guida alla nuova raccolta differenziata della città di melfi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "guida alla nuova raccolta differenziata della città di melfi"

Transcript

1 guida alla nuova raccolta differenziata della città di melfi

2 cmaterie prime preziose, non RIFIUTI Qual è oggi il significato di rifiuto? Ciò che resta di un oggetto, o piuttosto una risposta negativa, ovvero uno stato d animo? Più probabilmente rifiuto coincide con l atteggiamento di attrito, di inerzia, l atteggiamento di chi non sa o non vuole interpretare nuovi bisogni collettivi, non immediatamente visibili ad ognuno di noi almeno fino a quando non vede con i suoi occhi i cassonetti vicino la propria casa stracolmi di spazzatura e la bolletta della TARSU (tra poco TARES) che aumenta senza il suo preventivo consenso. Solo in quel momento, quando è oramai troppo tardi, capiamo che c è qualcosa che non funziona e ce la prendiamo con gli amministratori, anche giustamente, ma continuiamo a non interrogarci e a non comprendere le cause. Perché aumentano i costi di smaltimento? Perché i sistemi territoriali di smaltimento vanno in crisi? Perché abbiamo un inceneritore o una discarica nel nostro comune? Non riusciamo a vedere il collegamento degli eventi critici con i gesti semplici che migliaia di cittadini compiono ogni giorno all interno delle cellule vitali che nel loro insieme costituiscono la città: le abitazioni e i luoghi di lavoro. Guardare le cose con uno stato d animo diverso, con la maturità e la consapevolezza che ogni piccolo gesto di ogni cittadino è collegato e

3 influisce con le dinamiche dell intera città, rappresenta la base culturale per lo sviluppo della nostra comunità. A partire dagli oggetti, anche per la parte che resta dopo averli utilizzati. Nella peggiore delle ipotesi possono trasformarsi in energia o, meglio, essere riutilizzati o riciclati come materie prime se collaboriamo nel restituirli attraverso i cassonetti disposti sul territorio urbano, o se li cediamo gratuitamente ad altri cittadini nel caso di mobili, vestiti giocattoli o simili. Se impareremo, all interno delle nostre case, a trattarli come materie prime preziose e non come spazzatura di cui sbarazzarci potremo vivere diversamente l organizzazione della raccolta. Dal 2001 al 2010 Melfi non ha mai superato il 10% di raccolta differenziata; la media della Basilicata nel 2010 è stata del 13,3%, in Italia del 35,3%. Entro il 2014 a Melfi dobbiamo arrivare almeno al 40%. Preserviamo l ambiente in cui viviamo, pensiamo a cosa lasciamo alle future generazioni e riduciamo oggi il costo dello smaltimento del residuo non riciclabile. È un obiettivo di tutti noi, una partita da giocare e vincere insieme. Livio Valvano Sindaco

4 cla nuova raccolta differenziata Recentemente alcune importanti modifiche sono state apportate al sistema di raccolta dei rifiuti, articolandolo ulteriormente in modo da renderlo ancora più semplice e fruibile da parte di cittadini, operatori e turisti. Con una raccolta differenziata più accurata ed intelligente è possibile salvare molti più materiali dalla discarica e dall inceneritore, avviarli al recupero e risparmiare così materie prime ed energia. Sono state perciò previste nuove tipologie di raccolta differenziata (l umido, il ritiro di sfalci e potature, raccoglitori di pile esauste presso ogni punto vendita, di medicinali scaduti presso farmacie e parafarmacie, ecc.) e l accorpamento di imballaggi e materiali recuperabili (carta, cartone, plastica, alluminio, ferro, legno, resti di cuoio e tessili) in un unico cassonetto di colore blu (MULTIMATERIALE) ad eccezione del vetro, che va conferito a parte in un apposito contenitore di colore verde, per agevolare, semplificare ed invogliare gli utenti a differenziare le varie tipologie di rifiuto. Nella predisposizione del nuovo servizio di raccolta si è tenuto infatti conto della necessità di accrescere la raccolta differenziata, puntando ad incrementare le quantità di materiali avviati al riciclo fino al livello previsto dalle norme vigenti, fissando come obiettivi l esecuzione di servizi realmente efficaci, il coinvolgimento diretto dell utenza e la massima intercettazione delle frazioni recuperabili, minimizzando, al contrario, il rifiuto indifferenziato da avviare a smaltimento.

5 Tutti i vecchi cassonetti sull intero territorio comunale sono stati sostituiti da isole ecologiche con 4 cassonetti di diverso colore e dimensioni, con un consistente aumento di contenitori per la raccolta differenziata e con drastica riduzione dei cassonetti del secco indifferenziato non riciclabile, di colore grigio. Il porta a porta presso le abitazioni del centro storico non esiste più; in sua sostituzione è stato introdotto il porta a porta di prossimità posizionando cioè le isole ecologiche con tutte e quattro le tipologie di cassonetti in vari punti sulla pubblica via, tra loro poco distanti, per consentire agli utenti di conferire le varie tipologie di rifiuto senza allontanarsi troppo dalle abitazioni. La raccolta differenziata deve partire direttamente dalla propria abitazione. Apprezzabili riduzioni di quantitativi di rifiuto conferiti all inceneritore Fenice o da conferire prossimamente in discarica sono state rilevate a distanza di poche settimane dall avvio del nuovo sistema di raccolta; l obiettivo, non irrealizzabile, è raggiungere il 40% di raccolta differenziata entro il La significativa riduzione del costo annuo di smaltimento dei rifiuti ha comportato risparmi che l Amministrazione Comunale ha deciso di investire nell ulteriore riduzione dei costi di smaltimento, puntando ad un maggiore efficientamento del servizio e destinando le risorse

6 all acquisto e alla consegna gratuita agli utenti di kit di pattumiere domestiche. Saranno pertanto (ad iniziare dai residenti nel centro storico e progressivamente, sulla base dei previsti ulteriori risparmi, a tutti i cittadini) consegnati gratuitamente kit di pattumiere domestiche costituiti da quattro piccoli contenitori di gradevole design, ad apertura frontale, con coperchi incernierati di colore diverso (blu, marrone, verde, grigio) richiamante il medesimo colore del cassonetti posti sulla pubblica via, impilabili e poco ingombranti, all interno dei quali ciascun utente potrà posizionare una busta biodegradabile, possibilmente trasparente, per iniziare già in casa il corretto conferimento dei rifiuti. Al momento del ritiro dei kit di pattumiere domestiche presso il Comune, Area Territorio e Ambiente, l utente, munito di documento di identità e copia del ruolo TARSU, dovrà sottoscrivere una autocertificazione, da consegnare agli incaricati dell Ente, con la quale si impegna ad aderire pienamente al sistema di raccolta differenziata. Tale autocertificazione consentirà all utente di fruire, già dal corrente anno, di una significativa riduzione del tributo dovuto per il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani. Per coloro che non dimostreranno di aver aderito al nuovo servizio, non sottoscrivendo l autocertificazione, saranno invece previste maggiorazioni. I rifiuti devono essere conferiti tutti i giorni, esclusa la domenica, dalle ore alle ore del mattino successivo.

7 Gli sfalci, le potature e tutti i rifiuti ingombranti (mobili, materassi, reti, frigoriferi, televisori, computer e lavatrici, divani, sedie, cucine a gas, stufe) e tutti gli oggetti voluminosi possono essere conferiti direttamente al Centro di Raccolta Comunale (di prossima apertura) ubicato in Melfi alla Via Monteverde, oppure telefonando al numero verde gratuito del Servizio Clienti della GISA ( ) che provvederà tempestivamente e su prenotazione al ritiro gratuito, limitatamente alle utenze domestiche, presso il civico della propria abitazione. La raccolta differenziata è obbligatoria e non facoltativa: i trasgressori sorpresi a conferire i rifiuti o gli oggetti ingombranti in modo non conforme alle leggi e regolamenti che disciplinano il servizio o fuori orario saranno severamente contravvenzionati. L AMIANTO: UN KILLER SILENZIOSO. L abbandono di oggetti contenenti fibre di amianto costituisce un grave reato punibile a norma di legge (D. Leg.vo n. 152/2006). Chi deve smaltire rifiuti contenenti amianto (coperture in eternit, canne fumarie, tubazioni, pannelli isolanti, etc.) e rifiuti inerti deve rivolgersi a ditte specializzate ed astenersi dal manometterli o depositarli in qualunque contenitore per la raccolta degli RSU o sulla pubblica via. Prima dell inizio dei lavori di demolizione o di rimozione dell amianto, ovvero dei materiali contenenti amianto, dagli edifici, strutture, apparecchi e impianti, nonché dai mezzi di trasporto, ai sensi

8 dell art. 34 del D.Lgs. 277/1991, la ditta che provvederà a rimuovere materiali contenenti amianto dovrà predisporre un Piano di Lavoro da inviare all Azienda Sanitaria Locale di Potenza (ASP) Ufficio Igiene, via Libertà, Melfi. Se l ASP non rilascia prescrizioni entro 90 giorni dall invio della suddetta documentazione, si possono eseguire i lavori, nell osservanza delle norme in vigore. Per ulteriori informazioni, relative allo smaltimento dell amianto, i cittadini potranno rivolgersi presso l Area Territorio e Ambiente (tel ). Oltre ai dispositivi di videosorveglianza già attivi sul territorio, saranno effettuati controlli senza preavviso da parte di operatori incaricati dal Comune anche presso le private abitazioni o in prossimità delle isole ecologiche. Il nuovo servizio si interfaccia con innovative tecnologie, utilizzate dal gestore del servizio (GISA) presso una piattaforma di selezione, che consentono una maggiore efficienza ed economicità delle risorse utilizzate, in quanto il materiale raccolto, apparentemente in modo indistinto (prevalentemente contenuto nel cassonetto blu del multimateriale) subisce, dopo la raccolta, un importante processo di recupero e valorizzazione. Le varie tipologie di rifiuto subiscono una riduzione dimensionale mediante triturazione, una successiva vibrovagliatura per agevolare

9 gli operatori nella fase di selezione e separazione ed infine avviene la deferrizzazione e pressatura in frazioni di rifiuti con caratteristiche differenti destinate ai vari consorzi di filiera. Il rifiuto non riciclabile (che una raccolta virtuosa dovrebbe auspicabilmente ridurre a quantità minime) viene compattato, imballato e conferito agli inceneritori o alle discariche. La GUIDA ed il VOCABOLARIO DEI RIFIUTI, di facile consultazione, vogliono costituire un valido ausilio per consentire a Noi tutti di raggiungere gli obiettivi individuati, riducendo costi e sprechi, massimizzando la raccolta differenziata, riducendo l inquinamento e garantendo il massimo decoro della città. Rinaldo Di Ciommo Assessore all Ambiente Alfonso Napodano GISA

10 come si fa la nuova raccolta differenziata come si fa La nuova organizzazione del servizio di raccolta differenziata sul territorio comunale di Melfi prevede il riordino delle postazioni ecologiche, con la sistemazione in ognuna di soli 4 cassonetti. È facile riconoscerli perché ogni contenitore ha un colore diverso. grigio per l indifferenziato secco (tutti i rifiuti che non si possono riciclare) blu per il multimateriale (plastica, carta e cartone, legno, tessuti, ferro, alluminio) marrone per l umido (tutti gli scarti di provenienza alimentare e vegetale) verde per il vetro I rifiuti devono essere conferiti tutti i giorni, esclusa la domenica, dalle ore alle ore del mattino successivo.

11 CASSONETTO GRIGIO indifferenziato secco non riciclabile COSA VA Solo i materiali che non possono essere destinati alla raccolta differenziata dei rifiuti: gomma e gommapiuma, guanti di gomma, cocci di ceramica, mozziconi di sigaretta, stracci sporchi, pannolini, assorbenti, garze, cerotti, rasoi e lamette usa e getta, spazzolini, batuffoli di cotone, spugnette sintetiche, carta chimica, carta plastificata, carta cerata, carta carbone, filtri e sacchi di aspirapolvere, cassette audio e video, compact disc e relative costudie, penne e pennarelli, nastro adesivo. Tutti gli imballaggi contaminati e non più recuperabili (salviettine struccanti, suole di scarpe, zerbini). COSA NON VA Tutti i rifiuti che si possono differenziare e recuperare, oltre a tutto ciò che si può consegnare presso il Centro Raccolta Comunale: rifiuti ingombranti, pericolosi, rifiuti elettronici anche se smontati, sostanze liquide, termometri, batterie per auto, bombolette spray, rifiuti derivanti da costruzioni e demolizioni (inerti, calcinacci), materiali metallici, indumenti usati, cartucce, toner e inchiostri ink-jet, vernici e solventi. COME FARE I rifiuti indifferenziati devono essere chiusi in buste di plastica biodegradabili (tipo quelle del supermercato) ed introdotti negli appositi contenitori di colore grigio. DA RICORDARE I rifiuti indifferenziati producono maggiore impatto ambientale rispetto agli altri, non sono riciclabili e rappresentano circa il 20% dei rifiuti che si producono in casa. Il loro smaltimento avviene in discarica o nei termovalorizzatori. Al momento di acquistare i prodotti rivolgersi sempre di più verso quelli che privilegiano confezioni essenziali o contenitori ricaricabili.

12 CASSONETTO blu multimateriale COSA VA Plastica, carta e cartone, legno, tessuti, ferro, alluminio. Plastica Bottiglie, flaconi e contenitori (sciroppi, creme, salse, yogurt, detersivi, saponi, cosmetici, prodotti per l igiene della casa e della persona, ecc...), vaschette rigide (frutta, dolciumi, affettati, yogurt, formaggi, pasta fresca, portauova, gelati ecc...), retini per frutta e verdura, blister e contenitori rigidi sagomati (contenitori di pile, contenitori di articoli da cancelleria, contenitori di prodotti informatici ecc...), film e pellicole (buste della spesa, buste da freezer, plastica in pellicola in genere), polistirolo (vaschette, chips da imballaggio), tappi per bottiglie, scatole e buste per il confezionamento degli abiti, bacinelle e secchi. Metallo (Ferro e Alluminio) Lattine in alluminio (bibite, olio), barattoli di metallo per alimenti ed ogni altro contenitore in metallo (pelati, piselli, fagioli, tonno, ecc...), fogli di alluminio, vaschette da forno, tubetti di conserve creme o cosmetici, scatole di acciaio, chiodi, fili di ferro, viti, caffettiere, pentolini di alluminio o in acciaio, tappi su bottiglie di vetro, chiusure metalliche per vasetti di vetro. Carta e Cartone Giornali, riviste, quaderni, libri, carta da pacchi, cartoncini, depliant, volantini, fotocopie e fogli vari, sacchetti di carta, scatole di cartone (per scarpe o alimenti: pasta, riso, sale, ecc...), imballaggi di cartone, blister, tetra-pak e cartoni per bevande in genere (latte, succhi di frutta, acqua e vino), carte che contengono piccole parti di materiale diverso (finestre di plastica sulle buste o sui cartoni di pasta).

13 Legno Cassette in legno (frutta e verdura) opportunamente ridotte, piccoli oggetti di legno e giocattoli, taglieri. Tessuti Stracci e tessuti di ogni tipo, abiti usati, guanti, cuscini, cuoio, coperte, cinture, borse, biancheria, berretti, bandiere. COSA NON VA Rifiuti da medicazioni (siringhe, sacche di plasma, contenitori per liquidi fisiologici e per emodialisi), beni durevoli in plastica (elettrodomestici, articoli casalinghi, complementi di arredo, ecc...), giocattoli, canne di irrigazione, articoli per l edilizia, barattoli e sacchetti per colle, vernici e solventi, cartelline portadocumenti con anelli, componentistica ed accessori auto, sacconi per materiale edile (es: calce e cemento) e per il giardinaggio, piatti e tazze in ceramica e porcellana, oggetti in terracotta, barattoli di metallo che contenevano prodotti tossici o infiammabili, musicassette, videocassette e relative custodie. COME FARE Svuotare e sciacquare i contenitori sporchi. Gli imballaggi non devono contenere residui di rifiuti organici e di sostanze pericolose. Schiacciare sempre le bottiglie di plastica per ridurne il volume. DA RICORDARE Ogni tonnellata di carta riciclata fa risparmiare circa 15 alberi, litri di acqua e kwh di energia elettrica. Le buste di plastica che si usano solo per qualche minuto possono restare nell ambiente tra i 15 e i anni. Procurarsi borse riutilizzabili o in cotone e non prendere buste di plastica o di carta. Riciclando l alluminio si risparmiano 12 tonnellate di anidride carbonica per ogni tonnellata di alluminio prodotta. Con 800 lattine riciclate si ricava il telaio di una bicicletta; con 70 lattine si produce una padella e con 37 una caffettiera.

14 CASSONETTO MARRONE umido COSA VA Tutti gli scarti di provenienza alimentare e vegetale: qualsiasi scarto di cucina, pane vecchio, pasta, riso, carni, piccoli ossi, gusci di conchiglie, crostacei, molluschi, gusci di uova, scarti di frutta e verdura, formaggi, alimenti deteriorati, fondi di caffè e filtri di the, piatti e bicchieri di carta usati, tovaglioli di carta usati, tappi di sughero, piante recise e potature di piccole piante compreso il terriccio, ceneri spente di caminetti, escrementi di animali, fiammiferi di legno, capelli, peli e piume, stuzzicadenti, lettiere per animali, carta oleata. COSA NON VA Qualunque tipo di rifiuto di natura non organica (pannolini, assorbenti, ecc...), alimenti liquidi, ossi di grandi dimensioni, mozziconi di sigaretta, grassi e oli, legno trattato o verniciato o in grosse pezzature, stracci anche se bagnati, confezioni di alimenti. COME FARE I rifiuti dell umido vanno inseriti in buste di plastica biodegradabili (tipo quelle del supermercato) e depositati nei cassonetti di colore marrone. DA RICORDARE La frazione umida costituisce circa il 30% dei nostri rifiuti. Dai rifiuti organici si ottiene il compost, un ottimo concime naturale che mantiene il terreno fertile e sano.

15 CASSONETTO verde vetro COSA VA Contenitori di vetro: bottiglie di vetro sia bianche che colorate, barattoli, vasetti per alimenti, vasetti per creme e cosmetici, flaconi, bicchieri rotti, piccoli oggetti di vetro rotti, ecc... COSA NON VA Ceramica, porcellana, lampadine, neon, lastre di vetro, cristalli, occhiali, pirex, vetro accoppiato, vetro retinato, stoviglie destinate ai forni a microonde, barattoli che abbiano contenuto prodotti chimici pericolosi (vernici, solventi, olio motore, benzina, trielina, ecc...). COME FARE Gli imballaggi di vetro devono essere svuotati, risciacquati e poi depositati negli appositi cassonetti di colore verde. Togliere i tappi di metallo dai contenitori e verificare la loro corretta separazione. Devono essere consegnati sciolti e non in buste di plastica. Boccioni e damigiane non devono essere abbandonati vicino ai cassonetti, ma trattati come ingombranti. È possibile attivare il servizio gratuito di ritiro a domicilio contattando il numero verde della Gisa , oppure consegnando direttamente presso il Centro di Raccolta Comunale. DA RICORDARE Il vetro non è biodegradabile per cui, se non viene recuperato, non rientra mai più nel ciclo industriale o nel ciclo della vita, ma rimane sepolto in discarica. Da 100 kg di vetro riciclato si producono 100 kg di nuovo vetro, con un risparmio di materie prime, energia e riducendo le emissioni in atmosfera delle attività produttive. Il 60% delle bottiglie oggi immesse al consumo in Italia sono ricavate da vetro riciclato proveniente dalla raccolta differenziata nazionale.

16 RIFIUTI INGOMBRANTI RIFIUTI INGOMBRANTI, sfalci e potature COSA SONO Sono quei beni di consumo che appartengono in prevalenza all arredo della casa: mobili, materassi, reti, frogoriferi, televisori, computer e lavatrici, oggetti voluminosi, divani, tavoli, sedie, cucine a gas, stufe, ecc... COME E DOVE VANNO ll loro smaltimento è possibile attraverso: a) il ritiro gratuito nei pressi del civico della propria abitazione con prenotazione al Numero Verde della Gisa b) consegna diretta presso il Centro di Raccolta Comunale. SFALCI E POTATURE COSA SONO I rifiuti vegetali provenienti da aree verdi: giardini, orti, balconi fioriti, aiuole, rami e potature. COME E DOVE VANNO ll loro smaltimento è possibile attraverso: a) il ritiro gratuito nei pressi del civico della propria abitazione con prenotazione al Numero Verde della Gisa b) consegna diretta presso il Centro di Raccolta Comunale.

17 pile Le pile sono rifiuti pericolosi perché contengono metalli pesanti come mercurio, nichel, piombo, cadmio che se abbandonati possono inquinare il terreno e le falde acquifere. Le pile esauste devono essere raccolte separatamente ed inserite negli appositi contenitori dislocati presso i tabaccai della città. FARMACI pile, farmaci, I farmaci scaduti sono rifiuti pericolosi e non recuperabili. Devono essere raccolti separatamente (privi della scatola in cartone) ed inseriti negli appositi contenitori nei pressi di farmacie e parafarmacie. Sono rifiuti derivanti da apparecchiature elettriche ed elettroniche e possono essere recuperati se trattati adeguatamente. Alcuni esempi: lavatrici, frigoriferi, tv, lavastoviglie, computer, telefoni cellulari, asciugacapelli, sveglie elettriche, frullatori, tostapane, spazzolini da denti elettrici, ferri da stiro, stampanti, ecc... I vanno consegnati presso il Centro di Raccolta Comunale. Per gli elettrodomestici di grandi dimensioni si può attivare il servizio gratuito di ritiro a domicilio, contattando il Numero Verde della Gisa. Per le apparecchiature elettriche ed elettroniche, in caso di sostituzione con acquisto di nuovo prodotto, l obbligo del ritiro è a carico del rivenditore (D.M. n.65 dell 8 marzo 2010).

18 il centro di raccolta comunale Il centro di raccolta comunale E SANZIONI cos è È un area attrezzata e custodita, a disposizione di tutti i melfitani, che consentirà di integrare e rafforzare il servizio di raccolta differenziata sul territorio comunale. L ubicazione e la data di apertura saranno comunicati tempestivamente alla cittadinanza. cosa si può CONSEGNARE Sarà possibile consegnare in modo differenziato tutte le tipologie di rifiuto urbano domestico per avviarli al recupero, al riciclo o ad un corretto smaltimento. Quando Il Centro sarà aperto dal martedì al sabato dalle ore 8 alle ore 12, il mercoledì e il venerdì anche dalle ore 15 alle ore 18. Il personale della Gisa fornirà indicazioni per il corretto conferimento dei rifiuti. L accesso al Centro di Raccolta Comunale sarà gratuito per le sole utenze domestiche. SANZIONI Il Comune di Melfi e la Gisa saranno impegnati in una campagna di sensibilizzazione nei confronti della cittadinanza affinché la consegna dei rifiuti avvenga in modo corretto e nell osservanza delle leggi vigenti. Eventuali comportamenti scorretti come: abbandono di rifiuti sul territorio inosservanza delle modalità di consegna abbandono di ingombranti presso i cassonetti dei rifiuti saranno sanzionati a norma di legge. L abbandono sul territorio di amianto (eternit, canne fumarie ed altri materiali contenenti fibre di amianto) oltre che pericoloso per l ambiente, costituisce un reato penale, punibile ai sensi del Decreto Legislativo n. 152/2006 e successive modifiche ed integrazioni.

19 VOCABOLARIO DEI RIFIUTI RIFIUTO TIPOLOGIA DOVE VA Abiti usati Multimateriale Cassonetto blu Accendino vuoto Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Acetone Rifiuto speciale Centro Raccolta Acido Rifiuto speciale Centro Raccolta Acquaragia Rifiuto speciale Centro Raccolta Addobbi natalizi Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Agende di carta o cartoncino Multimateriale Cassonetto blu bl Aghi Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Alberi di natale in plastica Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Alberi di natale naturali Umido Cassonetto marrone Alimenti avariati Umido Cassonetto marrone Alluminio Multimateriale Cassonetto blu Amianto Rifiuto speciale Azienda specializzata Antine di mobili Antiparassitari Rifiuto speciale Centro Raccolta Antiruggine Rifiuto speciale Centro Raccolta Antitarlo Rifiuto speciale Centro Raccolta Apparecchi elettronici Centro Raccolta Appendiabiti Apriscatole Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Armadi Asciugacapelli Aspirapolvere Asse da stiro Assorbente Indifferenziato Secco Cassonetto grigio VOCABOLARIO DEI RIFIUTI

20 VOCABOLARIO DEI RIFIUTI RIFIUTO TIPOLOGIA DOVE VA Attaccapanni Avanzi di cibo Umido Cassonetto marrone Bacinelle Multimateriale Cassonetto blu Bambole Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Bancale Bandiere Multimateriale Cassonetto blu Barattoli Multimateriale Cassonetto blu Bastoncino igienico per orecchie Umido Cassonetto marrone Battericida Rifiuto speciale Centro Raccolta Batterie auto e cellulare Rifiuto speciale Centro Raccolta Baule Berretti Multimateriale Cassonetto blu Biancheria Multimateriale Cassonetto blu Bianchetto Rifiuto speciale Centro Raccolta Bicchiere di carta non usato Multimateriale Cassonetto blu Bicchiere di plastica Multimateriale Cassonetto blu Bicchiere di vetro Vetro Cassonetto verde Bigiotteria Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Bilance Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Biro Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Biscotti Umido Cassonetto marrone Blister di lenti a contatto vuoti Multimateriale Cassonetto blu Bomboletta spray (T e/o F) Rifiuto speciale Centro Raccolta Bombolette in metallo Multimateriale Cassonetto blu Borse Multimateriale Cassonetto blu Bottiglie in plastica Multimateriale Cassonetto blu Bottiglie in vetro Vetro Cassonetto verde Bottoni Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Bricco del latte Multimateriale Cassonetto blu Bucce dell frutta Umido Cassonetto marrone Bulloneria Multimateriale Cassonetto blu

21 RIFIUTO TIPOLOGIA DOVE VA Buste Multimateriale Cassonetto blu Caffettiere Multimateriale Cassonetto blu Calamite Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Calcinacci Rifiuto Speciale Centro Raccolta Calcolatrici Centro Raccolta Caldaia Calendari Multimateriale Cassonetto blu Calze di nylon Multimateriale Cassonetto blu Candele Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Capelli Umido Cassonetto marrone Cappelli Multimateriale Cassonetto blu Caraffe Multimateriale Cassonetto blu Carne Umido Cassonetto marrone Carta Multimateriale Cassonetto blu Carta assorbente Multimateriale Cassonetto blu Carta assorbente unta Umido Cassonetto marrone Carta chimica per fax o stampanti Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Carta da forno Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Carta lucida da disegno Multimateriale Cassonetto blu Carta per alimenti (formaggi o salumi) Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Carta plastificata Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Carta sporca Umido Cassonetto marrone Carta stagnola Multimateriale Cassonetto blu Carta uova di pasqua Multimateriale Cassonetto blu Carta vetrata Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Cartone della pizza Umido Cassonetto marrone Cartone ondulato Multimateriale Cassonetto blu Cartucce stampanti Rifiuto speciale Centro Raccolta Cassette audio e video Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Cassette plastica o legno Multimateriale Cassonetto blu CD e relative custodie Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Cellophane Multimateriale Cassonetto blu Cenere spenta del caminetto Umido Cassonetto marrone VOCABOLARIO DEI RIFIUTI

22 VOCABOLARIO DEI RIFIUTI RIFIUTO TIPOLOGIA DOVE VA Ceramica Rifiuto speciale Centro Raccolta Cerotti Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Chewing gum Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Chiodo Multimateriale Cassonetto blu Cialda in plastica per il caffè Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Cibo Umido Cassonetto marrone Cinture Multimateriale Cassonetto blu Colla Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Computer Condizionatori d aria Confezioni in tetra pak Multimateriale Cassonetto blu Congelatori Contenitore da cucina in plastica Multimateriale Cassonetto blu Contenitori in carta per alimenti Multimateriale Cassonetto blu Contenitori in plastica per alimenti Multimateriale Cassonetto blu Coperchio yogurt in alluminio Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Coperte Multimateriale Cassonetto blu Cornice Corteccia Umido Cassonetto marrone Cosmetico Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Cotone idrofilo Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Cotton fioc Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Creta Cristallo Cucina Cuoio Multimateriale Cassonetto blu

23 RIFIUTO TIPOLOGIA DOVE VA Cuscini Multimateriale Cassonetto blu Damigiane Dentifricio Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Depliant Multimateriale Cassonetto blu Diluente Rifiuto speciale Centro Raccolta Dischetti del computer Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Dischi Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Diserbante Rifiuto speciale Centro Raccolta Divani DVD Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Elettrodomestici Erba Umido Cassonetto marrone Escrementi animali Umido Cassonetto marrone Eternit Rifiuto speciale Azienda specializzata Etichette adesive per indumenti Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Evidenziatori Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Faldoni per uffici senza anelli Multimateriale Cassonetto blu Farinacei Umido Cassonetto marrone Farmaci Farmaci Farmacie e Parafarmacie Fazzoletto usato Umido Cassonetto marrone Feltrini Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Ferro da stiro Fiala per iniezioni Farmacie Cassonetto bianco Fiammiferi di legno Umido Cassonetto marrone Fili elettrici Multimateriale Cassonetto blu Filo di ferro Multimateriale Cassonetto blu Filo interdentale Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Filtro di the, camomilla, tisane Umido Cassonetto marrone Filtro olio motore Fai da te Rifiuto speciale Centro Raccolta VOCABOLARIO DEI RIFIUTI

24 VOCABOLARIO DEI RIFIUTI RIFIUTO TIPOLOGIA DOVE VA Finestre Fiori finti Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Fiori recisi Umido Cassonetto marrone Flacone alimenti Multimateriale Cassonetto blu Flacone cosmetico Multimateriale Cassonetto blu Flacone medico Farmaci Cassonetto bianco Flacone shampoo Multimateriale Cassonetto blu Flebo Farmaci Cassonetto bianco Fogli da piante per appartamento Umido Cassonetto marrone Fogli pubblicitari Multimateriale Cassonetto blu Fogliame Umido Cassonetto marrone Fondo di caffè Umido Cassonetto marrone Forbici Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Forno Fotografie Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Frigorifero Frutta avariata Umido Cassonetto marrone Fusto detersivo Multimateriale Cassonetto blu Garze Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Giocattoli di piccole dimensioni Multimateriale Cassonetto blu Giocattoli di grandi dimensioni Girello bambini Gomma Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Gommapiuma Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Goniometro Indifferenziato Secco Cassonetto grigio Graffette Multimateriale Cassonetto blu Granaglie Umido Cassonetto marrone Grattugia Multimateriale Cassonetto blu Grucce appendiabiti Multimateriale Cassonetto blu

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto!

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! Umido Plastica e Lattine Carta e Cartone Secco non riciclabile Vetro (bianco e colorato) Farmaci scaduti Pile Legno Umido I rifiuti umidi vanno conferiti

Dettagli

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Comune di Padova Assessorato all Ambiente AcegasAps Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Le 3 Zone di raccolta nel Quartiere 1 Centro Tipo di Rifiuto Cosa conferire Cosa non conferire

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

FATTI FURBO... DIFFERENZIA

FATTI FURBO... DIFFERENZIA Per i comuni del Consorzio Canavesano Ambiente Guida alla raccolta differenziata... FATTI FURBO... DIFFERENZIA anche fatti tu furbo...!!!... e al rispetto dell ambiente DIFFERENZIA ANCHE TU!!! Bastano

Dettagli

Dividere i rifiuti. bidone giallo Caritas. centro di raccolta. assorbenti igienici. audio e video cassette e custodie

Dividere i rifiuti. bidone giallo Caritas. centro di raccolta. assorbenti igienici. audio e video cassette e custodie Dividere i rifiuti A TIPOLOGIA RIFIUTO abiti accendino accumulatori acidi alcool denaturato alcool etilico alluminio contenitori alluminio oggetti di grandi dimensioni amianto ampolle anticrittogamici

Dettagli

Guida alla nuova raccolta differenziata per la città di Como

Guida alla nuova raccolta differenziata per la città di Como Guida alla nuova raccolta differenziata per la città di Como www.apricaspa.it www.comune.como.it COMUNE DI COMO 1 2 Indice Insieme verso il 6 5% di raccolta differenziata pag. 4 Perché fare la raccolta

Dettagli

Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci.

Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. UNIONE DEI COMUNI Agugliano Camerata Picena Offagna Polverigi Santa Maria Nuova Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. Raccolta differenziata porta a porta. A.T.I. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci.

Dettagli

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani Utenze domestiche Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani Fare la raccolta differenziata In provincia di Modena, ogni giorno produciamo 1,75 chili di rifiuti a testa. Fare la raccolta differenziata

Dettagli

Dove lo butto? Elenco materiali aggiornato a dicembre 2014

Dove lo butto? Elenco materiali aggiornato a dicembre 2014 Dove lo butto? Elenco materiali aggiornato a dicembre 2014 OGGETTO Abbigliamento Abiti Accendini Accumulatori Acetone Acquaragia Adesivi chimici Agende di carta e/o cartoncino Albero di Natale vivo Alimentatori

Dettagli

AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE. per Lecco e provincia

AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE. per Lecco e provincia AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE per Lecco e provincia Sacco VIOLA Frazione secca multimateriale L IMPIANTO DI SELEZIONE DEL SACCO VIOLA I sacchi provenienti dalla raccolta, caricati su un nastro trasportatore,

Dettagli

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio ALTO BELICE AMBIENTE S.p.A. Cos'è l'imballaggio L uomo ha sempre fatto uso di contenitori e già 3500 anni fa le popolazioni egizie immagazzinavano e trasportavano unguenti, oli e vino in contenitori di

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE ervizi. a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta UTENZE DOMESTICHE presentazione Carissimi cittadina /cittadino, torno da te, per raccontarti la nostra esperienza

Dettagli

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI 3 EDIZIONE dati 2012 CHI L I HA Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI NASCONDE UN IDENTITÀ PLASTICA FREQUENTAVA VETRI ROTTI si spacciava per una lattina

Dettagli

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE COMUNE DI RUFFANO - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri del Consiglio Comunale

Dettagli

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento Che cos è il compost Il compost è il terriccio (humus) che si forma dai rifiuti organici (erba, foglie, avanzi di frutta e verdura, ecc) grazie all azione del sole, dell aria e dei microrganismi presenti

Dettagli

che fine fanno i tuoi Rifiuti? ognuno ha la sua strada... CoMPoStAggio CARtieRA VetReRiA

che fine fanno i tuoi Rifiuti? ognuno ha la sua strada... CoMPoStAggio CARtieRA VetReRiA che fine fanno i tuoi Rifiuti? ognuno ha la sua strada... VetReRiA CARtieRA CoMPoStAggio Regione del Veneto Presidente Giancarlo Galan Assessore alle Politiche dell Ambiente Giancarlo Conta Segretario

Dettagli

F10101 Autovetture Compresi ricambi e materiali di consumo. F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) Compresi ricambi e materiali di consumo

F10101 Autovetture Compresi ricambi e materiali di consumo. F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) Compresi ricambi e materiali di consumo BARRARE CATEGORIA DI INTERESSE CATEGORIA ISCRIZIONE DESCRIZIONE NOTE VEICOLI F10101 Autovetture F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) F10301 Veicoli Commerciali Leggeri (autotelaio) F10501 Macchine

Dettagli

Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica

Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica Bollette più leggere. Bollette più leggere..aria più pulita.aria più pulita Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica Ostellato 28 maggio 2004 A scuola di ecologia

Dettagli

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO GUIDA AL CONFEZIONAMENTO 1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO Si devono rispettare i limiti massimi di dimensioni e peso indicati nella tabella: prodotto limite massimo di peso dimensioni massime Pacco ordinario

Dettagli

Trekking di più giorni

Trekking di più giorni SEZIONE DI MORTARA Trekking di più giorni Cosa portare nello zaino Escursioni di più giorni Per i trekking il discorso peso diventa ancora più importante delle escursioni di un giorno o due. Portare sulle

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

Cos'è e come funziona una discarica.

Cos'è e come funziona una discarica. Cos'è e come funziona una discarica. La discarica di rifiuti è un luogo dove vengono depositati in modo non differenziato i rifiuti solidi urbani e tutti i rifiuti provenienti dalle attività umane. La

Dettagli

Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee.

Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee. Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee. Sono definite temporanee tutte quelle manifestazioni quali Sagre, Feste Campestri ecc. aperte al pubblico, in cui,

Dettagli

COMPOSTAGGIO DOMESTICO

COMPOSTAGGIO DOMESTICO PROGETTO DI INCENTIVAZIONE AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO DA ATTUARSI NEI COMUNI DI ABETONE, CUTIGLIANO, MARLIANA, PESCIA, PITEGLIO SAMBUCA PISTOISE, SAN MARCELLO PISTOIESE A cura di: APRILE 2008 PREMESSA Il

Dettagli

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag.

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag. DEM8.5/10 Istruzioni per l uso............pag. 2 Use and maintenance manual....pag. 11 Mode d emploi et d entretien.....pag. 20 Betriebsanleitung.............pag. 29 Gebruiksaanwijzing..............pag.

Dettagli

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Comune di Udine L ECO-UFFICIO Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Efficienza energetica: di necessità virtù L efficienza energetica non è semplice risparmio: è riduzione del consumo di

Dettagli

Divieto di commercializzazione dei sacchetti non biodegradabili e compostabili

Divieto di commercializzazione dei sacchetti non biodegradabili e compostabili Divieto di commercializzazione dei sacchetti non biodegradabili e compostabili Vademecum operativo Con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale della legge 11 agosto 2014, n. 116 che converte il Dl 91/2014,

Dettagli

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA 24 2 Sommario Perché questo opuscolo 3 Il benessere sostenibile e i consumi delle famiglie italiane 4 Le etichette energetiche 5 La scheda di prodotto 9 L etichetta

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

ALLEGATO 10. Materie tessili e loro manufatti della sezione XI

ALLEGATO 10. Materie tessili e loro manufatti della sezione XI ALLEGATO 10 ELENCO DELLE LAVORAZIONI O TRASFORMAZIONI ALLE QUALI DEVONO ESSERE SOTTO- POSTI I MATERIALI NON ORIGINARI AFFINCHÉ IL PRODOTTO FINITO POSSA AVERE IL CARATTERE DI PRODOTTO ORIGINARIO Materie

Dettagli

Realizzato in PET riciclato. La natura ci guida. Consigli per comportamenti eco-logici. famila.it

Realizzato in PET riciclato. La natura ci guida. Consigli per comportamenti eco-logici. famila.it Realizzato in PET riciclato La natura ci guida Consigli per comportamenti eco-logici. famila.it Insieme per l ambiente. La nuova vita della plastica Questo supporto è stato realizzato con materiale riciclato:

Dettagli

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA E composta dalla sigla CE e, nel caso un Organismo Notificato debba intervenire nella fase del controllo della produzione, contiene anche il numero d identificazione

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA

SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA MOD. COM 3 SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO: MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Al SUAP Ai sensi del D. L.vo 114/98, D. L.vo 59/10 e L. 122/10 Il sottoscritto

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Marco Glisoni Maria Lisa Procopio Incontro formativo Progetto APE settembre 2014 Il Piano d Azione Nazionale per il GPP Piano d azione per la

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO ndice 1 Fai come fa la Natura 2 Cosa ci metti per fare la terra? 3 Come funziona il Compostaggio 4 Le cose

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO In base all art. 256 del D. Lgs. 81/2008, così come modificato dal D. Lgs. 106/2009, i

Dettagli

Logistica di Amazon. Guida rapida alla creazione della spedizione

Logistica di Amazon. Guida rapida alla creazione della spedizione Logistica di Amazon Guida rapida alla creazione della spedizione Come inviare le spedizioni Logistica di Amazon ad Amazon in modo efficiente e senza intoppi Agenda 1 2 3 4 5 6 7 Creazione di una spedizione

Dettagli

BOLLO ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE

BOLLO ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE MOD.COM 2 BOLLO copia per il Comune ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE Al Comune di * Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt. 8,9,10, comma 5),

Dettagli

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5).

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5). Ceramica Nell antichità il vaso non era un semplice un semplice oggetto utile nella vita quotidiana, ma era anche merce di scambio. Il lavoro del vasaio, inizialmente era collegato alle stagioni e dunque

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati

l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati CATALOGO EXA l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati + pratico + sicuro + economico + ecologico 3 edizione Azienda Certificata ISO 9001 e ISO 14001 IL SISTEMA

Dettagli

ilmondo Impariamo insieme cosa sono i rifiuti e come si possono riciclare e smaltire dei Rifiuti

ilmondo Impariamo insieme cosa sono i rifiuti e come si possono riciclare e smaltire dei Rifiuti il mondo Impariamo insieme cosa sono i rifiuti e come si possono riciclare e smaltire dei Rifiuti Lo Sviluppo Sostenibile è quello sviluppo che consente alla generazione presente di soddisfare i propri

Dettagli

ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 04.07.2006 9:56:34 Uhr

ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 04.07.2006 9:56:34 Uhr ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 1 LIFTKAR, il carrello motorizzato saliscale e MODULKAR, il carrello manuale. 2 3 Caratteristiche principali: 1) Tubolare in Alluminio in

Dettagli

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate.

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. INDICE La presente guida contiene suggerimenti e indicazioni di carattere generale e a scopo puramente informativo. Non si deve prescindere dal leggere attentamente

Dettagli

Prodotti di cui ti puoi fidare

Prodotti di cui ti puoi fidare Prodotti di cui ti puoi fidare Vogliamo offrirti alimenti di buona qualità a prezzi bassi, prodotti in modo responsabile. Stiamo lavorando in tutte le parti della catena alimentare, dalla fattoria al negozio

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE MOD.COM 3 Al Comune di * ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA copia per il Comune COMUNICAZIONE Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt.10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto

Dettagli

L impatto ambientale degli inchiostri da stampa

L impatto ambientale degli inchiostri da stampa FEDERCHIMICA CONFINDUSTRIA AVISA Gruppo inchiostri da stampa e serigrafici L impatto ambientale degli inchiostri da stampa Marzo 2013 Questa nota informativa è stata preparata da EuPIA basandosi su di

Dettagli

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI Con decreto direttoriale del 7 ottobre 2013, il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha adottato il Programma Nazionale di

Dettagli

V-ZUG SA. Cappa aspirante DW-SE/DI-SE. Istruzioni per l uso

V-ZUG SA. Cappa aspirante DW-SE/DI-SE. Istruzioni per l uso V-ZUG SA Cappa aspirante DW-SE/DI-SE Istruzioni per l uso Grazie per aver scelto uno dei nostri prodotti. Il vostro apparecchio soddisfa elevate esigenze, e il suo uso è molto semplice. E tuttavia necessario

Dettagli

CHECK UP AMBIENTALE DELLE IMPRESE DEL SETTORE TURISTICO

CHECK UP AMBIENTALE DELLE IMPRESE DEL SETTORE TURISTICO CHECK UP AMBIENTALE DELLE IMPRESE DEL SETTORE TURISTICO La gestione ambientale di una struttura turistica prevede di porre sotto controllo, gestire e ridurre gli impatti ambientali legati al ciclo di vita

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE MOD.COM. 6 copia per il Comune Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE Al Comune di *... Ai sensi del D.L.vo 31/3/1998

Dettagli

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI. Art. 1 - Oggetto del regolamento

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI. Art. 1 - Oggetto del regolamento TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Oggetto del regolamento 1. Il presente regolamento ha per oggetto la disciplina dei servizi di raccolta, trasporto e conferimento a smaltitori finali dei rifiuti

Dettagli

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO IL SUGHERO CHE COS È Il sughero è un prodotto naturale che si ricava dall estrazione della corteccia della Quercus suber L, la quercia da sughero. Questa pianta è una sempreverde, longeva, che cresce nelle

Dettagli

Campo di Tiro Le Macchie Regolamento

Campo di Tiro Le Macchie Regolamento Campo di Tiro Le Macchie Regolamento Allo scopo di garantire al Tiro sportivo con armi da fuoco un crescente sviluppo anche all interno del Nostro poligono e che i sacrifici di chi si è prodigato perché

Dettagli

Leonia Le città invisibili di Italo Calvino

Leonia Le città invisibili di Italo Calvino La città di Leonia rifà se stessa tutti i giorni: ogni mattina la popolazione si risveglia tra lenzuola fresche, si lava con saponette appena sgusciate dall'involucro, indossa vestaglie nuove fiammanti,

Dettagli

Ne forniamo alcuni esempi.

Ne forniamo alcuni esempi. Con il termine coordinamento oculo-manuale si intende la capacità di far funzionare insieme la percezione visiva e l azione delle mani per eseguire compiti di diversa complessità. Per sviluppare questa

Dettagli

Prevenzione dell allergia ad inalanti

Prevenzione dell allergia ad inalanti Prevenzione dell allergia ad inalanti La patologia allergica respiratoria è molto frequente nella popolazione generale: la sua prevalenza si aggira in media intorno al 10-15%. Inoltre, negli ultimi 20

Dettagli

COMUNICAZIONE. Al Comune di *

COMUNICAZIONE. Al Comune di * 7864 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 82 del 30-6-2004 MOD.COM 3 Al Comune di * ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE Ai sensi della l.r. 11/03

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI E PER L IGIENE DEL SUOLO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI E PER L IGIENE DEL SUOLO REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI TORINO Consorzio Intercomunale di Servizi per l Ambiente LOGO COMUNE COMUNE di REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI E PER L IGIENE DEL SUOLO data: OTTOBRE 2012 SOMMARIO

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE. Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE. Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto MOD.COM 1, copia per il Comune ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE Al Comune di * Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto Cognome Nome C.F.

Dettagli

Note generali. Norme di sicurezza. Procedura generale di pulizia. Bollettino Istruzioni

Note generali. Norme di sicurezza. Procedura generale di pulizia. Bollettino Istruzioni 3M Italia, Gennaio 2011 Bollettino Istruzioni Applicazione pellicole su vetro Bollettino Istruzioni 3M Italia Spa Via Norberto Bobbio, 21 20096 Pioltello (MI) Fax: 02 93664033 E-mail 3mitalyamd@mmm.com

Dettagli

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista CAMPI DI APPLICAZIONE Impermeabilizzazione di: coperture piane; balconi e terrazzi;

Dettagli

COS È L ALLUMINIO? UN PROGETTO DI

COS È L ALLUMINIO? UN PROGETTO DI COS È L ALLUMINIO? UN PROGETTO DI 1. STORIA DELL ALLUMINIO 2. COME SI PRODUCE 3. CICLO DELL ALLUMINIO 4. ALLUMINIO INTORNO A NOI 5. LO SAPEVI CHE? UN PROGETTO DI STORIA DELL ALLUMINIO LE ORIGINI DELL ALLUMINIO

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 Ordinanza Sindacale n. 41/2012 Prot. n. 12292 ORDINANZA SINDACALE (Adozione misure

Dettagli

"IMPARIAMO A RICICLARE"

IMPARIAMO A RICICLARE COLLEGIO ARCIVESCOVILE Castelli PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE "IMPARIAMO A RICICLARE" (progetto di durata annuale) Anno scolastico 2008/2009 Classi terze e quarte - Scuola primaria FINALITA' Il Progetto

Dettagli

La movimentazione dei materiali (material handling)

La movimentazione dei materiali (material handling) La movimentazione dei materiali (material handling) Movimentazione e stoccaggio 1 Obiettivo generale La movimentazione e stoccaggio dei materiali (material handling MH) ha lo scopo di rendere disponibile,

Dettagli

più compost, meno rifiuti Vantaggi per te, vantaggi per l ambiente

più compost, meno rifiuti Vantaggi per te, vantaggi per l ambiente guida al compostaggio più compost, meno rifiuti Vantaggi per te, vantaggi per l ambiente Ho in testa una gran bella idea: Brescia più bella, più sana, più pulita. Un obiettivo possibile, adottando semplicemente

Dettagli

Eco Natural Lucart: la nuova generazione di carta ecologica

Eco Natural Lucart: la nuova generazione di carta ecologica Natural Lucart: nuova generazione di carta ecologica Una gamma di prodotti INNOVATIVA nel filosofia produttiva, eccellente nelle PRESTAZIONI ed ECOLOGICA al 100%. Professional TecHnology La prima carta

Dettagli

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae Benessere olistico del viso 100% natura sulla pelle 100% trattamento olistico 100% benessere del viso La natura restituisce......cio che il tempo sottrae BiO-REVITAL il Benessere Olistico del Viso La Natura

Dettagli

Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA

Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA Acquistare una zucca fresca o già secca. Nel primo caso sarà opportuno comprarla in un periodo caldo per godere delle giornate

Dettagli

PERCENTUALI CON LE FRAZIONI

PERCENTUALI CON LE FRAZIONI Visto che il 20% di un numero è uguale a frazionario per calcolare le percentuali. 20 100 n allora possiamo utilizzare il calcolo DATI n= numero intero p= frazione (percentuale) r= numeratore (tasso di

Dettagli

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE LIMITED WARRANTY EDILIZIA VERTICALE Wolly 2 La centrale che per la sua versatilità di installazione ha rivoluzionato il concetto di aspirapolvere centralizzato, consentendo la sua installazione anche nei

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

Esperienze con l elettricità e il magnetismo

Esperienze con l elettricità e il magnetismo Esperienze con l elettricità e il magnetismo Laboratorio di scienze Le esperienze di questo laboratorio ti permettono di acquisire maggiore familiarità con l elettricità e il magnetismo e di sperimentare

Dettagli

COMUNE DI PICCO I L E G S I T PER U O D I N O M G I R L O E N M

COMUNE DI PICCO I L E G S I T PER U O D I N O M G I R L O E N M COMUNE DI PICCOLI GESTI PER UN MONDO MIGLIORE La Città di Udine aderisce, con altri 14 enti pubblici europei, al progetto Cyber Display. Lo scopo è aumentare e migliorare la conoscenza nell uso delle risorse

Dettagli

alluvioni e frane Si salvi chi può!

alluvioni e frane Si salvi chi può! alluvioni e frane Che cos è l alluvione? L alluvione è l allagamento, causato dalla fuoriuscita di un corso d acqua dai suoi argini naturali o artificiali, dopo abbondanti piogge, nevicate o grandinate,

Dettagli

Manuale d uso. Rilevamento del parto. www.medria.fr

Manuale d uso. Rilevamento del parto. www.medria.fr Manuale d uso Rilevamento del parto www.medria.fr Grazie per la preferenza accordataci nell acquistare Vel Phone. Vi chiediamo di leggere attentamente il presente manuale di istruzioni per l uso, prima

Dettagli

LA RACCOLTA DEI RIFIUTI NEL COMUNE DI TRENTO: DAI CASSONETTI STRADALI, AL PORTA A PORTA, ALLA TARIFFA TARI

LA RACCOLTA DEI RIFIUTI NEL COMUNE DI TRENTO: DAI CASSONETTI STRADALI, AL PORTA A PORTA, ALLA TARIFFA TARI via Belenzani, 18 I 38122 Trento tel. 0461 884935 I fax 0461 884940 servizio_ambiente@comune.trento.it Orario di apertura al pubblico: da lun. a ven. 8. 30-12 LA RACCOLTA DEI RIFIUTI NEL COMUNE DI TRENTO:

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

Costruire una pila in classe

Costruire una pila in classe Costruire una pila in classe Angela Turricchia, Grazia Zini e Leopoldo Benacchio Considerazioni iniziali Attualmente, numerosi giocattoli utilizzano delle pile. I bambini hanno l abitudine di acquistarle,

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

"#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro

#$%&'()! *$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()!"*$!$*#+#!,)!$-%#.# Cos é un solvente? Molte sostanze chimiche, usate per distruggere o diluire altre sostanze

Dettagli

scienza come gioco lampadine bruciate

scienza come gioco lampadine bruciate IS science centre immaginario scientifico Laboratorio dell'immaginario Scientifico - Trieste tel. 040224424 - fax 040224439 - e-mail: lis@lis.trieste.it - www.immaginarioscientifico.it indice Accendiamo

Dettagli

Un'analogia con il circuito idraulico

Un'analogia con il circuito idraulico Pompa Generatore di tensione (pila) Flusso d acqua PUNTI DI DOMANDA Differenza di potenziale Rubinetto Mulinello Lampadina Corrente elettrica 1. Che cos è l energia elettrica? E la corrente elettrica?

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI MANUALE DI GESTIONE Breve descrizione del canile (fabbricati: box, locali accessori). Modalità di approvvigionamento idrico e smaltimento reflui animali. Individuazione responsabile generale (titolare)

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010. L attività di ASSOCASA per una detergenza sostenibile

Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010. L attività di ASSOCASA per una detergenza sostenibile Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010 L attività di ASSOCASA per una detergenza sostenibile A cura di ASSOCASA Assocasa Associazione Nazionale Detergenti e Specialità

Dettagli

Hawos Pegasus 230 Volt

Hawos Pegasus 230 Volt olt Pagina 2 Pagina 3 Pagina 3 Pagina 4 Pagina 5 Pagina 5 Pagina 6 Pagina 6/7 Pagina 7 Pagina 7 Pagina 8 Introduzione a Pegasus Scegliere le dimensioni della macinatura Iniziare e terminare il processo

Dettagli

La Temperatura degli Alimenti

La Temperatura degli Alimenti La Temperatura degli Alimenti L'ATP è la regolamentazione per i trasporti frigoriferi refrigerati a temperatura controllata di alimenti deperibili destinati all'alimentazione umana. A.T.P. = Accord Transport

Dettagli

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE In questo congelatore possono essere conservati alimenti già congelati ed essere congelati alimenti freschi. Messa in funzione del congelatore Non occorre impostare la

Dettagli