Internet: rete di reti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Internet: rete di reti"

Transcript

1 Internet: rete di reti internet: rete di reti Le reti locali sono reti chiuse all interno di un area privata e consentono la condivisione di risorse solo all interno di tale area. E possibile però aprire una rete locale verso l esterno se un nodo della rete locale oltre al collegamento interno ha anche un collegamento verso l esterno (WAN). In questo caso il nodo dotato di collegamento WAN è in grado di comunicare con altri nodi remoti e può consentire il collegamento anche agli altri nodi interni attraverso la tecnica dell instradamento (routing). Un tale nodo viene chiamato router. Un nodo interno chiede o fornisce risorse esterne attraverso il router e si comporta quindi come se fosse direttamente collegato alla WAN. Le risorse che si ottengono dall esterno sono a loro volta contenute in un altra LAN anch essa resa accessible da un router. La struttura che si ottiene quindi è fatta di reti LAN collegate tra loro, non sempre direttamente, tramite router e collegamenti WAN e viene chiamata rete di reti o anche con il termine inglese internet dove il prefisso inter ha il significato di collegamento tra. Il concetto può essere rappresentato dal seguente schema che è l unione dei due schemi del capitolo precedente. LAN 1 nodo 1... nodo n router WAN LAN 2 nodo 1... nodo n router WAN LAN 3 nodo 1... nodo n router ITIS O.Belluzzi Laboratorio di Sistemi 1-7

2 Lo schema presenta tre LAN. Ogni nodo interno ha accesso all esterno attraverso il router della propria LAN. Le due LAN estreme non sono direttamente collegate tra loro ma attraverso il router della LAN intermedia. Internet con la I maiuscola Lo schema del paragrafo precedente si adatta ad una qualsiasi rete WAN e quindi si può dire che qualsiasi rete WAN è una internet. Esiste però una particolare WAN ad estensione veramente mondiale nota a tutti e chiamata Internet con la I maiuscola. Concetto di Piattaforma In una rete, soprattutto se molto estesa, non si può pensare che i nodi siano tutti identici. Le differenze possono essere sintetizzate nel concetto di piattaforma. Una piattaforma è l insieme delle caratteristiche di hardware, di sistema operativo e di software applicativo di un certo computer. Il termine piattaforma deriva dallo schema grafico, già visto nel modulo sul software che viene qui riportato in sintesi: UTENTE SOFTWARE APPLICATIVO SISTEMA OPERATIVO HARDWARE Lo schema pone in evidenza come ogni strato del sistema si appoggi sullo strato sottostante da cui il termine piattaforma. Un computer può differire da un altro per uno o più livelli di piattaforma cioè per hardware o software diverso. Attenzione queste differenze non sono necessariamente legate alla marca dell hardware o del software ma agli standard. Quindi appartengono alla stessa piattaforma hardware tutti i computer che hanno hardware di tipo PC-COMPATIBILE sia con una CPU Intel Pentium che con una CPU AMD Athlon mentre computer MacIntosh appartiene ad una diversa piattaforma. Ad esempio una possibile piattaforma per la navigazione web è: Hardware: PC-COMPATIBILE Sistema operativo: Windows Software applicativo: Internet Explorer Una piattaforma parzialmente diversa per lo stesso uso potrebbe essere: Hardware: PC-COMPATIBILE Sistema operativo: Linux Software applicativo: Mozilla Concetto di Protocollo In una rete in cui i nodi possono essere realizzati con piattaforme diverse è indispensabile che per comunicare utilizzino un linguaggio comune indipendente da tutte le piattaforme in modo che i dati vengano compresi da tutti. Per comprendere con un esempio non legato all informatica pensiamo ad un Italiano ed un Cinese che devono comunicare senza conoscere ciascuno la lingua dell altro. Se entrambi conoscono l Inglese possono comunicare usando quest ultima lingua che pur non essendo la lingua ne dell uno ne dell altro costituisce un linguaggio comune indipendente da entrambi. L insieme di regole, accettate da tutti, che consentono la comunicazione tra piattaforme diverse viene chiamata Protocollo. Un altro esempio di protocollo non legato all informatica è la procedura per la effettuazione di una chiamata telefonica. Il chiamante compone il numero e attende che il chiamato sollevi la cornetta e dica Pronto, a questo punto risponde Sono. e inizia la conversazione. Al termine della conversazione ci sono i saluti Ciao da parte di entrambi. I termini tra virgolette sono indispensabili per un corretto scambio di informazioni e sono conosciuti da tutti (Regole di protocollo) sebbene non abbiano alcun contenuto informativo che sta nella conversazione. ITIS O.Belluzzi Laboratorio di Sistemi 2-7

3 Il protocollo di Internet La rete Internet data la sua estensione mondiale collega un gran numero di nodi di piattaforme diverse e quindi si basa su un insieme di protocolli comuni che sono noti con il nome di TCP/IP. Si tratta in realtà di due protocolli (Trasfer Control Protocol e Internet Protocol che da il nome all intera rete) che costituiscono la infrastruttura di base per la comunicazione. Dal punto di vista concreto sono due componenti del sistema operativo che realizzano i collegamenti tra i nodi di Internet. Il protocollo TCP/IP (che quindi è il nome tecnico di Internet) è una infrastruttura di base che consente il trasferimento tra i nodi di molti tipi di informazioni. Ogni tipo di informazione usa a sua volta un diverso protocollo (detto protocollo applicativo) che dipende dalla natura della comunicazione. Si tratta quindi di protocolli di livello superiore che usano TCP/IP per attraversare la rete e raggiungere la destinazioni. I protocolli applicativi di Internet realizzano quelli che nella terminologia di Internet vengono chiamati servizi di Internet Alcuni esempi dei principali servizi di Internet sono elencati di seguito e saranno sviluppati nel modulo successivo. Servizio WEB consente l accesso a documenti ipertestuali Servizio MAIL consente l accesso alla casella postale e alla spedizione di messaggi Servizio FTP consente il dowload e l upload di files Servizio TELNET consente l accesso ad una shell remota Da questo elenco si deduce che il termine Internet e il termine WEB non coincidono come è ritenuto dalla maggior parte degli utenti ma invece il WEB è solo uno (anche se il più diffuso) dei servizi di Internet. Il concetto di host Nella terminologia di Internet i nodi vengono chiamati host. Il termine host che si traduce ospite ha sia in italiano che in inglese un doppio significato indicando sia chi viene ospitato sia colui che ospita (si pensi al termine oste). In questo caso il termine va inteso nel secondo significato, cioè indica un computer che contiene delle risorse delle risorse e le può offrire ad altri computer. Il termine host indica la possibilità di fornire risorse grazie ad una connessione TCP/IP non il fatto che effettivamente vengano fornite da questo deriva che tutti i nodi di Internet sono host (anche il computer di casa nostra che non offre niente ma chiede solo) ITIS O.Belluzzi Laboratorio di Sistemi 3-7

4 Il modello client/server Affinché un host che contiene risorse (informazioni) le possa fornire ad altri è necessario che nell host sia permanentemente in esecuzione un programma invisibile chiamato server in grado di accettare richieste da un altro host della rete. Un utente che si trova davanti ad un host può chiedere risorse ad un host remoto attraverso un diverso programma che chiede le risorse all host remoto. Questo tipo di programma si chiama client. Quindi affinchè avvenga una comunicazione in Internet ci deve essere un collegamento tra un client ed un server. Per ogni tipo di servizio esiste un distinto server ed un distinto client. Ad esempio affinché un host fornisca il servizio WEB deve avere in esecuzione un server web e affinché un utente possa visitare un documento WEB deve eseguire un client web. I client web vengono anche chiamati browser. Lo schema che segue mostra sinteticamente il collegamento di un generico servizio di Internet valido in linea di principio per tutti i servizi. server Internet client UTENTE HOST HOST Da questo schema si deduce che il termine server viene spesso usato impropriamente per indicare un computer mentre in realtà indica un programma in esecuzione su un host (computer collegato ad Internet) Per ogni servizio offerto da un host esiste un distinto programma server. Per ottenere uno specifico servizio da un host remoto sull host locale deve essere in esecuzione uno specifico programma client. I numeri di Internet Il programma client quando chiede risorse deve potere rintracciare l host su cui risiede il server a cui si vuole collegare dovunque sia nella rete mondiale. D altra parte il serve deve poter rintracciare il client che ha fatto la richiesta per mandargli le risorse. Per questo motivo ogni host collegato alla rete Internet, è dotato distinto da tutti gli altri da un indirizzo numerico detto numero IP. Questo numero viene presentato come costituito da quattro numeri (compresi tra 0 e 255) separati da un punto (dotted decimal) Ad esempio: In realtà il numero è un numero binario a 32 bit che consente l identificazione di 4 miliardi di indirizzi. L'assegnazione degli indirizzi di rete viene curata da un organismo internazionale, il Network Information Service (NIS), il quale a sua volta delega ad enti nazionali la gestione degli indirizzi di rete nei vari paesi. In Italia tale gestione è curata dal GARR-NIS che assegna i numeri IP attraverso gli ISP (Internet Service Provider) che sono le aziende che forniscono l accesso ad Internet. Il numero IP può essere statico o dinamico. Un numero IP statico viene assegnato permanentemente ad un host e questo fa sì che sia facilmente rintracciabile nella rete Internet. Un numero IP statico è indispensabile per un host destinato a fornire servizi. Un numero IP dinamico è invece un numero che fa parte di un gruppo di numeri disponibili per un ISP che il fornitore assegna temporaneamente ad un host che si è connesso all ISP tramite una WAN. Un numero IP dinamico viene in genere assegnato al computer domestico di un utente privato che non dovendo offrire servizi non ha necessità di un numero IP statico. ITIS O.Belluzzi Laboratorio di Sistemi 4-7

5 Esercizio di verifica: con il comando ipconfig digitato in una shell dei comandi del proprio computer di casa si può ottenere il numero IP del proprio host ed anche il numero IP del router (gateway predefinito) C:\>ipconfig Indirizzo IP : Gateway predefinito : Per conoscere invece il numero IP di un host remoto di cui si conosce il nome si può usare il comando ping che prova il collegamento con un host. C:\>ping studenti.scuole.bo.it Esecuzione di Ping labsis.scuole.bo.it [ ] con 32 byte di dati: Risposta da : byte=32 durata=97ms TTL=237 Risposta da : byte=32 durata=80ms TTL=237 Risposta da : byte=32 durata=109ms TTL=237 Risposta da : byte=32 durata=79ms TTL=237 Statistiche Ping per : Pacchetti: Trasmessi = 4, Ricevuti = 4, Persi = 0 (0% persi), Tempo approssimativo percorsi andata/ritorno in millisecondi: Minimo = 79ms, Massimo = 109ms, Medio = 91ms I nomi di Internet Il metodo di indirizzamento numerico dell'internet Protocol, sebbene sia molto efficiente dal punto di vista degli host, è molto complicato da maneggiare per un utente. Per ovviare a questi problemi e facilitare l'impiego della rete da parte degli utenti è stato sviluppato un sistema di indirizzamento simbolico, che si chiama Domain Name Service (DNS). Attraverso il DNS ogni host di Internet può essere dotato di un nome (domain name), composto da stringhe di caratteri. Tali stringhe, a differenza dell'indirizzo numerico, possono essere di lunghezza illimitata. È evidente che per un utente utilizzare dei nomi simbolici è molto più semplice e intuitivo che maneggiare delle inespressive sequenze di numeri. Ad esempio, all'host corrisponde il seguente nome: studenti.scuole.bo.it. Anche i nomi sono sequenze di simboli separati da punti. Questa articolazione rispecchia la struttura gerarchica del Domain Name Service. Esso suddivide la intera rete in settori, denominati domini, a loro volta divisi in sottodomini, e così via per vari livelli; ogni sottodominio fa parte del dominio gerarchicamente superiore: alla base della piramide ci sono i singoli host. L'identificativo di un host riassume le varie gerarchie di domini a cui appartiene: ogni sottostringa rappresenta o un dominio, o un sottodominio, o il nome del computer. Ma l'ordine di scrittura è inverso all'ordine gerarchico. La parte di indirizzo più a destra nella stringa indica il dominio più alto della gerarchia, nel nostro caso 'it'. In genere, il livello più alto identifica il paese o, per gli Stati Uniti, il tipo di ente che possiede il computer in questione. Gli altri livelli della gerarchia, muovendosi da destra a sinistra, scendono verso il sistema specifico presso il quale è ospitato l'utente identificato dall'indirizzo. Così, nel caso sopra considerato 'bo' si riferisce all'area di Bologna, 'scuole' si riferisce al servizio telematico scolastico della provincia di Bologna, e infine 'studenti' è il nome dell'host, che nel caso specifico è il server degli studenti. I domini di primo livello sono essenzialmente di due tipi: domini di organizzazione e domini nazionali. Quando il DNS è stato creato, Internet era diffusa, salvo rare eccezioni, solo negli Stati Uniti. Per questa ragione i domini statunitensi (ed alcuni domini 'non geografici') sono stati divisi per tipo di organizzazione: edu: università ed enti di ricerca com: organizzazioni commerciali gov: enti governativi americani ITIS O.Belluzzi Laboratorio di Sistemi 5-7

6 mil: enti militari americani net: organizzazioni di supporto e di gestione della rete org: organizzazioni ed enti di diritto privato non rientranti nelle categorie precedenti, come enti privati no-profit, associazioni, organizzazioni non governative. In seguito la rete ha cominciato a diffondersi a livello internazionale. Per questo sono stati creati altri domini di primo livello, suddivisi per nazioni: questi domini usano delle sigle che spesso (ma non sempre) corrispondono alle sigle delle targhe internazionali. L'Italia è identificata dalla sigla 'it', l'inghilterra dalla sigla 'uk', la Francia da 'fr', e così via. Nell'ambito di ogni dominio possono essere creati un numero qualsiasi di sottodomini. Quindi riassumendo il nome completo di un host è formato dal nome host (la parte più a sinistra) e dal dominio a cui l host appartiene. Alcuni esempi riferiti al nostro dominio: studenti.scuole.bo.it: host che svolge vari servizi per gli studenti (web didattico, mail, ftp, shell) bellquel.scuole.bo.it: stesse funzioni di studenti ma riservato agli insegnanti belluzzi.scuole.bo.it: host che svolge le funzioni di web server della scuola host che svolge le funzioni di web server principale per l intero dominio (non solo belluzzi ma anche altre scuole della provincia) mail.scuole.bo.it: host che svolge le funzioni di mail server per gli insegnanti ftp.scuole.bo.it: host che svolge le funzioni di ftp server per gli insegnanti Da questa lista emerge che la sigla www non ha alcun significato particolare ma è un nome host che indica la funzione principale dell host come mail ed ftp. In realtà non è detto che a tutti questi nomi corrispondano host distinti. Infatti per motivi organizzativi spesso si assegnano più nomi ad uno stesso host (alias). Questa situazione può essere verificata facendo un ping ai nomi della lista. Si scopre che bellquel, www, mail ed ftp hanno lo stesso numero IP e quindi sono lo stesso host e che studenti ha un alias di nome labsis. L assegnazione di un nome non è indispensabile ma serve per una facile rintracciabilità di un host che offre servizi. Un host, che ha sempre un numero IP può anche non avere assegnato alcun nome (è il caso dell host domestico). Internet, Intranet, Extranet L uso dei protocolli di Internet è indispensabile per l accesso agli host esterni alla rete locale ma è conveniente usarlo anche per le comunicazioni interne alla rete locale. In questo caso si parla di Intranet cioè una rete che usando gli stessi protocolli di Internet consente le comunicazione interne nella rete locale. Se una rete locale è organizzata come una Intranet è indispensabile che tutti i nodi della rete siano anche host della Intranet e quindi che abbiano un numero IP. Questo numero IP non è però un numero IP di Internet ma un numero fittizio solo per uso interno nella rete locale (numero IP mascherato). Il nodo interno non ha bisogno di un numero IP vero perché accede alla rete Internet attraverso il router. D altra parte un host con IP mascherato essendo un nodo di una rete interna non è visibile dall esterno. Per la creazione delle reti Intranet l ente di assegnazione dei numeri IP ha riservato alcuni gruppi di numeri (classi) che possono essere usate in tutte le LAN senza pericolo di sovrapporsi a numeri IP veri. Esercizio di verifica: con il comando ipconfig digitato in una shell dei comandi su ua workstation del laboratorio si può ottenere il numero IP (mascherato) del proprio host ed anche il numero IP del router come è visto dal lato interno C:\>ipconfig Indirizzo IP : Gateway predefinito : Nota: tutti gli host con numero IP xxx appartengono ad una rete mascherata e quindi si riferiscono ad host di una Intranet. ITIS O.Belluzzi Laboratorio di Sistemi 6-7

7 Il termine extranet invece indica la realizzazione di una rete privata tra host appartenenti ad una stessa organizzazione passando attraverso la rete Internet. Questa tecnica, che viene anche chiamata VPN (Virtual Private Network) si basa sulla cifratura dei messaggi per rendere sicuro il trasferimento di informazioni private attraverso la rete pubblica. La extranet costituisce una alternativa economica per enti ed organizzazione alla costruzione di una vera e propria WAN privata. Il vantaggio è il costo limitato lo svantaggio è che la sicurezza non è assoluta ma legata alla difficoltà di decifrare i dati. Esempio: la connessione SSH fatta da uno studente da casa con studenti.scuole.bo.it è un piccolo esempio di extranet (è un collegamento cifrato per ftp e shell). ITIS O.Belluzzi Laboratorio di Sistemi 7-7

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Esperti nella gestione dei sistemi informativi e tecnologie informatiche Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Docente: Email: Sito: Eduard Roccatello eduard@roccatello.it http://www.roccatello.it/teaching/gsi/

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it)

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) In una rete TCP/IP, se un computer (A) deve inoltrare una richiesta ad un altro computer (B) attraverso la rete locale, lo dovrà

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi I semestre 03/04 Inidirizzi IP e Nomi di Dominio Domain Name System Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Determinare la grandezza della sottorete

Determinare la grandezza della sottorete Determinare la grandezza della sottorete Ogni rete IP possiede due indirizzi non assegnabili direttamente agli host l indirizzo della rete a cui appartiene e l'indirizzo di broadcast. Quando si creano

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux DNS (Domain Name System) Gruppo Linux Luca Sozio Matteo Giordano Vincenzo Sgaramella Enrico Palmerini DNS (Domain Name System) Ci sono due modi per identificare un host nella rete: - Attraverso un hostname

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento Reti Di cosa parleremo? - Definizione di Rete e Concetti di Base - Tipologie di reti - Tecnologie Wireless - Internet e WWW - Connessioni casalinghe a Internet - Posta elettronica, FTP e Internet Browser

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 NB: alcune domande hanno risposta multipla: si richiede di identificare TUTTE le risposte corrette.

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP Reti di Calcolatori IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 6-1 Applicazioni di Rete Domain Name System (DNS) Simple Network Manag. Protocol (SNMP) Posta elettronica

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail Xerox WorkCentre M118i Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail 701P42705 Questa guida fornisce un riferimento rapido per l'impostazione della funzione Scansione su e-mail su Xerox WorkCentre

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Livello di applicazione. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Livello di applicazione DNS A.A.

Livello di applicazione. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Livello di applicazione DNS A.A. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Reti di Calcolatori Livello di applicazione DNS A.A. 2013/2014 1 Livello di applicazione Web e HTTP FTP Posta elettronica SMTP, POP3, IMAP DNS Applicazioni P2P

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Maggiori informazioni su come poter gestire e personalizzare GFI FaxMaker. Modificare le impostazioni in base ai propri requisiti e risolvere eventuali problemi riscontrati. Le

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Listino Gennaio 2001 pag. 1 Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Profilo aziendale Chi è il Gruppo Queen.it Pag. 2 Listino connettività Listino Connettività RTC Pag. 3 Listino Connettività

Dettagli

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN

Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Formazione VPN Introduzione alla VPN del progetto Sa.Sol Desk Sommario Premessa Definizione di VPN Rete Privata Virtuale VPN nel progetto Sa.Sol Desk Configurazione Esempi guidati Scenari futuri Premessa Tante Associazioni

Dettagli

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi:

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Routing (instradamento) in Internet Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Stub AS: istituzione piccola Multihomed AS: grande istituzione (nessun ( transito Transit AS: provider

Dettagli

Parallels Plesk Panel

Parallels Plesk Panel Parallels Plesk Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Procedure per la scansione di sicurezza Versione 1.1 Release: settembre 2006 Indice generale Finalità... 1 Introduzione... 1 Ambito di applicazione dei

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

NAS 321 Hosting di più siti web in un host virtuale

NAS 321 Hosting di più siti web in un host virtuale NAS 321 Hosting di più siti web in un host virtuale Hosting di più siti web e abilitazione del servizio DDNS A S U S T O R C O L L E G E OBIETTIVI DEL CORSO Al termine di questo corso si dovrebbe essere

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Appunti di Antonio Bernardo

Appunti di Antonio Bernardo Internet Appunti di Antonio Bernardo Cos è Internet Internet può essere vista come una rete logica di enorme complessità, appoggiata a strutture fisiche e collegamenti di vario tipo (fibre ottiche, cavi

Dettagli

Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di

Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di Trapa L., IBN Editore, a cui si può fare riferimento per maggiori approfondimenti. Altri argomenti correlati

Dettagli

Introduzione alle VLAN Autore: Roberto Bandiera 21 gennaio 2015

Introduzione alle VLAN Autore: Roberto Bandiera 21 gennaio 2015 Introduzione alle VLAN Autore: Roberto Bandiera 21 gennaio 2015 Definizione Mentre una LAN è una rete locale costituita da un certo numero di pc connessi ad uno switch, una VLAN è una LAN VIRTUALE (Virtual

Dettagli

Funzioni nuove e modificate

Funzioni nuove e modificate Gigaset S675 IP, S685 IP, C470 IP, C475 IP: Funzioni nuove e modificate Questo documento integra il manuale di istruzioni dei telefoni VoIP Gigaset: Gigaset C470 IP, Gigaset C475 IP, Gigaset S675 IP e

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

PAOLO CAMAGNI RICCARDO NIKOLASSY. I linguaggi. Web. del. HTML, CSS, JavaScript, VBScript, ASP, PHP

PAOLO CAMAGNI RICCARDO NIKOLASSY. I linguaggi. Web. del. HTML, CSS, JavaScript, VBScript, ASP, PHP PAOLO CAMAGNI RICCARDO NIKOLASSY I linguaggi del Web HTML, CSS, JavaScript, VBScript, ASP, PHP Paolo Camagni Riccardo Nikolassy I linguaggi del Web HTML, CSS, JavaScript, VBScript, ASP, PHP EDITORE ULRICO

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

IP number, DNS e nomi di dominio. Lezione n. 10

IP number, DNS e nomi di dominio. Lezione n. 10 IP number, DNS e nomi di dominio Lezione n. 10 IP, Domain Name Server, nome di dominio Gli IP sono numeri che identificano una determinata macchina Poiché è difficile ricordarsi i numeri nella pratica

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

GUIDA alla configurazione di un DVR o Router su dyndns.it. in modalità compatibile www.dyndns.org

GUIDA alla configurazione di un DVR o Router su dyndns.it. in modalità compatibile www.dyndns.org GUIDA alla configurazione di un DVR o Router su dyndns.it in modalità compatibile www.dyndns.org Questa semplice guida fornisce le informazioni necessarie per eseguire la registrazione del proprio DVR

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP

MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER FTP Università degli Studi di Pisa Facoltà di Scienze Matematiche,Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica Michela Chiucini MIB PER IL CONTROLLO DELLO STATO DI UN SERVER

Dettagli

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT

Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Come configurare un programma di posta con l account PEC di GLOBALCERT.IT Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Lista di controllo per la migrazione del dominio a Swisscom/IP-Plus

Lista di controllo per la migrazione del dominio a Swisscom/IP-Plus Lista di controllo per la migrazione del dominio a /IP-Plus Iter: : ufficio cantonale di coordinamento per Per la scuola: (nome, indirizzo e località) Migrazione di record DNS esistenti a IP-Plus nonché

Dettagli

Symbolic. Ambiti Operativi. Presente sul mercato da circa 10 anni Specializzata in Network Security Partner e distributore italiano di F-Secure Corp.

Symbolic. Ambiti Operativi. Presente sul mercato da circa 10 anni Specializzata in Network Security Partner e distributore italiano di F-Secure Corp. Symbolic Presente sul mercato da circa 10 anni Specializzata in Network Security Partner e distributore italiano di F-Secure Corp. La nostra mission è di rendere disponibili soluzioni avanzate per la sicurezza

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete

FS-1118MFP. Guida all'installazione dello scanner di rete FS-1118MFP Guida all'installazione dello scanner di rete Introduzione Informazioni sulla guida Informazioni sul marchio Restrizioni legali sulla scansione Questa guida contiene le istruzioni sull'impostazione

Dettagli

Introduzione alle applicazioni di rete

Introduzione alle applicazioni di rete Introduzione alle applicazioni di rete Definizioni base Modelli client-server e peer-to-peer Socket API Scelta del tipo di servizio Indirizzamento dei processi Identificazione di un servizio Concorrenza

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics

Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Configurazione avanzata di IBM SPSS Modeler Entity Analytics Introduzione I destinatari di questa guida sono gli amministratori di sistema che configurano IBM SPSS Modeler Entity Analytics (EA) in modo

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Tematiche tecniche relative ai contratti di Housing/Hosting e Servizi Web-Based

Tematiche tecniche relative ai contratti di Housing/Hosting e Servizi Web-Based Tematiche tecniche relative ai contratti di Housing/Hosting e Servizi Web-Based Prof. Franco Sirovich Dipartimento di Informatica Università di Torino www.di.unito.it franco.sirovich@di.unito.it 1 Definizioni

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. IT Security. Syllabus

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. IT Security. Syllabus EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE IT Security Syllabus Scopo Questo documento presenta il syllabus di ECDL Standard IT Security. Il syllabus descrive, attraverso i risultati del processo di apprendimento,

Dettagli

Internet,! i domini (.it) e! il Registro!

Internet,! i domini (.it) e! il Registro! Internet, i domini (.it) e il Registro Francesca Nicolini Stefania Fabbri La rete e il Domain Name System La rete ARPANET nel 1974 1 La rete e il Domain Name System (cont) Dalle origini a oggi: Rete sperimentale

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

GLI ELEMENTI BASE PER LA CREAZIONE DI UNA RETE...

GLI ELEMENTI BASE PER LA CREAZIONE DI UNA RETE... GUIDA ALLE RETI INDICE 1 BENVENUTI... 4 2 GLI ELEMENTI BASE PER LA CREAZIONE DI UNA RETE... 5 2.1 COMPONENTI BASE DELLA RETE... 5 2.2 TOPOLOGIA ETHERNET... 6 2.2.1 Tabella riassuntiva... 7 2.3 CLIENT E

Dettagli

Modulo 11. Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice

Modulo 11. Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice Pagina 1 di 14 Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice servizi del livello trasporto multiplexing/demultiplexing trasporto senza connesione: UDP principi del trasferimento dati affidabile trasporto

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS Introduzione La nostra soluzione sms2biz.it, Vi mette a disposizione un ambiente web per una gestione professionale dell invio di

Dettagli

CORSO RETI INFORMATICHE

CORSO RETI INFORMATICHE CORSO RETI INFORMATICHE Che cos è una rete Una rete è un sistema di interconnessione non gerarchico tra diverse unità. Nel caso dei computer la rete indica l insieme delle strutture hadware, tra cui anche

Dettagli

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Lezione 1 Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Definizione di utente e di programmatore L utente è qualsiasi persona che usa il computer anche se non è in grado di programmarlo

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma

La procedura di registrazione prevede cinque fasi: Fase 4 Conferma Guida Categoria alla registrazione StockPlan Connect Il sito web StockPlan Connect di Morgan Stanley consente di accedere e di gestire online i piani di investimento azionario. Questa guida offre istruzioni

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente 1 Sommario 1 Introduzione... 3 1.1 Accesso al Self Care Web di Rete Unica... 4 2 Servizi Aziendali... 6 2.1 Centralino - Numero

Dettagli

Progetto VirtualCED Clustered

Progetto VirtualCED Clustered Progetto VirtualCED Clustered Un passo indietro Il progetto VirtualCED, descritto in un precedente articolo 1, è ormai stato implementato con successo. Riassumendo brevemente, si tratta di un progetto

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP

NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP Eseguire il collegamento al NAS tramite WebDAV A S U S T O R C O L L E G E OBIETTIVI DEL CORSO Al termine di questo corso si dovrebbe

Dettagli

Informatica Applicata

Informatica Applicata Ing. Irina Trubitsyna Concetti Introduttivi Programma del corso Obiettivi: Il corso di illustra i principi fondamentali della programmazione con riferimento al linguaggio C. In particolare privilegia gli

Dettagli

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS Page 1 of 6 GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS 1) Impossibile inviare il messaggio. Uno dei destinatari non è stato accettato dal server. L'indirizzo di posta elettronica non accettato è "user@dominio altro

Dettagli