NEWSLETTER SLOVENIA SETTEMBRE-OTTOBRE 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NEWSLETTER SLOVENIA SETTEMBRE-OTTOBRE 2014"

Transcript

1 Ufficio di Lubiana Sezione per la promozione degli scambi dell'ambasciata d'italia NEWSLETTER SLOVENIA SETTEMBRE-OTTOBRE 2014 CONTATTI Indirizzo: Cankarjeva 10, 1000 Lubiana, Slovenia T F WEB

2 PREMESSA La presente Newsletter, redatta dall'agenzia ICE di Lubiana, riepiloga le principali notizie, gare, opportunità commerciali relative al mercato sloveno, consultabili quotidianamente sul sito Internet dell'ufficio, all'indirizzo In tal modo, si intende offrire alle PMI italiane interessate al mercato sloveno, uno strumento informativo di immediata consultazione, rinviando, per un approccio mirato, ai servizi di informazione, assistenza e promozione, tradizionali e specializzati offerti dall'agenzia ICE di Lubiana. INDICE DATI MACROECONOMICI... 1 NOTIZIE ECONOMICHE... 2 IL PIL SLOVENO CRESCE DEL 2,9%... 2 SEGNALI DI RIPRESA DEL SETTORE EDILE... 2 CORREZIONE SIGNIFICATIVA DELL IMAD... 2 DATI ECONOMICI PER SETTEMBRE... 2 CRESCITA DELL INDICE DEL BUSINESS SENTIMENT... 3 CLASSIFICA SULLA LIBERTÀ ECONOMICA... 3 DIMINUZIONE DEL DEFICIT DI BILANCIO... 3 POLITICA ECONOMICA... 3 LA PM USCENTE BRATUSEK NUOVO COMMISSARIO EUROPEO?... 3 GELICIDIO ALLA SLOVENIA 18,4 MILLIONI DI EURO... 3 LA SLOVENIA DOVRÀ RESTITUIRE 20 MILIONI EURO DI FONDI EUROPEI CAUSA IRREGOLARITÀ. 4 ERRATE PREVISIONI DELLA BERS... 4 DIMINUZIONE DEI PREZZI DEI CARBURANTI NONOSTANTE L AUMENTO DEL CONTRIBUTO PER LE FONTI RINNOVABILI... 4 LIEVE RINCARO DEI CARBURANTI... 4 DEPOSITATA ALL ASSEMBLEA PARLAMENTARE LA LISTA DEI MINISTRI CANDIDATI AL NUOVO GOVERNO... 5 LA BRATUSEK VICE-PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE EUROPEA PER L UNIONE DELL ENERGIA... 5 BRUXELLES FONDI EUROPEI: IN DUE MESI ELIMINARE LE IRREGOLARITÀ... 5 CONFERMATO IL NUOVO GOVERNO DI CENTRO-SINISTRA... 6 MALTEMPO: DANNI PER OLTRE 13 MILIONI DI EURO... 6 SCENDONO I PREZZI DEGLI IMMOBILI... 6 UNA SPESA PUBBLICA SOSTENIBILE... 7 NOMINE DI SEGRETARI DI STATO... 7 CAMPAGNA PER L ACQUISTO DI PRODOTTI NAZIONALI... 7 POLITICA FISCALE PIU FAVOREVOLE E ATTUAZIONE DI MISURE CONTRO LE INADEMPIENZE... 7 LA DISOCCUPAZIONE CALA ANCHE A SETTEMBRE... 7 SCARSCA AFFLUENZA ALLE URNE PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE... 7 A BRUXELLES BOCCIATO L'EX PM SLOVENO... 8 MANOVRA DI BILANCIO DEL GOVERNO... 8 LA BRATUSEK SI DIMETTE, IL GOVERNO PROPONE UN NUOVO CANDIDATO DONNA DI PROPRIA FIDUCIA... 8 DISASTRO PER L OLIVICOLTURA... 8 PREVISIONI DI BILANCIO VIOLETA BULC COMMISSARIO PER I TRASPORTI... 9 PRIVATIZZAZIONI... 9 PROPOSTA DI AUMENTO DELLA TASSAZIONE... 9 LA TASSA SULLE BIBITE ANALCOLICHE... 9 DIMISSIONI DEL MINISTRO PER LO SVILUPPO ECONOMICO E TECNOLOGIA... 9 RITOCCHI DEL BILANCIO PER IL Realizzato e redatto dall Agenzia ICE di Lubiana i Newsletter Slovenia: Luglio 2014

3 SISTEMA BANCARIO IN SLOVENIA PRIMO SPORTELLO BANCOMAT PER IL BITCOIN PREVISIONI DELLA BANCA CENTRALE SLOVENA SULLA CRESCITA ECONOMICA BANKA CELJE COLLOQUI CON INVESTITORE PRIVATO IL GOVERNO HA DESTINATO ALL ABANKA ULTERIORI 243 MILIONI DI EURO RIMBORSI DEI DEPOSITI IN VALUTA ESTERA CONGELATI PRESSO LE EX FILIALI DELLA LJUBLJANSKA BANKA VENDITA DEI BUONI DEL TESORO IMPRESE ABANKA È IL NUOVO PROPRIETARIO DI MAGGIORANZA DELLA SOCIETÀ LITOSTROJ RAVNE IL GRUPPO SIJ S.P.A PASSA IN UN ANNO DA 6 MILIONI DI PERDITE A 19 DI PROFITTO AGROKOR - MERCATOR VENDUTO L AEROPORTO DI LUBIANA SOCIETÀ ELAN INAUGURATO A LUBIANA IL CONCEPT STORE MAKEIT MAHLE LETRIKA: NUOVO ANNUNCIO DELL OFFERTA PUBBLICA DELLA SOCIETÀ TEDESCA LA SOCIETÀ ŽITO IN VENDITA PORTO DI CAPODISTRIA: NULLA-OSTA PER NAVIGAZIONE E ATTRACCO DI NAVI DA TRASPORTO CON UN IMMERSIONE FINO A 13,5 METRI LA PETROL IN VENDITA AGLI STRANIERI PRIVATIZZAZIONE DELLA SOCIETÀ ŽITO CINKARNA CELJE BANANE SLOVENE NEGOZIAZIONI PER LA RADENSKA ACCORDO PER LA VENDITA DELLA CENTRALE TERMOELETTRICA DI TRBOVLJE IL CINEMA KOLOSEJ ALLA CINEPLEXX? LA DARS HA REALIZZATO 45 MILIONI DI EURO DI UTILE NETTO VENDUTO IL QUOTIDIANO VECER PER UN MILIONE DI EURO A BREVE VERRÀ STILATA UNA NUOVA LISTA DI AZIENDE DA PRIVATIZZARE ALLA REVOZ AUMENTO DELLA PRODUZIONE E NUOVE ASSUNZIONI I PRINCIPALI AZIONISTI E CREDITORI DELLA CINKARNA CELJE IN CERCA DI POTENZIALI ACQUIRENTI AEROPORTO DI LUBIANA GLI ESPORTATORI SLOVENI AFFRONTANO LE INSIDIE DEI MERCATI INTERNAZIONALI RICAPITALIZZAZIONE DELLA MERCATOR DIFFICOLTÀ FINANZIARIE DEL GRUPPO SEAWAY MIGLIORE SOCIETÀ IN RAPIDA CRESCITA COLLABORAZIONE TRA TELEKOM SLOVENIA E TELEKOM AUSTRIA LA TUŠMOBIL VENDUTA ALLA TELEMACH PROGETTI, INVESTIMENTI E FINANZIAMENTI LUCE VERDE PER LA DARS PER UN PROGETTO STIMATO A CIRCA 240 MILIONI DI EURO LA CAMES VINCE LA GARA PER L ELETTRIFICAZIONE FERROVIARIA PRAGERSKO - HODOS FONDI EUROPEI: ALLA ETREL E MARAND EURO INVESTIMENTI CINESI: PRODUZIONE DI PILE A MARIBOR GLAMPING, IL CAMPEGGIO DEI NOMADI MODERNI SBLOCCATI 10 MILIONI DI FONDI EUROPEI LA TRATTA FERROVIARIA PRAGERSKO-HODOS SARÀ LA PIÙ MODERNA NEL PAESE PORTO DI CAPODISTRIA: IL TRAFFICO CONTAINER IN CRESCITA BRUXELLES HA SBLOCCO I FINANZIAMENTI DEI FONDI EUROPEI EVENTI FORUM STRATEGICO DI BLED LA GIORNATA DELL INNOVAZIONE CONCLUSA LA FIERA MOS DI CELJE BIO BIENNALE DEL DESIGN MISSIONE GIORNALISTI SLOVENI AL CERSAIE LA SLOVENIA OSPITA LA CONFERENZA ANNUALE DELLA PIÙ GRANDE ASSOCIAZIONE TURISTICA DEL REGNO UNITO ABTA I CAMBIAMENTI CLIMATICI VISTI COME OPPORTUNITÀ DI BUSINESS CONGRESSO DEI MANAGER SLOVENI Realizzato e redatto dall Agenzia ICE di Lubiana ii Newsletter Slovenia: Luglio 2014

4 TAVOLA ROTONDA E MOSTRA ITALIAN DESIGN EXPERIENCE AT AMBIENT ITALIAN FESTIVAL IN SLOVENIA IL PM CERAR AL VERTICE UE SULL'OCCUPAZIONE A MILANO VERTICE DEI LEADER AZIENDALI SLOVENI ALTA MODA ITALIANA SOTTO I RIFLETTORI DI LUBIANA SLOVENIA FDI SUMMIT FDI AWARDS 2014 I MIGLIORI SONO: SUMIDA, HOFER, ELRAD E KOLIČEVO KARTON BANDI DI GARA LAVORI LAVORI DI COSTRUZIONE DEL SISTEMA DI ILLUMINAZIONE PER IL TRAMPOLINO DI SALTO DI BLOUDEK LAVORI DI MANUTENZIONE EDILE DELL INFRASTRUTTURA COMUNALE - VELENJE SERVIZI SERVIZI DI ELABORAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE DI PROGETTO PER SCARICO ACQUE REFLUE COMUNE DI SKOFLJICA LAVORI DI COSTRUZIONE DI PUNTI DI MISURAZIONE SISTEMA ACQUE NOLEGGIO AUTOBUS PER IL TRASPORTO PUBBLICO SERVIZI DI RIPARAZIONE E MANUTENZIONE DI NAVI SERVIZI DI ELABORAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE DI PROGETTO PER IL PROLUNGAMENTO MOLO I PRESSO IL PORTO DI CAPODISTRIA SERVIZI DI ELABORAZIONE DOCUMENTAZIONE DI PROGETTO PER IL TUNNEL DI CARAVANCHE REALIZZAZIONE DI OPERE FORNITURE FORNITURA DI VEICOLI PER MANUTENZIONE STRADALE FORNITURA DI MOBILI FORNITURA DI FURGONI FORNITURA DI PNEUMATICI LEGGERI E PESANTI FORNITURA DI VEICOLI UTILITARI SISTEMI E SERVER DI INFORMAZIONE INIZIATIVE PROMOZIONALI/PRIVATISTICHE ORGANIZZATE DALL AGENZIA ICE DI LUBIANA INIZIATIVE PROMOZIONALI/PRIVATISTICHE NEL 2014ERRORE. IL SEGNALIBRO NON È DEFINITO. Realizzato e redatto dall Agenzia ICE di Lubiana iii Newsletter Slovenia: Luglio 2014

5 DATI MACROECONOMICI PER IL PRIMO SEMESTRE 2014 Il PIL sloveno cresce nel primo semestre 2014 (+2,5%), stimolato dalle esportazioni e dalla ricostituzione delle scorte. L IMAD ha corretto su questa base le proprie previsioni per l anno in corso (+2,0%) e per i due successivi (+1,6% per entrambi). Migliorano anche le previsioni della Banca Centrale slovena (+1,6% per il 2014, +1,3% per il 2015 e +1,8% per il 2016). La produzione industriale recupera e cresce del 3,5%. Nel primo semestre 2014, il marcato incremento delle esportazioni (+5,3%) ha portato il saldo in positivo (+179 milioni di euro). L'inflazione, all'1,8% nel 2013, è scesa allo 0,4% in base alla rilevazione di agosto Nonostante il dato positivo sull'occupazione del secondo trimestre 2014 (+0,7%), la disoccupazione (13,1% nel 2013) continua a preoccupare per la componente di lunga durata e la forte incidenza sui giovani (32,4%). La domanda interna è aumentata dell 1% su base annua, in linea con le previsioni dell IMAD dell 1,5% per l intero I prezzi al dettaglio hanno registrato un +0,6% rispetto allo stesso periodo del Secondo le stime dell IMAD l inflazione subirà una forte frenata nel 2014 (0,3%). Le stime per il 2014 prevedono un incremento del debito pubblico all'82,2% (in continua crescita per i prossimi esercizi, per poi declinare a medio termine) e una contrazione del deficit al 4,5% del PIL. Nel primo semestre l interscambio ha toccato un valore di 22,49 miliardi di euro (+2,9%), grazie soprattutto alla crescita dell export (11,33 miliardi di euro, in aumento del 5,3% rispetto allo stesso periodo del 2013) che, superando l import (11,16 miliardi di euro, +0,5%) porta in positivo (per 179 milioni di euro) il saldo tradizionalmente negativo della bilancia commerciale slovena. L UE resta il principale partner commerciale sloveno, sia come mercato di destinazione (76,3% delle esportazioni slovene) che come fornitore (78,2% delle importazioni). Tra i più primi paesi partner della Slovenia si riconfermano la Germania (quota del 19,6%), l Italia (14,1%) e l Austria (10,4%). Nel primo semestre 2014 le principali esportazioni slovene sono, in ordine di importanza, autoveicoli, rimorchi e semirimorchi, apparecchiature elettriche e per uso domestico non elettriche, prodotti farmaceutici, macchinari e apparecchiature, prodotti chimici, prodotti della metallurgia, prodotti in metallo, prodotti in gomma e materie plastiche, coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio, computer e prodotti di elettronica e ottica, prodotti alimentari, carta e prodotti in carta, prodotti in legno e sughero nonché mobili ed energia elettrica, gas e vapore. Le principali importazioni includono, sempre in ordine di importanza autoveicoli, rimorchi e semirimorchi, prodotti chimici, coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio, prodotti della metallurgia, macchinari e apparecchiature, prodotti alimentari, apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche, prodotti farmaceutici, computer e prodotti di elettronica e ottica, prodotti in gomma e materie plastiche, prodotti in metallo, raccolta rifiuti per trasformazione, carta e prodotti in carta nonché prodotti agricoli e animali. Malgrado le dimensioni del mercato, la Slovenia alimenta un importante interscambio commerciale con l'italia e rappresenta il nostro principale partner nell'area balcanica (Paesi ex Jugoslavia più Albania), con una quota del 35,2% nel primo semestre (33,1% sul totale delle importazioni italiane dall area e 36,7% sul totale delle esportazioni italiane verso l area). Registrando un'inversione di tendenza, rispetto al 2013, l Italia si riconferma il secondo partner commerciale e aumenta la propria quota di mercato dal 13,8% al 14,1% nel primo semestre 2014, con un interscambio del valore di 3,17 miliardi di euro (+4,9% rispetto allo stesso periodo del 2013). Le esportazioni italiane recuperano terreno, attestandosi ad un valore di 1,84 miliardi di euro (+5,3% rispetto allo stesso periodo del 2013). Crescono meno le importazioni italiane dalla Slovenia che ammontano ad un valore di 1,33 miliardi di euro (+4,5%). Il saldo positivo della nostra bilancia commerciale si allarga quindi a 515 milioni di euro (+7,3% rispetto allo stesso periodo del 2013). Nel primo semestre 2014, l Italia ha esportato in Slovenia principalmente, in ordine di importanza, coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio (19,2% di tutte le proprie esportazioni), prodotti della metallurgia (13,0%), prodotti chimici (11,6%), macchinari e apparecchiature (9,7%), autoveicoli, rimorchi e semirimorchi (7,7%), prodotti alimentari (5,2%), apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche (4,9%), articoli in gomma e materie plastiche (3,9%), prodotti in metallo (3,4%) e prodotti agricoli e animali (2,6%). L Italia ha importato dalla Slovenia, in ordine di importanza, prodotti chimici (13,1%), autoveicoli, rimorchi e semirimorchi (10,7%), prodotti della metallurgia (10,3%), prodotti derivanti dalla raccolta, trattamento e smaltimento dei rifiuti e dal recupero dei materiali (7,2%), prodotti alimentari (6,1%), energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata, anche da fonti rinnovabili (5,7%), macchinari e apparecchiature (5,2%), apparecchiature elettriche e apparecchiature per uso domestico non elettriche (4,4%), prodotti in legno (4,2%), coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio (3,7%) e altri prodotti dell industria manifatturiera (3,5%). Realizzato e redatto dall Agenzia ICE di Lubiana 1 Newsletter Slovenia: Settembre, ottobre 2014

6 NOTIZIE ECONOMICHE IL PIL SLOVENO CRESCE DEL 2,9% Nel secondo trimestre 2014, la Slovenia ha registrato una crescita economica del 2,9%, la maggiore nell'ue assieme a quella della Lettonia, fermo restando dati ancora preoccupanti su deflazione e disoccupazione. Data pubblicazione: 03/09/2014 La BERS ha aggiornato le stime di crescita del PIL sloveno portandole da 0 a 0,7% per l'anno in corso, con ulteriore espansione dell'1% nel Data pubblicazione: 19/09/2014 Foto: SEGNALI DI RIPRESA DEL SETTORE EDILE Con la crisi economica globale il settore edile in Slovenia ha subito un terribile crollo che ha anche determinato tra il 2010 e il 2013 il fallimento di diverse società. Dopo alcuni anni bui il primo semestre 2014 indica segnali di ripresa. Secondo i dati Eurostat, la Slovenia con il 28,7% ha registrato la più alta crescita su base annua tra tutti i paesi dell'ue, seguita dall'ungheria con il 9,8% e dalla Polonia con l 8%. Data pubblicazione: 05/09/2014 Foto: Shutterstock CORREZIONE SIGNIFICATIVA DELL IMAD L'Ufficio per l'analisi e sviluppo macroeconomico (IMAD) ha corretto in modo significativo le sue previsioni per la crescita economica del Paese, portando le sue proiezioni dallo 0,5% al 2% nel Per il 2015 e 2016 preannuncia che la crescita del PIL continuerà, ma sarà leggermente più lenta (1,6 %). Tra i fattori messi in evidenza per l andamento del PIL di quest'anno sono state la maggiore domanda nei mercati europei e gli investimenti co-finanziati con i fondi europei. L'inflazione in Slovenia è rimasta bassa (0,3%), come del resto in tutta l eurozona, a causa del ridotto contributo dei prezzi dei generi alimentari e dell'energia, nonché l'adeguamento del costo del lavoro e dei risparmi complessivi. Data pubblicazione: 29/09/2014 DATI ECONOMICI PER SETTEMBRE L'Ufficio nazionale di statistica ha pubblicato i dati economici riferiti al mese di settembre, dai quali si evince che per il terzo mese consecutivo è stata registrata in Slovenia la deflazione. A livello annuale i prezzi a settembre sono diminuiti dello 0,3% (a fronte del +1,4% di settembre 2013). Su base annua, riduzioni consistenti si sono registrate nei settori delle telecomunicazioni (-3,4%), arredamento (-2,1%) e abbigliamento e calzature (-1,2%), seguiti da salute e trasporti (-0,9%), immobili (0,7%), prodotti alimentari e bevande analcoliche (0,4%). Il deficit di bilancio nel primo semestre di quest'anno ha sfiorato il miliardo di euro, raggiungendo il 5,5%; per il 2014 si prevede il 4,5%. Negative le stime sul debito pubblico che dal 70% sul PIL, registrato alla fine del 2013, dovrebbe raggiungere alla fine di quest anno l'82,2%. Data pubblicazione: 02/10/2014 Realizzato e redatto dall Agenzia ICE di Lubiana 2 Newsletter Slovenia: Settembre, ottobre 2014

7 CRESCITA DELL INDICE DEL BUSINESS SENTIMENT I dati dell'ufficio nazionale di statistica riportano un miglioramento di un punto nell'ultimo mese, e di 11 punti rispetto a settembre 2013, nell'indice sul business sentiment. Operatori e commentatori sottolineano che questo sarebbe il momento migliore per procedere con le necessarie riforme strutturali affinché si possa progredire nella normalizzazione dell'economia. Data pubblicazione: 02/10/2014 CLASSIFICA SULLA LIBERTÀ ECONOMICA Dai dati redatti dal centro di ricerca canadese Fraser Institute risulta che la Slovenia, per il settimo anno consecutivo, ha perso posizioni nella classifica sulla libertà economica. Fra 152 Paesi si è piazzata solo al 105 posto. Le cause per un risultato così negativo andrebbero ricercate nell'eccessiva burocrazia, nella morsa fiscale, nel fatto che il mercato del lavoro sarebbe poco flessibile, nella quantità sproporzionata di regolamenti da osservare, nell'approccio a volte negativo nei confronti degli investimenti esteri e nella debolezza dello Stato di diritto. Data pubblicazione: 08/10/2014 DIMINUZIONE DEL DEFICIT DI BILANCIO Dai dati relativi al mese di settembre si evince una diminuzione del deficit di bilancio, che ad agosto aveva leggermente superato l'ammontare previsto per l'intero 2014 (1 miliardo di euro). Il surplus registrato a settembre è da imputare alle maggiori entrate IVA ed al prelievo di fondi europei più alto del preventivato. Data pubblicazione: 23/10/2014 POLITICA ECONOMICA LA PM USCENTE BRATUSEK NUOVO COMMISSARIO EUROPEO? La PM uscente Alenka Bratusek è l'unica dei tre candidati sloveni per la carica a Commissario europeo ad aver ricevuto l'invito da parte del nuovo Presidente della Commissione europea Jean- Claude Juncker a prendere parte ai colloqui per la costituzione della nuova Commissione. I due candidati sloveni sostenuti del Premier incaricato Cerar, il Ministro degli Esteri uscente Karl Erjavec e l'eurodeputata Tanja Fajon, hanno dichiarato di non aver ricevuto l invito da parte di Juncker. Data pubblicazione: 03/09/2014 Foto: Tamino Petelinsek GELICIDIO ALLA SLOVENIA 18,4 MILLIONI DI EURO La Commissione europea ha proposto un pacchetto di assistenza per quattro Stati membri colpiti maggiormente da calamità naturali nell'ultimo anno. Dal Fondo di solidarietà verranno così assegnati alla Slovenia 18,4 milioni di euro per il gelicidio avutosi all'inizio di quest'anno. I fondi verranno spesi per il ripristino delle infrastrutture e per i lavori di risanamento delle aree boschive. Data pubblicazione: 05/09/2014 Realizzato e redatto dall Agenzia ICE di Lubiana 3 Newsletter Slovenia: Settembre, ottobre 2014

8 LA SLOVENIA DOVRÀ RESTITUIRE 20 MILIONI EURO DI FONDI EUROPEI CAUSA IRREGOLARITÀ Bruxelles ha riscontrato irregolarità in tre progetti beneficiari di fondi europei. Proprio a causa di ciò, la Commissione ha bloccato nei mesi scorsi fondi destinati alla Slovenia per un valore di 401 milioni di euro, che in parte (sono stati sbloccati nelle scorsa settimana). Per ora Bruxelles richiede alla Slovenia la restituzione di 4 milioni di euro e alle autorità competenti di esaminare gli appalti beneficiari dei fondi per il periodo di programmazione Dai primi accertamenti fatti su 300 appalti, sono emerse irregolarità, tra le quali carenze nei sistemi di controllo e pratiche discriminatorie. Dalle prime stime la Slovenia dovrà restituire a Bruxelles più di 20 milioni di euro. Data pubblicazione: 05/09/2014 ERRATE PREVISIONI DELLA BERS Il Presidente della BERS, Suma Chakrabarti, che ha partecipato al Forum Strategico di Bled, in un'intervista per la STA si è dichiarato lieto che la Slovenia abbia registrato una crescita superiore alle previsioni e pari al 2,9 % nell'ultimo trimestre, aggiungendo però che il Paese dovrebbe continuare sulla linea tracciata per intensificare l'attrazione degli investimenti esteri, anche attraverso il processo di privatizzazione. Data pubblicazione: 05/09/2014 DIMINUZIONE DEI PREZZI DEI CARBURANTI NONOSTANTE L AUMENTO DEL CONTRIBUTO PER LE FONTI RINNOVABILI Nonostante dall'estate, pesi sul prezzo della benzina e del diesel un contributo per sostenere la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, per benzina, diesel e combustibile da riscaldamento è scattata alla mezzanotte del 1º settembre una riduzione del prezzo al litro che va da 0,2 a 0,5 centesimi, che porta il prezzo finale dei combustibili a 1,441 euro per la benzina 95, 1,474 euro per la benzina senza piombo 100 ottani, 1,355 euro per il diesel e 1,019 euro per il combustibile da riscaldamento. Data pubblicazione: 05/09/2014 LIEVE RINCARO DEI CARBURANTI I prezzi dei carburanti, ad eccezione della benzina 100 ottani, aumenteranno di circa mezzo centesimo. In Slovenia i prezzi dei prodotti petroliferi sono determinati con regolamento del Governo ogni 14 giorni, in base ai prezzi di mercato e al cambio euro-dollaro. Data pubblicazione: 17/09/2014 Realizzato e redatto dall Agenzia ICE di Lubiana 4 Newsletter Slovenia: Settembre, ottobre 2014

9 DEPOSITATA ALL ASSEMBLEA PARLAMENTARE LA LISTA DEI MINISTRI CANDIDATI AL NUOVO GOVERNO Dopo aver firmato l'8 settembre l'accordo di coalizione con Karl Erjavec (Partito dei pensionati/desus) e Dejan Židan (Social-Democratici/SD), il Premier incaricato Miro Cerar (Partito di Miro Cerar/SMC), ha depositato la lista dei 16 candidati a Ministro nel nuovo governo. La lista include 3 portafogli aggiuntivi rispetto al Governo uscente. Quattro dei candidati fanno parte dell'esecutivo uscente e dovrebbero essere riconfermati alle cariche attuali: Karl Erjavec (Ministro degli Esteri), Gorazd Žmavc (Ministro senza portafoglio per i rapporti fra lo Stato sloveno e gli sloveni nel mondo), Anja Kopač Mrak (Ministro del Lavoro, della Famiglia, degli Affari sociali e delle Pari opportunità) e Dejan Židan (Ministro dell'agricoltura, delle Foreste e dell'alimentazione). Molti i volti nuovi: Vesna Gjörkös Žnidar (Ministro dell'interno), Jozef Petrovic (Ministro dello Sviluppo economico e della Tecnologia), Boris Koprivnikar (Ministro della Pubblica Amministrazione), Milojka Kolar (Ministro della Salute), Stanka Setnikar Cankar (Ministro dell'istruzione, della Scienza e dello Sport), Julijana Bizjak Mlakar (Ministro della Cultura), Irena Majcen (Ministro dell'ambiente e della Pianificazione territoriale), Peter Gašperšič (Ministro delle Infrastrutture) e Violeta Bulc (Ministro senza portafoglio per lo sviluppo, i progetti strategici e la coesione). Tre candidati, invece, sono particolarmente noti; come il nuovo Ministro delle Finanze, Dušan Mramor, che ha già ricoperto questa carica al dicastero delle Finanze ( ), il Ministro della Difesa, Janko Veber, ex Presidente dell'assemblea nazionale ( ) e Goran Klemenčič, candidato a Ministro della Giustizia, Presidente della Commissione anti-corruzione ( ). I candidati verranno confermati solo dopo le audizioni in Assemblea nazionale. Le priorità dichiarate dalla coalizione sono la fuoriuscita dalla crisi e la ripresa economica, il consolidamento della spesa pubblica e la stabilizzazione della scena politica. Data pubblicazione: 11/09/2014 LA BRATUSEK VICE-PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE EUROPEA PER L UNIONE DELL ENERGIA Il Presidente della Commissione Europea, Jean-Claude Juncker, ha conferito al PM uscente sloveno, Alenka Bratusek, uno dei sette posti di Vice-Presidente della Commissione, a lei spetterà l'unione dell'energia. Data pubblicazione: 12/09/2014 BRUXELLES FONDI EUROPEI: IN DUE MESI ELIMINARE LE IRREGOLARITÀ La Commissione europea chiede alla Slovenia di eliminare entro due mesi tutte le irregolarità presenti nelle assegnazioni dei fondi europei, pena il blocco delle ulteriori erogazioni. A Bruxelles hanno riscontrato gravi carenze dei sistemi di controllo e gestione dei programmi riguardanti le infrastrutture ambientali e di trasporto. La prima nota informale ricevuta dalla Slovenia sulle irregolarità risale alla fine dello scorso anno, a gennaio, invece, è stata invita anche una notifica ufficiale. All'inizio di marzo la Commissione ha congelato tutti i fondi destinati alla Slovenia, mentre a meta agosto sono stati sbloccati circa 183 milioni di euro. La Relazione finale per il 2013 non ha soddisfatto le aspettative dell'esecutivo europeo, mettendo nuovamente a rischio i l'erogazione dei fondi. Data pubblicazione: 18/09/2014 Realizzato e redatto dall Agenzia ICE di Lubiana 5 Newsletter Slovenia: Settembre, ottobre 2014

10 CONFERMATO IL NUOVO GOVERNO DI CENTRO-SINISTRA Ieri pomeriggio è stato confermato in Assemblea nazionale, con 54 voti a favore, 25 contrari e 6 astenuti, il 12 Governo sloveno. Il PM Cerar si è detto soddisfatto del risultato e ha dichiarato che la sua squadra si metterà subito al lavoro. Dopo la conferma è seguito il passaggio di consegna tra la PM uscente Bratusek e il nuovo PM Cerar, e il giuramento dei Ministri. Il nuovo Governo conterà 16 ministri (3 in più del precedente): 9 del Partito di di Miro Cerar (SMC), 4 del Partito dei pensionati (DeSUS) e 3 dei Social-Democratici (SD). I dicasteri saranno guidati da: Dušan Mramor, alle Finanze (SMC), Jozef Petrovic allo Sviluppo economico e Tecnologia (SMC), Dejan Židan riconfermato all'agricoltura, Foreste e Alimentazione (SD), Karl Erjavec riconfermato Foto: Uros Hocevar agli Esteri (DeSUS), Gorazd Žmavc riconfermato ai rapporti fra lo Stato sloveno e gli sloveni nel mondo senza portafoglio (DeSUS), Anja Kopač Mrak riconfermata al Lavoro, Famiglia, Affari sociali e Pari opportunità (SD), Vesna Gjörkös Žnidar agli Interni (SMC), Boris Koprivnikar alla Pubblica Amministrazione (SMC), Milojka Kolar alla Salute (SMC), Stanka Setnikar Cankar all'istruzione, Scienza e Sport (SMC), Julijana Bizjak Mlakar alla Cultura (DeSUS), Irena Majcen all'ambiente e Pianificazione territoriale (DeSUS), Peter Gašperšič alle Infrastrutture (SMC), Violeta Bulc allo Sviluppo, Progetti strategici e Coesione senza portafoglio (SMC), Janko Veber alla Difesa (SD) e Goran Klemenčič alla Giustizia (SMC). La sessione inaugurale dell Esecutivo si è svolta ieri sera, con la nomina del nuovo Segretario Generale, Darko Krašovec, e di alcuni Segretari di Stato. Data pubblicazione: 19/09/2014 MALTEMPO: DANNI PER OLTRE 13 MILIONI DI EURO Le inondazioni, e le conseguenti frane, che hanno colpito la scorsa settimana l area sud-orientale e nord-orientale della Slovenia, oltre a causare la morte di due persone, hanno provocato ingenti danni materiali stimati a circa 13 milioni di euro. Centinaia di abitazioni sono state allagate e diverse strade regionali sono state chiuse a causa di frane e smottamenti. Data pubblicazione: 24/09/2014 Foto: Joze Pojbic SCENDONO I PREZZI DEGLI IMMOBILI Dai dati pubblicati dall Ufficio di statistica si evince che i prezzi degli immobili ad uso abitativo in Slovenia continuano a scendere. Su scala nazionale, nel secondo trimestre di quest'anno si è registrata una contrazione del 9,8% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso e del 2,6% rispetto al trimestre precedente. Tra il 1º maggio e il 31 agosto 2014 sono stati venduti in totale immobili residenziali, di cui 163 nuovi e esistenti. Il rilevante incremento nelle vendite di immobili ad uso abitativo esistenti registrato nel secondo trimestre 2014 rispetto alla media 2013 fa ben sperare sulla ripresa del settore. Data pubblicazione: 24/09/2014 Foto: Ana Kovac Realizzato e redatto dall Agenzia ICE di Lubiana 6 Newsletter Slovenia: Settembre, ottobre 2014

11 UNA SPESA PUBBLICA SOSTENIBILE Il PM Cerar ha dichiarato in un'intervista che il problema dai conti pubblici è serio, ma sostenibile: il Governo dovrà fare molta attenzione al contenimento della spesa pubblica per evitare un eventuale intervento esterno. Nei prossimi giorni scioglierà la riserva sulla necessità o meno di un provvedimento aggiuntivo per il bilancio di quest'anno. Data pubblicazione: 26/09/2014 NOMINE DI SEGRETARI DI STATO Ulteriore tornata di nomine alla seconda riunione del nuovo Governo. Metod Dragonja, ex Ministro dello Sviluppo economico e della Tecnologia, è stato nominato Segretario di Stato presso la Presidenza del Governo, con un incarico aggiuntivo di coordinamento finanziario presso il Gabinetto del Ministro delle Finanze Mramor. Al Ministero dell'interno è stato confermato Segretario di Stato, Bostjan Sefic, al Ministero della Giustizia rimane Segretario di Stato Tina Brecelj. Data pubblicazione: 29/09/2014 CAMPAGNA PER L ACQUISTO DI PRODOTTI NAZIONALI Per compensare le attuali difficoltà il Governo sloveno ha deciso di attuare una campagna di sensibilizzazione per l'acquisto di prodotti alimentari nazionali contrassegnati dall'indicazione di produzione locale. Data pubblicazione: 29/09/2014 POLITICA FISCALE PIU FAVOREVOLE E ATTUAZIONE DI MISURE CONTRO LE INADEMPIENZE Un'indagine svolta tra gli imprenditori e gli uomini d'affari sloveni ha rivelato che una delle aree prioritarie su cui dovrebbe iniziare a lavorare il nuovo Governo per poter migliorare la situazione economica, sono la politica fiscale, i rimedi al mancato rispetto dei termini di pagamento e alla semplificazione delle procedure amministrative. Data pubblicazione: 02/10/2014 LA DISOCCUPAZIONE CALA ANCHE A SETTEMBRE L'Ufficio di Collocamento della Slovenia ha reso noti i dati sulla disoccupazione per il mese di settembre, che registrano un ulteriore calo dell 1,9% della disoccupazione rispetto ad agosto e dell 1,8% rispetto a settembre La disoccupazione ufficiale è diminuita in tutte le regioni slovene tranne quella del litorale. Data pubblicazione: 08/10/2014 SCARSCA AFFLUENZA ALLE URNE PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE Domenica scorsa si è svolto il primo turno delle elezioni amministrative in Slovenia caratterizzato da una bassissima affluenza alle urne (44% degli aventi diritto al voto). In 133 casi su 159 è stato rieletto il sindaco uscente al primo turno. Riconfermato per il terzo mandato consecutivo nella Capitale Zoran Janković (57,6%) e per il quarto mandato a Capodistria Boris Popovic (52,7%). Il secondo turno delle elezioni è previsto per 19 ottobre p.v.. Data pubblicazione: 08/10/2014 Realizzato e redatto dall Agenzia ICE di Lubiana 7 Newsletter Slovenia: Settembre, ottobre 2014

12 A BRUXELLES BOCCIATO L'EX PM SLOVENO Alenka Bratušek, il candidato sloveno, designata per l incarico di Vice-Presidente della Commissione europea per l'unione energetica della nuova Commissione Juncker, è stata respinta dal Parlamento europeo. E stata giudicata non idonea per l incarico affidatole; solo 13 sono stati i voti espressi a suo favore e 112 contrari. Cerar aveva indicato i nomi dell'attuale Ministro degli Esteri Karl Erjavec e dell'eurodeputata social-democratica Tanja Fajon. Tra i nomi che circolano al momento sulla stampa come potenziali candidati dal profilo liberale: Violeta Bulc, nuovo Ministro senza portafoglio per lo Sviluppo, i Progetti strategici e la Coesione e stretta collaboratrice del Primo Ministro e quello dell'attuale Commissario europeo Janez Potocnik. Data pubblicazione: 09/10/2014 Foto: Jure Rzen MANOVRA DI BILANCIO DEL GOVERNO Alla conferenza stampa di martedì, 7 ottobre, il Ministro delle Finanze, Dušan Mramor, ha dichiarato che nonostante i segnali di ripresa, il Paese soffre ancora delle conseguenze della crisi che costringerà il Governo ad effettuare entro fine mese una manovra di bilancio. Non essendoci più tempo per gli interventi strutturali, si dovrà intervenire tagliando la spesa. Con la manovra di bilancio aumenterà di 200 milioni il deficit, che ammonterà a 1,2 miliardi di euro (a 3,4%, 0.2% di più rispetto agli impegni assunto con l'ue per 3,2% del PIL). Sul fronte delle entrate ha inciso sopratutto la bocciatura della tassa sugli immobili e il mancato utilizzo dei fondi europei. Per il prossimo anno, Foto: Joze Suhadolnik il Ministro ha annunciato una politica più severa sulla riscossione delle imposte, il possibile aumento delle tasse sulle transazioni finanziarie ed i servizi di assicurazione, nonché l'abolizione di varie sovvenzioni e il mantenimento di una politica restrittiva sulle spese del settore pubblico in corso di razionalizzazione. Data pubblicazione: 10/10/2014 LA BRATUSEK SI DIMETTE, IL GOVERNO PROPONE UN NUOVO CANDIDATO DONNA DI PROPRIA FIDUCIA A seguito della bocciatura da parte del Parlamento europeo, l'ex PM Alenka Brastuek ha ritirato la propria candidatura. Il Governo ha proposto un nuovo candidato a Commissario europeo, Violeta Bulc, Vice-Primo Ministro e Ministro senza portafoglio per lo Sviluppo, i Progetti strategici e la Coesione. Data pubblicazione: 10/10/2014 DISASTRO PER L OLIVICOLTURA Annata disastrosa per le piantagioni di oliveti sul litorale sloveno. Negli oliveti si è provveduto alla raccolta anticipata dei frutti per sottrarli alle avverse condizioni atmosferiche e soprattutto alla vera invasione della mosca olearia che ha colpito il raccolto decimandolo. Gli esperti prevedono che la produzione d olio sarà ridotta almeno della metà rispetto ad un annata normale (fino al 75% del raccolto è stato colpito in alcune zone del paese). Data pubblicazione: 23/10/2014 Realizzato e redatto dall Agenzia ICE di Lubiana 8 Newsletter Slovenia: Settembre, ottobre 2014

13 PREVISIONI DI BILANCIO 2015 Il Governo ha presentato a Bruxelles il documento di programmazione finanziaria spedito, che sarà la base per la stesura della finanziaria per il prossimo anno. Gli obiettivi dichiarati sono un deficit non superiore al 2,8% del PIL per il 2015, rispetto al 4,4% del 2014 (gravato dalla ricapitalizzazione delle banche). Data pubblicazione: 23/10/2014 VIOLETA BULC COMMISSARIO PER I TRASPORTI Violeta Bulc confermata a Commissario per la Slovenia dal Presidente Jean-Claude Junker. Le è stato designato l'incarico di Commissario per i trasporti. Data pubblicazione: 23/10/2014 PRIVATIZZAZIONI Il Ministero delle Finanze Mramor ha dichiarato che il Governo predisporrà entro due mesi una strategia complessiva per la gestione delle proprietà di Stato, smentendo che l'esecutivo voglia iniziare l'iter di privatizzazione di alcune grandi società slovene come precedentemente fatto trapelare dalla stampa (cfr. Petrol, che opera nel settore delle distribuzioni di prodotti petroliferi, assicurazioni Triglav e Sava Re). Data pubblicazione: 23/10/2014 Foto: Blaz Samec PROPOSTA DI AUMENTO DELLA TASSAZIONE Il Ministro delle Finanze Mramor avrebbe proposto di aumentare, dal 1 gennaio prossimo, dal 6,5% all'8,5%, la tassa sui servizi finanziari e quella sui premi assicurativi. L'aumento della tassa rientrerebbe fra le misure inserite nella legge di stabilità Si stima che l'aumento delle aliquote sulle due tasse possa produrre un gettito pari a 40 milioni di euro. Data pubblicazione: 23/10/2014 LA TASSA SULLE BIBITE ANALCOLICHE Il governo intende introdurre una tassa sulle bibite analcoliche (aggiunta di zucchero e di altri additivi). La notizia ha scioccato i produttori del settore. Si stima che con l'attuazione di questa misura entreranno nelle Casse dello Stato 8 milioni di euro. I produttori coinvolti ritengono che la misura avrebbe effetti molto negativi sul settore. Data pubblicazione: 24/10/2014 DIMISSIONI DEL MINISTRO PER LO SVILUPPO ECONOMICO E TECNOLOGIA Venerdì scorso il Ministro per lo Sviluppo economico e Tecnologia, Jozef Petrovic, dopo solo un mese dall'assunzione dell incarico, si è dimesso irrevocabilmente. L'Agenzia per la tutela della Concorrenza (AVK) ha reso noto di aver riscontrato delle violazioni nelle operazioni dell azienda DZS dove l'ex Ministro ricopriva un ruolo direzionale. La DZS avrebbe infatti stretto accordi con le aziende Mladinska knjiga trgovine eextra Lux, tra il 2007 e 20120, per manovrare il prezzo del materiale di cancelleria fornito ad enti pubblici e statali. Petrovic si è dichiarato innocente ed ha affermato di essersi dimesso per poterlo dimostrare e permettere al nuovo Governo di operare senza Foto: Uros Hocevar inutili intoppi. Data pubblicazione: 24/10/2014 Realizzato e redatto dall Agenzia ICE di Lubiana 9 Newsletter Slovenia: Settembre, ottobre 2014

14 RITOCCHI DEL BILANCIO PER IL 2015 Il Ministro delle Finanze, Dusan Mramor, ha presentato le misure concordate dalla coalizione di Governo per la correzione del bilancio per l'anno Con un obiettivo di risparmio di 715 milioni di euro. Tra le misure previste, una riduzione del 3% della spesa per i salari dei dipendenti pubblici, l'aumento della tassazione dei servizi bancari e assicurativi e sulle bibite analcoliche. Sul primo punto, i sindacati che hanno manifestato insoddisfazione tenteranno di raggiungere un nuovo accordo con l'esecutivo, dato che a fine anno scadono i provvedimenti concordati con il precedente Governo (congelamento dei salari e degli avanzamenti, la riduzione dell'indennità ferie, riduzione dei contributi nel sistema pensionistico ). E' stato invece raggiunto un compromesso sui fondi per il contributo vacanze destinato ai pensionati e che verrà ridotto da 40 milioni, previsti nell'accordo di coalizione, a 19 milioni, attraverso una rimodulazione del contributo alle pensioni superiori ai 622 euro mensili. Data pubblicazione: 24/10/2014 SISTEMA BANCARIO IN SLOVENIA PRIMO SPORTELLO BANCOMAT PER IL BITCOIN In Slovenia a Lubiana è stato aperto il primo sportello bidirezionale della criptovaluta Bitcoin. Lo sportello consente sia la vendita che l acquisto dei Bitcoin con una provvigione del 5%. In Slovenia sarebbero 50 le aziende a consentire il pagamento tramite la valuta criptata. La società Grecom che ha lanciato sul mercato sloveno gli sportelli per il Bitcoin, sta organizzando questa settimana una Conferenza internazionale sul Bitcoin, il cui obiettivo principale sarà quello di trovare risposte alle sfide del Bitcoin. Data pubblicazione: 10/09/2014 PREVISIONI DELLA BANCA CENTRALE SLOVENA SULLA CRESCITA ECONOMICA La Banca Centrale della Slovenia ha corretto il 23 settembre le sue stime sulla crescita economica del Paese per l anno in corso, portandole dallo precedente 0,6 % all 1,6% (1,3% nel 2015 e 1,8% nel 2016). Il vice governatore Festić ha dichiarato che in prospettiva le sfide maggiori saranno la ristrutturazione finanziaria e proprietaria dell'economia reale, un processo nel quale la Banca Centrale intende svolgere un ruolo attivo. Data pubblicazione: 10/09/2014 Foto: Uros Hocevar BANKA CELJE COLLOQUI CON INVESTITORE PRIVATO Alla Banka Celje, il cui maggiore azionista è la NLB con il 41% della quota, si sta interessando un potenziale investitore privato, il quale sarebbe intenzionato ad effettuare un controllo accurato della banca. Fonti ufficiose sostengono che si tratti di una piccola banca americana: la Jefferies. Data pubblicazione: 26/09/2014 Realizzato e redatto dall Agenzia ICE di Lubiana 10 Newsletter Slovenia: Settembre, ottobre 2014

15 IL GOVERNO HA DESTINATO ALL ABANKA ULTERIORI 243 MILIONI DI EURO Il Governo ha approvato le misure per la ricapitalizzazione di Abanka: 243 milioni di euro in titoli di Stato ed il trasferimento di 446 milioni di euro di crediti inesigibili alla bad bank. Nel dicembre dello scorso anno ad Abanka erano già stati destinati 348 milioni di euro liquidi. Data pubblicazione: 29/09/2014 Foto: Blaz Samec RIMBORSI DEI DEPOSITI IN VALUTA ESTERA CONGELATI PRESSO LE EX FILIALI DELLA LJUBLJANSKA BANKA Il Governo sloveno ha meno di quattro mesi di tempo per preparare lo schema per la restituzione dei depositi in valuta estera congelati presso le ex filiali della Ljubljanska banka (LB) ai risparmiatori della Bosnia ed Erzegovina. Il rimborso è stato imposto con una sentenza della Corte europea per i diritti dell'uomo il 16 giugno scorso. L Alto rappresentante per le successioni Ana Petric Polak ha affermato che sono state costituite due commissioni che si stanno occupando della questione dato che entro il 16 gennaio 2015 tutta la documentazione dovrà essere presentata al Consiglio dei ministri del Consiglio d'europa. Non è ancora noto l'ammontare complessivo dei depositi da restituire, ma la Slovenia deve rimborsare i risparmiatori bosniaci alle stesse condizioni di come a fatto per quelli sloveni; gli importi fino a 500 euro dovranno essere versati subito, mentre per le somme più elevate potranno essere dilazionate in dieci rate entro cinque anni. Data pubblicazione: 02/10/2014 VENDITA DEI BUONI DEL TESORO Piazzati Buoni del Tesoro a 18 mesi ed un tasso di interesse dello 0,45% per 500 milioni di euro che dovranno essere pagati entro il 14 aprile All'asta hanno aderito le banche NLB, NKBM, Abanka, DBS, SKB banka, Unicredit banka Slovenija e come unica istituzione finanziaria estera la banca d'investimento Jefferies Group. Data pubblicazione: 17/10/2014 Realizzato e redatto dall Agenzia ICE di Lubiana 11 Newsletter Slovenia: Settembre, ottobre 2014

16 IMPRESE ABANKA È IL NUOVO PROPRIETARIO DI MAGGIORANZA DELLA SOCIETÀ LITOSTROJ RAVNE Con la conversione dei crediti in capitale, l'abanka è diventata proprietaria di quasi due terzi delle quote della società Litostroj Ravne, produttrice di presse industriali. L'azienda fa Le quote rimanenti verranno divise tra nove creditori che parteciperanno alla ricapitalizzazione. Nei primi sette mesi del 2014 il fatturato della società Litostroj ammonta a quasi 5 milioni di euro, e l'utile netto è pari a euro. Attualmente la società impiega circa 100 persone. L'Abanka non intende rimanere proprietaria della quota di maggioranza della società a lungo, perciò ci si può attendere a breve l'inizio del processo di vendita. Data pubblicazione: 05/09/2014 Foto: Blaž Sam IL GRUPPO SIJ S.P.A PASSA IN UN ANNO DA 6 MILIONI DI PERDITE A 19 DI PROFITTO Nella prima metà dell'anno le Acciaierie riunite hanno registrato 377 milioni di euro di fatturato, con un utile netto di 18,9 milioni di utili netti. Nello stesso periodo dello scorso anno erano state registrate perdite per 6 milioni euro. La crescita degli utili sarebbe dovuta al riorientamento della produzione verso prodotti a maggior a maggior valore aggiunto (lamiere speciali e in acciaio inossidabile). Data pubblicazione: 05/09/2014 AGROKOR - MERCATOR Foto: sij.si Da quanto reso noto, l'agrokor ha raggiunto il controllo dell'80% delle azioni della Mercator. Il 27 giugno scorso il gruppo croato Agrokor, presieduto da Ivica Todorović, aveva già acquistato il 53,12 % dei titoli della catena commerciale Mercator, lanciando un mese dopo una nuova offerta pubblica d acquisto relativa all ulteriore 47% dei titoli non ancora in suo possesso al prezzo di 86,00 euro ad azione. Data pubblicazione: 05/09/2014 VENDUTO L AEROPORTO DI LUBIANA Venerdì la società tedesca Fraport ha firmato il contratto d'acquisto per il controllo del 75,5% delle azioni dell'aeroporto di Lubiana (Aerodrom Ljubljana). Da quanto reso noto l'acquisto è avvenuto al prezzo di 177 milioni di euro (61,7 euro ad azione). Avevano presentato offerte vincolanti altre tre società: la cinese Friedmann Pacific, che si presentava assieme all'affiliata China Aircraft Leasing Company, la francese Vinci, e l'aeroporto di Venezia-SAVE. All'inizio di agosto l'autorità aeroportuale e la Super-holding di Stato SSH (proprietaria di maggioranza dell'aeroporto) avevano annunciato che avrebbero iniziato le trattative esclusive con il migliore offerente, la Fraport di Francoforte, e che si sarebbe arrivato a breve alla firma del contratto. L'aeroporto di Lubiana è una delle 15 imprese a partecipazione statale incluse nella lista prioritaria delle privatizzazioni. Realizzato e redatto dall Agenzia ICE di Lubiana 12 Newsletter Slovenia: Settembre, ottobre 2014

17 Data pubblicazione: 10/09/2014 SOCIETÀ ELAN Foto: Boštjan Fon L'alternativa per salvare la società Elan dalla liquidazione, sarebbe la privatizzazione. Lo si evince dalla lettera che il Ministero delle finanze sloveno ha inviato a Bruxelles, nella quale ha indicato che già entro ottobre dovrebbe essere noto se la società potrà essere venduta. Ad agosto la Commissione europea aveva imposto la liquidazione della società, dato che questa non è stata in grado di restituire 10 milioni di euro in aiuti di Stato non approvati da Bruxelles. Sarebbero due le società interessate al suo acquisto. Data pubblicazione: 11/09/2014 INAUGURATO A LUBIANA IL CONCEPT STORE MAKEIT E' stato inaugurato l'11 settembre a Lubiana il Concept Store Makeit con un'offerta di prodotti arredo design ed elettrodomestici di alta gamma, food e riviste: Smeg, Italiana divani, Alpes, Ilve, RobertoDepiero, Delfabro, MW Glasses, LaMami, LaGanga e Pietre Colorate. Data pubblicazione: 12/09/2014 MAHLE LETRIKA: NUOVO ANNUNCIO DELL OFFERTA PUBBLICA DELLA SOCIETÀ TEDESCA La società tedesca Mahle, proprietaria già del 85,04% delle azioni della società slovena Letrika d.d., produttrice di motorini di avviamento, alternatori, motori elettrici e sistemi meccatronici, ha annunciato che intende a breve lanciare la sua offerta pubblica d acquisto dei titoli non ancora in suo possesso. L'Opa dovrà essere effettuata entro 30 giorni dall annuncio e prevedere per l'acquisto, lo stesso importo ad azione (67,10 euro) offerto in precedenza, secondo la vigente normativa in materia. Data pubblicazione: 12/09/2014 Foto: dpa LA SOCIETÀ ŽITO IN VENDITA Per la società Žito d.d., produttrice di generi alimentari, è atteso per lunedì il bando per la presentazione delle offerte di acquisizione del 51% delle azioni. Dai dati resi noti ad agosto le, nei primi sei mesi dell'anno, le vendite totali della società sono aumentate dell'1% rispetto allo stesso periodo del 2013, con un incremento del 21% all'estero. La Žito di Lubiana è una delle 15 società incluse nella lista di privatizzazioni prioritarie approvata dall'assemblea nazionale. Data pubblicazione: 12/09/2014 Realizzato e redatto dall Agenzia ICE di Lubiana 13 Newsletter Slovenia: Settembre, ottobre 2014

18 PORTO DI CAPODISTRIA: NULLA-OSTA PER NAVIGAZIONE E ATTRACCO DI NAVI DA TRASPORTO CON UN IMMERSIONE FINO A 13,5 METRI A seguito del completamento dei lavori di dragaggio e di approfondimento del bacino nel Porto di Capodistria, le autorità marittime slovene hanno dato luce verde per la navigazione e l'attracco di navi da trasporto con un'immersione fino a 13,5 metri. Si valuta che in tal modo il traffico container potrà aumentare di TEU all'anno (nel primo semestre di quest'anno ne sono stati trasbordati ). Data pubblicazione: 17/09/2014 LA PETROL IN VENDITA AGLI STRANIERI L'Istrabenz e la Gorenjska banka intendono vendere le proprie quote (8%) della Petrol, principale azienda slovena di distribuzione di combustibile. All'inizio del mese di ottobre verrà lanciato un invito pubblico per i potenziali offerenti, circa 130 investitori qualificati stranieri, fondi, con l obiettivo di concludere la procedura entro la fine del mese. Una volta conosciuto il miglior offerente, saranno invitate a vendere le proprie azioni della Petrol anche le banche NKBM e NLB (8%). Gli offerenti auspicano il mantenimento dell attuale prezzo di mercato (293 euro ad azione ma se il pacchetto delle azioni fosse più ampio, potrebbe attirare investitori strategici il prezzo potrebbe aumentare. Al momento però la super holding di Stato (SSH), proprietaria del 19,7% ed il Fondo per le pensioni KAD, proprietario dell'8,9% dell'azienda, non sono ancora autorizzate alla vendita. La Petrol è una delle maggiori società quotate in borsa con il più basso numero di investitori stranieri (7,3% delle azioni). Data pubblicazione: 17/09/2014 PRIVATIZZAZIONE DELLA SOCIETÀ ŽITO Martedì 16 settembre è stata lanciata l Opa per il 51,55% della società Zito. La quota di maggioranza combinata viene venduta dalla Super-holding di Stato (SSH) (12,26%), l Assicurazione Modra Zavarovalnica (14,97%) e da diverse società di gestione del risparmio privato e fondi comuni di investimento. I potenziali acquirenti hanno tempo di presentare le proprie offerte indicative entro il 31 ottobre p.v., che verranno seguite da un secondo round di offerte vincolanti. La società Žito è un azienda importante in Slovenia e nel Sud-Est Europa nel settore alimentare: panetteria, pasticceria, prodotti della macinazione, alimenti surgelati, dolci, pasticceria, pasta, spezie, tè e riso. Nel Foto: Ljubo Vukelic primo semestre la società ha registrato un fatturato di 53,7 milioni di euro. Acquirenti interessati potrebbero essere alcune aziende polacche, l'azienda serba MG Group e le croate Podravka, Mlinar e Garniola. Il prezzo ad azione dovrebbe aggirarsi sui 120 euro circa. Data pubblicazione: 17/09/2014 Realizzato e redatto dall Agenzia ICE di Lubiana 14 Newsletter Slovenia: Settembre, ottobre 2014

19 CINKARNA CELJE L avviso per la vendita del 73% della società Cinkarna Celje, che opera nel settore dell industria chimica, è programmato per la fine di questa settimana o al massimo entro la fine di settembre. I venditori si aspettano un grande interesse da parte di diverse società operanti nel settore, dato che l'azienda slovena non appare gravata da debiti. Il prezzo ad azione dovrebbe aggirarsi in media sui 230 euro ( euro). Data pubblicazione: 17/09/2014 BANANE SLOVENE La Ocean Orchids, l azienda la cui principale attività è la produzione di orchidee, si è dedicata anche alla coltivazione di banane. L azienda è stata fondata nel 2003 a Dobrovnik nella regione del Prekmurje, nel nord-est della Slovenia, da un gruppo di imprenditori con esperienza nella coltivazione nelle serre. Con l aiuto del riscaldamento geotermico delle serre producono e vendono, in Slovenia e all'estero, più di un milione di orchidee all anno. Nel 2009 hanno introdotto nel loro orto esotico oltre ad altri fiori tropicali, anche una piccola piantagione di banane, che sono state accolte con grandissimo entusiasmo dal mercato sloveno. Si tratta del Foto: Borut Krajnc primo frutto tropicale di produzione locale sugli scaffali dei negozi sloveni. L azienda intende allargare la propria gamma di prodotti esotici: nelle loro serre sono già maturati i primi frutti di papaya e avocado, in prospettiva, pensano di estendere la coltivazione anche al caffè e al cotone. Data pubblicazione: 26/09/2014 NEGOZIAZIONI PER LA RADENSKA L amministrazione della birreria Laško sta concludendo in questi giorni i negoziati per la vendita dell azienda Radenska (imbottigliamento di acqua minerale). Secondo fonti ufficiose la birreria Laško e la banca Unicredit, che offre servizi di consulenza alla birreria, starebbero attualmente negoziando per la vendita con l azienda ceca Kofolo e la P&P slovena, mentre la Coca-Cola non sarebbe più interessata all acquisto. Data pubblicazione: 26/09/2014 Foto: Brane Piano ACCORDO PER LA VENDITA DELLA CENTRALE TERMOELETTRICA DI TRBOVLJE Messo a punto l'accordo per la vendita dell'81% delle azioni della centrale termoelettrica di Trbovlje fra la Holding delle centrali elettriche slovene (HSE) e la società svizzera Edelweiss Investment (di proprietà del magnate russo Burlakov). La Centrale termoelettrica di Trbovlje è da tempo in crisi e prima di procedere alla firma sarà necessario l'avallo degli organi di controllo della HSE e della Super-holding di Stato SSH. Data pubblicazione: 26/09/2014 Foto: Bor Slana Realizzato e redatto dall Agenzia ICE di Lubiana 15 Newsletter Slovenia: Settembre, ottobre 2014

20 IL CINEMA KOLOSEJ ALLA CINEPLEXX? Da quanto reso noto la Cineplexx, la catena austriaca che gestisce sale cinematografiche, si interesserebbe all acquisto del cinema multiplex Kolosej di Lubiana. All inizio di agosto la banca NLB ha messo in vendita il Kolosej con lo scopo di recuperare i propri crediti vantati verso il suo proprietario (l'azienda Kolosej di Lubiana). Il prezzo iniziale per il complesso Kolosej, che dispone di 12 sale cinematografiche nella zona commerciale di Lubiana BTC, è di 7,78 milioni di euro. Le offerte verranno raccolte sino al 24 ottobre La Cineplexx è presente sul mercato sloveno dal 2012, quando ha acquistato tutte le sale cinematografiche del Tuš in tutte le maggiori città slovene fatta eccezione di Lubiana. Data pubblicazione: 02/09/2014 Foto: Foto promozionale LA DARS HA REALIZZATO 45 MILIONI DI EURO DI UTILE NETTO La DARS, società gestore delle autostrade Slovene, ha realizzato nei primi sette mesi del ,7 milioni di fatturato, di cui 45 milioni di euro di utile netto (rispetto ai 17,2 milioni di euro dello stesso periodo del 2013). Il fatturato e' aumentato dell'8% rispetto alle previsioni e del 18% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Data pubblicazione: 08/10/2014 Foto: Leon Vidic VENDUTO IL QUOTIDIANO VECER PER UN MILIONE DI EURO Il quotidiano Večer di Maribor è stato venduto alla società Dober Večer che sarebbe stata istituita proprio per tale operazione dall'ex direttore della società di comunicazioni T-2 Saso Todorovič e dall'imprenditore Uroš Hakl. La vendita del quotidiano Večer si sta trascinando già dal 2009, quando il Garante della Concorrenza ha imposto al quotidiano Delo, maggiore azionista della società (79.24%), di vendere almeno il 75% delle proprie quote. A giugno di quest'anno sono state presentate quattro offerte ed è risultato il migliore offerente il Dober Večer che pagherà per l'acquisto circa un milione di euro. Data pubblicazione: 08/10/2014 Foto: Tadej Regent A BREVE VERRÀ STILATA UNA NUOVA LISTA DI AZIENDE DA PRIVATIZZARE In un'intervista per la Reuters il PM Cerar ha dichiarato che le privatizzazioni in Slovenia continueranno senza intoppi e che verrà venduta anche la Telekom, inclusa infrastruttura. Ha aggiunto inoltre che nei prossimi mesi un team ministeriale stilerà una nuova lista di aziende che potrebbero essere aggiunte alle 15 che sono state già confermate per la vendita. Il processo di privatizzazione stimolerà l'economia e aiuterà a consolidare le finanze pubbliche, proprio per questa ragione si tratta di un processo molto importante. I nostri criteri devono essere ben chiari, dobbiamo essere consapevoli di quello che intendiamo vendere, perché lo facciamo e a chi! ha dichiarato Cerar. Foto: Uros Hocevar Data pubblicazione: 08/10/2014 Realizzato e redatto dall Agenzia ICE di Lubiana 16 Newsletter Slovenia: Settembre, ottobre 2014

BOLLETTINO ECONOMICO 22 settembre- 7 novembre 2014

BOLLETTINO ECONOMICO 22 settembre- 7 novembre 2014 BOLLETTINO ECONOMICO 22 settembre- 7 novembre 2014 DATI E PREVISIONI MACROECONOMICHE PIL Il dato saliente nel mese di ottobre e stato la pubblicazione di stime al rialzo per il PIL sloveno da parte del

Dettagli

Andamento della congiuntura economica in Germania

Andamento della congiuntura economica in Germania Andamento della congiuntura economica in Germania La flessione dell economia tedesca si è drasticamente rafforzata nel primo trimestre 2009 durante il quale il PIL ha subito un calo del 3,5% rispetto all

Dettagli

CUBA Congiuntura Economica

CUBA Congiuntura Economica CUBA Congiuntura Economica Durante il 2011 l economia cubana ha avviato graduali riforme del sistema economico. Il tasso annuale di crescita del prodotto interno lordo dovrebbe attestarsi al 2.7% nel 2011.

Dettagli

Ottobre 2014. Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014

Ottobre 2014. Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014 Ottobre 2014 Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014 Eurozona Previsioni "La ripresa nella zona euro sta perdendo impulso, la crescita del PIL si è fermata nel secondo trimestre, le informazioni

Dettagli

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015)

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) La Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) 1 ECONOMIA IN ITALIA In Italia, dopo tre cali annuali consecutivi (2012-2,8%, 2013-1,7%, 2014-0,4%), il CSC prevede una crescita del PIL dell 1%. quest

Dettagli

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3 IL QUADRO AGGREGATO Come già avvenuto nel primo trimestre dell anno, anche nel secondo il prodotto interno lordo ha conosciuto una accelerazione sia congiunturale che tendenziale. Tra aprile e giugno dell

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

08.15 RAPPORTO MENSILE

08.15 RAPPORTO MENSILE 08.15 RAPPORTO MENSILE Agosto Crescita economica, Imprese 1 Mercato del lavoro 3 Inflazione 5 Commercio estero 6 Turismo 8 Credito 9 Frutticoltura, Costruzioni 10 Congiuntura internazionale 11 Autori Luciano

Dettagli

Il mercato tedesco dell odontoiatria. e la congiuntura economica in Germania

Il mercato tedesco dell odontoiatria. e la congiuntura economica in Germania Il mercato tedesco dell odontoiatria e la congiuntura economica in Germania Andamento della congiuntura economica in Germania L economia tedesca verso il ristagno Molti ritengono ormai che l economia tedesca

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE ROMANIA Gennaio-dicembre 2013

NOTA CONGIUNTURALE ROMANIA Gennaio-dicembre 2013 NOTA CONGIUNTURALE ROMANIA Gennaio-dicembre 2013 Biroul de la Bucuresti Str. A.D.Xenopol, nr.15, sector 1-010472 Bucuresti T +40 21 2114240 F +40 21 2100613 bucarest@ice.it www.italtrade.com/romania 11

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro

Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento del Tesoro Quaderni Statistici e Informativi ISSN 1974-6822 Quaderno dei Prezzi N 8 - Dicembre 2009 Quaderni Statistici e Informativi La collana Quaderni

Dettagli

INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE AZIENDE COMMERCIALI. LAZIO Tavole statistiche

INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE AZIENDE COMMERCIALI. LAZIO Tavole statistiche INDAGINE CONGIUNTURALE SULLE AZIENDE COMMERCIALI LAZIO Tavole statistiche Risultati del II trimestre 2015 e previsioni per il III trimestre 2015 Indice delle tavole Tavola 1 Tavola 2 Tavola 3 Tavola 4

Dettagli

Costa Rica Congiuntura Economica

Costa Rica Congiuntura Economica Costa Rica Congiuntura Economica Il PIL del Costa Rica è cresciuto del 3.8% durante il 2011, dato inferiore alla crescita del 4.2% registrato tra il 2009 ed il 2010. Per quanto riguarda il 2012 si prevede

Dettagli

Aprile 2014. Nota congiunturale sintetica

Aprile 2014. Nota congiunturale sintetica Aprile 2014 Nota congiunturale sintetica Eurozona La dinamica degli indicatori di fiducia basati sulle indagini congiunturali fino a marzo è coerente con il perdurare di una crescita moderata anche nel

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE

Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE LA CONGIUNTURA ITALIANA 1 (aggiornata al 3 giugno 2015) IIL PRODOTTO IINTERNO LORDO IIL COMMERCIIO ESTERO DII BENII LA PRODUZIIONE IINDUSTRIIALE L IINFLAZIIONE IIL MERCATO DEL LAVORO 1 Il presente documento

Dettagli

Il mercato dell odontoiatria e lo sviluppo congiunturale in Germania (marzo 2009)

Il mercato dell odontoiatria e lo sviluppo congiunturale in Germania (marzo 2009) Il mercato dell odontoiatria e lo sviluppo congiunturale in Germania (marzo 2009) Andamento congiunturale Secondo il parere degli esperti economici pubblicato recentemente, le previsioni congiunturali

Dettagli

14. Interscambio commerciale

14. Interscambio commerciale 14. Interscambio commerciale La crescita economica del Veneto è sempre stata sostenuta, anche se non in via esclusiva, dall andamento delle esportazioni. La quota del valore totale dei beni esportati in

Dettagli

Forum della Subfornitura in Europa Düsseldorf, 17.-18.12.2008. Congiuntura economica in Germania

Forum della Subfornitura in Europa Düsseldorf, 17.-18.12.2008. Congiuntura economica in Germania Forum della Subfornitura in Europa Düsseldorf, 17.-18.12.2008 Congiuntura economica in Germania Dr.ssa Simona Bernardini Forum Subfornitura in Europa, 17. - 18.12.2008 1 Congiuntura economica Panorama

Dettagli

RUSSIA: L EMBARGO CI E COSTATO 3,6 MILIARDI

RUSSIA: L EMBARGO CI E COSTATO 3,6 MILIARDI RUSSIA: L EMBARGO CI E COSTATO 3,6 MILIARDI A seguito della crisi politico-militare con l Ucraina, le sanzioni economiche introdotte nel 2014 dall Unione europea nei confronti della Russia e le reazioni

Dettagli

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis Filiale di Campobasso, Banca d Italia Campobasso, 18 giugno 2015 L economia italiana La prolungata flessione del PIL si è attenuata Andamento

Dettagli

Communiqué de presse Pressemitteilung Comunicato Stampa

Communiqué de presse Pressemitteilung Comunicato Stampa Office fédéral de la statistique Bundesamt für Statistik Ufficio federale di statistica Uffizi federal da statistica Service d information Informationsdienst Servizio informazioni Servetsch d infurmaziun

Dettagli

GLI INVESTIMENTI PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI

GLI INVESTIMENTI PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI 10 gennaio 2013 Anno 2010 GLI INVESTIMENTI PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI Nel 2010, la spesa per investimenti ambientali delle imprese industriali 1 è risultata pari a 1.925

Dettagli

Gli investimenti per la protezione dell ambiente delle imprese industriali Anno 2008

Gli investimenti per la protezione dell ambiente delle imprese industriali Anno 2008 5 gennaio 2011 Gli investimenti per la protezione dell ambiente delle imprese industriali Anno 2008 Direzione centrale comunicazione ed editoria Tel. +39 06.4673.2243-2244 Centro di informazione statistica

Dettagli

1. I processi di concentrazione

1. I processi di concentrazione 1. I processi di concentrazione tra imprese Fusioni e acquisizioni negli anni più recenti Lo scenario internazionale 336 Nel 2008 si assiste, a livello mondiale, ad un significativo rallentamento del processo

Dettagli

Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane (in gestione transitoria) SLOVENIA NOTA CONGIUNTURALE

Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane (in gestione transitoria) SLOVENIA NOTA CONGIUNTURALE Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane (in gestione transitoria) SLOVENIA NOTA CONGIUNTURALE 1 SEMESTRE 2012 INDICE DEL CONTENUTO 1. SLOVENIA DATI GENERALI...

Dettagli

Dati statistici sull energia elettrica 2009 in Italia

Dati statistici sull energia elettrica 2009 in Italia Dati statistici sull energia elettrica 2009 in Italia Introduzione 1. Premessa Terna Rete Elettrica Nazionale (Terna) cura la raccolta dei dati statistici del settore elettrico nazionale, essendo il suo

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 6 maggio 2013 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 Nel 2013 si prevede una riduzione del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari all 1,4% in termini reali, mentre per il 2014, il recupero

Dettagli

Un Paese su cui scommettere

Un Paese su cui scommettere Un Paese su cui scommettere La Polonia è un Paese in cui investire è una garanzia; da anni ormai attrae l interesse di un numero crescente di imprese (Europee e non), che operano nei settori più svariati,

Dettagli

Le imprese attive nel comune di Bologna dal 2008 al 2014

Le imprese attive nel comune di Bologna dal 2008 al 2014 Le imprese attive nel comune di Bologna dal 28 al 214 33. Imprese attive nel comune di Bologna 32.5 32. 31.5 31. Fonte: UnionCamere Emilia-Romagna Il numero delle imprese attive a Bologna tra il 28 e il

Dettagli

Marzo 2015 PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori

Marzo 2015 PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori 31 marzo 2015 Marzo 2015 PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori Nel mese di marzo 2015, secondo le stime preliminari, l indice nazionale dei prezzi al consumo per l intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi,

Dettagli

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia)

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia) L Italia in Russia I numeri della presenza italiana in Russia Esportazioni (2008): 10, miliardi (3% del totale export Italia) La Russia è il 7 paese cliente dell Italia (dopo Germania, Francia, Spagna,

Dettagli

Turchia paese emergente dalle grandi prospettive

Turchia paese emergente dalle grandi prospettive Turchia paese emergente dalle grandi prospettive Questo rapporto è stato redatto da un gruppo di lavoro dell Area Studi, Ricerche e Statistiche dell Ex - ICE Coordinamento Gianpaolo Bruno Redazione Antonio

Dettagli

Presentazione... 3. In sintesi... 4. Confronto con l Europa...5. Le tariffe dei pacchetti vacanza...7. I prezzi più caldi e più freddi...

Presentazione... 3. In sintesi... 4. Confronto con l Europa...5. Le tariffe dei pacchetti vacanza...7. I prezzi più caldi e più freddi... Indice Presentazione............................................................. 3 In sintesi................................................................. 4 Confronto con l Europa......................................................5

Dettagli

GLI INVESTIMENTI PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI

GLI INVESTIMENTI PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI 17 gennaio 2012 Anno 2009 GLI INVESTIMENTI PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI Nel 2009 la spesa complessiva per investimenti ambientali delle imprese dell industria in senso stretto

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

IL SETTORE DELL EDILIZIA

IL SETTORE DELL EDILIZIA BELGIO: IL SETTORE DELL EDILIZIA L ICE Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, con la propria rete di Uffici nel mondo e con le attività di promozione e

Dettagli

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009 LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 9 "Non importa quante volte cadi. Quello che conta è la velocità con cui ti rimetti

Dettagli

Istituto nazionale per il Commercio Estero. Nota Congiunturale URUGUAY

Istituto nazionale per il Commercio Estero. Nota Congiunturale URUGUAY Istituto nazionale per il Commercio Estero Nota Congiunturale URUGUAY Maggio 2011 L'economia uruguaiana, nel 2010, ha registrato una significativa crescita del PIL dell 8,5% rispetto al 2009 e, nel primo

Dettagli

Le tendenze globali della produzione di generi alimentari: meno quantità e più qualità

Le tendenze globali della produzione di generi alimentari: meno quantità e più qualità Conferenze stampa Anuga 2015 Le tendenze globali della produzione di generi alimentari: meno quantità e più qualità Dal 10 al 14 ottobre 2015 la fiera del Food & Beverage più grande e importante al mondo

Dettagli

PREZZI AL CONSUMO. Gennaio 2012. Dati provvisori. 3 febbraio 2012

PREZZI AL CONSUMO. Gennaio 2012. Dati provvisori. 3 febbraio 2012 3 febbraio 2012 Gennaio 2012 PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori Nel mese di gennaio, secondo le stime preliminari, l indice nazionale dei prezzi al consumo per l intera collettività (NIC), comprensivo dei

Dettagli

Capitolo 24. Risultati economici delle imprese

Capitolo 24. Risultati economici delle imprese Capitolo 24 Risultati economici delle imprese 24. Risultati economici delle imprese Per saperne di più... Eurostat. http://europa. eu.int/comm/eurostat. Imf. World economic outlook. Washington: 2012.

Dettagli

Gennaio 2015 PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori

Gennaio 2015 PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori 3 febbraio 2015 Gennaio 2015 PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori Nel mese di gennaio 2015, secondo le stime preliminari, l indice nazionale dei prezzi al consumo per l intera collettività (NIC), al lordo

Dettagli

Aiuti di Stato - Commissione Ue, ok finanziamenti a Poste Italiane

Aiuti di Stato - Commissione Ue, ok finanziamenti a Poste Italiane Aiuti di Stato - Commissione Ue, ok finanziamenti a Poste Italiane Marta Bonucci 04 Dicembre 2015 Notizie La Commissione europea approva le compensazioni riconosciute a Poste Italiane per l'adempimento

Dettagli

Scenari petroliferi ed energetici

Scenari petroliferi ed energetici Confindustria Siracusa Scenari petroliferi ed energetici A cura dell Area comunicazione ed organizzazione Ufficio studi e statistiche Elaborazione su dati dell Unione Petrolifera IL MERCATO PETROLIFERO

Dettagli

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI 26 febbraio 2014 IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Edizione 2014 Il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua seconda edizione, fornisce

Dettagli

Bosnia Erzegovina Bari 25 ottobre 2013

Bosnia Erzegovina Bari 25 ottobre 2013 Bosnia Erzegovina Bari 25 ottobre 2013 Bosnia Erzegovina area totale: 51.129 kmq confini: Croazia: 932 km Serbia: 312 km Montenegro: 215 km costa: 24 km capitale: Sarajevo (400.000 ab.) popolazione: 3,8

Dettagli

I CONSUMI DELLE FAMIGLIE E LE SPESE OBBLIGATE UFFICIO STUDI

I CONSUMI DELLE FAMIGLIE E LE SPESE OBBLIGATE UFFICIO STUDI I CONSUMI DELLE FAMIGLIE E LE SPESE OBBLIGATE UFFICIO STUDI settembre 2013 1. Il quadro macroeconomico In questa nota si procede all aggiornamento del quadro macroeconomico e si fornisce anche una nuova

Dettagli

CIPRO. A cura di: Ambasciata d'italia - CIPRO. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it

CIPRO. A cura di: Ambasciata d'italia - CIPRO. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it A cura di: Ambasciata d'italia - Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it Con la collaborazione di: Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese

Dettagli

Economia, lavoro e società

Economia, lavoro e società Introduzione L export della piccola impresa Daniele Nicolai 1 2 L export realizzato dalle piccole imprese (< 20 addetti) rappresenta il 13,6% del totale delle esportazioni italiane e ammonta ad oltre 38

Dettagli

PROSPETTO 3. INDICI DEI PREZZI AL CONSUMO NIC, PER PRODOTTI A DIVERSA FREQUENZA DI ACQUISTO Giugno 2014, variazioni percentuali (base 2010=100)

PROSPETTO 3. INDICI DEI PREZZI AL CONSUMO NIC, PER PRODOTTI A DIVERSA FREQUENZA DI ACQUISTO Giugno 2014, variazioni percentuali (base 2010=100) 30 giugno 2014 Giugno 2014 PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori Nel mese di giugno 2014, secondo le stime preliminari, l indice nazionale dei prezzi al consumo per l intera collettività (NIC), al lordo dei

Dettagli

Annuario Istat-Ice 2008

Annuario Istat-Ice 2008 Le informazioni statistiche sul Commercio estero e sulle Attività Internazionali delle imprese Luigi Biggeri 1 Struttura della presentazione 1. L Annuario e lo sviluppo delle informazioni statistiche sul

Dettagli

IL DECRETO SULLE CONDIZIONI E SUI MODI PER ATTRARRE GLI INVESTIMENTI DIRETTI

IL DECRETO SULLE CONDIZIONI E SUI MODI PER ATTRARRE GLI INVESTIMENTI DIRETTI Traduzione non ufficiale N.B. Il testo facente fede è unicamente quello in lingua serba In base all art. 7 della Legge sul budget della Repubblica di Serbia per l anno 2012 ( Gazzetta Ufficiale della Repubblica

Dettagli

Preventivo 2016. In milliardi

Preventivo 2016. In milliardi Panoramica Preventivo 2016 In milliardi Deficit Uscite Per il 2016 è atteso un deficit del bilancio ordinario di 0,4 miliardi. Le direttive del freno all indebitamento potranno pertanto essere rispettate

Dettagli

IL SECONDO PILASTRO DELLA PAC: LA POLITICA DI SVILUPPO RURALE

IL SECONDO PILASTRO DELLA PAC: LA POLITICA DI SVILUPPO RURALE IL SECONDO PILASTRO DELLA PAC: LA POLITICA DI SVILUPPO RURALE L'ultima riforma della politica agricola comune (PAC) ha mantenuto la struttura a due pilastri di questa politica, e lo sviluppo rurale continua

Dettagli

Italia - Iran ایران - ایتالیا

Italia - Iran ایران - ایتالیا Italia - Iran ایران - ایتالیا Elaborato dall Ufficio di supporto per la pianificazione strategica, studi e rete estera pianificazione.strategica@ice.it 14 luglio 215 Sanzioni in vigore A partire dal 26

Dettagli

Indice nazionale dei prezzi al consumo per l intera collettività

Indice nazionale dei prezzi al consumo per l intera collettività 4 gennaio 2012 Dicembre 2011 PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori Nel mese di dicembre, secondo le stime preliminari, l indice nazionale dei prezzi al consumo per l intera collettività (NIC), comprensivo

Dettagli

Internazionalizzazione delle imprese

Internazionalizzazione delle imprese Internazionalizzazione delle imprese italiane: contesto ed opportunità 3 Marzo 2015 Business Analysis Pio De Gregorio, Responsabile Anna Tugnolo, Senior Analyst Dopo un 2013 difficile, le esportazioni

Dettagli

Le performance settoriali

Le performance settoriali 20 febbraio 2013 IL PRIMO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Perché un Rapporto sulla competitività Con il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua

Dettagli

La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale

La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale Import/export La riduzione della quota di mercato dell Italia nel commercio mondiale di Alfonso Ghini (*) Un analisi della situazione di importazione ed esportazione dei paesi più importanti, mette in

Dettagli

Andamento della congiuntura economica in Germania

Andamento della congiuntura economica in Germania Andamento della congiuntura economica in Germania Percepire responsabilità per l Europa Il consiglio di esperti economici, che ha pubblicato nell autunno 2011 il suo parere sull andamento economico nel

Dettagli

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento LE NUOVE MISURE FISCALI Taglio del cuneo fiscale, riduzione dell Irap e maggiore tassazione delle rendite finanziarie. Questi i tre maggiori interventi del nuovo premier, ma quale effettivo impatto avranno

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e Centro Studi COSTRUZIONI: ANCORA IN CALO I LIVELLI PRODUTTIVI MA EMERGONO ALCUNI SEGNALI POSITIVI NEL MERCATO RESIDENZIALE, NEI MUTUI ALLE FAMIGLIE E NEI BANDI DI GARA I dati

Dettagli

Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami. Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00

Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami. Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00 Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00 Gentili ospiti Signore e Signori, Autorità e colleghi Costruttori, vi ringrazio della vostra presenza oggi alla

Dettagli

Politica, sindacati e Fiat: un rapporto antiquato

Politica, sindacati e Fiat: un rapporto antiquato 150 idee per il libero mercato Politica, sindacati e Fiat: un rapporto antiquato di Andrea Giuricin Il futuro dello stabilimento di Termini Imerese è al centro del dialogo tra sindacati, Fiat e governo.

Dettagli

COME FARE IMPRESA IN REPUBBLICA CECA

COME FARE IMPRESA IN REPUBBLICA CECA COME FARE IMPRESA IN REPUBBLICA CECA OPPORTUNITA DI INVESTIMENTO Nel corso dell ultimo anno, il sistema economico ceco ha dimostrato, nonostante il rallentamento economico globale ed europeo, di poter

Dettagli

BRASILE. A cura di: Ambasciata d'italia - BRASILE. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it

BRASILE. A cura di: Ambasciata d'italia - BRASILE. Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it A cura di: Ambasciata d'italia - Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese dgsp1@esteri.it Con la collaborazione di: Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese

Dettagli

FLASH SETTORI ORDINATIVI E FATTURATI Dati Istat aggiornati a Marzo 2013 e pubblicati a Maggio 2013

FLASH SETTORI ORDINATIVI E FATTURATI Dati Istat aggiornati a Marzo 2013 e pubblicati a Maggio 2013 ORDINATIVI E FATTURATI Dati Istat aggiornati a Marzo 2013 e pubblicati a Maggio 2013 A cura dell Ufficio Studi Euler Hermes Italia FLASH SETTORI ORDINATIVI E FATTURATI Dati Istat aggiornati a Marzo 2013

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE ROMANIA Gennaio-dicembre 2014

NOTA CONGIUNTURALE ROMANIA Gennaio-dicembre 2014 NOTA CONGIUNTURALE ROMANIA Gennaio-dicembre 2014 Biroul de la Bucuresti Str. A.D.Xenopol, nr.15, sector 1-010472 Bucuresti T +40 21 2114240 F +40 21 2100613 bucarest@ice.it www.italtrade.com/romania marzo

Dettagli

Gli investimenti pubblici in Italia, Germania e Francia. (valori concatenati; 2007=100) 70 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 Italia Germania Francia

Gli investimenti pubblici in Italia, Germania e Francia. (valori concatenati; 2007=100) 70 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 Italia Germania Francia Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

Proiezioni 2008: eccedenza più elevata nonostante un evoluzione incerta delle entrate

Proiezioni 2008: eccedenza più elevata nonostante un evoluzione incerta delle entrate Dipartimento federale delle finanze DFF Comunicato stampa Data 6 agosto 2008 Proiezioni 2008: eccedenza più elevata nonostante un evoluzione incerta delle entrate Nel 2008 le entrate della Confederazione

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE I DATI RELATIVI AL 2014 Nel 2014 l economia mondiale ha mantenuto lo stesso ritmo di crescita (+3,1%) dell anno precedente (+3,1%).

Dettagli

NOTE DI APPROFONDIMENTO

NOTE DI APPROFONDIMENTO Fondazione Manlio Masi Osservatorio nazionale per l internazionalizzazione e gli scambi NOTE DI APPROFONDIMENTO Nota 2 Le materie prime energetiche nel commercio estero italiano (Aprile 2006) 1 LE MATERIE

Dettagli

Dichiarazione conclusiva della missione del Fondo Monetario Internazionale nell Eurozona (Giugno 2014)

Dichiarazione conclusiva della missione del Fondo Monetario Internazionale nell Eurozona (Giugno 2014) RESeT INTERNAZIONALE Fondo Monetario Internazionale FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE ED. IT. DI ALDO CARBONE 19 Giugno 2014 Dichiarazione conclusiva della missione del Fondo Monetario Internazionale nell

Dettagli

ANALISI CONGIUNTURALE INTERSCAMBIO ITALIA RUSSIA

ANALISI CONGIUNTURALE INTERSCAMBIO ITALIA RUSSIA ANALISI CONGIUNTURALE INTERSCAMBIO ITALIA RUSSIA GIUGNO 2014 CONTENUTI E NOTE METODOLOGICHE Lo studio che segue, curato dall Agenzia ICE di Mosca, e di tipo congiunturale e analizza in dettaglio, per tavole

Dettagli

PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori

PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori 30 settembre 2013 Settembre 2013 PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori Nel mese di settembre 2013, secondo le stime preliminari, l indice nazionale dei prezzi al consumo per l intera collettività (NIC), al

Dettagli

Schede Paese. La Slovacchia di fronte alla crisi

Schede Paese. La Slovacchia di fronte alla crisi Osservatorio Economie reali e politiche per le imprese nei Paesi dell Europa centrale e sud-orientale Schede Paese La Slovacchia di fronte alla crisi 2 aggiornamento: Ottobre 2009 Contenuto La Slovacchia

Dettagli

Ritardi di pagamento in Cina: nel 2014, l 80% delle imprese ne è colpito

Ritardi di pagamento in Cina: nel 2014, l 80% delle imprese ne è colpito Hong Kong / Parigi, 12 marzo 2015 Ritardi di pagamento in Cina: nel 2014, l 80% delle imprese ne è colpito Nel 2015 prevista una crescita più lenta e un aumento dei prestiti in sofferenza Un nuovo studio

Dettagli

NOTE CONGIUNTURALI NATALITÀ E MORTALITÀ DELLE IMPRESE IN PROVINCIA DI MODENA ANNO 2010 3 TRIMESTRE

NOTE CONGIUNTURALI NATALITÀ E MORTALITÀ DELLE IMPRESE IN PROVINCIA DI MODENA ANNO 2010 3 TRIMESTRE NOTE CONGIUNTURALI NATALITÀ E MORTALITÀ DELLE IMPRESE IN PROVINCIA DI MODENA ANNO 3 TRIMESTRE Camera di Commercio di Modena Via Ganaceto, 134 41100 Modena Tel. 059 208423 http://www.mo.camcom.it Natalità

Dettagli

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI DEI PRIMI ANNI NOVANTA E LA CRISI ATTUALE

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI DEI PRIMI ANNI NOVANTA E LA CRISI ATTUALE DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI LA CRISI DELLE COSTRUZIONI DEI PRIMI ANNI NOVANTA E LA CRISI ATTUALE ESTRATTO DALL OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL INDUSTRIA DELLE COSTRUZIONI GIUGNO 2012 LA CRISI

Dettagli

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 19/ del 9// Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca. Italia:

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ

INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ Se confrontata con i principali paesi europei, l Italia si colloca nella fascia bassa, per quanto riguarda la presenza di imprese estere sul proprio territorio.

Dettagli

Doing Business in the BalKan Area and in Turkey

Doing Business in the BalKan Area and in Turkey Doing Business in the BalKan Area and in Turkey Newsletter n. 1, 2012/2013 Un progetto delle Camere di Commercio italiane all estero di: Atene, Belgrado, Bucarest, Istanbul, Salonicco, Sofia e delle Camere

Dettagli

IL I L R EAL A L EST S A T T A E T RESI S D I E D NZIA I L A E Paola Dezza

IL I L R EAL A L EST S A T T A E T RESI S D I E D NZIA I L A E Paola Dezza IL REAL ESTATE RESIDENZIALE Paola Dezza Immobiliare, asset class vincente Le ricerche sull impiego del capitale nel lungo periodo mostrano quasi sempre l ottima prestazione del mattone rispetto ad altre

Dettagli

NORDEST: QUASI IL 25 % DELL EXPORT VA IN GERMANIA E IN FRANCIA Siamo tra i leader mondiali nella vendita di macchinari

NORDEST: QUASI IL 25 % DELL EXPORT VA IN GERMANIA E IN FRANCIA Siamo tra i leader mondiali nella vendita di macchinari NORDEST: QUASI IL 25 DELL EXPORT VA IN GERMANIA E IN FRANCIA Siamo tra i leader mondiali nella vendita di macchinari ==================== Quasi il 25 per cento delle merci prodotte nel Nordest prende la

Dettagli

Zsigmond Járai Ministro delle Finanze dell Ungheria, Budapest

Zsigmond Járai Ministro delle Finanze dell Ungheria, Budapest 16 Jarai 24-05-2000 9:46 Pagina 135 135 Zsigmond Járai Ministro delle Finanze dell Ungheria, Budapest L integrazione con l Unione Europea, la rapida crescita economica, un migliore equilibrio finanziario

Dettagli

L'INFLAZIONE IL CREDITO. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali)

L'INFLAZIONE IL CREDITO. Indicatore ciclico coincidente (Ita-coin) e PIL dell Italia (1) (variazioni percentuali) NUMERO 98 GIUGNO 21 ATTIVITA' ECONOMICA E OCCUPAZIONE GLI SCAMBI CON L'ESTERO E LA COMPETITIVITA' L'INFLAZIONE IL CREDITO LA FINANZA PUBBLICA LE PREVISIONI MACROECONOMICHE 1 7 8 11 12 Dipartimento di economia

Dettagli

DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA DEGLI ESERCIZI COMMERCIALI. Nota sul ddl 1629. Audizione X Commissione, Senato Roma, 9 luglio 2015

DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA DEGLI ESERCIZI COMMERCIALI. Nota sul ddl 1629. Audizione X Commissione, Senato Roma, 9 luglio 2015 DISCIPLINA DEGLI ORARI DI APERTURA DEGLI ESERCIZI COMMERCIALI Nota sul ddl 1629 Audizione X Commissione, Senato Roma, 9 luglio 2015 Confimprese Le Imprese del Commercio Moderno CHI SIAMO Confimprese raggruppa

Dettagli

L economia reale dal punto di osservazione della Camera di commercio. - Allegato statistico - A cura dell Ufficio Studi e Statistica

L economia reale dal punto di osservazione della Camera di commercio. - Allegato statistico - A cura dell Ufficio Studi e Statistica RAPPORTO 2010 L economia reale dal punto di osservazione della Camera di commercio - Allegato statistico - A cura dell Ufficio Studi e Statistica La demografia delle imprese Imprese registrate e attive

Dettagli

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni Febbraio 2016 market monitor Analisi del settore edile: performance e previsioni Esonero di responsabilità I contenuti del presente documento sono forniti ad esclusivo scopo informativo. Ogni informazione

Dettagli

PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori

PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori 3 gennaio 2014 Dicembre 2013 PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori Nel mese di dicembre 2013, secondo le stime preliminari, l indice nazionale dei prezzi al consumo per l intera collettività (NIC), al lordo

Dettagli

Maggio 2014 PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori

Maggio 2014 PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori 30 maggio 2014 Maggio 2014 PREZZI AL CONSUMO Dati provvisori Nel mese di maggio 2014, secondo le stime preliminari, l indice nazionale dei prezzi al consumo per l intera collettività (NIC), al lordo dei

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

CONTRACTING UN INTERESSANTE MODELLO DI FINANZIAMENTO

CONTRACTING UN INTERESSANTE MODELLO DI FINANZIAMENTO CONTRACTING UN INTERESSANTE MODELLO DI FINANZIAMENTO Più dell 80% dell attuale fabbisogno di energia potrebbe essere risparmiato attraverso il risanamento energetico. Nonostante questo sarebbe economicamente

Dettagli

CLASSIFICAZIONE PER SEZIONI E DIVISIONI

CLASSIFICAZIONE PER SEZIONI E DIVISIONI CLASSIFICAZIONE PER SEZIONI E DIVISIONI CLASSIFICAZIONE PER SEZIONI E DIVISIONI 51 A AGRICOLTURA, SILVICOLTURA E PESCA 01 COLTIVAZIONI AGRICOLE E PRODUZIONE DI PRODOTTI ANIMALI, CACCIA E SERVIZI CONNESSI

Dettagli

La situazione economica in Provincia di Treviso. e conseguenti proposte di iniziativa del PD cittadino

La situazione economica in Provincia di Treviso. e conseguenti proposte di iniziativa del PD cittadino La situazione economica in Provincia di Treviso (sintesi del Rapporto Annuale 2010 della CCIAA) e conseguenti proposte di iniziativa del PD cittadino 1. STRUTTURA DEMOGRAFICA DELLA POVINCIA: Al 01.01.2010,

Dettagli

ISTRUZIONI PER INDIVIDUARE LA DURATA DEL CORSO A CUI ISCRIVERE I LAVORATORI, DIRIGENTI, PREPOSTI E DATORI DI LAVORO CHE SVOLGONO IL RUOLO DI RSPP

ISTRUZIONI PER INDIVIDUARE LA DURATA DEL CORSO A CUI ISCRIVERE I LAVORATORI, DIRIGENTI, PREPOSTI E DATORI DI LAVORO CHE SVOLGONO IL RUOLO DI RSPP G.QUATTRO SERVIZI S.R.L. via San Rocco, 7 35028 Piove di Sacco (PD) C.F e P.IVA 0348078 02 81 N R.E.A. PD 315121 www.gquattroservizi.it Tel. 049970 127 3 Fax 049 97 117 28 E-mail: info@gquattroservizi.it

Dettagli

NUMERO 97 MAGGIO 2015

NUMERO 97 MAGGIO 2015 NUMERO 97 MAGGIO 21 ATTIVITA' ECONOMICA E OCCUPAZIONE GLI SCAMBI CON L'ESTERO E LA COMPETITIVITA' L'INFLAZIONE IL CREDITO LA FINANZA PUBBLICA LE PREVISIONI MACROECONOMICHE 1 7 8 11 12 Indicatore ciclico

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 L INDUSTRIA MONDIALE DELLA MACCHINA UTENSILE 8

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 L INDUSTRIA MONDIALE DELLA MACCHINA UTENSILE 8 L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 I DATI RELATIVI AL 2011 2 LE ESPORTAZIONI 4 LE CARATTERISTICHE STRUTTURALI 6 La macchina utensile 6 La robotica 7 L INDUSTRIA

Dettagli