Le funzioni del sistema finanziario

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le funzioni del sistema finanziario"

Transcript

1 Le funzioni del sistema finanziario Che cos è il sistema finanziario 1.2 La natura e le caratteristiche degli strumenti finanziari 1.3 Quali funzioni svolge il sistema finanziario L offerta di strumenti di regolamento degli scambi L accumulazione del risparmio e il finanziamento degli investimenti: il trasferimento delle risorse finanziarie Le funzioni del sistema finanziario nell ambito del trasferimento delle risorse La gestione dei rischi

2 La struttura finanziaria dell economia Lo sviluppo dell economia monetaria Dal baratto all economia monetaria L evoluzione della moneta nel tempo I fattori che influenzano l evoluzione della moneta Le funzioni della moneta Che cos è oggi la moneta I circuiti reali e i circuiti monetari 2.2 La struttura finanziaria dell economia: alcuni concetti base Il risparmio e il patrimonio delle unità economiche La variabile stock e la variabile flusso Attività e passività finanziarie Il concetto di saldo finanziario I settori istituzionali La struttura dei saldi finanziari settoriali I limiti nel significato dei saldi finanziari settoriali Attività e passività finanziarie dei settori I parametri di valutazione della struttura finanziaria dell economia 2.3 La struttura finanziaria dell economia e l intermediazione finanziaria I fattori determinanti del livello dei saldi finanziari La dimensione dei saldi finanziari e il fabbisogno di trasferimento Altri fattori esplicativi del volume di attività finanziaria Il fabbisogno di trasformazione delle risorse finanziarie I circuiti diretti e i circuiti indiretti

3 Regolamentazione, vigilanza e politiche di controllo sul sistema finanziario Il sistema dei controlli sul sistema finanziario: fondamenti, assetti istituzionali e obiettivi I fondamenti dei controlli sul sistema finanziario L assetto istituzionale delle autorità di controllo Gli obiettivi del controllo del sistema finanziario 3.2 Le autorità di controllo del sistema finanziario La Banca d Italia La CONSOB (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa) L ISVAP (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private e di Interesse Collettivo) La COVIP (Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione) L AGCM (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato) 3.3 La Banca centrale e la politica monetaria Alcune considerazioni generali La Banca centrale europea, l Eurosistema e il Sistema europeo di Banche centrali Gli obiettivi del Sistema europeo di Banche centrali I meccanismi di trasmissione della politica monetaria Il controllo dell offerta di moneta Il controllo della quantità di moneta: uno schema semplificato Gli strumenti di controllo dell offerta di base monetaria La domanda di base monetaria del sistema bancario 3.4 La regolamentazione e la vigilanza del sistema finanziario Una classificazione degli strumenti di vigilanza

4 Gli ordinamenti delle attività 4 finanziaria, bancaria e assicurativa 4.1 La nozione di ordinamento delle attività finanziarie 4.2 L ordinamento dell attività bancaria e creditizia La definizione di banca e di attività bancaria Le condizioni dell autorizzazione all esercizio dell attività bancaria La partecipazione al capitale delle banche: vincoli normativi e regime autorizzativo La regolamentazione dell attività bancaria: gli aspetti prudenziali La nozione di gruppo bancario Altri soggetti operanti nel settore finanziario La trasparenza delle condizioni contrattuali 4.3 La disciplina dei mercati di strumenti finanziari 4.4 L ordinamento delle attività di gestione dei servizi di investimento Definizione di servizi di investimento, di strumenti finanziari e di servizi accessori Le imprese di investimento: soggetti, autorizzazione, svolgimento dei servizi 4.5 L ordinamento delle attività di gestione collettiva del risparmio I fondi comuni di investimento aperti Le società di investimento a capitale variabile (SICAV) I fondi comuni di investimento chiusi Altri tipi di fondi comuni di investimento 4.6 L ordinamento dell attività assicurativa Definizione di impresa di assicurazione e di attività assicurativa Le condizioni per l autorizzazione all esercizio dell attività assicurativa L estensione geografica dell attività esercitata La partecipazione al capitale delle imprese di assicurazione: vincoli normativi e regime autorizzativo Altri profili rilevanti di regolamentazione dell attività assicurativa

5 74 il sistema finanziario 4.7 Nuovi scenari della regolamentazione Lo schema di Basilea La regolamentazione MiFID (Markets in Financial Instruments Directive) Gli indirizzi di regolamentazione in materia di corporate governance delle banche La vigilanza sui conglomerati finanziari

6 Il trasferimento delle risorse finanziarie, gli obiettivi dei soggetti e gli strumenti finanziari Dal bisogno di trasferimento delle risorse finanziarie alle funzioni obiettivo dell investitore e del prenditore di fondi Le esigenze connesse al regolamento degli scambi La domanda di trasferimento di risorse finanziarie nel tempo: investimento e finanziamento La funzione obiettivo dell investitore La funzione obiettivo del prenditore di fondi 5.2 Le funzioni e le caratteristiche degli strumenti finanziari La natura dei diritti incorporati La trasferibilità, la negoziabilità e la liquidità La cartolarizzazione degli strumenti finanziari non trasferibili Il rendimento, la sua prevedibilità e il rischio La durata residua Altri caratteri degli strumenti finanziari 5.3 I prodotti e i servizi degli intermediari finanziari 5.4 Le cause e le condizioni dell innovazione degli strumenti finanziari 5.5 Verso una complessità ulteriore: i portafogli di strumenti finanziari

7 I mercati finanziari Alcune chiavi di classificazione 6.2 Le funzioni e la struttura dei mercati mobiliari 6.3 Il mercato monetario e il mercato dei cambi La funzionalità del mercato monetario: il caso italiano La struttura e il funzionamento del mercato dei cambi Il mercato monetario e il mercato dei cambi: differenze e affinità 6.4 Il mercato dei capitali Funzioni e strumenti negoziati L organizzazione e il funzionamento del mercato azionario Il mercato azionario e gli assetti proprietari delle imprese Il mercato obbligazionario 6.5 Il mercato degli strumenti derivati Le caratteristiche organizzative Il mercato dei future Il mercato delle opzioni Il mercato degli swap sui tassi di interesse e sulle valute Le funzioni svolte dal mercato degli strumenti derivati e gli effetti sul mercato a pronti 6.6 L assetto dei mercati mobiliari italiani 6.7 L efficienza dei mercati finanziari

8 I processi 7 di intermediazione finanziaria 7.1 Gli elementi per una teoria dell intermediazione finanziaria L organizzazione degli scambi nel sistema finanziario: scambio diretto, assistito e intermediato I caratteri dello scambio finanziario: durata e incertezza. Utilità dell informazione e della tecnica contrattuale I fattori di imperfezione del mercato finanziario, con particolare riferimento ai circuiti dello scambio diretto L asimmetria informativa e il comportamento opportunistico: motivi di astensione dallo scambio La divergenza delle preferenze degli scambisti La razionalità limitata I costi di transazione Le modalità organizzative dei mercati mobiliari e la riduzione dei fattori di imperfezione e incompletezza Gli intermediari finanziari, attori del completamento dei mercati finanziari I mercati e gli intermediari: concorrenza e complementarità La cartolarizzazione dei crediti: innovazione radicale dei modelli di intermediazione? 7.2 La domanda di prodotti e servizi finanziari e assicurativi I profili di efficienza-efficacia della gestione finanziaria. La genesi e gli oggetti della domanda di servizi finanziari La gestione finanziaria e il ciclo di vita della famiglia La gestione finanziaria e il ciclo di vita dell impresa I profili caratteristici e le variabili rilevanti La rappresentazione dell equilibrio finanziario dell impresa La dinamica dell equilibrio finanziario e il ciclo di vita dell impresa

9 210 il sistema finanziario Alcune considerazioni sugli strumenti idonei a soddisfare la domanda di servizi finanziari dell impresa 7.3 Le attività degli intermediari finanziari Nozione di attività La segmentazione dei destinatari: private banking, corporate banking e retail banking. Il caso specifico della banca L esistenza e l estensione della delega conferita dal cliente: negoziazione in proprio e negoziazione delegata I tipi di strumenti finanziari utilizzati: intermediazione creditizia, intermediazione mobiliare e intermediazione assicurativa

10 Le banche 8 e gli altri intermediari finanziari 8.1 Le banche Le banche dopo la riforma del Le caratteristiche distintive delle banche La trasformazione delle banche: dall attività creditizia in senso stretto al corporate e investment banking 8.2 Il bilancio delle banche Premessa Lo stato patrimoniale Il conto economico Cenni sulla valutazione dei titoli e dei crediti La nota integrativa 8.3 Alcuni dati descrittivi del sistema bancario italiano 8.4 Le società di intermediazione mobiliare 8.5 Gli altri intermediari finanziari Le società di leasing Le società di factoring Le società di credito al consumo 8.6 I fondi comuni di investimento 8.7 Le imprese di assicurazione 8.8 I fondi pensione I tre pilastri della previdenza Le caratteristiche operative dei fondi pensione 8.9 La specializzazione e la diversificazione degli intermediari finanziari: i modelli istituzionali prevalenti

11 270 il sistema finanziario Il concetto di diversificazione nella teoria Le opportunità di diversificazione degli intermediari I modelli istituzionali: banca universale e gruppo bancario

12 L equilibrio reddituale, finanziario e patrimoniale degli intermediari finanziari L obiettivo della produzione di valore I profili dell equilibrio della gestione: reddituale, finanziario e patrimoniale 9.2 L equilibrio reddituale e le diverse modalità di formazione del reddito Composizione e scomposizione del margine reddituale della banca Profili distintivi della formazione del margine reddituale degli altri intermediari finanziari La formazione del margine reddituale dell impresa di assicurazione 9.3 L equilibrio finanziario della banca Definizione e misurazione Previsioni e simulazioni dell equilibrio finanziario: metodi e tecniche di misurazione e di gestione Il metodo delle quantità di stato patrimoniale riclassificate per la liquidità Il metodo dei flussi di cassa attesi I metodi ibridi Gli interventi ex ante sulle variabili rilevanti Le riserve di liquidità, la loro gestione e gli interventi per aggiustarne la consistenza 9.4 Liquidità e solvibilità 9.5 L articolazione degli equilibri di gestione della banca. Possibile evoluzione.

13 I rischi reddituali caratteristici dell intermediazione creditizia e la loro gestione La classificazione sistemica dei rischi 10.2 I rischi di insolvenza della controparte Il rischio di credito Il rischio di regolamento 10.3 I rischi di mercato Il rischio di interesse Il rischio di cambio Il rischio di prezzo 10.4 Il rischio operativo 10.5 I rischi di variazione del livello generale dei prezzi 10.6 La gestione dei rischi di credito e di mercato nelle banche: un approfondimento per una visione unitaria L ambito di applicazione delle tecniche di gestione del rischio e le variabili oggetto del controllo Misurazione e gestione del rischio di interesse con riferimento al valore del patrimonio netto Uno standard per il risk management finanziario del portafoglio di negoziazione: il value-at-risk (VAR) Dalla misurazione al controllo del rischio nel portafoglio di negoziazione La misurazione e il controllo dei rischi di credito Il controllo del rischio e la valutazione della performance: gli indicatori di redditività corretta per il rischio La performance corretta per il rischio e l allocazione del capitale

Indice. 2 La struttura finanziaria dell economia 15. xiii. Presentazione

Indice. 2 La struttura finanziaria dell economia 15. xiii. Presentazione Indice Presentazione xiii 1 Le funzioni del sistema finanziario 1 1.1 Che cos è il sistema finanziario 2 1.2 La natura e le caratteristiche degli strumenti finanziari 2 1.3 Quali funzioni svolge il sistema

Dettagli

Indice. Introduzione. xiii. Parte prima Il sistema finanziario 1

Indice. Introduzione. xiii. Parte prima Il sistema finanziario 1 Indice Introduzione xiii Parte prima Il sistema finanziario 1 1 Il sistema finanziario 3 1.1 La struttura del sistema finanziario 4 1.2 Gli intermediari finanziari 6 1.3 I mercati finanziari 8 1.4 Le autorità

Dettagli

Indice. 2 Elementi di teoria dell intermediazione finanziaria Introduzione 3

Indice. 2 Elementi di teoria dell intermediazione finanziaria Introduzione 3 parte I Prefazione Attribuzioni Ringraziamenti dell Editore Guida alla lettura XIII XVI XVIII XIX Introduzione e panoramica dei mercati finanziari 1 1 Introduzione 3 1.1 Perché uno studio su mercati e

Dettagli

B) Si dica se le seguenti affermazioni sono Vere o False appostando una crocetta in modo opportuno

B) Si dica se le seguenti affermazioni sono Vere o False appostando una crocetta in modo opportuno ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI I Si propongono nel presente file alcuni esempi di domande estrapolate dagli esami assegnati negli anni accademici precedenti. Lo scopo di tali esemplificazioni non

Dettagli

Indice. pag. xiii. Presentazione della terza edizione, di Roberto Ruozi » 1» 1» 4

Indice. pag. xiii. Presentazione della terza edizione, di Roberto Ruozi » 1» 1» 4 Indice Presentazione della terza edizione, di Roberto Ruozi 1 L attività bancaria 1.1 Una definizione di banca 1.2 Le origini del sistema bancario moderno 1.3 L evoluzione del sistema creditizio nel quadro

Dettagli

Indice. 1 Introduzione 3. 3 Tassi di interesse e valutazione degli strumenti obbligazionari 39

Indice. 1 Introduzione 3. 3 Tassi di interesse e valutazione degli strumenti obbligazionari 39 Indice Prefazione I collaboratori Ringraziamenti dell Editore Guida alla lettura XII XV XVI XVII PARTE 1 INTRODUZIONE E PANORAMICA DEI MERCATI FINANZIARI 1 1 Introduzione 3 1.1 Perché uno studio su mercati

Dettagli

Teoria dell intermediazione finanziaria

Teoria dell intermediazione finanziaria Teoria dell intermediazione finanziaria di Daniele Previati Lo scambio finanziario E caratterizzato da prestazioni monetarie di segno opposto e distanziate nel tempo Esiste incertezza sul comportamento

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO SCUOLA DI MANAGEMENT ED ECONOMIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO SCUOLA DI MANAGEMENT ED ECONOMIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO SCUOLA DI MANAGEMENT ED ECONOMIA 27 ottobre 2015 Gli attori della finanza Andrea Rotti UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO SCUOLA DI MANAGEMENT ED ECONOMIA Argomenti Attori

Dettagli

LA REGOLAMENTAZIONE E I CONTROLLI DI VIGILANZA

LA REGOLAMENTAZIONE E I CONTROLLI DI VIGILANZA LA REGOLAMENTAZIONE E I CONTROLLI DI VIGILANZA IL PERCHÉ DELLA REGOLAMENTAZIONE FINANZIARIA La ragione fondante della regolamentazione risiede nella circostanza di prevenire, ed eventualmente gestire situazioni

Dettagli

Indice. XI Guida alla lettura XV Autori XIX Premessa

Indice. XI Guida alla lettura XV Autori XIX Premessa Indice XI Guida alla lettura XV Autori XIX Premessa 3 Capitolo primo I mercati 4 1.1 Natura dei mercati e loro efficiente funzionamento 8 1.2 I requisiti e le condizioni di efficiente organizzazione dei

Dettagli

Regolamentazione, vigilanza e politiche di controllo sul sistema finanziario

Regolamentazione, vigilanza e politiche di controllo sul sistema finanziario Regolamentazione, vigilanza e politiche di controllo sul sistema finanziario Sommario 1. Il sistema dei controlli 2. Le autorità di controllo 3. La regolamentazione e la vigilanza 1. Il sistema dei controlli:

Dettagli

Indice Presentazione L attività bancaria e la banca La vigilanza bancaria L organizzazione dell attività bancaria

Indice Presentazione L attività bancaria e la banca La vigilanza bancaria L organizzazione dell attività bancaria Indice Presentazione Nota alla quarta edizione 1 L attività bancaria e la banca 1 1.1 La legge bancaria del 1936 e il principio di specializzazione per scadenze 1 1.2 Il rapporto fiduciario tra depositante

Dettagli

ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI E DEI MERCATI FINANZIARI

ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI E DEI MERCATI FINANZIARI Dimmi cosa fai, ti dirò chi siamo Il Dipartimento racconta la ricerca ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI E DEI MERCATI FINANZIARI Rocco Corigliano, Roberto Tasca, Stefano Cenni, Giuseppe Torluccio, Paola Brighi,

Dettagli

Economia degli Intermediari Finanziari

Economia degli Intermediari Finanziari Economia degli Intermediari Finanziari A.A. 2008-2009 Laurea Triennale E.I.F. e.. Propedeuticità Matematica finanziaria Matematica per l economia Economia del mercato mobiliare Economia delle aziende di

Dettagli

Indice generale. A Le questioni in corso e le linee di indirizzo. Il contesto istituzionale ed economico. L attività di vigilanza e l enforcement

Indice generale. A Le questioni in corso e le linee di indirizzo. Il contesto istituzionale ed economico. L attività di vigilanza e l enforcement A Le questioni in corso e le linee di indirizzo l contesto istituzionale ed economico 1 La crisi dell Area euro, la risposta delle istituzioni e le prospettive 5 1.1 L evoluzione della crisi e i riflessi

Dettagli

Le attività finanziarie

Le attività finanziarie Le attività finanziarie Lezione n.1 1 Il sistema finanziario Struttura in grado di soddisfare le esigenze finanziarie dei soggetti economici Si compone di: OPERATORI OPERATORI ATTIVITA ATTIVITA FINANZIARIE

Dettagli

Regolamentazione del sistema finanziario

Regolamentazione del sistema finanziario Regolamentazione del sistema finanziario Prof. Domenico Curcio Cattedra di Mercati e investimenti finanziari 2 Perché regolare il sistema finanziario? Tre motivazioni essenziali: Centralità del sistema

Dettagli

Capitolo 1 Il sistema finanziario e il sistema reale 3. Capitolo 2 I saldi finanziari settoriali e l intermediazione finanziaria 29

Capitolo 1 Il sistema finanziario e il sistema reale 3. Capitolo 2 I saldi finanziari settoriali e l intermediazione finanziaria 29 00.romaneNadotti:Layout 1 25-09-2009 15:15 Pagina vi Gli Autori Prefazione Ringraziamenti dell Editore In questo volume... Il sito xiii xiv xvi xvii xxiii PARTE I Concetti fondamentali Capitolo 1 Il sistema

Dettagli

1 LA VALUTAZIONE DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI: ASPETTI INTRODUTTIVI

1 LA VALUTAZIONE DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI: ASPETTI INTRODUTTIVI INTRODUZIONE 1 LA VALUTAZIONE DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI: ASPETTI INTRODUTTIVI 1.1 Finalità della valutazione delle aziende 1.2 Il metodo patrimoniale semplice e complesso 1.3 Il metodo reddituale 1.3.1

Dettagli

A. BANFI, M. BIASIN, M. ORIANI, G. RAGGETTI ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI

A. BANFI, M. BIASIN, M. ORIANI, G. RAGGETTI ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI A. BANFI, M. BIASIN, M. ORIANI, G. RAGGETTI ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI CAPITOLO 1 SISTEMI FINANZIARI E MODELLI DI INTERMEDIAZIONE Le funzioni dei sistemi finanziari Mobilizzazione ed allocazione

Dettagli

Corso di Economia degli Intermediari Finanziari

Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Il sistema finanziario Cosa si intende per sistema finanziario E la struttura attraverso cui si svolge l attività finanziaria; L attività finanziaria è la

Dettagli

Lezione Gli intermediari finanziari: creditizi non bancari, mobiliari e assicurativi

Lezione Gli intermediari finanziari: creditizi non bancari, mobiliari e assicurativi Lezione Gli intermediari finanziari: creditizi non bancari, mobiliari e assicurativi Obiettivi ANALIZZARE NEL DETTAGLIO LE TIPOLOGIE DI INTERMEDIARI CREDITIZI NON BANCARI, MOBILIARI E ASSICURATIVI ANALIZZARE

Dettagli

Indice. 1 Introduzione 3. 2 Elementi di teoria dell intermediazione finanziaria 37

Indice. 1 Introduzione 3. 2 Elementi di teoria dell intermediazione finanziaria 37 01.Indici (V-XIV) 195x250:cap. 00 nero (V-X).qxt 27-07-2010 14:30 Pagina VI Prefazione Attribuzioni Ringraziamenti dell Editore Guida alla lettura XV XVIII XX XXI PARTE I INTRODUZIONE E PANORAMICA DEI

Dettagli

Le funzioni degli intermediari e le banche

Le funzioni degli intermediari e le banche Le funzioni degli intermediari e le banche ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI Gli intermediari Jacopo Mattei - Economia degli Intermediari Finanziari 2 Jacopo Mattei - anno accademico 2014/2015 1 ALCUNI

Dettagli

PROGRAMMA. Due quesiti a scelta tra otto proposti dalla Commissione (due per ciascuna materia) tra le seguenti materie:

PROGRAMMA. Due quesiti a scelta tra otto proposti dalla Commissione (due per ciascuna materia) tra le seguenti materie: PROGRAMMA Esperti con orientamento nelle discipline economico-aziendali e/o giuridiche da destinare alla Filiale di Trento (lett. A dell art. 1 del bando) PROVA SCRITTA svolgimento di quattro quesiti a

Dettagli

Corso di Economia degli Intermediari Finanziari

Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Corso di Economia degli Intermediari Finanziari Ruolo dei mercati e degli intermediari nel sistema finanziario Perché vi sono gli intermediari I fattori che condizionano, limitano o impediscono lo scambio

Dettagli

INDICE. Avvertenze per il lettore e struttura del lavoro Fabrizio Santoboni

INDICE. Avvertenze per il lettore e struttura del lavoro Fabrizio Santoboni VII INDICE Autori pag. XIII Prefazione Paola Leone e Franco Tutino Avvertenze per il lettore e struttura del lavoro Fabrizio Santoboni Introduzione Maurizio Vincenzini XV XIX XXIII Premessa L impresa di

Dettagli

Funzioni e struttura del sistema finanziario, ruolo di quello bancario

Funzioni e struttura del sistema finanziario, ruolo di quello bancario Funzioni e struttura del sistema finanziario, ruolo di quello bancario Obiettivi Analizzare le funzioni, la struttura e le componenti del sistema finanziario e il ruolo del sistema bancario Osservare l

Dettagli

Indice. Prefazione. Parte Prima Introduzione all economia aziendale

Indice. Prefazione. Parte Prima Introduzione all economia aziendale Indice Prefazione xi Parte Prima Introduzione all economia aziendale 1 Cos è l azienda 1 di Giovanni Fiori 1.1 Origini e storia della scienza economica 1 1.1.1 I bisogni umani 3 1.1.2 Il soddisfacimento

Dettagli

Corso di FINANZA AZIENDALE

Corso di FINANZA AZIENDALE Corso di FINANZA AZIENDALE Presentazione del corso e introduzione alla Finanza Aziendale (Brealey, Meyers, Allen, Sandri: cap. 1-2) 1 Contenuti della lezione Presentazione del corso e della modalità d

Dettagli

Le funzioni degli intermediari e le banche

Le funzioni degli intermediari e le banche Le funzioni degli intermediari e le banche ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI Gli intermediari Jacopo Mattei - Economia degli Intermediari Finanziari 2 Jacopo Mattei - anno accademico 2016/2017 1 ALCUNI

Dettagli

Le banche LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO ITALIANO LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO

Le banche LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO ITALIANO LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO ITALIANO Banche Intermediari creditizi non bancari Intermediari della securities industry Assicurazioni LA STRUTTURA DEL SISTEMA FINANZIARIO Fonte Banca d Italia, relazione

Dettagli

ATTIVITA' % sul totale

ATTIVITA' % sul totale Schema di rendiconto dei fondi interni assicurativi Allegato 1 RENDICONTO DEL FONDO INTERNO (comparto) CONSERVATIVO SEZIONE PATRIMONIALE AL 31-12-2013 ATTIVITA' attività attività A. STRUMENTI FINANZIARI

Dettagli

L'equilibrio finanziario e patrimoniale delle banche italiane

L'equilibrio finanziario e patrimoniale delle banche italiane L'equilibrio finanziario e patrimoniale delle banche italiane Workshop CeTIF Risk Management e pianificazione strategica verso Basilea III: credito, liquidità e patrimonio Francesco Romito Ispettorato

Dettagli

Indice. Presentazione, di Pier Luigi Fabrizi

Indice. Presentazione, di Pier Luigi Fabrizi Presentazione, di Pier Luigi Fabrizi pag. XIII 1 L economia del mercato mobiliare, di Pier Luigi Fabrizi» 1 1.1 Premessa» 1 1.2 L esercizio semantico» 1 1.3 La collocazione della disciplina» 4 Bibliografia»

Dettagli

ECONOMIA E POLITICA MONETARIA Giorgio Di Giorgio SOMMARIO

ECONOMIA E POLITICA MONETARIA Giorgio Di Giorgio SOMMARIO ECONOMIA E POLITICA MONETARIA Giorgio Di Giorgio SOMMARIO Prefazione.... Pag. XIII Prefazioni alle edizioni precedenti....» XV Parte I FONDAMENTI Capitolo 1 MONETA, ECONOMIE MONETARIE, SISTEMA DEI PAGAMENTI

Dettagli

CONVEGNO DI STUDI. I fondi di credito. Prof. Massimo Biasin Dipartimento di Economia e Diritto Macerata, 14 novembre 2014

CONVEGNO DI STUDI. I fondi di credito. Prof. Massimo Biasin Dipartimento di Economia e Diritto Macerata, 14 novembre 2014 CONVEGNO DI STUDI I fondi di credito Prof. Massimo Biasin Dipartimento di Economia e Diritto massimo.biasin@unimc.it Macerata, 14 novembre 2014 I fondi di credito Forma di finanza non bancaria a completamento

Dettagli

1 L approccio al mercato private: le scelte di posizionamento e le modalità di gestione della clientela di Paola Musile Tanzi 1

1 L approccio al mercato private: le scelte di posizionamento e le modalità di gestione della clientela di Paola Musile Tanzi 1 Indice Introduzione di Paola Musile Tanzi XI 1 L approccio al mercato private: le scelte di posizionamento e le modalità di gestione della clientela di Paola Musile Tanzi 1 1.1 Premessa 1 1.2 Il posizionamento

Dettagli

ATTIVITA' % sul totale Valore complessivo

ATTIVITA' % sul totale Valore complessivo Schema di rendiconto dei fondi interni assicurativi Allegato 1 RENDICONTO DEL FONDO INTERNO (comparto) CONSERVATIVO SEZIONE PATRIMONIALE AL 31-12-2012 ATTIVITA' attività attività A. STRUMENTI FINANZIARI

Dettagli

ATTIVITA' % sul totale

ATTIVITA' % sul totale Schema di rendiconto dei fondi interni assicurativi Allegato 1 RENDICONTO DEL FONDO INTERNO (comparto) CONSERVATIVO SEZIONE PATRIMONIALE AL 31-12-2013 ATTIVITA' attività attività A. STRUMENTI FINANZIARI

Dettagli

INDICE - SOMMARIO. Presentazione... pag. XV PARTE PRIMA SISTEMI FINANZIARI CAPITOLO 1 COSA SONO E COSA FANNO I SISTEMI FINANZIARI

INDICE - SOMMARIO. Presentazione... pag. XV PARTE PRIMA SISTEMI FINANZIARI CAPITOLO 1 COSA SONO E COSA FANNO I SISTEMI FINANZIARI INDICE - SOMMARIO Presentazione... pag. XV PARTE PRIMA SISTEMI FINANZIARI CAPITOLO 1 COSA SONO E COSA FANNO I SISTEMI FINANZIARI 1. Il sistema finanziario: una visione d assieme... pag. 3 1.1. Transazioni

Dettagli

PROF.SSA A. CALDARA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 CLASSE 4 G

PROF.SSA A. CALDARA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 CLASSE 4 G PROF.SSA A. CALDARA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 CLASSE 4 G MODULO 1 L IMPRENDITORE, L IMPRESA E LE SOCIETA 1. L IMPRENDITORE - La nozione di imprenditore - I caratteri dell imprenditore - L impresa 2. VARI

Dettagli

Tecnica bancaria programma II modulo

Tecnica bancaria programma II modulo Tecnica bancaria programma II modulo Università degli Studi di Trieste Facoltà di Economia e Commercio Deams Dipartimento di Economia Aziendale Matematica e Statistica Tecnica Bancaria 520EC Marco Galdiolo

Dettagli

Economia degli intermediari finanziari. Introduzione agli intermediari finanziari specializzati

Economia degli intermediari finanziari. Introduzione agli intermediari finanziari specializzati Economia degli intermediari finanziari Introduzione agli intermediari finanziari specializzati 1. Introduzione all attività di intermediazione finanziaria specializzata L intermediazione finanziaria è

Dettagli

Percorso professionalizzante Risk management in banca

Percorso professionalizzante Risk management in banca www.abiformazione.it Percorso professionalizzante Risk management in banca Risk management / Corsi Professionalizzanti La capacità di individuare, valutare e gestire i rischi sottesi al business bancario

Dettagli

Schema di rendiconto dei fondi interni assicurativi Allegato 1 RENDICONTO DEL FONDO INTERNO (comparto) SINFONIA_1 SEZIONE PATRIMONIALE AL 31-12-2015

Schema di rendiconto dei fondi interni assicurativi Allegato 1 RENDICONTO DEL FONDO INTERNO (comparto) SINFONIA_1 SEZIONE PATRIMONIALE AL 31-12-2015 Schema di rendiconto dei fondi interni assicurativi Allegato 1 RENDICONTO DEL FONDO INTERNO (comparto) SINFONIA_1 SEZIONE PATRIMONIALE AL 31-12-2015 ATTIVITA' % sul totale Valore complessivo % sul totale

Dettagli

Indice. Cenni di storia dell'ordinamento italiano del mercato mobiliare

Indice. Cenni di storia dell'ordinamento italiano del mercato mobiliare Indice Capitolo I Introduzione 1. La nozione di mercato mobiliare 1 2. Gli intermediari di mercato mobiliare 3 3. Le ragioni di una disciplina speciale del mercato mobiliare 4 4. Dal valore mobiliare allo

Dettagli

Indice. Presentazione, di Ugo Giordano » XIII. Prefazione, di Andrea Dossi » XVII. Introduzione

Indice. Presentazione, di Ugo Giordano » XIII. Prefazione, di Andrea Dossi » XVII. Introduzione Indice Presentazione, di Ugo Giordano pag. XI Prefazione, di Andrea Dossi Introduzione» XIII» XVII Parte 1 Finanziamento e analisi del mercato immobiliare 1 Il mercato immobiliare 1.1 Introduzione al mercato

Dettagli

Unità in deficit: agenti economici che presentano un risparmio investimento in AR, ovvero coloro il cui reddito disponibile I+ΔAF= ΔPF+S

Unità in deficit: agenti economici che presentano un risparmio investimento in AR, ovvero coloro il cui reddito disponibile I+ΔAF= ΔPF+S CONTO DEL RISPARMIO E DELL INVESTIMENTO Il saldo finanziario è lo sbilancio tra il risparmio e le variazione delle attività reali. Misura cioè l equilibrio tra disponibilità di risorse e l utilizzo di

Dettagli

Programma del corso di Economia degli intermediari finanziari

Programma del corso di Economia degli intermediari finanziari Programma del corso di Economia degli intermediari finanziari Insegnamento Economia degli intermediari finanziari Corso di laurea Laurea Triennale in Economia Aziendale L-18 Settore Scientifico SECS-P/11

Dettagli

Indice. Presentazione. Capitolo 1

Indice. Presentazione. Capitolo 1 Presentazione XIII Capitolo 1 Capitolo 2 Il sistema economico: i soggetti e le interdipendenze 1 1. Il sistema economico 1 2. La teoria economica 3 3. Un modello economico disaggregato: i comportamenti

Dettagli

La supervisione sugli intermediari finanziari: principi, criticità, evoluzioni

La supervisione sugli intermediari finanziari: principi, criticità, evoluzioni La supervisione sugli intermediari finanziari: principi, criticità, evoluzioni Workshop CeTIF AICOM Gli intermediari specializzati: modelli di business e nuove regole di funzionamento Milano, 11 aprile

Dettagli

Economia degli Intermediari Finanziari

Economia degli Intermediari Finanziari Economia degli Intermediari Finanziari Introduzione a/a 2016-2017 Jacopo Mattei TASSI DI INTERESSE 1 TASSI DI INTERESSE (2) MERCATO AZIONARIO 2 MERCATI VALUTARI INTERROGATIVI 1. A cosa serve il sistema

Dettagli

Denominazione Att. Form. SSD CFU Ore Tip. Att. Lingua B SECS-S/ B SECS-P/ Denominazione Att. Form. SSD CFU Ore Tip. Att.

Denominazione Att. Form. SSD CFU Ore Tip. Att. Lingua B SECS-S/ B SECS-P/ Denominazione Att. Form. SSD CFU Ore Tip. Att. Offerta didattica Economia e finanza Primo anno 8011743 - METODI DI OTTIMIZZAZIONE PER L'ECONOMIA E LA FINANZA B SECS-S/06 9 54 8011163 - DERIVATI E GESTIONE DEI RISCHI DI MERCATO B SECS-P/11 6 36 8011265

Dettagli

Lezione 4. Gestione Finanziaria delle Imprese

Lezione 4. Gestione Finanziaria delle Imprese GESTIONE FINANZIARIA DELLE IMPRESE 1 LE EMISSIONI OBBLIGAZIONARIE E IL RATING Riprendiamo gli strumenti finanziari a disposizione di un impresa 2 Apertura di credito Sconto di effetti C ontratti bancari

Dettagli

I.I.S. VIA SALVINI, 24 ISTITUTO A. GENOVESI A.S PROGRAMMA SVOLTO DI ECONOMIA AZIENDALE. CLASSE IV A Prof.ssa Giuseppina Avolio

I.I.S. VIA SALVINI, 24 ISTITUTO A. GENOVESI A.S PROGRAMMA SVOLTO DI ECONOMIA AZIENDALE. CLASSE IV A Prof.ssa Giuseppina Avolio MODULO 0 Ripasso argomenti anni precedenti MODULO 1 I bilanci Aziendali Il patrimonio Il risultato economico della gestione Il metodo contabile (PD) sistema contabile Amaduzzi Il funzionamento dei conti

Dettagli

Premessa Evoluzione, utilità e limiti dell analisi di bilancio

Premessa Evoluzione, utilità e limiti dell analisi di bilancio SOMMARIO Premessa... IX 1. Evoluzione, utilità e limiti dell analisi di bilancio 1.1. Premessa... 3 1.2. L evoluzione dell analisi di bilancio... 3 1.3. Utilità e limiti dell analisi di bilancio... 6 1.4.

Dettagli

La gestione dei propri risparmi - I mercati azionari. Imola, 12 aprile 2016 Luciano Messori

La gestione dei propri risparmi - I mercati azionari. Imola, 12 aprile 2016 Luciano Messori La gestione dei propri risparmi - I mercati azionari Imola, 12 aprile 2016 Luciano Messori Fondo interbancario di tutela dei depositi Art 96-bis del Testo Unico Bancario: «Sono ammessi al rimborso i crediti

Dettagli

UNITA DIDATTICA N 2. Il sistema tributario italiano

UNITA DIDATTICA N 2. Il sistema tributario italiano Istituto Tecnico Commerciale Statale F. Forti Via Caduti di Nassiriya, 87 51015 Monsummano T.me Programma di Discipline turistiche e aziendali Classe QUARTA sezione C indirizzo Turismo a.s. 2015-2016 MODULO

Dettagli

Percorso professionalizzante Risk management in banca

Percorso professionalizzante Risk management in banca www.abiformazione.it Percorso professionalizzante Risk management in banca Risk management / Percorso professionalizzante La capacità di individuare, valutare e gestire i rischi sottesi al business bancario

Dettagli

1. LE CARATTERISTICHE DELLA LAVORAZIONE SU COMMESSA 2. LA STRATEGIA, LE RISORSE E IL VALORE DELL AZIENDA

1. LE CARATTERISTICHE DELLA LAVORAZIONE SU COMMESSA 2. LA STRATEGIA, LE RISORSE E IL VALORE DELL AZIENDA SOMMARIO 1. LE CARATTERISTICHE DELLA LAVORAZIONE SU COMMESSA 1.1. Il concetto di lavorazione su commessa o per progetti... 3 1.2. Le differenze tra produzione su commessa e su previsione... 9 1.3. Le commesse

Dettagli

LE BANCHE: PROFILO NORMATIVO E ATTIVITA SVOLTA CLAUDIO ZARA

LE BANCHE: PROFILO NORMATIVO E ATTIVITA SVOLTA CLAUDIO ZARA CODICE 6055 SISTEMA FINANZIARIO CLEF MATERIALI INTEGRATIVI A SUPPORTO DELLE LEZIONI LE BANCHE: PROFILO NORMATIVO E ATTIVITA SVOLTA CLAUDIO ZARA Questo materiale è a disposizione esclusiva degli iscritti

Dettagli

Gli ordinamenti dell attività bancaria, finanziaria e assicurativa Le recenti innovazioni regolamentari

Gli ordinamenti dell attività bancaria, finanziaria e assicurativa Le recenti innovazioni regolamentari Gli ordinamenti dell attività bancaria, finanziaria e assicurativa Le recenti innovazioni regolamentari Sommario 1. Gli ordinamenti 2. Recenti innovazioni regolamentari Basilea 2 MiFID Corporate Governance

Dettagli

Nuovo Domani in azienda 3 Tomo 2

Nuovo Domani in azienda 3 Tomo 2 RiViSTA PIANO DI LAVORO Eugenio Astolfi, Lucia Barale & Giovanna Ricci Nuovo Domani in azienda 3 Tomo 2 Tramontana Di seguito presentiamo il Piano di lavoro tratto dai materiali digitali per il docente

Dettagli

Lezione Le caratteristiche tecniche e giuridiche degli strumenti finanziari

Lezione Le caratteristiche tecniche e giuridiche degli strumenti finanziari Lezione Le caratteristiche tecniche e giuridiche degli strumenti finanziari Obiettivi Analizzare le caratteristiche tecniche e giuridiche degli Caratteristiche tecniche degli La trasferibilità è una caratteristica

Dettagli

Le Banche. La definizione di banca nell ordinamento italiano. Contenuti. 1. La banca: definizione e funzioni

Le Banche. La definizione di banca nell ordinamento italiano. Contenuti. 1. La banca: definizione e funzioni Le Banche Contenuti 1 Le Banche Contenuti 1. La banca: definizione e funzioni La definizione di banca nell ordinamento italiano Nell ordinamento italiano la banca è considerata un impresa che può esercitare

Dettagli

11 novembre 2014. I mercati finanziari Andrea Rotti

11 novembre 2014. I mercati finanziari Andrea Rotti 11 novembre 2014 I mercati finanziari Andrea Rotti Principali funzioni dei mercati finanziari Investitori Cosa cercano Allocazione ottimale del risparmio Diversificazione di portafoglio (rischio) Mercato

Dettagli

Regolamentazione del sistema finanziario. Domenico Curcio, Ph. D.

Regolamentazione del sistema finanziario. Domenico Curcio, Ph. D. Regolamentazione del sistema finanziario Domenico Curcio, Ph. D. Perché regolare il sistema finanziario? Tre motivazioni essenziali: Centralità del sistema finanziario nelle moderne economie monetarie

Dettagli

TECNICA BANCARIA: II MODULO

TECNICA BANCARIA: II MODULO TECNICA BANCARIA: II MODULO A.A. 2015/2016 Prof. Alberto Dreassi adreassi@units.it DEAMS Università di Trieste PRESENTAZIONE Argomenti e materiale didattico Logistica 2 ARGOMENTI E MATERIALE DIDATTICO

Dettagli

ORGANISMI DI INVESTIMENTO COLLETTIVO. Nozione

ORGANISMI DI INVESTIMENTO COLLETTIVO. Nozione Nozione Organismi con diversa forma giuridica che investono in strumenti finanziari od in altre attività il denaro raccolto tra il pubblico dei risparmiatori, operando secondo criteri di gestione fondati

Dettagli

Il corso si propone di delineare le caratteristiche dell attività bancaria ed i principi di gestione delle banche.

Il corso si propone di delineare le caratteristiche dell attività bancaria ed i principi di gestione delle banche. DOCENTE: Franco Tutino TITOLO DELL INSEGNAMENTO: Economia e Gestione della Banca Modelli operativi e gestionali SSD: SECS-P/11 CORSO DI LAUREA: Scienze aziendali (a partire dall A.A. 2012-2013) Banca,

Dettagli

PROGRAMMA DI ECONOMIA AZIENDALE

PROGRAMMA DI ECONOMIA AZIENDALE Largo Zecca, 4-16124 C.F. 95062410105 PROGRAMMA DI ECONOMIA AZIENDALE INDIRIZZO TECNICO ECONOMICO CLASSE PRIMA I FONDAMENTI DELL ATTIVITA ECONOMICA: L attività economica La produzione, lo scambio, il consumo,

Dettagli

B a n c a d e i r e g o l a m e n t i i n t e r n a z i o n a l i. 81 a Relazione annuale 1 a p r i l e 2 0 10-3 1 m a r z o 2 0 11

B a n c a d e i r e g o l a m e n t i i n t e r n a z i o n a l i. 81 a Relazione annuale 1 a p r i l e 2 0 10-3 1 m a r z o 2 0 11 B a n c a d e i r e g o l a m e n t i i n t e r n a z i o n a l i 81 a Relazione annuale 1 a p r i l e 2 0 10-3 1 m a r z o 2 0 11 Basilea, 26 giugno 2011 Copie delle pubblicazioni sono disponibili presso:

Dettagli

Indice analitico. Capitolo III IL SISTEMA BANCARIO ITALIANO

Indice analitico. Capitolo III IL SISTEMA BANCARIO ITALIANO 439 Prefazione... p. 7 Capitolo I IL SISTEMA BANCARIO ITALIANO 1. La costituzione delle banche e l autorizzazione all esercizio dell attività bancaria...» 9 2. L Albo delle banche e dei gruppi bancari...»

Dettagli

Università degli Studi di Perugia

Università degli Studi di Perugia ECONOMIA AMMINISTRAZIONE IMPRESE (Classe 17) - Terni GESTIONE DEL CAPITALE CIRCOLANTE 9,1 14 ECONOMIA DEL MERCATO MOBILIARE 9,0 22 DIRITTO DELL'UNIONE EUROPEA 8,7 9 MARKETING 8,5 15 INFORMATICA 8,4 77

Dettagli

PROGRAMMA DI ECONOMIA SVOLTO IV A C.A.T. A.S. 2015/2016 I Trimestre

PROGRAMMA DI ECONOMIA SVOLTO IV A C.A.T. A.S. 2015/2016 I Trimestre PROGRAMMA DI ECONOMIA SVOLTO IV A C.A.T. A.S. 2015/2016 I Trimestre Modulo 1 Il sistema economico U.D.1 Le basi dell economia 1 La scienza economica 2 Evoluzione del pensiero economico U.D.2 Gli elementi

Dettagli

IL SISTEMA FINANZIARIO. Giuseppe G. Santorsola 1

IL SISTEMA FINANZIARIO. Giuseppe G. Santorsola 1 IL SISTEMA FINANZIARIO 1 Premessa Lo studio del sistema finanziario si fonda sull analisi dei suoi elementi costitutivi. La struttura finanziaria dell economia individua l insieme dei circuiti di risorse

Dettagli

1. Evoluzione, utilità e limiti dell analisi di bilancio. 2. Come impostare l analisi. 3. La riclassificazione dello Stato patrimoniale

1. Evoluzione, utilità e limiti dell analisi di bilancio. 2. Come impostare l analisi. 3. La riclassificazione dello Stato patrimoniale 1. Evoluzione, utilità e limiti dell analisi di bilancio 1.1. Premessa... pag. 3 1.2. L evoluzione dell analisi di bilancio... pag. 3 1.3. Utilità e limiti dell analisi di bilancio... pag.6 1.4. Gli strumenti

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO. CLASSE IV A a.s. 2013/2014. Economia agraria e dello sviluppo territoriale G. Minafò

PROGRAMMA SVOLTO. CLASSE IV A a.s. 2013/2014. Economia agraria e dello sviluppo territoriale G. Minafò Pagina 1 di 2 CLASSE IV A a.s. 2013/2014 Economia agraria e dello sviluppo territoriale G. Minafò : Teoria dell impresa; aspetti giuridici dell impresa agraria; tipi di conduzione e caratteristiche dell

Dettagli

Rapporto ABI 2010 sul settore bancario in Italia. Roma, 24 maggio 2010. Gianfranco Torriero

Rapporto ABI 2010 sul settore bancario in Italia. Roma, 24 maggio 2010. Gianfranco Torriero Rapporto ABI 2010 sul settore bancario in Italia Roma, 24 maggio 2010 Gianfranco Torriero Agenda 1 > Roe: determinanti della redditività 2 > La qualità del credito e l adeguatezza patrimoniale 3 > Attivi

Dettagli

Introduzione. Università L. Bocconi, 20 gennaio 2009. di Marcello Messori. Marcello Messori OFF-SITE Assogestioni

Introduzione. Università L. Bocconi, 20 gennaio 2009. di Marcello Messori. Marcello Messori OFF-SITE Assogestioni , Introduzione di Marcello Messori 1 AGENDA 1. Qual è la situazione 2. Reazione alla prima crisi 3. Tutti i problemi risolti? 4. Alcuni problemi interni 5. Possibili implicazioni 2 1. Qual è la situazione?

Dettagli

La riforma della disciplina degli intermediari finanziari non bancari: obiettivi e linee direttrici

La riforma della disciplina degli intermediari finanziari non bancari: obiettivi e linee direttrici La riforma della disciplina degli intermediari finanziari non bancari: obiettivi e linee direttrici Mario Marangoni Divisione Regolamentazione II SERVIZIO REGOLAMENTAZIONE E ANALISI MACROPRUDENZIALE Gli

Dettagli

Diritto delle banche

Diritto delle banche Antonella Antonucci Diritto delle banche Terza edizione Aggiornata alla "legge risparmio" ed al "decreto Bersani" GIUFFRÈ EDITORE INDICE SOMMARIO Capitolo I EVOLUZIONI DELLA LEGISLAZIONE BANCARIA 1.1.

Dettagli

Tecnica bancaria programma II modulo

Tecnica bancaria programma II modulo Tecnica bancaria programma II modulo Università degli Studi di Trieste Facoltà di Economia e Commercio Deams Dipartimento di Economia Aziendale Matematica e Statistica Tecnica Bancaria 520EC Marco Galdiolo

Dettagli

Lombard). La Banca dispone di una moderna Popolare) e una fitta rete di relazioni con

Lombard). La Banca dispone di una moderna Popolare) e una fitta rete di relazioni con Banca Aletti Suisse Banca Aletti & C. (Suisse) S.A. è un istituto di qualitativo e nella quale il servizio al cliente credito di diritto svizzero con sede a Lugano, costituisce l elemento centrale dell

Dettagli

POLICY DI VALUTAZIONE E PRICING DEI PRESTITI OBBLIGAZIONARI DI PROPRIA EMISSIONE

POLICY DI VALUTAZIONE E PRICING DEI PRESTITI OBBLIGAZIONARI DI PROPRIA EMISSIONE POLICY DI VALUTAZIONE E PRICING DEI PRESTITI OBBLIGAZIONARI DI PROPRIA EMISSIONE Approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 25 giugno 2015 INDICE 1. PREMESSA...1 2. CARATTERISTICHE DELLE METODOLOGIE

Dettagli

Università degli Studi di Perugia

Università degli Studi di Perugia ECONOMIA AZIENDALE (Classe L 18) - Perugia ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE COMMERCIALI 8,8 16 ECONOMIA E AMMINISTRAZIONE DELLE AZIENDE PUBBLICHE 8,7 16 ANALISI E CONTABILITA' DEI COSTI 8,3 8 ECONOMIA

Dettagli

ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI I

ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI I ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI I Si propongono nel presente file alcuni esempi di domande estrapolate dagli esami assegnati negli anni accademici precedenti. Lo scopo di tali esemplificazioni non

Dettagli

La moneta: funzioni. Intermediario degli scambi Mezzo di pagamento universale Unità di misura dei prezzi Riserva di valore

La moneta: funzioni. Intermediario degli scambi Mezzo di pagamento universale Unità di misura dei prezzi Riserva di valore La moneta: funzioni Intermediario degli scambi Mezzo di pagamento universale Unità di misura dei prezzi Riserva di valore Tipi di moneta Moneta merce: beni intermediari (sale, corallo, pecore) = svantaggi

Dettagli

AZ ORIZZONTE MONETARIO SEZIONE PATRIMONIALE AL

AZ ORIZZONTE MONETARIO SEZIONE PATRIMONIALE AL Schema di rendiconto dei fondi interni assicurativi Allegato 1 RENDICONTO DEL FONDO INTERNO (comparto) 011M0P AZ ORIZZONTE MONETARIO SEZIONE PATRIMONIALE AL 31-12-2012 ATTIVITA' % sul totale Valore complessivo

Dettagli

Intermediari finanziari del canale indiretto

Intermediari finanziari del canale indiretto Intermediari finanziari del canale indiretto Prof. Eliana Angelini Dipartimento di Economia Università degli Studi G. D Annunzio di Chieti-Pescara La banca Impresa autorizzata all esercizio congiunto

Dettagli

Servizi di Wealth Management

Servizi di Wealth Management Servizi di Wealth Management FinLabo Sim in breve SOCIETA di Intermediazione Mobiliare fondata nel 2006 FinLABO Sim è una Società di Intermediazione Mobiliare autorizzata dalla Banca D Italia e dalla Consob,

Dettagli

Asset class: Fondi Cedola Speaker: Giovanni Radicella- Responsabile Investimenti Obbligazionari Moderatore: Marco Parmiggiani Responsabile Sviluppo

Asset class: Fondi Cedola Speaker: Giovanni Radicella- Responsabile Investimenti Obbligazionari Moderatore: Marco Parmiggiani Responsabile Sviluppo Asset class: Fondi Cedola Speaker: Giovanni Radicella- Responsabile Investimenti Obbligazionari Moderatore: Marco Parmiggiani Responsabile Sviluppo Rete Arca Fund Manager Webinar Fondi Cedola 18 NOVEMBRE

Dettagli

ECONOMIA E MANAGEMENT Professione e Consulenza 509

ECONOMIA E MANAGEMENT Professione e Consulenza 509 1 ECONOMIA E MANAGEMENT Professione e Consulenza 509 1 teoria dei giochi e organizzazione industriale E 5 1 managerial accounting A 5 1 economia dell'informazione e teoria dei contratti E 5 1 economia

Dettagli

Rischio di mercato Quantitativa No. Rischio di cambio Quantitativa No. Rischio di concentrazione Qualitativa Sì

Rischio di mercato Quantitativa No. Rischio di cambio Quantitativa No. Rischio di concentrazione Qualitativa Sì Tavola 1 Adeguatezza patrimoniale al 30/06/2015 (valori in unità di euro) qualitativa (a) Descrizione dell informazione Sintetica descrizione del metodo adottato dall intermediario nella valutazione dell

Dettagli

risultati marzo 2010

risultati marzo 2010 risultati 2009 31 marzo 2010 risultati 2009 appendici 2 sintesi Margine d'intermediazione (mln) Costi operativi (mln) 916,1 948,6 +3,5% 353,3 517,8 +46,6% 635,6 661,8 +4,1% 243,7 237,2-2,7% 562,8 430,8-23,5%

Dettagli

- Tel: Fax: 0823/ Indice corso 60 ore

- Tel: Fax: 0823/ Indice corso 60 ore Indice corso 60 ore 1. L'evoluzione storica e normativa delle assicurazioni - Premessa - Fonti del diritto di assicurazione: i connotati e i problemi peculiari della disciplina di settore - Il contratto

Dettagli

La struttura del mercato dei confidi 107 e le nuove disposizioni di vigilanza della Banca d Italia

La struttura del mercato dei confidi 107 e le nuove disposizioni di vigilanza della Banca d Italia La struttura del mercato dei confidi 107 e le nuove disposizioni di vigilanza della Banca d Italia Marco Troiani Banca d Italia Servizio Supervisione Intermediari Specializzati Milano 13 febbraio 2012

Dettagli

I rischi di credito e operativo

I rischi di credito e operativo I rischi di credito e operativo Francesco Romito Università RomaTre, a.a. 2008-2009 La matematica per le decisioni finanziarie: la gestione del rischio Individuazione Misurazione Mitigazione / Assunzione

Dettagli