Sommario. 1. EUROSHOP 2005-DUSSELDORF,19-23 FEBBRAIO DA 23 BOTTIGLIE DI PLASTICA IL NUOVO CESTINO PER FARE LA SPESA p. 2

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sommario. 1. EUROSHOP 2005-DUSSELDORF,19-23 FEBBRAIO DA 23 BOTTIGLIE DI PLASTICA IL NUOVO CESTINO PER FARE LA SPESA p. 2"

Transcript

1 Sommario 1. EUROSHOP 2005-DUSSELDORF,19-23 FEBBRAIO DA 23 BOTTIGLIE DI PLASTICA IL NUOVO CESTINO PER FARE LA SPESA p EKO LOGIC Shop to Shop p Un grande progetto di economia sostenibile p PET: la lunga affascinante catena del riciclo p. 6 1

2 Comunicato stampa gennaio 2005 DA 23 BOTTIGLIE DI PLASTICA IL NUOVO CESTINO PER FARE LA SPESA Entra nei supermercati il Sistema EKO LOGIC Shop to Shop in PET riciclato. Come salvare l ambiente facendo acquisti nella grande distribuzione Nulla si crea e nulla si distrugge, ma tutto si trasforma Antoine Lavoisier - Francia In Italia arriva EKO LOGIC Shop to Shop (da to shop, comprare), il sistema di cestini e carrelli in PET riciclato che propone alla grande distribuzione moderna una nuova concezione di supermercato, che si trasforma così da regno del vetro, del legno e del ferro in regno della plastica riciclata. Da regno del consumo a luogo di impegno etico. IL PET è la plastica delle bottiglie di acqua. Perché riciclare questo materiale? Perché disperso nell ambiente impiega un milione di anni per biodegradarsi, se recuperato, può essere riciclato all infinito. Tra l altro, il mercato del PET per gli imballaggi è in continua crescita. Eppure attualmente è uno dei materiali meno riciclati, a causa dei costi del suo riutilizzo. I componenti di EKO LOGIC Shop to Shop sono prodotti da La Sphera, società focalizzata sulla ricerca e sviluppo di prodotti di plastica ecocompatibili, che ha individuato il metodo per dare al prodotto in PET riciclato un valore superiore alle spese da sostenere per il suo recupero. 2

3 Se si considera che solo nel nostro Paese si consumano oltre 15 miliardi di bottiglie di plastica all anno (dati ASSORIMAP), per la maggior parte acquistate nei supermercati, e che l 84% di questa montagna di plastica non viene riciclata, è evidente il vantaggio di un sistema che utilizza la più grande rete commerciale del mondo proprio per eliminare dall ambiente questa ingombrante materia! I centri della grande distribuzione, grazie a EKO LOGIC Shop to Shop, diventano così degli enormi epuratori ambientali. Compri 23 bottiglie, le ritrovi al super del tuo quartiere in forma di cestino per la spesa. Con 250 bottiglie contribuisci a fare il carrello, etc. E questo è solo il primo passo verso un supermercato interamente arredato e organizzato con attrezzature in PET, dagli scaffali alle casse ai frigoriferi. E poi verrà un mondo costruito e arredato completamente in PET, con una netta riduzione del consumo di petrolio! Sul pianeta si vendono tra i 20 i 25 milioni di carrelli: basterebbe sostituire solo questi per eliminare completamente il PET di scarto delle bottiglie italiane. Infatti, con 15 miliardi bottiglie si potrebbero costruire ben 35 milioni di carrelli. Un ruolo fondamentale in tutto il processo è dunque quello del consumatore che da oggi sa dove vanno a finire le bottiglie che affida alla raccolta differenziata (Shop To Shop, dall acquisto delle bottiglie al carrello per fare la spesa) e come partecipare da protagonista alla salvaguardia del mondo in cui vivranno i suoi figli. 3

4 EKO LOGIC Shop to Shop Il sistema EKO LOGIC Shop to Shop si compone di più elementi per diversi usi, tutti realizzati in PET riciclato e con forme, misure e pesi che consentono di mantenere la corretta postura del corpo umano durante il trasporto. Infatti, sono stati ideati secondo i principi di ecodesign e le leggi dell ergonomia e della prossemica, scienze che studiano il comportamento del corpo umano nello spazio. Il Sistema insomma è pensato su misura di tutte le esigenze del consumatore, pratiche ed etiche, single o con famiglia, giovane o con i capelli bianchi. EKO 23, fatto con 23 bottiglie di PET, è un cestino trasparente largo cm 53,8, profondo cm 38,3 e alto cm 27,5, con una capacità di 33 litri. Il fondo antipolvere offre una maggiore tutela della salute. Adatto a una spesa veloce. C E STELLO è lo stesso cestino, trasparente ed elegante, ma è colorato ed è in vendita al consumatore come alternativa al classico sacchetto di plastica per la spesa (shopping bag), che poi d estate ritroviamo in mare e sulle spiagge. Perfetto anche per tanti altri usi, come portabiancheria, per i giochi dei bambini, in auto, in viaggio etc. Adatto a chi è particolarmente impegnato nel rispetto dell ambiente. LOGIC 75, fatto con 75 bottiglie di PET, è il porta cestini su 3 ruote. Ne può portare fino a 2. Adatto per chi ha problemi di schiena, come gli anziani. Infatti consente di mantenere una posizione sempre eretta. Perfetto però anche per chi entra nel Super per un litro di latte e di solito esce con una maxi spesa. LOGIC 250, fatto con 250 bottiglie di PET, è il carrello per grossi rifornimenti. Può portare anche due cestini. Per la famiglia. 4

5 Un grande progetto di economia sostenibile La Sphera è una società che mira a realizzare prodotti ecocompatibili ed è partecipata dalla Compagnia di Finanza Etica Spa, detta Finetica, una neonata finanziaria italiana del cuneese che sovvenziona esclusivamente progetti con finalità etiche. Amministratore delegato di La Sphera è Giorgio Marocco. La Compagnia di Finanza Etica è il frutto della volontà di aggregazione di diverse realtà. Rappresenta infatti l apice di un movimento di imprenditori francoitaliani orientati a progetti ecosostenibili. L anima del movimento è Michelangelo Bergia, 48 anni, imprenditore cuneese, Presidente di Finetica e ideatore del Sistema Eko Logic Shop To Shop. Figura storica di innovatore nell ambito delle materie plastiche, esperto di tecnologie di trasformazione delle materie prime, ha portato nel mercato europeo fin dal 1998 il primo carrello di plastica riciclabile. La collaborazione italofrancese Attualmente i prodotti La Sphera sono commercializzati dalla francese Origine. La casa madre di Origine è nel Business Center Savoie Tecnolac di Chambéry, il polo tecnologico più importante della Francia e tra i più importanti in Europa, dedicato alle aziende con forti relazioni con l ecologia e con le tecnologie certificate sui processi. Origine si rivolge al mercato internazionale della Grande Distribuzione Moderna con un offerta orientata all eco-compatibilità, dove i prodotti sono realizzati in materie prime riciclate e riciclabili. Quello delle attrezzature del punto vendita è un comparto della GD valutato nel mondo intorno ai 10 miliardi di euro. La mission di Origine è inserirsi nella cultura della responsabilità sociale per trasformare il momento dell acquisto in un esperienza sia confortevole sia etica, soddisfacendo le esigenze degli operatori della grande distribuzione moderna che possono così co-creare il valore dei servizi condividendo con il consumatore/cliente l impegno per la tutela dell ambiente. Informazioni Media Areté Comunicazione Tel

6 PET: la lunga affascinante catena del riciclo Qualcuno l ha definita il materiale che la natura aveva dimenticato di creare. E la plastica, una famiglia di polimeri che oggi conta alcune centinaia di componenti. Da molti identificata con il concetto negativo di artificialità, in realtà la plastica inquina solo se non riutilizzata. Pochi sanno invece che è riciclabile all infinito. Facilmente modellabile e resistente, è adatta a usi pratici ed anche estestici per bijoux e accessori moda. Inventata a metà del 1800 da Alexander Parkes, nato a Birmingham nel 1831, è quindi un materiale importante nella storia delle nostra cultura al quale sono dedicati diversi musei nel mondo. L Italia è uno dei maggiori produttori del mondo di macchine per materie plastiche. Quanto a volume di produzione, viene dopo soltanto alla Germania e agli Stati Uniti. Nella nostra vita quotidiana la plastica di uso più comune è quella delle bottiglie di acqua, destinate dopo l uso alla raccolta differenziata dell immondizia. Si chiama PET (sigla da Polietilentereftalato) che quando è riciclato è comunemente detto REPET da Recycled Pet. La catena del riciclo inizia dall immondizia differenziata che viene portata alle aziende di selezione dove i materiali sono divisi per tipologie. Da lì escono balle di PET, ovvero di bottiglie schiacciate, compattate. Le balle vanno ad un altro sito produttivo da dove escono in scaglie, piccoli pezzi di plastica irregolari, grandi come l unghia di un mignolo. Le scaglie sono poi ridotte in granuli (processo di trafilatura delle scaglie) grandi come chicchi di riso. A questo punto, la materia prima può effettivamente essere lavorata per ottenere il manufatto attraverso un normale processo termoplastico.il calore riduce i granuli in una specie di marmellata che viene colata in uno stampo. Informazioni Media Areté Comunicazione Tel

SISTEMA PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DI BOTTIGLIE IN PET

SISTEMA PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DI BOTTIGLIE IN PET Risorse scarse, crisi energetiche, materie prime utilizzate e poi abbandonate: il sistema attuale di produzione e consumo è in difficoltà, come dimostra la questione, sempre più urgente, legata allo smaltimento

Dettagli

Per produrre UNA TONNELLATA di carta da cellulosa vergine occorrono: 15 alberi 440.000 litri d acqua 7.600 kwh di energia elettrica

Per produrre UNA TONNELLATA di carta da cellulosa vergine occorrono: 15 alberi 440.000 litri d acqua 7.600 kwh di energia elettrica carta Per produrre UNA TONNELLATA di carta da cellulosa vergine occorrono: 15 alberi 440.000 litri d acqua 7.600 kwh di energia elettrica Per produrre UNA TONNELLATA di carta riciclata invece bastano:

Dettagli

Imballaggi protezione al 100% impiegando sempre meno materiale

Imballaggi protezione al 100% impiegando sempre meno materiale Imballaggi protezione al 100% impiegando sempre meno materiale La plastica: maestra nell arte dell imballaggio In Europa oltre il 50 % delle merci è imballato in materiali plastici, nonostante ciò, in

Dettagli

Programma Eco Schools. In occasione della Festa Ecologica vogliamo riflettere su

Programma Eco Schools. In occasione della Festa Ecologica vogliamo riflettere su Programma Eco Schools In occasione della Festa Ecologica vogliamo riflettere su A cura di Giada Fregnan, Noemi Tolomeo e Andra Carpiuc, della classe III E della Scuola Media Norberto Bobbio. Anno scolastico

Dettagli

Utenze domestiche. stampato su carta riciclata novembre 2014. Calendario 2015. Raccolta differenziata domiciliare San Giorgio di Piano

Utenze domestiche. stampato su carta riciclata novembre 2014. Calendario 2015. Raccolta differenziata domiciliare San Giorgio di Piano Utenze domestiche stampato su riciclata novembre 2014 Calendario 2015 Raccolta differenziata domiciliare San Giorgio di Piano Centro di Raccolta Rifiuti (stazione ecologica) I Centri sono luoghi a disposizione

Dettagli

Riutilizzo Riduco. Riciclo Recupero

Riutilizzo Riduco. Riciclo Recupero Riutilizzo Riduco Riciclo Recupero Forum Nazionale dei Giovani Commissione Ambiente Cari ragazzi, ricordatevi che il mondo è la NOSTRA CASA, e come crediamo che il nostro letto, la nostra cameretta, la

Dettagli

Calendario Raccolta Rifiuti

Calendario Raccolta Rifiuti P Comune di San Zeno di Montagna Provincia di Verona Calendario Raccolta Rifiuti Modalità e giorni di raccolta ECOman presenta La nuova guida per la raccolta differenziata porta a porta. Più vicino a te,

Dettagli

Innovazione e qualità

Innovazione e qualità Innovazione e qualità La filosofia dell azienda si basa fin dagli anni 70 sulla ricerca della qualità per garantire al consumatore finale un prodotto fresco e sano TEDALDI L azienda Tedaldi, con sede principale

Dettagli

L IMPORTANZA DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA E IL PERCORSO DEI RIFIUTI

L IMPORTANZA DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA E IL PERCORSO DEI RIFIUTI L IMPORTANZA DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA E IL PERCORSO DEI RIFIUTI La raccolta differenziata è il modo migliore per preservare e mantenere le risorse naturali e salvaguardare l ambiente in cui viviamo.

Dettagli

Conferenza del Dottor Giorgio Temporelli, Fondazione AMGA. Convegno del 22 marzo 2010 a Genova

Conferenza del Dottor Giorgio Temporelli, Fondazione AMGA. Convegno del 22 marzo 2010 a Genova Conferenza del Dottor Giorgio Temporelli, Fondazione AMGA Convegno del 22 marzo 2010 a Genova L impatto ambientale delle confezioni in PET: il caso delle acque in bottiglia. Consumi e produzione di acqua

Dettagli

NUOVA VITA PER LA PLASTICA

NUOVA VITA PER LA PLASTICA NUOVA VITA PER LA PLASTICA Le mille vite degli oggetti LIVELLO Scuola primaria di primo grado (secondo ciclo) Scuola secondaria di primo grado AREA DISCIPLINARE Scienze, Educazione tecnologica DURATA Preparazione:

Dettagli

stampato su carta riciclata ottobre 2014 URP 051.6638507 - www.comune.san-giorgio-di-piano.bo.it consulta on-line o scarica la app il Rifiutologo

stampato su carta riciclata ottobre 2014 URP 051.6638507 - www.comune.san-giorgio-di-piano.bo.it consulta on-line o scarica la app il Rifiutologo Calendario 0 Raccolta differenziata domiciliare San Giorgio di Piano stampato su riciclata ottobre 0 Per informazioni Servizio Clienti Utenze non domestiche 00..00 chiamata gratuita, attivo dal al dalle.00

Dettagli

Business Plan Sostenibilità economico-finanziaria

Business Plan Sostenibilità economico-finanziaria Business Plan Sostenibilità economico-finanziaria Il presente piano è una previsione indicativa, effettuata prima del completarsi delle attività di ricerca. L aggiornamento sarà effettuata dopo le analisi

Dettagli

FRA Production Spa San Matteo Fondo 38 14010 Cisterna d Asti (AT) Tel 0141-979911 Fax 0141-97.99.93 www.fraproduction.it

FRA Production Spa San Matteo Fondo 38 14010 Cisterna d Asti (AT) Tel 0141-979911 Fax 0141-97.99.93 www.fraproduction.it Una produzione al 100% italiana nel rispetto dell ambiente FRA Production Spa San Matteo Fondo 38 14010 Cisterna d Asti (AT) Tel 0141-979911 Fa 0141-97.99.93 www.fraproduction.it Borse Le borse a rete

Dettagli

Percorso di educazione alla sostenibilità per la scuola secondaria di primo grado RIFIUTI, NO GRAZIE! LE SCUOLE DI MANTOVA CONTRO LO SPRECO

Percorso di educazione alla sostenibilità per la scuola secondaria di primo grado RIFIUTI, NO GRAZIE! LE SCUOLE DI MANTOVA CONTRO LO SPRECO Percorso di educazione alla sostenibilità per la scuola secondaria di primo grado RIFIUTI, NO GRAZIE! LE SCUOLE DI MANTOVA CONTRO LO SPRECO La natura non spreca l uomo sì! s Sì!!! Primo comandamento :

Dettagli

MANUALE DIDATTICO PLASTICA

MANUALE DIDATTICO PLASTICA MANUALE DIDATTICO sui temi della raccolta, del riciclo e del recupero dei rifiuti di imballaggio Anno 2010/2011 Un iniziativa con il patrocinio di Ministero dell Istruzione dell Università e Ricerca Un

Dettagli

Salvaguardiamo il nostro pianeta. Tecnologie e strumenti per la cura dell ambiente. Informazione Attivita Ambientali

Salvaguardiamo il nostro pianeta. Tecnologie e strumenti per la cura dell ambiente. Informazione Attivita Ambientali Salvaguardiamo il nostro pianeta Tecnologie e strumenti per la cura dell ambiente Informazione Attivita Ambientali Konica Minolta: la societa che rispetta l ambiente In qualita di produttore leader nelle

Dettagli

I.C. Sorelle Agazzi Scuola secondaria di primo grado Rodari Via Gabbro 6/a MI Classe 1 C A.S. 2011/2012 Progetto: Cart anchio a cura del WWF

I.C. Sorelle Agazzi Scuola secondaria di primo grado Rodari Via Gabbro 6/a MI Classe 1 C A.S. 2011/2012 Progetto: Cart anchio a cura del WWF I.C. Sorelle Agazzi Scuola secondaria di primo grado Rodari Via Gabbro 6/a MI Classe 1 C A.S. 2011/2012 Progetto: Cart anchio a cura del WWF Se Tutto Fosse Costruito Così... La nostra classe con la Professoressa

Dettagli

Unità 1. Raccolta differenziata. Lavoriamo sulla comprensione. Ingombranti Conferiti nelle vicinanze Disfarti Riciclare

Unità 1. Raccolta differenziata. Lavoriamo sulla comprensione. Ingombranti Conferiti nelle vicinanze Disfarti Riciclare Unità 1 Raccolta differenziata CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere un testo che dà informazioni sulla raccolta differenziata parole relative alla raccolta differenziata e ai rifiuti a usare

Dettagli

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani.

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani. Stabilimenti balneari Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani. lo sapevate che: Per fare una tonnellata di carta ci vogliono 15 alberi, mentre per fare una tonnellata di carta riciclata neanche

Dettagli

MANUALE DEI COMPORTAMENTI ECO-SOSTENIBILI

MANUALE DEI COMPORTAMENTI ECO-SOSTENIBILI MANUALE DEI COMPORTAMENTI ECO-SOSTENIBILI Come tutelare l ambiente ed accrescere lo sviluppo sostenibile attraverso i nostri comportamenti quotidiani Il manuale che state per leggere intende promuovere

Dettagli

LE PLASTICHE IL RICICLAGGIO E I CODICI UNIVERSALI

LE PLASTICHE IL RICICLAGGIO E I CODICI UNIVERSALI LE PLASTICHE IL RICICLAGGIO E I CODICI UNIVERSALI USO DELLE PLASTICHE LE PLASTICHE HANNO CAMBIATO IL MONDO PROBLEMI DEI RIFIUTI Usati nella vita di tutti i giorni quando viene buttata occupa tanto spazio

Dettagli

Io a casa faccio la raccolta differenziata però non la faccio io ma la fanno mia mamma e mia sorella. Tutte le mattine del sabato e della domenica

Io a casa faccio la raccolta differenziata però non la faccio io ma la fanno mia mamma e mia sorella. Tutte le mattine del sabato e della domenica Io a casa faccio la raccolta differenziata però non la faccio io ma la fanno mia mamma e mia sorella. Tutte le mattine del sabato e della domenica guardano cosa c è dentro al bidone poi prendono le bottiglie

Dettagli

Istituto Istruzione Superiore A. Omodeo - Mortara (PV) DIFFERENZIAMOCI

Istituto Istruzione Superiore A. Omodeo - Mortara (PV) DIFFERENZIAMOCI DIFFERENZIAMOCI DIFFERENZIAMOCI C.L.I.R. è lieta di presentarvi il suo TESTIMONIAL... 3 RUDY CHI E CLIR? 5 COMUNI SERVITI DA C.L.I.R. S.p.A. 6 A CHI SONO RIVOLTI I SERVIZI OFFERTI DA C.L.I.R.? COMUNI DELLA

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca GESTIONE DEL CICLO DEI RIFIUTI. Nozioni

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca GESTIONE DEL CICLO DEI RIFIUTI. Nozioni EcoCentro Lombardia Scheda Tecnica di Approfondimento Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca GESTIONE DEL CICLO DEI RIFIUTI Nozioni Il Decreto legislativo n. 152/2006, Norme in materia

Dettagli

taccuino 21/09/11 14:52 Pagina 1 n i Con il supporto della Commissione Europea

taccuino 21/09/11 14:52 Pagina 1 n i Con il supporto della Commissione Europea taccuino 21/09/11 14:52 Pagina 1 taccuino degli Acquisti ti s i qu ti per c A n ige uti ell t n i i rif o n me re r u d pro Con il supporto della Commissione Europea taccuino 21/09/11 14:52 Pagina 2 il

Dettagli

GREEN OFFICE. un semplice decalogo per ricordarti che il rispetto dell'ambiente comincia dal tuo ufficio

GREEN OFFICE. un semplice decalogo per ricordarti che il rispetto dell'ambiente comincia dal tuo ufficio Polo innovazione sull energie rinnovabili, efficienza energetica e tecnologie per la gestione sostenibile delle risorse ambientali della Regione Calabria C a m p a g n a d i co m u n i ca z i o n e N e

Dettagli

BEST SOLUTIONS FOR GREEN BUSINESS

BEST SOLUTIONS FOR GREEN BUSINESS BEST SOLUTIONS FOR GREEN BUSINESS TRASFORMIAMO IN VALORE CIÒ CHE È RIFIUTO IN PARTENZA. Seguiamo il processo della gestione del rifiuto per valorizzarlo e trasformarlo in materia prima secondaria. Lo rendiamo

Dettagli

Incontro di sensibilizzazione sulla produzione dei rifiuti

Incontro di sensibilizzazione sulla produzione dei rifiuti Incontro di sensibilizzazione sulla produzione dei rifiuti 16 Dicembre 2010 Bellino srl Marilù De Alto Nello De Padova Programma dell'incontro 09:00 09:15 Prima impressione 09:15 09:30 Prima riflessione

Dettagli

COMUNE DI MOTTA D AFFERMO CALENDARIO RACCOLTA DIFFERENZIATA

COMUNE DI MOTTA D AFFERMO CALENDARIO RACCOLTA DIFFERENZIATA COMUNE DI MOTTA D AFFERMO CALENDARIO RACCOLTA DIFFERENZIATA dei rifiuti solidi urbani ANNO 2016 GENNAIO 2016 1 venerdì 2 sabato umido ed organico -secco non riciclabile 3 domenica 4 lunedì umido ed organico

Dettagli

Benvenuti dal Tour Operator SCHEGGE DI FUTURO

Benvenuti dal Tour Operator SCHEGGE DI FUTURO Benvenuti dal Tour Operator SCHEGGE DI FUTURO REGOLAMENTO E CONDIZIONI GENERALI DI VIAGGIO: Rispettare gli orari di inizio e fine della gita (una volta partiti non si può scendere dal mezzo prima della

Dettagli

prendi uno paghi due Alida Nepa Provincia di Ferrara A scuola di Ecologia domestica Migliarino 27 maggio 2004

prendi uno paghi due Alida Nepa Provincia di Ferrara A scuola di Ecologia domestica Migliarino 27 maggio 2004 prendi uno paghi due Alida Nepa Provincia di Ferrara A scuola di Ecologia domestica Migliarino 27 maggio 2004 Tu risparmi guadagna l ambiente Quanti rifiuti produciamo? Quanti IMBALLAGGI buttiamo? Dei

Dettagli

COMUNE DI OSTRA ASSESSORATO ALL AMBIENTE

COMUNE DI OSTRA ASSESSORATO ALL AMBIENTE COMUNE DI OSTRA ASSESSORATO ALL AMBIENTE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 7 del 27/04/2012. INDICE Art. 1 Riferimenti Normativi Art. 2 Principi e finalità Art. 3 Campi di applicazione

Dettagli

Riduco. Riciclo. Recupero. Riutilizzo. Provincia di Campobasso Assessorato all Ambiente

Riduco. Riciclo. Recupero. Riutilizzo. Provincia di Campobasso Assessorato all Ambiente Riduco Riciclo Recupero Riutilizzo Provincia di Campobasso Assessorato all Ambiente Quaderno di nato a il scuola classe sez. Cari ragazzi, questo quaderno che state leggendo, scritto e realizzato per voi

Dettagli

Impariamo insieme cosa sono i rifiuti e come si possono riciclare!

Impariamo insieme cosa sono i rifiuti e come si possono riciclare! Impariamo insieme cosa sono i rifiuti e come si possono riciclare! Ogni nostra azione produce inquinamento Leggere un giornale o bere un'aranciata, non sarebbe nulla, se non considerassimo che ogni giorno

Dettagli

Plastica. , PVC) e, particolari processi. Infine, è possibile. di nuove plastiche o di combustibili gas e liquidi.

Plastica. , PVC) e, particolari processi. Infine, è possibile. di nuove plastiche o di combustibili gas e liquidi. Il riciclaggio dei contenitori in plastica per liquidi può essere effettuato in quattro modi. Plastica Si possono separare in base al Oppure i contenitori polimero con cui sono stati possono essere realizzati

Dettagli

Progetto: LIFE10 ENV IT 000307 NO.WA. «No Waste» Gestione integrata dei rifiuti Azione 4 - Comune di Trento

Progetto: LIFE10 ENV IT 000307 NO.WA. «No Waste» Gestione integrata dei rifiuti Azione 4 - Comune di Trento Progetto: LIFE10 ENV IT 000307 NO.WA «No Waste» Gestione integrata dei rifiuti Azione 4 - Comune di Trento Gestione integrata dei rifiuti nel Comune di Trento Introduzione nuove modalità di raccolta: sistema

Dettagli

COMUNE DI BARONISSI Provincia di Salerno ASSESSORATO ALL AMBIENTE

COMUNE DI BARONISSI Provincia di Salerno ASSESSORATO ALL AMBIENTE . COMUNE DI BARONISSI Provincia di Salerno ASSESSORATO ALL AMBIENTE Allegato Delibera di Giunta Comunale n. 54 del 15.02.2010-1 - INDICE Art. 1 Riferimenti Normativi Art. 2 Principi e finalità Art. 3 Campi

Dettagli

MARCHIO WASTE LESS Allegato tecnico per le modalità di esecuzione della raccolta differenziata

MARCHIO WASTE LESS Allegato tecnico per le modalità di esecuzione della raccolta differenziata MARCHIO WASTE LESS Allegato tecnico per le modalità di esecuzione della raccolta differenziata LIFE09 ENV/IT/000068 WASTELESS in CHIANTI Prevenzione e riduzione dei rifiuti nel territorio del Chianti INDICE

Dettagli

dove finiscono i 42 % in discarica 20 % negli inceneritori utile suggerimento per la riduzione dei rifiuti

dove finiscono i 42 % in discarica 20 % negli inceneritori utile suggerimento per la riduzione dei rifiuti 60x90_IT 20/11/09 15:33 Pagina 1 1 Troppi rifiuti La produzione di rifiuti urbani è quasi raddoppiata in 30 anni ed è pari ad una media di 522 kg per abitante all anno che significa 10 kg alla settimana.

Dettagli

Negozi Ecosmile: rispetto quotidiano per l Ecosistema.

Negozi Ecosmile: rispetto quotidiano per l Ecosistema. COMUNICATO STAMPA Negozi Ecosmile: rispetto quotidiano per l Ecosistema. Inaugurato a Verona il primo punto vendita della nuova catena di prodotti ecologici Parte da Verona il progetto Ecosmile, la nuova

Dettagli

LABORATORIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA

LABORATORIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA LABORATORIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA Che cosa è un RIFIUTO? I RIFIUTI SONO COSE SPORCHE E PUZZOLENTI I RIFIUTI SONO COSE INUTILIZZABILI, SCARTI O COSE ROTTE I RIFIUTI SONO UNA RISORSA PER IL FUTURO, DA

Dettagli

AUDIZIONE VIII COMMISSIONE della Camera dei Deputati del 3 giugno 2014 POSITION PAPER ASSOBIOPLASTICHE SULL ART. 15

AUDIZIONE VIII COMMISSIONE della Camera dei Deputati del 3 giugno 2014 POSITION PAPER ASSOBIOPLASTICHE SULL ART. 15 Disegno di legge C. 2093 "Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell'uso eccessivo di risorse naturali (collegato alla legge di stabilità 2014)"

Dettagli

Cuorebio i negozi biologici Il progetto

Cuorebio i negozi biologici Il progetto Da B io a Cuorebio Cuorebio rappresenta l evoluzione naturale di B io, il progetto associativo di negozi specializzati in prodotti biologici, ideato da Ecor nel 2002. Oggi Cuorebio comprende circa 280

Dettagli

Company Profile. Lavorazione Plastica

Company Profile. Lavorazione Plastica Company Profile Indice L azienda Il processo La produzione Shoppers Prodotti certificati OK Compost Certificazioni di processo Certificazioni di prodotto 03 04 05 06 08 10 12 13 Sede legale : Stabilimento

Dettagli

* Prezzi IVA esclusa

* Prezzi IVA esclusa Catalogo 2015/2016 Lo scopo principale della nostra cooperativa è migliorare l ambiente interno dell azienda prendendoci cura dei dipendenti e migliorando il loro contesto lavorativo. I nostri prodotti

Dettagli

30 ANNI DI INNOVAZIONE A SERVIZIO DELL AMBIENTE

30 ANNI DI INNOVAZIONE A SERVIZIO DELL AMBIENTE L ECOLOGIA NEL DNA 30 ANNI DI INNOVAZIONE A SERVIZIO DELL AMBIENTE Imball Nord è capostipite di un gruppo industriale fra i più grandi in Italia per la raccolta e la lavorazione di materiale plastico e

Dettagli

COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE

COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE PROVINCIA DI VARESE POLIZIA LOCALE ORDINANZA N 103 Venegono Superiore, 20 novembre 2009 Oggetto: Disposizioni in materia di conferimento dei rifiuti. IL SINDACO Visto l art.

Dettagli

Ogni anno vengono utilizzate più di 500 milioni di borse. Sono necessari 1000 anni per smaltire una borsa in plastica. Proteggere l ambiente

Ogni anno vengono utilizzate più di 500 milioni di borse. Sono necessari 1000 anni per smaltire una borsa in plastica. Proteggere l ambiente Ogni anno vengono utilizzate più di 500 milioni di borse. Sono necessari 1000 anni per smaltire una borsa in plastica. Proteggere l ambiente riducendo il consumo delle borse in plastica, realizzando allo

Dettagli

Il marchio,plastica Seconda Vita quale strumento di valorizzazione: materiali e manufatti

Il marchio,plastica Seconda Vita quale strumento di valorizzazione: materiali e manufatti RIFIUTO=VALORE Il fine vita delle materie plastiche LIUC, 12 maggio 2011 Il marchio,plastica Seconda Vita quale strumento di valorizzazione: materiali e manufatti Dott.ssa Maria Cristina Poggesi Segretario

Dettagli

Il riciclaggio da Selecta. Ogni gesto conta. Vetro PET. Bicchieri. Alu

Il riciclaggio da Selecta. Ogni gesto conta. Vetro PET. Bicchieri. Alu Il riciclaggio da Selecta. Ogni gesto conta. Vetro PET Bicchieri Alu Il nostro impegno per proteggere le risorse naturali Thomas Nussbaumer, CEO Region Central L immagine che abbiamo di un ambiente intatto

Dettagli

Utenze domestiche. stampato su carta riciclata novembre 2014

Utenze domestiche. stampato su carta riciclata novembre 2014 Utenze domestiche stampato su riciclata novembre 2014 Calendario 2015 Raccolta differenziata domiciliare nei Comuni di Bentivoglio, Castello d Argile, Galliera, Pieve di Cento, San Pietro in Casale, San

Dettagli

stampato su carta riciclata ottobre 2014 urp@comune.san-giorgio-di-piano.bo.it

stampato su carta riciclata ottobre 2014 urp@comune.san-giorgio-di-piano.bo.it Per informazioni Servizio Clienti 00..00 chiamata gratuita, attivo dal al dalle.00 alle.00, dalle.00 alle.00..00 da telefono cellulare chiamata apagamento, costi variabili in base all operatore e al profilo

Dettagli

Progetto. Laboratorio ambientale: il riciclaggio dei rifiuti. Regione Siciliana SCUOLA SECONDARIA DI 1 1 GRADO S. QUASIMODO - Ragusa

Progetto. Laboratorio ambientale: il riciclaggio dei rifiuti. Regione Siciliana SCUOLA SECONDARIA DI 1 1 GRADO S. QUASIMODO - Ragusa Regione Siciliana SCUOLA SECONDARIA DI 1 1 GRADO S. QUASIMODO - Ragusa Progetto Apprendere per orientarsi nella società complessa Laboratorio ambientale: il riciclaggio dei rifiuti Esperto: ing. Walter

Dettagli

Percorso didattico per la scuola primaria

Percorso didattico per la scuola primaria Percorso didattico per la scuola primaria -classi III, IV e V- e secondaria di primo grado -classe I L attività si sviluppa interamente nell orario scolastico e richiede tre momenti di lavoro, della durata

Dettagli

stampato su carta riciclata ottobre 2014 urp@comune.san-giorgio-di-piano.bo.it

stampato su carta riciclata ottobre 2014 urp@comune.san-giorgio-di-piano.bo.it Per informazioni Servizio Clienti 00..00 chiamata gratuita, attivo dal al dalle.00 alle.00, dalle.00 alle.00..00 da telefono cellulare chiamata apagamento, costi variabili in base all operatore e al profilo

Dettagli

Le azioni di riduzione dei rifiuti nella Distribuzione Organizzata trentina

Le azioni di riduzione dei rifiuti nella Distribuzione Organizzata trentina Le azioni di riduzione dei rifiuti nella Distribuzione Organizzata trentina SCHEDE DELLE AZIONI 1 di 8 INDICE DELLE AZIONI Nota: nella individuazione dei criteri obbligatori e nell assegnazione dei punteggi

Dettagli

Problematiche tecnologiche nella trasformazione dei materiali da raccolta differenziata

Problematiche tecnologiche nella trasformazione dei materiali da raccolta differenziata Problematiche tecnologiche nella trasformazione dei materiali da raccolta differenziata Flavio Deflorian Dipartimento di Ingegneria dei Materiali e Tecnologie Industriali, Università di Trento, Via Mesiano

Dettagli

REGOLAMENTO INCENTIVI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA

REGOLAMENTO INCENTIVI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA Pag. 1 di 7 COMUNE DI SAVIANO Provincia di Napoli REGOLAMENTO INCENTIVI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA Rev. 1 del 17/7/2012 Il presente regolamento è stato approvato con delibera di Consiglio Comunale n.

Dettagli

La Germania dal modello usa e getta al vuoto a rendere con cauzione

La Germania dal modello usa e getta al vuoto a rendere con cauzione La Germania dal modello usa e getta al vuoto a rendere con cauzione Cittadini d Europa Verso l Economia Circolare I Workshop Nazionale - Roma sede Arci 24 ottobre 2015 PRESENTAZIONE A CURA DI ING. FRANCESCO

Dettagli

INTERPRETARE IN MODO CORRETTO I SIMBOLI SULLE CONFEZIONI

INTERPRETARE IN MODO CORRETTO I SIMBOLI SULLE CONFEZIONI ORDINE DEI TECNOLOGI ALIMENTARI EMILIA ROMAGNA, TOSCANA, MARCHE ED UMBRIA INTERPRETARE IN MODO CORRETTO I SIMBOLI SULLE CONFEZIONI 12 Settembre 2015 dott.ssa Rosanna Corò (tecnologo alimentare) Consigliere

Dettagli

Ridurre l impatto l ambientale nella scelta degli imballaggi: indicazioni operative e requisiti essenziali ambientali

Ridurre l impatto l ambientale nella scelta degli imballaggi: indicazioni operative e requisiti essenziali ambientali Ridurre l impatto l ambientale nella scelta degli imballaggi: indicazioni operative e requisiti essenziali ambientali Torino, 8 ottobre 2013 Francesca Ilgrande Quanti rifiuti da imballaggio in un anno?

Dettagli

TABELLA A : SANZIONI IN MATERIA DI RACCOLTA RIFIUTI Allegato a D.G.C. 1/2011 ZONA AL DI FUORI DEL PERIMETRO PORTA A PORTA

TABELLA A : SANZIONI IN MATERIA DI RACCOLTA RIFIUTI Allegato a D.G.C. 1/2011 ZONA AL DI FUORI DEL PERIMETRO PORTA A PORTA TABELLA A : SANZIONI IN MATERIA DI RACCOLTA RIFIUTI Allegato a D.G.C. 1/2011 ZONA AL DI FUORI DEL PERIMETRO PORTA A PORTA ARTICOLO DI RIFERIMENTO FATTISPECIE VIOLAZIONE SANZIONE MINIMO EDITTALE 1.1 Nelle

Dettagli

Il riciclo delle materie plastiche (Proposta di un percorso tecnico) (1)

Il riciclo delle materie plastiche (Proposta di un percorso tecnico) (1) 32 UT 6/2011 AMBIENTE Il riciclo delle materie plastiche (Proposta di un percorso tecnico) (1) di Alberto Pierobon * Stante quanto ribadito dalla nuova versione degli artt. 184-bis e 184-ter del decreto

Dettagli

ID5183/2008 PROGETTO R&S TECMAPLAST nanotecnologie per il recupero di materiali plastici.

ID5183/2008 PROGETTO R&S TECMAPLAST nanotecnologie per il recupero di materiali plastici. DG Industria, Artigianato, Edilizia e Cooperazione SCHEDE TECNICHE INTERVENTI CONCLUSI ATI G.S.G. - G.S.G. Spa Gussago (MI) - POLYSTARS Srl Milano - FPS Srl Gussago (MI) - B.M.B. Spa Brescia ID5183/2008

Dettagli

cos è 01 Pesonetto è un gesto semplice. Scegliere consapevolmente.

cos è 01 Pesonetto è un gesto semplice. Scegliere consapevolmente. PESONETTO: CARTA D IDENTITA cos è 01 Pesonetto è un gesto semplice. Scegliere consapevolmente. Pesonetto è un negozio di prodotti sfusi. Prodotti del territorio, stoccati in spinatori, dispenser e cassette,

Dettagli

Un sacco. di differenza

Un sacco. di differenza Un sacco di differenza Utenze domestiche - Q.re Porto Un sacco di differenza Buongiorno, il Comune ed Hera ti danno una buona notizia: inizia la nuova stagione dei rifiuti nel centro storico. Da oggi nel

Dettagli

PERCORSI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE di Arianna Abis DOVE CRESCE LA PLASTICA?

PERCORSI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE di Arianna Abis DOVE CRESCE LA PLASTICA? PERCORSI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE di Arianna Abis DOVE CRESCE LA PLASTICA? Rossi, verdi, blu, gialli. Non sono petali che si aprono al sole, ma rifiuti che invadono lo spazio. In Italia si producono circa

Dettagli

La guida pratica per la raccolta differenziata dei rifiuti urbani. Comune di Biassono. Manuale. ecoambientale

La guida pratica per la raccolta differenziata dei rifiuti urbani. Comune di Biassono. Manuale. ecoambientale Comune di Biassono La guida pratica per la raccolta differenziata dei rifiuti urbani. AGENDA 21 Agenda 21 significa, letteralmente, l insieme degli appuntamenti, delle cose da fare, nel corso del ventunesimo

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE FONDO SOCIALE EUROPEO "COMPETENZE PER LO SVILUPPO" 2007 IT 05 1 PO

PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE FONDO SOCIALE EUROPEO COMPETENZE PER LO SVILUPPO 2007 IT 05 1 PO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE FONDO SOCIALE EUROPEO "COMPETENZE PER LO SVILUPPO" 2007 IT 05 1 PO 007 Obiettivo F Azione 1 BANDO AOODGAI 872 2007 Apprendere per orientarsi nella società complessa Codice

Dettagli

Quartiere Valle di Vado

Quartiere Valle di Vado carta, cartone e cartoncino: raccolta porta a porta il venerdì vetro e scatolame: campane verdi stradali plastica: raccolta porta a porta il giovedì abiti usati: contenitori stradali o presso la piattaforma

Dettagli

2. ART. ARTIGIANATO TIPICO

2. ART. ARTIGIANATO TIPICO 2. ART. ARTIGIANATO TIPICO 2.1. SEZIONE I: PREREQUISITI Nota. Vengono definiti in questa sezione i prerequisiti che consentono alle aziende di richiedere l adesione all iniziativa. PRA 1. L azienda, o

Dettagli

Ravenna, 29 settembre 2010

Ravenna, 29 settembre 2010 Sostenibilità, secondo Coop «Verde que te quiero verde, verde viento, verdes ramas. El barco sobre la mar y el caballo en la montaña.» F.G. Lorca, 1928 Ravenna, 29 settembre 2010 Cresce la richiesta di

Dettagli

Utenze commerciali: Sacco bianco CARTA E CARTONI. Cosa mettere nel sacco:

Utenze commerciali: Sacco bianco CARTA E CARTONI. Cosa mettere nel sacco: CARTA E CARTONI Giornali e riviste separate da involucri di cellophane, libri e quaderni, fogli e tabulati, carta da pacchi, cartone e cartoncino, sacchetti di carta, scatole di cartoncino per alimenti

Dettagli

Porta alzante scorrevole S 9000 S 9000. + + efficiente + + di design + + versatile + + risparmio energetico INNOVAZIONE CON SISTEMA

Porta alzante scorrevole S 9000 S 9000. + + efficiente + + di design + + versatile + + risparmio energetico INNOVAZIONE CON SISTEMA Porta alzante scorrevole S 9000 + + efficiente + + di design + + versatile + + risparmio energetico S 9000 INNOVAZIONE CON SISTEMA A tuttotondo Estetica moderna senza limitazioni Serramenti scorrevoli

Dettagli

Libretto di controllo

Libretto di controllo Recycling Heroes Libretto di controllo Recycling Heroes www.recycling-heroes.ch Io, un eroe del riciclaggio Cognome: Nome: Classe: Il mio eroe del riciclaggio preferito: Il riciclaggio è importante perché:

Dettagli

30 ANNI DI INNOVAZIONE A SERVIZIO DELL AMBIENTE

30 ANNI DI INNOVAZIONE A SERVIZIO DELL AMBIENTE L ECOLOGIA NEL DNA 30 ANNI DI INNOVAZIONE A SERVIZIO DELL AMBIENTE 1981. Viene fondata la Giantin Giovanni, una piccola realtà familiare pioniera nel settore della raccolta e recupero di imballaggi. 1991.

Dettagli

Il Caso di Studio del Vetro

Il Caso di Studio del Vetro Centro Studi e Ricerche MatER Materia & Energia da Rifiuti Il Caso di Studio del Vetro Riciclaggio e Ciclo di Recupero INDICE 1. INTRODUZIONE...3 2. IL RICICLAGGIO DEL VETRO...4 3. IL RUOLO DEL COREVE...5

Dettagli

Progetto multidisciplinare e partecipativo 2013-2014

Progetto multidisciplinare e partecipativo 2013-2014 Dipartimento 4 Politiche del territorio U. Org.va Strategie Ambientali Progetto multidisciplinare e partecipativo 2013-2014 2050: ECO - DIFFERENZIATI! E-mail: aamps@aamps.livorno.it Seguici su: www.aamps.livorno.it

Dettagli

IL KIT MULTIUSO che fa la differenziata

IL KIT MULTIUSO che fa la differenziata IL KIT MULTIUSO che fa la differenziata SEPARARE PER RIGENERARE Separare i diversi materiali è il primo passo nella fase di riciclo dei rifiuti urbani. Ma come organizzare in casa la raccolta differenziata?

Dettagli

per una comunicazione da "portare a spasso"

per una comunicazione da portare a spasso I per una comunicazione da "portare a spasso" MAINETTI NEL MONDO Per soddisfare le sfide della globalizzazione dell industria dell abbigliamento Mainetti continua ad allargare la sua rete di aziende nel

Dettagli

IL FUTURO DEI RIFIUTI NELLE NOSTRE MANI. Corso di formazione sulla raccolta differenziata

IL FUTURO DEI RIFIUTI NELLE NOSTRE MANI. Corso di formazione sulla raccolta differenziata IL FUTURO DEI RIFIUTI NELLE NOSTRE MANI Corso di formazione sulla raccolta differenziata I rifiuti: un problema? Sono tanti Ogni italiano (neonati compresi) produce in media 532 Kg di rifiuti all anno

Dettagli

Cooperativa Ariete - Modugno

Cooperativa Ariete - Modugno Incontro di sensibilizzazione sulla produzione dei rifiuti 04 Febbraio 2011 Cooperativa Ariete - Modugno Nello De Padova - Andrea GELAO Programma dell'incontro 16:00 16:05 Prima impressione 16:05 16:10

Dettagli

Area Comunicazione ALLUMINIO COS' E ' COME SI RACCOGLIE. COSA DIvENTA

Area Comunicazione ALLUMINIO COS' E ' COME SI RACCOGLIE. COSA DIvENTA Area Comunicazione ALLUMINIO COS' E ' COME SI RACCOGLIE COSA DIvENTA L' ALLUMINIO Vi siete mai chiesti da dove vengono i metalli? Ce ne sono di tanti tipi e vengono tutti dalle miniere. Le miniere sono

Dettagli

KePallets. dynamic eco design

KePallets. dynamic eco design KePallets dynamic eco design Il RECUPERO: ciò che prima era, ora non è più ma Il recupero di elementi industriali nasce dall esigenza, sempre più imprescindibile, di conservare e riutilizzare risorse importarti

Dettagli

G. Paci, R. Paci PROGETTARE E FARE Zanichelli 2011 MATERIALI PLASTICHE

G. Paci, R. Paci PROGETTARE E FARE Zanichelli 2011 MATERIALI PLASTICHE MATERIALI PLASTICHE 1 IERI E OGGI Cent anni fa: la bakelite Oggi: cento plastiche 2 Cosa sono le plastiche Osserviamo quattro tipi di plastica Oggetti in plastica (classificazione) Modelliamo una cannuccia

Dettagli

Le opportunità economiche del riciclo

Le opportunità economiche del riciclo Le opportunità economiche del riciclo Duccio Bianchi Presidente ASM Pavia coordinatore ricerca End Waste della Fondazione Symbola L Italia, leader europeo nell economia del riciclo L Italia è uno dei leader

Dettagli

Una raccolta così non la sognavate nemmeno Comoda, facile, differenziata

Una raccolta così non la sognavate nemmeno Comoda, facile, differenziata Una raccolta così non la sognavate nemmeno Comoda, facile, differenziata Comune di Lesignano de Bagni C CA CO Ad ma ti. Co rac ca COSA VI VIENE FORNITO CARTA, VETRO, PLASTICA, BARATTOLAME e CONTENITORI

Dettagli

GLI OBIETTIVI R 2.864"

GLI OBIETTIVI R 2.864 CHI SIAMO 6 5 La nam nasce dalla nostra scelta di lavorare nel mondo del riciclo e del riuso unendo la passione e professionalità per sviluppare un diverso concetto di eco sostenibilità. L attività si

Dettagli

Trinitapoli Raccolta differenziata porta a porta

Trinitapoli Raccolta differenziata porta a porta 1 Porta a Porta: che cosa cambia? Scompaiono definitivamente i cassonetti stradali 1: Raccolta differenziata Porta a Porta Una grande idea per un mondo libero dai rifiuti il Comune di Trinitapoli attiva

Dettagli

ECOCALENDARIO FIORDIMONTE PIEVEBOVIGLIANA. Comune di Fiordimonte. Comune di Pievebovigliana COSMARI SRL

ECOCALENDARIO FIORDIMONTE PIEVEBOVIGLIANA. Comune di Fiordimonte. Comune di Pievebovigliana COSMARI SRL ECOCALENDARIO FIORDIMONTE PIEVEBOVIGLIANA Comune di Fiordimonte Comune di Pievebovigliana COSMARI SRL SETTIMANA TIPO LUNEDÌ MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ SABATO ENICA Comune di Fiordimonte Comune di

Dettagli

Pasquale Calzetta Presidente del Municipio Roma XII EUR

Pasquale Calzetta Presidente del Municipio Roma XII EUR Cari ragazzi, da qualche anno la salute del nostro Pianeta è un argomento che sempre più frequentemente torna alla ribalta della cronaca. Il mutare del clima con le conseguenti trasformazioni dell habitat,

Dettagli

Servizi Ambientali per Banche ed Imprese. Forum Green Economy 2014. Raccolta, Riutilizzo e Recupero dei rifiuti.

Servizi Ambientali per Banche ed Imprese. Forum Green Economy 2014. Raccolta, Riutilizzo e Recupero dei rifiuti. Servizi Ambientali per Banche ed Imprese Raccolta, Riutilizzo e Recupero dei rifiuti. Forum Green Economy 2014 Roma 4/5 giugno 2014 relatore: Moreno Lolli coordinamento: Elena Mazzoni Un po di storia 1997

Dettagli

Centri di Raccolta Rifiuti (stazioni ecologiche)

Centri di Raccolta Rifiuti (stazioni ecologiche) Calendario Raccolta differenziata domiciliare nei Comuni di Bentivoglio,Castello d Argile, Galliera, Pieve di Cento, San Giorgio di Piano, San Pietro in Casale Centri di Raccolta Rifiuti (stazioni ecologiche)

Dettagli

Nuove frontiere del biologico per la ristorazione collettiva

Nuove frontiere del biologico per la ristorazione collettiva Nuove frontiere del biologico per la ristorazione collettiva Scegliere Asso-Catering significa: > razionalizzare l assortimento e semplificare l acquisto dei prodotti necessari alla vostra azienda con

Dettagli

C O M U N E D I P A L A I A

C O M U N E D I P A L A I A C O M U N E D I P A L A I A Provincia di Pisa Servizio LL.PP. Ambiente, Protezione Civile, Sicurezza sul Lavoro, Patrimonio REGOLAMENTO COMUNALE DI GESTIONE DELLA STAZIONE ECOLOGICA ATTREZZATA Approvato

Dettagli

Piano Comunale dei Rifiuti. Sommario. progetto di raccolta differenziata. Comune di Roccaromana Provincia di Caserta

Piano Comunale dei Rifiuti. Sommario. progetto di raccolta differenziata. Comune di Roccaromana Provincia di Caserta Sommario _ Introduzione : il SIGRS _ Produzione _ Definizione di rifiuto _ Aspetti normativi 1) Variabili progettuali : _ natura e storia del territorio in cui si opera _ demografiche _ urbanistiche _

Dettagli