Premessa. art. 2 Network Video Recorder. art. 3 Telecamera IP Fissa Megapixel. Telecamere brandeggiabili Speed Dome da esterno, protezione IP66

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Premessa. art. 2 Network Video Recorder. art. 3 Telecamera IP Fissa Megapixel. Telecamere brandeggiabili Speed Dome da esterno, protezione IP66"

Transcript

1 Premessa Il presente disciplinare tecnico ha lo scopo di descrivere le funzionalità minime che devono essere garantite dal sistema di videosorveglianza e monitoraggio da realizzarsi presso il territorio del Comune di Cardito (NA). Il Disciplinare si compone dei seguenti articoli: art.1 Descrizione del sistema art. 2 Network Video Recorder art. 3 Telecamera IP Fissa Megapixel art 4 Telecamere brandeggiabili Speed Dome da esterno, protezione IP66 art. 5 WorkStation di gestione art. 6 Componenti di trasmissione Wirless Le norme e le prescrizioni contenute in questo documento sono integrate dal Capitolato tecnico generale nonché dall Elenco Prezzi delle forniture e delle lavorazioni. Qualora si riscontrassero difformità e/o contraddizioni tra due o più documenti contrattuali sarà di regola ritenuto valido quanto riportato sull Elenco Prezzi delle forniture e delle lavorazioni, quindi sul Disciplinare tecnico delle forniture ed in ultimo sul Capitolato tecnico generale salvo diversa determinazione del R.U.P. alla quale l appaltatore dovrà uniformarsi, senza che il medesimo possa rifiutarsi e/o richiedere maggiori compensi e/o indennizzi. 1

2 Art.1: Descrizione del sistema I dispositivi in campo saranno costituiti da telecamere fisse o dome, collegata alla sala apparati mediante tecnologie wired e wireless. Il sistema dovrà essere composto da una centrale operativa con funzioni di controllo e supervisione collocata presso la Sala Controllo posta all interno dell edificio costituito dal Comando Polizia Municipale in P.zza Garibaldi, da un apparato dedicato per la registrazione delle immagini e da un insieme di punti di ripresa costituiti da telecamere fisse e dome con sensore Megapixel e funzionalità di Day/Night elettronica e commutazione automatica. L'impianto di video sorveglianza dovrà essere realizzato in modo tale che dalla centrale operativa, tramite apposito sistema software, sia possibile controllare tutto l impianto, sia in termini di visualizzazione contemporaneamente delle immagini di tutte le telecamere, sia in termini di gestione complessiva del sistema. Dovrà essere possibile anche visualizzare tutte le immagini registrate dalle telecamere. Il sistema di registrazione dovrà prevedere la possibilità di registrare i flussi video fino a 25fps (venitcinque fotogrammi per secondo) relativi a 24 (ventiquattro) ore giornaliere di ripresa per tutte le telecamere e la capacità di conservarli per almeno 7(sette) giorni. Considerando i requisiti minimi sopra esposti, diventa naturale pensare all implementazione di un sistema basato sul protocollo di comunicazione di rete TCP/IP. I vantaggi di questa scelta, rispetto ad una architettura analogica tradizionale, sono essenzialmente riconducibili ai seguenti punti: Scalabilità: un sistema di videosorveglianza basato su tecnologia di rete IP può teoricamente essere espanso all infinito, essendo l unico limite imposto dal dimensionamento fisico della rete stessa. Risulta quindi possibile, in ogni momento, aumentare o modificare il numero e la tipologia delle telecamere senza incidere su quella che è l architettura della rete. Gli investimenti possono quindi essere dilazionati nel tempo, in funzione delle diverse esigenze che di volta in volta si manifestano. Flessibilità: è possibile in ogni momento modificare il posizionamento, il numero, la tipologia delle telecamere senza nessun impatto sul sistema. Basta avere a disposizione un punto di accesso alla rete, e in pochi minuti è possibile riconfigurare completamente la topologia dell impianto. Costi di gestione e manutenzione ridotti: il cuore di un sistema IP è costituito dalla rete Ethernet, solitamente già presente o utilizzata in concomitanza con altre strutture (reti dati di computer, EDP, ecc..). In questo modo i costi di realizzazione dell infrastruttura di rete, così come la sua manutenzione, possono essere condivisi e non riconducibili al solo sistema di videosorveglianza. Configurazione e gestione da remoto: grazie alle caratteristiche dei sistemi di comunicazione TCP/IP la gestione, configurazione e il controllo di tutto il sistema possono essere svolte da un qualsiasi punto remoto, anche distante centinaia di chilometri da dove le telecamere sono fisicamente poste. Ciascun operatore, in funzione dei privilegi a lui assegnati, può essere abilitato a svolgere mansioni diverse o eventualmente limitato a gestire solo un sottoinsieme di tutte le telecamere presenti nel sistema. Tutto diventa configurabile via rete, da remoto e in pochi secondi. L architettura ipotizzata prevede pertanto l utilizzo di Network Camera fisse collegate tramite rete LAN dedicata ad un sistema di registrazione digitale posto in sala di controllo. Uno schema funzionale di massima che descrive questo tipo di architettura è di seguito rappresentato (Fig.1). 2

3 Figura 1: Architettura tipica di un sistema di videosorveglianza over IP. L infrastruttura di rete dovrà garantire una disponibilità di banda stimabile conservativamente in 2 Mbps per ogni telecamera. Inoltre, si dovrà sfruttare, ove possibile, la potenzialità di alimentazione PoE che tutte le telecamere dovranno prevedere al fine di poter alimentare le telecamere stesse direttamente dalla rete LAN e tramite cabalaggio CAT-5/6,, senza la necessità di dover portare linee di alimentazione. Facendo sempre riferimento alla Fig.1, si possono identificare all interno del sistema i seguenti elementi fondamentali: 1. Videoregistratore digitale (NVR-Network Video Recorder) 2. Telecamera IP Fissa megapixel 3. Monitor di visualizzazione e Workstation di gestione la cui descrizione è riportata negli articoli successivi. 3

4 Art. 2: Network Video Recorder La scelta dell apparato di videoregistrazione riveste ovviamente una importanza cruciale al fine di garantire una elevata qualità complessiva dell impianto. Per esso si richiedono i seguenti requisiti minimi: Algoritmo di compressione MPEG-4. MPEG-4 è un metodo di compressione estremamente efficiente e particolarmente adatto per la registrazione video dal momento che è in grado di catturare il movimento degli oggetti con un eccellente qualità video e con un occupazione di banda particolarmente ridotta. I dati possono essere pertanto trasferiti sulla rete o immagazzinati su supporti di registrazione in maniera particolarmente efficiente, senza per questo andare a penalizzare quella che è la qualità dell immagine stessa. Possibilità di gestire da un unico apparato fino a 32 telecamere di rete, con un valore di throughput complessivo per singolo NVR pari ad almeno 200Mb/s, di cui massimo 128 Mbps relativi al flusso proveniente dalle telecamere e il rimanente relativo al flusso immagini richiesto dai diversi client collegati. Queste caratteristiche consentono sia di ottenere significativi vantaggi in termini economici, in quanto il costo del singolo apparato può essere suddiviso su un maggior numero di telecamere, sia di garantire comunque elevata qualità di registrazione per ciascuno dei flussi video in ingresso. Registrazione real time per ciascuna flusso video con risoluzione minima VGA (640x480 pixel). Possibilità di gestire e memorizzare flussi video provenienti dalle telecamere collegate sia in formato MPEG-4 che in formato JPEG. Mentre infatti il formato MPEG-4 è legato ai protocolli proprietari specifici di ciascun produttore, il formato di compressione JPEG rappresenta uno standard e permette pertanto di svincolarsi dal produttore del videoregistratore stesso nella scelta del tipo di telecamera da installare. Elevata capacità di storage: da 500 GB fino ad 9TB installabili direttamente a bordo dell apparato. In questo modo diventa possibile registrare tutte le telecamere collegate, 24 ore su 24, per un periodo di almeno 7 gg, con una qualità elevata (2 Mbps per ciascuna telecamera), senza la necessità di ricorrere ad elementi di archiviazione esterni. Funzionalità di Auto-IP-Setup al fine di ottenere l assegnazione rapida e automatica degli indirizzi IP di tutte le telecamere di rete collegate. Avvio delle registrazioni effettuabile sia manualmente, sia mediante timer di programmazione, sia su evento. In ogni caso la gestione deve poter essere effettuata e gestita indipendentemente telecamera per telecamera. Implementazione delle funzionalità RAID-5 e RAID-6, direttamente a bordo apparato, senza necessità di schede aggiuntive. Questa caratteristica permette di garantire massima sicurezza ai dati memorizzati, anche in caso di guasti degli Hard-Disk a bordo del DVR. Funzionalità di ricerca immagini semplificata tramite l utilizzo di opportuni criteri: o Ora/data o Telecamera o Modalità di registrazione Manuale Timer Allarme Ingresso allarme Allarme di motion Il Videoregistratore deve inoltre essere dotato di tre diverse porte di comunicazione di rete, così suddivise: 4

5 Setup Port: per le attività di configurazione e maintenance locale. PC Client Port: per la gestione da remoto tramite software visualizzazione (max flusso 128Mbps) Camera Port: per la gestione dei flussi video provenienti dalle IP Camera Connesse (Max flusso 128Mbps). Al fine di garantire la possibilità di registrare tutte le telecamere previste a regime, in formato MPEG-4, 25 (640x480), per 7 gg consecutivi, 24 ore su 24, occorre indicativamente prevedere una capacità di memoria pari a 8,5 TB complessivi. Per poter garantire una sicurezza e affidabilità maggiore al sistema, si richiede che tale capacità di archiviazione sia contenuta completamente all interno del sistema di videoregistrazione stessa, senza far ricorso a unità di espansione esterne che potrebbero determinare una diminuzione della affidabilità complessiva del sistema. Di seguito si riassumono le caratteristiche tecniche minime richieste per il sistema: - Registrazione di max 32 telecamere - Efficiente algoritmo di compressione MPEG-4, per un ottimale gestione degli spazi di archiviazione. In aggiunta, le immagini possono essere trasferite tramite rete con un ridotto utilizzo di banda. - Banda complessiva supportata pari a 200Mbps - Gestione di max. 32 canali audio - Possibilità di espansione della memoria da 500 GB a 9 TB, tramite. Gli Hard Disk aggiuntivi devono essere modello Western Digital Caviar S-ATA - Modalità di registrazione indipendente per ogni telecamera: o Manuale o Tramite timer con programmazione settimanale e a fascia oraria o Su evento, tramite attivazione di contatti di allarme in ingresso o su motion detection - Funzionalità di ricerca immagini semplificata tramite l utilizzo di opportuni criteri: o Ora/data o Telecamera o Modalità di registrazione: Manuale, Timer, Allarme, Ingresso allarme, Allarme di motion - 32 ingressi allarmi totalmente configurabili. - Possibilità di integrazione in reti di comunicazione tipo ETHERNET per la completa gestione delle funzioni e per il trasferimento delle immagini. La connessione Ethernet facilita l integrazione con i sistemi di supervisione per la gestione delle funzioni e dell archiviazione delle immagini. - Controllo di tutte le funzioni operative e possibilità di trasferire le immagini registrate, tramite la porta di connessione Ethernet 10/100 base T - Funzionalità di gestione e centralizzazione audio/video tramite software WV-ASM100 - Sicurezza ed affidabilità: l apparato consente la protezione delle immagini contro eventuali possibili alterazioni tramite ID digitale. - Alimentazione 220Vac. - Consumo: 170 W. 5

6 Art. 3: Telecamera IP Fissa Megapixel Per la realizzazione del sistema di videosorveglianza in oggetto si richiede l utilizzo di Network Camera Day/Night meccanico Megapixel, dotate di elemento di ripresa CCD a scansione progressiva da 3 Mega Pixel e risoluzione massima 2.048x1.536 (compressione JPEG). Si tratta di una Network camera fissa ad altissime prestazioni, che utilizza la scansione progressiva per una riproduzione fluida e omogenea di soggetti in movimento e che permette una sorveglianza continua 24h/24h grazie alla sua elevatissima sensibilità (0,08 lux in modalità b/n con obiettivo F1.4) e alla possibilità di commutazione automatica dalla modalità a colori a quella in b/n al variare delle condizioni di illuminazione. Inoltre, l innovativa compressione H.264 presente a bordo consente di ridurre l occupazione di banda in rete e, al contempo, inviare stream in tempo reale (25 fps) in risoluzione 1280x960 (1.3 megapixel). Le sue immagini JPEG da 2.048x1.536 pixel coprono un area dieci volte superiore a quella catturata dalle immagini JPEG VGA (640 x 480) solitamente proposte, mentre la funzionalità di guadagno elettronico permette di aumentare fino a 32 volte il già elevatissimo valore di sensibilità. Il motore di compressione presente all interno permette inoltre l output simultaneo di flussi JEPG;MPEG-4 o H.264 (Tri Streaming), al fine di diversificare gli stream dedicati alla registrazione da quelli destinati alla visione Ulteriori caratteristiche peculiari della Network Camera prescelta sono: Commutazione Day/Night per 24 ore di sorveglianza continua: Quando diminuisce l illuminazione nell area circostante, la telecamera passa automaticamente al modo bianco e nero. Successivamente, quando l illuminazione aumenta di nuovo, torna al modo a colori, svolgendo una sorveglianza continua, 24 ore su 24. Illuminazione minima fino a 0,08 lux (modo B/N, con obiettivo F1.4): Utilizzando l obiettivo F1.4 opzionale, il modo a colori cattura immagini brillanti anche se vi è solo 1.0 lux di illuminazione. Nel modo in bianco e nero l illuminazione può scendere a 0,08 lux. La sensibilità può essere aumentata elettronicamente fino a 32x. Stabilizzatore di immagine automatico per ridurre le sfocature:lo Stabilizzatore di Immagine Automatico compensa automaticamente le oscillazioni della telecamera provocate da forte vento o dal passaggio di treni e veicoli pesanti, mantenendo le immagini limpide e facili da vedere. Back Focus Automatico per una messa a fuoco perfetta 24 ore al giorno: È una funzione che regola la posizione del CCD della telecamera, durante la commutazione al modo Bianco e Nero, mantenendo nitida e accurata la messa a fuoco. L Auto Focus, one-push, evita di dover regolare la messa a fuoco manualmente durante l installazione. Il fuoco può essere regolato a distanza, utilizzando il menu di setup o una tastiera opzionale. Rilevazione del Cambio di Scena: segnala interferenze all attività della telecamera. Verrà inviato un allarme tutte le volte che la telecamera viene occlusa o manomessa (es: coperta da un panno, dipinta con uno spray, spostata dalla sua inquadratura, privata dell obiettivo, ecc.) Motion Detector: avvisa dei movimenti nell area sotto sorveglianza. E possibile programmare fino a 4 aree, sensibilità e direzione. Quando viene rilevato un movimento è trasmesso un segnale di allarme. Fino a 8 zone mascherabili per la privacy: Se l area sotto sorveglianza comprende aree private, è possibile nascondere fino ad 8 zone sull immagine. Audio: Ogni telecamera è in grado di veicolare l audio in maniera bidirezionale full duplex tramite la rete, secondo lo Standard ITU-T G.726 6

7 Slot per SD Memory Card: Se si verifica un crash di rete, le telecamere possono salvare automaticamente le immagini di sorveglianza su SD Memory Card (opzionale), consentendovi di controllare le immagini catturate mentre la rete non funzionava. Consente la gestione anche di memoria SD-HC (capacità massima attuale 32GB) Notifica di allarme su Gli allarmi possono essere notificati a 4 indirizzi di . Il soggetto dei messaggi può essere lungo fino a 50 caratteri. Il corpo del messaggio può contenere fino a 200 caratteri. Attivazione con dispositivo esterno: I segnali trasmessi in uscita dal connettore di allarme, posto sul lato posteriore della telecamera, possono essere utilizzati per attivare luci, cicalini o altri dispositivi esterni. Invio al server FTP: Le immagini JPEG possono essere inoltrate ad un server FTP indicato ( fotogrammi, refresh rate 0,1-1fps). Trasmissione automatica dell allarme: I segnali di allarme possono essere trasmessi automaticamente al Network Disk Recorder, ad esempio per commutarlo su un frame rate più elevato. Funzione di rilevamento volto (Face detection): si tratta di funzione che rileva la presenza di volti all interno della scena, inviando poi l informazione della posizione in formato XML. Tale dato può poi essere gestito o in fase di ricerca delle immagine per velocizzare tale attività, o da sistemi di terze parti per creare sistemi di ricerca ad hoc. Gestione degli accessi autorizzati: E possibile autorizzare l accesso a 8 host IP e restringere i permessi a 14 utenti, identificati con nome e password. Ogni host o utente può accedere a 3 diversi livelli: o Administrator: accesso a tutte le operazioni e impostazioni o Camera Control: accesso alla visione di immagini e al controllo delle telecamere o Live only: accesso alla sola visione delle immagini. Si riassumono per maggior facilità di lettura i principali parametri relativi alle telecamere prescelte: Sensore CCD da 1/3" interline transfer. Risoluzione : 2.048x1536 pixel max Illuminazione Minima :1 lux a colori, 0,06 lux in b/n, a F1.4. Rapporto segnale rumore 50dB. Digital motion detector, face detector. Setup menu visualizzabile in Italiano Interfaccia di rete: 10 Base T/100 Base TX Codifica: H.264, MPEG-4/JPEG Risoluzioni (H.264, JPEG, MPEG-4): 640x480 (MPEG-4), 1.280x960 (H.264,JPEG); 2.048x1536 (JPEG) Frame rate Massimo: 25fps Protocolli supportati: TCP/IP, UDP/IP, http, FTP, SMTP, DHCP, DNS, DDNS, NTP, SNMP. Peso max: 500g Per l utilizzo in esterno, le telecamere dovranno essere inserite in custodie aventi le seguenti caratteristiche minime: Custodia stagna di medie dimensioni realizzata interamente in alluminio Grado di protezione IP66 7

8 Alimentazione PoE o 12VDC La telecamera deve essere dotata di funzionalità Day/Night che le rende in grado di commutare meccanicamente dalla modalità a colori a quella B/N (sensibilità IR), generando automaticamente un comando di regolazione della posizione del CCD per ottenere una precisa messa a fuoco in ogni condizione di funzionamento. La tecnologia di ABF (Automatic Back Focus) presente a bordo garantisce in tal modo di avere sempre immagini chiare 24 ore su 24, in qualsiasi situazione ambientale e, peculiarità di questo prodotto, tale meccanismo permette di inviare tale comando manualmente da remoto in qualsiasi momento si rilevasse una non perfetta messa a fuoco della telecamera 8

9 Art. 4: Telecamere brandeggiabili Speed Dome da esterno, protezione IP66 Le telecamere brandeggiabili dovranno possedere le seguenti caratteristiche: digitale DSP con elemento di ripresa CCD da ¼, che incorpora una custodia a prova di intemperie, una base pan-tilt con rotazione di 360 high-speeed e un ottica con zoom 30x (3,8-114 mm). Le Speed Dome in oggetto dovranno essere compatibili con le caratteristiche IP66 (standard IEC60529); La ventola e il riscaldatore incorporati nella custodia garantiscono l operatività da 40 C a + 50 C., mentre lo schermo incorporato permette di esporre le telecamere a luce solare diretta. Per una sorveglianza ottimale sia di giorno che di notte, quando scende il buio la telecamera passerà automaticamente alla modalità Bianco e Nero, per avere una maggiore sensibilità, per poi ritornare automaticamente al modo a colori non appena le condizioni di luminosità lo consentono. In queste condizioni l illuminazione minima richiesta è di 0,5 lux nel modo a colori e di 0,04 lux nel modo in bianco e nero. Lo zoom ottico 30x, unito allo zoom digitale 10x, consente di arrivare fino a 300 ingrandimenti al fine di ingrandire soggetti lontani e di identificarli con precisione. Le telecamere dovranno essere dotate di chip di controllo, motore DC brushless e microprocessore con profilo di velocità ottimizzato fal fine di fornire un controllo super preciso del brandeggio orizzontale, pari a max 0,065 /sec. Il motore di compressione presente all interno della telecamera dovrà permettere l output simultaneo di flussi MPEG-4 e JPEG, al fine di diversificare gli stream dedicati alla registrazione da quelli destinati visione. Le immagini possono essere immagazzinate a bordo della SD card che la telecamera permette di gestire. In questo modo diventa possibile sopperire a eventuali fault della rete effettuando il back-up sulla SD stessa. La telecamera supporta anche l invio degli stream in modalità multi cast, che consente di risparmiare banda occupata in tutte quelle situazioni in cui le immagini vengono richieste da più utenti contemporaneamente. Di seguito si riassumono le principali caratteristiche della Speed Dome: - Risoluzione 540 linee colore e 570 linee B/N - Sensibilità di 0,5 Lux a Colori e 0,04 Lux in B/N - S/N 50 db - CCD da ¼ interline transfer - Gestione automatica dello shutter elettronico (ELC) fino ad 1/ Controllo automatico del bianco con sistema ATW - Funzione Auto Image Stabilizer, in grado di eliminare le vibrazioni prodotte per esempio dal vento o dal passagio di veicoli pesanti. - Miglioramento della definizione d immagine tramite selezione dello Sharp/Soft - Temperatura di esercizio: -40 C ~ +50 C - Umidità di esercizio: 90% Max - Protezione IP66 secondo standard IEC Peso max: 5 Kg - Finiture: Alluminio pressofuso - Ottica: 30x,lunghezza focale 3,8 mm 114 mm - Rotazione orizzontale: continua Inclinazione verticale: ~ 5 ~ 185 9

10 Art. 5: WorkStation di gestione La Sala di controllo dovrà possedere le seguenti caratteristiche e funzionalità: deve essere progettata in modo tale da consentire all Operatore principale di avere il completo controllo dell impianto tramite l utilizzo di un software di gestione e configurazione installato a bordo di una Postazione Operatore opportunamente dimensionata. Si richiede, quindi, la fornitura di una Workstation con pre-installato un opportuno software di gestione in grado di garantire, a titolo esemplificativo e non esaustivo, le seguenti prestazioni minime: la visualizzazione live di tutte le telecamere collegate il play-back delle immagini registrate di tutte le telecamere la configurazione dei principali parametri relativi al videoregistratore stesso (es. settaggio fps, risoluzione, algoritmo di compressione, brandeggio telecamere Speed-Dome), visualizzazioni multiscreen a 4,9,16 telecamere possibilità di scaricare direttamente immagini su CD/DVD per la consegna delle stesse alle forze dell ordine almeno 32 utenti registrabili con 5 livelli di password fino a 400 gruppi di visione di immagini in multiscreen programmabili fino a 10 sequenze da 64 passi ognuna impostabili e richiamabili dall operatore fino a 50 mappe grafiche registrabili con 64 camere ognuna richiamabili manualmente od automaticamente su allarme. disponibilità di Log di allarme (max voci), log degli errori, log degli accessi e della rete. fino a 24 allarmi gestibili contemporaneamente in un secondo. gestione remota totale dei registratori o tramite mouse o tramite tastiera opzionale gestione fino a un massimo di 3 monitor collegati al PC per visone live, mappe grafiche, allarmi e multiscreen. download delle immagini automatico, manuale o su allarme. notifica dell allarme con messaggio pop-up, avviso acustico, collegamento automatico alla telecamera che ha generato l allarme. Al fine di garantire all operatore la massima facilità d uso unito ad un completo controllo dell impianto, il software dovrà inoltre essere in grado di gestire contemporaneamente fino a tre monitor collegati alla medesima Workstation, aventi le seguenti precise funzionalità: o N. 1 monitor per visualizzazioni live/multischermo o N. 1 monitor operatore per la configurazione del sistema o N. 1 monitor dedicato alla visualizzazione delle mappe grafiche Per poter assicurare un adeguata capacità di processing e di effettuare contemporaneamente tutte le attività di visualizzazione/playback/download che possono venir richieste dall operatore, la Workstation dovrà rispettare i seguenti requisiti minimi: Sistema Operativo: Microsoft Windows XP Professional Lingua: Inglese/Italiano Computer: IBM PC/AT Compatibile CPU: Pentium Core 2 Duo 2.4 GHz (Pentium GHz minimo) Memoria: 4 GB Memoria Video: VRAM 128 MB o più (64 MB minimo), compatibile con DirectX9.0c 10

11 CD-ROM N.4 Porte USB Hard Disk necessario: 1 TB Monitor: 1024 x 768 pixels (1 280 x pixels raccomandati), 24-bit True color Interfaccia: 100/1000 Mbps Web browser: Microsoft Internet Explorer 6.0 SP2 11

12 Art. 6: Componenti di trasmissione Wirless 6.a) Requisiti dei dispositivi di nodo (Access Point / Bridge / Mesh) utilizzati per la costruzione della rete sulle bande radio liberalizzate (componente di raggruppamento e di trasporto). Generali: Certificazione di notifica dell apparato ai sensi della Direttiva 1999/05/CE e omologazione da parte del Ministero delle Comunicazioni; Per tutte le componenti: rispondenza a norme e/o raccomandazioni relative all'interoperabilità trasmissiva emesse da organismi di standardizzazione e/o provata interoperabilità con apparecchiature di terze parti; Aderenza almeno alle seguenti normative tecniche: o Sicurezza Elettrica: EU EN , EN Lato Radio: o Protezione da Scarica: EU EN , EN o Compatibilità EM: EU ETSI EN / -17 o Radio: EN , EN o Normativa RoHS o Antenne a 5 GHz certificate ETSI e RoHS compliant o Antenne a 2.4 GHz conformi a RoHS compliant Utilizzo di frequenze di libero uso; Possibilità di configurare sulla medesima radio il funzionamento nella banda di frequenze Wi-Fi 2,4 2,483 Ghz con tecniche RadioLan o nella banda di frequenze 5,470 5,725 Mhz con tecniche HiperLan così come definito e normato dal Piano Nazionale di Gestione delle frequenze relativo al D.M. dell'8 luglio 2002 così come modificato dal Decreto del Ministero delle Comunicazioni del 20 febbraio 2003; Possibilità di operare con canalizzazioni RF ETSI 40, 20, 10 e 5 MHz; Architettura basata su slot mini PCI in numero superiore o uguale a 2 per supporto sviluppi futuri (MI- MO, WiMAX, etc.); Possibilità di avere in un unico dispositivo un numero di sezioni radio sino a 4 completamente indipendenti e configurabili in maniera indipendente all interno dell apparato; Connettori per la sezione radio tipo N (Female) per connessione di antenne esterne, un connettore distinto per ogni radio presente all interno del singolo dispositivo; Supporto e gestione dei protocolli IEEE b/g/a/h settabili in maniera univoca e indipendente per ogni radio presente all interno del singolo dispositivo, interoperabile con altre apparecchiature di altri produttori aderenti a detti standard; Possibilità di modulazione tipo OFDM settabile da BPSK a 64QAM con possibilità di operare anche in condizioni di NLOS; Presenza delle seguenti funzionalità (obbligatorie in Italia): o TPC (Transmit Power Control), per un controllo automatico della potenza per limitare l effetto di interferenza su altri sistemi radio analoghi essendo sistemi di utilizzo collettivo; o DFS (Dynamic Frequency Selection), per una selezione dinamica della frequenza radio operativa al fine di non creare interferenza su altri sistemi radio presenti; Possibilità per ogni singola radio di essere configurata nelle funzionalità Bridge/Access Point/Mesh; Supporto dello standard d (Country Roaming); 12

13 Supporto di un protocollo tipo Dynamic Turbo o Turbo 108 da 108 Mbps, se utilizzabile in situazioni conformi alle normative vigenti; Supporto di un protocollo tipo XR Extended range con diverse canalizzazioni in frequenza, se utilizzabile in situazioni conformi alle normative vigenti; Misura vera del livello di rumore a Radiofrequenza per l indicazione del valore di SNR reale. Funzionalità di tipo generale Interfacce lato rete LAN di tipo 10/100BaseTX Fast-Ethernet con Auto-sensing & Auto MDI / MDI-X con gestione protocolli STP/RSTP 802.1d; DHCP Server/Relay/Client; Supporto della QoS & CoS tramite protocollo radio IEEE e Standard (WMM) con estensione EDCA (particolarmente orientata al VoIP e streaming Video), ETH/LAN IEEE 802.1p Standard, con BW Manager Layer3-Layer4; QoS Mutation Table per ogni interfcaccia; Meccanismi di QoS realizzati in hardware con l implementazione di 4 code fisiche distinte per i vari servizi da trasportare, sia lato rete che lato wireless; Implementazione della QoS e del VMM con capacità di gestire chiamate VoIP concorrenti multiple con una contemporaneità maggiore o uguale a 50 chiamate per ogni settore radio, in presenza di traffico dati a priorità diverse, e con un R-factor risultante maggiore o uguale a 80; Supporto dei Jumbo Frame con MTU sino a 2290 bytes sia lato wireless che lato LAN; Bandwith Manager avanzato controllabile tramite attribute RADIUS WISPr, capace di impostare limitazioni di banda anche a Client conformi allo standard di base come (lista non esaustiva ma esemplificativa): Notebook Centrino, PDA, etc. (draft dello standard proposto dallo IEEE); Attributi RADIUS avanzati per una semplice implementazione dell Accounting e del Billing Pre-Pagato e Post-Pagato; Capacità di gestire le VLAN QinQ multiple (con nesting maggiore o uguale a 3); Completa virtualizzazione della funzione di Access Point con la possibilità di creare sino ad 8 Virtual Access Point completamente parametrizzati tranne il canale radio che dovrà essere il medesimo) e dotati di parametri indipendenti l uno dall altro con differenziazione a livello di Burst Radio; Supporto protocolli VLAN & VPN, VLAN Transparent o Tagging Standard IEEE 802.1q, VPN Transparent (Pass-Through), supporto del protocollo di nesting delle VLAN (QinQ); Routing & Meshing, Firewall & NAT, Static IP Router, RIP, OSPF, BGP-4, IS-IS, OLSR e Policy Router; Agente avanzato SNMP V1, V2 e SNMP V3 integrato; possibilità di realizzare link PTP in configurazione 1+1 o 2+0 con una singola macchina per tratta radio; Supporto della funzionalità di roaming (802.11d) e handover (protocollo IAPP, 802.1f) su tutte le bande radio gestibili; disponibilità di un tool integrato NetPerf e IPerf per il Performance Metering, Status Resource Monitoring e Syslog service; Sistema operativo basato su piattaforma aperta Linux personalizzabile; Disponibilità alla integrazione dei principali sottosistemi per l abilitazione delle funzioni di Tracciabilità Legale delle Connessioni/Sessioni TCP-IP di qualsiasi tipo, e per l eventuale Lawful Inspection & Service Fork (duplicazione di uno o più flussi di traffico TCP-IP per fini di Intercettazione/Registrazione Legale come richiedibile dai Ministeri competenti); Funzionalità specifiche sulla sicurezza: Secondo Watch-Dog hardware con possibilità di swap del Sistema Operativo in caso di blocco macchina; 13

14 Supporto protocolli di sicurezza, criptazione e autenticazione tramite Multiple ESSID, Static WEP 64/128/152 e chiavi di lunghezza Non-Standard, Dynamic WEP, WPA/WPA2 con AES-PSK/AES-EAP e TKIP-PSK/TKIP-EAP con chiave sino a 256 bit, IEEE 802.1X Relay, PPPoE Relay, MAC Filtering, Hide SSID; Capacità di gestire un autenticazione multipla concorrente WPA/WPA2 con Pre-Shared Key o Radius AAA su multipli Virtual Access Point attivi su settori diversi dello stesso dispositivo multi-radio; Supporto della cifratura in Hardware per non andare a detrimento delle prestazioni generali; Disponibilità di firewall avanzato; Supporto del protocollo radius per l'autenticazione, l'autorizzazione e l'accounting degli utenti di rete, con possibilità di gestire un server radius di backup; Supporto del protocollo 802.1X con chiave WEP dinamica; Gestione remota Aggiornamento firmware/software; Gestione, upload e download della configurazione; Supporto protocollo SSH, Telnet, SNMP, http e CLI; Possibilità di aggiornare il firmware della macchina e di eseguire backup e restore; Funzionalità di gestione sicura del dispositivo con la possibilità di effettuare il management su VLAN dedicate ed isolate accessibile solamente da predefiniti indirizzi IP sicuri. Gestione locale: Gestione locale attraverso porta di console (seriale o ethernet); Aggiornamento firmware/software; Gestione, upload e download della configurazione; Supporto protocollo SSH, Telnet, SNMP, http e CLI; Possibilità di aggiornare il firmware della macchina e di eseguire backup e restore; Funzionalità di gestione sicura del dispositivo con la possibilità di effettuare il management su VLAN dedicate ed isolate accessibile solamente da predefiniti indirizzi IP sicuri. Fisici: Tipologia installativa IDU-ODU con telealimentazione POE su cavo FTP 802.3af compliant su ogni porta ethernet; Outdoor Unit Classe IP68 con corpo macchina in metallo; Connessioni su corpo macchina realizzate con connettori IP68 e classe di protezione con connessione dei connettori e cablaggio dei cavi IP67; Range temperatura operativa della ODU da -30 C a +60 C con garanzia cold start a -20 C; Temperatura operativa della IDU da 0 C a +40 C; Temperatura di stoccaggio apparati da -40 C a +85 C; Presenza di RTC con batteria tampone per la sincronizzazione dei file di log in reti complesse; Dispositivo di protezione delle porte LAN tramite scaricatore a gas con capacità di protezione di almeno 20 ka. 6.b) Requisiti dei dispositivi Client (CPE) utilizzati per la costruzione della rete sulle bande radio libe- 14

15 Generali: ralizzate e per l accesso alle stesse Certificazione di notifica dell apparato ai sensi della Direttiva 1999/05/CE e omologazione da parte del Ministero delle Comunicazioni; Per tutte le componenti: rispondenza a norme e/o raccomandazioni relative all'interoperabilità trasmissiva emesse da organismi di standardizzazione e/o provata interoperabilità con apparecchiature di terze parti; Aderenza almeno alle seguenti normative tecniche: o Sicurezza Elettrica: EU EN o Compatibilità EM: EU ETSI EN / -17 o Radio: EN , EN o Normativa RoHS o Antenne a 5 GHz certificate ETSI e RoHS compliant o Antenne a 2.4 GHz conformi a RoHS compliant Lato Radio: Utilizzo di frequenze di libero uso; Possibilità di configurare sulla medesima radio il funzionamento nella banda di frequenze Wi-Fi 2,4 2,483 Ghz con tecniche RadioLan o nella banda di frequenze 5,470 5,725 Mhz con tecniche HiperLan (ad eccezione dei modelli con antenna integrata mono-banda) così come definito e normato dal Piano Nazionale di Gestione delle frequenze relativo al D.M. dell'8 luglio 2002 così come modificato dal Decreto del Ministero delle Comunicazioni del 20 febbraio 2003; Possibilità di operare con canalizzazioni RF ETSI 40, 20, 10 e 5 MHz; Architettura basata su slot mini PCI per flessibilità di riparazione ed evoluzione del prodotto; Disponibilità di soluzioni sia con antenna integrata che con antenna detached con connettore per la sezione radio di tipo SMA a tenuta per applicazioni per l esterno per connessione di antenne esterne; Supporto e gestione dei protocolli IEEE b/g/a/h settabili sul medesimo modulo radio con possibilità di ricorrere a soluzioni completamente programmabili anche nel caso di antenna integrata (antenna Dual Band), interoperabile con altre apparecchiature di altri produttori aderenti a detti standard; Sezione radio completamente configurabile con possibilità di modulazione tipo OFDM settabile da BPSK a 64QAM con possibilità di operare anche in condizioni di NLOS; Presenza delle seguenti funzionalità (obbligatorie in Italia): o TPC (Transmit Power Control), per un controllo automatico della potenza per limitare l effetto di interferenza su altri sistemi radio analoghi essendo sistemi di utilizzo collettivo; o DFS (Dynamic Frequency Selection), per una selezione dinamica della frequenza radio operativa al fine di non creare interferenza su altri sistemi radio presenti; Supporto delle wireless VLAN con diversi SSID; Supporto dello standard d (Country Roaming); Supporto di un protocollo tipo Dynamic Turbo o Turbo 108 da 108 Mbps, se utilizzabile in situazioni conformi alle normative vigenti; Supporto di un protocollo tipo XR Extended range con diverse canalizzazioni in frequenza, se utilizzabile in situazioni conformi alle normative vigenti; Misura vera del livello di rumore a Radiofrequenza per l indicazione del valore di SNR reale. 15

16 Funzionalità di tipo generale Interfaccia lato rete LAN di tipo 10/100BaseTX Fast-Ethernet con Auto-sensing & Auto MDI / MDI-X; DHCP Server/Relay/Client; Supporto della QoS & CoS tramite protocollo radio IEEE e Standard (WMM) con estensione EDCA (particolarmente orientata al VoIP e streaming Video), ETH/LAN IEEE 802.1p Standard, con BW Manager Layer3-Layer4; QoS Mutation Table per ogni interfcaccia; Meccanismi di QoS realizzati in hardware con l implementazione di 4 code fisiche distinte lato radio e 2 code fisiche distinte lato LAN, per i vari servizi da trasportare; Implementazione della QoS e del VMM con capacità di gestire chiamate VoIP concorrenti multiple in presenza di traffico dati a priorità diverse; Supporto dei Jumbo Frame con MTU sino a 2290 bytes lato wireless e sino a 1530 bytes lato LAN; Bandwith Manager avanzato controllabile tramite attributi RADIUS WISPr (draft dello standard proposto dallo IEEE); Attributi RADIUS avanzati per una semplice implementazione dell Accounting e del Billing Pre-Pagato e Post-Pagato; Capacità di gestire le VLAN QinQ multiple (con nesting maggiore o uguale a 3); Supporto protocolli VLAN & VPN, VLAN Transparent o Tagging Standard IEEE 802.1q, VPN Transparent (Pass-Through), supporto del protocollo di nesting delle VLAN (QinQ); Routing & Meshing, Firewall & NAT, Static IP Router, RIP, OSPF e Policy Router; Agente avanzato SNMP V1, V2 e SNMP V3 integrato; Supporto della funzionalità di roaming (802.11d) e handover (protocollo IAPP, 802.1f) su tutte le bande radio gestibili; disponibilità di un tool integrato NetPerf e IPerf per il Performance Metering e Syslog service; Sistema operativo basato su piattaforma aperta Linux. Funzionalità specifiche sulla sicurezza: Supporto protocolli di sicurezza, criptazione e autenticazione tramite Multiple ESSID, Static WEP 64/128/152 e chiavi di lunghezza Non-Standard, Dynamic WEP, WPA/WPA2 con AES-PSK/AES-EAP e TKIP-PSK/TKIP-EAP con chiave sino a 256 bit, IEEE 802.1X Client Relay, PPPoE Client Relay, MAC Filtering, Hide SSID; Supporto della cifratura in Hardware per non andare a detrimento delle prestazioni generali; Disponibilità di firewall avanzato; Gestione remota (sia lato wired che lato wireless): Aggiornamento firmware/software; Gestione, upload e download della configurazione; Supporto protocollo SSH, Telnet, SNMP, http e CLI; Possibilità di aggiornare il firmware della macchina e di eseguire backup e restore; Funzionalità di gestione sicura del dispositivo con la possibilità di effettuare il management su VLAN dedicate ed isolate accessibile solamente da predefiniti indirizzi IP sicuri. Gestione locale: 16

17 Gestione locale attraverso porta di console (porta ethernet); Aggiornamento firmware/software; Gestione, upload e download della configurazione; Supporto protocollo SSH, Telnet, SNMP, http e CLI; Funzionalità di gestione sicura del dispositivo con la possibilità di effettuare il management su VLAN dedicate ed isolate accessibile solamente da predefiniti indirizzi IP sicuri. Fisici: Tipologia installativa IDU-ODU con telealimentazione POE su cavo FTP 802.3af compliant su ogni porta ethernet; Outdoor Unit Classe IP67 con corpo macchina in metallo o in nylon-fibra di vetro con garanzia di alta resistenza in campo nei confronti degli agenti atmosferici nel tempo,; Temperatura operativa della ODU almeno sino a +55 C con garanzia cold start a -20 C; Temperatura operativa della IDU da 0 C a +40 C; Temperatura di stoccaggio apparati da -40 C a +85 C; 17

18 6.c) Analisi Tratte Radio Sono state analizzate le tratte radio dei punti maggiormente sfavoriti rappresentati dalle postazioni di videoripresa previste nell area Palazzetto dello Sport e nell Area Mercato via S. Paolo. Per quanto concerne la telecamera prevista nell Area Palazzetto dello Sport, la distanza dal Ripetitore collocato nel Parco taglia Villa risulta 870 metri con una variazione di altitudine di 8,0 m e con le seguenti caratteristiche: Azimut Nord geografico = 333,8, Azimut Nord magnetico = 331,4, Angolo di elevazione = - 0,5057 il modo di propagazione è vista ottica, minimo spazio libero 2,1F1 a 0,2km la frequenza media è 5597,500 MHz Spazio libero = 106,1 db, Ostruzione = -1,7 db, Urbano 0,0 db,,foresta = 0,0 db, Statistiche = 6,5 db le perdite di propagazione totali sono 110,9 db la ricezione peggiore è 39,5 db oltre il segnale richiesto necessario nel 70 % delle situazioni. Per quanto concerne la telecamera prevista nell Area Mercato via S. Paolo, la distanza dal Ripetitore collocato nella struttura sportiva V. Papa risulta 320 metri con una variazione di altitudine di 2,8 m e con le seguenti caratteristiche: Azimut Nord geografico = 315,6, Azimut Nord magnetico = 313,1, Angolo di elevazione = - 0,1376 il modo di propagazione è vista ottica, minimo spazio libero 5,2F1 a 0,2km la frequenza media è 5597,500 MHz spazio libero = 97,6 db, Ostruzione = -4,2 db, Urbano 0,0 db,,foresta = 0,0 db,,statistiche = 6,4 db le perdite di propagazione totali sono 99,9 db la ricezione peggiore è 40,9 db oltre il segnale richiesto necessario nel 70% delle situazioni. Per quanto concerne il trasferimento di segnale dal Ripetitore collocato nel Parco Taglia fino alla Control Room disposta nella Casa Comunale in P.zza Garibaldi, la distanza risulta 790 metri con una variazione di altitudine di 3,0 m e con le seguenti caratteristiche: Azimut Nord geografico = 43,1, Azimut Nord magnetico = 40,7, Angolo di elevazione = - 0,2886 il modo di propagazione è vista ottica, minimo spazio libero 2,8F1 a 0,4km la frequenza media è 5597,500 MHz spazio libero = 105,3 db, Ostruzione = 8,6 db, Urbano 0,0 db,,foresta = 0,0 db,,statistiche = 6,5 db le perdite di propagazione totali sono 120,4 db la ricezione peggiore è 34,6 db oltre il segnale richiesto necessario nel 70% delle situazioni. Per quanto concerne il trasferimento di segnale dal Ripetitore collocato nella struttura sportiva V. Papa fino alla Control Room disposta nella Casa Comunale in P.zza Garibaldi, la distanza risulta 450 metri con una variazione di altitudine di 3,0 m e con le seguenti caratteristiche: Azimut Nord geografico = 273,9, Azimut Nord magnetico = 271,5, Angolo di elevazione = 0,2392 il modo di propagazione è vista ottica, minimo spazio libero 4,0F1 a 0,3km la frequenza media è 5597,500 MHz spazio libero = 100,4 db, Ostruzione = 10,8 db, Urbano 0,0 db,,foresta = 0,0 db,,statistiche = 6,4 db le perdite di propagazione totali sono 117,6 db la ricezione peggiore è 37,4 db oltre il segnale richiesto necessario nel 70,000% delle situazioni. 18

19 19

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64

Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 Le telecamere Installate verranno connesse ad Unità di elaborazione multiplexer per la gestione e la verifica di gruppi omogenei di 4-8-16-32-48-64 telecamere. I sistemi di acquisizione ed archiviazione

Dettagli

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai Articolo Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai INDICE Introduzione 3 Dieci cose che il vostro fornitore

Dettagli

Access point wireless Cisco Small Business serie 500

Access point wireless Cisco Small Business serie 500 Scheda tecnica Access point wireless Cisco Small Business serie 500 Connettività Wireless-N, prestazioni elevate, implementazione semplice e affidabilità di livello aziendale Caratteristiche principali

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme.

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme. Guida operatore del registratore TruVision Vista Live Sull immagine live dello schermo vengono visualizzati laa data e l ora corrente, il nome della telecamera e viene indicato se è in corso la registrazione.

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Guida tecnica alla tecnologia video di rete.

Guida tecnica alla tecnologia video di rete. Guida tecnica alla tecnologia video di rete. Tecnologie e fattori da valutare per sviluppare con successo applicazioni di sorveglianza E di monitoraggio remoto basate su IP. 2 Guida tecnica di Axis alla

Dettagli

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis 2 Intervento immediato con Bosch Intelligent Video Analysis Indipendentemente da quante telecamere il sistema utilizza, la sorveglianza

Dettagli

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows Progettare network AirPort con Utility AirPort Mac OS X v10.5 + Windows 1 Indice Capitolo 1 3 Introduzione a AirPort 5 Configurare un dispositivo wireless Apple per l accesso a Internet tramite Utility

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Guida alle impostazioni generali

Guida alle impostazioni generali Istruzioni per l uso Guida alle impostazioni generali 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Collegamento della macchina Impostazioni di sistema Impostazioni Copiatrice/Document server Impostazioni fax Impostazioni Stampante

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro

Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro Sistemi digitali per l ufficio sempre più efficienti e facili da usare Ottenere massima efficienza ed elevata professionalità, pur mantenendo

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Sicurezza delle reti wireless Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Concetti di base IEEE 802.11: famiglia di standard tra cui: 802.11a, b, g: physical e max data rate spec. 802.11e: QoS (traffic

Dettagli

Caratteristiche. Camcorder Full HD 3D/2D compatto con sensori CMOS Exmor R da 1/4" e software di editing Vegas. www.pro.sony.

Caratteristiche. Camcorder Full HD 3D/2D compatto con sensori CMOS Exmor R da 1/4 e software di editing Vegas. www.pro.sony. Camcorder Full HD 3D/2D compatto con sensori CMOS Exmor R da 1/4" e software di editing Vegas Pro* Operazioni versatili per registrazioni Full HD 3D e 2D professionali HXR-NX3D1E è un camcorder professionale

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

ivms-4200 Client Software Manuale Utente Hangzhou Hikvision Digital Technology Co., Ltd.

ivms-4200 Client Software Manuale Utente Hangzhou Hikvision Digital Technology Co., Ltd. ivms-4200 Client Software Manuale Utente Hangzhou Hikvision Digital Technology Co., Ltd. Manuale utente del Client software ivms-4200 Informazioni Le informazioni contenute in questo documento sono soggette

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intel igente per control are i punti vendita: sorveglianza IP

DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intel igente per control are i punti vendita: sorveglianza IP DOCUMENTO TECNICO Un sistema più intelligente per controllare i punti vendita: sorveglianza IP Guida descrittiva dei vantaggi dei sistemi di gestione e di sorveglianza IP per i responsabili dei punti vendita

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

PROVE POWERLINE. Cablaggio di rete:

PROVE POWERLINE. Cablaggio di rete: Di Simone Zanardi Cablaggio di rete: offre la casa La tecnologia Powerline consente di sfruttare l impianto elettrico domestico per collegamenti Ethernet; un alternativa alla posa dei cavi Utp e alle soluzioni

Dettagli

CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web

CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web Attenzione!! Rif. Rev. 2.2 www.cws32.it Questa presentazione non sostituisce il manuale operativo del prodotto, in quanto

Dettagli

TELECAMERA SUBACQUEA MINI DV RD31 DIVERS

TELECAMERA SUBACQUEA MINI DV RD31 DIVERS www.gmshopping.it TELECAMERA SUBACQUEA MINI DV RD31 DIVERS MANUALE UTENTE Questo documento è di proprietà di Ciro Fusco ( Cfu 2010 ) e protetto dalle leggi italiane sul diritto d autore (L. 633 del 22/04/1941

Dettagli

MANUALE D USO. Modem ADSL/FIBRA

MANUALE D USO. Modem ADSL/FIBRA MANUALE D USO Modem ADSL/FIBRA Copyright 2014 Telecom Italia S.p.A.. Tutti i diritti sono riservati. Questo documento contiene informazioni confidenziali e di proprietà Telecom Italia S.p.A.. Nessuna parte

Dettagli

Telecamera IP Wireless/Wired. Manuale d uso

Telecamera IP Wireless/Wired. Manuale d uso Telecamera IP Wireless/Wired VISIONE NOTTURNA & ROTAZIONE PAN/TILT DA REMOTO Manuale d uso Contenuto 1 BENVENUTO...-1-1.1 Caratteristiche...-1-1.2 Lista prodotti...-2-1.3 Presentazione prodotto...-2-1.3.1

Dettagli

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Easy-TO è il software professionale per il Tour Operator moderno. Progettato e distribuito in Italia e all estero da Travel Software srl (Milano), un partner

Dettagli

EPICENTRO. Software Manual

EPICENTRO. Software Manual EPICENTRO Software Manual Copyright 2013 ADB Broadband S.p.A. Tutti i diritti riservati. Questo documento contiene informazioni confidenziali e di proprietà di ADB. Nessuna parte di questo documento può

Dettagli

La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l.

La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l. La gestione integrata della sicurezza in Agenzia ANSA: dal firewalling all'utm Michelangelo Uberti, Sales Engineer Babel S.r.l. Babel S.r.l. - P.zza S. Benedetto da Norcia 33, 00040 Pomezia (RM) www.babel.it

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese.

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione Promelit ipecs MG. Descrizione del Sistema: L azienda di oggi deve saper anche essere estesa : non confinata in

Dettagli

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento Reti Di cosa parleremo? - Definizione di Rete e Concetti di Base - Tipologie di reti - Tecnologie Wireless - Internet e WWW - Connessioni casalinghe a Internet - Posta elettronica, FTP e Internet Browser

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM Barriera optoelettronica di misurazione LGM Misurare con intelligenza - nuove dei materiali in tutti i mercati La nuova Serie LGM di

Dettagli

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa Cosa è MPLS MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa L idea di base consiste nell associare a ciascun pacchetto un breve identificativo

Dettagli

ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI

ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI GUIDA D INSTALLAZIONE E USO Contenuto della Confezione La confezione Alice Business Gate 2 plus Wi-Fi contiene il seguente

Dettagli

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano AMICO CI SENTO Manuale di istruzioni - Italiano 1. Per iniziare 1.1 Batteria 1.1.1 Installare la batteria Rimuovere il coperchio della batteria. Allineare i contatti dorati della batteria con i relativi

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE UN SISTEMA INTEGRATO COMUNICAZIONE VERSO L ESTERNO Istituti di vigilanza Invio allarmi con protocollo CONTACT ID Comunicatore PSTN Espansione GSM Telefono

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito:

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito: Autore : Giulio Martino IT Security, Network and Voice Manager Technical Writer e Supporter di ISAServer.it www.isaserver.it www.ocsserver.it www.voipexperts.it - blogs.dotnethell.it/isacab giulio.martino@isaserver.it

Dettagli

Guida Utente TD-W8960N. Modem Router ADSL2+ Wireless N 300Mbps 1910010952 REV1.0.0

Guida Utente TD-W8960N. Modem Router ADSL2+ Wireless N 300Mbps 1910010952 REV1.0.0 Guida Utente TD-W8960N Modem Router ADSL2+ Wireless N 300Mbps 1910010952 REV1.0.0 TP-LINK TECHNOLOGIES CO., LTD COPYRIGHT & TRADEMARKS Le specifiche sono soggette a modifiche senza obbligo di preavviso.

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Oscilloscopi serie WaveAce

Oscilloscopi serie WaveAce Oscilloscopi serie WaveAce 60 MHz 300 MHz Il collaudo facile, intelligente ed efficiente GLI STRUMENTI E LE FUNZIONI PER TUTTE LE TUE ESIGENZE DI COLLAUDO CARATTERISTICHE PRINCIPALI Banda analogica da

Dettagli

VIDEOREGISTRATORE DIGITALE STAND ALONE H264 CON 4 8 16 INGRESSI

VIDEOREGISTRATORE DIGITALE STAND ALONE H264 CON 4 8 16 INGRESSI VIDEOREGISTRATORE DIGITALE STAND ALONE H264 CON 4 8 16 INGRESSI ART. SDVR040A SDVR080A SDVR160A Leggere questo manuale prima dell uso e conservarlo per consultazioni future 0 Indice Capitolo 1 - Descrizione

Dettagli

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Sommario Premessa Definizione di VPN Rete Privata Virtuale VPN nel progetto Sa.Sol Desk Configurazione Esempi guidati Scenari futuri Premessa Tante Associazioni

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete FS-1118MFP Guida all'installazione dello scanner di rete Introduzione Informazioni sulla guida Informazioni sul marchio Restrizioni legali sulla scansione Questa guida contiene le istruzioni sull'impostazione

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE > MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE WorkNC V21 multicore 64 bits : Benefici di WorkNC Aumento generale della produttività, grazie alle nuove tecnologie multi-core, 64 bit e Windows 7 Calcolo di

Dettagli

Mai più offline. viprinet. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub

Mai più offline. viprinet. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub viprinet Mai più offline. Multichannel VPN Router Multichannel VPN Hub Adatti per la connettività Internet e reti VPN Site-to-Site Bounding effettivo delle connessioni WAN (fino a sei) Design modulare

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Setup e installazione

Setup e installazione Setup e installazione 2 Prima di muovere i primi passi con Blender e avventurarci nel vasto mondo della computer grafica, dobbiamo assicurarci di disporre di due cose: un computer e Blender. 6 Capitolo

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

spessore m n elem. U.M. peso quantità / U.M. importo Operario qualificato h 5 24,72 123,6 Operario comune h 5 22,32 111,6

spessore m n elem. U.M. peso quantità / U.M. importo Operario qualificato h 5 24,72 123,6 Operario comune h 5 22,32 111,6 Analisi N 1-Speed Doe FullHD (1920x1080), zoo ottico 30x, 5 pollici installazione di tipo pendant da esterno IP66, sensore CMOS 1/2.8 Progressive Scan di tipo Day&Night con filtro IR eccanico, WDR digitale,

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli

Caratteristiche principali

Caratteristiche principali Il regolatore semaforico Hydra nasce nel 1998 per iniziativa di CTS Engineering. Ottenute le necessarie certificazioni, già dalla prima installazione Hydra mostra sicurezza ed affidabilità, dando avvio

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI La caratteristica delle trasmissioni digitali è " tutto o niente ": o il segnale è sufficiente, e quindi si riceve l'immagine, oppure è insufficiente, e allora l'immagine non c'è affatto. Non c'è quel

Dettagli

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT)

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT) Wi-Fi Amantea Il Comune di Amantea offre a cittadini e turisti la connessione gratuita tramite tecnologia wi-fi. Il progetto inserisce Amantea nella rete wi-fi Guglielmo ( www.guglielmo.biz), già attivo

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE Server di stampa multifunzione Ethernet multiprotocollo su scheda e Server di stampa multifunzione Ethernet (IEEE 802.11b/g) senza fili GUIDA DELL UTENTE IN RETE Leggere attentamente questo manuale prima

Dettagli

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Listino Gennaio 2001 pag. 1 Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Profilo aziendale Chi è il Gruppo Queen.it Pag. 2 Listino connettività Listino Connettività RTC Pag. 3 Listino Connettività

Dettagli

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi Il portafoglio VidyoConferencing Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi La qualità HD di Vidyo mi permette di vedere e ascoltare

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

Termometri portatili. Temp 16 RTD Basic. Temp 10 K Basic Per sonde a termocoppia K. Temp 6 Basic

Termometri portatili. Temp 16 RTD Basic. Temp 10 K Basic Per sonde a termocoppia K. Temp 6 Basic Temp 360 Professional Datalogger, per sonde Pt100 RTD - 0,01 C Temp 300 Professional Datalogger, a doppio canale, per sonde a termocoppia K, T, J, B, R, E, S, N Temp 16 RTD Basic Per sonde Pt100 RTD Temp

Dettagli

Controllo industriale SE-609

Controllo industriale SE-609 Controllo industriale SE-609 Controllo e visualizzazione uniti come soluzione per l automazione con comandi mediante touch Controlli industriali all avanguardia per impianti per il trattamento termico

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche

Pollicino Tracking F12 MANUALE UTENTE. 1. F12 Caratteristiche F12 MANUALE UTENTE 1. F12 Caratteristiche Progettato per sopravvivere in condizioni difficili, fornendo regolari ed accurate registrazioni di posizione sfruttando un GPS all avanguardia sulla rete cellulare,

Dettagli

Manuale del fax. Istruzioni per l uso

Manuale del fax. Istruzioni per l uso Istruzioni per l uso Manuale del fax 1 2 3 4 5 6 Trasmissione Impostazioni di invio Ricezione Modifica/Conferma di informazioni di comunicazione Fax via computer Appendice Prima di utilizzare il prodotto

Dettagli