CAMBIA LA RACCOLTA DEI RIFIUTI: inizia la RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAMBIA LA RACCOLTA DEI RIFIUTI: inizia la RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA"

Transcript

1 CAMBIA LA RACCOLTA DEI RIFIUTI: inizia la RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA

2 CAMBIA LA RACCOLTA DEI RIFIUTI: INIZIA LA RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA Nelle tre zone interessate i residenti dovranno separare i diversi tipi di rifiuto (umido, carta, plastica, vetro + lattine, verde, secco residuo) raccogliendoli negli appositi contenitori consegnati gratuitamente da AEM ad ogni famiglia. AEM ritirerà i rifiuti presso tutte le abitazioni e le sedi di attività, secondo un calendario di raccolta stabilito per ogni zona e consegnato a tutti i residenti. Differenziare i rifiuti permette di riciclarli, cioè di trasformarli in materie prime da lavorare e riutilizzare. In questo modo diminuisce la quantità di rifiuti da smaltire attraverso il termovalorizzatore, si riducono i costi e si producono effetti positivi sull ambiente. Differenziare i rifiuti, inoltre, è obbligatorio per legge (Decreto Legislativo n. 152/2006). Tra i vari sistemi possibili di raccolta differenziata dei rifiuti, Cremona ha deciso di adottare la raccolta porta a porta che, come dimostrato anche dall esperienza di tante città italiane, permette di ottenere i risultati migliori. Dopo il periodo iniziale, in cui saranno coinvolte solo le zone S.Omobono, Villaggio Po e Cavatigozzi, il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti sarà esteso a tutta la città.

3 COME RACCOGLIERE I RIFIUTI RIFIUTO UMIDO (per es. scarti alimentari: avanzi di cibo, verdura, frutta, fondi di caffè, pane vecchio, ecc) In zona S. Omobono la raccolta porta a porta del rifiuto umido è attiva dal 2006 e continua con le stesse modalità. Nel Villaggio Po e a Cavatigozzi, invece, inizia dal 27 settembre Per raccogliere il rifiuto umido: separarlo dagli altri rifiuti depositare il rifiuto umido nel sacchetto biodegra- dabile inserito nel bidoncino marrone da cucina quando il sacchetto è pieno, chi abita in una casa singola / bifamiliare deve depositarlo nel contenitore marrone da esterno ed esporre il contenitore fuori dalla porta di casa, solo nei giorni fissati da AEM per il ritiro (si veda il calendario di raccolta). Chi abita in condominio deve collocare il sacchetto pieno nel bidone marrone all interno del locale rifiuti. Attenzione: > NON usare normali sacchetti di plastica per la raccolta perché il rifiuto umido non può essere riciclato se contaminato da altri materiali, e non introdurre rifiuti direttamente nei contenitori marroni senza usare il sacchetto biodegradabile, in modo da preservare l igiene del contenitore. > il lavaggio dei contenitori per la raccolta dell umido è compito dei cittadini/condomini che li hanno in dotazione, ed è fondamentale per evitare situazioni di scarsa igiene. CARTA E CARTONE Chi abita in una casa singola/bifamiliare deve raccogliere carta e cartone nel contenitore bianco da esporre all esterno della propria abitazione nei giorni fissati da AEM per il ritiro. Chi abita in condominio deve depositare carta e cartone nel contenitore bianco all interno del locale rifiuti. > Se i rifiuti di carta e cartone sono stati raccolti in borsine di altro materiale, per esempio di plastica, non gettarle nel contenitore bianco insieme al loro contenuto. PLASTICA Chi abita in una casa singola/bifamiliare deve raccogliere i rifiuti di plastica nei sacchi gialli da esporre all esterno della propria abitazione nei giorni fissati da AEM per il ritiro. Chi abita in condominio deve depositare i rifiuti di plastica nei contenitori gialli all interno del locale rifiuti. 4 AEM, dall inizio di settembre 2010, distribuirà GRATUITAMENTE a tutti i residenti nelle tre zone campione I CONTENITORI IN CUI COLLOCARE I DIVERSI TIPI DI RIFIUTO. 5

4 VETRO + LATTINE Chi abita in una casa singola/bifamiliare deve raccogliere vetro e lattine nel secchiello verde da esporre all esterno della propria abitazione nei giorni fissati da AEM per il ritiro. Chi abita in condominio deve depositare vetro e lattine nel contenitore verde all interno del locale rifiuti. > Se i rifiuti in vetro e le lattine sono stati raccolti in borsine, non gettarle nel contenitore verde insieme al loro contenuto. VERDE (per es. erba, rami, ecc.) I resti vegetali della pulizia di orti e giardini, dove presenti, devono essere collocati negli appositi cassonetti marroni da esporre su strada nel giorno di ritiro da parte di AEM. A Cavatigozzi rimarrà disponibile anche il cassone collocato il sabato mattina, e ritirato il lunedì mattina in via Gaetani, in cui i residenti potranno depositare fascine o ramaglie (rami). SECCO RESIDUO (rifiuto indifferenziato che non può essere differenziato o riciclato) Per quanto riguarda i rifiuti domestici che non possono essere collocati insieme a umido, carta, plastica, vetro, lattine o verde: chi abita in una casa singola/bifamiliare deve raccoglierli nei sacchi trasparenti distribuiti da AEM ed esporli all esterno della propria abitazione per il ritiro nei giorni indicati nel calendario chi abita in condominio deve depositarli nei trespoli dotati di sacco trasparente all interno del locale rifiuti. Se si effettua una scrupolosa e attenta raccolta differenziata, la quantità di materiale secco residuo da smaltire sarà sicuramente molto limitata, e questo permetterà di ridurre i costi di smaltimento e tutelare l ambiente. Attenzione: > Alcune tipologie particolari di rifiuto, per esempio oli, batterie, piccoli elettrodomestici, rifiuti ingombranti o pericolosi, devono essere consegnati presso la piattaforma ecologica di San Rocco (si veda a pag. 11). > La raccolta differenziata delle pile, dei medicinali scaduti, dei vestiti non viene effettuata a domicilio, ma rimane attiva attraverso gli appositi contenitori presenti sul territorio e in particolare presso: le farmacie per i medicinali scaduti le parrocchie per i vestiti in vari luoghi come supermercati, fotografi ecc. per le pile. 6 Dal 27 settembre 2010, poiché inizierà il ritiro dei rifiuti porta a porta, I CASSONETTI STRADALI GRIGI PER LA RACCOLTA DEI RIFIUTI INDIFFERENZIATI COLLOCATI AL VILLAGGIO PO E CAVATIGOZZI SARANNO RIMOSSI. 7

5 PUNTI DI DISTRIBUZIONE DEI SACCHETTI I sacchetti per la raccolta dell umido, una volta esauriti, potranno essere ritirati GRATUITAMENTE in diversi punti della città: Oratorio Cavatigozzi, (c/o il bar), via Milano 19 (tutti i giorni dalle alle 18.00) Oratorio di Cristo Re, piazza Cazzzani (tutti i giorni dalle alle 19.00) Oratorio S. Ilario, via Chiara Novella, 2 (dalle alle tutti i giorni.) Oratorio S. Agostino, via Plasio, 4 (lunedì - mercoledì - giovedì - venerdì - sabato dalle alle 19.00) Servizio di Nettezza Urbana, via Postumia 102 (lun-sab ore ) Reception della Sede Centrale dell AEM, v.le Trento Trieste 38 (lun-ven ore ) Centro Sociale Anziani Veliardo Bonfatti (quartiere Zaist), via Riposo Nuova 6 (lunven ore ) Circolo Acli Conca, via S.Francesco d Assisi 5 (tutti i giorni tranne martedì ore ; ) Oratorio di S. Sebastiano, via S.Sebastiano (tutti i giorni ore ) Informacomune, P.zza del Comune 8 (lun-ven ; sab 8-18; dom 10-14) SpazioComune, p.zza Stradivari 7 (lun-ven ; mer ; sab ) Circolo Acli Leone XIII, viale Concordia 5 (tutti i giorni dalle alle 19.00) Croce Rossa, piazzale della Croce Rossa 6 - Foro Boario (lun-sab ore ) Legambiente via Annona 3 (martedì e sabato ore ) Parrocchia S. Felice, via Torchio (tutti i giorni ore ) RITIRO DEI RIFIUTI CONDOMÌNI Presso i condomìni, a patto che il locale rifiuti sia raggiungibile senza rischi per la sicurezza degli operatori, AEM preleverà i rifiuti direttamente dal locale apposito, così come già avveniva per il rifiuto umido e secco nel quartiere S. Omobono e per i rifiuti indifferenziati presso molte abitazioni del Villaggio Po. Nei casi in cui AEM rileverà problemi relativi alla sistemazione o alla collocazione del locale rifiuti condominiale, si valuterà una soluzione in accordo con i residenti. Per i condomìni che presentano condizioni problematiche, i contenitori dei rifiuti dovranno essere esposti su strada dai residenti. Il verde, invece, dovrà essere SEMPRE esposto all esterno. ABITAZIONI SINGOLE / BIFAMILIARI (o nei casi particolari in cui il locale rifiuti dei condomìni sia difficilmente raggiungibile) AEM ritirerà i rifiuti su strada, quindi il cittadino dovrà esporre all esterno della propria abitazione i contenitori per carta, vetro+lattine, umido, verde e i sacchetti per plastica e rifiuti indifferenziati, nei giorni di raccolta indicati da AEM, prima delle ore 7.00 del mattino, avendo cura di non intralciare la circolazione di pedoni e mezzi. Una volta svuotati, il cittadino dovrà ritirare i contenitori il prima possibile. 8 9

6 FREQUENZA DEL RITIRO I GIORNI DI RACCOLTA SONO INDICATI NEL CALENDARIO CONSEGNATO DA AEM TIPO DI RIFIUTO S. Omobono e Villaggio Po Cavatigozzi CARTA 1 volta alla settimana 1 volta ogni 15 giorni PLASTICA 1 volta alla settimana 1 volta alla settimana VETRO + LATTINE 1 volta alla settimana 1 volta ogni 15 giorni UMIDO 2 volte alla settimana 2 volte alla settimana VERDE (laddove presente) 1 volta alla settimana 1 volta alla settimana SECCO RESIDUO (rifiuto indifferenziato) 2 volte alla settimana 1 volta alla settimana N.B.: Le frequenze indicate potrebbero subire leggere variazioni in base alle valutazioni che si potranno effettuare dopo il primo periodo di attivazione del servizio. CONTROLLI Attenzione: saranno fatti frequenti controlli per accertare che i cittadini svolgano la separazione dei rifiuti in maniera corretta. Se saranno trovati rifiuti non raccolti correttamente, sul contenitore o sul sacchetto sarà messo un adesivo con scritto rifiuto non differenziato correttamente. Il rifiuto NON SARÀ RITIRATO. In questo RITIRO RIFIUTI INGOMBRANTI E PERICOLOSI I RIFIUTI INGOMBRANTI (reti per letto, materassi, mobili, elettrodomestici, computer, damigiane ecc.) e i RIFIUTI URBANI PERICOLO- SI devono essere consegnati dal cittadino presso la piattaforma di via Carpenella (laterale di via San Rocco), dal lunedì al sabato 8,00-12,30 e 14,00-17,00. caso il cittadino dovrà riprendere il contenitore o il sacco e dividere i rifiuti differenziabili in maniera corretta e attendere il passaggio successivo di raccolta. Chi non differenzierà correttamente, dopo un primo periodo di tolleranza iniziale data la novità, sarà sanzionato. In alternativa, i rifiuti ingombranti possono essere ritirati gratuitamente da AEM a domicilio, su appuntamento telefonando allo da lunedì a venerdì dalle 8,00 alle 12,

7 1 COSA DEPOSITARE NEL CONTENITORE BIANCO PER LA RACCOLTA CARTA MISTA giornali, riviste e fumetti libri e quaderni stampa commerciale (dépliant, materiale pubblicitario ecc...) sacchetti di carta per alimenti (pane, frutta, ecc..) 12 CARTA CARTONE CONTENITORI TETRA PAK sacchetti di carta con manico fogli di carta (poster, fogli di stampa e fotocopiatrice, istruzioni farmaci, tabulati, ecc..) confezioni con presenza prevalente di carta, es. pacchetti di alcune marche di biscotti (anche se è presente una parte lucida / plastificata) CARTONE cartoni puliti per pizza da asporto imballaggi in cartone ondulato (ad esempio, per elettrodomestici, TV, ecc). Se di grandi dimensioni, ripiegare ed esporre ordinati e impilati vicino al contenitore. 13

8 14 CARTONCINO scatole per prodotti alimentari (pasta, riso, prugne, cereali, alimenti per animali, ecc) piatti di carta puliti fascette in cartoncino di conserve, yogurt e bevande, legumi scatole delle scarpe scatole di detersivi per lavatrici e lavastoviglie scatole medicinali, dentifricio, profumi, creme, ecc.. scatole delle uova in cartone scatole di piccoli elettrodomestici (ferro da stiro, frullatore, ecc) CONTENITORI TETRA PAK cartoni per bevande e altro (latte, vino, succhi di frutta, salsa di pomodoro, ecc). N.B. Sciacquare i contenitori dopo l utilizzo per evitare la formazione di cattivi odori. Schiacciarli prima di inserirli nel cassonetto per la raccolta. COSA NON DEPOSITARE NEL CONTENITORE BIANCO carta oleata e plastificata carta adesiva fotografie carta e cartoni unti fazzoletti di carta usati tovaglioli sporchi piatti di carta sporchi carta copiativa, vetrata DA DEPOSITARE NEL SECCO CARTA CARTONE CONTENITORI TETRA PAK 15

9 2 COSA DEPOSITARE NEL SACCO/CONTENITORE GIALLO PER LA RACCOLTA Imballaggi di prodotti alimentari: bottiglie acqua minerale, bibite, olio, succhi, latte, ecc. tappi e coperchi di plastica (da separare dall imballaggio principale se in altro materiale) flaconi/dispensatori sciroppi, creme, salse, yogurt, ecc. confezioni rigide per dolciumi (es: scatole trasparenti e vassoi interni sagomati come quelli per i cioccolatini) confezioni e vaschette in polistirolo o trasparenti per alimenti in genere (es: affettati, formaggi, pasta fresca, frutta, verdura, carne, pollo, pesce, ecc) buste e sacchetti per alimenti in genere (es: pasta, riso, patatine, salatini, caramelle, surgelati) vaschette porta uova in plastica borsine di negozi e supermercati vaschette/barattoli per gelati contenitori per yogurt, creme di formaggio, dessert (togliendo il coperchio di alluminio) reti e cassette per frutta e verdura pellicole da imballaggio per raggruppare più bottiglie d acqua minerale/bibite e altri prodotti (es: carta igienica, carta assorbente da cucina, ecc) pellicola da cucina confezioni monodose trasparenti (es: per i cracker o i biscotti) barattoli per alimenti in polvere contenitori vari per alimenti per animali cassette per bottiglie d acqua e vino 16 17

10 18 Imballaggi di prodotti NON alimentari: flaconi per detersivi, saponi, prodotti per l igiene della casa, della persona, cosmetici, acqua distillata e liquidi in genere barattoli per il confezionamento di prodotti vari (es: cosmetici, articoli da cancelleria, salviette umide, detersivi, rullini fotografici) blister e contenitori rigidi e sagomati (es: gusci per giocattoli, per pile, per articoli da cancelleria, per gadgets vari, per articoli da ferramenta e per il fai da te) scatole e buste per confezionamento di capi di abbigliamento (es: camicie, biancheria intima, calze, cravatte) imballaggi di piccoli elettrodomestici in polistirolo espanso (es: frigo, TV, ecc) sacchi, sacchetti, buste (es: sacchi per detersivi, per prodotti per giardinaggio, per alimenti per animali) vasetti e vaschette per piantine da orto e giardino (ben ripuliti dalla terra) film d imballaggio e film a bolle pluriball (es: imballaggi di elettrodomestici, mobili, confezioni regalo, articoli sportivi) COSA NON DEPOSITARE NEL SACCO/CONTENITORE GIALLO rifiuti ospedalieri (es: sacche per plasma, contenitori per liquidi fisiologici e per emodialisi) siringhe beni durevoli in plastica (es: elettrodomestici, articoli casalinghi, complementi d arredo, ecc) giocattoli barattoli e sacchetti per colle, vernici, materiali edili imballaggi con evidenti residui del contenuto (rifiuto pericoloso) imballaggi con evidenti residui del contenuto (non pericoloso o putrescibile) CD, musicassette, videocassette e loro custodie piatti, bicchieri, posate di plastica canne per irrigazione, articoli per l edilizia, cestini portarifiuti, reggette per legatura grucce appendiabiti, borse e zainetti posacenere, portamatite, cartellette, portadocumenti, ecc. componentistica ed accessori auto CIRCUITO SEPARATO DI RACCOLTA RIFIUTI PERICOLOSI DA CONFERIRE PRESSO LA PIATTAFORMA DI S. ROCCO DA CONFERIRE PRESSO LA PIATTAFORMA DI S. ROCCO SOLO IL FAI DA TE DA DEPOSITARE NEL SECCO RIFIUTO SPECIALE DA CONFERIRE AD IMPIANTI AUTORIZZATI 19

11 3 COSA DEPOSITARE NEL CONTENITORE VERDE PER LA RACCOLTA VETRO + LATTINE bottiglie e bicchieri in vetro vasetti e flaconi in vetro frammenti di vetro lampadine tradizionali a filamento (a classica forma di pera) lattine in alluminio per bevande o alimentari lattine, scatolette in metallo (es: olio, tonno, salsa, legumi, pesce, carne, frutta sciroppata, caramelle, biscotti, ecc) bombolette spray vuote (es: deodorante, lacca, profumi) vaschette e fogli in alluminio puliti pentole e caffettiere coperchi dei vasetti di yogurt (ben puliti) tappi e capsule, coperchi per vasi e bottiglie COSA NON DEPOSITARE NEL CONTENITORE VERDE oggetti di ceramica lampade e tubi al neon lampadine a risparmio energetico specchi vetri di autovetture vetrocemento tubetti per creme, dentifrici, cosmesi, conserve (ben svuotati e senza tappo se di plastica) N.B. Sciacquare tutti i contenitori di vetro e lattine dopo l uso per evitare la formazione di odore. DA CONFERIRE PRESSO LA PIATTAFORMA DI S. ROCCO RIFIUTO SPECIALE DA CONFERIRE AD IMPIANTI AUTORIZZATI VETRO + LATTINE 20 21

12 22 4 COSA DEPOSITARE NEL SACCHETTO BIODEGRADABILE PER LA RACCOLTA UMIDO scarti e avanzi freddi di cucina frutta e verdura resti alimentari carne, uova, pesce pane, pasta, biscotti fondi di caffè filtri usati di the e camomilla ossa di piccole dimensioni noccioli gusci di frutta secca e di molluschi fiori recisi e piante domestiche di piccole dimensioni tovaglioli di carta o carta assorbente da cucina unti COSA NON DEPOSITARE NEL SACCHETTO BIODEGRADABILE liquidi (brodo, minestre non sgocciolate) pannolini e assorbenti mozziconi di sigaretta lettiere per cani e gatti spazzatura domestica [ciò che si raccoglie con la scopa] stracci (anche se bagnati) garze e medicamenti vari DA DEPOSITARE NEL SECCO DA DEPOSITARE NEI CONTENITORI PER LA RACCOLTA DEGLI ABITI PRESSO GLI ORATORI DA CONFERIRE PRESSO LA PIATTAFORMA DI S. ROCCO (in quantità minime) UMIDO 23

13 5 COSA DEPOSITARE NEL CONTENITORE MARRONE PER LA RACCOLTA COSA NON DEPOSITARE NEL CONTENITORE MARRONE sacchi e vasi di plastica (se di dimensioni ridotte) DA DEPOSITARE NELLA PLASTICA erba e fiori residui vegetali di pulizia dell orto e giardino rami, potature di alberi e siepi (diametro massimo di 5 cm; legare in fascine di peso inferiore a 10 kg ciascuna). terra e sassi rami e tronchi di grosse dimensioni CHIAMARE IMPRESA DI GIARDINAGGIO VERDE VERDE 24 25

14 26 REGOLE E INFORMAZIONI UTILI non inserire rifiuti diversi nello stesso contenitore non esporre i rifiuti dopo l orario di inizio raccolta e in un giorno diverso da quello indicato non utilizzare contenitori diversi da quelli in dotazione non lasciare aperti i contenitori i contenitori devono essere lavati dall utente usare solo sacchetti biodegradabili all interno del contenitore marrone per la raccolta dell umido e non gettare l umido nei cassonetti senza il sacchetto biodegradabile la manutenzione e/o sostituzione dei contenitori, in caso di rotture causate dai mezzi e per usura è a carico di Aem. Per altre cause la sostituzione sarà a pagamento. se il contenitore è pieno o si verifica la necessità di svuotarlo prima del giorno previsto (ad es. assenza per ferie) si possono portare i rifiuti alla piattaforma S.Rocco ogni cittadino deve ritirare dalla strada il proprio contenitore dopo lo svuotamento in caso di trasloco il cittadino dovrà riconsegnare i contenitori assegnati prima di collocare i rifiuti nei contenitori, risciacquare i recipienti e schiacciare le bottiglie, i flaconi e i cartoni ingombranti risciacquare periodicamente i contenitori per la raccolta dei rifiuti, in particolari quelli dell umido, per evitare situazioni di scarsa igiene non esporre rifiuti ingombranti LE VIE DOVE SI ATTUA LA RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA largo Marinai d Italia p.za Caduti del Lavoro p.za Cazzani p.za della Sorgente p.za S.Agostino p.za S.Paolo p.za Vida Gerolamo v.le Po via Abbadia via Adda via Adige via Anguissola Sofonisba via al Porto via Bassiano Giovanni via Bergamaschi Diomede via Biazzi Mario via Boscone via Bottani Giuseppe via Breda via Brembo via Brodolini Giacomo via Bugada Carlo via Buozzi Bruno via Cadolini Giovanni via Cantiere via Cappelletti via Capra Alessandro via Carnevali Giovanni Piccio via Casanova via Cavalcabò Ugolino via Chiara Novella via Chiesa Damiano via Chiese via Ciria via Colatore Malazzina via Colletta via degli Arenili via dei Burchielli via dei Classici via dei Divizioli via dei Navaroli via dei Navigatori Padani via dei Pescatori via dei Rustici via dei Tribunali via del Consorzio via del Sale via della Ceramica via delle Lanche via di Vittorio Giuseppe A PARTIRE DAL 27 SETTEMBRE 2010 via Dossetto via Eridano via Fulcheria via Gaetani Daniele via Gosi Martino via Grandi Achille via Grandi Guido via Invalidi del Lavoro via Isacchi Cesare via Jacini Stefano via Lago Gerundo via Lambro via Lugo via Lungo Po Europa via Maestri del Lavoro via Manna Ruggero via Mella via Milano (tratto Cavatigozzi) via Milazzo via Mincio via Monviso via Morbasco via Oglio via Olona via Oscasali via Paolucci de' Calboli via Passirano via Paulli Giuseppe via Plasio Giovan Battista via Portinari del Po via Primo Maggio via Racchetta via Riglio (fino a Piazza Caduti del Lavoro e tratto Cavatigozzi) via Serio via Spinadesco via Stazione via Ticino via Tigozzo via Toti Enrico via Trebbia via Trecchi Sigismondo via Valdipado via Vecchi Agamennone via Vecchia via Verzelletti Arturo via Villa Glori via Virgilio via Vittori Carlo via Zana Nino Giuseppe vicolo Cortese vicolo Polluce 27

15 PER INFORMAZIONI: IN COLLABORAZIONE CON: Dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle sabato dalle 8.30 alle Numero Verde dedicato attivo fino al 31/12 /2010 AEM GESTIONI SRL Servizio Nettezza Urbana, via Postumia 102 tel fax Orari di apertura: da lunedì a venerdì e mercoledì COMUNE DI CREMONA Ufficio Ecologia, via Aselli 13/a tel fax Orari di apertura: da lunedì a venerdì mercoledì SpazioComune P.zza Stradivari 7 tel fax Orari di apertura: da lunedì a venerdì mercoledì sabato stampato su carta ecologica

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto!

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! Umido Plastica e Lattine Carta e Cartone Secco non riciclabile Vetro (bianco e colorato) Farmaci scaduti Pile Legno Umido I rifiuti umidi vanno conferiti

Dettagli

FATTI FURBO... DIFFERENZIA

FATTI FURBO... DIFFERENZIA Per i comuni del Consorzio Canavesano Ambiente Guida alla raccolta differenziata... FATTI FURBO... DIFFERENZIA anche fatti tu furbo...!!!... e al rispetto dell ambiente DIFFERENZIA ANCHE TU!!! Bastano

Dettagli

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Comune di Padova Assessorato all Ambiente AcegasAps Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Le 3 Zone di raccolta nel Quartiere 1 Centro Tipo di Rifiuto Cosa conferire Cosa non conferire

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE. per Lecco e provincia

AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE. per Lecco e provincia AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE per Lecco e provincia Sacco VIOLA Frazione secca multimateriale L IMPIANTO DI SELEZIONE DEL SACCO VIOLA I sacchi provenienti dalla raccolta, caricati su un nastro trasportatore,

Dettagli

Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci.

Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. UNIONE DEI COMUNI Agugliano Camerata Picena Offagna Polverigi Santa Maria Nuova Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. Raccolta differenziata porta a porta. A.T.I. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci.

Dettagli

Guida alla nuova raccolta differenziata per la città di Como

Guida alla nuova raccolta differenziata per la città di Como Guida alla nuova raccolta differenziata per la città di Como www.apricaspa.it www.comune.como.it COMUNE DI COMO 1 2 Indice Insieme verso il 6 5% di raccolta differenziata pag. 4 Perché fare la raccolta

Dettagli

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani Utenze domestiche Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani Fare la raccolta differenziata In provincia di Modena, ogni giorno produciamo 1,75 chili di rifiuti a testa. Fare la raccolta differenziata

Dettagli

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio ALTO BELICE AMBIENTE S.p.A. Cos'è l'imballaggio L uomo ha sempre fatto uso di contenitori e già 3500 anni fa le popolazioni egizie immagazzinavano e trasportavano unguenti, oli e vino in contenitori di

Dettagli

Dividere i rifiuti. bidone giallo Caritas. centro di raccolta. assorbenti igienici. audio e video cassette e custodie

Dividere i rifiuti. bidone giallo Caritas. centro di raccolta. assorbenti igienici. audio e video cassette e custodie Dividere i rifiuti A TIPOLOGIA RIFIUTO abiti accendino accumulatori acidi alcool denaturato alcool etilico alluminio contenitori alluminio oggetti di grandi dimensioni amianto ampolle anticrittogamici

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE ervizi. a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta UTENZE DOMESTICHE presentazione Carissimi cittadina /cittadino, torno da te, per raccontarti la nostra esperienza

Dettagli

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI 3 EDIZIONE dati 2012 CHI L I HA Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI NASCONDE UN IDENTITÀ PLASTICA FREQUENTAVA VETRI ROTTI si spacciava per una lattina

Dettagli

Dove lo butto? Elenco materiali aggiornato a dicembre 2014

Dove lo butto? Elenco materiali aggiornato a dicembre 2014 Dove lo butto? Elenco materiali aggiornato a dicembre 2014 OGGETTO Abbigliamento Abiti Accendini Accumulatori Acetone Acquaragia Adesivi chimici Agende di carta e/o cartoncino Albero di Natale vivo Alimentatori

Dettagli

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento Che cos è il compost Il compost è il terriccio (humus) che si forma dai rifiuti organici (erba, foglie, avanzi di frutta e verdura, ecc) grazie all azione del sole, dell aria e dei microrganismi presenti

Dettagli

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO GUIDA AL CONFEZIONAMENTO 1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO Si devono rispettare i limiti massimi di dimensioni e peso indicati nella tabella: prodotto limite massimo di peso dimensioni massime Pacco ordinario

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE COMUNE DI RUFFANO - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri del Consiglio Comunale

Dettagli

Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica

Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica Bollette più leggere. Bollette più leggere..aria più pulita.aria più pulita Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica Ostellato 28 maggio 2004 A scuola di ecologia

Dettagli

Prodotti di cui ti puoi fidare

Prodotti di cui ti puoi fidare Prodotti di cui ti puoi fidare Vogliamo offrirti alimenti di buona qualità a prezzi bassi, prodotti in modo responsabile. Stiamo lavorando in tutte le parti della catena alimentare, dalla fattoria al negozio

Dettagli

SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA

SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA MOD. COM 3 SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO: MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Al SUAP Ai sensi del D. L.vo 114/98, D. L.vo 59/10 e L. 122/10 Il sottoscritto

Dettagli

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5).

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5). Ceramica Nell antichità il vaso non era un semplice un semplice oggetto utile nella vita quotidiana, ma era anche merce di scambio. Il lavoro del vasaio, inizialmente era collegato alle stagioni e dunque

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI PRANZO PRIMA SETTIMANA LUNEDI': MARTEDI': MERCOLEDI': GIOVEDI': VENERDI': PASTA AL

Dettagli

l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati

l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati CATALOGO EXA l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati + pratico + sicuro + economico + ecologico 3 edizione Azienda Certificata ISO 9001 e ISO 14001 IL SISTEMA

Dettagli

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag.

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag. DEM8.5/10 Istruzioni per l uso............pag. 2 Use and maintenance manual....pag. 11 Mode d emploi et d entretien.....pag. 20 Betriebsanleitung.............pag. 29 Gebruiksaanwijzing..............pag.

Dettagli

PERCENTUALI CON LE FRAZIONI

PERCENTUALI CON LE FRAZIONI Visto che il 20% di un numero è uguale a frazionario per calcolare le percentuali. 20 100 n allora possiamo utilizzare il calcolo DATI n= numero intero p= frazione (percentuale) r= numeratore (tasso di

Dettagli

COMPOSTAGGIO DOMESTICO

COMPOSTAGGIO DOMESTICO PROGETTO DI INCENTIVAZIONE AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO DA ATTUARSI NEI COMUNI DI ABETONE, CUTIGLIANO, MARLIANA, PESCIA, PITEGLIO SAMBUCA PISTOISE, SAN MARCELLO PISTOIESE A cura di: APRILE 2008 PREMESSA Il

Dettagli

F10101 Autovetture Compresi ricambi e materiali di consumo. F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) Compresi ricambi e materiali di consumo

F10101 Autovetture Compresi ricambi e materiali di consumo. F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) Compresi ricambi e materiali di consumo BARRARE CATEGORIA DI INTERESSE CATEGORIA ISCRIZIONE DESCRIZIONE NOTE VEICOLI F10101 Autovetture F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) F10301 Veicoli Commerciali Leggeri (autotelaio) F10501 Macchine

Dettagli

Posizionamento del Simbolo

Posizionamento del Simbolo , 6 Versione 15, Gennaio 2015 Sezione 6. Linee Guida sul Posizionamento del Simbolo 6.1. Introduzione... 2 6.2. Principi Generali sul Posizionamento... 2 6.3. Linee Guida sul Posizionamento Generale per

Dettagli

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO ndice 1 Fai come fa la Natura 2 Cosa ci metti per fare la terra? 3 Come funziona il Compostaggio 4 Le cose

Dettagli

ÒMangio a scuolaó sezione bambini

ÒMangio a scuolaó sezione bambini DISCRIMINANTI DEL CAMPIONE Istituto scolastico Classe Comune 1) Sesso maschio femmina 2) Etˆ 7-10 anni 11-13 anni 3) Preparazione dei pasti preparati nella cucina preparati altrove e della scuola portati

Dettagli

MENÙ SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA, CDD, CENTRO ERGOTERAPICO DIETA RELIGIOSA PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 (CUCINA IN LOCO)

MENÙ SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA, CDD, CENTRO ERGOTERAPICO DIETA RELIGIOSA PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 (CUCINA IN LOCO) PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 Giorno Prima settimana Seconda settimana Terza settimana Quarta Pasta all olio e Uova strapazzate Riso alla zucca Bresaola* / formaggio fresco Pasta olio e Bocconcini

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE MOD.COM 3 Al Comune di * ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA copia per il Comune COMUNICAZIONE Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt.10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto

Dettagli

Campo di Tiro Le Macchie Regolamento

Campo di Tiro Le Macchie Regolamento Campo di Tiro Le Macchie Regolamento Allo scopo di garantire al Tiro sportivo con armi da fuoco un crescente sviluppo anche all interno del Nostro poligono e che i sacrifici di chi si è prodigato perché

Dettagli

BOLLO ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE

BOLLO ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE MOD.COM 2 BOLLO copia per il Comune ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE Al Comune di * Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt. 8,9,10, comma 5),

Dettagli

Leonia Le città invisibili di Italo Calvino

Leonia Le città invisibili di Italo Calvino La città di Leonia rifà se stessa tutti i giorni: ogni mattina la popolazione si risveglia tra lenzuola fresche, si lava con saponette appena sgusciate dall'involucro, indossa vestaglie nuove fiammanti,

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE. Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE. Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto MOD.COM 1, copia per il Comune ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE Al Comune di * Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto Cognome Nome C.F.

Dettagli

che fine fanno i tuoi Rifiuti? ognuno ha la sua strada... CoMPoStAggio CARtieRA VetReRiA

che fine fanno i tuoi Rifiuti? ognuno ha la sua strada... CoMPoStAggio CARtieRA VetReRiA che fine fanno i tuoi Rifiuti? ognuno ha la sua strada... VetReRiA CARtieRA CoMPoStAggio Regione del Veneto Presidente Giancarlo Galan Assessore alle Politiche dell Ambiente Giancarlo Conta Segretario

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE MOD.COM. 6 copia per il Comune Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE Al Comune di *... Ai sensi del D.L.vo 31/3/1998

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE In questo congelatore possono essere conservati alimenti già congelati ed essere congelati alimenti freschi. Messa in funzione del congelatore Non occorre impostare la

Dettagli

COMUNICAZIONE. Al Comune di *

COMUNICAZIONE. Al Comune di * 7864 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 82 del 30-6-2004 MOD.COM 3 Al Comune di * ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE Ai sensi della l.r. 11/03

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

Divieto di commercializzazione dei sacchetti non biodegradabili e compostabili

Divieto di commercializzazione dei sacchetti non biodegradabili e compostabili Divieto di commercializzazione dei sacchetti non biodegradabili e compostabili Vademecum operativo Con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale della legge 11 agosto 2014, n. 116 che converte il Dl 91/2014,

Dettagli

w w w. c m r i s t o r a z i o n e. i t

w w w. c m r i s t o r a z i o n e. i t BOCCALE 4 STAGIONI Senza capsula 41,5 cl Quattro stagioni bottiglia 20 CL bottiglia 40 CL SAGITTA VINO BIANCO Calice 44 cl SWING Bottiglia 25 cl Bottiglia 50 cl OFFICINA 1825 Bicchiere 30 cl ROCKBAR Bicchiere

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI MANUALE DI GESTIONE Breve descrizione del canile (fabbricati: box, locali accessori). Modalità di approvvigionamento idrico e smaltimento reflui animali. Individuazione responsabile generale (titolare)

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI. Art. 1 - Oggetto del regolamento

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI. Art. 1 - Oggetto del regolamento TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Oggetto del regolamento 1. Il presente regolamento ha per oggetto la disciplina dei servizi di raccolta, trasporto e conferimento a smaltitori finali dei rifiuti

Dettagli

La Temperatura degli Alimenti

La Temperatura degli Alimenti La Temperatura degli Alimenti L'ATP è la regolamentazione per i trasporti frigoriferi refrigerati a temperatura controllata di alimenti deperibili destinati all'alimentazione umana. A.T.P. = Accord Transport

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Tabella invernale asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi)

Tabella invernale asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi) 1 settimana MENU D Tabella asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi) petti di pollo al latte piselli e macedonia di al limone e biscotti risotto giallo involtini di tacchino cavolfiore fresca minestrina di piselli

Dettagli

Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee.

Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee. Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee. Sono definite temporanee tutte quelle manifestazioni quali Sagre, Feste Campestri ecc. aperte al pubblico, in cui,

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

alluvioni e frane Si salvi chi può!

alluvioni e frane Si salvi chi può! alluvioni e frane Che cos è l alluvione? L alluvione è l allagamento, causato dalla fuoriuscita di un corso d acqua dai suoi argini naturali o artificiali, dopo abbondanti piogge, nevicate o grandinate,

Dettagli

LA LEGGE SUL PESO NETTO

LA LEGGE SUL PESO NETTO La Legge sul Peso Netto 1 LA LEGGE SUL PESO NETTO Comando Polizia Municipale Via Bologna 74 - salone Ufficio Verbali Relatori: Pietro Corcione, Igor Gallo D.Lgs. 6 settembre 2005 n 206 (Codice del Consumo)

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti

Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti Classificazione delle attività economiche nelle categorie TARES sopra i 5000 abitanti Classe 1 - Musei, biblioteche, scuole, associazioni, luoghi di culto Associazioni o istituzioni con fini assistenziali

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

PENTOLE A PRESSIONE ISTRUZIONI D USO E GARANZIA

PENTOLE A PRESSIONE ISTRUZIONI D USO E GARANZIA PENTOLE A PRESSIONE ISTRUZIONI D USO E GARANZIA LA COTTURA IN PENTOLA A PRESSIONE La pentola a pressione è uno strumento ancora tutto da scoprire, da conoscere e da valorizzare, sia dal punto di vista

Dettagli

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali -

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - (tratto dalla relazione di Martino Buzzi del 17.09.06) Lo stagno: un angolo di natura Avere uno stagno nel proprio

Dettagli

Esercitazione pratica di cucina N 11

Esercitazione pratica di cucina N 11 Esercitazione pratica di cucina N 11 Millefoglie di grana Con funghi porcini trifolati alla nepitella --------------------------------- Timballo di anelletti Siciliani al Ragù ---------------------------------

Dettagli

scienza come gioco lampadine bruciate

scienza come gioco lampadine bruciate IS science centre immaginario scientifico Laboratorio dell'immaginario Scientifico - Trieste tel. 040224424 - fax 040224439 - e-mail: lis@lis.trieste.it - www.immaginarioscientifico.it indice Accendiamo

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI E PER L IGIENE DEL SUOLO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI E PER L IGIENE DEL SUOLO REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI TORINO Consorzio Intercomunale di Servizi per l Ambiente LOGO COMUNE COMUNE di REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI E PER L IGIENE DEL SUOLO data: OTTOBRE 2012 SOMMARIO

Dettagli

Città di Novate Milanese

Città di Novate Milanese Città di Novate Milanese - Provincia di Milano - Cod. Fisc. P. Iva n. 02032910156 Sede municipale di V. Veneto, 18 c.a.p. 20026 Novate Milanese (MI) tel. 02/354731 fax. 02/33240000 lavpubblici@comune.novate-milanese.mi.it

Dettagli

Trekking di più giorni

Trekking di più giorni SEZIONE DI MORTARA Trekking di più giorni Cosa portare nello zaino Escursioni di più giorni Per i trekking il discorso peso diventa ancora più importante delle escursioni di un giorno o due. Portare sulle

Dettagli

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili 45 aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE Slowfood aprile 2010 www.slowfood.it Acqua alle corde Azioni sostenibili Professione happycoltore La rete delle comunità

Dettagli

10. sicurezza. dei tuoi cibi dipende anche da te. sicurezza

10. sicurezza. dei tuoi cibi dipende anche da te. sicurezza 10. sicurezza La dei tuoi cibi dipende anche da te sicurezza 10. La sicurezza dei tuoi cibi dipende anche da te Oggi i consumatori sono sempre più attenti alle questioni della sicurezza degli alimenti,

Dettagli

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. HACCP- RSO

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. HACCP- RSO La presente istruzione operativa dettaglia una specifica attività/fase di un processo descritto dalla procedura Piano Interno di Intervento Emergenza Migranti. La sanificazione ambientale viene intesa

Dettagli

Manuale informativo sull H.A.C.C.P.

Manuale informativo sull H.A.C.C.P. Manuale informativo sull H.A.C.C.P. per il controllo dell igiene degli alimenti (con particolare riferimento al controllo della temperatura) Manuale redatto dalla GIORGIO BORMAC S.r.l. Le informazioni

Dettagli

CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE. REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012

CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE. REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012 CANTINA PRODUTTORI DI VALDOBBIADENE REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art 42) ANN0 2012 NORME IGIENICO - SANITARIE I prodotti fitosanitari sono sostanze pericolose:

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate.

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. INDICE La presente guida contiene suggerimenti e indicazioni di carattere generale e a scopo puramente informativo. Non si deve prescindere dal leggere attentamente

Dettagli

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA 24 2 Sommario Perché questo opuscolo 3 Il benessere sostenibile e i consumi delle famiglie italiane 4 Le etichette energetiche 5 La scheda di prodotto 9 L etichetta

Dettagli

C.L. Tecniche della prevenzione nell ambiente e nei luoghi di lavoro Polo di Rieti. Calendario Lezioni 3 anno 2 Semestre - A.A.

C.L. Tecniche della prevenzione nell ambiente e nei luoghi di lavoro Polo di Rieti. Calendario Lezioni 3 anno 2 Semestre - A.A. I Settiman 2-6 Ore Lunedi 2 Martedi 3 Mercoledi 4 Giovedì 5 Venerdì 6 II 09-13 Ore Lunedì 9 Martedì 10 Mercoledì 11 Giovedì 12 Venerdì 13 III 16-20 Ore Lunedì 16 Martedì 17 Mercoledì 18 Giovedì 19 Venerdì

Dettagli

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Comune di Udine L ECO-UFFICIO Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Efficienza energetica: di necessità virtù L efficienza energetica non è semplice risparmio: è riduzione del consumo di

Dettagli

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi Evelina De Gregori Alessandra Rotondi al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze per la Scuola secondaria di primo grado UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Test d'ingresso NUMERI

Dettagli

Eco Natural Lucart: la nuova generazione di carta ecologica

Eco Natural Lucart: la nuova generazione di carta ecologica Natural Lucart: nuova generazione di carta ecologica Una gamma di prodotti INNOVATIVA nel filosofia produttiva, eccellente nelle PRESTAZIONI ed ECOLOGICA al 100%. Professional TecHnology La prima carta

Dettagli

Risparmiare acqua ed energia. Molti ne parlano, ecogenius lo rende concreto ad ogni lavaggio.

Risparmiare acqua ed energia. Molti ne parlano, ecogenius lo rende concreto ad ogni lavaggio. Risparmiare ed energia. Molti ne parlano, ecogenius lo rende concreto ad ogni lavaggio. Nuove lavastoviglie ecogenius. The future moving in. Risultati straordinari nel risparmio d. Con le nuove ecogenius,

Dettagli

Pizzaport il Thermoport di classe 2 per pizze e quant altro! [ Sistemi universali di trasporto vivande ] buone soluzioni

Pizzaport il Thermoport di classe 2 per pizze e quant altro! [ Sistemi universali di trasporto vivande ] buone soluzioni Pizzaport il Thermoport di classe 2 per pizze e quant altro! [ Sistemi universali di trasporto vivande ] buone soluzioni Appena sfornate! Calde... pizze dal Pizzaport Per un ottimo isolamento: struttura

Dettagli

Presentazione format Konopizza per nuove aperture Punti Vendita ITALIA.

Presentazione format Konopizza per nuove aperture Punti Vendita ITALIA. Presentazione format Konopizza per nuove aperture Punti Vendita ITALIA. In che cosa consiste il nostro format? Il cono è l attore protagonista di tutte le formule Konopizza diventando un ottimo contenitore

Dettagli

Note generali. Norme di sicurezza. Procedura generale di pulizia. Bollettino Istruzioni

Note generali. Norme di sicurezza. Procedura generale di pulizia. Bollettino Istruzioni 3M Italia, Gennaio 2011 Bollettino Istruzioni Applicazione pellicole su vetro Bollettino Istruzioni 3M Italia Spa Via Norberto Bobbio, 21 20096 Pioltello (MI) Fax: 02 93664033 E-mail 3mitalyamd@mmm.com

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Catalizzatore Kjeldahl(Se) pastiglie 1.2 Nome della societá o ditta:

Dettagli

La Regione Piemonte e la politica europea: gli indirizzi locali per il rispetto delle direttive comunitarie

La Regione Piemonte e la politica europea: gli indirizzi locali per il rispetto delle direttive comunitarie Il trattamento della frazione organica dei rifiuti urbani: sfide locali e globali - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - La Regione Piemonte e la politica europea:

Dettagli

ilmondo Impariamo insieme cosa sono i rifiuti e come si possono riciclare e smaltire dei Rifiuti

ilmondo Impariamo insieme cosa sono i rifiuti e come si possono riciclare e smaltire dei Rifiuti il mondo Impariamo insieme cosa sono i rifiuti e come si possono riciclare e smaltire dei Rifiuti Lo Sviluppo Sostenibile è quello sviluppo che consente alla generazione presente di soddisfare i propri

Dettagli

LA RACCOLTA DEI RIFIUTI NEL COMUNE DI TRENTO: DAI CASSONETTI STRADALI, AL PORTA A PORTA, ALLA TARIFFA TARI

LA RACCOLTA DEI RIFIUTI NEL COMUNE DI TRENTO: DAI CASSONETTI STRADALI, AL PORTA A PORTA, ALLA TARIFFA TARI via Belenzani, 18 I 38122 Trento tel. 0461 884935 I fax 0461 884940 servizio_ambiente@comune.trento.it Orario di apertura al pubblico: da lun. a ven. 8. 30-12 LA RACCOLTA DEI RIFIUTI NEL COMUNE DI TRENTO:

Dettagli

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G.

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G. Ministero della Salute RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G. ANNO 2014 2 Il presente rapporto è stato realizzato dalla Direzione Generale per l Igiene e la Sicurezza degli Alimenti e la Nutrizione

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae Benessere olistico del viso 100% natura sulla pelle 100% trattamento olistico 100% benessere del viso La natura restituisce......cio che il tempo sottrae BiO-REVITAL il Benessere Olistico del Viso La Natura

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Il sistema di lavaggio ActiveWater concentrato in 55 centimetri.

Il sistema di lavaggio ActiveWater concentrato in 55 centimetri. Il sistema di lavaggio ActiveWater concentrato in 55 centimetri. Nuove lavastoviglie ActiveWater Smart. Il massimo delle prestazioni in dimensioni ridotte. Sistema ActiveWater. Lavaggi perfetti, risparmio

Dettagli

CHECK UP AMBIENTALE DELLE IMPRESE DEL SETTORE TURISTICO

CHECK UP AMBIENTALE DELLE IMPRESE DEL SETTORE TURISTICO CHECK UP AMBIENTALE DELLE IMPRESE DEL SETTORE TURISTICO La gestione ambientale di una struttura turistica prevede di porre sotto controllo, gestire e ridurre gli impatti ambientali legati al ciclo di vita

Dettagli

Hawos Pegasus 230 Volt

Hawos Pegasus 230 Volt olt Pagina 2 Pagina 3 Pagina 3 Pagina 4 Pagina 5 Pagina 5 Pagina 6 Pagina 6/7 Pagina 7 Pagina 7 Pagina 8 Introduzione a Pegasus Scegliere le dimensioni della macinatura Iniziare e terminare il processo

Dettagli

LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE

LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE 8 luglio 2015 LA SPESA PER CONSUMI DELLE FAMIGLIE Anno 2014 Dopo due anni di calo, nel 2014 la spesa media mensile per famiglia in valori correnti risulta sostanzialmente stabile e pari a 2.488,50 euro

Dettagli

Manuale d uso. Rilevamento del parto. www.medria.fr

Manuale d uso. Rilevamento del parto. www.medria.fr Manuale d uso Rilevamento del parto www.medria.fr Grazie per la preferenza accordataci nell acquistare Vel Phone. Vi chiediamo di leggere attentamente il presente manuale di istruzioni per l uso, prima

Dettagli

Raccolta di problemi del tre semplice completi di soluzioni Proportionality Problems and Three rule

Raccolta di problemi del tre semplice completi di soluzioni Proportionality Problems and Three rule Proporzionalità Problemi del tre semplice - Raccolta di problemi del tre semplice completi di soluzioni Proportionality Problems and Three rule. Il Saulo e la Bea non hanno ancora deciso quale scala installare.

Dettagli