PRESENTANO: ED IL CONTRIBUTO DI CON LA COLLABORAZIONE DI:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PRESENTANO: ED IL CONTRIBUTO DI CON LA COLLABORAZIONE DI:"

Transcript

1 PRESENTANO: ED IL CONTRIBUTO DI CON IL PATROCINIO DI: CON LA COLLABORAZIONE DI:

2 PRESENTAZIONE ASS. CULTURALE il centro L associazione culturale Il Centro Centro Psicosociale, via Zanardelli, 194, Viareggio (LU) Presenta progetto di Educazione Ambientale. Il progetto Per un Mondo più Pulito nasce con l intento di guidare i bambini ad un avvicinamento progressivo e ludico al problema del rispetto ambientale, partendo dal porre i ragazzi a confronto con l habitat a loro più vicino (come ad esempio la scuola e la casa) per poi allargarne la percezione e la coscienza sul tema verso il mondo esterno. Attraverso questo progetto si vuole quindi sensibilizzare gli alunni delle scuole materne elementari e medie all educazione ambientale, puntando sulle concrete capacità d apprendimento dei singoli ragazzi, avendo come obiettivo quello di insegnare loro come il rispetto del mondo in cui viviamo e della civiltà in cui ci sviluppiamo passa anche attraverso una corretta scelta delle modalità e delle tecniche di raccolta dei rifiuti. All interno del volume su cui si basa il progetto si troverà una storia fantastica ma anche giochi, quiz, laboratori da fare a casa in compagnia degli adulti e tanto altro ancora. Essenzialmente l Associazione Il Centro ha voluto creare questo volume per motivi culturali e obiettivi didattici. Spiegare la storia e il percorso dei prodotti da riciclare, in quali contenitori vanno, come facilitare gli operatori che si occupano della raccolta, come avviene il viaggio verso il centro di raccolta (Sea Risorse), come vengono lavorati e infine come possono essere riutilizzati i prodotti riciclabili. Inoltre abbiamo deciso di inserire al suo interno tutta una serie di attività interattive finalizzate ad accrescere, stuzzicare e divertire il bambino. Riteniamo sia importante evidenziare come il nostro intento sia quello di focalizzare l attenzione del bambino sui differenti colori dei contenitori (campana, bidone, bidone carrellato, sacchetto, etc..). Giochi, quiz, filastrocche, percorsi di abilità e disegni raccolti nel volume sono tesi a voler lasciare nella memoria a lungo termine, una traccia ben definita della diretta proporzionalità tra prodotto da smaltire e colore del raccoglitore da utilizzare. Considerazioni: Già nella fase di preparazione del progetto ci siamo subito resi conto di come il progetto Per un mondo più pulito venisse ben accettato dalla comunità e dalle istituzioni stesse. Siamo convinti che, dopo aver assistito all avvincente teatrino luminoso che rappresenta la storia fantastica con annessi cicli dei rifiuti e dopo essersi allenati al gioco Indovina il contenitore i bambini avranno chiare le modalità, e non solo, su come viene effettuata sul Comune di Viareggio la raccolta differenziata porta a porta. In fin dei conti ci auguriamo che i piccoli vengano coinvolti al punto tale che, una volta arrivati a casa, saranno proprio loro a condurre una corretta raccolta differenziata porta a porta e che possano persino arrivare a redarguire i genitori nel caso in cui questi ultimi non si dimostrino altrettanto educati e capaci. Appare evidente come una doverosa educazione sul tema oggetto del presente progetto ha come scopo diretto quello di formare quelli che saranno i protagonisti del domani a comportarsi in modo consono all ambiente che li circonda ma, allo stesso tempo ed in misura a nostro avviso importante, aumentare il volume del materiale riciclato comporterà una migliore gestione delle risorse economiche dedicate al settore per tutti quei soggetti istituzionali che vorranno dare spazio al progetto, favorendone la diffusione e la promozione sul territorio. Il Presidente dell associazione culturale il centro : David Daniel Swan

3 I nostri amici venivano da un viaggio lungo e faticoso e nonostante avessero attraversato molte galassie si sentivano felici del loro lavoro. I Piccoli satelliti non avrebbero potuto fare di più e ora la missione stava per volgere al termine. Lino e Tina si guardarono negli occhi teneramente, mancava soltanto un piccolo pianeta da visitare: la Terra. Era davvero minuscolo (a paragone degli altri su cui erano stati) ma molto bello, con tanto verde e azzurro. Almeno così lo ricordavano.. (Divertiti a colorare i disegni) In tutta fretta dalla superficie del pianeta Terra schizzarono dei puntini così veloci da sembrare stelle. "Siamo pronti a decollare e a lasciare la Terra" disse una voce forte e potente, intercettata dalle super orecchie sensibilissime di Lino e Tina. "Grazie, esploratori, per il vostro lavoro e per la vostra ricerca. Ci trasferiremo immediatamente sul nuovo pianeta che avete scoperto. Ormai tutto lo spazio disponibile sulla Terra è stato quasi sommerso dalla spazzatura e non ne possiamo più: dobbiamo andarcene". Lino e Tina non riuscivano a credere alle loro orecchie: erano gli abitanti della Terra, sommersi dai rifiuti e in fuga da quella enorme pattumiera invivibile che era diventato il loro pianeta. "Dobbiamo fare qualcosa" dissero all'unisono. Iniziarono tempestivamente la manovra di atterraggio sopra uno strano prato, ormai divenuto completamente grigio per i rifiuti, dai quali era ricoperto. 3

4 La loro discesa non era passata inosservata: in pochissimo tempo furono circondati da tantissimi bambini, giunti per dare loro un affettuoso benvenuto. "Ma cosa sta succedendo?" chiesero Lino e Tina incuriositi e stupiti "I nostri genitori, disperati e disgustati, hanno deciso di lasciare la Terra, perché non sanno più cosa fare" disse Marco, il più coraggioso tra loro, tanto da essersi avvicinato per primo. "Vi prego, aiutateci! Dobbiamo fare qualcosa, ma che cosa?" "Semplice: la raccolta differenziata, ovviamente! Ve la insegneremo noi con l aiuto dei nostri amici Aiutanti! Bastano tre semplici ingredienti: impegno, buona volontà e un centro di raccolta. Ma come prima cosa dovete fare rientrare le navi degli esploratori e fermare i vostri genitori". I bambini entusiasti, corsero a chiamare i loro genitori per convincerli a non partire più e ad ascoltare i consigli dei loro nuovi amici che volevano insegnare a tutti, ma proprio a tutti, come raccogliere e differenziare i rifiuti. L'idea di Lino era semplicemente straordinaria: bastava organizzarsi per salvare quel pianeta in pericolo. Una compagna che lo aiutasse nel lavoro era lì, accanto a lui, così come l energia dei bambini; non serviva nient'altro. Anche i due robottini Aiutanti, un po maldestri, che accompagnavano Lino e Tina, si sarebbero impegnati a far bene la raccolta differenziata. Alle astronavi pronte al decollo fu dato l'ordine di fermarsi e a quelle già in orbita fu dato ordine di atterrare nell'aeroporto della propria città. 4

5 "Bene, possiamo cominciare, inizieremo la nostra avventura raccogliendo il secco non riciclabile. Improvvisamente qualcosa di incredibile attirò l attenzione di adulti e bambini, la pancia metallica di Lino si aprì come una finestra e da lì venne proiettato fuori un fascio di luce talmente luminoso che tutti chiusero gli occhi per un istante. Non abbiate paura! È solamente una specie di teatrino luminoso tridimensionale! Adesso vedrete come funziona il ciclo del secco!. Nell aria tutti i presenti, sbalorditi dai poteri di quello strano satellite, riuscirono a vedere il seguente schema: CICLO RESIDUO SECCO NON RICICLABILE 1) 4) 2) 3) 5

6 RACCOLTA RIFIUTI QUIZ di LINO e TINA! 1. Sai quante lattine si producono nel mondo al secondo? A) B) 10'000 C) Quanto occorre ad un fazzolettino di carta per biodegradarsi? A) 2 mesi B) 10 giorni C) 4 settimane (soluzione a pag. 30) Dopo la spiegazione di Lino si fece avanti Tina. Prima di raccontarvi alcune curiosità sul materiale che abbiamo appena raccolto vi voglio spiegare una cosa molto importante. Tina cominciò a disegnare su una lavagna un grafico, e disse: Cari abitanti del Pianeta Terra, è giusto che sappiate e che teniate sempre presente quanti rifiuti produce giornalmente ogni abitante della vostra Regione. Come ebbe finito di parlare, sulla lavagna comparve questo grafico: Composizione media dei rifiuti vetro c.a 6% metalli c.a 3% plastica c.a 10% scarti di cucina sfalcie potaure c.a 33% carta e cartone c.a 20% residuo secco (non riciclabile) c.a 20% altro c.a 2% legno c.a 3% tessuti c.a 3% 6

7 CURIOSITÀ SUL SECCO NON RICICLABILE 1) Il rifiuto secco non riciclabile è tutto ciò che resta dopo aver eseguito le raccolte differenziate. Spesso si tratta di oggetti composti da più materiali diversi. 2) Questo tipo di rifiuti viene portato in un termo-distruttore oppure in discarica. 3) Dalla decomposizione dei rifiuti posti in discarica si può ottenere biogas, composto prevalentemente da metano, che può essere trasformato a sua volta in energia elettrica. Una volta che ebbero raccolto tutto il secco non riciclabile i bambini e i genitori si affrettarono a chiedere ai due satelliti quale fosse il prossimo passo per portare avanti la raccolta. Molto bene, disse Lino compiaciuto nel vedere quelle facce attente e interessate, ora cominceremo con il CICLO DEGLI IMBALLAGGI IN PLASTICA. Per la seconda volta tutti si misero ad osservare attentamente la proiezione luminosa che, come per magia, Lino riusciva a creare. Ed ecco che, sospeso nell aria, apparve un altro grafico: CICLO IMBALLAGGI IN PLASTICA 1) 4) 2) Vietta dei Comparini Viareggio 3) Prima di cominciare con un nuovo ciclo, disse Tina rivolgendosi agli abitanti della Terra che si sentivano stanchi ma felici, perché cominciava lentamente a ricomparire un po di verde dai prati dopo aver portato al centro di recupero tutti gli imballaggi in plastica, vi racconto alcune: 7

8 CURIOSITÀ SULLA PLASTICA 1) La plastica è un materiale piuttosto recente che non si trova in natura ma si ottiene dalla combinazione di gas naturale e derivati del petrolio, lavorati in impianti chimici tramite un complesso procedimento. 2) La plastica ad alte temperature diventa una massa pastosa che si può facilmente lavorare in forme diverse, per questo ha un larghissimo impiego in tutti i campi. 3) Una bottiglia di plastica impiega dai cento ai mille anni per biodegradarsi. Inoltre, continuò a raccontare la robottina sotto lo sguardo attento dei bambini e dei loro genitori è giusto che sappiate che con gli imballaggi in plastica che abbiamo raccolto otterremo tanti materiali utili per il nostro futuro. Come, ad esempio, altri materiali per l imballaggio, oppure elementi di arredo urbano o fibre per abiti. Un giorno, mentre grandi e piccini erano intenti a separare correttamente i vari materiali, Lino stupì tutti ancora una volta. Si mise davanti a tutti i sacchi e a tutti i bidoncini per fare un ultimo controllo e grazie alla sua portentosa vista spaziale fu in grado di porre rimedio ad un pasticcio: una bottiglia di plastica era finita per errore in un contenitore marrone, in mezzo agli scarti organici. Lino esclamò Se usassimo la plastica per concimare i campi, che strane verdure verrebbero fuori Chi mi sa dire dove va messa? Una bambina, timidamente, prese una bottiglia di plastica e, togliendo il tappino, la svuotò dall aria. Infine tolse la carta che la ricopriva, per gettarla nel sacco della carta e mise la bottiglia di plastica con le altre. Così rimpicciolita occupa meno spazio. Lino e Tina si 8

9 guardarono soddisfatti: erano veramente orgogliosi! Quei bambini imparavano così in fretta ed erano animati dal forte desiderio di aiutare il loro pianeta a tornare a splendere. I giorni passavano e gli abitanti della terra nell ascoltare le lezioni dei due robottini si erano riscoperti capaci di migliorare ed inoltre nel sentire tutte queste buone notizie si sentivano ancora più motivati nel continuare il loro lavoro. Terrestri disse Lino, dopo aver guardato insieme il prossimo schema, cominceremo a differenziare il vetro! Che ne dite?. Evviva! gridarono all unisono i bambini mentre il fascio di luce proiettava il grafico del ciclo del vetro: CICLO VETRO 1) 4) Vietta dei Comparini Viareggio 2) 3) 9

10 Una volta che ebbero raccolto tutto il vetro sparso sul suolo terrestre (non senza pasticci vari combinati dai due robottini aiutanti) Lino e Tina cominciarono a raccontare alcune: CURIOSITÀ SUL VETRO: 1) Il vetro si ottiene dalla fusione di una particolare sabbia chiamata silice che ad alte temperature diventa pastosa e facilmente lavorabile. 2) Il vetro può essere di due tipi: cavo (che serve per gli oggetti di uso quotidiano) e in lastre (che serve per i vetri grandi degli edifici e dei mezzi di trasporto). 3) Il vetro è un materiale con molte caratteristiche importanti: è trasparente (consente alla luce di entrare e illuminare gli ambienti); è duro (può essere sottoposto a lavaggi frequenti senza cambiare) e inalterabile (può contenere molte sostanze diverse ma non muta le sue qualità). Gli abitanti della terra si sentivano sempre più soddisfatti e fieri di se stessi, dopo avere raccolto tutto il vetro, corsero dai due satelliti per ricevere nuove istruzioni. I due robottini dissero loro: Abitanti della Terra, cominciamo a raccogliere gli imballaggi in metallo : Lino cominciò a proiettare il ciclo degli imballaggi in metallo. CICLO IMBALLAGGI IN METALLO 1) 4) 2) Vietta dei Comparini Viareggio 3) RACCOLTA RIFIUTI QUIZ di LINO e TINA! 3. Sai cosa si può realizzare con 11 flaconi di latte riciclati? (soluzione a pag. 30) 10

11 Una volta raccolti i contenitori d alluminio Tina si mise a raccontare alcune CURIOSITÀ SULL ALLUMINIO 1) L alluminio è un metallo leggero abbondante in natura. Ha molte caratteristiche: è duttile e malleabile (ideale per la realizzazione di contenitori alimentari); è impermeabile (non lascia passare la luce); può essere riciclato un numero infinito di volte senza perdere le sue qualità originali. 2) Il grande vantaggio del riciclo dell alluminio risiede nel risparmio energetico: produrre questo materiale utilizzando i rifiuti provenienti dalla raccolta differenziata, permette di risparmiare fino al 95% dell energia necessaria ad estrarre alluminio vergine dai minerali (ad esempio la bauxite). Gli esseri umani sembravano tutti più felici, come se la lenta trasformazione della Terra che piano piano si ripuliva dalla spazzatura, avesse su di loro un effetto benefico. Tutti erano più sorridenti e ottimisti. Gli uomini collaboravano tra loro come non avevano mai fatto. Forza amici terrestri! Stiamo facendo un lavoro incredibile disse Lino felice nel vedere la Terra che riconquistava il suo colore. E il momento del ciclo dell umido: 11

12 CICLO DELL UMIDO ORGANICO 1) 4) 2) Vietta dei Comparini Viareggio 3) CURIOSITÀ SUI RIFIUTI ORGANICI 1) I rifiuti organici (scarti e avanzi di cucina) rappresentano circa 1/3 dei rifiuti solidi urbani. 2) Riciclare i rifiuti organici significa trasformarli in un concime naturale per i terreni (chiamato compost) tramite un processo di compostaggio (sistema che riproduce la decomposizione naturale). 3) Il fertilizzante ottenuto è ricco di humus e viene utilizzato in agricoltura e floricoltura. 4) Affinché il processo di compostaggio giunga a buon fine è necessario che gli scarti organici non vengano contaminati da altri rifiuti e che siano raccolti negli appositi sacchetti biodegradabili. 5) Dai rifiuti organici opportunamente trattati si ottiene il metano. oppure associazioneilcentro.weebly.com aggiungici tra i tuoi amici di facebook, per essere sempre aggiornato sulle nostre attività: Il Centro Psicosociale 12

13 Ma non appena ebbero finito. La bambina dai capelli biondi guardò Tina la robottina e le chiese: Abbiamo visto che ci sono ancora molti sfalci e potature in giro, cosa possiamo farne? Tina la guardò con quella dolcezza di cui solo lei era capace e le disse: Sei una bambina molto intelligente ed è giusto che tu sappia che con gli sfalci e le potature si fanno un sacco di cose. Ora vi spiego! CICLO DEGLI SFALCI E POTATURE IMPIANTO DI COMPOSTAGGIO DEL VERDE 1) Materiale verde (potature) 4) 2) Terriccio / Compost Triturazione del verde 3) Risultato della triturazione 13

14 Chi vuole produrre da sé il proprio terriccio può richiedere il COMPOSTER E un processo naturale per ricavare del buon terriccio dagli scarti organici di cucina e del giardino. Con il compostaggio domestico puoi avere la riduzione del 20% sulla parte variabile della tariffa CONSIGLI UTILI: Durante il processo di compostaggio si consiglia di: - SMINUZZARE il più possibile i rifiuti - MESCOLARE gli scarti uniformemente - NON COPRIRE CON TERRA i rifiuti CHIUNQUE VOGLIA CREARSI DA SOLO IL PROPRIO CONCIME PUÒ RICHIEDERE GRATUITAMENTE ALLA SEA IL COMPOSTER CHIAMANDO IL NUMERO VERDE Questa è la storia di una buccia di banana che in giro per il mondo tutta sola se ne andava. Non pensiate che sia una cosa strana! Spesso un rifiuto che viene abbandonato vaga per il mondo senza meta. Viene gettato per strada, in mare o in un prato o addirittura lanciato nello spazio, come fosse una cometa! Quel che è successo alla buccia di banana tutti voi potete immaginare! Lasciata per strada con incuria cento e più persone fece scivolare. Tutta ammaccata e dolorante, triste e calpestata sperava di trovare qualcuno capace di far la raccolta differenziata. Gira e rigira, cerca e ricerca alla fine trovò una mano amica che nell orto dietro casa la portò. Fece amicizia con un vecchio lombrico ed una simpatica formica. Fu così che in concime per la terra si trasformò. 14

15 Serve per trasformare i rifiuti in risorse (11 lettere) B A C I T S A L P C O R G A N I C O A R T A T R A C O M V E T R O I C C P R I F I U T O C A I C L A G G G E N I P I L A L O S A L L U M I N I O E L A N R O I G A BOTTIGLIA - CARTA - PLASTICA - VETRO - ORGANICO - RIFIUTO SECCO - ALLUMINIO - CAMPANA - GIORNALE - PILA E 3 O 4 5 I 6 F 7 8 R C Orizzontali 2. Va messo nella campana verde 5. Il colore del bidoncino dell indifferenziato 8. Quella dei rifiuti si fa porta a porta Verticali 1. Si occupa della raccolta dei rifiuti 3. Va messo nel bidoncino marrone 4. Quelle esaurite vanno in un apposito contenitore 6. Quelli scaduti vanno in un apposito contenitore 7. Il colore della campana dove vanno le lattine 15

16 16

17 17

18 Aiuta il bambino a ritrovare la sua scopa Unisci i puntini da 1 a 26 e colora l'oggetto Aiuta la bambina a risolvere il suo enigma. Scrivi come va differenziato l oggetto che è comparso: 18

19 Ormai il pianeta Terra sembrava irriconoscibile. Abbiamo quasi completato la nostra missione amici, disse Lino proiettando l ultimo ciclo: CICLO CARTA, CARTONE E CARTONI PER BEVANDE 1) 4) Vietta dei Comparini Viareggio 2) 3) Come ormai di consueto, cosa tanto gradita ai più piccoli e non solo, Lino e Tina si misero a raccontare alcune CURIOSITÀ SULLA CARTA: 1) La carta dei libri e dei quaderni che usi comunemente è composta da fibre di cellulosa mentre la carta di giornale è composta da fibre di pasta legno, molto più resistenti ma meno pregiate. 2) Sono soprattutto gli alberi a fornire cellulosa per la carta: le conifere forniscono fibre lunghe, le latifoglie forniscono le fibre corte. 3) La carta da macero, ricavata dalla raccolta differenziata di carta e giornali, è importantissima per dar vita ad un nuovo o ciclo della carta. 4) I fogli di carta vengono prodotti nelle cartiere con macchinari automatici mediante un processo che richiede diverse fasi ed una gran quantità d acqua. 5) La pasta per la carta viene fabbricata tramite due processi: la bollitura, che elimina la lignina e la sfibratura, che crea un impasto unico di lignina e cellulosa. 19

20 E così ogni giorno Lino e Tina con l'aiuto degli adulti e dei bambini avrebbero raccolto un materiale diverso e in disparte avrebbero messo quello che non si poteva riutilizzare in nessun modo. Al centro di raccolta gli uomini lavoravano per trasformare i rifiuti in prodotti utili per la loro vita quotidiana, cercando di sprecare il meno possibile. 20

21 A poco a poco riciclare divenne non più un verbo sconosciuto, ma un abitudine radicata dentro ognuno dei suoi abitanti che, dopo aver fatto tesoro delle lezioni impartite da Lino e Tina, decisero di dedicarsi costantemente alla raccolta differenziata, brevettando la tecnica col nome di Raccolta Porta a Porta, gestendo con una squadra di specialisti, un programma in cui i cittadini nelle loro abitazioni avrebbero suddiviso in appositi contenitori colorati tutti i loro rifiuti e, nei giorni prestabiliti, li avrebbero messi fuori dalla porta per permettere agli operatori di raccoglierli e di condurli al centro di raccolta, arrivando così ad una gestione ottimale delle proprie risorse e del proprio territorio. La Terra ritornò ad essere quella di un tempo, verde e azzurra, i fiumi limpidi e trasparenti, i prati vellutati e scintillanti. Cari abitanti della terra dissero i robottini Adesso sapete come mantenere il vostro pianeta pulito e per noi è arrivato il momento di partire. Nella gioia generale salirono sulla navicella e presero il volo. 21

22 Sulla Terra erano tutti così felici che un bambino esclamò: "Non mi sembra vero, il posto in cui viviamo non è più solo Terra, ma è la Terra di Verdinia!". Così fu: nel resto dell'universo nacque una nuova stella, un pianeta risplendente di nome Terra Verdinia. Istruzioni del gioco In Viaggio per Verdinia pag. 16 e 17 Il tabellone è formato da un percorso costituito da 44 caselle. L obiettivo del gioco per ciascun giocatore è raggiungere la città di Verdinia. Prima di iniziare a giocare tira il dado; il giocatore che ha ottenuto il numero più alto sceglie una pedina e la colloca nella casella di partenza. Girando in senso orario proseguiranno gli altri giocatori. Durante il percorso troverai degli ostacoli o degli aiuti. Casella 27, il MURO; fermati davanti al muro. Fino a quando non avrai ottenuto col dado il numero 5 o 6 non potrai superarlo e quindi, sfruttare il tuo lancio per raggiungere la casella 28. Se cadi nella casella CENTRO DI RECUPERO passa al gioco INTERATTIVO e posiziona la tua pedina nella casella 1, ovvero Tira il dado e scegli il prodotto (mi raccomando tienilo bene a mente). Passo 2 Tira il dado e scegli il giorno della settimana (anche questo tienilo bene a mente!). Infine salta al punto 3 e tira il dado per scegliere in quale quartiere della città di Viareggio ti trovi. Ora dovrai solamente portare la tua pedina nella pergamena del quartiere in cui ti trovi e verificare se prodotto e giorno coincidono. In tal caso vai alla casella 26, altrimenti, se prodotto e giorno non coincidono torna alla casella 8. Ogni volta che capiti sulla casella RIPOSO, devi stare fermo un turno. Alla fine del percorso troverai ben 6 caselle speciali che ti porteranno dritto dritto a Verdinia, ma attenzione dovrai ottenere il numero esatto con il dado e cadere precisamente nella casella numero 44 altrimenti dovrai tornare indietro. Forza, corri a pagina 30, ritaglia i tuoi personaggi e comincia a giocare! 22

23 Colora i pallini del colore indicato e scova le immagini che si celano sotto al districato labirinto 23

24 RACCOLTA RIFIUTI QUIZ di LINO e TINA! 4. Sai quante bombolette in acciaio occorrono per costruire una panchina? A) 850 B) C) La plastica che ricicli può essere trasformata in? A) Fertilizzante B) Giocattoli C) Terriccio 6. Quante lattine di alluminio riciclate occorrono per poter costruire un monopattino? A) 137 B) 275 C) 60 (soluzione a pag. 30) 24

25 ECCO COME DOVRÀ VENIRE IL TUO TRENINO DEL RICICLAGGIO, INSIEME ALLE AMICHE CAMPANE! Ritaglia le nuvolette e attaccale sui vagoni 25

26 Serve per trasformare i rifiuti in risorse (11 lettere) B A C I T S A L P C O R G A N I C O A R T A T R A C O M V E T R O I C C P R I F I U T O C A I C L A G G G E N I P I L A L O S A L L U M I N I O E L A N R O I G A Soluzioni Quiz 2 V 1 S E T R 3 O A R 6 F A 8 R M A C I 5 G A N I R A C C O 4 P I G I O L E 7 B O L T A U Visita i nostri siti: o associazioneilcentro.weebly.com oppure aggiungici tra i tuoi amici di facebook, per essere sempre aggiornato sulle nostre attività: Il Centro Psicosociale VIA ZANARDELLI N 194 VIAREGGIO LUCCA TEL./FAX: MAIL: 26

27 Chi è Sea risorse S.p.A Sea Risorse S.p.A. è una società di scopo creata per la gestione dell intero ciclo dei rifiuti differenziati, essa opera nei Comuni di Viareggio e Camaiore servendo un numero di abitanti pari a circa L attività di Sea Risorse S.p.A. si divide in: RACCOLTA RIFIUTI DIFFERENZIATI: l azienda effettua il servizio di raccolta differenziata mediante vuotatura di contenitori stradali, servizi di raccolta differenziata alle grandi utenze e servizi di raccolta differenziata con modalità porta a porta. L azienda sul territorio del comune di Viareggio ha dislocato n 2 centri di raccolta dove i cittadini e le aziende convenzionate possono conferire direttamente i loro rifiuti. Centro di raccolta Comparini: In esso possono essere conferiti rifiuti quali: imballaggi in vetro, imballaggi in plastica, rifiuti ingombranti, carta, cartone, legno, sfalci e potature, batterie esauste, pile esauste, olii vegetali esausti, rifiuti elettrici ed elettronici di ogni tipologia, metalli ed imballaggi metallici, farmaci scaduti. Ubicazione: Vietta dei Comparini 186, Viareggio (LU) Orario di apertura : lunedì - sabato dalle ore e dal lunedì - venerdì dalle ore alle Centro di raccolta Poggio alle Viti: In esso possono essere conferiti rifiuti quali: sfalci e potature, legno ed imballaggi in legno. Ubicazione: Via Poggio alle Viti, Loc. Migliarina, Viareggio (LU) Orario di apertura : lunedì - sabato dalle ore e dal lunedì - venerdì dalle ore alle GESTIONE IMPIANTI PER IL RECUPERO DI ENERGIA E MATERIA: Sea Risorse ha investito molte risorse sugli impianti di trattamento e recupero dei rifiuti, sulla base di due principi: l ottimizzazione dello smaltimento e l incentivazione del recupero e della valorizzazione degli scarti. Impianto di compostaggio degli sfalci e potature È l impianto dove vengono conferite diverse tipologie di rifiuti a matrice organica quali sfalci e potature. I rifiuti provengono dalla raccolta che gli operatori Sea Risorse eseguono in maniera diretta o dal conferimento di privati cittadini. I rifiuti organici sono trasformati in compost, un ammendante organico utilizzato in agricoltura per arricchire terreni adibiti a coltivazione. L impianto ha una capacità di trattamento di circa tonnellate all anno di sfalci e potature. Le aziende possono richiedere un preventivo per il conferimento inviando un fax al numero 0584/ Ubicazione: Via Paladini, Viareggio (LU) Impianto di produzione di energia elettrica da biogas da digestione anaerobica È sito presso il depuratore comunale di Viareggio in Via Degli Aceri, 20. In questo impianto dal biogas prodotto dalla digestione anaerobica dei fanghi di depurazione viene generata energia elettrica da fonti rinnovabili immessa nella rete nazionale. Si stima che la produzione annua sarà pari a circa kwh/anno. 27

28 Impianto di selezione e pressatura carta, cartone e plastica Consente la separazione delle frazioni presenti nei rifiuti di carta, cartone e plastica raccolti in forma differenziata che vengono selezionati per essere avviati alle piattaforme dei consorzi di filiera per il riciclo. La capacità complessiva di trattamento arriva fino a 70 tonnellate di materiali al giorno. Ubicazione: Vietta dei Comparini 186, Viareggio (LU) Orario di apertura : lunedì - sabato dalle ore e dal lunedì - venerdì dalle ore alle GESTIONE RIFIUTI SPECIALI ALLE IMPRESE: Sea Risorse è in grado di gestire il trasporto e lo smaltimento/recupero di tutti i rifiuti speciali della tua azienda. Per informazioni contattare il numero verde MANUTENZIONE DEL VERDE PUBBLICO DEL COMUNE DI VIAREGGIO: Sea Risorse si occupa della manutenzione ordinaria del verde nel Comune di Viareggio. Per conoscere i luoghi e le frequenze di competenza Sea Risorse S.p.A. visitare il sito oppure per qualsiasi altra richiesta e/o suggerimento e/o reclamo contattare il numero verde QUESTO LIBRO E STATO STAMPATO SU CARTA RICICLATA GRAZIE AL CONTRIBUTO DI 28

29 Questo progetto è stato sviluppato da: Antonella Cerretini: Professoressa e specialista in lingue antiche Sonia Barsanti: Laureanda in Scienze dei Beni Culturali Andrea Grillenzoni: Laureato in scienze della comunicazione, fumettista Antonello Borella: Poeta, creativo, progettista e appassionato di astronomia Annarosa Lisi: Insegnante di Educazione Tecnica e Pittrice Elena Anchesi: Educatrice David Daniel Swan: Psicologo Clinico e di Comunità Un ringraziamento speciale all ingegnere Caterina Susini di SEA Risorse e alla Tipografia Petrucci FINE ED IL CONTRIBUTO DI: E LA COLLABORAZIONE DI: CON IL PATROCINIO DI: 29

30 SOLUZIONI RACCOLTA RIFIUTI QUIZ! 1: Ogni giorno nel mondo si producono 600 milioni di lattine, 7'000 al secondo (Risposta C). 2: Ad un fazzolettino di carta per biodegradarsi occorrono 4 settimane (Risposta C) 3: Con 11 flaconi di latte si può costruire un annaffiatoio 4: Per costruire una panchina occorrono bombolette di acciaio. (Risposta C) 5: La plastica che viene riciclata può essere trasformata in giocattoli. (Risposta B) 6: Per poter costruire un monopattino occorrono 137 lattine. (Risposta A) Visita i nostri siti: o associazioneilcentro.weebly.com oppure aggiungici tra i tuoi amici di facebook, per essere sempre aggiornato sulle nostre attività: Il Centro Psicosociale VIA ZANARDELLI N 194 VIAREGGIO LUCCA TEL./FAX: MAIL: Ecco i tuoi personaggi per il gioco In viaggio per Verdinia Ritaglia e piega la parte colorata 30

31 31

32 Ritaglia i vagoni, fora il buco di aggancio e uniscili utilizzando un fermaglio. Successivamente prendi dei tappi dell acqua e attaccali al posto delle ruote. Quando hai finito ritaglia le nuvolette (pag.25) e attaccale ad ogni vagone. Così facendo avrai costruito il trenino del riciclaggio. (Vedi immagine e info alla pagina 25). 32

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

FATTI FURBO... DIFFERENZIA

FATTI FURBO... DIFFERENZIA Per i comuni del Consorzio Canavesano Ambiente Guida alla raccolta differenziata... FATTI FURBO... DIFFERENZIA anche fatti tu furbo...!!!... e al rispetto dell ambiente DIFFERENZIA ANCHE TU!!! Bastano

Dettagli

"IMPARIAMO A RICICLARE"

IMPARIAMO A RICICLARE COLLEGIO ARCIVESCOVILE Castelli PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE "IMPARIAMO A RICICLARE" (progetto di durata annuale) Anno scolastico 2008/2009 Classi terze e quarte - Scuola primaria FINALITA' Il Progetto

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI 3 EDIZIONE dati 2012 CHI L I HA Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI NASCONDE UN IDENTITÀ PLASTICA FREQUENTAVA VETRI ROTTI si spacciava per una lattina

Dettagli

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto!

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! Umido Plastica e Lattine Carta e Cartone Secco non riciclabile Vetro (bianco e colorato) Farmaci scaduti Pile Legno Umido I rifiuti umidi vanno conferiti

Dettagli

COMPOSTAGGIO DOMESTICO

COMPOSTAGGIO DOMESTICO PROGETTO DI INCENTIVAZIONE AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO DA ATTUARSI NEI COMUNI DI ABETONE, CUTIGLIANO, MARLIANA, PESCIA, PITEGLIO SAMBUCA PISTOISE, SAN MARCELLO PISTOIESE A cura di: APRILE 2008 PREMESSA Il

Dettagli

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE ervizi. a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta UTENZE DOMESTICHE presentazione Carissimi cittadina /cittadino, torno da te, per raccontarti la nostra esperienza

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Comune di Padova Assessorato all Ambiente AcegasAps Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Le 3 Zone di raccolta nel Quartiere 1 Centro Tipo di Rifiuto Cosa conferire Cosa non conferire

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città 1 Ciao!! Quando guardi il cielo ogni volta che si fa buio, se è sereno, vedi tanti piccoli punti luminosi distribuiti nel cielo notturno: le stelle. Oggi si apre l immaginario Osservatorio per guardare...

Dettagli

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento Che cos è il compost Il compost è il terriccio (humus) che si forma dai rifiuti organici (erba, foglie, avanzi di frutta e verdura, ecc) grazie all azione del sole, dell aria e dei microrganismi presenti

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove I love Ci C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove poter crescere con gioia e buon senso, contribuendo

Dettagli

Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci.

Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. UNIONE DEI COMUNI Agugliano Camerata Picena Offagna Polverigi Santa Maria Nuova Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. Raccolta differenziata porta a porta. A.T.I. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci.

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio ALTO BELICE AMBIENTE S.p.A. Cos'è l'imballaggio L uomo ha sempre fatto uso di contenitori e già 3500 anni fa le popolazioni egizie immagazzinavano e trasportavano unguenti, oli e vino in contenitori di

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

OGGI IL PRATO SI TAGLIA COSÌ

OGGI IL PRATO SI TAGLIA COSÌ ROBOT RASAERBA GARDENA R40Li OGGI IL PRATO SI TAGLIA COSÌ In completo relax! LASCIATE CHE LAVORI AL VOSTRO POSTO Il 98 % di chi ha comprato il Robot Rasaerba GARDENA lo raccomanderebbe.* Non dovrete più

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO ndice 1 Fai come fa la Natura 2 Cosa ci metti per fare la terra? 3 Come funziona il Compostaggio 4 Le cose

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

Prodotti di cui ti puoi fidare

Prodotti di cui ti puoi fidare Prodotti di cui ti puoi fidare Vogliamo offrirti alimenti di buona qualità a prezzi bassi, prodotti in modo responsabile. Stiamo lavorando in tutte le parti della catena alimentare, dalla fattoria al negozio

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Cos'è e come funziona una discarica.

Cos'è e come funziona una discarica. Cos'è e come funziona una discarica. La discarica di rifiuti è un luogo dove vengono depositati in modo non differenziato i rifiuti solidi urbani e tutti i rifiuti provenienti dalle attività umane. La

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani Utenze domestiche Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani Fare la raccolta differenziata In provincia di Modena, ogni giorno produciamo 1,75 chili di rifiuti a testa. Fare la raccolta differenziata

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Marco Glisoni Maria Lisa Procopio Incontro formativo Progetto APE settembre 2014 Il Piano d Azione Nazionale per il GPP Piano d azione per la

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Digestato da rifiuti e da matrici agricole

Digestato da rifiuti e da matrici agricole Ravenna 2012 Workshop I CIC Consorzio Italiano Compostatori Ravenna, 27 settembre 2012 Digestato da rifiuti e da matrici agricole Lorella ROSSI C.R.P.A. - Reggio Emilia, Comitato Tecnico CIC DIGESTIONE

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

C era una volta... Nel castello di Roccabisaccia è un giorno di festa tutti sono contenti perché è finalmente pace con i vicini del regno, dopo una guerra lunga dieci anni! Re Baldassarre medita di preparare

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti

Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti Gli impianti biogas a rifiuti 2/3 Gli impianti biogas a rifiuti La tecnologia Schmack Biogas per la digestione anaerobica della FORSU La raccolta differenziata delle

Dettagli

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE?

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE? RISORSE ENERGETICHE ENERGIA 2 AREA 9 FONTI DI ENERGIA E INDISPENSABILE ALLA VITA SULLA TERRA ELEMENTO INDISPENSABILE PER SVILUPPO SOCIALE ED ECONOMICO FINO AD ORA: CONTINUO INCREMENTO DI PRODUZIONE E CONSUMO

Dettagli

Divieto di commercializzazione dei sacchetti non biodegradabili e compostabili

Divieto di commercializzazione dei sacchetti non biodegradabili e compostabili Divieto di commercializzazione dei sacchetti non biodegradabili e compostabili Vademecum operativo Con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale della legge 11 agosto 2014, n. 116 che converte il Dl 91/2014,

Dettagli

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare

Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Andiamo più a fondo nella conoscenza del Sistema Solare Come abbiamo visto nelle pagine precedenti il Sistema Solare è un insieme di molti corpi celesti, diversi fra loro. La sua forma complessiva è quella

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

un gioco di acquisti e costruzioni

un gioco di acquisti e costruzioni un gioco di acquisti e costruzioni Creato da Ben Haskett Illustrazioni di Derek Bacon La storia........ 2 Obiettivo del gioco........ 3 Componenti... 3 Preparazione..... 4 Come giocare...... 6 Carte costruzione.........

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER)

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Maurizio Gualtieri ENEA UTTS 0161-483370 Informazioni: eventienea_ispra@enea.it 14 maggio 2014 - ISPRA Sommario

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI?

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? Buona Caccia e Buon Volo, giovani amici di Eureka! Siete tra gli eletti che hanno deciso di passare al livello successivo: site pronti? Questo mese vi proponiamo

Dettagli

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO IL SUGHERO CHE COS È Il sughero è un prodotto naturale che si ricava dall estrazione della corteccia della Quercus suber L, la quercia da sughero. Questa pianta è una sempreverde, longeva, che cresce nelle

Dettagli

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE 2015-2016 CORSO ANNUALE 2015-2016 SILVIA PALLINI Credo che ogni creatura che nasce su questa nostra Terra, sia un essere meraviglioso, unico e

Dettagli

Parts of my Pop-in... 7 8a

Parts of my Pop-in... 7 8a A C 5 B Parts of my Pop-in... 5 6 0 D 9 7 8a 8b IT IMPORTANTE! CONSERVARE LE ISTRUZIONI PER CONSULTAZIONI FUTURE Come usare i Pop-in Precauzioni d uso Non usare ammorbidenti con i vostri Pop-in. Non usare

Dettagli

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE COMUNE DI RUFFANO - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri del Consiglio Comunale

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili.

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. Nella fisica classica l energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro (Lavoro: aggiungere o

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE. per Lecco e provincia

AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE. per Lecco e provincia AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE per Lecco e provincia Sacco VIOLA Frazione secca multimateriale L IMPIANTO DI SELEZIONE DEL SACCO VIOLA I sacchi provenienti dalla raccolta, caricati su un nastro trasportatore,

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

La Regione Piemonte e la politica europea: gli indirizzi locali per il rispetto delle direttive comunitarie

La Regione Piemonte e la politica europea: gli indirizzi locali per il rispetto delle direttive comunitarie Il trattamento della frazione organica dei rifiuti urbani: sfide locali e globali - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - La Regione Piemonte e la politica europea:

Dettagli

Tecnologia Facciate continue Finestre e porte a battente V E Finestre e porte in Alluminio-Legno Finestre e porte scorrevoli

Tecnologia Facciate continue Finestre e porte a battente V E Finestre e porte in Alluminio-Legno Finestre e porte scorrevoli www.metrawindows.it PERSIANA SCORREVOLE Sistemi oscuranti METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

che fine fanno i tuoi Rifiuti? ognuno ha la sua strada... CoMPoStAggio CARtieRA VetReRiA

che fine fanno i tuoi Rifiuti? ognuno ha la sua strada... CoMPoStAggio CARtieRA VetReRiA che fine fanno i tuoi Rifiuti? ognuno ha la sua strada... VetReRiA CARtieRA CoMPoStAggio Regione del Veneto Presidente Giancarlo Galan Assessore alle Politiche dell Ambiente Giancarlo Conta Segretario

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Istituto Comprensivo E. De Filippo

Istituto Comprensivo E. De Filippo Istituto Comprensivo E. De Filippo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via degli Italici, 33 - tel. 0824-956054 fax 0824-957003 Morcone Bn (seconda annualità) Il tempo per leggere,

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

Relazione sull incontro con. Massimo Volante. Esperto del Gruppo Astrofili Di Alessandria

Relazione sull incontro con. Massimo Volante. Esperto del Gruppo Astrofili Di Alessandria Relazione sull incontro con Massimo Volante Esperto del Gruppo Astrofili Di Alessandria Il ciclo della vita di una stella (1) Protostella (2b) Nana bruna (2a) Stella (3) Gigante rossa Sono esaurite le

Dettagli

Costruire una pila in classe

Costruire una pila in classe Costruire una pila in classe Angela Turricchia, Grazia Zini e Leopoldo Benacchio Considerazioni iniziali Attualmente, numerosi giocattoli utilizzano delle pile. I bambini hanno l abitudine di acquistarle,

Dettagli

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI Con decreto direttoriale del 7 ottobre 2013, il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha adottato il Programma Nazionale di

Dettagli