CITROËN DS5 ENTRATE IN UNA NUOVA ERA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CITROËN DS5 ENTRATE IN UNA NUOVA ERA"

Transcript

1 PERIODICO TRIMESTRALE 6,00 EURO N.45 APRILE 2012 CITROËN DS5 ENTRATE IN UNA NUOVA ERA IL GRUPPO LEASEPLAN IN CONTROTENDENZA Intervista al Regional Senior V.P. Southern Europe & Pacific di LeasePlan Corporation LE AUTO BLU (E GRIGIE ) Intervista al presidente del Formez CONOSCERE È BENE IGNORARE È MALE La strategia MyLeasePlan e la nuova app NUOVA FIAT PANDA: EVOLUZIONE O RIVOLUZIONE? Intervista con il Responsabile Mktg Prodotto di Fiat SCATOLA NERA Minaccia o opportunità? SIAMO SOLO NOI Il 45 Rapporto Censis sulla situazione sociale del Paese L AUTO USATA TIENE DURO Analisi sul mercato nel 2011

2

3 PEOPLE SE NON FAI POLVERE, MANGI POLVERE Q uesto numero di Car Fleet si occupa molto di nuove tecnologie, sia riguardanti la comunicazione all interno della gestione delle flotte, sia riguardante i nuovi sistemi di propulsione, elettrico e elettrico plug-in. Non possiamo negare che queste innovazioni, per quanto affascinanti e utili, portino con sé anche degli interrogativi: rendere gli spostamenti di una persona completamente conoscibili attraverso una scatola nera è corretto, da un punto di vista del rispetto delle individualità (si legge privacy )? Non solo: associare a un comportamento di guida personale una valutazione oggettiva di rischio è ammissibile o no? E ancora, accettare l inserimento in flotta di veicoli diversi (a bassissime o zero emissioni) quali discriminazioni porta tra gli utilizzatori, considerando che si tratta pur sempre di retribuzione in natura? Mi sembra che i criteri di analisi per rispondere positivamente a queste e ad altre legittime domande ruotino intorno alle utilità tangibili e intangibili per l azienda e per il driver. Tutti concordiamo sul principio che un informazione più puntuale sia generalmente positiva e che riesca a distribuire i costi in modo più equo. Tutti condividiamo l interesse genuino per l ambiente e saremmo disponibili a fare qualcosa, compatibilmente con le possibilità di ciascuno. Il punto è che questi vantaggi, siano ritorni di immagine oppure minori oneri assicurativi, non si applicano immediatamente e perfettamente a entrambi i portatori di interessi, né tantomeno a tutti allo stesso modo. Restando dentro gli schemi consueti, rischiamo di accantonare per molto o per poco tempo alcune innovazioni che comunque faranno parte del nostro presente, prima o poi. Salvo poi doverle accettare comunque, senza aver predisposto una risposta positiva agli interrogativi che pongono. Questo è uno di quei momenti in cui le soluzioni non vanno cercate dentro il problema, ma fuori. Ad esempio, guardare ai veicoli elettrici solo chiedendosi quali siano i costi aggiuntivi e l autonomia di percorrenza rispetto a quelli normali suona a conti fatti come un approccio miope, che non tiene in alcun conto la rivoluzione che si sta avviando sull intero sistema di mobilità stradale. Gli spostamenti saranno oggetto di grandi trasformazioni, perché le città e i loro sobborghi stanno cambiando pelle, perché le comunicazioni audio-visive interpersonali stanno avanzando, perché il luogo stesso di lavoro tende a diventare fluido e ubiquo, perché i tempi si stanno insieme appiattendo e dilatando. La sfida della mobilità aziendale e la sfida della gestione delle flotte è solo una parte di una sfida più vasta, che riguarda l intera società e il suo modo di produrre. E che è appena cominciata. Nel far-west le strade non erano asfaltate e l alternativa era correre avanti (facendo polvere), per evitare di stare dietro a qualcun altro (mangiando la sua, di polvere). Per quanto possa apparire (ed essere) difficile, assumere un atteggiamento positivo e ricettivo verso il cambiamento sarà sempre meglio che resistervi. Mauro Manzoni direttore responsabile di Car Fleet CARFLEET 45 APRILE

4

5 SOMMARIO EDITORE LEASEPLAN ITALIA Spa Viale Alessandro Marchetti, Roma telefono: DIRETTORE EDITORIALE Alfonso Martinez Cordero DIRETTORE RESPONSABILE Mauro Manzoni NUMERO 45 APRILE IL GRUPPO LEASEPLAN IN CONTROTENDENZA Intervista a Salkeld, Regional Senior V.P. Southern Europe & Pacific di LeasePlan Corporation I NUMERI DELLE AUTO BLU E GRIGIE Intervista a Flamment, presidente del Formez NEWS ON THE ROAD IL POLO E IL MONDO DELL AUTO Il legame tra sport e auto SCATOLA NERA Minaccia o opportunità? SEAT ALTEA XL 2.0 TDI DSG La dinamica dello spazio DIRETTORE SCIENTIFICO Pier Luigi del Viscovo ART DIRECTOR Indro Uttinacci 11 IL WORLD ECONOMIC FORUM ESALTA IL NUOVO PRESIDENTE DELLA BCE Il summit sull economia mondiale 48 OPEL ZAFIRA TOURER Perennemente in viaggio HANNO COLLABORATO Andrea Barbieri Carones Giampiero Bottino Pier Luigi del Viscovo Alberto Motti Paolo Malagodi Leonardo Paloscia Alessandro Palumbo Maurilio Rigo Fabio Salvo PROVE SU STRADA a cura di Nicola Desiderio PUBBLICITÀ GDN Marketing & Comunicazione Srl STAMPA Modulgraf Srl Via di Santa Procula, 23/23A Pomezia (Roma) Registrazione Tribunale di Milano n.98/1997 TIRATURA: COPIE NUOVA FIAT PANDA: EVOLUZIONE O RIVOLUZIONE? Intervista a Gagliardo, Responsabile Marketing Prodotto di Fiat Automobiles PORSCHE PANAMERA DIESEL Divertimento in salotto CONOSCERE È BENE IGNORARE È MALE La strategia MyLeasePlan e la nuova app NISSAN QASHQAI 1.6 DCI Ma che bell incrocio LE PIÚ BELLE DUCATI ALL ASTA A MONTECARLO In vendita le Ducati che hanno fatto storia L AUTO USATA TIENE DURO Analisi sul mercato usato nel 2011 MILANO: PER IL CENTRO SI PAGA Come funziona l Area C? SIAMO SOLO NOI IL 45 rapporto Censis sulla situazione sociale del Paese LA MACCHINA DEI NUMERI Il mercato società e noleggio e i prezzi dell automotive CARFLEET 45 APRILE

6

7 di Leonardo Paloscia PEOPLE IL GRUPPO LEASEPLAN IN CONTROTENDENZA I l Fondo Monetario Internazionale, nella sua ultima analisi per il 2012, taglia le stime di crescita del Pil mondiale dal 4% al 3,3%. Il Pil dell area euro si contrarrà dello 0,5%, con paesi dove crescerà, come in Germania dello 0,3% e in Francia dello 0,2%, e con altri come la Spagna dove è prevista una flessione dell 1,7%, mentre in Italia la stima è del -2,2%. Partendo da queste considerazioni abbiamo approfondito il tema con Nick Salkeld, Regional Senior Vice-President Southern Europe & Pacific di LeasePlan Corporation. Mr. Salkeld, di fronte a queste prospettive, quali sono a suo giudizio gli interventi macro-economici che possono mettere al riparo una grande multinazionale dal rischio di potenziali ricadute? Indubbiamente, nel breve periodo le compagnie multinazionali, così come i loro clienti e fornitori, continueranno a dover far fronte all incertezza e alle sfide continue poste dal panorama economico e finanziario globale. Solo attraverso un impegno costante a favore dell eccellenza del servizio, del valore aggiunto e dell innovazione si potrà uscire vincitori dal confronto con questi tempi molto difficili per l economia. Se da un lato le previsioni per il 2012 della zona Euro prevedono una caduta del PIL, dall altro si riscontra uno scenario decisamente più positivo per il PIL globale, un fattore, questo, che contribuirà a creare opportunità per molte società internazionali. Per quelle aziende dalla vasta presenza globale, quali ad esempio il Gruppo LeasePlan, si presenterà l opportunità di reindirizzare le priorità strategiche e gli investimenti verso mercati contraddistinti da alto ritorno e alta crescita in modo da compensare le aspettative al ribasso previste su altre piazze. Mentre nel 2011 la congiuntura mondiale accusava un forte ridimensionamento, LeasePlan Corporation è andata in controtendenza, mostrando una crescita del 13% dell utile netto pari a 225 milioni di euro, attestatosi quasi a livelli pre-crisi, e un aumento del numero totale dei veicoli del 2,7%, con più di 1,3 milioni di unità gestite nel mondo. CARFLEET 45 APRILE

8 PEOPLE Quali sono state le strategie finanziarie e commerciali che hanno consentito questi importanti risultati? Il 2011 è stato un anno straordinario per il Gruppo LeasePlan. Il raggiungimento di un utile netto - superiore al budget previsto - pari a 225 milioni di Euro, in chiaro contrasto con il clima globale d incertezza economica e finanziaria, rafforza ulteriormente la solidità del Gruppo LeasePlan nonché la costanza e l eccellenza delle nostre performance economiche. I risultati confermano inoltre l efficacia delle strategie finanziarie e commerciali adottate dal Gruppo durante la recessione mondiale. Con lo scopo principe di diventare più forti e più competitivi sia nel mercato italiano che in quello mondiale, il 2012 vedrà il Gruppo LeasePlan proseguire la strategia di diversificazione delle proprie fonti di finanziamento. Nonostante la crisi economica mondiale, il Gruppo LeasePlan ha continuato a concentrare i propri sforzi sulle priorità commerciali e sul miglioramento qualitativo del business e dei servizi. Il Commercial Training Programme (CTP Programma di Formazione Commerciale) avviato dal Gruppo nel 2011 ha contribuito alla crescita dell investimento nella formazione dei nostri team commerciali, sia a livello globale che locale, con lo scopo di migliorare ulteriormente la conoscenza del prodotto e l approccio a un servizio sempre più incentrato sul cliente. LeasePlan Italia è stato scelto come paese pilota per questo programma e i risultati iniziali sono stati estremamente positivi. Questa strategia del Gruppo ha conseguito risultati concreti, con un notevole aumento della soddisfazione del cliente e del conducente sia in Italia sia a livello globale. Tali sforzi continueranno a essere profusi nel futuro, poiché è intorno al servizio e alla qualità che gravita il prestigio del nostro brand. Per quanto riguarda il futuro, LeasePlan Italia sta lavorando al lancio di una serie di novità; prodotti e servizi con cui i nostri clienti e conducenti potranno sfruttare nuove tecnologie allo scopo di ottimizzare la loro esperienza di mobilità. 6 CARFLEET 45 APRILE 2012

9 Il piano in questione include la possibilità, per clienti e conducenti, di accedere ai principali servizi su richiesta, attraverso l uso del Web e di dispositivi quali smartphone e tablet. I primi programmi pilota sono stati accolti con entusiasmo dai nostri clienti. Benché le sfide poste dall attuale panorama finanziario ed economico siano numerose, il Gruppo LeasePlan proseguirà il percorso dell innovazione in modo da rinforzare la nostra posizione quale leader globale nel noleggio di veicoli e nel fleet management. Dal suo punto di osservazione privilegiato, quali previsioni si sente di fare per il settore delle auto aziendali ed in particolare per il fleet management sia a livello globale che in particolare per la Regione da lei guidata? Negli ultimi mesi, il mercato automobilistico ha riscontrato una netta divergenza di prestazioni fra il settore dei veicoli aziendali e quello dei privati. Il basso livello di fiducia del consumatore, abbinato a una limitazione della sua liquidità, ha portato a un forte declino degli acquisti per il settore dei veicoli privati. Allo stesso tempo, le prestazioni del settore dei veicoli aziendali si sono rivelate relativamente robuste poiché le aziende hanno continuato ad acquistare mezzi per poter rispondere alle loro costanti necessità di mobilità. In Italia, considerando la difficile situazione economica e finanziaria, il rendimento del mercato del noleggio a lungo termine e del fleet management è stato positivo. Dopo i buoni progressi registrati nel 2011, anno in cui il mercato è cresciuto del 3% circa, le stime iniziali per il 2012 parlano di un mercato che rimarrà stabile. Quali saranno le strategie che LeasePlan metterà in campo nel prossimo futuro per mantenere la leadership di mercato? La leadership globale di mercato di LeasePlan nel noleggio a lungo termine e nel fleet management non è stata conseguita da un giorno all altro. L azienda può contare con orgoglio su una lunga serie di solidi successi in campo finanziario, ottenuti grazie a un ottima visione strategica e una forte leadership. La strategia globale di LeasePlan per il 2012 e oltre continuerà a puntare su una crescita sostenibile e profittevole. Quest obiettivo sarà raggiunto mediante un mix di crescita organica e, se dovessero esserci le giuste condizioni, eventuali acquisizioni. In quanto a crescita organica, LeasePlan si concentrerà su una serie di potenziali scenari che includono un maggior investimento su PMI e Partite IVA e nel mercato dei veicoli commerciali leggeri oltre all ingresso in nuovi paesi e regioni. È importante sottolineare come il Gruppo LeasePlan stia seguendo una politica di crescita positiva che sia sostenibile e, allo stesso tempo, garantisca una costante eccellenza nel servizio erogato ai suoi clienti attuali e futuri. Molti sostengono che la green economy potrà dare un forte impulso alla ripresa economica. Pensa che questo sia vero anche per il vostro mercato di riferimento? E quali sono le strategie di LeasePlan in questa direzione? Il concetto di mobilità sostenibile è diventato sempre più importante sia per il settore automobilistico che per il mercato del noleggio a lungo termine. Durante il biennio ci aspettiamo un incremento del numero dei veicoli verdi, sia ibridi che elettrici, lanciati sul mercato. Molti nostri clienti stanno già introducendo questi veicoli in car policy. Un contributo alla ripresa economica sarà quindi determinato dagli investimenti da parte dei costruttori per lo sviluppo e la commercializzazione di veicoli ecosostenibili, ma anche dalla realizzazione delle infrastrutture richieste dall aumento di veicoli elettrici in circolazione. Un fattore chiave per il successo dei veicoli verdi sarà il supporto fornito dalle Istituzioni verso l implementazione di queste nuove tecnologie. Numerosi governi hanno già integrato incentivi economici/fiscali sia per le aziende che per i conducenti che scelgono vetture ecosostenibili per i loro spostamenti. Questo sostegno sarà necessario sia nel breve che nel medio termine, in modo da assicurarne la diffusione su vasta scala. Per incoraggiare anche le aziende verso soluzioni di mobilità sostenibile, da anni LeasePlan offre ai propri clienti GreenPlan. Si tratta di un progetto globale che, a partire dall analisi delle emissioni di CO2 del parco auto, propone soluzioni finalizzate alla riduzione sia dell impatto ambientale che dei costi totali di gestione (TCO) della flotta. A livello internazionale, LeasePlan ha anche firmato un accordo di cooperazione internazionale con importanti costruttori come Nissan, Opel e Toyota per promuovere la mobilità ecosostenibile nel mercato del noleggio a lungo termine. Un ulteriore prova del grande impegno e della ferma convinzione di LeasePlan dell importanza di ricoprire un ruolo attivo nella promozione di soluzioni di mobilità sostenibile per i propri clienti. CARFLEET 45 APRILE

10

11 di Pier Luigi del Viscovo PEOPLE I NUMERI DELLE AUTO BLU (E GRIGIE ) I l Formez è da anni il braccio operativo del Ministro della Funzione Pubblica per il monitoraggio delle auto blu. Abbiamo incontrato il presidente Carlo Flamment. Presidente Flamment, quante sono le auto della Pubblica Amministrazione? di cui circa l 80% di proprietà della P.A. mentre le altre sono soprattutto noleggio e leasing. Tengo a precisare che oggi abbiamo il numero reale delle auto e siamo in testa nella UE come trasparenza in questo settore. Anni fa uscì il numero di 620mila auto blu, più degli USA. Allora inviammo una nota ai consolati per capire come veniva effettuata la rilevazione e riscontrammo la Carlo Flamment, presidente del Formez parzialità dei dati degli altri Paesi, che escludevano diversi settori. Dalla nostra rilevazione sono esclusi i veicoli usati per la sicurezza dello Stato (Guardia di Finanza, Carabinieri, Polizia, Vigili del Fuoco, ecc) che sono all incirca altre 60 mila autovetture. Oggi abbiamo un censimento analitico, targa per targa, di tutte le auto della PA con un approssimazione al 98%. Nessuno dei paesi intervistati era in grado di dare una stima così precisa. Il fatto che non siano 600mila ma 60mila significa che non c è da attendersi grandi risparmi, pur da una gestione migliore? Assolutamente no. Riteniamo sia possibile effettuare ulteriori riduzioni consistenti. Riduzioni di numero o di costo? Di entrambi. Perché la mappa che ne esce fuori è a macchia di leopardo: alcune amministrazioni hanno fatto riduzioni consistenti in pochi anni, hanno cambiato il tipo di approccio, usato il noleggio, impiegato meno autovetture che consumano meno. Nella gestione delle flotte i risparmi, oltre che dalla quantità, possono venire anche dalla qualità. Quanto sono anziane queste auto? Il parco auto della P.A. è molto obsoleto. Il 27% è fatto di auto precedenti il 2001 (con più di 11 anni), un terzo è compreso tra il 2001 e il 2006 e solo il 40% dal 2007 in poi. Ma misurate anche le percorrenze? Il monitoraggio dei chilometri parte in questi giorni sotto l input del Ministro Patroni Griffi. Al momento stimiamo che la percorrenza media sia di km all anno, che sale a nelle auto che girano di più. Come si suddividono le cosiddette auto blu in base alla funzione? Le blu (10.634) sono auto di rappresentanza utilizzate dai vertici delle istituzioni e delle amministrazioni, mentre le grigie (53.890) sono le auto operative, non assegnate, usate per molteplici servizi (tipo ASL, che fanno ispezioni sull inquinamento, interventi di medicina legale, controllo del territorio). In alcuni casi ridurre i costi e il numero delle auto può essere controproducente. Se ad esempio una ASL taglia ma poi non fa i servizi di assistenza domiciliare sociale non sta aiutando la comunità: ci deve essere anche lì efficienza e risparmio ma non la riduzione a tutti i costi come obiettivo. Invece, sulle auto blu abbiamo un obiettivo di riduzione sia del numero che del costo. CARFLEET 45 APRILE

12 PEOPLE auto blu possono sembrare tante, ma possono anche essere poche, per uno Stato. Dopotutto le flotte aziendali sono nate proprio per ridurre i costi della mobilità delle persone. Se si eliminano ad esempio auto blu e poi quegli alti dirigenti per spostarsi per lavoro usano il taxi o l auto propria con una nota spese, magari rischiamo un emorragia diversa. Qual è il criterio con cui si giudica la giusta quantità di auto blu? Con un ragionamento aziendalistico potrebbe essere equo questo numero. Ma dobbiamo arrivare al limite dell inefficienza per riconquistare la fiducia delle persone; questo vale di più del costo aggiuntivo derivante dal fatto che se rinuncio all auto blu la mobilità costa di più. Considero giusta la stretta, nonostante il fenomeno non sia abnorme, perché oggi la preoccupazione principale è ricucire la fiducia tra cittadini e istituzioni. Non lo si può fare meglio solo riducendo i costi? No, perché la macchina ha un impatto visibile e siccome ci sono stati abusi è giusto procedere in direzione di una ossessiva riduzione del numero delle auto. Di quelle stimiamo che solo siano assegnate ad uso esclusivo di una persona, mentre l altra metà è a disposizione di interi uffici. Noi stiamo lavorando, con gli ultimi due governi, per ridurre il numero degli assegnatari al massimo. Non sarebbe il caso di regolamentare quelli che definisce abusi assegnando le auto in uso promiscuo, applicando in busta paga le normali trattenute fiscali in base alle tabelle ACI? È possibile quando hai un rapporto di fiducia, allora una partecipazione ai costi da parte di chi utilizza le auto potrebbe essere di vantaggio economico per lo L opera di razionalizzazione e ottimizzazione delle flotte della P.A. sta molto a cuore al Ministro Filippo Patroni Griffi, già artefice della prima parte del progetto, in qualità di Capo di Gabinetto, con il precedente Ministro per le riforme della pubblica amministrazione e l'innovazione. In un momento di grandi sacrifici per decine di milioni di cittadini italiani ed europei ha dichiarato riteniamo di integrare ulteriormente le già rigide previsioni normative di riduzione di utilizzo di auto blu da parte delle amministrazioni pubbliche, prevedendo ulteriori azioni e se necessario disposizioni per accertare che le riduzioni previste si traducano in effettivo risparmio permanente e contributo al risanamento dei conti pubblici. Sulla trasparenza in tema di uso di auto pubbliche l Italia può diventare un esempio virtuoso per tutta l Unione Europea, dove raramente esiste un monitoraggio continuo e così dettagliato. Stato, però nella situazione in cui siamo servono regole rigide perché veniamo da un periodo di abusi: questo non renderebbe netto il recupero e potrebbe sembrare un beneficio che la casta si dà da sola. In tutti i censimenti delle grandi flotte viene sempre fuori un numero considerevole di macchine registrate ma di fatto dimenticate, abbandonate e non più utilizzabili. Nella PA è un fenomeno diffuso? Le auto inutilizzate sono circa 800 su un tot di 64 mila, l 1,5% circa. A fronte di auto blu poco o mal utilizzate, ci sono servizi di sicurezza che lamentano insufficienza e obsolescenza delle vetture. È possibile che una parte dei risparmi dalle auto blu e grigie vada a potenziare la qualità delle auto di sicurezza? Potrebbe avvenire. Risparmi del parco auto reinvestiti nel settore per migliorare i servizi. Questa azione non tocca i corpi militari e di sicurezza, ma non c è dubbio che molti dei criteri che emergeranno potranno essere adottati per il parco auto di pubblica sicurezza. 10 CARFLEET 45 APRILE 2012

13 di Andrea Barbieri Carones PROFIT Per la Cina è l anno del Dragone, per l Europa è l anno di Draghi: il summit in terra elvetica ha sancito l apprezzamento del banchiere da parte di capi di governo e guru della finanza internazionale. IL WORLD ECONOMIC FORUM ESALTA IL NUOVO PRESIDENTE DELLA BCE M isure in favore della crescita e sostegno all occupazione, soprattutto nei giovani. Questi, in sintesi, i temi attorno ai quali è ruotata l edizione 2012 del World Economic Forum, concluso il 29 gennaio fra le montagne svizzere di Davos dove capi di governo di oggi e di ieri, leader della finanza internazionale, imprenditori, presidenti di banche o di grandi aziende o businessman con contatti in tutto il mondo hanno discusso su come risolvere i problemi economici e finanziari che soprattutto in questi anni stanno colpendo quasi tutti i Paesi del mondo, con l esclusione di poche aree in cui il PIL continua a crescere a ritmo sostenuto. La creazione di lavoro dovrebbe essere la nostra prima preoccupazione. E non c è nulla di meglio della crescita per favorire questo stato di cose ha detto l ameri- Mario Draghi, presidente della BCE cano di origine indiana Vikram Pandit, che oltre a essere il CEO della multinazionale di servizi finanziari Citigroup era anche uno dei moderatori saliti sul palco di questo forum che con accrediti ha superato ogni record di presenze. Certo, trovare la ricetta per portare anche l Europa sulla strada della ripresa che è iniziata negli Stati Uniti dove gli analisti ritengono che il PIL 2012 possa aumentare del 2-3% rispetto al non è cosa semplice, come hanno affermato candidamente i leader che tengono in mano le redini delle economie di mezzo mondo. L istruzione e gli investimenti in infrastrutture sono fondamentali ha detto Sheryl Sandberg, COO di Facebook, azienda che si appresta a sbarcare in Borsa pronta a raccogliere miliardi di euro facendo del suo creatore, Marck Zuckerberg, uno fra i più ricchi uomini del mondo. Se da più parti si ritiene che il capitalismo odierno deve avere come obiettivo quello di farsi più sensibile ai bisogni delle persone ripensandosi in maniera radicale cercando di risolvere i problemi in maniera coordinata da Mario Draghi è arrivato un discorso che ha sottolineato la difficoltà che sta vivendo il settore bancario in Europa, dove tra l altro l istituto da lui diretto la Bce ha appena visto la conclusione della maxi asta finalizzata alla concessione di nuovi fondi alle banche europee, nelle cui casse arriveranno più di 529 miliardi di euro attraverso finanziamenti a tasso agevolato dell 1%, da rimborsare entro 3 anni. Gli istituti di credito italiani coinvolti sarebbero una settantina. Questa iniezione di fiducia si è aggiunta ai 489 miliardi decisi a fine anno. "Abbiamo evitato un credit crunch gravissimo e una più grave crisi dei finanziamenti", ha detto Draghi il 28 gennaio a Davos. E sono state proprio le luci della ribalta del Wolrd Economic Forum che hanno sancito una sorta di debutto per l ex governatore della Banca d Italia, che dal 1 novembre guida l istituto europeo da Eurotower succedendo al francese Jean Claude Trichet, rimasto in carica 8 anni. È proprio il gotha intervenuto a Davos che ha espresso parere positivo sul 64enne banchiere romano, al punto che c è chi ha detto che il 2012 non sarà l anno del Dragone (secondo il calendario cinese) ma l anno di Draghi. Apprezzata soprattutto dalle imprese del vecchio continente la sua prima mossa di tagliare dello 0,25% il tasso di interesse fino a farlo scendere a quota 1,25% per poi, a dicembre, abbassarlo ulteriormente fino all 1% per rispondere alla modesta recessione (per usare le sue parole) che aveva colpito l Europa. CARFLEET 45 APRILE

14 CATEGORIA Mario Draghi è arrivato a Davos dopo un centinaio di giorni dalla sua investitura a Francoforte, diventando l uomo che rappresenta il salvatore dell Euro dal possibile crollo, ricevendo il consenso dei grandi dell Europa e anche dei forti gruppi di potere che spesso condizionano le decisioni a livello nazionale e comunitario, anche in politica finanziaria. Certo, qualche critica è arrivata dalla Germania, dove si teme che la sua politica punti a sostituirsi a quella di bilancio dei singoli Paesi. Ma i primi mesi di presidenza hanno dunque inciso molto sul contesto economico e finanziario europeo, come confermano le parole di elogio che Olivier Blanchard, capo economista del Fondo Monetario Internazionale, aveva riservato al manager italiano il giorno della sua nomina a capo della Bce: "Sarà un banchiere centrale pragmatico". Uno degli speaker al World Economic Forum Ma se Mario Draghi e la sua strategia raccolgono il favore di economisti e politici, è l Italia a mostrare una volta di più le sue lacune in materia di modernizzazione e, soprattutto, di competitività: nel suo consueto rapporto Global Competitiveness Report, il World Economic Forum ci mette al 43 posto al mondo per competitività globale (i primi 3 posti sono occupati da Svizzera, Singapore e Svezia), al 92 per ambiente macroeconomico, al 123 per efficienza del mercato del lavoro, al 97 per sviluppo dei mercati finanziari e al 43 per innovazione. Lo studio ha preso in considerazione 142 Paesi del mondo. I problemi maggiori per fare business in Italia? Una burocrazia inefficiente, alta tassazione, difficoltà di accedere ai finanziamenti e infrastrutture inadeguate. Ma ci sono altri dati sui quali riflettere e che fanno soccombere l Italia davanti al resto del mondo: siamo al 140 posto per farraginosità delle leggi, al 132 per crimine organizzato, al 127 per la fiducia verso i politici, al 133 per efficienza nel dirimere le cause legali davanti al giudice, al 112 per qualità di protezione degli interessi degli azionisti di minoranza delle società di capitale e al 79 per qualità globale delle infrastrutture, comprendenti strade, autostrade, ferrovie, porti e aeroporti. Tutti dati che fanno pensare a quanta strada ci sia da percorrere per portare l Italia alla pari dei Paesi concorrenti per quanto riguarda servizi e infrastrutture. A livello di sviluppo economico, invece, la Penisola occupa posizioni di rilievo: i dati del World Economic Forum, infatti, ci posizionano al secondo posto al mondo per Cluster development, indice della presenza di una fitta rete di aziende su buona parte del territorio. Piazzamenti discreti anche per quanto riguarda la qualità e (soprattutto) la quantità delle imprese italiane in grado di fornire beni e servizi, che permettono all economia italiana di posizionarsi nella top 10 mondiale in termini di volume d affari. 12 CARFLEET 45 APRILE 2012

15

16 DRIVE di Paolo Malagodi NUOVA FIAT PANDA: EVOLUZIONE O RIVOLUZIONE? U na scelta che limiti a tre le vetture più rappresentative sia della motorizzazione di massa in Italia sia delle fortune industriali della Fiat, con ogni probabilità riguarderebbe tre grandi utilitarie: la Topolino del 1936 e la 500 del 1957, insieme alla Panda del Paolo Gagliardo, Responsabile Marketing Prodotto di Fiat Automobiles Commissionata, quest ultima, a Giorgetto Giugiaro, per sostituire le calanti fortune della 126 con una vettura più abitabile e di maggiore praticità di utilizzo. Con un incarico che il designer torinese sviluppò nel progetto di una due volumi dalla linea squadrata, dotata di innovative soluzioni destinate a sacrificare il superfluo a favore dell utile e del razionale. Come annotava lo stesso progettista nell agosto 1976, all inizio di un lavoro culminato con la presentazione, nel marzo 1980 al Salone di Ginevra, di un automobile denominata Panda, la cui originalità dapprima provocò tiepide accoglienze da parte di una clientela ormai avvezza a maggiore ricchezza di dotazioni. Incertezza durata poco, con il nuovo modello lesto a scalare le classifiche di vendita in un rapida sequenza che farà correggere a Giugiaro un suo diverso parere iniziale: Mi aspettavo che fosse la clientela meno abbiente ad acquistarla subito ed ho invece constatato che tra i primi acquirenti c erano architetti e professionisti, oltre alla buona borghesia della collina torinese. Con un fenomeno simile a quello dei jeans, che tutti hanno voluto indossare sulla scia di personaggi famosi. Così è esploso il fenomeno Panda, esaltato dalle doti di robustezza e di grande praticità della vettura. Successo trasversale che continuerà sino alla commercializzazione, nel settembre 2003 della seconda serie già presentata al Salone di Ginevra nella primavera del medesimo anno con un modello sviluppato, stavolta, dal Centro Stile Fiat anche se grazie a consulenze di Bertone e dello stesso Giugiaro, ma con il rischio di un incredibile errore di percorso. Per il nome Gingo, voluto da Fiat allo scopo di creare un netto distacco rispetto alla precedente Panda considerata troppo spartana. Scelta che provocò una sorta di rivolta popolare, con messaggi che si incrociavano su internet in frequentati blog che difendevano la Panda come una solida icona del vivere quotidiano, che bisognerebbe tutelare. Reazioni che portarono i piani alti del Lingotto a un comunicato stampa Fiat nel quale, il 30 luglio 2003, si prendevano a pretesto le preoccupazioni espresse da un concorrente (n.d.r. Renault, in relazione alla propria Twingo) per l assonanza tra il nome Gingo, con il quale era stata presentata la nuova vettura e un suo modello già in commercio. Tanto bastò per recuperare anche per la seconda serie il nome Panda e con un rinvigorito successo commerciale, che ha reso l utilitaria torinese una sorta di brand nel brand. Un aspetto confermato, per la recente terza serie di Panda, da Paolo Gagliardo quale responsabile marketing prodotto di Fiat Automobiles e che, più di altri ha seguito la genesi del nuovo modello: Come coerente sviluppo di una vettura che in 31 anni di vita ha saputo interpretare un rapporto con l auto disinvolto e pratico, divenendo sinonimo di simpatia e versatilità d uso. Prodotta, tra prima e seconda serie, in oltre 6,4 milioni di esemplari di cui 3,1 milioni tuttora in circolazione. Oltre alla maggior lunghezza di qualche centimetro, su quali altri contenuti si è puntato? La terza generazione di Panda compie un netto salto qualitativo non solo in tema di spazio, ma di comfort, tecnologia e dotazioni di sicurezza. In un passaggio generazionale non tanto di tipo evolutivo, ma quasi rivoluzionario. Divenendo così la sintesi perfetta tra prima e seconda auto: con la maneggevolezza di una city car, senza rinunciare alla comoda abitabilità di una compatta a cinque porte. 14 CARFLEET 45 APRILE 2012

SEAT LEON PIÙ POTENZA ALLE TUE EMOZIONI TECHNOLOGY TO ENJOY

SEAT LEON PIÙ POTENZA ALLE TUE EMOZIONI TECHNOLOGY TO ENJOY SEAT LEON PIÙ POTENZA ALLE TUE EMOZIONI TECHNOLOGY TO ENJOY E l anima sportiva di SEAT, l icona del marchio, la massima espressione dei valori del brand: design accattivante, tecnologia all avanguardia

Dettagli

: il metano ha messo il turbo

: il metano ha messo il turbo Torino, 14 Giugno 2010 Nuovo DOBLO : il metano ha messo il turbo A pochi mesi dal lancio commerciale, Nuovo DOBLO ha già raggiunto la leadership nel segmento delle vetture multi spazio, riscuotendo un

Dettagli

PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI BMW/MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA.

PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI BMW/MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA. PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI /MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA. Switzerland PNEUMATICI SU MISURA. Lo sviluppo di uno pneumatico originale /MINI ha inizio già

Dettagli

Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica

Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica Le caratteristiche tecniche si basano sulle informazioni di prodotto più recenti disponibili al momento della pubblicazione. Tutte le dimensioni sono espresse in millimetri

Dettagli

Nella Vostra Azienda c è una flotta di autoveicoli indispensabile per la Vostra attività? Vorreste ottimizzarne l utilizzo, generare dei risparmi,

Nella Vostra Azienda c è una flotta di autoveicoli indispensabile per la Vostra attività? Vorreste ottimizzarne l utilizzo, generare dei risparmi, Nella Vostra Azienda c è una flotta di autoveicoli indispensabile per la Vostra attività? Vorreste ottimizzarne l utilizzo, generare dei risparmi, incrementarne la resa ma pensate che sia necessario un

Dettagli

Sitorna sul triciclo. da guidare e più sicuri. facili. Scooter a tre ruote. Laprova completa su Corriere.it

Sitorna sul triciclo. da guidare e più sicuri. facili. Scooter a tre ruote. Laprova completa su Corriere.it La Laprova completa su Corriere.it Piaggio MP3 LT 30o IE Sport Quadro 350S e Peugeot Metropolis : 400 tre scooter a tre ruote prova completa. con immagini e commenti è su motori.corriere.it Sitorna sul

Dettagli

EQUIPAGGIAMENTI E PREZZI VOLT

EQUIPAGGIAMENTI E PREZZI VOLT EQUIPAGGIAMENTI E PREZZI LUGLIO 2012 LISTINO PREZZI Volt CHIAVI IN MANO CON IVA MESSA SU STRADA PREZZO DI LISTINO CON IVA PREZZO LISTINO (IVA ESCLUSA) 44.350 ALLESTIMENTI 1.400,00 42.950,00 35.495,87 SPECIFICHE

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

Seggiolini auto: dov è il "vantaggio per le famiglie"?

Seggiolini auto: dov è il vantaggio per le famiglie? Ufficio stampa del TCS Vernier Tel +41 58 827 27 16 Fax +41 58 827 51 24 www.pressetcs.ch Comunicato stampa Seggiolini auto: dov è il "vantaggio per le famiglie"? Emmen, 15 novembre 2012. Il test del TCS

Dettagli

Nuova Passat Nuova Passat Variant

Nuova Passat Nuova Passat Variant Nuova Passat Nuova Passat Variant Nuova Passat. La più innovativa di sempre. Da sempre punto di riferimento della categoria per tecnologia e funzionalità, Nuova Passat definisce ancora una volta gli standard

Dettagli

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante trasporto pesante Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante www.brembo.com trasporto pesante L i m p i a n t o f r e n a n t e d i u n v e i c ol o pesante per trasporto d i m e r

Dettagli

un concentrato di tecnologia all avanguardia

un concentrato di tecnologia all avanguardia un concentrato di tecnologia all avanguardia VIP Class L emozione viaggia su due livelli. Nel 1967 NEOPLAN ideò la gamma degli autobus turistici a due piani che ha aperto la strada ad una storia di successo

Dettagli

RETE DI RICARICA il Nuovo Servizio il Terzo Prodotto. ev-now! Ente Privato di Ricerca, Sviluppo e Promozione della Mobilità Elettrica

RETE DI RICARICA il Nuovo Servizio il Terzo Prodotto. ev-now! Ente Privato di Ricerca, Sviluppo e Promozione della Mobilità Elettrica RETE DI RICARICA il Nuovo Servizio il Terzo Prodotto ev-now! Ente Privato di Ricerca, Sviluppo e Promozione della Mobilità Elettrica AUTOGRILL: un esempio di successo! Installata la prima colonnina di

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! www.etichetta-pneumatici.

DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! www.etichetta-pneumatici. DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! PNEUMATICI MIGLIORI SULLE STRADE SVIZZERE Dire la propria nella scelta dei pneumatici? Dare

Dettagli

stile carattere Ama il suo nuovo Dice di avere un piccolo gran Uno stile insolente

stile carattere Ama il suo nuovo Dice di avere un piccolo gran Uno stile insolente LA NUOVA www.ligier.it Ama il suo nuovo stile Uno stile insolente Con una personalita incredibile, compatta, moderna, agile ed irresistibile, la nuova IXO fara strage. Il dettaglio della CALANDRA in nero

Dettagli

IL NUOVO NX HYBRID PROVATE

IL NUOVO NX HYBRID PROVATE IL NUOVO NX HYBRID IL NUOVO NX HYBRID PRESENTAZIONE NEL REALIZZARE IL NUOVO NX HYBRID, ABBIAMO PENSATO DI CREARE UN CROSSOVER DISTINTIVO, CAPACE DI COINVOLGERE DA SUBITO IL GUIDATORE. Takeaki Kato, Ingegnere

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

1 di 5 14/04/2011 19.22

1 di 5 14/04/2011 19.22 1 di 5 14/04/2011 19.22 testata Direttiva nâ 6/2011 Il presente questionario à finalizzato a rilevare le modalitã di gestione finanziaria e logistica della flotta di rappresentanza e del parco macchine

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente.

Solar Impulse Revillard Rezo.ch. Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. Solar Impulse Revillard Rezo.ch Vivere il nostro pianeta senza esaurirne le risorse? Naturalmente. La visione di ABB ABB è orgogliosa della sua alleanza tecnologica e innovativa con Solar Impulse, l aereo

Dettagli

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA Strength. Strength. Performance. Performance. Passion. Passion. Panoramica su Holcim Holcim (Svizzera) SA Un Gruppo globale con radici svizzere Innovativi verso il secondo secolo Innovazione, sostenibilità

Dettagli

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA la guida DI CHI è alla guida SERVIZIO CLIENTI Per tutte le tue domande risponde un solo numero Servizio Clienti Contatta lo 06 65 67 12 35 da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.00 o manda un e-mail a

Dettagli

Performance Line Dai tutto. Per ricevere ancora di più. Bosch ebike Systems 2015

Performance Line Dai tutto. Per ricevere ancora di più. Bosch ebike Systems 2015 Performance Line Dai tutto. Per ricevere ancora di più. Bosch ebike Systems 2015 mi lascio l autobus alle spalle Performance Line Dare tutto. Per ricevere ancora di più. puntuale all appuntamento 45 km/h

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

Piano Spostamenti casa-lavoro 2007

Piano Spostamenti casa-lavoro 2007 Mobility Management Piano Spostamenti casa-lavoro 2007 Hera Imola-Faenza, sede di via Casalegno 1, Imola La normativa vigente: D.M. 27/03/1998, decreto Ronchi Mobilità sostenibile nelle aree urbane Le

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO TRIBUTO AL Fai sfilare la tua passione tra le strade di Torino. Iscrivi la tua vettura al DOMENICA, 14 GIUGNO 2015 la parata celebrativa delle automobili più importanti di sempre PARCO VALENTINO - SALONE

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Maggior comfort e sicurezza in movimento. Sistemi di riscaldamento e di condizionamento per veicoli speciali, mini e midibus

Maggior comfort e sicurezza in movimento. Sistemi di riscaldamento e di condizionamento per veicoli speciali, mini e midibus Maggior comfort e sicurezza in movimento Sistemi di riscaldamento e di condizionamento per veicoli speciali, mini e midibus Comfort e sicurezza ti accompagnano in ogni situazione. Ecco cosa significa Feel

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Mario Fargnoli. www.politicheagricole.it

Mario Fargnoli. www.politicheagricole.it La revisione delle macchine agricole immatricolate Mario Fargnoli Giornata di Studio www.politicheagricole.it Sicurezza del lavoro in agricoltura e nella circolazione stradale tra obblighi di legge ed

Dettagli

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Communiqué de presse Octobre 2013 HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Minimal e asimmetrici, due tavoli firmati Mjiila in HI-MACS Il design, è l arte di progettare degli oggetti per

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

pasquale natuzzi Presidente e stilista Gruppo Natuzzi

pasquale natuzzi Presidente e stilista Gruppo Natuzzi DOLCE FAR NIENTE IN NATUZZI SOGNIAMO UN MONDO PIÙ CONFORTEVOLE. CHIAMATELA PASSIONE, MA È IL NOSTRO IMPEGNO PER DONARVI BENESSERE. PER NOI, UNA POLTRONA NON È UN SEMPLICE OGGETTO, ESSA HA UNA PRESENZA

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

I Giovani italiani e la visione disincantata del Lavoro. Divergenze e convergenze con genitori e imprese

I Giovani italiani e la visione disincantata del Lavoro. Divergenze e convergenze con genitori e imprese I Giovani italiani e la visione disincantata del Lavoro EXECUTIVE SUMMARY 2 Executive Summary La ricerca si è proposta di indagare il tema del rapporto Giovani e Lavoro raccogliendo il punto di vista di

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Tecnologia funzionale. Qualità costruttiva di lunga durata.

Tecnologia funzionale. Qualità costruttiva di lunga durata. SERIE JX 72-95 CV Ambiente di lavoro sicuro e produttivo. Sedile di guida confortevole. Tecnologia funzionale sotto tutti i punti di vista. Disponibili nella versione con o senza cabina, questi trattori

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

www.leasys.com Marketing & Comunicazione Servizio di infomobilità e telediagnosi - 23/01/2014

www.leasys.com Marketing & Comunicazione Servizio di infomobilità e telediagnosi - 23/01/2014 Servizio di Infomobilità e Telediagnosi Indice 3 Leasys I Care: i Vantaggi dell Infomobilità I Servizi Report di Crash Recupero del veicolo rubato Blocco di avviamento del motore Crash management Piattaforma

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 Pag. 33 (diffusione:581000) La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

EQUIPAGGIAMENTI E DAT I TE C NIC I

EQUIPAGGIAMENTI E DAT I TE C NIC I A S T R A EQUIPAGGIAMENTI E DAT I TE C NIC I Opel. Idee brillanti, auto migliori. MODELLI/MOTORIZZAZIONI Club/Njoy Elegance Sport 3/5 porte - SW 5 porte - SW 3 porte - SW 1.2 benzina 1.4 benzina* 1.6 TWINPORT

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

un occhio al passato per il tuo business futuro

un occhio al passato per il tuo business futuro 2 3 5 7 11 13 17 19 23 29 31 37 41 43 47 53 59 61 un occhio al passato per il tuo business futuro BUSINESS DISCOVERY Processi ed analisi per aziende virtuose Che cos è La Business Discovery è un insieme

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa

Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa Appello all azione: 10 interventi chiave per portare più gente in bicicletta più spesso in Europa Manifesto dell'ecf per le elezioni al Parlamento Europeo del 2014 versione breve ECF gratefully acknowledges

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

NR14-16N2S, NR14-20N2H, NR14-16N2HS, NR16N2, NR16N2(H)C, NR20-25N2X, NRM20-25K MAGGIORE PRODUTTIVITÀ CARRELLI RETRATTILI 1.4-2.

NR14-16N2S, NR14-20N2H, NR14-16N2HS, NR16N2, NR16N2(H)C, NR20-25N2X, NRM20-25K MAGGIORE PRODUTTIVITÀ CARRELLI RETRATTILI 1.4-2. NR14-16N2S, NR14-20N2H, NR14-16N2HS, NR16N2, NR16N2(H)C, NR20-25N2X, NRM20-25K MAGGIORE PRODUTTIVITÀ CARRELLI RETRATTILI 1.4-2.5 TONNELLATE MASSIMIZZARE I PROFITTI SCELTA TRA 13 DIVERSI MODELLI MODELLO

Dettagli

CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO

CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO LA PRODUTTIVITÀ HA UN NUOVO LOGO ED UNA NUOVA IMMAGINE resentiamo il nuovo logo e il nuovo pay off aziendali in un momento P storico della realtà Laverda, contraddistinto

Dettagli

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli

Schindler 9500AE Tappeti mobili inclinati Tipo 10/15 Tranquillità e sicurezza Anche se avanzano con brio

Schindler 9500AE Tappeti mobili inclinati Tipo 10/15 Tranquillità e sicurezza Anche se avanzano con brio Tappeti mobili inclinati Tipo 10/15 Tranquillità e sicurezza Anche se avanzano con brio 2 3 4 Tipo 10 e Tipo 15 Affidabilità per i centri commerciali Appositamente studiati per i centri commerciali, i

Dettagli

LAVORO, ENERGIA E POTENZA

LAVORO, ENERGIA E POTENZA LAVORO, ENERGIA E POTENZA Nel linguaggio comune, la parola lavoro è applicata a qualsiasi forma di attività, fisica o mentale, che sia in grado di produrre un risultato. In fisica la parola lavoro ha un

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

OGGI IL PRATO SI TAGLIA COSÌ

OGGI IL PRATO SI TAGLIA COSÌ ROBOT RASAERBA GARDENA R40Li OGGI IL PRATO SI TAGLIA COSÌ In completo relax! LASCIATE CHE LAVORI AL VOSTRO POSTO Il 98 % di chi ha comprato il Robot Rasaerba GARDENA lo raccomanderebbe.* Non dovrete più

Dettagli

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri

LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri LE TASSE CHE DISTRUGGONO L ECONOMIA EUROPEA di Simone Bressan e Carlo Lottieri La ricerca promossa da ImpresaLavoro, avvalsasi della collaborazione di ricercatori e studiosi di dieci diversi Paesi europei,

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno.

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Automotive Business Intelligence La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Prendere decisioni più consapevoli per promuovere la crescita del vostro business. Siete pronti ad avere

Dettagli

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions MINI-ESCAVATORE 2230/2335 kg Call for Yanmar solutions COMPATTEZZA Il è un mini-escavatore con sporgenza posteriore realmente nulla. Il contrappeso e la parte posteriore del telaio superiore della macchina

Dettagli

GRAND CHEROKEE 2014 PER EUROPA

GRAND CHEROKEE 2014 PER EUROPA GRAND CHEROKEE 2014 PER EUROPA A C C E S S O R I O R I G I N A L I 1 PERSONALIZATION CERCHIO IN LEGA 20 BICOLORE Coprimozzo con logo Jeep. Compatibile con tutti i modelli ad eccezione della versione SRT.

Dettagli

EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY

EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY THE FUTURE IS CLOSER Il primo motore di tutte le nostre attività è la piena consapevolezza che il colore è

Dettagli

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA

ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA ATTIVITA MOTORIA DAI 5 AI 7 ANNI PREMESSA DAI 5 AI 7 ANNI LO SCOPO FONDAMENTALE DELL ALLENAMENTO E CREARE SOLIDE BASI PER UN GIUSTO ORIENTAMENTO VERSO LE DISCIPLINE SPORTIVE DELLA GINNASTICA. LA PREPARAZIONE

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

Dumper-Nonstop Wacker Neuson Dumper con cabina 3001 6001 9001 10001+

Dumper-Nonstop Wacker Neuson Dumper con cabina 3001 6001 9001 10001+ Dumperonstop Wacker euson Dumper con cabina A ribaltamento rotante DAT TE 10010 kg 3000 kg 6000 kg 9000 kg Peso proprio 2410/2550 kg 4120/4240 kg apacità cassone a raso 1500/1300 l 2400/2400 l 38 4000

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser

Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser Manuale d Istruzioni Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser MODELLO 42545 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato il Termometro IR Modello 42545. Il 42545 può effettuare

Dettagli

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate

Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Email Ras - CARROZZIERI Pag. 1 di 17 Gestione Email Gruppo RAS Carrozzerie Convenzionate Notizie Generali Email Ras - CARROZZIERI Pag. 2 di 17 1.1 Protocollo Gruppo RAS Questo opuscolo e riferito al Protocollo

Dettagli

Oscilloscopi serie WaveAce

Oscilloscopi serie WaveAce Oscilloscopi serie WaveAce 60 MHz 300 MHz Il collaudo facile, intelligente ed efficiente GLI STRUMENTI E LE FUNZIONI PER TUTTE LE TUE ESIGENZE DI COLLAUDO CARATTERISTICHE PRINCIPALI Banda analogica da

Dettagli

Trophy SE 13/01/2015 19:02:37

Trophy SE 13/01/2015 19:02:37 13/01/2015 19:02:37 20.400,00 INFORMAZIONI PANORAMICA Affrontare le lunghe distanze nel massimo comfort è ciò che la Trophy sa fare meglio. A questa caratteristica si aggiunge la sua sorprendente capacità

Dettagli

STUDIO DELL'UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI SUL CAR SHARING

STUDIO DELL'UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI SUL CAR SHARING STUDIO DELL'UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI SUL CAR SHARING L'Unione Nazionale Consumatori ha condotto uno studio sul car sharing (dall'inglese car, automobile e il verbo to share, condividere ), ossia sull'uso

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

TIP-ON BLUMOTION. Due funzioni combinate in modo affascinante. www.blum.com

TIP-ON BLUMOTION. Due funzioni combinate in modo affascinante. www.blum.com TIP-ON BLUMOTION Due funzioni combinate in modo affascinante www.blum.com Tecnologia innovativa TIP-ON BLUMOTION unisce i vantaggi del supporto per l apertura meccanico TIP-ON con il collaudato ammortizzatore

Dettagli

UN CORDIALE BENVENUTO DAL SUO PARTNER PER IL LEASING.

UN CORDIALE BENVENUTO DAL SUO PARTNER PER IL LEASING. UN CORDIALE BENVENUTO DAL SUO PARTNER PER IL LEASING. mini financial services CONGRATULAZIONI. Grazie mille per la fiducia riposta in MINI Financial Services e congratulazioni per l acquisto della sua

Dettagli

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network Di cosa parliamo? La Borsa delle Idee è la soluzione per consentire alle aziende di coinvolgere attivamente le persone (dipendenti, clienti,

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

LUBRIFICANTI TOTAL L'INNOVAZIONE AL SERVIZIO DELLE PRESTAZIONI. Prodotto e distribuito in Italia da

LUBRIFICANTI TOTAL L'INNOVAZIONE AL SERVIZIO DELLE PRESTAZIONI. Prodotto e distribuito in Italia da LUBRIFICANTI TOTAL L'INNOVAZIONE AL SERVIZIO DELLE Prodotto e distribuito in Italia da EMISSIONI INQUINANTI: EVOLUZIONE EUROPEA DEI LIMITI REGOLAMENTARI LIMITI ALLE EMISSIONI INQUINANTI HC g/km Euro 2

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Alessandra Cimatti*, Paolo Saibene Marketing Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Nelle fasi iniziali del processo d acquisto, oggigiorno, i compratori sono dei fai da te e - sempre

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi www.metrawindows.it THEATRON Linea GLASS Sistemi per Balconi METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati

Dettagli