MISURE INTEGRATIVE AL PROTOCOLLO DI SICUREZZA PER IL CONTRASTO E IL CONTENIMENTO DELLA DIFFUSIONE DEL VIRUS COVID-19

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MISURE INTEGRATIVE AL PROTOCOLLO DI SICUREZZA PER IL CONTRASTO E IL CONTENIMENTO DELLA DIFFUSIONE DEL VIRUS COVID-19"

Transcript

1 LICEO STATALE "Alessandro Volta"- Sez. Scientifica e Classica- Viale dei Mille, Colle di Val d'elsa (SI) C.F Codice Univoco Fatturazione UF2ESV 0577/ / MISURE INTEGRATIVE AL PROTOCOLLO DI SICUREZZA PER IL CONTRASTO E IL CONTENIMENTO DELLA DIFFUSIONE DEL VIRUS COVID-19 Premessa Scopo del presente documento è l attuazione di quelle misure organizzative tecniche e di buon senso proposte dalle competenti autorità delegate dal Governo, incluso il C.T.S, per far si che vi siano quelle premesse di base per un inizio del nuovo a.s. in sicurezza. Resta comunque intesa la consapevolezza che il rischio non potrà mai essere azzerato. L evoluzione normativa determinerà l aggiornamento automatico di tale documento. Al fine di garantire l avvio dell anno scolastico nel rispetto delle regole di sicurezza per il contenimento della diffusione del Covid-19 la Dirigente Scolastica informa chiunque entri nei locali dell Istituto circa le disposizioni delle Autorità: a) l obbligo di rimanere al proprio domicilio in presenza di temperatura oltre i 37.5 C o altri sintomisimil-influenzali e di chiamare il proprio medico di famiglia e l autorità sanitaria; b) il divieto di fare ingresso o di poter permanere nei locali scolastici laddove, anche successivamente all ingresso, sussistano le condizioni di pericolo (sintomi simil-influenzali, temperatura oltre 37.5 C, provenienza da zone a rischio o contatto con persone positive al virus nei 14 giorni precedenti, etc.) stabilite dalle Autorità sanitarie competenti; c) l obbligo di rispettare tutte le disposizioni delle Autorità e del Dirigente Scolastico; d) mantenere il distanziamento fisico di un metro, osservare le regole e i comportamenti corretti sul piano dell igiene; e) l obbligo per ciascun lavoratore di informare tempestivamente la Dirigente Scolastica o un suo delegato della presenza di qualsiasi sintomo influenzale durante l espletamento della propria prestazione lavorativa o della presenza di sintomi negli studenti presenti all interno dell Istituto. L eventuale ingresso del personale e degli studenti già risultati positivi all infezione da COVID-19 deve essere preceduto da una preventiva comunicazione avente ad oggetto la certificazione medica da cui risulti la avvenuta negativizzazione del tampone secondo le modalità previste e rilasciata dal dipartimento di prevenzione territoriale di competenza. Verrà ridotto l accesso ai visitatori, i quali, comunque, dovranno sottostare a tutte le regole previste dal Protocollo di Istituto sulle misure di contrasto al Covid-19 e delle varie integrazioni adottate, in corso d opera, dalla Dirigente 1

2 Scolastica, sentiti l RSPP di Istituto e il medico competente ed ispirate ai seguenti criteri di massima: ordinario ricorso alle comunicazioni a distanza; limitazione degli accessi ai casi di effettiva necessità amministrativogestionale ed operativa, possibilmente previa prenotazione e relativa programmazione; regolare registrazione dei visitatori ammessi, con indicazione, per ciascuno di essi, dei dati anagrafici (nome, cognome, data di nascita, luogo di residenza), dei relativi recapiti telefonici, nonché della data di accesso e, se del caso, del tempo di permanenza; differenziazione dei percorsi interni e dei punti di ingresso e i punti di uscita dalla struttura; predisposizione di adeguata segnaletica orizzontale sul distanziamento necessario e sui percorsi da effettuare; aerazione frequente e adeguata (almeno 5 minuti ogni ora) delle aule e degli spazi di accesso alla struttura, fatte salve diverse necessità; nei casi indifferibili, previo necessità, è previsto l accompagnamento dell alunno all ingresso, da parte di un solo genitore o di persona maggiorenne delegata dai genitori o da chi esercita la responsabilità genitoriale, nel rispetto delle regole generali di prevenzione dal contagio, incluso l uso della mascherina durante tutta la permanenza all interno della struttura. maggiori informazioni possono essere acquisite ai seguenti link DdP (Dipartimento di Prevenzione) regione Toscana, PEC e contatti utili: disposizioni e modalità d intervento operativo nei casi sospetti di contagio Covid-19 (vedi allegato n. 1 fine documento); lungo i corridoi e gli spazi interni dei locali della scuola mantenere la destra in andata, e la sinistra al ritorno, nel rispetto delle misure di distanziamento sociale. 1. DISPOSIZIONI RELATIVE A PULIZIA E IGIENIZZAZIONE DI LUOGHI E ATTREZZATURE È necessario assicurare la pulizia giornaliera e la igienizzazione periodica di tutti gli ambienti predisponendo un cronoprogramma ben definito, da documentare attraverso un registro regolarmente aggiornato. Nel piano di pulizia occorre includere almeno: - gli ambienti di lavoro e le aule; - le palestre; - le aree comuni; - le aree ristoro; - i servizi igienici e gli spogliatoi; - le attrezzature e postazioni di lavoro o laboratori ad uso promiscuo; - materiale didattico e ludico; - le superfici comuni ad alta frequenza di contatto (es. pulsantiere, passamano, maniglie, porte, maniglioni antipanico ecc.). 2

3 L attività di igienizzazione dei luoghi e delle attrezzature dovrà essere effettuata secondo quanto previsto dal cronoprogramma o, in maniera puntuale ed a necessità, in caso di presenza di persona con sintomi o confermata positività al virus. In questo secondo caso, per la pulizia e la igienizzazione, occorre tener conto di quanto indicato nella Circolare 5443 del Ministero della Salute del 22/02/2020. Inoltre, è necessario disporre la pulizia approfondita di tutto l Istituto Scolastico, avendo cura di sottoporre alla procedura straordinaria qualsiasi ambiente di lavoro, servizio e passaggio. In tal senso, la scuola provvede a: assicurare quotidianamente le operazioni di pulizia previste dal rapporto ISS COVID- 19, n. 19/2020; utilizzare materiale detergente, con azione virucida, come previsto dall'allegato 1 del documento CTS del 28/05/20; garantire la adeguata aerazione di tutti i locali, mantenendo costantemente (o il più possibile) aperti gli infissi esterni dei servizi igienici. Questi ultimi saranno sottoposti a pulizia almeno tre volte al giorno, eventualmente anche con immissione di liquidi a potere virucida negli scarichi fognari delle toilette; sottoporre a regolare detergenza le superfici e gli oggetti (inclusi attrezzi da palestra e laboratorio, utensili vari...) destinati all'uso degli alunni; sanificare periodicamente gli ambienti con macchinario per sanificazione a base di perossido di idrogeno stabilizzato (circa 1 ora per sanificare 1000 m 3 ). 2. DISPOSIZIONI RELATIVE A IGIENE PERSONALE E DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE È obbligatorio per chiunque entri negli ambienti scolastici, adottare precauzioni igieniche e l utilizzo di mascherina. I DPI utilizzati devono corrispondere a quelli previsti dalla valutazione del rischio e dai documenti del CTS per le diverse attività svolte all interno delle Istituzioni Scolastiche e in base alle fasce di età dei soggetti coinvolti. Nella scuola deve essere indicata la modalità di dismissione dei dispositivi di protezione individuale non più utilizzabili, che dovranno essere smaltiti secondo le modalità previste dalla normativa vigente. Per il personale impegnato con studenti con disabilità, si potrà prevedere l utilizzo di ulteriori dispositivi di protezione individuale (nello specifico, il lavoratore potrà usare, unitamente alla mascherina chirurgica o FFP2, guanti e dispositivi di protezione per occhi, viso e mucose). Nell applicazione delle misure di prevenzione e protezione si dovrà necessariamente tener conto della tipologia di disabilità e delle ulteriori eventuali indicazioni impartite dalla famiglia dell alunno/studente o dal medico. 3. USO DEI LOCALI ESTERNI ALL'ISTITUTO SCOLASTICO Qualora le attività didattiche siano realizzate in locali esterni all'istituto Scolastico, gli Enti locali e/o i titolari della locazione, devono certificare l'idoneità, in termini di sicurezza, di detti locali. Con specifica convenzione devono essere definite le responsabilità delle pulizie e della sorveglianza di detti locali e dei piani di sicurezza. 3

4 4. SUPPORTO PSICOLOGICO L attenzione alla salute e il supporto psicologico per il personale scolastico e per gli studenti rappresenta una misura di prevenzione precauzionale indispensabile per una corretta gestione dell anno scolastico. Sulla base di una Convenzione tra Ministero dell Istruzione e il Consiglio Nazionale Ordine degli Psicologi, si promuove un sostegno psicologico per fronteggiare situazioni di insicurezza, stress, ansia dovuta ad eccessiva responsabilità, timore di contagio, rientro al lavoro in presenza, difficoltà di concentrazione, situazione di isolamento vissuta. A tale scopo si suggerisce: il rafforzamento degli spazi di condivisione e di alleanza tra Scuola e Famiglia, anche a distanza; il ricorso ad azioni di supporto psicologico in grado di gestire sportelli di ascolto e di coadiuvare le attività del personale scolastico nella applicazione di metodologie didattiche innovative (in presenza e a distanza) e nella gestione degli alunni con disabilità e di quelli con DSA o con disturbi evolutivi specifici o altri bisogni educativi speciali, per i quali non sono previsti insegnanti specializzati di sostegno. DISPOSIZIONI RELATIVE ALLA GESTIONE DI UNA PERSONA SINTOMATICA ALL INTERNO DELL ISTITUTO SCOLASTICO Nel caso in cui una persona presente nella scuola sviluppi febbre e/o sintomi di infezione respiratoria quali la tosse, si dovrà procedere al suo isolamento in base alle disposizioni dell autorità sanitaria contenute nel Documento tecnico, aggiornamento del 22 giugno u.s., alla sezione Misure di controllo territoriale che, in coerenza con quanto già individuato nel Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro del 24 aprile 2020 (punto 11 - Gestione di una persona sintomatica in azienda), ha individuato la procedura da adottare nel contesto scolastico. Si riporta di seguito la disposizione: Misure di controllo territoriale - In caso di comparsa a scuola in un operatore o in uno studente di sintomi suggestivi di una diagnosi di infezione da SARS-CoV-2, il CTS sottolinea che la persona interessata dovrà essere immediatamente isolata e dotata di mascherina chirurgica, e si dovrà provvedere al ritorno, quanto prima possibile, al proprio domicilio, per poi seguire il percorso già previsto dalla norma vigente per la gestione di qualsiasi caso sospetto. Per i casi confermati le azioni successive saranno definite dal Dipartimento di prevenzione territoriale competente, sia per le misure quarantenarie da adottare previste dalla norma, sia per la riammissione a scuola secondo l iter procedurale altrettanto chiaramente normato. La presenza di un caso confermato necessiterà l attivazione da parte della scuola di un monitoraggio attento da avviare in stretto raccordo con il Dipartimento di prevenzione locale al fine di identificare precocemente la comparsa di possibili altri casi che possano prefigurare l insorgenza di un focolaio epidemico. In tale situazione, l autorità sanitaria competente potrà valutare tutte le misure ritenute idonee. Questa misura è di primaria importanza per garantire una risposta rapida in caso di peggioramento della situazione con ricerca attiva di contatti che possano interessare l ambito scolastico. Sarebbe opportuno, a tal proposito, prevedere, nell ambito dei Dipartimenti di prevenzione territoriali, un referente per l ambito scolastico che possa raccordarsi con i dirigenti scolastici al fine di un efficace contact tracing e risposta immediata in caso di criticità. Gli esercenti la potestà genitoriale, in caso di studenti adeguatamente e prontamente informati, si 4

5 raccorderanno con il medico di medicina generale o pediatra di libera scelta per quanto di competenza. Nel contesto delle iniziative di informazione rivolte agli alunni, genitori e personale scolastico sulle misure di prevenzione e protezione adottate, si ravvisa l opportunità di ribadire la responsabilità individuale e genitoriale. Ad ogni modo, occorre evidenziare che viene istituito un sistema di raccordo tra sistema scolastico e sistema sanitario nazionale quale misura innovativa di grande rilievo, soprattutto nel contesto emergenziale in atto, per supportare le Istituzioni scolastiche nella realizzazione dei compiti assegnati per l effettuazione di un anno scolastico in piena sicurezza. Il predetto sistema di monitoraggio e di allerta precoce attivato sul territorio nazionale consentirà di individuare situazioni locali meritevoli di misure di contenimento della diffusione epidemica, che potranno interessare specifiche realtà scolastiche locali, a tutela della salute dei lavoratori e degli studenti. 5. DISPOSIZIONI RELATIVE A SORVEGLIANZA SANITARIA, MEDICO COMPETENTE, RLS Il medico competente collabora con Dirigente Scolastico e con il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (RLS) nell integrare e proporre tutte le misure di regolamentazione legate al Covid-19. In particolare, cura la sorveglianza sanitaria rispettando le misure igieniche contenute nelle indicazioni del Ministero della Salute; riguardo le modalità di effettuazione della sorveglianza sanitaria di cui all art. 41 del D. Lgs. 81/2008, nonché sul ruolo del medico competente, si rimanda alla nota n del Ministero della Salute del 29 aprile In merito alla sorveglianza sanitaria eccezionale, come previsto dall art. 83 del DL 34/2020 convertito nella legge n. 77/2020, la stessa è assicurata: a. attraverso il medico competente nominato ad hoc per la sorveglianza sanitaria ex art. 41 del D. Lgs. 81/2008; b. attraverso la richiesta ai servizi territoriali dell INAIL, che vi provvedono con propri medici del lavoro. Il mancato completamento dell aggiornamento della formazione professionale e/o abilitante entro i termini previsti, per tutto il personale scolastico addetto alle emergenze, in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, dovuto all emergenza in corso e quindi per causa di forza maggiore, ove previsto dalla legislazione vigente, non comporta l impossibilità a continuare lo svolgimento dello specifico ruolo (a titolo esemplificativo: l addetto all emergenza/antincendio, al primo soccorso). Al rientro degli alunni dovrà essere presa in considerazione la presenza di soggetti fragili esposti a un rischio potenzialmente maggiore nei confronti dell infezione da COVID-19. Le specifiche situazioni degli alunni in condizioni di fragilità saranno valutate in raccordo con il Dipartimento di prevenzione territoriale ed il pediatra/medico di famiglia, fermo restando l obbligo per la famiglia stessa di rappresentare tale condizione alla scuola in forma scritta e documentata. 6. Ulteriori disposizioni operative per l avvio dell a.s Osservare il distanziamento sociale (mantenendo un distanziamento non inferiore a un metro); - Rigorosa igiene delle mani, personale e degli ambienti; - Attenersi alla precondizione per la presenza a scuola di assenza di sintomatologia respiratoria o di temperatura corporea superiore a 37,5 C anche nei tre giorni precedenti; 5

6 - Non essere stati in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni; - Non essere stati a contatto con persone positive, per quanto di propria conoscenza, negli ultimi 14 giorni; - Indossare la mascherina chirurgica a scuola per la protezione del naso e della bocca quando non è possibile attuare la misura di un distanziamento sociale minimo di 1 metro; - Seguire le indicazioni degli insegnanti e rispettare la segnaletica; - Mantenere sempre la distanza di un metro e evitare gli assembramenti; - Lavare costantemente le mani o usare gli appositi dispenser per tenerle pulite, evitare di toccare il viso e la mascherina. 7. COSTITUZIONE DI UNA COMMISSIONE Al fine di monitorare l applicazione delle misure descritte, la Dirigente Scolastica ha istituito la costituzione di una commissione, anche con la partecipazione di soggetti coinvolti nelle iniziative per il contrasto della diffusione del COVID-19. Ai fini predetti vale la pena informare l utenza che con Verbale n. 1 del Collegio dei docenti del 2 settembre 2020 è stato individuato in qualità di responsabile Covid-19 d Istituto il Prof. Marco Rustioni che sarà coadiuvato da una commissione, composta dalle Proff.sse Casprini Federica e Fabrizi Marta, insieme all RSPP Dott. Raffaele Farina. 8. DISPOSIZIONI PER GLI STUDENTI - Osservare il distanziamento sociale (mantenendo un distanziamento non inferiore a un metro); - Rigorosa igiene delle mani, personale e degli ambienti; - Attenersi alla precondizione per la presenza a scuola di assenza di sintomatologia respiratoria o di temperatura corporea superiore a 37,5 C anche nei tre giorni precedenti; - Non essere stati in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni; - Non essere stati a contatto con persone positive, per quanto di propria conoscenza, negli ultimi 14 giorni; - Indossare la mascherina chirurgica a scuola per la protezione del naso e della bocca, in situazioni dinamiche, ovvero quando non ci sono le condizioni per poter assicurare un distanziamento minimo, tra le rime buccali, di un metro; resta inteso che anche in situazioni di staticità, o per scelta personale di buon senso oppure per le variazioni negative dei parametri oggettivi di criticità Covid-19, relativi ad un contesto specifico, è pacifico optare di tenere comunque la mascherina di protezione; - Seguire le indicazioni degli insegnanti e rispettare la segnaletica; - Mantenere sempre la distanza di un metro e evitare gli assembramenti; - Lavare costantemente le mani o usare gli appositi dispenser per tenerle pulite, evitare di toccare il viso e la mascherina igienizzare le mani prima di entrare in classe; - Rispettare il criterio di utilizzare i servizi igienici, una persona alla volta, verificando la disponibilità di ingresso libero o occupato attraverso la presenza, in loco, di segnaletica luminosa indicativa - igienizzare le mani prima e dopo l utilizzo dei medesimi; 6

7 - Durante lo svolgimento delle attività didattiche, le studentesse, gli studenti e gli insegnanti sono tenuti a mantenere il distanziamento fisico interpersonale di almeno 1 metro nelle aule, nei laboratori e negli altri ambienti scolastici, e di almeno 2 metri nelle palestre; - dato il tempo intercorrente tra la delibera della Giunta Regionale, comunicata all istituto in data 10/9/2020 e la data d inizio delle lezioni (14 settembre) che non consente di attivare forme diverse di comunicazione reciproca tra famiglia - scuola si intende che l arrivo e l ingresso a scuola degli studenti il 14 settembre è da ritenere dichiarazione e attestazione da parte di chi esercita la potestà genitoriale, nel caso di alunni minorenni, o degli stessi alunni se maggiorenni che lo studente non ha al momento né ha avuto nei giorni precedenti l inizio dell attività scolastica episodi di febbre o sintomatologia simil influenzale, e che non è stato oggetto di provvedimenti di isolamento e che di ciò l esercente la potestà genitoriale nel caso di alunni minorenni o l alunno maggiorenne sono pienamente consapevoli e responsabili. Diversamente è necessario procedere con le opportune comunicazioni come da normativa vigente. Resta comunque inteso che nell arco della prima settimana di lezioni verrà inviato il modulo di autocertificazione che dovrà essere compilato e restituito alla scuola in formato elettronico, come da successive comunicazioni. 9. DISPOSIZIONI PER I COLLABORATORI SCOLASTICI I Sigg. Collaboratori presteranno servizio uno su ogni piano/zona dell edificio scolastico; avranno cura in particolare di: 1. Indossare la mascherina chirurgica; 2. Igienizzare e lavare spesso le mani; 3. Mantenere la distanza interpersonale di almeno 1 metro; 4. Controllare, ognuno per le proprie pertinenze, che il gel igienizzante sia sempre disponibile all ingresso dell aula in cui si svolgono le lezioni, all esterno dei bagni, nei punti di maggiore passaggio all interno dell edificio scolastico (all ingresso centralino), negli uffici di Segreteria, davanti agli uffici di Segreteria, nell ufficio di Presidenza; 5. Disinfettare e igienizzare i servizi igienici, almeno tre volte al giorno e ogni qualvolta dovesse presentarsi la necessità, indossando, per una maggiore protezione personale, una mascherina FFP2 oltre ai guanti monouso in lattice; 6. Disinfettare e igienizzare l aula e/o gli Uffici, i laboratori, inclusi: banchi, sedie, cattedre, scrivanie, tavoli, tastiera e mouse del P.C., pennina della Lim, interruttori corrente elettrica, maniglia porta aula, maniglie porte uffici, maniglioni antipanico, tastiera numerica fotocopiatrice, corrimano delle scale, pulsantiera ascensori, cornette telefoni, rubinetteria, rubinetto fontanino con filtro ecc.; 7. Controlleranno, ognuno per le proprie zone di competenza, che l utenza ed il personale utilizzi correttamente gli ingressi assegnati; 8. Il Collaboratore Scolastico in servizio presso il centralino avrà cura di coordinarsi con i Collaboratori Scol. in servizio presso i piani per esigenze di 7

8 carattere didattico, amministrativo, logistico, emergenze varie e per qualsiasi contatto con l esterno. 9. DISPOSIZIONI PER I DOCENTI I Sigg. Docenti dovranno: 1. Aprire periodicamente le finestre e la porta della classe durante la propria lezione; 2. Se necessario, prevedere delle soste durante lo svolgimento della lezione affinché ciò possa meglio agevolare l areazione dei locali; 3. Indossare la mascherina chirurgica; 4. Mantenere la distanza interpersonale di almeno 1 metro; 5. Prima di entrare in classe e all uscita di essa igienizzarsi le mani; 6. Verificare che gli alunni rispettano la disposizione dei banchi e delle sedie così come segnata, a pavimento, da nastri adesivi e pennarelli indelebili; 7. Accedere ai locali scolastici utilizzando l ingresso/colore abbinato alle classi di pertinenza; 8. Igienizzare le mani prima di accedere all interno dell edificio scolastico; 9. Igienizzare le mani prima e dopo l uso dei servizi igienici; 10. Igienizzare le mani tutte le volte che è prevista la consultazione/la firma di documenti cartacei; 11. Igienizzare le mani tutte le volte che si useranno il computer annesso alla classe o quello di un qualsiasi laboratorio; 12. Igienizzare le mani ogni volta che si usa la pennina della lim di classe. 9.1 L assistente Tecnico dovrà: 1. Attenersi alle stesse misure di sicurezza tenute dai docenti; 2. Igienizzarsi le mani ogni volta che sia necessario accedere in un aula su richiesta del Docente; 10. DISPOSIZIONI PER GLI ASS. AMM.VI Gli assistenti amministrativi dovranno: 1. Mantenere la distanza interpersonale di almeno 1 metro; 2. Indossare la mascherina chirurgica; 3. Igienizzare le mani prima di accedere all interno dell edificio scolastico; 4. Igienizzare le mani prima e dopo l uso dei servizi igienici; 5. Igienizzare le mani prima è dopo aver utilizzato PC, Stampanti, cornette e tastierine dei telefoni, timbri firma, forbici, taglierini ed in casi indifferibili di scambio di materiale cartaceo; 8

9 11. DISPOSIZIONI PER I COLLABORATORI DEL DS/IL DSGA Dovranno: 1. Mantenere la distanza interpersonale di almeno 1 metro; 2. Indossare la mascherina chirurgica; 6. Igienizzare le mani prima di accedere all interno dell edificio scolastico; 7. Igienizzare le mani prima e dopo l uso dei servizi igienici; 8. provvedere a controllare affinché tutte le misure di questo documento, siano rispettate. Colle di Val d Elsa 07/09/2020 La Dirigente Scolastica Prof.ssa Papini Lucia Firma autografa sostituita a mezzo stampa A i sensi dell'art. 3 comma 2 del D.L. 39/93 9

10 ALLEGATO 1 OGGETTO: disposizioni intervento su casi sospetti di contagio da Covid- 19. LA DIRIGENTE SCOLASTICA PREMESSO che la scuola s impegna a contrastare la diffusione del contagio da SARS- CoV-2, in maniera complementare, nell ambito della più ampia politica nazionale sulle misure sanitarie; CONSIDERATO che per procedere ad una riapertura scolastica più sicura sono necessarie la comprensione e la consapevolezza dei rischi per la salute pubblica sugli studenti, sul personale scolastico e sui loro contatti sociali immediati; TENUTO CONTO dei seguenti documenti principali in materia delle suddette misure di contrasto alla diffusione del virus: - Documento per la pianificazione delle attività scolastiche, educative e formative in tutte le Istituzioni del Sistema nazionale di Istruzione per l anno scolastico 2020/2021 (26/6/2020) del Ministero dell Istruzione; - Ipotesi di rimodulazione delle misure contenitive nel settore scolastico e le modalità di ripresa delle attività didattiche per il prossimo anno scolastico, approvato in data 28/5/2020 e successivamente aggiornato il 22/6/2020 del CTS; - Circolare n del 29 maggio 2020: Ricerca e gestione dei contatti di casi COVID-19 (contact tracing) ed App IMMUNI; - Rapporto ISS COVID-19 n.1/2020 Rev. - Indicazioni ad interim per l effettuazione dell isolamento e della assistenza sanitaria domiciliare nell attuale contesto COVID-19. Versione del 24 luglio 2020; - Indicazioni operative per la gestione di casi e focolai di SARS-CoV-2 nelle scuole e nei servizi educativi dell infanzia del Gruppo di Lavoro ISS, Ministero della Salute, Ministero dell Istruzione, INAIL, della Fondazione Bruno Kessler, della Regione Emilia-Romagna e della Regione Veneto del 21/08/2020; VALUTATO indispensabile prevedere, ai fini dell identificazione precoce dei casi sospetti: - un sistema di monitoraggio dello stato di salute degli alunni e del personale scolastico; - il coinvolgimento delle famiglie nell effettuare il controllo della temperatura corporea dello studente a casa, ogni giorno, prima di recarsi a scuola; - la misurazione della temperatura corporea al bisogno (es. malore a scuola di uno studente o di un operatore scolastico), da parte del personale scolastico individuato, mediante l uso di termometri che non prevedono il contatto. Già in possesso dell Istituzione scolastica. - la collaborazione dei genitori nel contattare il proprio medico curante (PLS o MMG) per le operatività connesse alla valutazione clinica e all'eventuale prescrizione del tampone naso-faringeo; 10

11 RITENUTO fondamentale rilevare immediatamente il trigger (evento che si scatena al verificarsi di una determinata condizione) in termini di assenze improvvise di studenti o docenti (pari o superiore al 40%), tenendo conto anche della situazione delle altre classi; PRESO ATTO che le Indicazioni operative per la gestione di casi e focolai disars- CoV-2 nelle scuole e nei servizi educativi dell infanzia del Gruppo di Lavoro ISS, Ministero della Salute, Ministero dell Istruzione, INAIL, della Fondazione Bruno Kessler, della Regione Emilia-Romagna e della Regione Veneto del 21/08/2020, individuano i sintomi più comuni di contagio da COVID-19 nei bambini: - febbre, tosse, cefalea, sintomi gastrointestinali (nausea/vomito, diarrea), faringodinia, dispnea, mialgie, rinorrea/congestione nasale; sintomi più comuni nella popolazione generale: - febbre, brividi, tosse, difficoltà respiratorie, perdita improvvisa dell olfatto (anosmia) o diminuzione dell'olfatto (iposmia), perdita del gusto (ageusia) o alterazione del gusto (disgeusia), rinorrea/congestione nasale, faringodinia, diarrea (ECDC, 31 luglio 2020); DISPONE il docente che individua un alunno con sintomatologia presumibilmente provocata da contagio da COVID 19: - invita immediatamente il collaboratore scolastico, di turno al piano, ad accompagnare lo studente nell ambiente dedicato all accoglienza degli studenti; - avvisa, con qualsiasi mezzo o si accerta che altri avvisino, la Dirigente Scolastica e contemporaneamente anche il referente-responsabile COVID 19 o, in sua assenza, un altro membro della commissione Covid-19 in via residuale, la Direttrice S.G.A.; - il collaboratore scolastico DEVE: sempre mantenere la distanza di almeno un metro dall alunno per tutto il periodo della sua vigilanza; indossare guanti e mascherina FFP2; fornire una mascherina chirurgica allo studente, prendendola con i guanti dalla confezione già disponibile all interno dell ambiente dedicato all accoglienza degli studenti; misurare allo studente la temperatura con il termometro ad infrarossi già disponibile all interno dell ambiente dedicato all accoglienza degli studenti, evitando il contatto con la fronte dello studente; fornire allo studente un sacchetto, già disponibile all interno dell ambiente dedicato all accoglienza degli studenti, ed invitarlo a riporre in esso eventuali fazzoletti utilizzati, a richiuderlo con l apposito ferretto e cestinarlo, prima di lasciare la struttura; dotare di mascherina chirurgica chiunque entri in contatto con il caso sospetto, compresi i genitori o i tutori legali che vengono a scuola per ricondurlo presso la propria abitazione; dopo l allontanamento dello studente, sanificare l ambiente dedicato all accoglienza degli studenti e quelli frequentati dall alunno/componente del personale scolastico sintomatici. I minori non devono restare MAI da soli, ma con un adulto munito di DPI fino a quando non saranno affidati a un genitore/tutore legale; 11

12 - l operatore scolastico che avverte sintomi compatibili con contagio da COVID 19 deve indossare una mascherina chirurgica e allontanarsi dalla struttura, NON prima di aver avvisato o fatto avvisare la Dirigente Scolastica e contemporaneamente anche il referente-responsabile COVID 19 o, in sua assenza, un altro membro della commissione Covid-19 in via residuale, la Direttrice S.G.A. Sarà prevista la sostituzione del collaboratore nella vigilanza del piano o degli alunni che avverrà nel modo più veloce possibile. Rientrando al proprio domicilio, contatta il proprio MMG per la valutazione clinica necessaria. Il Medico curante valuterà l eventuale prescrizione del test diagnostico. Sia gli studenti, sia gli operatori scolastici potranno rientrare a scuola salvo esibizione alla Dirigente Scolastica e contemporaneamente anche al referente-responsabile COVID 19 o, in sua assenza, ad un altro membro della commissione Covid-19, in via residuale alla Direttrice S.G.A. dell ATTESTAZIONE di esecuzione, da parte del paziente, del percorso diagnostico-terapeutico e di prevenzione per COVID-19 come disposto da documenti nazionali e regionali; - il coordinatore di classe deve: comunicare, per iscritto, alla dirigente scolastica/referente scolastico per il COVID 19 o, in sua assenza, al primo collaboratore del dirigente scolastico o, in via residuale, alla Direttrice S.G.A. un eventuale numero elevato di assenze improvvise di studenti in una classe (40% almeno). Essi attivano il Dipartimento di Prevenzione; - il docente in servizio deve: prendere nota sul registro elettronico di ogni contatto che, almeno nell ambito didattico e al di là della normale programmazione, possa intercorrere tra gli alunni ed il personale di classi diverse (es. registrare le supplenze, gli spostamenti provvisori e/o eccezionali di studenti fra le classi etc.) per facilitare l identificazione dei contatti stretti da parte del DdP della ASL competente territorialmente; - la Direttrice S.G.A. monitora la percentuale di assenza dei docenti e del Personale ATA ed aggiorna la dirigente scolastica in merito ad eventuali anomalie. La Dirigente Scolastica INVITA 1. le famiglie e gli operatori scolastici a comunicare immediatamente alla dirigente scolastica/referente scolastico per il COVID-19 o, in sua assenza, al primo collaboratore della Dirigente Scolastica, eventuali casi di contatto con persona contagiata da COVID-19; - i genitori: a NON portare/mandare a scuola il proprio figlio, contattando il medico di famiglia, in caso di sintomatologia e/o temperatura corporea superiore a 37,5 C; - a inviare tempestiva comunicazione di eventuali assenze per motivi sanitari, al fine di consentire al dirigente scolastico/referente Covid-19 per il o, in sua assenza, al primo collaboratore del dirigente scolastico, in via residuale, alla Direttrice S.G.A. di rilevare eventuali cluster di assenze nella stessa classe; - lo studente maggiorenne a non recarsi a scuola, contattando il medico di famiglia, in caso di sintomatologia e/o temperatura corporea superiore a 37,5 C. 12

13 - Il personale Docente e ATA, in condizioni di lavoratori maggiormente esposti a rischio di contagio, in ragione della condizione di rischio derivante da immunodepressione, anche da patologia COVID-19, o da esiti di patologie oncologiche o dallo svolgimento di terapie salvavita o comunque da morbilità che possono caratterizzare una maggiore rischiosità, devono segnalarlo all Ufficio di presidenza, non appena ne abbia consapevolezza, affinché quest ultimo possa assicurare la sorveglianza sanitaria eccezionale di cui all art. 83 del decreto legge 19 maggio 2020 n. 34 e sua conversione in Legge 17 luglio 2020, n. 77. Colle di Val d Elsa 07/09/2020 La Dirigente Scolastica Prof.ssa Papini Lucia Firma autografa sostituita a mezzo stampa A i sensi dell'art. 3 comma 2 del D.L. 39/93 13

14 Allegato 2 - ORGANIZZAZIONE INGRESSI, SPAZI, AULE, SALA INSEGNANTI E RICREAZIONE DEL LICEO A. VOLTA Aule: in ogni aula, la capienza è determinata dalle regole del distanziamento sociale. Il numero degli studenti e delle studentesse è definito a priori e non può essere superato. All interno delle aule assegnate alle classi i banchi e le sedie sono posizionati rispettando le regole dettate dal CTS: - distanza di almeno 1 mt dalla rima buccale degli alunni; - distanza non inferiore a 2 mt tra la posizione del docente e la prima fila di banchi; - presenza di corridoi di almeno 60 cm tra le file di banchi per garantire la via di fuga in caso di emergenza; - la posizione dei piedi dei banchi è tracciata con un pennarello indelebile in maniera da indicare all alunno la posizione corretta del banco. Ingresso e uscita L accesso alla scuola avverrà attraverso diverse porte d ingresso. L istituto sarà suddiviso in aree settoriali, ognuna dotata di accesso proprio, contraddistinti da un colore diverso: - Ingresso principale (A) piazzale Liceo (piano terra zona vecchia) a cui è abbinato il colore rosso; Classi di pertinenza: 4C, 1ABIO, 3B, 3C, 2M, 2N, 1M, 4B; - Ingresso B scala antincendio esterna, che porta al primo piano dei locali vecchi a cui è abbinato il colore giallo; zona del Liceo Classico. L accesso è praticabile lungo un viottolo sul lato dx dell ingresso principale, dando le spalle alla strada Viale dei Mille ; Classi di pertinenza: 5AL.C., 5C, 2ABIO, 3ABio, 4Asc; - INGRESSO C scala antincendio che porta al primo piano della zona vecchia, posta sul lato perimetrale del fabbricato che confina con i locali della palestra piccola, a cui è abbinato il colore verde scuro; Classi di pertinenza: 5B, 2G, 3E, 1C; - INGRESSO D abbinato al colore blu il cui accesso è praticato dalla scala antincendio dei locali nuovi (che serve due piani); l ingresso è raggiungibile da via 14

15 Colombo, lato parcheggio comunale, oppure, facendo il giro intorno alla palestra grande del Liceo Volta, passando davanti all entrata dell Istituto Tecnico B.Ricasoli e proseguendo accosto all auditorium fino ad incontrare la scala in parola. Aule servite dall ingresso D Classi 1 piano zona nuova: 2B; 2C; 2D, 1D, 4D, 5D,3D; 1B; Classi 2 piano zona nuova: 3ALC, 4ALC, 3Asp, 3Bsp, 4Bsp, 4Asp, 5Asp, 1G, 5Asc Le studentesse e gli studenti avranno cura di rispettare le distanze fisiche tra chi precede e chi segue. In ogni caso sono da evitare assembramenti. Si precisa che il primo giorno di scuola verranno individuate delle aree nel piazzale antistante l entrata principale della scuola, con colori simili alle zone d ingresso, in cui gli studenti dovranno posizionarsi, rispettando la distanza di sicurezza in attesa di essere indirizzati ai vari accessi di pertinenza. Tali disposizioni sono valide solo i primi due giorni di scuola e per tutte le classi. Successivamente l ingresso nei locali avverrà in autonomia. - Sala insegnanti L accesso alla sala insegnanti posta accanto all entrata principale del piano terra è consentito solo rispettando le misure di distanziamento sociale. Si avrà cura di individuare ulteriori aree nelle varie pertinenze dell edifico scolastico in cui i docenti potranno sostare e lavorare. - Ricreazione Al fine di non creare assembramenti, non sarà possibile acquistare vivande e bevande a scuola, almeno fin quando le misure restrittive dovute alla situazione pandemica saranno in atto. La ricreazione dovrà essere effettuata in classe; gli studenti non potranno allontanarsi dalla propria aula se non per usufruire dei servizi igienici sempre rispettando, tuttavia, la turnazione prevista. L orario della ricreazione sarà scaglionato e verrà organizzato come qui di seguito specificato: - classi del biennio dalle ore 10:20 alle 10:35 - classi del triennio dalle ore 11:20 alle ore 11:35 15

16 Se possibile, le classi turneranno per poter effettuare la ricreazione negli spazi esterni di pertinenza dell edificio in cui si trovano le proprie aule. Si sottolinea comunque che, in tal caso, dovranno essere rispettate tutte le misure previste per il contrasto al COVID-19. Colle di Val d Elsa 07/09/2020 La Dirigente Scolastica Prof.ssa Papini Lucia Firma autografa sostituita a mezzo stampa A i sensi dell'art. 3 comma 2 del D.L. 39/93 16

Piano di sorveglianza

Piano di sorveglianza ISTITUTO COMPRENSIVO DON LORENZO MILANI Scuola primaria Aldo Moro Piazza donatori e volontari del sangue 20020 Robecchetto con Induno (Mi) Tel e Fax 0331875052 e-mail primariarobecchetto@comprensivoturbigo.gov.it

Dettagli

La diagnosi di influenza da virus A(H1N1)v è basata sul solo criterio clinico esplicitato di seguito. Criterio clinico ADULTI:

La diagnosi di influenza da virus A(H1N1)v è basata sul solo criterio clinico esplicitato di seguito. Criterio clinico ADULTI: Revisione 2 del 31.07.09 PROCEDURA per la GESTIONE dei CASI sospetti di INFEZIONE A/H1N1 presso la ASL di Teramo Gli operatori addetti al triage devono valutare tempestivamente tutte le persone che si

Dettagli

DISPOSIZIONI RELATIVE ALLA VIGILANZA SUGLI ALUNNI

DISPOSIZIONI RELATIVE ALLA VIGILANZA SUGLI ALUNNI Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Statale ORAZIO Via Fratelli Bandiera,29-00040 Pomezia ( Roma)- Cod.Mecc. RMIC8A8005

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Don Mauro Costantini Comuni di Serra San Quirico - Mergo - Rosora

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Don Mauro Costantini Comuni di Serra San Quirico - Mergo - Rosora Prot. N.114/B19-C27 COMUNICAZIONE N.11 Serra San Quirico, 13 gennaio 2014 Ai GENITORI che intendono iscrivere i propri figli al Primo Anno di SCUOLA PRIMARIA a.s. 2014/2015 p.c. Ai DOCENTI e al PERSONALE

Dettagli

I S T I T U T O C O M P R E N S I V O D I C A P I A G O I N T I M I A N O.

I S T I T U T O C O M P R E N S I V O D I C A P I A G O I N T I M I A N O. I S T I T U T O C O M P R E N S I V O D I C A P I A G O I N T I M I A N O Piazza IV Novembre 22070 CAPIAGO INTIMIANO (CO) t el. 0346447 fax 0356408 C F 800350039 coic8002@istruzione.it coic8002@pec.istruzione.it

Dettagli

MISURE DI CONTROLLO PER LA GESTIONE DEI CASI SOSPETTI/PROBABILI/ACCERTATI DELLA SINDROME INFLUENZALE DEL TIPO AH1N1

MISURE DI CONTROLLO PER LA GESTIONE DEI CASI SOSPETTI/PROBABILI/ACCERTATI DELLA SINDROME INFLUENZALE DEL TIPO AH1N1 MISURE DI CONTROLLO PER LA GESTIONE DEI CASI SOSPETTI/PROBABILI/ACCERTATI DELLA SINDROME INFLUENZALE DEL TIPO AH1N1 Dott. Maurizio Dal Maso Direttore Sanitario Dott.ssa Ausilia Pulimeno Dirigente Area

Dettagli

Piano di sorveglianza

Piano di sorveglianza Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale Don Lorenzo Milani via Trieste 21 20029 Turbigo Tel 0331 899 168 Fax 0331 897 861 email miic836006@istruzione.it

Dettagli

(concordandole preventivamente con il fiduciario di plesso).

(concordandole preventivamente con il fiduciario di plesso). Istituto Comprensivo Berni di Lamporecchio Prot. n 5298/B1 Lamporecchio, 14.09.2016 CIRCOLARE INTERNA Al personale docente dell Istituto All Albo delle Scuole Sito Oggetto: norme di comportamento Scuola

Dettagli

Ai docenti Al DSGA e al personale ATA Al consiglio d Istituto Sito Web- Sede REGOLAMENTO VIGILANZA ALUNNI. Vigilanza nell istituzione scolastica

Ai docenti Al DSGA e al personale ATA Al consiglio d Istituto Sito Web- Sede REGOLAMENTO VIGILANZA ALUNNI. Vigilanza nell istituzione scolastica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE E. FERMI VIA COMO N. 435-97019 VITTORIA (RG) c.f. 91017490888 codice

Dettagli

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE ENRICO TOSI. VIALE STELVIO, 173 Busto Arsizio

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE ENRICO TOSI. VIALE STELVIO, 173 Busto Arsizio ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE ENRICO TOSI VIALE STELVIO, 173 REGOLAMENTO PER LA SICUREZZA (PROCEDURA DI SICUREZZA): USO DI VIDEOTERMINALI NORME GENERALI Vedasi anche regolamento della sicurezza capitolo

Dettagli

REGOLAMENTO COLLABORATORI SCOLASTICI Approvato dal CdI il 23 novembre 2015

REGOLAMENTO COLLABORATORI SCOLASTICI Approvato dal CdI il 23 novembre 2015 IL CONSIGLIO D ISTITUTO VISTO l art. 10, comma 3, lettera a) del T.U. 16/4/94, n. 297; VISTI gli artt. 8 e 9 del DPR 8/3/99, n. 275; VISTO IL POF DELL ISTITUTO Adotta il seguente regolamento per fornire

Dettagli

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO ALTERNANZA SCUOLA LAVORO I RUOLI E I COMPITI NELL ALTERNANZA SCUOLA LAVORO Prof. ssa Enrica Frosio Brescia, 19 ottobre 2017 ALTERNANZA SCUOLA LAVORO GLI OPERATORI COINVOLTI NELL ASL: TUTOR INTERNO TUROR

Dettagli

REGOLAMENTO DI LABORATORIO DI IMPIANTI ELETTRICI A.S. 2018/2019

REGOLAMENTO DI LABORATORIO DI IMPIANTI ELETTRICI A.S. 2018/2019 1 di 5 REGOLAMENTO DI LABORATORIO A.S. 2018/2019 di laboratorio: PREMESSA Nel Laboratorio di Impianti elettrici sono presenti apparecchiature che, se non sono utilizzate correttamente possono causare danno,

Dettagli

PIANO DI PRIMO SOCCORSO

PIANO DI PRIMO SOCCORSO Pag. 1 di 8 PIANO DI PIANO DI Pag. 2 di 8 COPIA N : DESTINATARIO : 1 GENERALITÀ Il DS (D.Lgs. 81/08 art. 45) prende i provvedimenti necessari in materia di primo soccorso e di assistenza medica di emergenza

Dettagli

Istituto Statale Istruzione Superiore GRIS L. Da Vinci E. Fermi

Istituto Statale Istruzione Superiore GRIS L. Da Vinci E. Fermi A TUTTI I DOCENTI ALLA BACHECA DELLE CIRCOLARI OGGETTO ADEMPIMENTI PER IL DOCENTE Si trascrivono di seguito gli adempimenti a cui devono attenersi i Docenti: 1. Ai sensi del CCNL art. 29 comma 5 per assicurare

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO ANTONIO DE CURTIS

MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO ANTONIO DE CURTIS Prot. n.3627/a28a Ai docenti CIRC. N. 19 Al personale ATA Albo Sito web Oggetto: disposizioni in materia di sicurezza e prevenzione rischi (D. Lgs. 81/08 ex legge 626/94). Per opportuna conoscenza e per

Dettagli

PIANO SORVEGLIANZA SCUOLA DELL INFANZIA DI VERDELLINO

PIANO SORVEGLIANZA SCUOLA DELL INFANZIA DI VERDELLINO SCUOLA DELL INFANZIA DI VERDELLINO VIGILANZA DEGLI ALUNNI 1. Il personale della scuola (insegnanti, collaboratori scolastici) ha il dovere di vigilare sui minori e tutelare la loro incolumità. 2. Per nessun

Dettagli

C.F Cod. CEIS

C.F Cod. CEIS Prot. Nr. Vairano Scalo, 08.09.2012 Albo/Atti Agli Studenti Al Direttore Sga Al Personale Docente AL PERSONALE A.T.A. : Agli Assistenti Amministrativi Agli Assistenti Tecnici Ai Collaboratori Scolastici

Dettagli

A TUTTO IL PERSONALE ALLE FAMIGLIE DEGLI ALUNNI. Oggetto: SOMMINISTRAZIONE FARMACI IL DIRIGENTE SCOLASTICO

A TUTTO IL PERSONALE ALLE FAMIGLIE DEGLI ALUNNI. Oggetto: SOMMINISTRAZIONE FARMACI IL DIRIGENTE SCOLASTICO MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO GOFFREDO MAMELI Viale della Vittoria, 2 00036 Palestrina Tel. 069538171 Fax 069534166

Dettagli

PREMESSA. ISTITUTO PARITARIO SAN GIUSEPPE - VIGEVANO Cooperativa Sociale S. Caterina Da Siena a r. l. - ONLUS Scuola Primaria

PREMESSA. ISTITUTO PARITARIO SAN GIUSEPPE - VIGEVANO Cooperativa Sociale S. Caterina Da Siena a r. l. - ONLUS Scuola Primaria PREMESSA L Istituto avverte l esigenza di formulare una regolamentazione interna che disciplini il rapporto di collaborazione tra tutte le componenti aventi diritto, dovere o interesse legittimo allo svolgimento

Dettagli

Circ. n. 13 Capoterra,

Circ. n. 13 Capoterra, Circ. n. 13 Capoterra, 14.09.2018 Oggetto: Ai Genitori Al Personale Docente Al personale ATA Al DSGA Al RLS Ins. Vincenzo Panduccio Al Sito web ASSEGNAZIONE DELLE AULE ALLE CLASSI, DISPOSIZIONI DI INGRESSO

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Statale Pietro Martini

Istituto Tecnico Commerciale Statale Pietro Martini Istituto Tecnico Commerciale Statale Pietro Martini Via Sant Eusebio, 10 09127 CAGLIARI Tel 070 669138 Fax 070 651611 Cod. Fiscale n. 80010310920 C/c postale 15369093 Cod meccanografico Scuola CATD08000V

Dettagli

LA GESTIONE DELLE EMERGENZE

LA GESTIONE DELLE EMERGENZE LA GESTIONE DELLE EMERGENZE TIPOLOGIA delle EMERGENZE Possono presentarsi tre tipi di emergenza: Sanitaria Incendio Terremoto L emergenza sanitaria si verifica ogniqualvolta si presenti un problema di

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA sulle DIFFICOLTÀ dell alunno

SCHEDA INFORMATIVA sulle DIFFICOLTÀ dell alunno Gruppo Interistituzionale Disturbi di Comportamento Servizio DISTURBI COMPORTAMENTO Federazione Italiana Scuole Materne Usrv - Ufficio VIII - Ambito Territoriale Di Vicenza Liceo Corradini di Thiene Centri

Dettagli

MIUR.AOODRER.REGISTRO UFFICIALE(U)

MIUR.AOODRER.REGISTRO UFFICIALE(U) MIUR.AOODRER.REGISTRO UFFICIALE(U).0010763.27-07-2016 Alle Istituzioni Scolastiche dell Emilia-Romagna Loro Sedi Ai Dirigenti degli Uffici scolastici degli ambiti territoriali dell Emilia-Romagna e, p.c.

Dettagli

Piano di sorveglianza

Piano di sorveglianza ISTITUTO COMPRENSIVO DON LORENZO MILANI Scuola secondaria di primo grado Antonio Rosmini Piazza donatori e volontari del sangue 20020 Robecchetto con Induno (Mi) Tel e Fax 0331 875694 e-mail secondariarobecchetto@comprensivoturbigo.gov.it

Dettagli

PROTOCOLLO DI SOMMINISTRAZIONE DEI FARMACI A SCUOLA a.s

PROTOCOLLO DI SOMMINISTRAZIONE DEI FARMACI A SCUOLA a.s PROTOCOLLO DI SOMMINISTRAZIONE DEI FARMACI A SCUOLA a.s. 2016-2017 Approvato dal Collegio dei Docenti nella seduta del 25 ottobre 2016 Oggetto del presente protocollo sono le procedure finalizzate all

Dettagli

PROTOCOLLO PER LA GESTIONE DELLA PEDICULOSI NELLE COMUNITA INFANTILI AGGIORNAMENTO AGOSTO 2010

PROTOCOLLO PER LA GESTIONE DELLA PEDICULOSI NELLE COMUNITA INFANTILI AGGIORNAMENTO AGOSTO 2010 ASL DELLA PROVINCIA DI VARESE DIREZIONE SANITARIA DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICO SERVIZIO DI MEDICINA PREVENTIVA NELLE COMUNITA PROTOCOLLO PER LA GESTIONE DELLA PEDICULOSI NELLE COMUNITA INFANTILI

Dettagli

PROCEDURE OPERATIVE D EMERGENZA

PROCEDURE OPERATIVE D EMERGENZA IIS Giulio PIANO DI EVACUAZIONE E DI EMERGENZA ALLEGATO 1 Ediz. 01 Rev. 01 Pagina 1 di 8 PROCEDURE OPERATIVE D EMERGENZA Compiti del Coordinatore dell emergenza (procedura PROC_1) Compiti dell addetto

Dettagli

Comunicato n. 424 Ai docenti coordinatori classi 5^ e 3^ Classico

Comunicato n. 424 Ai docenti coordinatori classi 5^ e 3^ Classico Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE PACIOLO-D ANNUNZIO LICEO CLASSICO LINGUISTICO SCIENTIFICO E TECNICO - ECONOMICO Via Manzoni, 6-43036

Dettagli

Circ. n. 70 Silea, 25 novembre 2016

Circ. n. 70 Silea, 25 novembre 2016 Circ. n. 70 Silea, 25 novembre 2016 AI GENITORI DEGLI ALUNNI iscrivibili alle sezioni della Scuola dell Infanzia obbligati e iscrivibili alla classe prima scuola Primaria di classe V primaria per iscrizione

Dettagli

REGOLAMENTO DI ISTITUTO

REGOLAMENTO DI ISTITUTO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VIA N. MANCINI, 18 67031 CASTEL DI SANGRO (AQ) CF. 91008050667 - C.M. AQIC837001 Tel. 0864-845904 - Fax. 0864-847474 e-mail: aqic837001@istruzione.it pec: aqic837001@pec.istruzione.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO VOLPAGO del MONTELLO. ISCRIZIONI a.s SCUOLA PRIMARIA

ISTITUTO COMPRENSIVO VOLPAGO del MONTELLO. ISCRIZIONI a.s SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO VOLPAGO del MONTELLO ISCRIZIONI a.s. 2019-2020 SCUOLA PRIMARIA TEMPO SCUOLA VOLPAGO 27 ore dal lunedì al sabato: dalle ore 8.30 alle ore 12.30 rientro pomeridiano : il lunedì fino

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO. VISTO il protocollo d intesa del Ministero della P.I. e Ministero della Salute del ;

IL DIRIGENTE SCOLASTICO. VISTO il protocollo d intesa del Ministero della P.I. e Ministero della Salute del ; ISTITUTO COMPRENSIVO BELVEDERE MARITTIMO - C.F. 82001590783 C.M. CSIC8AS00C - CSIC8AS00C - CSIC8AS00C Prot. 0006690/U del 01/10/2019 10:45:15 Belvedere M.mo, 1/10/2019 Al Personale DOCENTE e ATA Ai genitori

Dettagli

deliberato da Collegio Docenti del Consiglio di Istituto del

deliberato da Collegio Docenti del Consiglio di Istituto del Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Ufficio XI Ambito territoriale Grosseto Istituto comprensivo n 6 Grosseto deliberato da Collegio Docenti

Dettagli

Oggetto: Validità anno scolastico 2018/2019- Criteri di deroga in caso di superamento del limite massimo delle ore di assenza.

Oggetto: Validità anno scolastico 2018/2019- Criteri di deroga in caso di superamento del limite massimo delle ore di assenza. DIREZIONE DIDATTICA STATALE BARONISSI (SA) Viale Sandro Pertini, 2-84081 BARONISSI (SA) - c.f. 80023960653 - c.m. SAEE01400B tel. 089.828291 089.828286 sito: www.circolodidatticobaronissi.edu.it codice

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA SOMMINISTRAZIONE DEI FARMACI A SCUOLA

LINEE GUIDA PER LA SOMMINISTRAZIONE DEI FARMACI A SCUOLA LINEE GUIDA PER LA SOMMINISTRAZIONE DEI FARMACI A SCUOLA PREMESSA a. le problematiche connesse alla presenza di studenti che necessitano di somministrazione di farmaci in orario scolastico è da sempre

Dettagli

Istituto di Istruzione Superiore Guglielmo Oberdan Liceo: Scienze Umane - Economico Sociale Tecnico Economico: Amministrazione, Finanza e Marketing

Istituto di Istruzione Superiore Guglielmo Oberdan Liceo: Scienze Umane - Economico Sociale Tecnico Economico: Amministrazione, Finanza e Marketing TIROCINANTE Cognome Nome Classe Residente in via Comune Codice fiscale Telefono PROGETTO FORMATIVO INDIVIDUALE DI TIROCINIO CURRICOLARE SOGGETTO PROMOTORE Denominazione ISTITUTO STATALE ISTRUZIONE SUPERIORE

Dettagli

Attività:... Via... cap Città.. Tel. /Fax... PROPRIETARIO DELL EDIFICIO Ragione sociale. Via.., n civico.. Cap, Località.

Attività:... Via... cap Città.. Tel. /Fax... PROPRIETARIO DELL EDIFICIO Ragione sociale. Via.., n civico.. Cap, Località. Titolo: DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DOCUMENTI GENERATI MODELLI MODELLO DI REGISTRO DI PREVENZIONE INCENDI Rif. Doc.: MOD.REG.INC Rev.: 0.0 Data: Luglio 2008 Modello n 06 Decreto Legislativo 9 Aprile

Dettagli

VOSTRO ISTITUTO. Libretto dello Studente

VOSTRO ISTITUTO. Libretto dello Studente NUOVA CAMPIONATURA 2009 INE VOSO Indirizzo sede scolastica tel. - fax - e-mail Libretto dello Studente Nome... Cognome...... Sez.... Anno Scolastico... LSP/05-2009 Capo Primo - COMPORTAMENTO REGOLAMENTO

Dettagli

Oggetto: DISPOSIZIONI GENERALI DI SERVIZIO PERSONALE ATA

Oggetto: DISPOSIZIONI GENERALI DI SERVIZIO PERSONALE ATA Torino, 2 ottobre 2015 AL PERSONALE ATA - Collaboratori Scolastici - Assistenti Amministrativi - Assistenti Tecnici Oggetto: DISPOSIZIONI GENERALI DI SERVIZIO PERSONALE ATA Orario di lavoro ATA (art.51

Dettagli

PROTOCOLLO ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

PROTOCOLLO ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PROTOCOLLO ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PRIME TAPPE D INSERIMENTO SCOLASTICO DOPO LA SCUOLA DELL INFANZIA E DOPO LA SCUOLA PRIMARIA ALUNNI CON DISABILITÀ CERTIFICATA FASI TEMPI ATTIVITÀ PER L ALUNNO ISCRIZIONE

Dettagli

Gruppo di Lavoro per l Inclusione

Gruppo di Lavoro per l Inclusione Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Marcheno Via Rinaldini,5-25060 Marcheno(BS) tel. 030/8960336- fax030/8960464e-mail : bsic85400n@istruzione.it

Dettagli

Città di Bari RIPARTIZIONE POLITICHE EDUCATIVE GIOVANILI E SPORTIVE GUIDA PER I GENITORI - GRUPPI DI ASSAGGIO-

Città di Bari RIPARTIZIONE POLITICHE EDUCATIVE GIOVANILI E SPORTIVE GUIDA PER I GENITORI - GRUPPI DI ASSAGGIO- C t Città di Bari RIPARTIZIONE POLITICHE EDUCATIVE GIOVANILI E SPORTIVE GUIDA PER I GENITORI - GRUPPI DI ASSAGGIO- ESTRATTO DELLA GUIDA DELLA COMMISSIONE MENSA DELLA CITTA DI BARI Anno scolastico 2012/2013

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DIDATTICI E AMMINISTRATIVI PREMESSA

CARTA DEI SERVIZI DIDATTICI E AMMINISTRATIVI PREMESSA CARTA DEI SERVIZI DIDATTICI E AMMINISTRATIVI PREMESSA Le finalità generali dell operare pedagogico dell Istituto sono quelle indicate dagli artt. 3, 21, 33 e 34 della Costituzione Italiana. PRINCIPI FONDAMENTALI

Dettagli

REGOLAMENTO PEDIATRICO

REGOLAMENTO PEDIATRICO REGOLAMENTO PEDIATRICO Lo scopo del regolamento pediatrico della Scuola Infanzia San Carlo Borromeo è quello di fornire alle famiglie indicazioni riguardanti la tutela del bambino e della collettività.

Dettagli

PROTOCOLLO ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

PROTOCOLLO ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PROTOCOLLO ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PRIME TAPPE D INSERIMENTO SCOLASTICO DOPO LA SCUOLA DELL INFANZIA E DOPO LA SCUOLA PRIMARIA ALUNNI CON DISABILITÀ CERTIFICATA FASI TEMPI ATTIVITÀ PER L ALUNNO ISCRIZIONE

Dettagli

L. DA VINCI G. GALILEI

L. DA VINCI G. GALILEI MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Istituto d Istruzione Superiore L. DA VINCI G. GALILEI Via Repubblica, 36/H 70015 Noci (BA) Tel. 0804977228 Fax 0804974425 Codice Meccanografico

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Scolastica Regionale per l Umbria Liceo Scientifico Statale G.

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Scolastica Regionale per l Umbria Liceo Scientifico Statale G. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Scolastica Regionale per l Umbria Liceo Scientifico Statale G. Galilei Terni Circolare n. 303 16 gennaio 2018 A tutti i docenti Alle

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA SULLE DIFFICOLTÀ DELL'ALUNNO. Per il PEDIATRA di libera scelta (PLS) o per il MEDICO di MEDICINA GENERALE (MMG)

SCHEDA INFORMATIVA SULLE DIFFICOLTÀ DELL'ALUNNO. Per il PEDIATRA di libera scelta (PLS) o per il MEDICO di MEDICINA GENERALE (MMG) Intestazione dell istituzione scolastica (nome, comune, indirizzo, telefono, mail) SCHEDA INFORMATIVA SULLE DIFFICOLTÀ DELL'ALUNNO Per il PEDIATRA di libera scelta (PLS) o per il MEDICO di MEDICINA GENERALE

Dettagli

Istituto di Istruzione Superiore G.B. Aleotti

Istituto di Istruzione Superiore G.B. Aleotti Ferrara, 15 maggio 2017 COMUNICAZIONE N. 695 AGLI ALUNNI AI DOCENTI PERSONALE ATA OGGETTO: Obblighi previsti dalla normativa vigente - D.Lvo 81/2008 integrato dal D.Lvo 106/09 - Prova di evacuazione Entro

Dettagli

Le domande di iscrizione possono essere presentate dalle ore 8.00 del 7 gennaio 2019 alle ore del 31gennaio 2019.

Le domande di iscrizione possono essere presentate dalle ore 8.00 del 7 gennaio 2019 alle ore del 31gennaio 2019. Istituto Comprensivo statale RADICE SANZIO AMMATURO DI NAPOLI Scuola dell - Scuola - Scuola Secondaria di 1 grado Sede Centrale: Via R.Cuomo, 78 80143, Napoli Tel. e Fax 081 7590290 C. F. 95186580635 -

Dettagli

Piano di sorveglianza

Piano di sorveglianza Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale Don Lorenzo Milani via Trieste 21 20029 Turbigo Tel 0331 899 168 Fax 0331 897 861 email miic836006@istruzione.it

Dettagli

CIRCOLARE INTERNA PRO 7-03 MODULO 01 LICEO SCIENTIFICO STATALE G. MARCONI

CIRCOLARE INTERNA PRO 7-03 MODULO 01 LICEO SCIENTIFICO STATALE G. MARCONI CIRCOLARE INTERNA PRO 7-03 MODULO 01 Rev. 00 Data 18-11-08 Pagina 1 di 1 LICEO SCIENTIFICO STATALE G. MARCONI CIRCOLARE N 39 AI DOCENTI AL PERSONALE ATA AI GENITORI DEGLI ALUNNI CLASSI PRIME Oggetto: uscita

Dettagli

REGOLAMENTO SANITARIO

REGOLAMENTO SANITARIO COMUNE DI VERGIATE Provincia di Varese REGOLAMENTO SANITARIO Allegato al regolamento del Servizio per l infanzia - Gruppo 0/6 G. Rodari - SOMMARIO - ART. 1 - AMMISSIONE AL SERVIZIO ART. 2 - DIETA ART.

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE PERIODICA PER LA PREVENZIONE E PER LA PROTEZIONE DAI RISCHI

VERBALE DELLA RIUNIONE PERIODICA PER LA PREVENZIONE E PER LA PROTEZIONE DAI RISCHI VERBALE DELLA RIUNIONE PERIODICA PER LA PREVENZIONE E PER LA PROTEZIONE DAI RISCHI ai sensi dell art. 35 del D. Lgs. 81/2008 e s.m.i. Il giorno 25-09-2018, presso la sede dell Istituto Comprensivo di Noventa

Dettagli

CONVENZIONE ALTERNANZA SCUOLA LAVORO D.lgs. 77/2005 Legge 13/07/2015 n. 107 ANNO SCOLASTICO 20 /20 TRA

CONVENZIONE ALTERNANZA SCUOLA LAVORO D.lgs. 77/2005 Legge 13/07/2015 n. 107 ANNO SCOLASTICO 20 /20 TRA CONVENZIONE ALTERNANZA SCUOLA LAVORO D.lgs. 77/2005 Legge 13/07/2015 n. 107 ANNO SCOLASTICO 20 /20 TRA L Istituto (in qualità di soggetto promotore).......con sede in.......codice fiscale... d ora in poi

Dettagli

DIRETTIVA DI MASSIMA SUI SERVIZI GENERALI E AMMINISTRATIVI

DIRETTIVA DI MASSIMA SUI SERVIZI GENERALI E AMMINISTRATIVI Prot. n. 3799/FP Pusiano, 19.09.2016 Al D.S.G.A. Sig.ra Maria Catalano Agli atti All albo d Istituto DIRETTIVA DI MASSIMA SUI SERVIZI GENERALI E AMMINISTRATIVI Sommario Art. 1 Ambiti di applicazione...

Dettagli

Com. Int. n.98 Cardano al Campo,

Com. Int. n.98 Cardano al Campo, ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Maria Montessori SCUOLE DELL INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA I GRADO Via Carreggia, 2 21010 Cardano Al Campo (Va) Tel. 0331 261579 Fax 0331 733843 Cod. Min. VAIC843007 Cod. Fis.

Dettagli

Prot. n 9020/fp Palermo, 20/11/2014. Oggetto: Nomina Collaboratore Vicario del Dirigente a.s.2014/2015. IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prot. n 9020/fp Palermo, 20/11/2014. Oggetto: Nomina Collaboratore Vicario del Dirigente a.s.2014/2015. IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE POLITEAMA (EX LA MASA FEDERICO II ARCHIMEDE) Scuola dell infanzia - primaria - secondaria di I grado Centro Territoriale Permanente (Istruzione in età adulta) *************

Dettagli

Procedura per la somministrazione di farmaci a scuola

Procedura per la somministrazione di farmaci a scuola Procedura per la somministrazione di farmaci a scuola A seguito della firma il 31 gennaio 2018 del Protocollo tra MIUR USR del Lazio e Regione Lazio si pubblicano le procedure per la somministrazione dei

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2018/19 CONVENZIONE TRA ISTITUZIONE SCOLASTICA E SOGGETTO OSPITANTE TRA

ANNO SCOLASTICO 2018/19 CONVENZIONE TRA ISTITUZIONE SCOLASTICA E SOGGETTO OSPITANTE TRA LICEO SCIENTIFICO STATALE F. VERCELLI LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENTIFICO opzione SCIENZE APPLICATE LICEO SCIENTIFICO sezione INDIRIZZO SPORTIVO Via dell Arazzeria, 6-14100 Asti Tel. 0141 215370 Fax 0141

Dettagli

AUTOVALUTAZIONE DIISTITUTO

AUTOVALUTAZIONE DIISTITUTO AUTOVALUTAZIONE DIISTITUTO ESITI DEI RISULTATI QUESTIONARIO-QUALITA DEL SERVIZIO SCOLASTICO Anno scolastico 212/213 Premessa L istituto Comprensivo Statale Sperone-Pertini ha attivato, attraverso la somministrazione

Dettagli

REGOLAMENTO ATTIVITA DI EDUCAZIONE FISICA

REGOLAMENTO ATTIVITA DI EDUCAZIONE FISICA REGOLAMENTO ATTIVITA DI EDUCAZIONE FISICA IL CONSIGLIO D ISTITUTO P R E M E S S O La scuola promuove azioni a favore del benessere fisico e psicomotorio dei bambini e ragazzi all interno delle attività

Dettagli

Regolamento per la somministrazione di farmaci in orario scolastico.

Regolamento per la somministrazione di farmaci in orario scolastico. LICEO P. Metastasio Scientifico Linguistico Località Pantano 87029 Scalea CS C.F. 82001250784 Codice univoco UF55X6 Tel. 0985-21257 Fax. 0985939970 Sito web: www.scientificoscalea.gov.it e-mail: CSPS20000D@istruzione.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Scuola Infanzia Primaria e Secondaria di 1 Grado. Corso Umberto I N VALLELONGA (VV) Tel/Fax :

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Scuola Infanzia Primaria e Secondaria di 1 Grado. Corso Umberto I N VALLELONGA (VV) Tel/Fax : ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Scuola Infanzia Primaria e Secondaria di 1 Grado Corso Umberto I N 158 89821 VALLELONGA (VV) Tel/Fax : 096376000 UNIONE EUROPEA CODICE MECCANOGRAFICO:VVIC83500G CODICE FISCALE:

Dettagli

REGOLAMENTO DI ACCESSO E UTILIZZO

REGOLAMENTO DI ACCESSO E UTILIZZO ISTITUTO TECNICO AGRARIO STATALE CARLO GALLINI 27058 VOGHERA (PV) Corso Rosselli, 22 Codice fiscale e Partita IVA 00535380182 tel. 0383 343611 Posta Elettronica: pvta01000p@pec.istruzione.it - pvta01000p@istruzione.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI ROBBIO. Piano Annuale per l Inclusione

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI ROBBIO. Piano Annuale per l Inclusione ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI ROBBIO Viale Antonio Gramsci, 56 Robbio (PV) Piano Annuale per l Inclusione A.S. 2016/2017 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità

Dettagli

ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DI LAVORO ATA 2014/15 INDIVIDUAZIONE COMPITI E FUNZIONI COLLABORATORI SCOLASTICI

ARTICOLAZIONE DELL ORARIO DI LAVORO ATA 2014/15 INDIVIDUAZIONE COMPITI E FUNZIONI COLLABORATORI SCOLASTICI Istituto Professionale di Stato Industria ed Artigianato "L.Cremona" P.zza Marconi, 6-27100 PAVIA Tel. 0382 469271 - Fax 0382 460992 email ipsia@telnetwork.it pec ipsia.pavia@pec.it Cod. Mec. PVRI01000E

Dettagli

PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO. Sezione Corso Numero di ore settimanali di lezione

PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO. Sezione Corso Numero di ore settimanali di lezione MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L EMILIA ROMAGNA Istituto Comprensivo 2 Modena. Via F. Corni, 70-41126 Modena - Tel. 059 348228 Fax 059 3369420

Dettagli

EDUCATIONAL SUPPORT LINEE GUIDA POLICY ON EDUCATIONAL SUPPORT

EDUCATIONAL SUPPORT LINEE GUIDA POLICY ON EDUCATIONAL SUPPORT EDUCATIONAL SUPPORT LINEE GUIDA POLICY ON EDUCATIONAL SUPPORT A.S. 2016/2017 La Scuola per l Europa di Parma, in quanto scuola italiana accreditata al sistema delle Scuole Europee, promuove l inclusione

Dettagli

Incontro sui temi della sicurezza

Incontro sui temi della sicurezza Incontro sui temi della sicurezza Aspetti gestionali dell alternanza scuola lavoro, dei rischi strutturali e non strutturali e dei farmaci salvavita Rovigo, 24 febbraio 2017 Riferimenti normativi Il datore

Dettagli

OGGETTO: ISCRIZIONI A.S. 2019/20 SCUOLA INFANZIA- PRIMARIA-SECONDARIA DI PRIMO GRADO

OGGETTO: ISCRIZIONI A.S. 2019/20 SCUOLA INFANZIA- PRIMARIA-SECONDARIA DI PRIMO GRADO MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO «ARTEMISIA GENTILESCHI» Sede C.le ed Amm.va: Via dei Glicini, 60-00172 Roma Tel.

Dettagli

PROCEDURA OPERATIVA PER LA SOMMINISTRAZIONE DI FARMACI IN AMBITO SCOLASTICO

PROCEDURA OPERATIVA PER LA SOMMINISTRAZIONE DI FARMACI IN AMBITO SCOLASTICO PROCEDURA OPERATIVA PER LA SOMMINISTRAZIONE DI FARMACI IN AMBITO SCOLASTICO Scopo. Scopo della presente procedura è quello di fornire al personale scolastico le indicazioni necessarie per gestire, nell

Dettagli

Comune di Barzago REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO MENSA SCOLASTICA

Comune di Barzago REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO MENSA SCOLASTICA Comune di Barzago REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO MENSA SCOLASTICA Approvato con deliberazione C.C. n. 32 del 10.06.2011 Art. 1 Finalità L Amministrazione Comunale di Barzago attraverso l

Dettagli

REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI

REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI ISTITUTO COMPRENSIVO ROVERETO NORD REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI (articoli 21, 22, 23, 24 dello Statuto dell istituzione scolastica) Art.1 Diritti degli studenti

Dettagli

REGOLAMENTO DI ISTITUTO

REGOLAMENTO DI ISTITUTO REGOLAMENTO DI ISTITUTO S.M.S. G.CRESTO - CASTELLAMONTE S.M.S. F.FACCIO - CASTELLAMONTE S.M.S OLIVETTI - AGLIE RITARDI: Alle ore 08,05 (8,20 per Agliè) i cancelli della scuola vengono chiusi e si potrà

Dettagli

Circ. n. 6 Ginosa, 06 settembre Oggetto: modalità e orari di ingresso e uscita temporanei a.s. 2018/2019

Circ. n. 6 Ginosa, 06 settembre Oggetto: modalità e orari di ingresso e uscita temporanei a.s. 2018/2019 Circ. n. 6 Ginosa, 06 settembre 2018 Ai Sigg. Docenti Alle famiglie Al personale ATA Al D.S.G.A. Oggetto: modalità e orari di ingresso e uscita temporanei a.s. 2018/2019 Si comunica che, a partire dal

Dettagli

PROTOCOLLO SOMMINISTRAZIONE FARMACI A SCUOLA

PROTOCOLLO SOMMINISTRAZIONE FARMACI A SCUOLA ISTITUTO COMPRENSIVO UMBERTIDE MONTONE PIETRALUNGA Piazza Carlo Marx, 1-06019 UMBERTIDE (PG) - Tel. e Fax 075 9413745 e-mail: pgic84800x@istruzione.it pec: pgic84800x@pec.istruzione.it C.F. 90025480543

Dettagli

I L D M. 8 1 / 0 8 ( O B B L I G H I D E L D A T O R E D I L A V O R O, D E L D I R I G E N T E E D E L P R E P O S T O ) I M P O N E A L D I R I G E

I L D M. 8 1 / 0 8 ( O B B L I G H I D E L D A T O R E D I L A V O R O, D E L D I R I G E N T E E D E L P R E P O S T O ) I M P O N E A L D I R I G E I L D M. 8 1 / 0 8 ( O B B L I G H I D E L D A T O R E D I L A V O R O, D E L D I R I G E N T E E D E L P R E P O S T O ) I M P O N E A L D I R I G E N T E S C O L A S T I C O D I A D O T T A R E U N A

Dettagli

RICHIESTA DI SOMMINISTRAZIONE DI FARMACI DA COMPILARE A CURA DEI GENITORI DELL ALUNNO E DA CONSEGNARE AL DIRIGENTE SCOLASTICO

RICHIESTA DI SOMMINISTRAZIONE DI FARMACI DA COMPILARE A CURA DEI GENITORI DELL ALUNNO E DA CONSEGNARE AL DIRIGENTE SCOLASTICO MODULO 1 RICHIESTA DI SOMMINISTRAZIONE DI FARMACI DA COMPILARE A CURA DEI GENITORI DELL ALUNNO E DA CONSEGNARE AL DIRIGENTE SCOLASTICO Al Dirigente Scolastico dell Istituto Comprensivo Subiaco Il / la

Dettagli

ALLEGATO N.3 REGOLAMENTO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO

ALLEGATO N.3 REGOLAMENTO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO ALLEGATO N.3 REGOLAMENTO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO Approvato dal Consiglio di il 14/02/2018 Delibera n.26 CONDIZIONE E ATTIVITA ENTRATA ALUNNI RITARDI USCITE ORGANI E FIGURE COMPETENZE Scolastici

Dettagli

COMUNICAZIONE N. 8 Forlì (FC), 06/09/2019

COMUNICAZIONE N. 8 Forlì (FC), 06/09/2019 ISTITUTO TECNICO SAFFI/ ALBERTI - FORLI Indirizzi di studio: Sistema Moda Costruzioni Ambiente Territorio Chimica materiali/ Biotecnologie Sanitarie-Ambientali via Turati n. 5-47121 Forlì Tel. 0543-67370

Dettagli

ADEMPIMENTI D.LGS. 626/94 e s.m.i. OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO

ADEMPIMENTI D.LGS. 626/94 e s.m.i. OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO ADEMPIMENTI D.LGS. 626/94 e s.m.i. OBBLIGHI DEL DATORE DI LAVORO 1 Nomina del Responsabile servizio prevenzione e protezione In tutte le imprese deve essere nominato il RSPP che può essere: Datore di lavoro

Dettagli

Alunni Diversamente Abili (DVA)

Alunni Diversamente Abili (DVA) Alunni Diversamente Abili (DVA) Protocollo per l inclusione degli studenti diversamente abili Finalità: garantire il diritto all istruzione e i necessari supporti agli alunni; inserire gli alunni diversamente

Dettagli

PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA LEGGE N.107/2015. PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA

PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA LEGGE N.107/2015. PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA LEGGE N.107/2015. APPENDICE 3 PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ANNO SCOLASTICO 2017-2018 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI CON DISABILITÀ L Istituto Comprensivo Pertini

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. RENDA POLISTENA

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. RENDA POLISTENA ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. RENDA POLISTENA SEDE LEGALE - VIA VESCOVO MORABITO, 19-89024 POLISTENA (R.C.) Tel. 0966/439144 CODICE FISCALE 91000410802 www.istitutorenda.it e-mail: rcis00300c@istruzione.it

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE Alla classe 3^ - Alunni esterni Al Dirigente Scolastico

DOMANDA DI ISCRIZIONE Alla classe 3^ - Alunni esterni Al Dirigente Scolastico DOMANDA DI ISCRIZIONE Alla classe 3^ - Alunni esterni Al Dirigente Scolastico _l_ sottoscritt padre madre tutore dell alunn CHIEDE l iscrizione dell_ stess _ alla classe 3^ per l anno scolastico 20 / 20

Dettagli

Istituto di Istruzione Superiore Statale Antonio Pesenti Cascina

Istituto di Istruzione Superiore Statale Antonio Pesenti Cascina Istituto di Istruzione Superiore Statale Antonio Pesenti Cascina Liceo Linguistico - Liceo Scientifico - Liceo Scientifico delle Scienze Applicate Liceo Scientifico Indirizzo Sportivo - Istituto Tecnico

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI Il presente documento denominato Protocollo di Accoglienza è un documento che nasce da una più dettagliata esigenza d informazione relativamente

Dettagli

Istituto Superiore..

Istituto Superiore.. Istituto Superiore.. CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI PERCORSI DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO TRA L Istituto Superiore.., d ora in poi denominato istituzione scolastica, con sede in.., via.., C.F..., rappresentato

Dettagli

Circolare n. 227 Venezia, 22 novembre 2016

Circolare n. 227 Venezia, 22 novembre 2016 Circolare n. 227 Venezia, 22 novembre 2016 Agli Alunni, Ai Docenti, Al Personale ATA SEDI Al Responsabile Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP) Ing. Adriano Mantoan SEDE Oggetto: PIANO DI EVACUAZIONE

Dettagli