PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI STRANIERI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI STRANIERI"

Transcript

1 ISTITUTO COMPRENSIVO di COSSATO Piazza Angiono, COSSATO (BI) Cod. Mecc. BIIC Codice Fiscale: Tel Fax PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI STRANIERI Il Protocollo d Accoglienza è un atto formale che riconosce la specificità dei bisogni delle famiglie e dei minori stranieri: bisogni di accoglienza, di valorizzazione, di promozione culturale e sociale, di appartenenza. Consente alla scuola di dare una risposta pedagogica progettuale e di superare una gestione dell inserimento degli alunni stranieri segnata dalla casualità, dalla discrezione e dalla frammentarietà degli interventi. La sua adozione consente di attuare in modo operativo le seguenti indicazioni C.M. n. 2 dell'8 gennaio 2010 Indicazioni e raccomandazioni per l'integrazione di alunni con cittadinanza non italiana Documento di indirizzo La via italiana per la scuola interculturale e l'integrazione degli alunni stranieri - Ottobre 2007 C.M. n. 24 del 1/3/2006 Linee guida per l'accoglienza e l'integrazione degli alunni stranieri Definisce: - criteri e indicazioni riguardanti l iscrizione e l inserimento a scuola degli alunni stranieri - compiti e ruoli degli operatori scolastici - le fasi dell accoglienza - modalità di interventi per favorire l apprendimento della lingua italiana - le risorse e gli strumenti necessari per tali interventi - Si propone di: - facilitare l ingresso a scuola dei bambini stranieri e sostenerli nella fase di adattamento - favorire un clima d accoglienza scolastica e sociale che rimuova eventuali ostacoli alla piena integrazione, con il coinvolgimento delle famiglie e delle risorse del territorio - promuovere la collaborazione tra le scuole e tra scuola e territorio sui temi dell accoglienza e dell educazione interculturale per costruire un contesto favorevole all incontro con altre culture e con le storie di ogni bambino

2 1. L ISCRIZIONE LE TAPPE DEL PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA L iscrizione è il primo passo del percorso di accoglienza dell alunno straniero e della sua famiglia. La Scuola individua tra il personale di segreteria un incaricato che segua il ricevimento delle iscrizioni degli alunni stranieri in modo continuativo, al fine di affinare abilità comunicative e relazionali che facilitino l interazione con i genitori stranieri. Per garantire un'adeguata chiarezza nel passaggio delle informazioni scuola-famiglia la segreteria sarà dotata di modulistica in più lingue COMPITI DELLA SEGRETERIA: - iscrivere l alunno - raccogliere la documentazione relativa alla scolarità pregressa - fornire ai genitori modulistica in più lingue per una prima informazione sul sistema scolastico - Fornire ai genitori la modulistica bilingue (quando presente) per facilitare la comunicazione con gli insegnanti (assicurazione, uscite, assenze, discipline, progetti, materiali necessari - contattare il referente o un docente della classe per concordare il primo colloquio con la famiglia - Curare gli aspetti organizzativo - gestionali, sulla base delle proposte dei docenti incaricati dell accoglienza, degli eventuali laboratori affidati a facilitatori linguistici - modulo d iscrizione in italiano o bilingue se necessario - modulistica varia multilingue 2. COLLOQUIO CON LA FAMIGLIA E indispensabile per raccogliere una serie d informazioni sull alunno che consentano di adottare decisioni adeguate, sia sulla classe in cui dovrà essere inserito, sia sui percorsi di facilitazione che dovrebbero essere attivati. Il colloquio con la famiglia permetterà di conoscere i percorsi scolastici pregressi e le competenze possedute dall alunno, ma anche per avviare un dialogo fra la famiglia e la scuola. Dagli incontri potrà emergere un iniziale ma significativa biografia scolastica e relazionale dell alunno. COMPITI DEI DOCENTI: - esaminare la prima documentazione raccolta in Segreteria all atto dell iscrizione - effettuare un colloquio con la famiglia - raccogliere le possibili informazioni riguardanti la scolarità pregressa dell alunno

3 - compilare un iniziale biografia scolastica e linguistica dell alunno - facilitare la conoscenza della scuola - richiedere, se necessario, l intervento del mediatore culturale - fornire, possibilmente in versione semplificata e/o in lingua madre, il regolamento, il calendario scolastico e una sintesi del POF per facilitare la comprensione della nuova realtà scolastica - sottolineare la necessità e il significato di una proficua collaborazione scuola famiglia - esplorare la possibilità da parte della famiglia di fornire il materiale scolastico - traccia del colloquio con la famiglia - informazioni sui sistemi scolastici dei paesi d origine dei bambini immigrati - elenco dei mediatori 3. COLLOQUIO E OSSERVAZIONE DELL ALUNNO Il colloquio, l osservazione e le prove d ingresso rappresentano il primo passo per conoscere le esperienze scolastiche e familiari, le competenze linguistiche, i percorsi cognitivi e relazionali del nuovo alunno, tuttavia è un momento significativo di presa di contatto con la nuova realtà scolastica, perciò è importante creare un clima rassicurante in cui egli si senta accolto. COMPITI DEL DOCENTE INCARICATO: facilitare la conoscenza della nuova scuola articolare un colloquio con l alunno anche in presenza dei genitori e/o del mediatore culturale somministrare le prove d ingresso Sintetizzare i risultati delle prove test d ingresso che non richiedono la conoscenza dell italiano: prove logico matematiche organizzate su diversi livelli di competenza prove di rilevazione di abilità extralinguistiche articolate in logica memoria funzioni di base motricità attività grafico manipolative prova di comprensione, di scrittura e lettura in lingua madre, condotte dal mediatore prove di accertamento del livello di conoscenza spontanea e non dell italiano 4. ASSEGNAZIONE ALLA CLASSE Gli elementi raccolti durante le due precedenti fasi permettono di assumere decisioni in merito alla classe d inserimento fermo restando quanto previsto dalla legge in merito all età anagrafica dell alunno. (DRP 31/08/ 99 n 394.)

4 I minori stranieri soggetti all obbligo scolastico vengono iscritti alla classe corrispondente all età anagrafica, salvo che venga deliberata l iscrizione ad una classe diversa, tenendo conto: a. dell ordinamento degli studi del Paese di provenienza dell alunno, che può determinare l iscrizione ad una classe immediatamente inferiore o superiore rispetto a quella corrispondente all età anagrafica; b. dell accertamento di competenze, abilità e livelli di preparazione dell alunno; c. del corso di studi eventualmente seguito dall alunno nel Paese di provenienza; d. del titolo di studio eventualmente posseduto dall alunno Inoltre è utile prendere in considerazione alcuni fattori: Numero degli allievi per classe Eventuali alunni portatori di handicap presenti in classe Distribuzione equilibrata degli alunni stranieri nelle classi Situazione globale della classe(clima relazionale, problematiche ) Eventuali risorse (progetti attivati, compresenze ) Per una decisione avveduta e corretta è necessario avere informazioni sui sistemi scolastici dei paesi di provenienza. È altresì importante predisporre specifici interventi di facilitazione dell apprendimento della lingua italiana e preparare la classe prescelta ad accogliere il nuovo arrivato. 5. INSERIMENTO NELLA CLASSE E NELLA SCUOLA L inserimento in classe viene accompagnato dall individuazione dei percorsi di facilitazione che potranno essere attuati sulla base delle risorse disponibili. Nel protocollo vengono indicate le tipologie d intervento che la scuola è in grado di attivare attingendo a risorse professionali ed economiche interne ed esterne. I docenti della classe programmano i percorsi di facilitazione che potranno essere attuati in base alle reali possibilità: - utilizzo delle ore di contemporaneità dei docenti - attività di recupero in orario aggiuntivo dei docenti - insegnamento individualizzato e/o classi aperte come momenti specifici di rinforzo linguistico e formativo - opportunità di avvalersi del facilitatore linguistico e/o del mediatore culturale Sarebbe opportuno non dare eccessiva enfasi alla prima accoglienza mediante attività straordinarie che potrebbero mettere a disagio l alunno facendolo sentire estraneo e osservato. Il programma della giornata può venire modificato per dedicare alcuni momenti alla conoscenza dei nomi dei compagni e dei comandi più frequenti nel linguaggio della classe. I docenti incaricati dell accoglienza si occupano inoltre di

5 - formulare proposte per attività di formazione dei docenti - coordinare l acquisto e la gestione di specifici sussidi didattici (testi per l acquisizione dell italiano L2, narrativa bilingue, educazione interculturale, testi per l apprendimento, materiali multimediali, altro). COMPITI DEI DOCENTI DELLA CLASSE: - favorire l integrazione nella classe, promuovendo attività di piccolo gruppo, di apprendimento cooperativo - osservare l alunno e rilevare i suoi specifici bisogni di apprendimento - attivare metodologie flessibili che coinvolgano a più livelli tutti gli alunni - rivedere la progettazione di classe - individuare, in ogni ambito, esperienze che favoriscano la conoscenza di sé, il decentramento relazionale, il confronto e lo scambio di esperienze - definire il necessario adattamento dei programmi in relazione al livello di competenza dei singoli alunni stranieri adottando specifici interventi, individualizzati o per gruppi, per facilitare il processo di apprendimento della lingua italiana - individuare modalità di semplificazione o di facilitazione linguistica per ogni disciplina - affiancare all alunno neoarrivato un compagno ( italiano e/o straniero) che svolga la funzione di tutor, di compagno di viaggio, soprattutto nella prima fase di inserimento - pronto soccorso linguistico - testi per l accoglienza - testi e strumenti didattici per l accoglienza, per l insegnamento dell italiano L2, per l educazione interculturale INTERVENTO DEL FACILITATORE LINGUISTICO Nella prima fase dell inserimento scolastico, il facilitatore linguistico fornirà un supporto all insegnamento della lingua italiana come seconda lingua volto a: - 1. fornire all alunno straniero gli strumenti linguistici che gli possono permettere di partecipare ad alcune attività comuni della classe - 2. sviluppare l italiano utile sia alla scolarizzazione che alla socializzazione 6. VERIFICA DELL INTERVENTO EDUCATIVO- DIDATTICO Si prevedono periodici momenti di verifica dell attività svolta avvalendosi di test, di osservazioni dirette e desunte dalla lettura dei verbali dei Consigli di Classe.

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INSERIMENTO DEGLI ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INSERIMENTO DEGLI ALUNNI STRANIERI PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INSERIMENTO DEGLI ALUNNI STRANIERI Il Protocollo di Accoglienza è un documento che, deliberato dal Collegio Docenti e inserito nel P.O.F., predispone e organizza le procedure

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PREMESSA Il presente documento, deliberato dal Collegio docenti, intende definire tutte le azioni con cui avviare e facilitare l inserimento scolastico

Dettagli

RETE INTERCULTURALE DELLE SCUOLE DELLA VALCHIAVENNA

RETE INTERCULTURALE DELLE SCUOLE DELLA VALCHIAVENNA RETE INTERCULTURALE DELLE SCUOLE DELLA VALCHIAVENNA Circolo Didattico di Chiavenna Istituto Comprensivo Bertacchi - Chiavenna Istituto Comprensivo Garibaldi - Chiavenna Istituto Comprensivo di Novate Mezzola

Dettagli

Protocollo Accoglienza alunni stranieri. delle scuole materne, elementari, medie inferiori e medie superiori del Circondario Empolese Valdelsa

Protocollo Accoglienza alunni stranieri. delle scuole materne, elementari, medie inferiori e medie superiori del Circondario Empolese Valdelsa Protocollo Accoglienza alunni stranieri delle scuole materne, elementari, medie inferiori e medie superiori del Circondario Empolese Valdelsa INDICE 1. Introduzione pag. 3 2. La Commissione Accoglienza

Dettagli

Protocollo per l inserimento degli alunni stranieri

Protocollo per l inserimento degli alunni stranieri ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORTEGLIANO E CASTIONS DI STRADA Via Leonardo da Vinci, 11-33050 MORTEGLIANO (UD) Tel. 0432/761917 Fax 0432/760037 UDIC83900A - C.F. 80005260304 Scuola dell Infanzia Mortegliano,

Dettagli

Protocollo d accoglienza per l inserimento degli alunni stranieri

Protocollo d accoglienza per l inserimento degli alunni stranieri ISTITUTO COMPRENSIVO di SCUOLA dell INFANZIA, PRIMARIA e SECONDARIA di PRIMO GRADO di Mozzate Anno Scolastico 2006/2007 Protocollo d accoglienza per l inserimento degli alunni stranieri Indice 1. Gli obiettivi

Dettagli

CIRCOLO DIDATTICO DI CODIGORO A.S. 2005/2006

CIRCOLO DIDATTICO DI CODIGORO A.S. 2005/2006 CIRCOLO DIDATTICO DI CODIGORO A.S. 2005/2006 PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI 1 2 PREMESSA L inserimento di bambini e famiglie di diverse etnie nella scuola italiana avviene nell ambito di

Dettagli

tante tinte SPORTELLO BOVOLONE

tante tinte SPORTELLO BOVOLONE tante tinte SPORTELLO BOVOLONE accoglienza e protocollo di accoglienza E una dimensione della relazione umana, che va vissuta nei primi giorni come per tutto l anno. Interessa ogni alunno che arriva per

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA DELL ISTITUTO COMPRENSIVO 12 BOLOGNA

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA DELL ISTITUTO COMPRENSIVO 12 BOLOGNA PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA DELL ISTITUTO COMPRENSIVO 12 BOLOGNA Premessa Questo protocollo nasce dall esigenza di facilitare l accoglienza degli alunni figli di immigrati, di sostenere gli alunni nella

Dettagli

Protocollo Accoglienza alunni stranieri. degli Istituti Superiori dell Unione dei Comuni Circondario Empolese Valdelsa

Protocollo Accoglienza alunni stranieri. degli Istituti Superiori dell Unione dei Comuni Circondario Empolese Valdelsa Protocollo Accoglienza alunni stranieri degli Istituti Superiori dell Unione dei Comuni Circondario Empolese Valdelsa INDICE 1. Introduzione pag. 3 2. La Commissione Accoglienza pag. 5 3. L iscrizione

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI LEGGE 40/1998; D.P.R. 394/1999

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI LEGGE 40/1998; D.P.R. 394/1999 PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI LEGGE 40/1998; D.P.R. 394/1999 Gli obiettivi Il Protocollo d accoglienza è un documento che viene deliberato dal Collegio Docenti. Contiene le indicazioni riguardanti

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA Anno Scolastico 2009/2010 PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA Il Protocollo d Accoglienza è un documento che, deliberato dal Collegio ed inserito nel P.O.F., predispone e organizza le procedure che la Scuola intende

Dettagli

PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI DI MADRELINGUA NON ITALIANA. allegato al POF

PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI DI MADRELINGUA NON ITALIANA. allegato al POF Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di via Angelini Via Cesare Angelini, 9 27100 Pavia CF 96069510186 Cod. Mecc. PVIC834008 Tel. 0382 463374 Email: PVIC834008@istruzione.it

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale. Rita Levi Montalcini. Fontanafredda

Istituto Comprensivo Statale. Rita Levi Montalcini. Fontanafredda Istituto Comprensivo Statale Rita Levi Montalcini Fontanafredda PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA DI AMBITO PER ALUNNI STRANIERI PREMESSA : Il Protocollo di Accoglienza degli alunni stranieri definisce le procedure

Dettagli

PROTOCOLLO per l ACCOGLIENZA di ALUNNI STRANIERI Validità triennale

PROTOCOLLO per l ACCOGLIENZA di ALUNNI STRANIERI Validità triennale MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA PUGLIA Istituto Comprensivo San Giuseppe da Copertino - Copertino Via Mogadiscio 49 (ex 45) - 73043 Copertino

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PROTOCOLLO ACCOGLIENZA La presenza di alunni con cittadinanza non italiana, da tempo, ha assunto le caratteristiche di un fenomeno strutturale che la scuola deve affrontare, nella sua complessità, con

Dettagli

PROTOCOLLO D ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO D ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI PROTOCOLLO D ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI FINALITA DEL PROTOCOLLO Il protocollo definisce le tappe di un percorso condiviso che favorisca l accoglienza, l inserimento e l integrazione dei bambini

Dettagli

FUNZIONE STRUMENTALE INTERCULTURA

FUNZIONE STRUMENTALE INTERCULTURA ACCOGLIENZA della FAMIGLIA STRANIERA ISCRIZIONE L iscrizione è il primo passo del percorso di accoglienza dell alunno straniero e della sua famiglia. La scuola individua, nell ufficio della segreteria,

Dettagli

PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Il presente protocollo d accoglienza, deliberato dal Collegio Docenti in data, contiene criteri ed indicazioni riguardanti l iscrizione

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L'INSERIMENTO DEGLI ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L'INSERIMENTO DEGLI ALUNNI STRANIERI PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L'INSERIMENTO DEGLI ALUNNI STRANIERI Il presente protocollo è stato creato per l'accoglienza e l'integrazione degli alunni stranieri iscritti nelle scuole materne, elementari

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI Pag. 1 a 7 Protocollo di accoglienza alunni stranieri Istituto Comprensivo Via Cassia 1694 Roma XV Municipio XXVIII Distretto (2ª revisione) PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI Il Protocollo di

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI Il presente documento denominato Protocollo di Accoglienza è un documento che nasce da una più dettagliata esigenza d informazione relativamente

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI Il mutamento dello scenario scolastico con l arrivo costante di alunni stranieri impegna la scuola nella individuazione di nuovi strumenti ed interventi tendenti

Dettagli

PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI STRANIERI PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI STRANIERI PREMESSA Questo documento intende presentare un modello di accoglienza per affrontare e facilitare l'inserimento scolastico degli alunni stranieri. Tale

Dettagli

PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA

PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA PRESENTAZIONE Il presente Protocollo è un documento che nasce dal confronto tra le Funzioni Strumentali della Rete Tante Tinte, sportello di Bovolone; contiene le pratiche

Dettagli

Protocollo per l accoglienza degli alunni stranieri

Protocollo per l accoglienza degli alunni stranieri LICEO SCIENTIFICO STATALE GIORDANO BRUNO TORINO Protocollo per l accoglienza degli alunni stranieri Questo documento intende presentare una modalità corretta e pianificata con la quale affrontare e facilitare

Dettagli

PROTOCOLLO AZIONI DI ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO AZIONI DI ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Francavilla di Sicilia Via Napoli, 2 Francavilla di Sicilia(Me) Telefono 0942 981230 c.f.96005620834 c.u.ufal7m

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N COPERTINO - Via Mogadiscio, 45 - Tel Fax

ISTITUTO COMPRENSIVO N COPERTINO - Via Mogadiscio, 45 - Tel Fax ISTITUTO COMPRENSIVO N 3 Giovanni XXIII 73043 COPERTINO - Via Mogadiscio, 45 - Tel. 0832.947164 Fax 0832.934582 e-mail: leic865009@istruzione.it Allegato al Regolamento d Istituto PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA

Dettagli

ISTITUZIONE SCOLASTICA COMUNITA MONTANA MONT EMILIUS 1

ISTITUZIONE SCOLASTICA COMUNITA MONTANA MONT EMILIUS 1 ISTITUZIONE SCOLASTICA COMUNITA MONTANA MONT EMILIUS 1 PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA E L INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI PREMESSA Il Protocollo per l accoglienza e l integrazione degli alunni stranieri

Dettagli

PROTOCOLLO D'ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO D'ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI PROTOCOLLO D'ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 INDICE ISCRIZIONE Modulistica da consegnare ai genitori Documenti da richiedere PRIMA ACCOGLIENZA Conoscenza della storia personale e

Dettagli

Protocollo d accoglienza per l inserimento di nuovi alunni

Protocollo d accoglienza per l inserimento di nuovi alunni Direzione Didattica Statale di Vetralla Anno scolastico 2011/12 COMMISSIONE PER LO SVILUPPO DELL INTEGRAZIONE SCOLASTICA E SOCIALE Protocollo d accoglienza per l inserimento di nuovi alunni.. fare spazio

Dettagli

PATTO DI ACCOGLIENZA FINALITA

PATTO DI ACCOGLIENZA FINALITA PATTO DI ACCOGLIENZA FINALITA Il Patto di Accoglienza è un documento destinato all integrazione degli alunni disabili all interno del nostro Istituto. Contiene criteri, principi e indicazioni riguardanti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CASSANO MAGNAGO II ( Scuola dell Infanzia - Primaria E. Fermi - Secondaria G.B. Maino)

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CASSANO MAGNAGO II ( Scuola dell Infanzia - Primaria E. Fermi - Secondaria G.B. Maino) ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CASSANO MAGNAGO II ( Scuola dell Infanzia - Primaria E. Fermi - Secondaria G.B. Maino) PROGETTO INTERCULTURA a.s. 2011/2012 Premessa La scuola è spesso la prima istituzione

Dettagli

PROGETTO DI ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI IMMIGRATI

PROGETTO DI ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI IMMIGRATI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PRIMIERO Scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado PROGETTO DI ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI IMMIGRATI INDICE 1. PROGETTO PER L ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI IMMIGRATI pag. 2

Dettagli

PROGETTO INTERCULTURA Anno scolastico 2010/2011

PROGETTO INTERCULTURA Anno scolastico 2010/2011 Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Direzione didattica di Verolanuova Via Verdi 5 25028 Verolanuova ( Bs ) Tel 030931016 Fax 0309921051 e-mail uffici: bsee15300r@istruzione.it PROGETTO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO RESTA DE DONATO GIANNINI

ISTITUTO COMPRENSIVO RESTA DE DONATO GIANNINI Volare alto Volare Alto ISTITUTO COMPRENSIVO RESTA DE DONATO GIANNINI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO C.F. 91108140723 C.M.BAIC833003 c.c.p. 1008685222 Tel. e fax 080

Dettagli

Protocollo Accoglienza Rete intercultura

Protocollo Accoglienza Rete intercultura Protocollo Accoglienza Rete intercultura 1. INTRODUZIONE Questo documento è parte integrante del Piano Triennale dell Offerta Formativa e definisce le modalità per agevolare l integrazione e il percorso

Dettagli

Un ottica interculturale

Un ottica interculturale Un ottica interculturale La presenza nella scuola italiana di alunni provenienti da altri Paesi è sempre più significativa, è un dato ormai strutturale nel nostri sistema scolastico. Essa può essere un

Dettagli

Protocollo di Accoglienza alunni stranieri

Protocollo di Accoglienza alunni stranieri Istituto d Istruzione Secondaria di I grado Statale «Gallo-Cordero-Frank» uffici e dirigenza: via del Risorgimento 16 Altipiano - tel/fax 0174 42987-553805 plesso Altipiano: via del Risorgimento 16 tel

Dettagli

ACCOGLIENZA ALUNNI NON ITALIANI

ACCOGLIENZA ALUNNI NON ITALIANI ACCOGLIENZA ALUNNI NON ITALIANI ISTITUTO COMPRENSIVO G.PIOLA Nel nostro Istituto nell anno scolastico 2014 2015 sono presenti 123 alunni non italiani così distribuiti: - n 35 Scuola Infanzia Piccole Tracce

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. NICOLINI DI CAPRANICA con plessi di VEJANO Via Madre Teresa di Calcutta

Dettagli

Protocollo. per l accoglienza degli alunni stranieri

Protocollo. per l accoglienza degli alunni stranieri ISTITUTO COMPRENSIVO G. D ANNUNZIO di scuola dell infanzia, primaria e secondaria di primo grado Viale del Bersagliere, 10 30016 LIDO DI JESOLO (VE) tel. 0421 370129 - fax 0421 371537 www.icgabrieledannunzio.it

Dettagli

PROTOCOLLO D ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO D ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI PROTOCOLLO D ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI PREMESSA Coerentemente a quanto avviene nel resto del Paese, il numero degli alunni stranieri che frequentano l Istituto Sarrocchi è in costante crescita.

Dettagli

I.C. MARCO POLO P.E.P.

I.C. MARCO POLO P.E.P. I.C. MARCO POLO P.E.P. PIANO EDUCATIVO PERSONALIZZATO PER ALUNNI PLURILINGUI CHE NON HANNO RAGGIUNTO IL LIVELLO DI COMPETENZA LINGUISTICA DEI COETANEI MADRELINGUA ITALIANA 1 Come compilare il Pep Il Piano

Dettagli

INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI 1) NORMATIVA DI RIFERIMENTO ALUNNI STRANIERI Accoglienza e integrazione Il documento guida relativo all integrazione scolastica è la Circolare Ministeriale n. 24 del 1/03/06

Dettagli

PATTO DI TEAM DELLA SCUOLA PRIMARIA

PATTO DI TEAM DELLA SCUOLA PRIMARIA PATTO DI TEAM DELLA SCUOLA PRIMARIA 1. Il Patto di Team è il documento finale attraverso cui il gruppo docente enuncia la propria condivisione rispetto ad alcuni aspetti fondamentali delle tre dimensioni

Dettagli

Protocollo di Accoglienza

Protocollo di Accoglienza Protocollo di Accoglienza L'art. 9 del Regolamento per l'inserimento e l'integrazione degli studenti stranieri nel sistema educativo provinciale ( art. 75 della legge provinciale 7 agosto 2006, n. 5) individua

Dettagli

Immigrazione in Italia: l integrazione nella scuola

Immigrazione in Italia: l integrazione nella scuola Technische Universität Dresden 26 settembre 2008 La lezione d italiano: aspetti linguistici, sociali, didattici Corso di aggiornamento per insegnanti d italiano in Sassonia Immigrazione in Italia: l integrazione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI FORMICOLA-PONTELATONE PIANO ANNUALE PER L INCLUSIONE ANNO SCOLASTICO 2015-2016

ISTITUTO COMPRENSIVO DI FORMICOLA-PONTELATONE PIANO ANNUALE PER L INCLUSIONE ANNO SCOLASTICO 2015-2016 ISTITUTO COMPRENSIVO DI FORMICOLA-PONTELATONE PIANO ANNUALE PER L INCLUSIONE ANNO SCOLASTICO 2015-2016 SIGNIFICATO DEL PAI E CARATTERISTICHE GENERALI Il PAI utilizza la programmazione dell attività didattica

Dettagli

Allegato al Protocollo di Accoglienza per gli alunni adottati. 1) IISCRIZIONE

Allegato al Protocollo di Accoglienza per gli alunni adottati. 1) IISCRIZIONE Allegato al Protocollo di Accoglienza per gli alunni adottati. 1) IISCRIZIONE Questa fase viene seguita da un incaricato della Segreteria, è consentito, sia per adozioni nazionali che internazionali, iscrivere

Dettagli

Protocollo d accoglienza per gli alunni stranieri

Protocollo d accoglienza per gli alunni stranieri CONVITTO NAZIONALE P. GALLUPPI CON ANNESSE SCUOLE PRIMARIA E SECONDARIA I GRADO CORSO MAZZINI, 51 88100 Catanzaro Tel. Segreteria: 0961/741155 Fax 0961/744768 Tel.Direzione 0961/741744 Cod. Mecc.: CZVC01000A

Dettagli

Unione Comuni del Sorbara Scuola Media A. Volta Bomporto

Unione Comuni del Sorbara Scuola Media A. Volta Bomporto Unione Comuni del Sorbara Scuola Media A. Volta Bomporto Educare in L2: progetto per l accoglienza e l integrazione a.s. 2001/2002 a.s. 2003/2004 Stefania Ferrari www.glottonaute.it Le risorse Scuola Unione

Dettagli

Protocollo d'accoglienza per alunni stranieri

Protocollo d'accoglienza per alunni stranieri Protocollo d'accoglienza per alunni stranieri D ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI PROTOCOLLO PREMESSA Coerentemente a quanto avviene nel resto del Paese, il numero degli alunni stranieri che frequentano

Dettagli

Istituto di Istruzione Superiore

Istituto di Istruzione Superiore Istituto di Istruzione Superiore M. Montessori L. Da Vinci Via della Repubblica, 3 40046 Porretta Terme C.F. 80071330379 - Tel. 0534/521211 Fax 0534/23098 bois00100p@istruzione.it www.scuolamontessoridavinci.it

Dettagli

LICEO CLASSICO SCIENTIFICO STATALE ISAAC NEWTON - CHIVASSO Protocollo per l accoglienza degli alunni stranieri

LICEO CLASSICO SCIENTIFICO STATALE ISAAC NEWTON - CHIVASSO Protocollo per l accoglienza degli alunni stranieri LICEO CLASSICO SCIENTIFICO STATALE ISAAC NEWTON - CHIVASSO Protocollo per l accoglienza degli alunni stranieri vivere insieme in una società diversificata è possibile solo se possiamo vivere insieme in

Dettagli

AZIONE Italiano L2 in Valle d Aosta

AZIONE Italiano L2 in Valle d Aosta Università della Valle d Aosta Sovraintendenza agli Studi AZIONE Italiano L2 in Valle d Aosta per la formazione iniziale e in servizio degli insegnanti a.a. 2005/2006 LABORATORIO DI BASE 1 a edizione ATTIVITÀ

Dettagli

Progetto di accoglienza e integrazione alunni stranieri a.s. 2010/11

Progetto di accoglienza e integrazione alunni stranieri a.s. 2010/11 Progetto di accoglienza e integrazione alunni stranieri a.s. 2010/11 1. Analisi del contesto scolastico L comprende le scuole del territorio del Comune di Galbiate e di Colle Brianza, con una popolazione

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA E INSERIMENTO ALUNNI NON MADRELINGUA ITALIANA

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA E INSERIMENTO ALUNNI NON MADRELINGUA ITALIANA Premessa PROTOCOLLO ACCOGLIENZA E INSERIMENTO ALUNNI NON MADRELINGUA ITALIANA Da qualche anno nel nostro istituto si registra un aumento di alunni di nazionalità non italiana, alcuni dei quali possiedono

Dettagli

Scuola Infanzia - Scuola Primaria Scuola Secondaria di primo grado. La scuola della continuità potrà lasciare ai propri bimbi

Scuola Infanzia - Scuola Primaria Scuola Secondaria di primo grado. La scuola della continuità potrà lasciare ai propri bimbi Progetto Continuità Scuola Infanzia - Scuola Primaria Scuola Secondaria di primo grado La scuola della continuità potrà lasciare ai propri bimbi due eredità durevoli : Le radici e le ali: le une per non

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di CIVITELLA PAGANICO

ISTITUTO COMPRENSIVO di CIVITELLA PAGANICO ISTITUTO COMPRENSIVO di CIVITELLA PAGANICO Premessa L accoglienza è il primo contatto del bambino straniero con la scuola e il nuovo paese. Serve per conoscere la sua storia, il percorso scolastico precedente,

Dettagli

Progetto Intercultura

Progetto Intercultura ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BEDIZZOLE VIA MONS. A. BONTACCHIO, 4 25081 BEDIZZOLE (BS) TEL. 030 / 67.40.36 FAX 030 / 687.17.71 C.F. 93014390178 Indirizzo e-mail: bsic81300b@istruzione.it - Sito web:

Dettagli

A come ACCOGLIERE: un nuovo alunno in classe

A come ACCOGLIERE: un nuovo alunno in classe A come ACCOGLIERE: un nuovo alunno in classe Le dimensioni dell inserimento Normativa Sociale Psicologica Educativo didattica La normativa 20 anni di storia di migrazione e di normative scolastiche Le

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO STATALE "RENATO FUCINI" Scuola Infanzia-Primaria e Secondaria di I grado di Monteroni d' Arbia e Murlo Viale delle Rimembranza, 127- tel. 0577/375118- fax 0577/372049 email

Dettagli

ACCOGLIENZA E INTERCULTURA

ACCOGLIENZA E INTERCULTURA ACCOGLIENZA E INTERCULTURA L evidenza del fenomeno migratorio ed la presenza ormai strutturale (10-15%) di studenti con cittadinanza non italiana nel nostro Istituto Comprensivo devono ormai considerarsi

Dettagli

P.E.I Progetto educativo di Istituto.

P.E.I Progetto educativo di Istituto. Integra il Piano dell Offerta Formativa Contiene le scelte educative, organizzative delle risorse e gli strumenti a disposizione dell Istituzione scolastica Costituisce un impegno per l intera comunità

Dettagli

PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO

PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO ! MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA IC n. 6 Scuola... LA SPEZIA PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO P.E.I. (Ai sensi dell articolo 12 - L. 104/92) Alunno/a Classe Docente/i di sostegno

Dettagli

PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO PER L ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI STRANIERI MINISTERO DELL ISTRUZIONE, UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO SEGNI VIA MARCONI, 15 Piazza Risorgimento, 27 00037 SEGNI tel./fax 06/9768153-06/9766199

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO PADRE VITTORIO FALSINA CASTEGNATO (BS)

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO PADRE VITTORIO FALSINA CASTEGNATO (BS) ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO PADRE VITTORIO FALSINA CASTEGNATO (BS) PROGETTO INTERCULTURA ED ALFABETIZZAZIONE anno scolastico 2011/2012 Progetto di

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA, INTEGRAZIONE E INCLUSIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA, INTEGRAZIONE E INCLUSIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE MONTEBELLUNA 1 Scuole dell Infanzia, Primarie e Secondaria di 1 grado PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA, INTEGRAZIONE E INCLUSIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI ANNO SCOLASTICO 2015/2016

Dettagli

Educare in L2 Proposte Operative

Educare in L2 Proposte Operative Scuola Media A. Volta Anno Scolastico 2002-2003 A cura di Stefania Ferrari Educare in L2 Proposte Operative L immigrazione è un esperienza che segna in modo significativo chi la vive. Nel pensare ed ideare

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI INDICE PREMESSA 1. FINALITA 2. CONTENUTI 3. LA COMMISSIONE ACCOGLIENZA 4. PRIMA FASE DI ACCOGLIENZA 4.a Domanda di iscrizione 4.b Colloqui con genitori e

Dettagli

P. E. I. Piano Educativo Individualizzato

P. E. I. Piano Educativo Individualizzato Istituto Comprensivo Centro Castel Volturno (CE) P. E. I. Piano Educativo Individualizzato Allievo/a Classe/Sezione.. ANNO SCOLASTICO 2016/2017 PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO ISTITUZIONE SCOLASTICA.

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI Premessa Il protocollo di accoglienza è un documento deliberato dal Collegio dei Docenti in ottemperanza alle indicazioni normative contenute nel DPR

Dettagli

Istituto Comprensivo Valle dei Laghi

Istituto Comprensivo Valle dei Laghi Istituto Comprensivo Valle dei Laghi PROTOCOLLO D ACCOGLIENZA PER L INSERIMENTO DEGLI ALUNNI NON ITALIANI A.S. 2007-2008 Legittimità - Nell ambito del Progetto Accoglienza e Integrazione dell Istituto

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ACCOGLIENZA E L INSERIMENTO DEGLI ALUNNI STRANIERI

LINEE GUIDA PER L ACCOGLIENZA E L INSERIMENTO DEGLI ALUNNI STRANIERI LINEE GUIDA PER L ACCOGLIENZA E L INSERIMENTO DEGLI ALUNNI STRANIERI DALL ACCOGLIENZA AL PIANO PERSONALIZZATO: COSA DICE LA LEGGE Il Collegio Docenti definisce, in relazione al livello di competenza dei

Dettagli

PROTOCOLLO D ACCOGLIENZA

PROTOCOLLO D ACCOGLIENZA PROTOCOLLO D ACCOGLIENZA PER L INSERIMENTO DEGLI ALLIEVI DI MADRE LINGUA NON ITALIANA Il Protocollo d Accoglienza è uno strumento per realizzare un ACCOGLIENZA COMPETENTE, che possa facilitare l inserimento

Dettagli

Istituto Comprensivo di Castrezzato PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE DELL ALUNNO STRANIERO

Istituto Comprensivo di Castrezzato PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE DELL ALUNNO STRANIERO Istituto Comprensivo di Castrezzato PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE DELL ALUNNO STRANIERO 1 PREMESSA Il protocollo di accoglienza: - è elaborato tenendo conto del Piano di Miglioramento espresso

Dettagli

PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO

PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO ᄃ ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GRADO SALVO D ACQUISTO ISA 21 Follo (SP) VIA COLOMBO 11-19020 FOLLO (SP) tel. 0187/558196 Fax 0187/519619 e-mail: spic80800v@pec.istruzione.it

Dettagli

Progetto alunni stranieri Italiano " L2 " "Un,Due,Tre Parla Con Me!"

Progetto alunni stranieri Italiano  L2  Un,Due,Tre Parla Con Me! Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SALERNO VICINANZA Corso V. Emanuele.-84123 Salerno - Tel.089 226493

Dettagli

Linee guida. e l' integrazione degli alunni. per l'accoglienza. stranieri. MIUR, febbraio Dott. Vincenzo Gullotta

Linee guida. e l' integrazione degli alunni. per l'accoglienza. stranieri. MIUR, febbraio Dott. Vincenzo Gullotta Linee guida per l'accoglienza e l' integrazione degli alunni stranieri MIUR, febbraio 2014 Dott. Vincenzo Gullotta 1 Linee guida come strumento di lavoro per Dirigenti Scolastici Insegnanti Genitori Operatori

Dettagli

I CENTRI DI ALFABETIZZAZIONE DEL COMUNE DI FIRENZE Inserimento scolastico e inclusione sociale

I CENTRI DI ALFABETIZZAZIONE DEL COMUNE DI FIRENZE Inserimento scolastico e inclusione sociale Seminario su Politiche locali e interventi di inclusione sociale Roma, 30 settembre 2009 LA RETE DEI CENTRI DI ALFABETIZZAZIONE 2000-2009 Dalla sperimentazione come risposta all emergenza a progetto di

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "ANTONIO GRAMSCI" PAVONA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ANTONIO GRAMSCI PAVONA POF 2015-16 (PROTOCOLLO ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI ALL. N. 11) ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "ANTONIO GRAMSCI" PAVONA PROTOCOLLO ACCOGLIENZA ALUNNI STRANIERI La presenza di alunni stranieri nella scuola

Dettagli

LA VALUTAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI PREMESSA

LA VALUTAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI PREMESSA LA VALUTAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI PREMESSA L inserimento degli alunni stranieri ha sempre comportato evidenti problemi in merito alla valutazione degli apprendimenti sia per la mancanza di conoscenza

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA ED INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA ED INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI PROTOCOLLO ACCOGLIENZA ED INTEGRAZIONE ALUNNI STRANIERI PREMESSA Per l'iscrizione degli alunni stranieri la normativa vigente (D.P.R. 394/99) prevede quanto segue: i minori stranieri hanno diritto all'istruzione

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università, e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università, e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università, e della Ricerca ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE A. MASERATI Sede Centrale e Uffici: Via Mussini, 22-27058 VOGHERA (PV) Sezione Maserati - Via Mussini 22 - Tel:

Dettagli

PROGETTO PROVINCIALE PER L ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI STRANIERI E PER L EDUCAZIONE INTERCULTURALE NEL TERRITORIO PRATESE

PROGETTO PROVINCIALE PER L ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI STRANIERI E PER L EDUCAZIONE INTERCULTURALE NEL TERRITORIO PRATESE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE LORENZO BARTOLINI VAIANO PROGETTO PROVINCIALE PER L ACCOGLIENZA DEGLI ALUNNI STRANIERI E PER L EDUCAZIONE INTERCULTURALE NEL TERRITORIO PRATESE 2 INDICE : 1) Premessa... pag

Dettagli

La mediazione linguistico culturale nelle scuole del Comune di Modena. Adriana Querzè 1 aprile 2009

La mediazione linguistico culturale nelle scuole del Comune di Modena. Adriana Querzè 1 aprile 2009 La mediazione linguistico culturale nelle scuole del Comune di Modena Adriana Querzè 1 aprile 2009 Delibera Giunta Regione E.R./2004 Prime disposizioni inerenti la figura professionale del mediatore interculturale

Dettagli

PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO COMPRENSIVO N. 2 "G. Marconi " ISTITUTO COMPRENSIVO N. 2 "G. Marconi " di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado Piazza Don Bosco n. 8 98076 Sant'Agata Militello (ME) e mail: meic885004@istruzione.it

Dettagli

Istituto Comprensivo Frezzotti Corradini - LATINA PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA, INTEGRAZIONE E INCLUSIONE ALUNNI STRANIERI. a.s.

Istituto Comprensivo Frezzotti Corradini - LATINA PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA, INTEGRAZIONE E INCLUSIONE ALUNNI STRANIERI. a.s. Istituto Comprensivo Frezzotti Corradini - LATINA PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA, INTEGRAZIONE E INCLUSIONE ALUNNI STRANIERI a.s. 2016/2017 PREMESSA Il protocollo di accoglienza e integrazione dell'istituto

Dettagli

A SCUOLA NESSUNO E STRANIERO Percorso di educazione interculturale

A SCUOLA NESSUNO E STRANIERO Percorso di educazione interculturale A SCUOLA NESSUNO E STRANIERO Percorso di educazione interculturale Questo progetto nasce dall esigenza di poter incontrare ed inserire nella maniera più idonea possibile i bambini non italofani che ogni

Dettagli

Approvato e deliberato dal Collegio dei Docenti il 31 marzo 2016

Approvato e deliberato dal Collegio dei Docenti il 31 marzo 2016 PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ed INCLUSIONE Approvato e deliberato dal Collegio dei Docenti il 31 marzo 2016 Il presente protocollo si propone di individuare e definire pratiche condivise da tutto il personale

Dettagli

RIFERIMENTI LEGISLATIVI PER L INSERIMENTO DEGLI ALLIEVI MIGRANTI

RIFERIMENTI LEGISLATIVI PER L INSERIMENTO DEGLI ALLIEVI MIGRANTI NORMATIVA DPR 394/99 art. 45-disposizioni sulla disciplina dell immigrazione concernenti la condizione dello straniero..e l iscrizione scolastica C.M. N.24 del 1/3/06 linee guida per l accoglienza e l

Dettagli

Protocollo di Accoglienza e Integrazione degli alunni stranieri

Protocollo di Accoglienza e Integrazione degli alunni stranieri Protocollo di Accoglienza e Integrazione degli alunni stranieri All interno del nostro Istituto sono presenti alunni stranieri provenienti dalla Romania, Albania, Moldavia, Ucraina, Perù e Senegal. Gli

Dettagli

PROTOCOLLO PER LA CONTINUITÀ TRA I DIVERSI ORDINI

PROTOCOLLO PER LA CONTINUITÀ TRA I DIVERSI ORDINI PROTOCOLLO PER LA CONTINUITÀ TRA I DIVERSI ORDINI Attenzione dedicata alle fasi di transizione che scandiscono l ingresso nel sistema scolastico, la continuità tra i diversi ordini di scuola e il successivo

Dettagli

L italiano L2 lingua di scolarità. Graziella Favaro

L italiano L2 lingua di scolarità. Graziella Favaro L italiano L2 lingua di scolarità Graziella Favaro TRE TEMI ITALIANO L2 PER LO STUDIO E PERCORSI SCOLASTICI GLI APPRENDENTI DI FRONTE ALLA LINGUA DI SCOLARITA CONSAPEVOLEZZE, ATTENZIONI, TEMPI, PROPOSTE

Dettagli

A.G.A.P. - TRENTINO. L inserimento scolastico (affidamento familiare e adozione) Trento, 25 novembre 2016

A.G.A.P. - TRENTINO. L inserimento scolastico (affidamento familiare e adozione) Trento, 25 novembre 2016 A.G.A.P. - TRENTINO L inserimento scolastico (affidamento familiare e adozione) Trento, 25 novembre 2016 Riferimenti normativi MIUR Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Linee di indirizzo

Dettagli

Adattare i programmi di insegnamento. E la valutazione? Elio Gilberto Bettinelli Vignola,, 20 novembre 2008

Adattare i programmi di insegnamento. E la valutazione? Elio Gilberto Bettinelli Vignola,, 20 novembre 2008 Adattare i programmi di insegnamento. E la valutazione? Elio Gilberto Bettinelli Vignola,, 20 novembre 2008 La domanda E giusto mandare avanti uno studente che, per le sue pur giustificate difficoltà linguistiche,

Dettagli

Visto il D.Lgs n. 112 dei 31/03/1998, circa il conferimento di funzioni e compiti am ministrativi alle Regioni ed agli Enti locali;

Visto il D.Lgs n. 112 dei 31/03/1998, circa il conferimento di funzioni e compiti am ministrativi alle Regioni ed agli Enti locali; Modello per un protocollo di accoglienza a scuola di alunni di cittadinanza non italiana In riferimento alla parte del documento ministeriale relativo alle procedure di accoglienza (amministrativa,comunicativo-

Dettagli

PIANO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PIANO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI PIANO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI PREMESSA Il Piano di Accoglienza degli alunni stranieri è un documento che si propone di descrivere un protocollo che abbia lo scopo di attuare un efficace presa

Dettagli

UN VIAGGIO DI SOLA ANDATA

UN VIAGGIO DI SOLA ANDATA UN VIAGGIO DI SOLA ANDATA Insegnanti Mariagrazia Pasinetti - Anita Martinazzi Istituto canossiano Via A. Diaz, 30 - Seminario di studio Coltivare l intercultura Venerdì 23 ottobre 2009 LA PROSPETTIVA INTERCULTURALE

Dettagli