Marketing, Felicità e Nuove Pratiche di Consumo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Marketing, Felicità e Nuove Pratiche di Consumo"

Transcript

1 Marketing, Felicità e Nuove Pratiche di Consumo Università degli Studi Carlo Bo, Scuola di Economia, Corso di Marketing Progredito - Urbino, 15 aprile 2015

2 CHI SONO COSA FACCIO CONTATTI Cosa faccio: Dipartimento di Economia e Management, Unife Experyentya Laboratorio di marketing applicato Zerorelativo.it prima community on-line di baratto in Italia Contatti: skype: fulvio.fortezza linkedin: Fulvio Fortezza twitter: fulvio.fortezza blog: fb:

3 Se volete approfondire, trovate tutto qui:

4 È partito tutto da qui:

5 I. Felicità e Marketing: Il denaro rende felici, o no? In quali condizioni? Quindi, di cosa parleremo? E i consumi, quale ruolo hanno? Come impatta sul marketing la rinnovata sfida della felicità? II. Sharing Economy e Consumo Collaborativo: Le nuove pratiche Il rapporto con la Felicità

6 Felicità e Marketing: tutti pazzi per la felicità

7 Felicità e Marketing: tutti pazzi per la felicità

8 Felicità e Marketing: tutti pazzi per la felicità

9 Felicità e Marketing: tutti pazzi per la felicità

10 Felicità e Marketing: tutti pazzi per la felicità

11 Felicità e Marketing: tutti pazzi per la felicità

12 Felicità e Marketing: tutti pazzi per la felicità

13 Felicità e Marketing: tutti pazzi per la felicità

14 Felicità e Marketing: tutti pazzi per la felicità

15 Felicità e Marketing: tutti pazzi per la felicità

16 Felicità e Marketing: felicità? inquadriamola «Uno stato d animo positivo, sereno lo stato d animo di chi si sente pienamente soddisfatto nei propri desideri» (Treccani.it) Differenze in base al contesto culturale (Tsai, 2007) e all età (Mogilner et al., 2011)

17 Felicità e Marketing: felicità? inquadriamola Una missione, che, consapevolmente o meno, orienta la vita di ciascuno di noi, come accade al surfista, che deve essere abile a trasformare l energia delle onde in equilibrio (Parsi, 2012); un equilibrio necessariamente dinamico.

18 Felicità e Marketing: felicità? inquadriamola NB: dimensione fortemente personale, soggettiva (Kahneman e Krueger, 2006; Mogilner et al., 2012), ma esiste linguaggio universale felicità, ovvero set item che la definiscono, a prescindere da contesto osservazione (Clark et al., 2008).

19 Felicità e Marketing: e il denaro, quale ruolo ha? Paradosso di Easterlin (1974): correlazione fra reddito e felicità non sempre significativa e, superata una certa soglia, persone > ricche non sono sempre > felici Paesi > poveri non sempre < felici o significativamente < felici di quelli > ricchi nel tempo, felicità dipende molto poco da variazioni di reddito e ricchezza Indagini successive hanno fornito conferme (Veenhoven, 1991; Myers, 1992; Diener e Diener, 1995; Diener e Oishi, 2000; Frey e Stutzer, 2000; Lane, 2000; Schyns, 2003; Layard, 2005; Clark et al., 2008; Aknin et. al., 2012; Zhong e Mitchell, 2013) e tema sempre + interdisciplinare (Seligman, 2004; Aaker et al., 2011; Binder e Brockel, 2012; Zhuravlev e Yurevich, 2014).

20 Felicità e Marketing: e il denaro, quale ruolo ha?

21 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no? Voce di popolo: Il denaro non farà la felicità, ma di certo aiuta Il denaro conta (Diener e Seligman, 2004), ma < di quanto si pensi (Bartolini, 2010; Dunn et al., 2011) denaro non obiettivo di per sé (Layard et al., 2008), ma strumento x vita felice

22 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no? Mettiamo in ordine i tasselli: rapporto denaro-felicità positivo, ma 1) molto dipende da ricchezza partenza e bisogni (insoddisfatti) prevalenti (Diener e Seligman, 2004) fondamentali percezione miglioramento e fiducia (concreta) in miglioramenti futuri in situazioni incertezza, disagio, problematicità ricerca via uscita di per sé fattore felicità (Scitovsky, 1992) NB: si pensi a Paesi fortemente arretrati, protagonisti di decisa e repentina crescita

23 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no? Mettiamo in ordine i tasselli: rapporto denaro-felicità positivo, ma 1) molto dipende da ricchezza di partenza e bisogni (insoddisfatti) prevalenti 2) si verifica fino a punto di rottura

24 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no? Mettiamo in ordine i tasselli: rapporto denaro-felicità positivo, ma 1) molto dipende da ricchezza di partenza e bisogni (insoddisfatti) prevalenti 2) si verifica fino a punto di rottura 1) < motivazioni collegate a percezione possibilità netto miglioramento propria situazione (Scitovsky, 1992)

25 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no? Mettiamo in ordine i tasselli: rapporto denaro-felicità positivo, ma 1) molto dipende da ricchezza di partenza e bisogni (insoddisfatti) prevalenti 2) si verifica fino a punto di rottura 1) < motivazioni 2) utilità marginale decrescente denaro (Layard et al., 2008), in assenza di strategie ottimizzazione

26 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no? Mettiamo in ordine i tasselli: rapporto denaro-felicità positivo, ma 1) molto dipende da ricchezza di partenza e bisogni (insoddisfatti) prevalenti 2) si verifica fino a punto di rottura 1) < motivazioni 2) utilità marginale decrescente denaro 3) incremento capacità spesa derivante da indebitamento eccessivo o situazioni lavorative poco gratificanti o troppo stressanti

27 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no? Attenzione a effetti moderazione (Powdthavee, 2010; Binder e Brockel, 2012, che dipendono da: come viene ottenuto denaro (quindi capacità spesa)

28 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no? Come viene ottenuto denaro (quindi capacità spesa): a) evitare di indebitarsi per acquisti, se non necessario (Thaler e Sunstein, 2008) NB: - felicità non solo > momenti di gioia, ma anche < momenti tensione, preoccupazione, stress (Diener et al., 1999) - cambiamenti positivi < incisivi di quelli negativi e effetti < duraturi (Taylor, 1991; Baumeister et al., 2001; Nezlek e Gable, 2001; Oishi et al., 2007) NB: congelare acquisto che non ci possiamo permettere modo x filtrare reali necessità (spesso effetto acquolina in bocca ) (Read e Van Leeuwen, 1998)

29 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no? Come viene ottenuto denaro (quindi capacità spesa): a) evitare di indebitarsi per acquisti, se non necessario b) situazioni lavorative che esaltino inclinazioni e capacità, in contesti gradevoli (importanza fattori atmosfera, comfort e relazioni di qualità (Winstead et al., 1995; Rath e Harter, 2010; Ashkanasy, 2011) c) lavoro vs tempo libero: quantità tempo libero, persone giuste, intensità relazionale (Reyes-Garcia et al., 2009), attività svolte (Eriksson et al., 2007; Goodin et al., 2008), palcoscenico NB: spicca percezione controllo su tempo e su come impiegarlo, anche rinunciando a qualcosa (costo-opportunità) (Aaker et al., 2011)

30 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no? NB: spicca percezione controllo su proprio tempo e su come impiegarlo, anche rinunciando a qualcosa (costo-opportunità) (Aaker et al., 2011)

31 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no? Attenzione a effetti moderazione (Powdthavee, 2010; Binder e Brockel, 2012, che dipendono da: come viene ottenuto denaro (quindi capacità spesa) come viene speso denaro

32 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no? Come viene speso denaro: a) acquisti realmente gratificanti e significativi (es: acquisire competenza, conoscere nuovi luoghi, migliorare/preservare salute, ecc), anziché puramente ostentativi e soprattutto compulsivi (Kasser, 2002; Dunn et al., 2008) NB: Shopping come momento piacere di per sé conduce a spirale senza fine x i più materialisti (Brown, 1959): > esposizione a beni relazionali simulati (come Tv) e a fenomeni di ansia, depressione (Richins, 2013) Imprese spingono da sempre esigenza novità : prima differenziazione psicologica, poi strategie segmentazione e posizionamento sempre + fini)

33 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no? Come viene speso denaro: a) acquisti realmente gratificanti e significativi b) piccoli piaceri e gratificazioni vs pochi grandi acquisti, impegnativi (Dunn et al., 2011)

34 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no? Come viene speso denaro: a) acquisti realmente gratificanti e significativi b) piccoli piaceri e gratificazioni c) prodotti-esperienze e beni/servizi a forte contenuto esperienziale, perché > impatto su sfera cognitiva e emozionale (Fortezza e Pencarelli, 2011; Van Boven e Gilovich, 2003) NB: importanza approcci marketing di natura esperienziale es: avere buoni motivi per vedere l auto X come qualcosa che espande e rende + piacevole ciò che possiamo fare nella vita quotidiana (Carter e Gilovich, 2010)

35 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no? Come viene speso denaro: a) acquisti realmente gratificanti e significativi b) piccoli piaceri e gratificazioni c) prodotti-esperienze o beni/servizi a forte contenuto esperienziale d) sostenere buone cause, scopi solidali (Dunn et al., 2011) NB: - non solo ottimizzazione acquisti, ma anche counterfactual thinking (Chancellor e Lyubomirsky, 2011), ovvero conservazione dinamica valore beni posseduti - molti fattori che rendono felici (es: avere buoni amici e vivere rapporti sentimentali felici) non hanno prezzo mercato

36 Felicità e Marketing: quindi? Rende felici o no?

37 Felicità e Marketing: quali i protagonisti della felicità? 1) Noi, consumatori (e consumattori, consumautori), cittadini, persone 2) le imprese: nuovo ruolo vs consumatori, dipendenti e partner (Sisodia et al., 2007), società

38 1) Noi 2) le imprese Felicità e Marketing: quali i protagonisti della felicità? 3) i policy maker, chiamati a delineare nuovo futuro possibile, con responsabilità e < attenzione a ciclo politico-economico NB: non necessariamente > imposte < felicità cittadini, a patto che vi sia percezione che alcuni aspetti essenziali (salute, cura famiglia, relazioni, realizzazione lavorativa) siano protetti e supportati (Vohsa e Baumeister, 2011; Zhong e Mitchell, 2013)

39 Felicità e Marketing: quali i protagonisti della felicità? 3) i policy maker: definire nuovi cruscotti misurazione benessere (Diener e Seligman, 2004; Stiglitz et al., 2010; Binder e Brockel, 2012; Perdomo et al., 2014) Premesse su PIL: indicatore benessere + utilizzato perché semplice e percezione diffusa politica poter esercitare influenza e controllo vs ciclo politico-economico (Scitovsky, 1992) misura solo produzione mercato, quindi al massimo proxy reale benessere persone (+ significativa in Paesi poveri che crescono)

40 Felicità e Marketing: quali i protagonisti della felicità? 3) i policy maker: definire nuovi cruscotti misurazione benessere Difetti PIL: non considera aspetti e attività determinanti, come qualità relazioni, soddisfazione x lavoro svolto, cura propria famiglia (Pallante, 2009) contabilizza solo ciò che passa attraverso mercato, escludendo il resto (anche molte attività sharing economy) sul mercato troviamo di tutto Cosa origina dato aggregato? Esternalità? (Latouche, 2007) Il PIL comprende anche l'inquinamento dell'aria, la pubblicità per le sigarette e le corse delle ambulanze che raccolgono feriti sulle strade. Comprende la distruzione delle nostre foreste e la distruzione della natura. Comprende il napalm e il costo dello smaltimento delle scorie radioattive. Per converso, il PIL non tiene conto della salute dei nostri figli, della qualità della loro istruzione, del divertimento dei loro giochi, della bellezza della nostra poesia e della solidità dei nostri matrimoni. Non considera il nostro coraggio, la nostra integrità, la nostra intelligenza, la nostra saggezza. Misura tutto, tranne ciò che rende la vita degna di essere vissuta (Robert Kennedy)

41 Felicità e Marketing: quali i protagonisti della felicità? 3) i policy maker: definire nuovi cruscotti misurazione benessere Difetti del PIL: non considera aspetti e attività determinanti, come qualità relazioni, soddisfazione x lavoro svolto, cura propria famiglia (Pallante, 2009) contabilizza solo ciò che passa attraverso mercato, escludendo il resto (anche molte attività sharing economy) sul mercato troviamo di tutto Cosa origina dato aggregato? Esternalità? (Latouche, 2007) Ci siamo abituati, nel corso del tempo, a consumare in modo veloce, preconfezionato, compulsivo, riempiendo le nostre dispense di prodotti (in molti casi di prodotti già pronti, di cui l industria alimentare propone assortimenti sempre più profondi) non sempre necessari e facendoci pochi scrupoli nel gettare alimenti che un tempo non si sarebbe mai pensato di far finire nella spazzatura. (Pallante, 2009)

42 Felicità e Marketing: quali i protagonisti della felicità? 3) i policy maker: definire nuovi cruscotti misurazione benessere Qual è il punto? crescita economica non di per sé negativa criticabile concetto di crescita economica che non consideri effetti determinate scelte un certo livello di PIL può essere raggiunto con un certo tipo di consumi e investimenti anziché altri crescita economica compatibile con > felicità o benessere individuale, in ottica di M/L termine

43 Felicità e Marketing: quali i protagonisti della felicità? 3) i policy maker: definire nuovi cruscotti misurazione benessere Come si misura Felicità? Prevalentemente sondaggi periodici con domande a risposta chiusa collegate a aspetti ritenuti segnaletici Diversi studi hanno verificato affidabilità di queste dichiarazioni soggettive di felicità : A- incrocio con indicatori + oggettivi (Bartolini, 2010): durata e numero sorrisi autentici pressione sanguigna e ritmo cardiaco malattie psicosomatiche (es: mal di testa e disturbi digestivi) risposta allo stress della pelle risultati encefalogrammi attività cervello prefrontale

44 Felicità e Marketing: quali i protagonisti della felicità? 3) i policy maker: definire nuovi cruscotti misurazione benessere Come si misura Felicità? Prevalentemente sondaggi periodici con domande a risposta chiusa collegate a aspetti ritenuti segnaletici Diversi studi hanno verificato affidabilità di queste dichiarazioni soggettive di felicità : A- incrocio con indicatori + oggettivi B- verifiche attendibilità su base + qualitativa come valutazioni compiute da amici, membri famiglia e partner persone sanno riconoscere felicità altrui, anche fra nazionalità diverse ( linguaggio universale della felicità ) (Clark et al., 2008)

45 Felicità e Marketing: e i consumi, quale ruolo hanno? Premessa: consumi determinanti su PIL / consumi influenzati da andamento economico generale (prospettiva economica - macro) Prospettiva marketing cosa cambia: ancora desiderati alcuni prodotti-brand in quanto tali (anche downshifter + ortodossi), ma < brand capaci di farsi amare (Ahuvia, 2005) cambiano valori mainstream (es: sostenibilità) futuro dei nativi digitali (Tapscott, 2009; Boccia Artieri, 2012), immersi in eco-sistema digitale e partecipativo, ma anche globale cambia rapporto con oggetti, in chiave < materialistica (Bauman, 2008; Bardhi e Eckhardt, 2012) Vogliamo l accesso a esperienze significative, che gli oggetti possono attivare o supportare (Botsman e Rogers, 2010)

46 Felicità e Marketing: e i consumi, quale ruolo hanno? Nel complesso, ci troviamo di fronte un consumatore (postmoderno): > sobrio e consapevole (Carù e Cova, 2011) > camaleontico (molteplici contesti di esperienza stimolanti in cui immergersi, a seconda delle circostanze) > flessibile e pronto a sperimentare nuove soluzioni (anche accesso ) > competente > critico e < passivo, anche perché > informato (Ferrari e Romano, 1999) > esigente, in termini di: good value for money, autenticità (prodotti, luoghi, comunicazione); riconoscimento competenze e disponibilità a partecipare (Cova et al., 2008); relazioni di spessore ; esperienze consumo (La Salle e Britton, 2003); stimolazioni sensoriali (Fabris, 2003); comportamenti imprese

47 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Premessa: felicità vs marketing niente di nuovo in assoluto (valore e attaccamento alla marca), ma cambia radicalmente formula felicità Evoluzione disciplina marketing determinata da: specificità contesti applicazione (es: industriale, dei servizi, territoriale, il marketing artistico e culturale, non-profit, ) nuovi strumenti vs nuove opportunità (es: internet marketing) nuove condizioni mercato (es: marketing internazionale, marketing interculturale, trade marketing) nuove istanze, valori e bisogni emergenti (marketing esperienziale, green marketing, marketing della sostenibilità) possiamo collocare qui analisi rapporto marketing felicità: quali, fra approcci esistenti, si inseriscono meglio in questo quadro valori, aspettative, mutata concezione consumo?

48 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Prospettiva esperienziale: si parla di esperienza da tempo, se ne parla tanto, spesso a sproposito Il tema dell esperienza è frutto di un intuizione interessante e corretta, che però fatica a gestire in modo profondo e incisivo i propri contenuti e le proprie conseguenze" (Morace, 2003) Rischio di semplice spettacolarizzazione e/o overpromise (consumatore + esigente e stuzzicabile, ma anche + competente e infedele) Partire da ciò che rende felici persone oggi

49 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Prospettiva esperienziale: si parla di esperienza da tempo ci sono contributi che non menzionano esperienza, ma sono pieni di esperienza grande importanza esperienza quotidiana persone Volendo sistematizzare: beni e servizi come supporti esperienziali co-creazione partnership per valorizzazione tempo partnership su scenari

50 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Beni e servizi come supporti esperienziali : sistemi prodotto che facilitano esperienze ottimali (autoprodotte) consumatori a) prodotti + essenziali, semplici da usare, utili (iperconsumo anche prodotti con troppe funzioni )

51 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Beni e servizi come supporti esperienziali : sistemi prodotto che facilitano esperienze ottimali (autoprodotte) dei consumatori a) prodotti + essenziali, semplici da usare, utili (iperconsumo anche prodotti con troppe funzioni )

52 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Beni e servizi come supporti esperienziali : sistemi prodotto che facilitano esperienze ottimali (autoprodotte) dei consumatori a) prodotti + essenziali, semplici da usare, utili b) prodotti versatili (anche modulari e integrati) x molteplici utilizzi

53 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Beni e servizi come supporti esperienziali : sistemi prodotto che facilitano esperienze ottimali (autoprodotte) dei consumatori a) prodotti + essenziali, semplici da usare, utili b) prodotti versatili (anche modulari e integrati) x molteplici utilizzi c) innovative soluzioni accesso x > libertà e flessibilità scelta, varietà, comfort, velocità fruizione

54 Co-creazione: Felicità e Marketing: come cambia il marketing? - logiche tipiche rapporti b2b - consumatori (non tutti ) sempre < contenitori bisogni e sempre > portatori competenze (Cova e Dalli, 2009; Carù e Cova, 2011) + che prodotto finito vero e proprio, si propone piattaforma relazionale che supporta esperienze partecipative (Prahalad e Ramaswamy, 2004) vera sovranità consumatore, non solo libertà scelta (Scitovsky, 1992) NB: spostamento d asse, con almeno parziale rinuncia a persuadere da parte delle imprese, che devono avere capacità conversazione (Weber, 2007)

55 Co-creazione: Felicità e Marketing: come cambia il marketing? - logiche tipiche rapporti b2b - consumatore (non tutti ) sempre < contenitore bisogni e sempre > portatore competenze (Cova e Dalli, 2009; Carù e Cova, 2011)

56 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Partnership per valorizzazione tempo: A) Marketing tribale: valore legame di un bene o servizio dipende da contributo che offre in costruzione/ potenziamento relazioni significative

57 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Partnership per valorizzazione tempo: A) Marketing tribale B) Riconcettualizzazione business basata su sistemi esperienziali offerta: aggiungere a prodotto core tasselli (beni, servizi, esperienze) accessori (a pagamento o gratis), offrendo (direttamente o tramite partner) al consumatore pacchetti modulari e flessibili x ottimizzare suo tempo (time saving o piacevolezza tempo) e processi fruizione prodotto principale

58 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? B) Riconcettualizzazione business Eataly: set possibilità in grado di guidare consumatori vs esperienze (di gusto) trasformative, capaci di educarli al consumo, anche nell ottica del meno, ma più gustoso prodotti core articoli complementari (x cucina, ambienti casa, bellezza e benessere persona) punti ristoro itineranti ( Street Eataly ), x mettere in scena stile Eataly e favorire occasioni di incontro e convivialità

59 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? B) Riconcettualizzazione business Eataly: set possibilità in grado di guidare consumatori vs esperienze (di gusto) trasformative, capaci di educarli al consumo, anche nell ottica del meno, ma più gustoso prodotti core, articoli complementari, punti ristoro itineranti Eataly in Campagna, punto vendita-punto ristoro e degustazione-fattoria didattica-punto partenza x escursioni-spazio x dibattiti

60 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? B) Riconcettualizzazione business Eataly: set possibilità in grado di guidare consumatori vs esperienze (di gusto) trasformative, capaci di educarli al consumo, anche nell ottica del meno, ma più gustoso prodotti core, articoli complementari, punti ristoro itineranti, Eataly in Campagna L Hamburgheria di Eataly, con prodotti di qualità del territorio

61 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? B) Riconcettualizzazione business Eataly: set possibilità in grado di guidare consumatori vs esperienze (di gusto) trasformative, capaci di educarli al consumo, anche nell ottica del meno, ma più gustoso prodotti core, articoli complementari, punti ristoro itineranti, Eataly in Campagna, L Hamburgheria di Eataly Eatinerary, cofanetti esperienziali tematizzati su gusto (es: lezione x imparare a degustare vino, soggiorno romantico in location suggestive abbinato a esperienze degustative importanti)

62 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? B) Riconcettualizzazione business Eataly: set possibilità in grado di guidare consumatori vs esperienze (di gusto) trasformative, capaci di educarli al consumo, anche nell ottica del meno, ma più gustoso prodotti core, articoli complementari, punti ristoro itineranti, Eataly in Campagna, L Hamburgheria di Eataly, Eatinerary punti vendita: ampia area mercato come palcoscenico sensoriale, punti ristoro, take away con specialità realizzate dal vivo, eventi (a pagamento e non) su gusto x esperienze conviviali (es: corsi cucina per single, corsi nutrizione x mamme, ecc)

63 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Partnership su scenari: alcuni autori suggeriscono evoluzione marketing ancora + profonda, con revisione ruolo imprese (Webster e Lusch, 2013) Non azioni propagandistiche, ma stimolare, provocare, ispirare immaginazione consumatore, aiutandolo a interpretare il mondo che lo circonda e a trovare collocazione soddisfacente al suo interno (Romani e Dalli, 2006) interfusione (Gerken, 1994) o societing (Cova, 2003; Badot e Cova, 2008; Fabris, 2008; Arvidsson e Giordano, 2013) eccellenza operativa analisi sistematica processi evolutivi società e istanze scenari in cui ci si vuole inserire iniziative di supporto a progetti rilevanti clientela, su visione comune delle cose NB: non semplici sponsorizzazioni sociali, ma interventi sistematici e mirati capaci di creare forte amalgama e identificazione

64 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Partnership su scenari: alcuni autori suggeriscono evoluzione marketing ancora + profonda, con revisione ruolo imprese (Webster e Lusch, 2013) Non azioni propagandistiche, ma stimolare, provocare, ispirare immaginazione consumatore, aiutandolo a interpretare il mondo che lo circonda e a trovare collocazione soddisfacente al suo interno (Romani e Dalli, 2006) interfusione (Gerken, 1994) o societing (Cova, 2003; Badot e Cova, 2008; Fabris, 2008; Arvidsson e Giordano, 2013) NB: - profondo commitment interno - cultura aziendale basata su apertura e attenzione a segnali deboli cambiamento - visione completamente diversa rapporto con mercato

65 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Partnership su scenari TIM: - recente campagna comunicazione dove brand evidenzia vicinanza a mondi giovanili basati su specifiche passioni (es: prendersi cura del verde in città, particolari sport outdoor, start-up innovative, ecc) testimonial è ok, ma questi mondi sono solo rappresentati in comunicazione o anche supportati (servizi dedicati, agevolazioni, eventi e occasioni di legittimazione, ecc)?

66 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Partnership su scenari TIM: - recente campagna comunicazione dove brand evidenzia vicinanza a mondi giovanili - campagna di diffusione valori positivi basati su riuso, condivisione, worldshift

67 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Partnership su scenari TIM: - recente campagna comunicazione dove brand evidenzia vicinanza a mondi giovanili - campagna di diffusione valori positivi basati su riuso, condivisione, worldshift NB: iniziative che potrebbero rivelare capacità inserirsi in dinamiche socioculturali reali, facendo leva su nodi forti network significativi, ma x realizzare approccio interfusivo: - gamma servizi appealing - massima trasparenza - capacità di gestire momenti verità

68 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Partnership su scenari COCA COLA: uno dei brand usciti > allo scoperto su felicità, prendendosi non pochi rischi Ogni Coca-Cola è fatta con gioia, confezionata con piacere e venduta con amore - ecco da dove viene la felicità! Cosa si vuole fare: iniziative (prodotto e comunicazione) x sollecitare atteggiamenti e comportamenti capaci di generare felicità condivisa concetto di fondo è che a ogni evento corrisponde un movimento, che può generare gioia e mettere in connessione con gli altri il prodotto (referenze storiche e varianti elaborate nel tempo)

69 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Partnership su scenari COCA COLA: uno dei brand usciti > allo scoperto su felicità, prendendosi non pochi rischi Ogni Coca-Cola è fatta con gioia, confezionata con piacere e venduta con amore - ecco da dove viene la felicità! Cosa si vuole fare: iniziative (prodotto e comunicazione) x sollecitare atteggiamenti e comportamenti capaci di generare felicità condivisa concetto di fondo è che a ogni evento corrisponde un movimento, che può generare gioia e mettere in connessione con gli altri il prodotto Il merchandising, che alimenta mito della marca

70 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Partnership su scenari COCA COLA: uno dei brand usciti > allo scoperto su felicità, prendendosi non pochi rischi Ogni Coca-Cola è fatta con gioia, confezionata con piacere e venduta con amore - ecco da dove viene la felicità! Cosa si vuole fare: iniziative (prodotto e comunicazione) x sollecitare atteggiamenti e comportamenti capaci di generare felicità condivisa concetto di fondo è che a ogni evento corrisponde un movimento, che può generare gioia e mettere in connessione con gli altri il prodotto, il merchandising l esperienzializzazione prodotto, come veicolo comunicazione e connessione fra persone

71 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Partnership su scenari COCA COLA: uno dei brand usciti > allo scoperto su felicità, prendendosi non pochi rischi Ogni Coca-Cola è fatta con gioia, confezionata con piacere e venduta con amore - ecco da dove viene la felicità! Cosa si vuole fare: iniziative (prodotto e comunicazione) x sollecitare atteggiamenti e comportamenti capaci di generare felicità condivisa concetto di fondo è che a ogni evento corrisponde un movimento, che può generare gioia e mettere in connessione con gli altri il prodotto, il merchandising, l esperienzializzazione i movimenti : - sport: Un Movimento può ispirarne molti altri. Per questo sponsorizziamo la Coppa del Mondo Fifa, la Coca-Cola Cup e molti altri eventi locali

72 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Partnership su scenari COCA COLA: uno dei brand usciti > allo scoperto su felicità, prendendosi non pochi rischi Ogni Coca-Cola è fatta con gioia, confezionata con piacere e venduta con amore - ecco da dove viene la felicità! Cosa si vuole fare: iniziative (prodotto e comunicazione) x sollecitare atteggiamenti e comportamenti capaci di generare felicità condivisa concetto di fondo è che a ogni evento corrisponde un movimento, che può generare gioia e mettere in connessione con gli altri il prodotto, il merchandising, l esperienzializzazione i movimenti : - musica: concerti sponsorizzati e video-dediche musicali (dilloconunacanzone.it)

73 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Partnership su scenari COCA COLA: uno dei brand usciti > allo scoperto su felicità, prendendosi non pochi rischi Ogni Coca-Cola è fatta con gioia, confezionata con piacere e venduta con amore - ecco da dove viene la felicità! Cosa si vuole fare: iniziative (prodotto e comunicazione) x sollecitare atteggiamenti e comportamenti capaci di generare felicità condivisa concetto di fondo è che a ogni evento corrisponde un movimento, che può generare gioia e mettere in connessione con gli altri il prodotto, il merchandising, l esperienzializzazione i movimenti : - gioia condivisa a tavola: sito dedicato, con possibilità di inoltrare inviti personalizzati

74 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Partnership su scenari COCA COLA: uno dei brand usciti > allo scoperto su felicità, prendendosi non pochi rischi Ogni Coca-Cola è fatta con gioia, confezionata con piacere e venduta con amore - ecco da dove viene la felicità! Cosa si vuole fare: iniziative (prodotto e comunicazione) x sollecitare atteggiamenti e comportamenti capaci di generare felicità condivisa concetto di fondo è che a ogni evento corrisponde un movimento, che può generare gioia e mettere in connessione con gli altri il prodotto, il merchandising, l esperienzializzazione i movimenti : - altro

75 Felicità e Marketing: come cambia il marketing? Partnership su scenari COCA COLA: uno dei brand usciti > allo scoperto su felicità, prendendosi non pochi rischi Ogni Coca-Cola è fatta con gioia, confezionata con piacere e venduta con amore - ecco da dove viene la felicità! Cosa si vuole fare: iniziative (prodotto e comunicazione) x sollecitare atteggiamenti e comportamenti capaci di generare felicità condivisa concetto di fondo è che a ogni evento corrisponde un movimento, che può generare gioia e mettere in connessione con gli altri NB: importante evitare scollamento fra reale atteggiamento impresa e ciò che rappresenta in comunicazione non ostentare prossimità emozionale e anche spirituale (Kotler et al., 2010) secondo logiche di manipolazione mascherata

Milano Sharing City. SETTORE INNOVAZIONE ECONOMICA, SMART CITY E UNIVERSITA Pag. 1

Milano Sharing City. SETTORE INNOVAZIONE ECONOMICA, SMART CITY E UNIVERSITA Pag. 1 Milano Sharing City Le sfide globali contemporanee possono, se ben gestite, determinare lo sviluppo di importanti processi di innovazione in grado di portare benessere e crescita economica diffusa. In

Dettagli

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI Cos è la meditazione e a cosa serve nel processo educativo La meditazione

Dettagli

Costruendo valore per il turismo in Lombardia

Costruendo valore per il turismo in Lombardia Costruendo valore per il turismo in Lombardia Chi siamo Explora S.C.p.A. ha il compito di promuovere la Lombardia e Milano sul mercato turistico nazionale ed internazionale. La società opera esattamente

Dettagli

FINESTRE. Professione: MANAGER. Professione: MANAGER. Scenari, Metafore, Cura di sé

FINESTRE. Professione: MANAGER. Professione: MANAGER. Scenari, Metafore, Cura di sé Strettamente riservato Milano, 13 aprile 2012 Non c è vento a favore per chi non conosce il porto Professione: MANAGER Professione: MANAGER INTERVENTO DI FORMAZIONE/COACHING PER RESPONSABILI NUOVE STRUTTURE

Dettagli

1. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO

1. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO CARTELLA STAMPA di 0. INDICE 1. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO pag. 3 2. PERCHÉ NASCE EXPLORA pag. 3 3. LA SUA IDENTITÀ pag. 3 4. MISSION pag. 4 5. APPROCCIO pag. 4 6. ELEMENTI DISTINTIVI

Dettagli

percorso formativo e corsi settore turistico-alberghiero

percorso formativo e corsi settore turistico-alberghiero percorso formativo e corsi settore turistico-alberghiero REPUTATION MANAGEMENT HOTEL RECEPTION MANAGEMENT LA GESTIONE DEL RECLAMO CUSTOMER CARE BOOKING MANAGEMENT VENDERE L OSPITALITA DIREZIONE E LEADERSHIP

Dettagli

Scuola per Coach Aziendale

Scuola per Coach Aziendale 1 Chi è il Coach Il Coach aiuta i propri clienti a costruire il futuro che desiderano, attivando le risorse necessarie affinché quel futuro diventi realtà. Coloro che richiedono il suo supporto, vengono

Dettagli

IL COMPORTAMENTO DEL CONSUMATORE (Teorie e casi di studio)

IL COMPORTAMENTO DEL CONSUMATORE (Teorie e casi di studio) IL COMPORTAMENTO DEL CONSUMATORE (Teorie e casi di studio) Università di Urbino Corso di marketing progredito Progetto di: Andrisani Michela Galasso Donato Grifoni Giorgia Maiolini Federica Maldoni Serena

Dettagli

Policy La sostenibilità

Policy La sostenibilità Policy La sostenibilità Approvato dal Consiglio di Amministrazione di eni spa il 27 aprile 2011. 1. Il modello di sostenibilità di eni 3 2. La relazione con gli Stakeholder 4 3. I Diritti Umani 5 4. La

Dettagli

PRESENTAZIONE 6 OTTOBRE TEMI FOCALI

PRESENTAZIONE 6 OTTOBRE TEMI FOCALI PRESENTAZIONE 6 OTTOBRE TEMI FOCALI LA TECNOLOGIA POTENZIA L ASSISTENTE MULTITASKING La maggior parte delle assistenti (77%) passa più di 6 ore davanti al pc per lavoro, e almeno 2 3 ore sono dedicate

Dettagli

2. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO

2. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO CARTELLA STAMPA di 1. INDICE 2. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO pag. 3 3. PERCHÉ NASCE EXPLORA pag. 3 4. LA SUA IDENTITÀ pag. 3 5. MISSION pag. 4 6. APPROCCIO pag. 4 7. ELEMENTI DISTINTIVI

Dettagli

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo

Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo Solo chi ha un apertura visiva diversa vede il mondo in un altro modo B. Munari inside INSIDE è specializzata nella trasformazione organizzativa, nello sviluppo e nella valorizzazione del capitale umano

Dettagli

Catalogo formativo 2013. INGENIA Group. Manuale commerciale. Manuale commerciale 1C - AM/CA 10/2013. Per informazioni: coordinamento@ingeniagroup.

Catalogo formativo 2013. INGENIA Group. Manuale commerciale. Manuale commerciale 1C - AM/CA 10/2013. Per informazioni: coordinamento@ingeniagroup. Catalogo formativo 2013 INGENIA Group Manuale commerciale Manuale commerciale 1C - AM/CA 10/2013 Per informazioni: coordinamento@ingeniagroup.it MARKETING & INNOVAZIONE Percorso formativo e-mail MARKETING

Dettagli

Carta d Identità del CNGEI

Carta d Identità del CNGEI Carta d Identità del CNGEI "Il nostro è un movimento libero, accanitamente, irriducibilmente libero da ingerenza politica, confessionale o di interesse e deve rimanere tale contro chiunque fosse di diverso

Dettagli

L impresa Significante Il Manifesto

L impresa Significante Il Manifesto L impresa Significante Il Manifesto Tetraedro del valore SINGOLA IMPRESA Qual è la visione della tua impresa? SISTEMA D IMPRESE La Visione Il nuovo rinascimento è l impresa Qual è la Missione della tua

Dettagli

quality fashion shop

quality fashion shop quality fashion shop Introduzione quality fashion shop Il MADE IN ITALY è molto più di un marchio, è passione, lavoro, garanzia. Siamo noi, la nostra identità, la nostra cultura, la nostra storia. È l

Dettagli

Musei archivi di impresa e turismo: valorizzazione e marketing territoriale

Musei archivi di impresa e turismo: valorizzazione e marketing territoriale Musei archivi di impresa e turismo: valorizzazione e marketing territoriale Com è cambiato il turismo: nuove mete, nuovi target, nuove tendenze Renzo Iorio Presidente Federturismo Confindustria Rossano

Dettagli

ING DIRECT lancia Prendi Parte al Cambiamento : un iniziativa per stimolare il singolo e migliorare la collettività

ING DIRECT lancia Prendi Parte al Cambiamento : un iniziativa per stimolare il singolo e migliorare la collettività ING DIRECT lancia Prendi Parte al Cambiamento : un iniziativa per stimolare il singolo e migliorare la collettività Un progetto per premiare con 100.000 euro la start-up italiana più innovativa, un percorso

Dettagli

TITOLO DEL PROGETTO SOGGETTO PROMOTORE DELL INIZIATIVA. Piatto sano, mi ci ficco. Associazione Genitore Amico.

TITOLO DEL PROGETTO SOGGETTO PROMOTORE DELL INIZIATIVA. Piatto sano, mi ci ficco. Associazione Genitore Amico. ASSOCIAZIONE GENITORE AMICO ISTITUTO COMPRENSIVO DI TRIVERO COMUNE DI TRIVERO COMUNE DI SOPRANA TITOLO DEL PROGETTO Piatto sano, mi ci ficco. SOGGETTO PROMOTORE DELL INIZIATIVA Associazione Genitore Amico.

Dettagli

Dall analisi del monitoraggio d Istituto effettuato nel maggio 2015 attraverso questionari somministrati agli alunni e ai genitori è emerso che sia

Dall analisi del monitoraggio d Istituto effettuato nel maggio 2015 attraverso questionari somministrati agli alunni e ai genitori è emerso che sia Dall analisi del monitoraggio d Istituto effettuato nel maggio 2015 attraverso questionari somministrati agli alunni e ai genitori è emerso che sia gli alunni che i genitori apprezzano: - competenze e

Dettagli

Le politiche di marketing nell industria turistica. Marketing mix e marketing relazionale totale

Le politiche di marketing nell industria turistica. Marketing mix e marketing relazionale totale Le politiche di marketing nell industria turistica. Marketing mix e marketing relazionale totale Lingue e Cultura per l Impresa Economia e Gestione delle Imprese Turistiche A.A. 2007-2008 Ddr Fabio Forlani

Dettagli

BUSINESS DEVELOPMENT. noesisweb.com

BUSINESS DEVELOPMENT. noesisweb.com BUSINESS DEVELOPMENT noesisweb.com Guidiamo le persone nel diventare attori principali della propria realtà, costruendo, negli ambiti professionali e di vita privata, un mondo al quale sia piacevole appartenere

Dettagli

Catalogo formativo Anno 2012-2013

Catalogo formativo Anno 2012-2013 Catalogo formativo Anno 2012-2013 www.kaleidoscomunicazione.it marketing & innovazione >> Email Marketing >> L email è ad oggi lo strumento di comunicazione più diffuso tra azienda e cliente e dunque anche

Dettagli

Investire nei social. con ritorno

Investire nei social. con ritorno con ritorno Per le aziende che operano nel turismo la vera opportunità è creare un esperienza sociale che consenta agli web users di sentirsi parte di una community. Così aumentano brand awareness e fatturato.

Dettagli

AFFRONTARE INSIEME L AUTISMO Percorso di parent training

AFFRONTARE INSIEME L AUTISMO Percorso di parent training AFFRONTARE INSIEME L AUTISMO Percorso di parent training Premessa Le famiglie con un figlio disabile si differenziano dalle altre famiglie a partire dalla nascita del figlio: problemi di accettazione,

Dettagli

Social Media Marketing

Social Media Marketing Durata: 168 ore Social Media Marketing OBIETTIVI Il corso, con una formazione di carattere tecnico/pratico, fornisce agli allievi un approfondita panoramica delle più innovative strategie dell unconventional,

Dettagli

IL MOLISE D ECCELLENZA STRATEGIE E LOGICHE COMPETITIVE PER LE IMPRESE AGROALIMENTARI E TURISTICHE DEL TERRITORIO

IL MOLISE D ECCELLENZA STRATEGIE E LOGICHE COMPETITIVE PER LE IMPRESE AGROALIMENTARI E TURISTICHE DEL TERRITORIO IL MOLISE D ECCELLENZA STRATEGIE E LOGICHE COMPETITIVE PER LE IMPRESE AGROALIMENTARI E TURISTICHE DEL TERRITORIO PERCORSO FORMATIVO PART TIME E MODULARE IN COLLABORAZIONE CON MAGGIO LUGLIO 2016 CUOA Business

Dettagli

Lavorare con intelligenza emotiva. Come inventare un nuovo rapporto con il lavoro di Daniel Goleman. Recensione a cura di Anna Lisa Pani

Lavorare con intelligenza emotiva. Come inventare un nuovo rapporto con il lavoro di Daniel Goleman. Recensione a cura di Anna Lisa Pani Lavorare con intelligenza emotiva. Come inventare un nuovo rapporto con il lavoro di Daniel Goleman Recensione a cura di Anna Lisa Pani Daniel Goleman, ha sviluppato il lavoro avviato nel libro Intelligenza

Dettagli

Branding. Cos è e perché è così importante. Antonio Tresca, 2006

Branding. Cos è e perché è così importante. Antonio Tresca, 2006 Branding Cos è e perché è così importante Antonio Tresca, 2006 1 Agenda Definizioni: cos è il Brand Anatomia del Brand: le componenti della Brand Equity Perché costruire un Brand forte 2 Definizioni: cos

Dettagli

10/02/2010. Economia e Tecnica della Pubblicità. Introduzione. Il vissuto della Pubblicità A.A. 2009-2010

10/02/2010. Economia e Tecnica della Pubblicità. Introduzione. Il vissuto della Pubblicità A.A. 2009-2010 Economia e Tecnica della Pubblicità A.A. 2009-2010 Il Ruolo della Pubblicità: cenni storici e casi Fulvio Fortezza Introduzione Premessa 1: comunicazione tramite mass-media strumento potentissimo vs comportamenti

Dettagli

Indice ON YOUR WAY ON YOUR WAY TRAVELLING ON YOUR WAY BUSINESS ON YOUR WAY EMPORIUM ON YOUR WAY HONEY MOON 6-7 8-11 12-13 14-15

Indice ON YOUR WAY ON YOUR WAY TRAVELLING ON YOUR WAY BUSINESS ON YOUR WAY EMPORIUM ON YOUR WAY HONEY MOON 6-7 8-11 12-13 14-15 Indice 5 6-7 8-11 12-13 14-15 ON YOUR WAY ON YOUR WAY TRAVELLING ON YOUR WAY BUSINESS ON YOUR WAY EMPORIUM ON YOUR WAY HONEY MOON 2 3 TRAVELLING Il portale delle esperienze. Vivi momenti indimenticabili

Dettagli

Aspetti di Marketing Sportivo

Aspetti di Marketing Sportivo Aspetti di Marketing Sportivo Università di Ferrara Corso di Laurea in Scienze Motorie Economia e gestione delle imprese sportive Cesare Mattei Definizione: IL MARKETING E UN INSIEME DI ATTIVITA PROGRAMMATE,

Dettagli

Riassunto. poetica (o estetica), metalinguistica, referenziale (o denotativa) e conativa (Jakobson, 1966).

Riassunto. poetica (o estetica), metalinguistica, referenziale (o denotativa) e conativa (Jakobson, 1966). Riassunto La comunicazione pubblicitaria è, nel mondo contemporaneo, una presenza costante, una realtà sempre più pervasiva che trova ampio spazio all interno dei media tradizionali e non, attraverso le

Dettagli

PROGETTI IN RETE PROGETTO LA SCUOLA IN PIAZZA

PROGETTI IN RETE PROGETTO LA SCUOLA IN PIAZZA PROGETTI IN RETE PROGETTO LA SCUOLA IN PIAZZA Premessa: Il progetto La Scuola in Piazza, nasce dall esigenza di ricercare forme e momenti di incontro della scuola con il proprio territorio di appartenenza.

Dettagli

Stefanel Progetto website, ecommerce & social. Stefanel Progetto Website, ecommerce & social. Kettydo Digital, Meaningful

Stefanel Progetto website, ecommerce & social. Stefanel Progetto Website, ecommerce & social. Kettydo Digital, Meaningful Stefanel Progetto website, ecommerce & social Documento di presentazione del progetto Milano, 6 febbraio 2012 Articolazione dei contenuti 1. Cenni sull azienda 2. Cenni sull agenzia 3. Strategia: Seduction

Dettagli

BUSINESS 2.0 LAB - seconda edizione -

BUSINESS 2.0 LAB - seconda edizione - BUSINESS 2.0 LAB - seconda edizione - Laboratorio operativo sugli strumenti di Business, Marketing & Reputation,per aumentare la visibilità e il potere attrattivo delle aziende on-line SCENARIO Ogni giorno

Dettagli

Posso scegliere di valorizzare i talenti delle persone, perché è con loro che voglio camminare verso nuovi traguardi.

Posso scegliere di valorizzare i talenti delle persone, perché è con loro che voglio camminare verso nuovi traguardi. Io posso... Posso scegliere di ridare slancio alla mia azienda, recuperando la capacità di sognare e di creare, per scoprire che ci sono ancora oceani blu nei quali prosperare. Posso scegliere di valorizzare

Dettagli

La relazione con il cliente, evoluzione, tra nuove esigenze e opportunità

La relazione con il cliente, evoluzione, tra nuove esigenze e opportunità La relazione con il cliente, evoluzione, tra nuove esigenze e opportunità Mario Massone fondatore Club CMMC 1) Il Marketing, nuova centralità: meno invasivo, più efficace 2) La customer experience, come

Dettagli

PRESENTARSI E PRESENTARE

PRESENTARSI E PRESENTARE Network management Sviluppare le competenze attraverso il network: laboratorio di self-assessment PRESENTARSI E PRESENTARE 15 febbraio 2010 Barbara Parmeggiani Executive Consultant & Coach Il filo rosso

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

CARTELLA STAMPA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE. Milano, 10 Dicembre 2013

CARTELLA STAMPA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE. Milano, 10 Dicembre 2013 CARTELLA STAMPA di CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE Turismo integrato, motore di Expo 2015 Milano, 10 Dicembre 2013 INDICE 1. EXPO 2015: UNA GRANDE SFIDA PER IL TURISMO ITALIANO pag. 3 2. PERCHÉ NASCE

Dettagli

IL MARKETING ESPERIENZIALE

IL MARKETING ESPERIENZIALE Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Economia IL MARKETING ESPERIENZIALE a.a. 2011-2012 LE ORIGINI DEL MARKETING ESPERIENZIALE La pstmodernità: un nuovo scenario di riferimento - crollo

Dettagli

SPORT E SOCIAL NETWORK: RICONOSCIAMONE LE POTENZIALITA E IMPARIAMO A USARLI Scuola Regionale dello Sport CONI Marche Ancona, 05 maggio 2014

SPORT E SOCIAL NETWORK: RICONOSCIAMONE LE POTENZIALITA E IMPARIAMO A USARLI Scuola Regionale dello Sport CONI Marche Ancona, 05 maggio 2014 SPORT E SOCIAL NETWORK: RICONOSCIAMONE LE POTENZIALITA E IMPARIAMO A USARLI Scuola Regionale dello Sport CONI Marche Ancona, 05 maggio 2014 dott.giacomo Baldassari LO SPORT, UN FENOMENO SOCIALE Lo sport

Dettagli

Eventi che emozionano

Eventi che emozionano Eventi che emozionano 1 Premessa: l emozione Comunicare con emozione Un cambiamento nello stato psicofisico che spinge ad agire (Broccoli 2013) 2 L evento 3 Premessa: l evento Avvenimento programmato di

Dettagli

Introduzione al Retail

Introduzione al Retail Introduzione al Retail Lezione 14.03.13 Pio Zito MARKETING RELAZIONALE FACOLTA DI SCIENZE MANAGERIALI Il Retail etailè un sistema di vendita evoluto composto da una rete di punti caratterizzati da: SPECIALIZZAZIONE

Dettagli

Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani

Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani Il Comune di Bologna promuove l impegno di tutti per la cura e la gestione dei beni

Dettagli

SCENARIO. Formazione Unindustria Treviso - Business 2.0 LAB

SCENARIO. Formazione Unindustria Treviso - Business 2.0 LAB BUSINESS 2.0 LAB Laboratorio operativo sui nuovi strumenti di Business, Marketing & Reputationper aumentare la visibilità e il potere attrattivo delle aziende SCENARIO Oggi il percorso di acquisto e informazione

Dettagli

Risorse, capacità e competenze per fare impresa

Risorse, capacità e competenze per fare impresa Risorse, capacità e competenze per fare impresa Renato Fiocca Parma - 21 marzo 2014 Gli argomenti di oggi: Le relazioni impresa-mercato e la centralità del cliente Individuare e generare valore per il

Dettagli

OSSERVAZIONE: COME VEDIAMO I NOSTRI RAGAZZI!

OSSERVAZIONE: COME VEDIAMO I NOSTRI RAGAZZI! PREMESSA Dallo Statuto dell Agesci 2011: Il Progetto educativo del Gruppo, ispirandosi ai principi dello scautismo ed al Patto associativo, individua le aree di impegno prioritario per il Gruppo a fronte

Dettagli

Rilancia il tuo business con il web 2.0

Rilancia il tuo business con il web 2.0 Rilancia il tuo business con il web 2.0 Relatore:Andrea Baioni abaioni@andreabaioni.it Qualche anno fa. Media di ieri e di oggi Oggi: fruizione di contenuti senza vincoli 2 Gli old media Generalisti Occasionali

Dettagli

www.osla.sm/social/ Il Social Media Marketing fotonica srl

www.osla.sm/social/ Il Social Media Marketing fotonica srl www.osla.sm/social/ OSLA, in collaborazione con Fotonica presenta il primo corso di Social Media Marketing tenuto dal nostro partner Luca Conti noto ambientalista, blogger e giornalista. Il Social Media

Dettagli

Brochure per fornitori e partner

Brochure per fornitori e partner La grande catena di negozi per tutta la famiglia Brochure per fornitori e partner SOMMARIO Sommario... 3 Il Gruppo CIA Diffusione Abbigliamento... 4 La Rete dei Punti Vendita... 4 I motivi di un successo...

Dettagli

Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni

Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni Multicanalità in Ferrovie: alcune riflessioni Alessandro Musumeci Direttore Centrale Sistemi Informativi Roma, 18 aprile 2013 Ora esiste il Web 2.0: le persone al centro. Interconnesse Informate Disintermediate

Dettagli

Rimettere le scarpe ai sogni

Rimettere le scarpe ai sogni www.pwc.com Rimettere le scarpe ai sogni 25 ottobre 2013 Erika Andreetta Retail & Consumer Goods Consulting Leader PwC Agenda Il contesto economico Gli scenari evolutivi del mondo Consumer & Retail: Global

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA I tre ordini di scuola, in accordo fra loro per garantire una continuità dalla scuola dell Infanzia alla scuola Superiore

Dettagli

Chi Siamo 1.1 Una realtà in crescita 1.2 Holidaytravelpass 1.2.1 Mission Holidaytravelpass 1.2.2 Vision

Chi Siamo 1.1 Una realtà in crescita 1.2 Holidaytravelpass 1.2.1 Mission Holidaytravelpass 1.2.2 Vision Chi Siamo 1.1 Una realtà in crescita In costante sviluppo, sempre pronta a cogliere le migliori opportunità offerte dal mercato, Holidaytravelpass si è presto consolidata anche come tour operator initalia

Dettagli

CYBER PR: TROVA I TUOI POTENZIALI FANS E LI RENDE PARTE ATTIVA DELLA TUA MUSICA.

CYBER PR: TROVA I TUOI POTENZIALI FANS E LI RENDE PARTE ATTIVA DELLA TUA MUSICA. CYBER PR: TROVA I TUOI POTENZIALI FANS E LI RENDE PARTE ATTIVA DELLA TUA MUSICA. CHE COS'E' IL CYBER PR? Il CYBER PR è una campagna di promozione discografica digitale il cui scopo è quello di sfruttare

Dettagli

Stefano Bartolini. Dal ben-avere al ben-essere. Colloqui di Dobbiaco 2011 01.10. 02.10.2011 Benessere senza crescita

Stefano Bartolini. Dal ben-avere al ben-essere. Colloqui di Dobbiaco 2011 01.10. 02.10.2011 Benessere senza crescita Stefano Bartolini Dal ben-avere al ben-essere SINTESI Come dimostrato dal paradosso di Easterlin, la crescita economica ha tradito largamente la sua promessa di aumentare il nostro benessere. Ma al di

Dettagli

Il now-for-next in psicoterapia La psicoterapia della Gestalt raccontata nella società post-moderna

Il now-for-next in psicoterapia La psicoterapia della Gestalt raccontata nella società post-moderna Il now-for-next in psicoterapia La psicoterapia della Gestalt raccontata nella società post-moderna Autore: Margherita Spagnuolo Lobb QUARTA DI COPERTINA La psicoterapia della Gestalt vede la relazione

Dettagli

IL MARKETING NON CONVENZIONALE: ANALISI DEL CASO COCA COLA. Tesi di laurea di Elisa De Filippi

IL MARKETING NON CONVENZIONALE: ANALISI DEL CASO COCA COLA. Tesi di laurea di Elisa De Filippi IL MARKETING NON CONVENZIONALE: ANALISI DEL CASO COCA COLA Tesi di laurea di Elisa De Filippi OBIETTIVO Comprendere le ragioni che hanno spinto la Coca Cola ad orientare le proprie strategie ad un ottica

Dettagli

4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO

4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO 4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO 4. 1 LA MISSION La Direzione Didattica San Giovanni conferma le scelte educative delineate nel corso degli ultimi anni, coerenti con le finalità e gli obiettivi del sistema nazionale

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SANTO SPIRITO Corso Mazzini, 199 57126 LIVORNO - Tel. 0586.260938 Fax 0586.268117 Email: santospirito@fmalivorno.it PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Anno Scolastico 2012-2013

Dettagli

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Il progetto Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato è nato in seguito ad un progetto pilota avviato durante l anno scolastico 1999/2000 e presentato

Dettagli

SCUOLA MEDIA STATALE F. GUARINI SOLOFRA

SCUOLA MEDIA STATALE F. GUARINI SOLOFRA SCUOLA MEDIA STATALE F. GUARINI SOLOFRA I. Introduzione COUNSELING E COUNSELOR Attualmente nella sua definizione più ampia, il termine Counseling indica la relazione d aiuto che si instaura tra una persona

Dettagli

Educare alle emozioni: il Ruolo dei genitori. 21 Novembre 2014 Comune di Villa Guardia Dott.ssa Valerie Moretti

Educare alle emozioni: il Ruolo dei genitori. 21 Novembre 2014 Comune di Villa Guardia Dott.ssa Valerie Moretti Educare alle emozioni: il Ruolo dei genitori 21 Novembre 2014 Comune di Villa Guardia Dott.ssa Valerie Moretti In passato non era necessario che i padri e le madri favorissero lo sviluppo emotivo dei bimbi.

Dettagli

Processi di comunicazione scuola-famiglia

Processi di comunicazione scuola-famiglia Processi di comunicazione scuola-famiglia Appunti Comunicare a scuola è il cuore della relazione scuola-famiglia, parti alleate di un progetto che -in particolare nella realtà attualenon sopporta solitudine:

Dettagli

Sfide strategiche e organizzative per i system integrator

Sfide strategiche e organizzative per i system integrator Sfide strategiche e organizzative per i system integrator Francesco Zirpoli Dipartimento di Management Università Ca Foscari Venezia fzirpoli@unive.it Roma, 4 Aprile 2014 Ministero dello Sviluppo Economico

Dettagli

Un mondo dedicato a chi. cerca qualcosa di più. in un viaggio. di un viaggio

Un mondo dedicato a chi. cerca qualcosa di più. in un viaggio. di un viaggio Un mondo dedicato a chi in un viaggio cerca qualcosa di più di un viaggio Una mission che è una sfida Creare eventi unici, di grande impatto, dove nulla è lasciato al caso e con una cura del dettaglio

Dettagli

Spazio Qualità e Benessere

Spazio Qualità e Benessere Spazio Qualità e Benessere NUOVO FORMAT E FILIERA DISTRIBUTIVA LEGATI AL TERRITORIO DI PRODOTTI E SERVIZI SOSTENIBILI progetto redatto da: C. Basile, A. Berton, S. Boatti, O. Carone, L. Cresci, C. Menozzi,

Dettagli

Le determinanti dell attrattività di un mercato nell ottica di una impresa alberghiera

Le determinanti dell attrattività di un mercato nell ottica di una impresa alberghiera Le determinanti dell attrattività di un mercato nell ottica di una impresa alberghiera Un adattamento del modello delle 5 forze di M. Porter Prof. Giorgio Ribaudo Management delle imprese turistiche Corso

Dettagli

catalogo formazione 2014/2015 lo scambio della conoscenza

catalogo formazione 2014/2015 lo scambio della conoscenza catalogo formazione 2014/2015 lo scambio della conoscenza 1 CHI SIAMO lab121 è un associazione nata per sostenere coloro che hanno sogni e progetti di lavoro, favorire le collaborazioni professionali,

Dettagli

Come gestire i Social Network

Come gestire i Social Network marketing highlights Come gestire i Social Network A cura di: Dario Valentino I Social Network sono ritenuti strumenti di Marketing imprescindibili per tutte le aziende che svolgono attività sul Web. Questo

Dettagli

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi

Marketing & Sales: le reazioni alla crisi Marketing & Sales: le reazioni alla crisi I risultati di un indagine empirica 1 1. IL CAMPIONE ESAMINATO 2 Le imprese intervistate Numero imprese intervistate: 14 Imprese familiari. Ruolo centrale dell

Dettagli

PROGETTO CHIOCCIOL@.IT

PROGETTO CHIOCCIOL@.IT PROGETTO CHIOCCIOL@.IT Premessa: Secondo una ricerca condotta da Skuola.net, in Italia un giovane su tre (nella fascia di età che va dagli undici ai venti anni) sarebbe sempre connesso ai social network.

Dettagli

IL VISUAL MERCHANDISING E I COLORI

IL VISUAL MERCHANDISING E I COLORI IL VISUAL MERCHANDISING E I COLORI Flavia Dagradi, f.dagradi@virgilio.it Milano, 12 marzo 2009 Retail marketing e Merchandising LOCATION: scelta dell ubicazione del punto di vendita, coerente col suo modello

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO Distretto Culturale Evoluto CreATTIVITA

PROVINCIA DI PESARO E URBINO Distretto Culturale Evoluto CreATTIVITA PROVINCIA DI PESARO E URBINO Distretto Culturale Evoluto CreATTIVITA 1 Introduzione L Amministrazione Provinciale di Pesaro Urbino intende raccogliere la sfida lanciata dalla Regione Marche per lo sviluppo

Dettagli

CROMATICA IL CARNEVALE A PADOVA DAL 5 AL 12 FEBBRAIO 2013 CARNEVALE PADOVA SEMPLICITA E MERAVIGLIA ATTRAVERSO LA FUSIONE DEL COLORE CROMATICA PADOVA

CROMATICA IL CARNEVALE A PADOVA DAL 5 AL 12 FEBBRAIO 2013 CARNEVALE PADOVA SEMPLICITA E MERAVIGLIA ATTRAVERSO LA FUSIONE DEL COLORE CROMATICA PADOVA DAL 5 AL 12 FEBBRAIO 01 CROMATICA IL CARNEVALE A SEMPLICITA E MERAVIGLIA ATTRAVERSO LA FUSIONE DEL COLORE - Dall ultima canzone Cromatica incisa da Marta Sui Tubi e Lucio Dalla (2012) 20 13 CROMATICA OBIETTIVI

Dettagli

Relazioni fra istituzioni: famiglia, scuola e rischio in adolescenza

Relazioni fra istituzioni: famiglia, scuola e rischio in adolescenza Relazioni fra istituzioni: famiglia, scuola e rischio in adolescenza Dott.ssa Manuela Bina Ph.D.* ** in collaborazione con Elena Cattelino**, Silvia Bonino*, Emanuela Calandri* *Università degli Studi

Dettagli

TITOLO DURATA LUOGO DATE

TITOLO DURATA LUOGO DATE -ACCADEMIA FEDERSERVIZI- Calendario Attività Formativa 2013 CORSI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE CON RILASCIO ATTESTAZIONE EX LEGGE 14 Gennaio 2013, n. 4 C/O CONFCOMMERCIO Via Giacomo Trevis 88, 00147 TITOLO

Dettagli

www.palcoaigiovani.ch

www.palcoaigiovani.ch Palco ai Giovani Winter Session Centro Esposizioni Lugano, durante MusicNet (gennaio) Palco ai Giovani Festival Piazza Manzoni Lugano, in maggio www.palcoaigiovani.ch identità Musica nel cuore Concorso

Dettagli

MANIFESTO PER PARMA UNITA

MANIFESTO PER PARMA UNITA MANIFESTO PER PARMA UNITA Parma è una città piena di risorse, ricca di intelligenze vivaci, di saperi e cultura, fatta da persone intraprendenti che non possono non avvertire la responsabilità di questo

Dettagli

STRUMENTI E TECNICHE LEZIONE 3: BRAND REPUTATION. La reputazione di un brand dipende da due fattori collegati e interconnessi:

STRUMENTI E TECNICHE LEZIONE 3: BRAND REPUTATION. La reputazione di un brand dipende da due fattori collegati e interconnessi: WEB 2.0 STRUMENTI E TECNICHE LEZIONE 3: BRAND REPUTATION Tina Fasulo VERSO LA DIGITAL BRAND REPUTATION La reputazione di un brand dipende da due fattori collegati e interconnessi: Ciò che viene comunicato

Dettagli

Le relazioni tra pari

Le relazioni tra pari Le relazioni tra pari Al di fuori della famiglia Oltre ai genitori, altre persone influenzano lo sviluppo del bambino (in modo diretto o indiretto). I bambini passano Sviluppo cognitivo molto tempo con

Dettagli

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti www.trevisovolontariato.org Il Laboratorio Scuola & Volontariato è un iniziativa del Coordinamento delle associazioni di volontariato della Provincia

Dettagli

IL MARKETING DEL PROFESSIONISTA. A cura di Roberta Dott.ssa Fabbri (Commercialista, Revisore Legale dei Conti, Docente di Formazione Imprenditoriale)

IL MARKETING DEL PROFESSIONISTA. A cura di Roberta Dott.ssa Fabbri (Commercialista, Revisore Legale dei Conti, Docente di Formazione Imprenditoriale) IL MARKETING DEL PROFESSIONISTA A cura di Roberta Dott.ssa Fabbri (Commercialista, Revisore Legale dei Conti, Docente di Formazione Imprenditoriale) VERSO UN NUOVO UMANESIMO ECONOMICO E nata una nuova

Dettagli

Protocollo Accoglienza Scuola Primaria

Protocollo Accoglienza Scuola Primaria Istituto Comprensivo Enrico Fermi Macerata Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di I grado C.T.P. E.d.A. C.R.T. Sede Centrale e Amministrativa: 62100 Macerata, Via Pace 2 Tel. 0733/ 237959

Dettagli

OFFERTA FORMATIVA 2015/16

OFFERTA FORMATIVA 2015/16 SERVIZIO DI PSICOLOGIA DELL APPRENDIMENTO E DELL EDUCAZIONE IN ETÀ EVOLUTIVA UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE DI MILANO OFFERTA FORMATIVA 2015/16 www.spaee.it Sede di Milano via Nirone, 15 20123 Milano

Dettagli

donne, valore, comunicazione, marketing, automobili, news, social, meeting, expo, città, formazione. community WIP, network imprese, associazioni

donne, valore, comunicazione, marketing, automobili, news, social, meeting, expo, città, formazione. community WIP, network imprese, associazioni www.womaninpower.it donne, valore, comunicazione, marketing, automobili, news, social, meeting, expo, città, formazione. community WIP, network imprese, associazioni charity Eventi 2015, WIP magazine on

Dettagli

Le sponsorizzazione dal punto di vista dei finanziatori privati

Le sponsorizzazione dal punto di vista dei finanziatori privati LE AMMINISTRAZIONI LOCALI E LA VALORIZZAZIONE E GESTIONE DEI BENI CULTURALI Le sponsorizzazione dal punto di vista dei finanziatori privati Gianluca Comin 25 febbraio 2015 Quando parliamo di settore cultura,

Dettagli

Il mercato del Private Banking/ Wealth Management in Italia

Il mercato del Private Banking/ Wealth Management in Italia Il mercato del Private Banking/ Wealth Management in Italia vissuti e attese Milano, 22 marzo 2007 1 Metodologia e campione Universo di riferimento: famiglie con almeno 500 mila di patrimonio finanziario

Dettagli

Digital marketing: scenari

Digital marketing: scenari Università Degli Studi Di Napoli Federico II Dipartimento di Scienze Sociali - Corso di Laurea in Culture Digitali e Della Comunicazione Digital marketing: scenari Dall Internet Marketing a Digital Marketing.

Dettagli

Non Profit: competenze e risposte ai bisogni della comunità

Non Profit: competenze e risposte ai bisogni della comunità Non Profit: competenze e risposte ai bisogni della comunità Proposta formativa per le Organizzazioni non profit della Provincia Autonoma di Bolzano Premessa Con grande piacere presentiamo questo nuovo

Dettagli

GEPRIM Snc. Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio. www.geprim.it

GEPRIM Snc. Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio. www.geprim.it GEPRIM Snc Consulenza, Formazione e Coaching per il Settore Creditizio Geprim per il Settore Creditizio Il settore del credito e la figura del mediatore creditizio hanno subito notevoli cambiamenti nel

Dettagli

SCHEDA 4. Quarto Congresso Internazionale su Attività fisica, Invecchiamento e Sport Heidelberg, Germania, agosto 1996

SCHEDA 4. Quarto Congresso Internazionale su Attività fisica, Invecchiamento e Sport Heidelberg, Germania, agosto 1996 SCHEDA 4 Le Linee guida di Heidelberg per la promozione dell attività fisica per le persone anziane (The Heidelberg Guidelines for promoting physical activity among older persons) Quarto Congresso Internazionale

Dettagli

LA COMUNICAZIONE INTERPERSONALE

LA COMUNICAZIONE INTERPERSONALE LA COMUNICAZIONE INTERPERSONALE Dr.ssa Paola Ferreli Psicoterapeuta paolaferreli@yahoo.it adolescentiog@gmail.it SECONDA GIORNATA prima parte ALLENAMENTO EMOTIVO Premessa Un po di storia Differenza fra

Dettagli

L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA

L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA L EDUCAZIONE AFFETTIVA SESSUALE NELLA SCUOLA PRIMARIA FINALITA L educazione all affettività rappresenta per l alunno un percorso di crescita psicologica e di consapevolezza della propria identità personale

Dettagli

Abbiamo in mente una cosa sola: la strada migliore per capitalizzare il valore della tua destinazione. Il turismo è cambiato, cambia anche tu!

Abbiamo in mente una cosa sola: la strada migliore per capitalizzare il valore della tua destinazione. Il turismo è cambiato, cambia anche tu! Abbiamo in mente una cosa sola: la strada migliore per capitalizzare il valore della tua destinazione Il turismo è cambiato, cambia anche tu!! 1 Solo se conosci i trend di mercato e comprendi il valore

Dettagli

BRAVOFLY GROUP: INFORMAZIONI GENERALI

BRAVOFLY GROUP: INFORMAZIONI GENERALI BRAVOFLY GROUP: INFORMAZIONI GENERALI CHI SIAMO Bravofly è leader in Europa per la ricerca e acquisto dei voli e ha un progetto ambizioso: diventare il punto di riferimento europeo per il turismo e il

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli