COMUNICAZIONE DEI SISTEMI DI BORDO CON LA INTRANET TRENITALIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNICAZIONE DEI SISTEMI DI BORDO CON LA INTRANET TRENITALIA"

Transcript

1 DIREZIONE INGEGNERIA SICUREZZA E QUALITA DI SISTEMA Viale Spartaco Lavagnini, FIRENZE Identificazione n Esp. 00 Pagina 1 di 12 COMUNICAZIONE DEI SISTEMI DI BORDO CON LA INTRANET TRENITALIA Il presente documento è di proprietà di. Nessuna parte di questo documento può essere riprodotta, memorizzata, trasmessa in qualsiasi forma e/o con qualsiasi mezzo di registrazione salvo approvazione scritta di: TRENITALIA S.p.A. DIREZIONE INGEGNERIA SICUREZZA E QUALITA DI SISTEMA

2

3 INDICE 1 GENERALITA Scopo Campo di applicazione NORME DI RIFERIMENTO DEFINIZIONI E ACRONIMI PROTOCOLLI AMMESSI SERVER DI TRASFERIMENTO DATI PERIFERICI (STP) Requisiti architetturali Requisiti funzionali Requisiti funzionali generali FTP/S server Trasferimento file da bordo verso STP Trasferimento file da STP a bordo Web server Trasferimento dati da STP a server centrale Trasferimento dati da server centrale a STP SERVER DI TRASFERIMENTO DATI GPRS (STG) SERVER APPLICATIVI CENTRALI (SC) NAMING CONVENTION DEL SISTEMA DI BORDO MODALITÀ DI CONNESSIONE Generalità sulle modalità di connessione Connessioni di accesso remoto tramite GPRS-UMTS Connessioni tramite Wireless LAN Priorità delle connessioni ACCESSO AI SERVER TI (STP, STG, SC) Generalità sull accesso ai server TI Accesso ai server di trasferimento dati (STP,STG) Accesso ai server centrali (SC) ACCESSO AL WEB SERVER DI BORDO Codice identificazione: n Esp. 00 Pagina 3 di 12

4 1 GENERALITA 1.1 Scopo La presente specifica definisce le linee guida e i requisiti tecnici necessari per consentire l autenticazione, l autorizzazione e l accesso per lo scambio dati fra i dispositivi mobili installati sui rotabili e la rete informatica di, con l obbiettivo di garantire la sicurezza e l interoperabilità fra i servizi forniti. 1.2 Campo di applicazione La specifica si applica per i servizi di gestione della flotta da parte di TRENITALIA che necessitano di scambiare informazioni con la intranet aziendale. Tali sistemi di gestione sono costituiti dalla comunicazione da bordo a terra e viceversa. Fanno parte delle comunicazioni da bordo a terra le seguenti applicazioni: Scarico a terra dei dati diagnostici; Scarico a terra dei dati giuridici e di condotta; Radiolocalizzazione; Aggiornamento dei sistemi di bordo (FW, configurazione ecc.). Fanno parte delle comunicazioni da terra a bordo le seguenti applicazioni: Trasmissione a bordo di informazioni di viaggio (dati di percorso, coincidenze reali, ecc.); Aggiornamento dei sistemi di bordo (FW, configurazione ecc.); Upload a bordo di contenuti multimediali; Controllo da remoto dello stato dei sistemi di bordo. Codice identificazione: n Esp. 00 Pagina 4 di 12

5 2 NORME DI RIFERIMENTO EN ST RFC1180 Railway applications Electronic equipment used on rolling stock Specifica generale per le apparecchiature elettroniche di segnale A TCP/IP Tutorial RFC2131 The Dynamic Host Configuration Protocol (DHCP) RFC2132 DHCP Options and BOOTP Vendor Information Extensions IEEE 802.1x IEEE b/g Port Based Network Access Control Wireless LAN Medium Access Control (MAC) and Physical Layer (PHY) Specifications - DSSS, HR-DSSS 2.4 GHz 3 DEFINIZIONI E ACRONIMI Acronimo APN CHAP DIS FQDN GPRS-R GSM-R PAP PPP RTID SIM SC STG STP SSID TP WLAN Descrizione Access Point Name Challenge-Handshake Authentication Protocol Driver Information System Fully Qualified Domain Name GPRS -Railway GSM-Railway Password Authentication Protocol Point to Point Protocol Running Train IDentifier Subscriber Identity Module Server applicativo Centrale Server di Trasferimento dati Gprs Server di Trasferimento dati Periferico Service Set Identifier Train Profile Wireless local area network Codice identificazione: n Esp. 00 Pagina 5 di 12

6 4 PROTOCOLLI AMMESSI Indipendentemente dal tipo di connettività utilizzata, il protocollo usato per il trasporto è il TCP/IP (rif. RFC1180); sono ammessi i soli protocolli applicativi ftp, ftps, http, https. In particolare sul sistema di bordo devono essere presenti i seguenti servizi: http/https server Sul Server Periferico devono essere presenti i seguenti servizi: http/https server ftp/ftps server Sul Server Centrale di ciascuna applicazione devono essere presenti i seguenti servizi: http/https server ftp/ftps server I servizi devono utilizzare esclusivamente le porte standard. Ove richiesto dalla particolare applicazione, il mutuo riconoscimento sicuro fra il sistema di bordo ed i server a terra deve essere effettuato mediante i servizi https o ftps. 5 SERVER DI TRASFERIMENTO DATI PERIFERICI (STP) 5.1 Requisiti architetturali Per server di trasferimento dati periferico si intende un server che permetta il collegamento con il sistema di bordo mediante uno o più Access Point WLAN ad esso collegati. Ogni STP dispone di 2 interfacce di rete, una collegata verso la intranet aziendale e l altra verso gli AP; la rete locale che collega il STP con gli AP deve essere di classe fast ethernet e separata a livello OSI 2 dalla intranet. Tutti i servizi esposti sulla rete WLAN devono essere realizzati con accorgimenti tali da ridurre al massimo la latenza verso gli apparati di comunicazione di bordo. Il canale di comunicazione da/per il server periferico garantisce un flusso dati minimo di 500Kbit/sec. 5.2 Requisiti funzionali Requisiti funzionali generali Il sistema di bordo, per accedere ai servizi sul STP (ftp/s, http/s) deve autenticarsi tramite gli stessi nome utente, nome dominio e password definiti al par 9.2. L autenticazione deve avvenire tramite meccanismi di mutuo riconoscimento sicuro e le credenziali di accesso in nessun caso devono essere trasmesse in chiaro. Sui STP non devono essere installati programmi o servizi del produttore dell'apparato di bordo che devono invece risiedere sul solo Server Centrale (SC) di ciascuna applicazione. Eventuali funzionalità richieste sul STP (dall applicazione o dalla specifica implementazione del fornitore) devono essere realizzate esclusivamente tramite il web server del STP (par.5.2.5). Codice identificazione: n Esp. 00 Pagina 6 di 12

7 5.2.2 FTP/S server Il server ftp/s presente sui STP deve supportare i comandi XCRC e XMD5 di controllo integrità del file, i servizi di crittografia SSL di comandi e dati e la funzione di resume. Per ciascuna applicazione (es DIS, PIS, diagnostiche etc..) e/o tipologia di flotta deve essere riservata una specifica cartella al disotto della root ftp/s. Eventuali cartelle necessarie all applicazione (ad es. legate al fornitore, all upload/download etc.) devono essere figlie della suddetta cartella. La definizione dell albero delle cartelle deve essere concordata con Trasferimento file da bordo verso STP Tutti i file scaricati dal sistema di bordo verso il server ftp/s del STP devono essere verificati calcolando a bordo l hash MD5 e confrontandolo con quello ottenuto dal server ftp/s (comando XMD5). Solo dopo il completamento della suddetta verifica il file può essere marcato a bordo come trasferito correttamente a terra (ed eventualmente cancellabile); in caso contrario deve essere nuovamente trasmesso e verificato. L utilizzo in alternativa dell algoritmo CRC32 e del comando XCRC deve essere proposto dal fornitore ed accettato da Trasferimento file da STP a bordo Tutti i file caricati dal sistema di bordo dal server ftp/s devono essere verificati calcolando a bordo l hash MD5 e confrontandolo con quello ottenuto dal server ftp/s (comando XMD5). Solo dopo il completamento della suddetta verifica il file può essere considerato valido; in caso contrario deve essere nuovamente caricato e verificato. L utilizzo in alternativa dell algoritmo CRC32 e del comando XCRC deve essere proposto dal fornitore ed accettato da Web server Il server http/https installato sui STP deve supportare l esecuzione di ASP, JSP e CGI. Per ciascuna applicazione (es DIS, PIS, diagnostiche etc..) deve essere riservato uno specifico percorso (URL) immediatamente al disotto della root del web server (es. Eventuali percorsi necessari all applicazione (ad es. legati al fornitore, all upload/download etc.) devono essere figli del suddetto percorso (es. La definizione dell albero dei percorsi deve essere concordato con. L utilizzo del server http/https del STP per il trasferimento di file bordo-terra e viceversa deve essere proposto dal fornitore ed accettato da Trasferimento dati da STP a server centrale Sui STP devono essere presenti uno o più servizi che trasferiscano via ftp i dati dalle cartelle specifiche di ciascuna applicazione verso i rispettivi server centrali. Tale trasferimento deve avvenire calcolando localmente l hash MD5 e confrontandolo con quello ottenuto dal server ftp del server centrale (comando XMD5). Solo dopo la suddetta verifica il file può essere spostato in altra cartella locale contenente i file correttamente trasmessi; in caso contrario deve essere nuovamente trasmesso e verificato Trasferimento dati da server centrale a STP Sul server centrale di ciascuna applicazione deve essere presente un servizio che trasferisca via ftp i dati nella cartella specifica dei STP. L elenco dei server periferici deve essere definito da una lista di distribuzione presente sul server centrale. Tale trasferimento deve avvenire calcolando sul server centrale l hash MD5 e confrontandolo con quello ottenuto dal server ftp del STP (comando XMD5). Qualora detta verifica fallisca il file deve essere nuovamente trasmesso e verificato. Codice identificazione: n Esp. 00 Pagina 7 di 12

8 6 SERVER DI TRASFERIMENTO DATI GPRS (STG) Anche se installato centralmente, il server di trasferimento dati GPRS può essere considerato un caso particolare di STP, con la differenza che l accesso al server avviene tramite il collegamento GPRS-UMTS. 7 SERVER APPLICATIVI CENTRALI (SC) I server applicativi centrali contengono tutti i programmi e servizi del fornitore necessari alla particolare applicazione. I server web e ftp presenti sui SC devono avere le stesse caratteristiche già definite per i STP. L accesso ai server centrali deve sempre avvenire tramite il nome host o alias del server e mai direttamente tramite IP. La verifica delle credenziali per l accesso ai servizi web dei SC deve essere integrata nei sistemi di autenticazione di. Ad es. sul web server del SC devono essere presenti delle pagine in cui l utente, correttamente riconosciuto, possa essere reindirizzato sul web server di bordo di ciascun rotabile con il corretto livello di accesso (es. visione, manutenzione, configurazione, amministrazione etc.). 8 NAMING CONVENTION DEL SISTEMA DI BORDO Il nome host del sistema di bordo deve essere univoco e deve essere composto come di seguito indicato: identificativo di 12 caratteri corrispondenti al campo Nome Rotabile del DIS, seguito da 6 caratteri che identificano ciascuno le applicazioni supportate. Detta stringa deve essere accettata da per la valorizzazione dei 6 caratteri finali. 9 MODALITÀ DI CONNESSIONE 9.1 Generalità sulle modalità di connessione Le modalità di connsessione possono essere quelle di seguito indicate: accesso remoto tramite GPRS-UMTS; connessione tramite Wireless LAN. Nella figura 1 sono schematizzate tutte le modalità di connessione alla intranet. Di seguito sono decritte le procedure di accesso per i diversi canali di comunicazione (GPRS-UMTS e connessionewifi). Codice identificazione: n Esp. 00 Pagina 8 di 12

9 Figura 1 Modalità di connessione 9.2 Connessioni di accesso remoto tramite GPRS-UMTS La connessione deve essere effettuata all attivazione del veicolo e deve essere mantenuta sempre attiva. La tipologia di modem (GSM-GPRS, GSMR-GPRS, EDGE, UMTS, HSDPA) ed il tipo di sim (RFI o pubblica) da utilizzare devono concordati con. Nel caso di interruzione accidentale della sessione di accesso remoto, il sistema deve provvedere a ristabilire automaticamente la sessione. Devono essere presi tutti gli accorgimenti del caso per evitare la generazione di traffico involontario sulla sessione attiva. La tipologia di autenticazione (es. CHAP o PAP) deve essere concordata con. L autenticazione deve essere eseguita su un APN specifico per ogni tipologia di SIM da concordare con (ad es. "apparati.trenitalia.it" per le sim RFI). I dati necessari all autenticazione sono forniti da e consistono in: nome utente nome dominio password numero da chiamare (ad es. *99#) eventuali comandi addizionali Codice identificazione: n Esp. 00 Pagina 9 di 12

10 Tali informazioni possono essere specifiche per ciascuna SIM fornita. Al termine del processo di autenticazione, conclusosi con esito positivo, il sistema deve ottenere dal DHCP un indirizzo IP valido e registrarsi sul DNS comunicato dal DHCP. La registrazione sulla rete aziendale e le azioni successive sono dettagliate al capitolo Connessioni tramite Wireless LAN Il sistema di bordo deve potersi collegare con i STP mediante connessione di rete LAN mista b e g. I livelli di protezione del collegamento con gli AP devono essere concordati con. L'SSID della rete WLAN transita sulla rete in modalità offuscata e deve essere concordato con. Il sistema di bordo deve quindi ottenere dal DHCP un indirizzo IP e registrarsi sul DNS comunicato dal DHCP. La registrazione sulla rete aziendale e le azioni successive sono dettagliata al capitolo 10. Il sistema di bordo deve poter iniziare le operazioni di trasferimento dati con il STP entro 5 secondi dalla disponibilità della connettività di rete (a livello OSI 2). Tale parametro può essere valutato misurando il tempo fra l associazione con l AP ed il trasferimento di un pacchetto campione da 10KB. 9.4 Priorità delle connessioni Un analisi dei volumi di traffico previsti per GPRS-UMTS e WLAN deve essere proposta dal fornitore ed accettata da. I dati valutati voluminosi da devono essere trasmessi esclusivamente tramite WLAN. La connessione GPRS deve essere effettuata all attivazione del veicolo e deve essere mantenuta sempre attiva, come descritto al par.9.2. Qualora venga rilevata la presenza della rete WLAN prevista, il sistema di bordo deve comunicare tramite WLAN come descritto al par.9.3 ed al capitolo 10, in particolare risolvendo nuovamente il nome host del STP-STG tramite il DNS ottenuto dal DHCP della connessione WLAN e registrando il proprio nome host sullo stesso DNS. Nel momento in cui si verifichi la mancanza della rete WLAN, il sistema di bordo deve ripristinare tutte le condizioni di esercizio della connettività GPRS, come descritto al par.9.2 ed al capitolo 10, in particolare risolvendo nuovamente il nome host del STP-STG tramite il DNS ottenuto dal DHCP della connessione Gprs-Umts e ri-registrando il proprio nome host sullo stesso DNS. 10 ACCESSO AI SERVER TI (STP, STG, SC) 10.1 Generalità sull accesso ai server TI Il sistema di bordo deve acquisire dal DHCP server, fra le altre, anche le seguenti informazioni: indirizzo IPv4 del client subnet mask default gateway indirizzi ip DNS primario e, se presente, secondario nome del dominio (campo opzionale 015) Codice identificazione: n Esp. 00 Pagina 10 di 12

11 Lease time dell indirizzo IP dinamico (campo opzionale 051) Al DHCP server che ha erogato l indirizzo, durante la negoziazione, deve essere anche fornito il nome host (univoco) del sistema di bordo (capitolo 8). A seguito della conclusione con successo della negoziazione DHCP, il sistema di bordo deve provvedere alla registrazione (con l apposito protocollo di registrazione) del proprio nome host sul DNS (ricevuto dal DHCP) nel dominio (sempre ricevuto dal DHCP) Accesso ai server di trasferimento dati (STP,STG) Tutti i Server di trasferimento dati (STP e STG) sono identificati dai medesimi alias sulla rete che devono essere risolti localmente dai DNS in modo da puntare ai server fisici corretti. Gli alias possono essere specifici in funzione delle applicazioni implementate dal sistema di bordo, come nell esempio che segue: IP dei Server fisici Alias WLAN B1 WLAN A WLAN B2 WLAN C GPRS DNS Locale A DNS Locale B DNS Locale C DNS centrale IP (stpa) IP (stpb1) IP (stpc1) IP (stg1) t-stp1diag t-stp1diag t-stp1diag t-stp1diag t-stp1pis t-stp1pis IP (stpc2) IP (stg2) t-stp1dis IP (stpb2) t-stp1pis t-stp1pis t-stp1ncd t-stp1dis IP (stpc3) t-stp1dis t-stp1ncd t-stp1dis t-stp1ncd IP (stpc4) t-stp1ncd L alias del STP e STG deve essere un parametro di configurazione della particolare applicazione del sistema di bordo e deve essere concordato con. L alias deve essere completato dal postfisso nome del dominio, componendo il nome FQDN che il sistema di bordo deve risolvere tramite DNS. Es: alias STP-STG: nome dominio: nomeserverfqdn: t-stp1teledi servizi.trenitalia.it t-stp1teledi.servizi.trenitalia.it 10.3 Accesso ai server centrali (SC) Ciascun Server Centrale (specifico di una particolare applicazione) è identificato sulla rete mediante un nome host o un alias univoco. L alias del SC deve essere un parametro di configurazione della particolare applicazione del sistema di bordo, e deve essere concordato con. L alias deve essere completato dal postfisso nome del dominio, componendo il nome FQDN che il sistema di bordo deve risolvere tramite DNS. Codice identificazione: n Esp. 00 Pagina 11 di 12

12 alias SC: nome dominio: nomeserverfqdn: t-sc1teledi servizi.trenitalia.it t-sc1teledi.servizi.trenitalia.it La comunicazione diretta con i server applicativi centrali può essere garantita mediante la sola connessione GPRS-UMTS, sempre nel rispetto di quanto indicato al capitolo 4. Tale comunicazione deve essere documentata nel dettaglio dal fornitore. 11 ACCESSO AL WEB SERVER DI BORDO Il web server di bordo deve avere come default la pagina di accesso. Il collegamento al web server deve avvenire collegandosi direttamente al nome host del sistema di bordo definito al cap.8 (es Dopo che è stata stabilita la connessione WLAN per almeno 5 minuti continuativi, il sistema di risoluzione aziendale garantisce la corretta risoluzione del nome del sistema di bordo (secondo l indirizzo corrispondente all interfaccia WLAN). Qualora siano trattate informazioni vitali o riservate, l autenticazione e la sessione sul sistema di bordo deve avvenire su canale sicuro (es: https). Le credenziali (nome utente e password) accettate dal sistema di bordo devono essere concordate con. Devono essere previste diverse credenziali per tutti i diversi livelli di accesso richiesti dal sistema (es. visione, manutenzione, configurazione, amministrazione etc..). Codice identificazione: n Esp. 00 Pagina 12 di 12

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Sicurezza delle reti wireless Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Concetti di base IEEE 802.11: famiglia di standard tra cui: 802.11a, b, g: physical e max data rate spec. 802.11e: QoS (traffic

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows Progettare network AirPort con Utility AirPort Mac OS X v10.5 + Windows 1 Indice Capitolo 1 3 Introduzione a AirPort 5 Configurare un dispositivo wireless Apple per l accesso a Internet tramite Utility

Dettagli

Access point wireless Cisco Small Business serie 500

Access point wireless Cisco Small Business serie 500 Scheda tecnica Access point wireless Cisco Small Business serie 500 Connettività Wireless-N, prestazioni elevate, implementazione semplice e affidabilità di livello aziendale Caratteristiche principali

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento Reti Di cosa parleremo? - Definizione di Rete e Concetti di Base - Tipologie di reti - Tecnologie Wireless - Internet e WWW - Connessioni casalinghe a Internet - Posta elettronica, FTP e Internet Browser

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 7

Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Il protocollo Programma della lezione file transfer protocol descrizione architetturale descrizione

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Lista di controllo per la migrazione del dominio a Swisscom/IP-Plus

Lista di controllo per la migrazione del dominio a Swisscom/IP-Plus Lista di controllo per la migrazione del dominio a /IP-Plus Iter: : ufficio cantonale di coordinamento per Per la scuola: (nome, indirizzo e località) Migrazione di record DNS esistenti a IP-Plus nonché

Dettagli

Guida alle impostazioni generali

Guida alle impostazioni generali Istruzioni per l uso Guida alle impostazioni generali 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Collegamento della macchina Impostazioni di sistema Impostazioni Copiatrice/Document server Impostazioni fax Impostazioni Stampante

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP Università degli Studi di Pisa Facoltà di Scienze Matematiche,Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica Michela Chiucini MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Imola Prontuario di configurazioni di base

Imola Prontuario di configurazioni di base Imola Prontuario di configurazioni di base vers. 1.3 1.0 24/01/2011 MDG: Primo rilascio 1.1. 31/01/2011 VLL: Fix su peso rotte 1.2 07/02/2011 VLL: snmp, radius, banner 1.3 20/04/2011 VLL: Autenticazione

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete FS-1118MFP Guida all'installazione dello scanner di rete Introduzione Informazioni sulla guida Informazioni sul marchio Restrizioni legali sulla scansione Questa guida contiene le istruzioni sull'impostazione

Dettagli

Standard di Sicurezza sui Dati previsti dai Circuiti Internazionali. Payment Card Industry Data Security Standard

Standard di Sicurezza sui Dati previsti dai Circuiti Internazionali. Payment Card Industry Data Security Standard Standard di Sicurezza sui Dati previsti dai Circuiti Internazionali Payment Card Industry Data Security Standard STANDARD DI SICUREZZA SUI DATI PREVISTI DAI CIRCUITI INTERNAZIONALI (Payment Card Industry

Dettagli

Wi-Fi Personal Bridge 150 AP Router Portatile Wireless

Wi-Fi Personal Bridge 150 AP Router Portatile Wireless AP Router Portatile Wireless HNW150APBR www.hamletcom.com Indice del contenuto 1 Introduzione 8 Caratteristiche... 8 Requisiti dell apparato... 8 Utilizzo del presente documento... 9 Convenzioni di notazione...

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI

ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI GUIDA D INSTALLAZIONE E USO Contenuto della Confezione La confezione Alice Business Gate 2 plus Wi-Fi contiene il seguente

Dettagli

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Esperti nella gestione dei sistemi informativi e tecnologie informatiche Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Docente: Email: Sito: Eduard Roccatello eduard@roccatello.it http://www.roccatello.it/teaching/gsi/

Dettagli

DHCP Dynamic Host Configuration Protocol

DHCP Dynamic Host Configuration Protocol DHCP Dynamic Host Configuration Protocol L assegnazione automatica dei parametri di configurazione (e.g. network address) al momento dell avvio dei client di una rete, semplifica l amministrazione della

Dettagli

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it)

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) In una rete TCP/IP, se un computer (A) deve inoltrare una richiesta ad un altro computer (B) attraverso la rete locale, lo dovrà

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari

Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari Rev 1.0 Indice: 1. Il progetto Eduroam 2. Parametri Generali 3. Protocolli supportati

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Procedure per la scansione di sicurezza Versione 1.1 Release: settembre 2006 Indice generale Finalità... 1 Introduzione... 1 Ambito di applicazione dei

Dettagli

Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di

Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di Trapa L., IBN Editore, a cui si può fare riferimento per maggiori approfondimenti. Altri argomenti correlati

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

EPICENTRO. Software Manual

EPICENTRO. Software Manual EPICENTRO Software Manual Copyright 2013 ADB Broadband S.p.A. Tutti i diritti riservati. Questo documento contiene informazioni confidenziali e di proprietà di ADB. Nessuna parte di questo documento può

Dettagli

Protocollo HTTP. Alessandro Sorato

Protocollo HTTP. Alessandro Sorato Un protocollo è un insieme di regole che permettono di trovare uno standard di comunicazione tra diversi computer attraverso la rete. Quando due o più computer comunicano tra di loro si scambiano una serie

Dettagli

SPOSTAMENTO SITEMANAGER DA SERVER DIREL A SERVER PROPRIETARIO

SPOSTAMENTO SITEMANAGER DA SERVER DIREL A SERVER PROPRIETARIO SPOSTAMENTO SITEMANAGER DA SERVER DIREL A SERVER PROPRIETARIO La seguente guida mostra come trasferire un SiteManager presente nel Server Gateanager al Server Proprietario; assumiamo a titolo di esempio,

Dettagli

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi I semestre 03/04 Inidirizzi IP e Nomi di Dominio Domain Name System Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica

Dettagli

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa Cosa è MPLS MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa L idea di base consiste nell associare a ciascun pacchetto un breve identificativo

Dettagli

ONDA H600 PC Card UMTS/GPRS - HSDPA. Manuale Utente

ONDA H600 PC Card UMTS/GPRS - HSDPA. Manuale Utente ONDA H600 PC Card UMTS/GPRS - HSDPA Manuale Utente 1 INDICE 1. Introduzione PC Card...3 1.1 Introduzione...3 1.2 Avvertenze e note...3 1.3 Utilizzo...4 1.4 Requisiti di sistema...4 1.5 Funzioni...4 1.6

Dettagli

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it

SMS API. Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API. YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it SMS API Documentazione Tecnica YouSMS SOAP API YouSMS Evet Limited 2015 http://www.yousms.it INDICE DEI CONTENUTI Introduzione... 2 Autenticazione & Sicurezza... 2 Username e Password... 2 Connessione

Dettagli

Guida Utente TD-W8960N. Modem Router ADSL2+ Wireless N 300Mbps 1910010952 REV1.0.0

Guida Utente TD-W8960N. Modem Router ADSL2+ Wireless N 300Mbps 1910010952 REV1.0.0 Guida Utente TD-W8960N Modem Router ADSL2+ Wireless N 300Mbps 1910010952 REV1.0.0 TP-LINK TECHNOLOGIES CO., LTD COPYRIGHT & TRADEMARKS Le specifiche sono soggette a modifiche senza obbligo di preavviso.

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation

Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Caratteristiche raccomandate del Network in un progetto di Home Automation Uno degli aspetti progettuali più importanti di un sistema Control4 è la rete. Una rete mal progettata, in molti casi, si tradurrà

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente www.ondacommunication.com CHIAVETTA INTERNET MT503HSA 7.2 MEGA UMTS/EDGE - HSDPA Manuale Utente Rev 1.0 33080, Roveredo in Piano (PN) Pagina 1 di 31 INDICE

Dettagli

Servizio Posta Elettronica Certificata P.E.C. Manuale Operativo

Servizio Posta Elettronica Certificata P.E.C. Manuale Operativo Servizio Posta Elettronica Certificata P.E.C. Manuale Operativo Informazioni sul documento Redatto da Ruben Pandolfi Responsabile del Manuale Operativo Approvato da Claudio Corbetta Amministratore Delegato

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

Manuale del fax. Istruzioni per l uso

Manuale del fax. Istruzioni per l uso Istruzioni per l uso Manuale del fax 1 2 3 4 5 6 Trasmissione Impostazioni di invio Ricezione Modifica/Conferma di informazioni di comunicazione Fax via computer Appendice Prima di utilizzare il prodotto

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Appunti di Antonio Bernardo

Appunti di Antonio Bernardo Internet Appunti di Antonio Bernardo Cos è Internet Internet può essere vista come una rete logica di enorme complessità, appoggiata a strutture fisiche e collegamenti di vario tipo (fibre ottiche, cavi

Dettagli

Introduzione alle reti radiomobili. Meglio wireless o wired???

Introduzione alle reti radiomobili. Meglio wireless o wired??? GSM - GPRS Introduzione alle reti radiomobili Wireless Vs Wired L unica differenza sembra consistere nel mezzo trasmissivo radio, eppure: Le particolari caratteristiche del mezzo trasmissivo hanno un grosso

Dettagli

Livello di applicazione. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Livello di applicazione DNS A.A.

Livello di applicazione. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Livello di applicazione DNS A.A. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Reti di Calcolatori Livello di applicazione DNS A.A. 2013/2014 1 Livello di applicazione Web e HTTP FTP Posta elettronica SMTP, POP3, IMAP DNS Applicazioni P2P

Dettagli

Utilizzo del server SMTP in modalità sicura

Utilizzo del server SMTP in modalità sicura Utilizzo del server SMTP in modalità sicura In questa guida forniremo alcune indicazioni sull'ottimizzazione del server SMTP di IceWarp e sul suo impiego in modalità sicura, in modo da ridurre al minimo

Dettagli

explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012

explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012 explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012 1 Indice 1. Descrizione del sistema e Requisiti hardware e software per l installazione... 4 1.1 Descrizione del

Dettagli

IP number, DNS e nomi di dominio. Lezione n. 10

IP number, DNS e nomi di dominio. Lezione n. 10 IP number, DNS e nomi di dominio Lezione n. 10 IP, Domain Name Server, nome di dominio Gli IP sono numeri che identificano una determinata macchina Poiché è difficile ricordarsi i numeri nella pratica

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP FileMaker Server 13 Pubblicazione Web personalizzata con PHP 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE Server di stampa multifunzione Ethernet multiprotocollo su scheda e Server di stampa multifunzione Ethernet (IEEE 802.11b/g) senza fili GUIDA DELL UTENTE IN RETE Leggere attentamente questo manuale prima

Dettagli

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi:

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Routing (instradamento) in Internet Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Stub AS: istituzione piccola Multihomed AS: grande istituzione (nessun ( transito Transit AS: provider

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai

Articolo. Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai Articolo Dieci buoni motivi per acquistare una telecamere di rete Ovvero, quello che il vostro fornitore di telecamere analogiche non vi dirà mai INDICE Introduzione 3 Dieci cose che il vostro fornitore

Dettagli

Connessione alla rete wireless WIFI-UNIPA-WPA e WIFI-UNIPA-WPA-A per gli utenti con sistema Windows Vista

Connessione alla rete wireless WIFI-UNIPA-WPA e WIFI-UNIPA-WPA-A per gli utenti con sistema Windows Vista Connessione alla rete wireless WIFI-UNIPA-WPA e WIFI-UNIPA-WPA-A per gli utenti con sistema Windows Vista Prerequisiti: Per gli studenti: il nome utente è reperibile una volta effettuato l'accesso al portale

Dettagli

Gestione di un server web

Gestione di un server web Gestione di un server web A cura del prof. Gennaro Cavazza Come funziona un server web Un server web è un servizio (e quindi un applicazione) in esecuzione su un computer host (server) in attesa di connessioni

Dettagli

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Listino Gennaio 2001 pag. 1 Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Profilo aziendale Chi è il Gruppo Queen.it Pag. 2 Listino connettività Listino Connettività RTC Pag. 3 Listino Connettività

Dettagli

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Introduzione I destinatari di questa guida sono gli amministratori di sistema che configurano IBM SPSS Modeler Entity Analytics (EA) in modo

Dettagli

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail Xerox WorkCentre M118i Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail 701P42705 Questa guida fornisce un riferimento rapido per l'impostazione della funzione Scansione su e-mail su Xerox WorkCentre

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Assistenza. Contenuto della confezione. Modem router Wi-Fi D6200B Guida all'installazione

Assistenza. Contenuto della confezione. Modem router Wi-Fi D6200B Guida all'installazione Assistenza Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero di serie riportato sull'etichetta del prodotto e utilizzarlo per registrare

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY Interfaccia Full Ascii Con questa interfaccia è possibile inviare i dati al Server utilizzando solo caratteri Ascii rappresentabili e solo i valori che cambiano tra un sms e l altro, mantenendo la connessione

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

HTTPD - Server web Apache2

HTTPD - Server web Apache2 Documentazione ufficiale Documentazione di Ubuntu > Ubuntu 9.04 > Guida a Ubuntu server > Server web > HTTPD - Server web Apache2 HTTPD - Server web Apache2 Apache è il server web più utilizzato nei sistemi

Dettagli

Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro

Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro Soluzioni multifunzionali, ideali per gestire ogni flusso di lavoro Sistemi digitali per l ufficio sempre più efficienti e facili da usare Ottenere massima efficienza ed elevata professionalità, pur mantenendo

Dettagli

Iphone e Zimbra 7 FOSS Edition: Mail, Contatti ed Agenda

Iphone e Zimbra 7 FOSS Edition: Mail, Contatti ed Agenda Iphone e Zimbra 7 FOSS Edition: Mail, Contatti ed Agenda mailto:beable@beable.it http://www.beable.it 1 / 33 Questo tutorial è rilasciato con la licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-non

Dettagli

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT)

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT) Wi-Fi Amantea Il Comune di Amantea offre a cittadini e turisti la connessione gratuita tramite tecnologia wi-fi. Il progetto inserisce Amantea nella rete wi-fi Guglielmo ( www.guglielmo.biz), già attivo

Dettagli