RIFIUTI ZERO NELLE SCUOLE DEL NAVILE. Commissioni Ambiente e Istruzione 16 Ottobre 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RIFIUTI ZERO NELLE SCUOLE DEL NAVILE. Commissioni Ambiente e Istruzione 16 Ottobre 2013"

Transcript

1 RIFIUTI ZERO NELLE SCUOLE DEL NAVILE Commissioni Ambiente e Istruzione 16 Ottobre

2 IL PROGETTO SCUOLE PREMESSA IL LAVORO SVOLTO IN PRECEDENZA AL QUARTIERE NAVILE TIPO PUBBLICHE PRIVATE FANNO RACC. DIFFERENZ. Nidi 9 9 (100%) Infanzia (79%) Primarie (50%) Secondarie I grado (50%) Secondarie II grado (0%) Servizi Educativi 5 3 (60%) Totale (65%) MATERIALE DISTRIBUITO: 111 PATTUMIERE PER ORGANICO 49 ECO-BOX PER CARTA 33 ECOBOX PER PLASTICA 45 BROCHURE INFORMATIVE 2

3 PREPARAZIONE NEL CORSO DELL ANNO SCOLASTICO SI SONO SVOLTI INCONTRI CON DIRETTORI DIDATTICI, COMMISSIONE AMBIENTE, AGENZIE DI PULIZIA A OTTOBRE 2012 SI SONO SVOLTI I SOPRALLUOGHI CONGIUNTI IN TUTTI I 18 PLESSI SCOLASTICI COINVOLTI (4 I.C.) A GENNAIO 2013 LA FIRMA DEL PROTOCOLLO E L AVVIO COMPLETO E DEFINITIVO DELLE ATTIVITA 3

4 RACCOLTA DIFFERENZIATA RIFIUTI CARTA E CARTONE IMBALLAGGI IN PLASTICA UMIDO ORGANICO PILE E BATTERIE TONER E CARTUCCE IL MIGLIOR RIFIUTO E QUELLO CHE NON VIENE PRODOTTO 4

5 IL PROGETTO SCUOLE CONTENITORI DISTRIBUITI TIPO ECOBOX CARTA ECOBOX PLASTICA BIDONCINI ORGANICO SACCHETTI ORGANICO BIDONI PILE ECOBOX TONER BROCHURE RIFIUTOLOGO NUMERO SODDISFATTE TUTTE LE RICHIESTE DELLE SCUOLE 5

6 RIDUZIONE DEI RIFIUTI DIVERSE LE AZIONI ATTIVATE IN TUTTI GLI ISTITUTI COMPRENSIVI : 10 plessi di nidi comunali, con 446 iscritti; 16 plessi di scuola dell'infanzia, con 1195 iscritti; 15 plessi di scuola dell'obbligo fra primarie e medie con 3265 iscritti. - RECUPERO CIBO NON CONSUMATO DALLE MENSE IN COLLABORAZIONE CON LAST MINUTE MARKET - CENSIMENTO ED ANALISI DI PC OBSOLETI E RIGENERABILI, IN COLLABORAZIONE CON L ASSOCIAZIONE RACCATTARAEE - SOSTITUZIONE DEI PIATTI USA E GETTA CON IL CESTINO PORTATO DA CASA (SCUOLE DELL INFANZIA) 6

7 RACCOLTA DELL OLIO ALIMENTARE PREMI IN MATERIALE DIDATTICO ALLE SCUOLE ADERENTI SCUOLA CROCE COPERTA DOZZA primaria + materna MARSILI GROSSO ZAPPA + CASARALTA succ.le BOTTEGO CASARALTA + FLAUTO MAGICO LITRI PREMIO

8 LA COMUNICAZIONE LOCANDINE 8

9 LE ATTIVITA DI MONITORAGGIO LA QUALITA DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA PLESSI COINVOLTI 21 (3958 studenti) TIPOLOGIA DI RIFIUTO METODOLOGIA RACCOLTA DATI PERIODO DI RIFERIMENTO carta plastica organico indifferenziata Sopralluogo di un rilevatore presso il plesso scolastico Voto scala aprile 2 maggio 2013 LA QUANTITA DI RIFIUTI PRODOTTA PLESSI COINVOLTI 5 (1075 studenti) TIPOLOGIA DI RIFIUTO METODOLOGIA RACCOLTA DATI PERIODO DI RIFERIMENTO carta plastica organico Rilevazione giornaliera da parte dell istituto scolastico 08 aprile 10 maggio 2013 OSSERVAZIONE: La rilevazione è stata realizzata solamente da un campione di scuole su base volontaria (campione autoselezionato) 9 9

10 LA QUALITA DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA Nel complesso il processo di raccolta differenziata è stato assimilato e messo in pratica in maniera soddisfacente dalla scuole del quartiere (voto medio complessivo 7,3) 10

11 LA QUALITA DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA SINTESI DELLE PRINCIPALI CRITICITA EMERSE DURANTE IL SOPRALLUOGO ovvero come ottimizzare il processo di raccolta differenziata La raccolta indifferenziata è spesso migliorabile. In quasi tutti gli istituti visitati è stata riscontrata la presenza di materiali facilmente riciclabili nei contenitori per l'indifferenziata Spesso è insufficiente il numero di bidoni e in diverse scuole sono presenti contenitori fatti in casa Il Tetra Pak troppo spesso viene smaltito nell'indifferenziato In tutte le mense il pranzo viene servito in piatti di plastica, = cibo molto meno invitante Sono state riscontrate le principali criticità laddove è stata riscontrata anche una partecipazione limitata dei referenti del plesso e/o degli insegnanti Più sono piccoli gli alunni, più sono attenti alla R.D.. E migliorabile la qualità negli uffici. 11

12 LA QUANTITA DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA Stima delle quantità di rifiuti prodotti in Kg/mese: TOT SCUOLA STUDENTE PLASTICA ,2 CARTA ,2 ORGANICO ,0 Rifiuti totali prodotti dalle scuole coinvolte dal progetto: kg/mese Incidenza in percentuale sul totale dei rifiuti prodotti in quartiere: 0,55% OSSERVAZIONI: Le quantità sono stimate sulla base delle rilevazioni sulle quantità di rifiuti prodotte delle 5 scuole che hanno fornito i dati (campione autoselezionato) La rilevazione prevedeva di indicare il numero (e la dimensione) di sacchi di rifiuti prodotti: per ogni tipologia di rifiuto è stato ipotizzato un peso in Kg per ogni sacco (molto difficile per l organico) Alcune rilevazioni riportano numeri di quantità di rifiuti raccolti davvero molto alti le quantità stimate potrebbero essere state sovrastimate 12

13 IL FUTURO DEL PROGETTO RINNOVO DELLA CONVENZIONE CON TUTTI I SOGGETTI SOTTOSCRITTORI (TRIENNALE); AVVIO DELLE AZIONI DI MONITORAGGIO, COORDINAMENTO E SUPPORTO ALL EFFICACIA DELLA RACCOLTA DI TUTTE LE FRAZIONI DI DIFFERENZIATA PROPOSTA DI MODULI FORMATIVI/EDUCATIVI SUL TEMA DEL CICLO DEI RIFIUTI, DEL NON SPRECO, E DEL RISPARMIO ENERGETICO (in collaborazione con: Show Room Ambiente e Museo del Patrimonio Industriale del Comune di Bologna) AVVIO DI LABORATORI PER LA RIGENERAZIONE DEI RAEE OBSOLETI, ATTRAVERSO IL MONTAGGIO/SMONTAGGIO DI PC E PERIFERICHE E L INSTALLAZIONE DI SW OPEN (in collaborazione con l Associazione RaccattaRAEE) 13

14 LE CONSEGUENZE DEL PROGETTO Il progetto Rifiuti zero nelle scuole del Navile è stato approvato con un Ordine del Giorno specifico da parte del Consiglio del Quartiere Navile (ODG 12/2012) e dal Consiglio del Comune di Bologna (ODG 194/2012). AD OGGI QUESTA E LA SITUAZIONE NEGLI ALTRI QUARTIERI: PORTO: EFFETTUATI SOPRALLUOGHI E INCONTRI COL PERSONALE, SI PARTE A NOVEMBRE, A BREVE LA IRMA DEL PROTOCOLLO SAN DONATO E SAVENA: PROSSIMA SETTIMANA INCONTRO COI DIRETTORI DIDATTICI, A SEGUIRE SOPRALLUOGHI, ECC. RENO: GLI I.C. E L ITIS BELLUZZI STANNO PREDISPONENDO PROGETTI RELATIVI ALLA RACCOLTA DEI RAEE (PROGETTO LIFE+ IDENTIS WEEE ), DA INSERIRE NEL PROTOCOLLO 14

PREMESSO. che il Quartiere San Donato risulta avere una delle percentuali più alte di raccolta differenziata della Citta';

PREMESSO. che il Quartiere San Donato risulta avere una delle percentuali più alte di raccolta differenziata della Citta'; PROTOCOLLO OPERATIVO D INTESA TRA IL COMUNE DI BOLOGNA - QUARTIERE SAN DONATO, IL COMUNE DI BOLOGNA SETTORE AMBIENTE ED ENERGIA, IL COMUNE DI BOLOGNA SETTORE ISTRUZIONE, HERA S.P.A., SE.RI.BO. S.R.L.,

Dettagli

IL PROBLEMA DEI RIFIUTI

IL PROBLEMA DEI RIFIUTI IMPARIAMO A RIFIUTARE Miglioriamo i insieme i la raccolta differenziata a scuola IL PROBLEMA DEI RIFIUTI SONO TANTI siamo in tanti e ognuno ne produce tantiti NON SONO BIODEGRADABILI gran parte di quello

Dettagli

All 2 PG scheda prezzi unitari 140111

All 2 PG scheda prezzi unitari 140111 SEGUE ALLEGATO N.2 ALLE PRESCRIZIONI DI GARA SCHEDA PREZZI ANNUALI SERVIZI IN APPALTO Servizi base Totale Cernobbio Maslianico Brienno Carate-Urio Laglio Moltrasio Servizio raccolta e trasporto all impianto

Dettagli

% Raccolta Differenziata - ultimo triennio* (* I semestre per il 2015)

% Raccolta Differenziata - ultimo triennio* (* I semestre per il 2015) ton Sede Legale: Via G. Di Vittorio, 84-381 LAVIS (TN) 461 24 11 81 - Fax 461 24 2 % Raccolta Differenziata - ultimo triennio* (* I semestre per il 21) 9% 88% 86% 84% 82% 8% 78% 76% 74% 72% %RD (con spazzamento)

Dettagli

LIFE+ WASTE-LESS IN CHIANTI: ATTUAZIONE E MONITORAGGIO DI UN PROGRAMMA INTEGRATO DI RIDUZIONE DEI RIFIUTI

LIFE+ WASTE-LESS IN CHIANTI: ATTUAZIONE E MONITORAGGIO DI UN PROGRAMMA INTEGRATO DI RIDUZIONE DEI RIFIUTI MENO RIFIUTI: ESPERIENZE A CONFRONTO LIFE+ WASTE-LESS IN CHIANTI: ATTUAZIONE E MONITORAGGIO DI UN PROGRAMMA INTEGRATO DI RIDUZIONE DEI RIFIUTI Terra Futura, 21 maggio 2011 Firenze, Fortezza da Basso Sala

Dettagli

Carta dei servizi. Raccolta e smaltimento dei rifiuti e igiene urbana. Comune di Pradalunga. Comune di Ranica. Comune di Nembro

Carta dei servizi. Raccolta e smaltimento dei rifiuti e igiene urbana. Comune di Pradalunga. Comune di Ranica. Comune di Nembro Carta dei servizi Raccolta e smaltimento dei rifiuti e igiene urbana Comune di Nembro Comune di Ranica Comune di Pradalunga Comune di Alzano Lombardo che cos è la carta dei servizi La Carta dei Servizi

Dettagli

Milano Ristorazione: le buone pratiche per il contenimento e valorizzazione degli sprechi alimentari nella ristorazione scolastica di Milano

Milano Ristorazione: le buone pratiche per il contenimento e valorizzazione degli sprechi alimentari nella ristorazione scolastica di Milano Milano Ristorazione: le buone pratiche per il contenimento e valorizzazione degli sprechi alimentari nella ristorazione scolastica di Milano Gabriella Iacono Amministratore Unico L ABC contro lo spreco

Dettagli

Comune di Caronno Pertusella (VA) Piazza A. Moro 1 ORDINANZA

Comune di Caronno Pertusella (VA) Piazza A. Moro 1 ORDINANZA Comune di Caronno Pertusella (VA) Piazza A. Moro 1 ORDINANZA N. D ORDINE REGISTRO DELLE ORDINANZE 125 DATA EMISSIONE 21/11/2014 SETTORE SERVIZIO AFFARI ISTITUZIONALI ECOLOGIA OGGETTO DISPOSIZIONI IN MATERIA

Dettagli

ROSIGNANO ENERGIA AMBIENTE spa

ROSIGNANO ENERGIA AMBIENTE spa ROSIGNANO ENERGIA AMBIENTE spa REA IMPIANTI srl Relatore: Dott. Massimiliano Monti GESTIONE DEI RIFIUTI: ASPETTI TECNICI ECONOMICI E FINANZIARI SISTEMI DI RACCOLTA Con mezzo automatizzato-monoperatore

Dettagli

LA RACCOLTA DIFFERENZIATA: ASPETTI ORGANIZZATIVI E TECNOLOGICI. Lezione del 11/10/2005

LA RACCOLTA DIFFERENZIATA: ASPETTI ORGANIZZATIVI E TECNOLOGICI. Lezione del 11/10/2005 LA RACCOLTA DIFFERENZIATA: ASPETTI ORGANIZZATIVI E TECNOLOGICI Lezione del 11/10/2005 Obiettivi della raccolta differenziata: riduzione rifiuti da smaltire; ottimizzazione raccolta ai fini del recupero;

Dettagli

IL FUTURO DEI RIFIUTI NELLE NOSTRE MANI. Corso di formazione sulla raccolta differenziata

IL FUTURO DEI RIFIUTI NELLE NOSTRE MANI. Corso di formazione sulla raccolta differenziata IL FUTURO DEI RIFIUTI NELLE NOSTRE MANI Corso di formazione sulla raccolta differenziata I rifiuti: un problema? Sono tanti Ogni italiano (neonati compresi) produce in media 532 Kg di rifiuti all anno

Dettagli

Progetto Life Identis WEEE

Progetto Life Identis WEEE Direzione Servizi Ambientali Coordinamento Tecnico e Innovazione Progetto Life Identis WEEE RACCOLTA E TRACCIABILITA DEI RAEE REPORT DATI AL 30/09/2013 25 ottobre 2013 I PROTOTIPI A) Grande Distribuzione

Dettagli

Calendario Raccolta. Porta a Porta. ECOman. La nuova guida per la raccolta differenziata. porta a porta. Modalità e giorni di raccolta.

Calendario Raccolta. Porta a Porta. ECOman. La nuova guida per la raccolta differenziata. porta a porta. Modalità e giorni di raccolta. Comune di San Zeno di Montagna Com San Zeno Comune di San Giovanni Ilarione Provincia di Verona Provincia di Verona Calendario Raccolta Porta a Porta ECOman Modalità e giorni di raccolta ECOman presenta

Dettagli

% RD METODI DI CALCOLO E NUOVI INDICATORI

% RD METODI DI CALCOLO E NUOVI INDICATORI % RD METODI DI CALCOLO E NUOVI INDICATORI www.arpa.veneto.it Legambiente COMUNI RICICLONI INDICATORE MULTIPARAMETRICO Non solo %RD (rifiuti avviati a recupero, compresi inerti, ingombranti a spazzamento)

Dettagli

COMUNICATO STAMPA BANDO MODELLO OMOGENEO DI GESTIONE DEI RIFIUTI NELLA PROVINCIA DI VARESE

COMUNICATO STAMPA BANDO MODELLO OMOGENEO DI GESTIONE DEI RIFIUTI NELLA PROVINCIA DI VARESE COMUNICATO STAMPA BANDO MODELLO OMOGENEO DI GESTIONE DEI RIFIUTI NELLA PROVINCIA DI VARESE La normativa nazionale sulla gestione dei rifiuti (d.lgs.152/2006) impone un ambizioso traguardo da raggiungere

Dettagli

1. Presentazione della società. 2. Perché una carta dei servizi 3. PRINCIPI FONDAMENTALI. Validità della carta

1. Presentazione della società. 2. Perché una carta dei servizi 3. PRINCIPI FONDAMENTALI. Validità della carta ! "! 1. Presentazione della società Cisterna Ambiente è l azienda partecipata dal Comune di Cisterna di Latina che gestisce nel territorio comunale i servizi ambientali e cioè la pulizia della città, la

Dettagli

Prima di chiedersi come si puliscono le città, bisognerebbe chiedersi come si sporcano. Guido Viale

Prima di chiedersi come si puliscono le città, bisognerebbe chiedersi come si sporcano. Guido Viale Prima di chiedersi come si puliscono le città, bisognerebbe chiedersi come si sporcano. Guido Viale fare la raccolta differenziata non è solo un obbligo di legge è un segno di rispetto e di grande civiltà!

Dettagli

RACCOLTE DIFFERENZIATE ED ANALISI MERCEOLOGICHE PER LA CARATTERIZZAZIONE DEI RSU

RACCOLTE DIFFERENZIATE ED ANALISI MERCEOLOGICHE PER LA CARATTERIZZAZIONE DEI RSU RACCOLTE DIFFERENZIATE ED ANALISI MERCEOLOGICHE PER LA CARATTERIZZAZIONE DEI RSU DEFINIZIONE DI RIFIUTO D.Lgs.. 152/2006 (Testo Unico) Parte quarta, Norme in materia di gestione dei rifiuti e di bonifica

Dettagli

Il nuovo Pacchetto di Direttive sull economia circolare

Il nuovo Pacchetto di Direttive sull economia circolare Il nuovo Pacchetto di Direttive sull economia circolare Edo Ronchi Fondazione per lo sviluppo sostenibile Sponsor Le modifiche alle Direttive sui rifiuti del pacchetto sull economia circolare La Direttiva

Dettagli

Comune di CASTEL MAGGIORE

Comune di CASTEL MAGGIORE Comune di CASTEL MAGGIORE PIANO ECONOMICO FINANZIARIO INTRODUZIONE Nell elaborazione del piano economico finanziario preventivo per l anno, relativo alla gestione dei rifiuti solidi urbani nel territorio

Dettagli

IL FUTURO DEI RIFIUTI NELLE NOSTRE MANI. Corso di formazione sulla raccolta differenziata

IL FUTURO DEI RIFIUTI NELLE NOSTRE MANI. Corso di formazione sulla raccolta differenziata IL FUTURO DEI RIFIUTI NELLE NOSTRE MANI Corso di formazione sulla raccolta differenziata I rifiuti: un problema? Sono tanti Ogni italiano (neonati compresi) produce in media 532 Kg di rifiuti all anno

Dettagli

COMUNE DI ARICCIA FAQ. Domande più frequenti sulla raccolta differenziata porta a porta Comune di Ariccia

COMUNE DI ARICCIA FAQ. Domande più frequenti sulla raccolta differenziata porta a porta Comune di Ariccia COMUNE DI ARICCIA FAQ Domande più frequenti sulla raccolta differenziata porta a porta Comune di Ariccia 1. Quali sono le responsabilità del cittadino in quanto produttore di rifiuti? 2. Quando inizia

Dettagli

Raccolta differenziata imprese e attività commerciali. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci.

Raccolta differenziata imprese e attività commerciali. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. Raccolta differenziata imprese e attività commerciali. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. Le risorse disponibili sulla terra non sono infinite ed è quindi

Dettagli

LE 4 R CHE COMBATTONO LO SPRECO

LE 4 R CHE COMBATTONO LO SPRECO Percorso di educazione alla sostenibilità per la scuola primaria LE 4 R CHE COMBATTONO LO SPRECO La natura non spreca. L uomo sì.che fare? CHIEDIAMO AIUTO ALLE MITICHE, FAVOLOSE INSUPERABILI, MEGAGALATTICHE,

Dettagli

Elenco delle tipologie di rifiuti conferibili presso gli ecocentri comunali, così come definite dalla D.G.R. n. 511 del 5 marzo 2004:

Elenco delle tipologie di rifiuti conferibili presso gli ecocentri comunali, così come definite dalla D.G.R. n. 511 del 5 marzo 2004: Appendice 1 Elenco delle tipologie di rifiuti conferibili presso gli ecocentri comunali, così come definite dalla D.G.R. n. 511 del 5 marzo 2004: TIPO RIFIUTO Frazione Organica dei Rifiuti Urbani (FORSU)

Dettagli

LISTA DEI SERVIZI PER L'ESECUZIONE DELL'APPALTO LISTA A Offerta annuale

LISTA DEI SERVIZI PER L'ESECUZIONE DELL'APPALTO LISTA A Offerta annuale marca da bollo 16,00 Pagina 1 di 5 OFFERTA ECONOMICA Gara del / / LISTA A n prog. PRESTAZIONI d'appalto manodopera Importo totale compreso costi per la manodopera PRESTAZIONI E/O SERVIZI 1 3 4 5 Svuotamento

Dettagli

Attività didattica I.C. Cogoleto. Classi Primarie e Secondarie Primo Grado

Attività didattica I.C. Cogoleto. Classi Primarie e Secondarie Primo Grado Attività didattica I.C. Cogoleto Classi Primarie e Secondarie Primo Grado Anno Scolastico 2013 - Fondazione Muvita si propone, di concerto con il Comune di Cogoleto e l Istituto Comprensivo di Cogoleto,

Dettagli

CONCORSO A PREMI PER I MIGLIORI PROGETTI DI RIDUZIONE DEI RIFIUTI E DI RACCOLTA DIFFERENZIATA VENERDI 22 GIUGNO 2012

CONCORSO A PREMI PER I MIGLIORI PROGETTI DI RIDUZIONE DEI RIFIUTI E DI RACCOLTA DIFFERENZIATA VENERDI 22 GIUGNO 2012 CONCORSO A PREMI PER I MIGLIORI PROGETTI DI RIDUZIONE DEI RIFIUTI E DI RACCOLTA DIFFERENZIATA VENERDI 22 GIUGNO 2012 La gerarchia europea per la gestione dei rifiuti: 1. prevenzione 2. preparazione per

Dettagli

Se raccolti in modo differenziato, i tuoi rifiuti potranno essere ReCUPeRAti:

Se raccolti in modo differenziato, i tuoi rifiuti potranno essere ReCUPeRAti: FAI LA DIFFERENZA Ciascuno di noi produce in media 1,5 KG Di RiFiUti AL GioRno, oltre 500 kg ogni anno! Se raccolti in modo differenziato, i tuoi rifiuti potranno essere ReCUPeRAti: attraverso il RICICLO

Dettagli

Dicomano 5 Giugno 2015. Mauro Moretti Amministratore Delegato Centro Raccolta Cento Materie Srl Terranuova Bracciolini (AR

Dicomano 5 Giugno 2015. Mauro Moretti Amministratore Delegato Centro Raccolta Cento Materie Srl Terranuova Bracciolini (AR Dicomano 5 Giugno 2015 Mauro Moretti Amministratore Delegato Centro Raccolta Cento Materie Srl Terranuova Bracciolini (AR Il ciclo (e riciclo) della carta Raccolta - Riciclo - Recupero la carta: produzione

Dettagli

Eco-Recuperi è certificata UNI ISO 9001 qualità e UNI ISO 14001 ambiente.

Eco-Recuperi è certificata UNI ISO 9001 qualità e UNI ISO 14001 ambiente. Per realizzare questa brochure Eco-Recuperi ha adottato una stampa fronte retro, carta e cartoncini riciclati, cartucce rigenerate e un dorsino in carta per rilegarla. Questi accorgimenti hanno consentito

Dettagli

La gestione dei rifiuti urbani nel comune di Milano Sonia Cantoni Presidente AMSA

La gestione dei rifiuti urbani nel comune di Milano Sonia Cantoni Presidente AMSA La gestione dei rifiuti urbani nel comune di Milano Sonia Cantoni Presidente AMSA Convegno «La raccolta differenziata della frazione organica dei rifiuti a Milano» Gruppo RICICLA Dip Scienze Agrarie e

Dettagli

RACCOLTA DEI RIFIUTI. Chi differenzia fa la differenza CITTÀ DI GARDONE VALTROMPIA

RACCOLTA DEI RIFIUTI. Chi differenzia fa la differenza CITTÀ DI GARDONE VALTROMPIA CITTÀ DI GARDONE VALTROMPIA RACCOLTA DEI RIFIUTI Chi differenzia fa la differenza A Gardone Valtrompia la raccolta rifiuti avviene tramite «Porta a Porta» per la raccolta differenziata di Plastica, Carta,

Dettagli

"Educhiamo(ci) alla sostenibilità" Laboratori di educazione al consumo consapevole, al riuso, al riciclo

Educhiamo(ci) alla sostenibilità Laboratori di educazione al consumo consapevole, al riuso, al riciclo "Educhiamo(ci) alla sostenibilità" Laboratori di educazione al consumo consapevole, al riuso, al riciclo Nell anno scolastico 2011-12 appena concluso, gli studenti di numerose scuole di Roma e del Lazio

Dettagli

COMUNE DI OSTRA ASSESSORATO ALL AMBIENTE

COMUNE DI OSTRA ASSESSORATO ALL AMBIENTE COMUNE DI OSTRA ASSESSORATO ALL AMBIENTE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 7 del 27/04/2012. INDICE Art. 1 Riferimenti Normativi Art. 2 Principi e finalità Art. 3 Campi di applicazione

Dettagli

Sperimentazione azioni di prevenzione dei rifiuti a Brescia

Sperimentazione azioni di prevenzione dei rifiuti a Brescia Sperimentazione azioni di prevenzione dei rifiuti a Brescia Compostaggio domestico Pannolini riutilizzabili per bambini Spesa in cassetta Criteri costi - benefici Paola Amadei consulente Aprica/a2a 25

Dettagli

Domande più frequenti sulla raccolta differenziata porta a porta

Domande più frequenti sulla raccolta differenziata porta a porta Domande più frequenti sulla raccolta differenziata porta a porta Il cittadino è obbligato ad accettare i bidoncini per la raccolta differenziata? Sì, in base alla specifica ordinanza del Sindaco. Quando

Dettagli

INIZIATIVA EVENTO ECOSOSTENIBILE. Guida per gli organizzatori

INIZIATIVA EVENTO ECOSOSTENIBILE. Guida per gli organizzatori INIZIATIVA EVENTO ECOSOSTENIBILE Guida per gli organizzatori aggiornata al 27/08/2015 OBIETTIVI Adottare sistemi per la prevenzione/riduzione dei rifiuti Ridurre la produzione di rifiuti durante le manifestazioni

Dettagli

I COMUNI RICICLONI DELL'EMILIA ROMAGNA

I COMUNI RICICLONI DELL'EMILIA ROMAGNA I COMUNI RICICLONI DELL'EMILIA ROMAGNA MONITORAGGIO SULLA CORRETTA GESTIONE DEI RIFIUTI E SULLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DESTINATA AL RICICLAGGIO Per poter premiare le situazioni più virtuose nella gestione

Dettagli

PIANO FINANZIARIO TARI 2015

PIANO FINANZIARIO TARI 2015 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO PIANO FINANZIARIO TARI 2015 Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n 38 del 30-07-20152015 COMUNU DE GUSPINI PROVINTZIA DE SU CAMPIDANU DE MESU SOMMARIO: Art.

Dettagli

La Raccolta Differenziata a casa tua. guida per le famiglie

La Raccolta Differenziata a casa tua. guida per le famiglie La Raccolta Differenziata a casa tua istruzioni per l uso guida per le famiglie Raccolta Differenziata Le novità Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

COMITATO DI QUARTIERE LE VIGNE Piazza Alcide De Gasperi, 4 00040 Rocca di Papa (Roma)

COMITATO DI QUARTIERE LE VIGNE Piazza Alcide De Gasperi, 4 00040 Rocca di Papa (Roma) COMITATO DI QUARTIERE LE VIGNE Piazza Alcide De Gasperi, 4 00040 Rocca di Papa (Roma) LE 50 DOMANDE PIU FREQUENTI (FAQ) SULLA RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA 1. Quali sono le responsabilità del cittadino

Dettagli

Io a casa faccio la raccolta differenziata però non la faccio io ma la fanno mia mamma e mia sorella. Tutte le mattine del sabato e della domenica

Io a casa faccio la raccolta differenziata però non la faccio io ma la fanno mia mamma e mia sorella. Tutte le mattine del sabato e della domenica Io a casa faccio la raccolta differenziata però non la faccio io ma la fanno mia mamma e mia sorella. Tutte le mattine del sabato e della domenica guardano cosa c è dentro al bidone poi prendono le bottiglie

Dettagli

LA GESTIONE INTEGRATA DEI RIFIUTI NEL CONSORZIO INTERCOMUNALE PRIULA

LA GESTIONE INTEGRATA DEI RIFIUTI NEL CONSORZIO INTERCOMUNALE PRIULA CONSORZIO INTERCOMUNALE AUTORITA DI BACINO TV 2 LA GESTIONE INTEGRATA DEI RIFIUTI NEL CONSORZIO INTERCOMUNALE PRIULA Giugno 2008 Il Consorzio Intercomunale Priula nasce nel 1987 per volontà di 5 Comuni

Dettagli

Differenziata e per l introduzione l raccolta dell organico per le utenze condominiali AMSA. MSA S.p.A FEBBRAIO 2012

Differenziata e per l introduzione l raccolta dell organico per le utenze condominiali AMSA. MSA S.p.A FEBBRAIO 2012 Piano per l incremento l della Raccolta Differenziata e per l introduzione l della raccolta dell organico per le utenze condominiali AMSA MSA S.p.A FEBBRAIO 2012 1 Raccolta differenziata dell organico

Dettagli

COMUNE DI PERUGIA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI

COMUNE DI PERUGIA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI COMUNE DI PERUGIA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI 6 Aprile 2009 Progettazione G.S.A. Srl Stampato su carta riciclata 100% 1 1. CRITERI DI CALCOLO In Italia oggi non esiste una metodica unica per il

Dettagli

Agli studenti delle scuole elementari e medie: verificate con il test e leggete il vostro profilo

Agli studenti delle scuole elementari e medie: verificate con il test e leggete il vostro profilo Agli studenti delle scuole elementari e medie: verificate con il test e leggete il vostro profilo ISII tecnico G. Marconi Classe 1a E a.s. 2010-2011 Il riciclaggio è nato nei paesi industrializzati intorno

Dettagli

COME OTTIMIZZARE LA RACCOLTA DI CARTA E CARTONE A MILANO E PROVINCIA

COME OTTIMIZZARE LA RACCOLTA DI CARTA E CARTONE A MILANO E PROVINCIA COME OTTIMIZZARE LA RACCOLTA DI CARTA E CARTONE A MILANO E PROVINCIA Danilo VISMARA Responsabile Marketing Milano, 7 OTTOBRE 2014 Il sistema milanese di gestione integrata dei rifiuti Amsa, azienda del

Dettagli

VILLA FARALDI Differenziamoci. Con il porta a porta per liberarci dei rifiuti in modo intelligente, per noi e per le generazioni future.

VILLA FARALDI Differenziamoci. Con il porta a porta per liberarci dei rifiuti in modo intelligente, per noi e per le generazioni future. VILLA FARALDI Differenziamoci Con il porta a porta per liberarci dei rifiuti in modo intelligente, per noi e per le generazioni future. !!!!! SIAMO IMPEGNATI NEL MIGLIORAMENTO CONTINUO, AIUTATECI A RISPETTARE

Dettagli

La guida pratica per la raccolta differenziata dei rifiuti urbani. Comune di Biassono. Manuale. ecoambientale

La guida pratica per la raccolta differenziata dei rifiuti urbani. Comune di Biassono. Manuale. ecoambientale Comune di Biassono La guida pratica per la raccolta differenziata dei rifiuti urbani. AGENDA 21 Agenda 21 significa, letteralmente, l insieme degli appuntamenti, delle cose da fare, nel corso del ventunesimo

Dettagli

La raccolta rifiuti diventa una faccenda domestica.

La raccolta rifiuti diventa una faccenda domestica. La raccolta rifiuti diventa una faccenda domestica. Impariamo anche noi a fare la differenza. Comune di Cavriago Opuscolo PAP Cavriago.indd 1 25/08/2015 9.29.12 Cosa è la raccolta differenziata domiciliare?

Dettagli

ALLEGATO 2. Relazione sull andamento del servizio rifiuti nel corso del 2011 e previsioni per il 2012.

ALLEGATO 2. Relazione sull andamento del servizio rifiuti nel corso del 2011 e previsioni per il 2012. ALLEGATO 2 Relazione sull andamento del servizio rifiuti nel corso del 2011 e previsioni per il 2012. Rinnovo convenzione con ATO 5 per la parte economica per l anno 2012 La assemblea di ATO5 del 22/12/2011

Dettagli

Documento scaricato da www.gestione-rifiuti.it

Documento scaricato da www.gestione-rifiuti.it Regione Lazio Legge Regionale n. 26 del 2 settembre 2003 Modifica alla legge regionale 9 luglio 1998, n. 27 (Disciplina regionale della gestione dei rifiuti) e successive modifiche Il Consiglio Regionale

Dettagli

Progetto: LIFE10 ENV IT 000307 NO.WA

Progetto: LIFE10 ENV IT 000307 NO.WA Progetto: LIFE10 ENV IT 000307 NO.WA «No Waste» Azione 2 Monitoraggio dell efficacia del progetto Azione 3 - Mappatura dei progetti di riduzione dei rifiuti nella Grande Distribuzione Organizzata Reggio

Dettagli

PROGETTO RACCOLTA DIFFERENZIATA CENTRO STORICO

PROGETTO RACCOLTA DIFFERENZIATA CENTRO STORICO PROGETTO RACCOLTA DIFFERENZIATA CENTRO STORICO Riqualificazione dell area UNESCO attraverso un moderno sistema di raccolta differenziata domiciliare Napoli, 2 ottobre 2015 Palazzo San Giacomo 2 IL TERRITORIO

Dettagli

Ve Mestre, 9 maggio 2012 Oggetto: progetto risparmio energetico e raccolta differenziata I risparmi della raccolta differenziata.

Ve Mestre, 9 maggio 2012 Oggetto: progetto risparmio energetico e raccolta differenziata I risparmi della raccolta differenziata. Prot. N. Circolare n. 440/P ai docenti agli alunni e, p.c. al DSGA agli uffici ai collaboratori scolastici Ve Mestre, 9 maggio 2012 Oggetto: progetto risparmio energetico e raccolta differenziata I risparmi

Dettagli

Rapporto sulla produzione di RIFIUTI SOLIDI URBANI e sull andamento delle RACCOLTE DIFFERENZIATE

Rapporto sulla produzione di RIFIUTI SOLIDI URBANI e sull andamento delle RACCOLTE DIFFERENZIATE Provincia di Bergamo SERVIZIO AMBIENTE - OSSERVATORIO PROVINCIALE RIFIUTI Rapporto sulla produzione di RIFIUTI SOLIDI URBANI e sull andamento delle RACCOLTE DIFFERENZIATE anno 2004 Produzione Rifiuti e

Dettagli

FAI LA DIFFERENZA: DIFFERENZ A! GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI

FAI LA DIFFERENZA: DIFFERENZ A! GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI FAI LA DIFFERENZA: DIFFERENZ A! GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI COMUNE DI CESANO BOSCONE La raccolta differenziata a Cesano Boscone Raccogliere separatamente i rifiuti è un gesto di rispetto

Dettagli

Comune di Bobbio Pellice

Comune di Bobbio Pellice Comune di Bobbio Pellice 2010 LA NUOVA RACCOLTA RIFIUTI Ecopunto Ecoisola Orario 2010 Delle ecoisole più vicine Torre Pellice Luserna S.G. Lunedì chiuso 14,00/17,00 Martedì 13,30/16,30 chiuso chiuso 14,00/17,00

Dettagli

(FAQ) - DOMANDE FREQUENTI

(FAQ) - DOMANDE FREQUENTI (FAQ) - DOMANDE FREQUENTI 1. PERCHÉ SI E SCELTO DI INTRODURRE IL NUOVO SERVIZIO DI RACCOLTA PORTA A PORTA? Il servizio di raccolta porta a porta si propone di responsabilizzare gli utenti rispetto ai problemi

Dettagli

COMUNE DI CARPENEDOLO

COMUNE DI CARPENEDOLO COMUNE DI CARPENEDOLO Provincia di Brescia PIANO ECONOMICO FINANZIARIO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI AI SENSI DELL ART. 8 DEL DPR n. 158/1999 ANNO 2015 Pag. 1 Indice Premessa (pag. 3) Riferimenti

Dettagli

A P P A L T O COMUNE DI COMACCHIO RIEPILOGO GENERALE allegato al Progetto Base dei Servizi

A P P A L T O COMUNE DI COMACCHIO RIEPILOGO GENERALE allegato al Progetto Base dei Servizi Copparo (Ferrara) A P P A L T O PER LA RACCOLTA E TRASPORTO DEI RIFIUTI URBANI, INDIFFERENZIATI E DIFFERENZIATI, DEI RIFIUTI SPECIALI ASSIMILATI ED ESECUZIONE DI ATTIVITÀ AMBIENTALI VARIE NEL COMUNE DI

Dettagli

COMUNE DI BARONISSI Provincia di Salerno ASSESSORATO ALL AMBIENTE

COMUNE DI BARONISSI Provincia di Salerno ASSESSORATO ALL AMBIENTE . COMUNE DI BARONISSI Provincia di Salerno ASSESSORATO ALL AMBIENTE Allegato Delibera di Giunta Comunale n. 54 del 15.02.2010-1 - INDICE Art. 1 Riferimenti Normativi Art. 2 Principi e finalità Art. 3 Campi

Dettagli

La strategia internazionale Rifiuti zero calata nella realtà di Parma (190.000 abitanti)

La strategia internazionale Rifiuti zero calata nella realtà di Parma (190.000 abitanti) La strategia internazionale Rifiuti zero calata nella realtà di Parma (190.000 abitanti) Scuola di Altra Amministrazione Procida, 13 settembre 2014 Gabriele Folli, Assessore Ambiente Comune di Parma Contesto

Dettagli

differenza i colori fanno la RACCOLTA DIFFERENZIATA campagna per la promozione della

differenza i colori fanno la RACCOLTA DIFFERENZIATA campagna per la promozione della Comune di Spotorno i colori fanno la differenza campagna per la promozione della RACCOLTA DIFFERENZIATA per gli utenti di Via alla Rocca, Via alla Torre, Via Magiarda, Via Puccini, Via Coreallo Via Verdi

Dettagli

Quanti sono, come sono, cosa ne dovremmo fare... Contiene anche dati specifici sul Progetto Cartesio.

Quanti sono, come sono, cosa ne dovremmo fare... Contiene anche dati specifici sul Progetto Cartesio. Un pò di dati sui rifiuti in Italia: Quanti sono, come sono, cosa ne dovremmo fare... Contiene anche dati specifici sul Progetto Cartesio. A cura di Giacomo Giargia (Ufficio Tecnico) TEMPI DI BIODEGRADAZIONE

Dettagli

COMMISSIONE MENSA CITTADINA 16 maggio 2012

COMMISSIONE MENSA CITTADINA 16 maggio 2012 Comune di Casalecchio di Reno Area Servizi alla Persona Servizi Educativi e Scolastici Centro di Documentazione Pedagogico e CIOP Via del Fanciullo, 6 40033 Casalecchio di Reno (BO) COMMISSIONE MENSA CITTADINA

Dettagli

Utenze domestiche Centro Storico di Rimini. Apriamo le porte alla raccolta differenziata. Comune di Rimini

Utenze domestiche Centro Storico di Rimini. Apriamo le porte alla raccolta differenziata. Comune di Rimini Utenze domestiche Centro Storico di Rimini Apriamo le porte alla raccolta differenziata. Comune di Rimini lo sapevate che: Per fare una tonnellata di carta ci vogliono 15 alberi, mentre per fare una tonnellata

Dettagli

Istituto comprensivo VITTORINO DA FELTRE 14 aprile 2015

Istituto comprensivo VITTORINO DA FELTRE 14 aprile 2015 Diffusione del video Non siamo irrecuperabili Istituto comprensivo VITTORINO DA FELTRE 14 aprile 2015 Direzione Ambiente Governo e Tutela del territorio Ciclo Integrato dei Rifiuti e Servizio Idrico Integrato

Dettagli

Computo metrico estimativo

Computo metrico estimativo Gestione integrata dei rifiuti urbani nei Comuni di Boffalora d Adda, Crespiatica, Corte Palasio e Abbadia Cerreto (Unione di Comuni Lombarda Oltre Adda Lodigiano) Computo metrico estimativo Analisi delle

Dettagli

CIAL. Allegato tecnico alluminio. Stefano Stellini. Torino, 30 marzo 2015

CIAL. Allegato tecnico alluminio. Stefano Stellini. Torino, 30 marzo 2015 CIAL Allegato tecnico alluminio. Stefano Stellini 1 Torino, 30 marzo 2015 ZERO discarica 100 % recupero Raccolta Differenziata Recupero da rifiuti urbani indifferenziati Recupero da Scorie incenerimento

Dettagli

LA FILIERA DELLA PLASTICA:

LA FILIERA DELLA PLASTICA: 7 NOVEMBRE 2013 LA RACCOLTA DIFFERENZIATA ED IL RICICLO IN ITALIA: realtà industriali a confronto LA FILIERA DELLA PLASTICA: IL PUNTO DI VISTA DEL GESTORE DEL SERVIZIO ing. Diego Cometto DIRETTORE GENERALE

Dettagli

Raccolta differenziata (RD) per materiale

Raccolta differenziata (RD) per materiale Raccolta differenziata (RD) per materiale I servizi di raccolta differenziata sono effettuati con il sistema porta a porta con: - frequenza di raccolta settimanale di carta, cartone; - frequenza di raccolta

Dettagli

AREA CONTABILE SETTORE TRIBUTI E SERVIZI Spettabile CONSIGLIO COMUNALE. S e d e

AREA CONTABILE SETTORE TRIBUTI E SERVIZI Spettabile CONSIGLIO COMUNALE. S e d e AREA CONTABILE SETTORE TRIBUTI E SERVIZI Spettabile CONSIGLIO COMUNALE S e d e OGGETTO : APPROVAZIONE PIANO FINANZIARIO PER LA DETERMINAZIONE DEI COSTI DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI E PER

Dettagli

2 INCONTRO DI FORMAZIONE

2 INCONTRO DI FORMAZIONE 2 INCONTRO DI FORMAZIONE Insegnanti della Scuola Secondaria 2 ore Temi trattati: L impatto ambientale dei rifiuti, cosa serve la raccolta differenziata e come ridurre l emissioni di CO2 in atmosfera PRESENTAZIONE

Dettagli

Trinitapoli Raccolta differenziata porta a porta

Trinitapoli Raccolta differenziata porta a porta 1 Porta a Porta: che cosa cambia? Scompaiono definitivamente i cassonetti stradali 1: Raccolta differenziata Porta a Porta Una grande idea per un mondo libero dai rifiuti il Comune di Trinitapoli attiva

Dettagli

LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI E ASSIMILATI. L ESEMPIO DEL COMUNE DI FIDENZA NELLA PROVINCIA DI PARMA.

LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI E ASSIMILATI. L ESEMPIO DEL COMUNE DI FIDENZA NELLA PROVINCIA DI PARMA. LA GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI E ASSIMILATI. L ESEMPIO DEL COMUNE DI FIDENZA NELLA PROVINCIA DI PARMA. LA SITUAZIONE IN PROVINCIA DI PARMA L autosufficienza nello smaltimento della quota residua di rifiuti

Dettagli

IL NUOVO PROGETTO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI E LE AZIONI RELATIVE AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO E COMUNITARIO

IL NUOVO PROGETTO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI E LE AZIONI RELATIVE AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO E COMUNITARIO IL NUOVO PROGETTO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI E LE AZIONI RELATIVE AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO E COMUNITARIO Il nuovo progetto di raccolta i numeri numero Abitanti 2.340 Famiglie 1.125 Utenze non

Dettagli

riciclabili per natura

riciclabili per natura Comunità montana Walser alta Valle del Lys riciclabili per natura in collaborazione con: carta vetro e ALLUMiNio imballaggi in plastica rifiuti indifferenziati apparecchi elettrici ed elettronici ingombranti

Dettagli

SCUOLE APERTE ESTATE 2015 età 11-14 anni

SCUOLE APERTE ESTATE 2015 età 11-14 anni Istituzione Educazione e Scuola Via Capramozza,15 piano 1 I - 40123 Bologna tel +051 3392701 fax +051 3392711 P.G.. n. 103276/15 SCUOLE APERTE ESTATE 2015 età 11-14 anni MANIFESTAZIONE DI INTERESSE Invito

Dettagli

La gestione integrata dei rifiuti di imballaggio: una opportunità per i comuni di risparmio e miglioramento dell ambiente

La gestione integrata dei rifiuti di imballaggio: una opportunità per i comuni di risparmio e miglioramento dell ambiente La gestione integrata dei rifiuti di imballaggio: una opportunità per i comuni di risparmio e miglioramento dell ambiente Eugenio Bora Milano, 15 febbraio 2006 Rifiuti e legislazione I rifiuti sono un

Dettagli

Progetto Cinisellese Sostenibile Indagine conoscitiva Iniziale

Progetto Cinisellese Sostenibile Indagine conoscitiva Iniziale Progetto Cinisellese Sostenibile Indagine conoscitiva Iniziale Il presente questionario fa parte di una fase molto importante del progetto Cinisellese Sostenibile promosso dall Assessorato all Agenda 21

Dettagli

educazione. ricerca. informazione. comunicazione. ambientale

educazione. ricerca. informazione. comunicazione. ambientale E.R.I.C.A. soc. coop. per Consorzio Navigli Elaborazione questionari Relativi alla campagna di comunicazione sulla raccolta differenziata pg 1/17 - relazione questionari consorzio navigli Relazione relativa

Dettagli

a medicina il nuovo modo di fare la raccolta differenziata

a medicina il nuovo modo di fare la raccolta differenziata Per informazioni Servizio Clienti 800.999.500 chiamata gratuita attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 22.00, sabato dalle 8.00 alle 18.00 Servizio Clienti Utenze non domestiche 800.999.700 chiamata

Dettagli

Allegato Le azioni di riduzione dei rifiuti nella Distribuzione Organizzata trentina

Allegato Le azioni di riduzione dei rifiuti nella Distribuzione Organizzata trentina Allegato Le azioni di riduzione dei rifiuti nella Distribuzione Organizzata trentina Schede delle azioni 1 Nota: nella individuazione dei criteri obbligatori e nell assegnazione dei punteggi a quelli facoltativi,

Dettagli

Unità 1. Raccolta differenziata. Lavoriamo sulla comprensione. Ingombranti Conferiti nelle vicinanze Disfarti Riciclare

Unità 1. Raccolta differenziata. Lavoriamo sulla comprensione. Ingombranti Conferiti nelle vicinanze Disfarti Riciclare Unità 1 Raccolta differenziata CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere un testo che dà informazioni sulla raccolta differenziata parole relative alla raccolta differenziata e ai rifiuti a usare

Dettagli

LE NUOVE MODALITà DI GESTIONE DEI RIFIUTI IN VALLE D AOSTA

LE NUOVE MODALITà DI GESTIONE DEI RIFIUTI IN VALLE D AOSTA XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX LE NUOVE MODALITà DI GESTIONE DEI RIFIUTI IN VALLE D AOSTA Assessorat du Territoire et de l Environnement Assessorato Territorio e ambiente i nuovi

Dettagli

GESTIONE DEI RIFIUTI PRESSO I LOCALI DEI SERVIZI CLINICI DELL OSPEDALE DIDATTICO VETERINARIO

GESTIONE DEI RIFIUTI PRESSO I LOCALI DEI SERVIZI CLINICI DELL OSPEDALE DIDATTICO VETERINARIO ALLEGATO 1 GESTIONE DEI RIFIUTI PRESSO I LOCALI DEI SERVIZI CLINICI DELL OSPEDALE DIDATTICO VETERINARIO RIFIUTI SANITARI: i rifiuti sanitari devono essere gestiti in modo da diminuirne la pericolosità,

Dettagli

Calendario Raccolta Rifiuti

Calendario Raccolta Rifiuti P Comune di San Zeno di Montagna Provincia di Verona Calendario Raccolta Rifiuti Modalità e giorni di raccolta ECOman presenta La nuova guida per la raccolta differenziata porta a porta. Più vicino a te,

Dettagli

Raccolta Integrata Rifiuti e Tariffa Puntuale

Raccolta Integrata Rifiuti e Tariffa Puntuale Raccolta Integrata Rifiuti e Tariffa Puntuale Villafranca d Asti SITUAZIONE ANTECEDENTE Sistema di raccolta fino a marzo 2002 - RSU indifferenziati (cassonetti stradali) - Carta (cassonetti stradali) -

Dettagli

OBIETTIVI DI RICICLAGGIO 2020: LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DI CARTA E CARTONE IN CAMPANIA, CALABRIA, PUGLIA E SICILIA

OBIETTIVI DI RICICLAGGIO 2020: LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DI CARTA E CARTONE IN CAMPANIA, CALABRIA, PUGLIA E SICILIA OBIETTIVI DI RICICLAGGIO 2020: LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DI CARTA E CARTONE IN CAMPANIA, CALABRIA, PUGLIA E SICILIA Edo Ronchi Presidente Fondazione per lo sviluppo sostenibile Obiettivi dello studio Individuare

Dettagli

Che cos e il porta a porta?

Che cos e il porta a porta? Che cos e il porta a porta? È un nuovo modo di realizzare la raccolta dei rifiuti urbani. Si eliminano quasi tutti i cassonetti su strada e vengono consegnate ad ogni utenza piccole pattumiere in cui depositare

Dettagli

Si riporta una sintesi dei risultati

Si riporta una sintesi dei risultati Le filiere del recupero degli imballaggi in Lombardia Lucia Rigamonti, Mario Grosso, Michele Giugliano L analisi del ciclo di vita (Life Cycle Assessment LCA) consente una visione globale della filiera

Dettagli

OGGETTO: RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA. Trasmissione materiale informativo.

OGGETTO: RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA. Trasmissione materiale informativo. (PROVINCIA DI COSENZA) PROTOCOLLO N. 992 DEL 17/04/2009 AL SIG. OGGETTO: RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA Trasmissione materiale informativo. In riferimento a quando in oggetto, si trasmette la cartella

Dettagli

Un sacco. di differenza

Un sacco. di differenza Un sacco di differenza Utenze domestiche - Q.re Porto Un sacco di differenza Buongiorno, il Comune ed Hera ti danno una buona notizia: inizia la nuova stagione dei rifiuti nel centro storico. Da oggi nel

Dettagli

Ing. Paolo Paoli -Hera Spa. Workshop Modena, 26 Novembre 2015

Ing. Paolo Paoli -Hera Spa. Workshop Modena, 26 Novembre 2015 L evoluzione dei servizi e i principali progetti collegati alla gestione dei rifiuti nel Comune di Modena: dalla Riduzione al Recupero -principali azioni e iniziative messe in campo da Hera Spa. Ing. Paolo

Dettagli

vetro, bottiglie di plastica, fogli di carta, cartone, ossi grandi, fiori secchi, alimenti, piatti di plastica cartone

vetro, bottiglie di plastica, fogli di carta, cartone, ossi grandi, fiori secchi, alimenti, piatti di plastica cartone Livello A1 Unità 1 Raccolta differenziata Chiavi Lavoriamo sulla comprensione Chiavi 1. Metti i rifiuti nel contenitore giusto. (drag and drop) vetro, bottiglie di plastica, fogli di carta, cartone, ossi

Dettagli

PARLIAMO DI RIFIUTI MARTEDI 3 APRILE- LATINA

PARLIAMO DI RIFIUTI MARTEDI 3 APRILE- LATINA PARLIAMO DI RIFIUTI MARTEDI 3 APRILE- LATINA Che cos è un rifiuto? Qualcosa che non ci serve più e che buttiamo! Provate a pensare a questo: avete una vecchia felpa che a voi non piace più e che ormai

Dettagli

taccuino 21/09/11 14:52 Pagina 1 n i Con il supporto della Commissione Europea

taccuino 21/09/11 14:52 Pagina 1 n i Con il supporto della Commissione Europea taccuino 21/09/11 14:52 Pagina 1 taccuino degli Acquisti ti s i qu ti per c A n ige uti ell t n i i rif o n me re r u d pro Con il supporto della Commissione Europea taccuino 21/09/11 14:52 Pagina 2 il

Dettagli