Fascicolo di bilancio consolidato semestrale abbreviato al 30/06/2014 TRIBOO MEDIA S.P.A GRUPPO TRIBOO MEDIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Fascicolo di bilancio consolidato semestrale abbreviato al 30/06/2014 TRIBOO MEDIA S.P.A GRUPPO TRIBOO MEDIA"

Transcript

1 GRUPPO TRIBOO MEDIA Società Capogruppo Triboo Media S.p.A. Sede in Milano (MI) Viale Sarca, 336 Capitale Sociale euro ,00, di cui ,00 sottoscritti e versati Codice fiscale R.E.A. n. MI RELAZIONE FINANZIARIA SUL BILANCIO CONSOLIDATO SEMESTRALE ABBREVIATO AL 30 GIUGNO

2 STRUTTURA DEL GRUPPO TRIBOO MEDIA AL 30 GIUGNO

3 COMPOSIZIONE DEGLI ORGANI DI AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO Consiglio di Amministrazione di Triboo Media S.p.A. Giulio Corno Alberto Zilli Massimiliano Valente Vittorio Coda Cinzia Parolini Presidente del Consiglio di Amministrazione Amministratore Delegato Amministratore con delega per il Business Editoriale Consigliere Indipendente Consigliere Indipendente Collegio Sindacale di Triboo Media S.p.A. Alessandro Savorana Sebastiano Bolla Pittaluga Andrea Peresson Presidente del Collegio Sindacale Sindaco Effettivo Sindaco Effettivo Massimo di Giacomo Rosanna Lupica Picitto Sindaco Supplente Sindaco Supplente Società di Revisione Il bilancio consolidato del Gruppo al 30 giugno 2014, è assoggettato a revisione contabile limitata da parte della società di revisione Ria Grant Thornton S.p.A. 3

4 Indice RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI SULLA GESTIONE AL 30 GIUGNO Scenario di mercato e posizionamento del Gruppo Analisi dei prodotti pubblicitari digitali Analisi del mercato pubblicitario globale Analisi del mercato pubblicitario italiano Evoluzione del mercato di riferimento Fatti di rilievo del periodo Andamento della gestione del Gruppo Sintesi dei dati economici Sintesi dei dati patrimoniali Sintesi dei dati finanziari Rapporti con parti correlate Attività di sviluppo Erogazione dei Prodotti Co-Reg Nuovi prodotti Advertising Tool di Leonardo.it Progetti Editoriali Informazioni attinenti all ambiente e al personale Informazioni sui principali rischi ed incertezze Fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell esercizio Evoluzione prevedibile della gestione PROSPETTI CONTABILI DEL BILANCIO CONSOLIDATO AL 30 GIUGNO 2014 Prospetto della posizione patrimoniale finanziaria Prospetto di conto economico complessivo Rendiconto finanziario consolidato al 30 giugno Prospetto della movimentazione del patrimonio netto

5 NOTE ILLUSTRATIVE AL BILANCIO CONSOLIDATO SEMESTRALE ABBREVIATO AL 30 GIUGNO Dichiarazione di conformità ai principi contabili internazionali Forma e contenuto del bilancio consolidato Uso di stime Criteri generali di redazione e principi di consolidamento Struttura del Gruppo Principi di consolidamento Sintesi dei principi contabili e dei criteri di valutazione adottati A) Immobili, impianti e macchinari B) Attività immateriali C) Riduzione di valore delle attività D) Strumenti finanziari E) Patrimonio netto F) Benefici ai dipendenti G) Trattamento di fine mandato H) Fondi per rischi e oneri I) Riconoscimento dei ricavi derivanti dalle vendite e dalle prestazioni di servizi J) Interessi K) Dividendi M) Riconoscimento dei costi N) Imposte Q) Informazione di segmento ( segment information ) - Analisi dei prodotti Note alla situazione patrimoniale finanziaria Attività materiali Avviamento Attività immateriali a vita utile definita Attività immateriali a vita utile indefinita Partecipazioni Attività finanziarie non correnti Altre attività non correnti Crediti commerciali Attività finanziarie correnti Disponibilità liquide Attività per imposte correnti Altre attività correnti Patrimonio netto Fondi per benefici a dipendenti Passività per imposte differite Passività finanziarie correnti Debiti commerciali Passività per imposte correnti Altre passività correnti

6 6. Note illustrative al conto economico complessivo Ricavi Altri ricavi operativi Costi capitalizzati per costruzioni interne Costi per servizi Costi per il personale Altri costi operativi Ammortamenti Svalutazioni ed accantonamenti Proventi ed oneri finanziari netti Rettifica di valore di attività finanziarie Imposte sul reddito

7 RELAZIONE DEGLI AMMINISTRATORI SULLA GESTIONE AL 30 GIUGNO 2014 Signori Azionisti, il 7 marzo 2014 la società capogruppo Triboo Media S.p.A. (da adesso anche solo Triboo Media) ha concluso il processo di quotazione, iniziato nel corso del 2013 sul mercato AIM Italia, diventando quindi a tutti gli effetti una società quotata. Le contrattazioni del titolo sono iniziate in data 11 marzo L operazione è stata voluta da Triboo Media S.p.A., per ottenere le risorse finanziarie necessarie ad iniziare un piano di sviluppo volto principalmente all effettuazione di acquisizioni e a rafforzare ulteriormente il posizionamento del Gruppo sul mercato dell advertising e dell editoria on line. L operazione si è configurata con un offerta in sottoscrizione a investitori istituzionali di azioni di nuova emissione pari a euro nominali, portando pertanto il capitale sociale, deliberato, sottoscritto e versato, da euro a euro Inoltre, si precisa che, dal 3 marzo 2014, il Gruppo Triboo Media non è più soggetto all attività di direzione e coordinamento da parte della controllante Triboo S.p.A. (ora azionista di maggioranza) e agisce autonomamente per quanto riguarda la direzione del business societario e delle proprie controllate. Il programma di acquisizioni previsto dopo la raccolta di capitale è già stato messo in atto con l acquisizione del 100% del Gruppo HTML.IT, una delle principali realtà editoriali del web italiano, effettuato in data 25 giugno 2014, con effetto retroattivo dal 1 gennaio Il presente bilancio consolidato, pertanto, tiene conto anche del primo semestre (consolidato integralmente) del gruppo acquisito. Il controvalore dell operazione (in termini di equity value) è stato pari a 10,85 milioni di euro, quasi totalmente versati al momento dell acquisizione. Il bilancio consolidato del Vostro Gruppo al 30 giugno 2014 registra un fatturato consolidato di 14,1 milioni di euro (10,8 milioni di euro nel 2013), un risultato ante imposte di 1,6 milioni di euro e un risultato netto pari a 0,9 milioni di euro (1,5 milioni di euro nel 2013). L operazione di quotazione, così come l acquisizione della gruppo editoriale, hanno comportato costi non ricorrenti aggiuntivi per euro 2,1 milioni, che hanno avuto un effetto a conto economico, di tipo non ricorrente, per euro 0,77 milioni sul presente bilancio consolidato. 7

8 Al 30 giugno 2014, il Gruppo presenta una posizione finanziaria netta consolidata positiva pari a 12 milioni di euro (pari a 0,43 milioni a fine 2013). Le disponibilità liquide sono positive e pari a 12,2 milioni di euro, rispetto ai 0,78 milioni di euro a fine Tali risultati sono stati ottenuti operando sul mercato della pubblicità su internet, segmento in cui il Gruppo Triboo Media svolge l attività di concessionaria di pubblicità ed editoria on line, concentrandosi principalmente sul mercato italiano e annoverando tra i propri clienti sia Centri Media che clienti diretti di primaria importanza. La configurazione dell organizzazione del Gruppo ruota attorno alla Triboo Media, società Capogruppo, che controlla al 100% la Società Leonardo ADV S.r.l. (di seguito anche solo Leonardo ADV) concessionaria di pubblicità attiva nell area web advertising, al 100% la società Triboo Editoriale S.r.l. (società che gestisce il network di editori facenti parte del portale Leonardo.it, di seguito anche solo Triboo Editoriale) e, dal 25 giugno 2014, al 100% la società HTML.IT S.r.l. la quale controlla al 100% le società Codebrain S.r.l. e TAG Advertising S.r.l. (di seguito anche solo HTML o Gruppo HTML). L acquisizione di HTML rappresenta l estensione e il rafforzamento del Gruppo Triboo Media in campo editoriale: grazie ai siti editoriali proprietari di successo come HTML (http://www.html.it/), motori (http://www.motori.it/), agrodolce (http://www.agrodolce.it/), PMI (http://www.pmi.it/), gravidanza on line (http://www.gravidanzaonline.it), webnews.it (http://www.webnews.it/) e greenstyle (http://www.greenstyle.it/), il Gruppo ha potenziato la sua offerta commerciale pubblicitaria nei siti editoriali verticali dove precedentemente non aveva un forte posizionamento in termini di traffico. L esperienza più che decennale di HTML rappresenta oggi una nuova opportunità di crescita, avvalorata ulteriormente da un management esperto nella creazione e gestione di prodotti editoriali di successo e nella vendita di prodotti pubblicitari costruiti ad hoc e ad essi correlati. All interno del contesto dinamico in cui si trova, il Gruppo si è sempre distinto per l innovazione e per l anticipazione dei cambiamenti di mercato, attraverso uno sviluppo costante del proprio business sia per linee interne che esterne. E stata la prima realtà italiana a lanciare, nel 2005, un circuito performance dotato di tecnologia proprietaria. Si è distinta nell anticipare l esigenza di unire servizi di branding e performance, intuendo l evoluzione che si sarebbe verificata nel modo di pianificare le campagne da parte dei clienti. Avendo introdotto anche nel mondo Brand, algoritmi in grado di ridurre al minimo la dispersione pubblicitaria, l offerta pubblicitaria del Gruppo garantisce quindi, a parità di investimento, risultati e conversioni superiori rispetto ai competitors più tradizionali. L offerta 8

9 pubblicitaria è in continua evoluzione e il Gruppo HTML oggi è in grado di offrire un mix di prodotti sia a livello Brand che a livello Performance grazie anche a una continua evoluzione dei prodotti esistenti e creazione di nuovi e innovativi formati pubblicitari. Durante il 2013, inoltre, con l inclusione dell attività editoriale accanto a quella di concessionaria, il Gruppo Triboo Media ha ripensato la sua proposta commerciale lanciando una nuova tipologia di campagna pubblicitaria denominata Progetto Speciale. Unendo le competenze tecnologiche, di marketing e redazionali del Gruppo Triboo Media, il Progetto Speciale offre una soluzione integrata alle esigenze dei clienti, tramite un mix di campagne Brand e Performance arricchito da articoli redazionali, attività sui social network e creazione di mini-siti web dedicati alla campagna del cliente. Il fine ultimo del Progetto Speciale è dare l opportunità ai clienti del Gruppo di interagire con i destinatari della pubblicità sfruttando tutte le possibilità offerte dai nuovi media-trend di internet come i video, i social network, e la connessione tramite dispositivi mobili. Da un punto di vista competitivo, grazie anche all acquisizione di HTML, l offerta del Gruppo si è resa quindi ancor più onnicomprensiva,, in particolare per quanto riguarda i progetti speciali dove HTML attraverso siti verticali leader di settore presenta una quota consistente del fatturato generata attraverso la vendita di Progetti Speciali tailor made Triboo Media S.p.A. svolge attualmente un ruolo di holding di partecipazioni e in qualità di capogruppo offre altresì servizi di management, tecnologici e di consulenza strategico-commerciale. I prospetti che seguono forniscono una rappresentazione della situazione patrimoniale, finanziaria ed economica del Gruppo Triboo Media al 30 giugno 2014 secondo i criteri di misurazione e valutazione previsti dagli IFRS adottati dall Unione Europea. I dati contenuti nella presente Relazione sulla Gestione sono espressi in migliaia di euro, salvo ove specificamente indicato. 9

10 1. Scenario di mercato e posizionamento del Gruppo Il contesto competitivo in cui opera il Gruppo è dato dai principali editori multi mezzo nazionali nonché dai media player digitali internazionali e locali. Si presenta di seguito una breve analisi delle tipologie di prodotti offerti in questo mercato e del contesto di mercato pubblicitario internazionale e nazionale. Analisi dei prodotti pubblicitari digitali I prodotti pubblicitari on line possono essere classificati come segue: Il display advertising identifica le campagne promozionali che mostrano annunci pubblicitari su siti o pagine web capaci di attrarre il medesimo target di utenza per il quale è stato concepito l annuncio. Il display advertising concepisce l annuncio pubblicitario in vari formati: banner, bottoni, moduli, video streaming, ma anche mini-siti sviluppati ad hoc per campagne particolari. In una campagna di display advertising, l annuncio viene sempre accompagnato da un immagine: un logo, una mappa, una fotografia, un disegno, un video. L immagine può mostrarsi statica oppure dinamica. Caratteristica indispensabile di un display ad è l immediatezza: l annuncio deve catturare l attenzione dell utente in pochi secondi. Per farlo, deve necessariamente utilizzare messaggi concisi e diretti, immagini accattivanti o stream audio/video di durata massima pari a 30 secondi. I messaggi promozionali, oltre che tramite i vari strumenti sopraelencati, possono anche essere indirizzati al proprio target di utenza attraverso la posta elettronica. L marketing rientra nelle strategie di marketing diretto e sembra piacere molto alle aziende per i suoi costi contenuti oltre che per l immediatezza nella trasmissione dei messaggi. In molti casi, l marketing ha sostituito le strategie di marketing diretto che utilizzano supporti cartacei. L marketing è facilmente tracciabile ovvero consente a chi gestisce la campagna promozionale di conoscere in tempo reale il numero di utenti che ha visualizzato il messaggio. Il search marketing, invece, comprende tutte le campagne pubblicitarie svolte sui motori di ricerca come google o yahoo. Comparire nelle prime posizioni dei principali motori di ricerca ed entrare in contatto con l utente nel momento in cui egli ha mostrato un interesse particolare per i prodotti o i servizi dell inserzionista significa trovarsi già a buon punto nel processo di vendita on line. E evidente, tuttavia, che il posizionamento da solo non basta: una campagna di search marketing dovrebbe curare anche quella fase del processo di acquisto che comincia quando il cliente potenziale è approdato sul sito web dell advertiser stesso. Le classified directories, infine, corrispondono gli annunci promozionali offline che, nel mondo 10

11 di internet, vengono classificati in categorie e pubblicati all interno di annuari, elenchi e guide tematizzate fornendo informazioni dettagliate su società, enti, organizzazioni, associazioni, professionisti, industrie, aziende, servizi, ecc. Le campagne pubblicitarie del Gruppo Triboo Media sono legate ai prodotti display e possono a loro volta essere suddivise, a seconda delle modalità con cui vengono remunerate, in campagne brand e performance. I prodotti cosiddetti brand sono legati a un modello di remunerazione semplice basato sul numero di visualizzazioni della pubblicità o a tempo. Si tratta di prodotti solitamente utilizzati per creare consapevolezza intorno al messaggio della campagna, sia questa un offerta di sconto, un prodotto, un evento o un marchio (il nome deriva infatti da brand awareness, ossia la notorietà del marchio). Il relativo sistema di remunerazione viene solitamente misurato in RPM (revenue per mille) ossia ricavi per ogni mille visualizzazioni del messaggio pubblicitario. In altri casi la remunerazione prevista può essere legata al tempo di esposizione del messaggio pubblicitario. I prodotti performance, invece, sono legati a un modello di remunerazione più complesso in base al quale la remunerazione stessa viene misurata in relazione alla conversione di una semplice visita di un sito web in un azione compiuta da parte del destinatario della pubblicità. È un tipo di campagna pubblicitaria che spesso ha come fine la vendita di un prodotto, la raccolta di informazioni o semplicemente lo studio su dati raccolti tramite la stessa. I relativi sistemi di remunerazione della campagna sono revenue per click (RPC), remunerazione basata sull interazione semplice del cliente tramite click (ad esempio: la selezione del messaggio pubblicitario) e il revenue per action (RPA), remunerazione per interazione complessa (c.d. affiliazione) eseguita dal destinatario della pubblicità (ad esempio l acquisto di un prodotto o la compilazione di un modulo). Le campagne DEM, sono realizzate tramite l invio di posta elettronica, utilizzando tecnologie proprietarie e di terzi che permettono l invio massivo di mail, la predizione e la registrazione dei risultati della campagna pubblicitaria. Il prodotto DEM è incentrato sull utilizzo della posta elettronica come strumento di esecuzione della campagna pubblicitaria. All interno della mail si possono prevedere un ampia gamma di messaggi e formati (es. newsletter o immagini). Storicamente il sistema di remunerazione associato alle DEM è sempre stato il cosiddetto costo per mille (CPM), 11

12 ovvero la visualizzazione/invio della , tuttavia, seguendo la domanda di mercato, l offerta del servizio mail marketing da parte del Gruppo si sta sempre più avvicinando alla vendita a performance, identificando la mail solamente come uno strumento alternativo al formato display ads. Come spiegato in precedenza, a partire da fine 2013 il Gruppo ha ampliato la propria proposta commerciale lanciando una nuova tipologia di campagna pubblicitaria denominata Progetto Speciale. Unendo le competenze tecnologiche, di marketing e redazionali del Gruppo, il Progetto Speciale offre una soluzione su misura che permette di soddisfare le richieste dei clienti più esigenti. Sfruttando tutti i prodotti pubblicitari del gruppo in un mix di campagne Brand e Performance, si arriva a proporre una campagna complessa e specifica supportata da articoli redazionali dedicati, attività sui social network e creazione di mini-siti web dedicati alle singole campagne del cliente. Con l inclusione di HTML, le due anime del Gruppo Advertising (Pubblicità) e Publishing (Editoria) si fondono dando vita a tre diversi profili commerciali ed editoriali: 1. il PERFORMANCE Network, rappresentato da quasi siti aggregati, dove i prodotti pubblicitari vengono venduti soprattutto secondo logiche a performance. Il network, composto da una serie di editori indipendenti, è in continua espansione e rinnovamento e, grazie alla sua grande varietà di contenuti organizzati in aree tematiche verticali, permette di sfruttare al meglio le tecnologie di profiling e targeting del Gruppo, massimizzando la redditività dell investimento degli inserzionisti. 2. Il LEONARDO Network, che raggruppa attorno al portale proprietario Leonardo.it alcuni tra i siti editoriali indipendenti più visualizzati nel panorama italiano. Gli editori sono legati al Gruppo da contratti di esclusiva pluriennali e rappresentano uno dei bacini più efficaci per le campagne di tipo brand, potendo contare su volumi di traffico che superano i di visualizzazioni al mese. 3. L HTML Network, che ruota attorno ai prodotti editoriali proprietari del Gruppo Triboo Media, caratterizzati da una forte specializzazione organizzata in siti verticali divisi per aree tematiche. Questa realtà, di recente inclusione all interno del Gruppo, sfruttando al meglio le sinergie, permetterà l erogazione di Progetti Speciali di grande impatto, grazie a competenze editoriali e di vendita focalizzate e specializzate in questa tipologia di prodotti. 12

13 Analisi del mercato pubblicitario globale Secondo l opinione degli esperti di mercato 1, nel corso dei prossimi tre anni il mercato dell advertising globale continuerà a rafforzarsi, con previsioni di crescita della spesa pubblicitaria globale pari al 5,5% nel 2014, al 5,8% nel 2015 e al 6,1% nel L andamento positivo previsto sarà principalmente dovuto al miglioramento della situazione macroeconomica globale, alla ripresa dei consumi, all evoluzione dei mercati emergenti e al ruolo predominante di internet rispetto agli altri canali pubblicitari come motore e innovatore del mercato dell advertising in generale. La maggior fiducia degli inserzionisti nella zona euro viene confermata da un evidente ripresa degli investimenti, da un contesto economico più stabile e da meno probabilità di shock negativi a livello mondiale. Il periodo negativo, sfociato in una contrazione del mercato di circa il 15% dal momento dell inizio della crisi finanziaria nel 2007, sembra quindi essere terminato. Nell'Eurozona la spesa in pubblicità si è ridotta del 3% nel 2013, scontando un primo semestre particolarmente negativo contrapposto a una crescita concentrata nella seconda parte dell'anno. La Finlandia, l'italia e la Grecia sono ancora in una fase di assestamento della decrescita (principalmente a seguito della diminuzione degli investimenti nei canali tradizionali), ma la situazione dovrebbe stabilizzarsi entro l'anno prossimo. La televisione resta ancora il mezzo pubblicitario dominante, attirando il 40% della spesa pubblicitaria, quasi il doppio di internet (che raggiunge al momento una quota pari al 21% del mercato pubblicitario globale). Ciononostante, a livello globale Internet è il canale in più rapida ascesa (+ 16,2% nel 2013) e si prevede una crescita media del 16% annuo tra il 2014 e il 2016, con una conseguente diminuzione del gap tra i due canali in termini di investimento. Tra i vari prodotti dell advertising on line la tipologia che registrerà gli aumenti più significativi sarà il display con risultati in crescita per circa il 21% all anno fino al Il display classico (rappresentato dal banner e dagli altri formati standard) è previsto in crescita del 16% all'anno, spinto dalla rivoluzione dell acquisto programmatico, che fornisce alle agenzie e agli inserzionisti un maggiore controllo e un maggiore valore aggiunto. Il display è inoltre spinto nella sua crescita dal formato video (23% all'anno) e dal formato mobile 2 (50% all anno). In particolare, si stima che il mobile andrà a sorpassare radio, riviste e outdoor per diventare, entro il 2016 il quarto più diffuso media al mondo. 1 Fonte dati di mercato: ricerche effettuate da ZenithOptimedia Group, emarketer Inc. 2 con formato mobile si intendono tutti i formati visualizzabili sugli apparecchi mobili come smartphone o tablet 13

14 Analisi del mercato pubblicitario italiano Nonostante un risultato negativo pari al -2,4% rispetto al 2013, il 2014 rispetta le previsioni e si conferma un anno di transizione per il mercato degli investimenti pubblicitari. La leggera decrescita mostra un trend positivo, soprattutto se confrontata al dato del 2013 par al -17,4%. La crisi che ha colpito il mercato, il peggioramento delle condizioni macroeconomiche, e la conseguente contrazione dei consumi e della produzione industriale in Italia e in Europa, continuano ad avere l effetto di ridurre gli investimenti nel settore pubblicitario. Gli investimenti pubblicitari, infatti, storicamente seguono l andamento dei consumi e ne subiscono le fluttuazioni. Dal punto di vista macroeconomico il primo semestre del 2014 chiude con un prodotto interno lordo ancora in contrazione (-0,2% rispetto allo stesso periodo nell anno precedente). Un segnale di speranza e di inversione di tendenza, soprattutto se paragonato al -2,4% del 2012 e all -1,6% del L indice di fiducia dei consumatori italiani, un indice che misura le aspettative sulle condizioni attuali e future dell economia, è balzato in avanti di ben 6 punti, portandosi a quota 51. Si tratta dell incremento più alto nella zona euro, trainato dai segnali di ripresa a livello internazionale. Il contesto socio economico resta difficile, soprattutto per quanto riguarda gli indici di disoccupazione giovanile, ma il punto di svolta sembra essere sempre più vicino 3. Stima del mercato pubblicitario (Dati netti) Gen./Giu. Gen/Giu. Var.% (Migliaia di Euro) TOTALE PUBBLICITA ,4 QUOTIDIANI ¹ ,4 PERIODICI ¹ TV ² ,3 RADIO ³ ,9 INTERNET (Fonte: FCP- Assointernet) ,1 OUTDOOR (Fonte:AudiOutdoor) ,3 TRANSIT ,4 OUT OF HOME TV ,1 CINEMA ,3 DIRECT MAIL Fonte dati di mercato: Nielseninsight research - The Nielsen Company (Italy) S.r.l 14

15 Come rappresentato nella tabella precedente la TV sta approfittando di un semestre particolarmente positivo, con una crescita del 1,3% rispetto allo stesso periodo dell anno precedente. Questa crescita, che in valore assoluto si attesta a 36,2 milioni, è in larga parte dovuta agli investimenti legati ai mondiali di calcio in Brasile. I quotidiani chiudono il semestre con una flessione del 10,4% nonostante un mese di giugno in crescita di 1,6 milioni. I periodici non sono riusciti a trarre profitto dall aumento degli investimenti legati ai mondiali e fanno segnare un -10,4% sul semestre, con un giugno in perdita di 3,1 milioni di euro. Continuano i trend negativi di radio (-2,9%) e direct mail (-9,0%). Il cinema si conferma come il media peggiore chiudendo il semestre con un crollo del -31,3%. Questa prima metà del 2014 si fa manifesto di un momento economico transitorio, da un andamento di borsa altalenante che riflette le incertezza sul clima socio-politico-economico, ma fa anche sperare in una ripresa ormai sempre più vicina. Internet chiude il semestre in sostanziale pareggio, pagando la frenesia legata ai mondiali di calcio in Brasile, che ha dirottato una grossa fetta dei budget pubblicitari sul mezzo televisivo, che resta il canale di comunicazione preferito per la comunicazione legata alle manifestazioni sportive. Così come in altri paesi del mondo, anche in Italia, Internet è ormai parte integrante della quotidianità, ma anche delle pianificazioni strategiche delle aziende, che investono sempre più in pubblicità on line. A livello di consumi, inoltre, è in atto uno spostamento dell audience, dalla televisione al PC e dal PC verso il mobile, che si spiega con la crescente diffusione di connected device (smartphone e tablet). Anche se i numeri dell advertising non sono ancora tornati del tutto in positivo permangono comunque, forti differenze tra i diversi mezzi e player. I dati relativi alla prima parte dell'anno consentono comunque di vedere come superata la parte peggiore della crisi, seppur il mercato rimanga ancora in terreno incerto. Evoluzione del mercato di riferimento Nonostante i dati negativi di mercato il Gruppo non ha smesso di crescere neanche in quest ultimo semestre. A fronte di una diminuzione del 2,4% dei budget pubblicitari italiani il Gruppo ha comunque registrato, confermando il trend degli ultimi tre anni e mezzo, una crescita superiore rispetto a quella registrata dal mercato. 15

16 La pubblicità on line continua ad attirare contemporaneamente gli investimenti pubblicitari delle startup e delle aziende multinazionali, permettendo di raggiungere un pubblico nazionale con un budget programmabile e variabile. Il Gruppo in questi ultimi sei mesi ha continuato a consolidare il suo ruolo tra i principali operatori pubblicitari nel mercato italiano. 4. La base della crescita prevista dei prossimi anni continua a essere costituita dalle componenti più innovative del mondo pubblicitario on line, definite new media. Il maggiore incremento dei ricavi pubblicitari all interno del comparto internet è dovuto alla crescita dei ricavi ottenuti tramite smartphone, tablet, applicazioni, social network e video. Con il fine ultimo di continuare a migliorare il solido posizionamento di mercato raggiunto, mantenendo un trend di crescita paragonabile a quello registrato nei periodi precedenti, il Gruppo continua ad investire in sviluppo tecnologico e si sta attrezzando, anche tramite una campagna di future fusioni e acquisizioni, per lo sviluppo dei prodotti connessi ai sopraccitati new media. 4 Fonte dati di mercato: Nielseninsight research - The Nielsen Company (Italy) S.r.l 16

17 2. Fatti di rilievo del periodo struttura del Gruppo dicembre 2013 struttura del Gruppo giugno

18 Nel corso del primo semestre 2014 sono state effettuate una serie di operazioni collegate alla razionalizzazione della struttura societaria e organizzativa. Il 1 gennaio 2014 è avvenuto il trasferimento di 2 dipendenti dalla controllante Triboo S.p.A. alla controllata Leonardo ADV S.r.l.; più precisamente due impiegati amministrativi cui in precedenza i loro costi venivano ribaltati. Oltre a questo trasferimento, come si evince dallo schema precedente, sono state effettuate una serie di operazioni che hanno modificato sostanzialmente la struttura del gruppo: Trasformazione della forma giuridica e cambiamento denominazione sociale della capogruppo Il 6 febbraio 2014 si è proceduto alla trasformazione della forma giuridica da società a responsabilità limitata a società per azioni con i conseguenti cambiamenti di denominazione sociale della capogruppo JUICEADV S.r.l., divenuta Triboo Media S.p.A., contestualmente all aumento del capitale sociale gratuito, attingendo dalle riserve disponibili, da euro a euro Quotazione di Triboo Media S.p.A. Si ricorda che Triboo Media S.p.A., ha iniziato nel corso del 2013 il processo di ammissione alla quotazione sul mercato AIM Italia, conclusosi il 7 marzo 2014 con la quotazione ufficiale su tale mercato. Le contrattazioni del titolo sono poi cominciate in data 11 marzo L operazione ha portato alla sottoscrizione da parte di investitori istituzionali di azioni di nuova emissione con valore nominale pari ad un euro. Il valore delle azioni in sede di IPO è stato fissato a 4 auro. Il capitale sociale deliberato, sottoscritto e versato è passato quindi da euro a euro Acquisto della quota di Adriano Cotella in Triboo Editoriale Il 19 marzo 2014 è stato acquistata la rimanente quota dell 1,54% della controllata Triboo Editoriale S.r.l. dall ex socio Adriano Cotella, per un valore di Euro Acquisizione del Gruppo HTML.IT Il 25 giugno 2014, Triboo Media S.p.A. ha acquisito il 100% di HTML, una delle principali realtà editoriali del web italiano. Il controvalore dell operazione (in termini di equity value) è stato pari a 10,85 milioni di euro. L'integrazione dei due gruppi, a livello operativo, verrà realizzata nel corso del secondo semestre del 2014 e si concluderà nei primi mesi del Come anticipato nei precedenti paragrafi, HTML.IT è una realtà italiana attiva principalmente nel settore dell editoria on line, 18

19 attraverso nove siti tematici di proprietà, che propongono contenuti editoriali originali ed eterogenei, complementari alle aree editoriali già coperte da Triboo Media, che aggiunge con questa operazione un forte presidio dei settori automotive, tech, food e business attraverso brand editoriali autorevoli e consolidati. HTML.IT, in aggiunta, svolge attività di concessionaria pubblicitaria on line sui brand di proprietà attraverso la controllata TAG Advertising S.r.l., contando oltre 200 clienti nel mondo dell advertising. Codebrain S.r.l., società specializzata nello sviluppo tecnologico per il web e il mobile, è la terza realtà del gruppo acquisito. 19

20 3. Andamento della gestione del Gruppo Nonostante il persistere di una accentuata recessione in molti paesi dell area Euro, ed in particolare della difficile situazione economica in Italia, anche nella prima metà dell esercizio 2014 il Gruppo ha conseguito importanti risultati, confermando le aspettative di crescita dei ricavi e segnando risultati positivi a livello di redditività operativa. I ricavi operativi del semestre si sono attestati a 14,1 milioni di euro, con una crescita di 3,3 milioni di euro rispetto al dato 2013, pari al 31%. La crescita, in percentuale, è stata maggiore rispetto a quella fatta registrare dal mercato di riferimento ed è stata resa possibile, oltre che dall acquisizione di HTML, dalla continua innovazione tecnologica e di prodotto che caratterizza il Gruppo. Il risultato operativo lordo (EBITDA) e l utile netto, sono stati rispettivamente pari a 2,1 e 0,9 milioni di euro; influenzati dai costi non ricorrenti legati alla quotazione e all acquisizione di HTML.IT, pari a 0,77 milioni di euro, interamente iscritti a conto economico nel presente esercizio. Senza considerare tali costi, i risultati del periodo sarebbero pari a 2,8 e 1,6 milioni di euro (rispettivamente per quanto riguarda l EBITDA e il Risultato Netto). 4. Sintesi dei dati economici Euro/000 Principali indicatori economici 30/06/2014 % 30/06/2013 % Variaz. Var. % Ricavi operativi % % % EBITDA % % (22) -1% Costi di quotazione 709 5% - 0% EBITDA adjusted % % % Ammortamenti riv./ sva., acc. (499) -4% (266) -2% (233) 87% EBIT % % (254) -14% EBIT adjusted % % % Risultato prima delle imposte % % (668) -30% Risultato prima delle imposte adjusted % % 41 2% Risultato netto consolidato adjusted % % 44 3% Risultato netto consolidato 887 6% % (665) -43% I ricavi totali consolidati del Gruppo ammontano a 14,1 milioni di euro nel primo semestre del 2014, con una crescita significativa del 31% rispetto all anno precedente. La composizione dei ricavi relativi ai semestri chiusi al 30 giugno 2014 e al 30 giugno 2013 è di seguito rappresentata solo per categorie di attività, in quanto la loro suddivisione per area geografica appare scarsamente significativa per la concentrazione della quasi totalità della clientela sul territorio italiano. 20

Comunicato stampa Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015

Comunicato stampa Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015 Comunicato stampa Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015 Nel primo semestre 2015 il Gruppo Cairo Communication ha continuato a conseguire risultati positivi nei suoi settori tradizionali (editoria

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Massimo Zanetti Beverage Group: il C.d.A. approva la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015.

COMUNICATO STAMPA. Massimo Zanetti Beverage Group: il C.d.A. approva la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015. COMUNICATO STAMPA Massimo Zanetti Beverage Group: il C.d.A. approva la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015. Fatturato consolidato a Euro 450,5 milioni, in crescita del 29,0% rispetto allo

Dettagli

COMUNICATO STAMPA RICAVI IN CRESCITA (+15%) NEL PRIMO SEMESTRE RISULTATO OPERATIVO ED EBITDA IN AUMENTO SOLIDA POSIZIONE FINANZIARIA

COMUNICATO STAMPA RICAVI IN CRESCITA (+15%) NEL PRIMO SEMESTRE RISULTATO OPERATIVO ED EBITDA IN AUMENTO SOLIDA POSIZIONE FINANZIARIA COMUNICATO STAMPA GRUPPO RATTI IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI RATTI S.P.A. HA APPROVATO LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2012 RICAVI IN CRESCITA (+15%) NEL PRIMO SEMESTRE RISULTATO

Dettagli

Relazione Finanziaria Semestrale Consolidata al 30/06/2015 TRIBOO MEDIA S.P.A GRUPPO TRIBOO MEDIA

Relazione Finanziaria Semestrale Consolidata al 30/06/2015 TRIBOO MEDIA S.P.A GRUPPO TRIBOO MEDIA Relazione Finanziaria Semestrale Consolidata al 30/06/2015 TRIBOO MEDIA S.P.A GRUPPO TRIBOO MEDIA Società Capogruppo Triboo Media S.p.A. Sede in Milano (MI) Viale Sarca, 336 Capitale Sociale euro 15.926.500,00

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del 1 trimestre 2004 Ruud Huisman CEO del Gruppo

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del 1 trimestre 2004 Ruud Huisman CEO del Gruppo Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del 1 trimestre 2004 Ruud Huisman CEO del Gruppo 267,1 milioni di Euro di ricavi, in crescita del 26% rispetto al primo trimestre 2003 Crescita

Dettagli

Vita Società Editoriale S.p.A. Il Consiglio di Amministrazione approva il Bilancio semestrale consolidato al 30 giugno 2011

Vita Società Editoriale S.p.A. Il Consiglio di Amministrazione approva il Bilancio semestrale consolidato al 30 giugno 2011 Vita Società Editoriale S.p.A. COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva il Bilancio semestrale consolidato al 30 giugno 2011 Fatturato consolidato a 2,2 mln euro nel I semestre 2011, +34%

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. ROSSS: il CdA approva bilancio consolidato e il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014

COMUNICATO STAMPA. ROSSS: il CdA approva bilancio consolidato e il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 COMUNICATO STAMPA Scarperia (FI), 30 marzo 2015 ROSSS: il CdA approva bilancio consolidato e il progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 Dati relativi al bilancio consolidato al 31 dicembre 2014 Ricavi

Dettagli

Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2014

Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2014 Approvati dal Consiglio i risultati 2014: il bilancio consolidato 2014 conferma sostanzialmente i risultati già riportati nel resoconto intermedio

Dettagli

Bilancio consolidato al 31/12/2014 - TRIBOO MEDIA S.P.A GRUPPO TRIBOO MEDIA

Bilancio consolidato al 31/12/2014 - TRIBOO MEDIA S.P.A GRUPPO TRIBOO MEDIA Bilancio consolidato al 31/12/2014 - TRIBOO MEDIA S.P.A GRUPPO TRIBOO MEDIA Società Capogruppo Triboo Media S.p.A. Sede in Milano (MI) Viale Sarca, 336 Capitale Sociale euro 15.926.500,00 i.v. Codice fiscale

Dettagli

Relazione sulla gestione Bilancio ordinario al 31/12/2014

Relazione sulla gestione Bilancio ordinario al 31/12/2014 COLFERT S.P.A. Sede legale: VIA DEI MILLE N. 32 - FRESCADA PREGANZIOL (TV) Iscritta al Registro Imprese di TREVISO C.F. e numero iscrizione: 00401460266 Iscritta al R.E.A. di TREVISO n. 120644 Capitale

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Consiglio di Amministrazione di Enervit S.p.A.:

COMUNICATO STAMPA. Consiglio di Amministrazione di Enervit S.p.A.: COMUNICATO STAMPA Consiglio di Amministrazione di Enervit S.p.A.: - Approvato il Progetto di Bilancio d esercizio e il Bilancio consolidato al 31 dicembre 2012 Principali Risultati del Gruppo Enervit al

Dettagli

GRUPPO EDITORIALE L ESPRESSO SpA COMUNICA: Gruppo Espresso: utile netto consolidato in crescita da 46,1 a 67,8 milioni di euro (+47,2%)

GRUPPO EDITORIALE L ESPRESSO SpA COMUNICA: Gruppo Espresso: utile netto consolidato in crescita da 46,1 a 67,8 milioni di euro (+47,2%) GRUPPO EDITORIALE L ESPRESSO SpA COMUNICA: Gruppo Espresso: utile netto consolidato in crescita da 46,1 a 67,8 milioni di euro (+47,2%) Si è riunito oggi a Roma, presieduto da Carlo Caracciolo, il Consiglio

Dettagli

I GRANDI VIAGGI Approvati i risultati del I semestre 2011 In miglioramento EBITDA ed EBIT nel primo semestre

I GRANDI VIAGGI Approvati i risultati del I semestre 2011 In miglioramento EBITDA ed EBIT nel primo semestre Comunicato Stampa I GRANDI VIAGGI Approvati i risultati del I semestre 2011 In miglioramento EBITDA ed EBIT nel primo semestre Ricavi a 24,5 milioni (26,3 mln nel 2010) EBITDA 1 a -2,3 milioni (-4,0 mln

Dettagli

GRUPPO COFIDE: NEL 2014 RIDUCE PERDITA A 14,5 MLN ( 130,4 MLN NEL 2013)

GRUPPO COFIDE: NEL 2014 RIDUCE PERDITA A 14,5 MLN ( 130,4 MLN NEL 2013) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2014 GRUPPO COFIDE: NEL 2014 RIDUCE PERDITA A 14,5 MLN ( 130,4 MLN NEL 2013) Il risultato è influenzato dagli oneri

Dettagli

Class Editori S.p.A. e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati

Class Editori S.p.A. e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati Class Editori S.p.A. e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati La relazione trimestrale è redatta su base consolidata in quanto la

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 20056-30-2015

Informazione Regolamentata n. 20056-30-2015 Informazione Regolamentata n. 20056-30-2015 Data/Ora Ricezione 23 Settembre 2015 17:54:31 AIM -Italia/Mercato Alternativo del Capitale Societa' : GO internet S.p.A. Identificativo Informazione Regolamentata

Dettagli

PIAGGIO: APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2006

PIAGGIO: APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2006 COMUNICATO STAMPA Riunito il Consiglio di Amministrazione PIAGGIO: APPROVATO IL PROGETTO DI BILANCIO 2006 RICAVI 1.607,4 MLN (+10,7% SU 2005) EBITDA 204 MLN, PARI AL 12,7% DEL FATTURATO (+10,4% SU 2005)

Dettagli

Fidia S.p.A.: il CdA approva il Progetto di Bilancio d Esercizio ed il Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2014

Fidia S.p.A.: il CdA approva il Progetto di Bilancio d Esercizio ed il Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2014 Comunicato stampa Fidia S.p.A.: il CdA approva il Progetto di Bilancio d Esercizio ed il Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2014 In considerazione dei positivi risultati economico finanziari il CdA propone

Dettagli

CHL S.P.A. Sede in Firenze, Via di Novoli n. 7. Capitale Sociale sottoscritto e versato Euro 1.153.639, 20

CHL S.P.A. Sede in Firenze, Via di Novoli n. 7. Capitale Sociale sottoscritto e versato Euro 1.153.639, 20 CHL S.P.A. Sede in Firenze, Via di Novoli n. 7 Capitale Sociale sottoscritto e versato Euro 1.153.639, 20 Iscritta alla Sezione Ordinaria del Registro delle Imprese di Firenze al n. 68220/ Tribunale di

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. NOEMALIFE: il CdA approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2013.

COMUNICATO STAMPA. NOEMALIFE: il CdA approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2013. COMUNICATO STAMPA NOEMALIFE: il CdA approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 31 marzo 2013. Ricavi Operativi Consolidati pari a 15,1 milioni di Euro, +10% rispetto al primo trimestre 2012. EBITDA*

Dettagli

Utile netto della capogruppo Anima Holding: 72,4 milioni di euro (+38% sul 2013)

Utile netto della capogruppo Anima Holding: 72,4 milioni di euro (+38% sul 2013) COMUNICATO STAMPA ANIMA Holding: risultati esercizio 2014 Ricavi totali consolidati: 226,9 milioni (+3% sul 2013) Utile netto consolidato: 84,9 milioni (-29% sul 2013 che includeva proventi straordinari)

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INWIT: APPROVATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2015

COMUNICATO STAMPA INWIT: APPROVATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA INWIT: APPROVATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2015 Principali risultati al 30 giugno 2015 della neocostituita Infrastrutture Wireless Italiane S.p.A. RICAVI:

Dettagli

RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2003

RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2003 RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2003 RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2003 RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DEL PRIMO TRIMESTRE 2003 Scenario economico La crescita dell economia

Dettagli

COMUNICATO STAMPA LANDI RENZO S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009.

COMUNICATO STAMPA LANDI RENZO S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009. COMUNICATO STAMPA LANDI RENZO S.p.A.: Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 dicembre 2009. Fatturato oltre le attese e marginalità in forte miglioramento. Il quarto trimestre è in forte

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA ESAMINATI DAL CONSIGLIO I RISULTATI CONSOLIDATI DEL PRIMO TRIMESTRE GRUPPO ITALMOBILIARE: RICAVI: 1.386,4 MILIONI DI EURO (1.452,5 MILIONI NEL PRIMO TRIMESTRE

Dettagli

Poligrafici Editoriale

Poligrafici Editoriale COMUNICATO STAMPA (redatto ai sensi della Delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche e integrazioni) Il Consiglio di Amministrazione approva la Relazione Finanziaria semestrale

Dettagli

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva la relazione al 30 giugno 2009 SOGEFI: RISULTATI SEMESTRALI IN CALO PER LA MINORE PRODUZIONE DI AUTO, RICAVI E MARGINI IN RIPRESA NEL SECONDO TRIMESTRE

Dettagli

Il Marketing Definizione di marketing cinque fasi

Il Marketing Definizione di marketing cinque fasi 1 2 3 Definizione di marketing: il marketing è l arte e la scienza di conquistare, fidelizzare e far crescere clienti che diano profitto. Il processo di marketing può essere sintetizzato in cinque fasi:

Dettagli

**** Tel.: +39.02.29046441 Tel.: +39.02.7606741 Fax: +39.02.29046454 Fax: +39.02.76017251

**** Tel.: +39.02.29046441 Tel.: +39.02.7606741 Fax: +39.02.29046454 Fax: +39.02.76017251 Comunicato Stampa Il CDA de I GRANDI VIAGGI approva il progetto di bilancio 2013 Ricavi a 61,3 milioni (67,5 milioni nel 2012) EBITDA 1 a -2,1 milioni (-2,6 milioni nel 2012) EBIT 2 a -7,2 milioni (-8,0

Dettagli

Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario. Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014

Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario. Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014 Nozioni di base sulla stesura di un piano economico-finanziario Daniela Cervi Matteo Pellegrini 10 Febbraio 2014 Il Piano Economico Finanziario Il piano economico-finanziario costituisce la porzione più

Dettagli

COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012)

COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012) COMUNICATO STAMPA MID INDUSTRY CAPITAL APPROVA IL BILANCIO CONSOLIDATO 2013 CON UN UTILE DI 4,2 MILIONI (PERDITA DI 11,8 MILIONI NEL 2012) La Holding chiude il 2013 con un utile di 0,5 milioni (perdita

Dettagli

Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo

Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo Poste Italiane: Crescono i Ricavi Risultato operativo e Utile netto in calo Il Gruppo conferma la leadership nella raccolta del risparmio e dei premi assicurativi. Nel settore postale incide l onere per

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione approva il bilancio. consolidato IAS/IFRS e il progetto di bilancio al 31 dicembre 2011.

Il Consiglio di Amministrazione approva il bilancio. consolidato IAS/IFRS e il progetto di bilancio al 31 dicembre 2011. Il Consiglio di Amministrazione approva il bilancio consolidato IAS/IFRS e il progetto di bilancio al 31 dicembre 2011 Valore della produzione consolidato a 6,91 milioni di Euro nel 2011 (6,39 milioni

Dettagli

* * * Questo comunicato stampa è disponibile anche sul sito internet della Società www.sesa.it

* * * Questo comunicato stampa è disponibile anche sul sito internet della Società www.sesa.it COMUNICATO STAMPA APPROVAZIONE DEL RESOCONTO INTERMEDIO CONSOLIDATO DI GESTIONE PER IL PERIODO DI 9 MESI AL 31 GENNAIO 2014 Il Consiglio di Amministrazione di Sesa S.p.A. riunitosi in data odierna ha approvato

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PRICE SENSITIVE AI SENSI DEL TESTO UNICO DELLA FINANZA E DEL REGOLAMENTO CONSOB

COMUNICATO STAMPA PRICE SENSITIVE AI SENSI DEL TESTO UNICO DELLA FINANZA E DEL REGOLAMENTO CONSOB COMUNICATO STAMPA PRICE SENSITIVE AI SENSI DEL TESTO UNICO DELLA FINANZA E DEL REGOLAMENTO CONSOB Gruppo Espresso: risultato operativo consolidato dei primi nove mesi 2005 a 131,3 milioni (+6,5% sul 2004).

Dettagli

Buongiorno Vitaminic S.p.A.

Buongiorno Vitaminic S.p.A. Buongiorno Vitaminic è una società operativa dal 16 luglio del 2003, nata dall integrazione tra le attività di Buongiorno (società operante nell ambito dei servizi alle imprese via mail e telefono) e Vitaminic

Dettagli

Class Editori spa per esaminare l'andamento delle attività della Casa Editrice nei primi sei

Class Editori spa per esaminare l'andamento delle attività della Casa Editrice nei primi sei Class Editori Milano, Roma, Londra, New York via Burigozzo 5 20122 - Milano Tel : + 39 0258219.1 Tel : + 39 0258317376 Comunicato stampa Approvata la semestrale al 30/06/2003. Costi (43,63 mil. Euro) in

Dettagli

Nielsen Economic and Media Outlook

Nielsen Economic and Media Outlook Nielsen Economic and Media Outlook Giugno 2011 I CONTENUTI DI QUESTA EDIZIONE Scenario macroeconomico Tendenze nel mondo dei media Andamento dell advertising in Italia e nel mondo I contenuti di questa

Dettagli

RTB WORKSHOP. Milano, 22 Maggio 2013

RTB WORKSHOP. Milano, 22 Maggio 2013 RTB WORKSHOP Milano, 22 Maggio 2013 Agenda AUTOREVOLEZZA E FRAMMENTAZIONE DELL'UTENTE MULTI DEVICE RTB: I benefici per il Brand RTB: Concetto & piattaforme Rilevanza del Dato Approccio ed Operatività La

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 1039-13-2015

Informazione Regolamentata n. 1039-13-2015 Informazione Regolamentata n. 1039-13-2015 Data/Ora Ricezione 28 Agosto 2015 14:19:15 MTA Societa' : ENERVIT Identificativo Informazione Regolamentata : 62597 Nome utilizzatore : ENERVITN03 - Raciti Tipologia

Dettagli

Comunicato Stampa. SMI Società Metallurgica Italiana S.p.A cod.abi 107683 www.smi.it BILANCIO DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2002

Comunicato Stampa. SMI Società Metallurgica Italiana S.p.A cod.abi 107683 www.smi.it BILANCIO DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2002 Comunicato Stampa SMI Società Metallurgica Italiana S.p.A cod.abi 107683 www.smi.it BILANCIO DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2002 Il Gruppo: il fatturato consolidato, pari a Euro 2.054,4 milioni,

Dettagli

GRUPPO EDITORIALE L ESPRESSO

GRUPPO EDITORIALE L ESPRESSO GRUPPO EDITORIALE L ESPRESSO Società per Azioni RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA AL 31 MARZO 2002 RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULL ANDAMENTO DELLA

Dettagli

STRATEGIE DIGITALI PER IL BUSINESS. in collaborazione con

STRATEGIE DIGITALI PER IL BUSINESS. in collaborazione con STRATEGIE DIGITALI PER IL BUSINESS in collaborazione con FACEBOOK PER IL BUSINESS MODULO BASE A giugno 2014 Facebook festeggia 30 milioni di piccole imprese attive con una pagina aziendale sui propri canali.

Dettagli

Comunicato Stampa 12 novembre 2013

Comunicato Stampa 12 novembre 2013 Landi Renzo: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 30 settembre 2013. o Fatturato pari a 164,6 (203,4 milioni di euro al 30 settembre 2012) o EBITDA pari a 8,1 milioni di euro (23,7 milioni

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. - In crescita significativa la massa amministrata, che supera i 94 miliardi di euro (+ 8% a/a)

COMUNICATO STAMPA. - In crescita significativa la massa amministrata, che supera i 94 miliardi di euro (+ 8% a/a) GRUPPO CARIPARMA CRÉDIT AGRICOLE: UTILE NETTO 2014 A 182 MILIONI (+21% A/A) TRAINATO DALLA GESTIONE OPERATIVA (+14% A/A); POSIZIONE PATRIMONIALE SOLIDA E LIVELLI PIÙ CHE ADEGUATI DI LIQUIDITÀ Il ha conseguito

Dettagli

GRUPPO EDITORIALE L ESPRESSO SPA COMUNICA:

GRUPPO EDITORIALE L ESPRESSO SPA COMUNICA: GRUPPO EDITORIALE L ESPRESSO SPA COMUNICA: Si è riunito oggi a Roma, presieduto da Carlo Caracciolo, il consiglio di amministrazione di Gruppo Editoriale l Espresso S.p.A. che ha esaminato i risultati

Dettagli

COMUNICATO STAMPA (ai sensi della delibera CONSOB n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche ed integrazioni)

COMUNICATO STAMPA (ai sensi della delibera CONSOB n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche ed integrazioni) COMUNICATO STAMPA (ai sensi della delibera CONSOB n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche ed integrazioni) Il Consiglio di Amministrazione approva la Relazione finanziaria semestrale al 30 giugno

Dettagli

Interpump Group: il CdA approva i risultati dell esercizio 2001

Interpump Group: il CdA approva i risultati dell esercizio 2001 COMUNICATO STAMPA Interpump Group: il CdA approva i risultati dell esercizio 2001 PROPOSTO DIVIDENDO DI 0,10 EURO, + 15% RISPETTO AL 2000 UTILE NETTO: +12,7% A 21,4 MILIONI DI EURO RICAVI NETTI: +3,5%

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2007:

COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2007: COMUNICATO STAMPA APPROVATI DAL CDA I DATI AL 30 SETTEMBRE 2007: RICAVI AGGREGATI PRO-QUOTA * : 1.071,9 MLN DI EURO (+17%) RISULTATO OPERATIVO COMPRENSIVO DEI PROVENTI DA PARTECIPAZIONI: 164 MLN DI EURO;

Dettagli

Project HTML. Giugno 2014

Project HTML. Giugno 2014 Project HTML Giugno 2014 Agenda 1. Introduzione 2. Target Overview 3. Descrizione dell operazione 4. Business Plan Disclaimer Introduzione Overview del Gruppo HTML Descrizione del Gruppo HTML e cenni storici

Dettagli

2. Rendiconto (produzione e distribuzione del valore aggiunto)

2. Rendiconto (produzione e distribuzione del valore aggiunto) 2. Rendiconto (produzione e distribuzione del valore aggiunto) 2.1. Dati significativi di gestione Nelle pagine che seguono sono rappresentate le principali grandezze economico-patrimoniali, ottenute dalla

Dettagli

Comunicato stampa SEMESTRE RECORD PER INTERPUMP GROUP: RICAVI NETTI +35% A 434 MILIARDI L UTILE OPERATIVO CONSOLIDATO CRESCE DEL 29% A 78,1 MILIARDI

Comunicato stampa SEMESTRE RECORD PER INTERPUMP GROUP: RICAVI NETTI +35% A 434 MILIARDI L UTILE OPERATIVO CONSOLIDATO CRESCE DEL 29% A 78,1 MILIARDI Comunicato stampa SEMESTRE RECORD PER INTERPUMP GROUP: RICAVI NETTI +35% A 434 MILIARDI L UTILE OPERATIVO CONSOLIDATO CRESCE DEL 29% A 78,1 MILIARDI FORTE CRESCITA DEL CASH FLOW OPERATIVO (+87%) A 74,3

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0193-10-2015

Informazione Regolamentata n. 0193-10-2015 Informazione Regolamentata n. 0193-10-2015 Data/Ora Ricezione 15 Maggio 2015 14:27:30 MTA Societa' : MONRIF Identificativo Informazione Regolamentata : 58492 Nome utilizzatore : MONRIFN01 - NATALI Tipologia

Dettagli

Il CDA de I GRANDI VIAGGI approva il progetto di bilancio 2015

Il CDA de I GRANDI VIAGGI approva il progetto di bilancio 2015 Comunicato Stampa Il CDA de I GRANDI VIAGGI approva il progetto di bilancio 2015 RISULTATI CONSOLIDATI Ricavi a 60,5 milioni (69,3 milioni nel 2014) EBITDA 1 a 2,9 milioni (0,4 milioni nel 2014) EBIT 2

Dettagli

Primi sui Motori: il CDA approva il bilancio 2013 e il Piano Industriale 2014-2016

Primi sui Motori: il CDA approva il bilancio 2013 e il Piano Industriale 2014-2016 Primi sui Motori: il CDA approva il bilancio 2013 e il Piano Industriale 2014-2016 Valore della produzione di Primi sui Motori SpA 2013 pari a Euro 11,5 milioni, +9,4% rispetto al 2012 (Euro 10,5 milioni)

Dettagli

Approvazione della Relazione Trimestrale al 30.06.2005 da parte del Consiglio di Amministrazione.

Approvazione della Relazione Trimestrale al 30.06.2005 da parte del Consiglio di Amministrazione. 21/07/2005 - Approvazione relazione trimestrale 01.04.2005-30.06.2005 Approvazione della Relazione Trimestrale al 30.06.2005 da parte del Consiglio di Amministrazione. Sommario: Nei primi nove mesi dell

Dettagli

CE DIGITAL TRUST (1) 2013 2014 Δ Δ% Valore della produzione 32.4 41.6 9.2 28.40% EBITDA 6.5 8.7 2.2 33.85%

CE DIGITAL TRUST (1) 2013 2014 Δ Δ% Valore della produzione 32.4 41.6 9.2 28.40% EBITDA 6.5 8.7 2.2 33.85% COMUNICATO STAMPA Tecnoinvestimenti S.p.A.: il Consiglio di Amministrazione approva il progetto di Bilancio di Esercizio e di Bilancio Consolidato al 31 dicembre 2014. I risultati confermano un significativo

Dettagli

30 2015 RICAVI CARATTERISTICI AGGREGATI DI GIORDANO E PROVINCO IN CRESCITA DEL

30 2015 RICAVI CARATTERISTICI AGGREGATI DI GIORDANO E PROVINCO IN CRESCITA DEL COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione di IWB S.p.A. approva la Relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2015 RICAVI CARATTERISTICI AGGREGATI DI GIORDANO E PROVINCO IN CRESCITA

Dettagli

GE Capital Interbanca: Risultati di Bilancio consolidati al 30.06.2010 (In conformità ai principi contabili internazionali IAS/IFRS)

GE Capital Interbanca: Risultati di Bilancio consolidati al 30.06.2010 (In conformità ai principi contabili internazionali IAS/IFRS) GE Capital Interbanca Corso Venezia 56 20121 Milano T +39 02 77311 F +39 02 784321 COMUNICATO STAMPA GE Capital Interbanca: Risultati di Bilancio consolidati al 30.06.2010 (In conformità ai principi contabili

Dettagli

Quotidiano on line di informazione su tecnologia e internet

Quotidiano on line di informazione su tecnologia e internet Quotidiano on line di informazione su tecnologia e internet Informazione ICT, prima di tutto Webnews è il giornale on line che racconta quotidianamente l attualità tecnologica. Originale. Credibile. Puntuale.

Dettagli

Aprile 2006: Numero 7

Aprile 2006: Numero 7 Aprile 2006: Numero 7 NEWSLETTER FINANZIARIA POLIGRAFICA SAN FAUSTINO La Newsletter è disponibile online all indirizzo www.psf.it Alberto Frigoli In questo numero: - Lettera del Presidente - Evoluzione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Nova Re: il CdA approva la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2009

COMUNICATO STAMPA. Nova Re: il CdA approva la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2009 COMUNICATO STAMPA Nova Re: il CdA approva la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2009 Milano, 6 agosto 2009 Il Consiglio di Amministrazione di Nova Re S.p.A., riunitosi in data odierna, ha approvato

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0246-44-2015

Informazione Regolamentata n. 0246-44-2015 Informazione Regolamentata n. 0246-44-2015 Data/Ora Ricezione 23 Ottobre 2015 14:23:44 MTA - Star Societa' : SOGEFI Identificativo Informazione Regolamentata : 64513 Nome utilizzatore : SOGEFIN01 - ALBRAND

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Nova Re: approvato il progetto di bilancio di esercizio al 31 dicembre 2009

COMUNICATO STAMPA. Nova Re: approvato il progetto di bilancio di esercizio al 31 dicembre 2009 COMUNICATO STAMPA Nova Re: approvato il progetto di bilancio di esercizio al 31 dicembre 2009 Valore della produzione pari a Euro 1.318 migliaia (Euro 612 migliaia nel 2008) Risultato Operativo Netto negativo

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Massimo Zanetti Beverage Group: il C.d.A. approva il progetto di bilancio di esercizio e consolidato al 31 dicembre 2015.

COMUNICATO STAMPA. Massimo Zanetti Beverage Group: il C.d.A. approva il progetto di bilancio di esercizio e consolidato al 31 dicembre 2015. COMUNICATO STAMPA Massimo Zanetti Beverage Group: il C.d.A. approva il progetto di bilancio di esercizio e consolidato al 31 dicembre 2015. Nel 2015 i volumi di vendita del caffè tostato sono stati pari

Dettagli

De Longhi S.p.A. Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010

De Longhi S.p.A. Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2010 De Longhi S.p.A. Organi societari * Consiglio di amministrazione GIUSEPPE DE'LONGHI FABIO DE'LONGHI ALBERTO CLÒ ** RENATO CORRADA ** SILVIA DE'LONGHI CARLO GARAVAGLIA DARIO MELO GIORGIO SANDRI SILVIO SARTORI

Dettagli

Strategie su misura per la tua azienda

Strategie su misura per la tua azienda Strategie su misura per la tua azienda www.topfiidelity.it www.topfidelity.it LA FIDELIZZAZIONE Uno degli obiettivi che ogni azienda dovrebbe porsi è quello di fidelizzare la clientela. Il processo di

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2013

Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2013 Comunicato stampa Progetto di bilancio al 31 dicembre 2013 Approvati dal Consiglio i risultati 2013: Il bilancio consolidato 2013 conferma i risultati già riportati nel resoconto intermedio di gestione

Dettagli

Comunicato Stampa. Il Consiglio di Amministrazione di Ambromobiliare S.p.A. approva la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 Giugno 2013

Comunicato Stampa. Il Consiglio di Amministrazione di Ambromobiliare S.p.A. approva la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 Giugno 2013 Comunicato Stampa Il Consiglio di Amministrazione di Ambromobiliare S.p.A. approva la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 Giugno 2013 Ricavi netti 1.799 migliaia ( 1.641 migliaia al 30 giugno 2012)

Dettagli

Poligrafici Printing RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2010

Poligrafici Printing RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2010 Poligrafici Printing RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2010 18 CARICHE SOCIALI Consiglio di Amministrazione: (per l esercizio 2010) Presidente Consiglieri Giovanni TOSO Nicola NATALI Sergio VITELLI * *

Dettagli

Expert System: il CdA approva la Relazione Finanziaria al 30 giugno 2015

Expert System: il CdA approva la Relazione Finanziaria al 30 giugno 2015 Expert System: il CdA approva la Relazione Finanziaria al 30 giugno 2015 Prosegue la forte crescita internazionale per il consolidamento della leadership nell ambito del cognitive computing e dell analisi

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Interpump Group: risultati del terzo trimestre 2003

COMUNICATO STAMPA. Interpump Group: risultati del terzo trimestre 2003 COMUNICATO STAMPA Interpump Group: risultati del terzo trimestre 2003 Ricavi netti: +1,3% a 106,7 milioni di euro Ricavi netti dei primi nove mesi 2003: +2,6% a 384,5 milioni di euro In ottobre la crescita

Dettagli

Relazione sulla gestione

Relazione sulla gestione PIANORO CENTRO SPA SOCIETA' DI TRASFORMAZIONE URBANA Sede legale: PIAZZA DEI MARTIRI 1 PIANORO (BO) Iscritta al Registro Imprese di BOLOGNA C.F. e numero iscrizione: 02459911208 Iscritta al R.E.A. di BOLOGNA

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo semestre 2010

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo semestre 2010 Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo semestre 2010 Cagliari, 27 agosto 2010 Il Consiglio di Amministrazione di ha approvato i risultati al 30 giugno 2010. Risultato

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Gas Plus ha esaminato: Le Linee guida del prossimo Piano Industriale pluriennale

Il Consiglio di Amministrazione di Gas Plus ha esaminato: Le Linee guida del prossimo Piano Industriale pluriennale Milano, 5 Agosto 2011 COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione di Gas Plus ha esaminato: I dati consolidati del 1 semestre 2011 Le Previsioni 2011 Le Linee guida del prossimo Piano Industriale

Dettagli

BIOERA: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2007 RICAVI TOTALI CONSOLIDATI +55,6% ED EBIT

BIOERA: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2007 RICAVI TOTALI CONSOLIDATI +55,6% ED EBIT COMUNICATO STAMPA BIOERA S.p.A. Cavriago, 28 settembre 2007 BIOERA: IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE APPROVA I RISULTATI AL 30 GIUGNO 2007 RICAVI TOTALI CONSOLIDATI +55,6% ED EBIT +17,2% Ricavi totali consolidati:

Dettagli

Bilancio consolidato semestrale al 30 giugno 2014

Bilancio consolidato semestrale al 30 giugno 2014 Bilancio consolidato semestrale al 30 giugno 2014 Utile netto consolidato 22,7 milioni di euro Patrimonio netto consolidato 347 milioni di euro Liquidita' disponibile oltre 136 milioni di euro Il Consiglio

Dettagli

Fatturato e Cash flow in crescita

Fatturato e Cash flow in crescita GRUPPO SOL COMUNICATO STAMPA RISULTATI DI BILANCIO CONSOLIDATO AL 31-12- 2005 Fatturato e Cash flow in crescita Fatturato consolidato: Euro 346 milioni (+7,5%) Cash Flow: Euro 56,3 milioni (+4 %) Utile

Dettagli

Investimento e Sviluppo Mediterraneo spa. Il CdA approva i risultati al 31 marzo 2008

Investimento e Sviluppo Mediterraneo spa. Il CdA approva i risultati al 31 marzo 2008 Comunicato Stampa Investimenti e Sviluppo Mediterraneo S.p.A.: Il CdA approva i risultati al 31 marzo 2008 Trimestre: gennaio 2008 marzo 2008 Margine di interesse pari a euro 327.660 Margine di intermediazione

Dettagli

Il CDA de I GRANDI VIAGGI approva il progetto di bilancio 2014

Il CDA de I GRANDI VIAGGI approva il progetto di bilancio 2014 Comunicato Stampa Il CDA de I GRANDI VIAGGI approva il progetto di bilancio 2014 RISULTATI CONSOLIDATI Ricavi a 69,3 milioni (61,3 milioni nel 2013) EBITDA 1 a 0,4 milioni (-2,1 milioni nel 2013) EBIT

Dettagli

Forum Luogo di discussione aperto a tutti coloro che vogliono confrontare le proprie esperienze di utilizzo con altri utenti.

Forum Luogo di discussione aperto a tutti coloro che vogliono confrontare le proprie esperienze di utilizzo con altri utenti. Digital.it è la più grande guida italiana all elettronica di consumo, con anteprime, schede tecniche e recensioni di oltre 200.000 prodotti Hi-Tech: dai cellulari alle fotocamere, dai PC Notebook ai lettori

Dettagli

Risultati ed andamento della gestione

Risultati ed andamento della gestione Risultati ed andamento della gestione L utile di periodo evidenzia un sostanziale pareggio, al netto dell accantonamento per 87,5 /milioni a Fondo Rischi Finanziari Generali, destinato alla copertura del

Dettagli

Comunicato Stampa 27 agosto 2013

Comunicato Stampa 27 agosto 2013 Landi Renzo: il CDA approva i risultati al 30 giugno 2013 o Fatturato a 112,0 milioni di euro (139,2 milioni di euro al 30 giugno 2012) o EBITDA a 5,1 milioni di euro (16,2 milioni di euro al 30 giugno

Dettagli

Poligrafica S. Faustino S.p.A.: approvato il progetto di bilancio 2012

Poligrafica S. Faustino S.p.A.: approvato il progetto di bilancio 2012 Poligrafica S. Faustino S.p.A.: approvato il progetto di bilancio 2012 Vendite pari a Euro 40,7 milioni (Euro 41,4 milioni al 31 dicembre 2011) EBITDA negativo per Euro 0,66 milioni (negativo per Euro

Dettagli

Noi Abbiamo la soluzione Mobile per il tuo business.

Noi Abbiamo la soluzione Mobile per il tuo business. by Noi Abbiamo la soluzione Mobile per il tuo business. 11 AP TIME Proponiamo soluzioni mobile innovative per le aziende che desiderano una presenza importante nel settore del Digital & Mobile Marketing.

Dettagli

Comunicato Stampa. Nel trimestre EBITDA positivo a 10,4 mln di euro e posizione finanziaria migliorata di 12,6 mln di euro

Comunicato Stampa. Nel trimestre EBITDA positivo a 10,4 mln di euro e posizione finanziaria migliorata di 12,6 mln di euro Comunicato Stampa Il CdA di approva i dati relativi al terzo trimestre dell esercizio 2004-05 e propone l autorizzazione al buy-back di azioni proprie Nel trimestre EBITDA positivo a 10,4 mln di euro e

Dettagli

Progetto di Bilancio 2004

Progetto di Bilancio 2004 Progetto di Bilancio 2004 Magenta, 30 marzo 2005 Esercizio 2004 Dati consolidati Ricavi netti: 471 milioni di euro, rispetto ai 542 milioni di euro a fine 2003 (-13%). Margine operativo lordo: 45,2 milioni

Dettagli

risultato operativo (EBIT) positivo e pari ad euro 58 migliaia; risultato netto di competenza del Gruppo negativo e pari ad euro 448 migliaia.

risultato operativo (EBIT) positivo e pari ad euro 58 migliaia; risultato netto di competenza del Gruppo negativo e pari ad euro 448 migliaia. Il Gruppo Fullsix consolida la crescita e la marginalità industriale. Il Consiglio di Amministrazione di FullSix S.p.A. ha approvato il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2015. Nel dettaglio,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA (ai sensi della delibera CONSOB n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche ed integrazioni)

COMUNICATO STAMPA (ai sensi della delibera CONSOB n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche ed integrazioni) COMUNICATO STAMPA (ai sensi della delibera CONSOB n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche ed integrazioni) Il Consiglio di Amministrazione approva il Resoconto Intermedio di gestione al 31 marzo

Dettagli

Dati significativi di gestione

Dati significativi di gestione 182 183 Dati significativi di gestione In questa sezione relativa al Rendiconto Economico sono evidenziati ed analizzati i risultati economici raggiunti da ISA nel corso dell esercizio. L analisi si focalizza

Dettagli

ESAMINATI GLI EFFETTI SUL BILANCIO 2004 DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI IAS/IFRS

ESAMINATI GLI EFFETTI SUL BILANCIO 2004 DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI IAS/IFRS CAMFIN s.p.a. COMUNICATO STAMPA RIUNITO IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI CAMFIN SPA ESAMINATI GLI EFFETTI SUL BILANCIO 2004 DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI IAS/IFRS APPROVATA LA RELAZIONE

Dettagli

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009 RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009 Filatura di Pollone S.p.A. Sede in Pollone (BI), Via A. Botto n. 29 Capitale sociale: Euro 5.538.000,00 i.v. N.ro Reg. Imprese e Codice Fiscale 81020000022

Dettagli

Informazione al pubblico ai sensi della Delibera Consob n.11971 del 14 maggio 1999

Informazione al pubblico ai sensi della Delibera Consob n.11971 del 14 maggio 1999 Informazione al pubblico ai sensi della Delibera Consob n.11971 del 14 maggio 1999 Il Cda ha approvato i risultati consolidati del primo trimestre 2005 Il fatturato è cresciuto del 6,5%, da 21,6 a 23 milioni

Dettagli

TROVA NUOVI CLIENTI E MOLTIPLICA I TUOI PROFITTI CON

TROVA NUOVI CLIENTI E MOLTIPLICA I TUOI PROFITTI CON TROVA NUOVI CLIENTI E MOLTIPLICA I TUOI PROFITTI CON MARKETING ON LINE UN SUCCESSO GARANTITO! PERCHÉ GOOGLE ADWORDS? A pprofitta di tutti i vantaggi della nostra offerta: credito omaggio per i tuoi annunci,

Dettagli

LEGGERE E ANALIZZARE IL BILANCIO D ESERCIZIO

LEGGERE E ANALIZZARE IL BILANCIO D ESERCIZIO B2corporate Maurizio Nizzola LEGGERE E ANALIZZARE IL BILANCIO D ESERCIZIO La lettura e la corretta interpretazione del bilancio d esercizio è di fondamentale importanza per valutare l andamento economico

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione approva la Relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2015 che evidenzia:

Il Consiglio di Amministrazione approva la Relazione finanziaria semestrale consolidata al 30 giugno 2015 che evidenzia: COMUNICATO STAMPA (redatto ai sensi della Delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche e integrazioni) Il Consiglio di Amministrazione approva la Relazione finanziaria semestrale

Dettagli

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite >> Marketing e Management CONCESSIONARIE DI PUBBLICITA di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite >> Marketing e Management DEFINIZIONI DEL SETTORE Il settore delle «concessionarie di pubblicità» si occupa della vendita di spazi

Dettagli

Dalla business idea alla sua realizzazione: il ruolo del business plan

Dalla business idea alla sua realizzazione: il ruolo del business plan TRIESTE 25 gennaio - 15 febbraio 2014 Dalla business idea alla sua realizzazione: il ruolo del business plan GIORGIO VALENTINUZ DEAMS «Bruno de Finetti» Università di Trieste www.deams.units.it Il business

Dettagli

DIFFERENZIARE LE CAMPAGNE DI MARKETING La scelta del canale adeguato

DIFFERENZIARE LE CAMPAGNE DI MARKETING La scelta del canale adeguato Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it DIFFERENZIARE

Dettagli