Semantic Web, un deep insight tra idee, realizzazioni e prospettive

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Semantic Web, un deep insight tra idee, realizzazioni e prospettive"

Transcript

1 Semantic Web, un deep insight tra idee, realizzazioni e prospettive Dr. Ing. Giovanni Tummarello Copyright 2005 Digital Enterprise Research Institute. All rights reserved. 1

2 DERI: Digital Enterprise Research Institute DERI Galway (Irlanda): Nato da una partnership tra HP, National University of Ireland e Science Foundation Ireland 95 persone full time (master, ph.d students, postdoc, researchers, professors, support, outreach and development) Nato nel 2003, ad oggi approx 27 milioni di euro di grants e progetti FP6 ed altri Focus esplicito sul delivery enterprise e sul supporto a Spin Off companies Advisory board include esponenti di picco dell industria, universita e W3C (Tim Berners Lee) 2

3 Semantic Web, le origini The origins : Tim Berners-Lee, CERN March 1989 Information Management: A Proposal 3

4 Semantic Web oggi: Gli standards di base sono ormai maturi e sono stati creati dalla W3C stessa Il Resource Description Framework (RDF) e probabilmente l elemento piu importante della catena. 4

5 RDF, un po piu da vicino (1): Risorse Che cos è una risorsa sul semantic web? Generalizzazione del concetto di Risorsa web: raggiungibile sul Web (una pagina HTML, una immagine, un filmato) (URL) non raggiungibile, ma identificabile (un libro, una persona) Occorre identificare univocamente le risorse Uniform Resource Identifier (URI) 5

6 RDF, un po piu da vicino (2): Identificazione risorse Gli Uniform Resource Identifiers (URIs) sono usati per identificare risorse sul semantic web. Includono le URLs, ma sono di piu, ad esempio: Un libro: ISBN: Un oggetto digitale pubblicato da un publisher: DOI: /182 Una persona 6

7 RDF, un po piu da vicino (3): Statements Uno statement (affermazione) in RDF viene decritto con una tripla di identificatori, ad esempio: <http://www.example.org/index.html> soggetto <http://purl.org/dc/elements/1.1/creator> proprietà <http://www.example.org/staffid/85740> oggetto Una tripla ha una naturale rappresentazione grafica: 7

8 RDF, un po piu da vicino (4): Grafi e RDF/XML Un insieme di triple (una o piu ) formano un grafo RDF La loro serializzazione standardizzata in XML forma un file RDF/XML <?xml version="1.0"?> <rdf:rdf xmlns:rdf="http://www.w3.org/1999/02/22-rdf-syntax-ns#" xmlns:dc="http://purl.org/dc/elem xmlns:exterms="http://www.example.org/terms/"> <rdf:description rdf:about="http://www.example.org/index.html"> <exterms:creation 1999</exterms:creation-date> </rdf:description> <rdf:description rdf:about="http://www.example.org/index.html"> <dc:language>en</dc:language> </rdf:description> <rdf:description rdf:about="http://www.example.org/index.html"> <dc:creator rdf:resource="http://www.example.org/staffid/85740"/> </rdf:description> </rdf:rdf> 8

9 RDF, un po piu da vicino (5): Ontologie E una URI di una proprieta Le proprieta insieme ad classi, gerarchie, e restrizioni sono espresse in vocabolari detti ontologie Le ontologie sono pubblicate su web come se fossero pagine HTML, ma sono scritte anche loro in RDF ed interpretabili automaticamente. Esistono moltissime ontologie per usi comuni su cui c e accordo, riutilizzare le ontologie e la chiave! 9

10 Ontologie: esempio DOAP Ontologia per la descrizione di progetti sul Web: Disponibile per gli umani a Per client Semantic Web a Classi e proprieta: Progetto, Creatori, Topic, Repository CVS/SVN, Forum di supporto, Licenza etc.. Permette: automatismi nel trovare progetti di potenziale interesse supporto al bug tracking, e features tra integrati ma indipendenti advertizement del proprio progetto (listing automatico etc) curricula automatici e valutazione personale etc. 10

11 RDF, un po piu da vicino (5): Osservazioni Il modello dati RDF e molto piu semplice di quello XML (niente attributi, elementi etc) Ma piu espressivo (gli alberi sono sotto casi di grafi) Il formato RDF/XML garantisce compatibilita nella serializzazione e gestione appropriata di UNICODE etc. Le ontologie condivise assicurano l interoperabilita fornendo una interpretazione comune del significato dei termini 11

12 12 The Semantic Web tower

13 RDF: diffusione attuale RDF, OWL sono standards da anni (2004), spesso gia nei programmi di studio Uptake da parte di vendors specializzati per i building blocks software: Database RDF (OpenLinkSoftware, Oracle, Aduna, ) Toolkit e Reasoners (Jena HP, Raptor, Racer,.. ) Editor e visualizzatori supportati commercialmente (TopBraid, Altova,.. etc) Decine di miliardi di elementi di informazione gia accessibili in RDF sul Web, in forte crescita Prime grandi infrastrutture web per indicizzarle 13

14 Esempio: DBpedia DBpedia.org e un progetto che Estrae informazioni strutturate da Wikipedia Le rende disponibili in RDF Crea collegamenti con altri database RDF su internet Motto: Querying wikipedia like a Database 14

15 Extracting Structured Data from Wikipedia <http://dbpedia.org/resource/calgary> dbpedia:native_name Calgary ; dbpedia:altitude 1048 ; dbpedia:population_city ; dbpedia:population_metro ; mayor_name dbpedia:dave_bronconnier ; governing_body dbpedia:calgary_city_council ;... Oltre 9,100,000 di triple RDF Servite online 15

16 Interconnessioni da DBpedia Totale di 600 million di triple servite in HTTP 16

17 17 Usare DBpedia con un browser semantico DISCO

18 Querying DBpedia dal vostro software Da una qualsiasi applicazione software ci si puo integrare cone DBPedia: Semplicemente risolvendo le URL/URI Via endpoint SPARQL ( interfaccia AJAX su ) 18

19 19 Semantic Web nelle Bio Scienze, un caso d uso

20 Benefici del Semantic Web nelle Life Sciences Fusione di dati tra discipline scientifiche Facile ricombinazione dei dati Query a diverso livello di granularita Inferenza Approccio processabile da macchine Possibilita di validare inconsistenze incrociando database 20

21 Caso d uso: Morbo di Alzheimer Problema importantissimo (Impatto su 26 milioni di persone, 106 milioni stimati nel 2050) Esiste una comunita Web attiva, vari DB online Necessita di integrare diversi tipi di evidenza medica 21

22 Approccio tecnologico Modellazione Ontologica che rifletta la biologia e permetta l integrazione dei dati Identificatori assegnati a tutte le bio entita Trasformazione dei dati in RDF e inserimento in un Semantic Web DB (triplestore) Uso di un reasoner per fare inferenza ed aumentare l espressivita delle query Interfaccia di query su tutti i dati cosi trattati + strumenti di visualizzazione ed analisi 22

23 23 Una Query SPARQL su 4 database online integrati

24 Risultati Molti di questi geni sono infatti in ben nota relazione con il morbo attraverso l attivita gamma secretase (presenilin) Una ricerca manuale tra I database online avrebbe richiesto giorni! L integrazione NON ha modificato alcuno dei DB o dei sistemi esistenti 24

25 RDF come sottoprodotto di Web 2.0 RSS 1.0 e RDF! (notizie, autori etc) Esistono plugin per Wiki popolari che creano WikiSemantico (alla wikipedia, ma specifico e configurabile per qualsiasi dominio) Blogging semantico (posta appuntamenti, contatti, luoghi) Conclusione: con plugin adatti si partecipa al Semantic Web con attivita comuni 25

26 Come cercare sul Semantic Web? Infrastrutture per trovare e gestire I dati Semantic Web pubblicati su internet: Un Semantic Web Index ( ) Un Semantic Web Search Engine ( ) 26

27 Wrapping up: RDF per Data Sharing e Fusion Permette di codificare interi database (multiple tabelle di entita e relazioni) in maniera uniforme Il risultato e un singolo file, autocontenuto, che puo essere postato su web per permettere indicizzazione e discovery esterne Sotto appropriate condizioni: permette la fusione automatica, anche virtuale ed on the fly, di database: Anche prodotti da diverse entita, per scopi diversi Anche se non preselezionati ma scoperti da meccanismi automatici sul web (Semantic Web Search engines) 27

28 Wrapping up: RDF per il Knowledge Management RDF e ideale come rappresentazione dei dati in qualsiasi applicazione involva Knowledge Management: Modello di base (grafo), codifica naturalmente sia strutture relazionali (DB) che strutture ad albero (XML) I vantaggi dello standard: Riuso dei dati = Moltiplicazione del ROI sul costo dei dati Applicazioni che fanno uso smart anche di dati sconosciuti ed inaspettati (accettano e ne fanno un uso e trattamento comunque accettabile) Taglio di costi di development: tools e paradigmi condivisi tra sviluppatori Interoperabilita tra applicazioni, avoid vendor lock in 28

29 Wrapping up: RDF, il nuovo XML? XML prometteva interoperabilita, in realta e un inizio, ma non sufficiente. RDF appare subito marcatamente superiore per applicazioni dove della conoscenza deve essere rappresentata In questi casi, funziona realmente come linguaggio universale di scambio, senza alcuna alternativa in vista XML rimarra come carrier sintattico (RDF/XML) e per scopi con semantiche specifiche, (linguaggi di markup, files di configurazione, scambi di messaggi low level con struttura rigida etc 29

30 Conclusioni L innovazione richiede uno step in flessibilita Il Semantic Web rende I database trattabili come se fossero dati, e permette di pubblicarli come fossero pagine web. Gia ora: Integrazione a data level e real time di sistemi altresi eterogenei: integrare I dati di una intranet come se fosse un singolo sistema. Futuro: Interrogare il Web come un database, o meglio automaticamente trovare I DB giusti ed integrarli on the fly 30

Enrico Fagnoni BOTK IN A NUTSHELL

Enrico Fagnoni <e.fagnoni@e-artspace.com> BOTK IN A NUTSHELL Enrico Fagnoni BOTK IN A NUTSHELL 20/01/2011 1 Business Ontology ToolKit Business Ontology Toolkit (BOTK) è un insieme estensibile di strumenti per realizzare applicazioni basate

Dettagli

Web Semantico e Linked (Open) Data: dal Web dei documenti al Web dei dati. Tommaso Di Noia

Web Semantico e Linked (Open) Data: dal Web dei documenti al Web dei dati. Tommaso Di Noia Web Semantico e Linked (Open) Data: dal Web dei documenti al Web dei dati Tommaso Di Noia Politecnico di Bari http://sisinflab.poliba.it/dinoia/ t.dinoia@poliba.it Il Web dei documenti Il Web dei documenti:

Dettagli

Linked Open Data Introduzione e nuovi punti di vista Silvia Mazzini Antonella Pagliarulo smazzini@regesta.com apagliarulo@regesta.

Linked Open Data Introduzione e nuovi punti di vista Silvia Mazzini Antonella Pagliarulo smazzini@regesta.com apagliarulo@regesta. Linked Open Data Introduzione e nuovi punti di vista Silvia Mazzini Antonella Pagliarulo smazzini@regesta.com apagliarulo@regesta.com Library Library Data Linked Data Library Linked Data W3C Incubator

Dettagli

TRADUZIONE. Tiziana Possemato. Il progetto ITACH@

TRADUZIONE. Tiziana Possemato. Il progetto ITACH@ OpLiDaF Open Linked Data Framework: una piattaforma per la creazione e la pubblicazione di linked data Tiziana Possemato Il progetto ITACH@ Il progetto ITACH@, Innovative Technologies And Cultural Heritage

Dettagli

Il World Wide Web. Il Web. La nascita del Web. Le idee di base del Web

Il World Wide Web. Il Web. La nascita del Web. Le idee di base del Web Il World Wide Web Il Web Claudio Fornaro ver. 1.3 1 Il World Wide Web (ragnatela di estensione mondiale) o WWW o Web è un sistema di documenti ipertestuali collegati tra loro attraverso Internet Attraverso

Dettagli

Semantic Web e gestione collaborativa della conoscenza di dominio: prospettive, vantaggi e casi d'uso. Ing. Christian Morbidoni, Ph.

Semantic Web e gestione collaborativa della conoscenza di dominio: prospettive, vantaggi e casi d'uso. Ing. Christian Morbidoni, Ph. Semantic Web e gestione collaborativa della conoscenza di dominio: prospettive, vantaggi e casi d'uso Ing. Christian Morbidoni, Ph.D Semantic Web su Desktop e Intranet RDF(S)/OWL: strumenti di rappresentazione

Dettagli

Linked Open Data: pubblicazione, arricchimento semantico e linking di dataset pubblici attraverso il sistema MOMIS

Linked Open Data: pubblicazione, arricchimento semantico e linking di dataset pubblici attraverso il sistema MOMIS Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Ingegneria Enzo Ferrari Corso di Laurea Magistrale (D. M. 270/04) in Ingegneria Informatica Linked Open Data: pubblicazione, arricchimento semantico e linking

Dettagli

Strumenti per lo sviluppo e la gestione di Ontologie

Strumenti per lo sviluppo e la gestione di Ontologie Strumenti per lo sviluppo e la gestione di Ontologie Armando Stellato stellato@info.uniroma2.it Ontology Editors Protégé Link al sito dello strumento http://protege.stanford.edu/ (scaricare Protege-OWL

Dettagli

Introduzione al Semantic Web

Introduzione al Semantic Web Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale Corso di Sistemi Informativi Modulo II A. A. 2013-2014 Giuseppe Loseto Dal Web al Semantic Web 2 Dal Web al Semantic Web: Motivazioni Il Web dovrebbe

Dettagli

SVILUPPO ONTOLOGIE PER LA GESTIONE DOCUMENTALE E LORO INTEGRAZIONE ALL INTERNO DI UNA PIATTAFORMA WEB

SVILUPPO ONTOLOGIE PER LA GESTIONE DOCUMENTALE E LORO INTEGRAZIONE ALL INTERNO DI UNA PIATTAFORMA WEB Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica SVILUPPO ONTOLOGIE PER LA GESTIONE DOCUMENTALE E LORO INTEGRAZIONE ALL INTERNO DI UNA PIATTAFORMA WEB Relatore Chiarissimo

Dettagli

Pubblicazione di Linked Data in e-commerce: Progettazione e Sperimentazione (Riassunto)

Pubblicazione di Linked Data in e-commerce: Progettazione e Sperimentazione (Riassunto) Universitá degli Studi di Milano Bicocca Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Comunicazione Corso di Laurea in Informatica Pubblicazione di Linked Data in e-commerce: Progettazione e Sperimentazione

Dettagli

Semantic Web: linguaggi e tecnologie

Semantic Web: linguaggi e tecnologie Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale Corso di Sistemi Informativi A. A. 2012-2013 Semantic Web: linguaggi e tecnologie Eufemia TINELLI Dal Web al Semantic Web: Motivazioni Il Web dovrebbe

Dettagli

Open data, servizi digitali e trasferimento di conoscenza

Open data, servizi digitali e trasferimento di conoscenza Open data, servizi digitali e trasferimento di conoscenza Tiziana Catarci Maurizio Lenzerini Dipartimento Dipartimento di di Ingegneria Ingegneria Informatica Informatica Automatica e Gestionale "Antonio

Dettagli

3.1 Introduzione al Web Semantico

3.1 Introduzione al Web Semantico Informatica Applicata 3.1 Introduzione al Web Semantico Antonella Poggi Anno Accademico 2012-2013 DIPARTIMENTO DI SCIENZE DOCUMENTARIE LINGUISTICO FILOLOGICHE E GEOGRAFICHE 3.1 Introduzione al Web Semantico*

Dettagli

Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica. Corso di Linguaggi e Tecnologie Web A. A. 2011-2012. Real world Semantics.

Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica. Corso di Linguaggi e Tecnologie Web A. A. 2011-2012. Real world Semantics. Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Corso di Linguaggi e Tecnologie Web A. A. 2011-2012 Real world Semantics Eufemia TINELLI Pubblicare metadati su Web Pubblicare file RDF sul web MIME-type

Dettagli

XML metadati Semantic Web. Dall interoperabilità sintattica a quella semantica Fabio Ciotti

XML metadati Semantic Web. Dall interoperabilità sintattica a quella semantica Fabio Ciotti Dall interoperabilità sintattica a quella semantica Fabio Ciotti Una delle conseguenze più rilevanti della diffusione del Web è il passaggio definitivo dai sistemi informativi monade ai sistemi aperti

Dettagli

#SCE2014 ACADEMY. Linked Open Data: come fare, cosa serve. Diego Valerio Camarda. 24 ottobre 2014

#SCE2014 ACADEMY. Linked Open Data: come fare, cosa serve. Diego Valerio Camarda. 24 ottobre 2014 #SCE2014 ACADEMY Linked Open Data: come fare, cosa serve Diego Valerio Camarda 24 ottobre 2014 Premessa about me github.com/dvcama slideshare.com/diegovaleriocamarda twitter.com/dvcama linkedin.com/in/dvcama

Dettagli

Indice INTRODUZIONE -------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 3

Indice INTRODUZIONE -------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 3 ORGANIZZAZIONE DI CONTENUTI MULTIMEDIALI E WEB SEMANTICO PROF. ANTONIO TUFANO Indice 1 INTRODUZIONE --------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Linked (Open) Data. Fabrizio Celli 04/06/2012

Linked (Open) Data. Fabrizio Celli 04/06/2012 Linked (Open) Data Fabrizio Celli 04/06/2012 OUTLINE Sviluppo del Web Relational Databases Triple e RDF SPARQL Linguaggi RDF Best Practices LOD Cloud OpenAgris (progetto FAO) 2 La Semantica La semantica

Dettagli

Introduzione a Semantic Web. Informazione semantica (I): RDF e RDFS Informazione semantica (II): OWL Logiche, proof e trust

Introduzione a Semantic Web. Informazione semantica (I): RDF e RDFS Informazione semantica (II): OWL Logiche, proof e trust Ing. Federico Chesani SEMANTIC WEB Outline Outline Introduzione a Semantic Web Caratterizzazione del World Wide Web odierno La proposta Semantic Web Architettura del Semantic Web Informazione semantica

Dettagli

I punti preliminari da trattare

I punti preliminari da trattare Alma Mater Studiorum Università di Bologna Facoltà di Economia - Bologna CLEA, CLED, CLEF,CLEM Prof. Jacopo Di Cocco Idoneità informatica e Sistemi informatici Parte prima Il word wide web e l informazione

Dettagli

LABORATORIO DI INFORMATICA

LABORATORIO DI INFORMATICA Università degli Studi di Ferrara Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea in «Scienze dell educazione» AA 2011-2012 LABORATORIO DI INFORMATICA Prof. Giorgio Poletti giorgio.poletti@unife.it La rete

Dettagli

Facoltà di Scienze MM. FF. NN.

Facoltà di Scienze MM. FF. NN. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PALERMO Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica Linked Open Data: un caso di studio sui dati del CISI Tesi di laurea di Giovanni Panascì Matricola 0524459

Dettagli

RDF Triplestore Systems

RDF Triplestore Systems Facoltà di Ingegneria Corso di Studi in Ingegneria Informatica Elaborato finale in basi di dati RDF Triplestore Systems Anno Accademico 2013-2014 Candidato Francesco Palumbo Matr. N46000140 _ Dedica _

Dettagli

Convegno delle Stelline 20ᵃ edizione

Convegno delle Stelline 20ᵃ edizione Convegno delle Stelline 20ᵃ edizione RDA e Linked data: un binomio naturale. Linee guida e tecnologie per gli ILS di nuova generazione Tiziana Possemato @Cult I dati delle biblioteche nel web semantico

Dettagli

Kirey Re.Search 2.0. Piattaforma di ricerca Open Source

Kirey Re.Search 2.0. Piattaforma di ricerca Open Source Kirey Re.Search 2.0 Piattaforma di ricerca Open Source Le esigenze Quando si parla di motori di ricerca si tende a pensare istintivamente solo a quelli utilizzati per effettuare ricerche in Internet, come

Dettagli

Rappresentazione della Conoscenza. Lezione 10. Rappresentazione della conoscenza, D. Nardi, 2004, Lezione 10 0

Rappresentazione della Conoscenza. Lezione 10. Rappresentazione della conoscenza, D. Nardi, 2004, Lezione 10 0 Rappresentazione della Conoscenza Lezione 10 Rappresentazione della conoscenza, D. Nardi, 2004, Lezione 10 0 Sistemi ed applicazioni Sistemi di rappresentazione della conoscenza basati su logiche descrittive.

Dettagli

IL WEB SEMANTICO. INTERNET PENSANTE la piu avanzata ipotesi di intelligenza collettiva

IL WEB SEMANTICO. INTERNET PENSANTE la piu avanzata ipotesi di intelligenza collettiva IL WEB SEMANTICO INTERNET PENSANTE la piu avanzata ipotesi di intelligenza collettiva Termine web semantico: è associato all idea di un web nel quale agiscano agenti intelligenti in grado di comprendere

Dettagli

Informatica Applicata 3.3 OWL. Antonella Poggi. Anno Accademico 2012-2013 DIPARTIMENTO DI SCIENZE DOCUMENTARIE LINGUISTICO FILOLOGICHE E GEOGRAFICHE

Informatica Applicata 3.3 OWL. Antonella Poggi. Anno Accademico 2012-2013 DIPARTIMENTO DI SCIENZE DOCUMENTARIE LINGUISTICO FILOLOGICHE E GEOGRAFICHE Informatica Applicata 3.3 OWL Antonella Poggi Anno Accademico 2012-2013 DIPARTIMENTO DI SCIENZE DOCUMENTARIE LINGUISTICO FILOLOGICHE E GEOGRAFICHE The Semantic Web Tower Antonella Poggi Pagina 2 Le ontologie

Dettagli

Semantica: un sistema per l indicizzazione, il retrieval semantico di learning objects e la generazione automatica di corsi didattici

Semantica: un sistema per l indicizzazione, il retrieval semantico di learning objects e la generazione automatica di corsi didattici Tesi di laurea Semantica: un sistema per l indicizzazione, il retrieval semantico di learning objects e la generazione automatica di corsi didattici Anno Accademico 2007/2008 Relatori Ch.mo prof. Angelo

Dettagli

Il Web Semantico. Linguaggi. Corso di Laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni A.A. 2010-2011

Il Web Semantico. Linguaggi. Corso di Laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni A.A. 2010-2011 Linguaggi Corso di Laurea in Ingegneria delle Telecomunicazioni A.A. 2010-2011 Alessandro Longheu http://www.diit.unict.it/users/alongheu alessandro.longheu@diit.unict.it Il Web Semantico Semantic Web

Dettagli

RDF RDFS RDF/XML. Dott.sa Vincenza Anna Leano vincenzaanna.leano@unina.it. Basi di Dati II mod. B Prof. F. Cutugno A.A. 2010/2011

RDF RDFS RDF/XML. Dott.sa Vincenza Anna Leano vincenzaanna.leano@unina.it. Basi di Dati II mod. B Prof. F. Cutugno A.A. 2010/2011 RDF RDFS RDF/XML Dott.sa Vincenza Anna Leano vincenzaanna.leano@unina.it Basi di Dati II mod. B Prof. F. Cutugno A.A. 2010/2011 ESEMPIO Concetto Il prof Cutugno insegna Basi di Dati II Rappresentazione

Dettagli

Internet e le Mappe Cognitive

Internet e le Mappe Cognitive Dott. Gianluca De Grandis www.deghi.com/coevo newcoevo@deghi.com 1.1 L organizzazione attuale dei siti Web Il World Wide Web fu inventato nel 1989 da Tim Berners-Lee 1 presso il CERN di Ginevra. Il progetto

Dettagli

Introduzione a RDF (Resource Description Framework)

Introduzione a RDF (Resource Description Framework) Introduzione a RDF (Resource Description Framework) Abbiamo visto che uno degli obiettivi del Web Semantico è quello di rendere le risorse comprensibili e utilizzabili da agenti software. Un ruolo molto

Dettagli

Creare ontologie ONTOLOGIE, DESCRIPTION LOGIC, PROTÉGÉ STEFANO DE LUCA

Creare ontologie ONTOLOGIE, DESCRIPTION LOGIC, PROTÉGÉ STEFANO DE LUCA Creare ontologie ONTOLOGIE, DESCRIPTION LOGIC, PROTÉGÉ STEFANO DE LUCA Punto di partenza: materia per ragionare Gli agenti intelligenti possono usare tecniche deduttive per raggiungere il goal Per fare

Dettagli

2.1 Introduzione ai linguaggi di marcatura

2.1 Introduzione ai linguaggi di marcatura Fondamenti di Informatica Sistemi di Elaborazione delle Informazioni Informatica Applicata 2.1 Introduzione ai linguaggi di marcatura Antonella Poggi Anno Accademico 2012-2013 DIPARTIMENTO DI SCIENZE DOCUMENTARIE

Dettagli

Introduzione a Internet e al World Wide Web

Introduzione a Internet e al World Wide Web Introduzione a Internet e al World Wide Web Una rete è costituita da due o più computer, o altri dispositivi, collegati tra loro per comunicare l uno con l altro. La più grande rete esistente al mondo,

Dettagli

Corso di Progettazione e gestione di risorse digitali per i beni culturali

Corso di Progettazione e gestione di risorse digitali per i beni culturali Università di Macerata Facoltà di BBCC Corso di Progettazione e gestione di risorse digitali per i beni culturali prof. Pierluigi Feliciati Modulo 2-2 Oltre il sito web: interoperabilità Web 2.0 Web semantico

Dettagli

Un viaggio Open Source nel semantic web. Federico Ruberti - Net7 Internet Open Solutions

Un viaggio Open Source nel semantic web. Federico Ruberti - Net7 Internet Open Solutions Un viaggio Open Source nel semantic web Federico Ruberti - Net7 Internet Open Solutions Di cosa stiamo parlando... "The Semantic Web is an extension of the current web in which information is given well-defined

Dettagli

Corso di Progettazione e gestione di risorse digitali per i beni culturali

Corso di Progettazione e gestione di risorse digitali per i beni culturali Corso di Progettazione e gestione di risorse digitali per i beni culturali prof. Pierluigi Feliciati a.a. 2013/14 Modulo 2-2 Oltre il sito web: l'interoperabilità Il Web 2.0 Il Web semantico e le Apps

Dettagli

Indice Introduzione --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 3

Indice Introduzione --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 3 INSEGNAMENTO DI INFORMATICA II LEZIONE II LE LIBRERIE DIGITALI PROF. GIUSEPPE DE SIMONE Indice 1 Introduzione ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Sistemi Informativi e Servizi in Rete

Sistemi Informativi e Servizi in Rete Sistemi Informativi e Servizi in Rete prof. V. De Antonellis Dipartimento di Ingegneria dell'informazione Università di Brescia valeria.deantonellis@ing.unibs.it Materiale del corso Sito web: www.ing.unibs.it/~deantone/

Dettagli

Identificativi per le risorse digitali

Identificativi per le risorse digitali Interoperabilità delle biblioteche digitali Università Roma Tre 9/10 settembre 2006 Identificativi per le risorse digitali Zeno Tajoli tajoli@cilea.it Sommario Perchè gli identificativi La base: l URI

Dettagli

I Wiki e il controllo qualità del software

I Wiki e il controllo qualità del software I Wiki e il controllo qualità del software Uno strumento online di scrittura collaborativa Ercole Colonese, Consulente e socio Aicq Felice Del Mauro, Direttore tecnico istream. Pubblicato su Qualità, N.

Dettagli

SPCData: la nuvola dei dati della Pubblica Amministrazione Italiana

SPCData: la nuvola dei dati della Pubblica Amministrazione Italiana SPCData: la nuvola dei dati della Pubblica Amministrazione Italiana Intervento della sessione Dall'informazione pubblica alla crescita economica: gli open data come veicolo di sviluppo - 16 Ottobre 2013

Dettagli

Università di Macerata Facoltà di BBCC Corso di Progettazione e gestione di risorse digitali per i beni culturali

Università di Macerata Facoltà di BBCC Corso di Progettazione e gestione di risorse digitali per i beni culturali Università di Macerata Facoltà di BBCC Corso di Progettazione e gestione di risorse digitali per i beni culturali prof. Pierluigi Feliciati Modulo 2-2 Oltre il sito web: interoperabilità Web 2.0 Web semantico

Dettagli

Categorie e oggetti. Il Web semantico. Ontologie di dominio. Le motivazioni del web semantico. Web semantico e logiche descrittive

Categorie e oggetti. Il Web semantico. Ontologie di dominio. Le motivazioni del web semantico. Web semantico e logiche descrittive Categorie e oggetti Web semantico e logiche descrittive M. Simi, 2014-2015 Cap 2 del "Description Logic Handbook" Lezioni di U.Straccia Molti dei ragionamenti che si fanno sono sulle categorie piuttosto

Dettagli

PROGETTO E IMPLEMENTAZIONE DI UN APPLICAZIONE BASATA SUL WEB PER LA COSTRUZIONE E LA MODIFICA DI ONTOLOGIE

PROGETTO E IMPLEMENTAZIONE DI UN APPLICAZIONE BASATA SUL WEB PER LA COSTRUZIONE E LA MODIFICA DI ONTOLOGIE POLITECNICO DI MILANO Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica PROGETTO E IMPLEMENTAZIONE DI UN APPLICAZIONE BASATA SUL WEB PER LA COSTRUZIONE E LA MODIFICA DI ONTOLOGIE

Dettagli

RICERCA DELL INFORMAZIONE

RICERCA DELL INFORMAZIONE RICERCA DELL INFORMAZIONE DOCUMENTO documento (risorsa informativa) = supporto + contenuto analogico o digitale locale o remoto (accessibile in rete) testuale, grafico, multimediale DOCUMENTO risorsa continuativa

Dettagli

Dati per il Web semantico

Dati per il Web semantico Politecnico di Bari t.dinoia@poliba.it Dati per il Web semantico Dublin Core Metadata Element Set Dublin Core: insieme di metadati sviluppati in seno alla Dublin Core Metadata Initiative Pensato per la

Dettagli

Identificativi per le risorse digitali

Identificativi per le risorse digitali Interoperabilità delle biblioteche digitali Università Roma Tre 9/10 settembre 2006 Identificativi per le risorse digitali Zeno Tajoli tajoli@cilea.it Sommario Perchè gli identificativi La base: l URI

Dettagli

Protégé. Cos è un ontologia

Protégé. Cos è un ontologia Protégé Cos è un ontologia Un ontologia è una descrizione formale di concetti in un dominio (classi) le proprietà di ciascun concetto (slot) le restrizioni sugli slot (facets) ONTOLOGIA + UN INSIEME DI

Dettagli

21/03/2015. Architettura del Web. RDF in due parole. Un grafo RDF (WorldWide!) Una tripla RDF (s,p,o)

21/03/2015. Architettura del Web. RDF in due parole. Un grafo RDF (WorldWide!) Una tripla RDF (s,p,o) Workshop ODINet OnLine Data Integration Network Pisa, 24 marzo 2015 Linked Open Data, Semantic Web, SKOS: questi (s)conosciuti Oreste Signore (W3C Italy) Slide a: http://www.w3c.it/talks/2015/odinet/ Nascita

Dettagli

Ontologie per l Informazione Geografica: prospettive e implementazione

Ontologie per l Informazione Geografica: prospettive e implementazione Ontologie per l Informazione Geografica: prospettive e implementazione Conferenza AM-FM Roma, 21-22 settembre 2006 Roberto Fresco Roberto della Maggiore Indice GIS sul Web: problematiche Semantic Web in

Dettagli

BLUEOCEAN: UN FRAMEWORK PER LA REALIZZAZIONE DI CMS SEMANTICI. 1. La condivisione dell informazione nel Web 2.0: possibilità e limitazioni

BLUEOCEAN: UN FRAMEWORK PER LA REALIZZAZIONE DI CMS SEMANTICI. 1. La condivisione dell informazione nel Web 2.0: possibilità e limitazioni Archeologia e Calcolatori Supplemento 2, 2009, 245-249 BLUEOCEAN: UN FRAMEWORK PER LA REALIZZAZIONE DI CMS SEMANTICI 1. La condivisione dell informazione nel Web 2.0: possibilità e limitazioni L ultimo

Dettagli

Interrogazione strutturata di triple RDF estratte dal linguaggio naturale

Interrogazione strutturata di triple RDF estratte dal linguaggio naturale UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAGLIARI FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Informatica Interrogazione strutturata di triple RDF estratte dal linguaggio naturale Candidato:

Dettagli

L ARCHIVIAZIONE E LA GESTIONE DATI ATTRAVERSO L INTERAZIONE TRA MICROSOFT ACCESS ED EXCEL 1 INTRODUZIONE

L ARCHIVIAZIONE E LA GESTIONE DATI ATTRAVERSO L INTERAZIONE TRA MICROSOFT ACCESS ED EXCEL 1 INTRODUZIONE Roccatello Ing. Eduard L ARCHIVIAZIONE E LA GESTIONE DATI ATTRAVERSO L INTERAZIONE TRA MICROSOFT ACCESS ED EXCEL 1 INTRODUZIONE Agenda Presentazione docente Definizione calendario Questionario pre corso

Dettagli

Meccanismi di rappresentazione ed estrazione delle metainformazioni. Andrea Giovanni Nuzzolese

Meccanismi di rappresentazione ed estrazione delle metainformazioni. Andrea Giovanni Nuzzolese Meccanismi di rappresentazione ed estrazione delle metainformazioni Andrea Giovanni Nuzzolese 29 giugno 2006 Indice Introduzione 2 1 Analisi del crawler non semantico 4 1.1 Concetti di base..................................

Dettagli

Breve descrizione del prodotto

Breve descrizione del prodotto Breve descrizione del prodotto 1. Il software AquaBrowser Library...2 1.1 Le funzioni di Search Discover Refine...3 1.2 Search: la funzione di ricerca e di presentazione dei risultati...3 1.2.1 La configurazione

Dettagli

Le tecnologie del semantic web per la gestione di documenti in ambito distribuito

Le tecnologie del semantic web per la gestione di documenti in ambito distribuito Le tecnologie del semantic web per la gestione di documenti in ambito distribuito Riccardo Albertoni Istituto di Matematica Applicata e Tecnologie Informatiche - Sezione Genova Consiglio Nazionale delle

Dettagli

Laboratorio di Informatica

Laboratorio di Informatica Laboratorio di Informatica Introduzione al Web WWW World Wide Web CdL Economia A.A. 2012/2013 Domenica Sileo Università degli Studi della Basilicata Introduzione al Web : WWW >> Sommario Sommario 2 n World

Dettagli

HP e Semantic Web. Jeremy Carroll. HP Labs

HP e Semantic Web. Jeremy Carroll. HP Labs HP e Semantic Web Jeremy Carroll HP Labs contenuti disclaimer Semantic Web Overview gli investimenti di HP che cos è? perché? i rischi critical mass interoperabilità semantica globalizzazione prosciutto

Dettagli

Linee guida per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico Giorgia Lodi

Linee guida per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico Giorgia Lodi Linee guida per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico Giorgia Lodi Smart City Exhibition 2013 Dall informazione pubblica alla crescita economica: gli open data come veicolo di sviluppo

Dettagli

Parte 3 Formati Digitali per Testi

Parte 3 Formati Digitali per Testi Parte 3 Formati Digitali per Testi M. Diligenti Sistemi Gestione Documentale 1 Lo standard ASCII Come rappresentare il testo in una sequenza di bytes? ASCII (American Standard Code for Information Interchange)

Dettagli

Requisiti richiesti principalmente: o autonomia o eterogeneità o distribuzione dell informazione

Requisiti richiesti principalmente: o autonomia o eterogeneità o distribuzione dell informazione Seminari di Sistemi Informatici Adattamento di Sistemi Informativi per il il Web Ing Roberto De Virgilio rde79@yahoo.com 9 Maggio 2005 Web Information System Web Information System Web Information System

Dettagli

Tecniche Multimediali

Tecniche Multimediali Chiedersi se un computer possa pensare non è più interessante del chiedersi se un sottomarino possa nuotare Edsger Dijkstra (The threats to computing science) Tecniche Multimediali Corso di Laurea in «Informatica»

Dettagli

INTERNET. Un percorso per le classi prime Prof. Angela Morselli

INTERNET. Un percorso per le classi prime Prof. Angela Morselli INTERNET Un percorso per le classi prime Prof. Angela Morselli PARTE 1 INTERNET: LA RETE DELLE RETI 2 È ALQUANTO DIFFICILE RIUSCIRE A DARE UNA DEFINIZIONE ESAUSTIVA E CHIARA DI INTERNET IN POCHE PAROLE

Dettagli

Ontologie e dati per il Web semantico

Ontologie e dati per il Web semantico Ontologie e dati per il Web semantico Dublin Core Metadata Element Set Dublin Core: insieme di metadati sviluppati in seno alla Dublin Core Metadata Initiative Pensato per la descrizione di risorse (inizialmente

Dettagli

Ontologie integrate da lessici per indicizzazione e ricerca nel Semantic Web

Ontologie integrate da lessici per indicizzazione e ricerca nel Semantic Web POLITECNICO DI TORINO Facoltà di Ingegneria dell Informazione Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Tesi di Laurea Ontologie integrate da lessici per indicizzazione e ricerca nel Semantic Web Candidato:

Dettagli

Smart City: Città Ideale 2.0

Smart City: Città Ideale 2.0 Smart City: Città Ideale 2.0 Smart City è uno spazio urbano ben diretto, che affronta le sfide della globalizzazione e della crisi economica con lo sviluppo sostenibile, con attenzione alla coesione sociale,

Dettagli

Programmabilità di rete con l'infrastruttura Cisco basata sulle applicazioni

Programmabilità di rete con l'infrastruttura Cisco basata sulle applicazioni White paper Programmabilità di rete con l'infrastruttura Cisco basata sulle applicazioni Panoramica Questo documento analizza il supporto alla programmabilità nell'infrastruttura ACI (Application Centric

Dettagli

Silk Learning Content Management. Collaboration, content, people, innovation.

Silk Learning Content Management. Collaboration, content, people, innovation. Collaboration, content, people, innovation. The Need for a Learning Content Management System In un mercato in continua evoluzione, dominato da un crescente bisogno di efficienza, il capitale intellettuale

Dettagli

ReMuNa: un esperienza di Information Grid

ReMuNa: un esperienza di Information Grid ReMuNa: un esperienza di Information Grid Mario Mango Furnari Istituto di Cibernetica E. Caianiello Consiglio Nazionale delle Ricerche Pozzuoli 1 Obiettivi del progetto Nel rispetto delle reciproche differenze,

Dettagli

I benefici dei dispositivi e delle tecnologie Web Automation applicati ai sistemi per le Public Utility

I benefici dei dispositivi e delle tecnologie Web Automation applicati ai sistemi per le Public Utility Ing. Simone Recchia General Manager Technical Department Panasonic Electric Works Italia srl Phone: +39 045 6752744 E-mail: simone.recchia@eu.panasonic.com www.panasonic-electric-works.it I benefici dei

Dettagli

Tesi disponibili nell ambito del progetto FP7 ARISTOTELE. Tesi disponibili nell ambito del progetto INDUSTRIA 2015 KITE.it

Tesi disponibili nell ambito del progetto FP7 ARISTOTELE. Tesi disponibili nell ambito del progetto INDUSTRIA 2015 KITE.it Tesi disponibili nell ambito del progetto FP7 ARISTOTELE Ambiente collaborativo per il design e l innovazione Il lavoro si concentrerà sullo sviluppo di specifici componenti di un ambiente collaborativo

Dettagli

PAGE: una infrastruttura distribuita per promuovere l interoperabilità basata su RDF

PAGE: una infrastruttura distribuita per promuovere l interoperabilità basata su RDF POLITECNICO DI MILANO Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Dipartimento di Elettronica e Informazione PAGE: una infrastruttura distribuita per promuovere l interoperabilità basata su RDF Relatore:

Dettagli

Enterprise @pplication Integration Software S.r.l.

Enterprise @pplication Integration Software S.r.l. SAP rel.1.0 : SAP State: Final Date: 03-27-200 Enterprise @pplication Integration Software S.r.l. Sede legale: Via Cola di Rienzo 212-00192 Rome - Italy Tel. +39.06.6864226 Sede operativa: viale Regina

Dettagli

SHARE CATALOGUE: le biblioteche universitarie in Linked Open Data

SHARE CATALOGUE: le biblioteche universitarie in Linked Open Data SHARE CATALOGUE: le biblioteche universitarie in Linked Open Data Roberto delle Donne (Università degli Studi di Napoli Federico II) Tiziana Possemato (@Cult) SHARE Scholarly Heritage and Access to Research

Dettagli

WMS What Media Say. Riconoscimento semantico di RSS. WEB SEMANTICO 2015/16 PROF. SABRINA SENATORE

WMS What Media Say. Riconoscimento semantico di RSS. WEB SEMANTICO 2015/16 PROF. SABRINA SENATORE Introduzione WMS What Media Say Riconoscimento semantico di RSS. WEB SEMANTICO 2015/16 PROF. SABRINA SENATORE Alfonso Guarino Gianluca Landi Antonio Leone Raffaele Schiavone Gabriele Napoli Sommario 1.

Dettagli

INTERSCAMBIO DI INFORMAZIONI Strumenti di retrieval

INTERSCAMBIO DI INFORMAZIONI Strumenti di retrieval Il Web è stato progettato per essere uno spazio contenente informazioni ed uno strumento per mediare l accesso alle risorse da parte degli utenti SERVIZI ATTUALI Raccolta risorse nella rete Sviluppo di

Dettagli

Interrogare il Semantic Web di José-Francisco Aldana-Montes, Antonio-César Gómez-Lora, Nathalie Moreno-Vergara, and María del Mar Roldán-García

Interrogare il Semantic Web di José-Francisco Aldana-Montes, Antonio-César Gómez-Lora, Nathalie Moreno-Vergara, and María del Mar Roldán-García Edizione italiana a cura di ALSI e Tecnoteca http://upgrade.tecnoteca.it Interrogare il Semantic Web di José-Francisco Aldana-Montes, Antonio-César Gómez-Lora, Nathalie Moreno-Vergara, and María del Mar

Dettagli

Ipertesto. Reti e Web. Ipertesto. Ipertesto. Ipertestualità e multimedialità

Ipertesto. Reti e Web. Ipertesto. Ipertesto. Ipertestualità e multimedialità Ipertesto Reti e Web Ipertestualità e multimedialità Ipertesto: documento elettronico costituito da diverse parti: nodi parti collegate tra loro: collegamenti Navigazione: percorso tra diversi blocchi

Dettagli

Co o Fo z on - Mo ulo A nz o f l g l. Gl n l w b of. Giovanni Bruno 9. - 6. A hivi i S a i i an Via S na, - i an

Co o Fo z on - Mo ulo A nz o f l g l. Gl n l w b of. Giovanni Bruno 9. - 6. A hivi i S a i i an Via S na, - i an 9. - 6. A hivi i S a i i an Via S na, - i an Co o Fo z on - Mo ulo A nz o f l g l 11 Gl n l w b of Giovanni Bruno Gli archivi nel Web of Data Giovanni Bruno [gbruno@regesta.com] A N A I A S S O C I A Z

Dettagli

Un portale semantico per i Beni Culturali

Un portale semantico per i Beni Culturali Un portale semantico per i Beni Culturali A. Ciapetti, D. Berardi, A. Donnini, M. Lorenzini, M.E. Masci, D. Merlitti, S. Norcia, F. Piro (Etcware) M. De Vizia Guerriero, O. Signore (CNR W3C Italia) EVA

Dettagli

Corso di Basi di Dati e Conoscenza

Corso di Basi di Dati e Conoscenza Corso di Basi di Dati e Conoscenza Gestione dei Dati e della Conoscenza Primo Emicorso - Basi di Dati Roberto Basili a.a. 2012/13 1 Obbiettivi Formativi Scenario Le grandi quantità di dati accumulate nelle

Dettagli

1. BASI DI DATI: GENERALITÀ

1. BASI DI DATI: GENERALITÀ 1. BASI DI DATI: GENERALITÀ BASE DI DATI (DATABASE, DB) Raccolta di informazioni o dati strutturati, correlati tra loro in modo da risultare fruibili in maniera ottimale. Una base di dati è usualmente

Dettagli

Workshop DIITET-CNR. e-health Interoperability, Information Management and Extraction, Policy and Regulation. Tavolo Health, care and well-being

Workshop DIITET-CNR. e-health Interoperability, Information Management and Extraction, Policy and Regulation. Tavolo Health, care and well-being Workshop DIITET-CNR Tavolo Health, care and well-being e-health Interoperability, Information Management and Extraction, Policy and Regulation SPEAKER: MARIO CIAMPI ICAR-CNR Istituti coinvolti 2 ICAR (M.

Dettagli

Formalizzazione ontologica di terminologie e sistemi di classificazione in ambito biomedico: Il caso ICPC2-ICD10

Formalizzazione ontologica di terminologie e sistemi di classificazione in ambito biomedico: Il caso ICPC2-ICD10 Formalizzazione ontologica di terminologie e sistemi di classificazione in ambito biomedico: Il caso ICPC2-ICD10 Elena Cardillo cardillo@fbk.eu May 26, 2011 logo Agenda 1 Introduzione 2 Ontologie biomediche

Dettagli

Dalla filosofia all informatica: Ontologia una concettualizzazione di un dominio condiviso

Dalla filosofia all informatica: Ontologia una concettualizzazione di un dominio condiviso Professionisti della conoscenza, www.cstadvising.com Per info: dott. Massimiliano Miglio +39 328.91.66.816 E-mail: advising@cstadvising.com m.miglio@cstadvising.com Dalla filosofia all informatica: Ontologia

Dettagli

Il metalinguaggio della struttura e della semantica: XML

Il metalinguaggio della struttura e della semantica: XML 4 Il metalinguaggio della struttura e della semantica: XML UniMc BBCC 10/11 I semestre Laboratorio di informatica avanzata per i beni culturali prof. Pierluigi Feliciati pierluigi.feliciati@unimc.it Dai

Dettagli

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO

ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO ALLEGATO C STANDARD TECNICI DELLA BORSA CONTINUA NAZIONALE DEL LAVORO Standard tecnici Gli standard tecnici di riferimento adottati sono conformi alle specifiche e alle raccomandazioni emanate dai principali

Dettagli

Unitre Pavia a.a. 2015-2016

Unitre Pavia a.a. 2015-2016 Navigare in Internet (Storia e introduzione generale) (Prima lezione) Unitre Pavia a.a. 2015-2016 Errare è umano, ma per incasinare davvero tutto ci vuole un computer. (Legge di Murphy - Quinta legge dell'inattendibilità)

Dettagli

Rapporto dei test della KB, sottosistema validato Deliverable 3.22.2. Versione 0.3 Data 06/06/2014

Rapporto dei test della KB, sottosistema validato Deliverable 3.22.2. Versione 0.3 Data 06/06/2014 Rapporto dei test della KB, sottosistema validato Deliverable 3.22.2 Versione 0.3 Data 06/06/2014 Informazioni sul documento ID Deliverable 3.22.2 Titolo Deliverable Rapporto dei test della KB, sottosistema

Dettagli

CMS CMS. Content Management Systems. Marco Loregian. Comunicazione Aziendale. Tecnologie per la. loregian@disco.unimib.it

CMS CMS. Content Management Systems. Marco Loregian. Comunicazione Aziendale. Tecnologie per la. loregian@disco.unimib.it Esercitazioni del corso di Tecnologie per la Comunicazione Aziendale Content Management Systems Marco Loregian loregian@disco.unimib.it www.siti.disco.unimib.it/didattica/tca2008 CMS CMS ITIS Lab http://www.itis.disco.unimib.it

Dettagli

Direzione Centrale Accertamento. Indagini finanziarie. Le modalità di trasmissione telematica delle richieste di dati e delle relative risposte

Direzione Centrale Accertamento. Indagini finanziarie. Le modalità di trasmissione telematica delle richieste di dati e delle relative risposte Direzione Centrale Accertamento Indagini finanziarie Le modalità di trasmissione telematica delle richieste di dati e delle relative risposte I poteri degli uffici Ambito soggettivo E stato ampliato il

Dettagli

RDF (Triplestore) Database

RDF (Triplestore) Database Facoltà di Ingegneria Corso di Studi in Ingegneria Informatica Elaborato finale in Basi Di Dati RDF (Triplestore) Database Anno Accademico 2012-2013 Candidato: Davide Basciano matr. N46/658 Indice Introduzione

Dettagli

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE WEB EDITING - Versione 2.0

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE WEB EDITING - Versione 2.0 EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE WEB EDITING - Versione 2.0 Copyright 2010 The European Computer Driving Licence Foundation Ltd. Tutti I diritti riservati. Questa pubblicazione non può essere riprodotta

Dettagli

RDF Triple Store: Sesame

RDF Triple Store: Sesame Scuola Politecnica e delle Scienze di Base Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Elaborato finale in Basi di Dati RDF Triple Store: Sesame Anno Accademico 2014/2015 Candidato: Ciro Guida matr. N46/000744

Dettagli

ETICA 2013-2015. Migliorare la performance e accrescere la trasparenza attraverso le nuove tecnologie. Formati aperti

ETICA 2013-2015. Migliorare la performance e accrescere la trasparenza attraverso le nuove tecnologie. Formati aperti ETICA 2013-2015 Migliorare la performance e accrescere la trasparenza attraverso le nuove tecnologie Formati aperti Autore: Sergio Agostinelli, Piero Zilio Creatore: Formez PA, Progetto ETICA 2013-2015

Dettagli

4 Modello dati, Ontologie e basi di conoscenza. 4.1 Uso del programma Protégé 3.0 -

4 Modello dati, Ontologie e basi di conoscenza. 4.1 Uso del programma Protégé 3.0 - 4 Modello dati, Ontologie e basi di conoscenza 4.1 Uso del programma Protégé 3.0 - Protégé è un programma in JAVA sviluppato dalla Università di Stanford per creare Ontologie ( Ontologies ). Il programma

Dettagli