MANUALE UTENTE XML-SAIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MANUALE UTENTE XML-SAIA"

Transcript

1 Pag. 1 di 34 MANUALE UTENTE XML-

2 Pag. 2 di 34 Introduzione XML Installazione Applicazione client XML Configurazione XML- Client Esecuzione del client XML Funzioni di servizio del client XML Errori generati da XML- Client Utilizzo come libreria Aggiornamento automatico del software Aggiornamento del software XML- Client Modulo JDBC2AP Descrizione del modulo Configurazione XML- Client JDBC2AP Esecuzione del client XML- JDBC2AP Funzionalità e tracciati del Client XML Funzionalità e tracciati per la versione 1 del client XML Funzionalità e tracciati per la versione 2 del client XML Funzionalità e tracciati per la versione del client XML Funzionalità e tracciati per la versione del client XML Funzionalità e tracciati per la versione del client XML Funzionalità e tracciati per la versione del client XML Funzionalità e tracciati per la versione del client XML Funzionalità e tracciati per la versione 2.8 del client XML Funzionalità e tracciati per la versione 2.9 del client XML Funzionalità e tracciati per la versione 2.10 del client XML Predisposizione del file di input e lettura del file di output Validazione del tracciato AP Java Runtime Environment (JRE) Installazione JRE Installazione JRE su piattaforma Windows Installazione JRE su piattaforma GNU/Linux...33

3 Pag. 3 di 34 INTRODUZIONE XML- (Sistema di Accesso e Interscambio Anagrafico) è il nuovo software prodotto da Ancitel per consentire ai Comuni Italiani di comunicare con il. Pur con la garanzia di retrocompatibilità rispetto ai tracciati JJ, il sistema è stato esteso ed è in grado di gestire un nuovo formato XML rispettando le linee guida definite nell AP5, la nuova struttura dati per i flussi di comunicazione dalle Anagrafi Comunali al Centro Nazionale Servizi Demografici. La caratteristica principale del software XML- è quella di introdurre il supporto del formato XML per l interscambio di informazioni anagrafiche tra Comuni Italiani, Ministero degli Interni e ulteriori enti interessati. Un file XML (extensible Markup Language) è un file in formato testo in cui si trovano dati strutturati seguendo delle linee guida definite in uno schema di definizione, un file XSD (XML Schema Definition) contenente le regole da rispettare durante la generazione di un file XML ad esso associato. XML facilita la generazione dei dati tramite un computer, la comprensione all operatore umano e il controllo sulla struttura in modo che non sia ambigua. XML risolve alcune tra le pecche più comuni dei linguaggi: è estensibile, indipendente dalla piattaforma e supporta i parametri internazionali e locali.

4 Pag. 4 di 34 1 XML- 1.1 Installazione Applicazione client XML- Il software XML- Client è un applicazione scritta in Java. La comunicazione tra il Client distribuito ai Comuni e la Porta di Accesso, avviene mediante protocollo standard TCP/IP. In quanto scritto in Java, il software impone come prerequisito la presenza di un JRE (Java Runtime Environment), versione o superiori già installato sulla macchina da utilizzare. Nel caso in cui sulla macchina non sia presente un JRE già installato, si rimanda alla sezione JAVA RUNTINE ENVIRONMENT (JRE). Il software XML- è prelevabile dal sito del CNSD (http://www.servizidemografici.interno.it/) alla sezione download cliccando sul link Download software INA-. Seguendo le indicazioni del sito sopraindicato, prelevare il pacchetto xml-saia. Decomprimendo il pacchetto, per esempio con WinZip se si sta operando su piattaforma Windows, si verrà a creare sul sistema la cartella d installazione del client XML-. Al termine dell esecuzione dei passi appena descritti, il software XML- sarà installato sulla macchina e potrà essere utilizzato dopo un opportuna configurazione. 1.2 Configurazione XML- Client Nella precedente versione del software XML- (denominato PCCSA), per operare una corretta configurazione, era necessario editare i seguenti file: Path.def=Path dei file di configurazione. Defcli.cfg=Nomi degli altri file di configurazione. Defsrv.cfg=Configurazione di Rete per il colloquio con il Server. Default.drt=File per il logon, file con i dati da trasferire e file di output. In questa nuova versione del software è stata effettuata una semplificazione per la quale è presente un solo file di configurazione, di default configuration.ini (il nome del file è un 4/34

5 Pag. 5 di 34 parametro a runtime, quindi configurabile), di cui esiste già un esempio contenuto all interno del pacchetto xml-saia.zip. Editando il file configuration.ini, con un qualsiasi editor di testo ad esempio notepad, si nota la presenza delle seguenti direttive che l utente può adattare alle proprie esigenze: # Generale - formatodati: indica il formato dei dati che si utilizza per comunicare con XML- v.1. Può essere valorizzato con uno dei due seguenti valori: 1. JJ se si intende utilizzare i tracciati piatti in formato JJ. 2. XML-V1 se si intende utilizzare il formato XML descritto al capitolo 2.1 del presente documento. 3. AP5-XML se si intende utilizzare il formato XML AP5 Per attivare la possibilità di impiegare file XML nel tracciato AP5, descritto al capitolo 2.2 del presente documento, è necessario richiedere l abilitazione tramite l assistenza tecnica. - inputfile: Percorso assoluto e nome del file contenente i tracciati da inviare al server Porta di Dominio, ad esempio C:\Percorso\inputFile.in; - outputfile: Percorso assoluto e nome del file in cui il software XML- andrà a scrivere risposte ricevute dalla Porta di Dominio, ad esempio C:\Percorso\outputFile.out; - encoding: Encoding dei file di input e output. p.e. UTF-8; # Sicurezza - pathcertificatoclient: Percorso assoluto e nome del file contenente il Certificato Client per lo scambio dei dati. Es.: C:\Percorso\cert_1.pfx; - pathcertificatoserver: Percorso assoluto e nome del file contenente il Certificato Server per lo scambio dei dati. Es.: C:\Percorso\ pacert.pem; Al fine di ottenere il certificato client seguire le indicazioni riportate al capitolo 5 (Il programma di gestione QSAC) del Manuale QSAC. Al fine di ottenere il certificato server accedere alla macchina sulla quale è installata la Porta di Accesso e prelevarlo dalla cartella C:\ssclitmp e posizionarlo nella cartella indicata dal parametro pathcertificatoserver. # Mittente - istat: Codice ISTAT del Comune; - ufficio: Identificativo dell ufficio responsabile del Sistema Comunale; - identificativorete: Identificativo di rete del Sistema Comunale; 5/34

6 Pag. 6 di 34 - responsabile: Identificativo del responsabile della richiesta; # Destinatario - istatportaaccesso: Codice ISTAT del Comune presso cui è installata la Porta di Accesso Comunale; - identificativoportaaccesso: Identificativo di rete della Porta di Accesso Comunale cui è diretta la comunicazione; Notiamo che, rispetto al precedente software PCCSA, non è presente il file di configurazione dove memorizzare user e password applicative. Questo al fine di garantire uno standard di sicurezza superiore. I valori suddetti sono da passare come parametri all esecuzione dell applicazione. 1.3 Esecuzione del client XML- Per eseguire il Client XML- è sufficiente aprire un terminale e spostarsi all interno della cartella di installazione del software. Su un sistema di tipo Windows digitare: xml-saia.bat --cfg <file di configurazione> --login <nome utente> --pwd <password> --certpwd <password del certificato> Su un sistema di tipo GNU/Linux digitare: xml-saia.sh --cfg <file di configurazione> --login <nome utente> --pwd <password> --certpwd <password del certificato> Si noti che nel caso in cui non venga specificato nessun file di configurazione tramite la direttiva cfg, verrà considerato di default il file conf/configuration.ini che si trova all interno della directory d installazione di XML Funzioni di servizio del client XML- A partire dalla versione del client XML-, sono disponibili le seguenti funzioni di servizio: Versione del software XML- Client Digitando: su un sistema di tipo Windows: xml-saia.bat --version oppure xml-saia.bat v 6/34

7 Pag. 7 di 34 o su un sistema di tipo GNU/Linux: xml-saia.sh --version oppure xml-saia.sh -v si ottiene la versione del software XML- Client che si sta utilizzando. Versione del software XML- Client-Worker Digitando: su un sistema di tipo Windows: xml-saia.bat --version oppure xml-saia.bat w o su un sistema di tipo GNU/Linux: xml-saia.sh --worker oppure xml-saia.sh -w si ottiene la versione del software XML- Client-Worker che si sta utilizzando per comunicare con il. Aggiornamento del software XML- Client-Worker Digitando: su un sistema di tipo Windows: xml-saia.bat --update l login p password t password del certificato oppure xml-saia.bat u l login p password t password del certificato o su un sistema di tipo GNU/Linux: xml-saia.sh --update l login p password t password del certificato oppure xml-saia.sh u l login p password t password del certificato si avvia la procedura di autoaggiornamento del software XML- Client- Worker che si può utilizzare per comunicare con il. Diagnostica Digitando: su un sistema di tipo Windows: xml-saia.bat --diagnostica l login p password t password del certificato 7/34

8 Pag. 8 di 34 oppure xml-saia.bat d l login p password t password del certificato o su un sistema di tipo GNU/Linux: xml-saia.sh --diagnostica l login p password t password del certificato oppure xml-saia.sh d l login p password t password del certificato si avvia la procedura di diagnostica della connessione. 1.5 Errori generati da XML- Client. Codice Descrizione Possibili risoluzioni 1 File di configurazione non trovato 1. Assicurarsi di aver creato il file di configurazione avente il nome indicato nel parametro di esecuzione --cfg. 2. Assicurarsi che il percorso del file indicato nel parametro di esecuzione --cfg sia corretto. 2 Problema con il file di configurazione 1. Assicurarsi che nel file di configurazione siano presenti tutti i parametri indicati nel paragrafo Errore nel caricamento del client 1. Cancellare le cartelle client, clientdescriptor, override, repository e rilanciare il client. 4 Problema nell'aggiornamento del client 1. Verificare che nel proprio DNS il nome prtaccom sia risolto con l indirizzo corretto. 2. Cancellare le cartelle client, clientdescriptor, override, repository e rilanciare il client con l opzione -u. 5 Problema con il pacchetto client 1. Cancellare le cartelle client, clientdescriptor, override, repository e rilanciare il client. 8/34

9 Pag. 9 di 34 6 Problema nella creazione del pacchetto client 1. Cancellare le cartelle client, clientdescriptor, override, repository e rilanciare il client. 7 Parametro Login non presente 1. Lanciare il client con i parametri corretti, come indicato nel paragrafo Parametro Password non presente 1. Lanciare il client con i parametri corretti, come indicato nel paragrafo Parametro Password del Certificato non presente 1. Lanciare il client con i parametri corretti, come indicato nel paragrafo Problema di connessione con il server 1. Verificare che nel proprio DNS il nome prtaccom sia risolto con l indirizzo corretto. 2. Verificare di aver configurato correttamente ogni componente dell architettura di rete. 11 Autenticazione fallita 1. Lanciare il client con i parametri login e password valorizzati correttamente. 12 Problema con il file di input 1. Assicurarsi di aver creato il file di input avente il nome indicato nella proprietà inputfile del file di configurazione. 2. Assicurarsi che il percorso del file di input indicato nella proprietà inputfile del file di configurazione sia corretto. 9/34

10 Pag. 10 di Problemi con il caricamento del certificato 1. Assicurarsi che il file contenente il certificato avente il nome indicato nella proprietà pathcertificatoclient del file di configurazione sia presente. 2. Assicurarsi che il percorso del certificato indicato nella proprietà pathcertificatoclient del file di configurazione sia corretto. 14 Password del certificato errata 1. Lanciare il client con il parametro password del certificato valorizzato correttamente. 15 Driver disabilitato per il formato dati AP5. Usare nuova versione 1. Scaricare la nuova versione del client xml-saia dal sito del CNSD. 1.6 Utilizzo come libreria Per utilizzare il Client XML- da un altro applicativo è sufficiente: 1. Configurare la variabile di ambiente CLASSPATH in modo che sia visibile all interprete java la libreria presente in <cartella_di_installazione_xml-saia client>/lib/xml-saia-driver.jar 2. Richiamare il metodo start(<path_del_file_di_configurazione>,<nome_utente>,<password>,<password certificato>) del della classe Client. Esempio di utilizzo: Client client = Client.getInstance(); int ret = client.start( C:\\Percorso\\configurazione.ini, login, pwd, pwdcert ); if (ret!= ClientWorker.RET_OK) { 10/34

11 Pag. 11 di 34 System.out.println("Errore : " + ret); } 1.7 Aggiornamento automatico del software Il client XML- dispone di una nuova funzionalità che lo rende particolarmente adatto ad essere distribuito sul territorio: l aggiornamento automatico delle versioni del software rilasciato Aggiornamento del software XML- Client Ad ogni avvio del software XML- Client la versione locale dell applicazione viene confrontata con quella pubblicata sul server XML-. Se la versione client, disponibile presso il Comune, risulta essere precedente a quella pubblicata sul server questa verrà automaticamente istallata sulla postazione comunale e quindi eseguita per l invio delle comunicazioni. La procedura di auto-aggiornamento funziona nel modo seguente: 1. Download del Client Descriptor Il Client Descriptor è un file che consente di identificare librerie e files di configurazione necessari al XML- Client per poter comunicare con il server. La procedura di autoaggiornamento prevede come primo passo di ottenere dalla Web-Utility di il Client Descriptor. 2. Confronto del Client Descriptor appena scaricato con il vecchio Client Descriptor presente sulla macchina comunale Dopo aver scaricato l aggiornamento del Client Descriptor, il software XML- Client effettua un confronto tra tale Client Descriptor e quello già presente sulla macchina del comune, per verificare se ci sono differenze tra i files del software XML- Client presenti sulla macchina comunale e i files presenti sulla macchina in cui è installata la Web-Utility di. 3. Confronto di coerenza tra il Client Descriptor scaricato e i files costituenti il software XML- Client presenti sulla macchina del comune Se i Client Descriptors confrontati al punto 2 sono identici, si provvede ad effettuare un ulteriore controllo di coerenza tra il Client Descriptor scaricato ed i files del software che compongono il Client XML- presenti localmente sulla macchina del comune. Tale controllo consiste nel verificare che le librerie e i files di configurazione di cui il software è costituito siano esattamente gli stessi che sono descritti nel Client Descriptor. In caso affermativo la procedura di autoaggiornamento termina, in quanto si è certi che il software presente sulla macchina del comune è l ultima versione del XML- Client disponibile. 4. Download dei files più aggiornati Nel caso in cui i Client Descriptors non abbiano lo stesso contenuto o i files costituenti il Client XML- non siano 11/34

12 Pag. 12 di 34 coerenti con quelli descritti nel Client Descriptor (ovvero nel caso in cui almeno uno dei confronti descritti al punto 2 e al punto 3 termini con risultato negativo), la procedura di autoaggiornamento continua, scaricando dal repository della Web- Utility di solo le librerie e i files di configurazione del Client XML- che sono più aggiornati di quelli già presenti sulla macchina del comune. Figura UML Sequence diagram che illustra la procedura di auto-aggiornamento 12/34

13 Pag. 13 di 34 2 MODULO JDBC2AP5 2.1 Descrizione del modulo JDBC2AP5 è un modulo di XML- (Sistema di Accesso e Interscambio Anagrafico) che consente ai Comuni Italiani di interfacciarsi con XML-. Permette Comuni di comunicare tramite XML- con il semplicemente trasferendo dati dal database dell anagrafe comunale al database del modulo JDBC2AP5, delegando al modulo stesso la gestione del formato AP5 e la comunicazione di dati in tale formato con XML-. Il modulo fornisce la possibilità di utilizzare diversi tipi di database (es. Oracle, Mysql, PostgreSQL, Access ). Il software comunale inserisce nel database dell applicativo i dati relativi alle comunicazioni anagrafiche da inviare; il modulo JDBC2AP5 si occupa della loro trasformazione in file XML formato AP5, dell invio di tali dati al tramite XML_ e di inserire nel suddetto database i dati ricavati dalle risposte ricevute in conseguenza dell operazione eseguita, sia essa un invio di comunicazioni anagrafiche, una richiesta di stato code o di presa in carico. Tramite il modulo JDBC2AP5 è quindi possibile per il software comunale interagire con (tramite XML-) focalizzando l attenzione sui dati da scrivere e leggere dal database del modulo stesso, tralasciando sia l aspetto legato alla generazione e gestione dei dati in formato AP5 che quello legato alla comunicazione con XML Configurazione XML- Client JDBC2AP5 Editare il file configuration.ini, impostando le seguenti proprietà: -application: indica il tipo di applicazione da eseguire. Per utilizzare JDBC2AP5 inserire connector Nella sezione AP5Connector # AP5-Connector - connector.in.archive.format: indica il formato di archiviazione dei dati ricevuti dal. Può essere valorizzato con uno ZIP se si intende comprimere il file prima di archiviarlo; lasciare senza valore altrimenti; - connector.richieste.per.lotto: numero massimo di comunicazioni per richiesta. Lasciare vuoto per non impostare alcun limite massimo; - connector.db.type: indica il tipo di database utilizzato Può assumere i seguenti valori: 13/34

14 Pag. 14 di Oracle9i; 2. PostgreSQL81; 3. MySQL5; 4. Access connector.db.url: l'indirizzo IP del database; - connector.db.port: la porta del database; - connector.db.alias: l'alias del database; - connector.db.usr: l'utenza con cui accedere al database; - connector.db.pwd: la password associata all'utenza per il database impostata; - connector.mittente.codiceistat: il codice istat del comune mittente; - connector.mittente.nomecomune: il nome del comune mittente; - connector.mittente.siglaprovincia: la sigla della provincia del comune mittente; 2.3 Esecuzione del client XML- JDBC2AP5 Per eseguire il Client XML- JDBC2AP5 è sufficiente aprire un terminale e spostarsi all interno della cartella di installazione del software. Su un sistema di tipo Windows digitare: xml-saia.bat --cfg <file di configurazione> --login <nome utente> --pwd <password> --certpwd <password del certificato> -jconn_op <azione da eseguire> - jconn_cf <codice fiscale dell utente> Su un sistema di tipo GNU/Linux digitare: xml-saia.sh --cfg <file di configurazione> --login <nome utente> --pwd <password> --certpwd <password del certificato> Il parametro -jconn_op può assumer uno dei seguenti tre valori. 1. ca : invio di comunicazioni anagrafiche; 2. sc : richiesta di stato code; 3. pic : richiesta di presa in carico. 14/34

15 Pag. 15 di 34 3 FUNZIONALITÀ E TRACCIATI DEL CLIENT XML- 3.1 Funzionalità e tracciati per la versione 1 del client XML- La versione 1 di XML- mette a disposizione dei comuni la possibilità di inviare le seguenti comunicazioni anagrafiche al sistema istallato presso il Centro Nazionale Servizi Demografici: Comunicazioni di Nascita (CA01) Annullamento comunicazioni di nascita (CA01) Comunicazione di Cambio di Residenza (CA01) Dati della patente per MCTC (MC11) Dati dei veicoli per MCTC (MC12) Comunicazione di Decesso (CA01) Funzioni di Ripetizione (CA16) Presa in Carico (ITPC) Stato delle Code (ITSC) Le risposte previste per le comunicazioni sopraelencate sono: Documento Accettato (ITAC) Messaggio Generico (ITMS) Errore Fatale (ITFE) Errore dal Centro (EXnn) Esito comunicazione anagrafica per Anagrafe Tributaria (AT54) Esito comunicazione anagrafica per INPS (IN54) Esito comunicazione anagrafica per MCTC (MC64) Fine invio (ITDT) Stato Invio (ITLS) Nell implementazione di queste funzionalità si è posta particolare attenzione alla retrocompatibilità con la precedente versione di. Con questa versione, sarà possibile utilizzare due tipologie di file di input per il le cui differenze sono sotanzialmente il formato delle informazioni utilizzate dai comuni. Le due alternative sono: 1. L utilizzo dei vecchi tracciati record denominati JJ; Esempio: 15/34

16 Pag. 16 di 34 JJ+;CA CAZORANI+MANUELE+M VIA+CAN NOLI S+N+; JJ+;CA PELUSI+GIUSEPPE+M VIA+TORO S+N+; 2. La riformulazione degli stessi contenuti informativi adattati alla specifica XML-V1. Le regole sulla struttura dei tracciati XML-V1 sono contenute nello schema di definizione RichiestaSaia.xsd, contenuto in xsd-v zip, reperibile presso il sito web della Direzione Centrale dei servizi demografici nell area privata alla voce DOWNLOAD. Esempio: <?xml version="1.0" encoding="utf-8"?> <richiestasaia tiporecord="ca01"> <versione>1.0</versione> <utente> <login>x</login> <password>x</password> </utente> <datarichiesta> t16:22: :00</datarichiesta> <richieste> <richiesta> <versione>1.0</versione> <CA01 protocollosaia="x"> <protocollomittente>321</protocollomittente> <tipoinoltro>1</tipoinoltro> <tipocomunicazione>1</tipocomunicazione> <cognome>cazorani</cognome> <nome>manuele</nome> <sesso>m</sesso> <datadinascita> </datadinascita> <codistatsiglastatoestero>085022</codistatsiglastatoestero> <prefissotoponomastico>via</prefissotoponomastico> <indirizzo>cannoli</indirizzo> <numerocivico>22</numerocivico> <cap>93010</cap> <cittadinanzaitaliana>s</cittadinanzaitaliana> <AIRE>N</AIRE> </CA01> </richiesta> <richiesta> <versione>1.0</versione> <CA01 protocollosaia="x"> 16/34

17 Pag. 17 di 34 <protocollomittente>322</protocollomittente> <tipoinoltro>1</tipoinoltro> <tipocomunicazione>1</tipocomunicazione> <cognome>pelusi</cognome> <nome>giuseppe</nome> <sesso>m</sesso> <datadinascita> </datadinascita> <codistatsiglastatoestero>085022</codistatsiglastatoestero> <prefissotoponomastico>via</prefissotoponomastico> <indirizzo>toro</indirizzo> <numerocivico>33</numerocivico> <cap>93010</cap> <cittadinanzaitaliana>s</cittadinanzaitaliana> <AIRE>N</AIRE> </CA01> </richiesta> </richieste> </richiestasaia> Per utilizzare i tracciati in formato testo, si deve impostare a JJ la variabile formatodati nel file di configurazione (configuration.ini). Per utilizzare i tracciati in formato xml, si deve impostare a XML-V1 la variabile formatodati nel file di configurazione (configuration.ini). Tutta la documentazione e disponibile al sito web della Direzione Centrale per i Servizi Demografici. 3.2 Funzionalità e tracciati per la versione 2 del client XML- Per quanto riguarda la versione 2 dell XML-, si mette a disposizione dei comuni la possibilità di inviare le seguenti comunicazioni anagrafiche al sistema installato presso il Centro Nazionale Servizi Demografici: Comunicazione Anagrafica Comunicazione di Nascita Comunicazione di Immigrazione da altro comune Comunicazione di Immigrazione dall estero Comunicazione di Iscrizione per mancata iscrizione in un altro comune Comunicazione di Morte Comunicazione di Emigrazione in altro comune Comunicazione di Emigrazione all estero Comunicazione di Cancellazione per irreperibilità Comunicazione per Cancellazione per omessa dichiarazione di dimora abituale 17/34

18 Pag. 18 di 34 Comunicazione di Cambio di abitazione Comunicazione di Matrimonio Comunicazione di Vedovanza Comunicazione di Divorzio Comunicazione di Annullamento Matrimonio Comunicazione di Variazione di nome o cognome Comunicazione di Variazione di sesso Comunicazione di Variazione di cittadinanza Comunicazione di Variazione di Permesso di Soggiorno Comunicazione di Variazione di Paternità o Maternità Comunicazione di Rettifica Comunicazione di Annullamento di una Comunicazione Anagrafica Stato delle code Presa in carico Consultazione Le risposte previste per le comunicazioni sopraelencate sono: Comunicazioni Anagrafiche Documento Accettato Documento Non Accettato Stato delle Code Presa in Carico Consultazione Errore Il sistema, una volta configurato per inviare dati secondo il tracciato AP5, non potrà più inviare dati nel tracciato piatto JJ, o XML-V1. Le regole sulla struttura dei tracciati AP5 sono contenute nello schema di definizione Richiesta.xsd, contenuto in xsd-v2-1.0.zip, reperibile presso il sito web del CNSD. Esempio: <?xml version="1.0" encoding="utf-8"?> <richiesta versione="1.0" versionexml="1.0" xsi:schemalocation="http://saia.ancitel.it/xmlmanager/ap5 " xmlns="http://saia.ancitel.it/xmlmanager/ap5" xmlns:xsi="http://www.w3.org/2001/xmlschema-instance"> <mittente> <comunedicomunicazione> 18/34

19 Pag. 19 di 34 <nomecomune>castel Gandolfo</nomeComune> <codicecomuneistat>058022</codicecomuneistat> <siglaprovinciaistat>rm</siglaprovinciaistat> </comunedicomunicazione> <codicefiscaleoperatore>cccmzz19c78e432a</codicefiscaleoperatore> </mittente> <utente> <login>xxx</login> <password>xxx</password> </utente> <applicazioneanagrafe> <nome>nome</nome> <versione>versione</versione> <fornitore>fornitore</fornitore> </applicazioneanagrafe> <richiesta versione="1.0"> <comunicazione dataorarichiesta=" t16:22:49" protocolloanagrafe=" "> <causale> <tipocomunicazione>variazione</tipocomunicazione> <motivocomunicazione>1</motivocomunicazione> <datavalidita> </datavalidita> </causale> <generalita> <cognome>cazodani</cognome> <nome>manuele</nome> <luogonascita> <comune> <nomecomune>castel Gandolfo</nomeComune> <codicecomuneistat>058022</codicecomuneistat> <siglaprovinciaistat>rm</siglaprovinciaistat> </comune> </luogonascita> <datanascita> </datanascita> <sesso>m</sesso> <cittadinanza> <descrizionestato>italia</descrizionestato> <codicestato>ita</codicestato> </cittadinanza> <statocivile>1</statocivile> </generalita> <iscrizioneapr> 19/34

20 Pag. 20 di 34 <motivoiscrizione>1</motivoiscrizione> <dataiscrizioneapr> </dataiscrizioneapr> <flagresidentedallanascita>s</flagresidentedallanascita> </iscrizioneapr> <indirizzo> <cap>93010</cap> <comune> <nomecomune>castel Gandolfo</nomeComune> <codicecomuneistat>058022</codicecomuneistat> <siglaprovinciaistat>rm</siglaprovinciaistat> </comune> <toponimo> <specie>via</specie> <denominazione>cannoli</denominazione> </toponimo> <numerocivico> <numero>22</numero> </numerocivico> </indirizzo> </comunicazione> <comunicazione dataorarichiesta=" t16:22:49" protocolloanagrafe=" "> <causale> <tipocomunicazione>variazione</tipocomunicazione> <motivocomunicazione>1</motivocomunicazione> <datavalidita> </datavalidita> </causale> <generalita> <cognome>pelusi</cognome> <nome>giuseppe</nome> <luogonascita> <comune> <nomecomune>castel Gandolfo</nomeComune> <codicecomuneistat>058022</codicecomuneistat> <siglaprovinciaistat>rm</siglaprovinciaistat> </comune> </luogonascita> <datanascita> </datanascita> <sesso>m</sesso> <cittadinanza> <descrizionestato>italia</descrizionestato> 20/34

21 Pag. 21 di 34 <codicestato>ita</codicestato> </cittadinanza> <statocivile>1</statocivile> </generalita> <iscrizioneapr> <motivoiscrizione>1</motivoiscrizione> <dataiscrizioneapr> </dataiscrizioneapr> <flagresidentedallanascita>s</flagresidentedallanascita> </iscrizioneapr> <indirizzo> <cap>93010</cap> <comune> <nomecomune>castel Gandolfo</nomeComune> <codicecomuneistat>058022</codicecomuneistat> <siglaprovinciaistat>rm</siglaprovinciaistat> </comune> <toponimo> <specie>via</specie> <denominazione>toro</denominazione> </toponimo> <numerocivico> <numero>33</numero> </numerocivico> </indirizzo> </comunicazione> </richiesta> </richiesta> Le specifiche di produzione dei tracciati AP5 sono consultabili nel documento INA- Allegato tecnico 2 Struttura Dati AP5. Le regole di validazione applicativa da seguire durante la compilazione di una richiesta da inviare con la versione 2 del client XML- sono consultabili nel documento INA- Allegato tecnico 3 Schema di validazione applicativa. Questi ultimi file sono anch essi disponibili sul sito della Direzione Centrale dei Servizi Demografici. 3.3 Funzionalità e tracciati per la versione del client XML- La versione del client permette la gestione del modello APR4 per i trasferimenti di residenza. Il trasferimento di residenza è iniziato dal comune di immigrazione che richiede al comune di provenienza del cittadino la cancellazione di quest ultimo dall anagrafe. Per effettuare la cancellazione il comune di immigrazione deve fornire dei dati del cittadino e dei familiari coinvolti nel trasferimento di residenza sulla base del modello APR4. Il 21/34

22 Pag. 22 di 34 comune di emigrazione, ricevuta la richiesta ed effettuati gli opportuni controlli, completa il modello APR4 ricevuto e lo restituisce al comune di immigrazione. Le due operazioni di invio e di completamento del modello avvengono attraverso i seguenti servizi forniti dal server : Invio modello APR4 Completamento modello APR4 Stato modello Presa in carico I servizi sono accessibili tramite richieste in formato XML trasmesse via HTTP. Le richieste XML devono essere valide ovvero devono rispettare una grammatica formalizzata attraverso alcuni file XML Schema illustrati di seguito nel paragrafo e devono superare i controlli di validazione applicativa. Ad ogni richiesta valida segue una risposta sincrona del secondo il seguente modello: Risposta Comunicazione APR4 modello accettato / modello non accettato Risposta Comunicazione APR4 modello accettato / modello non accettato Risposta Stato modello Risposta Presa in carico Errore In caso di richiesta di invio o completamento non valida viene restituita una risposta di modello non accettato. Se la richiesta è mal formata il restituisce un messaggio di errore. Le strutture dei messaggi scambiati tra il client e il server per le comunicazioni APR4, richieste e risposte, insieme alle informazioni per la validazione applicativa sono descritte nei documento riportati nella tabella seguente: Titolo File Descrizione INA- Struttura Dati Comunicazioni APR4. doc Struttura Dati Comunicazioni APR4 Il documento fornisce una descrizione generale dei messaggi e delle strutture dati dettagliate nei documenti di specifica insieme alle regole di validazione applicativa 3.4 Funzionalità e tracciati per la versione del client XML- La versione del client XML- permette lo scambio delle informazioni anagrafiche tra i comuni. Il mette a disposizione dei comuni i messaggi per il trasporto delle richieste di consultazione dal comune di origine al comune di destinazione e delle risposte da quest ultimo al primo. I messaggi sono definiti attraverso degli schema XML. L invio della richiesta e la ricezione della risposta attraverso il prevedono lo 22/34

Guida per i comuni sull utilizzo del sistema INA-SAIA

Guida per i comuni sull utilizzo del sistema INA-SAIA Pag. 1 di 42 Guida per i comuni sull utilizzo del sistema INA-SAIA Vers. 2.0 Aggiornata a Maggio 2011 Pag. 2 di 42 INDICE.2 1 PREMESSA... 4 2 Azioni di ripristino della Porta di Accesso QSAC per i servizi

Dettagli

Porta di Accesso versione 5.0.12

Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 1 di 22 Controlli da effettuare in seguito al verificarsi di ERRORE 10 nell utilizzo di XML SAIA Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 2 di 22 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. VERIFICHE DA ESEGUIRE...3

Dettagli

Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria

Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria Sistema per il monitoraggio della Spesa Sanitaria MANUALE D USO 1 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2.... 4 3. INVIO CERTIFICATO DI MALATTIA... 4 3.1 SELEZIONE...

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici Sommario Sommario... 1 Parte 1 - Nuovo canale di sicurezza ANPR (INA-AIRE)... 2 Parte 2 - Collegamento Client INA-SAIA... 5 Indicazioni generali... 5 Installazione e configurazione... 8 Operazioni di Pre-Installazione...

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici ALLEGATO TECNICO ALLA CIRCOLARE N. 23/05 Ai sensi del presente allegato tecnico si intende: a) per "S.S.C.E. il sistema di sicurezza del circuito di emissione dei documenti di identità elettronica; b)

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO Abbiamo predisposto il programma di studio Web per la ricezione automatica dei certificati di malattia direttamente

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Simplex Gestione Hotel

Simplex Gestione Hotel Simplex Gestione Hotel Revisione documento 01-2012 Questo documento contiene le istruzioni per l'utilizzo del software Simplex Gestione Hotel. E' consentita la riproduzione e la distribuzione da parte

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO Francesco Marchione e Dario Richichi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Sezione di Palermo Indice Introduzione...

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Interfaccia HTTP enduser Specifiche tecniche 03.10.2013

Interfaccia HTTP enduser Specifiche tecniche 03.10.2013 i-contact srl via Simonetti 48 32100 Belluno info@i-contact.it tel. 0437 30419 fax 0437 1900 125 p.i./c.f. 0101939025 Interfaccia HTTP enduser Specifiche tecniche 03.10.2013 1. Introduzione Il seguente

Dettagli

Denuncia di Malattia Professionale telematica

Denuncia di Malattia Professionale telematica Denuncia di Malattia Professionale telematica Manuale utente Versione 1.5 COME ACCEDERE ALLA DENUNCIA DI MALATTIA PROFESSIONALE ONLINE... 3 SITO INAIL... 3 LOGIN... 4 UTILIZZA LE TUE APPLICAZIONI... 5

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it

Guida all'installazione di SLPct. Manuale utente. Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Guida all'installazione di SLPct Manuale utente Evoluzioni Software www.evoluzionisoftware.it info@evoluzionisoftware.it Premessa Il redattore di atti giuridici esterno SLpct è stato implementato da Regione

Dettagli

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0

AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 AGGIORNAMENTO PROTOCOLLO VERSIONE 3.9.0 Con questo aggiornamento sono state implementate una serie di funzionalità concernenti il tema della dematerializzazione e della gestione informatica dei documenti,

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it SMS API Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it INDICE DEI CONTENUTI Introduzione... 2 Autenticazione & Sicurezza... 2 Username e Password... 2 Connessione

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Procedura Import tracciato ministeriale

Procedura Import tracciato ministeriale Progetto SINTESI Dominio Provinciale Modulo Applicativo:COB Procedura Import tracciato ministeriale 1 INDICE 1 INTRODUZIONE... 3 2 LETTURA DEL FILE... 4 3 IMPORT DEI FILE... 10 4 VERIFICA DELLE BOZZE E

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE

ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE ACCESSO AL PORTALE INTERNET GSE Guida d uso per la registrazione e l accesso Ver 3.0 del 22/11/2013 Pag. 1 di 16 Sommario 1. Registrazione sul portale GSE... 3 2. Accesso al Portale... 8 2.1 Accesso alle

Dettagli

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 (marzo 2009) ultimo aggiornamento aprile 2009 Easy Peasy è una distribuzione

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email.

Mail da Web. Caratteristiche generali di Virgilio Mail. Funzionalità di Virgilio Mail. Leggere la posta. Come scrivere un email. Mail da Web Caratteristiche generali di Virgilio Mail Funzionalità di Virgilio Mail Leggere la posta Come scrivere un email Giga Allegati Contatti Opzioni Caratteristiche generali di Virgilio Mail Virgilio

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Progettisti dentro e oltre l impresa MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Pag 1 di 31 INTRODUZIONE Questo documento ha lo scopo di illustrare le modalità di installazione e configurazione dell

Dettagli

GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE

GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE GUIDA UTENTE PROTOCOLLO FACILE (Vers. 4.4.0) Installazione... 3 Prima esecuzione... 6 Login... 7 Funzionalità... 8 Protocollo... 9 Inserimento nuovo protocollo... 11 Invio SMS... 14 Ricerca... 18 Anagrafica...

Dettagli

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura Dev-Pascal 1.9.2 1 Dev-Pascal è un ambiente di sviluppo integrato per la programmazione in linguaggio Pascal sotto Windows prodotto dalla Bloodshed con licenza GNU e liberamente scaricabile al link http://www.bloodshed.net/dev/devpas192.exe

Dettagli

INDICE INTRODUZIONE...3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...4 INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI...5 AVVIAMENTO DEI PROGRAMMI...7 GESTIONE ACCESSI...

INDICE INTRODUZIONE...3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...4 INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI...5 AVVIAMENTO DEI PROGRAMMI...7 GESTIONE ACCESSI... ambiente Windows INDICE INTRODUZIONE...3 REQUISITI MINIMI DI SISTEMA...4 INSTALLAZIONE DEI PROGRAMMI...5 AVVIAMENTO DEI PROGRAMMI...7 GESTIONE ACCESSI...8 GESTIONE DELLE COPIE DI SICUREZZA...10 AGGIORNAMENTO

Dettagli

WEB Conference, mini howto

WEB Conference, mini howto Prerequisiti: WEB Conference, mini howto Per potersi collegare o creare una web conference è necessario: 1) Avere un pc con sistema operativo Windows XP o vista (windows 7 non e' ancora certificato ma

Dettagli

Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11

Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11 Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11 Museo & Web CMS v1.5.0 beta (build 260) Sommario Museo&Web CMS... 1 SOMMARIO... 2 PREMESSE... 3 I PASSI PER INSTALLARE MUSEO&WEB

Dettagli

Fattura elettronica Vs Pa

Fattura elettronica Vs Pa Fattura elettronica Vs Pa Manuale Utente A cura di : VERS. 528 DEL 30/05/2014 11:10:00 (T. MICELI) Assist. Clienti Ft. El. Vs Pa SOMMARIO pag. I Sommario NORMATIVA... 1 Il formato della FatturaPA... 1

Dettagli

MANUALE OPERATIVO. Programma per la gestione associativa Versione 5.x

MANUALE OPERATIVO. Programma per la gestione associativa Versione 5.x Associazione Volontari Italiani del Sangue Viale E. Forlanini, 23 20134 Milano Tel. 02/70006786 Fax. 02/70006643 Sito Internet: www.avis.it - Email: avis.nazionale@avis.it Programma per la gestione associativa

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2013 Progetto Istanze On Line ESAMI DI STATO ACQUISIZIONE MODELLO ES-1 ON-LINE 18 Febbraio 2013 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 COMPILAZIONE DEL MODULO

Dettagli

GUIDA UTENTE PRATICA DIGITALE

GUIDA UTENTE PRATICA DIGITALE GUIDA UTENTE PRATICA DIGITALE (Vers. 4.4.0) Installazione... 3 Prima esecuzione... 6 Login... 7 Funzionalità... 8 Pratiche... 10 Anagrafica... 13 Documenti... 15 Inserimento nuovo protocollo... 17 Invio

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE

PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE SETTEMBRE 2013 DATASIEL S.p.A Pag. 2/23 INDICE 1. INTRODUZIONE...3 1.1. Scopo...3 1.2. Servizio Assistenza Utenti...3 2. UTILIZZO DEL PROGRAMMA...4 2.1. Ricevere

Dettagli

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Alex Gotev 1 Contenuti Che cos'è Puppy Linux? Come posso averlo? Come si avvia? Che programmi include? Installazione su Chiavetta USB Domande

Dettagli

nota Istat prot. 912/2014/P del 15/01/2014 Responsabile della toponomastica addetto alla toponomastica Responsabile del servizio

nota Istat prot. 912/2014/P del 15/01/2014 Responsabile della toponomastica addetto alla toponomastica Responsabile del servizio A B C delle attività iniziali per accedere alle funzioni di Gestione della toponomastica Come indicato nella nota Istat prot. 912/2014/P del 15/01/2014 per le attività legate alla gestione della toponomastica

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Gestione Nuova Casella email

Gestione Nuova Casella email Gestione Nuova Casella email Per accedere alla vecchia casella questo l indirizzo web: http://62.149.157.9/ Potrà essere utile accedere alla vecchia gestione per esportare la rubrica e reimportala come

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it izticket Il programma izticket permette la gestione delle chiamate di intervento tecnico. E un applicazione web, basata su un potente application server java, testata con i più diffusi browser (quali Firefox,

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

Roma, 13 dicembre 2011 Ai Sigg. Sindaci dei Comuni Dirigenti dei Servizi Demografici dei Comuni Dirigenti degli Uffici di Statistica dei Comuni

Roma, 13 dicembre 2011 Ai Sigg. Sindaci dei Comuni Dirigenti dei Servizi Demografici dei Comuni Dirigenti degli Uffici di Statistica dei Comuni Dipartimento per i censimenti e gli archivi amministrativi e statistici Dipartimento per le statistiche sociali ed ambientali Direzione centrale delle statistiche socio-demografiche e ambientali Circolare

Dettagli

MANUALE D USO G.ALI.LE.O GALILEO. Manuale d uso. Versione 1.1.0. [OFR] - Progetto GALILEO - Manuale d uso

MANUALE D USO G.ALI.LE.O GALILEO. Manuale d uso. Versione 1.1.0. [OFR] - Progetto GALILEO - Manuale d uso [OFR] - - G.ALI.LE.O Versione 1.1.0 MANUALE D USO pag. 1 di 85 [OFR] - - pag. 2 di 85 [OFR] - - Sommario 1 - Introduzione... 6 2 - Gestione ALbI digitale Ordini (G.ALI.LE.O.)... 7 2.1 - Schema di principio...

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet Lavoro Occasionale Accessorio Internet 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo del documento... 3 1.2 Normativa... 3 1.3 Attori del Processo... 4 1.4 Accesso Internet... 5 1.4.1 Accesso Internet da Informazioni...

Dettagli

Accesso all Area di Lavoro

Accesso all Area di Lavoro Accesso all Area di Lavoro Una volta che l Utente ha attivato le sue credenziali d accesso Username e Password può effettuare il login e quindi avere accesso alla propria Area di Lavoro. Gli apparirà la

Dettagli

Portale Unico dei Servizi NoiPA

Portale Unico dei Servizi NoiPA Portale Unico dei Servizi NoiPA Guida all accesso al portale e ai servizi self service Versione del 10/12/14 INDICE pag. 1 INTRODUZIONE... 3 2 MODALITÀ DI PRIMO ACCESSO... 3 2.1 LA CONVALIDA DELL INDIRIZZO

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Linee guida invio pratica telematica sportello cerc - anno 2013

Linee guida invio pratica telematica sportello cerc - anno 2013 LINEE GUIDA INVIO PRATICA TELEMATICA SPORTELLO CERC - ANNO 2013 1 INDICE 1. FASE PRELIMINARE pag.3 2. PREDISPOSIZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE pag.4 3. INVIO DELLA DOMANDA DI CONTRIBUTO pag.4 4. CREA MODELLO

Dettagli

Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa

Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa Seconda Università degli studi di Napoli Servizi agli studenti Servizio di Posta Elettronica Guida estesa A cura del Centro Elaborazione Dati Amministrativi 1 INDICE 1. Accesso ed utilizzo della Webmail

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

Manuale di installazione e d uso

Manuale di installazione e d uso Manuale di installazione e d uso 1 Indice Installazione del POS pag. 2 Funzionalità di Base - POS Sagem - Accesso Operatore pag. 2 - Leggere una Card/braccialetto Cliente con il lettore di prossimità TeliumPass

Dettagli

Dev C++ Prerequisiti. Note di utilizzo. Utilizzo di Windows Effettuare il download da Internet Compilazione di un programma

Dev C++ Prerequisiti. Note di utilizzo. Utilizzo di Windows Effettuare il download da Internet Compilazione di un programma Dev C++ Note di utilizzo 1 Prerequisiti Utilizzo di Windows Effettuare il download da Internet Compilazione di un programma 2 1 Introduzione Lo scopo di queste note è quello di diffondere la conoscenza

Dettagli

G e s t i o n e U t e n z e C N R

G e s t i o n e U t e n z e C N R u t e n t i. c n r. i t G e s t i o n e U t e n z e C N R G U I D A U T E N T E Versione 1.1 Aurelio D Amico (Marzo 2013) Consiglio Nazionale delle Ricerche - Sistemi informativi - Roma utenti.cnr.it -

Dettagli

Manuale Utente IMPORT IATROS XP

Manuale Utente IMPORT IATROS XP Manuale Utente IMPORT IATROS XP Sommario Prerequisiti per l installazione... 2 Installazione del software IMPORT IATROS XP... 2 Utilizzo dell importatore... 3 Report della procedura di importazione da

Dettagli

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail Xerox WorkCentre M118i Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail 701P42705 Questa guida fornisce un riferimento rapido per l'impostazione della funzione Scansione su e-mail su Xerox WorkCentre

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

1.1.1 ATLAS Postazione Studente : CONFIGURAZIONE DI ATLAS CON CLIENT LINUX

1.1.1 ATLAS Postazione Studente : CONFIGURAZIONE DI ATLAS CON CLIENT LINUX 1.1.1 ATLAS Postazione Studente : CONFIGURAZIONE DI ATLAS CON CLIENT LINUX Configurazione di Atlas con client Linux DESCRIZIONE Di seguito sono descritte le operazioni da effettuare per configurare correttamente

Dettagli

Guida al portale produttori

Guida al portale produttori GUIDA AL PORTALE PRODUTTORI 1. SCOPO DEL DOCUMENTO... 3 2. DEFINIZIONI... 3 3. GENERALITA... 4 3.1 CREAZIONE E STAMPA DOCUMENTI ALLEGATI... 5 3.2 INOLTRO AL DISTRIBUTORE... 7 4. REGISTRAZIONE AL PORTALE...

Dettagli

Problema: al momento dell autenticazione si riceve il messaggio Certificato digitale non ricevuto Possibili cause: 1) La smart card non è una CNS e

Problema: al momento dell autenticazione si riceve il messaggio Certificato digitale non ricevuto Possibili cause: 1) La smart card non è una CNS e Problema: al momento dell autenticazione si riceve il messaggio Certificato digitale non ricevuto Possibili cause: 1) La smart card non è una CNS e non contiene il certificato di autenticazione: è necessario

Dettagli

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate.

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate. Comandi filtro: sed Il nome del comando sed sta per Stream EDitor e la sua funzione è quella di permettere di editare il testo passato da un comando ad un altro in una pipeline. Ciò è molto utile perché

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers La procedura di installazione è divisa in tre parti : Installazione dell archivio MySql, sul quale vengono salvati

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

Programma Servizi Centralizzati s.r.l.

Programma Servizi Centralizzati s.r.l. Via Privata Maria Teresa, 11-20123 Milano Partita IVA 09986990159 Casella di Posta Certificata pecplus.it N.B. si consiglia di cambiare la password iniziale assegnata dal sistema alla creazione della casella

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente 1 Sommario 1 Introduzione... 3 1.1 Accesso al Self Care Web di Rete Unica... 4 2 Servizi Aziendali... 6 2.1 Centralino - Numero

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

GUIDA RAPIDA PRODUTTORI PRODUTTORI INTERMEDIARI TRASPORTATORI RECUPERATORI SMALTITORI. 21 aprile 2015 www.sistri.it

GUIDA RAPIDA PRODUTTORI PRODUTTORI INTERMEDIARI TRASPORTATORI RECUPERATORI SMALTITORI. 21 aprile 2015 www.sistri.it GUIDA RAPIDA PRODUTTORI PRODUTTORI INTERMEDIARI TRASPORTATORI RECUPERATORI SMALTITORI 21 aprile 2015 www.sistri.it DISCLAIMER Il presente documento intende fornire agli Utenti SISTRI informazioni di supporto

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2012 Progetto Istanze On Line MOBILITÀ IN ORGANICO DI DIRITTO PRESENTAZIONE DOMANDE PER LA SCUOLA SEC. DI I GRADO ON-LINE 13 Febbraio 2012 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI

Dettagli

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali

TeamPortal. Servizi integrati con ambienti Gestionali TeamPortal Servizi integrati con ambienti Gestionali 12/2013 Modulo di Amministrazione Il modulo include tutte le principali funzioni di amministrazione e consente di gestire aspetti di configurazione

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli