IL DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI E AMMINISTRATIVI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI E AMMINISTRATIVI"

Transcript

1 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE PROF.LE E TECNICO COMM.LE A. CASAGRANDE F. CESI L.go M. Paolucci, 1/ Terni (TR) C.F Tel. +39/0744/ Fax +39/0744/ Al Dirigente Scolastico IL DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI E AMMINISTRATIVI Visto il ccnl 29/11/2007, con particolare riferimento agli artt.46, 47,51,53, 55,56,66, 88 e 89; Visto l art. 53 c. 1 CCNL 2006/09 che dispone che il Direttore dei servizi generali ed amministrativi all inizio dell anno scolastico formula una proposta di piano delle attività ; Considerate le direttive ricevute dal dirigente scolastico; Visto il Piano dell Offerta Formativa; Considerata la dotazione organica del personale ATA ; Tenuto conto dell esperienza e delle competenze specifiche del personale in servizio; Considerata l esigenza di garantire dei carichi di lavoro bilanciati; Considerate le esigenze e le proposte del personale interessato, P R O P O N E Il seguente piano di lavoro e di attività del personale amministrativo, tecnico ed ausiliario, per l a.s. 2014/15 Il piano comprende sei aspetti : 1. PRESTAZIONE DELL ORARIO DI LAVORO, 2. INCARICHI DI NATURA ORGANIZZATIVA, 3. INCARICHI SPECIFICI, 4. INTENSIFICAZIONE DI PRESTAZIONI LAVORATIVE E QUELLE ECCEDENTI L ORARIO D OBBLIGO; 5. FORMAZIONE 6. PERFORMANCE INDIVIDUALE ED ORGANIZZATIVA Terni, 10 settembre 2014 IL DIRETTORE (Alberto Cari) Piano di lavoro, a.s. 2014/15 Pagina 1 di 27

2 1. PRESTAZIONE DELL ORARIO DI LAVORO ( art.51, 53, 54, 55 ) Per svolgere correttamente le funzioni istituzionali, consentire la puntuale realizzazione del POF e garantire le necessarie relazioni con i docenti, gli studenti e l utenza esterna l orario di lavoro dovrebbe prevedere le seguenti prestazioni : 1.1. ASSISTENTI AMMINISTRATIVI Orario antimeridiano dalle 8 alle 14 tutti i giorni dal lunedì al sabato. Possibilità di utilizzo di tutti gli strumenti previsti dalla normativa ( orario ordinario, flessibile, plurisettimanale, turnazioni) nei periodi di maggiore intensificazione del lavoro (scrutini, scadenze amministrative e contabili) secondo disponibilità e rotazione relativamente all Ufficio di competenza (valido anche per il DSGA) Flessibilità oraria : 30 minuti 1.2. ASSISTENTI TECNICI Orario antimeridiano dalle 8 alle 14 tutti i giorni dal lunedì al sabato. Possibilità di utilizzo di tutti gli strumenti previsti dalla normativa ( orario ordinario, flessibile, plurisettimanale, turnazioni) nei periodi di maggiore intensificazione del lavoro (scrutini, scadenze amministrative e contabili) secondo disponibilità e rotazione relativamente all Ufficio di competenza Flessibilità oraria : 30 minuti AR02 Elettronica ed elettrotecnica / AR21 Alberghiera Amministrativa Contabile : va garantita n.1 unità in servizio nella fascia oraria 7:30-15:00 AR20 Alberghiera : va garantita n.1 unità per settore nella fascia oraria COLLABORATORI SCOLASTICI Durante il periodo delle attività didattiche : SEDE CENTRALE Orario antimeridiano apertura sede: 07:00 13:00 ordinario 1 : 08:00 14:00 ordinario 2: 09:00 15:00 Orario pomeridiano dalle 13:00 alle 19:00 (per i giorni di martedì e giovedì) SEDE PIAZZALE BOSCO Orario antimeridiano apertura sede: 07:00 13:00 ordinario 3 : 08:30 14:30 SEDE ACQUAVOGLIERA ordinario 2: 09:00 15:00 Flessibilità oraria : 10 minuti (il sabato 30 min.) Piano di lavoro, a.s. 2014/15 Pagina 2 di 27

3 Turnazione SEDE CENTRALE In via generale, nei giorni in cui la scuola rimane chiusa al pomeriggio è prevista la presenza di : n.13 collaboratori scolastici in orario antimeridiano mentre nei giorni in cui la scuola rimane aperta è prevista la presenza di. n.11 collaboratori scolastici in orario antimeridiano n.2 collaboratori scolastici in orario pomeridiano. I locali scolastici, nelle ore pomeridiane, resteranno aperti ai docenti, agli studenti e all utenza esterna, nei giorni di martedì e giovedì. La turnazione dei collaboratori scolastici viene definita attraverso l ordine di servizio emesso dal DSGA Sostituzione dei colleghi assenti I collaboratori scolastici saranno chiamati a prestare servizio eccedente l orario ordinario: 1. quando hanno luogo attività e eventi a carattere eccezionale e non prevedibili; 2. quando hanno luogo attività che richiedono un numero di collaboratori scolastici in orario pomeridiano superiore a due unità (ricevimento generale dei genitori degli studenti da parte dei docenti, elezioni scolastiche, consigli di classe, organi collegiali) 3. quando risulti assente un numero di collaboratori scolastici tale da non garantire lo svolgimento delle attività di competenza dei collaboratori scolastici assegnati alla fascia antimeridana; 4. in caso di assenza imprevista del collaboratore scolastico assegnato alla fascia oraria pomeridiana. L individuazione dei collaboratori scolastici chiamati a prestare servizio eccedente l orario ordinario viene effettuata, di regola, sulla base dell ordine alfabetico, tenendo altresì conto del recupero permessi brevi fruiti e/o sulla base del reparto di pertinenza Le ore prestate in eccedenza vengono retribuite oppure, su richiesta del dipendente, recuperate nei giorni di sospensione delle attività didattiche. Ordine di servizio relativo all orario di lavoro Il DSGA all inizio di ciascuna settimana o, in alternativa ogni due settimane, darà comunicazione dell articolazione dell orario settimanale di lavoro. Per eventuali eccezionali esigenze che richiedano prestazioni in orario notturno o festivo o notturno-festivo si seguono i criteri della disponibilità e della rotazione. Nei periodi di sospensione delle attività didattiche ( vacanze natalizie, pasquali ed estive), salvo comprovate esigenze, si osserva per tutti il solo orario antimeridiano dalle 8 alle DISPOSIZIONI COMUNI Recuperi Le ore di servizio prestate in eccedenza all orario ordinario potranno essere recuperate nei periodi di minor carico di lavoro mediante riduzione giornaliera dell orario di lavoro ordinario oppure attraverso la riduzione del numero delle giornate lavorative. Flessibilità ed ore eccedenti Piano di lavoro, a.s. 2014/15 Pagina 3 di 27

4 Entro il mese (o al massimo il mese successivo) la flessibilità oraria deve essere recuperata e comunque non genera plus-orario che viene generato solo dalla prestazione autorizzata di ore eccedenti l orario giornaliero ordinario Ferie Compatibilmente con le esigenze di servizio, il personale ATA può frazionare le ferie in più periodi. La fruizione delle ferie viene effettuata, comunque, nel rispetto dei turni prestabiliti, assicurando al dipendente il godimento di almeno 15 giorni lavorativi continuativi di riposo nel periodo 1 luglio 31 agosto. Il piano delle ferie viene redatto in modo tale che durante i periodi di interruzione delle attività didattiche siano presenti un numero di addetti sufficienti a garantire il servizio. Orario di ricevimento del pubblico Il ricevimento del pubblico si effettua in orario antimeridiano : dalle ore 8:00 alle ore 10:00 tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle ore 15:00 alle ore 17:00 nel giorno di martedì Possibilità di estendere l orario di ricevimento al pubblico della segreteria per un numero maggiore di ore (anche pomeridiane) nei periodi di maggiore afflusso di utenza (ad es. per le iscrizioni). Durante i periodi di interruzione delle attività didattiche e nei prefestivi, l apertura pomeridiana è sospesa. Piano di lavoro, a.s. 2014/15 Pagina 4 di 27

5 2. INCARICHI DI NATURA ORGANIZZATIVA 2.1. SERVIZI AMMINISTRATIVI La dotazione organica del profilo di assistente amministrativo, già diminuita di due unità ogni anno a partire dall a.s.2009/10 fino all a.s.2011/12, si è stabilizzata in 8 unità di personale. Profilo : Assistente Amministrativo. Svolge le seguenti attività specifiche con autonomia operativa e responsabilità diretta : nelle istituzioni scolastiche ed educative dotate di magazzino può essere addetto, con responsabilità diretta, alla custodia, alla verifica, alla registrazione delle entrate e delle uscite del materiale e delle derrate in giacenza. Esegue attività lavorativa richiedente specifica preparazione professionale e capacità di esecuzione delle procedure anche con l'utilizzazione di strumenti di tipo informatico, pure per finalità di catalogazione. Ha competenza diretta della tenuta dell'archivio e del protocollo. 01. UFFICIO DIDATTICA Assist.Amm.vi: Formichetti Antonella; Formichetti Maria Carla; Maria Grazia Paolucci GESTIONE ALUNNI Iscrizioni alunni Formazione classi Frequenza Assenze Trasferimenti Adozione libri di testo Rapporti scuola-famiglia Comunicaz famiglie livelli di apprendim Scrutini Interventi di recupero Esame integrativi e di idoneità Esami di qualifica Esami di Stato Viaggi e visite Manifestazioni esterne Gruppo Sportivo (Centro sportivo scolastico) Sanzioni disciplinari Rilascio certificati Statistiche e rilevazioni Carta dello Studente ATTIVITA' ANNUALI Programmazione attività annuali Gestione diari di classe e personali insegnanti / Registro Elettronico Orario delle lezioni ORGANI COLLEGIALI Elezioni scolastiche Collegio Docenti Giunta Esecutiva Consiglio di istituto Atti del Consiglio di istituto Consigli di classe Assemblee studentesche di classe Piano di lavoro, a.s. 2014/15 Pagina 5 di 27

6 Assemblee studentesche di istituto GEST AULE SPECIALI Gestione Auditorium Gestione Laboratori Gestione Palestre PROGETTI, CERTIFICAZIONI, STAGE E CORSI Progetti POF Guida ciclomotori Stage aziendali Corsi Post Qualifica / Alternanza Scuola Lavoro Corsi di aggiornamento 02.UFFICIO PERSONALE Assist.Amm.vi: Rosa Graziano; Manuela Proietti; Simonetta Follatello ATTIVITA' SINDACALI Elezione RSU Designazione RLS Relazioni sindacali Assemblee sindacali Permessi sindacali Scioperi del personale ORGANICO ANNUALE 'Organico di diritto - Organico di Fatto 'Assegnazione docenti alle classi 'Comunicaz. ore eccedenti RECLUTAMENTO E ASSUNZIONI Graduatorie Provinciali (Docenti, Ata) Graduatorie di istituto (Docenti, Ata, Esperti) Raccolta disponibilità a incarichi da capi ist Individuazione personale Contratti di lavoro o Contratti a tempo indeterminato o Supplenze annuali o Supplenze brevi e temporanee o Contratti con esterni o Proroghe (Esami di Stato ) Comunicazioni, Flussi informativi o (Centri per l'impiego, USR, AT, RPS, Scuole ) CARRIERA Dichiarazione dei servizi Ricostruzione carriera Inquadramento economico Posizioni economiche ATA MOBILITA' Graduatorie interne e rilevaz. perdenti posto Trasferimenti e passaggi Assegnazioni provvisorie e utilizzazioni CESSAZIONE SERVIZIO Collocamento a riposo Trattamento di quiescenza Buonuscita Piano di lavoro, a.s. 2014/15 Pagina 6 di 27

7 POSIZIONI DI STATO Collocamento fuori ruolo, rientri, comandi Trasformazione rapporto di lavori a Tempo Parziale PREVIDENZA INPDAP Prestiti (NB Area Stipendi) Previdenza complementare Fondo ESPERO Riscatti e Ricongiunzioni DISCIPLINA Procedimenti disciplinari GESTIONE PERSONALE E VARIE FASCICOLO Pratiche generali o Assenze (Provvedimenti, Rilevazioni, Assenze.net, ) o Richieste ferie, permessi o Assegno nucleo familiare, detrazioni (N.B. Area Stipendi) o POLIS o Statistiche e rilevazioni varie o Rilascio certificati Personale docente o Sostituzioni, Scambi orari, Moduli o Esami di Stato (Es-c, Es-0, Es-1, sostituzione membri..) Personale A.T.A. o Rilevazione presenze giornaliere ed estratti mensili 03. UFFICIO AMMINISTR (STIPENDI, CONTABILITA' E PATRIMONIO) Assist.Amm.vi: Luciana Rosati; Patrizia Grassi PROGRAMMA ANNUALE e CONSUNTIVO Redazione del programma annuale Variazioni al programma annuale Stato Attuazione al 30/ Conto Consuntivo C/C POSTALE Registrazione Emissione assegni per prelievo dal CCP C/C BANCARIO Acquisiz estratti Acquisizione rendiconti mensili OIL ENTRATE Accertamento Emissione reversale incasso USCITE Impegno Ordinativi d'acquisto Gestione Fatture e Registro Fatture Liquidazione Emissione Mandati di Pagamento Rendicontazione ATTIVITA' NEGOZIALE Acquisti o Albo fornitori o Richieste preventivi Piano di lavoro, a.s. 2014/15 Pagina 7 di 27

8 o DURC o Tracciabilità finanziaria (CIG, comunicaz. c/c dedicato) Contratti e convenzioni Viaggi di Istruzione Assicurazioni Reti di Scuole RETRIBUZIONI Stipendi Compensi Accessori o Decreti di nomina o Liquidazione a cura della scuola (Art.9, Visite guidate, Finanz.finalizzati ) o Liquidazione tramite cedolino unico (FIS, Funz.POF, Inc.Ata, Ore ecced., Gruppo Sportivo, Ind.Direz.) GESTIONE FISCALE CUD e certificaz. Redditi Mod Pre1996 -Cong.contr. e fiscale Mod. Unico (IRAP) - Amm.ni pubb Mod.F Mod TFR Mod. DMA Mod.UNIEMENS ALTRI ADEMPIM. AMM.VO/CONTABILI Liquidazione ferie Indennità disoccupazione (Mod.DS22) Anagrafe prestazioni GESTIONE PATRIMONIALE Inventari Biblioteca REVISORI DEI CONTI Revisori dei conti 04. UFFICIO PROTOCOLLO E AFFARI GENERALI Assist.Amm.vo:Simonetta Follatello ARCHIVI Registro Protocollo Archivio corrente Archivio di deposito Archivio storico Scarto atto d'archivio Conservazione sostitutiva COMUNIC. INTERNE Gestione comunicazioni interne ALBO D'ISTITUTO E ON LINE Gestione albo CORRISPONDENZA Gestione corrispondenza Gestione fonogrammi Gestione ricevute telegrammi vari FOTOCOPIE Gestione fotocopie P.O.F. Piano di lavoro, a.s. 2014/15 Pagina 8 di 27

9 Redazione POF Gestione progetti POF SICUREZZA Piano annuale di sicurezza o Documento valutazione dei Rischi o Nomine ed adempimenti o Interventi di manutenz. ordinaria e straod Assicurazione scuola Infortuni o Alunni (a cura dell Uff.Didattica) o Personale (a cura dell Uff.Personale) Divieto di fumo PRIVACY DPS Nomine incaricati Piano di lavoro, a.s. 2014/15 Pagina 9 di 27

10 2.2. SERVIZI TECNICI L organico non ha subito mutamenti rispetto al precedente anno scolastico ed è costituito da 11 unità di personale. Profilo : Assistente Tecnico. Svolge le seguenti attività specifiche con autonomia operativa e responsabilità diretta : conduzione tecnica dei laboratori, officine e reparti di lavorazione, garantendone l efficienza e la funzionalità. Supporto tecnico allo svolgimento delle attività didattiche. Guida degli autoveicoli e loro manutenzione ordinaria. Assolve i servizi esterni connessi con il proprio lavoro. Assegnazione del personale ai plessi e sedi : 01. AR02 ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA SEDE CENTRALE LARGO PAOLUCCI Bartolini Fabrizio Antonio Romano SEDE PIAZZALE BOSCO Pagliarulo Margherita 02. AR20 - ALBERGHIERA SEDE CENTRALE LARGO PAOLUCCI Donatelli Aurelia Treppaoli Massimiliano SEDE ACQUAVOGLIERA Annunziata Alfonso Pioli Luca Casalino Filidea De Falco Daniela Befani Rosella 18h (in stato di semi-aspettativa sindacale) : Auriemma Giuseppe 18h* (nominato in sostituzione sulle ore di Befani R. con incarico a TD): Salvagiani Giuliana *verrà impiegato tra le due sedi secondo i periodi di maggior carico). 03. AR21 ALBERGHIERA AMMINISTRATIVA CONTABILE SEDE CENTRALE LARGO PAOLUCCI Cassetta Danilo Piano di lavoro, a.s. 2014/15 Pagina 10 di 27

11 2.3 SERVIZI AUSILIARI La dotazione organica del profilo di collaboratore scolastico è costituita alla data odierna di n.17 unità, di cui alcune con esonero dal servizio Profilo : collaboratore scolastico. Esegue, nell'ambito di specifiche istruzioni e con responsabilità connessa alla corretta esecuzione del proprio lavoro, attività caratterizzata da procedure ben definite che richiedono preparazione non specialistica. È addetto ai servizi generali della scuola con compiti di accoglienza e di sorveglianza nei confronti degli alunni, nei periodi immediatamente antecedenti e successivi all orario delle attività didattiche e durante la ricreazione, e del pubblico; di pulizia dei locali, degli spazi scolastici e degli arredi; di vigilanza sugli alunni, compresa l ordinaria vigilanza e l assistenza necessaria durante il pasto nelle mense scolastiche, di custodia e sorveglianza generica sui locali scolastici, di collaborazione con i docenti. Presta ausilio materiale agli alunni portatori di handicap nell'accesso dalle aree esterne alle strutture scolastiche, all interno e nell'uscita da esse, nonché nell uso dei servizi igienici e nella cura dell igiene personale. Assegnazione del personale ai plessi e sedi : SEDE CENTRALE LARGO PAOLUCCI Reception : Santini Pasquale Piano Terra Cola Roberta (Uffici) Giovannelli Elisa Mercanti Lucia Vincenzi Maria Piano Primo Quartini Alessandra Tommasi Simonetta Trabalza Lorella Piano secondo Befani Patrizia Pirrami Ornella, Rossi Antonella Apertura pomeridiana : Listanti Manuela Sabatini Maria Luisa SEDE PIAZZALE BOSCO Piano Terra : Martini Rosina Piano Primo : Alunni Capocci Anna Rita Piano Secondo : Arnesi Renzina SEDE ACQUAVOGLIERA Massei Alba Assegnazione dei locali per le pulizie a.s.2014/15 Sede di Largo Paolucci o Piano Terra 1 e Palestra : Mercanti, Vincenzi. o Piano Terra 2 e Laboratori Cucina : Giovannelli, Cola. o Piano Primo e Biblioteca : Quartini, Tommasi, Trabalza. o Piano Secondo e Auditorium : Befani, Pirrami, Rossi Nel caso in cui un piano rimanga sguarnito per l effettuazione di pulizie (ad es.in occasione della pulizia palestra con impiego dei collaboratori dei c.s. del piano primo;o la pulizia della Biblioteca con impiego dei c.s. del piano primo ecc.) si farà ricorso automaticamente ai seguenti collaboratori scolastici (nell ordine) : Piano di lavoro, a.s. 2014/15 Pagina 11 di 27

12 Sabatini, Listanti che si occuperanno della vigilanza e degli altri compiti ordinari, durante tutto il tempo necessario. I collaboratori scolastici durante la vigilanza devono essere dislocati in almeno due punti diversi del piano (collocandovi apposite cattedre o scrivanie) e non concentrati su una sola postazione. A tal fine si fa presente che l assenza non giustificata presso la postazione assegnata può essere causa di responsabilità nel caso si verifichi un qualche incidente o infortunio agli alunni. Reception Deve sempre essere garantita la vigilanza all ingresso della scuola. Dopo le ore 13:00 la vigilanza è garantita - dalla sig.ra Sabatini M.Luisa (sia nel proprio turno 8-14 che in quello 13-19) - in assenza della sig.ra Sabatini - in via ordinaria da uno dei collaboratori del piano terra del turno in via straordinaria da uno dei collaboratori del piano terra del turno 7-13 e, di seguito, dalla sig.ra Listanti. - nel caso di apertura pomeridiana alternativamente da uno dei due collaboratori del pomeriggio Bagni degli alunni In tutti i piani, i bagni degli alunni vengono tenuti chiusi e verranno aperti solo su richiesta e durante la ricreazione. In ogni piano viene individuato un responsabile per la custodia delle chiavi. Durante la pausa socializzante tutti i bagni funzionanti devono essere tenuti aperti Chiavi dei laboratori Le chiavi dei laboratori sono custodite sotto la responsabilità dei collaboratori scolastici del piano e vengono consegnate ai docenti che ne faranno richiesta firmando l apposito registro per la consegna e la restituzione Sostituzione colleghi assenti I collaboratori scolastici sono tenuti a svolgere la propria attività di vigilanza e di pulizia sia nei locali cui sono stati assegnati, sia in quelli attigui i quali dovessero risultare scoperti. Per la sostituzione relativa ad attività di vigilanza e di pulizie viene assegnata 1 ora; per la sostituzione relativa alla sola attività di pulizia o alla sola attività di vigilanza viene assegnata ½ ora in mancanza del sostituto diretto sarà impiegato il personale del reparto adiacente in caso di assenza del collega il turno 7-13 diventa 7-14 ( o 7-14:20 il martedì ed il giovedì), mentre il turno 9-15:00 diventa 8-15:00 Assegnazione dei locali per le pulizie a.s.2014/15 Sede di Piazzale Bosco, Sede di Acquavogliera SEDE PIAZZALE BOSCO Piano Terra e Ingresso : Martini Rosina Piano Primo : Alunni Capocci Anna Rita : Piano Secondo : Arnesi Renzina : Piano di lavoro, a.s. 2014/15 Pagina 12 di 27

13 SEDE ACQUAVOGLIERA Massei Alba SERVIZIO DI PULIZIA Il servizio consiste nella pulizia di locali, arredi, eventuali aree esterne, da effettuarsi nel rispetto delle disposizioni di seguito riportate e di tutta la normativa vigente in materia di utilizzo di attrezzature, macchinari e materiali. Le operazioni di pulizia condotte dai collaboratori scolastici dotati delle migliori attrezzature disponibili e dei materiali più idonei a risolvere, di volta in volta, le diverse necessità d intervento, sono finalizzate ad assicurare il massimo comfort e le migliori condizioni di igiene per garantire un sano e piacevole svolgimento delle attività espletate nei singoli immobili, nel pieno rispetto dell immagine della scuola Gli ambienti che costituiscono gli immobili vengono distinti in gruppi di categorie di destinazione d uso in base alle quali differenziare le prestazioni e le relative periodicità d intervento; nella seguente tabella sono riportate: il codice e la denominazione delle categorie di destinazione d uso di riferimento; le principali tipologie di ambienti afferenti a ciascuna categoria (gli elenchi sono da intendersi esemplificativi e non esaustivi. A - Aule e laboratori Aule, laboratori e relativi servizi igienici e spazi di distribuzione B - Biblioteche e auditorium Aula magna/auditorium,biblioteche C - Uffici e sale riunioni Uffici, sale riunioni, aree stampa/fotocopiatrici e relativi servizi igienici e spazi di distribuzione D - Palestre Palestre, spogliatoi e relativi servizi igienici e spazi comuni E Laboratori di cucina e sale mensa Laboratori di cucina, sale mensa e relativi servizi igienici e spazi comuni F - Depositi e archivi Depositi, ripostigli, archivi, magazzini, scantinati e relativi servizi igienici e spazi di distribuzione G - Aree Esterne Percorsi di accesso asfaltati o pavimentati, aree cortilive asfaltate o pavimentate, marciapiedi, parcheggi, rampe d'accesso, aree esterne e aiuole, scale esterne di emergenza e porticati, terrazzi e balconi al piano e non, terrazzi di copertura praticabili Piano di lavoro, a.s. 2014/15 Pagina 13 di 27

14 7.1 Attività previste Il servizio di pulizia prevede le seguenti attività pianificate, suddivise in: a) Pulizia giornaliera degli ambienti da effettuarsi una o più volte al giorno in relazione al tipo di operazioni e di ambienti, secondo le indicazioni di seguito riportate; b) Pulizia periodica degli ambienti da effettuarsi con cadenza settimanale, quindicinale, mensile, bimestrale, ecc., in relazione al tipo di operazioni e di ambienti, secondo le indicazioni di seguito riportate. Sono esclusi dal servizio di pulizia mobili ed arredi che risultino ingombri di carte e documentazione; è fatto divieto agli addetti al servizio di manomettere in qualunque modo il materiale presente nei diversi ambienti. Il servizio prevede anche il posizionamento del materiale occorrente per i servizi igienici (sapone liquido, carta igienica, salviettine di carta, ecc...), nelle quantità necessarie per gli utenti, nonché la fornitura di appositi sacchetti per i cestini gettacarte situati nei vari locali. Tutti gli interventi dovranno essere effettuati accuratamente ed a regola d arte con l impiego di mezzi e materiali idonei in modo da non danneggiare i pavimenti, le vernici, gli arredi e quant altro presente negli ambienti oggetto degli interventi Attività pianificate Nel seguito vengono specificate, per ogni categoria di destinazione d uso dei locali prevista, le attività pianificate da eseguire e le relative frequenze (G giornaliera; S/3 trisettimanale, S/2 bisettimanale; S settimanale, Q quindicinale, M mensile, 2M bimestrale, 3M trimestrale, 4M quadrimestrale; 6M semestrale).il numero di prestazioni corrispondenti alla frequenza indicata deve comunque essere garantito nel periodo di attività corrispondente alla durata espressa in mesi indicata nel Verbale di Consegna. Di seguito si riportano le schede di attività di frequenze relative alle categorie di destinazione d uso definite Aule e laboratori 1 Aspirazione / battitura pavimenti tessili, stuoie, zerbini G 2 Aspirazione polvere (tende a lamelle verticali e veneziane,bocchette aerazione, termoconvettori, cassonetti, canaline, ecc..) 6M 3 Deragnatura M 4 Lavaggio a fondo arredi, escluso attrezzature di laboratorio (senzauso di scale) 6M 5 Lavaggio banchi e lavagne G 6 Lavaggio pareti divisorie a vetro e sopraluci porte 4M 7 Lavaggio pareti lavabili 4M 8 Lavaggio pavimenti G 9 Lavaggio a fondo pavimenti non trattati a cera 6M 10 Lavaggio a fondo pavimenti trattati a cera (deceratura e inceratura) 6M 11 Lavaggio porte in materiale lavabile Q 12 Lavaggio punti luce e lampadari (compreso smontaggio erimontaggio) A 13 Lavaggio superfici vetrose delle finestre nella parte interna/esterna,accessibili dall'interno nel rispetto delle normative di sicurezza e relativi infissi, davanzali e cassonetti 6M Piano di lavoro, a.s. 2014/15 Pagina 14 di 27

15 14 Lavaggio tende alla veneziana A 15 Disincrostazione dei servizi igienici S 16 Disinfezione dei servizi igienici G 17 Disinfezione lavabi extra servizi igienici G 18 Lavaggio cestini di raccolta Q 19 Posizionamento, nei servizi igienici, di materiali di consumo G 20 Pulizia a fondo dei servizi igienici (pavimenti, sanitari e pareti,arredi, accessori) M 21 Pulizia dei servizi igienici (spazzatura pavimento, lavaggio sanitari e pareti circostanti, arredi, Lavaggio pavimenti) G 22 Pulizia delle bacheche (interno / esterno) M 23 Raccolta differenziata carta ed altri rifiuti G 24 Rimozione macchie e impronte da porte, porte a vetri e sportellerie G 25 Rimozione macchie e impronte da verticali lavabili ad altezza operatore Q 26 Ripristino meccanico, manutenzione dei pavimenti trattati con cere industriali Q 27 Spazzatura a umido G 28 Spolveratura a umido arredi parti alte: (arredi, scaffalature nelle parti libere, segnaletiche interne) M 29 Spolveratura a umido arredi, escluso attrezzature di laboratorio e/o attrezzature (senza uso di scale) G 30 Spolveratura a umido punti di contatto comune (telefoni, interruttori e pulsantiere, maniglie), piani di lavoro di scrivanie e corrimano. G 31 Spolveratura a umido superfici orizzontali di termosifoni e/o fancoil davanzali interni ad altezza operatore S 32 Spolveratura ringhiere scale S 33 Spolveratura serramenti esterni (inferriate, serrande, persiane) M 34 Svuotatura cestini, posacenere, altri contenitori per raccolta rifiuti, sostituzione sacchetto, pulizia contenitori. G Biblioteche e auditorium 1 Aspirazione / battitura pavimenti tessili, stuoie, zerbini S/3 2 Aspirazione polvere (tende a lamelle verticali e veneziane, bocchette aerazione, termoconvettori, cassonetti, canaline, ecc..) 6M 3 Deragnatura M 4 Lavaggio a fondo arredi, escluso attrezzature di laboratorio (senza uso di scale) 6M 5 Lavaggio banchi e lavagne S/3 6 Lavaggio pareti divisorie a vetro e sopraluci porte 4M 7 Lavaggio pareti lavabili 4M 8 Lavaggio pavimenti S/3 9 Lavaggio a fondo pavimenti non trattati a cera 6M 10 Lavaggio a fondo pavimenti trattati a cera (deceratura e inceratura) 6M 11 Lavaggio porte in materiale lavabile Q 12 Lavaggio punti luce e lampadari (compreso smontaggio e rimontaggio) A Piano di lavoro, a.s. 2014/15 Pagina 15 di 27

16 13 Lavaggio superfici vetrose delle finestre nella parte interna/esterna, accessibili dall'interno nel rispetto delle normative di sicurezza e relativi infissi, davanzali e cassonetti 6M 14 Lavaggio tende alla veneziana A 24 Rimozione macchie e impronte da porte, porte a vetri e sportellerie S/2 25 Rimozione macchie e impronte da verticali lavabili ad altezza operatore Q 26 Ripristino meccanico, manutenzione dei pavimenti trattati con cere industriali Q 27 Spazzatura a umido S/3 28 Spolveratura a umido arredi parti alte: (arredi, scaffalature nelle parti libere, segnaletiche interne) M 29 Spolveratura a umido arredi, escluso attrezzature di laboratorio e/o attrezzature (senza uso di scale) S/3 30 Spolveratura a umido punti di contatto comune (telefoni,interruttori e pulsantiere, maniglie), piani di lavoro di scrivanie e corrimano. S/3 31 Spolveratura a umido superfici orizzontali di termosifoni e/o fancoil davanzali interni ad altezza operatore S 32 Spolveratura ringhiere scale S 33 Spolveratura serramenti esterni (inferriate, serrande, persiane) M 34 Svuotatura cestini, posacenere, altri contenitori per raccolta rifiuti, sostituzione sacchetto, pulizia contenitori. S/ Uffici e sale riunioni 1 Aspirazione / battitura pavimenti tessili, stuoie, zerbini S/3 2 Aspirazione polvere (tende a lamelle verticali e veneziane, bocchette aerazione, termoconvettori, cassonetti, canaline, ecc..) 6M 3 Deragnatura M 4 lavaggio a fondo arredi, escluso attrezzature di laboratorio (senza uso di scale) 6M 6 lavaggio pareti divisorie a vetro e sopraluci porte 6M 7 lavaggio pareti lavabili 6M 8 Lavaggio pavimenti S/3 9 Lavaggio a fondo pavimenti non trattati a cera 6M 10 Lavaggio a fondo pavimenti trattati a cera (deceratura e inceratura) 6M 11 lavaggio porte in materiale lavabile M 12 Lavaggio punti luce e lampadari (compreso smontaggio e rimontaggio) A 13 Lavaggio superfici vetrose delle finestre nella parte interna/esterna, accessibili dall'interno nel rispetto delle normative di sicurezza relativi infissi, davanzali e cassonetti 6M 14 lavaggio tende alla veneziana A 15 Disincrostazione dei servizi igienici S 16 Disinfezione dei servizi igienici G 17 Disinfezione lavabi extra servizi igienici G 18 Lavaggio cestini di raccolta Q 19 Posizionamento, nei servizi igienici, di materiali di consumo G 20 Pulizia a fondo dei servizi igienici (pavimenti, sanitari e pareti, arredi, accessori) M Piano di lavoro, a.s. 2014/15 Pagina 16 di 27

17 21 Pulizia dei servizi igienici (spazzatura pavimento, lavaggio sanitarie pareti circostanti, arredi, lavaggio pavimenti) G 22 Pulizia delle bacheche (interno / esterno) M 23 Raccolta differenziata carta ed altri rifiuti G 24 Rimozione macchie e impronte da porte, porte a vetri e sportellerie G 25 Rimozione macchie e impronte da verticali lavabili ad altezza operatore Q 26 Ripristino meccanico, manutenzione dei pavimenti trattati con cere industriali Q 27 Spazzatura a umido G 28 Spolveratura a umido arredi parti alte: (arredi, scaffalature nelle parti libere, segnaletiche interne) 4M 29 Spolveratura a umido arredi G 30 Spolveratura a umido punti di contatto comune (telefoni, interruttori e pulsantiere, maniglie), piani di lavoro di scrivanie e corrimano. G 31 Spolveratura a umido superfici orizzontali di termosifoni e/o fancoil davanzali interni ad altezza operatore S 33 Spolveratura serramenti esterni (inferriate, serrande, persiane) 4M 34 Svuotatura cestini, posacenere, altri contenitori per raccolta rifiuti, sostituzione sacchetto, pulizia contenitori. G Palestre 1 Aspirazione / battitura pavimenti tessili, stuoie, zerbini S/3 3 Deragnatura 3M 4 Lavaggio a fondo arredi (senza uso di scale) 3M 7 Lavaggio pareti lavabili 3M 8 Lavaggio pavimenti S/3 9 Lavaggio a fondo pavimenti non trattati a cera M 10 Lavaggio a fondo pavimenti trattati a cera (deceratura e inceratura) M 11 Lavaggio porte in materiale lavabile 3M 13 Lavaggio superfici vetrose delle finestre nella parte interna/esterna, accessibili dall'interno nel rispetto delle normative di sicurezza e relativi infissi, davanzali e cassonetti 6M 15 Disincrostazione dei servizi igienici S 16 Disinfezione dei servizi igienici G 17 Disinfezione lavabi extra servizi igienici G 18 Lavaggio cestini di raccolta M 19 Posizionamento, nei servizi igienici, di materiali di consumo G 20 Pulizia a fondo dei servizi igienici (pavimenti, sanitari e pareti,arredi, accessori) Q 21 Pulizia dei servizi igienici (spazzatura pavimento, Lavaggio sanitari e pareti circostanti, arredi, Lavaggio pavimenti) G 22 Pulizia delle bacheche (interno / esterno) 3M 23 Raccolta differenziata carta ed altri rifiuti G 24 Rimozione macchie e impronte da porte, porte a vetri e sportellerie S 25 Rimozione macchie e impronte da verticali lavabili ad altezza operatore Q 27 Spazzatura a umido G 35 Spazzatura con raccolta grossa pezzatura M Piano di lavoro, a.s. 2014/15 Pagina 17 di 27

18 28 Spolveratura a umido arredi parti alte: (arredi, scaffalature nelle parti libere, segnaletiche interne) 6M 29 Spolveratura a umido arredi S/3 30 Spolveratura a umido punti di contatto comune (telefoni, interruttori e pulsantiere, maniglie), piani di lavoro di scrivanie e corrimano. S 31 Spolveratura a umido superfici orizzontali di termosifoni e/o fancoil davanzali interni ad altezza operatore S 33 Spolveratura serramenti esterni (inferriate, serrande, persiane) 4M 34 Svuotatura cestini, posacenere, altri contenitori per raccolta rifiuti, sostituzione sacchetto, pulizia contenitori. G Refettori e sala mensa 1 Aspirazione / battitura pavimenti tessili, stuoie, zerbini G 2 Aspirazione polvere (tende a lamelle verticali e veneziane,bocchette aerazione, termoconvettori, cassonetti, canaline, ecc..) 6M 3 Deragnatura M 4 Lavaggio a fondo arredi, escluso attrezzature di laboratorio (senza uso di scale) 3M 6 Lavaggio pareti divisorie a vetro e sopraluci porte 4M 7 Lavaggio pareti lavabili 4M 8 Lavaggio pavimenti G 9 Lavaggio a fondo pavimenti non trattati a cera 3M 10 Lavaggio a fondo pavimenti trattati a cera (deceratura e inceratura) 3M 11 Lavaggio porte in materiale lavabile M 12 Lavaggio punti luce e lampadari (compreso smontaggio e rimontaggio) 3M 13 Lavaggio superfici vetrose delle finestre nella parte interna/esterna, accessibili dall'interno nel rispetto delle normative di sicurezza e relativi infissi, davanzali e cassonetti 6M 14 Lavaggio tende alla veneziana 6M 15 Disincrostazione dei servizi igienici S 16 Disinfezione dei servizi igienici G 17 Disinfezione lavabi extra servizi igienici G 18 Lavaggio cestini di raccolta S 19 Posizionamento, nei servizi igienici, di materiali di consumo G 20 Pulizia a fondo dei servizi igienici (pavimenti, sanitari e pareti, arredi, accessori) M 21 Pulizia dei servizi igienici (spazzatura pavimento, Lavaggio sanitari e pareti circostanti, arredi, Lavaggio pavimenti) G 36 Pulizia tavoli-sedie refettorio G 23 Raccolta differenziata carta ed altri rifiuti G 24 Rimozione macchie e impronte da porte, porte a vetri e sportellerie S/3 25 Rimozione macchie e impronte da verticali lavabili ad altezza operatore S/3 37 Riordino arredi refettori G 27 Spazzatura a umido G 28 Spolveratura a umido arredi parti alte: (arredi, scaffalature nelle parti libere, segnaletiche interne) M Piano di lavoro, a.s. 2014/15 Pagina 18 di 27

19 30 Spolveratura a umido punti di contatto comune (telefoni,interruttori e pulsantiere, maniglie), piani di lavoro di scrivanie ecorrimano. S/3 31 Spolveratura a umido superfici orizzontali di termosifoni e/o fancoil davanzali interni ad altezza operatore S/3 33 Spolveratura serramenti esterni (inferriate, serrande, persiane) 3M 34 Svuotatura cestini, posacenere, altri contenitori per raccolta rifiuti,sostituzione sacchetto, pulizia contenitori. G Depositi e archivi 1 Aspirazione / battitura pavimenti tessili, stuoie, zerbini M 2 Aspirazione polvere (tende a lamelle verticali e veneziane, bocchette aerazione, termoconvettori, cassonetti, canaline, ecc..) A 3 Deragnatura M 8 Lavaggio pavimenti Q 9 Lavaggio a fondo pavimenti non trattati a cera 3M 10 Lavaggio a fondo pavimenti trattati a cera (deceratura e inceratura) 6M 11 Lavaggio porte in materiale lavabile 4M 12 Lavaggio punti luce e lampadari (compreso smontaggio e rimontaggio) A 13 Lavaggio superfici vetrose delle finestre nella parte interna/esterna, accessibili dall'interno nel rispetto dellenormative di sicurezza e relativi infissi, davanzali e cassonetti A 23 Raccolta differenziata carta ed altri rifiuti S 24 Rimozione macchie e impronte da porte, porte a vetri e sportellerie M 25 Rimozione macchie e impronte da verticali lavabili ad altezza operatore M 27 Spazzatura a umido M 35 Spazzatura con raccolta grossa pezzatura M 28 Spolveratura a umido arredi parti alte: (arredi, scaffalature nelle parti libere, segnaletiche interne) M 30 Spolveratura a umido punti di contatto comune (telefoni, interruttori e pulsantiere, maniglie), piani di lavoro di scrivanie e corrimano. 31 Spolveratura a umido superfici orizzontali di termosifoni e/o fancoil davanzali interni ad altezza operatore M 33 Spolveratura serramenti esterni (inferriate, serrande, persiane) A 34 Svuotatura cestini, posacenere, altri contenitori per raccolta rifiuti, sostituzione sacchetto, pulizia contenitori. S 15 Disincrostazione dei servizi igienici S 16 Disinfezione dei servizi igienici G 17 Disinfezione lavabi extra servizi igienici G 19 Posizionamento, nei servizi igienici, di materiali di consumo G 20 Pulizia a fondo dei servizi igienici (pavimenti, sanitari e pareti,arredi, accessori) M 21 Pulizia dei servizi igienici (spazzatura pavimento, Lavaggio sanitari e pareti circostanti, arredi, Lavaggio pavimenti) G Aree esterne Piano di lavoro, a.s. 2014/15 Pagina 19 di 27

20 38 Spazzatura e svuoto cestini-posacenere S/3 39 Lavaggio aree pavimentate Q 40 Controllo chiusini di terrazzi e balconi e rimozione ostruzioni dall'imboccatura degli stessi M 41 Lavaggio e disinfezione cestini di raccolta Q 42 Pulizia aree a verde con raccolta di grossa pezzatura M Modalità d esecuzione Durante lo svolgimento dei lavori dovranno essere osservate, come disposto dal decreto legislativo n. 626 del e s.m.i., tutte le misure prescritte a tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori. Dovranno altresì essere rispettate le vigenti norme antinfortunistiche (DPR 547 del e s.m.i.) nonché le disposizioni contenute nella legge 46/90. I collaboratori scolastici che presentano idoneità con limitazioni e prescrizioni dovranno attenersi scrupolosamente alle indicazione fornite dal Medico Competente e/o dalla Commissione Medica di Verifica limitandosi altresì a svolgere le attività loro consentite in base al proprio stato di salute. Piano di lavoro, a.s. 2014/15 Pagina 20 di 27

Direzione Centrale Manutenzione, Contratti e Beni Confiscati Acquisti

Direzione Centrale Manutenzione, Contratti e Beni Confiscati Acquisti Direzione Centrale Manutenzione, Contratti e Beni Confiscati Acquisti PROCEDURA DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA, IGIENE AMBIENTALE E FACCHINAGGIO DA EFFETTUARSI PRESSO GLI UFFICI DELL

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

VADEMECUM SUL CONTRATTO MULTISERVIZI

VADEMECUM SUL CONTRATTO MULTISERVIZI Asal - Associazione delle Scuole Autonome del Lazio SEDE OPERATIVA: 115 Circolo Didattico di Roma Angelo Mauri Via Angelo Mauri, 5 00139 ROMA Tel. 068104305 Fax: 068107723 e-mail: presidente@scuolelazio.it

Dettagli

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche. A.N.A.AM. Scuola. Associazione Nazionale Assistenti Amministrativi

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche. A.N.A.AM. Scuola. Associazione Nazionale Assistenti Amministrativi A tutti i Colleghi Assistenti Amministrativi delle Segreterie Scolastiche Italiane RIVENDICHIAMO LA QUALIFICA DI VIDEOTERMINALISTA CON UNA PETIZIONE ON LINE AL MINISTERO. Lavoriamo con il computer ma non

Dettagli

CONSIP S.p.A. ALLEGATO 8 PREZZI

CONSIP S.p.A. ALLEGATO 8 PREZZI ALLEGATO 8 PREZZI Allegato 8 - Prezzi Pag. 1 di 15 INDICE SEZIONE 1 PREZZI DEI SERVIZI PREDEFINITI 3 1.1 Servizi di Consulenza Gestionale 3 1.2 Servizi di Manutenzione degli Impianti 4 1.3 Servizi di Pulizia

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI EDIFICI DELL UNIVERSITA PER IL TRIENNIO 2010-2013.

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI EDIFICI DELL UNIVERSITA PER IL TRIENNIO 2010-2013. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE FINANZIARIA Settore Acquisto Beni e Servizi e Gestione Contratti CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI EDIFICI DELL

Dettagli

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO ISTITUTO d ISTRUZIONE SUPERIORE GIOSUÈ CARDUCCI LICEO CLASSICO, SCIENTIFICO, SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO V.le Trento e Trieste n 26-56048 - Volterra (PI) - tel. 0588 86055 - fax 0588 90203 ISTITUTO STATALE

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE)

VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) Normativa VADEMECUM SUL PART-TIME (RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE) a cura di Libero Tassella da Scuola&Scuola, 8/9/2003 Riferimenti normativi: artt. 7,8 legge 29.12.1988, N. 554; artt. 7,8 Dpcm 17.3.1989,

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

Allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 146/90

Allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 146/90 Allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 146/90 ART. 1 SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI 1. Ai sensi della legge 12 giugno 1990, n. 146, i servizi pubblici da considerare

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI CAGLIARI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DEI DIPENDENTI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI

UNIVERSITA DEGLI STUDI CAGLIARI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DEI DIPENDENTI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI UNIVERSITA DEGLI STUDI CAGLIARI CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO DEI DIPENDENTI DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1 (Campo di applicazione) 1. Il presente Contratto

Dettagli

! " # $" $ () # $ $ % % # % $ + $ & "!" $ $ $ # #

!  # $ $ () # $ $ % % # % $ + $ & ! $ $ $ # # !!"!%!!!& '! " " ()! **" % % % + & "!"!" " ' % ''(, ( ) ) *+ (, + ( +! ( - "&.& + & & ''-- + / 0( 0 1 2 ))3-01"( + ( +! % ( + + & ( + 4 + & ( 5 + + 4 ( 6 + 0 (+ ( + + ( 6 / 6 0 (! ' 7 3!. ( 89 :;:

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 1/2011 AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Ufficio di Segreteria Giuridico-Amministrativa U.O. Affari Generali, Giuridici e di Raccordo Istituzionale Via V.

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti M.I.U.R. - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casalotti n. 259-00166 Roma tel. 06 61560257 fax 06 61566568 - C.F. 97714450588 Cod. mecc. RMIC8GM00D Plesso scuola primaria:

Dettagli

VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL.

VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL. ISTITUTO COMPRENSIVO DI CESIOMAGGIORE sc. dell Infanzia di Pez, sc. primarie di Cesio, Soranzen, San Gregorio nelle Alpi, sc. sec. di I gr. di Cesiomaggiore VIA GREI, 7-32030 CESIOMAGGIORE (BL) TEL. e

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. CADUTI DI NASSIRIYA

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. CADUTI DI NASSIRIYA A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 15.000,00 01 Non vincolato 11.602,54 02 Vincolato 3.397,46 02 Finanziamenti dello Stato 1.500,00

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

Protocollo n. 8077/A26/1 Milano, 31/10/2014

Protocollo n. 8077/A26/1 Milano, 31/10/2014 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE V I A D E A N D R E I S Sede: Via L. De Andreis, 10-20137 MILANO Tel.: 0288447156 (centralino) Fax: 0288447157 Codice Mecc. MIIC8DW00R Cod. Fiscale 80126130154 Protocollo n.

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014. Si trasmette, in allegato, il piano delle attività per l a. s. 2014-2015.

CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014. Si trasmette, in allegato, il piano delle attività per l a. s. 2014-2015. CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014 Ai Docenti Agli Studenti Al Personale A.T.A. Alle Famiglie Al D.S.G.A. Oggetto: Piano delle attività a.s. 2014-2015 Si trasmette, in allegato, il piano delle attività

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 3 SAN BERNARDINO BORGO TRENTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente Via G. Camozzini, 5 37126 Verona (VR) Tel.

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

La ricostruzione della carriera del personale della scuola

La ricostruzione della carriera del personale della scuola La ricostruzione della carriera del personale della scuola Se guardiamo gli ultimi 50 anni, l evoluzione della progressione di carriera aveva subito parecchie variazioni, ma sostanzialmente un principio

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio 5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio Pag. 1 di 36 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO ai sensi degli artt. 17, 28 e 29 del D.lgs 81/08

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Scheda di lettura del contratto annuale integrativo del 15 luglio 2010. Di cosa si tratta Si tratta della possibilità

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI CAPITOLATO TECNICO Servizio di pulizia, di facchinaggio interno

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015 Istituto Comprensivo Statale Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado Piazzale della Civiltà Tel. 0828/941197 fax. 0828/941197 84069 ROCCADASPIDE (Salerno) C.M. SAIC8AH00L Email-dirdirocca@tiscali.it

Dettagli

Carta dei servizi scolastici. Patto educativo di corresponsabilita. Premessa

Carta dei servizi scolastici. Patto educativo di corresponsabilita. Premessa Allegato 1. Carta dei servizi scolastici Patto educativo di corresponsabilita Premessa Il patto educativo di corresponsabilità ribadisce i contenuti presenti nella Carta dei Servizi dei P.O.F. precedenti.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

COMUNE DI ROVELLASCA

COMUNE DI ROVELLASCA COMUNE DI ROVELLASCA Provincia di COMO REGOLAMENTO SERVIZIO DI VOLONTARIATO CIVICO COMUNALE Approvato con deliberazione C.C. n. 5 del 13.04.2015 Ripubblicato all Albo pretorio dal 13.05.2015 al 28.05.2015

Dettagli

CAPO I - criteri di assegnazione ai plessi del personale collaboratore scolastico.

CAPO I - criteri di assegnazione ai plessi del personale collaboratore scolastico. Oggetto: contrattazione integrativa a livello di Istituzione Scolastica per la determinazione dei criteri riguardanti l assegnazione del personale docente e ATA ai plessi: a.s. 2011/2012. Istituzione Scolastica:

Dettagli

A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per. le Erogazioni in Agricoltura

A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per. le Erogazioni in Agricoltura A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per le Erogazioni in Agricoltura Regolamento per l istituzione di un elenco di operatori economici di fiducia ai sensi dell art. 125, comma 12 del D.lgs. n. 163

Dettagli

responsabile procedimento respons abile

responsabile procedimento respons abile Elaborazione indennità mensili amministratori Cedolino mensile per Sindaco e Assessori mensile - no entro il 27 di ogni mese Predisposizione F24EP (per versamento oneri previdenziali e ritenute operate

Dettagli

Comune di Isola del Liri

Comune di Isola del Liri SERVIZIO 1 - SEGRETERIA DEL SINDACO U.R.P. AFFARI GENERALI E PERSONALE AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO, AI SENSI DELL ART. 110, COMMA 1, DEL D. LGS. 267/2000, DI N. 1

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 59 PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE Approvato con D.G.P. in data 19.4.2012

Dettagli

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE.

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. IL SEGRETARIO GENERALE con la capacità e con i poteri del privato

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome CAPPELLI CRISTINA Telefono Uff. 050 509750 Fax 050 509471 E-mail c.cappelli@sns.it Nazionalità ITALIANA ESPERIENZA LAVORATIVA Nome e

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca GARA EUROPEA A PROCEDURA RISTRETTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFESTAZIONE, PRESTAZIONI DI FACCHINAGGIO INTERNO ED ESTERNO E LA MINUTA MANUTENZIONE DEI LOCALI, RELATIVI AGLI IMMOBILI

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Approvato con atto deliberativo n. 105 del 29.3.2011 REGOLAMENTO AZIENDALE per la DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE per il Personale Dipendente dell Area del COMPARTO FINALITA : Il presente

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA per il 2011/2012

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA per il 2011/2012 Di cosa si tratta Si tratta della possibilità che ha il personale della scuola di poter partecipare alla "mobilità annuale", e cioè di poter prestare servizio, per un anno, in una scuola diversa da quella

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

COMUNE DI CERIANO LAGHETTO Provincia di Monza e della Brianza Via Roma 18 20816 Ceriano Laghetto www.ceriano-laghetto.org

COMUNE DI CERIANO LAGHETTO Provincia di Monza e della Brianza Via Roma 18 20816 Ceriano Laghetto www.ceriano-laghetto.org CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI IMMOBILI DEL COMUNE DI CERIANO LAGHETTO E SERVIZI AUSILIARI - PERIODO 01/01/2011 31/12/2013 (CIG 058147692A) ART. 1 - OGGETTO

Dettagli

Paghe. Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro

Paghe. Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro Labancaoreinbustapaga Bartolomeo La Porta e Barbara Bionda - Consulenti del lavoro Definizione Riposi compensativi La banca ore è un istituto contrattuale che consiste nell accantonamento, su di un conto

Dettagli

Partner unico, vantaggi infiniti.

Partner unico, vantaggi infiniti. Partner unico, vantaggi infiniti. Affidabilità, la nostra missione. Un unico interlocutore per molteplici servizi: è questa la forza di Tre Sinergie, azienda che opera nel settore del global service e

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO PART-TIME INDICE Art. 1 Finalità Art. 2 Campo di applicazione Art. 3 Contingente che può essere destinato al tempo

Dettagli

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI CITTÀ DI MARTINA FRANCA Provincia di Taranto SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE DI MARTINA FRANCA - Piazza Roma, 32-74015 Martina Franca (Ta) Tel. 0804836111

Dettagli

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013

I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 I permessi brevi (art. 20 del CCNL del 6.7.1995 del personale del comparto Regioni e Autonomie locali) Luglio 2013 INDICE Presupposti... 2 Modalità di fruizione... 4 Particolari tipologie di rapporto di

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che ricada durante gli scrutini di fine anno

Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che ricada durante gli scrutini di fine anno Indicazioni operative per quanto riguarda l adesione allo sciopero proclamato da FLC Cgil, CISL scuola, UIL scuola, SNALS e GILDA per due giornate consecutive in concomitanza con l effettuazione degli

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI

CARTA DEI SERVIZI SCOLASTICI ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO v. Marconi, 62 15058 VIGUZZOLO (AL) Tel. 0131/898035 Fax 0131/899322 Voip 0131974289 Mobile 3454738373 E_mail: info@comprensivoviguzzolo.it

Dettagli

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Area 1 Gestione P.O.F. Prof.ssa Casertano Brigida Area 1 Monitoraggio e Valutazione del P.O.F. Prof. Spalice Giovanni Area 2 Sostegno alla funzione Docenti Prof. Rocco

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Ten. R. RIGHETTI 85025 M E L F I (Potenza) Via Galileo Galilei, 11 C.M.: PZIS007006 C.F.: 85000490764. Verbale n.

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Ten. R. RIGHETTI 85025 M E L F I (Potenza) Via Galileo Galilei, 11 C.M.: PZIS007006 C.F.: 85000490764. Verbale n. ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Ten. R. RIGHETTI 85025 M E L F I (Potenza) Via Galileo Galilei, 11 C.M.: PZIS007006 C.F.: 85000490764 Tel. 0972/24479-24480 Fax 0972/24424 e-mail:pzis007006@istruzione.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO Report Progetto ERGO VALUTO SUM PON Valutazione e miglioramento (Codice 1-3-FSE-2009-3) Anno Scolastico 2012-2013 Relatore

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che ricadono durante degli scrutini di fine anno

Riepilogo delle regole da rispettare in caso di sciopero che ricadono durante degli scrutini di fine anno Indicazioni operative per quanto riguarda l adesione allo sciopero proclamato da FLC Cgil, CISL scuola, UIL scuola, SNALS e GILDA per due giornate consecutive in concomitanza con l effettuazione degli

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6 54 Distretto Scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE AD INDIRIZZO MUSICALE De Amicis Baccelli di Sarno (Sa) Sede Legale: Corso G. Amendola, 82 - C.M.: SAIC8BB008 - C.F.:94065840657 E mail:saic8bb008@istruzione.it

Dettagli

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 31.551,42 01 Non vincolato 30.426,92 02 Vincolato 1.124,50 02 Finanziamenti dello Stato 52.872,58

Dettagli

ALLE OO.SS. DEL COMPARTO SCUOLA ALL' U.R.P.

ALLE OO.SS. DEL COMPARTO SCUOLA ALL' U.R.P. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Ufficio Scolastico Provinciale di Roma Via Luigi Pianciani, 32 00185 Roma sito: http:/www.lazio.istruzione.it/csa/csa_roma.shtml

Dettagli

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 Gentile Famiglia, nel presente opuscolo trovate il Contratto di corresponsabilità educativa e formativa ed il Contratto di prestazione educativa e formativa.

Dettagli

Regolamento per la gestione dei contratti di lavoro part-time (approvato con determinazione n 172 del 15.4.2013) Art. 1 - Oggetto

Regolamento per la gestione dei contratti di lavoro part-time (approvato con determinazione n 172 del 15.4.2013) Art. 1 - Oggetto Regolamento per la gestione dei contratti di lavoro part-time (approvato con determinazione n 172 del 15.4.2013) Art. 1 - Oggetto Il presente Regolamento disciplina le procedure per la trasformazione del

Dettagli

REGOLAMENTO DEL PART-TIME

REGOLAMENTO DEL PART-TIME REGOLAMENTO DEL PART-TIME (approvato con deliberazione di Giunta comunale n. 279 del 14/11/2012, integrato con deliberazione di Giunta comunale n. 311 del 17/12/2013 e, da ultimo, modificato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Con la presente scrittura privata in tre originali, di cui uno per uso di. registrazione e due per uso delle parti, tra l Istituto Poligrafico e Zecca

Con la presente scrittura privata in tre originali, di cui uno per uso di. registrazione e due per uso delle parti, tra l Istituto Poligrafico e Zecca CONTRATTO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI STABILIMENTI DI ROMA DELL ISTITUTO POLIGRAFICO E ZECCA DELLO STATO S.p.A.: - STABILIMENTO DI P.ZZA VERDI - P.zza Verdi 10 - STABILIMENTO SALARIO Via

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti GUIDA OPERATIVA Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti Dicembre 2014 INDICE INTRODUZIONE... 2 PERMESSI PER CONCORSI, ESAMI, AGGIORNAMENTO... 3

Dettagli

FLC Cgil Nazionale Febbraio 2008

FLC Cgil Nazionale Febbraio 2008 FLC Cgil Nazionale Febbraio 2008 INSERIMENTO/AGGIORNAMENTO GRADUATORIE ATA DI 1^ FASCIA GUIDA ANALITICA ALLA COMPILAZIONE DELLA DOMANDA (modelli di domanda - allegati B1, B2, F, G, H) 0) La modulistica

Dettagli

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale!

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET consente la piena digitalizzazione della scuola: completa

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

RINUNCIO IN UNA GRADUATORIA ACCETTO IN UNA GRADUATORIA ACCETTO SU SOSTEGNO HO AVUTO IL RUOLO SECONDO LE ISTRUZIONI MINISTERIALI DEL 25 AGOSTO 2009

RINUNCIO IN UNA GRADUATORIA ACCETTO IN UNA GRADUATORIA ACCETTO SU SOSTEGNO HO AVUTO IL RUOLO SECONDO LE ISTRUZIONI MINISTERIALI DEL 25 AGOSTO 2009 SECONDO LE ISTRUZIONI MINISTERIALI DEL 25 AGOSTO 2009 a cura di Laura Razzano RINUNCIO IN UNA GRADUATORIA PER QUEST'ANNO (2009/2010)O NON POTRO' PIU' LAVORARE NELLA GRADUATORIA DI QUELLA PROVINCIA POTRO'

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Sottoscritto definitivamente in data 20 dicembre 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE N.B. Qualora ritenga importante integrare il questionario con commenti particolari o chiarimenti che ritiene importanti può farlo scrivendo quanto ritiene opportuno nello

Dettagli