Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi"

Transcript

1 La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani del cuoio fin dagli anni Trenta. La loro missione consisteva nel dare agli orfani di guerra la possibilità di apprendere un attività pratica che gli permettesse di guadagnarsi da vivere: l arte della pelletteria. I frati misero a disposizione del progetto l antico dormitorio ed i banchi di lavoro furono sistemati nel corridoio dove ancora oggi sono simbolo e strumento della artigianalità delle maestranze della Scuola del Cuoio. Il Noviziato fu donato ai Francescani durante il Rinascimento dalla famiglia Medici, incaricando l architetto Michelozzo della sua costruzione. Il corridoio principale, con il soffitto a volta e gli stemmi dei Medici sulle porte e sulla cappa del camino è decorato con affreschi eseguiti dalla scuola di Domenico Ghirlandaio. I primi studenti della Scuola del Cuoio vennero Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi Mediterraneo), dell Aeronautica Americana, della Quinta Armata e delle Ambasciate Americane in Europa. Questi legami contribuirono molto alla fama della Scuola del Cuoio negli Stati Uniti tanto che la scrivania della Stanza Ovale fu impreziosita dal generale Dwight D. Eisenhower, allora Presidente degli Stati Uniti, con un servito lavorato a mano e decorato in oro realizzato dagli artigiani della Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950 dalla "Città dei Ragazzi di Pisa, dove gli orfani di guerra erano affidati alle cure della comunità dei Francescani Minori Conventuali. Ad essi, gli artigiani della Scuola Fiorentina insegnarono i segreti dei pellami e della manifattura. Cominciarono a creare borse e valige, ma anche serviti da scrivania e portagioie e a praticare l arte della doratura servendosi di oro a 22 carati. Nel maggio del 1950 la Scuola, grazie alla crescente richiesta di prodotti artigianali di alta qualità, aprì le porte alla clientela dentro i suoi laboratori; nello stesso tempo divenne fornitore della Sesta Flotta Americana (di base nel Scuola fiorentina. Figura 2: Scuola del Cuoio nel 1956 Con il sostegno del Ministero degli Esteri italiano, Giorgio La Pira, allora sindaco di Firenze, riconobbe formalmente il significativo ruolo sociale svolto nella città di questa Scuola e creò così due borse di studio annuali per ragazzi dei paesi del Terzo Mondo. Alla fine degli anni Cinquanta, in accordo con il Ministero della Giustizia, la Scuola cominciò a offrire corsi ai detenuti del carcere delle Murate e dei centri di detenzione minorile. Alcuni dei giovani ammessi ai programmi di rieducazione lavorano ancora nelle fabbriche della Toscana, del Veneto e anche nella stessa Scuola del Cuoio. Nel 1972 Marcello Gori fu onorato con medaglia al merito per la Rieducazione dei Carcerati. La posizione unica, la qualità dei suoi prodotti e la fedeltà alla tradizione hanno reso la Scuola del Cuoio celebre. La sua fama ha contribuito molto alla crescente proliferazione di negozi di pelletteria nel quartiere di Santa Croce; ma questo, dentro il Convento, rimane tuttavia l unico autentico laboratorio in cui i visitatori possono osservare gli artigiani mentre creano i prodotti in cuoio nello storico corridoio rinascimentale. I frati del Convento di Santa Croce e la famiglia Gori condividono da sempre la filosofia che ha reso possibile la creazione della Scuola del Cuoio: ridare vita alle arti minori, attingendo all esperienza dei maestri artigiani, e sostenere le grandi tradizioni dell artigianato fiorentino. La Scuola del Cuoio e i Frati della Basilica sono dunque orgogliosi di offrire un esperienza unica di apprendimento a studenti di ogni parte del mondo. La Scuola del Cuoio, ancora oggi, continua ad accogliere studenti e a offrire borse di studio a studenti della Comunità Europea in possesso dei requisiti richiesti, riaffermando così l importante ruolo sociale che la contraddistingue fin dal suo inizio.

2 Il metodo didattico Scuola del Cuoio segue la secolare tradizione fiorentina di tenere fianco a fianco il maestro artigiano e l apprendista durante le attività quotidiane. Gli studenti e i maestri artigiani lavorano nei laboratori situati nelle stanze con i soffitti di mattoni a volta dello storico Cortile dei Novizi del Monastero di Santa Croce e usano strumenti fatti a mano che risalgono a mezzo secolo fa. L attività di ogni apprendista è guidata e coordinata dal lavoro del maestro artigiano. Il programma formativo: CORSO 3 MESI (circa 360 ore complessive) Scuola del Cuoio offre due tipologie di corso. La prima ha la durata di tre mesi (per un totale di circa 360 ore) ed è finalizzato alla formazione di base. Di seguito è riportato il programma del corso, che si tiene con inizio il 12 Gennaio 2015, il 6 Aprile 2015 e il 21 Settembre 2015 (soggetto a conferma), con orario la mattina e il pomeriggio. Il costo del corso di 3 mesi, comprensivo di Iva e tasse d iscrizione, è di 5600,00 *(soggetto a cambiamento) Materia Descrizione Modelleria Elementi tecnici della creazione del modello Funzione del modello e suo sviluppo Creazione del modello Elementi tecnici del modello Analisi dei materiali Studio dei pellami e tessuti I pellami nella borsa: caratteristiche tecniche e funzionali Laboratorio artigianale Sviluppo di tecniche artigianali applicate Tecnica taglio vivo Tecnica rimbocco Tecnica filetto Cucitura a macchina Scarnitura Taglio Preparazione e montaggio CORSO 6 MESI (circa 720 ore complessive) La seconda tipologia di corso ha una durata di sei mesi e data di inizio il 12 Gennaio 2014, con orario la mattina e il pomeriggio. Il costo del corso di 6 mesi, comprensivo di Iva e tasse d iscrizione, è di 9.800,00 *(soggetto a cambiamento) Materia Descrizione Modelleria Elementi tecnici della creazione del modello Funzione del modello e suo sviluppo Creazione del modello I Creazione del modello II Dal design al modello Ruolo del modellista Elementi tecnici del modello Analisi dei materiali Studio dei pellami e tessuti I pellami nella borsa: caratteristiche tecniche e funzionali Processi produttivi e conciari Il mercato degli approvvigionamenti Visita conceria Visita Lineapelle Laboratorio artigianale Sviluppo di tecniche artigianali applicate Tecnica taglio vivo Tecnica rimbocco Tecnica filetto Tecnica intreccio Cucitura a macchina I Cucitura a macchina II Cucitura a mano Scarnitura Taglio Preparazione e montaggio Esame Progetto stilistico-tecnico-manageriale

3 Scuola del Cuoio: Corsi brevi I corsi brevi di Scuola del Cuoio mirano a introdurre all artigianato del cuoio gli studenti interessati a prendere parte a un irripetibile esperienza sotto la guida di un Maestro I corsi, che possono essere organizzati su richiesta, non hanno una data fissa di inizio e di fine e i partecipanti sono quindi liberi di programmare la loro breve esperienza di studio in base alla propria disponibilità di tempo. Sono ideali per turisti, piccoli gruppi, studenti e chiunque sia interessato ad arricchire culturalmente il suo soggiorno a Firenze. I corsi di tale durata sono tenuti ogni giorno dal lunedì al venerdì dalle alle e dalle 2:30 alle 5:30 e hanno la durata di mezza giornata (3 ore), 1 giornata (6 ore), 1 settimana (5 giorni - 30 ore). Corsi di mezza giornata: copertina in cuoio Numero dei partecipanti Corso di mezza giornata 3 ore Vat Vat Vat Vat Vat Il corso di mezza giornata inizia con una introduzione alla storia ed alla attività di Scuola del Cuoio e una breve lezione sui materiali usati per creare prodotti in cuoio. I partecipanti entrano poi nel laboratorio dove il Maestro Pellettiere insegna a tagliare, approntare e rifinire una copertina in cuoio per un giornale di viaggio. Le tariffe comprendono la copertina finita con il diario. Corso di una giornata 6 ore Borsa Numero dei partecipanti Corso di una giornata: Borsa a tracolla o Cornice in Cuoio Vat Vat Vat Vat Vat Agli iscritti al corso di una giornata vengono offerte una introduzione alla storia ed alla attività di Scuola del Cuoio e una breve lezione sui materiali usati per creare prodotti in cuoio. I partecipanti approntano e rifiniscono una borsa a tracolla in cuoio o una cornice. Le tariffe comprendono il prodotto realizzato. Corso di una giornata: Cintura su misura in Cuoio Corso speciale: Cintura in cuoio su misura (disponibile con programma di tre o sei ore, a seconda del punto di produzione scelto come inizio del corso) Numero dei partecipanti Tariffa per partecipante Vat Vat Vat Vat Agli iscritti al corso di una giornata vengono offerte una introduzione alla storia ed alla attività di Scuola del Cuoio e una breve lezione sui materiali usati per creare prodotti in cuoio. I partecipanti approntano e rifiniscono una cintura su misura in cuoio, cucita a mano con filo di lino cerato. Le tariffe comprendono il prodotto realizzato.

4 Numero dei partecipanti Individuale Corso di 5 giorni:una settimana in laboratorio Corso di 5 giorni 30 ore 1500,00 + Iva *(soggetto a cambiamento) Durante il corso di una settimana (circa 30 ore), gli studenti ricevono una presentazione della Scuola del Cuoio e una breve lezione sui materiali usati per creare prodotti in cuoio e assistono a una dimostrazione di doratura. I partecipanti entrano poi nel laboratorio dove il Maestro Pellettiere nel corso della settimana insegna a tagliare, creare e rifinire svariati oggetti, tra cui portaocchiali, portadocumenti, borsa a tracolla ed altri oggetti in pelle. Le tariffe non comprendono i prodotti eventualmente realizzati. Visita tecnica guidata Visita tecnica guidata (Italiano o Inglese) su prenotazione (al costo di euro Iva inclusa fino a 7 partecipanti e euro per ciascun ulteriore partecipante) della durata di 60 minuti circa. La visita include una illustrazione storico culturale della pelletteria artigianale fiorentina, l analisi delle tecniche di lavorazione e delle diverse pelli utilizzate, oltre alla dimostrazione di doratura della pelle ed alla visita dei laboratori al piano terreno e la consegna di una copia cartacea della rivista allegata, stampata in occasione del nostro 60esimo anniversario. Il numero massimo di partecipanti per le visite è di 20 persone (circa). Gruppi più numerosi dovranno essere divisi in sotto-gruppi con accesso scadenzato (secondo gruppo a 30 minuti circa dal primo). Le visite tecniche sono disponibili dal lunedi al venerdi, tra le e le 13.30, oppure tra le e le Le visite gratuite sono disponibili tra le e le Le visite gratuite sono prenotabili, salvo disponibilità, anche nel fine settimana tra le e le La visita non include il prezzo del biglietto per l eventuale visita della Chiesa di Santa Croce. Piazza Santa Croce 16 (attraverso la Basilica di Santa Croce) e Via San Giuseppe 5R (accesso dal giardino che circonda l Abside) Firenze, Italia Tel.: Fax: ScuolaDelCuoio.com Scuola del Cuoio

la buona scuola Sintesi linee guida

la buona scuola Sintesi linee guida la buona scuola Sintesi linee guida A cura del Gruppo PD VII Commissione della Camera dei deputati Settembre 2014 Indice La buona scuola in 12 punti...3 Introduzione...4 Capitolo 1 Assumere tutti i docenti...5

Dettagli

Guida ai Corsi. www.unicaffe.com

Guida ai Corsi. www.unicaffe.com Guida ai Corsi indice p.06 p.08 p.12 p.36 p.61 p.66 Mappa della proposta formativa Alta Formazione Corsi di Formazione Corsi Divulgativi Informazioni e numeri utili Progetti editoriali In illy si pensa

Dettagli

Guida ai percorsi. dopo il diploma. Provincia di Pesaro e Urbino. Assessorato Formazione professionale e Politiche Attive per il Lavoro UNIONE EUROPEA

Guida ai percorsi. dopo il diploma. Provincia di Pesaro e Urbino. Assessorato Formazione professionale e Politiche Attive per il Lavoro UNIONE EUROPEA Provincia di Pesaro e Urbino Assessorato Formazione professionale e Politiche Attive per il Lavoro UNIONE EUROPEA FONDO SOCIALE EUROPEO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio

Dettagli

5 fondata sul lavoro

5 fondata sul lavoro 5 fondata sul lavoro In Italia abbiamo 700 mila disoccupati tra i 15-24enni, e 4 milioni 355 mila ragazzi che non studiano, non lavorano, non sono in formazione (c.d. NEET), in grossa parte alimentati

Dettagli

Carta del servizio Centro per l'infanzia la casa sull'albero

Carta del servizio Centro per l'infanzia la casa sull'albero Carta del servizio Centro per l'infanzia la casa sull'albero INTRODUZIONE E PRESENTAZIONE DEL SERVIZIO La scelta di redigere una Carta del Servizio significa far conoscere il servizio, garantire trasparenza

Dettagli

la buona SCUOLA facciamo crescere il paese

la buona SCUOLA facciamo crescere il paese la buona SCUOLA facciamo crescere il paese INDICE Assumere tutti 1 i docenti di cui 2 la buona scuola ha bisogno 1.1 Tutti i nuovi docenti 1.2 Fuori e dentro la classe, cosa faranno questi nuovi docenti

Dettagli

L italiano. Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

L italiano. Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale L italiano NEL MONDO CHE CAMBIA Stati Generali della Lingua Italiana nel Mondo Firenze, 21-22 ottobre 2014 Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e della Cooperazione Internazionale

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

assumere tutti i docenti di cui la buona scuola ha bisogno

assumere tutti i docenti di cui la buona scuola ha bisogno 1 assumere tutti i docenti di cui la buona scuola ha bisogno È difficile pensare di poter affrontare i nodi strutturali della scuola italiana senza affrontare prima le emergenze. Quelle emergenze diventate

Dettagli

L INVESTIMENTO CHE L ITALIA DEVE FARE NELLA FORMAZIONE DI ARTISTI E MUSICISTI

L INVESTIMENTO CHE L ITALIA DEVE FARE NELLA FORMAZIONE DI ARTISTI E MUSICISTI L INVESTIMENTO CHE L ITALIA DEVE FARE NELLA FORMAZIONE DI ARTISTI E MUSICISTI INDICE INTRODUZIONE Lo Stato dell Arte PRIMA PARTE 1 4. 2Offerta formativa 3 1. Internazionalizzazione 2. Autonomia 3. Valutazione

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO (d.p.r. 15 marzo 2010, n. 87, articolo 8, comma 6) 1 INDICE Premessa 1. Azioni per il passaggio al nuovo ordinamento 1.1.Rendere

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

La politica agricola comune

La politica agricola comune La politica agricola comune Continua... ANNI di Politica Agricola Comune Pronti per il futuro U N A P A R T N E R S H I P T R A L ' E U R O P A E G L I A G R I C O L T O R I Agricoltura e sviluppo rurale

Dettagli

Il Ministro dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Università e della Ricerca VISTO il decreto legge 18 maggio 2006, n. 181, convertito dalla legge 17 luglio 2006, n. 233 ed in particolare l articolo 1, comma 8; VISTO l'articolo 17, comma 95, della legge 15 maggio 1997, n. 127 e

Dettagli

E se ci facessimo aiutare dai ragazzi? Il laboratorio adulto Cantieri diffusi per piccole opere La madre dello yogourt

E se ci facessimo aiutare dai ragazzi? Il laboratorio adulto Cantieri diffusi per piccole opere La madre dello yogourt E se ci facessimo aiutare dai ragazzi? Qualche ipotesi sulla relazione tra sperimentazioni e comunicazione dopo l incontro tra il CSN e gli staff regionali del 14 novembre di Franco Lorenzoni Il 14 novembre

Dettagli

Carta della qualità dei servizi

Carta della qualità dei servizi MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA CULTURALI Museo Diego Aragona Pignatelli Cortes Carta della qualità dei servizi II. PRESENTAZIONE CHE COS È LA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI La Carta della qualità

Dettagli

La scuola. che verrà. Idee per una riforma tra continuità e innovazione

La scuola. che verrà. Idee per una riforma tra continuità e innovazione La scuola che verrà Idee per una riforma tra continuità e innovazione Indice Prefazione 3 Introduzione 4 1. Gestire l eterogeneità 10 Personalizzazione 13 Le forme didattiche 13 La griglia oraria 17 Le

Dettagli

RAPPORTO DI MONITORAGGIO 2012

RAPPORTO DI MONITORAGGIO 2012 ALTERNANZA SCUOLA LAVORO: LO STATO DELL ARTE RAPPORTO DI MONITORAGGIO 2012 Direzione Generale per l istruzione e formazione tecnica superiore e per i rapporti con i sistemi formativi delle Regioni La redazione

Dettagli

I QUADERNI DI EURYDICE N. 28

I QUADERNI DI EURYDICE N. 28 Ministero d e l l i s t r u z i o n e, d e l l università e della r i c e r c a (MIUR) Di r e z i o n e Ge n e r a l e p e r g l i Affari In t e r n a z i o n a l i INDIRE Un i t à It a l i a n a d i Eu

Dettagli

BREVETTI INTRODUZIONE ALL UTILIZZO PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

BREVETTI INTRODUZIONE ALL UTILIZZO PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE UIBM_Copertine_080410.qxp:Layout 1 15-04-2010 16:33 Pagina 9 Dipartimento per l impresa e l internazionalizzazione Direzione Generale per la lotta alla contraffazione - UIBM Via Molise, 19-00187 Roma Call

Dettagli

La produzione e la diffusione della conoscenza Ricerca, innovazione e risorse umane

La produzione e la diffusione della conoscenza Ricerca, innovazione e risorse umane Roma, luglio 2010 La produzione e la diffusione della conoscenza Ricerca, innovazione e risorse umane a cura di Giorgio Sirilli LA PRODUZIONE E LA DIFFUSIONE DELLA CONOSCENZA RICERCA, INNOVAZIONE E RISORSE

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) Servizio Civile Nazionale Provincia di Foggia SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: PROVINCIA DI FOGGIA Piazza XX Settembre

Dettagli

Roma, aprile 2012 L EVOLUZIONE NEI RAPPORTI TRA UNIVERSITÀ,

Roma, aprile 2012 L EVOLUZIONE NEI RAPPORTI TRA UNIVERSITÀ, Roma, aprile 2012 L EVOLUZIONE NEI RAPPORTI TRA UNIVERSITÀ, TERRITORIO E MONDO DEL LAVORO IN ITALIA: Un riepilogo delle principali trasformazioni degli ultimi venti anni di Cristiana Rita Alfonsi e Patrizia

Dettagli

TITOLO DEL PROGETTO: TRA CULTO E CULTURA_GARANZIA GIOVANI

TITOLO DEL PROGETTO: TRA CULTO E CULTURA_GARANZIA GIOVANI PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA TITOLO DEL PROGETTO: TRA CULTO E CULTURA_GARANZIA GIOVANI Veduta di Ragusa Ibla 1 SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO

Dettagli

Sviluppo di una politica di orientamento permanente: il Resource Kit europeo

Sviluppo di una politica di orientamento permanente: il Resource Kit europeo ELGPN TOOLS Sviluppo di una politica di orientamento permanente: il Resource Kit europeo ELGPN Tools No. 1 Sviluppo di una politica di orientamento permanente: il Resource Kit europeo Il presente documento

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL APPRENDIMENTO IN OGNI ETA

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL APPRENDIMENTO IN OGNI ETA REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL APPRENDIMENTO IN OGNI ETA INDICE GENERALE SEZIONE I CARATTERISTICHE DEL SISTEMA LOCALE PER IL DIRITTO ALL APPRENDIMENTO ART. 1 PRINCIPI DI RIFERIMENTO ART. 2 FINALITA GENERALI

Dettagli

L esperienza pisana dei Patti Comunitari per lo sviluppo e la Qualità Sociale

L esperienza pisana dei Patti Comunitari per lo sviluppo e la Qualità Sociale Candidatura di Pisa al Premio Internazionale Chiara Lubich per la Fraternità ALLEGATO 1 L esperienza pisana dei Patti Comunitari per lo sviluppo e la Qualità Sociale Sulla traccia dell impegno comunitario

Dettagli

ISTITUTI TECNICI LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO. (d.p.r. 15 marzo 2010, articolo 8, comma 3)

ISTITUTI TECNICI LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO. (d.p.r. 15 marzo 2010, articolo 8, comma 3) ISTITUTI TECNICI LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO (d.p.r. 15 marzo 2010, articolo 8, comma 3) 1 INDICE Premessa 1. Azioni per il passaggio al nuovo ordinamento 1.1.Rendere riconoscibile

Dettagli