... 2 2. SISTEMA DI PRENOTAZIONE ON LINE... 3 2.1. Caratteristiche... 3 I EXTRANET (Interfaccia per la gestione del programma)... 3 II

Dettagli

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA

MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA Allegato 1 al bando di gara SCUOLA TELECOMUNICAZIONI FF.AA. CHIAVARI REQUISITO TECNICO OPERATIVO MASTER UNIVERSITARI CORSI di PERFEZIONAMENTO CORSI di FORMAZIONE AVANZATA MASTER DI 2 LIVELLO 1. DIFESA

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZE LAVORATIVE F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZE LAVORATIVE F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nazionalità Italiana Data di nascita Giugno 1973 Qualifica CONSULENTE DI BUSINESS INTELLIGENCE ESPERIENZE LAVORATIVE

Dettagli

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO

APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO CONSIP S.p.A. APPENDICE 3 AL CAPITOLATO TECNICO Manuale d uso del programma Base Informativa di Gestione (BIG), utilizzato per la raccolta delle segnalazioni ed il monitoraggio delle attività di gestione

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta Guardare oltre L idea 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta I nostri moduli non hanno altrettante combinazioni possibili, ma la soluzione è sempre una, PERSONALIZZATA

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Progettisti dentro e oltre l impresa MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Pag 1 di 31 INTRODUZIONE Questo documento ha lo scopo di illustrare le modalità di installazione e configurazione dell

Dettagli

Lezione 15 File System

Lezione 15 File System Lezione 15 File System Sistemi Operativi (9 CFU), CdL Informatica, A. A. 2014/2015 Dipartimento di Scienze Fisiche, Informatiche e Matematiche Università di Modena e Reggio Emilia http://weblab.ing.unimo.it/people/andreolini/didattica/sistemi-operativi

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

Introduzione alle applicazioni di rete

Introduzione alle applicazioni di rete Introduzione alle applicazioni di rete Definizioni base Modelli client-server e peer-to-peer Socket API Scelta del tipo di servizio Indirizzamento dei processi Identificazione di un servizio Concorrenza

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Corso di Programmazione ad Oggetti

Corso di Programmazione ad Oggetti Corso di Programmazione ad Oggetti Introduzione alla programmazione ad oggetti a.a. 2008/2009 Claudio De Stefano 1 La programmazione modulare Un programma può essere visto come un insieme di moduli che

Dettagli