ASSOCIAZIONE PER ONORANZE FUNEBRI FRA LAVORATORI E PENSIONATI FONDATA NEL 1931

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ASSOCIAZIONE PER ONORANZE FUNEBRI FRA LAVORATORI E PENSIONATI FONDATA NEL 1931"

Transcript

1 Anno XXXI n. 1-1 Semestre 2015 ASSOCIAZIONE PER ONORANZE FUNEBRI FRA LAVORATORI E PENSIONATI FONDATA NEL 1931 Via Amendola, 12 c BOLOGNA Tel Fax e mail: Periodico Semestrale dell Associazione Una copia D 0,36 Stampa: copie. Tariffa Roc Poste Italiane S.p.A Spedizione in abb. postale D.L. 353/2003 (convertito in legge n 46 del 27/02/2004) Art. 1- comm. 1- Bologna pag.02 gestione ASSEMBLEA generale ordinaria elettiva dei Soci pag pag pag.07 servizio sociale PRONTUARIO delle tariffe 2015 per aspiranti nuovi soci pag pag.12 regolamenti REGOLAMENTI delle tariffe 2015 per aspiranti nuovi soci pag.15 RELAZIONE ANNUALE BILANCIO bilancio consuntivo 2014 bilancio preventivo 2015 CREMAZIONE tabella del servizio giovani PREMIO incoraggiamento allo studio

2 Assemblea generale ordinaria dei Soci IN PRIMA CONVOCAZIONE ore 23,00 del giorno 9 Maggio 2015 presso la SEDE SOCIALE di Via G. Amendola n. 12/c ED IN SECONDA CONVOCAZIONE DOMENICA 10 Maggio 2015 ore 9,30 registrazione partecipanti ore 10,00 inizio Assemblea, ore 12,00 conclusione e Buffet di benvenuto; ORDINE DEL GIORNO: 1 Nomina Presidente dell Assemblea e saluto ai partecipanti 2 Relazione Consiglio di Amministrazione 3 Presentazione bilancio Preventivo 2015 e relativa approvazione Sostieni l'associazione L UMANITARIA DONA IL TUO 5 PER MILLE nella tua dichiarazione dei redditi Scrivi C.F non ti costerà nulla TEATRO CIRCOLO GIUSEPPE DOZZA - A.T.C. Via San Felice 11/e - Bologna 4 Relazione sindaci revisori Approvazione bilancio Consuntivo Premiazione studenti 6 Varie ed eventuali ATTENZIONE alla QUOTA SOCIALE! La quota sociale è di euro 30,00 e scade il 31 Dicembre di ciascun anno; pertanto deve essere rinnovata effettuando il versamento entro tale data e, comunque, non oltre il 31 Gennaio di ciascun anno. Quota euro 30,00 a persona specificando il nome per chi si paga. La quota può essere versata presso gli uffici postali pagando la tassa stabilita, conto corrente Postale n o gratuitamente, in banca presso le Agenzie convenzionate richiedendo il versamento indiretto per contanti oppure utilizzando i nostri codici: codice Iban Monte Paschi Siena: 53Y codice Iban Unicredit: IT 89 O Speciali condizioni per i soci Umanitaria IL NOSTRO UFFICIO È APERTO dalle ore 9 alle ore 13 dal Lunedì al Venerdì tel Via Amendola, 12 c BOLOGNA 2

3 GESTIONE Relazione annuale del consiglio di amministrazione de l Umanitaria 2015 Socie e soci carissimi, Prima di affrontare i temi attuali della nostra giornata e le prospettive dell Associazione, è nostro dovere come sempre ricordare i soci defunti ed in modo particolare i Soci fondatori ai quali ancora una volta dobbiamo dire grazie. E un onore per tutti noi presiedere una Associazione che, fin dal lontano 1931, dopo 84 anni ha saputo affrontare con serietà, competenza e tempismo, le diverse evoluzioni di un settore sensibile, soprattutto nel periodo compreso fra il 2004 e il Purtroppo anche quest anno molti nostri soci ci hanno fatto rilevare la mancata consegna del giornale e del bollettino anche se le cose sono andate decisamente meglio degli anni scorsi. Per facilitare il nostro lavoro chiediamo e auspichiamo la collaborazione dei nostri Soci soprattutto riguardo alla tempestiva comunicazione del cambio di residenza, recapito telefonico e/o altro al fine di mantenere i contatti e le informazioni necessarie specie in fase di pagamento della quota annuale. L Associazione, ha sempre posto una particolare attenzione ai Soci e alle diverse necessità delle persone, come abbiamo appena detto. Infatti, oltre al Servizio Sociale, esistono varie opportunità a richiesta, in forma individuale ed integrata come la cremazione, il post mortem, il cippo da terra ed il pagamento a saldo delle quote annuali per gli ultra settantenni. Come si rileva dai Bilanci, la Gestione economica è positiva in quanto, nel corso del 2014, le perdite di soci per morosità o dimissioni sono diminuite considerevolmente. Questo consente di rafforzare il Fondo Sociale di Garanzia. L aspetto negativo è rappresentato, come sempre, dal calo del numero di nuovi Soci. Infatti, nonostante i 391 nuovi iscritti, i decessi sono stati 620. Ne consegue che l impegno di tutti noi nell acquisizione di nuovi Soci è indispensabile nel tempo per mantenere alto il valore dell Associazione. Nel corso del 2014 l Umanitaria ha beneficiato del contributo del 5xmille anno 2012/2011 per un importo pari ad euro 2.697,51. L importo è stato accreditato in data 28/10/2014 ed inserito nel conto consuntivo 2014 in entrata. L Associazione erogherà tale somma nell anno 2014/2015 destinandola alle medesime finalità dell anno precedente. Desidero informare inoltre che la somma di euro 2.551,97, continua a pag. 4 AGENZIE POMPE FUNEBRI CONVENZIONATE C.S.F. Centro servizi funerari Via Carlo Jussi 18/E San Lazzaro di Savena (BO) tel cell Centro Servizi Funerari San Luca Via della Certosa, 71 - Bologna tel cell P.R. Onoranze Funebri di Parmeggiani Riccardo e C. S.A.S. Via Marzocchi 7/A S. Giovanni in P. (BO) cell VENDEMIATI PER ZONA FERRARA E ROVIGO Onoranze Funebri Via Eridania, 142 S.M. Maddalena - Occhiobello (RO) tel NESSUNO È AUTORIZZATO DALL UMANITARIA AD EFFETTUARE RISCOSSIONI A DOMICILIO. Centro Servizi Funerari C.S.F L'Umanitaria Via Porrettana n. 272 Sasso Marconi (BO) Tel: Fax: e mail: servizio 24h su 24 Centro Servizi Funerari C.S.F L'Umanitaria viale 2 giugno, 46 Ozzano Emilia (BO) tel

4 continua a pag. 3 contributo irpef 5xmille relativo all anno , è stato erogato nel corso dell anno 2014 come segue: euro 1.130,00, ai sensi della propria finalità istituzionale, per pagamento di due servizi funebri a persone indigenti; euro 1.321,97 come parte del premio incoraggiamento allo studio riferito alle scuole superiori anno scolastico premiazione avvenuta in data 4 maggio 2014 in occasione dell Assemblea Generale; euro 100,00 quale erogazione liberale all Associazione Nord-Sud Onlus. Nel corso del 2014 si è attuato un programma pubblicitario con offerta di buono sconto da scalare su ogni iscrizione di età compresa fra i 45 e gli 80 anni. Sono state recapitate a domicilio circa cartoline sconto, con servizio postale a postazone e chi si è iscritto, portando la cartolina, ha usufruito dello sconto in questione. Ad oggi, sono 167 i nuovi soci che ne hanno beneficiato. Tale offerta è stata riproposta quest anno RELAZIONE DEI SINDACI REVISORI L anno 2014, come anche il precedente, è stato contrassegnato da una riduzione delle perdite dei soci, da una conseguente riduzione dei servizi funebri e da una gestione economica positiva. La promozione posta in atto ha dato un buon risultato in termini di nuove iscrizioni, pertanto si consiglia eventualmente di prorogare l offerta al fine di incrementare ulteriormente il numero dei soci. Abbiamo verificato il rispetto delle previsioni economiche ipotizzate nel Bilancio Preventivo Sollecitiamo il Consiglio che, in occasione dell Assemblea Ordinaria del 2015, ponga in essere iniziative e/o azioni ed un impegno costante per incrementare la voce Soci considerandola fondamentale per la sopravvivenza dell Associazione. Il bilancio consuntivo sottopostoci è strettamente di competenza dell anno con scadenza 30 giugno 2015 e ci auguriamo che invogli molte persone ad iscriversi. E pubblicizzato anche sul sito web dell Associazione Nel Bilancio Preventivo per il 2015, troverete la riconferma dell impegno per le spese di Pubblicità e propaganda. Questo impegno economico ed organizzativo deve essere supportato anche dal passa parola che da sempre si è dimostrato valido e decisivo. La situazione, come al solito, impone prudenza ed attenzione, soprattutto per quanto riguarda la quota sociale che consente la copertura della gestione corrente. Come ricorderete già nell assemblea del 2014 si era ipotizzato l aumento da 30 a 31 euro a cui non si è dato seguito. Nelle USCITE Si è potuto rilevare nel corso del 2014 una minore spesa della voce servizi funebri pari ad euro ,50, rispetto al consuntivo 2013 euro ,02, la spesa relativa a pubblicità e propaganda è aumentata, pur rimanendo all interno delle previsioni di Bilancio, in quanto nel corso del 2014 le affissioni negli spazi pubblicitari sono aumentate ed è pure aumentata la divulgazione dei pieghevoli. L invio delle cartoline con buono sconto ha inciso in modo consistente con lo scopo di fare conoscere l Associazione e dare un auspicabile rilancio delle adesioni. PREMI SCOLASTICI ANNO 2013/2014: nel corso dell Assemblea generale 2015 saranno premiati 30 ragazzi, un impegno che, l Associazione vuole mantenere e riconoscere a tutti gli studenti meritevoli. Il Consiglio vuole ringraziare tutti coloro che hanno dato e daranno il proprio sostegno all Associazione, consentendoci di operare con serenità. Un pensiero e un ringraziamento ai Soci che, nell invio della quota sociale, hanno integrato l importo con oblazioni che saranno utilizzate per il premio di incoraggiamento allo studio. Voglio inoltre ringraziare la famiglia Marchionni per le belle parole espresse nei confronti dell Umanitaria in occasione delle perdita della figlia, che per pochi giorni non aveva raggiunto i sei mesi dall iscrizione. In via eccezionale L Umanitaria si è fatta carico ugualmente del funerale. Il Consiglio ringrazia tutti voi per la fiducia accordata, per il sostegno e l incoraggiamento ricevuto che ci consente di operare in modo sereno. Amiche ed amici carissimi, anche a tutti voi auguriamo una lunga e serena vita, piena di soddisfazioni. Agli studenti, che hanno meritato il Premio di incoraggiamento allo Studio complimenti ed un augurio sincero per la vita. Per il Consiglio di Amministrazione Valter Cardi Nelle ENTRATE La voce quote Soci, nonostante il calo dei Soci, si mantiene a livelli soddisfacenti anche per effetto delle differenti quote di riscatto versate dai nuovi soci, La voce Interessi da investimenti sono una voce insignificante, ciò nonostante abbiamo avuto un utile di esercizio importante, dovuto anche ad una attenta gestione delle risorse e degli affitti,. che hanno consentito di consolidare un avanzo di gestione. Rendiamo noto che dalle verifiche ai Registri Contabili, da noi effettuate durante l anno trascorso, abbiamo rilevato la perfetta concordanza tra le varie registrazioni eseguite ed i relativi documenti giustificativi. Ciò posto, invitiamo i Soci a dare la loro approvazione al Conto consuntivo 2014 ed a quello preventivo SITUAZIONE SOCI Al 31/12/2013 SOCI AMMESSI 415 RIAMMESSI 11 DECEDUTI 627 DIMISSIONARI 8 MOROSI cancellati 52 ENTRATE ,92 USCITE ,13 Risultato di esercizio Al 31/12/2014 SOCI AMMESSI 391 RIAMMESSI 13 DECEDUTI 620 DIMISSIONARI 10 MOROSI cancellati 30 ENTRATE ,92 USCITE , ,90 I Revisori: F. Parma, V. Sturniolo, G. Ermilli

5 BILANCIO CONSUNTIVO 2014 CONTO ECONOMICO ENTRATE EURO Quote ordinarie, di riscatto,iscrizioni ,07 Oblazioni 891,61 Riammissioni 341,50 Interessi su investimenti 8.786,04 Interessi bancari e postali 1.601,73 Bolli 742,00 Quote soci a vita 8.901,00 Affitto immobili ,00 Contributo 5x ,51 Incasso Fondo Asc Insieme ,00 Utilizzo Fondo Asc Insieme 2.250,00 Entrate varie 2.593,46 TOTALE entrate ,92 USCITE EURO Servizi funebri ,50 Servizi funebri a rateo ,00 Spese generali ,51 Spese generali a rateo 550,90 Spesa personale ,49 Spesa personale a rateo ,29 Utenze 2.631,33 Utenze rateo 287,97 Periodico l Umanitaria Notizie ,56 Pubblicità e propaganda ,49 Pubblicità e Propaganda a rateo 1.098,00 Spese postali 3.692,03 Tasse ed imposte 8.212,59 da oltre 80 anni gli occhi della città Premi scolastici 7.750,00 PUNTO PERMANENTE RACCOLTA OCCHIALI LIONS Assicurazione 1.500,95 A Bologna, l innovazione. Assistenza tecnica 2.899,70 Dal 1926 Marche da bollo 1.106,00 Via Montegrappa, 3/2B (Bo) Incremento TFR 1.955,60 tel Interessi Passivi 4.746,80 fax Immobile Via Pratello Bologna 1.350,31 Immobile Ozzano Emilia 480,00 Via Santo Stefano, 38 (Bo) TOTALE uscite ,02 tel Risultato di esercizio ,90 CONTO PATRIMONIALE GESTIONE ATTIVITÀ EURO Cassa - C/c bancari e postali ,11 Investimenti ,04 Immobili ed arredamenti ,03 Deposito post-mortem ,17 Deposito cremazione ,84 TOTALE attività ,19 Via Mazzini, (Bo) tel. e fax A s s o c i a t o PASSIVITÀ EURO Fondo Sociale al 31/12/ ,67 Quote ordinarie conto ,00 T.F.R ,82 Ratei ,83 Fondo Cippo ,96 Fondo Asc Insieme 7.870,00 Fondo Cremazione ,84 Fondo Post-mortem ,17 Fondo patr. Garanzia R.e.R ,00 TOTALE passività ,29 Risultato di esercizio ,90 Totale a pareggio ,19 Visual Project Società Cooperativa Sede Legale e Stabilimento: Via Giovanni Benini, Zola Predosa (Bo) Tel Fax Registro delle Imprese di Bologna C.F. e P.IVA N Iscrizione Albo Cooperative N A

6 GESTIONE BILANCIO PREVENTIVO 2015 ENTRATE EURO Quote ordinarie ,00 Quote riscatto e iscrizioni ,00 Interessi bancari, postali e investimenti 2.500,00 Proventi da partecipazione - Affitti ,00 Oblazioni 1.000,00 Entrate varie 1.800,00 TOTALE ,00 USCITE EURO Servizi funebri ,00 Spese generali ,00 Spese personale ,00 Utenze 4.600, ,00 Pubblicità e propaganda ,00 Tasse e imposte 9.000,00 Premi scolastici 8.000,00 Premi ass. immobile, macchine e pers ,00 assistenza informatica 1.300,00 spese condominio ,00 Spese postali 5.600,00 TOTALE ,00 OFFERTE VALIDE TUTTO L ANNO FARMACIA S. ANNA FARMACIA S. ANNA Via Don Minzoni, 1 - Bologna tel / tel Orario di apertura: / Via Don Minzoni,1 - Bologna OMEOPATIA - FITOTERAPIA - COSMETICA 15% su parafarmaco Tel / PRODOTTI PER L INFANZIA - ALIMENTI PER CELIACI 10% / 15% omeopatia ALIMENTI PER SPORTIVI - ARTICOLI SANITARI 10% / 15% farmaco fascia C OMEOPATIA APPARECCHI ELETTROMEDICALI 10%-20% FITOTERAPIA ANALISI DEL CAPELLO - BIOTRICOTEST COSMETICA su prodotti da banco AUTODIAGNOSI DEL SANGUE PRODOTTI PER L INFANZIA ALIMENTI PER CELIACI ALIMENTI PER SPORTIVI ARTICOLI SANITARI APPARECCHI ELETTROMEDICALI ANALISI DEL CAPELLO BIOTRICOTEST AUTODIAGNOSI DEL SANGUE OFFERTE VALIDE TUTTO L ANNO i servizi e le convenzioni dello SPI-CGIL continuano a crescere Pratiche di successione, domande di reversibilità, controllo degli estratti conto, pensioni, 730, RED, ISEE, diritti contrattuali, informazioni sul mondo del lavoro: è facile, basta rivolgersi alle sedi Spi e alle Camere del lavoro della CGIL, per ottenere i servizi del Patronato Inca dei CAAF, dell Ufficio Vertenze Legali, tutela e assistenza. Presso la Camera del Lavoro di BOLOGNA via Marconi, 67/2 - tel la nostra tessera è differente 15% su parafarmaco 10%-20% su prodotti da banco 6

7 Prontuario delle tariffe per aspiranti nuovi soci Età D Quota iscrizione D Quota TOTALE D Quota D riscatto Generale 0/40 D 15,00 D D 30,00 D 45,00 41 D 15,00 D 13,00 D 30,00 D 58,00 42 D 15,00 D 27,00 D 30,00 D 72,00 43 D 15,00 D 40,00 D 30,00 D 85,00 44 D 15,00 D 54,00 D 30,00 D 99,00 45 D 15,00 D 67,00 D 30,00 D 112,00 46 D 15,00 D 81,00 D 30,00 D 126,00 47 D 15,00 D 94,00 D 30,00 D 139,00 48 D 15,00 D 107,00 D 30,00 D 152,00 49 D 15,00 D 121,00 D 30,00 D 166,00 50 D 15,00 D 134,00 D 30,00 D 179,00 51 D 15,00 D 148,00 D 30,00 D 193,00 52 D 15,00 D 161,00 D 30,00 D 206,00 53 D 15,00 D 175,00 D 30,00 D 220,00 54 D 15,00 D 188,00 D 30,00 D 233,00 55 D 15,00 D 201,00 D 30,00 D 246,00 56 D 15,00 D 215,00 D 30,00 D 260,00 57 D 15,00 D 228,00 D 30,00 D 273,00 58 D 15,00 D 242,00 D 30,00 D 287,00 59 D 15,00 D 255,00 D 30,00 D 300,00 60 D 15,00 D 270,00 D 30,00 D 315,00 61 D 15,00 D 285,00 D 30,00 D 330,00 62 D 15,00 D 305,00 D 30,00 D 350,00 63 D 15,00 D 321,00 D 30,00 D 366,00 64 D 15,00 D 335,00 D 30,00 D 380,00 65 D 15,00 D 351,00 D 30,00 D 396,00 66 D 15,00 D 365,00 D 30,00 D 410,00 67 D 15,00 D 378,00 D 30,00 D 423,00 68 D 15,00 D 390,00 D 30,00 D 435,00 69 D 15,00 D 405,00 D 30,00 D 450,00 70 D 15,00 D 420,00 D 30,00 D 465,00 SERVIZI SOCIALI ISCRIZIONI 2015 Importo da corrispondere in base all età al momento dell iscrizione. Negli anni che seguono il Socio dovrà corrispondere la sola quota sociale annuale. Età D Quota iscrizione D Quota TOTALE D Quota D riscatto Generale 71 D 15,00 D 435,00 D 30,00 D 480,00 72 D 15,00 D 450,00 D 30,00 D 495,00 73 D 15,00 D 466,00 D 30,00 D 511,00 74 D 15,00 D 481,00 D 30,00 D 526,00 75 D 15,00 D 495,00 D 30,00 D 540,00 76 D 15,00 D 510,00 D 30,00 D 555,00 77 D 15,00 D 518,00 D 30,00 D 563,00 78 D 15,00 D 530,00 D 30,00 D 575,00 79 D 15,00 D 546,00 D 30,00 D 591,00 80 D 15,00 D 560,00 D 30,00 D 605,00 81 D 15,00 D 594,00 D 30,00 D 639,00 82 D 15,00 D 607,00 D 30,00 D 652,00 83 D 15,00 D 618,00 D 30,00 D 663,00 84 D 15,00 D 631,00 D 30,00 D 676,00 85 D 15,00 D 642,00 D 30,00 D 687,00 86 D 15,00 D 642,00 D 30,00 D 687,00 87 D 15,00 D 642,00 D 30,00 D 687,00 88 D 15,00 D 642,00 D 30,00 D 687,00 89 D 15,00 D 642,00 D 30,00 D 687,00 90 D 15,00 D 642,00 D 30,00 D 687,00 91 D 15,00 D 642,00 D 30,00 D 687,00 92 D 15,00 D 642,00 D 30,00 D 687,00 93 D 15,00 D 642,00 D 30,00 D 687,00 94 D 15,00 D 642,00 D 30,00 D 687,00 95 D 15,00 D 642,00 D 30,00 D 687,00 96 D 15,00 D 642,00 D 30,00 D 687,00 97 D 15,00 D 642,00 D 30,00 D 687,00 98 D 15,00 D 642,00 D 30,00 D 687,00 99 D 15,00 D 642,00 D 30,00 D 687, D 15,00 D 642,00 D 30,00 D 687,00 oltre D 15,00 D 642,00 D 30,00 D 687,00 Riservato ai soci con età pari o superiore a 70 anni Molti Soci per evitare il disagio di doversi recare a fare il versamento, oppure di dimenticare di farlo, hanno chiesto, in diverse occasioni di avere la possibilità di corrispondere in una unica soluzione le quote per gli anni futuri. Tale possibilità è riservata ai soli Soci con età pari o superiore a 70 anni. Il versamento delle quote anticipate comporta la nomina a Socio a Vita dell interessato che conserverà tutti i diritti acquisiti. Le Quote da versare sono indicate nella tabella che segue. Età Quota Età Quota Età Quota Età Quota 70 D 370,00 78 D 225,00 86 D 140,00 94 D 90,00 71 D 370,00 79 D 225,00 87 D 111,00 95 D 60,00 72 D 342,00 80 D 197,00 88 D 111,00 96 D 60,00 73 D 313,00 81 D 197,00 89 D 111,00 97 D 60,00 74 D 312,00 82 D 168,00 90 D 107,00 98 D 60,00 75 D 285,00 83 D 168,00 91 D 90,00 99 D 60,00 76 D 285,00 84 D 168,00 92 D 90, D 256,00 85 D 140,00 93 D 90,

8 SERVIZI SOCIALI Natura e finalità degli hospice Gli hospice sono strutture che nascono all interno di alcuni ospedali o di altri centri presenti sul territorio, gestiti direttamente dalle Aziende sanitarie o da associazioni di volontariato e consorzi in convenzione con le Aziende stesse, per l assistenza ai malati terminali. Si tratta di veri e propri centri residenziali per cure rivolte ai pazienti che si trovano nello stadio finale della propria malattia che non possono più essere curati a domicilio o in ospedale. Nell hospice la persona dovrebbe sentirsi a proprio agio quasi come fosse a casa sua. In quasi tutte le strutture il malato ha a disposizione una stanza con bagno privato e la possibilità di personalizzare l ambiente come crede, anche con piccoli mobili di sua proprietà. Alcune strutture permettono perfino di tenere animali da compagnia di piccola taglia. Le visite dei parenti sono libere e senza limiti di tempo. Peculiari sono le cure palliative e la cosiddetta terapia del dolore. Le cure palliative mettono al centro dell'attenzione il malato, non la malattia, con l'obiettivo di garantire una vita dignitosa e senza dolore e quindi di offrire la migliore qualità di vita che la malattia permette. Al progredire di quest ultima si dovrà orientare l assistenza verso una qualità della morte. Il sollievo dal dolore, obiettivo prioritario in ogni fase della malattia, è raggiungibile, nella maggioranza dei casi, con terapia farmacologica somministrando cioè oppiacei, analgesici, antidolorifici, narcotici, adiuvanti ed anestetici locali. Ma vengono praticate anche terapie fisiche come esercizi, fisioterapia, ultrasuoni, ecc.. Poiché il dolore del malato terminale è un dolore "totale", ossia fisico, psicologico, sociale, spirituale, relazionale, il "prendersene cura" significa dargli assistenza attiva e tendere al controllo globale della sofferenza, sia del malato che dei suoi familiari. Inteso come una sorta di prolungamento ed integrazione della propria dimora, l hospice include anche il sostegno psicologico e sociale alle famiglie del malato. Le modalità di accesso agli hospice cambiano da regione a regione La richiesta di essere ospitati all interno di strutture di questo tipo deve provenire in genere o dal medico di famiglia o dal reparto di oncologia presso cui è ricoverata la persona. Il malato è inserito in una lista di attesa da rispettare, i cui tempi possono variare dai trenta ai sessanta giorni. Esistono sia hospice convenzionati con il Servizio Sanitario Nazionale, sia hospice a pagamento. Nel primo caso la famiglia non deve sostenere alcun costo. I costi delle strutture a pagamento variano in base ai servizi offerti. Per legge una persona può essere ricoverata in un hospice per novanta giorni. Oltre questa soglia infatti la struttura non riceve rimborsi dal Servizio sanitario; ma difficilmente un hospice rifiuta di prestare assistenza ad un malato allo scadere dei tre mesi. Verrebbe infatti meno alla sua filosofia di assistenza. NOTIZIE Cremazione Deposito testamento Gratuito per i Soci 8 L attività svolta dall Umanitaria nell ultimo biennio è stata principalmente orientata ad integrare i servizi offerti per agevolare ed aiutare i propri soci. Obiettivo preminente è quello di tutelare il diritto di cremazione con assistenza qualificata e di garantire il rispetto delle volontà dei soci ampliando i servizi in base alle nuove esigenze. I nostri uffici offrono assistenza diretta e gratuita agli associati che vorranno depositare la propria volontà di cremazione; in questi casi supportano anche chi ha difficoltà olografe attivando due testimoni che raccolgono e validano la volontà espressa dal socio. Il servizio di cremazione offerto è onnicomprensivo e nulla sarà richiesto in seguito ai familiari. Per coloro che non vogliono lasciare ai propri cari nessuna incombenza l Umanitaria offre ai soci un servizio post mortem che permette di pianificare e dettagliare anticipatamente ogni servizio richiesto dopo la morte. Il mandato è conferito all Umanitaria versando una somma che viene accantonata e servirà a coprire tutte le spese relative. Attraverso convenzioni, l Associazione assicura ai propri soci assistenza legale e notarile, con primo consulto gratuito, per pratiche di successione, testamenti, stime, divisioni ereditarie, amministratori di sostegno, conflitti fra coeredi,ecc. Mette a disposizione di chi ha subìto eventi personali dolorosi e traumatici la professionalità del proprio personale che seguirà il socio dall organizzazione del funerale, alle pratiche cimiteriali, ecc.

9 SERVIZI SOCIALI Cremazione Tabella del servizio in relazione all'età effettiva al momento della richiesta in vigore dal 1 Giugno 2015 IL SERVIZIO COMPRENDE: tassa per cremazione, documentazione, urna, tappetino e Barriera, imposte di bollo. La somma da corrispondere è "una tantum", non potrà essere richiesto altro contributo mentre rimane obbligatoria l esecuzione del mandato ricevuto. Età D Importo Età D Importo Età D Importo 40 D 1.815,00 61 D 1.160,00 82 D 823,00 41 D 1.815,00 62 D 1.144,00 83 D 823,00 42 D 1.732,00 63 D 1.121,00 84 D 823,00 43 D 1.732,00 64 D 1.094,00 85 D 808,00 44 D 1.654,00 65 D 1.080,00 86 D 808,00 45 D 1.654,00 66 D 1.062,00 87 D 808,00 46 D 1.579,00 67 D 1.024,00 88 D 808,00 47 D 1.579,00 68 D 1.024,00 89 D 808,00 48 D 1.509,00 69 D 1.007,00 90 D 799,00 49 D 1.509,00 70 D 953,00 91 D 799,00 50 D 1.444,00 71 D 953,00 92 D 799,00 51 D 1.444,00 72 D 940,00 93 D 799,00 52 D 1.381,00 73 D 940,00 94 D 799,00 53 D 1.378,00 74 D 927,00 95 D 781,00 54 D 1.350,00 75 D 927,00 96 D 781,00 55 D 1.321,00 76 D 891,00 97 D 781,00 56 D 1.307,00 77 D 891,00 98 D 767,00 57 D 1.279,00 78 D 880,00 99 D 767,00 58 D 1.237,00 79 D 849, D 754,00 59 D 1.208,00 80 D 823, D D 1.190,00 81 D 823, D - - Informazioni in tutte le filiali della Banca Monte dei Paschi di Siena CONTI CORRENTI (sviluppo Emilia nuovi correntisti) Spese di tenuta conto: Spese di Liquidazione: Spese Bonifici: 5 euro trimestrali operazioni illimitate; Comprese nel canone; 1,50 euro Informazioni in tutte le filiali della Banca Monte dei Paschi di Siena (elenco su TERRITORIALE BOLOGNA Via Milazzo, Bologna Tel Fax Essere iscritti al sindacato è bene. Ma è anche utile Servizi gratuiti agli iscritti FNP: ~ ASSICURAZIONE INFORTUNI CON DEGENZA OSPEDALIERA (dal 2 giorno di ricovero) ~ ASSICURAZIONE FURTI E SCIPPI (fino ad un massimo di D 258,23) Convenzioni con compagnie assicurative: ~ UNIONVITA, ZURIGO, UNIPOL, ARAG Le altre agevolazioni: ~ CARTAVIAGGIO RELAX (riduzione biglietto treno) ~ CONVENZIONI BANCARIE (CARISBO BANCA POPOLARE E.R EMIL BANCA) ~ INOLTRE IL SISTEMA SERVIZI CISL mette a disposizione degli iscritti alla Fnp Tutela Previdenziale Difesa Consumatori Assistenza per la casa Turismo, Sport, Tempo Libero Difesa Consumatori Il personale delle nostre filiali è a disposizione per ogni informazione e approfondimento. Le condizioni economiche sono indicate nella misura minima (se a carico del cliente) e massima (se a carico del cliente,), sono valide fino a nuovo avviso e non CONTI CORRENTI (sviluppo Emilia nuovi correntisti) tengono conto di eventuali particolari spese aggiuntive, sostenute e/o reclamate da terzi o previste da specifici accordi in deroga, imposte o quant altro dovuto Spese di tenuta conto: 5 euro trimestrali operazioni illimitate; 9

10 SERVIZI SOCIALI 10 Modalità per ottenere il servizio sociale continua a pag. 11 DIRITTI DEI SOCI 1 - Località ove si svolge il Servizio Sociale. L Associazione svolge la sua attività nel territorio del Comune di Bologna ed in quello di tutti gli altri Comuni della provincia ed in qualsiasi altra località nella quale risieda il Socio che richieda il nostro intervento. 2 - Servizio Sociale. Dopo sei mesi dal giorno dell iscrizione, il Socio, al momento del decesso, ha diritto al servizio Sociale che consiste: a) il Socio vuol essere sepolto o cremato: - una cassa di ottima fattura, a forma di cofano, atta alla sepoltura, con tutti gli accessori necessari (velo, croce, maniglie, ecc.); - un copricassa di fiori; - il carro funebre per il trasporto; - il disbrigo di tutte le pratiche relative al decesso. b) il Socio desidera essere tumulato in tomba o tombino: - una cassa di ottima fattura, a forma di cofano, atta alla tumulazione, quindi completa di cassa di zinco, con tutti gli accessori necessari (velo, croce, maniglia ecc,); - il carro funebre per il trasporto; - il disbrigo di tutte le pratiche relative al decesso. CASI PARTICOLARI Le esequie dei Soci che decedono prima dei sei mesi previsti dallo Statuto Sociale, sono a carico dei Familiari. È sempre comunque conveniente rivolgersi, anche in questo caso, alle Agenzie convenzionate che applicheranno al servizio una particolare tariffa. SERVIZI SUPPLEMENTARI 1 - Servizio Post- Mortem Il Socio in vita può dare mandato all Associazione di provvedere, dopo il suo decesso, a prestazioni aggiuntive al Servizio Sociale. Maggiori dettagli saranno dati in Sede ai diretti interessati tele fo nando al: tel dalle ore 9 alle 13. 1a - Servizio Post- Mortem Mandato per l esecuzione del funerale L Associazione L Umanitaria può provvedere per le persone sole e non, su specifico mandato dei Soci interessati, ad organizzare il servizio Funebre, messa, inumazione, tumulazione, cremazione, destinazione delle ceneri, collocazione dell urna per la conservazione delle ceneri, oppure alla sua dispersione provvedendo a curare tutte le volontà espresse in vita dal Socio. Il Servizio viene esteso a tutti i residenti nella Regione Emilia Romagna, ed in tutte le località ove l Associazione possa garantire il corretto svolgimento dell incarico. I Soci interessati, possono conferire il mandato versando una somma, che l Associazione provvederà ad accantonare per eseguire il mandato ricevuto. La quota potrà essere pagata anche a rate per un massimo di mesi sei. Una volta saldato il conto nulla dovrà essere richiesto ai Familiari. 2 - Fornitura cippo È possibile avere la fornitura del cippo, versando una quota al momento della richiesta. Anche per questo servizio, è necessario fissare un appuntamento telefonando alla nostra sede. 3 - Soci a vita - (Riservato ai soci con età pari o superiore a 70 anni) Per evitare il disagio di doversi recare a fare il versamento, oppure di dimenticare di farlo, molti Soci, in diverse occasioni, hanno chiesto di aver la possibilità di corrispondere in una unica soluzione le quote per gli anni futuri, diventando così Soci a vita. Per ottenere questa facilitazione, il Socio, dovrà corrispondere in una unica soluzione, la quota indicata dalla apposita tabella. Se il Socio è un nuovo iscritto, alla somma dovuta per l iscrizione, dovrà aggiungere la quota suddetta. 4 - Servizio cremazione Vedi pag. 08 SPESE A CARICO DEI FAMILIARI 1 - Diritto di inumazione Tale diritto è da corrispondere al Comune ove avviene l inumazione, per Bologna la quota è comprensiva anche per l esumazione che dovrà avvenire dopo 10 anni. 2 - Diritto di cremazione Tale diritto è da corrispondere al Comune ove avviene la cremazione. 3 - Diritto di Agenzia Tale diritto deve essere corrisposto: - se la tumulazione avviene in tomba o tombino; - se la salma viene cremata, - se i Familiari utilizzano una cassa di tipo diverso da quella Sociale. 4 - Diritti Sanitari Devono essere corrisposti in caso si rendano necessarie iniezioni conservative. 5 - Applicazione alla bara di speciale dispositivo assorbente Quando è ritenuto necessario dalle norme sanitarie 6 - Valori bollati Devono essere corrisposti nei casi previsti dalla legge 7 - Tasse comunali di entrata ed uscita dai Comuni Devono essere corrisposti in caso di trasporto da una località all altra 8 - Indennità chilometrica Deve essere corrisposta in caso di trasporto da una località all altra 9 - Altri servizi Eventuali altri servizi richiesti all Agenzia che esegue il servizio e non previsti dallo Statuto Sociale, quale, ricordini,cerimonia religiosa, fiori, vestizione, urna ecc. INFORMAZIONI UTILI PER I FAMILIARI IN CASO DI DECESSO DI UN CONGIUNTO SE IL DECESSO AVVIENE IN CASA Si deve chiamare il medico curante o la guardia medica che verifica le cause del decesso e compila un certificato su apposito modulo. Il medico curante va comunque sempre attivato per la compilazione del certificato Istat. Per motivi diversi si consiglia di non trattenere la salma in abitazione. È consigliabile quindi richiedere al medico curante e/o alla guardia medica il rilascio della richiesta di trasferimento della salma all istituto di medicina legale del Comune di Bologna. Il medico può procedere al trasferimento della salma, qualora l abitazione sia inidonea alla custodia. DECESSO IN OSPEDALE La salma verrà custodita presso la camera mortuaria dell ospedale fino al funerale. I Familiari dovranno contattare l Agenzia di Onoranze Funebri convenzionata Umanitaria la quale provvederà a tutte le incombenze relative alle richieste dei Familiari, all organizzazione del funerale, senza che questi debbano preoccuparsi dell iter burocratico.

11 SERVIZI SOCIALI continua a pag. 10 Modalità per ottenere il servizio sociale DECESSO IN CASA DI CURA La salma verrà custodita presso la camera mortuaria della struttura fino al funerale. Per motivi sanitari, oppure su richiesta dei Familiari la salma potrà essere trasferita al D.O.S. del Comune di Bologna. E consigliabile sempre contattare l Agenzia convenzionata Umanitaria che provvederà a dare corso a tutte le pratiche relative sollevando la famiglia da situazioni dolorose. Per i casi non espressamente indicati si consiglia di contattare l Agenzia convenzionata. I COMUNI 1 - Comuni nei quali viene svolto il servizio Sociale Territorio del Comune di Bologna e di tutti gli altri Comuni della Provincia. Territorio di qualsiasi altro Comune, non compreso nella Provincia di Bologna, nel quale venga richiesto il nostro intervento (vedasi successivo punto 5). I DECEDUTI A BOLOGNA 2 - Soci deceduti a Bologna e ivi sepolti o tumulati Soci deceduti nei vari Comuni delle Provincia sepolti o tumulati nella stessa località di decesso: I Familiari si debbono rivolgere ad una delle Agenzie convenzionate che provvederà al servizio. Non utilizzando una delle imprese convenzionate, si perde il diritto al Servizio Sociale ed ai Familiari del Socio, previa presentazione del certificato di morte e della fattura delle spese sostenute, all intestatario della fattura, verrà rimborsata la somma versata dal Socio durante il periodo di appartenenza all Associazione. I TRASPORTI 3 - Soci deceduti a Bologna e trasportati in altra località, compresa o no nella Provincia Qualora il Socio debba essere trasportato in località diversa da quella del decesso, il servizio funebre deve essere effettuato da una delle Imprese convenzionate alla quale i Familiari dovranno corrispondere direttamente l importo relativo al trasferimento da una località all altra (indennità chilometrica) e le eventuali tasse comunali. In questa circostanza però l As sociazione ammette che il servizio funebre possa essere effettuato da Impresa non convenzionata; in tal caso i Familiari del Socio defunto provve deran no alle spese relative e l Associazione, previa presentazione del certificato di morte e della ricevuta delle spese, liquiderà al Familiare intestatario della fattura, la somma corrispondente al costo del Servizio Sociale del momen to. LE NORME 4 - Norme particolari per il servizio nei vari Comuni della provincia di Bologna Per il Servizio Sociale svolto nelle località della Provincia non è richiesta indennità kilometrica, salvo il caso che il defunto debba essere trasportato in una località diversa da quella del decesso (es: decede a Vergato deve essere trasportato a Porretta, oppure in località compresa o non nella Provincia). In tal caso i Familiari dovranno corrispondere all Impresa una indennità chilometrica, oltre alle eventuali tasse comunali. I TRASPORTI 5 - Soci deceduti fuori della Provincia di Bologna Nella scelta dell Impresa, che deve eseguire il servizio, consigliamo i Familiari di valutare se è più conveniente utilizzare una delle imprese convenzionate, specie se il defunto desidera essere trasportato nel luogo di origine, oppure una Impresa del luogo di decesso. Nel primo caso l Associazione provvederà direttamente al pagamento del servizio Sociale all Impresa convenzionata che ha eseguito il servizio ed i Familiari dovranno rimborsare direttamente all Impresa stessa le maggiori spese incontrate (ossia la differenza fra l importo del servizio Sociale ed il costo effettivo). Nel secondo caso le spese sono a completo carico dei Familiari del Socio e l Associazione rimborserà, previa presentazione del certificato di morte e della fattura delle spese sostenute, al Familiare intestatario della fattura, la somma corrispondente al costo del Servizio Sociale del momento. Tutte le somme dovute per i servizi sopra elencati, devono essere corrisposte direttamente dai Familiari all Agen zia che provvede al servizio funebre. In caso di dubbi sui costi addebitati, i Familiari po tranno contattare l Umanita ria tel per il controllo delle spese. CAM SERVIZI ASSISTENZA NOTTURNA E DIURNA IN OSPEDALE E DOMICILIO Operatori esperti e referenziati Via del Pratello, Bologna ASSISTENZA ANZIANI E MALATI A BOLOGNA DAL ORE SU 24 CENTRO ASSISTENZA MULTISERVIZI della CITTÀ DI BOLOGNA SERVIZI DOMICILIARI per TUTTA la FAMIGLIA Collaborazione domestica Tel saltuaria e/o continuativa Cell mail: Cell

12 12 Regolamenti REGOLAMENTO di Polizia Mortuaria del Comune di Bologna Tutte le norme che regolano i decessi dei cittadini,i servizi funerari e cimiteriali sono contemplati nel Regolamento di Polizia Mortuaria D.P.R. 10/09/1990 n.285. In base a tali norme ogni Comune ha emanato norme applicative locali. Il Comune di Bologna le ha emanate in data 12/02/1996 integrandole poi nel 1997 e nel AMMISSIONE nelle strutture cimiteriali Riportiamo parte dell art.5 del predetto regolamento: 1 - Nel cimitero, salvo altra destinazione, sono ricevute e seppellite, senza distinzione di origine,di cittadinanza, di religione, le salme di persone decedute nel territorio dell area metropolitana di Bologna o che, ovunque decedute, avevano nell area stessa, al momento della morte, la propria residenza. 2 - Indipendentemente dalla residenza e dal luogo della morte, sono parimenti ricevute le salme delle persone aventi diritto al seppellimento nel cimitero in sepoltura privata, individuale o di famiglia. Sono pure accolti i resti mortali e le ceneri delle persone sopra citate. 3 - L ammissione di salme nei depositi di osservazione o negli obitori è autorizzata dal Sindaco, dall Autorità Giudiziaria, dal Medico necroscopo ovvero dalla Pubblica Autorità che ha richiesto l intervento del servizio di recupero e trasporto. 4 - Nel deposito di osservazione e nell obitorio è vietata la permanenza di persone estranee ed anche dei familiari, salvo i casi previsti dalle norme di accesso. INUMAZIONE Dall art. 9 del Regolamento Per inumazione della salma si intende la sepoltura in terra con la sola cassa di legno. L inumazione ha durata 10 anni. La legge n.26 del 2001 stabilisce che l inumazione debba essere fatta a pagamento. A seguito di tale legge dall ottobre 2002 e dal 1 dicembre 2010 il Comune di REGOLAMENTI Bologna ha stabilito per questo servizio una tariffa di Euro 442,00, comprendendo in questa e anticipandola la tariffa per l esumazione dopo 10 anni. Ogni Comune adotta misure proprie. CREMAZIONE Dall art. 12 del Regolamento: Compiuta la cremazione, le ceneri possono essere: a) Diligentemente raccolte in apposita urna funeraria sigillata, riportante all esterno le anagrafiche del defunto, e sistemate a richiesta in apposite cellette, mensole, nicchie o in alternativa in altra sepoltura privata, anche già contenente altra salma o i suoi resti mortali, purchè la presenza dell urna non impedisca la normale attività. b) Collocate nel Cinerario comune, qualora la famiglia non abbia provveduto diversamente. c) La dispersione delle ceneri potrà avvenire all interno della Certosa di Bologna nell apposita area denominata Giardino delle Rimembranze. d) Il Comune di Bologna ha deliberato dal 1 dicembre 2010 il costo della dispersione delle ceneri D 223,94 a carico dei familiari. TUMULAZIONE Dall art. 10 del Regolamento 1 - Sono a tumulazione le sepolture di feretri, cassette di resti o urne cinerarie che avvengono in opere murarie, loculi o cripte, costruite dal Comune o dai concessionari d aree. Per la tumulazione occorre la cassa di zinco all interno di quella di legno. ACQUISTO DEL LOCULO Dall art. 16 del Regolamento 1 - Nei limiti previsti dal Piano Regolatore Comunale il Comune può concedere l uso di aree cimiteriali e di manufatti a famiglie e comunità per la realizzazione di sepolture private. 2 - Data la natura demaniale di tali beni, il diritto d uso di una sepoltura deriva da una concessione amministrativa e lascia integro il diritto alla nuda proprietà del Comune. A Bologna l acquisto può essere fatto presso i Cimiteri della Certosa e Borgo Panigale ed in presenza della salma. Si acquista la concessione per 20 anni o 40 se per due salme. Dall art. 19 del Regolamento 3 - In caso di decesso del concessionario di una sepoltura privata, i discendenti legittimi e le altre persone che hanno titolo alla concessione sono tenuti a darne comunicazione scritta al Servizio di Polizia mortuaria entro 3 mesi dalla data del decesso, richiedendo contestualmente la variazione per aggiornamento intestazione della concessione in favore degli aventi diritto e designando uno di essi quale rappresentante della concessione nei confronti del Comune. Le concessioni perpetue (precedenti alle norme che ne hanno limitato la durata) restano valide. CIPPI E LAPIDI L Umanitaria dispone di una convenzione per la fornitura di cippi e lapidi a favore dei Soci a costi agevolati. Per informazioni rivolgersi ai nostri Uffici dalle 9,00 alle 13,00 - tel Alle salme poste in terra, viene posto un cippo provvisorio, quello definitivo non può essere posto in opera prima di otto mesi. Per i loculi la lapide definitiva deve essere messa in opera entro sei mesi. DECADENZA DAL DIRITTO Dall art. 11 del Regolamento 1 - Località ove esiste il Servizio Sociale: servizio funebre svolto da Impresa diversa da quella Convenzionata, oppure svolto da impresa convenzionata non competente per territorio. L Associazione rimborsa ai familiari, previa presentazione del certificato di morte, la somma complessivamente versata dal Socio, dedotta la quota di ammissione, solo se la scelta di impresa diversa da quella convenzionata, sia dovuta a impossibilità oggettiva, di contattare l impresa convenzionata o diniego della stessa, valutato dal consiglio di amministrazione, per ogni singolo caso.

13 NOTIZIE CERTIFICAZIONE UNICA dei redditi di lavoro o pensione Debutta quest anno la Certificazione Unica dei redditi di lavoro che contiene sia le certificazioni relative ai redditi di lavoro dipendente, sia quelle relative ai redditi di lavoro autonomo, alle provvigioni e ai redditi diversi, con tanto di obbligo di presentazione telematica e corredo sanzionatorio per i sostituti d imposta. È una delle più rilevanti novità che interessano le dichiarazioni dei redditi del La nuova certificazione manda in pensione il vecchio modello CUD e attrae nella sua sfera di applicazione anche i redditi di lavoro autonomo, fino allo scorso anno certificati dal datore di lavoro in forma libera e senza l obbligo della trasmissione telematica all Agenzia delle Entrate. La mancanza di un termine perentorio di scadenza, peraltro, aveva portato i sostituti d imposta tenuti all emissione delle certificazioni a prendersela comoda con riguardo alla consegna dei modelli ai lavoratori, a tal punto che, specialmente per le certificazioni delle ritenute d acconto agli autonomi, si arrivava a rilasciare il documento anche a ridosso della scadenza del modello UNICO. Da quest anno i sostituti d imposta ( da- tori di lavoro, Inps ) dovranno consegnare in forma cartacea o comunicare in forma elettronica - ove possibile - al dipendente e, di regola, per via telematica ai pensionati, le suddette Certificazioni entro il 28 febbraio 2015 e quindi trasmetterle per via telematica all Agenzia delle Entrate entro il 9 marzo Il collegamento telematico all Agenzia delle Entrate permetterà al sostituto d imposta di trasmettere informazioni necessarie alla precompilazione del modello 730/2015 e di ricevere comunicazioni per gli opportuni conguagli. MODELLO 730: molte novità nel 2015 Entro il 15 aprile 2015, l Agenzia delle Entrate metterà on line, sul proprio sito internet, a disposizione di ciascun contribuente potenzialmente interessato alla presentazione del modello 730 (pensionati, lavoratori dipendenti e assimilati), una dichiarazione già compilata. Sarebbe, in verità, più vicino al vero parlare di bozza precompilata. Infatti i dati che si troveranno inseriti sono soltanto quelli attualmente recuperabili dall Amministrazione finanziaria in maniera automatica: i redditi risultanti dalle Certificazioni uniche (l ex modello CUD) trasmesse dai sostituti d imposta; gli oneri deducibili/ detraibili che possono essere riconosciuti in base alle informazioni trasmesse da banche, compagnie di assicurazione ed enti previdenziali (quindi, interessi passivi su mutuo ipotecario, premi per polizze vita e contro gli infortuni, contributi previdenziali), e in base a dati presenti in precedenti dichiarazioni, come nel caso delle detrazioni per ristrutturazioni edilizie o per risparmio energetico, fruibili in più anni; i versamenti effettuati; le eventuali eccedenze risultanti dalla dichiarazione dello scorso anno. Il contribuente che vorrà confermare o integrare autonomamente i dati già inseriti, dovrà avere un collegamento internet, accreditarsi on line per telefono o recarsi in un ufficio dell Agenzia Entrate per ottenere l apposito codice PIN che gli permetterà di accedere al proprio 730, conoscere la normativa fiscale per controllare l esattezza dei dati inseriti e per integrare, senza incorrere in errori, quelli mancanti, ma che è suo interesse dichiarare per avere le detrazioni e le deduzioni a cui ha diritto. Mancano infatti sul 730 telematico tutti gli altri oneri deducibili e detraibili per spese sostenute dal contribuente nel 2014, ma che l Agenzia delle Entrate non può conoscere, come ad esempio: le spese mediche, le tasse scolastiche ed universitarie, le spese per ristrutturazioni effettuate nel 2014, le erogazioni liberali, le spese funebri, le detrazioni per gli inquilini, le spese per attività sportiva dei ragazzi, le detrazioni per canoni di locazione degli studenti, le spese veterinarie, le rette per asili nido, ecc. Inoltre il modello 730 precompilato non sarà messo a disposizione di tutti i contribuenti, ma solo di chi ha presentato il 730 nel 2014 ed ha una certificazione modello CU 2014 ( quello che per intenderci era il CUD ) rilasciata nel 2015 da un sostituto d imposta. Pochi dunque avranno la fortuna di poter semplicemente confermare la proposta ; sono tante le informazioni necessarie alla corretta e completa compilazione della dichiarazione che il Fisco non può sapere e non acquisisce in via automatica. La stragrande maggioranza dei contribuenti avrà quindi la necessità di apportare integrazioni e/o modifiche. In ogni caso confermare, modificare o integrare il 730 precompilato equivale ad assumersene tutte le responsabilità. Nessuna paura, comunque, per chi è refrattario ai cambiamenti e per chi, non avendo dimestichezza con gli strumenti informatici, non vuole necessariamente rivolgersi a un CAF o a un intermediario per recuperare la precompilata approntata dall Amministrazione. Non esiste alcun obbligo di andare a visionarla né, tanto meno, di darle seguito. Insomma, la si può ignorare del tutto, rimanendone completamente al di fuori. In alternativa alla precompilata, infatti, è possibile continuare a presentare la dichiarazione dei redditi secondo tradizione, compilando cioè gli ordinari modelli 730 o Unico Persone fisiche. Novità, poi, quest anno, sui termini di presentazione del 730: la scadenza, tanto per il precompilato quanto per quello tradizionale, è fissata al 7 luglio 2015; scompaiono, quindi, i vecchi appuntamenti del 30 aprile, per la consegna del modello al proprio sostituto d imposta, e del 31 maggio, per la presentazione ad un Caf o ad un professionista abilitato. 13

14 URBANISTICA Oblazioni Si ringraziano, per i contributi offerti, Banca Monte Paschi di Siena, Assicoop, Unipol S.P.A, Associazione A.L.P.I.C., Odonto Ceramic Center, Laboratorio A. M., Centro Assistenza Multiservizi della Città di Bologna, Farmacia S. Anna, Ottica Garagnani, Maico, i soci oblatori e tutti coloro che hanno devoluto all Associazione il 5x mille nella dichiarazione dei redditi. La generosità di tanti e la somma stanziata dall Umanitaria permetteranno di erogare i premi di incoraggiamento allo studio. ABBIAMO AVUTO UNA INTERESSANTE OFFERTA: Parla col cuore ed anche i sordi ti capiranno (Cesare Cantù) Ora che quasi più nessuno sa parlare col cuore... Provvede MAICO, (quindi, non c e peggior sordo di uno che non vuol sentire!). MAICO BOLOGNA Piazza dei Martiri, 1/2 Tel Tutti i giorni dalle ore alle ore e dalle ore alle ore Giovedì e sabato pomeriggio: chiuso Convenzioni per i soci Per richiedere tali consulenze è necessario rivolgersi alla Sede dell Associazione tel , per fissare l appuntamento con il consulente interessato. Il Socio che nel corso di un anno presenta almeno TRE nuovi Soci, non dovrà pagare la quota Sociale dell anno successivo. CONSULENZA LEGALE, CIVILE, PENALE E FINANZIARIA, FISCALE, TRIBUTARIA E DI CONDOMINIO. Consulenza legale in ambito civile, commerciale e tributario tra cui Denunce di successione, testamenti, stime e divisioni ereditarie, amministratore di sostegno, risoluzione dei conflitti tra coeredi, pianificazione fiscale, attività fiduciarie ed esecutore testamentario e attività legali in genere. CONSULENZA TECNICA Pratiche catastali e certificazioni energetiche, Consulenza e ricerca genealogica per assegnazione tombe, Verifica capienza e riduzione, Progettazione ristrutturazione e manutenzione sepolcri in genere. Ricerca e consulenza per concessione sepolcri perpetui di famiglia e monumentali a terzi. CON SCONTO DEL 20% PER I SOCI. Tutti gli aspiranti Soci che, al momento dell iscrizione presenteranno la tessera sindacale, verranno esentati dal pagamento della quota Sociale per il solo anno in corso. Al compimento del 100 anno di età il Socio viene esonerato dal versamento della quota Sociale. Il Socio viene preavvisato a mezzo lettera entro il mese di settembre dell anno precedente il compimento del 100 anno. NOTIZIE DAL CENTRO SERVIZI Presso il nostro Centro Servizi è possibile procedere alla compilazione della dichiarazione di successione e delle volture catastali a tariffe agevolate. E inoltre attivo lo sportello ALPICOLF per la gestione completa degli adempimenti in materia di lavoro domestico: assunzione, elaborazione buste paga e contributi, certificazione dei compensi ecc. PATRONATO EPAS Il nostro recapito cittadino del patronato EPAS vi assiste nella predisposizione delle domande di reversibilità INPS/INPDAP altri Enti, nelle richieste di Invalidità Civile oltre che nel disbrigo di tutte le pratiche previdenziali (controllo pensione, ricostituzioni, ecc) presso A.L.P.I.C.. U.DI.CON. L Unione per la Difesa dei consumatori è un Associazione che ha come scopo statutario la tutela dei diritti dei cittadini: vertenze telefoniche, condominio, agenzie viaggi, acquisti, bollette, assicurazioni, ecc. La sede di Bologna è a Vostra disposizione per richieste, consulenze e conciliazioni presso A.L.P.I.C.. SERVIZIO A DOMICILIO GRATUITO PER ANZIANI E DISABILI PER URGENZE (anche festivi) A.N.A.P. - CONFARTIGIANATO L'Umanitaria si impegna nei confronti di tutti gli iscritti a A.N.A.P. - Confartigianato che esibiranno la tessera di adesione e/o altro, che vorranno iscriversi, una riduzione di euro 30, Autorizzazione ministeriale n. ITCA

15 AGROTTI Dana ANDRAGHETTI Paolo ASCONE Nicola BONETTI Elena BONETTI Enrico BORTOLOTTI Gloria BURNELLI Laura BUSI Anna BUSI Claudia CAFFARELLI Cristiano CAVALLONE Francesco CHIARI Donata FENZI Robin FENZI Brian GALLO Eugenio GALLO Sofia Luce LO PROTO Marika MANDRIOLI Chiara MARZANO Vincenzo MUSOLESI Nicolò PALMA Lorenzo PANCONESI Marco PISU Alessandro RASPANTI Gioia REALI Francesca ROMAGNOLI Sara SANCINI Giuliana SEBASTIANI Giorgia VERSARI Giuseppe VERSARI Marta Elenco Studenti premio incoraggiamento allo studio anno scolastico 2013/2014 GIOVANI PREMIO INCORAGGIAMENTO ALLO STUDIO ANNO 2015 Il giorno 11 marzo dell anno 2015 si è riunita, presso la Sede dell Umanitaria, a seguito di designazione da parte del Consiglio Direttivo, la Commissione per la verifica delle domande presentate dai figli dei Soci per l assegnazione del Premio di Incoraggiamento allo Studio. La verifica è finalizzata all accertamento delle votazioni conseguite che non devono essere inferiori alla media del 7. Per la suddetta premiazione, sono pervenute le istanze accompagnate dai documenti scolastici relativi all anno scolastico e al termine della verifica sono risultati idonei 30 studenti con votazioni pari o superiori alla media del 7. Per quanto sopra premesso questa commissione, visto il risultato della verifica, decide l ammissione dei giovani studenti al beneficio del Premio di Incoraggiamento allo Studio per l anno scolastico Lo spirito di questa iniziativa non va considerato come una competizione fra aspiranti al premio con lo stimolo di essere migliori degli altri, ma si realizza in un messaggio di incoraggiamento a continuare gli studi, possibilmente fino all ultimo livello scolastico. Con questo auspicio il Consiglio di Amministrazione augura a tutti gli studenti premiati di beneficiare di questo simbolico premio per tutta la durata del ciclo scolastico. La premiazione degli ammessi avviene in occasione dell Assemblea annuale dei Soci, che rappresenta il momento migliore per incontrarci e conoscere questi bravi giovani, ragazze e ragazzi. La commissione: Vittorio Burgio, Maurizio Piccolo, Giuliano Ermilli INFO ASSOCIAZIONE A.L.P.I.C. Bologna (piano mezzato) Galleria del Toro, Bologna tel cell e mail: I NOSTRI SERVIZI SOCIALI 2014 PER ISCRITTI "UMANITARIA" E LORO FAMILIARI: Sportello cui rivolgersi per le proprie dichiarazioni fiscali 730 precompilato Gratuito 730 D 25 UNICO P.F. - Base D 52 IMU (a Comune) D 10 VISURE CATASTALI D 5 ISEE/RED Gratuito BONUS FAMIGLIE/DE- TRAZIONI Gratuito Sportello Previdenziale Assicurativo - Disbrigo pratiche previdenziali (Inps, Inpdap, M. Tesoro, altri Enti) - Previdenza integrativa - Richiesta indennità di disoccupazione - Tutela legale con prima consulenza gratuita (Ricorsi previdenziali ed innanzi alla Corte dei Conti, Civile, Extragiudiziale) - Tutela dei consumatori - Tenuta piccole contabilità - Consulenza fiscale e tributaria - Volture catastali - Servizio buste paga colf / badanti - Dichiarazioni di successione - Contratti di locazione - Assicurazioni a tariffe agevolate (RCA, infortuni, previdenza integrativa, casa ecc ) I NOSTRI SERVIZI vengono svolti gratuitamente o a tariffa fortemente agevolata ed hanno come scopo quello di semplificare gli adempimenti quotidiani dei cittadini e delle loro famiglie. ORARI APERTURA: Lunedì e Mercoledì e (ulteriori appuntamenti devono essere concordati) LETTERE DEI SOCI A.M. 15

16 Poliambulatorio Oncologico B. Ramazzini Direttore Sanitario Dott.ssa A. Guaragna - Medico Chirurgo Aut. PG. n del 22/02/2006 Bologna Via Libia 13/a Per informazioni e prenotazioni Il Poliambulatorio è un progetto dell ISTITUTO RAMAZZINI, una cooperativa sociale onlus impegnata nella lotta contro il cancro. Prevenire è meglio che curare Il Poliambulatorio si propone di fornire un contributo nella diagnosi precoce dei tumori attraverso : Visite specialistiche Oncologiche di carattere generale; Indagini diagnostiche di base; Visite specialistiche ed esami di approfondimento diagnostico; Programmazione nel tempo dei controlli di sorveglianza oncologica e dell evoluzione delle eventuali patologie riscontrate. L attività di diagnosi precoce dei tumori, consente di rilevare lesioni patologiche ad uno stadio quasi sempre iniziale e localizzato, permettendo per molte di esse una guarigione completa qualora gli interventi terapeutici vengano effettuati in maniera tempestiva. CONVENZIONE CON L UMANITARIA: ai soci del l Umanitaria, dietro presentazione della tessera, riduzione del 10% sulle prestazioni Standard del Poliambulatorio S I P R E N D E C U R A D I T E w w w. r a m a z z i n i. i t L UMANITARIA NOTIZIE - Fondato nel 1985 da Giovanni Gramegna Direttore Responsabile: Valter Cardi - Autorizzazione Tribunale di Bologna n del Stampa: Visual Project Soc. Coop. - Via G. Benini, Zola Predosa - Bologna - Editore: Tipografia Alfa-Beta Sas - Bologna

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Legnano, 21/04/2015 Alle imprese assistite Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Come noto, ai sensi dell art. 1, D.Lgs. n. 175/2014, Decreto c.d. Semplificazioni,

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale MODELLO 730/204 redditi 203 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Mod. N. Gli importi devono essere indicati in unità di Euro CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

Certificazione dei redditi - 1/6

Certificazione dei redditi - 1/6 PR O TOC OL L O Mod. RED - COD. AP15 Certificazione dei redditi - 1/6 ALL UFFICIO INPS DI COGNOME NOME CODICE FISCALE NATO/A IL GG/MM/AAAA A PROV. STATO RESIDENTE IN PROV. STATO INDIRIZZO CAP TELEFONO

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE In relazione all attività di gestione svolta nell anno 2011, si riportano i dati riguardanti le undici aree cimiteriali di Roma Capitale: Verano, Flaminio, Laurentino,

Dettagli

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI Modello 730/2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 INTRODUZIONE 1. Perché conviene il Modello 730 2 2. Modello 730 precompilato 2 3. Modello 730 ordinario (non precompilato) 4 4.

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

COMUNE DI LARI Provincia di Pisa

COMUNE DI LARI Provincia di Pisa COMUNE DI LARI Provincia di Pisa DETERMINAZIONE N. 519 Numerazione servizio 201 Data di registrazione 17/12/2009 COPIA Oggetto : DECRETO DI ESPROPRIO RELATIVO A PROCEDIMENTO ESPROPRIATIVO PER PUBBLICA

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR Le risposte alle domande più frequenti Scelta sulla 1. destinazione del Tfr Linee di investimento 2. dedicate al Tfr 3. Prestazioni Regime fiscale delle 4. prestazioni previdenziali

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate UNICO Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 FASCICOLO 1 02 FASCICOLO 2 03 FASCICOLO 3 MODELLO GRATUITO I SERVIZI PER L ASSISTENZA FISCALE

Dettagli

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno..

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Comune di Modena ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI SANITARIE E ABITATIVE non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Cerchi casa e stai vivendo un momento

Dettagli

GUIDA FISCALE PER GLI STRANIERI 2009

GUIDA FISCALE PER GLI STRANIERI 2009 GUIDA FISCALE PER GLI STRANIERI 2009 CODICE FISCALE/TESSERA SANITARIA/PARTITA IVA CONTRATTI DI LOCAZIONE ACQUISTO PRIMA CASA SUCCESSIONI RIMBORSI COMUNICAZIONI DI IRREGOLARITÀ E CARTELLE DI PAGAMENTO GUIDA

Dettagli

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013 Vademecum per la gestione del trattamento di mobilità in deroga Annualità 2013 Istruzioni per la compilazione della domanda di mobilità in deroga e informazioni generali sul trattamento. Differenze tra

Dettagli

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 A cura di Raffaella Pompei, dottore commercialista, funzionario dell Ufficio fiscale Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 Il Decreto Renzi ha ampliato i casi in cui è necessario

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI

TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI Disposizioni generali in materia di espropriazione immobiliare Modalità di presentazione delle offerte e di svolgimento delle procedure di VENDITA

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

I.U.C. Imposta Unica Comunale

I.U.C. Imposta Unica Comunale COMUNE DI MARCON I.U.C. Imposta Unica Comunale Con la Legge n. 147/2013 (Legge di stabilità 2014) è stata istituita a decorrere dal 01/01/2014 l Imposta Unica Comunale (IUC). L imposta unica comunale (IUC)

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 2012

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 2012 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. LUGLIO 998, N. 3 RELATIVA ALL'ANNO 0 Pagina AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D'IMPOSTA Codice fiscale Cognome

Dettagli

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore ROMA CAPITALE Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Permessi di costruire Ufficio Sala Visure e Certificazioni Urbanistiche Viale della

Dettagli

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA la guida DI CHI è alla guida SERVIZIO CLIENTI Per tutte le tue domande risponde un solo numero Servizio Clienti Contatta lo 06 65 67 12 35 da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.00 o manda un e-mail a

Dettagli

Fattura elettronica: esenzioni

Fattura elettronica: esenzioni Fattura elettronica: esenzioni Con l entrata in vigore del sistema della fatturazione elettronica, istituita dall articolo 1, commi da 209 a 213 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 e regolamentata dal

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

GUIDA ALLE CONVENZIONI 2014

GUIDA ALLE CONVENZIONI 2014 Da staccare e conservare 2014 GUIDA ALLE CONVENZIONI 2014 Presentazione della Card La Card di Unica è un vantaggio aggiuntivo per il socio. E una tessera nominativa intestata al socio stesso e può essere

Dettagli

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.)

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Familiari per i quali può essere richiesto il ricongiungimento: 1. Coniuge non

Dettagli

Certificazione Unica 2015 PERIODO D IMPOSTA 2014

Certificazione Unica 2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate Certificazione Unica 2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE I. Premessa 1 1. Soggetti obbligati all invio 1 2. Modalità e termini di presentazione del flusso 1 3. Frontespizio

Dettagli

GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE

GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE Tutto quello che c è da sapere per comprendere meglio l estratto di conto corrente. In collaborazione con la Banca MPS e le Associazioni dei Consumatori: Acu Adiconsum

Dettagli

BANDO DI CONCORSO VALORE VACANZA

BANDO DI CONCORSO VALORE VACANZA BANDO DI CONCORSO VALORE VACANZA SOGGIORNI A TEMA IN ITALIA SOGGIORNI STUDIO ALL ESTERO STAGIONE 2015 in favore dei figli o orfani ed equiparati - dei dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione

Dettagli

GUIDA AI CONTROLLI DA EFFETTUARE PER L APPOSIZIONE DEL VISTO DI CONFORMITÀ. (edizione per il 730/2015)

GUIDA AI CONTROLLI DA EFFETTUARE PER L APPOSIZIONE DEL VISTO DI CONFORMITÀ. (edizione per il 730/2015) GUIDA AI CONTROLLI DA EFFETTUARE PER L APPOSIZIONE DEL VISTO DI CONFORMITÀ (edizione per il 730/2015) Premessa La presente GUIDA si prefigge lo scopo di dare istruzioni a tutti gli operatori dei CAF aderenti

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI. (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto)

Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI. (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto) Comune di Soave Provincia di Verona AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI (Cimiteri di Soave capoluogo, Costeggiola, Castelcerino/Fittà e Castelletto) ALLEGATO A) OPERE CIMITERIALI OPERAZIONI

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI

l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI 5 2008 l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI INDICE 1. IL REDDITO DA LAVORO DIPENDENTE 2 La definizione 2 I redditi assimilati al lavoro dipendente

Dettagli

5 Contributo Autonoma Sistemazione

5 Contributo Autonoma Sistemazione 5 Contributo Autonoma Sistemazione CAS A valere sulle risorse finanziarie di cui all articolo 3 dell Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile (OCDPC) n. 232 del 30 marzo 2015 viene stimata

Dettagli

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Divisione Studenti Servizi agli Studenti Divisione Studenti ISU BOCCONI Università Commerciale Luigi Bocconi Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Questo documento riassume le caratteristiche principali

Dettagli

Esempio basato sullo Schema di Comunicazione periodica. Iris

Esempio basato sullo Schema di Comunicazione periodica. Iris Uno Assicurazioni S.p.A. (Gruppo Lungavita) Iris PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. **** Comunicazione periodica agli iscritti

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 94: ammontare corrisposto nel 2007: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 95; - ridotto

Dettagli

Voucher: il sistema dei buoni lavoro

Voucher: il sistema dei buoni lavoro Voucher: il sistema dei buoni lavoro Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento che i datori di lavoro (committenti) possono utilizzare per remunerare prestazioni di lavoro

Dettagli

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com www.mgmbroker.com MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO Le Casse di MGM WELFARE nascono con l obiettivo di offrire le migliori prestazioni assicurative presenti sul mercato, insieme

Dettagli

Dicembre 2010. Conto 3. Guida pratica alla Fattura.

Dicembre 2010. Conto 3. Guida pratica alla Fattura. Dicembre 200 Conto 3. Guida pratica alla Fattura. La guida pratica alla lettura della fattura contiene informazioni utili sulle principali voci presenti sul conto telefonico. Gentile Cliente, nel ringraziarla

Dettagli

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA Istituto Nazionale Previdenza Sociale ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA (articolo 23 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 e successive modifiche e integrazioni) In base all art. 7, D.L. n. 70/2011 non è più obbligatorio

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM La Guida di & La banca multicanale ADICONSUM In collaborazione con: 33% Diffusione internet 84% Paesi Bassi Grecia Italia 38% Spagna Svezia Francia 80% Germania Gran Bretagna 52% 72% 72% 63% 77% Diffusione

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

Codice IBAN: IT 52 H 07601 03200 001013078355

Codice IBAN: IT 52 H 07601 03200 001013078355 Pagamenti Per iscriversi a uno dei corsi di lingua italiana della Scuola Romit è necessario il pagamento della tassa di iscrizione di 50 euro più l importo equivalente al 20% del totale costo del corso,

Dettagli

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI Comune di Cerignola Provincia di Foggia Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9

Dettagli

LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI DEI RESIDENTI ALL ESTERO

LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI DEI RESIDENTI ALL ESTERO LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI DEI RESIDENTI ALL ESTERO COME COMPILARE IL MODELLO UNICO E PAGARE LE IMPOSTE INDICE 1. I NON RESIDENTI 2 Chi sono i non residenti 2 Il domicilio fiscale in Italia dei non residenti

Dettagli

BANDO DI CONCORSO. Soggiorni e Itinerari Ben-Essere

BANDO DI CONCORSO. Soggiorni e Itinerari Ben-Essere BANDO DI CONCORSO Soggiorni e Itinerari Ben-Essere 2015 Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali per i pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici, i loro coniugi e figli conviventi

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel 730: Reddito lavoro dipendente Punto

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : /

Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa. Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / Da compilare da parte del personale del Garda Uno Spa Codice Anagrafico: Codice Utenza: ODI: / Contratto N : / GARDA UNO SPA Spazio per timbro e data di protocollo Via I. Barbieri, 20 25080 PADENGHE s/g

Dettagli

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR Nell'ambito degli interventi sul prelievo fiscale, la finanziaria 2008 (legge 24 dicembre 2007, n. 244),

Dettagli

TRIBUNALE DI ROMA IV SEZIONE CIVILE

TRIBUNALE DI ROMA IV SEZIONE CIVILE ALLEGATO AL VERBALE DELL UDIENZA DEL TRIBUNALE DI ROMA IV SEZIONE CIVILE PROCEDURA N R.G.E. PROCEDIMENTO DI DIVISIONE N. I L G I U D I C E Visto il provvedimento reso all udienza del nella procedura esecutiva

Dettagli

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna PREVIDENZA COMPLEMENTARE E TFR Guida al Lavoro Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna 14 Confronto di convenienza, anche fiscale,

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in, alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito da in persona di ), e, nato a, il, residente in, alla

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE

PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 41 DEL 5 SETTEMBRE 2006 1 PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE REGOLAMENTI DELLA GIUNTA REGIONALE REGOLAMENTO N. 2 del 31 luglio 2006 Regolamento per l accesso

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 OGGETTO DELL IMU L IMU sostituisce l ICI e, per la componente immobiliare, l IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali, dovute

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Aliquota ordinaria rurali LE ALIQUOTE Aliquota ordinaria I casa Aliquota ordinaria altri 2 per mille 4 per

Dettagli

Cosa é utile sapere, cosa si deve fare.

Cosa é utile sapere, cosa si deve fare. T Y e rte unebre ovescala GUIDA AGLI ADEMPIMENTI IN CASO DI DECESSO Cosa é utile sapere, cosa si deve fare. I nostri uffici di CAVA MANARA I nostri uffici di PAVIA Via Riviera TrteYunebre eovescala le

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli