COMUNE DI OCRE. Assessorato allʼambiente

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI OCRE. Assessorato allʼambiente"

Transcript

1 COMUNE DI OCRE Assessorato allʼambiente Separa i rifiuti e mettili nei contenitori colorati, noi li ritiriamo casa per casa. Gesti semplici che renderanno migliore il nostro paese! 1

2 INDICE Lettera ai Cittadini... pag. 3 Raccolta Carta... 6 Raccolta Vetro Raccolta Alluminio Raccolta Plastica Raccolta Organico Raccolta dellʼindifferenziato.. 16 Raccolta rifiuti ingombranti.. 18 Raccolta Pile e Farmaci.. 18 Punti di conferimento stradali. 19 Il Rifiutario TRE COSE DA FARE 1 - Produrre meno rifiuti acquistando oggetti riutilizzabili, prodotti sfusi e/o con contenitori ricaricabili, prodotti con meno involucri e, possibilmente, riciclabili. 2 - Separare la spazzatura per la raccolta differenziata: da ora ricicleremo la maggior parte dei nostri rifiuti recuperando energia. 3 - Non buttare via rifiuti i modo disordinato e con poca attenzione. TRE COSE DA RICORDARE 1 - Rispettare i turni e gli orari di raccolta. 2 - Utilizzare i materiali e le attrezzature che vi saranno consegnati, seguendo attentamente le indicazioni contenute in questo manuale. 3 - Contattare lʼamministrazione Comunale: per ogni dubbio e per chiarimenti e/o situazioni particolari.

3 Comune di Ocre Caro Concittadino, il costo per il solo smaltimento dei rifiuti ha raggiunto, negli ultimi anni, valori non più sostenibili per le casse comunali, salendo dai circa annui del 2008, agli del 2010 e gli del A tali somme, vanno aggiunti i costi del personale e dei mezzi. Il contributo versato da ciascuno con la TARSU (Tassa Rifiuti Solidi Urbani), copre solo in piccola parte tali importi e tutto il resto grava inevitabilmente sul bilancio comunale pregiudicando risorse che potrebbero essere impiegate per altri scopi. Tuttavia fino ad oggi, si è deciso di non pesare ulteriormente sulle tasche dei cittadini, soprattutto in un periodo di crisi globale e di generale innalzamento di tasse e imposte statali e locali; pertanto è stata lasciata inalterata la TARSU, badando, in maniera più intelligente, a mettere in campo strategie di azione volte a ridurre la spesa, senza aumentare le tasse. Unʼattenta separazione dei rifiuti è alla base di questa strategia. La grande novità sta nel fatto che la raccolta dei rifiuti verrà eseguita porta a porta, ma se vogliamo che il sistema realmente funzioni, occorre lʼimpegno da parte di tutti noi nel separare bene i rifiuti domestici, lì dove vengono effettivamente prodotti. I cestelli che ti vengono consegnati insieme allʼopuscoletto che stai leggendo, rappresentano il punto di partenza per abbattere in maniera signi- 3

4 ficativa i costi di smaltimento dei rifiuti: infatti, separando attentamente in casa la CARTA, il VETRO, lʼalluminio, la PLASTICA, e la frazione ORGANICA dal resto dei rifiuti, si può ridurre ad una frazione piccolissima la porzione INDIFFERENZIATA che non è possibile recuperare. Raggiungere lʼobbiettivo del 65% di raccolta differenziata (attualmente siamo attorno al 10%) che ci siamo posti per il 2013, ovvero quando la raccolta porta a porta sarà ormai a regime su tutto il territorio comunale, significherebbe dimezzare gli attuali costi. È possibile verificare mensilmente i quantitativi dei rifiuti prodotti sul territorio comunale nella sezione dedicata alla raccolta differenziata sul sito Internet del Comune di Ocre e chiunque potrà vedere concretizzarsi i progressi che si compiono con il proprio contributo. I cestelli dovranno essere posizionati dopo le 21:00 della sera antecedente il giorno di raccolta, in corrispondenza dellʼingresso del proprio domicilio ed in prossimità della strada pubblica, senza che sia di pericolo o intralcio al traffico. Sarà cura degli operatori che provvederanno alla raccolta, verificare il corretto conferimento dei rifiuti. I contenitori con rifiuti conferiti in maniera errata non verranno ritirati e saranno applicate le sanzioni previste dallʼordinanza Sindacale di istituzione del servizio di raccolta rifiuti porta a porta. LʼAmministrazione Comunale confida nella collaborazione e nella civiltà di tutti i cittadini del Comune di Ocre e sarà sempre a disposizione per chiarimenti e risposte ai quesiti di tutti IL SINDACO Ing. Fausto Fracassi LʼASSESSORE ALLʼAMBIENTE Ing. Francesco Mattucci 4

5 5

6 carta La carta viene fabbricata principalmente usando il legno come materia prima. È classificata comunemente in carta, cartoncino e cartone in base al suo peso e al suo spessore. La carta proveniente dalla raccolta differenziata, attraverso un ciclo di lavorazione, viene trasformata in carta e cartone riciclato. 6 DIFFERENZIAMO ANCHE I CARTONI i Tetrapak per latte, succhi di frutta, pomodoro, vino, minestre e salse possono essere gettati insieme alla carta, dopo averli lavati e schiacciati. Una opportunità in più per l ambiente! I cartoni di grandi dimensioni possono essere usati come contenitori per carta e cartone da mettere fuori nel giorno di raccolta.

7 VANNO NELLA CARTA: - giornali e riviste - libri e quaderni - opuscoli - volantini e pieghevoli - sacchetti di carta - fotocopie e moduli - scatole e scatoloni in cartone - portauova di cartone - vassoi di cartone - rotoli - contenitori pizza - contenitori Tetrapak per latte, succhi di frutta etc. NON VANNO NELLA CARTA: Vuoi sapere il giorno? Guarda il calendario allegato. Il contenitore deve essere esposto dopo le ore 21:00 della sera antecedente il giorno di raccolta stabilito. Se il giorno di raccolta è festivo, esso sarà posticipato al turno feriale successivo! - carta con residui di colla - carta molto sporca o unta - la carta autoricalcante - bicchieri e piatti di carta - carta argentata - carta plastificata - carta adesiva ATTENZIONE! LA CARTA DEVE ESSERE CONFERITA NEL CONTENITORE CON COPERCHIO BIANCO ALLA RINFUSA O IN SACCHETTI DI CARTA, MAI IN SACCHETTI DI PLASTICA! 7

8 vetro Bottiglie, barattoli, flaconi in vetro trasparente o colorato vanno accuratamente lavati prima di essere conferiti nell apposito contenitore. Il vetro proveniente dalla raccolta differenziata, attraverso un ciclo di lavorazione, viene trasformato e riconvertito ad usi molteplici. 8 PERCHE RECUPERARE IL VETRO CON IL RICICLO DEL VETRO E POSSIBILE RECUPERARNE IL 100% E LAVORARLO ALL INFINITO! OGNI TONNELLATA DI VETRO RICICLATO EVITA DI DISPERDERE NELL AMBIENTE L EMISSIONE NOCIVA DI 300 g DI CO 2

9 VANNO NEL VETRO: - bottiglie di vetro - vasi e vasetti in vetro - bicchieri in vetro - oggetti di vetro generici - barattoli in vetro NON VANNO NEL VETRO: - ceramiche - porcellane - pirofile da forno (pyrex) - lampadine e tubi al neon - specchi - lastre di vetro delle finestre La raccolta del vetro viene effettuata ogni 14 giorni. Vuoi sapere il giorno? Guarda il calendario allegato. Il contenitore deve essere esposto dopo le ore 21:00 della sera antecedente il giorno di raccolta stabilito. Se il giorno di raccolta è festivo, esso sarà posticipato al turno feriale successivo! ATTENZIONE! IL VETRO DEVE ESSERE CONFERITO NEL CONTENITORE CON COPERCHIO VERDE ALLA RINFUSA, MAI IN SACCHETTI DI PLASTICA! 9

10 alluminio e barattolame L alluminio è un materiale largamente presente in molti prodotti di consumo, compone molte leghe ed è facilmente lavorabile. Il suo riciclaggio e il riutilizzo sono fonte di grande risparmio. 10 RICICLARE L ALLUMINIO CI FA RISPARMIARE SULL ESTRAZIONE DELLA BAUXITE (MATERIA PRIMA) E IMPIEGA IL 95% IN MENO DELL ENERGIA NECESSARIA PER PRODURLO PARTENDO DALLA MATERIA PRIMA!

11 VANNO NELL ALLUMINIO e nel BARATTOLAME: - lattine per bevande - scatolettette per alimenti (tonno, piselli, fagioli etc...) - carta alluminio alimentare (stagnola) - vassoi, teglie e vaschette in alluminio (cuki) NON VANNO NELL ALLUMINIO e nel BARATTOLAME: - CD e DVD - grucce appendiabiti - contenitori Tetrapak La raccolta di alluminio e barattolame viene effettuata ogni 14 giorni. Vuoi sapere il giorno? Guarda il calendario allegato. Il contenitore deve essere esposto dopo le ore 21:00 della sera antecedente il giorno di raccolta stabilito. Se il giorno di raccolta è festivo, esso sarà posticipato al turno feriale successivo! ATTENZIONE! L ALLUMINIO DEVE ESSERE CONFERITO NEL CONTENITORE CON COPERCHIO AZZURRO ALLA RINFUSA, MAI IN SACCHETTI DI PLASTICA! 11

12 plastica Gli imballaggi, i contenitori e gli oggetti in plastica destinati al riciclo devono essere sciacquati velocemente e SCHIACCIATI prima di essere gettati, per risparmiare spazio nel conferimento. RICICLARE LA PLASTICA 12 RICHIEDE UN PO DI ATTENZIONE IN PIÙ RISPETTO AGLI ALTRI MATERIALI. CONSULTA ATTENTAMENTE L ELENCO RIPORTATO A FIANCO E ANCHE IL RIFIUTARIO SE HAI DEI DUBBI!

13 VANNO NELLA PLASTICA: - imballaggi e sacchetti in plastica - bottiglie e flaconi in plastica - sacchetti e contenitori per alimenti - reti per frutta e verdura - vaschette portauova - vaschette per alimenti in plastica - vaschette per alimenti in polistirolo - vasetti yogurt e latticini NON VANNO NELLA PLASTICA: - tubi in gomma - bicchieri e piatti in plastica - posate e vassoi in plastica - giocattoli - vasi ornamentali per piante e fiori - custodie di CD - appendiabiti - penne a biro - spazzolini da denti e tubetti di dentifricio - accendini - rasoi usa e getta - canaline e tubazioni in genere Vuoi sapere il giorno? Guarda il calendario allegato. Il contenitore deve essere esposto dopo le ore 21:00 della sera antecedente il giorno di raccolta stabilito. Se il giorno di raccolta è festivo, esso sarà posticipato al turno feriale successivo! ATTENZIONE! LA PLASTICA DEVE ESSERE CONFERITA NEL CONTENITORE CON COPERCHIO GIALLO ALLA RINFUSA 13

14 organico I rifiuti organici rappresentano la percentuale maggiore dei rifiuti domestici (circa 30%). Una quantità enorme che viene trasformata dalle compostiere. Il risultato è il COMPOST, fertilizzante naturale, ottimo in agricoltura (anche biologica!) e floricoltura. Per una buona raccolta occorre conoscere e selezionare il tipo di rifiuto da includere in questa categoria. 14 ATTENZIONE! LA FRAZIONE ORGANICA DEVE ESSERE CONFERITA NELLE COMPOSTIERE CHE SONO STATE DISTRIBUITE. CHI NON NE FOSSE IN POSSESSO PUÒ FARNE RICHIESTA AL COMUNE.

15 VANNO NELL ORGANICO: - resti di frutta e ortaggi - scarti di cucina - scarti di orto e giardino (sfalcio) - interiora e pelli animali - latticini - gusci di uova e di molluschi - alimenti deteriorati - fondi di caffè e filtri di the - ossa, bucce ed altri avanzi di cibo - fiori recisi - scottex, tovaglioli e fazzoletti di carta NON VANNO NELL ORGANICO: Utilizza la compostiera domestica per separare dal resto dei rifiuti la frazione organica (detta anche umido ). Avrai tutto l anno un concime fantastico GRATIS!!! - vetro - metalli - ceramica - plastica - contenitori Tetrapak - fogli di alluminio - pile - prodotti chimici e detersivi - spazzatura - pannolini e assorbenti PENSARE BIOLOGICO IL SISTEMA INTEGRATO DI RACCOLTA DELL ORGANICO AMA LA NATURA E AIUTA A RIDARE VITA ALLA TERRA. IL COMPOST E UNA PREZIOSA RISORSA PER L ECOSISTEMA! 15

16 indifferenziato Per indifferenziato si intende il rifiuto domestico non recuperabile, NON RICICLABILE: tutto ciò che rimane fuori dopo ogni operazione di selezione e differenziazione. Di solito questi rifiuti non superano il 15% del totale dei rifiuti prodotti. Appartengono a questa categoria tipologie di rifiuti chiaramente differenti fra loro che vengono raggruppati in questa raccolta. È importante che questi rifiuti non si mescolino alle raccolte differenziate, perché ne impediscono il riciclo! Se hai dei dubbi consulta il Rifiutario! 16 ATTENZIONE! PER LA RACCOLTA DEI RIFIUTI INDIFFERENZIATI SERVIRSI SOLO ED ESCLUSIVAMENTE DEL CONTENITORE CON COPERCHIO ROSSO. QUESTO È IL CESTELLO CHE DEVI USARE IL MENO POSSIBILE!

17 VANNO NELL INDIFFERENZIATO: - pannolini e assorbenti - rifiuti sanitari - residui di spazzatura - stracci e indumenti in cattivo stato - borse e calzature in cattivo stato - piatti, bicchieri e posate di plastica - vasellame in terracotta e ceramica - piatti e stoviglie in ceramica/porcellana - tubi e oggetti in gomma - lamette e rasoi usa e getta - giocattoli - fotografie - lampadine, neon e fili elettrici - floppy disc, cassette, CD, DVD e loro custodie - rullini fotografici - carte e nastri adesivi - pirofile da forno, pyrex specchi e vetri infrangibili - spazzolini da denti, accendini e tutti gli oggetti o contenitori fatti di materiali diversi saldati o incollati come tubi di dentifricio, casalinghi e parti di elettrodomestici Vuoi sapere il giorno? Guarda il calendario allegato. Il contenitore deve essere esposto dopo le ore 21:00 della sera antecedente il giorno di raccolta stabilito. Se il giorno di raccolta è festivo, esso sarà posticipato al turno feriale successivo! NON VANNO NELL INDIFFERENZIATO: - tutti i rifiuti differenziati - rifiuti di tipo edilizio, agricolo, industriale - pile e farmaci 17

18 ingombranti Lo smaltimento dei RIFIUTI INGOMBRANTI avviene su prenotazione: verranno periodicamente allestiti PUNTI DI CONFERIMENTO in base al raggiungimento di un congruo numero di prenotazioni. Modalità differenti di raccolta dei rifiuti ingombranti relativamente a particolari esigenze dovranno essere concordate con il Comune. La prenotazione deve avvenire preferibilmente tramite all indirizzo: oppure via fax al n o, in alternativa, al numero telefonico pile e farmaci Le PILE ESAURITE e i FARMACI SCADUTI, separati dal resto dei rifiuti, possono essere conferiti presso i rispettivi contenitori già presenti sul territorio o di prossima installazione. 18

19 punti di conferimento stradali per rifiuti da raccolta differenziata I PUNTI DI CONFERIMENTO per rifiuti urbani differenziati collocati in prossimità dei Villaggi MAP di ogni frazione, continueranno a rimanere attivi anche successivamente alla rimozione dei cassonetti stradali per la raccolta della frazione indifferenziata. Sarà possibile conferire in maniera differenziata le medesime frazioni di rifiuto ad eccezione dell Organico, ovvero PLASTICA, CARTA, VETRO, ALLUMINIO/BARATTOLAME, con le modalità di separazione definite per il sistema porta a porta. In questo modo qualora, per dimenticanza, non si dovesse esporre il cestello nel giorno di raccolta stabilito oppure, per particolari situazioni, il cestello dovesse risultare insufficiente, sarà comunque possibile gettare in maniera differenziata i rifiuti ed evitare che si accumulino in casa. 19

20 Agende di carta e/o cartoncino Buste Calendari (togliere parti non di carta) Carta assorbente non unta o bagnata Carta da pacco Carta del pane pulita Cartone ondulato Cartoni delle pizze Cassette di cartone della frutta Contenitore in cartone di sale e zucchero Contenitori Tetrapak (latte, succhi, etc) Depliant se non plastificati Faldoni per ufficio senza anelli Fogli pubblicitari Fotocopie e fogli vari Giornali di ogni genere Imballaggi qualsiasi di carta e cartone Libri (senza parti in plastica) Quaderni non plastificati Riviste non plastificate Sacchetti di carta Scatole dei detersivi Scatole delle scarpe Scatole di carta per alimenti Scatole in cartoncino per snack etc. Scontrini fiscali Tabulati cartacei Tovaglioli di carta puliti Volantini non plastificati

21 Barattoli vetro senza coperchio Bicchieri Bottiglie senza tappo Caraffe Damigiane senza impagliatura Fiale (non adibite a contenere farmaci) Flaconi di vetro Lastre e frammenti di vetro (non specchi) Oggetti in vetro Vasetti per alimenti in vetro Vetri rotti IL RIFIUTARIO

22 Barattoli del caffè Blister per pastiglie Bombolette spray Carta stagnola da cucina Chiusura stagnola dello yogurt Chiusure metalliche (coperchietti) vasetti di vetro Lattine di alluminio per bevande Lattine in banda stagnata per alimenti Lattine per olio da cucina Scatolette in banda stagnata (tonno, fagioli etc...) Tappi a corona Tappi delle bottiglie in alluminio Vaschette di alluminio

23 Bolle d aria (plastica a bolle da imballaggio) Bottiglie di plastica per bevande Bottiglie di plastica per olio cucina Buste alimenti surgelati (minestre, etc.) Buste di nylon Cassette frutta in plastica Confezioni dei surgelati Confezioni in plastica della pasta Confezioni in plastica merendine/crackers Confezioni sagomate (blister) Confezioni sagomate per dolciumi Confezioni sagomate per le uova Contenitori in plastica per alimenti Contenitori in plastica per piante Contenitori per detersivi liquidi Contenitori shampoo, etc. Contenitori yogurt e dessert Coperchi in plastica Dispensatori per salse Dispenser Flaconi di detersivo Involucro uovo di Pasqua Pellicole di cellophane Polistirolo da imballaggio Porta rullino fotografico Portasorpresine Reggette per legature pacchi Retine per frutta e verdura Sacchetti per congelatore Taniche di sostanze non tossiche e nocive Vaschette del gelato pulite Vasi in plastica per fiori Vassoi in polistirolo per alimenti IL RIFIUTARIO

24 Alimenti avariati Avanzi di cucina crudi o cotti Biscotti Bucce Capelli (da taglio casalingo) Carne Carta scottex da cucina bagnata o unta Cenere di sigaretta (senza filtro) Ceneri spente di caminetti Denti Escrementi di animali domestici Fazzoletti di carta usata Fiammiferi Filtri del tè Fiori secchi Fondi di caffè Formaggi Frutta Granaglie Gusci di frutta secca Gusci di molluschi o crostacei Gusci di uovo Incensi Insetti morti

25 Legno non trattato (pezzetti) Lische Noccioli Olio da cucina (piccole quantità) Ossa Pane Parti vegetali di piante Pasta Pelle di coniglio Pesce Piume di pollame ecc. Pizza Riso Segatura pulita Semi Stecco di legno dei gelati Stuzzicadenti Tappi di sughero Torsoli Tovaglioli di carta bagnati o unti Truciolato Uova Verdure IL RIFIUTARIO

26 Accendini Accessori auto Adesivi e carte adesive Aghi Asciugacapelli Assorbenti Bacinelle/oggetti plastica dura Bicchieri di plastica Bottoni Calcolatrici Calze di naylon Campioncini prodotti cosmetici Cancellerie (penne, matite...) Capelli tinti Carta carbone Carta lucida disegno (progetti) Carta vetrata Casco per moto Casco per bicicletta CD e loro custodie Cassette audio e loro custodie Cassette video e loro custodie Ceramiche Cerotti Cestini Collant Cotone idrofilo Cotton fioc Cristalli Cuoio Cuscini DVD e loro custodie Ecografie Elastici Etichette adesive Feltrini antiurto Fili elettrici Filo per cucire Fiori finti Floppy disc Fotografie Giocattoli Gomma Gomma da masticare Gommapiuma

27 NON RICICLABILI! Grattugia Lamette Lastre mediche e radiografiche Lettiere di animali domestici Mozziconi di sigarette e sigari Nastro abrasivo Nastro adesivo Nastro da pacco Occhiali Oggetti di gomma Oggetti di peluche e ovatta Oggetti di terracotta Ombrelli Ovatta Pannolini e pannoloni Pettini Piatti di ceramica Piatti di plastica Pirofile da forno Pirofile di Pyrex Posacenere Profilattici Rubinetteria Rullini fotografici Sacchetti aspirapolvere usati Sapone Secchielli di plastica Segatura sporca Spazzole Spazzolini da denti Specchi Specchietti Spugne Stracci Taglieri di plastica Tamponi per timbri Telefonia Timbri vecchi Trucchi vecchi Tubi in gomma Ugelli dei fornelli Vasi in terracotta Vetro opalino Vetro retinato Videocassette e loro custodie Zanzariere Zerbini IL RIFIUTARIO

28 Antine in ferro Apparecchiature elettriche Apparecchiature elettroniche Armadi in ferro Armadi in legno Armadi in plastica Armadi in resina Aspirapolvere Asse da stiro Bacinelle in plastica di grandi dimensioni Bancali Bauli Biciclette Bilance Casse stereo Cassepanche Casse e cassette Cerchioni Ceste di grandi dimensioni Computer Condizionatori Divani Elettrodomestici Ferro da stiro

29 Finestre in alluminio Finestre in legno Forni Fotocopiatrici Frigoriferi Girello Infissi in alluminio Infissi in legno Lavastoviglie Lavatrice Legno verniciato Lettini Lettore CD - DVD Materassi Mensole Mobili Monitor Ombrelloni Pallets Pedane Pentole Persiane Poltrone Porte Portoni Quadri elettrici Radio Reti per letti Ringhiere Scaffali Sci Sdraio Sedie di legno Sedie di plastica Seggiolone Stampanti Stereo Strutture in ferro Strutture in legno Tapparelle Tastiere per computer Tavoli Televisori Valigie Videoregistratori IL RIFIUTARIO

30 30 note

31 note 31

32 COMUNE DI OCRE Assessorato allʼambiente Per informazioni: progetto grafico e stampa tipografia la rosa. l aquila Tel Fax sezione raccolta differenziata

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto!

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! Umido Plastica e Lattine Carta e Cartone Secco non riciclabile Vetro (bianco e colorato) Farmaci scaduti Pile Legno Umido I rifiuti umidi vanno conferiti

Dettagli

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Comune di Padova Assessorato all Ambiente AcegasAps Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Le 3 Zone di raccolta nel Quartiere 1 Centro Tipo di Rifiuto Cosa conferire Cosa non conferire

Dettagli

FATTI FURBO... DIFFERENZIA

FATTI FURBO... DIFFERENZIA Per i comuni del Consorzio Canavesano Ambiente Guida alla raccolta differenziata... FATTI FURBO... DIFFERENZIA anche fatti tu furbo...!!!... e al rispetto dell ambiente DIFFERENZIA ANCHE TU!!! Bastano

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

Guida alla nuova raccolta differenziata per la città di Como

Guida alla nuova raccolta differenziata per la città di Como Guida alla nuova raccolta differenziata per la città di Como www.apricaspa.it www.comune.como.it COMUNE DI COMO 1 2 Indice Insieme verso il 6 5% di raccolta differenziata pag. 4 Perché fare la raccolta

Dettagli

Dividere i rifiuti. bidone giallo Caritas. centro di raccolta. assorbenti igienici. audio e video cassette e custodie

Dividere i rifiuti. bidone giallo Caritas. centro di raccolta. assorbenti igienici. audio e video cassette e custodie Dividere i rifiuti A TIPOLOGIA RIFIUTO abiti accendino accumulatori acidi alcool denaturato alcool etilico alluminio contenitori alluminio oggetti di grandi dimensioni amianto ampolle anticrittogamici

Dettagli

Dove lo butto? Elenco materiali aggiornato a dicembre 2014

Dove lo butto? Elenco materiali aggiornato a dicembre 2014 Dove lo butto? Elenco materiali aggiornato a dicembre 2014 OGGETTO Abbigliamento Abiti Accendini Accumulatori Acetone Acquaragia Adesivi chimici Agende di carta e/o cartoncino Albero di Natale vivo Alimentatori

Dettagli

Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci.

Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. UNIONE DEI COMUNI Agugliano Camerata Picena Offagna Polverigi Santa Maria Nuova Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. Raccolta differenziata porta a porta. A.T.I. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci.

Dettagli

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani Utenze domestiche Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani Fare la raccolta differenziata In provincia di Modena, ogni giorno produciamo 1,75 chili di rifiuti a testa. Fare la raccolta differenziata

Dettagli

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio ALTO BELICE AMBIENTE S.p.A. Cos'è l'imballaggio L uomo ha sempre fatto uso di contenitori e già 3500 anni fa le popolazioni egizie immagazzinavano e trasportavano unguenti, oli e vino in contenitori di

Dettagli

AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE. per Lecco e provincia

AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE. per Lecco e provincia AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE per Lecco e provincia Sacco VIOLA Frazione secca multimateriale L IMPIANTO DI SELEZIONE DEL SACCO VIOLA I sacchi provenienti dalla raccolta, caricati su un nastro trasportatore,

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI 3 EDIZIONE dati 2012 CHI L I HA Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI NASCONDE UN IDENTITÀ PLASTICA FREQUENTAVA VETRI ROTTI si spacciava per una lattina

Dettagli

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE ervizi. a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta UTENZE DOMESTICHE presentazione Carissimi cittadina /cittadino, torno da te, per raccontarti la nostra esperienza

Dettagli

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento Che cos è il compost Il compost è il terriccio (humus) che si forma dai rifiuti organici (erba, foglie, avanzi di frutta e verdura, ecc) grazie all azione del sole, dell aria e dei microrganismi presenti

Dettagli

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5).

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5). Ceramica Nell antichità il vaso non era un semplice un semplice oggetto utile nella vita quotidiana, ma era anche merce di scambio. Il lavoro del vasaio, inizialmente era collegato alle stagioni e dunque

Dettagli

che fine fanno i tuoi Rifiuti? ognuno ha la sua strada... CoMPoStAggio CARtieRA VetReRiA

che fine fanno i tuoi Rifiuti? ognuno ha la sua strada... CoMPoStAggio CARtieRA VetReRiA che fine fanno i tuoi Rifiuti? ognuno ha la sua strada... VetReRiA CARtieRA CoMPoStAggio Regione del Veneto Presidente Giancarlo Galan Assessore alle Politiche dell Ambiente Giancarlo Conta Segretario

Dettagli

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO GUIDA AL CONFEZIONAMENTO 1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO Si devono rispettare i limiti massimi di dimensioni e peso indicati nella tabella: prodotto limite massimo di peso dimensioni massime Pacco ordinario

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE In questo congelatore possono essere conservati alimenti già congelati ed essere congelati alimenti freschi. Messa in funzione del congelatore Non occorre impostare la

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee.

Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee. Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee. Sono definite temporanee tutte quelle manifestazioni quali Sagre, Feste Campestri ecc. aperte al pubblico, in cui,

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

La Temperatura degli Alimenti

La Temperatura degli Alimenti La Temperatura degli Alimenti L'ATP è la regolamentazione per i trasporti frigoriferi refrigerati a temperatura controllata di alimenti deperibili destinati all'alimentazione umana. A.T.P. = Accord Transport

Dettagli

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Comune di Udine L ECO-UFFICIO Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Efficienza energetica: di necessità virtù L efficienza energetica non è semplice risparmio: è riduzione del consumo di

Dettagli

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE

COMUNE DI RUFFANO. - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE COMUNE DI RUFFANO - Provincia di Lecce - REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L'UTILIZZO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE approvato con Deliberazione del Commissario Straordinario con i poteri del Consiglio Comunale

Dettagli

Realizzato in PET riciclato. La natura ci guida. Consigli per comportamenti eco-logici. famila.it

Realizzato in PET riciclato. La natura ci guida. Consigli per comportamenti eco-logici. famila.it Realizzato in PET riciclato La natura ci guida Consigli per comportamenti eco-logici. famila.it Insieme per l ambiente. La nuova vita della plastica Questo supporto è stato realizzato con materiale riciclato:

Dettagli

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO ndice 1 Fai come fa la Natura 2 Cosa ci metti per fare la terra? 3 Come funziona il Compostaggio 4 Le cose

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

Prodotti di cui ti puoi fidare

Prodotti di cui ti puoi fidare Prodotti di cui ti puoi fidare Vogliamo offrirti alimenti di buona qualità a prezzi bassi, prodotti in modo responsabile. Stiamo lavorando in tutte le parti della catena alimentare, dalla fattoria al negozio

Dettagli

COMPOSTAGGIO DOMESTICO

COMPOSTAGGIO DOMESTICO PROGETTO DI INCENTIVAZIONE AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO DA ATTUARSI NEI COMUNI DI ABETONE, CUTIGLIANO, MARLIANA, PESCIA, PITEGLIO SAMBUCA PISTOISE, SAN MARCELLO PISTOIESE A cura di: APRILE 2008 PREMESSA Il

Dettagli

SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA

SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA MOD. COM 3 SCIA-SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO: MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA Al SUAP Ai sensi del D. L.vo 114/98, D. L.vo 59/10 e L. 122/10 Il sottoscritto

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

COS È L ALLUMINIO? UN PROGETTO DI

COS È L ALLUMINIO? UN PROGETTO DI COS È L ALLUMINIO? UN PROGETTO DI 1. STORIA DELL ALLUMINIO 2. COME SI PRODUCE 3. CICLO DELL ALLUMINIO 4. ALLUMINIO INTORNO A NOI 5. LO SAPEVI CHE? UN PROGETTO DI STORIA DELL ALLUMINIO LE ORIGINI DELL ALLUMINIO

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

V-ZUG SA. Cappa aspirante DW-SE/DI-SE. Istruzioni per l uso

V-ZUG SA. Cappa aspirante DW-SE/DI-SE. Istruzioni per l uso V-ZUG SA Cappa aspirante DW-SE/DI-SE Istruzioni per l uso Grazie per aver scelto uno dei nostri prodotti. Il vostro apparecchio soddisfa elevate esigenze, e il suo uso è molto semplice. E tuttavia necessario

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica

Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica Bollette più leggere. Bollette più leggere..aria più pulita.aria più pulita Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica Ostellato 28 maggio 2004 A scuola di ecologia

Dettagli

Leonia Le città invisibili di Italo Calvino

Leonia Le città invisibili di Italo Calvino La città di Leonia rifà se stessa tutti i giorni: ogni mattina la popolazione si risveglia tra lenzuola fresche, si lava con saponette appena sgusciate dall'involucro, indossa vestaglie nuove fiammanti,

Dettagli

Trekking di più giorni

Trekking di più giorni SEZIONE DI MORTARA Trekking di più giorni Cosa portare nello zaino Escursioni di più giorni Per i trekking il discorso peso diventa ancora più importante delle escursioni di un giorno o due. Portare sulle

Dettagli

PENTOLE A PRESSIONE ISTRUZIONI D USO E GARANZIA

PENTOLE A PRESSIONE ISTRUZIONI D USO E GARANZIA PENTOLE A PRESSIONE ISTRUZIONI D USO E GARANZIA LA COTTURA IN PENTOLA A PRESSIONE La pentola a pressione è uno strumento ancora tutto da scoprire, da conoscere e da valorizzare, sia dal punto di vista

Dettagli

F10101 Autovetture Compresi ricambi e materiali di consumo. F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) Compresi ricambi e materiali di consumo

F10101 Autovetture Compresi ricambi e materiali di consumo. F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) Compresi ricambi e materiali di consumo BARRARE CATEGORIA DI INTERESSE CATEGORIA ISCRIZIONE DESCRIZIONE NOTE VEICOLI F10101 Autovetture F10201 Veicoli Commerciali Pesanti (autotelaio) F10301 Veicoli Commerciali Leggeri (autotelaio) F10501 Macchine

Dettagli

l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati

l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati CATALOGO EXA l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati + pratico + sicuro + economico + ecologico 3 edizione Azienda Certificata ISO 9001 e ISO 14001 IL SISTEMA

Dettagli

10. sicurezza. dei tuoi cibi dipende anche da te. sicurezza

10. sicurezza. dei tuoi cibi dipende anche da te. sicurezza 10. sicurezza La dei tuoi cibi dipende anche da te sicurezza 10. La sicurezza dei tuoi cibi dipende anche da te Oggi i consumatori sono sempre più attenti alle questioni della sicurezza degli alimenti,

Dettagli

ALLEGATO 10. Materie tessili e loro manufatti della sezione XI

ALLEGATO 10. Materie tessili e loro manufatti della sezione XI ALLEGATO 10 ELENCO DELLE LAVORAZIONI O TRASFORMAZIONI ALLE QUALI DEVONO ESSERE SOTTO- POSTI I MATERIALI NON ORIGINARI AFFINCHÉ IL PRODOTTO FINITO POSSA AVERE IL CARATTERE DI PRODOTTO ORIGINARIO Materie

Dettagli

People. Process. Product.

People. Process. Product. People. Process. Product. INTRODUZIONE Il programma StoreSafe è stato creato per identificare i prodotti Cambro che aiutano gli operatori nel settore della ristorazione collettiva a soddisfare i requisiti

Dettagli

BOLLO ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE

BOLLO ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE MOD.COM 2 BOLLO copia per il Comune ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO - MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE Al Comune di * Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt. 8,9,10, comma 5),

Dettagli

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati DECORAZIONE 03 Posare la carta da parati 1 Scegliere la carta da parati Oltre ai criteri estetici, una carta da parati può essere scelta in funzione del luogo e dello stato dei muri. TIPO DI VANO CARTA

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

più compost, meno rifiuti Vantaggi per te, vantaggi per l ambiente

più compost, meno rifiuti Vantaggi per te, vantaggi per l ambiente guida al compostaggio più compost, meno rifiuti Vantaggi per te, vantaggi per l ambiente Ho in testa una gran bella idea: Brescia più bella, più sana, più pulita. Un obiettivo possibile, adottando semplicemente

Dettagli

Cos'è e come funziona una discarica.

Cos'è e come funziona una discarica. Cos'è e come funziona una discarica. La discarica di rifiuti è un luogo dove vengono depositati in modo non differenziato i rifiuti solidi urbani e tutti i rifiuti provenienti dalle attività umane. La

Dettagli

Esperienze con l elettricità e il magnetismo

Esperienze con l elettricità e il magnetismo Esperienze con l elettricità e il magnetismo Laboratorio di scienze Le esperienze di questo laboratorio ti permettono di acquisire maggiore familiarità con l elettricità e il magnetismo e di sperimentare

Dettagli

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE

Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE MOD.COM. 6 copia per il Comune Forme speciali di vendita al dettaglio VENDITA PER CORRISPONDENZA, TELEVISIONE O ALTRI SISTEMI DI COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE Al Comune di *... Ai sensi del D.L.vo 31/3/1998

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag.

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag. DEM8.5/10 Istruzioni per l uso............pag. 2 Use and maintenance manual....pag. 11 Mode d emploi et d entretien.....pag. 20 Betriebsanleitung.............pag. 29 Gebruiksaanwijzing..............pag.

Dettagli

Note generali. Norme di sicurezza. Procedura generale di pulizia. Bollettino Istruzioni

Note generali. Norme di sicurezza. Procedura generale di pulizia. Bollettino Istruzioni 3M Italia, Gennaio 2011 Bollettino Istruzioni Applicazione pellicole su vetro Bollettino Istruzioni 3M Italia Spa Via Norberto Bobbio, 21 20096 Pioltello (MI) Fax: 02 93664033 E-mail 3mitalyamd@mmm.com

Dettagli

COMUNICAZIONE. Al Comune di *

COMUNICAZIONE. Al Comune di * 7864 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 82 del 30-6-2004 MOD.COM 3 Al Comune di * ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE Ai sensi della l.r. 11/03

Dettagli

Il sistema di lavaggio ActiveWater concentrato in 55 centimetri.

Il sistema di lavaggio ActiveWater concentrato in 55 centimetri. Il sistema di lavaggio ActiveWater concentrato in 55 centimetri. Nuove lavastoviglie ActiveWater Smart. Il massimo delle prestazioni in dimensioni ridotte. Sistema ActiveWater. Lavaggi perfetti, risparmio

Dettagli

Le graniglie sono classificabili, secondo il materiale di cui sono composte, come segue :

Le graniglie sono classificabili, secondo il materiale di cui sono composte, come segue : Cos è la graniglia? L utensile della granigliatrice : la graniglia La graniglia è praticamente l utensile della granigliatrice: si presenta come una polvere costituita da un gran numero di particelle aventi

Dettagli

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Marco Glisoni Maria Lisa Procopio Incontro formativo Progetto APE settembre 2014 Il Piano d Azione Nazionale per il GPP Piano d azione per la

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

Uno spettroscopio fatto in casa

Uno spettroscopio fatto in casa Uno spettroscopio fatto in casa Angela Turricchia Laboratorio per la Didattica Aula Planetario Comune di Bologna, Włochy Ariel Majcher Centro di fisica teorica, PAS Varsava, Polonia Uno spettroscopio fatto

Dettagli

Divieto di commercializzazione dei sacchetti non biodegradabili e compostabili

Divieto di commercializzazione dei sacchetti non biodegradabili e compostabili Divieto di commercializzazione dei sacchetti non biodegradabili e compostabili Vademecum operativo Con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale della legge 11 agosto 2014, n. 116 che converte il Dl 91/2014,

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI. Art. 1 - Oggetto del regolamento

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI. Art. 1 - Oggetto del regolamento TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Oggetto del regolamento 1. Il presente regolamento ha per oggetto la disciplina dei servizi di raccolta, trasporto e conferimento a smaltitori finali dei rifiuti

Dettagli

Logistica di Amazon. Guida rapida alla creazione della spedizione

Logistica di Amazon. Guida rapida alla creazione della spedizione Logistica di Amazon Guida rapida alla creazione della spedizione Come inviare le spedizioni Logistica di Amazon ad Amazon in modo efficiente e senza intoppi Agenda 1 2 3 4 5 6 7 Creazione di una spedizione

Dettagli

Ne forniamo alcuni esempi.

Ne forniamo alcuni esempi. Con il termine coordinamento oculo-manuale si intende la capacità di far funzionare insieme la percezione visiva e l azione delle mani per eseguire compiti di diversa complessità. Per sviluppare questa

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA COMUNICAZIONE MOD.COM 3 Al Comune di * ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO MEDIE E GRANDI STRUTTURE DI VENDITA copia per il Comune COMUNICAZIONE Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (artt.10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto

Dettagli

ilmondo Impariamo insieme cosa sono i rifiuti e come si possono riciclare e smaltire dei Rifiuti

ilmondo Impariamo insieme cosa sono i rifiuti e come si possono riciclare e smaltire dei Rifiuti il mondo Impariamo insieme cosa sono i rifiuti e come si possono riciclare e smaltire dei Rifiuti Lo Sviluppo Sostenibile è quello sviluppo che consente alla generazione presente di soddisfare i propri

Dettagli

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE. Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto

ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE. Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto MOD.COM 1, copia per il Comune ESERCIZI DI COMMERCIO AL DETTAGLIO DI VICINATO COMUNICAZIONE Al Comune di * Ai sensi del D.L.vo 114/1998 (art 7, 10 comma 5 e 26 comma 5), il sottoscritto Cognome Nome C.F.

Dettagli

Esercitazione pratica di cucina N 11

Esercitazione pratica di cucina N 11 Esercitazione pratica di cucina N 11 Millefoglie di grana Con funghi porcini trifolati alla nepitella --------------------------------- Timballo di anelletti Siciliani al Ragù ---------------------------------

Dettagli

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate.

Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. Tecnica ed esperienza per prestazioni elevate. INDICE La presente guida contiene suggerimenti e indicazioni di carattere generale e a scopo puramente informativo. Non si deve prescindere dal leggere attentamente

Dettagli

Posizionamento del Simbolo

Posizionamento del Simbolo , 6 Versione 15, Gennaio 2015 Sezione 6. Linee Guida sul Posizionamento del Simbolo 6.1. Introduzione... 2 6.2. Principi Generali sul Posizionamento... 2 6.3. Linee Guida sul Posizionamento Generale per

Dettagli

TRECCIA AL BURRO RICETTE

TRECCIA AL BURRO RICETTE TRECCIA AL BURRO RICETTE TRECCIA AL BURRO 1 kg di farina bianca 1 cucchiaio di sale (20 g ca.) 1 cubetto di lievito fresco (42 g) 1 cucchiaio di zucchero 120 g di burro 6 dl di latte 1 uovo sbattuto per

Dettagli

Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA

Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA Acquistare una zucca fresca o già secca. Nel primo caso sarà opportuno comprarla in un periodo caldo per godere delle giornate

Dettagli

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA E composta dalla sigla CE e, nel caso un Organismo Notificato debba intervenire nella fase del controllo della produzione, contiene anche il numero d identificazione

Dettagli

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Conserve: verdure sott'olio e sott'aceto VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Le verdure non possono essere conservate semplicemente sott'olio: infatti, non hanno sufficiente acidità per scongiurare il pericolo

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI

REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI REGIONE VENETO REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art. 42) 24 NOTE GENERALI Il registro completo dei trattamenti, è composto da: - scheda A - Dati anagrafici azienda/ente

Dettagli

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA 24 2 Sommario Perché questo opuscolo 3 Il benessere sostenibile e i consumi delle famiglie italiane 4 Le etichette energetiche 5 La scheda di prodotto 9 L etichetta

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Concorso La scuola più riciclona

Concorso La scuola più riciclona Il futuro è nella nostra natura Concorso La scuola più riciclona Nell'ambito del Piano dell'offerta Formativa Territoriale (POFT) 2014/2015, il Comune di Bitonto indice il concorso La scuola più riciclona

Dettagli

Costruire una pila in classe

Costruire una pila in classe Costruire una pila in classe Angela Turricchia, Grazia Zini e Leopoldo Benacchio Considerazioni iniziali Attualmente, numerosi giocattoli utilizzano delle pile. I bambini hanno l abitudine di acquistarle,

Dettagli

MENÙ SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA, CDD, CENTRO ERGOTERAPICO DIETA RELIGIOSA PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 (CUCINA IN LOCO)

MENÙ SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA, CDD, CENTRO ERGOTERAPICO DIETA RELIGIOSA PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 (CUCINA IN LOCO) PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 Giorno Prima settimana Seconda settimana Terza settimana Quarta Pasta all olio e Uova strapazzate Riso alla zucca Bresaola* / formaggio fresco Pasta olio e Bocconcini

Dettagli

Come imballare le vostre spedizioni

Come imballare le vostre spedizioni Come imballare le vostre spedizioni Se avete bisogno di una guida generale per l imballaggio delle vostre spedizioni o di una guida per alcuni articoli speciali, di seguito troverete tutte le informazioni

Dettagli

Campo di Tiro Le Macchie Regolamento

Campo di Tiro Le Macchie Regolamento Campo di Tiro Le Macchie Regolamento Allo scopo di garantire al Tiro sportivo con armi da fuoco un crescente sviluppo anche all interno del Nostro poligono e che i sacrifici di chi si è prodigato perché

Dettagli

Prevenzione dell allergia ad inalanti

Prevenzione dell allergia ad inalanti Prevenzione dell allergia ad inalanti La patologia allergica respiratoria è molto frequente nella popolazione generale: la sua prevalenza si aggira in media intorno al 10-15%. Inoltre, negli ultimi 20

Dettagli

"IMPARIAMO A RICICLARE"

IMPARIAMO A RICICLARE COLLEGIO ARCIVESCOVILE Castelli PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE "IMPARIAMO A RICICLARE" (progetto di durata annuale) Anno scolastico 2008/2009 Classi terze e quarte - Scuola primaria FINALITA' Il Progetto

Dettagli

Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010. L attività di ASSOCASA per una detergenza sostenibile

Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010. L attività di ASSOCASA per una detergenza sostenibile Master La pulizia sostenibile come opportunità FORUM PA Roma, 17-20 maggio 2010 L attività di ASSOCASA per una detergenza sostenibile A cura di ASSOCASA Assocasa Associazione Nazionale Detergenti e Specialità

Dettagli

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI PRANZO PRIMA SETTIMANA LUNEDI': MARTEDI': MERCOLEDI': GIOVEDI': VENERDI': PASTA AL

Dettagli

Sicurezza alimentare. Come usare e conservare correttamente i prodotti alimentari

Sicurezza alimentare. Come usare e conservare correttamente i prodotti alimentari Sicurezza alimentare Come usare e conservare correttamente i prodotti alimentari Indice Introduzione 3 1. La sicurezza inizia al momento dell acquisto 4 2. La dispensa moderna: il vostro frigorifero 6

Dettagli

La movimentazione dei materiali (material handling)

La movimentazione dei materiali (material handling) La movimentazione dei materiali (material handling) Movimentazione e stoccaggio 1 Obiettivo generale La movimentazione e stoccaggio dei materiali (material handling MH) ha lo scopo di rendere disponibile,

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

Ess-Trends alimentari Fokus in primo piano

Ess-Trends alimentari Fokus in primo piano sge Schweizerische Gesellschaft für Ernährung ssn Société Suisse de Nutrition ssn Società Svizzera di Nutrizione Ess-Trends alimentari Fokus in primo piano Eine Un iniziativa Initiative von Coop Coop con

Dettagli

w w w. c m r i s t o r a z i o n e. i t

w w w. c m r i s t o r a z i o n e. i t BOCCALE 4 STAGIONI Senza capsula 41,5 cl Quattro stagioni bottiglia 20 CL bottiglia 40 CL SAGITTA VINO BIANCO Calice 44 cl SWING Bottiglia 25 cl Bottiglia 50 cl OFFICINA 1825 Bicchiere 30 cl ROCKBAR Bicchiere

Dettagli

prodotto italiano SOLUZIONI E SISTEMI PER L ETICHETTATURA LA STAMPA LA MARCATURA LA CODIFICA L IDENTIFICAZIONE www.progetsistem.

prodotto italiano SOLUZIONI E SISTEMI PER L ETICHETTATURA LA STAMPA LA MARCATURA LA CODIFICA L IDENTIFICAZIONE www.progetsistem. www.progetsistem.com prodotto italiano ETICHETTATURA, STAMPA, MARCATURA, CODIFICA, IDENTIFICAZIONE. SOLUZIONI E SISTEMI PER L ETICHETTATURA LA STAMPA LA MARCATURA LA CODIFICA L IDENTIFICAZIONE Etichettatrici

Dettagli

ISTRUZIONI IMPORTANTI PER LA SICUREZZA PERICOLO AVVERTENZA

ISTRUZIONI IMPORTANTI PER LA SICUREZZA PERICOLO AVVERTENZA ISTRUZIONI IMPORTANTI PER LA SICUREZZA IMPORTANZA DELLA SICUREZZA PER SÉ E PER GLI ALTRI Il presente manuale e l apparecchio stesso sono corredati da importanti messaggi relativi alla sicurezza, da leggere

Dettagli

BUONE AZIONI PER RISPARMIARE

BUONE AZIONI PER RISPARMIARE BUONE AZIONI PER RISPARMIARE A cura del Servizio Socio Assistenziale della Comunità Alta Valsugana e Bersntol in collaborazione con i dipendenti delle Casse Rurali di Pergine Valsugana, Caldonazzo, Levico

Dettagli

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO

RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO RELAZIONE SUL SISTEMA DI ALLERTA EUROPEO M.G. PRIMO TRIMESTRE 2014 Il presente rapporto è stato realizzato dalla Direzione Generale per l'igiene e la Sicurezza degli Alimenti e la Nutrizione Direttore

Dettagli