REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE"

Transcript

1 Comune di Faedis Provincia di Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE Approvato con deliberazione consiliare n. 42 del

2 TITOLO I SERVIZI Art. 1 - Assunzione del servizio 1. Presso il comune di Faedis sono istituiti i servizi di raccolta dei seguenti rifiuti urbani ed assimilati: A) Rifiuti differenziati vetro; carta e cartone; monomateriale (carta e imballaggi in carta oppure plastica); pile esauste; farmaci scaduti; metalli ferrosi e non ferrosi; frazione organica verde; frazione organica umida; legno; beni durevoli. Oli e grassi vegetali esausti olio minerale usato B) Rifiuti indifferenziati rifiuti indifferenziati non ingombranti; rifiuti indifferenziati ingombranti; rifiuto da spazzamento stradale e da cestini stradali. Art. 2 - Rifiuti differenziati VETRO Le bottiglie e gli altri contenitori in vetro devono essere conferiti in maniera differenziata all interno di contenitori stradali in polietilene di colore verde, di capacità 240/360 lt. adibiti all apposito servizio. Nei contenitori adibiti alla raccolta del vetro è vietato introdurre: oggetti in ceramica (tazzine, piatti, brocche, etc); lampade di qualsiasi tipo (a incandescenza, a basso consumo, tubi fluorescenti etc); bombolette spray; lattine e barattoli in metallo oggetti con evidenti residui del contenuto. La raccolta e lo svuotamento dei contenitori distribuiti nel territorio comunale avrà cadenza almeno quindicinale e sarà eseguito con apposito automezzo per il trasporto del vetro.

3 La raccolta del vetro potrà avvenire tra le ore 6.00 e le ore MONOMATERIALE La frazione secca monomateriale deve essere conferita, entro le ore 8,00 della giornata di venerdì e non prima della sera del giovedì. Qualora il venerdì cada di giorno festivo la raccolta viene effettuata il primo giorno non festivo successivo, a partire dalle ore Il materiale deve essere depositato lungo i marciapiedi o sul margine delle strade in prossimità della propria abitazione o unità produttiva. Non è consentito di norma accumulare il materiale nei pressi dei contenitori stradali adibiti alla raccolta dei rifiuti. Imballaggi in plastica: Il materiale deve essere contenuto all interno degli appositi sacchetti messi a disposizione dal Comune, di contenitori a perdere aperti (cassette di plastica) o di altri involucri trasparenti che consentano la verifica del contenuto da parte degli addetti alla raccolta. RIFIUTI AMMESSI Imballaggi per prodotti alimentari purché privi di evidenti residui del contenuto: bottiglie di acqua minerale, bibite, succhi, latte, ; flaconi/dispensatori di sciroppi, salse, yogurt, ; confezioni rigide per dolciumi (es.: scatole trasparenti e vassoi interni ad impronte); contenitori flessibili/rigidi per alimenti in genere (es.: affettati, formaggi, frutta, verdura, ); buste, sacchetti per alimenti in genere (es.: pasta, riso, patatine, caramelle, surgelati,.); vaschette porta uova; vaschette per alimenti, carne e pesce, gelati; contenitori per yogurt, creme di formaggio, dessert; reti per frutta e verdura; film e pellicole; barattoli per alimenti in polvere; contenitori vari per alimenti per animali; coperchi; cassette per prodotti ortofrutticoli e alimentari. Imballaggi per prodotti non alimentari purché privi di evidenti residui o contaminazioni: flaconi e contenitori per detersivi, saponi, prodotti per l'igiene della casa, della persona, cosmetici, acqua distillata; barattoli per confezionamento di prodotti (es. cosmetici, articoli da cancelleria, RIFIUTI VIETATI articoli casalinghi come secchi, vaschette, scolapaste, ciotole, complementi d'arredo, ecc. giocattoli custodie per CD, musicassette, videocassette piatti, bicchieri e posate di plastica tubi e canne per irrigazione materiali per edilizia ed impiantistica quali tubi, pozzetti, ecc. barattoli e sacchetti per colle, vernici, solventi, lubrificanti, ecc. grucce appendiabiti borse, zainetti, sporte posacenere, portamatite bidoni e cestini portarifiuti cartellette, portadocumenti, ecc. componentistica ed accessori auto imballaggi con evidenti residui di contenuto (sostanze pericolose, non pericolose o putrescibili) vasi e sottovasi cavi elettrici copertoni e camere d'aria taniche per combustibili sacchi per materiali da costruzione: calce, malte, cementi, colle, etc. qualsiasi manufatto non in plastica rifiuti ospedalieri (es. siringhe, sacche per plasma, contenitori per liquidi fisiologici e per emodialisi)

4 salviette umide); film e pellicole da imballaggio; blister, contenitori rigidi e formati a sagoma (es. gusci per giocattoli, pile, articoli da cancelleria, ); scatole e buste per confezionamento di capi d'abbigliamento (es. camicie, biancheria intima, calze, cravatte); gusci, barre, chips da imballaggio in polistirolo espanso; reggette per legature pacchi; sacchi, sacchetti, buste (es. shoppers, sacchi per detersivi, per alimenti per animali, etc); vasi monouso per vivaisti. Carta e cartone: Il materiale deve essere legato con lo spago oppure depositato all interno di scatole di cartone o sacchi di carta oppure, qualora previsto, in appositi contenitori forniti dal Comune. RIFIUTI AMMESSI Carta straccia: giornali e riviste, libri e quaderni, volantini pubblicitari, fotocopie, corrispondenza varia, piatti e vassoi di sola carta purché puliti. Imballaggi in carta e cartone: imballaggi di detersivi, e di alimenti quali scatole di pasta, pizza, biscotti, buste di farina, zucchero, pane ecc.; scatole di cartone purché piegate; cartoni di imballo; imballaggi in tetrapak (per latte, succhi di frutta, alimenti in genere). RIFIUTI VIETATI carta catramata, cartongesso, carta sporca o contaminata, carta vetrata, sacchi per prodotti per l'edilizia, etc. Nel caso di utenze non domestiche caratterizzate da grandi produzioni di carta o plastica il Comune, sentito il Gestore del servizio, può disporre il prelievo del materiale direttamente all interno dell azienda. La frazione secca monomateriale può essere conferita anche presso la piazzola ecologica all interno degli appositi contenitori. La raccolta del monomateriale viene effettuata, con la modalità del porta a porta dalle ore 8,00 alle ore 18,00 del venerdì, a settimane alterne (un venerdì carta e uno plastica), tramite idoneo automezzo equipaggiato da un autista e da almeno un raccoglitore. Qualora il venerdì cada di giorno festivo la raccolta viene effettuata nella prima giornata successiva non festiva a partire dalle ore 6.00.

5 Presso le utenze non domestiche caratterizzate da grandi produzioni possono essere autorizzate modalità sostitutive od integrative per il prelievo del materiale, incluso il servizio a chiamata. Lattine e barattolame Lattine e barattolame in metallo devono essere conferiti all interno degli appositi cassonetti stradali dedicati a tale servizio RIFIUTI AMMESSI RIFIUTI VIETATI Lattine di alluminio Bombolette spray Barattoli o scatolette in metallo per prodotti Barattoli di vernice alimentari (es. tonno, carne in scatola, Prodotti chimici etichettati T/F/etc. pelati, verdure, olio, frutta sciroppata, cibo Latte per olio motore per animali, etc.) I contenitori stradali dedicati alla raccolta delle pile scariche e dei medicinali scaduti devono essere svuotati, con cadenza di norma mensile tra le ore 6,00 e le ore 20,00; il contenuto deve essere raccolto e trasportato separatamente all impianto di recupero con l utilizzo di apposito automezzo dedicato a tale servizio. Pile scariche e medicinali scaduti Le pile scariche ed i medicinali scaduti devono essere collocati all interno degli appositi contenitori stradali dedicati a tale servizio. I contenitori stradali dedicati alla raccolta delle pile scariche e dei medicinali scaduti devono essere svuotati, con cadenza almeno mensile tra le ore 6,00 e le ore 20,00; il contenuto deve essere raccolto e trasportato separatamente con l utilizzo di apposito automezzo dedicato a tale servizio. Supporti informatici esauriti (cartucce per toner, cartucce per inchiostri) I supporti informatici quali, a titolo di esempio, cartucce per stampanti laser, contenitori di toner per fotocopiatori, cartucce di inchiostro per stampanti e fax, nastri per stampanti ad aghi, purché non pericolosi, possono essere depositati presso gli appositi contenitori collocati presso il municipio. Il materiale raccolto sarà avviato a recupero tramite ditta specializzata che provvederà al ritiro su chiamata. Manufatti in plastica (polietilene e polipropilene)

6 I manufatti in plastica devono essere conferiti tramite consegna in occasione del ritiro dei beni ingombranti. RIFIUTI AMMESSI Sedie e tavoli da giardino Cassette rigide in PE Tubo corrugato per edilizia Vasi e sottovasi Secchi per idropittura Fusti e taniche Secchi, bacinelle, cestini di uso domestica RIFIUTI VIETATI Tubo corrugato per impianti elettrici Giocattoli Canalette per impianti elettrici Tubi e altri manufatti in PVC Lastre in plexiglass e policarbonato Recinzioni da cantiere Tapparelle e griglie Imballaggi in plastica (tranne cassette per frutta e verdura) La raccolta dei manufatti in plastica avviene con le medesime modalità dei rifiuti ingombranti. INERTI DI PROVENIENZA DOMESTICA I rifiuti inerti di provenienza domestica possono essere conferiti con le modalità che di volta in volta gli uffici comunali, interpellati, daranno ai singoli cittadini interessati. E ammesso un quantitativo massimo annuo di 50 litri per ciascuna utenza domestica (equivalente a cinque secchi da muratore o una carriola). RIFIUTI AMMESSI Sanitari Vasi di coccio e ceramica Piatti e tazzine in ceramica Piastrelle Calcinacci Mattoni e laterizi Piastre e altri manufatti in cemento RIFIUTI VIETATI Terra di scavo Manufatti in cemento-amianto (eternit) Materiali contaminati da sostanze pericolose La raccolta dei rifiuti inerti di provenienza domestica avverrà secondo le istruzioni impartite dagli uffici comunali, di volta in volta. ROTTAMI METALLICI I rottami metallici devono essere conferiti tramite consegna in occasione del ritiro dei beni ingombranti. La raccolta dei rottami metallici avviene con le medesime modalità dei rifiuti ingombranti. FRAZIONE ORGANICA VERDE

7 Attualemente la frazione verde non viene raccolta, ma i cittadini sono invitati a dotarsi di composter casalinghi per lo smaltimento del rifiuto. Non è prevista raccolta FRAZIONE ORGANICA UMIDA La frazione organica umida è costituita esclusivamente da sostanze biodegradabili quali, a titolo esemplificativo, bucce di frutta, scarti della pulizia delle verdure, pane, gusci d uovo, fiori appassiti, fondi di caffè, avanzi della preparazione e del consumo dei cibi. Attualmente viene conferita con i rifiuti indifferenziati nei cassonetti stradali. La frazione umida viene raccolta, con cadenza bisettimanale nelle giornate di lunedì e giovedì mediante automezzo attrezzato per lo svuotamento degli appositi contenitori stradali. LEGNO I manufatti in legno, vimini, truciolato, compensato, etc. attualmente non vengono raccolti. BENI DUREVOLI DI USO DOMESTICO I beni durevoli (frigoriferi, congelatori, lavatrici, lavastoviglie, computer, televisori) vengono raccolti tramite raccolta dedicata porta a porta. La raccolta dei beni durevoli per il successivo avvio al recupero viene effettuata tramite carico manuale o meccanico su mezzo idoneo nella giornata del sabato a settimane alterne presso l'area di Ronchis dalle ore 09,00 alle ore 12,00. OLI E GRASSI VEGETALI Gli oli e grassi vegetali per uso alimentare esausti, di esclusiva provenienza domestica e allo stato liquido, attualmente non vengono raccolti. OLIO MINERALE USATO (OLIO MOTORE)

8 Gli oli minerali esausti (olio motore) di esclusiva provenienza domestica e derivanti da attività di manutenzione di motori di qualsivoglia natura e funzione effettuati in proprio da privati cittadini attualmente non vengono raccolti. Art. 3 -Rifiuti indifferenziati RIFIUTI INDIFFERENZIATI NON INGOMBRANTI Tutti i rifiuti urbani ed assimilati di dimensioni non ingombranti e non rientranti nelle categorie oggetto di raccolta differenziata o compostaggio domestico devono essere raccolti in sacchetti opportunamente chiusi e conferiti all interno dei cassonetti stradali ad essi dedicati. I cassonetti stradali da litri vengono svuotati, di norma, con cadenza bisettimanale; Lavaggio dei contenitori: Al fine di assicurare il rispetto delle condizioni igienico sanitarie deve essere garantito un numero di lavaggi annuo non inferiore a 8. I lavaggi vanno effettuati con acqua ad alta temperatura ed idonei detergenti, per mezzo di speciali automezzi lavacassonetti. RIFIUTI INDIFFERENZIATI INGOMBRANTI Tutti i rifiuti ingombranti non oggetto di raccolte differenziate o compostaggio domestico vengono raccolti tramite raccolta dedicata porta a porta. La raccolta dei rifiuti ingombranti per il trasporto agli impianti di trattamento/smaltimento viene effettuata tramite carico manuale o meccanico su mezzo idoneo nella giornata del sabato a settimane alterne presso l'area di Ronchis dalle ore 09,00 alle ore 12,00. SPAZZAMENTO STRADALE E SVUOTAMENTO CESTINI Spazzamento stradale Il servizio di spazzamento stradale delle vie pubbliche principali viene effettuato sulla base delle necessità di pulizia riscontrate nel corso dell anno e, di norma, nel rispetto del seguente orario: ; La raccolta ed il trasporto dei rifiuti da spazzamento stradale ad idoneo impianto di smaltimento avviene a cura del personale comunale con mezzi propri.

9 Cestini stradali All interno dei cestini stradali ubicati in aree pubbliche possono essere conferiti rifiuti di esigue dimensioni non soggetti a raccolta differenziata (es: salviette e fazzoletti monouso, piccoli involucri di alimenti, ecc.). I rifiuti provenienti dallo svuotamento dei cestini sono conferiti nei cassonetti per la raccolta dei rifiuti indifferenziati. I cestini vengono svuotati a cura del personale comunale con frequenza idonea ad assicurare il corretto funzionamento del servizio, in orario compreso tra le ore 8.00 e le ore Art. 4 - Rifiuti abbandonati I rifiuti rinvenuti in stato di abbandono di cui all articolo 13 della parte generale del presente Regolamento per i quali il responsabile dell abbandono non sia individuabile o non provveda alla rimozione vengono rimossi, a cura del personale incaricato dal Comune. Qualora gli stessi presentino i requisiti di assimilabilità saranno conferiti al servizio pubblico di raccolta assicurandone per quanto possibile l avvio al recupero. Le batterie al piombo rinvenute in stato di abbandono saranno raccolte all interno di appositi contenitori omologati ai sensi delle disposizioni vigenti e quindi avviate al recupero tramite il consorzio Consorzio Obbligatorio Batterie al Piombo e Rifiuti Piombosi (COBAT). La rimozione e lo smaltimento di sostanze contenenti cemento amianto o altre sostanze pericolose o non assimilabili dovrà avvenire tramite ditta specializzata nel rispetto delle vigenti normative. Art. 5 - Servizio di raccolta domiciliare Il servizio di raccolta domiciliare di rifiuti non è previsto, salvo quanto sopra indicato per la raccolta differenziata porta a porta.

10 TITOLO II GESTIONE E FRUIZIONE DELLE PIAZZOLE ECOLOGICHE Art. 6 -Definizione di piazzola ecologica Le piazzole ecologiche sono aree attrezzate e custodite destinate ad accogliere i rifiuti urbani ed assimilati conferiti direttamente dagli utenti del Comune. La piazzola ecologica è destinata principalmente alla raccolta differenziata delle frazioni di rifiuto avente volumetria o composizione merceologica non idonea al conferimento tramite i servizi di raccolta diffusa (porta-a-porta, cassonetto, campana stradale). Art. 7 - Caratteristiche della piazzola ecologica La piazzola ecologica è strutturata in maniera tale da garantire idonee condizioni di sicurezza in fase di conferimento e di prelievo dei rifiuti. In particolare deve: - essere recintata lungo il suo perimetro; - essere accessibile al pubblico solo in presenza di personale di custodia ed in orari prestabiliti; - consentire il conferimento, negli opportuni spazi o contenitori, di materiali divisi per flussi omogenei; - Nell ambito dei previsti lavori di costruzione e sistemazione delle piazzole ecologiche comunali si provvederà a pavimentare l area adibita alla raccolta e a dotare la stessa di vasca di raccolta delle acque di prima pioggia con scarico autorizzato. Art. 8 - Personale di custodia Al personale incaricato della custodia delle piazzole ecologiche spettano i seguenti compiti: - controllare il possesso dei requisiti degli utenti al conferimento dei rifiuti; - accertare l idoneità dei rifiuti conferiti ai servizi istituiti presso la piazzola ecologica; - indirizzare correttamente l utenza alla corretta differenziazione dei rifiuti; - coadiuvare l utente nelle operazioni di conferimento; - provvedere alla pulizia della struttura. Art. 9 - Conferimento Il conferimento dei materiali viene effettuato direttamente dagli utenti, in maniera autonoma e con proprio mezzo, seguendo le tabelle informative poste su ognuno dei contenitori o presso ciascuna aerea dedicata ad una particolare raccolta e nel rispetto delle indicazioni fornite dal personale di custodia.

11 Art Obblighi e divieti Nella piazzola ecologica non possono essere conferiti rifiuti diversi da quelli riportati nell elenco sottoindicato. E severamente vietato sostare e parcheggiare autovetture, cicli e motocicli all interno dell area della piazzola ecologica, oltre al tempo strettamente necessario per effettuare le operazioni di scarico dei rifiuti. Per motivi di sicurezza, le operazioni di asporto e carico effettuate dalle ditte autorizzate devono di norma svolgersi al di fuori dell orario di apertura della piazzola al pubblico. E severamente vietato alle persone non autorizzate introdursi all interno delle benne e dei container adibiti alla raccolta dei rifiuti. E severamente vietata, alle persone non autorizzate, qualunque operazione di cernita, recupero, rovistamento o asporto di qualsiasi materiale conferito presso la piazzola ecologica. Ferme restando le disposizioni di legge, in caso di abbandono di rifiuti nell area esterna alla piazzola ecologica, gli addetti alla custodia provvedono a segnalare l accaduto ai competenti uffici comunali ed a fornire ogni informazione utile all identificazione del responsabile dell abbandono. Nel caso non sia possibile identificare l autore dell abbandono dei rifiuti, il personale di custodia, previa richiesta del Comune, provvede alla rimozione del materiale abbandonato ed al corretto conferimento dello stesso. L utenza che effettui operazioni di conferimento di rifiuti non deve abbandonare gli stessi al di fuori degli appositi contenitori o aree. In caso di sversamenti occasionali, ad operazioni ultimate, deve provvedere ad una adeguata pulizia dell area interessata. L utente che effettui, all interno della piazzola ecologica, operazioni di conferimento di rifiuti, deve, sotto la propria esclusiva responsabilità, mantenere comportamenti tali da non creare danno a se o ad altre persone o cose presenti nella piazzola. Nell ambito dell attività di raccolta presso la piazzola ecologica devono preferibilmente essere adottate modalità e sistemi tesi a migliorare l efficienza del servizio. Presso il Comune di Faedis attualmente non sono operative piazzole ecologiche.

12 TITOLO III COMPOSTAGGIO DOMESTICO Art Definizione Per compostaggio domestico si intende una tecnica attraverso la quale, in ambito domestico, viene attuato un processo di decomposizione aerobica delle sostanze organiche solide finalizzato all ottenimento di prodotti a base di humus da riutilizzare direttamente, quale concime, nelle attività di orticoltura, floricoltura e giardinaggio, a livello hobbistico. Il processo è condotto dall utente, che con mezzi manuali e/o meccanici, assicura le condizioni ottimali per lo sviluppo degli organismi decompositori senza arrecare danno all ambiente e alla salute. Art Metodologie di compostaggio Presso il Comune di Faedis è consentito il compostaggio domestico per mezzo dei seguenti sistemi: 1. Compostaggio in cumulo all aperto, laddove il cumulo abbia le seguenti caratteristiche: larghezza massima della base: metri 2; altezza compresa tra metri 0,6 e metri 1,5; lunghezza minima a regime: metri 2; sezione triangolare o trapezoidale. 2. Compostaggio in compostiera, laddove la struttura abbia le seguenti caratteristiche tecniche: può essere realizzata in legno, mattoni, metallo o rete, oppure acquistata tra quelle in commercio; deve essere posizionata all aperto ed a contato con il suolo nudo; deve disporre di aperture che consentano l aerazione del materiale; deve essere munita di copertura o coperchio; deve consentire le operazioni di rivoltamento. Art Rifiuti compostabili Sono compostabili le seguenti sostanze: rifiuti di cucina (bucce di frutta e di ortaggi, scarti derivanti dalla pulizia delle verdure, pane raffermo, avanzi di cibo, fondi di caffè, filtri del the, gusci di uova, gusci di noci, scarti del pesce); ramaglie, potature, erba, fiori e fogliame; cartone, segatura e trucioli di legno non trattato; residui vegetali dell attività di giardinaggio ed orticoltura; escrementi di galline e conigli su lettiera di paglia, fieno o segatura; cenere di legna.

13 È vietato il compostaggio dei seguenti materiali: plastica e gomma in genere, metalli in genere, legno verniciato o impregnato, calcinacci, vetro, olio di friggitura, lettiere di animali domestici, tessuti, sostanze contenenti acidi, sostanze contaminate da prodotti chimici di sintesi e in generale ogni sostanza potenzialmente dannosa per l ambiente. Art Modalità di compostaggio Il compostaggio domestico deve essere praticato secondo le seguenti modalità: a) l area di compostaggio deve essere localizzata nel rispetto dell art. 889 del codice civile; b) deve essere evitata la formazione di liquami e percolati mediante copertura adeguata dell area e/o miscelazione di materiali assorbenti (segatura, foglie secche, cenere di legna, etc.); c) deve essere garantita l ossigenazione del materiale mediante rivoltamenti periodici ed una corretta miscelazione dei materiali; d) deve essere assicurato un tasso di umidità sufficiente allo sviluppo degli organismi decompositori; e) deve essere evitata la formazione di cattivi odori; f) il materiale legnoso da compostare deve essere opportunamente sminuzzato in frammenti di dimensione non superiore ai 30 cm; g) in caso di comparsa di ratti va sospeso il conferimento di resti di carne, pesce e cibi cotti; h) è consentito l impiego di bioattivatori ed enzimi dei tipi in commercio per l innesco ed il potenziamento del processo di decomposizione. È altresì consentito il trattamento della frazione organica di rifiuti urbani trattati in concimaie autorizzate.

14 TITOLO IV RIFIUTI CIMITERIALI E RIFIUTI PROVENIENTI DA ATTIVITÀ Art Definizioni CIMITERIALI I rifiuti cimiteriali e quelli provenienti da altre attività cimiteriali sono disciplinati dal D.M. 219/2000 e sono definiti dall art. 2, comma 1, lettera e) e f) rispettivamente dello stesso D.M. Art 16 - Gestione rifiuti cimiteriali Resta in facoltà del Comune designare un luogo all interno del cimitero ove provvedere al deposito temporaneo dei rifiuti contenuti in appositi contenitori previsti dall art. 12 comma 2 del D.M. succitato. Al trasporto dei rifiuti agli impianti di smaltimento si provvederà tramite un servizio di trasporto, debitamente autorizzato. Per le parti metalliche dei rifiuti descritti all art. 1, che non presentino contaminazione di materiale organico derivante dalla decomposizione delle salme, è consentita ai sensi degli artt. 12 comma 5 e 13 comma 2 del D.M. 219/2000 la raccolta separata e il conferimento al servizio ordinario di raccolta dei rifiuti metallici.

Comune di Attimis Provincia di Udine

Comune di Attimis Provincia di Udine Comune di Attimis Provincia di Udine REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE Approvato con deliberazione consiliare n. 11 del 03.03.2009 N.B. Le parti barrate vengono

Dettagli

Comune di Zavattarello

Comune di Zavattarello Comune di Zavattarello Opuscolo informativo sulla nuova raccolta differenziata A PARTIRE DA APRILE 2014 Gentili Famiglie, con questo opuscolo vogliamo fornirvi un utile strumento informativo per aiutarvi

Dettagli

Utenze commerciali: Sacco bianco CARTA E CARTONI. Cosa mettere nel sacco:

Utenze commerciali: Sacco bianco CARTA E CARTONI. Cosa mettere nel sacco: CARTA E CARTONI Giornali e riviste separate da involucri di cellophane, libri e quaderni, fogli e tabulati, carta da pacchi, cartone e cartoncino, sacchetti di carta, scatole di cartoncino per alimenti

Dettagli

ASPEM Servizio di igiene urbana GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA E ALLO SMALTIMENTO RIFIUTI A VARESE

ASPEM Servizio di igiene urbana GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA E ALLO SMALTIMENTO RIFIUTI A VARESE ASPEM Servizio di igiene urbana GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA E ALLO SMALTIMENTO RIFIUTI A VARESE UMIDO SECCO ALTRI RIFIUTI PLASTICA TETRA PAK LATTINE VETRO CARTA LA RACCOLTA PORTA A PORTA I CONTENITORI

Dettagli

CALENDARIO PER LA RACCOLTA DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI ANNO 2011

CALENDARIO PER LA RACCOLTA DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI ANNO 2011 COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO Provincia di Monza e Brianza Via Vittorio Veneto, 47 20837 Veduggio con Colzano (MB) Tel. 0362998741 fax 0362910878 CALENDARIO PER LA RACCOLTA DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI ANNO

Dettagli

INFORMAZIONE PER LA RACCOLTA

INFORMAZIONE PER LA RACCOLTA INFORMAZIONE PER LA RACCOLTA Per i rifiuti indifferenziati esponi il sacchetto nei pressi della tua abitazione nei giorni previsti (sono stati distribuiti dei casso netti a servizio delle famiglie del

Dettagli

UTENZE NON DOMESTICHE

UTENZE NON DOMESTICHE Comune di San Cesareo UTENZE NON DOMESTICHE per informazioni numero verde 800.180.330 www.comune.sancesareo.rm.it www.aimeriambiente.it Massimilian Massimiliano Rosolino, testimonial per l Ambiente FRAZIONE

Dettagli

Raccolta differenziata. Elenco dei materiali

Raccolta differenziata. Elenco dei materiali Per la Guida alla raccolta differenziata sostituire quanto inserito con la seguente: Raccolta differenziata. Elenco dei materiali Carta e Cartone (apposita cassetta o scatoloni) giornali e riviste, libri,

Dettagli

Comune di Spilimbergo ANNO 2008

Comune di Spilimbergo ANNO 2008 Comune di Spilimbergo ANNO 2008 RICICLABILE 39,1% NON RICICLABILE 60,9% SITUAZIONE ATTUALE! "# INDUSTRIALI 13% CARTA 9% PLASTICA 6% VETRO 8% INGOMBRANTI 7% VERDE 11% UMIDO 9% INERTI 10% SECCO 26% OBIETTIVI

Dettagli

COSA? COME? COSA SI QUANDO? COSA NO

COSA? COME? COSA SI QUANDO? COSA NO IL COMUNE DI POLLICA SI DIFFERENZIA COSA? COME? COSA SI QUANDO? COSA NO Umido Sacchetto biodegradabile in mater-bio in ECM Scarti di cucina freddi (pane, pasta, riso), alimenti avariati, resti animali,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI Comune di RESIA (UD) Provincia di Udine REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE Indice TITOLO I - SERVIZI Art. 1 - Assunzione del servizio TITOLO II - RACCOLTA CASSONETTO

Dettagli

Allegato alla Delibera Di C. C. n. 41del 23/12/2008 REGOLAMENTO D USO DELLE PIAZZOLE ECOLOGICHE

Allegato alla Delibera Di C. C. n. 41del 23/12/2008 REGOLAMENTO D USO DELLE PIAZZOLE ECOLOGICHE Allegato alla Delibera Di C. C. n. 41del 23/12/2008 REGOLAMENTO D USO DELLE PIAZZOLE ECOLOGICHE Art. n.1 Definizione e Campo di Applicazione. Le piazzole ecologiche o ecopiazzole sono aree attrezzate destinate

Dettagli

RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI

RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI SISTEMA ARCI-TIRSO COMUNI DI SANTA GIUSTA, PALMAS ARBOREA, SIMAXIS, SOLARUSSA E VILLAURBANA. RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI PORTA A PORTA VETRO CARTA E CARTONI LATTINE UMIDO PLASTICA SECCO NEGLI APPOSITI

Dettagli

MANUALE RACCOLTA RIFIUTI

MANUALE RACCOLTA RIFIUTI COMUNE DI SAN GIORGIO CANAVESE Provincia di Torino Tel. 0124-32.121 Fax. 0124-32.51.06 e-mail: municipio@comunesangiorgio.it P.E.C.: sangiorgiocanavese@pcert.it P.IVA/Cod.Fisc.: 02143040018 MQ Ref.: E:\Documenti\Desktop\S.C.S.

Dettagli

PLASTICA SI COME SMALTIRLA

PLASTICA SI COME SMALTIRLA PLASTICA Tutti gli imballaggi in plastica Bottiglie (acqua, bibite, olio, succhi, latte); flaconi/dispensatori (creme, salse, yogurt) Confezioni rigide per dolciumi (scatole trasparenti e vassoi) e per

Dettagli

Il Servizio di raccolta rifiuti differenziata ed indifferenziata si svolge secondo il sistema porta a porta nel modo di seguito specificato:

Il Servizio di raccolta rifiuti differenziata ed indifferenziata si svolge secondo il sistema porta a porta nel modo di seguito specificato: RACCOLTA RIFIUTI Il Servizio di raccolta rifiuti differenziata ed indifferenziata si svolge secondo il sistema porta a porta nel modo di seguito specificato: GIORNI DI RACCOLTA LUNEDI : rifiuti solidi

Dettagli

numero verde 800 135586.

numero verde 800 135586. GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI Da maggio 2009 il Comune di Laveno Mombello aderisce al servizio di raccolta rifiuti della Comunità Montana della Valcuvia. NOVITA IMPORTANTI: per disservizi,

Dettagli

IO MIGLIORO SIENAMBIENTE GUIDA PER METTERE I RIFIUTI GIUSTI NEL SACCHETTO GIUSTO LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DI QUALITÀ DIAMOCI UN OBIETTIVO

IO MIGLIORO SIENAMBIENTE GUIDA PER METTERE I RIFIUTI GIUSTI NEL SACCHETTO GIUSTO LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DI QUALITÀ DIAMOCI UN OBIETTIVO DIAMOCI UN OBIETTIVO DI QUALITÀ IO MIGLIORO LA RACCOLTA DIFFERENZIATA GUIDA PER METTERE I RIFIUTI GIUSTI NEL SACCHETTO GIUSTO SIENAMBIENTE IO MIGLIORO LA RACCOLTA DIFFERENZIATA multimateriale indifferenziato

Dettagli

Prima di chiedersi come si puliscono le città, bisognerebbe chiedersi come si sporcano. Guido Viale

Prima di chiedersi come si puliscono le città, bisognerebbe chiedersi come si sporcano. Guido Viale Prima di chiedersi come si puliscono le città, bisognerebbe chiedersi come si sporcano. Guido Viale fare la raccolta differenziata non è solo un obbligo di legge è un segno di rispetto e di grande civiltà!

Dettagli

Che cos e il porta a porta?

Che cos e il porta a porta? Che cos e il porta a porta? È un nuovo modo di realizzare la raccolta dei rifiuti urbani. Si eliminano quasi tutti i cassonetti su strada e vengono consegnate ad ogni utenza piccole pattumiere in cui depositare

Dettagli

2 novità GIUGNO 2011 - DICEMBRE 2012 I N D I F F E R E N Z I A T O F A L C DAL 1 GIUGNO LA RACCOLTA PORTA A PORTA DEI RIFIUTI SI ESTENDE SOLFERINO

2 novità GIUGNO 2011 - DICEMBRE 2012 I N D I F F E R E N Z I A T O F A L C DAL 1 GIUGNO LA RACCOLTA PORTA A PORTA DEI RIFIUTI SI ESTENDE SOLFERINO Città di SOLFERINO ecocale ndario GIUGNO 0 - DICEMBRE 0 novità per l ambiente DAL GIUGNO LA RACCOLTA PORTA A PORTA DEI RIFIUTI SI ESTENDE I N D I F F E R E N Z I A T O S F A I L C SI ESTENDE IL PORTA A

Dettagli

Per produrre UNA TONNELLATA di carta da cellulosa vergine occorrono: 15 alberi 440.000 litri d acqua 7.600 kwh di energia elettrica

Per produrre UNA TONNELLATA di carta da cellulosa vergine occorrono: 15 alberi 440.000 litri d acqua 7.600 kwh di energia elettrica carta Per produrre UNA TONNELLATA di carta da cellulosa vergine occorrono: 15 alberi 440.000 litri d acqua 7.600 kwh di energia elettrica Per produrre UNA TONNELLATA di carta riciclata invece bastano:

Dettagli

Allegato A alla deliberazione di Consiglio Comunale n. 81 del 21/12/2011. COMUNE DI CASTELLO DI SERRAVALLE Provincia di Bologna

Allegato A alla deliberazione di Consiglio Comunale n. 81 del 21/12/2011. COMUNE DI CASTELLO DI SERRAVALLE Provincia di Bologna COMUNE DI CASTELLO DI SERRAVALLE Provincia di Bologna RICONOSCIMENTO DI CONTRIBUTI ECONOMICI PER IL CONFERIMENTO DIRETTO DI ALCUNE TIPOLOGIE DI RIFIUTI DIFFERENZIATI, PROVENIENTI DALL UTENZA DOMESTICA,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI Comune di RIVIGNANO Provincia di Udine REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 39 DD. 09.08.2010 Indice TITOLO

Dettagli

COMUNE SETTALA ASSESSORATO AMBIENTE CARTA CARTONE TETRAPAK SENZA SACCHETTI DI PLASTICA

COMUNE SETTALA ASSESSORATO AMBIENTE CARTA CARTONE TETRAPAK SENZA SACCHETTI DI PLASTICA CARTA CARTONE TETRAPAK SENZA SACCHETTI DI PLASTICA GIORNALI E RIVISTE LIBRI E QUADERNI FOTOCOPIE E FOGLI VARI CARTONI PIEGATI E SCATOLE PER ALIMENTI IMBALLAGGI DI CARTONE TETRA PAK (LATTE, SUCCHI DI FRUTTA,

Dettagli

GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA

GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA CALENDARIO RACCOLTA RIFIUTI A DOMICILIO Il nuovo sistema di raccolta prevede un cambiamento del calendario settimanale di raccolta così organizzato: MARTEDI' 1 e 3 martedì

Dettagli

RACCOLTA DIFFERENZIATA

RACCOLTA DIFFERENZIATA GUIDA ALLA CITTA DI OLGIATE COMASCO RACCOLTA DIFFERENZIATA UMIDO VETRO E LATTINE PLASTICA CARTA RSU INGOMBRANTI CENTRO DI RACCOLTA Cari concittadini, abbiamo pensato a questa guida per riassumere e allo

Dettagli

Edizione Gennaio 2011 Manuale per la raccolta differenziata. Comune di Casoria

Edizione Gennaio 2011 Manuale per la raccolta differenziata. Comune di Casoria Edizione Gennaio 2011 Manuale per la raccolta differenziata Comune di Casoria R.S.U. Rifiuti Solidi Urbani Piatti, bicchieri e posate in plastica Giocattoli Bicchieri e recipienti di cristallo Bicchieri,

Dettagli

Comune di MONTENARS. Provincia di Udine

Comune di MONTENARS. Provincia di Udine Comune di MONTENARS Provincia di Udine REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE Indice TITOLO I - SERVIZI Art. 1 - Assunzione del servizio TITOLO II - RACCOLTA PORTA

Dettagli

Quartiere Valle di Vado

Quartiere Valle di Vado carta, cartone e cartoncino: raccolta porta a porta il venerdì vetro e scatolame: campane verdi stradali plastica: raccolta porta a porta il giovedì abiti usati: contenitori stradali o presso la piattaforma

Dettagli

ISOLE ECOLOGICHE (CENTRI DI RACCOLTA)

ISOLE ECOLOGICHE (CENTRI DI RACCOLTA) Cit t à d i Ao s t a Vi l l e d A o s t e CARTA CARTONE VETRO E ALLUMINIO IMBALLAGGI IN PLASTICA RIFIUTI INDIFFERENZIATI INGOMBRANTI SFALCI VERDI COMPOSTAGGIO DOMESTICO ISOLE ECOLOGICHE (CENTRI DI RACCOLTA)

Dettagli

GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA

GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA iomiglioro LA RACCOLTA DIFFERENZIATA non buttarmi! conservami in cucina, nel cassetto della tavola o accanto ai contenitori della raccolta differenziata. ti sarò utile per i prossimi anni! GUIDA ALLA RACCOLTA

Dettagli

Comune di. Canegrate

Comune di. Canegrate Comune di Canegrate UMIDO ORGANICO Nei sacchetti in Mater-Bi dentro l apposito cestino aerato. Per la raccolta il sacchetto va spostato nel MASTELLO MARRONE da mettere fuori casa. Grandi quantità di verde

Dettagli

raccolta differenziata porta a porta San Pietro in Palazzi da lunedì 10 novembre 2008 www.reaspa.it

raccolta differenziata porta a porta San Pietro in Palazzi da lunedì 10 novembre 2008 www.reaspa.it raccolta differenziata porta a porta San Pietro in Palazzi da lunedì 10 novembre 2008 www.reaspa.it L Amministrazione Comunale, in collaborazione con REA, avvierà, nel mese di novembre, nel quartiere di

Dettagli

LE NUOVE MODALITÀ DI GESTIONE DEI RIFIUTI IN VALLE D AOSTA

LE NUOVE MODALITÀ DI GESTIONE DEI RIFIUTI IN VALLE D AOSTA XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX LE NUOVE MODALITÀ DI GESTIONE DEI RIFIUTI IN VALLE D AOSTA Assessorat du Territoire et de l Environnement Assessorato Territorio e ambiente I NUOVI

Dettagli

Allegato A alla deliberazione di Consiglio Comunale n.59 del 25/10/2011. COMUNE DI CASTELLO DI SERRAVALLE Provincia di Bologna

Allegato A alla deliberazione di Consiglio Comunale n.59 del 25/10/2011. COMUNE DI CASTELLO DI SERRAVALLE Provincia di Bologna Allegato A alla deliberazione di Consiglio Comunale n.59 del 25/10/2011 COMUNE DI CASTELLO DI SERRAVALLE Provincia di Bologna RICONOSCIMENTO DI CONTRIBUTI ECONOMICI PER IL CONFERIMENTO DIRETTO DI ALCUNE

Dettagli

Raccolta differenziata (RD) per materiale

Raccolta differenziata (RD) per materiale Raccolta differenziata (RD) per materiale I servizi di raccolta differenziata sono effettuati con il sistema porta a porta con: - frequenza di raccolta settimanale di carta, cartone; - frequenza di raccolta

Dettagli

Come conferire i rifiuti

Come conferire i rifiuti GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA DEL COMUNE DI PESCANTINA Come conferire i rifiuti I CONTENITORI ED I SACCHETTI VANNO ESPOSTI: DOVE: all esterno della proprietà, sul ciglio stradale. QUANDO:

Dettagli

COMUNE DI MADONE. (Provincia di Bergamo) DEPLIANT ILLUSTRATIVO PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI

COMUNE DI MADONE. (Provincia di Bergamo) DEPLIANT ILLUSTRATIVO PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI COMUNE DI MADONE (Provincia di Bergamo) DEPLIANT ILLUSTRATIVO PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI Aprile 2015 Il servizio di raccolta rifiuti è affidato a ECOISOLA S.p.a. con sede a Madone in Via

Dettagli

Settore Manutenzioni e Ambiente Servizio Ambiente RACCOLTA DIFFERENZIATA DOMICILIARE NORME COMPORTAMENTALI PER LE UTENZE DOMESTICHE

Settore Manutenzioni e Ambiente Servizio Ambiente RACCOLTA DIFFERENZIATA DOMICILIARE NORME COMPORTAMENTALI PER LE UTENZE DOMESTICHE Comune di Nuoro Settore Manutenzioni e Ambiente Servizio Ambiente Allegato B ALL ORDINANZA DIRIGENZIALE N /10 Prot. /SG DEL / /2010 RACCOLTA DIFFERENZIATA DOMICILIARE NORME COMPORTAMENTALI PER LE UTENZE

Dettagli

differenza i colori fanno la RACCOLTA DIFFERENZIATA campagna per la promozione della

differenza i colori fanno la RACCOLTA DIFFERENZIATA campagna per la promozione della Comune di Spotorno i colori fanno la differenza campagna per la promozione della RACCOLTA DIFFERENZIATA per gli utenti di Via alla Rocca, Via alla Torre, Via Magiarda, Via Puccini, Via Coreallo Via Verdi

Dettagli

Elenco delle tipologie di rifiuti conferibili presso gli ecocentri comunali, così come definite dalla D.G.R. n. 511 del 5 marzo 2004:

Elenco delle tipologie di rifiuti conferibili presso gli ecocentri comunali, così come definite dalla D.G.R. n. 511 del 5 marzo 2004: Appendice 1 Elenco delle tipologie di rifiuti conferibili presso gli ecocentri comunali, così come definite dalla D.G.R. n. 511 del 5 marzo 2004: TIPO RIFIUTO Frazione Organica dei Rifiuti Urbani (FORSU)

Dettagli

RACCOLTA DEI RIFIUTI. Chi differenzia fa la differenza CITTÀ DI GARDONE VALTROMPIA

RACCOLTA DEI RIFIUTI. Chi differenzia fa la differenza CITTÀ DI GARDONE VALTROMPIA CITTÀ DI GARDONE VALTROMPIA RACCOLTA DEI RIFIUTI Chi differenzia fa la differenza A Gardone Valtrompia la raccolta rifiuti avviene tramite «Porta a Porta» per la raccolta differenziata di Plastica, Carta,

Dettagli

Comune di Montefortino

Comune di Montefortino Comune di Montefortino Provincia di Fermo RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI RACCOLTA UMIDO Utilizza il cassonetto marrone per la raccolta dell UMIDO SI COSA INSERIRE: Avanzi freddi di cibo, scarti di

Dettagli

Raccolta Differenziata!

Raccolta Differenziata! Comune di Piansano Finalmente inizia la Raccolta Differenziata! Manuale per la corretta gestione dei rifiuti DIFFERENZIARE I RIFIUTI SIGNIFICA POTERLI RIUTILIZZARE! Il successo di questa iniziativa dipende

Dettagli

COMUNE DI SAN ZENONE AL LAMBRO. Provincia di Milano

COMUNE DI SAN ZENONE AL LAMBRO. Provincia di Milano COMUNE DI SAN ZENONE AL LAMBRO Provincia di Milano Art. 1 : AMBITO DI APPLICAZIONE Il presente regolamento disciplina la tipologia e le modalità della raccolta differenziata dei Rifiuti Solidi Urbani (

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI Comune di CORNO DI ROSAZZO Provincia di Udine REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE ALLEGATO TECNICO Approvato con delibera di C.C. n. 6 del 16.02.2009 Modificato

Dettagli

COMUNE DI. Raccolta differenziata dei rifiuti SEMPLICE COME UN GIOCO.

COMUNE DI. Raccolta differenziata dei rifiuti SEMPLICE COME UN GIOCO. COMUNE DI Raccolta differenziata dei rifiuti SEMPLICE COME UN GIOCO. RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI PER RENDERE EFFICIENTE UN SERVIZIO AL CITTADINO NEL RISPETTO DELLE REGOLE DETTATE DALLA COMUNITA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI Comune di CORNO DI ROSAZZO Provincia di Udine REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE ALLEGATO TECNICO Approvato con delibera di C.C. n. 6 del 16.02.2009 Modificato

Dettagli

CARTA, CARTONCINO, CARTONE

CARTA, CARTONCINO, CARTONE CARTA, CARTONCINO, CARTONE QUALI SI: giornali e riviste, tabulati di fotocopie, carta da pacchi, imballaggi di carta e cartoncini in genere, sacchetti di carta, scatole e scatoloni anche ondulato, cartoni

Dettagli

Comune di Bobbio Pellice

Comune di Bobbio Pellice Comune di Bobbio Pellice 2010 LA NUOVA RACCOLTA RIFIUTI Ecopunto Ecoisola Orario 2010 Delle ecoisole più vicine Torre Pellice Luserna S.G. Lunedì chiuso 14,00/17,00 Martedì 13,30/16,30 chiuso chiuso 14,00/17,00

Dettagli

Trinitapoli Raccolta differenziata porta a porta

Trinitapoli Raccolta differenziata porta a porta 1 Porta a Porta: che cosa cambia? Scompaiono definitivamente i cassonetti stradali 1: Raccolta differenziata Porta a Porta Una grande idea per un mondo libero dai rifiuti il Comune di Trinitapoli attiva

Dettagli

LE NUOVE MODALITà DI GESTIONE DEI RIFIUTI IN VALLE D AOSTA

LE NUOVE MODALITà DI GESTIONE DEI RIFIUTI IN VALLE D AOSTA XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX LE NUOVE MODALITà DI GESTIONE DEI RIFIUTI IN VALLE D AOSTA Assessorat du Territoire et de l Environnement Assessorato Territorio e ambiente i nuovi

Dettagli

Raccolta differenziata imprese e attività commerciali. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci.

Raccolta differenziata imprese e attività commerciali. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. Raccolta differenziata imprese e attività commerciali. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. Le risorse disponibili sulla terra non sono infinite ed è quindi

Dettagli

PORTA A PORTA GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA. Comune di Pettorano sul Gizio LA TUA COLLABORAZIONE E INDISPENSABILE

PORTA A PORTA GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA. Comune di Pettorano sul Gizio LA TUA COLLABORAZIONE E INDISPENSABILE Comune di Pettorano sul Gizio GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA E il nuovo sistema domiciliare con cui il Comune di Pettorano sul Gizio provvederà al ritiro dei rifiuti direttamente avanti

Dettagli

PISCIOTTA SI DIFFERENZIA

PISCIOTTA SI DIFFERENZIA COMUNE DI PISCIOTTA PISCIOTTA SI DIFFERENZIA SEMPRE DI PIU GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA (UTENZE DOMESTICHE) Cari concittadini, GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA È ormai noto che il ciclo dei rifiuti

Dettagli

RACCOLTA DIFFERENZIATA

RACCOLTA DIFFERENZIATA Comune di Montecchia di Crosara RACCOLTA DIFFERENZIATA di rifiuti solidi e urbani provenienti da insediamenti civili in genere. Escluse attività produttive, commerciali ed agricole. Indice: Introduzione...

Dettagli

Servizi Comunali S.p.A.

Servizi Comunali S.p.A. Servizi Comunali S.p.A. In collaborazione con l Amministrazione l Comunale di Cavernago I rifiuti, una risorsa? Cavernago, 14 gennaio 2014 Raccolta differenziata perché farla? Valenza ecologica (rispetto

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI Comune di GEMONA DEL FRIULI Provincia di Udine REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE Indice TITOLO I - SERVIZI Art. 1 - Assunzione del servizio TITOLO II - RACCOLTA

Dettagli

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto!

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! Umido Plastica e Lattine Carta e Cartone Secco non riciclabile Vetro (bianco e colorato) Farmaci scaduti Pile Legno Umido I rifiuti umidi vanno conferiti

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI Comune di REANA DEL ROJALE Provincia di Udine REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE Indice TITOLO I - SERVIZI Art. 1 Assunzione del servizio TITOLO II - RACCOLTA PORTA

Dettagli

COMUNI DI FARA OLIVANA CON SOLA ed ISSO

COMUNI DI FARA OLIVANA CON SOLA ed ISSO Allegato alla deliberazione del Consiglio Comunale n.16 del 26 Giugno 2008 IL SEGRETARIO COMUNALE DIRETTORE GENERALE Brando dr. Giuseppe COMUNI DI FARA OLIVANA CON SOLA ed ISSO REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO

Dettagli

LE NUOVE MODALITÀ DI GESTIONE DEI RIFIUTI IN VALLE D AOSTA

LE NUOVE MODALITÀ DI GESTIONE DEI RIFIUTI IN VALLE D AOSTA COMUNI DI: ANTEY-SAINT-ANDRÉ CHAMBAVE CHAMOIS CHÂTILLON EMARÈSE LA MAGDELEINE PONTEY SAINT-DENIS SAINT-VINCENT TORGNON VALTOURNENCHE VERRAYES LE NUOVE MODALITÀ DI GESTIONE DEI RIFIUTI IN VALLE D AOSTA

Dettagli

CARTA, CARTONCINO, CARTONE

CARTA, CARTONCINO, CARTONE CARTA, CARTONCINO, CARTONE QUALI SI: giornali e riviste, tabulati di fotocopie, carta da pacchi, imballaggi di carta e cartoncini in genere, sacchetti di carta, scatole e scatoloni anche ondulato, cartoni

Dettagli

COME GETTARE I RIFIUTI:

COME GETTARE I RIFIUTI: La raccolta differenziata rappresenta una delle principali iniziative volte a recuperare i materiali ancora riciclabili allo scopo di contenere gli aumenti dei costi per i cittadini, produrre energia e

Dettagli

COMUNE DI MADONE. (Provincia di Bergamo) DEPLIANT ILLUSTRATIVO PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI

COMUNE DI MADONE. (Provincia di Bergamo) DEPLIANT ILLUSTRATIVO PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI COMUNE DI MADONE (Provincia di Bergamo) DEPLIANT ILLUSTRATIVO PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI La raccolta si effettua tramite dei sacchetti in Mater-Bi (sostanza che si bio-degrada con i rifiuti)

Dettagli

RIFIUTI: DIFFERENZIARE FA LA DIFFERENZA

RIFIUTI: DIFFERENZIARE FA LA DIFFERENZA RIFIUTI: DIFFERENZIARE FA LA DIFFERENZA Bagnoli Irpino 19 Aprile 2008 Finalità: Promuovere modelli comportamentali ed economici che inducano ad un impegno reale e ad un maggiore senso di responsabilità

Dettagli

guida alla raccolta CITTÀdiMEDA differenziata dei RIFIUTI

guida alla raccolta CITTÀdiMEDA differenziata dei RIFIUTI guida alla raccolta CITTÀdiMEDA differenziata dei RIFIUTI VERDE (residui vegetali ritiro a domicilio) CITTÀ DI MEDA Il materiale vegetale proveniente dalla manutenzione di giardini e orti privati viene

Dettagli

RACCOLTA DIFFERENZIATA. la strada obbligata

RACCOLTA DIFFERENZIATA. la strada obbligata RACCOLTA DIFFERENZIATA la strada obbligata Il Consorzio RSU, quale Ente di Bacino, organo di indirizzo, pianificazione e controllo, in aderenza alle direttive dell assemblea dei Sindaci dei 50 Comuni

Dettagli

NON TI RIFIUTARE... DIFFERENZIA

NON TI RIFIUTARE... DIFFERENZIA COMUNE DI NON TI RIFIUTARE... DIFFERENZIA ORGANICO pagina 4 INDUMENTI USATI RIFIUTI PERICOLOSI OLII ESAUSTI VEGETALI pagina 14 COMPOSTAGGIO pagina 6 INGOMBRANTI R.A.E.E. pagina 13 MULTIMATERIALE plastica

Dettagli

Raccolta differenziata, perché farla?

Raccolta differenziata, perché farla? Raccolta differenziata, perché farla? Valenza ecologica (rispetto e conservazione dell ambiente e della nostra salute) Valenza civile (educazione e rispetto reciproco) Valenza economica (risparmio economico)

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI COMUNE DI FORGARIA NEL FRIULI Provincia di Udine REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE Approvato con deliberazione di C.C. n. 67 del 28-12-2010 1 Indice TITOLO I -

Dettagli

PROGETTO RACCOLTA DIFFERENZIATA 2008

PROGETTO RACCOLTA DIFFERENZIATA 2008 COMUNE DI ROMAGNA AL MONTE PROVINCIA DI SALER PROGETTO RACCOLTA DIFFERENZIATA 2008 CENTRO URBA e ZONE RURALI APPROVATO CON DELIBERA DI G.M. N. 12 DEL 11/02/2008 COMUNE DI ROMAGNA AL MONTE PROVINCIA DI

Dettagli

Allegato B CARTA E CARTONE

Allegato B CARTA E CARTONE Allegato B Norme comportamentali per gli utenti per il corretto conferimento delle frazioni merceologiche per le quali si effettua la raccolta e la raccolta differenziata domiciliare (porta a porta) nel

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI Comune di Treppo Grande Provincia di Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE 1 Indice TITOLO I - SERVIZI Art. 1 - Assunzione del servizio TITOLO II -

Dettagli

LA NUOVA MAPPA DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA COME E QUANDO AVVIENE IL RITIRO

LA NUOVA MAPPA DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA COME E QUANDO AVVIENE IL RITIRO LA NUOVA MAPPA DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA COME E QUANDO AVVIENE IL RITIRO Virginio Brivio Sindaco di Lecco Vittorio Campione Assessore all Ambiente la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti sono un attività

Dettagli

COMUNE DI MASSA MARITTIMA Prov. di Grosseto

COMUNE DI MASSA MARITTIMA Prov. di Grosseto REGOLAMENTO DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE SOMMARIO Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Art. 2 GESTIONE DEL CENTRO Art. 3 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Art. 4 ACCESSO SOGGETTI AUTORIZZATI (UTENTI) - MODALITÀ Art.

Dettagli

RACCOLTA DIFFERENZIATA

RACCOLTA DIFFERENZIATA RACCOLTA DIFFERENZIATA ISTRUZIONI PER L USO Con questa pubblicazione, diamo il via alla raccolta differenziata della frazione umida, un passo necessario per migliorare la nostra gestione dei rifiuti, ma

Dettagli

Impariamo anche noi a fare la differenza.

Impariamo anche noi a fare la differenza. La raccolta rifiuti diventa una faccenda domestica. Impariamo anche noi a fare la differenza. Comune di Campegine COS E LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DOMICILIARE? La raccolta differenziata domiciliare è un

Dettagli

VERDE. Lunedì. Lunedì. Quali SI. Quali NO. 15 Gennaio - 5 Febbraio - 10 Dicembre MENSILE

VERDE. Lunedì. Lunedì. Quali SI. Quali NO. 15 Gennaio - 5 Febbraio - 10 Dicembre MENSILE sfalci d erba ramaglie fiori recisi e piante potature di alberi e siepi residui vegetali da pulizia dell orto carta, plastica, vetro e rifiuti in genere rifiuti ingombranti metalli sassi e terra vasi in

Dettagli

CITTÀ DI LECCE. AMBITO di RACCOLTA OTTIMALE LE/4 PROGETTO SPERIMENTALE SISTEMA DI RACCOLTA DIFFERENZIATA DA UTENZA NON DOMESTICA TRAMITE ECOMOBILE

CITTÀ DI LECCE. AMBITO di RACCOLTA OTTIMALE LE/4 PROGETTO SPERIMENTALE SISTEMA DI RACCOLTA DIFFERENZIATA DA UTENZA NON DOMESTICA TRAMITE ECOMOBILE AMBITO di RACCOLTA OTTIMALE LE/4 (EX CONSORZIO ATO LE/1) CITTÀ DI LECCE PROGETTO SPERIMENTALE SISTEMA DI RACCOLTA DIFFERENZIATA DA UTENZA NON DOMESTICA TRAMITE ECOMOBILE PROGETTO SPERIMENTALE SISTEMA DI

Dettagli

nylon cellophane e borsette copertine plastificate carta oleata carta carbone polistirolo carta sporca

nylon cellophane e borsette copertine plastificate carta oleata carta carbone polistirolo carta sporca Tipologie ed elenco dei materiali Carta e Cartone giornali e riviste libri, quaderni fotocopie e fogli vari (togliendo parti adesive, in plastica o metallo) cartoni piegati imballaggi di cartone scatole

Dettagli

CAMAIORE VERSO RIFIUTI ZERO

CAMAIORE VERSO RIFIUTI ZERO Comune di Camaiore CAMAIORE VERSO RIFIUTI ZERO FACCIO LA DIFFERENZIATA: SEPARO, RECUPERO, RICICLO BOCCHETTE - UTENZE DOMESTICHE IL NUOVO SERVIZIO DI RACCOLTA (BOCCHETTE) Quando conferire i rifiuti Esporre

Dettagli

RACCOLTA DIFFERENZIATA "PORTA A PORTA"

RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA RACCOLTA DIFFERENZIATA "PORTA A PORTA" L ASCIT Servizi Ambientali SPA e il Comune di Capannori, avviano nelle frazioni di Capannori capoluogo, Lunata, Tassignano, Paganico, Colognora di Compito, Carraia,

Dettagli

COMUNE DI QUINZANO D OGLIO PROVINCIA DI BRESCIA SERVIZIO AMBIENTE - ECOLOGIA Viale Gandini n. 48 Tel. 030/933232 Fax 030/9924035 e-mail

COMUNE DI QUINZANO D OGLIO PROVINCIA DI BRESCIA SERVIZIO AMBIENTE - ECOLOGIA Viale Gandini n. 48 Tel. 030/933232 Fax 030/9924035 e-mail COMUNE DI QUINZANO D OGLIO PROVINCIA DI BRESCIA SERVIZIO AMBIENTE - ECOLOGIA Viale Gandini n. 48 Tel. 030/933232 Fax 030/9924035 e-mail ambiente@quinzano.it GIORNO DI RACCOLTA: MARTEDI E SABATO RESTI DI

Dettagli

Comune di Villaricca PROVINCIA DI NAPOLI ASSESSORATO ALL AMBIENTE SETTORE AMBIENTE

Comune di Villaricca PROVINCIA DI NAPOLI ASSESSORATO ALL AMBIENTE SETTORE AMBIENTE Comune di Villaricca PROVINCIA DI NAPOLI ASSESSORATO ALL AMBIENTE SETTORE AMBIENTE IV SETTORE DIFFERENZIAMO/ci Il Funzionario Dott.ssa Flora D Aniello Il Capo Settore Arch. Vincenzo Di Girolamo ATTENZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI POZZUOLO DEL FRIULI via xx Settembre 31 33050 Pozzuolo del Friuli UD REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI NORME TECNICHE

Dettagli

Comune di. Camaiore FACCIO LA DIFFERENZIATA: SEPARO, RECUPERO, RICICLO

Comune di. Camaiore FACCIO LA DIFFERENZIATA: SEPARO, RECUPERO, RICICLO Comune di Camaiore CAMAIORE VERSO RIFIUTI ZERO FACCIO LA DIFFERENZIATA: SEPARO, RECUPERO, RICICLO IL NUOVO SERVIZIO DI RACCOLTA COMPOSTAGGIO DOMESTICO Contenitori fissi UMIDO ORGANICO CARTA, CARTONE E

Dettagli

Provincia di Bergamo

Provincia di Bergamo COMUNE DI MORENGO Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA INDICE Art. 1 Oggetto del regolamento Art. 2 Compiti del Comune Art. 3 Compiti del gestore Art. 4 Compiti degli

Dettagli

La Raccolta Differenziata a casa tua. guida per le famiglie

La Raccolta Differenziata a casa tua. guida per le famiglie La Raccolta Differenziata a casa tua istruzioni per l uso guida per le famiglie Raccolta Differenziata Le novità Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve

Dettagli

RACCOLTE DOMICILIARI. Comune di Cicognolo

RACCOLTE DOMICILIARI. Comune di Cicognolo RACCOLTE DIFFERENZIATE DOMICILIARI Comune di Cicognolo Situazione attuale Nel Comune di Cicognolo è attiva la raccolta porta a porta monosettimanale del rifiuto indifferenziato. Sistema secco-umido Appare

Dettagli

Cosa metto e cosa non metto nel cassonetto

Cosa metto e cosa non metto nel cassonetto Comune di Cingoli Cosa metto e cosa non metto nel cassonetto VADEMECUM per la raccolta differenziata nel comune di Cingoli Ai residenti del comune di Cingoli Presto partirà a Cingoli il sistema di raccolta

Dettagli

differenziabene QUADRI Città di Treviglio Assessorato alla Sostenibilità ambientale e sociale COMPATTATORI SPAZZATRICI

differenziabene QUADRI Città di Treviglio Assessorato alla Sostenibilità ambientale e sociale COMPATTATORI SPAZZATRICI Città di Treviglio Assessorato alla Sostenibilità ambientale e sociale differenziabene QUADRI VEICOLI INDUSTRIALI CONCESSIONARIA Pontirolo Nuovo BG via Bergamo 47 Tel 0363 332611 Fax 0363 88765 Grassobbio

Dettagli

Comune di. Camaiore FACCIO LA DIFFERENZIATA: SEPARO, RECUPERO, RICICLO CAPEZZANO PIANORE

Comune di. Camaiore FACCIO LA DIFFERENZIATA: SEPARO, RECUPERO, RICICLO CAPEZZANO PIANORE Comune di Camaiore CAMAIORE VERSO RIFIUTI ZERO FACCIO LA DIFFERENZIATA: SEPARO, RECUPERO, RICICLO CAPEZZANO PIANORE IL NUOVO SERVIZIO DI RACCOLTA (CAPEZZANO PIANORE) Contenitori fissi COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Dettagli

GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA dei rifiuti urbani. Comune di San Pietro al Natisone

GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA dei rifiuti urbani. Comune di San Pietro al Natisone GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA dei rifiuti urbani Comune di San Pietro al Natisone RACCOLTA RI FIUTI ORGANICI CON IL METODO DEL PORTA A PORTA nel capoluogo di San Pietro al Natisone, Ponte San Quirino,

Dettagli

Impariamo anche noi a fare la differenza.

Impariamo anche noi a fare la differenza. La raccolta rifiuti diventa una faccenda domestica. Impariamo anche noi a fare la differenza. Comune di San Mar no in Rio COS E LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DOMICILIARE? La raccolta differenziata domiciliare

Dettagli

COME DIFFERENZIARE I RIFIUTI

COME DIFFERENZIARE I RIFIUTI COME DIFFERENZIARE I RIFIUTI Oggi i rifiuti sono un problema di tutti: il grande volume di rifiuti prodotti rappresenta una notevole dispersione di risorse e produce effetti ambientali fortemente negativi

Dettagli

Impariamo anche noi a fare la differenza.

Impariamo anche noi a fare la differenza. La raccolta rifiuti diventa una faccenda domestica. Impariamo anche noi a fare la differenza. Comune di Rio Saliceto COS E LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DOMICILIARE? La raccolta differenziata domiciliare

Dettagli

Solferino. Calendario raccolta differenziata 2016. Comune di. Solferino. Raccolta in rete Calendari, info, news sul tuo pc, smartphone, tablet

Solferino. Calendario raccolta differenziata 2016. Comune di. Solferino. Raccolta in rete Calendari, info, news sul tuo pc, smartphone, tablet Progetto grafico copertina Chialab, foto Westend/Getty Images Comune di Solferino Raccolta in rete Calendari, info, news sul tuo pc, smartphone, tablet www.mantovaambiente.it Solferino Calendario raccolta

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: REGOLAMENTO DEI SERVIZI DI RACCOLTA E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI ED ASSIMILATI E DELLE RACCOLTE DIFFERENZIATE DEL COMUNE DI SAN GIORGIO SU LEGNANO. MODIFICA ALL ARTICOLO 23 ESAME ED

Dettagli