ESERCIZI APPLICATIVI. Long-range Energy Alternatives Planning System. Luglio 2011 Aggiornato per LEAP 2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ESERCIZI APPLICATIVI. Long-range Energy Alternatives Planning System. Luglio 2011 Aggiornato per LEAP 2011"

Transcript

1 Long-range Energy Alternatives Planning System ESERCIZI APPLICATIVI Luglio 2011 Aggiornato per LEAP 2011 Include nuovi esercizi sull ottimizzazione dei costi di generazione Questi esercizi sono da svolgere con la versione LEAP 2011 per Windows. Scaricate l ultima versione di LEAP da prima di iniziare a svolgere gli esercizi.

2 Stockholm Environment Institute U.S. Center 11 Curtis Avenue Somerville MA USA Tel: +1 (617) Web: e 2

3 INDICE INTRODUZIONE 5 GUIDA INTRODUTTIVA A LEAP 6 COME OTTENERE AIUTO PER LEAP 10 ESERCIZIO 1: INTRODUZIONE A LEAP PANORAMICA SU FREEDONIA SETTAGGI DI SISTEMA LA DOMANDA IL LATO TRASFORMAZIONE EMISSIONI UN SECONDO SCENARIO: GESTIONE DEL LATO DOMANDA 31 ESERCIZIO 2: LA DOMANDA INDUSTRIA TRASPORTI SETTORE COMMERCIALE: ANALISI DELL ENERGIA UTILE DOMANDA FINALE COMPLESSIVA 42 ESERCIZIO 3: IL SETTORE TRASFORMAZIONE PRODUZIONE DEL CARBONE VEGETALE GENERAZIONE ELETTRICA RAFFINAZIONE DEL PETROLIO ESTRAZIONE DEL CARBONE RISORSE VISUALIZZAZIONE DEI RISULTATI 46 ESERCIZIO 4: ANALISI COSTI-BENEFICI ANALISI COSTI-BENEFICI CON LEAP: BREVE INTRODUZIONE COSTRUZIONE DEGLI SCENARI DI POLITICA ENERGETICA INSERIMENTO DEI DATI DI COSTO RISULTATI DELL ANALISI COSTI-BENEFICI 57 ESERCIZIO 5: STUDIO DI UN SISTEMA DI TRASPORTI SETTAGGI E STRUTTURA DEL SISTEMA INSERIMENTO DEI DATI IN CURRENT ACCOUNTS SCENARIO BUSINESS AS USUAL RISULTATI FATTORI DI EMISSIONE IN CURRENT ACCOUNTS EMISSIONI NELLO SCENARIO BUSINESS AS USUAL SCENARI DI POLITICA ENERGETICA RISULTATI 70 ESERCIZIO 6: MINIMIZZAZIONE DEL COSTO DI GENERAZIONE ELETTRICA _ INSERIMENTO DEI DATI DI GENERAZIONE ELETTRICA 73 3

4 6.2 COSTRUZIONE DELL ANDAMENTO DEL CARICO ATTRAVERSO L IMPORTAZIONE DEI DATI ORARI DI CARICO SCENARI DI SIMULAZIONE DELLE CARATTERISTICHE TECNOLOGICHE INTRODUZIONE DEI VALORI DELLE ESTERNALITÀ USO DELL OTTIMIZZAZIONE PER LA DEFINIZIONE DELLO SCENARIO DI GENERAZIONE AL MINOR COSTO INTRODUZIONE DEI VINCOLI DI EMISSIONE DELLA CO INSERIMENTO DEI VOSTRI DATI 89 4

5 ESERCIZI APPLICATIVI PER LEAP Introduzione Questi esercizivi presenteranno il software LEAP (Long-range Energy Alternatives Planning) e le sue applicazioni nelle analisi energetiche ed ambientali. Gli esercizi costituiscono solitamente una parte dei corsi di formazione su LEAP. Si assume che voi siate in possesso di conoscenze di base in campo energetico e abbiate familiarità con i software di Windows, tra cui i fogli di lavoro (Microsoft Excel, ad esempio). Questi esercizi sono concepiti secondo uno schema modulare. Se avete soltanto poche ore a disposizione e volete farvi un idea generale di come funziona LEAP, completate l Esercizio 1. L Esercizio 1 vi presenterà gli elementi che stanno alla base dell analisi della domanda e dell approvvigionamento energetico, delle loro proiezioni future e del calcolo dei carichi ambientali. Dovete terminare l Esercizio 1 prima di poter iniziare l Esercizio 2. Gli Esercizi 2 e 3 vi permetteranno di sviluppare una semplice analisi energetica ed ambientale (in termini di emissioni), di creare diversi scenari evolutivi e di valutare alcune politiche energetiche indipendenti e diverse opzioni tecnologiche, tra cui la cogenerazione, gli standard di efficienza energetica e l abbandono di impianti di generazione a carbone a favore di quelli a gas naturale. Gli esercizi riguardano la domanda, l approvvigionamento, i carichi ambientali e l analisi degli scenari, e possono essere svolti singolarmente oppure tutti insieme. Saranno necessari dai 2 ai 4 giorni circa per completare interamente tutti gli esercizi. Tutti gli esercizi hanno per sfondo un paese immaginario, chiamato Freedonia. Gli esercizi vi forniranno dati simili a quelli che potrete incontrare nel mondo reale. Come nel mondo reale, infatti, in alcuni casi dovrete convertire i dati in vostro possesso in un formato adatto all inserimento in LEAP. Vi forniremo suggerimenti così da potervi assistere ed aiutare a verificare che i vostri approcci siano coerenti. Perché risultino efficaci, gli esercizi 1-3 hanno una risposta esatta e dovrete confrontare i vostri risultati con quelli presentati nelle soluzioni. Potete importare i risultati di singoli esercizi, se volete evitare di svolgerli. Ad esempio, gli utenti interessati alla sola analisi dell approvvigionamento (Esercizio 3) possono importare il set di dati corrispondente ai risultati dell Esercizio 2 (analisi della domanda). L Esercizio 4 vi permetterà di esaminare diversi scenari evolutivi in maniera flessibile (non saranno infatti previste delle soluzioni ). In questi esercizi, i gruppi di lavoro possono assumere diversi ruoli (ad esempio il fornitore energetico, organizzazioni ambientali non governative, agenzie per lo sviluppo rurale) e usare LEAP per costruire, presentare e difendere scenari di politica energetica che riflettono interessi e punti di vista contrapposti. L Esercizio 5 vi insegnerà ad utilizzare le funzioni relative all analisi dei sistemi di trasporto per costruire una serie di scenari che esaminano diverse politiche di riduzione del consumo di combustibili e delle emissioni di inquinanti dovuti ad automobili e veicoli 5

6 utilitari sportivi (SUVs). Potete affrontare l Esercizio 5 anche senza prima aver completato gli esercizi precedenti. L Esercizio 6 vi permetterà di utilizzare le funzioni di ottimizzazione di cui LEAP è dotato per studiare l ottimizzazione dei costi dei sistemi energetici. Analizzerete inoltre la modellizzazione dei limiti massimi di emissione di CO 2 studiando come un valore massimo di emissioni possa alterare il mix di tecnologie individuato e il costo complessivo di uno scenario. Per completare questi esercizi vi servirà un PC tipo Pentium (si raccomanda una clock speed di almeno 400 MHz) con almeno 256 MB di RAM, dotato di Microsoft Windows XP, Vista o Windows 7 per far girare LEAP.Vi serviranno inoltre carta, penna ed una calcolatrice, per esempio quella disponibile per Windows. L Esercizio 6 richiede inoltre l utilizzo di Microsoft Excel. Guida introduttiva a LEAP Se è già stato installato, aprite LEAP dal menu Start/Programmi/LEAP. Se non è ancora stato installato, avviate il programma di setup direttamente dal file setup.exe oppure scaricate e fate girare LEAP dal sito seguendo le istruzioni sullo schermo. Una volta avviato, comparirà il title screen di LEAP e quindi verrà mostrata la schermata principale. NB: Per completare questi esercizi dovete usare una versione registrata di LEAP. La versione di prova di LEAP infatti non vi permetterà di salvare i dati e quindi non potrà essere utilizzata per i vostri esercizi. Per saperne di più riguardo alle autorizzazioni, siete pregati di visitare il sito La schermata principale è costitutita da 8 viste principali, ognuna delle quali vi permetterà di analizzare differenti caratteristiche del software. La barra delle viste (View Bar), situata nella parte sinistra della schermata, mostra un icona per ogni vista. Per cambiare vista, cliccate su una delle icone della barra degli strumenti oppure usate il menu View. Suggerimento: Se state lavorando con uno schermo a bassa risoluzione, potete nascondere la barra delle viste per avere più spazio disponibile per la schermata. Per far questo, nel menu principale andate su View: View Bar. Per cambiare vista quando la barra delle viste è nascosta, potete utilizzare il menu che si trova al di sotto della struttura ad albero. Analysis View è la vista in cui potete inserire o vedere i dati e costruire i vostri modelli e scenari. Diagram View mostra uno schema del sistema energetico in analisi, rappresentato come Diagramma di Riferimento del Sistema Energetico. Results View è la vista in cui visualizzare i risultati dei diversi scenari sotto forma di grafici o tabelle. Per avere informazioni sulle altre viste, cliccate su Help. 6

7 La schermata Analysis La vista Analysis (mostrata di seguito) contiene una serie di comandi, oltre alla barra delle viste a cui si è accennato sopra. Sulla sinistra potete vedere uno schema ad albero, attraverso il quale possibile visualizzare o modificare la struttura dei vostri dati. A destra ci sono due pannelli collegati tra loro: in alto trovate la tabella attraverso la quale modificare o vedere i dati e costruire i legami tra i modelli; nella parte bassa si trova la sezione destinata ai grafici e alle tabelle che riassumono i dati che avete inserito sopra. Al di sopra della tabella dei dati c è una barra degli strumenti che vi permette di selezionare i dati che volete modificare. La barra degli strumenti più in alto vi permette invece di accedere ai comandi standard quali il salvataggio dei dati, la creazione di nuove aree, l accesso al database di riferimento per combustibili ed i relativi effetti ambientali. Il menu principale vi permette di accedere alle opzioni più importanti. Qui selezionate gli scenari. Modificate i dati scrivendo qui. Qui cambiate le viste dell Area. Seleziona te qui le unità di misura e gli ordini di grandezz a. La barra di stato indica l Area su cui lavorate e la vista. Di seguito verranno descritte più nel dettaglio le parti principali della vista Analysis: Schema ad albero: Nello schema ad albero potete organizzare i vostri dati sia per l analisi della domanda che per l analisi dell approvvigionamento (lato trasformazione). Sotto molti aspetti la struttura ad albero funziona esattamente come la barra degli strumentistandard di Windows, ad esempio in Windows Explorer. Potete rinominare i rami cliccando due volte e poi scrivendo su di essi, e potete espandere 7 I dati possono essere visualizzati sotto forma di grafici o tabelle.

8 oppure nascondere il profilo dello schema ad albero cliccando sui simboli +/-. Usate il menu che si apre cliccando con il tasto destro per espandere o nascondere i rami oppure per selezionare il livello del profilo. Per modificare la struttura ad albero, cliccate con il tasto destro su di essa e usate i tasti Add ( ), Delete ( ) e Properties ( ). Trovate tutte queste opzioni anche sul menu Tree. Potete muovere i rami selezionati cliccando su di essi e quindi trascinandoli, oppure potete copiare parte dell albero tenendo premuto il tasto Ctrl e quindi cliccando e trascinando i rami. La struttura ad albero contiene diversi tipi di rami. Il tipo di ramo dipende dal suo contesto (ad esempio, se è parte della struttura di dati riguardanti la domanda o la trasformazione, oppure se è una delle variabili indipendenti aggiunte al di sotto del ramo Key Assumptions ). Icone differenti indicano differenti tipologie di rami. Le principali tipologie di ramo sono elencate di seguito: I rami di categoria sono usati principalmente per organizzare in modo gerarchico i dati nella struttura ad albero. Nell analisi della domanda, i rami di categoria possono solamente contenere dati relativi al livello di attività e ai costi. Nell analisi dell approvvigionamento, i rami di categoria sono utilizzati per indicare i principali moduli di conversione dell energia, tra cui la generazione elettrica, la raffinazione del petrolio e l estrazione delle risorse, oltre ai gruppi di processi ed ai combustibili prodotti in uscita. I rami di tecnologia contengono dati relativi alle effettive tecnologie che consumano, producono e convertono energia. Nell analisi dell approvvigionamento, i rami di tecnologia sono indicati dall icona. Sono usati per indicare particolari processi di conversione dell energia all interno di ciascun modulo (per esempio, un particolare tipo di impianto all interno del modulo di generazione elettrica). Nell analisi della domanda, i rami di tecnologia sono associati a particolari combustibili; ad ogni tecnologia viene associato generalmente un valore di intensità energetica. I rami di tecnologia lato domanda possono apparire in tre diverse forme, in base alla metodologia scelta per l analisi della domanda. Queste metodologie sono l analisi di attività ( ), l analisi di stock ( ) e l analisi dei trasporti ( ). Quest ultima verrà descritta dettagliatamente nel corso dell Esercizio 5. Attraverso i rami Key Assumptions potete creare le variabili indipendenti della vostra analisi, ad esempio indicatori macroeconomici o demografici. Queste variabili possono essere richiamate nelle espressioni inserite all interno di altri rami. I rami relativi ai combustibili si trovano all interno dei rami Resources. Appaiono inoltre all interno di ogni modulo di trasformazione, dove rappresentano i combustibili in uscita (Output Fuels) prodotti dal modulo e i combustibili ausiliari (Auxiliary Fuels) e quelli in ingresso (Feedstock Fuels) consumati dal modulo. 8

9 I rami relativi ai carichi ambientali rappresentano i diversi inquinanti emessi dalle tecnologie di domanda e di trasformazione. I rami che rappresentano degli effetti sono sempre situati al livello più basso. Nell analisi della domanda si trovano al di sotto delle tecnologie di domanda, mentre nell analisi della trasformazione compaiono al di sotto dei rami relativi ai combustibili in ingresso e a quelli ausiliari. Inoltre, qualora lo desideriate, potete costruire questi rami per l analisi delle emissioni dei settori non energetici. Tabella dei dati: la vista Analysis contiene due pannelli a destra della struttura ad albero. Il pannello più alto è costituito da una tabella, nella quale potete vedere e modificare i dati associati alle variabili di ogni ramo dell albero. Cliccando sui diversi rami dell albero, la schermata mostra i dati relativi a quei rami e alle categorie immediatamente al loro interno. Ogni colonna della tabella rappresenta i dati di un ramo dell albero. Per esempio, nel set di dati campione cliccate sul ramo dell albero Demand e la schermata dei dati vi elencherà i settori della vostra analisi di domanda, quindi cliccate su Households nella struttura ad albero e la schermata dei dati vi riassumerà i sottosettori che si trovano all interno del settore residenziale (in questo caso, abitazioni urbane e abitazioni rurali). Nella parte alta della tabella c è un set di caselle, che vi permette di accedere alle diverse variabili associate ad ogni ramo. Le caselle che vedete dipendono da come avete specificato la struttura dei vostri dati e su quale parte dell albero state lavorando. Per esempio, modificando i settori di domanda vedrete in genere delle caselle che vi permettono di accedere ai parametri Activity Level e Demand Costs, mentre per i livelli più bassi dell albero verranno anche visualizzate le caselle relative a Final Energy Intensity e Environmental Loading. Grafici/Tabelle/Note: Il pannello inferiore riassume sotto forma di grafici o tabelle i dati che avete inserito nella tabella superiore. Quando visualizzate un grafico, potete utilizzate la barra degli strumenti a destra per personalizzarlo. I grafici possono essere visualizzati secondo diversi formati (a barre, a torta, ecc..), possono essere stampati, o copiati sulla clipboard per inserirli poi in un rapporto. La barra degli strumenti vi permette anche di esportare i dati su Excel oppure su PowerPoint. Casella di selezione degli scenari: Al di sopra della tabella dei dati trovate una casella di selezione, utile per selezionare la modalità Current Accounts oppure uno degli altri scenari costruiti nella vostra Area. Tutti i diversi scenari costruiti su LEAP iniziano da uno stesso anno base. Questa casella vi mostra inoltre da dove ogni scenario eredita i propri dati. Su LEAP, gli scenari posso ereditare espressioni da altri scenari. In definitiva tutti gli scenari ereditano espressioni dal set di dati inserito in Current Accounts. In altre parole, se per una variabile non inserite un dato specifico per quello scenario, il suo valore verrà mantenuto costante nel futuro. Per creare un nuovo scenario, cliccate su Manage Scenarios ( ). Quando create un nuovo scenario, potete specificare se esso è basato su (e cioè, se eredita da) un altro scenario. Finché non cambierete alcune espressioni in questo nuovo scenario, esso darà gli stessi risultati di quello da cui deriva. Le espressioni che vengono visualizzate 9

10 nella tabella dei dati sono classificate secondo il colore, quindi potete capire subito se sono state inserite esplicitamente all interno dello scenario (scritte in blu) o se sono state ereditate da un altro scenario (in questo caso sono nere). Come ottenere aiuto per LEAP Abbiamo cercato di rendere LEAP il più robusto e semplice possibile, quindi speriamo che non incontriate troppi problemi nel suo utilizzo. Tuttavia, se doveste avere domande o problemi, siete pregati di seguire le seguenti istruzioni: 1. Assicuratevi di possedere la versione più aggiornata di LEAP. Dal menu principale selezionate Help: Check for Updates. Se è disponibile una nuova versione di LEAP, essa verrà automaticamente installata sul vostro PC. I vostri dati attuali saranno protetti. Ogni nuova versione di LEAP contiene nuove funzioni e risolve eventuali bachi delle versioni precedenti, quindi questo potrebbe aiutarvi a risolvere alcuni dei problemi che state affrontando. Notate che in genere l aggiornamento richiede il download di circa 2 MB di dati, quindi vi servirà una buona connessione internet per poter accedere a questa opzione. Inoltre, potete sempre scaricare le ultime versioni di LEAP dal sito COMMEND, cercando su 2. Verificate la documentazione sul sito COMMEND. Le due migliori fonti di informazione sono la guida dell utente di LEAP (che potete anche trovare all interno di LEAP come help file) e il forum di discussione su LEAP (URLS forniti di seguito). Potete trovare risposta a molte domande cercando all interno di queste due fonti. Verificate all interno del forum di discussione se altri utenti hanno incontrato (e, si spera, risolto) le vostre stesse difficoltà. Guida dell utente di LEAP: Forum di discussione di LEAP: 3. Se non siete riusciti a risolvere il vostro problema, siete pregati di creare un nuovo post sul forum di discussion di LEAP. Invitiamo tutti gli utenti a contribuire sia con domande che con risposte alle discussioni. 4. Se avete difficoltà nell installazione o nel funzionamento di LEAP, vi invitiamo a compilare il LEAP Problem Report (il cui URL è riportato di seguito) e inviarlo a 10

11 Esercizio 1: Introduzione a LEAP 1.1 Panoramica su Freedonia Per mostrare come LEAP possa essere utilizzato in svariati contesti, abbiamo strutturato i dati all interno di Freedonia in modo tale da riflettere sia le caratteristiche di un Paese industrializzato, sia quelle di un Paese in via di sviluppo. Per esempio, l intera popolazione urbana di Freedonia è allacciata alla rete elettrica e gode degli standard di vita dei Paesi OECD; la popolazione rurale è invece più povera, ha accesso limitato ai moderni servizi energetici ed è pesantemente dipendente dalla biomassa per soddisfare i propri bisogni primari. Per semplificare gli esercizi e ridurre ripetitivi inserimenti di dati, abbiamo volutamente escluso alcuni consueti settori e domande energetiche. Per esempio, l Esercizio 1 prende in considerazione solo pochi servizi del settore residenziale: quelli legati all utilizzo di alcuni elettrodomestici nelle abitazioni urbane di Freedonia, e quelli per usi cottura ed elettrici per quanto riguarda quelle rurali. Analogamente, nell Esercizio 2, non viene considerato il settore agricolo, ed il riscaldamento ambientale rappresenta l unica voce di energia richiesta dal settore commerciale. 1.2 Settaggi di sistema Prima di iniziare gli esercizi, definite alcune impostazioni di base della vostra analisi. Settate l unità di misura standard per l energia, l unità monetaria standard (compreso il suo anno base), ed i parametri monetari principali. LEAP è dotato di un completo set di dati per la regione Freedonia quindi, per lo svolgimento di questi esercizi, si dovrà compilare un nuovo foglio di dati intitolato (ad esempio) New Freedonia. Per prima cosa create su LEAP una nuova area chiamata New Freedonia, basata solamente sui valori di default (Area: New, nel menu principale). All interno della schermata General: Basic Parameters ( ) impostate l anno base e l anno di fine analisi per il vostro studio. Scegliete il 2010 come anno base, il 2011 come primo anno di scenario ed il 2040 come anno di fine analisi. Inserite inoltre il 2040 come unico anno di default per le serie storiche (questo vi consentirà di risparmiare tempo più avanti, quando dovrete effettuare interpolazioni di dati). Per gli esercizi che svolgerete in seguito, accertatevi che siano fissati al 2010 l anno monetario e al 2011 il primo anno di esaurimento delle risorse. Potete inizialmente lasciare non selezionate tutte le opzioni della schermata,dal momento che comincerete conducendo la sola analisi della domanda. Tutte le altre opzioni possono essere lasciate ai loro valori di default. NB: In questo esercizio comincerete usando soltanto un anno di dati storici (il 2010), ma se ne possono usare anche di più. Per farlo, inserite semplicemente come anno base il primo anno dei dati storici che volete includere. Per esempio, se volete includere i dati storici dal 2000 al 2010, impostate il vostro anno base al 2000 e il vostro primo anno di scenario al

12 1.3 La domanda Questo esercizio, relativo ad un analisi preliminare della domanda, prende in considerazione solo l energia impiegata nelle abitazioni di Freedonia. Comincerete organizzando un set di informazioni sull esistente ( Current Accounts ), cioè una rappresentazione degli usi domestici di energia del più recente tra gli anni per i quali i dati sono disponibili (2010). Costruirete quindi uno Scenario di Riferimento, cioè uno scenario che possa servire come riferimento per uno sviluppo verosimile dei consumi di energia in assenza di misure politiche significative. Infine, svilupperete uno Scenario di Politica Energetica che esamini come la crescita del consumo di energia possa essere limitata attraverso l introduzione di misure per l efficienza e l uso razionale dell energia Organizzazione dei dati La prima fase di un analisi energetica è la definizione della struttura su cui basare la descrizione numerica. Tale struttura determinerà quali tipi di tecnologie, misure politiche e possibili sviluppi potrete analizzare. Essa dipenderà dalle informazioni che metterete insieme (dati e assunzioni) e dai legami che ipotizzerete. Per esempio, potreste voler rappresentare tanti rami quanti sono i possibili usi finali dell energia o solamente per le principali categorie di consumi domestici, o decidere se è preferibile elaborare le intensità energetiche del settore residenziale pro-capite oppure per abitazione, oppure se legare direttamente il consumo di energia al reddito o ai prezzi. (In questo semplice esercizio non vi sarà richiesto di valutare questi fattori). Prima di usare il software, è dunque importante pianificare il modo in cui i dati saranno inseriti al suo interno. Leggete la seguente descrizione dei dati più significativi (paragrafi e 1.3.3) per avere un idea delle possibili tipologie di strutture da utilizzare. Notate che, con i dati forniti, è possibile creare più di una struttura ad albero. Si consiglia di tracciare un diagramma della struttura, prima di inserire i dati in LEAP. Usate lo spazio vuoto qui sotto per il vostro schema. Se frequentate un corso di formazione, analizzate con il vostro insegnante lo schema che avete tracciato e, se necessario, modificatelo. 12

13 Primo schema ad albero della domanda Secondo schema ad albero della domanda 13

14 Dopo aver letto interamente i paragrafi seguenti e definito lo schema ad albero della domanda, dovreste ora essere in grado di creare con LEAP una struttura che rifletta l organizzazione della domanda del settore domestico di Freedonia. Suggerimento: Assicuratevi di aver selezionato la schermata Analysis nella barra delle schermate prima di procedere e di aver selezionato Current Accounts nella casella di selezione degli scenari. Notate che potete modificare la struttura ad albero (e inoltre selezionare gli ordini di grandezza, i combustibili e le unità di misura) solamente intervenendo nella schermata Current Accounts. Create la struttura ad albero utilizzando i comandi Aggiungi ( ), Elimina( ) e Proprietà ( ) disponibili sia cliccando con il tasto destro direttamente sull albero, sia sul menu che si trova al di sopra di esso. In questo esercizio creerete una struttura che parte dalla definizione di diversi sottosettori, definisce alcuni usi finali e descrive alcuni tipici dispositivi del settore Households ; per il momento, potete ignorare gli altri rami relativi agli altri settori di domanda quali Industry, Transportation, ecc. Ricordate che i rami di livello superiore saranno categorie ( ), mentre quelli di livello inferiore, per i quali è necessario selezionare il tipo combustibile ed inserire l intensità energetica, saranno tecnologie ( ) Current Accounts Nel 2010, Freedonia conta 40 milioni di abitanti. Essi vivono in circa 8 milioni di abitazioni, il 30% delle quali si trova in aree urbane. I dati principali sono riportati di seguito. Abitazioni urbane Tutti gli abitanti di Freedonia residenti in aree urbane sono allacciati alla rete elettrica e usano elettricità per l illuminazione e per gli altri dispositivi domestici. Il 95% possiede un frigorifero, per un consumo medio annuo di 500 kwh per abitazione. L abitazione cittadina media consuma 400 kwh all anno per l illuminazione. Altri dispositivi come videoregistratori, televisioni e ventilatori consumano ogni anno 800 kwh per abitazione. Il 30% degli abitanti cittadini di Freedonia utilizza dispositivi elettrici per cucinare: i rimanenti utilizzano tecnologie a gas. Ad ogni abitazione è associata una sola modalità di cottura (a gas oppure elettrica). L intensità energetica annua per la cottura elettrica è di 400 kwh per abitazione, per quella a gas naturale è di 60 metri cubi per abitazione. Suggerimento 1: In generale potete inserire i dati sopra riportati come semplici valori numerici all interno della colonna Expression in Current Accounts. Nelle colonne relative ai fattori di scala ed alle unità, scegliete le unità opportune per i livelli di attività, e le intensità energetiche per ogni ramo (i fattori di scala possono essere lasciati vuoti). Se specificate Share come unità per i dispositivi ad uso cottura (elettrici o a gas naturale), allora dovrete solamente scrivere il valore percentuale relativo a quelli elettrici. Per quelli a 14

15 gas, inserite Remainder(100). LEAP userà questa espressione per calcolarne il valore sulla base della differenza rispetto al totale. Suggerimento 2: Quando selezionate le unità per i livelli di attività, è importante scegliere attentamente tra le espressioni Saturation e Share. Quest ultimo si utilizza solamente quando la somma dei livelli di attività per i rami adiacenti deve valere 100%, come nel caso sopra riportato relativo ai differenti combustibili per i dispositivi ad uso cottura. I calcoli effettuati da LEAP richiedono che la somma delle frazioni percentuali dei rami immediatamente vicini sia 100%. Assicuratevi dunque di utilizzare Saturation per voci che indicano il concetto di penetrazione (ad esempio, quanti frigoriferi) e la cui somma non deve necessariamente valere 100%. Abitazioni rurali Una recente indagine condotta per tutte le abitazioni rurali (allacciate alla rete elettrica e non) mostra l utilizzo delle seguenti tipologie di dispositivi per la cottura dei cibi: Cottura dei cibi nella parte rurale di Freedonia % delle Intensità energetica abitazioni (per abitazione) rurali Carbonella 30% 166 Kg GPL 15% 59 Kg Legna 55% 525 Kg Suggerimento: Se decidete di creare un ramo per le abitazioni rurali dotate di elettricità ed uno per quelle non allacciate alla rete, potete inserire i dati riportati nella tabella una volta sola, e quindi copiare e incollare il gruppo di rami da un sottosettore all altro. Per fare questo, tenete premuto il tasto Ctrl, cliccate sul ramo desiderato e trascinatelo all interno del nuovo sottosettore. In alternativa, potete copiare e incollare utilizzando i tasti Ctrl-C e Ctrl-V. Soltanto il 25% delle abitazioni rurali è connesso alla rete elettrica. Il 20% delle abitazioni rurali connesse alla rete elettrica possiede un frigorifero, il cui consumo medio annuo è di 500 kwh per abitazione. Tutte le abitazioni rurali allacciate alla rete utilizzano l elettricità per l illuminazione domestica ed il consumo annuo è pari a 335 kwh per casa. Il 20% di queste abitazioni usa inoltre lampade a cherosene (in aggiunta a quelle elettriche), per le quali sono richiesti circa 10 litri di combustibile all anno. Suggerimento: Usate Saturation come unità per i livelli di attività, perchè alcune abitazioni sono dotate di più di una tipologia di illuminazione domestica. 15

16 I consumi relativi alle altre apparecchiature elettriche (TV, radio, ventilatori, ecc.) sono stimati pari a 111 kwh annui per abitazione. Le abitazioni non allacciate alla rete elettrica utilizzano esclusivamente lampade a cherosene per l illuminazione domestica, per un consumo medio annuo di circa 69 litri per abitazione. Suggerimento: Questo è un buon momento per salvare i vostri dati prima di procedere. Per fare questo, cliccate sull icona corrispondente oppure selezionate Save dal menu Area. È sempre consigliabile salvare i propri dati con una certa frequenza Lo scenario di riferimento Ora siete pronti per creare il vostro primo scenario, analizzando come le domande di energia del settore domestico possono evolvere nel tempo in uno scenario di riferimento ( Reference scenario ). Cliccate sul tasto Manage Scenarios ( ) e utilizzate questa schermata per aggiungere il primo scenario. Chiamatelo Reference e abbreviatelo REF. Aggiungete una nota esplicativa per descrivere lo scenario, ad esempio andamento business-as-usual; proiezioni ufficiali di PIL e popolazione; nessuna nuova politica intrapresa. Uscite dalla schermata di gestione degli scenari e, se necessario, selezionate Reference dalla casella di selezione degli scenari nella parte alta dello schermo. Inserite quindi le ipotesi e le previsioni future per Freedonia, come descritto di seguito. Suggerimento: Per aggiungere nuovi rami o modificare i dati relativi all anno base, dovete ritornare in Current Accounts. Per prima cosa inserite i principali cambiamenti demografici previsti per Freedonia. Si prevede che il numero di abitazioni (8 milioni al 2010) cresca con un tasso annuo del 3%. Suggerimento: Per inserire un tasso di crescita, premete Ctrl-G oppure cliccate sul tasto che compare sulla colonna Expression e selezionate Growth Rate (solo se siete in uno degli scenari potete vedere questa opzione; essa non compare in Current Accounts ). In alternativa, potete digitare direttamente l espressione Growth(3%). Abitazioni urbane Si prevede che nel 2040 la popolazione di Freedonia residentein aree urbane raggiunga il 45%. Suggerimento: Questo esempio rappresenta una situazione tipica in LEAP, in cui è sufficiente precisare soltanto pochi dati (relativi al 2010, implicitamente, e al 2040) lasciando a LEAP il compito di calcolare i valori per ognuno degli anni intermedi. Potete effettuare l interpolazione di dati in molte maniere differenti. Il modo più semplice è cliccare sul tasto che compare nella colonna Expression e 16

17 selezionare End Year Value. Digitate quindi il valore 45. Scegliendo OK, LEAP inserirà come espressione la funzione di interpolazione Interp. Potete anche inserire la funzione di interpolazione digitando direttamente l espressione Interp(2040,45). Si verifica una crescente propensione all utilizzo di cucine elettriche, che raggiungono al 2040 una penetrazione del 55%. Si prevede che l intensità energetica delle cucine elettriche e a gas diminuisca ogni anno di mezzo punto percentuale, grazie alla penetrazione di tecnologie più efficienti. Poichè il reddito aumenta e la gente acquista apparecchiature più grandi, il consumo di elettricità per la conservazione dei cibi raggiunge nel 2040 il valore di 600 kwh per abitazione. Analogamente il consumo elettrico per l illuminazione domestica aumenta fino al valore di 500 kwh per abitazione nel L utilizzo di altri dispositivi elettrici cresce rapidamente, con un tasso di crescita annuo del 2,5%. Suggerimento: Per rappresentare una diminuizione, è sufficiente inserire un tasso di crescita negativo. Abitazioni rurali È in corso un programma di elettrificazione attraverso il quale si prevede che la quota di abitazioni rurali allacciate alla rete raggiunga il 28% al 2020 ed il 50% al In conseguenza dell aumento del reddito, si prevede che i consumi elettrici per l illuminazione domestica crescano dell 1% annuo. Si prevede che il numero di case rurali connesse alla rete elettrica dotate di un frigorifero raggiunga il 40% nel 2020 ed il 66% nel A seguiro delle misure intraprese per lo sviluppo delle aree rurali si stima un diverso mix per le apparecchiature per la cottura cibi nelle abitazioni connesse alla rete elettrica: nel 2040 il 55% delle abitazioni utilizza fornelli a GPL, il 25% fornelli a carbonella, mentre le abitazioni rimanenti ricorrono a cucine a legna. Suggerimento: Salvate i dati inseriti prima di procedere, utilizzando il tasto Save ( ). 17

18 1.3.4 Visualizzazione dei risultati Cliccate su Results per visualizzare i risultati relativi allo scenario di riferimento, sotto forma di grafici o di tabelle. 18

19 Per configurare i vostri risultati: Nel grafico, usate le apposite caselle per selezionare quali dati visualizzare nella legenda e sull asse X del grafico stesso. Solitamente per molti grafici vengono posti gli anni sull asse X ed i combustibili oppure i rami sull asse verticale (come si vede nel grafico sopra riportato). Nella barra degli strumenti sopra il grafico selezionate Show: Demand: Energy Demand Final Units, quindi scegliete i rami da visualizzare, cliccando direttamente sulla struttura ad albero. Cliccate sul ramo Demand per visualizzare i consumi energetici totali di Freedonia. Utilizzate le caselle di selezione sull asse Y per cambiare le unità di misura del grafico. Potete inoltre personalizzare ulteriormente le opzioni del grafico usando la barra degli strumenti a destra: qui potete scegliere il tipo di grafico (ad area, a barre, a linee, a torta, ecc.) e se ricorrere a barre segmentate oppure no. Una volta costruito il grafico, cliccate sull icona Table per visualizzare i risultati fondamentali in formato tabellare. Potete anche salvare questa Consumi energetici per ramo (milioni di GJ) Rami Abitazioni urbane (tutte connesse a rete) Frigoriferi Cucina Elettricità Gas naturale Illuminazione Altri usi Abitazioni rurali Connesse a rete Frigoriferi Cucina Carbonella Legna GPL Illuminazione Elettricità Cherosene Altri usi Non connesse a rete Cucina Carbonella Legna GPL Illuminazione Totale configurazione sotto forma di tabella per consultarla in futuro attraverso il comando Save Chart as Favorite del menu Favorites. Questa caratteristica funziona in modo analogo alle opzioni Preferiti/Segnalibri dei browsers Internet. Confrontate ora le proiezioni della domanda che avete ottenuto con la tabella e il grafico riportati qui (notate che la tabella visualizzata da LEAP ha una formattazione diversa da quella mostrata sopra). Per cominciare, controllate i risultati nei livelli più elevati; iniziate cioè cliccando su Demand e poi procedete a modo vostro verso i livelli più bassi e dettagliati per cercare dove risiede il problema, utilizzando i risultati della domanda mostrati a destra. Correggete i vostri dati prima di procedere. (Ignorate le differenze inferiori all 1%). Suggerimento: Risolvete innanzitutto gli eventuali errori presenti nella compilazione sotto la modalità Current Accounts prima di tentare di risolvere i problemi nei risultati relativi ad anni futuri. 19

20 Domanda energetica per combustibile (milioni di GJ) 20

B C. Panoramica di Access 2010. Elementi dell interfaccia

B C. Panoramica di Access 2010. Elementi dell interfaccia Panoramica di Access 2010 A B C D E Elementi dell interfaccia A Scheda File (visualizzazione Backstage) Consente l accesso alla nuova visualizzazione backstage di Access 2010, che contiene un menu di comandi

Dettagli

Foglio elettronico (StarOffice)

Foglio elettronico (StarOffice) Modulo Foglio elettronico (StarOffice) Modulo - Foglio elettronico, richiede che il candidato comprenda il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma corrispondente. Deve comprendere

Dettagli

testo easyheat Software di configurazione e analisi Manuale di istruzioni

testo easyheat Software di configurazione e analisi Manuale di istruzioni testo easyheat Software di configurazione e analisi Manuale di istruzioni it 2 Informazioni generali Informazioni generali Questo manuale contiene importanti informazioni sulle caratteristiche e sull impiego

Dettagli

Laboratorio di Chimica Fisica 04/03/2015. Introduzione all uso di Microcal Origin 6.0 (TM)

Laboratorio di Chimica Fisica 04/03/2015. Introduzione all uso di Microcal Origin 6.0 (TM) Introduzione all uso di Microcal Origin 6.0 (TM) Origin lavora solo in ambiente Windows, ma ci sono degli omologhi per linux e apple. Sui computer del laboratorio è installato windows XP e troverete la

Dettagli

PeCo-Graph. Manuale per l utente

PeCo-Graph. Manuale per l utente PeCo-Graph Manuale per l utente 1. INTRODUZIONE...2 2. INSTALLAZIONE...3 2.1 REQUISITI...3 2.2 INSTALLAZIONE ED AVVIO...3 3. FUNZIONALITÀ ED UTILIZZO DEL PROGRAMMA...4 3.1 FUNZIONALITÀ...4 3.2 USO DEL

Dettagli

Introduzione all'uso di

Introduzione all'uso di Introduzione all'uso di Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica.

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

lo 2 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000

lo 2 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000 Capittol lo 2 Visualizzazione 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000 Nel primo capitolo sono state analizzate le diverse componenti della finestra di Word 2000: barra del titolo, barra dei menu,

Dettagli

Manuale dell utente. InCD. ahead

Manuale dell utente. InCD. ahead Manuale dell utente InCD ahead Indice 1 Informazioni su InCD...1 1.1 Cos è InCD?...1 1.2 Requisiti per l uso di InCD...1 1.3 Aggiornamenti...2 1.3.1 Suggerimenti per gli utenti di InCD 1.3...2 2 Installazione...3

Dettagli

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE

MICROSOFT WORD INTRODUZIONE 1 MICROSOFT WORD INTRODUZIONE Word è il programma più diffuso per elaborazione di testi, il cui scopo fondamentale è assistere l utente nelle operazioni di digitazione, revisione e formattazione di testi.

Dettagli

Guida per l utente. Versione 2.5.4 - gennaio 2011 info@fotostampadiscount.it. FotoMax editor è il software gratuito di

Guida per l utente. Versione 2.5.4 - gennaio 2011 info@fotostampadiscount.it. FotoMax editor è il software gratuito di Guida per l utente Versione 2.5.4 - gennaio 2011 info@fotostampadiscount.it FotoMax editor è il software gratuito di Indice Contenuti Introduzione... pag. 1 Copyright e contenuti... 2 Privacy... 2 Download

Dettagli

il foglio elettronico

il foglio elettronico 1 il foglio elettronico ecdl - modulo 4 toniorollo 2013 il modulo richiede 1/2 comprendere il concetto di foglio elettronico e dimostri di sapere usare il programma di foglio elettronico per produrre dei

Dettagli

1 SPIEGAZIONE DEI DATI PRESENTI NELLA SCHERMATA DEI PRESTITI

1 SPIEGAZIONE DEI DATI PRESENTI NELLA SCHERMATA DEI PRESTITI CIRCOLAZIONE Prestiti/Restituzioni 1 - Spiegazione dei dati della schermata dei Prestiti 2 - Opzioni del Prestito 3 - Ricerca di un Utente 4 - Accesso al record (tessera) dell Utente 5 - Ricerca di un

Dettagli

Corso introduttivo a MS Excel ed MS Access. sergiopinna@tiscali.it

Corso introduttivo a MS Excel ed MS Access. sergiopinna@tiscali.it Corso introduttivo a MS Excel ed MS Access sergiopinna@tiscali.it Seconda Parte: Ms Access (lezione #2) CONTENUTI LEZIONE Query Ordinamento Avanzato Maschere Report Query (interrogazioni) Gli strumenti

Dettagli

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail. Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.com Indice: La finestra di Word Barra del titolo Barra dei menu Barra degli

Dettagli

MICROSOFT ACCESS. Fabrizio Barani 1

MICROSOFT ACCESS. Fabrizio Barani 1 MICROSOFT ACCESS Premessa ACCESS è un programma di gestione di banche dati, consente la creazione e modifica dei contenitori di informazioni di un database (tabelle), l inserimento di dati anche mediante

Dettagli

On-line Corsi d Informatica sul Web

On-line Corsi d Informatica sul Web On-line Corsi d Informatica sul Web Corso base di Excel Università degli Studi della Repubblica di San Marino Capitolo 1 ELEMENTI DELLO SCHERMO DI LAVORO Aprire Microsoft Excel facendo clic su Start/Avvio

Dettagli

Utilizzo di FileMaker Pro con Microsoft Office

Utilizzo di FileMaker Pro con Microsoft Office Guida Pratica Utilizzo di FileMaker Pro con Microsoft Office Integrare FileMaker Pro con Office pagina 1 Sommario Introduzione... 3 Prima di iniziare... 4 Condivisione di dati tra FileMaker Pro e Microsoft

Dettagli

MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE PRIMI PASSI

MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE PRIMI PASSI MICROSOFT EXCEL INTRODUZIONE Si tratta di un software appartenente alla categoria dei fogli di calcolo: con essi si intendono veri e propri fogli elettronici, ciascuno dei quali è diviso in righe e colonne,

Dettagli

Sommari, indici e riferimenti incrociati in Word 2010 Strutturare i documenti in modo ordinato

Sommari, indici e riferimenti incrociati in Word 2010 Strutturare i documenti in modo ordinato Sommari, indici e riferimenti incrociati in Word 2010 Strutturare i documenti in modo ordinato Autore: Alessandra Salvaggio Tratto dal libro: Lavorare con Word 2010 Quando lavorate con documenti piuttosto

Dettagli

Capitolo 26: schemi di installazione

Capitolo 26: schemi di installazione Capitolo 26: schemi di installazione Avviate MasterChef dall icona presente sul vostro Desktop. Nota: Se state utilizzando una versione dimostrativa, una volta caricato il programma, un messaggio vi comunicherà

Dettagli

3.3 Formattazione. Formattare un testo. Copyright 2008 Apogeo. Formattazione del carattere

3.3 Formattazione. Formattare un testo. Copyright 2008 Apogeo. Formattazione del carattere 3.3 Formattazione Formattare un testo Modificare la formattazione del carattere Cambiare il font di un testo selezionato Modificare la dimensione e il tipo di carattere Formattazione del carattere In Word,

Dettagli

Business Consulting Services. Guida alla compilazione e al benchmarking della Global Scorecard. www.globalscorecard.net

Business Consulting Services. Guida alla compilazione e al benchmarking della Global Scorecard. www.globalscorecard.net Guida alla compilazione e al benchmarking della Global Scorecard www.globalscorecard.net Introduzione Questa guida contiene le istruzioni su come inserire dati, recuperare dati inseriti, creare piani d

Dettagli

Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4. Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa. Anno 2011/2012 Syllabus 5.

Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4. Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa. Anno 2011/2012 Syllabus 5. Patente Europea di Informatica ECDL Modulo 4 Lezione 3: Grafici Impostazione e verifica del foglio Opzioni di stampa Anno 2011/2012 Syllabus 5.0 Una delle funzioni più importanti di un foglio elettronico

Dettagli

Manuale dell utente. Ahead Software AG

Manuale dell utente. Ahead Software AG Manuale dell utente Ahead Software AG Indice 1 Informazioni su InCD...3 1.1 Cos è InCD?...3 1.2 Requisiti per l uso di InCD...3 1.3 Aggiornamenti...4 1.3.1 Suggerimenti per gli utenti di InCD 1.3...4 2

Dettagli

Objectway ActivTrack

Objectway ActivTrack Objectway ActivTrack Manuale Utente Gruppo ObjectWay Guida OW ActivTrack 1.0.docx 22-01-2012 Pag. 1 di 13 Indice 1. Che cosa è Ow ActivTrack... 3 1.1. Le caratteristiche principali di Ow ActivTrack...

Dettagli

Introduzione a Microsoft Word 2007

Introduzione a Microsoft Word 2007 Introduzione a Microsoft Word 2007 Autore: Alessandra Salvaggio Tratto dal libro: Lavorare con Word 2007 Non ostante che Microsoft Office 2007 sia uscito da un po di tempo, molte persone ancora non sono

Dettagli

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE

4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE 4.1 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE Il foglio elettronico (definito anche spreadsheet) è uno strumento formidabile. Possiamo considerarlo come una specie di enorme tabellone a griglia il cui utilizzo si estende

Dettagli

per immagini guida avanzata Usare le formule e le funzioni Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1

per immagini guida avanzata Usare le formule e le funzioni Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Usare le formule e le funzioni Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini excel 2000 1 Costruire formule in Excel Per gli utenti di altri programmi di foglio di calcolo, come ad esempio Lotus 1-2-3,

Dettagli

MODULO 3 Foglio elettronico

MODULO 3 Foglio elettronico MODULO 3 Foglio elettronico I contenuti del modulo: Questo modulo verifica la comprensione da parte del corsista dei concetti fondamentali del foglio elettronico e la sua capacità di applicare praticamente

Dettagli

GUIDA UTENTE FIDELITY MANAGER

GUIDA UTENTE FIDELITY MANAGER GUIDA UTENTE FIDELITY MANAGER (vers. 2.0.0) GUIDA UTENTE FIDELITY MANAGER (vers. 2.0.0)... 1 Installazione... 2 Prima esecuzione... 7 Login... 8 Funzionalità... 9 Gestione punti... 10 Caricare punti...

Dettagli

PeCo-Graph. Manuale per l utente

PeCo-Graph. Manuale per l utente PeCo-Graph Manuale per l utente Indice 1. INTRODUZIONE...4 2. INSTALLAZIONE...5 2.1 REQUISITI...5 2.2 INSTALLAZIONE ED AVVIO... 5 3. DESCRIZIONE DELL APPLICAZIONE...6 4. MENU DI CONFIGURAZIONE...7 4.1

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

Sistema operativo. Sommario. Sistema operativo...1 Browser...1. Convenzioni adottate

Sistema operativo. Sommario. Sistema operativo...1 Browser...1. Convenzioni adottate MODULO BASE Quanto segue deve essere rispettato se si vuole che le immagini presentate nei vari moduli corrispondano, con buona probabilità, a quanto apparirà nello schermo del proprio computer nel momento

Dettagli

La carta intelligente: l ambiente layout

La carta intelligente: l ambiente layout La carta intelligente: l ambiente layout Un layout di AutoCAD è paragonabile a un foglio di carta e vi consente di impostare alcune opzioni tra cui quelle di stampa. In un disegno avete la possibilità

Dettagli

FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton

FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton FUNZIONALITÀ DI REPORTISTICA DEL PROGRAMMA Gestione Negozi Benetton SOMMARIO CENNI GENERALI... 3 STAMPA ORDINI... 18 STAMPA PACKING LIST... 21 STAMPA SCONTRINI... 24 STAMPA ARTICOLI VENDUTI... 30 STAMPA

Dettagli

Andrea Maioli Instant Developer: guida all uso

Andrea Maioli Instant Developer: guida all uso Andrea Maioli Instant Developer: guida all uso 11.8 L editor di temi grafici A partire dalla versione 11.5, Instant Developer contiene uno strumento di aiuto alla personalizzazione dei temi grafici e degli

Dettagli

SOFTWARE USER S GUIDE SitagriPro Infinite

SOFTWARE USER S GUIDE SitagriPro Infinite SOFTWARE USER S GUIDE SitagriPro Infinite Prodotto da: FINANCEAGRI c o r p o r a t e CONTENUTI FASE 1 : Installazione del software... p.3 1. Introduzione 2. Download del certificato FASE 2 : Identificazione...

Dettagli

WGDESIGNER Manuale Utente

WGDESIGNER Manuale Utente WGDESIGNER Manuale Utente Pagina 1 SOMMARIO 1 Introduzione... 3 1.1 Requisiti hardware e software... 3 2 Configurazione... 3 3 Installazione... 4 3.1 Da Webgate Setup Manager... 4 3.2 Da pacchetto autoestraente...

Dettagli

Le Proprietà della Barra delle applicazioni e Menu Start di Giovanni DI CECCA - http://www.dicecca.net

Le Proprietà della Barra delle applicazioni e Menu Start di Giovanni DI CECCA - http://www.dicecca.net - Introduzione Con questo articolo chiudiamo la lunga cavalcata attraverso il desktop di Windows XP. Sul precedente numero ho analizzato il tasto destro del mouse sulla Barra delle Applicazioni, tralasciando

Dettagli

Gestione Rapporti (Calcolo Aree)

Gestione Rapporti (Calcolo Aree) Gestione Rapporti (Calcolo Aree) L interfaccia dello strumento generale «Gestione Rapporti»...3 Accedere all interfaccia (toolbar)...3 Comandi associati alle icone della toolbar...4 La finestra di dialogo

Dettagli

SOFFITTI SOLUZIONI MANUALE DI UTILIZZO. [Insieme a noi, le idee prendono forma.] - 1 -

SOFFITTI SOLUZIONI MANUALE DI UTILIZZO. [Insieme a noi, le idee prendono forma.] - 1 - SOFFITTI SOLUZIONI [Insieme a noi, le idee prendono forma.] MANUALE DI UTILIZZO - 1 - A. Come installare il programma Pagine 1. Scaricare il programma via Internet........ 3 B. Selezionare il Mercato &

Dettagli

WinSteno 2002 Sistema multilingue

WinSteno 2002 Sistema multilingue WinSteno 2002 Sistema multilingue Installazione di WinSteno 2002 Requisiti di sistema Per usare questo programma è necessario disporre di Microsoft Windows 95\98\ME o Windows NT\2000 o Xp. Il computer

Dettagli

7.6 USO DELLA POSTA ELETTRONICA

7.6 USO DELLA POSTA ELETTRONICA 7.6 USO DELLA POSTA ELETTRONICA La principale utilità di un programma di posta elettronica consiste nel ricevere e inviare messaggi (con o senza allegati) in tempi brevissimi. Esistono vari programmi di

Dettagli

GUIDA PER L ESERCITAZIONE DI BUSINESS INTELLIGENCE CON BUSINESS OBJECTS a cura di Ettore Bolisani e Luca Dioli Versione 3-2010

GUIDA PER L ESERCITAZIONE DI BUSINESS INTELLIGENCE CON BUSINESS OBJECTS a cura di Ettore Bolisani e Luca Dioli Versione 3-2010 GUIDA PER L ESERCITAZIONE DI BUSINESS INTELLIGENCE CON BUSINESS OBJECTS a cura di Ettore Bolisani e Luca Dioli Versione 3-2010 MACCHINA VIRTUALE E AVVIO DELL ESERCITAZIONE Questa prima parte fornisce indicazioni

Dettagli

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico

Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico Modulo 4.2 Fogli di calcolo elettronico 1 Finestra principale di Excel 2 Finestra principale di Excel Questi pulsanti servono per ridurre ad icona, ripristinare e chiudere la finestra dell applicazione.

Dettagli

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso

INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INTERNET EXPLORER Breve manuale d uso INDICE INTRODUZIONE... 3 COME IMPOSTARE LA PAGINA INIZIALE... 3 LA WORK AREA... 3 LE VOCI DI MENU... 5 IL MENU FILE... 5 IL MENU MODIFICA... 6 IL MENU VISUALIZZA...

Dettagli

INSERIMENTO DI IMMAGINI,DOCUMENTI,SFONDI E OGGETTI FLASH

INSERIMENTO DI IMMAGINI,DOCUMENTI,SFONDI E OGGETTI FLASH INSERIMENTO DI IMMAGINI,DOCUMENTI,SFONDI E OGGETTI FLASH IMPOSTAZIONE DI UNA IMMAGINE ALL INTERNO DI UNA PAGINA WEB: In questo capitolo è spiegata la procedura di inserimento e modifica di una immagine

Dettagli

Il Foglio Elettronico. Microsoft Excel

Il Foglio Elettronico. Microsoft Excel Il Foglio Elettronico 1 Parte I Concetti generali Celle e fogli di lavoro.xls Inserimento dati e tipi di dati Importazione di dati Modifica e formattazione di fogli di lavoro FOGLIO ELETTRONICO. I fogli

Dettagli

Inizio attività / termine attività

Inizio attività / termine attività Inserire Cognome e Nome Non è necessario un Codice amministrativo Usare il Cognome come Nome utente Inserire una password e ripeterla al rigo sotto Potrebbe essere utile inserire il proprio indirizzo mail

Dettagli

MODULO 5 Basi di dati (database)

MODULO 5 Basi di dati (database) MODULO 5 Basi di dati (database) I contenuti del modulo: questo modulo riguarda la conoscenza da parte del candidato dei concetti fondamentali sulle basi di dati e la sua capacità di utilizzarli. Il modulo

Dettagli

USO DI EXCEL COME DATABASE

USO DI EXCEL COME DATABASE USO DI EXCEL COME DATABASE Le funzionalità di calcolo intrinseche di un foglio di lavoro ne fanno uno strumento eccellente per registrarvi pochi dati essenziali, elaborarli con formule di vario tipo e

Dettagli

NUOVO PORTALE ANCE. MANUALE per la GESTIONE della HOME PAGE VAI ALL INDICE DEI CONTENUTI

NUOVO PORTALE ANCE. MANUALE per la GESTIONE della HOME PAGE VAI ALL INDICE DEI CONTENUTI NUOVO PORTALE ANCE MANUALE per la GESTIONE della HOME PAGE VAI ALL INDICE DEI CONTENUTI DEI CONTENUTI ACCESSO AL MENU PRINCIPALE PAG. 3 CREAZIONE DI UNA NUOVA HOME PAGE 4 SELEZIONE TIPO HOME PAGE 5 DATA

Dettagli

Lezione 4 Introduzione a Microsoft Excel Parte Prima

Lezione 4 Introduzione a Microsoft Excel Parte Prima Lezione 4 Introduzione a Microsoft Excel Parte Prima Cenni preliminari... 1 Elementi sullo schermo... 2 Creazione di una cartella di lavoro... 3 Utilizzo di celle e intervalli... 3 Gestione della cartella

Dettagli

Guida di Installazione Software

Guida di Installazione Software Guida di Installazione Software Per l Installazione di Cubase LE 4, di X-Edit e dei Driver USB Contenuti 1. Congratulazioni... 1 2. Requisiti Minimi del Computer... 1 3. Installazione del Software per

Dettagli

Excel Guida introduttiva

Excel Guida introduttiva Excel Guida introduttiva Informativa Questa guida nasce con l intento di spiegare in modo chiaro e preciso come usare il software Microsoft Excel. Questa è una guida completa creata dal sito http://pcalmeglio.altervista.org

Dettagli

Prof.ssa Paola Vicard

Prof.ssa Paola Vicard DISTRIBUZIONE DI FREQUENZE PER CARATTERI QUALITATIVI Questa nota consiste per la maggior parte nella traduzione (con alcune integrazioni) da Descriptive statistics di J. Shalliker e C. Ricketts, 2000,

Dettagli

Guida Rapida all Installazione WL400 Antenna/Adattatore Wireless

Guida Rapida all Installazione WL400 Antenna/Adattatore Wireless Guida Rapida all Installazione WL400 Antenna/Adattatore Wireless GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE - WL400 - VR1.2 1. Introduzione Complimenti per aver acquistato WL400, Adattatore/Antenna Wireless. Questa

Dettagli

Capitolo3. Si apre la seguente finestra. Figura 29. Proprietà immagine di sfondo. - Università degli Studi della Repubblica di San Marino -

Capitolo3. Si apre la seguente finestra. Figura 29. Proprietà immagine di sfondo. - Università degli Studi della Repubblica di San Marino - Capitolo3 LAVORARE CON LE IMMAGINI E certo che l impatto visivo in un sito internet è molto importante ma è bene tenere presente che immagini e fotografie, pur arricchendo la struttura grafica di un web,

Dettagli

Adobe InDesign MiniTUTORIAL Come impostare una brochure con Indesign

Adobe InDesign MiniTUTORIAL Come impostare una brochure con Indesign Adobe InDesign MiniTUTORIAL Come impostare una brochure con Indesign Credo sia utile impostare fin da subito le unità di misura. InDesign > Unità e incrementi Iniziamo poi creando un nuovo documento. File

Dettagli

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC 3456 IRSplit Istruzioni d uso 07/10-01 PC 2 IRSplit Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

Statistica 4038 (ver. 1.2)

Statistica 4038 (ver. 1.2) Statistica 4038 (ver. 1.2) Software didattico per l insegnamento della Statistica SERGIO VENTURINI, MAURIZIO POLI i Il presente software è utilizzato come supporto alla didattica nel corso di Statistica

Dettagli

Avviare il computer e collegarsi in modo sicuro utilizzando un nome utente e una password.

Avviare il computer e collegarsi in modo sicuro utilizzando un nome utente e una password. Uso del computer e gestione dei file Primi passi col computer Avviare il computer e collegarsi in modo sicuro utilizzando un nome utente e una password. Spegnere il computer impiegando la procedura corretta.

Dettagli

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1

Microsoft Access - dispensa didattica ECDL Modulo 5 - a cura di Antonino Terranova PAG 1 Microsoft Access - Determinare l input appropriato per il database...2 Determinare l output appropriato per il database...2 Creare un database usando l autocomposizione...2 Creare la struttura di una tabella...4

Dettagli

Office 2007 Lezione 02. Le operazioni più

Office 2007 Lezione 02. Le operazioni più Le operazioni più comuni Le operazioni più comuni Personalizzare l interfaccia Creare un nuovo file Ieri ci siamo occupati di descrivere l interfaccia del nuovo Office, ma non abbiamo ancora spiegato come

Dettagli

Guida in linea. lo 1. TIC - Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione - Prof. Franco Tufoni - 1 -

Guida in linea. lo 1. TIC - Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione - Prof. Franco Tufoni - 1 - 1-1 - Introduzione Microsoft Excel 2000 è una applicazione software che può essere usata come: Foglio elettronico. Database. Generatore di grafici. Capittol lo 1 Introduzione e Guida in linea Si può paragonare

Dettagli

Introduzione a VBA. programmazione appartenente alla famiglia del Visual Basic.

Introduzione a VBA. programmazione appartenente alla famiglia del Visual Basic. Introduzione a VBA La suite da ufficio Microsoft Office è sicuramente uno dei software più diffusi al mondo, molti ne apprezzano le potenzialità, ma tanti ignorano che è possibile estenderne le capacità

Dettagli

Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti 1 clic sul pulsante Tasto dx 1 clic sulla barra del titolo Chiudi Tastiera Alt+F4

Chiudere il Programma Menu File Esci Pulsanti 1 clic sul pulsante Tasto dx 1 clic sulla barra del titolo Chiudi Tastiera Alt+F4 Foglio Elettronico PRIMI PASSI CON IL FOGLIO ELETTRONICO Avviare il Programma Menu Start Tutti i programmi Microsoft Excel Pulsanti 2 clic sull icona presente sul Desktop Chiudere il Programma Menu File

Dettagli

POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti.

POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti. 1 POWERPOINT è un programma del pacchetto Office con il quale si possono facilmente creare delle presentazioni efficaci ed accattivanti. Le presentazioni sono composte da varie pagine chiamate diapositive

Dettagli

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR UTILIZZO DI WORD PROCESSOR (ELABORAZIONE TESTI) Laboratorio Informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it)

Dettagli

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Virtual Configurator Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Virtual Configurator Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti

Dettagli

Manuale d uso Sole-Project.com

Manuale d uso Sole-Project.com Manuale d uso Sole-Project.com Versione 02 aprile 2012 Sommario Manuale d uso Sole-Project.com... 1 1. Controllo stato monitoraggio... 2 2. Creazione di un utente e accesso al portale... 2 3. Visualizzazione

Dettagli

L uso del software Excel per la costruzione di un documento ipertestuale con giochi per la verifica.

L uso del software Excel per la costruzione di un documento ipertestuale con giochi per la verifica. L uso del software Excel per la costruzione di un documento ipertestuale con giochi per la verifica. Il lavoro si presenta piuttosto lungo, ma per brevità noi indicheremo come creare la pagina iniziale,

Dettagli

Sistema Gestione Turni. Istruzioni Operative per il Gestore

Sistema Gestione Turni. Istruzioni Operative per il Gestore Sistema Gestione Turni Istruzioni Operative per il Gestore Antares 3000 S.r.l.s. - Sistema Gestione Turni Istruzioni Operative per il Gestore Pagina 1 Sommario Premessa... 3 Presentazione iniziale... 4

Dettagli

Registratore Temperature

Registratore Temperature Manuale d Istruzioni Registratore Temperature Modello TH10 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato il Registratore di Temperature. Questo registratore misura e memorizza fino a 32,000 letture

Dettagli

Nuove funzionalità SEE Electrical V5

Nuove funzionalità SEE Electrical V5 Nuove funzionalità SEE Electrical V5 Le informazioni contenute nel presente manuale sono soggette a modifiche senza preavviso. Se non specificato diversamente, ogni riferimento a società, nomi, dati, ed

Dettagli

OUTLOOK EXPRESS CORSO AVANZATO

OUTLOOK EXPRESS CORSO AVANZATO Pagina 1 di 9 OUTLOOK EXPRESS CORSO AVANZATO Prima di tutto non fatevi spaventare dalla parola avanzato, non c è nulla di complicato in express e in ogni caso vedremo solo le cose più importanti. Le cose

Dettagli

Ci sono molti vantaggi nel mettere in relazione le

Ci sono molti vantaggi nel mettere in relazione le Capitolo 4 Relazioni tra tabelle 4.1 Definizione di una relazione 4.2 Visualizzazione e modifica delle relazioni 4.3 Stampa delle relazioni Ci sono molti vantaggi nel mettere in relazione le tabelle di

Dettagli

Manuale d uso per l utente

Manuale d uso per l utente Manuale d uso per l utente Promuovere il biogas nelle Regioni Europee www.biogasaccepted.eu Studienzentrum für internationale Analysen 4553 Schlierbach/ Österreich Manual - Page 1/14 Contenuti 1. Requisiti

Dettagli

Registratore Dati Umidità / Temperatura

Registratore Dati Umidità / Temperatura Manuale d Istruzioni Registratore Dati Umidità / Temperatura Modello RHT10 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato il Registratore di Dati di Umidità Relativa e Temperatura. Questo Registratore

Dettagli

IDEAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN MODELLO DI GESTIONE INTEGRATA DELLE ACQUE DEI BACINI LAGO DI VARESE, LAGO DI COMABBIO E PALUDE BRABBIA

IDEAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN MODELLO DI GESTIONE INTEGRATA DELLE ACQUE DEI BACINI LAGO DI VARESE, LAGO DI COMABBIO E PALUDE BRABBIA IDEAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN MODELLO DI GESTIONE INTEGRATA DELLE ACQUE DEI BACINI LAGO DI VARESE, LAGO DI ALLEGATO 1 ALLA RELAZIONE GENERALE MANUALE D USO DEL MODELLO CONDIVISO GIUGNO 2007 GRAIA srl

Dettagli

Piattaforma d apprendimento di Rete postale e vendita

Piattaforma d apprendimento di Rete postale e vendita Piattaforma d apprendimento di rete postale e vendita Guida per gli utenti Benvenuti sulla piattaforma di Rete postale e vendita. L obiettivo della presente guida è innanzitutto di facilitarvi, attraverso

Dettagli

Prof.ssa Paola Vicard

Prof.ssa Paola Vicard Questa nota consiste perlopiù nella traduzione da Descriptive statistics di J. Shalliker e C. Ricketts, 2000, University of Plymouth Consideriamo come esempio il data set contenuto nel foglio excel esercizio2_dati.xls.

Dettagli

USARE WORD. - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica

USARE WORD. - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Pagina 1 di 32 USARE WORD - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Indice: - La finestra di Word pag. 2 - Barra del titolo pag. 3 - Barra dei menu pag.

Dettagli

USARE WORD - non solo per scrivere -

USARE WORD - non solo per scrivere - GUIDA WORD USARE WORD - non solo per scrivere - corso Word Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Indice: - La finestra di Word pag. 2 - Barra del titolo pag. 3 - Barra dei menu

Dettagli

GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA

GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA GUIDA UTENTE FATTURA IMPRESA (Vers. 4.5.0) Installazione... 2 Prima esecuzione... 5 Login... 6 Funzionalità... 7 Documenti... 8 Creazione di un nuovo documento... 9 Ricerca di un documento... 17 Calcolare

Dettagli

Operazioni di base per l inserimento del testo

Operazioni di base per l inserimento del testo Office automation dispensa n.2 su Word Pagina 1 di 13 Operazioni di base per l inserimento del testo Usando un elaboratore di testi è consigliabile seguire alcune regole di scrittura che permettono di

Dettagli

Fogli elettronici, dati e statistiche con LibreOffice 4.1. materiale didattico sul corso Calc avanzato a cura di Sonia Montegiove.

Fogli elettronici, dati e statistiche con LibreOffice 4.1. materiale didattico sul corso Calc avanzato a cura di Sonia Montegiove. Foto di Federica Testani, Flickr Fogli elettronici, dati e statistiche con LibreOffice 4.1 materiale didattico sul corso Calc avanzato a cura di Sonia Montegiove 1 di 24 Gestire i dati con Calc Strutturare

Dettagli

4.1.1.1 APRIRE UN PROGRAMMA DI FOGLIO ELETTRONICO

4.1.1.1 APRIRE UN PROGRAMMA DI FOGLIO ELETTRONICO 4.1 PER INIZIARE 4.1.1 PRIMI PASSI COL FOGLIO ELETTRONICO 4.1.1.1 APRIRE UN PROGRAMMA DI FOGLIO ELETTRONICO L icona del vostro programma Excel può trovarsi sul desktop come in figura. In questo caso basta

Dettagli

Il foglio elettronico

Il foglio elettronico Il foglio elettronico Foglio di calcolo, Spreadsheet in inglese, Permette di elaborare DATI NUMERICI. E una TABELLA che contiene numeri che possono essere elaborati con FUNZIONI matematiche e statistiche.

Dettagli

Appunti Modulo 2 - Microsoft Windows

Appunti Modulo 2 - Microsoft Windows www.informarsi.net Appunti Modulo 2 - Microsoft Windows Sistema operativo Il sistema operativo, abbreviato in SO (in inglese OS, "operating system") è un particolare software, installato su un sistema

Dettagli

MODULO3-Microsoft word

MODULO3-Microsoft word MODULO3-Microsoft word I principali elementi della finestra di WORD sono: BARRA MULTIFUNZIONE : contiene tutti i comandi disponibili pulsante OFFICE : consente di aprire un menù, sulla sinistra del quale

Dettagli

Videoregistratori Serie DX

Videoregistratori Serie DX Pagina:1 DVR per telecamere AHD, analogiche, IP Manuale programma CMS Come installare e utilizzare il programma client per i DVR Pagina:2 Contenuto del manuale In questo manuale viene descritto come installare

Dettagli

DISPENSA DI GEOMETRIA

DISPENSA DI GEOMETRIA Il software di geometria dinamica Geogebra GeoGebra è un programma matematico che comprende geometria, algebra e analisi. È sviluppato da Markus Hohenwarter presso la Florida Atlantic University per la

Dettagli

MODULO DOMANDE INDICE

MODULO DOMANDE INDICE INDICE INDICE... 2 IL PROGRAMMA... 3 LA VIDEATA PRINCIPALE... 4 IL MENU FILE... 7 Esportare i file... 9 LA FINESTRA DELLA RISPOSTA... 11 TUTTI I MODI PER INSERIRE IL TESTO... 11 I Collegamenti... 12 MODELLI

Dettagli

PhoneSuite Manuale dell utente. Istruzioni preliminari: installazione e primo impiego di Phone Suite

PhoneSuite Manuale dell utente. Istruzioni preliminari: installazione e primo impiego di Phone Suite PhoneSuite Manuale dell utente Istruzioni preliminari: installazione e primo impiego di Phone Suite Il software PhoneSuite può essere utilizzato direttamente da CD o essere installato sul PC. Quando si

Dettagli

Demo. La palette allinea. La palette Anteprima conversione trasparenza. Adobe Illustrator CS2

Demo. La palette allinea. La palette Anteprima conversione trasparenza. Adobe Illustrator CS2 Le Palette (parte prima) Come abbiamo accennato le Palette permettono di controllare e modificare il vostro lavoro. Le potete spostare e nascondere come spiegato nella prima lezione. Cominciamo a vedere

Dettagli

EasyVote v.1.0. Logos Av Com. Manuale d uso

EasyVote v.1.0. Logos Av Com. Manuale d uso EasyVote v.1.0 Logos Av Com Manuale d uso Revisions table Revision Date Author Pages Notes 1.0 05/06/2012 P.A. Aisa 30 First Emission File name EasyVote_UserManual_1.0 Revisions table 2 / 30 Indice 1 INTRODUZIONE

Dettagli