per i docenti al riuso creativo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "per i docenti al riuso creativo"

Transcript

1 manuale per i docenti al riuso creativo SCUOLA PRIMARIA smart REC CLE Anno scolastico 2014/2015 Fabbriche Aperte 2015

2 Fondazione Coca-Cola HBC Italia sostiene e promuove iniziative, in collaborazione con altri soggetti, su numerose tematiche di interesse sociale e ambientale, nonché formativo: rispetto dell ambiente e del territorio; salute e benessere fisico attraverso l attività motoria e sportiva; azioni formative anche mediante borse di studio e di ricerca, in coordinamento con Università e Istituti scolastici. La Fondazione sviluppa indagini e progetti di ricerca a livello universitario su temi di carattere economico, ambientale e sociale, supportando inoltre Enti e Associazioni che si dedicano a interventi di solidarietà. Coca-Cola e la bottiglia Contour sono marchi registrati della The Coca-Cola Company

3 Fondazione Coca-Cola HBC Italia con il progetto Fabbriche Aperte 2015 intende avvicinare i più piccoli e, in un meccanismo a cascata, anche le loro famiglie, al rispetto dell ambiente e dunque a tutte quelle indicazioni che prevedono sia misure volte a limitare la produzione di rifiuti di imballaggio, lasciando il conferimento in discarica dei rifiuti come ultima possibilità (Direttiva Europea 94/62/CE), sia il riconoscimento del bene idrico come componente essenziale del risparmio delle risorse del Pianeta. Questo manuale offre idee e spunti operativi per laboratori e attività creative sul tema della riduzione e riciclo dei rifiuti e del risparmio e riutilizzo dell acqua. Raccolta differenziata: cose da sapere PLASTICA INFO Lo spazio costa nel trasporto e nei processi di recupero successivi, quindi è bene pressare i contenitori. SÌ piatti e bicchieri di plastica monouso (prima destinati all indifferenziato). NO posate di plastica. NO plastica non pulita, con residui solidi o liquidi. ALLUMINIO INFO In alcuni Comuni viene raccolto a parte e non insieme ad altri materiali. NO bombolette spray contenenti prodotti pericolosi, tossici, infiammabili o corrosivi. NO capsule del caffè: vanno portate in centri di raccolta appositi dove il caffè viene separato e riutilizzato come fertilizzante e la capsula avviata al riciclo dell alluminio. VETRO INFO Non è necessario risciacquare né eliminare le etichette dagli imballaggi in vetro: le altissime temperature del processo di riciclo lo separano da altri materiali. NO oggetti in ceramica: danneggiano il riciclaggio del vetro e sono difficili da eliminare dal flusso di rottami di vetro. CARTA INFO In alcuni Comuni il Tetra Pak si ricicla con la plastica e non con la carta. SÌ rimuovere lo scotch da scatole e scatoloni e i punti metallici da riviste e quaderni. NO scontrini della spesa: sono fatti di una carta termica non riciclabile. NO carta troppo sporca di cibo o altre sostanze (esempio: cartone della pizza). 3

4 Parlare di riciclo a scuola Azione e comunicazione sono due parole chiave se si discute di sostenibilità e di educazione ambientale. Parlare di riduzione e riciclo dei rifiuti a scuola consente ai docenti di programmare un vero e proprio lavoro di squadra con attività pratiche e laboratoriali. La regola alla quale attenersi nei laboratori creativi e di gioco dedicati alla prova educativa sarà quella di utilizzare materiali di riciclo e di prestare attenzione all uso sostenibile di tutte le risorse, acqua compresa. Dall azione alla prova educativa Tutto quello che noi scartiamo fornisce ottime materie prime da reimpiegare con creatività e innovazione. Le attività qui proposte, assieme ad altre che sicuramente nasceranno dall immaginazione dei bambini, sono finalizzate a riflettere sulla tematica del riciclo e alla creazione di prodotti concreti. Una scultura, un plastico, un bidone per la raccolta differenziata, un pannello esplicativo sul risparmio dell acqua che usiamo quotidianamente, un oggetto da indossare: prodotti che comunicano, con la loro stessa presenza, il fatto che riciclare è possibile e divertente. Per questo Fondazione Coca-Cola HBC Italia propone alle scuole la coinvolgente prova educativa Noi ricicliamo così. 4

5 Spunti per la prova educativa PLASTICA 1 >> Noi costruiamo riciclando! Per comunicare, i fatti valgono più delle parole: costruiamo una panchina, o dei piccoli seggiolini, utilizzando delle bottiglie di plastica schiacciate e sagomate con tanto di cartello esplicativo. Che cosa si può fare con la plastica riciclata? Tantissime cose, dalle cassette per la frutta ad alcune parti degli scooter. Anche le panchine, così come la maggior parte degli arredi urbani e da giardino, possono essere realizzate in plastica riciclata eterogenea, con la quale si producono per estrusione semilavorati (assi, pali, ecc.), che vengono poi assemblati come avviene in una falegnameria. Si tratta di oggetti robusti e che non richiedono manutenzione: riciclare conviene! PLASTICA 2 >> La plastica diventa luce Una montagna di bicchieri e bottiglie di plastica. Il loro futuro deve essere luminoso! Si possono costruire delle lampade molto creative sfruttando le proprietà tipiche della plastica: trasparenza, possibilità di taglio, foratura, schiacciamento e deformazione a caldo. 5

6 PLASTICA 3 >> Il tappo, un opera d arte Un oggetto che non manca nelle nostre case è il tappo di plastica. Se organizziamo una raccolta per colore, per tipo e per dimensione possiamo creare delle vere e proprie opere d arte, dei mosaici originali e vivaci. Vogliamo provare a realizzare un pannello coloratissimo? When the Beach Met the Bay è una vera e propria opera di arte urbana dell artista Lisa Be e si trova a Long Beach, New York. Questo grande mosaico è composto da circa tappi ed è stato realizzato per ricordare il terribile Uragano Sandy che si abbatté sulla baia di New York con incredibile forza nell ottobre Nel giro di un mese, gli studenti hanno raccolto tutti i tappi necessari. Una dozzina di ragazzi volontari, coordinati dall artista, ha lavorato giorno e notte per un mese e allestito questa straordinaria opera. ALLUMINIO 4 >> Facciamo la linguetta Riciclando creativamente le linguette delle lattine si possono creare oggetti e monili davvero molto originali. Proviamo a pensare alle linguette come a delle vere e proprie decorazioni integrabili negli abiti o negli accessori. Con un po di nastro è molto semplice creare dei portachiavi, inanellando le linguette come fossero bottoni o perline. Se invece ci interessa riutilizzare l intera lattina, evitando di dover tagliare l alluminio, possiamo semplicemente schiacciare le lattine e utilizzarle come base per delle piccole creazioni: guardiamo bene il buco per bere, non sembra un bel sorriso? 6

7 VETRO 5 >> Bottiglie in fiore Le bottiglie di vetro possono diventare dei bellissimi vasi porta fiore da appendere sulle pareti di casa. Vetro verde scuro e chiaro, azzurro, marrone o trasparente, divertiamoci a creare decorazioni con colori appositi o nastri, bottoni e altri materiali. Un fiore e una bella bottiglia per accoglierlo e il regalo per la ricorrenza è pronto! ACQUA 6 >> Lo spettacolo dell acqua Possiamo preparare letture tematiche, piccoli eventi da realizzare a scuola e nelle vie cittadine, laboratori per richiamare l importanza di questa risorsa. Come per ogni spettacolo, anche se di strada, sono d obbligo i vestiti di scena, in questo caso dobbiamo indossare qualcosa di blu e di rigorosamente riciclato! Possiamo organizzare un gioco che simuli i nostri consumi di acqua legati alle attività quotidiane. Dividiamoci in squadre e utilizzando delle bottiglie vuote ingaggiamo una vera e propria sfida! Chi è il più veloce a trasportare l acqua necessaria per fare una rilassante doccia, per lavare la macchina, per cucinare la pasta? Ci siamo divertiti? Abbiamo fatto fatica? Considerata l importanza del tema, è obbligatorio alla fine di questa attività un vero e proprio momento di discussione e di riflessione ricordando qualche dato: poco meno di un miliardo di persone nel mondo non ha accesso all acqua potabile; per più di 2 miliardi di persone la qualità dell acqua è scarsa o pessima; circa 2 miliardi di persone non hanno accesso ai servizi igienici. Non dimentichiamo di documentare tutte le fasi di questa attività: la progettazione, la preparazione degli abiti, la gara dell acqua con fotografie, narrazioni dell esperienza e con la registrazione dei commenti. 7

8 L acqua, l oro blu delle popolazioni del deserto, è un bene prezioso che deve essere usato con attenzione, una risorsa unica da maneggiare con cura. Nel 2013 è proseguito a livello nazionale l impegno di Coca-Cola HBC Italia per incrementare l efficienza nell utilizzo delle risorse idriche. Per ogni sito produttivo, è stato costituito un team per utilizzare al meglio l acqua e per ridurne il volume necessario alla produzione delle bevande a marchio The Coca-Cola Company in tutte le fasi di produzione, dall imbottigliamento delle acque minerali, alle attività di lavaggio delle bottiglie, alla manutenzione dei nastri trasportatori delle linee di produzione delle bottiglie in PET. L impronta idrica di un prodotto è il contenuto d acqua virtuale nascosta in un prodotto. Non solo l acqua che viene usata a casa, a scuola, dunque ben visibile e quantificabile, ma anche l acqua nascosta nel prodotto finale, quella che viene utilizzata nei processi produttivi, nell industria e nell agricoltura. Qualche esempio di acqua nascosta nei prodotti che abitualmente utilizziamo: litri per produrre 1 Kg di carne di manzo* litri per realizzare una maglietta di cotone litri per 1 Kg di zucchero di canna 140 litri per una tazza di caffè * comprende l acqua bevuta, quella utilizzata per produrre mangime e per la gestione degli allevamenti Le parole dell acqua in English! Water footprint= impronta idrica Water = acqua Footprint = impronta Tap = rubinetto Food = cibo Drop = goccia Your water footprint is the amount of water you use in and around your home, school or office throughout the day. It includes the water you use directly (e.g., from a tap). It also includes the water it took to produce the food you eat. 8

9 ACQUA 7 >> Guardiani dell acqua È importante sensibilizzare i bambini a un uso accorto e responsabile dell acqua: saranno loro i primi a diventare attenti guardiani dell acqua a scuola, in famiglia e negli spogliatoi dopo lo sport. Realizziamo insieme un cartellone, da appendere in classe o nel corridoio, con le fondamentali regole per limitare gli sprechi a scuola, ma anche a casa! Possiamo prendere spunto da uno dei decaloghi salva-acqua pubblicati in Rete Save the date: 22 marzo La Giornata Mondiale dell Acqua viene celebrata ogni anno il 22 marzo per focalizzare l attenzione sull importanza delle acque dolci e per richiamare a una gestione sostenibile delle risorse idriche. CARTA 8 >> Un tocco in più Che fine fanno i vecchi quotidiani? Si buttano nei raccoglitori della carta, ma possono anche diventare tele da pittore. Bastano un secchio con un po d acqua e colla vinilica, un setaccio, un frullatore a immersione e degli strofinacci. Si strappano in pezzi le pagine, si immergono nell acqua e si lascia macerare ben bene. Frullate e poi raccogliete la poltiglia distribuendola su tutta la superficie di un setaccio. Fate colare l acqua, coprite con uno strofinaccio e capovolgete su una superficie piana. Coprite con un secondo strofinaccio e fate asciugare, magari sotto un peso. Ora, dopo aver dato una mano di colore bianco per non falsare le tonalità preferite, la nuova tela si può usare per dipingere, magari proprio quadri che raccontino il percorso del riciclo. 9

10 RIFIUTI 9 >> La battaglia dei rifiuti! Costruiamo insieme un Maxi Memory Game con una postazione di gioco con la quale si potranno sfidare i compagni in una battaglia sui rifiuti. Serviranno delle vecchie scatole, colori, immagini prese da riviste e un pancale di legno, in alternativa delle cassette di legno della frutta, colori acrilici, pennelli. Prepariamo le carte da gioco ritagliando una ventina di rettangoli, poi disegniamo o incolliamo immagini di vetro, carta, plastica, brick del succo di frutta, residui di cibo, lattine e prepariamone altre dieci con le definizioni umido secco carta imballaggi in vetro imballaggi in plastica imballaggi in alluminio verde altro carta/tetra Pak. La sfida? Dopo aver disposto le carte coperte sul tavolo, peschiamone due cercando di abbinare al primo colpo un oggetto con il relativo materiale! Se non ci siamo riusciti, passiamo il turno al compagno o alla compagna seduta a fianco a noi. È un gioco di astuzia e di memoria: dobbiamo infatti ricordare bene la posizione di tutte le carte per non sbagliare scelta quando toccherà di nuovo a noi. Vince chi per primo scopre tutti gli abbinamenti. Il Maxi Memory Game può essere giocato su una postazione realizzata colorando un vecchio pancale o con delle cassettine di frutta che possiamo recuperare dopo il mercato settimanale o dal fruttivendolo. Non tutte le risorse del Pianeta sono rinnovabili, ed è quindi indispensabile limitarne l uso, oltre a recuperare, riciclare, riusare tutto il possibile. I rifiuti della raccolta differenziata hanno un grande valore economico, costituiscono infatti la materia prima per le aziende di recupero e per gli impianti di produzione industriale (cartiere, vetrerie, pannellifici...). Per orientarsi nell universo rifiuti è bene tenere a mente che ne esistono tre categorie principali: Rifiuti solidi urbani: quelli domestici, provenienti dalle strade, dai parchi e dai giardini. Rifiuti speciali: provenienti in particolare dalle attività produttive. Rifiuti tossici e pericolosi: contenenti una o più sostanze ritenute nocive per l ambiente e la salute. Se osserviamo i rifiuti che vengono prodotti normalmente a casa ci si renderà conto che si tratta per lo più di confezioni di imballaggio, di vetro, di carta, di plastica e di alluminio. Una piccola quota appartiene all umido e all indifferenziato. 10

11 RIFIUTI 10 >> È rotto? Reinventiamolo! Si può organizzare un angolo speciale come laboratorio per il recupero o per la riparazione degli oggetti che non funzionano più. Possiamo tagliare le vecchie camere d aria ormai inservibili della bicicletta, riempirle di sabbia e sigillarle trasformandole in originali para spifferi. Possiamo dare una nuova vita anche a vecchi indumenti: per esempio con un vecchio maglione possiamo creare una cuccia per il cucciolo di casa. Il procedimento è molto semplice: imbottiamo con della stoffa inutilizzata o con altri vecchi indumenti le maniche del maglione e la sua parte centrale, all interno della quale, può essere eventualmente inserito un vecchio cuscino. RIFIUTI 11 >> Per cominciare riduciamo i rifiuti! The best waste is the one that is not produced! - Il miglior rifiuto è quello che non produciamo! Facciamo commentare questa frase-stimolo agli studenti e successivamente scrivere su un cartellone tutti i pensieri e le idee che emergeranno. Una tempesta di cervelli può offrire spunti e idee per dare nuova vita a oggetti che non servono più o agli imballaggi, destinati a finire nel cestino dei rifiuti, una volta privati del loro contenuto. 11

12 RIFIUTI 12 >> Differenziamo bene! I nemici del buon riciclo sono materiali apparentemente innocui e capaci di nascondersi nella raccolta differenziata, primi tra tutti la plastica delle buste e degli inserti dei giornali e il cartone sporco di alimenti o sostanze chimiche! Per differenziare bene bisogna avere un isola ecologica ben organizzata. In classe mancano i cestini giusti? Coloriamo tre cassette di legno e costruiamo una vera e propria isola ecologica! Una per la carta, una per la plastica e una per l indifferenziato. Nel bidone della carta possono stare solo: Carta: sacchetti, giornali, riviste, libri, quaderni, opuscoli e fogli in genere. Cartone: scatole, scatoloni e, solo in alcuni Comuni, cartoni per bevande (come latte e succhi di frutta) Cartoncino: confezioni come quelle di riso, pasta, sale e altri alimenti, quelle del dentifricio e altri prodotti per l igiene personale e per l igiene della casa, contrassegnati dal simbolo CA. Nel bidone riservato ad alluminio e plastica possono stare solo: Lattine di bibite, scatole di pelati, legumi ecc. contrassegnati dal simbolo AL. Bottiglie e bottigliette vuote di acqua e di bevande, flaconi dei detersivi per la pulizia della casa, piatti e bicchieri monouso (ma non le posate!), vaschette per il prosciutto Da uno studio (Ipsos-Comieco) emergono molti errori nella raccolta differenziata della carta: 1 italiano su 2 differenzia come carta gli scontrini, che invece sono fatti di carte speciali non lavorabili per il riciclo; il 27% degli intervistati, sbagliando, differenzia come carta da riciclo quella sporca di cibo (31% nel 2009), i giornali ancora avvolti nella plastica (25%) e i fazzoletti di carta sporchi (17%). Errori che, se evitati, garantirebbero la qualità della raccolta. 12

13 RIFIUTI 13 >> Una festa a scuola: i rifiuti? Noi sappiamo come usarli! Organizziamo un vero e proprio evento che abbia come filo conduttore il contenimento dei rifiuti: tutti dovranno mettersi al lavoro per una buona riuscita in pieno stile rifiuti-free. Ulteriore obiettivo della festa potrà essere la realizzazione di opere di Riciclart, murales o pannelli. Per essere una festa come si deve, la scuola dovrà essere tirata a lucido, tutti i materiali dovranno essere in ordine e si dovrà organizzare una vera e propria isola ecologica dove collocare i bidoni per la raccolta differenziata. Prepariamo insieme alle altre classi dei cartelli da esporre a scuola sul corretto conferimento dei materiali. Sarà utile a chi non è ancora molto pratico! L importante in questi casi è comunicare: perché non preparare un disegno, uno slogan con cui farsi un po di pubblicità? Il più originale potrebbe poi essere stampato sulle magliette in ricordo dell evento. Non deve mancare una sintesi sul progetto, un efficace comunicazione sui risvolti ambientali della festa: cartelloni, volantini ma anche presentazioni in Power Point da proiettare e mostrare ai genitori e al Sindaco! Lo avete invitato, vero? Fotografiamo, intervistiamo, facciamo dei video sull evento e partecipiamo alla prova educativa. Qua e là stanno spuntando negozi e ristoranti leggeri, attività che si impegnano a ridurre i rifiuti e gli sprechi di cibo. Molte amministrazioni locali premiano con sovvenzioni e con contributi le associazioni del territorio che organizzano sagre ed eventi a rifiuti contenuti, per esempio scegliendo piatti e stoviglie in carta! 13

14 RIFIUTI 14 >> Rifiuti per tutte le discipline I rifiuti in classe, a scuola, a casa, nel quartiere nel mondo! Un tema attuale e complesso che caratterizza i nostri tempi. Dopo la tempesta di cervelli che ha rilevato le preconoscenze degli studenti su questa tematica, si può iniziare a lavorare con la classe in un intreccio di discipline. Si approfondirà il tema dei rifiuti con la stesura di un testo (Italiano), lavorando con mappe geografiche reali o digitali per tracciare il viaggio che gli oggetti compiono prima di arrivare nelle nostre case (Geografia) o sui materiali che compongono gli imballaggi degli oggetti di uso comune (Scienze), imparandone i nomi come PET, PEC, Tetra Pak e riconoscendone i simboli. IMBALLAGGI 15 >> I nonni raccontano Raccogliamo immagini e testimonianze sulle abitudini delle persone più anziane in tema di consumi (Storia, Educazione alla Cittadinanza): via libera alle interviste, ai racconti-storia dei nonni sul confezionamento dei cibi. Come facevano la spesa? Come venivano venduti i prodotti? Come si portavano a casa alcuni cibi come il prosciutto e il latte? Quali sono le differenze o le similitudini con gli imballaggi odierni? Come riutilizzavano gli scarti? Documentiamo tutto come veri reporter e realizziamo brevi video. Come rompere il ghiaccio e affrontare il tema dei rifiuti con i più piccoli? La visione di qualche immagine significativa sugli imballaggi può essere un ottima attività per introdurre il tema e iniziare a riflettervi criticamente. La Lavagna Interattiva Multimediale (LIM) può agevolare la preparazione e la proiezione delle immagini selezionate. 14

15 IMBALLAGGI 16 >> La merenda in giardino Portiamo a scuola una merenda da consumare insieme ai compagni nel giardino della scuola. Ci si dispone in cerchio (circle-setting) e ognuno, a turno, mostra la propria merendina, cercando di descrivere precisamente l imballaggio, sia come dimensione sia individuando il tipo di materiale (Tetra Pak, plastica, carta, alluminio, contenitore riutilizzabile ). Dopo avere consumato la merenda si analizzano i rifiuti prodotti: qual è il materiale che prevale? In quale bidone lo butteremmo? E ancora: come sembra l imballaggio rispetto al prodotto che viene realmente consumato? Rientrati in classe e divisi in gruppo si riportano i dati in un grafico, discutendo quanto si è osservato. Lo scopo? Far emergere idee per diminuire la quantità di materiale che finisce nel cestino dei rifiuti! Si mettono in atto le idee e dopo un mese si ripete l esperienza con le stesse modalità confrontando i dati ottenuti con quelli precedenti! Il volume degli scarti appare minore? Ottimo risultato: cambiamento in atto, esperimento riuscito! Tutta l esperienza può essere raccontata in un divertente storytelling! Per Coca-Cola HBC Italia ridurre la quantità di materie prime utilizzata per la produzione delle bevande a marchio The Coca-Cola Company e per l imbottigliamento delle acque minerali è un impegno importante, sia che si tratti dell utilizzo di maniglie di carta invece che di plastica, sia che si tratti dello studio di tecniche produttive che consentano di alleggerire i contenitori in PET e alluminio mantenendo i medesimi elevati standard di qualità e sicurezza. Questi sforzi hanno permesso all azienda una diminuzione, negli ultimi tre anni, di quasi tonnellate totali di materiali impiegati nei processi produttivi, pari al peso di ben 8 elefanti africani! 15

16 IMBALLAGGI 17 >> Come t imballo! L imballaggio dovrebbe avere come unica esigenza la salvaguardia delle merci. Altrimenti si ha un enorme spreco di materiale, un aumento dei costi e un notevole impatto sull ambiente. Facciamo una ricognizione nelle corsie dei supermercati, al mercato, nel negozio sotto casa osservando i vari tipi di imballaggio, quelli più voluminosi e inutili e quelli più efficienti e ridotti. Possiamo anche fotografarli per agevolare la riflessione in classe. Da qui reinventiamo degli imballaggi efficienti per i prodotti di maggior consumo: si possono costruire o disegnare e anche condividere attraverso una piccola esposizione a scuola. Impariamo a comportarci quotidianamente in maniera consapevole se vogliamo essere giovani cittadini attenti all ambiente e mantenere il nostro unico Pianeta in buona salute. Se tutti noi riducessimo la quantità di materiale consumato e quindi da smaltire, si ridurrebbe senz altro drasticamente il volume dei rifiuti. Teniamo a mente la regola delle 4 R: Riduzione, Riutilizzo, Riciclo, Recupero! 16

17 RAEE 18 >> Elettrico ed elettronico una cosa da bambini! RAEE sta per Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche. La famiglia dei RAEE racchiude tutti i rifiuti derivanti dai piccoli e grandi elettrodomestici, dai computer, dai dispositivi elettrici ed elettronici, dai cellulari, dalle lampade fluorescenti... una volta giunti al termine del loro ciclo di vita. Ma come sempre non tutto è da buttare: morsetti, ventole, fili, motorini di un vecchio computer possono diventare materiale prezioso per costruire degli originalissimi robot o delle automobiline. I più esperti possono dare movimento e suono alle creazioni applicando piccoli transistor o pannelli solari o dei cicalini. Lo sapevi che nel 2013 Coca-Cola HBC Italia ha ridotto del 19% il cartone utilizzato nei suoi processi produttivi, arrivando a risparmiarne oltre tonnellate: un quantitativo che corrisponde alla raccolta differenziata di carta e cartone fatta in un anno da quasi persone! 17

18 SCARTI ALIMENTARI 19 >> Ricicla in cucina! L orto a scuola sarà a costo zero! Anche gli scarti alimentari di alcuni vegetali si possono riciclare: non è difficile e con un po d impegno tutti possono coltivare il proprio orto nato, invece che dalla semina, dai propri rifiuti. Porri, carote, ananas basta conservarne alcune parti per ottenere nuovo cibo facendo ricrescere le piante dalle piante. Avremo cibo autoprodotto, a km 0 e anche a costo zero! E soprattutto, ottenuto evitando la produzione di rifiuti inutili. Per realizzare l orto con successo ci si può documentare su Internet. Sono cresciute le piantine? È possibile dare un impronta ancora più verde all orto utilizzando bottiglie di plastica. Un bell orto verticale da appendere nei corridoi della scuola (o sul balcone di casa). Proviamo a seminare anche qualche piantina di pomodoro o di peperoncino. Il risultato è molto coreografico e garantito. Se lo spazio per creare un piccolo giardino non c è, proviamo a seminare qualche piantina nei guanti di gomma da cucina! 18

19 Coca-Cola a Expo Milano 2015: innovazione e sostenibilità Se si pensa che nel 1893, a soli sette anni dalla sua invenzione, Coca-Cola era già presente alla World s Fair di Chicago, si capisce quanto sia forte e profondo il legame tra l azienda e le Esposizioni universali. Del resto, Coca-Cola è sempre stata naturalmente portata per gli eventi che aggregano le persone, e l Expo ne è un esempio eccellente. Nel 1933, al Century of Progress Exposition di Chicago venne svelato al mondo il primo distributore alla spina. L ultima presenza di Coca-Cola in ordine di tempo è all Expo 2010 di Shanghai, con un Padiglione Corporate che ha distribuito felicità ai visitatori: si chiamava, infatti, Happiness Factory. Ed eccoci a Expo Milano 2015: il Padiglione Coca-Cola, racconta il patrimonio e la visione dell azienda, in linea con il tema dell Esposizione universale Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita. Un viaggio, da compiere con tutti i cinque sensi, alla scoperta del modello di sostenibilità di Coca-Cola, basato sulla promozione di stili di vita attivi e un alimentazione equilibrata, l innovazione di prodotto e delle confezioni e la protezione dell ambiente. Il Padiglione stesso di Coca-Cola sarà una sintesi del modello di sostenibilità dell azienda, che si è tradotto nell adozione di tecniche e materiali che rispettano l ambiente e nella definizione, già in fase di progettazione, della sua destinazione alla conclusione dell Esposizione universale. Concepito già con l ampiezza di un campo da basket, al termine dell esposizione il Padiglione verrà infatti ricostruito per diventare uno spazio coperto, a beneficio della comunità locale, dove poter praticare attività fisica.

20 Coca-Cola e la bottiglia Contour sono marchi registrati della The Coca-Cola Company FABBRICHE APERTE 2015 è un programma educativoesperienziale di Fondazione Coca-Cola HBC Italia. L obiettivo è promuovere tra i giovani la cultura del benessere, dello stile di vita attivo, della sana alimentazione, del rispetto dell ambiente. Il progetto approfondisce il tema del riciclo degli scarti da raccolta differenziata e del risparmio della risorsa idrica, coinvolgendo gli studenti nell impegno per un mondo senza sprechi. FABBRICHE APERTE 2015, inoltre, apre gli stabilimenti Coca-Cola HBC Italia alle visite delle classi dei territori di riferimento. Per maggiori informazioni numero verde Con il patrocinio di:

FATTI FURBO... DIFFERENZIA

FATTI FURBO... DIFFERENZIA Per i comuni del Consorzio Canavesano Ambiente Guida alla raccolta differenziata... FATTI FURBO... DIFFERENZIA anche fatti tu furbo...!!!... e al rispetto dell ambiente DIFFERENZIA ANCHE TU!!! Bastano

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI 3 EDIZIONE dati 2012 CHI L I HA Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI NASCONDE UN IDENTITÀ PLASTICA FREQUENTAVA VETRI ROTTI si spacciava per una lattina

Dettagli

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Comune di Padova Assessorato all Ambiente AcegasAps Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Le 3 Zone di raccolta nel Quartiere 1 Centro Tipo di Rifiuto Cosa conferire Cosa non conferire

Dettagli

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto!

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! Umido Plastica e Lattine Carta e Cartone Secco non riciclabile Vetro (bianco e colorato) Farmaci scaduti Pile Legno Umido I rifiuti umidi vanno conferiti

Dettagli

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio ALTO BELICE AMBIENTE S.p.A. Cos'è l'imballaggio L uomo ha sempre fatto uso di contenitori e già 3500 anni fa le popolazioni egizie immagazzinavano e trasportavano unguenti, oli e vino in contenitori di

Dettagli

"IMPARIAMO A RICICLARE"

IMPARIAMO A RICICLARE COLLEGIO ARCIVESCOVILE Castelli PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE "IMPARIAMO A RICICLARE" (progetto di durata annuale) Anno scolastico 2008/2009 Classi terze e quarte - Scuola primaria FINALITA' Il Progetto

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Prodotti di cui ti puoi fidare

Prodotti di cui ti puoi fidare Prodotti di cui ti puoi fidare Vogliamo offrirti alimenti di buona qualità a prezzi bassi, prodotti in modo responsabile. Stiamo lavorando in tutte le parti della catena alimentare, dalla fattoria al negozio

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO GUIDA AL CONFEZIONAMENTO 1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO Si devono rispettare i limiti massimi di dimensioni e peso indicati nella tabella: prodotto limite massimo di peso dimensioni massime Pacco ordinario

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci.

Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. UNIONE DEI COMUNI Agugliano Camerata Picena Offagna Polverigi Santa Maria Nuova Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. Raccolta differenziata porta a porta. A.T.I. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci.

Dettagli

Negli UFFICI. 28 settembre 2010

Negli UFFICI. 28 settembre 2010 Negli UFFICI Come si fa 28 settembre 2010 Dai suggerimenti ai benefici Alcuni sono di facile attuazione, altri sono complessi o/e onerosi economicamente. Ovviamente non è necessario adottarli tutti e subito

Dettagli

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA 24 2 Sommario Perché questo opuscolo 3 Il benessere sostenibile e i consumi delle famiglie italiane 4 Le etichette energetiche 5 La scheda di prodotto 9 L etichetta

Dettagli

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani Utenze domestiche Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani Fare la raccolta differenziata In provincia di Modena, ogni giorno produciamo 1,75 chili di rifiuti a testa. Fare la raccolta differenziata

Dettagli

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag.

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag. DEM8.5/10 Istruzioni per l uso............pag. 2 Use and maintenance manual....pag. 11 Mode d emploi et d entretien.....pag. 20 Betriebsanleitung.............pag. 29 Gebruiksaanwijzing..............pag.

Dettagli

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili 45 aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE Slowfood aprile 2010 www.slowfood.it Acqua alle corde Azioni sostenibili Professione happycoltore La rete delle comunità

Dettagli

Progetto La salute vien mangiando. 4 B Crolle

Progetto La salute vien mangiando. 4 B Crolle Progetto La salute vien mangiando 4 B Crolle Obiettivi, finalità Conoscere i cibi e le sostanze nutrienti che rispondono ai bisogni del nostro organismo. Valorizzare l'importanza di una corretta e sana

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE. per Lecco e provincia

AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE. per Lecco e provincia AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE per Lecco e provincia Sacco VIOLA Frazione secca multimateriale L IMPIANTO DI SELEZIONE DEL SACCO VIOLA I sacchi provenienti dalla raccolta, caricati su un nastro trasportatore,

Dettagli

Concorso La scuola più riciclona

Concorso La scuola più riciclona Il futuro è nella nostra natura Concorso La scuola più riciclona Nell'ambito del Piano dell'offerta Formativa Territoriale (POFT) 2014/2015, il Comune di Bitonto indice il concorso La scuola più riciclona

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

Guida alle attività. Tutto sulle cellule staminali

Guida alle attività. Tutto sulle cellule staminali Guida alle attività è un attività da usare con studenti dagli 11 ai 14 anni o con più di 16 anni. Consiste in un set di carte riguardanti le conoscenze basilari sulle cellule staminali e sulle loro applicazioni

Dettagli

Eco Natural Lucart: la nuova generazione di carta ecologica

Eco Natural Lucart: la nuova generazione di carta ecologica Natural Lucart: nuova generazione di carta ecologica Una gamma di prodotti INNOVATIVA nel filosofia produttiva, eccellente nelle PRESTAZIONI ed ECOLOGICA al 100%. Professional TecHnology La prima carta

Dettagli

AVVIAMENTO ALL ORIENTEERING. per bambini di 4-6 anni. di CRISTINA RUINI

AVVIAMENTO ALL ORIENTEERING. per bambini di 4-6 anni. di CRISTINA RUINI AVVIAMENTO ALL ORIENTEERING per bambini di 4-6 anni di CRISTINA RUINI Esperienze di gioco-orienteering svolte nell anno scolastico 2009-2010 alla scuola d infanzia di Longera (Trieste) Questa è una raccolta

Dettagli

Ne forniamo alcuni esempi.

Ne forniamo alcuni esempi. Con il termine coordinamento oculo-manuale si intende la capacità di far funzionare insieme la percezione visiva e l azione delle mani per eseguire compiti di diversa complessità. Per sviluppare questa

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Comune di Udine L ECO-UFFICIO Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Efficienza energetica: di necessità virtù L efficienza energetica non è semplice risparmio: è riduzione del consumo di

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Costruire una pila in classe

Costruire una pila in classe Costruire una pila in classe Angela Turricchia, Grazia Zini e Leopoldo Benacchio Considerazioni iniziali Attualmente, numerosi giocattoli utilizzano delle pile. I bambini hanno l abitudine di acquistarle,

Dettagli

Parts of my Pop-in... 7 8a

Parts of my Pop-in... 7 8a A C 5 B Parts of my Pop-in... 5 6 0 D 9 7 8a 8b IT IMPORTANTE! CONSERVARE LE ISTRUZIONI PER CONSULTAZIONI FUTURE Come usare i Pop-in Precauzioni d uso Non usare ammorbidenti con i vostri Pop-in. Non usare

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future.

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. ATTENZIONE: Utilizzare il prodotto solo per l uso al quale

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

Il campionato Catania nail design2014 unghie è suddiviso in specialità :

Il campionato Catania nail design2014 unghie è suddiviso in specialità : Il campionato Catania nail design2014 unghie è suddiviso in specialità : 1. Stiletto in gel ed in acrilico ; 2. Scultura/ Tip pink & white in Gel/acrilico Principianti ; 3. Scultura/ Tip pink & white in

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee.

Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee. Requisiti minimi e criteri per il rilascio delle autorizzazioni sanitarie temporanee. Sono definite temporanee tutte quelle manifestazioni quali Sagre, Feste Campestri ecc. aperte al pubblico, in cui,

Dettagli

presenta MILANO, 18-24 maggio 2015 Orto Botanico di Brera dell Università degli Studi di Milano

presenta MILANO, 18-24 maggio 2015 Orto Botanico di Brera dell Università degli Studi di Milano presenta MILANO, 18-24 maggio 2015 Orto Botanico di Brera dell Università degli Studi di Milano Le piante producono alimenti, legno, carburante, tessuti, carta, fiori e l ossigeno che respiriamo! La vita

Dettagli

l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati

l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati CATALOGO EXA l esclusivo sistema per la diluizione ed il dosaggio dei prodotti ultraconcentrati + pratico + sicuro + economico + ecologico 3 edizione Azienda Certificata ISO 9001 e ISO 14001 IL SISTEMA

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

che fine fanno i tuoi Rifiuti? ognuno ha la sua strada... CoMPoStAggio CARtieRA VetReRiA

che fine fanno i tuoi Rifiuti? ognuno ha la sua strada... CoMPoStAggio CARtieRA VetReRiA che fine fanno i tuoi Rifiuti? ognuno ha la sua strada... VetReRiA CARtieRA CoMPoStAggio Regione del Veneto Presidente Giancarlo Galan Assessore alle Politiche dell Ambiente Giancarlo Conta Segretario

Dettagli

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 -

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Dal 1 maggio al 31 ottobre 2015 Milano ospiterà l Esposizione Universale dal tema Nutrire il Pianeta, Energia per

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

Al Rawdatain. ZHUJIANG BEER. Al Rawdatain in breve

Al Rawdatain. ZHUJIANG BEER. Al Rawdatain in breve ZHUJIANG BEER Al Rawdatain. Al Rawdatain in breve SETTORE ACQUA & CSD Al-Rawdatain Al-Rawdatain Water Bottling Co. Safat, Kuwait >> cartonatrice SMI WP 300 >> fardellatrice SMI SK 350 T >> manigliatrice

Dettagli

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta!

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Scuola dell Infanzia Istituto di Cultura e di Lingue Marcelline Progettazione Didattica Annuale a.s. 2014-2015 Dimensione valoriale L idea fondante del progetto

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

A prima vista: Dati tecnici microfonditrice MC 15. 44 cm. 40 cm. Perfettamente adatta per piccole fusioni e piccole serie. Minimo utilizzo di metallo

A prima vista: Dati tecnici microfonditrice MC 15. 44 cm. 40 cm. Perfettamente adatta per piccole fusioni e piccole serie. Minimo utilizzo di metallo A prima vista: Perfettamente adatta per piccole fusioni e piccole serie Minimo utilizzo di metallo Generatore ad induzione da 3,5 kw per un riscaldamento estremamente veloce e per raggiungere alte temperature

Dettagli

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali -

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - (tratto dalla relazione di Martino Buzzi del 17.09.06) Lo stagno: un angolo di natura Avere uno stagno nel proprio

Dettagli

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE In questo congelatore possono essere conservati alimenti già congelati ed essere congelati alimenti freschi. Messa in funzione del congelatore Non occorre impostare la

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

V-ZUG SA. Cappa aspirante DW-SE/DI-SE. Istruzioni per l uso

V-ZUG SA. Cappa aspirante DW-SE/DI-SE. Istruzioni per l uso V-ZUG SA Cappa aspirante DW-SE/DI-SE Istruzioni per l uso Grazie per aver scelto uno dei nostri prodotti. Il vostro apparecchio soddisfa elevate esigenze, e il suo uso è molto semplice. E tuttavia necessario

Dettagli

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO.

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO. Istituto Comprensivo di Iseo a.s. 2012/2013 Progetto Di Casa nel Mondo - Competenze chiave per una cittadinanza sostenibile Gruppo lavoro Dott. Massetti Scuola Primaria Classi Terze TITOLO: I prodotti

Dettagli

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI Con decreto direttoriale del 7 ottobre 2013, il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha adottato il Programma Nazionale di

Dettagli

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati DECORAZIONE 03 Posare la carta da parati 1 Scegliere la carta da parati Oltre ai criteri estetici, una carta da parati può essere scelta in funzione del luogo e dello stato dei muri. TIPO DI VANO CARTA

Dettagli

TECNOLOGIA LCD e CRT:

TECNOLOGIA LCD e CRT: TECNOLOGIA LCD e CRT: Domande più Frequenti FAQ_Screen Technology_ita.doc Page 1 / 6 MARPOSS, il logo Marposs ed i nomi dei prodotti Marposs indicati o rappresentati in questa pubblicazione sono marchi

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

ALLEGATO 10. Materie tessili e loro manufatti della sezione XI

ALLEGATO 10. Materie tessili e loro manufatti della sezione XI ALLEGATO 10 ELENCO DELLE LAVORAZIONI O TRASFORMAZIONI ALLE QUALI DEVONO ESSERE SOTTO- POSTI I MATERIALI NON ORIGINARI AFFINCHÉ IL PRODOTTO FINITO POSSA AVERE IL CARATTERE DI PRODOTTO ORIGINARIO Materie

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Hawos Pegasus 230 Volt

Hawos Pegasus 230 Volt olt Pagina 2 Pagina 3 Pagina 3 Pagina 4 Pagina 5 Pagina 5 Pagina 6 Pagina 6/7 Pagina 7 Pagina 7 Pagina 8 Introduzione a Pegasus Scegliere le dimensioni della macinatura Iniziare e terminare il processo

Dettagli

Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica

Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica Bollette più leggere. Bollette più leggere..aria più pulita.aria più pulita Alida Nepa Sportello Ecoidea - Provincia di Ferrara A scuola di ecologia domestica Ostellato 28 maggio 2004 A scuola di ecologia

Dettagli

PROGETTO ALIMENTAZIONE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO

PROGETTO ALIMENTAZIONE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO PROGETTO ALIMENTAZIONE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO PERCORSO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ALLA SCOPERTA DEL CIBO E DELLE ABITUDINI ALIMENTARI, IN PARTICOLARE SULLA COLAZIONE DEI BAMBINI IN ETA' SCOLARE

Dettagli

L'appetito vien...assaggiando!

L'appetito vien...assaggiando! SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MAGIC SCHOOL 2 coop. soc. VIA G. MELI, N. 8 90010 FICARAZZI PROGETTO EDUCATIVO A.S. 2014 / 2015 L'appetito vien...assaggiando! INSEGNANTI : Benfante Rosa, Bentivegna Simona,

Dettagli

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE ervizi. a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta UTENZE DOMESTICHE presentazione Carissimi cittadina /cittadino, torno da te, per raccontarti la nostra esperienza

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

Pizzaport il Thermoport di classe 2 per pizze e quant altro! [ Sistemi universali di trasporto vivande ] buone soluzioni

Pizzaport il Thermoport di classe 2 per pizze e quant altro! [ Sistemi universali di trasporto vivande ] buone soluzioni Pizzaport il Thermoport di classe 2 per pizze e quant altro! [ Sistemi universali di trasporto vivande ] buone soluzioni Appena sfornate! Calde... pizze dal Pizzaport Per un ottimo isolamento: struttura

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

Comune di Rimini Direzione dei Servizi Educativi. Scuola infanzia Arcobaleno PROGETTO DIDATTICO

Comune di Rimini Direzione dei Servizi Educativi. Scuola infanzia Arcobaleno PROGETTO DIDATTICO Comune di Rimini Direzione dei Servizi Educativi Scuola infanzia Arcobaleno PROGETTO DIDATTICO SCUOLA INFANZIA ARCOBALENO PROGETTO DIDATTICO PREMESSA L azione del documentare necessita sempre di una fase

Dettagli

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Saint-Gobain, attraverso i suoi marchi, sviluppa e produce nuove generazioni di materiali con un approccio moderno e completo al mercato delle costruzioni:

Dettagli

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie Mobile Marketing Interattivo QR Code Inside Active Mailing Interattivo Interattivo Chi Siamo Interactive Advertising si avvale di un network di manager

Dettagli

POWER BANK CON TORCIA LED. Batteria di Emergenza Slim con Torcia LED. mah

POWER BANK CON TORCIA LED. Batteria di Emergenza Slim con Torcia LED. mah POWER BANK Batteria di Emergenza Slim con Torcia LED mah 2800 CON TORCIA LED Batteria Supplementare Universale per ricaricare tutti i dispositivi portatili di utlima generazione Manuale d uso SPE006-MCAL

Dettagli

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO ndice 1 Fai come fa la Natura 2 Cosa ci metti per fare la terra? 3 Come funziona il Compostaggio 4 Le cose

Dettagli

Uno spettroscopio fatto in casa

Uno spettroscopio fatto in casa Uno spettroscopio fatto in casa Angela Turricchia Laboratorio per la Didattica Aula Planetario Comune di Bologna, Włochy Ariel Majcher Centro di fisica teorica, PAS Varsava, Polonia Uno spettroscopio fatto

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

INJEX - Iniezione senza ago

INJEX - Iniezione senza ago il sistema per le iniezioni senz ago INJEX - Iniezione senza ago Riempire le ampolle di INJEX dalla penna o dalla cartuccia dalle fiale con la penna Passo dopo Passo Per un iniezione senza ago il sistema

Dettagli

TECNICHE. H. Sei Cappelli per Pensare. 1. Che cos è la tecnica dei sei cappelli per pensare?

TECNICHE. H. Sei Cappelli per Pensare. 1. Che cos è la tecnica dei sei cappelli per pensare? TECNICHE H. Sei Cappelli per Pensare 1. Che cos è la tecnica dei sei cappelli per pensare? Il metodo dei sei cappelli per pensare è stato inventato da Edward de Bono nel 1980. I cappelli rappresentano

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12 Un Mondo Di Feste Proposta di progetto e preventivo economico a cura dell Area Intercultura della Cooperativa Sociale Apriti Sesamo. 1

Dettagli

ECO PLA Form Futura Opaco 1240 Kg/m³ 210 C 40 / 80 mm/s 0,75 Kg ± 2% Premium PLA Form Futura Semi trasparente 1250 Kg/m³ 180 C - 200 C -- 1 Kg ± 2%

ECO PLA Form Futura Opaco 1240 Kg/m³ 210 C 40 / 80 mm/s 0,75 Kg ± 2% Premium PLA Form Futura Semi trasparente 1250 Kg/m³ 180 C - 200 C -- 1 Kg ± 2% Materiale Venduto da Trasparenza Densità (21.5 ) Temperatura di fusione Velocita' consigliata Bobina (peso netto) ECO PLA Opaco 1240 Kg/m³ 210 C 40 / 80 mm/s 0,75 Kg ± 2% Premium PLA Semi trasparente 1250

Dettagli