Marketing, Felicità e Nuove Pratiche di Consumo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Marketing, Felicità e Nuove Pratiche di Consumo"

Transcript

1 Marketing, Felicità e Nuove Pratiche di Consumo Università degli Studi Carlo Bo, Scuola di Economia, Corso di Marketing Progredito - Urbino, 15 aprile 2015

2 CHI SONO COSA FACCIO CONTATTI Cosa faccio: Dipartimento di Economia e Management, Unife Experyentya Laboratorio di marketing applicato Zerorelativo.it prima community on-line di baratto in Italia Contatti: skype: fulvio.fortezza linkedin: Fulvio Fortezza twitter: fulvio.fortezza blog: fb:

3 Se volete approfondire, trovate tutto qui:

4 È partito tutto da qui:

5 I. Felicità e Marketing: Il denaro rende felici, o no? In quali condizioni? Quindi, di cosa parleremo? E i consumi, quale ruolo hanno? Come impatta sul marketing la rinnovata sfida della felicità? II. Sharing Economy e Consumo Collaborativo: Le nuove pratiche Il rapporto con la Felicità

6 Felicità e Marketing: tutti pazzi per la felicità

7 Felicità e Marketing: tutti pazzi per la felicità

8 Felicità e Marketing: tutti pazzi per la felicità

9 Felicità e Marketing: tutti pazzi per la felicità

10 Felicità e Marketing: tutti pazzi per la felicità

11 Felicità e Marketing: tutti pazzi per la felicità

12 Felicità e Marketing: tutti pazzi per la felicità

13 Felicità e Marketing: tutti pazzi per la felicità

14 Felicità e Marketing: tutti pazzi per la felicità

15 Felicità e Marketing: tutti pazzi per la felicità

16 Felicità e Marketing: felicità? inquadriamola «Uno stato d animo positivo, sereno lo stato d animo di chi si sente pienamente soddisfatto nei propri desideri» (Treccani.it) Differenze in base al contesto culturale (Tsai, 2007) e all età (Mogilner et al., 2011)

17 Felicità e Marketing: felicità? inquadriamola Una missione, che, consapevolmente o meno, orienta la vita di ciascuno di noi, come accade al surfista, che deve essere abile a trasformare l energia delle onde in equilibrio (Parsi, 2012); un equilibrio necessariamente dinamico.

18 Felicità e Marketing: felicità? inquadriamola NB: dimensione fortemente personale, soggettiva (Kahneman e Krueger, 2006; Mogilner et al., 2012), ma esiste linguaggio universale felicità, ovvero set item che la definiscono, a prescindere da contesto osservazione (Clark et al., 2008).

19 Felicità e Marketing: e il denaro, quale ruolo ha? Paradosso di Easterlin (1974): correlazione fra reddito e felicità non sempre significativa e, superata una certa soglia, persone > ricche non sono sempre > felici Paesi > poveri non sempre < felici o significativamente < felici di quelli > ricchi nel tempo, felicità dipende molto poco da variazioni di reddito e ricchezza Indagini successive hanno fornito conferme (Veenhoven, 1991; Myers, 1992; Diener e Diener, 1995; Diener e Oishi, 2000; Frey e Stutzer, 2000; Lane, 2000; Schyns, 2003; Layard, 2005; Clark et al., 2008; Aknin et. al., 2012; Zhong e Mitchell, 2013) e tema sempre + interdisciplinare (Seligman, 2004; Aaker et al., 2011; Binder e Brockel, 2012; Zhuravlev e Yurevich, 2014).

20 Felicità e Marketing: e il denaro, quale ruolo ha?

21 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no? Voce di popolo: Il denaro non farà la felicità, ma di certo aiuta Il denaro conta (Diener e Seligman, 2004), ma < di quanto si pensi (Bartolini, 2010; Dunn et al., 2011) denaro non obiettivo di per sé (Layard et al., 2008), ma strumento x vita felice

22 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no? Mettiamo in ordine i tasselli: rapporto denaro-felicità positivo, ma 1) molto dipende da ricchezza partenza e bisogni (insoddisfatti) prevalenti (Diener e Seligman, 2004) fondamentali percezione miglioramento e fiducia (concreta) in miglioramenti futuri in situazioni incertezza, disagio, problematicità ricerca via uscita di per sé fattore felicità (Scitovsky, 1992) NB: si pensi a Paesi fortemente arretrati, protagonisti di decisa e repentina crescita

23 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no? Mettiamo in ordine i tasselli: rapporto denaro-felicità positivo, ma 1) molto dipende da ricchezza di partenza e bisogni (insoddisfatti) prevalenti 2) si verifica fino a punto di rottura

24 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no? Mettiamo in ordine i tasselli: rapporto denaro-felicità positivo, ma 1) molto dipende da ricchezza di partenza e bisogni (insoddisfatti) prevalenti 2) si verifica fino a punto di rottura 1) < motivazioni collegate a percezione possibilità netto miglioramento propria situazione (Scitovsky, 1992)

25 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no? Mettiamo in ordine i tasselli: rapporto denaro-felicità positivo, ma 1) molto dipende da ricchezza di partenza e bisogni (insoddisfatti) prevalenti 2) si verifica fino a punto di rottura 1) < motivazioni 2) utilità marginale decrescente denaro (Layard et al., 2008), in assenza di strategie ottimizzazione

26 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no? Mettiamo in ordine i tasselli: rapporto denaro-felicità positivo, ma 1) molto dipende da ricchezza di partenza e bisogni (insoddisfatti) prevalenti 2) si verifica fino a punto di rottura 1) < motivazioni 2) utilità marginale decrescente denaro 3) incremento capacità spesa derivante da indebitamento eccessivo o situazioni lavorative poco gratificanti o troppo stressanti

27 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no? Attenzione a effetti moderazione (Powdthavee, 2010; Binder e Brockel, 2012, che dipendono da: come viene ottenuto denaro (quindi capacità spesa)

28 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no? Come viene ottenuto denaro (quindi capacità spesa): a) evitare di indebitarsi per acquisti, se non necessario (Thaler e Sunstein, 2008) NB: - felicità non solo > momenti di gioia, ma anche < momenti tensione, preoccupazione, stress (Diener et al., 1999) - cambiamenti positivi < incisivi di quelli negativi e effetti < duraturi (Taylor, 1991; Baumeister et al., 2001; Nezlek e Gable, 2001; Oishi et al., 2007) NB: congelare acquisto che non ci possiamo permettere modo x filtrare reali necessità (spesso effetto acquolina in bocca ) (Read e Van Leeuwen, 1998)

29 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no? Come viene ottenuto denaro (quindi capacità spesa): a) evitare di indebitarsi per acquisti, se non necessario b) situazioni lavorative che esaltino inclinazioni e capacità, in contesti gradevoli (importanza fattori atmosfera, comfort e relazioni di qualità (Winstead et al., 1995; Rath e Harter, 2010; Ashkanasy, 2011) c) lavoro vs tempo libero: quantità tempo libero, persone giuste, intensità relazionale (Reyes-Garcia et al., 2009), attività svolte (Eriksson et al., 2007; Goodin et al., 2008), palcoscenico NB: spicca percezione controllo su tempo e su come impiegarlo, anche rinunciando a qualcosa (costo-opportunità) (Aaker et al., 2011)

30 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no? NB: spicca percezione controllo su proprio tempo e su come impiegarlo, anche rinunciando a qualcosa (costo-opportunità) (Aaker et al., 2011)

31 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no? Attenzione a effetti moderazione (Powdthavee, 2010; Binder e Brockel, 2012, che dipendono da: come viene ottenuto denaro (quindi capacità spesa) come viene speso denaro

32 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no? Come viene speso denaro: a) acquisti realmente gratificanti e significativi (es: acquisire competenza, conoscere nuovi luoghi, migliorare/preservare salute, ecc), anziché puramente ostentativi e soprattutto compulsivi (Kasser, 2002; Dunn et al., 2008) NB: Shopping come momento piacere di per sé conduce a spirale senza fine x i più materialisti (Brown, 1959): > esposizione a beni relazionali simulati (come Tv) e a fenomeni di ansia, depressione (Richins, 2013) Imprese spingono da sempre esigenza novità : prima differenziazione psicologica, poi strategie segmentazione e posizionamento sempre + fini)

33 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no? Come viene speso denaro: a) acquisti realmente gratificanti e significativi b) piccoli piaceri e gratificazioni vs pochi grandi acquisti, impegnativi (Dunn et al., 2011)

34 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no? Come viene speso denaro: a) acquisti realmente gratificanti e significativi b) piccoli piaceri e gratificazioni c) prodotti-esperienze e beni/servizi a forte contenuto esperienziale, perché > impatto su sfera cognitiva e emozionale (Fortezza e Pencarelli, 2011; Van Boven e Gilovich, 2003) NB: importanza approcci marketing di natura esperienziale es: avere buoni motivi per vedere l auto X come qualcosa che espande e rende + piacevole ciò che possiamo fare nella vita quotidiana (Carter e Gilovich, 2010)

35 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no? Come viene speso denaro: a) acquisti realmente gratificanti e significativi b) piccoli piaceri e gratificazioni c) prodotti-esperienze o beni/servizi a forte contenuto esperienziale d) sostenere buone cause, scopi solidali (Dunn et al., 2011) NB: - non solo ottimizzazione acquisti, ma anche counterfactual thinking (Chancellor e Lyubomirsky, 2011), ovvero conservazione dinamica valore beni posseduti - molti fattori che rendono felici (es: avere buoni amici e vivere rapporti sentimentali felici) non hanno prezzo mercato

36 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no?

37 Felicità e Marketing: quali i protagonisti della felicità? 1) Noi, consumatori (e consumattori, consumautori), cittadini, persone 2) le imprese: nuovo ruolo vs consumatori, dipendenti e partner (Sisodia et al., 2007), società

38 1) Noi 2) le imprese Felicità e Marketing: quali i protagonisti della felicità? 3) i policy maker, chiamati a delineare nuovo futuro possibile, con responsabilità e < attenzione a ciclo politico-economico NB: non necessariamente > imposte < felicità cittadini, a patto che vi sia percezione che alcuni aspetti essenziali (salute, cura famiglia, relazioni, realizzazione lavorativa) siano protetti e supportati (Vohsa e Baumeister, 2011; Zhong e Mitchell, 2013)

39 Felicità e Marketing: quali i protagonisti della felicità? 3) i policy maker: definire nuovi cruscotti misurazione benessere (Diener e Seligman, 2004; Stiglitz et al., 2010; Binder e Brockel, 2012; Perdomo et al., 2014) Premesse su PIL: indicatore benessere + utilizzato perché semplice e percezione diffusa politica poter esercitare influenza e controllo vs ciclo politico-economico (Scitovsky, 1992) misura solo produzione mercato, quindi al massimo proxy reale benessere persone (+ significativa in Paesi poveri che crescono)

40 Felicità e Marketing: quali i protagonisti della felicità? 3) i policy maker: definire nuovi cruscotti misurazione benessere Difetti PIL: non considera aspetti e attività determinanti, come qualità relazioni, soddisfazione x lavoro svolto, cura propria famiglia (Pallante, 2009) contabilizza solo ciò che passa attraverso mercato, escludendo il resto (anche molte attività sharing economy) sul mercato troviamo di tutto Cosa origina dato aggregato? Esternalità? (Latouche, 2007) Il PIL comprende anche l'inquinamento dell'aria, la pubblicità per le sigarette e le corse delle ambulanze che raccolgono feriti sulle strade. Comprende la distruzione delle nostre foreste e la distruzione della natura. Comprende il napalm e il costo dello smaltimento delle scorie radioattive. Per converso, il PIL non tiene conto della salute dei nostri figli, della qualità della loro istruzione, del divertimento dei loro giochi, della bellezza della nostra poesia e della solidità dei nostri matrimoni. Non considera il nostro coraggio, la nostra integrità, la nostra intelligenza, la nostra saggezza. Misura tutto, tranne ciò che rende la vita degna di essere vissuta (Robert Kennedy)

41 Felicità e Marketing: quali i protagonisti della felicità? 3) i policy maker: definire nuovi cruscotti misurazione benessere Difetti del PIL: non considera aspetti e attività determinanti, come qualità relazioni, soddisfazione x lavoro svolto, cura propria famiglia (Pallante, 2009) contabilizza solo ciò che passa attraverso mercato, escludendo il resto (anche molte attività sharing economy) sul mercato troviamo di tutto Cosa origina dato aggregato? Esternalità? (Latouche, 2007) Ci siamo abituati, nel corso del tempo, a consumare in modo veloce, preconfezionato, compulsivo, riempiendo le nostre dispense di prodotti (in molti casi di prodotti già pronti, di cui l industria alimentare propone assortimenti sempre più profondi) non sempre necessari e facendoci pochi scrupoli nel gettare alimenti che un tempo non si sarebbe mai pensato di far finire nella spazzatura. (Pallante, 2009)

42 Felicità e Marketing: quali i protagonisti della felicità? 3) i policy maker: definire nuovi cruscotti misurazione benessere Qual è il punto? crescita economica non di per sé negativa criticabile concetto di crescita economica che non consideri effetti determinate scelte un certo livello di PIL può essere raggiunto con un certo tipo di consumi e investimenti anziché altri crescita economica compatibile con > felicità o benessere individuale, in ottica di M/L termine

43 Felicità e Marketing: quali i protagonisti della felicità? 3) i policy maker: definire nuovi cruscotti misurazione benessere Come si misura Felicità? Prevalentemente sondaggi periodici con domande a risposta chiusa collegate a aspetti ritenuti segnaletici Diversi studi hanno verificato affidabilità di queste dichiarazioni soggettive di felicità : A- incrocio con indicatori + oggettivi (Bartolini, 2010): durata e numero sorrisi autentici pressione sanguigna e ritmo cardiaco malattie psicosomatiche (es: mal di testa e disturbi digestivi) risposta allo stress della pelle risultati encefalogrammi attività cervello prefrontale

44 Felicità e Marketing: quali i protagonisti della felicità? 3) i policy maker: definire nuovi cruscotti misurazione benessere Come si misura Felicità? Prevalentemente sondaggi periodici con domande a risposta chiusa collegate a aspetti ritenuti segnaletici Diversi studi hanno verificato affidabilità di queste dichiarazioni soggettive di felicità : A- incrocio con indicatori + oggettivi B- verifiche attendibilità su base + qualitativa come valutazioni compiute da amici, membri famiglia e partner persone sanno riconoscere felicità altrui, anche fra nazionalità diverse ( linguaggio universale della felicità ) (Clark et al., 2008)

45 Felicità e Marketing: e i consumi, quale ruolo hanno? Premessa: consumi determinanti su PIL / consumi influenzati da andamento economico generale (prospettiva economica - macro) Prospettiva marketing cosa cambia: ancora desiderati alcuni prodotti-brand in quanto tali (anche downshifter + ortodossi), ma < brand capaci di farsi amare (Ahuvia, 2005) cambiano valori mainstream (es: sostenibilità) futuro dei nativi digitali (Tapscott, 2009; Boccia Artieri, 2012), immersi in eco-sistema digitale e partecipativo, ma anche globale cambia rapporto con oggetti, in chiave < materialistica (Bauman, 2008; Bardhi e Eckhardt, 2012) Vogliamo l accesso a esperienze significative, che gli oggetti possono attivare o supportare (Botsman e Rogers, 2010)

46 Felicità e Marketing: e i consumi, quale ruolo hanno? Nel complesso, ci troviamo di fronte un consumatore (postmoderno): > sobrio e consapevole (Carù e Cova, 2011) > camaleontico (molteplici contesti di esperienza stimolanti in cui immergersi, a seconda delle circostanze) > flessibile e pronto a sperimentare nuove soluzioni (anche accesso ) > competente > critico e < passivo, anche perché > informato (Ferrari e Romano, 1999) > esigente, in termini di: good value for money, autenticità (prodotti, luoghi, comunicazione); riconoscimento competenze e disponibilità a partecipare (Cova et al., 2008); relazioni di spessore ; esperienze consumo (La Salle e Britton, 2003); stimolazioni sensoriali (Fabris, 2003); comportamenti imprese

47 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Premessa: felicità vs marketing niente di nuovo in assoluto (valore e attaccamento alla marca), ma cambia radicalmente formula felicità Evoluzione disciplina marketing determinata da: specificità contesti applicazione (es: industriale, dei servizi, territoriale, il marketing artistico e culturale, non-profit, ) nuovi strumenti vs nuove opportunità (es: internet marketing) nuove condizioni mercato (es: marketing internazionale, marketing interculturale, trade marketing) nuove istanze, valori e bisogni emergenti (marketing esperienziale, green marketing, marketing della sostenibilità) possiamo collocare qui analisi rapporto marketing felicità: quali, fra approcci esistenti, si inseriscono meglio in questo quadro valori, aspettative, mutata concezione consumo?

48 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Prospettiva esperienziale: si parla di esperienza da tempo, se ne parla tanto, spesso a sproposito Il tema dell esperienza è frutto di un intuizione interessante e corretta, che però fatica a gestire in modo profondo e incisivo i propri contenuti e le proprie conseguenze" (Morace, 2003) Rischio di semplice spettacolarizzazione e/o overpromise (consumatore + esigente e stuzzicabile, ma anche + competente e infedele) Partire da ciò che rende felici persone oggi

49 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Prospettiva esperienziale: si parla di esperienza da tempo ci sono contributi che non menzionano esperienza, ma sono pieni di esperienza grande importanza esperienza quotidiana persone Volendo sistematizzare: beni e servizi come supporti esperienziali co-creazione partnership per valorizzazione tempo partnership su scenari

50 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Beni e servizi come supporti esperienziali : sistemi prodotto che facilitano esperienze ottimali (autoprodotte) consumatori a) prodotti + essenziali, semplici da usare, utili (iperconsumo anche prodotti con troppe funzioni )

51 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Beni e servizi come supporti esperienziali : sistemi prodotto che facilitano esperienze ottimali (autoprodotte) dei consumatori a) prodotti + essenziali, semplici da usare, utili (iperconsumo anche prodotti con troppe funzioni )

52 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Beni e servizi come supporti esperienziali : sistemi prodotto che facilitano esperienze ottimali (autoprodotte) dei consumatori a) prodotti + essenziali, semplici da usare, utili b) prodotti versatili (anche modulari e integrati) x molteplici utilizzi

53 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Beni e servizi come supporti esperienziali : sistemi prodotto che facilitano esperienze ottimali (autoprodotte) dei consumatori a) prodotti + essenziali, semplici da usare, utili b) prodotti versatili (anche modulari e integrati) x molteplici utilizzi c) innovative soluzioni accesso x > libertà e flessibilità scelta, varietà, comfort, velocità fruizione

54 Co-creazione: Felicità e Marketing: come cambia il marketing? - logiche tipiche rapporti b2b - consumatori (non tutti ) sempre < contenitori bisogni e sempre > portatori competenze (Cova e Dalli, 2009; Carù e Cova, 2011) + che prodotto finito vero e proprio, si propone piattaforma relazionale che supporta esperienze partecipative (Prahalad e Ramaswamy, 2004) vera sovranità consumatore, non solo libertà scelta (Scitovsky, 1992) NB: spostamento d asse, con almeno parziale rinuncia a persuadere da parte delle imprese, che devono avere capacità conversazione (Weber, 2007)

55 Co-creazione: Felicità e Marketing: come cambia il marketing? - logiche tipiche rapporti b2b - consumatore (non tutti ) sempre < contenitore bisogni e sempre > portatore competenze (Cova e Dalli, 2009; Carù e Cova, 2011)

56 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Partnership per valorizzazione tempo: A) Marketing tribale: valore legame di un bene o servizio dipende da contributo che offre in costruzione/ potenziamento relazioni significative

57 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Partnership per valorizzazione tempo: A) Marketing tribale B) Riconcettualizzazione business basata su sistemi esperienziali offerta: aggiungere a prodotto core tasselli (beni, servizi, esperienze) accessori (a pagamento o gratis), offrendo (direttamente o tramite partner) al consumatore pacchetti modulari e flessibili x ottimizzare suo tempo (time saving o piacevolezza tempo) e processi fruizione prodotto principale

58 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? B) Riconcettualizzazione business Eataly: set possibilità in grado di guidare consumatori vs esperienze (di gusto) trasformative, capaci di educarli al consumo, anche nell ottica del meno, ma più gustoso prodotti core articoli complementari (x cucina, ambienti casa, bellezza e benessere persona) punti ristoro itineranti ( Street Eataly ), x mettere in scena stile Eataly e favorire occasioni di incontro e convivialità

59 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? B) Riconcettualizzazione business Eataly: set possibilità in grado di guidare consumatori vs esperienze (di gusto) trasformative, capaci di educarli al consumo, anche nell ottica del meno, ma più gustoso prodotti core, articoli complementari, punti ristoro itineranti Eataly in Campagna, punto vendita-punto ristoro e degustazione-fattoria didattica-punto partenza x escursioni-spazio x dibattiti

60 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? B) Riconcettualizzazione business Eataly: set possibilità in grado di guidare consumatori vs esperienze (di gusto) trasformative, capaci di educarli al consumo, anche nell ottica del meno, ma più gustoso prodotti core, articoli complementari, punti ristoro itineranti, Eataly in Campagna L Hamburgheria di Eataly, con prodotti di qualità del territorio

61 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? B) Riconcettualizzazione business Eataly: set possibilità in grado di guidare consumatori vs esperienze (di gusto) trasformative, capaci di educarli al consumo, anche nell ottica del meno, ma più gustoso prodotti core, articoli complementari, punti ristoro itineranti, Eataly in Campagna, L Hamburgheria di Eataly Eatinerary, cofanetti esperienziali tematizzati su gusto (es: lezione x imparare a degustare vino, soggiorno romantico in location suggestive abbinato a esperienze degustative importanti)

62 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? B) Riconcettualizzazione business Eataly: set possibilità in grado di guidare consumatori vs esperienze (di gusto) trasformative, capaci di educarli al consumo, anche nell ottica del meno, ma più gustoso prodotti core, articoli complementari, punti ristoro itineranti, Eataly in Campagna, L Hamburgheria di Eataly, Eatinerary punti vendita: ampia area mercato come palcoscenico sensoriale, punti ristoro, take away con specialità realizzate dal vivo, eventi (a pagamento e non) su gusto x esperienze conviviali (es: corsi cucina per single, corsi nutrizione x mamme, ecc)

63 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Partnership su scenari: alcuni autori suggeriscono evoluzione marketing ancora + profonda, con revisione ruolo imprese (Webster e Lusch, 2013) Non azioni propagandistiche, ma stimolare, provocare, ispirare immaginazione consumatore, aiutandolo a interpretare il mondo che lo circonda e a trovare collocazione soddisfacente al suo interno (Romani e Dalli, 2006) interfusione (Gerken, 1994) o societing (Cova, 2003; Badot e Cova, 2008; Fabris, 2008; Arvidsson e Giordano, 2013) eccellenza operativa analisi sistematica processi evolutivi società e istanze scenari in cui ci si vuole inserire iniziative di supporto a progetti rilevanti clientela, su visione comune delle cose NB: non semplici sponsorizzazioni sociali, ma interventi sistematici e mirati capaci di creare forte amalgama e identificazione

64 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Partnership su scenari: alcuni autori suggeriscono evoluzione marketing ancora + profonda, con revisione ruolo imprese (Webster e Lusch, 2013) Non azioni propagandistiche, ma stimolare, provocare, ispirare immaginazione consumatore, aiutandolo a interpretare il mondo che lo circonda e a trovare collocazione soddisfacente al suo interno (Romani e Dalli, 2006) interfusione (Gerken, 1994) o societing (Cova, 2003; Badot e Cova, 2008; Fabris, 2008; Arvidsson e Giordano, 2013) NB: - profondo commitment interno - cultura aziendale basata su apertura e attenzione a segnali deboli cambiamento - visione completamente diversa rapporto con mercato

65 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Partnership su scenari TIM: - recente campagna comunicazione dove brand evidenzia vicinanza a mondi giovanili basati su specifiche passioni (es: prendersi cura del verde in città, particolari sport outdoor, start-up innovative, ecc) testimonial è ok, ma questi mondi sono solo rappresentati in comunicazione o anche supportati (servizi dedicati, agevolazioni, eventi e occasioni di legittimazione, ecc)?

66 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Partnership su scenari TIM: - recente campagna comunicazione dove brand evidenzia vicinanza a mondi giovanili - campagna di diffusione valori positivi basati su riuso, condivisione, worldshift

67 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Partnership su scenari TIM: - recente campagna comunicazione dove brand evidenzia vicinanza a mondi giovanili - campagna di diffusione valori positivi basati su riuso, condivisione, worldshift NB: iniziative che potrebbero rivelare capacità inserirsi in dinamiche socioculturali reali, facendo leva su nodi forti network significativi, ma x realizzare approccio interfusivo: - gamma servizi appealing - massima trasparenza - capacità di gestire momenti verità

68 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Partnership su scenari COCA COLA: uno dei brand usciti > allo scoperto su felicità, prendendosi non pochi rischi Ogni Coca-Cola è fatta con gioia, confezionata con piacere e venduta con amore - ecco da dove viene la felicità! Cosa si vuole fare: iniziative (prodotto e comunicazione) x sollecitare atteggiamenti e comportamenti capaci di generare felicità condivisa concetto di fondo è che a ogni evento corrisponde un movimento, che può generare gioia e mettere in connessione con gli altri il prodotto (referenze storiche e varianti elaborate nel tempo)

69 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Partnership su scenari COCA COLA: uno dei brand usciti > allo scoperto su felicità, prendendosi non pochi rischi Ogni Coca-Cola è fatta con gioia, confezionata con piacere e venduta con amore - ecco da dove viene la felicità! Cosa si vuole fare: iniziative (prodotto e comunicazione) x sollecitare atteggiamenti e comportamenti capaci di generare felicità condivisa concetto di fondo è che a ogni evento corrisponde un movimento, che può generare gioia e mettere in connessione con gli altri il prodotto Il merchandising, che alimenta mito della marca

70 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Partnership su scenari COCA COLA: uno dei brand usciti > allo scoperto su felicità, prendendosi non pochi rischi Ogni Coca-Cola è fatta con gioia, confezionata con piacere e venduta con amore - ecco da dove viene la felicità! Cosa si vuole fare: iniziative (prodotto e comunicazione) x sollecitare atteggiamenti e comportamenti capaci di generare felicità condivisa concetto di fondo è che a ogni evento corrisponde un movimento, che può generare gioia e mettere in connessione con gli altri il prodotto, il merchandising l esperienzializzazione prodotto, come veicolo comunicazione e connessione fra persone

71 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Partnership su scenari COCA COLA: uno dei brand usciti > allo scoperto su felicità, prendendosi non pochi rischi Ogni Coca-Cola è fatta con gioia, confezionata con piacere e venduta con amore - ecco da dove viene la felicità! Cosa si vuole fare: iniziative (prodotto e comunicazione) x sollecitare atteggiamenti e comportamenti capaci di generare felicità condivisa concetto di fondo è che a ogni evento corrisponde un movimento, che può generare gioia e mettere in connessione con gli altri il prodotto, il merchandising, l esperienzializzazione i movimenti : - sport: Un Movimento può ispirarne molti altri. Per questo sponsorizziamo la Coppa del Mondo Fifa, la Coca-Cola Cup e molti altri eventi locali

72 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Partnership su scenari COCA COLA: uno dei brand usciti > allo scoperto su felicità, prendendosi non pochi rischi Ogni Coca-Cola è fatta con gioia, confezionata con piacere e venduta con amore - ecco da dove viene la felicità! Cosa si vuole fare: iniziative (prodotto e comunicazione) x sollecitare atteggiamenti e comportamenti capaci di generare felicità condivisa concetto di fondo è che a ogni evento corrisponde un movimento, che può generare gioia e mettere in connessione con gli altri il prodotto, il merchandising, l esperienzializzazione i movimenti : - musica: concerti sponsorizzati e video-dediche musicali (dilloconunacanzone.it)

73 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Partnership su scenari COCA COLA: uno dei brand usciti > allo scoperto su felicità, prendendosi non pochi rischi Ogni Coca-Cola è fatta con gioia, confezionata con piacere e venduta con amore - ecco da dove viene la felicità! Cosa si vuole fare: iniziative (prodotto e comunicazione) x sollecitare atteggiamenti e comportamenti capaci di generare felicità condivisa concetto di fondo è che a ogni evento corrisponde un movimento, che può generare gioia e mettere in connessione con gli altri il prodotto, il merchandising, l esperienzializzazione i movimenti : - gioia condivisa a tavola: sito dedicato, con possibilità di inoltrare inviti personalizzati

74 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Partnership su scenari COCA COLA: uno dei brand usciti > allo scoperto su felicità, prendendosi non pochi rischi Ogni Coca-Cola è fatta con gioia, confezionata con piacere e venduta con amore - ecco da dove viene la felicità! Cosa si vuole fare: iniziative (prodotto e comunicazione) x sollecitare atteggiamenti e comportamenti capaci di generare felicità condivisa concetto di fondo è che a ogni evento corrisponde un movimento, che può generare gioia e mettere in connessione con gli altri il prodotto, il merchandising, l esperienzializzazione i movimenti : - altro

75 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Partnership su scenari COCA COLA: uno dei brand usciti > allo scoperto su felicità, prendendosi non pochi rischi Ogni Coca-Cola è fatta con gioia, confezionata con piacere e venduta con amore - ecco da dove viene la felicità! Cosa si vuole fare: iniziative (prodotto e comunicazione) x sollecitare atteggiamenti e comportamenti capaci di generare felicità condivisa concetto di fondo è che a ogni evento corrisponde un movimento, che può generare gioia e mettere in connessione con gli altri NB: importante evitare scollamento fra reale atteggiamento impresa e ciò che rappresenta in comunicazione non ostentare prossimità emozionale e anche spirituale (Kotler et al., 2010) secondo logiche di manipolazione mascherata

IO, CITTADINO DEL MONDO

IO, CITTADINO DEL MONDO Scuola dell Infanzia S.Giuseppe via Emaldi13, Lugo (RA) IO, CITTADINO DEL MONDO VIAGGIARE E UN AVVENTURA FANTASTICA A.S. 2013 / 2014 INTRODUZIONE Quest anno si parte per un viaggio di gruppo tra le culture

Dettagli

Policy La sostenibilità

Policy La sostenibilità Policy La sostenibilità Approvato dal Consiglio di Amministrazione di eni spa il 27 aprile 2011. 1. Il modello di sostenibilità di eni 3 2. La relazione con gli Stakeholder 4 3. I Diritti Umani 5 4. La

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

Team Building e Volontariato d impresa

Team Building e Volontariato d impresa Team Building e Volontariato d impresa LE MALATTIE RARE OGNI MINUT0 NEL MONDO NASCONO 10 BAMBINI COME TOMMASO, AFFETTI DA UNA MALATTIA GENETICA RARA. La Formazione di Valore produce VALORE Rebis e Zeta

Dettagli

Le politiche di marketing nell industria turistica. Marketing mix e marketing relazionale totale

Le politiche di marketing nell industria turistica. Marketing mix e marketing relazionale totale Le politiche di marketing nell industria turistica. Marketing mix e marketing relazionale totale Lingue e Cultura per l Impresa Economia e Gestione delle Imprese Turistiche A.A. 2007-2008 Ddr Fabio Forlani

Dettagli

COS E IL MICRONIDO PICCOLI PASSI E COSA OFFRE

COS E IL MICRONIDO PICCOLI PASSI E COSA OFFRE 1 COS E IL MICRONIDO PICCOLI PASSI E COSA OFFRE La Scuola dell Infanzia Silvio Moretti offre il servizio di Micro-nido ai bambini residenti e non, in età compresa dai 18 ai 36 mesi. Il nido nasce per far

Dettagli

ESPERTI IN FINANZIAMENTI PER LA FARMACIA APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG

ESPERTI IN FINANZIAMENTI PER LA FARMACIA APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG ESPERTI IN FINANZIAMENTI PER LA FARMACIA APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG Avete un progetto d installazione, acquisto,

Dettagli

Brochure per fornitori e partner

Brochure per fornitori e partner La grande catena di negozi per tutta la famiglia Brochure per fornitori e partner SOMMARIO Sommario... 3 Il Gruppo CIA Diffusione Abbigliamento... 4 La Rete dei Punti Vendita... 4 I motivi di un successo...

Dettagli

MIO FIGLIO OGGI FESTEGGIA 3 ANNI. DI MATRIMONIO.

MIO FIGLIO OGGI FESTEGGIA 3 ANNI. DI MATRIMONIO. MIO FIGLIO OGGI FESTEGGIA 3 ANNI. DI MATRIMONIO. Il tuo domani è più vicino di quello che pensi. Progettalo già da oggi risparmiando passo dopo passo. L importanza di pianificare già da oggi per essere

Dettagli

Milano Sharing City. SETTORE INNOVAZIONE ECONOMICA, SMART CITY E UNIVERSITA Pag. 1

Milano Sharing City. SETTORE INNOVAZIONE ECONOMICA, SMART CITY E UNIVERSITA Pag. 1 Milano Sharing City Le sfide globali contemporanee possono, se ben gestite, determinare lo sviluppo di importanti processi di innovazione in grado di portare benessere e crescita economica diffusa. In

Dettagli

E il momento di iniziare: le fondamenta del fundraising

E il momento di iniziare: le fondamenta del fundraising ENGAGEDin propone corsi di formazione per le organizzazioni che vogliono avviare o sviluppare la propria attività di raccolta fondi attraverso la crescita delle proprie competenze, la discussione di casi

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI FESTE E RICORRENZE Le feste rappresentano esperienze belle e suggestive da vivere e ricordare per

Dettagli

Processi di comunicazione scuola-famiglia

Processi di comunicazione scuola-famiglia Processi di comunicazione scuola-famiglia Appunti Comunicare a scuola è il cuore della relazione scuola-famiglia, parti alleate di un progetto che -in particolare nella realtà attualenon sopporta solitudine:

Dettagli

Stefanel Progetto website, ecommerce & social. Stefanel Progetto Website, ecommerce & social. Kettydo Digital, Meaningful

Stefanel Progetto website, ecommerce & social. Stefanel Progetto Website, ecommerce & social. Kettydo Digital, Meaningful Stefanel Progetto website, ecommerce & social Documento di presentazione del progetto Milano, 6 febbraio 2012 Articolazione dei contenuti 1. Cenni sull azienda 2. Cenni sull agenzia 3. Strategia: Seduction

Dettagli

IL MARKETING STRATEGICO

IL MARKETING STRATEGICO IL MARKETING STRATEGICO Definizione di Marketing Marketing: un processo attuo a definire, prevedere, soddisfare, creare, distribuire, promuovere beni e/o servizi, bisogni e esigenze dei clienti consumatori

Dettagli

La Leadership efficace

La Leadership efficace La Leadership efficace 1 La Leadership: definizione e principi 3 2 Le pre-condizioni della Leadership 3 3 Le qualità del Leader 4 3.1 Comunicazione... 4 3.1.1 Visione... 4 3.1.2 Relazione... 4 pagina 2

Dettagli

Giovani e lavoro: dall Università al mondo. I giovani nelle aziende senza confini

Giovani e lavoro: dall Università al mondo. I giovani nelle aziende senza confini Giovani e lavoro: dall Università al mondo. I giovani nelle aziende senza confini Giovani e mondo del lavoro: le ricerche ISTUD Dopo la laurea. Rapporto sul lavoro giovanile ad alta qualificazione (2002)

Dettagli

CHE FORTE! L EMOZIONE DI CRESCERE UN FIGLIO MILANO, APRILE 2013

CHE FORTE! L EMOZIONE DI CRESCERE UN FIGLIO MILANO, APRILE 2013 CHE FORTE! L EMOZIONE DI CRESCERE UN FIGLIO MILANO, APRILE 2013 CHEFORTE! Nasce nel 2011 TARGET: Mamme con bambini dai 3 ai 13 anni. Content Labs Presenza sul mercato di siti e blog quasi esclusivamente

Dettagli

Albergo diffuso. Un po casa e un po albergo - Partly a house and partly a hotel -

Albergo diffuso. Un po casa e un po albergo - Partly a house and partly a hotel - Albergo diffuso Un po casa e un po albergo - Partly a house and partly a hotel - Francesco Testa, Antonio Minguzzi Università degli Studi Del Molise Angelo Presenza Università G. D Annunzio di Chieti-Pescara

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

MARKETING, COMUNICAZIONE, DEONTOLOGIA: il biglietto da visita del libero professionista

MARKETING, COMUNICAZIONE, DEONTOLOGIA: il biglietto da visita del libero professionista MARKETING, COMUNICAZIONE, DEONTOLOGIA: il biglietto da visita del libero professionista Bologna 24 novembre 2013 Roberta Arbellia Indagine Nursind e Cergas Bocconi ottobre 2013 Infermieri forte orgoglio

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio

COMUNICATO STAMPA. ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio COMUNICATO STAMPA ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio Il nuovo organismo creato per sviluppare la cultura al risparmio e alla legalità economica in Italia è stato presentato

Dettagli

What you dream, is what you get.

What you dream, is what you get. What you dream, is what you get. mission MWWG si propone come punto di riferimento nella graduale costruzione di una immagine aziendale all'avanguardia. Guidiamo il cliente passo dopo passo nella creazione

Dettagli

Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni

Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni Alessandro Musumeci Direttore Centrale Sistemi Informativi Roma, 18 aprile 2013 Ora esiste il Web 2.0: le persone al centro. Interconnesse Informate Disintermediate

Dettagli

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi Marketing & Sales: le reazioni alla crisi I risultati di un indagine empirica 1 1. IL CAMPIONE ESAMINATO 2 Le imprese intervistate Numero imprese intervistate: 14 Imprese familiari. Ruolo centrale dell

Dettagli

Social Network. Social Business

Social Network. Social Business Social Network Social Business Piero Luchesi PMP AGENDA Agenda e introduzione Parte I Overview sul Social Business Era della collaborazione Social Network Apertura al Social Business Come fare Social Business

Dettagli

OSSERVAZIONE: COME VEDIAMO I NOSTRI RAGAZZI!

OSSERVAZIONE: COME VEDIAMO I NOSTRI RAGAZZI! PREMESSA Dallo Statuto dell Agesci 2011: Il Progetto educativo del Gruppo, ispirandosi ai principi dello scautismo ed al Patto associativo, individua le aree di impegno prioritario per il Gruppo a fronte

Dettagli

Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con André Siegrist della società René Faigle AG

Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con André Siegrist della società René Faigle AG Soluzioni su misura per le flotte aziendali A confronto con della società René Faigle AG La René Faigle AG svolge la sua attività con successo da più di ottant anni. L azienda svizzera a conduzione familiare

Dettagli

La relazione con il cliente, evoluzione, tra nuove esigenze e opportunità

La relazione con il cliente, evoluzione, tra nuove esigenze e opportunità La relazione con il cliente, evoluzione, tra nuove esigenze e opportunità Mario Massone fondatore Club CMMC 1) Il Marketing, nuova centralità: meno invasivo, più efficace 2) La customer experience, come

Dettagli

CARTELLA STAMPA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE. Milano, 10 Dicembre 2013

CARTELLA STAMPA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE. Milano, 10 Dicembre 2013 CARTELLA STAMPA di CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE Turismo integrato, motore di Expo 2015 Milano, 10 Dicembre 2013 INDICE 1. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO pag. 3 2. PERCHÉ NASCE

Dettagli

IL COACHING delle Ambasciatrici

IL COACHING delle Ambasciatrici IL COACHING delle Ambasciatrici European Commission Enterprise and Industry Coaching ambasciatrici WAI-Women Ambassadors in Italy, Ravenna, 20/05/2010 2 FASE 1 Le motivazioni e gli scopi FASE 2 L analisi

Dettagli

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business.

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. ACCREDITED PARTNER 2014 Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Gariboldi Alberto Group Srl è una realtà

Dettagli

7mas ti aiuta ad entrare nell universo del web PASSO DOPO PASSO!

7mas ti aiuta ad entrare nell universo del web PASSO DOPO PASSO! UNIVERSO WEB 7mas ti aiuta ad entrare nell universo del web PASSO DOPO PASSO! TRE DESIDERI PER Costruire e ottimizzare la strada del web! Consulenza Fornisce ai responsabili di imprese, attività commerciali

Dettagli

prefazione Per un organizzazione si tratta di un compito difficile, ma allo stesso tempo importante e gratificante.

prefazione Per un organizzazione si tratta di un compito difficile, ma allo stesso tempo importante e gratificante. chi siamo prefazione L età adulta è lo specchio della nostra infanzia. Infanzia che può diventare un aiuto o un ostacolo, nella vita futura. Quali possono essere le basi per il nostro sviluppo futuro,

Dettagli

RELAZIONE DESCRITTIVA DEL PROGETTO

RELAZIONE DESCRITTIVA DEL PROGETTO C I R C O L O D I D A T T I C O D I S A N T A G A T A L I B A T T I A T I PROGETTO NO AL BULLISMO Percorso di prevenzione dei fenomeni di bullismo A.S. 2011-2012 RELAZIONE DESCRITTIVA DEL PROGETTO PREMESSA

Dettagli

PORTARE CLIENTI NEL NOSTRO NEGOZIO CON INTERNET di The Vortex

PORTARE CLIENTI NEL NOSTRO NEGOZIO CON INTERNET di The Vortex Indice Presentazione Introduzione. Come sta cambiando Internet 1. Lo scenario 2. Misurare ciò che accade per migliorarsi continuamente. La Web Analytics 3. C è modo e modo: impariamo le differenze degli

Dettagli

INTERNET E MARKETING COMUNICAZIONE INNOVATIVA. www.sunet.it

INTERNET E MARKETING COMUNICAZIONE INNOVATIVA. www.sunet.it INTERNET E MARKETING COMUNICAZIONE INNOVATIVA www.sunet.it Passione La nostra passione per quello che facciamo ogni giorno, ci permette di migliorare costantemente il processo e la nostra creatività ed

Dettagli

Le sponsorizzazione dal punto di vista dei finanziatori privati

Le sponsorizzazione dal punto di vista dei finanziatori privati LE AMMINISTRAZIONI LOCALI E LA VALORIZZAZIONE E GESTIONE DEI BENI CULTURALI Le sponsorizzazione dal punto di vista dei finanziatori privati Gianluca Comin 25 febbraio 2015 Quando parliamo di settore cultura,

Dettagli

1. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO

1. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO CARTELLA STAMPA di 0. INDICE 1. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO pag. 3 2. PERCHÉ NASCE EXPLORA pag. 3 3. LA SUA IDENTITÀ pag. 3 4. MISSION pag. 4 5. APPROCCIO pag. 4 6. ELEMENTI DISTINTIVI

Dettagli

L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA

L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA FINALITA L educazione all affettività rappresenta per l alunno un percorso di crescita psicologica e di consapevolezza della propria identità personale

Dettagli

Family Business e sviluppo di talenti. 15 Novembre 2013

Family Business e sviluppo di talenti. 15 Novembre 2013 Family Business e sviluppo di talenti 15 Novembre 2013 La nuova sfida per il family business Family Management Ownership Non si può prescindere dalla focalizzazione sulle risorse, da qui la crescente attenzione

Dettagli

L INTERVISIONE COME STRUMENTO E SOSTEGNO PER IL FACILITATORE:

L INTERVISIONE COME STRUMENTO E SOSTEGNO PER IL FACILITATORE: L INTERVISIONE COME STRUMENTO E SOSTEGNO PER IL FACILITATORE: CARATTERISTICHE, SIGNIFICATO E POTENZIALITA' Villa d Almè, ottobre-novembre 2015 Maria Coelli 1 La supervisione e l'intervisione -Per supervisione

Dettagli

NASCE UN NUOVO BENESSERE

NASCE UN NUOVO BENESSERE NASCE UN NUOVO BENESSERE LA DIETA DEL TERZO MILLENNIO SOSTENUTA DA ATTIVITA' FISICA E TRAINING MENTALE PER DIMAGRIRE DEFINITIVAMENTE ED AUMENTARE LA MASSA MUSCOLARE. LO STILE ALIWAY Una nuova idea di benessere

Dettagli

4. Le Divisioni specializzate

4. Le Divisioni specializzate 1. Chi siamo Openjobmetis SpA nasce ufficialmente il 1 gennaio 2012, a seguito della fusione delle storiche Agenzie per il Lavoro Openjob SpA e Metis SpA e del rispettivo know-how nella gestione delle

Dettagli

Anno scolastico 2014-2015

Anno scolastico 2014-2015 DIREZIONE DIDATTICA STATALE 17 CIRCOLO VIA CASTIGLIONE CAGLIARI POF Anno scolastico 2014-2015 VERIFICA E VALUTAZIONE DELLE ATTIVITA Nella cornice educativa delineata si è inserita la MACROPROGETTUALITÀ

Dettagli

IL MARKETING ESPERIENZIALE

IL MARKETING ESPERIENZIALE Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Economia IL MARKETING ESPERIENZIALE a.a. 2011-2012 LE ORIGINI DEL MARKETING ESPERIENZIALE La pstmodernità: un nuovo scenario di riferimento - crollo

Dettagli

FORMAZIONE Vendite & Marketing B2B

FORMAZIONE Vendite & Marketing B2B FORMAZIONE Vendite & Marketing B2B Fornire ai partecipanti elementi di Marketing, applicati alla realtà Business to Business. MARKETING B2B Il corso si rivolge a tutti coloro che si occupano di vendite

Dettagli

law firm of the year Chambers Europe Awards

law firm of the year Chambers Europe Awards Oltre 360 avvocati 4 volte Law Firm of the Year agli IFLR Awards nell ultimo decennio (2011, 2010, 2006, 2004) 9 sedi, 5 in Italia e 4 all estero law firm of the year Chambers Europe Awards for excellence

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2012 / 2013 Scuola Comunale dell infanzia Pollicinia Via Roma Potenza Tel. 0971 / 273041 DOVE SIAMO CHI SIAMO Potenza, capoluogo di regione, è la città della

Dettagli

PROGETTO STAR BENE INSIEME A SCUOLA

PROGETTO STAR BENE INSIEME A SCUOLA CLASSI PRIME A/B ANNO SCOLASTICO 2014 2015 PROGETTO STAR BENE INSIEME A SCUOLA Premessa Le attuali classi prime sono composte da 44 alunni, 35 dei quali provengono dalla scuola dell Infanzia del quartiere

Dettagli

Meeting nazionale sulle Politiche giovanili

Meeting nazionale sulle Politiche giovanili Meeting nazionale sulle Politiche giovanili PATTO APERTO PER LA GIOVENTU Oltre la Strategia di Lisbona: la dimensione culturale nello sviluppo sostenibile Urbino 13-14-15-16 Luglio 2005 Investire nella

Dettagli

P.O. Marittimo Italia Francia Bambini e Prodotti di Eccellenza. Genova 19 novembre 2010

P.O. Marittimo Italia Francia Bambini e Prodotti di Eccellenza. Genova 19 novembre 2010 P.O. Marittimo Italia Francia Bambini e Prodotti di Eccellenza Grazia Manca U.O.Informazione Comunitaria Dipartimento della Multifunzionalità dell Azienda Agricola e delle Filiere Agroalimentari per lo

Dettagli

Noi ci mettiamo la faccia. Chi consiglierebbe ad un amico un prodotto o servizio nel quale con crede o lo ritiene inutile o una bufala? Nessuno!

Noi ci mettiamo la faccia. Chi consiglierebbe ad un amico un prodotto o servizio nel quale con crede o lo ritiene inutile o una bufala? Nessuno! Noi ci mettiamo la faccia Chi consiglierebbe ad un amico un prodotto o servizio nel quale con crede o lo ritiene inutile o una bufala? Nessuno! Un portale diverso: utile! Vacanzelandi@è il primo portale

Dettagli

L APPROCCIO POSITIVO DELLA PERSONA

L APPROCCIO POSITIVO DELLA PERSONA L APPROCCIO POSITIVO DELLA PERSONA di Andrea Canevaro L Approccio positivo 1 si fonda su 3 valori fondamentali: 1. Fiducia: credere nella persona che presenta un deficit e nelle sue possibilità. Per aiutare

Dettagli

L UOMO L ORGANIZZAZIONE

L UOMO L ORGANIZZAZIONE UNITÀ DIDATTICA 1 L UOMO E L ORGANIZZAZIONE A.A 2007 / 2008 1 PREMESSA Per poter applicare con profitto le norme ISO 9000 è necessario disporre di un bagaglio di conoscenze legate all organizzazione aziendale

Dettagli

2 PRINCIPI E VALORI CAP. 2.0 PRINCIPI E VALORI 2.1 SCOPO 2.2 PRINCIPI. 2.2.1 Inclusività

2 PRINCIPI E VALORI CAP. 2.0 PRINCIPI E VALORI 2.1 SCOPO 2.2 PRINCIPI. 2.2.1 Inclusività Pag. 24 / 69 2 2.1 SCOPO Formalizzare e rendere noti a tutte le parti interessate, i valori ed i principi che ispirano il modello EcoFesta Puglia a partire dalla sua ideazione. 2.2 PRINCIPI Il sistema

Dettagli

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo B. Munari inside INSIDE è specializzata nella trasformazione organizzativa, nello sviluppo e nella valorizzazione del capitale umano

Dettagli

BSC Brescia Smart City

BSC Brescia Smart City BSC Brescia Smart City Ruolo, programma, obiettivi 2014 > 2020 Smart City : di cosa parliamo Con il termine Smart City/Community (SC) si intende quel luogo e/o contesto territoriale ove l'utilizzo pianificato

Dettagli

(PRIMA BOZZA) Milano, 15 Aprile, 2011

(PRIMA BOZZA) Milano, 15 Aprile, 2011 RETE LOMBARDA DELLE SCUOLE CHE PROMUOVONO SALUTE CORNICE METODOLOGICA (PRIMA BOZZA) Milano, 15 Aprile, 2011 PREMESSA Il presente documento è il frutto di un percorso di elaborazione a cui hanno partecipato

Dettagli

10/02/2010. Economia e Tecnica della Pubblicità. Introduzione. Il vissuto della Pubblicità A.A. 2009-2010

10/02/2010. Economia e Tecnica della Pubblicità. Introduzione. Il vissuto della Pubblicità A.A. 2009-2010 Economia e Tecnica della Pubblicità A.A. 2009-2010 Il Ruolo della Pubblicità: cenni storici e casi Fulvio Fortezza Introduzione Premessa 1: comunicazione tramite mass-media strumento potentissimo vs comportamenti

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini PROGETTO DI PLESSO SCUOLA PRIMARIA PIERANTONIO a. s. 2014/2015 PREMESSA La scuola rappresenta lo spazio

Dettagli

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO MOTIVAZIONE... 3 OBIETTIVI DEL PROGETTO... 5 METODOLOGIA... 6 PIANO DI LAVORO... 8 GRUPPI DI RIFERIMENTO.IMPATTO... 9 2 MOTIVAZIONE

Dettagli

Servizi per il turismo e la cultura

Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Il meglio dell Italia cresce ogni giorno insieme a noi. Marketing del territorio Siamo un network di professionisti che integrano

Dettagli

Persone con intuizioni ed entusiasmo, protagoniste di una nuova era. Tech your way

Persone con intuizioni ed entusiasmo, protagoniste di una nuova era. Tech your way Persone con intuizioni ed entusiasmo, protagoniste di una nuova era. Tech your way VISION Assecondiamo la globalizzazione dei mercati, l internazionalizzazione e la diffusione delle alleanze strategiche,

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SANTA MARIA DELLE GRAZIE P.E.I. Progetto Educativo d Istituto

SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SANTA MARIA DELLE GRAZIE P.E.I. Progetto Educativo d Istituto SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SANTA MARIA DELLE GRAZIE P.E.I. Progetto Educativo d Istituto ANNO SCOLASTICO 2011/2012 IL PROGETTO EDUCATIVO (P.E.I.) è il documento fondamentale che espone l orientamento

Dettagli

Come gestire i Social Network

Come gestire i Social Network marketing highlights Come gestire i Social Network A cura di: Dario Valentino I Social Network sono ritenuti strumenti di Marketing imprescindibili per tutte le aziende che svolgono attività sul Web. Questo

Dettagli

DIVENTA CONSULENTE VIAGGI

DIVENTA CONSULENTE VIAGGI DIVENTA CONSULENTE VIAGGI un nuovo modo turismo: il Consulente Il Consulente Eidos E la nuova figura professionale del settore turistico che collega costantemente prodotto e mercato di riferimento attraverso

Dettagli

MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO

MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO Intervento Roberto Albonetti direttore Attività Produttive Regione Lombardia Il mondo delle imprese ha subito negli ultimi anni un accelerazione impressionante:

Dettagli

AFTER X 2015. B(eat)

AFTER X 2015. B(eat) 1 AFTER X 2015 B(eat) Be eat, beat, to beat Il progetto After X 2015 del Centro Didattico produzione Musica Europe per Onlus Robur Solidale in collaborazione con l Istituto Comprensivo di Verdellino e

Dettagli

- Cosa è lo SVE - Informazione e riconoscimento, Youthpass - Opportunità in Italia

- Cosa è lo SVE - Informazione e riconoscimento, Youthpass - Opportunità in Italia Per un giorno e mezzo, 90 giovani rientrati dal Servizio Volontario Europeo, divisi in 3 gruppi, hanno messo a confronto le proprie esperienze di vita all estero. Ora condivideranno con voi le proprie

Dettagli

Orario p.m. Tot. ore settimanali Scuola dell Infanzia 8.00-16.00 Dal LUN. al VEN. 40h. Primaria Rodari 8.30-16.30 Dal LUN. al VEN.

Orario p.m. Tot. ore settimanali Scuola dell Infanzia 8.00-16.00 Dal LUN. al VEN. 40h. Primaria Rodari 8.30-16.30 Dal LUN. al VEN. L I.C. è composto dai seguenti plessi: 1 Scuola dell Infanzia San Francesco 4 Scuole primarie: De Amicis, Pasini, Pertile, Rodari 1 Scuola Secondaria di 1 grado Mainardi Orario scolastico a.s. 2015/16

Dettagli

PERUGIA SMART CITY IDEE E PROGETTI PER IL FUTURO Martedì 3 marzo - Confindustria Umbria

PERUGIA SMART CITY IDEE E PROGETTI PER IL FUTURO Martedì 3 marzo - Confindustria Umbria PERUGIA SMART CITY IDEE E PROGETTI PER IL FUTURO Martedì 3 marzo - Confindustria Umbria VINCENZO PIRO Dirigente Area Risorse Ambientali, Smart City e Innovazione Comune di Perugia PERUGIA SMART CITY: IDEE

Dettagli

CHI SIAMO. Opentennis ASD è un'associazione Sportiva Dilettantistica senza fini di lucro costituita ad Aprile 2013.

CHI SIAMO. Opentennis ASD è un'associazione Sportiva Dilettantistica senza fini di lucro costituita ad Aprile 2013. CHI SIAMO Opentennis ASD è un'associazione Sportiva Dilettantistica senza fini di lucro costituita ad Aprile 2013. Opentennis è già affiliata FIT, ed ha già ottenuto l'accreditamento presso il CONI. MISSION

Dettagli

Dall ascolto organizzativo alla motivazione professionale: L Audit organizzativo

Dall ascolto organizzativo alla motivazione professionale: L Audit organizzativo Dall ascolto organizzativo alla motivazione professionale: L Audit organizzativo Premessa L Audit organizzativo si fonda sull ascolto organizzativo che presenta come obiettivo primario la valorizzazione

Dettagli

dal 2007 - Kryptos LA PERSONA ECCELLENZE: Lorenzo Zago

dal 2007 - Kryptos LA PERSONA ECCELLENZE: Lorenzo Zago ECCELLENZE: Lorenzo Zago dal 2007 - Kryptos LA PERSONA Nel corso della storia, la libertà di scelta è stata una grande conquista da parte dell uomo. Oggi, la maggior parte di noi vive in Paesi dove è possibile

Dettagli

INSIEME PER L IMPRESA. La forma e la sostanza.

INSIEME PER L IMPRESA. La forma e la sostanza. INSIEME PER L IMPRESA La forma e la sostanza. 2 La cultura d impresa è un patrimonio prezioso come i capitali e le buone consulenze. BANCA D IMPRESA SI NASCE ESPERIENZA, SPECIALIZZAZIONE E ORGANIZZAZIONE

Dettagli

SICUREZZA E PREVENZIONE

SICUREZZA E PREVENZIONE SICUREZZA E PREVENZIONE 1. AMBIENTE. Adeguatezza di strutture, attrezzature e spazi Rimozione delle cause di possibile incidente/ uso di adeguate misure di sicurezza PROTEZIONE 2. COMPORTAMENTO. Capacità

Dettagli

Dall analisi del monitoraggio d Istituto effettuato nel maggio 2015 attraverso questionari somministrati agli alunni e ai genitori è emerso che sia

Dall analisi del monitoraggio d Istituto effettuato nel maggio 2015 attraverso questionari somministrati agli alunni e ai genitori è emerso che sia Dall analisi del monitoraggio d Istituto effettuato nel maggio 2015 attraverso questionari somministrati agli alunni e ai genitori è emerso che sia gli alunni che i genitori apprezzano: - competenze e

Dettagli

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione.

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. La Compagnia Della Rinascita PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si

Dettagli

Nuova compagine sociale Infarma:

Nuova compagine sociale Infarma: Nuova compagine sociale Infarma: progetti scopo strategia Relatore: Dr. Danilo Del Coco Amministratore Unico Pharmaservice Srl Una breve presentazione di Pharmaservice Srl Pharmaservice, nasce a Lecce

Dettagli

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Accordi verticali e pratiche concordate SVILUPPO PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Il progetto nasce da una valutazione strategica circa l esigenza di approfondire la tematica

Dettagli

UNA VISIONE DELL ADOZIONE E DELL AFFIDAMENTO

UNA VISIONE DELL ADOZIONE E DELL AFFIDAMENTO UNA VISIONE DELL ADOZIONE E DELL AFFIDAMENTO Benedetta Baquè Psicologa - Psicoterapeuta I BISOGNI DEI BAMBINI E DEI RAGAZZI Ogni bambino ha diritto a crescere in una famiglia, la propria o se questa non

Dettagli

DALLA TESTA AI PIEDI

DALLA TESTA AI PIEDI PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO ANNUALE SCUOLA DELL INFANZIA A. MAGNANI BALIGNANO DALLA TESTA AI PIEDI ALLA SCOPERTA DEL NOSTRO CORPO Anno scolastico 2013-14 MOTIVAZIONI Il corpo è il principale strumento

Dettagli

Conoscersi meglio per un legame solido. Consulenza aziendale BancaStato

Conoscersi meglio per un legame solido. Consulenza aziendale BancaStato Conoscersi meglio per un legame solido Consulenza aziendale BancaStato 1 Fondamenta solide basate sulla tradizione BancaStato è una banca solida e moderna. Offre prodotti e servizi concorrenziali e trasparenti

Dettagli

Aspetti di Marketing Sportivo

Aspetti di Marketing Sportivo Aspetti di Marketing Sportivo Università di Ferrara Corso di Laurea in Scienze Motorie Economia e gestione delle imprese sportive Cesare Mattei Definizione: IL MARKETING E UN INSIEME DI ATTIVITA PROGRAMMATE,

Dettagli

nuove vie di sviluppo evolutivo persone e organizzazioni

nuove vie di sviluppo evolutivo persone e organizzazioni di Gian Luca Cacciari Via Andrea di Bonaiuto 33-50143 Firenze cell.: 380 7215399 tel. 055 6281301 fax 055 703301 email info@nuovosviluppoumano.it nuove vie di sviluppo evolutivo persone e organizzazioni

Dettagli

Specializzati in micro, piccole e medie imprese

Specializzati in micro, piccole e medie imprese Specializzati in micro, piccole e medie imprese PRESENTAZIONE Chi siamo Siamo una società di consulenza con una consolidata esperienza in ambito finanziario e gestionale. Siamo professionisti qualificati

Dettagli

LEZIONE N. 1. Il Marketing Concetti Introduttivi. Alessandro De Nisco. Università del Sannio. Corso di Marketing

LEZIONE N. 1. Il Marketing Concetti Introduttivi. Alessandro De Nisco. Università del Sannio. Corso di Marketing LEZIONE N. 1 Il Marketing Concetti Introduttivi Alessandro De Nisco Università del Sannio Corso di Marketing Il Corso OBIETTIVI DEL CORSO Fornire agli studenti conoscenze e competenze su: i concetti fondamentali

Dettagli

Restaurant Manager Academy

Restaurant Manager Academy Restaurant Manager Academy 1 La conoscenza non ha valore se non la metti in pratica L Accademia Un percorso formativo indispensabile per l attività di un imprenditore nel settore della ristorazione e dell

Dettagli

ADM Associazione Didattica Museale. Progetto Educare alla Scienza con le mani e con il cuore

ADM Associazione Didattica Museale. Progetto Educare alla Scienza con le mani e con il cuore ADM Associazione Didattica Museale Progetto Educare alla Scienza con le mani e con il cuore EST a Scuola: mission impossible? Suddivisione degli insegnanti in 3 gruppi. Ogni gruppo deve affrontare 3 problemi

Dettagli

Musei archivi di impresa e turismo: valorizzazione e marketing territoriale

Musei archivi di impresa e turismo: valorizzazione e marketing territoriale Musei archivi di impresa e turismo: valorizzazione e marketing territoriale Com è cambiato il turismo: nuove mete, nuovi target, nuove tendenze Renzo Iorio Presidente Federturismo Confindustria Rossano

Dettagli

Influenza e uso dei social network per il messaggio politico. alessandro scartezzini

Influenza e uso dei social network per il messaggio politico. alessandro scartezzini Influenza e uso dei social network per il messaggio politico alessandro scartezzini CHI SONO http://www.linkedin.com/pub/alessandro-scartezzini/0/393/721 alessandro@webperformance.it - Dal 2010 fondatore

Dettagli

LA DICHIARAZIONE DI ODENSE

LA DICHIARAZIONE DI ODENSE La 4 a Conferenza Europea sulle Scuole che promuovono salute: Equità, Istruzione e Salute 7-9 Ottobre 2013 IL NOSTRO ABC PER EQUITÀ, ISTRUZIONE E SALUTE LA DICHIARAZIONE DI ODENSE: IL NOSTRO ABC PER EQUITÀ,

Dettagli

Presentazione dei Progetti e dei Corsi di formazione realizzati per la Scuola Secondaria

Presentazione dei Progetti e dei Corsi di formazione realizzati per la Scuola Secondaria Presentazione dei Progetti e dei Corsi di formazione realizzati per la Scuola Secondaria RESPONSABILI DEI PROGETTI E DEI CORSI DI FORMAZIONE: dott.ssa Mena Caso (Psicologa, Psicoterapeuta) cell. 32081422223

Dettagli

develon web d.social il potere della conversazione develon.com

develon web d.social il potere della conversazione develon.com develon web d.social il potere della conversazione develon.com Facebook, Twitter, Flickr, YouTube, forum tematici, blog, community... Qualcuno dice che il Web 2.0 ha cambiato il mondo. Qualcun altro, meno

Dettagli

Il Marketing Concetti Introduttivi

Il Marketing Concetti Introduttivi Il Marketing Concetti Introduttivi Alessandro De Nisco Università del Sannio Corso di Marketing Il Corso OBIETTIVI DEL CORSO Fornire agli studenti conoscenze e competenze su: i concetti fondamentali del

Dettagli

Alessandro Ricci Psicologo Psicoterapeuta Università Salesiana di Roma

Alessandro Ricci Psicologo Psicoterapeuta Università Salesiana di Roma Alessandro Ricci Psicologo Psicoterapeuta Università Salesiana di Roma LA COPPIA NON PUO FARE A MENO DI RICONOSCERE E ACCETTARE CHE L ALTRO E UN TU E COME TALE RAPPRESENTA NON UN OGGETTO DA MANIPOLARE

Dettagli

Percorsi per una cittadinanza attiva e consapevole

Percorsi per una cittadinanza attiva e consapevole Percorsi per una cittadinanza attiva e consapevole - dare voce a chi non ha voce- Chi siamo? Siamo una Associazione iscritta al Registro regionale delle organizzazioni di volontariato. L Associazione ha

Dettagli

C.H. Cooley (1902) considera Sé come prodotto (passivo) delle interazioni con gli altri.(looking-glass self). Il concetto dell Io come specchio

C.H. Cooley (1902) considera Sé come prodotto (passivo) delle interazioni con gli altri.(looking-glass self). Il concetto dell Io come specchio AUTOSTIMA I primi riferimenti all autostima come dimensione psicologica emergono dalle considerazioni sul sé di William James (1890). James ha sostenuto l esistenza di tre costituenti principali del Sé:

Dettagli