ITALIA - Il mercato delle autovetture nuove Gennaio/Agosto 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ITALIA - Il mercato delle autovetture nuove Gennaio/Agosto 2014"

Transcript

1 ITALIA - Il mercato delle autovetture nuove Gennaio/Agosto 2014 Da dicembre ad aprile 2014, il mercato dell auto che aveva finalmente conseguito risultati positivi, a maggio subiva una battuta d arresto: -3,3% su maggio, che era già in calo del 7,5% su maggio A giugno invece il mercato risale: +4,3%, anche se il confronto avviene con giugno che aveva totalizzato appena unità, un risultato mai così basso, per questo mese, dal lontano 1978 ( unità). Il mercato a luglio cresce del 5,5% e ad agosto rimane sostanzialmente sugli stessi livelli del (-0,2%). A luglio e ad agosto 2014 sono state immatricolate rispettivamente e autovetture, che portano il consuntivo dei primi 8 mesi a poco più di 925 mila unità, con un incremento che scende al 3,5%, dal 6,1% di gennaio-marzo. La spinta al mercato è stata data nella prima parte dell anno dal noleggio, con un aumento delle vendite nel periodo di gennaio-agosto 2014 del 16% e una quota del 21,7% sul totale mercato. Si registra un dato positivo sul fronte delle vendite ai privati, che recuperano nei mesi di luglio e agosto, rispettivamente con aumenti dell 8,7% e dell 1,4% rispetto agli stessi mesi del ; nei primi 8 mesi la quota delle vendite ai privati sale dell 1,1% e passa al 59,8%. Vista la difficile situazione economica, è un buon segno e vedremo se si consoliderà nei prossimi mesi. L acquisto di un bene durevole, come l automobile, si caratterizza per un costo medio unitario elevato e per la possibilità di rinviare l acquisto, che in un economia matura con una bassa crescita demografica come quella italiana, si traduce in una domanda di sostituzione. Dall inizio della crisi il mercato delle autovetture delle famiglie, con la sola eccezione del 2009, anno in cui il mercato fu sostenuto dagli incentivi, è andato ridimensionandosi notevolmente. Le rinunce dell auto (per esempio: la seconda vettura detenuta dalla famiglia, l alternativa dei mezzi pubblici per chi vive nei grandi centri urbani) non sono rinviabili, oltre ad un certo limite dettato dalla vetustà del veicolo, per coloro che ne hanno la necessità per ragioni di lavoro o per la mancanza di alternative. 1

2 Il primo semestre del 2014 si è chiuso con una riduzione dell'attività economica determinata dal contributo negativo degli investimenti e dall'indebolimento dell'export. Secondo le previsioni dell Istat (Nota Mensile Agosto 2014) le recenti indicazioni provenienti dalle inchieste su famiglie e imprese confermano l'attuale fase di debolezza del sistema economico. Le previsioni per il terzo trimestre 2014 indicano una sostanziale stagnazione dell'economia che risentirebbe, come negli altri paesi europei, della mancata ripresa degli investimenti. I consumi mostrerebbero una dinamica lievemente positiva. Il proseguimento delle tensioni politiche internazionali potrebbe amplificare la minore vivacità della domanda estera, condizionando le prospettive delle esportazioni. Il ciclo economico internazionale risulta caratterizzato da un generale rallentamento che ha investito in misura significativa l area dell euro. Il modello di previsione di breve periodo dell Istat, che utilizza le informazioni congiunturali disponibili, indica un proseguimento della fase di stagnazione per il terzo trimestre del La variazione congiunturale del Pil prevista per T3 è pari a zero con un intervallo di confidenza compreso tra +0,2% e -0,2%. Alla variazione nulla contribuirebbero positivamente i consumi privati e in misura inferiore la domanda estera netta e negativamente la dinamica di investimenti e scorte. In base a queste previsioni, la crescita acquisita per il 2014 è pari a -0,3%. Le vendite di auto di marche nazionali si contraggono a luglio dello 0,7% e ad agosto del 6,7%; nel cumulato da inizio anno totalizzano 259 mila vendite (-0,8%) e una quota del 28% sul mercato totale. A gennaio/agosto 2014 sono cinque i modelli del costruttore nazionale che dominano la classifica, in ordine: Fiat Panda, Punto, 500L, 500 e Lancia Ypsilon. Regina della auto diesel è Fiat 500L, in testa alla top ten, al 3 posto Fiat Panda e al 6 posto Fiat Punto. Buone le performance di Maserati: nei primi 8 mesi del 2014 sono state immatricolate 898 autovetture, contro le 258 dell intero anno. La produzione nella fabbrica di Grugliasco vola: prodotti nel 1 semestre 2014 oltre 20mila esemplari, destinati quasi interamente all estero (ottima perfomance del marchio del Tridente in Giappone: +117% le vendite nel ). Nel cumulato gennaio-agosto 2014 hanno anche segno positivo le vendite di Fiat (+0,8%), Jeep (+40%), Ferrari (+14%). In calo Alfa Romeo, Lancia, DR Motor e Lamborghini. Il portafoglio ordini cresce nel bimestre luglio-agosto 2014 solo dello 0,5% sull analogo bimestre, il cumulato degli 8 mesi, scende a + 6,5% da +7,8% del 1 semestre Nel 2 trimestre 2014 gli ordini però registravano una crescita del 4,5%, più contenuta rispetto a quella dell 11% dei primi 3 mesi dell anno. 2

3 Confronto con i major markets europei - Da un confronto con i major markets europei, secondo i dati preliminari diffusi dalle Associazioni di settore, si registrano i seguenti andamenti : Luglio 2014: Germania +7% con vetture immatricolate; Spagna +10,9% con ; UK+6,6% con ; Francia -4,3% con Agosto e 8 mesi 2014: Germania nel mese e nel cumulato sono state immatricolate rispettivamente (0%) e (+3%) nuove autovetture; Spagna nel mese (+13,7%) e nel cumulato (+16,4%); Francia nel mese (-3%) e nel cumulato (+1,6%); UK nel mese (+9,4%) e nel cumulato (+10,1%). Le associazioni di settore SMMT (UK) e ANFAC (E), hanno rivisto al rialzo le previsioni delle vendite di auto nuove per il 2014, rispettivamente a 2,45 milioni unità il mercato in UK (+8%) e a 875mila il mercato in Spagna (+21%). Spagna e Regno Unito hanno aggredito la crisi della propria industria automotive, con una politica industriale in cui sono stati messi in campo molti strumenti a sostegno dell attività di settore e dell occupazione, che si stanno traducendo in risultati positivi per mercato, produzione ed export. Con le medesime finalità Anfia spinge da tempo sul Governo Italiano affinché la Consulta Automotive produca strumenti adeguati per affrontare le nuove sfide dell industria automobilistica e i tempi con cui serve rispondere ad una crisi di queste dimensioni devono essere rapidi e misurabili. Oltreoceano - Fiat-Chrysler registra un ottimo risultato, immatricolando negli Stati Uniti nel bimestre luglio-agosto 2014 oltre 364mila light vehices, con un incremento del 20%, che porta il consuntivo dei prima 8 mesi a light vehicles, il 14,2% in più. Il risultato di FCA è particolarmente positivo se raffrontato con quello delle vendite di Ford in calo dello 0,4%, mentre GM registra un incremento del 2,8%. La quota di Fiat Chrysler nei primi 8 mesi dell anno è pari al 12,4% (era dell 11,4% un anno fa). Il mercato statunitense totalizza nei primi 8 mesi 2014 oltre 11,1 mln di light vehicles (+5%). Le proiezioni stimano un mercato a fine anno di oltre 16 mln di LV (+4% sul ), Dati Ward s. In Brasile, Fiat mantiene la leadership nelle vendite di light vehicles nei primi 8 mesi 2014 con il 21,5% del mercato (dati Anfavea, l associazione di settore brasiliana), grazie all ottimo andamento delle vendite di veicoli commerciali che crescono del 20%, compensando il calo analogo delle vetture. Il mercato brasiliano dei light vehicles totalizza immatricolazioni (-9,5% su gennaio/agosto ). Le vendite di LV di Fiat ammontano a

4 Analisi del mercato ITALIA nel dettaglio: Mercato per alimentazione Il mercato delle vetture diesel cresce dell 8% a gennaio-agosto 2014 e conquista il 55,6% del totale mercato. Le vetture a benzina raggiungono quasi la quota del 30%, con un calo in volumi del 3%. Le vendite di vetture ad alimentazione alternativa aumentano del 16,6% a luglio e appena dello 0,1% ad agosto, con una quota rispettivamente del 17 e del 17,4%. Nel cumulato il mercato delle auto a trazione alternativa aumenta del 2%. Continua il buon andamento delle vendite delle vetture ibride (+54%), che hanno totalizzato unità. Il mercato delle vetture puro elettrico conta solo 698 unità (+34%). La possibilità di usufruire di una rete di ricerca capillare è uno degli elementi che, superate le criticità attuali dovute ai costi e alle tecnologie, ne favoriranno la diffusione. A tale proposito fra le varie attività in corso, l Unione Petrolifera riporta nella Relazione annuale, che a primavera del Eni ed Enel hanno firmato un accordo per l installazione di colonnine per la ricarica elettrica dei veicoli ecologici presso le stazioni di servizio Eni. Nella prima fase sperimentale si tratterà solo di dieci postazioni che nel 2014 verranno collocate tra Emilia Romagna e Veneto. In Germania alcune compagnie petrolifere (Shell, Total e Omv) insieme a Daimler e ai produttori di idrogeno Air Liquid and Linde, hanno lanciato ad ottobre il progetto H 2 Mobility, nel quale saranno investiti 350 milioni di euro per la realizzazioni di 400 stazioni di servizio per il rifornimento di idrogeno ai veicoli elettrici alimentati a celle a combustibile. In particolare, il piano di lavoro prevede la realizzazione di una stazione di servizio ogni 90 km di autostrada e la presenza di almeno 10 impianti per ciascuna area urbana tedesca. Immatricolazioni autovetture nuove con alimentazione alternative Trend mensile /2014 TOTALE 2012 % TOTALE /12 GEN/AGO % GEN/AGO /13 DIESEL , ,9-5, , ,6 7,8 BENZINA , ,8-14, , ,5-3,0 BZ+GPL , ,9-9, , ,6-0,8 BZ+METANO , ,2 26, , ,8-3,5 ELETTRICA 525 0, ,1 64, , ,1 34,0 IBRIDA BE , ,1 149, , ,4 62,9 IBRIDA BT 92 0,0 4 0,0-95,7 4 0,0 0 0,0 IBRIDA GE , , , ,0-42,6 TOTALE , ,0-7, , ,0 3,5 ALIM. ALTERN , ,3 5, , ,9 2,0 4

5 Immatricolazioni autovetture nuove Trend mensile agosto / agosto2014 VOLUMI ago-13 set-13 ott-13 nov-13 dic-13 gen-14 feb-14 mar-14 apr-14 mag-14 giu-14 lug-14 ago-14 GPL METANO PEV/IBRIDE TOTALE QUOTE ago-13 set-13 ott-13 nov-13 dic-13 gen-14 feb-14 mar-14 apr-14 mag-14 giu-14 lug-14 ago-14 GPL 10,0 8,9 8,2 8,3 8,5 8,0 8,2 7,4 7,3 9,2 8,9 9,9 9,9 METANO 6,5 5,4 4,7 5,5 5,7 4,9 3,6 4,1 4,2 5,0 4,8 5,8 6,2 PEV/IBRIDE 0,9 1,5 1,5 1,6 1,8 1,4 1,4 1,4 1,3 2,2 1,6 1,3 1,3 TOTALE 17,4 15,8 14,4 15,4 16,0 14,3 13,2 13,0 12,8 16,3 15,3 17,0 17,4 L aumento dei prezzi dei carburanti e il calo generalizzato dei consumi, incluso quelli di benzina e gasolio, hanno spinto gli acquirenti verso modelli ad alimentazione alternativa, le cui vendite sono passate dal 5,6% di quota del 2011 al 15,3% del, attestandosi nei primi 8 mesi dell anno al 14,9%. L incidenza fiscale (accise+iva) sul prezzo medio alla pompa dei carburanti settimanale al 1 /09/2014 sale al 60,1% del prezzo della benzina, al 56,4% del prezzo del gasolio e al 37,2% del GPL. Alle accise nazionali si aggiungono poi anche quelle regionali (applicate in Calabria, Campania, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Toscana, Umbria), che il federalismo ha determinato. /lt ITALIA MEDIA UE MEDIA UME Benzina s. pb 0,695 0,675 0,674 Gasolio auto 0,706 0,689 0,691 Gpl Auto 0,482 0,454 0,488 Rispetto ai prezzi medi europei, alla stessa data (01/09/2014), il prezzo industriale dei carburanti risulta più alto in Italia rispetto alla media europea. Consumi di carburante - Numeri indice (2009=100) Benzina Gasolio GPL Sul fronte dei consumi nel, i consumi di benzina e gasolio si contraggono rispettivamente del 4,6% e del 2,5%. Continuano a crescere i consumi di GPL: +13% nel. Nei primi 7 mesi 2014 si registra il calo dei consumi del 3,1% per la benzina, mentre i consumi di gasolio ritornano ai livelli di un anno fa. Salgono dell 1,8% i consumi di GPL per autotrazione. 5

6 Mercato per modalità d acquisto E proseguito il deterioramento del clima di fiducia dei consumatori. Ad agosto, l indice è diminuito di 3 punti rispetto a luglio. Alla diminuzione ha contribuito la forte attenuazione dei contributi favorevoli provenienti dai giudizi sulla situazione attuale e futura dell economia italiana e, in misura minore, quelli sulle condizioni del mercato del lavoro. Ha inciso negativamente anche il ridimensionamento della convenienza, attuale e futura, del risparmio (componente del clima personale) mentre un marcato deterioramento ha interessato i giudizi sull acquisto di beni durevoli. Il disagio finanziario delle famiglie (misurato come somma delle frequenze di risposta usa i risparmi e contrae debiti ) è lievemente diminuito. In T2, secondo i dati della contabilità nazionale a valori concatenati, la spesa privata per consumi ha evidenziato un lieve incremento (+0,1%). La percentuale di consumatori che ha (b) le domande vengono poste ogni tre mesi (c) Modalità di risposta: "++": certamente si; "+": probabilmente si ; "-": manifestato l intenzione di acquisto di N.B: per effetto degli arrotondamenti la somma delle modalità delle singole un auto (certamente si) secondo l indagine domande può discostarsi da 100 ISTAT, sale da 5,1 (aprile) a 6,3 (luglio). Raddoppia quasi la percentuale di quelli che probabilmente acquisteranno un auto nei prossimi 12 mesi che passa da 5,6 (aprile) a 10,1 (luglio). Immatricolazioni autovetture per tipo d acquisto Trend Indagine ISTAT sulla fiducia dei consumatori: serie grezze (a) Intenzioni di acquisto di beni durevoli nei successivi 12 mesi (b) PERIODO Autovettura (c) NR 2011 Gennaio 1,2 3,1 3,8 91,7 0,4 Aprile 1,3 3,4 9,7 85,5 0,3 Luglio 0,9 1,9 4,3 92,5 0,5 Ottobre 0,7 2,1 3,5 93,4 0, Gennaio 1,1 1,9 5,4 91,1 0,6 Aprile 0,9 2,7 8,2 88,0 0,4 Luglio 1,3 3,0 6,8 88,7 0,3 Ottobre 1,1 2,6 5,6 90,3 0,5 Gennaio 1,1 1,7 4,7 92,2 0,5 Aprile 0,9 2,1 4,6 92,3 0,2 Luglio 1,4 5,0 6,8 86,6 0,4 Ottobre 1,6 4,9 5,8 87,2 0, Gennaio 1,1 4,0 4,8 89,9 0,4 Aprile 2,5 5,1 5,6 86,3 0,6 Luglio 1,5 6,3 10,1 81,9 0,3 (a) Frequenze percentuali per modalità di risposta Dopo l anno 2009, in Italia non sono più state stanziate politiche d incentivo pubblico che negli anni precedenti avevano sostenuto il settore, anticipando di fatto la domanda di sostituzione. Alla mancanza di sostegno pubblico si è sommata la difficoltà per le famiglie di accedere al mercato del credito, che aveva sostenuto le compravendite prima della recessione, infine si è aggiunto un vero e proprio cambiamento delle abitudini di consumo, legato a fattori diversi come l invecchiamento della popolazione, modalità alternative di 6

7 trasporto (voli low cost, treni ad alta velocità, noleggio, car sharing, bicicletta, a piedi), la crisi dei redditi e gli elevati costi per l utilizzo dell auto. A fronte della perdita di capacità di spesa da parte degli italiani si è risposto in questi anni con l inasprimento delle imposizioni fiscali sull auto, giunte a livelli tali da generare una profonda contrazione del mercato, con conseguenze gravi sia a livello industriale, sia sul parco circolante sempre più obsoleto, poco sicuro e inquinante. Secondo le stime elaborate e pubblicate a fine luglio dall Area Economica di Anfia (www.anfia.it/index.php?modulo=view_comunicati) relativamente al carico fiscale sulla motorizzazione in Italia si conferma anche per il il pesante contributo versato dal settore: l entità del prelievo fiscale che ha gravato sulla filiera automotive italiana si attesta a 70,5 miliardi di Euro. A fronte di una leggera crescita (+0,6%) del totale delle entrate tributarie nazionali rispetto al 2012 derivante da un andamento positivo delle imposte dirette (+1,9%) e negativo delle imposte indirette, basate sui consumi (-1%) il gettito proveniente dal settore automotive è sceso del 2,7%, mantenendo comunque una quota percentuale sul gettito complessivo calcolato secondo il criterio di cassa non distante da quella del 2012: 16,5% contro 17%. Da un confronto sugli ultimi 5 anni, il gettito proveniente dal settore automotive è cresciuto del 6,3% tra 2009 e, con una quota percentuale sul gettito complessivo passata dal 16% al 16,5%, dopo il picco del 17% nel E significativo notare che, nello stesso periodo, il gettito IPT e IVA derivante dall acquisto degli autoveicoli è calato del 30,2% a causa del forte ridimensionamento dei volumi di nuove immatricolazioni (-39,8%), mentre, al contrario, il gettito derivante da possesso (bollo auto) e utilizzo dei mezzi, è cresciuto rispettivamente del 4,6% e del 13,2%. Nella ripartizione del prelievo calcolata sui diversi momenti impositivi del ciclo di vita contributivo degli autoveicoli, resta saldamente al primo posto la quota di tassazione derivante dall utilizzo dell autoveicolo nel corso dell anno, pari all 82,2% del gettito complessivo proveniente dal comparto per un valore di 58 miliardi di Euro (-2,6% rispetto al 2012, in cui valeva 59,5 miliardi). Nel, la percentuale del gettito fiscale derivante dal comparto sul PIL sale al 4,5% (era 4,4% nel 2012), mantenendo il primato tra i maggiori Paesi europei, visto che la media è del 3,2%. Sarebbe finalmente il momento di mettere in campo tutti gli strumenti (fiscali, normativi, economici) che facilitino il rinnovamento del parco e gli investimenti in infrastrutture per sistemi di trasporto intelligenti. Immatricolazioni per tipologia di acquirente TOTALE 2012 % TOTALE /12 GEN/AGO % GEN/AGO /13 Privati proprietari , ,9-7, , ,8 0,3 Leasing persone fisiche , ,7 4, , ,4-8,5 Società proprietarie , ,7-4, , ,2 1,7 Leasing persone giur , ,5-16, , ,6 9,7 Noleggio , ,9-7, , ,7 15,9 Taxi , ,3 5, , ,3-0,8 Altri 280 0, ,0-33, , ,0 12,4 TOTALE , ,0-7, , ,0 3,5 Le vetture acquistate direttamente da privati (persone fisiche escluso leasing) sono passate dal 64,9% del 2011 al 62,2% del 2012, per calare ancora nel al 61,9%. A gennaio-giugno 2014 le vetture intestate a persone fisiche rappresentavano solo il 58,7% di tutto l immatricolato, salito al 59,8% nei primi 8 mesi 2014, grazie al recupero nel bimestre luglio-agosto. 7

8 Complessivamente, le vetture intestate ad aziende (società, leasing, noleggio, taxi) sono il 38,1% del mercato nel contro il 37,8% del Le vetture intestate ad aziende (società, leasing, noleggio, taxi) sono il 41,3%, il noleggio registra una crescita del 19% e una quota che passa al 23,5% dal 20,3% di un anno fa. La stagionalità del noleggio si evidenzia in un aumento delle vendite tra i mesi di febbraio/marzo e giugno, in questi mesi nel 2014 il peso percentuale è più alto dei due anni precedenti. Possiamo evidenziare tra le tendenze in atto che contribuiscono a modificare la struttura della domanda un interesse crescente del consumatore verso quelle formule che privilegiano l uso del bene automobile rispetto al possesso: noleggio e car sharing in particolare. 8

9 La formula del noleggio potrebbe diventare interessante anche per i privati, una parte dei quali sembrano già indirizzati verso l affitto dell auto piuttosto che l acquisto. Saranno le offerte formulate dalle aziende ai cosiddetti codici fiscali che renderanno appetibile e praticabile questa strada. Pesa, però su tutto il comparto delle vetture intestate a società e noleggio, la sfavorevole fiscalità rispetto agli altri Paesi europei. In Italia, la deducibilità è stata ridotta in pochi mesi (prima dalla Legge Fornero e poi dalla Legge di Stabilità ) dal 40% al 20%, mentre in ambito UE arriva fino al 100%. Inoltre, le soglie di deducibilità per le auto utilizzate da imprese e professionisti sono ferme addirittura al 1997, non essendo mai state rivalutate secondo gli indici Istat come, invece, sarebbe previsto. Anche l Iva è detraibile solo al 40%, mentre nei principali Paesi UE la detraibilità arriva al 100%. Per queste ragioni, l incidenza delle auto aziendali in Italia resta comunque molto più bassa che in Francia, Germania, Regno Unito e Spagna. Le Associazioni chiedono almeno un ripristino alla normativa precedente alla Legge Fornero. La diffusione del servizio car sharing, determinerà, secondo una ricerca di Alix Partners, nei prossimi sei anni una significativa perdita nella vendita di auto nuove in Usa e in Europa. I grandi gruppi automobilistici non potranno non tenere conto di questi dati nella definizione delle loro strategie di breve-medio e lungo termine e dovranno essere in grado di cogliere l opportunità del car sharing introducendo modelli e dotazioni pensati ad hoc e sviluppando alleanze con i fornitori del servizio al fine di diventare player integrati nell offerta di servizi di car sharing e dovranno compensare i fattori che limitano il consumatore nell acquisto di nuove auto - come l integrazione dei costi di gestione in pacchetti prepagati, semplificazione delle operazioni di manutenzione - e migliorare la politica di comunicazione e di pricing. Non si può ridurre il crollo del mercato alla perdita di appeal del bene auto, viste le alternative non sempre adeguate, di certo il mondo dell automobile sta cambiando, anzi potremmo dire evolvendo, grazie alle grandi opportunità che tecnologia e innovazione continuano ad offrire sia in termini di prodotto (veicoli più efficienti, puliti e sicuri) sia in termini di servizi offerti ad un numero crescente di utilizzatori e non più possessori dell auto (car sharing, car pooling, noleggio). L auto farà parte sempre più di un sistema di mobilità che andrà integrandosi tra le diverse modalità di trasporto. L offerta di tecnologia che va estendendosi su tutti i modelli, anche quelli più economici, migliora gli standard di sicurezza, riduce i consumi, consente l interconnessione con l esterno. 9

10 Mercato per segmento A gennaio/agosto 2014 crescono le vendite di tutti i segmenti ad eccezione di utilitarie, medie, superiori, sportive, SUV medi, Monovolumi medi e Multispazio. Le vetture alto di gamma (Superiori, Lusso, Sportive, SUV Grandi, Monovolumi Grandi) crescono del 2,7%, dopo la pesante flessione del 23% circa nel, dovuta all introduzione del superbollo, che ha penalizzato le vendite dei modelli con potenza superiore a 185 KW, soggetti alla sovrattassa. Le vendite dei cosiddetti combi, veicoli che nascono come veicoli commerciali ma sono immatricolati come autovetture, sono più che raddoppiate nei primi 8 mesi dell anno. Immatricolazioni per segmento TOTALE 2012 % TOTALE GEN/AGO /12 % GEN/AGO /13 Superutilitarie , ,1-7, , ,5 0,0 Utilitarie , ,3-10, , ,4-0,5 Medio-inferiori , ,6-1, , ,9 5,0 Medie , ,9-24, , ,0-15,4 Superiori , ,3-14, , ,1-14,2 Lusso , ,1-27, , ,1 45,4 Sportive , ,4-35, , ,3-19,7 SUV Piccoli , ,9 75, , ,5 64,8 SUV Compatti , ,6-7, , ,4 11,1 SUV Medi/ , ,1-24, , ,7-12,1 SUV Grandi , ,9-21, , ,0 35,3 Monovolumi piccol , ,7 25, , ,3 13,5 Monovolumi medi , ,7-21, , ,3-11,3 Monovolumi grand , ,4-33, , ,4 3,9 Multispazio , ,5-13, , ,2-18,4 Combi , ,5-4, , ,8 73,4 TOTALE , ,0-7, , ,0 3,5 alto di gamma , ,0-22, , ,9 2,7 Le vendite complessive di vetture dei segmenti A e B passano da una quota di mercato del 52% nel 2008 (anno precedente all introduzione degli incentivi del 2009, che porteranno la quota al 58%) al 47% dei primi 8 mesi 2014, per contro i SUV (compatti, medi, grandi) passano da una quota del 9% al 20% nello stesso periodo. 10

11 Mercato per area geografica Nei primi 8 mesi dell anno crescono le immatricolazioni in Val d Aosta (+750%) e Trentino Alto-Adige (+17%), come effetto dell aumento delle vendite nel comparto del noleggio. Le regioni autonome (Valle d Aosta e Trentino Alto Adige), non hanno adottato, grazie ai loro statuti speciali, gli obblighi di maggiorazione sull IPT previsti dalle Legge n. 148/2011 entrata in vigore il 17 settembre 2011, che avevano sostanzialmente abolito il beneficio della tassazione fissa sugli atti soggetti a Iva (in pratica, gli acquisti effettuati presso un commerciante di veicoli). Il successivo D.L. 10 ottobre 2012, n. 174 art. 9, comma 2 convertito nella Legge 7 dicembre 2012, n. 213 ha infatti ulteriormente rivisto la disciplina dell imposta provinciale di trascrizione, consentendo di eseguire le formalità relative all IPT su tutto il territorio nazionale, con destinazione del gettito d imposta alla Provincia ove ha sede legale o residenza il soggetto passivo, inteso come avente causa (proprietario-acquirente) o intestatario del veicolo (il locatario nel caso di locazione finanziaria, il titolare del diritto di godimento nel caso di usufrutto, il cessionario nel caso di compravendita con patto di riservato dominio). Tuttavia, tale modifica non ha praticamente pesato sui noleggiatori, che hanno continuato ad aprire sedi nelle due province con IPT ridotta e a pagarla lì come effettivi proprietari dei veicoli. Immatricolazioni per regione TOTALE 2012 % TOTALE /12 GEN/AGO % GEN/AGO /13 VALLE D'AOSTA , ,6-77, , ,2 750,2 PIEMONTE , ,4 9, , ,8-20,9 LOMBARDIA , ,8-7, , ,2 1,9 LIGURIA , ,1-6, , ,0 1,0 ITALIA NORD-OVEST , ,0-7, , ,3 2,0 FRIULI , ,8-6, , ,8 9,6 TRENTINO ALTO ADIGE , ,6-11, , ,7 17,3 VENETO , ,7-6, , ,5 3,7 EMILIA ROMAGNA , ,7-1, , ,2 0,5 ITALIA NORD-EST , ,8-7, , ,3 8,9 TOSCANA , ,1 12, , ,1 6,4 UMBRIA , ,3-8, , ,2-1,6 MARCHE , ,3-6, , ,2 2,8 LAZIO , ,7-15, , ,8-7,2 ITALIA CENTRO , ,5-4, , ,3-0,1 ABRUZZI , ,6-10, , ,5-0,1 BASILICATA , ,4-3, , ,4 14,5 CAMPANIA , ,7-11, , ,7 3,4 MOLISE , ,2-10, , ,2 8,1 PUGLIA , ,1-4, , ,8-1,1 CALABRIA , ,6-7, , ,5-0,6 SICILIA , ,7-14, , ,4-2,3 SARDEGNA , ,6-10, , ,6 5,8 ITALIA SUD-ISOLE , ,8-9, , ,1 1,0 TOTALE , ,0-7, , ,0 3,5 11

12 Le regioni del Nord-Est registrano un aumento dell immatricolato dell 8,9%, grazie ai volumi immatricolati nel Trentino Alto Adige, e conquistano il 32,3% del mercato, pari a 1,6 punti in più rispetto ad un anno fa. Il Nord-Ovest recupera il 2%, grazie alle immatricolazioni in Valle d Aosta (che compensano il calo in Piemonte); le regioni del Centro registrano un calo di mercato medio dello 0,1%; le vendite nelle regioni del Sud e le isole aumentano dell 1%. Trasferimenti di proprietà e radiazioni Nei primi 8 mesi dell anno sono stati registrati 2,7 milioni di passaggi di proprietà, al lordo delle minivolture, si riduce il calo di passaggi rispetto ad un anno fa (-0,36%), grazie alle vendite di agosto cresciute del 9%. Marisa Saglietto ANFIA Area Studi e Statistiche TORINO Corso G. Ferraris 61 Il presente documento è disponibile su: 12

ITALIA - Il mercato delle autovetture nuove Gennaio/Settembre 2014

ITALIA - Il mercato delle autovetture nuove Gennaio/Settembre 2014 ITALIA - Il mercato delle autovetture nuove Gennaio/Settembre A tembre il mercato dell auto cresce del 3,3%, un incremento di 3.500 auto rispetto a tembre, dovuto alla buona performance delle vendite di

Dettagli

ITALIA Nei primi 3 mesi 2014 vendute oltre 428mila auto nuove (+13,5%), il valore più alto dal 2011.

ITALIA Nei primi 3 mesi 2014 vendute oltre 428mila auto nuove (+13,5%), il valore più alto dal 2011. ITALIA Nei primi 3 mesi vendute oltre 428mila auto nuove (+13,5%), il valore più alto dal 2011. Nei primi mesi del 2015 si rafforzano i primi segnali positivi per l'economia italiana, all'interno di un

Dettagli

ITALIA - Il mercato delle autovetture registra a novembre un aumento del 4,9%

ITALIA - Il mercato delle autovetture registra a novembre un aumento del 4,9% ITALIA - Il mercato delle autovetture registra a novembre un aumento del 4,9% A novembre 2014 il mercato dell auto cresce del 4,9% rispetto a novembre con 108 mila unità. Nella prima metà dell anno in

Dettagli

ITALIA - Il mercato autovetture nuove Gennaio/Marzo 2014

ITALIA - Il mercato autovetture nuove Gennaio/Marzo 2014 ITALIA - Il mercato autovetture nuove Gennaio/Marzo Sembra consolidarsi la ripresa del mercato italiano delle autovetture, che registra segni positivi a partire dal mese di dicembre (+2,2%), dopo 6 anni

Dettagli

ITALIA - Il mercato delle autovetture nuove cresce del 9% ad ottobre 2014.

ITALIA - Il mercato delle autovetture nuove cresce del 9% ad ottobre 2014. ITALIA - Il mercato delle autovetture nuove cresce del 9% ad ottobre 2014. Ad ottobre 2014 il mercato dell auto cresce del 9% rispetto ad ottobre, pari ad un incremento di circa 10.500 auto, dovuto alla

Dettagli

ITALIA - Il mercato autovetture nuove Gennaio/Aprile 2014

ITALIA - Il mercato autovetture nuove Gennaio/Aprile 2014 ITALIA - Il mercato autovetture nuove Gennaio/Aprile 2014 Sembra consolidarsi la ripresa del mercato italiano delle autovetture, che registra segni positivi a partire dal mese di dicembre (+2,2%), dopo

Dettagli

ITALIA - Struttura del mercato autovetture nuove

ITALIA - Struttura del mercato autovetture nuove ITALIA - Struttura del mercato autovetture nuove ANNO Il mercato delle autovetture ha totalizzato nel oltre 1,403 milioni di unità, in flessione del 19,8% rispetto all anno precedente. Rispetto al 2007,

Dettagli

ITALIA - Struttura del mercato autovetture nuove

ITALIA - Struttura del mercato autovetture nuove ITALIA - Struttura del mercato autovetture nuove APRILE e GENNAIO/APRILE Nel mese sono state immatricolate oltre 116 mila autovetture nuove, ancora in flessione del 10,8% rispetto allo stesso mese del.

Dettagli

FOCUS MERCATO AUTOVETTURE - ITALIA FOCUS MERCATO AUTOVETTURE - ITALIA

FOCUS MERCATO AUTOVETTURE - ITALIA FOCUS MERCATO AUTOVETTURE - ITALIA ITALIA Settembre 2015: il mercato dell auto segna il sedicesimo incremento consecutivo: +17% su settembre e il nono a doppia cifra da gennaio 2015. Nel mese di settembre 2015 si registrano 130mila immatricolazioni

Dettagli

ITALIA - Il mercato autovetture nuove Gennaio/Giugno 2014

ITALIA - Il mercato autovetture nuove Gennaio/Giugno 2014 ITALIA - Il mercato autovetture nuove Gennaio/Giugno 2014 Da dicembre ad aprile 2014, il mercato dell auto che aveva finalmente conseguito risultati positivi, a maggio subiva una battuta d arresto: -3,6%

Dettagli

ITALIA Ottobre 2015: il mercato dell auto segna il diciassettesimo incremento consecutivo: +8,6% su ottobre 2014.

ITALIA Ottobre 2015: il mercato dell auto segna il diciassettesimo incremento consecutivo: +8,6% su ottobre 2014. ITALIA Ottobre : il mercato dell auto segna il diciassettesimo incremento consecutivo: +8,6% su ottobre. Nel mese di ottobre si registrano 133mila nuove immatricolazioni di autovetture, con un incremento

Dettagli

ITALIA - Il mercato delle autovetture chiude a +4,2% nel 2014, dopo 6 anni di cali consecutivi.

ITALIA - Il mercato delle autovetture chiude a +4,2% nel 2014, dopo 6 anni di cali consecutivi. ITALIA - Il mercato delle autovetture chiude a +4,2% nel 2014, dopo 6 anni di cali consecutivi. Nel 2014 il mercato dell auto con circa 1.360.000 unità cresce del 4,2% sul 2013, pari a 55mila autovetture

Dettagli

ITALIA Maggio 2015: il mercato dell auto segna il dodicesimo incremento consecutivo: +10,8% su maggio 2014.

ITALIA Maggio 2015: il mercato dell auto segna il dodicesimo incremento consecutivo: +10,8% su maggio 2014. ITALIA Maggio 2015: il mercato dell auto segna il dodicesimo incremento consecutivo: +10,8% su maggio. Nei mesi iniziali del 2015, le indicazioni favorevoli a una ripresa dell attività economica si sono

Dettagli

ITALIA Giugno2015: il mercato dell auto segna il tredicesimo incremento consecutivo: +14,4% su giugno 2014 e il sesto a doppia cifra da gennaio 2015.

ITALIA Giugno2015: il mercato dell auto segna il tredicesimo incremento consecutivo: +14,4% su giugno 2014 e il sesto a doppia cifra da gennaio 2015. ITALIA Giugno2015: il mercato dell auto segna il tredicesimo incremento consecutivo: +14,4% su giugno e il sesto a doppia cifra da gennaio 2015. Nel mese di giugno 2015 sono state immatricolate circa 147mila

Dettagli

ITALIA A gennaio 2015 prima crescita a doppia cifra per l auto in Italia: +10,9%

ITALIA A gennaio 2015 prima crescita a doppia cifra per l auto in Italia: +10,9% ITALIA A gennaio prima crescita a doppia cifra per l auto in Italia: +10,9% Alla fine di un lungo trend negativo, il mercato auto nel si è chiuso positivamente(+4,2% sul e 1,36 milioni di nuove registrazioni).

Dettagli

FOCUS MERCATO ITALIA. ITALIA - Struttura del mercato autovetture nuove. SETTEMBRE e GENNAIO/SETTEMBRE 2013

FOCUS MERCATO ITALIA. ITALIA - Struttura del mercato autovetture nuove. SETTEMBRE e GENNAIO/SETTEMBRE 2013 ITALIA - Struttura del mercato autovetture nuove SETTEMBRE e GENNAIO/SETTEMBRE 2013 Nel mese di settembre sono state immatricolate oltre 106 mila nuove autovetture (-2,9%). Si tratta del venticinquesimo

Dettagli

FOCUS MERCATO ITALIA. ITALIA - Struttura del mercato autovetture nuove. OTTOBRE e GENNAIO/OTTOBRE 2013

FOCUS MERCATO ITALIA. ITALIA - Struttura del mercato autovetture nuove. OTTOBRE e GENNAIO/OTTOBRE 2013 ITALIA - Struttura del mercato autovetture nuove OTTOBRE e GENNAIO/OTTOBRE 2013 Nel mese di ottobre sono state immatricolate circa 111 mila nuove autovetture (-5,6%). Si tratta del 26 calo consecutivo;

Dettagli

MERCATO AUTO: POSITIVO L INGRESSO NEL QUARTO TRIMESTRE, CON OTTOBRE A +9,2% Ma i volumi mensili sono comunque sui livelli di circa 20 anni fa

MERCATO AUTO: POSITIVO L INGRESSO NEL QUARTO TRIMESTRE, CON OTTOBRE A +9,2% Ma i volumi mensili sono comunque sui livelli di circa 20 anni fa Comunicato stampa MERCATO AUTO: POSITIVO L INGRESSO NEL QUARTO TRIMESTRE, CON OTTOBRE A +9,2% Ma i volumi mensili sono comunque sui livelli di circa 20 anni fa Torino, 3 novembre 2014 Secondo i dati pubblicati

Dettagli

UNIONE EUROPEA A marzo il mercato auto cresce del 10,4%.

UNIONE EUROPEA A marzo il mercato auto cresce del 10,4%. UNIONE EUROPEA A marzo il mercato auto cresce del 10,4%. A marzo 2014 si registra il 7 incremento consecutivo delle vendite di autovetture nel mercato UE28+EFTA: +10,4% con 1.489.796 unità. I cinque principali

Dettagli

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it unione nazionale r a p p r e s e n t a n t i autoveicoli esteri Analisi UNRAE delle immatricolazioni 2008 AUMENTA DI OLTRE 3 PUNTI LA QUOTA DI CITY CAR

Dettagli

Analisi del mercato delle auto

Analisi del mercato delle auto Analisi del mercato delle auto Le immatricolazioni ripartono grazie alla necessità di sostituire il vecchio parco di auto non catalizzate. La scomparsa imminente della benzina super fa crescere le vendite,

Dettagli

Analisi del Mercato Italiano

Analisi del Mercato Italiano Analisi del Mercato Italiano 2012 Mercato italiano delle autovetture Andamento storico del Mercato Italiano 3.000.000 2.500.000 2.000.000 1.500.000 1.000.000 500.000 1.194.424 1.397.039 1.530.488 1.808.476

Dettagli

Comunicato stampa. Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica

Comunicato stampa. Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica Comunicato stampa MERCATO AUTO ITALIANO POSITIVO ANCHE AD AGOSTO: +10,6% Nonostante un giorno lavorativo in più rispetto ad agosto 2014, i volumi di questo mese non erano così bassi dal 1964 Torino, 1

Dettagli

NAFTA Il mercato cresce del 3,9% nei primi 6 mesi del 2014 e migliora ancora nel 3 trimestre: +8,6% su luglio-settembre 2013

NAFTA Il mercato cresce del 3,9% nei primi 6 mesi del 2014 e migliora ancora nel 3 trimestre: +8,6% su luglio-settembre 2013 NAFTA Il mercato cresce del 3,9% nei primi 6 mesi del 2014 e migliora ancora nel 3 trimestre: +8,6% su luglio-settembre 2013 NAFTA Nel 2013 la domanda di light vehicles contava oltre 18,33 milioni di unità,

Dettagli

UNIONE EUROPEA Crescita a due cifre del mercato delle autovetture ad agosto: +11,5%.

UNIONE EUROPEA Crescita a due cifre del mercato delle autovetture ad agosto: +11,5%. UNIONE EUROPEA Crescita a due cifre del mercato delle autovetture ad agosto: +11,5%. Il mercato automotive mostra importanti segnali di ripresa, sebbene il massimo storico del 2007, oltre 16 millioni di

Dettagli

UNRAE. Conferenza Stampa. Milano, 15 dicembre 2011

UNRAE. Conferenza Stampa. Milano, 15 dicembre 2011 UNRAE Conferenza Stampa Milano, 15 dicembre 2011 Mercato italiano delle autovetture 2011/2010 1.961.472 1.750.000 2010 2011 * - 10,8% Elaborazioni Centro Studi UNRAE * stime Mercato europeo delle autovetture

Dettagli

UNIONE EUROPEA Il mercato auto recupera appena lo 0,9% a novembre 2013 e riduce la perdita da inizio anno al 2,8%.

UNIONE EUROPEA Il mercato auto recupera appena lo 0,9% a novembre 2013 e riduce la perdita da inizio anno al 2,8%. UNIONE EUROPEA Il mercato auto recupera appena lo 0,9% a novembre 2013 e riduce la perdita da inizio anno al 2,8%. Dopo sei trimestri consecutivi di flessione, il PIL nell'area dell'euro è cresciuto dello

Dettagli

UNIONE EUROPEA Il mercato auto recupera il 5,5% a settembre e riduce la perdita da inizio anno al 4%.

UNIONE EUROPEA Il mercato auto recupera il 5,5% a settembre e riduce la perdita da inizio anno al 4%. UNIONE EUROPEA Il mercato auto recupera il 5,5% a settembre e riduce la perdita da inizio anno al 4%. Dopo sei trimestri consecutivi di flessione, il PIL nell'area dell'euro è cresciuto dello 0,3% in T2

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Garante per la sorveglianza dei prezzi Con il supporto del Dipartimento per la Regolazione del Mercato Direzione Generale per la Concorrenza e i Consumatori UfficioV

Dettagli

Comunicato stampa. Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica

Comunicato stampa. Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica Comunicato stampa MAGGIO ANCORA POSITIVO (+10,8%), ANCHE SE LA CRESCITA RALLENTA I volumi delle vetture ad alimentazione alternativa crescono del 12,9% da inizio 2015, con una quota di mercato del 13,9%

Dettagli

Comunicato stampa. difficilmente paragonabile, si è deciso di non stimare il gettito IRE per l anno 2009.

Comunicato stampa. difficilmente paragonabile, si è deciso di non stimare il gettito IRE per l anno 2009. Comunicato stampa L IMPOSIZIONE FISCALE SUL SETTORE AUTOMOTIVE RESTA ELEVATA ANCHE NEL 2009 NONOSTANTE LA GRAVE CRISI DEL SETTORE La leggera decrescita del gettito tributario del comparto, 67,2 miliardi

Dettagli

IMMATRICOLAZIONI IN ITALIA (1950-2013) - Centro Studi Auto Aziendali -

IMMATRICOLAZIONI IN ITALIA (1950-2013) - Centro Studi Auto Aziendali - 1 IMMATRICOLAZIONI IN ITALIA (1950-2013) 3.000.000 2.500.000 2.490.570 2.159.465 2.000.000 1.749.740 1.500.000 1.304.345 1.000.000 2007-2013 calo 47,7 % 500.000 0 1950 1951 1952 1953 1954 1955 1956 1957

Dettagli

Comunicato stampa. Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica

Comunicato stampa. Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica Comunicato stampa SI CONSOLIDA IL TREND DI CRESCITA DEL MERCATO ITALIANO A OTTOBRE: +8,6% La filiera automotive incoraggia l introduzione di nuove norme per i test sulle emissioni, più aderenti all uso

Dettagli

Comunicato stampa. Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica

Comunicato stampa. Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica Comunicato stampa A GIUGNO IL MERCATO ACCELERA NUOVAMENTE IL PASSO: +14,3% Anche grazie ai positivi effetti di calendario, la domanda di vetture cresce, dando una prima benefica spinta al processo di rinnovo

Dettagli

UNIONE EUROPEA Crescita a due cifre del mercato delle autovetture a giugno: +14,8%.

UNIONE EUROPEA Crescita a due cifre del mercato delle autovetture a giugno: +14,8%. UNIONE EUROPEA Crescita a due cifre del mercato delle autovetture a giugno: +14,8%. Il mercato automotive mostra importanti segnali di ripresa, sebbene il massimo storico del 2007, oltre 16 millioni di

Dettagli

UNIONE EUROPEA 13 milioni di nuove immatricolazioni di automobili nel 2014, il mercato cresce del 5,4%

UNIONE EUROPEA 13 milioni di nuove immatricolazioni di automobili nel 2014, il mercato cresce del 5,4% UNIONE EUROPEA 13 milioni di nuove immatricolazioni di automobili nel 2014, il mercato cresce del 5,4% Nel complesso dei Paesi dell Unione europea allargata e dell EFTA 1 a dicembre 2014 le immatricolazioni

Dettagli

Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi 36 anni da 3 profonde crisi. La prima nel 1983, a causa della stagnazione economica

Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi 36 anni da 3 profonde crisi. La prima nel 1983, a causa della stagnazione economica 1 Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi 36 anni da 3 profonde crisi. La prima nel 1983, a causa della stagnazione economica e di un alto tasso di inflazione. Dieci anni dopo,

Dettagli

Emilio di Camillo Febbraio 2012 http://www.centrostudisubalpino.it

Emilio di Camillo Febbraio 2012 http://www.centrostudisubalpino.it Osservatorio congiunturale del Mercato Europeo dell Auto. Fine anno 2. Dopo un 29 in progresso rispetto alla caduta della domanda del 28, condizionato però dalla spinta agli acquisti motivata dagli incentivi,

Dettagli

MARZO ANCORA IN CRESCITA PER IL MERCATO ITALIANO DELL AUTO: +15,1% IN LINEA CON IL RAFFORZAMENTO DEI PRIMI SEGNALI DI RIPRESA DELL ECONOMIA ITALIANA

MARZO ANCORA IN CRESCITA PER IL MERCATO ITALIANO DELL AUTO: +15,1% IN LINEA CON IL RAFFORZAMENTO DEI PRIMI SEGNALI DI RIPRESA DELL ECONOMIA ITALIANA Comunicato stampa MARZO ANCORA IN CRESCITA PER IL MERCATO ITALIANO DELL AUTO: +15,1% IN LINEA CON IL RAFFORZAMENTO DEI PRIMI SEGNALI DI RIPRESA DELL ECONOMIA ITALIANA Sarebbe opportuno attivare misure

Dettagli

FOCUS PRODUZIONE AUTOVEICOLI - NAFTA NAFTA. ANFIA Area Studi e statistiche 02.02.2015 1

FOCUS PRODUZIONE AUTOVEICOLI - NAFTA NAFTA. ANFIA Area Studi e statistiche 02.02.2015 1 NAFTA: Con 17,4 milioni di autoveicoli, la produzione del 2014 rappresenta il terzo miglior risultato dell industria autoveicolistica dell area. Il Messico diventa il settimo maggior produttore del mondo,

Dettagli

L AUTORIPARAZIONE ED I SUOI PROTAGONISTI

L AUTORIPARAZIONE ED I SUOI PROTAGONISTI Homo faber fortunae suae 25ª Biennale Internazionale delle Attrezzature e dell Aftermarket Automobilistico L AUTORIPARAZIONE ED I SUOI PROTAGONISTI Osservatorio Permanente sul Mercato 2013 Sesta edizione

Dettagli

280 aziende associate

280 aziende associate Convegno Centro Studi Promotor Università di Bologna L auto a metà del guado nell anno orribile 2009 Guido Rossignoli Roma, 28 Maggio 2009 ANFIA e la Filiera Automotive ANFIA, Associazione Nazionale Filiera

Dettagli

UNIONE EUROPEA Ad Aprile 2015 ancora segno positivo: il mercato auto cresce del 6,9%.

UNIONE EUROPEA Ad Aprile 2015 ancora segno positivo: il mercato auto cresce del 6,9%. UNIONE EUROPEA Ad Aprile 2015 ancora segno positivo: il mercato auto cresce del 6,9%. I Paesi dell Unione europea allargata e dell EFTA ad aprile 2015 registrano 1.209.551 nuove immatricolazioni di autovetture,

Dettagli

Andamento generale e specificità della Sicilia

Andamento generale e specificità della Sicilia ANALISI DEL MERCATO AUTOMOTIVE ANALISI DEL MERCATO AUTOMOTIVE Andamento generale e specificità della Sicilia Mercato europeo La crisi del settore dell'auto continua senza sosta e si sta aggravando ulteriormente,

Dettagli

Sempre meno auto private

Sempre meno auto private Sempre meno auto private La struttura del vede ancora un rilevante calo del segmento dei privati: le immatricolazioni in maggio sono scese del 10,7% a 81.121 unità, con una quota che perde altri due punti

Dettagli

Il gas per autotrazione in Toscana: confronto la diffusione nazionale e ipotesi di sviluppo futuro

Il gas per autotrazione in Toscana: confronto la diffusione nazionale e ipotesi di sviluppo futuro Il gas per autotrazione in Toscana: confronto la diffusione nazionale e ipotesi di sviluppo futuro Corrado Storchi Gruppo Landi Renzo Public Affairs Director Ecomobility, 7a edizione - Montecatini Terme

Dettagli

Quale rete ottimale per la distribuzione carburanti in Italia. Davide Tabarelli presidente NE Nomisma Energia

Quale rete ottimale per la distribuzione carburanti in Italia. Davide Tabarelli presidente NE Nomisma Energia Quale rete ottimale per la distribuzione carburanti in Italia Davide Tabarelli presidente NE Nomisma Energia Roma, 02 Aprile 2014 02 Aprile 2014 2 Agenda Crisi economica e crollo dei consumi L impennata

Dettagli

FIDUCIA DEI CONSUMATORI

FIDUCIA DEI CONSUMATORI 23 Dicembre 213 Dicembre 213 FIDUCIA DEI CONSUMATORI A dicembre l indice del clima di fiducia dei consumatori in base 25= diminuisce a 96,2 da 98,2 del mese di novembre. Migliorano i giudizi sulla componente

Dettagli

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO NUMERO G I U G N O 2003 QUATTORDICI INDICE PREMESSA pag.5 TEMI DEL RAPPORTO 7 CAPITOLO 1 LO SCENARIO MACROECONOMICO 11 CAPITOLO 2 L ANALISI DEL MERCATO DEL CREDITO

Dettagli

Comunicato stampa. Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica

Comunicato stampa. Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica Comunicato stampa L AUTOMOTIVE HA VERSATO 71,6 MILIARDI DI EURO ALLO STATO NEL 2014: LA RIPARTENZA DEL SETTORE NECESSITA DI UN TAGLIO ALL IMPOSIZIONE FISCALE, IN CRESCITA DELL 8% RISPETTO AL 2009, OVVERO

Dettagli

CONTI ECONOMICI REGIONALI

CONTI ECONOMICI REGIONALI 23 novembre 2012 Anni 1995-2011 CONTI ECONOMICI REGIONALI In occasione della diffusione delle stime provvisorie per l anno 2011, l Istat pubblica le serie dei Conti economici regionali nella nuova classificazione

Dettagli

Informazioni e Tendenze Immobiliari

Informazioni e Tendenze Immobiliari LUGLIO/AGOSTO 2015 NUMERO 41 Informazioni e Tendenze Immobiliari In questo numero 1 Introduzione 2 L Indagine 5: le famiglie italiane e il mercato immobiliare nelle sei grandi città la sicurezza in casa

Dettagli

UNIONE EUROPEA 14 incremento consecutivo del mercato auto a ottobre: +6,2%

UNIONE EUROPEA 14 incremento consecutivo del mercato auto a ottobre: +6,2% UNIONE EUROPEA 14 incremento consecutivo del mercato auto a ottobre: +6,2% Secondo i dati diffusi da ACEA, nel complesso dei Paesi dell Unione europea allargata e dell EFTA 1 a ottobre 2014 le immatricolazioni

Dettagli

NAFTA Il mercato è in crescita dal 2010 e nel 2014 supera i volumi 2007

NAFTA Il mercato è in crescita dal 2010 e nel 2014 supera i volumi 2007 NAFTA Il mercato è in crescita dal 2010 e nel 2014 supera i volumi 2007 NAFTA Nel 2014 la domanda di motor vehicle 1 è stata di 19,9 milioni di unità, con una crescita del 6% sul 2013. Il mercato, dopo

Dettagli

Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi35annida3profondecrisi.nel1983,acausadella stagnazione economica e di un alto tasso

Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi35annida3profondecrisi.nel1983,acausadella stagnazione economica e di un alto tasso Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi35annida3profondecrisi.nel1983,acausadella stagnazione economica e di un alto tasso di inflazione, il mercato ha avuto un calo improvviso

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato CAPEZZONE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato CAPEZZONE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2397 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato CAPEZZONE Riforma della disciplina delle tasse automobilistiche e altre disposizioni concernenti

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI. OSSERVATORIO ECONOMICO Maggio 2015. Tommaso Di Nardo Gianluca Scardocci

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI. OSSERVATORIO ECONOMICO Maggio 2015. Tommaso Di Nardo Gianluca Scardocci CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI OSSERVATORIO ECONOMICO Maggio 2015 a cura della Tommaso Di Nardo Gianluca Scardocci 112 110 108 106 104 102 100 Roma 15 giugno 2015

Dettagli

NAFTA Il mercato dei light vehicles cresce del 9,4% nei primi 9 mesi 2011

NAFTA Il mercato dei light vehicles cresce del 9,4% nei primi 9 mesi 2011 NAFTA Il mercato dei light vehicles cresce del 9,4% nei primi 9 mesi 2011 NAFTA La domanda di light vehicles è stata di 11,34 milioni di unità (+9,4%) nei primi 9 mesi 2011. Il mercato ha riguardato circa

Dettagli

Il trasporto merci su strada: evoluzione del mercato e del parco circolante autocarri in Italia

Il trasporto merci su strada: evoluzione del mercato e del parco circolante autocarri in Italia Il trasporto merci su strada: evoluzione del mercato e del parco circolante autocarri in Italia Meeting Fabbricazione e Distribuzione Ricambi Autocarro 31 ottobre 2014 Trade Mondo e Italia Traffico merci

Dettagli

FAIB - Confesercenti DOSSIER LA RETE DI DISTRIBUZIONE CARBURANTI ITALIANA ED EUROPEA A RAFFRONTO

FAIB - Confesercenti DOSSIER LA RETE DI DISTRIBUZIONE CARBURANTI ITALIANA ED EUROPEA A RAFFRONTO FAIB - Confesercenti DOSSIER LA RETE DI DISTRIBUZIONE CARBURANTI ITALIANA ED EUROPEA A RAFFRONTO 6 Giugno 2007 I NUMERI DELLA DISTRIBUZIONE CARBURANTI IN ITALIA LA RETE DISTRIBUTIVA: 23.800 impianti di

Dettagli

A. Consistenze e caratteristiche generali della rete

A. Consistenze e caratteristiche generali della rete REPORT SULLA DISTRIBUZIONE DEI CARBURANTI IN ITALIA SETTEMBRE 2013 1 A. Consistenze e caratteristiche generali della rete Tav.1 Evoluzione della rete di distribuzione carburanti 2000 2005 2010 2011 Autostradali

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo dicembre 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI COMMISSIONE VI - FINANZE PROPOSTA DI LEGGE N. 2397 AUDIZIONE DEL 24 GIUGNO 2014 PRESIDENTE DI FEDERAUTO FILIPPO PAVAN BERNACCHI

CAMERA DEI DEPUTATI COMMISSIONE VI - FINANZE PROPOSTA DI LEGGE N. 2397 AUDIZIONE DEL 24 GIUGNO 2014 PRESIDENTE DI FEDERAUTO FILIPPO PAVAN BERNACCHI CAMERA DEI DEPUTATI COMMISSIONE VI - FINANZE PROPOSTA DI LEGGE N. 2397 AUDIZIONE DEL 24 GIUGNO 2014 PRESIDENTE DI FEDERAUTO FILIPPO PAVAN BERNACCHI 1 Signor Presidente, Onorevoli Membri della Commissione,

Dettagli

L auto: quale futuro. Motor Show

L auto: quale futuro. Motor Show L auto: quale futuro Motor Show Motor Show Motor Show Romano Valente Direttore Generale UNRAE Motor Show L auto: quale futuro Andrea Bianchi Direttore Politiche Industriali Confindustria Daniele Capezzone

Dettagli

CONFERENZA STAMPA UNRAE, MILANO 19 NOVEMBRE 2014 GLI ITALIANI E L AUTO: UN RAPPORTO DA RILANCIARE SU NUOVE BASI

CONFERENZA STAMPA UNRAE, MILANO 19 NOVEMBRE 2014 GLI ITALIANI E L AUTO: UN RAPPORTO DA RILANCIARE SU NUOVE BASI CONFERENZA STAMPA UNRAE, MILANO 19 NOVEMBRE 2014 GLI ITALIANI E L AUTO: UN RAPPORTO DA RILANCIARE SU NUOVE BASI Marco Baldi Responsabile Settore Territorio Fondazione Censis UNA LETTURA ATTRAVERSO TRE

Dettagli

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it unione nazionale rappresentanti autoveicoli esteri In ottobre immatricolate in Italia 195.545 auto (+15,7%) IL MERCATO CONFERMA L EFFICACIA DEGLI ECO-INCENTIVI

Dettagli

CONTINUA LA STRETTA DEL CREDITO PER LE IMPRESE DI COSTRUZIONI

CONTINUA LA STRETTA DEL CREDITO PER LE IMPRESE DI COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e centro studi CONTINUA LA STRETTA DEL CREDITO PER LE IMPRESE DI COSTRUZIONI Dopo sei anni di continui cali nelle erogazioni per finanziamenti per investimenti in edilizia, anche

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI. OSSERVATORIO ECONOMICO Febbraio 2015. Tommaso Di Nardo Gianluca Scardocci

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI. OSSERVATORIO ECONOMICO Febbraio 2015. Tommaso Di Nardo Gianluca Scardocci CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI OSSERVATORIO ECONOMICO Febbraio 2015 a cura della Tommaso Di Nardo Gianluca Scardocci 112 110 108 106 104 102 100 Roma 15 marzo

Dettagli

LA SITUAZIONE E LE PROSPETTIVE DELL ECONOMIA E DEL MERCATO DELL AUTO

LA SITUAZIONE E LE PROSPETTIVE DELL ECONOMIA E DEL MERCATO DELL AUTO Conferenza stampa LA SITUAZIONE E LE PROSPETTIVE DELL ECONOMIA E DEL MERCATO DELL AUTO Bologna, 5 dicembre 2014 Relazione di Gian Primo Quagliano, Presidente Econometrica e Centro Studi Promotor Questa

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO MAGGIO 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO MAGGIO 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO MAGGIO 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo maggio 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia Commento

Dettagli

Auto Ultraventennali - Mappa per le Esenzioni del BOLLO!

Auto Ultraventennali - Mappa per le Esenzioni del BOLLO! Auto Ultraventennali - Mappa per le Esenzioni del BOLLO! A un mese e mezzo dall approvazione della Legge di stabilità 2015, avvenuta il 23 dicembre 2014, non è ancora definita la situazione sulla tassa

Dettagli

L attività dei confidi

L attività dei confidi L attività dei confidi Un analisi sui dati della Centrale dei rischi Valerio Vacca Banca d Italia febbraio 214 1 Di cosa parleremo Il contributo dei confidi ail accesso al credito delle pmi La struttura

Dettagli

Rapporto immobiliare 2009 Immobili a destinazione Terziaria, Commerciale e Produttiva

Rapporto immobiliare 2009 Immobili a destinazione Terziaria, Commerciale e Produttiva Rapporto immobiliare 2009 Immobili a destinazione Terziaria, Commerciale e Produttiva con la collaborazione di Indice Presentazione 1 Introduzione 3 Le Fonti ed i Criteri Metodologici adottati 4 1. QUADRO

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. 1 Il riferimento è alla definizione di reddito complessivo comprensiva dei redditi di immobili ad uso abitativo dati in

COMUNICATO STAMPA. 1 Il riferimento è alla definizione di reddito complessivo comprensiva dei redditi di immobili ad uso abitativo dati in COMUNICATO STAMPA Il Dipartimento delle Finanze pubblica le statistiche sulle dichiarazioni dei redditi delle persone fisiche (IRPEF) relative all'anno d'imposta 2011, a sei mesi dal termine di presentazione

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E GLI ENTI COOPERATIVI OSSERVATORIO MPMI REGIONI LE MICRO, PICCOLE

Dettagli

Il mercato IT nelle regioni italiane

Il mercato IT nelle regioni italiane RAPPORTO NAZIONALE 2004 Contributi esterni nelle regioni italiane a cura di Assinform Premessa e obiettivi del contributo Il presente contributo contiene la seconda edizione del Rapporto sull IT nelle

Dettagli

EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE

EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE Scendono del 50% le richieste per l edilizia residenziale, -30% per quella non residenziale. Tengono gli immobili destinati all agricoltura (-12,9%),

Dettagli

Auto ultraventennali La mappa delle esenzioni del bollo

Auto ultraventennali La mappa delle esenzioni del bollo http://www.quattroruote.it/news/burocrazia/2015/02/04/auto_ultraventennali_la_mappa_delle_esenzioni.html. 04/02/2015 Auto ultraventennali La mappa delle esenzioni del bollo A un mese e mezzo dall approvazione

Dettagli

Tassi sulle nuove erogazioni a famiglie e imprese 2,5 2,6

Tassi sulle nuove erogazioni a famiglie e imprese 2,5 2,6 Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 19/ del 9// Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca., Tassi

Dettagli

CONTI ECONOMICI REGIONALI

CONTI ECONOMICI REGIONALI 27 novembre 2013 Anni 2010-2012 CONTI ECONOMICI REGIONALI Nel 2012, il Pil pro capite risulta pari a 31.094 euro nel Nord-ovest, a 30.630 euro nel Nord-est e a 27.941 euro nel Centro. Su un livello nettamente

Dettagli

imprese, sta attraversando una fase di lunga ed intensa recessione che si protrae da anni. La crisi si inserisce ovvia-

imprese, sta attraversando una fase di lunga ed intensa recessione che si protrae da anni. La crisi si inserisce ovvia- DANIELE NICOLAI 1 Focus Introduzione imprese, sta attraversando una fase di lunga ed intensa recessione che si protrae da anni. La crisi si inserisce ovvia- e di recessione in Europa ma il nostro Paese

Dettagli

Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali

Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali Cod. ISTAT INT 00023 AREA: Amministrazioni pubbliche e Servizi sociali Settore di interesse: Istituzioni Pubbliche e Private Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali Titolare: Dipartimento per

Dettagli

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p.

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p. Gas: le Regioni Italiane con il maggior numero di consumi e quelle con il risparmio più alto ottenibile Indice: Indice. p. 1 Introduzione. p. 2 Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2 Il costo del

Dettagli

- F A C S I M I L E -

- F A C S I M I L E - ASSOCIAZIONE ITALIANA DEL CREDITO AL CONSUMO E IMMOBILIARE - F A C S I M I L E - OSSERVATORIO ASSOFIN SUL CREDITO AL CONSUMO A- - ACCESSO A INDICE Le pubblicazioni trimestrali della "Library A" contengono

Dettagli

1. Introduzione: una moderata crescita... 3 2. L economia reale... 8

1. Introduzione: una moderata crescita... 3 2. L economia reale... 8 Sommario 1. Introduzione: una moderata crescita... 3 2. L economia reale.... 8 Demografie delle imprese... 8 Le imprese artigiane in Sardegna... 9 La situazione economica e finanziaria delle imprese...

Dettagli

Gianni Filipponi Segretario Generale. Come si legge il mercato auto. Special Car Show Giornata di studio UIGA Rimini, 29 Marzo 2008

Gianni Filipponi Segretario Generale. Come si legge il mercato auto. Special Car Show Giornata di studio UIGA Rimini, 29 Marzo 2008 Gianni Filipponi Segretario Generale Come si legge il mercato auto My Special Car Show Giornata di studio UIGA Rimini, 29 Marzo 2008 Le fonti dei dati sul mercato auto a) MINISTERO dei TRASPORTI: - prime

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

UNIONE EUROPEA-Efta Nel 1 trimestre 2015 aumentano del 29,1% le immatricolazioni di vetture ad alimentazione alternativa.

UNIONE EUROPEA-Efta Nel 1 trimestre 2015 aumentano del 29,1% le immatricolazioni di vetture ad alimentazione alternativa. UNIONE EUROPEA-Efta Nel 1 trimestre 2015 aumentano del 29,1% le immatricolazioni di vetture ad alimentazione alternativa..totale Alimentazioni Alternative (AVFs 1 ) L Italia è il paese dell Unione europea

Dettagli

Quaderno congiunturale territoriale

Quaderno congiunturale territoriale Quaderno congiunturale territoriale Trimestrale Anno XI - Numero 35 - Aprile 2008 A cura del Direzione Generale Studi e Statistiche QUADERNO CONGIUNTURALE TERRITORIALE TRIMESTRALE Anno XI Numero 35 Aprile

Dettagli

Gli italiani trascorrono in media 1 ora e 27 minuti al giorno alla guida, a una velocità media di 30,7 km/h.

Gli italiani trascorrono in media 1 ora e 27 minuti al giorno alla guida, a una velocità media di 30,7 km/h. Bologna, 19 ottobre 2015 PRESENTATI I RISULTATI DELL OSSERVATORIO UNIPOLSAI SULLE ABITUDINI DI GUIDA DEGLI ITALIANI IN SEGUITO ALL ANALISI DEI DATI DELLE SCATOLE NERE INSTALLATE NELLE AUTOMOBILI Gli italiani

Dettagli

TASSE AUTOMOBILISTICHE 2013

TASSE AUTOMOBILISTICHE 2013 TASSE AUTOMOBILISTICHE 2013 PREMESSA ACI coopera alla gestione delle tasse automobilistiche nelle seguenti Regioni e Province autonome: - Abruzzo - Basilicata - Emilia Romagna - Lazio - Lombardia - Puglia

Dettagli

Francesca Belinghieri. Novara, 11 giugno 2014

Francesca Belinghieri. Novara, 11 giugno 2014 Novara, 11 giugno 2014 "Il Nuovo SET (Servizio Emergenze Trasporti), uno strumento operativo per la gestione delle emergenze a supporto delle Autorità Pubbliche e delle Imprese". Francesca Belinghieri

Dettagli

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it unione nazionale rappresentanti autoveicoli esteri Lo afferma il Presidente dell UNRAE, Salvatore Pistola IL PROGRESSO DEL MERCATO DELL AUTO PRINCIPALE

Dettagli

Il turismo in Lombardia: una lettura fra dati e tendenze

Il turismo in Lombardia: una lettura fra dati e tendenze Il turismo in Lombardia: una lettura fra dati e tendenze Magda Antonioli - Università Bocconi Stati generali in Lombardia 18 aprile 2011 1 I numeri complessivi lombardo (anno 2009) Arrivi: 11,4 mln (12,2

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

STATISTICHE ITALIA Produzione Nazionale Immatricolazioni Export-Import Circolazione Varie

STATISTICHE ITALIA Produzione Nazionale Immatricolazioni Export-Import Circolazione Varie INDICE STATISTICHE ITALIA Produzione Nazionale Immatricolazioni Export-Import Circolazione Varie STATISTICHE INTERNAZIONALI Produzione Mondiale Immatricolazioni Export Circolazione Varie STATISTICHE ITALIA

Dettagli

I BILANCI CONSUNTIVI DELLE AMMINISTRAZIONI PROVINCIALI

I BILANCI CONSUNTIVI DELLE AMMINISTRAZIONI PROVINCIALI 14 Maggio 2015 Anno 2013 I BILANCI CONSUNTIVI DELLE AMMINISTRAZIONI PROVINCIALI Nel 2013 le entrate complessive accertate delle amministrazioni provinciali sono pari a 10.363 milioni di euro, in diminuzione

Dettagli

Incidenza, mortalità e prevalenza per tumore del polmone in Italia

Incidenza, mortalità e prevalenza per tumore del polmone in Italia Incidenza, mortalità e prevalenza per tumore del polmone in Sintesi L incidenza e la mortalità per il tumore del polmone stimate in nel periodo 197-215 mostrano andamenti differenti tra uomini e donne:

Dettagli

Furti auto: ogni giorno sulle strade italiane vengono rubati oltre 330 autoveicoli

Furti auto: ogni giorno sulle strade italiane vengono rubati oltre 330 autoveicoli Furti auto: ogni giorno sulle strade italiane vengono rubati oltre 330 autoveicoli Ogni giorno sulle strade italiane vengono rubati oltre 330 autoveicoli (ben 120.495 nell intero anno), 13,7 ogni ora.

Dettagli

LA PUBBLICITA IN SICILIA

LA PUBBLICITA IN SICILIA LA PUBBLICITA IN SICILIA Quadro produttivo, articolazione della spesa e strategie di sviluppo Paolo Cortese Responsabile Osservatori Economici Istituto G. Tagliacarne Settembr e 2014 Gli obiettivi del

Dettagli