Il primo è quello del ruolo del fumo quale fattore di rischio dei tumori del cavo orale,

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il primo è quello del ruolo del fumo quale fattore di rischio dei tumori del cavo orale,"

Transcript

1 Nella definizione dei rapporti tra tabacco e malattie del cavo orale possono essere individuati tre diversi livelli. Il primo è quello del ruolo del fumo quale fattore di rischio dei tumori del cavo orale, il secondo coinvolge i rapporti fra tabagismo e patologie odontoiatriche, mentre il terzo riguarda gli effetti del fumo sulle problematiche di ordine estetico. Il fumo è sicuramente uno dei principali fattori di rischio per i carcinomi del cavo orale. Si tratta di un problema di notevole rilevanza: il cancro orale e della faringe è fra i più importanti nell uomo, occupando l ottavo posto fra i tumori più frequenti nel mondo. Si tratta di un dato che ci deve preoccupare perché è paradossale che un tumore che si vede, come appunto quello che si sviluppa all interno della bocca, in realtà non venga visto e individuato per tempo. Ci si deve domandare perché ciò accade.

2 Un altro aspetto da considerare è relativo ai Paesi in via di sviluppo dove questi tumori sono in forte crescita e la coscienza dei danni da fumo è probabihnente minore. Fra le patologie odontoiatriche, quella che viene più favorita dall esposizione al fumo di sigaretta è sicuramente la parodontopatia. Il fumo infatti agisce in senso negativo sulla salute dei tessuti di sostegno del dente, sia ossei, sia gengivali, tanto che secondo alcuni studi fino al 50% delle parodontopatie sarebbe riconducibile proprio al fumo. Il fumo esercita il suo effetto negativo anche sui risultati delle terapie. Quando per esempio si ponga l indicazione a una terapia implantare il ruolo del fumo diventa estremamente importante in quanto espone a un maggior fischio di insuccessi. In particolare, si stima che le percentuali di fallimento dell impianto nei fumatori siano intorno al 23%, contro il 13% dei non fumatori. Entrambi questi aspetti, cioè la correlazione fra fumo e malattia parodontale e fra fumo e implantologia, rappresentano senza alcun dubbio un ottimo spunto di dialogo fra operatori odontoiatrici e i pazienti sull opportunità di smettere di fumare. L argomento fumo-salute del cavo orale è infatti estremamente attuale quando si affronta l aspetto dell igiene dentale, procedura che dovrebbe essere effettuata in tutti i pazienti almeno una volta ogni 12 mesi. Ciò significa che, dato il ruolo del fumo quale fattore di rischio per la patologia parodontale, ogni volta che un fumatore si presenta per una seduta di igiene dentale è nostro compito motivare e incentivare il paziente a smettere di fumare. Essendo la placca e il fumo i due principali fattori di rischio sarebbe infatti contraddittorio intervenire per rimuovere la placca, consentendo al paziente di continuare a fumare in tutta tranquillità. Per quanto riguarda infine i rapporti fra il tabagismo e le problematiche di ordine estetico, sono due gli aspetti principali da considerare: le pigmentazioni e l alitosi.

3 Il fumo genera pigmentazioni sui denti e ciò rende meno efficaci le tecniche di sbiancamento; analogamente, affrontare il problema alitosi, significa migliorare l estetica del respiro. Di fatto il fumatore ha un alito peggiore rispetto al non fumatore e rientra fra i compiti dell odontoiatra affrontare anche questo aspetto. Il Vizio del Fumo Sapete cosa accade quando prendete in mano le vostre sigarette? Forse le contemplate per un momento mentre le accendete. Malattie cardiache, cancro ai polmoni, enfisema... Tuttavia, inalate profondamente. Tutti i 401 veleni e 43 agenti chimici che causano il cancro. E invitate consapevolamente la Grande Mietitrice a venirvi piu' vicino. Se la minaccia di morte non vi convince, forse qualcosa di differente puo' stimolarvi a smettere di fumare: una buona dose di vanita' di vecchio stampo. Oltre ad accorciare la durata della vostra vita, quando fumate, voi fate del male anche a una delle cose piu' importanti che noi usiamo per giudicarci l'un l'altro: il nostro aspetto. Eccovi 10 buone ragioni per rinunciare al vizio delle sigarette. Esse potrebbero non uccidervi, ma di sicuro non aiutano il vostro aspetto esteriore. Rughe facciali Dimenticate le bellissime donne che vi sbirciano dalle pagine pubblicitarie delle riviste di moda, con sigarette prodotte industrialmente tra le loro dita. Come prima cosa che il fumo non fa e' regalarti quegli occhi e quelle labbra da modelle. Grinze intorno agli occhi e guancie rugose. Linee verticali intorno alla vostra bocca.

4 Questa e' la vera immagine. Impotenza "Oh, mio Dio, no! Veramente? Beh, questa non e' una bella notizia!" dice M.R., uno sviluppatore Web di 26 anni. Egli sta reagendo alla notizia che se non la smettera con il suo vizio di 3 pacchetti di sigarette al giorno, che dura gia' da tre anni, qualcosa di molto vicino e caro a lui potrebbe smettere di funzionare in futuro (e questa non e' una bella notizia per uomini e donne). Fatti: Fumare riduce il flusso necessario per avere una erezione. Almeno un uomo su due, oltre i quarant'anni, ha sperimentato impotenza di differenti gradi. Fumare e' ritenuto essere una delle principali cause fisiche di disfunzioni erettili Denti macchiati, alito cattivo Le labbra sono fatte per baciare, giusto? Ma cosa accade se dietro di esse c'e' una bocca piena di denti macchiati e alito cattivo? "piu' il fumo diventa meno diffuso, piu' le persone stanno accrescendo la loro sensibilita' a queste cose e reagiscono negativamente ad esse" dice il portavoce della American Lung Association Edwin Fisher. Fatti: Particelle dal fumo delle sigarette macchiano i denti di marrone e giallo, e intrappolano batteri che producono odore nelle vostre bocche. Malattie gengivali e perdita di denti sono anche molto comuni nei fumatori. Di sicuro una prospettiva non attraente. Voi, e generalmente la vostra vicinanza, puzzate. Si, voi veramente puzzate. Forse siete cosi' abituati a fumare che non ve ne accorgete. Forse i vostri dotti nasali sono cosi' danneggiatiche il vostro naso non lavora comunque nel giusto modo.

5 Ma chiedete ad un amico non fumatore per una risposta onesta e sincera circa su come voi, la vostra macchina e la vostra casa odorate. La risposta sgradevole sara': tutti puzzano. Almeno quanto il posacenere che usate per spegnere i vostri mozziconi di sigaretta. Fatti: il fumo di sigaretta ha un odore sgradevole che impregna e persiste su ogni cosa, dalla pelle e capelli ai vestiti e tende. L'olezzo non attrae di certo amici o amanti Ossa fragili Fattori di rischio per malattie debilitanti come l'osteoporosi: c'e' l'essere femmina, bianca o asiatica, inattiva, e dopo menopausa. Poi c'e' l'avere una piccola ossatura, deficienza di calcio, e predisposizione genetica. Tutti questi fattori contribuiscono ad una bassa densita' di minerali nelle ossa. Cosi' come anche il fumo. Numerosi studi collegano il fumo e l'osteoporosi sia nelle donne che negli uomini. Puo' essere perche' fumare ha effetto sulla produzione di estrogeno e altri ormoni necessari per ossa in ottima salute. Fatti: Una ricerca del 1997 su circa fratture dell'anca in donne anziane concluse che almeno una frattura su otto era dovuta a danni ossei relativi al fumo. Una volta perduta, la densita' ossea non puo' essere completamente recuperata. Depressione Esaminiamola filosoficamente per un momento: perche' fumate? Edwin Fisher, portavoce dell'american Lung Association ritiene che c'e' una buona possibilita' che voi siate stressate o depressi. "Persone che non hanno un impiego o stanno vivendo un divorzio spesso fumano" ha detto Fisher, aggiungendo che sebbene voi non siete angosciati, fumare fa sembrare che voi lo siete. Fatti: La connessione tra fumo e depressione e' stata ben accertata.

6 Fumare puo' farvi apparire piu' in difficolta' che affascinanti. Pessimo modello comportamentale I bambini emulano gli adulti. Ogni volta che accendete una sigaretta e' come se praticamente state dicendo ai bambini che vi circondano che fumare e' OK. R.A. attribuisce la sua astinenza ai suoi genitori. "I miei genitori sono un eccellente modello comportamentale per me" dice. "Essi non bevono e non fumano". E nemmno lui lo fa. Fatti: Ogni giorno, solo negli Stati Uniti, una stima di almeno bambini diventano schiavi del fumo di sigarette. Se continuano a fumare, almeno di loro eventualmente moriranno per malattie connesse alla loro dipendenza. Organizzazioni contro il tabacco sostengono che le aziende produttrici di sigarette puntano deliberatamente ai ragazzi nelle loro campagne pubblicitarie. Se fumate e' come se steste facendo pubblicita' a queste aziende, senza contare che non sono loro a pagare voi per la pubblicita', ma voi a pagare loro. Fuoco! Fatti: Incendi causati da prodotti di tabacco accesi sono la causa principale di morti per fuoco negli Stati Uniti. Durante gli anni 80, materiali relativi al fumo di sigaretta (mozziconi, cerini, ecc.) hanno causato piu' di incendi ogni anno e ucciso piu' di persone, ferendo inoltre piu' di persone e causando piu' di 300 milioni di dollari in danni alle proprieta'. Se la morte per fuoco non vi impressiona, sicuramente potete ricordare di almeno una volta in cui la vostra sigaretta ha bruciato un buco nel vostro prezioso vestito di seta o nel maglione di cashmere. Puo' anche essere l'alba del nuovo millennio, ma l'abbigliamento bruciacchiato non e' ancora una moda gradevole.

7 Scarsa Circolazione Salivare, paralisi, perdita della parola... Non c'e' niente di bello nel diventare vittima di un infarto. Fatti: Le cellule rosse del sangue sono destinate a trasportare ossigeno in tutto il corpo. Nei fumatori, le molecole di ossigeno sono sostituite dai componenti del fumo di sigaretta, bloccando il trasferimento di ossigeno vitale. Se siete convinti che l'infarto e' una estrema e improbabile conseguenza del vostro vizio, ci sono comunque malattie cardiache che possono rallentarvi. Se siete fortunati, forse sperimenterete solo alcuni degli inconvenienti dovuti ad una povera circolazione, come dolorose punture di spilli ed aghi in alcune parti del corpo o mani e piedi freddi. Sembrate stupidi Vista la grande quantita' di informazione sugli effetti del fumo nella nostra cultura, si potrebbe dire che i fumatori hanno una deficienza di ossigeno nel cervello. Infatti, da quanto esposto finora, sembra che sia proprio cosi'. Ma non importa come un fumatore giustifichi la sua dipendenza, questa e' la semplice, incontestabile: proprio come dice lo slogan, il fumo uccide. Questo rende il vizio come qualcosa di veramente stupido dopotutto, non trovate?

8 Ecco quanto catrame c'è nella tua sigaretta, marca per marca D'accordo, magari se sei un tabagista accanito non hai tanta voglia di sapere quanta nicotina, catrame o monossido di carbonio ci sono nella tua marca preferita di sigarette. Però se vuoi andare fino in fondo oggi puoi sapere esattamente quali sono i «tenori delle sostanze» di ogni marca, grazie a un provvedimento del ministero dell'economia, appena pubblicato in Gazzetta Ufficiale, che riassume la situazione. La storia del tabacco, del fumo e delle sigarette Il tabacco fu portato in Europa come souvenir e la pianta venne ritenuta da alcuni studiosi dell'epoca una pianta medicinale o dai poteri inebrianti visto che il fumare provocava agli indigeni stati di ebbrezza e incoscienza. Il tabacco venne introdotto in Spagna nel 1559 (anche se con il 12 Ottobre 1492 con la scoperta dell'america fatta da Cristoforo Colombo si viene a conoscenza del tabacco). Si diffuse a livello diplomatico in tutto il continente quando l'ambasciatore portoghese Jean Nicot fece omaggio a Caterina de Medici non solo delle foglie ma anche dei semi delle piante che venne denominata dal nome di Nicot "Herba nicotina". Il Tabacco quindi arriva in Europa successivamente alle esplorazioni di Colombo, come moda stravagante e riservata a pochi. Le prime informazioni sul fumo di tabacco si trovano nella Storia Generale delle Indie di Bartolomeo de la Casas, il quale scriveva «.gli Indiani mischiano il fiato con il fumo di un'erba

9 chiamata petum e soffiano come dannati». Il petum, detto anche tabago, veniva annusato, masticato o fumato in pipe di pietra rossastra. In realtà, far ardere il tabacco aveva un valore religioso per i Maya e i Pellirosse, significava rendere omaggio al Dio Balan, il Dio dei quattro venti che accendeva il cielo con lampi e nuvole. Tutte le testimonianze pervenute sono concordi nell'affermare che per gli indiani «.inghiottire fumo prende più tempo che lavorare». Nel 1565 Walter Raleigh, scopritore della Virginia, venne decapitato a Londra per avere portato un carico di tabacco e pipe e un indiano come "istruttore". In Italia arriva nel 1579 dai Cardinali Santa Croce e Tornabuoni. Nella pittura molti artisti cominciarono a scegliere come soggetto il tabacco: un esempio è il fumatore di un quadro del '600 di Adriaen Brower e piu tardi i fumatori di Van Gogh e di Cézanne. Già nel 1600 Inghilterra, Francia ed altri Stati costituirono i monopoli e nel 1604 Giacomo I di Inghilterra smentì pubblicamente le proprietà terapeutiche della sostanza. Nel 1611 nell'impero ottomano i fumatori venivano trascinati alla gogna per le vie della città. Nel 1628 in Iran ad alcuni mercanti di tabacco vennero pubblicamente tagliati il naso e le orecchie. Nel 1634 in Russia i fumatori venivano scudisciati e condannati a morte se recidivi. Nel 1638 in Cina a chi fumava veniva tagliata la testa. Nel 1642 Papa Urbano VIII scomunicò tutti i fumatori. Nel 1650 alla corte di Savoia si balla "il ballo del tabacco". Nel 1660 l'inghilterra sottopose a tassazione il tabacco. Nel 1674 la Francia istituì il monopolio di stato per il tabacchi. Nel 1689 Pietro il Grande, fumatore di pipa, liberalizzò l'uso del tabacco in Russia. Nel 1700 anche le donne iniziano a fumare ed alcune dame fondarono l'ordine della Tabacchiera. Nacque la sigaretta. Vi si legge: "Noi Cavalieresse dell'ordine della Tabacchiera, dichiariamo di non aver trovato fino ad oggi nulla all'infuori del tabacco degno di farsi amare costantemente da noi. Il tempo ci fa trovare dei difetti nei nostri amanti, dell'ingratitudine nelle nostre amiche, del ridicolo in una moda che noi cambiamo 4 volte all'anno. Solo il tabacco noi troviamo degni di essere amato". Nel 700 infine gli si ritenevano qualità medicamentose: era decisivo per combattere la peste, le ulcere gastriche e le polmoniti erano purificate con dense nuvole aspirate nella cassetta toracica; le piaghe perdevano la loro virulenza dopo essere state affumicate; gli epilettici ritrovavano un equilibrio dopo robuste pipate. Non parliamo poi dei piccoli malessere, tipo emicranie, capogiri, nausee; le carie dentarie erano poi intossicate dal fumo. Anche nella musica troviamo qualche riferimento al fumo. Johan Sebastian Bach compone un Lied in onore del fumatore. Si può ricordare che lo "smoking" era una giacca che veniva data dall'ospite ai suoi invitati, quando si ritiravano in una sala apposita, dopo cena, a fumare; siccome l'odore del tabacco poteva dare fastidio alle donne o a chi non fumava, i gentlemen si ritiravano in questa sala, infilavano la giacca, fumavano e successivamente rientravano presso gli altri convitati rimettendo la propria giacca. È stato il 1800, con la comparsa delle prime macchine, a facilitare il trapasso dalla pipa, dal masticare e fiutare il tabacco, alla sigaretta, piu pratica e aderente alla moda che cambiava.

10 Gli abiti si stavano riducendo all'essenziale, scomparivano le capaci tasche dove porre tabacco e accessori. La guerra civile americana ( ) introduce un tipo di sigarette fatte di tabacco americano, di colore chiaro, più aromatico e più dolce. Ancora una volta la guerra mise l'economica sigaretta nelle mani dei soldati, prima dei confederali, poi di quelli dell'unione. Dopo aver provato qualche sigaretta con questo insolito tabacco, i nuovi fumatori sentivano l'impellente necessità di fumare di nuovo. Pertanto l'industria delle sigarette aveva generato un nuovo e potente vizio. Il successo della sigaretta fu talmente rapido che già nel 1868 venne fondata l'associazione francese contro l'abuso del tabacco. Ben presto i commercianti di tabacco ebbero l'idea di servirsi di annunci pubblicitari per attirare nuovi clienti. Una macchina brevettata da James Bonsak nel 14 settembre 1880 sfornava sigarette in serie al giorno e contribuì a tenere bassi i prezzi, mentre foto di divi dello sport e di ragazze sorridenti resero popolare tra il pubblico maschile l'immagine della sigaretta. Secondo lo storico Robert Soliel i due metodi più importanti per diffondere il consumo di sigarette sono stati la pubblicità e la guerra. Coloro che si erano convertiti al fumo da soldati, divennero buoni clienti anche dopo la guerra. La pubblicità fece sì che gli americani continuassero a comprare sigarette anche durante e dopo la depressione economica del Furono stanziate somme colossali (circa di dollari del 1931) per la promozione delle sigarette come aiuto per mantenersi snelli, come alternativa ai dolciumi; film che esaltavano dive fumatrici, come Marlene Dietrich, contribuivano a creare un'immagine sofisticata che colpì anche le donne. Così nel 1939, alla vigilia di un'altra guerra mondiale, le donne americane si unirono agli uomini nel consumare 180 miliardi di sigarette. Quando scoppiò la II guerra mondiale, di nuovo i soldati ebbero le sigarette gratis. Nell'Europa postbellica ad un certo punto le stecche di sigarette sostituirono la valuta nel mercato nero. Negli ultimi venti anni, compresi i rischi elevati di insorgenza di patologie afferenti a diversi organi (causati anche dal fumo passivo: agli inizi degli anni ottanta un giapponese, Takeshi Hirayama, pubblicò uno studio statistico che dimostrava che in un campione di donne sposate, le mogli dei fumatori pur non essendo fumatrici si ammalavano di cancro del polmone con frequenza doppia delle mogli dei non fumatori) sono state scatenate molte battaglie ai fumatori e alle case produttrici. Così, cause miliardarie sono state mosse, e vinte, a danno delle Aziende produttrici di sigarette e leggi severe sono state promulgate per limitare il danno passivo nelle persone che preferiscono non fumare. Il fumo passivo e il fumo attivo - sono entrambi molto pericolosi per la salute Il fumo passivo è derivato dalla lenta combustione della sigaretta e dal fumo espirato dal fumatore in presenza di un non fumatore il quale, più o meno involontariamente, respira, inspira ed inala fumo che, si ricorda, è dannoso alla salute.

11 Il fumo contiene oltre 4000 sostanze chimiche delle quali oltre 50 probabilmente sono cancerogene. I principali studi sugli effetti dannosi del fumo passivo sono state pubblicate rassegne nel corso degli ultimi anni con risultati allarmanti. Gli elementi che amplificano la gravità del fumo passivo sono: il numero di fumatori, il numero di sigarette fumate, il tipo di sigarette, sigari od altro fumato, le dimensioni dell'ambiente chiuso dove si fuma, l'eventuale mancata ventilazione: il rischio di avere cancro o tumore ai polmoni ed altre malattie, secondo l'organizzazione mondiale della sanità, aumenta nei non fumatori in relazione all'aumentare dell'intensità di esposizione al fumo passivo simile a quanto sopra elencato. L'effetto del fumo passivo diventa rilevante in ambienti chiusi e prive di adeguata ventilazione o in presenza di giovani (un fumatore passivo su quattro ha meno di quattordici anni): il fumo passivo è uno dei maggiori inquinanti presenti negli ambienti chiusi. Gli effetti del fumo passivo sui bambini è pericolosa. Si possono avere riduzione della crescita dei polmoni con problemi non indifferenti; aumenta il rischio di bronchite, tosse, catarro, asma, impatto sull'apprendimento dei bambini, cancro e leucemia, infezioni meningococciche, basso peso alla nascita. Chi è esposto tutti i giorni al fumo passivo aumenta la possibilità di contrarre tumori al polmone ed altre malattie. Il fumo passivo aumenta i problemi ai polmoni, ai bronchi e crea crisi per chi soffre di asma nonché rinofaringiti, malattie coronariche e attacchi cardiaci a causa della nicotina e del monossido di carbonio, peggioramento di patologie già esistenti come angina pectoris, allergie, irritazione o lacrimazione degli occhi e irritazione al naso, starnuti, tosse, raucedine, nausea, mal di testa, problemi alla gola, riduzione delle funzioni respiratorie ed altri problemi. In italia è stimato che ogni anno muoiono circa 1000 persone a causa del fumo passivo. È stato dimostrato che i non fumatori che vivono con i fumatori aumentano la possinilità del 20% - 30% di avere tumore o cancro ai polmoni. Esiste quindi una forte associazione tra fumo passivo e rischio di cancro ai polmoni e rischi cardiovascolari o ictus cerebrale dei non fumatori a causa del fumo. Infatti sostanze cacerogene del tabacco vengono addirittura trovati nelle urine e nel sangue dei non fumatori che sono esposti a fumo passivo. È stato altresì dimostrato che anche solo 30 minuti di esposizione a fumo passivo inizia a creare danni all'apparato cardiocircolatorio a causa dell'immediata aggregazione piastrinica causa di un particolare addensamento del sangue: la reazione delle cellule endoteliali (rivestimento delle arterei coronariche) provoca difficoltà nel normale deflusso del sangue. È importante non essere vittima del fumo passivo e quindi evitare in ogni modo il fumo passivo, così come il fumo attivo soprattutto in ambienti chiusi e senza adeguato ricambio di aria pulita. Il fumo passivo è cancerogeno e delle sostanze che contribuiscono a creare tumore e fa parte del gruppo 1 nella classifica effettuata alla IARC - International Agency for Research on Cancer -. Fare la massima attenzione al fumo passivo in quanto gravemente dannoso alla salute anche dei non fumatori.

12 Smettendo di fumare si evita di fare del male agli altri oltre a se stessi diventando un fortunato e felice ex fumatore. FUMO DI SIGARETTA, SMETTERE DI FUMARE L'apparato RESPIRATORIO è il più danneggiato dagli svariati inquinanti ambientali, atmosferici e altri come il fumo di tabacco. La spiegazione la si ha facilmente se si tengono presenti alcune nozioni fondamentali di anatomofisiopatologia respiratoria. Al Baylor College of Huston (Usa) hanno scoperto perché si fuma : perché il cervello di chi fuma prende le sue decisioni senza calcolare le conseguenze. Ognuno di noi ogni giorno inspira ed espira volte al minuto e cioè volte in un giorno, pari a circa 7,5-10 milioni di volte in un anno e a oltre mezzo miliardo di volte nella vita. Ogni giorno inspiriamo ed espiriamo litri d'aria (circa 5 milioni e mezzo in 1 anno) che viene filtrata da una superficie alveolare di m2. Con l'inspirazione nelle 24 ore vengono convogliati negli alveoli litri di O2, mentre con l'espirazione portiamo via dagli alveoli litri di anidride carbonica (CO2). E' quindi inevitabile che l'integrità dell'apparato ventilo-respiratorio possa venire attaccata da eventuali fattori negativi presenti nell'aria che si respira. In ogni boccata di fumo sono contenute almeno (10 seguito da 15 zeri, numero impronunciabile) di sostanze ossidanti e irritanti che sono i principali responsabili di danni all'apparato respiratorio. Il fumo contiene migliaia di componenti dannosi (circa 4000), ecco alcuni esempi : Nicotina Dipendenza Aumento della frequenza cardiaca

13 Difficoltà circolatorie Monossido di Carbonio Minor nutrimento per i tessuti Sangue meno ossigenato Ingiallimento della pelle Caduta dei capelli Invecchiamento precoce Ridotta capacità respiratoria Sostanze irritanti Accumulo di muco nei bronchi Bronchite cronica Enfisema Benzopirene e altre sostanze cancerogene Aumentato rischio di cancro Polveri fini L'insieme delle polveri fini è chiamato Il PM10 (particulate matter). Sono altamente cancerogene. Le polveri fini penetrano in profondità nei polmoni, alcune attraversano anche gli alveoli polmonari, arrivano nel sangue, si depositano lungo le arterie e nel cuore, impregnando vari organi. La nicotina è uno degli ingredienti fondamentali del tabacco. Quando fumiamo la maggior parte della nicotina sfugge nell'aria, nei polmoni ne arriva circa un quinto, una fumata di pipa produce leggermente più nicotina di un sigaro. Più vivo è il fuoco della superficie che brucia, più nicotina entra nell'organismo, quindi più si fuma rapidamente più nicotina si aspira. E più il mozzicone si accorcia più cresce la nicotina. La nicotina pura è un potente veleno, una sua goccia lasciata cadere sulla pelle di un coniglio, causa uno choc immediato. Se si fuma un pacchetto di 20 sigarette al giorno, si aspirano circa 400 mg di nicotina la settimana, dose che, in una sola iniezione ucciderebbe come una fucilata. Il sigaro fa meno male in generale della sigaretta? Sembra di si perché il 90% dei danni da fumo di sigaretta è dovuto alla carta e alla colla per incollare le cartine : una vera schifezza! Provate per un mese a fumare dei sigari di qualità e dopo a fumare una sigaretta : non appena si accenderà, si sentirà immediatamente una tipico odore di carta di giornale bruciato che facilmente provoca nausea. Questo odore solitamente non è percepito dagli abituali fumatori di sigarette. Il sigaro non viene poi respirato e il fumo quindi non raggiunge i polmoni.

14 Ma fumare fa male sempre! Fumare sigari non è certo la soluzione per smettere di fumare : sembra infatti che fumare il sigaro, oltre ad apportare la velenosa nicotina, aumenti l'incidenza di determinati tumori come quello della lingua e delle labbra. Uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine dimostra che un sigaro al giorno raddoppia i rischi di cancro a gola, laringe, naso, esofago e polmoni. Basta qualche tirata per aumentare la frequenza cardiaca e la pressione e per peggiorare i disturbi respiratori. Ecco alcuni esempi di danni causati dal fumo di sigaretta : apparato respiratorio: le sostanze che causano danni a questo apparato sono molteplici: sostanze irritanti come acido cianidrico, acroleina, formaldeide, ammoniaca. Bisogna sapere che affinché nel polmone giunga aria sana, nonostante l'inquinamento a cui siamo sottoposti, il nostro sistema respiratorio è dotato di un "sistema di pulizia", formato da molte cellule che oppongono una barriera all'entrata di polveri, germi e sostanze tossiche nel polmone. Le sostanze irritanti del fumo di sigaretta sono in grado di danneggiare velocemente questo sistema di pulizia e quindi a facilitare il passaggio di sostanze dannose nel polmone. Fumando, non solo si danneggieranno i polmoni, si è maggiormente esposti allo smog e alle sostanze inquinanti, non più trattenute dal sistema di pulizia. La classica tosse e catarro del fumatore, sono sintomo di mancata efficienza del sistema di pulizia del polmone, causando eccessiva produzione di muco, bronchite cronica, enfisema. Tra le sostanze che si depositano all'interno del polmone ve ne sono molte in grado di aumentare il rischio di tumore polmonare, causato per l'85-90% dal fumo di sigaretta. Il fumo è causa anche di altri tipi di tumore delle vie respiratorie: cavità orale, faringe, laringe. Sistema circolatorio e cuore : le sostanze dannose reponsabili dei danni all'apparato circolatorio sono soprattutto l'ossido DI CARBONIO e la NICOTINA. L'ossido di carbonio riduce la quantità di ossigeno disponibile per l'organismo: cuore, cervello, muscoli, etc. ricevono meno ossigeno. Insieme alla nicotina, l'ossido di carbonio accelera la formazione delle placche aterosclerotiche nei vasi sanguigni, elevando il rischio di INFARTO DEL MIOCARDIO e ICTUS.

15 Altri danni, ecco alcuni esempi : rischio di numerosi altri tumori oltre a quello del polmone e delle vie respiratorie: vescica, esofago, rene, pancreas, collo e corpo dell'utero, etc. Caduta dei capelli, alito cattivo, macchie della cute e dei denti, danni alla cute. Ogni sigaretta comporta l assunzione di 1,4 mcg di cadmio ed un pacchetto di sigarette aumenta i depositi del cadmio di 4 mcg, impegnando e sottraendo capacità antiossidante a tutto l organismo. Il fumo riduce notevolmente le prestazioni atletiche. Gli atleti professionisti, soprattutto in quei sport che richiedono il 100% delle prestazioni (atletica leggera, sci di fondo, ciclismo, ecc.) sono TUTTI non fumatori. Nel 1986 che l'organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) dichiara: che l'uso di tabacco in tutte le sue forme è incompatibile con il raggiungimento dell'obiettivo salute per tutti entro il 2000 (tabagismo al di sotto del 20%); che la nicotina crea dipendenza ; che "la sigaretta è uno strumento di morte verso cui la neutralità non è possibile". Il 90% circa dei fumatori conosce le conseguenze fatali del fumo, altri vedono nel consumo di sigarette un fattore di rischio per la salute e altri minimizzano l'entità per il timore di doversi privare di un piacere. La vera pericolosità del fumo è ignorata da molti, anche perché i rischi reali spesso sono velati dalla falsa verità che la pericolosità effettiva del fumo non sia ancora scientificamente dimostrata. Questo non è vero, infatti alcune statistiche affermano che muoiono per fumo più persone di quante ne muoiano ogni anno per incidenti stradali, per eroina, AIDS, omicidi e suicidi. Gli effetti del fumo sono stati sottovalutati fino agli anni 90, ma oggi dopo lunghi studi si può affermare che è il maggior pericolo per la nostra vita e che uccide più vite umane di qualunque altra malattia. Il 50% dei fumatori muore a causa dei danni procurati dal fumo, 1/4 nella fascia d'età compresa tra i 35 e 65 anni e un altro quarto del totale in età più avanzata. Migliaia di morti per cancro sono dovute al fumo di tabacco: infatti nel tabagista il carcinoma polmonare ha una frequenza di 20 volte superiore che non tra i non fumatori e circa il 90% di tutte le patologie cancerose polmonari riguarda i fumatori di sigarette. Le probabilità di ammalarsi di questa patologia aumentano di 10/15 volte fumando 20 sigarette al giorno e di 5 volte già con 10 sigarette. Il rischio in definitiva aumenta in rapporto ad un consumo maggiore. Oggi si è notato un aumento anche dei tumori della cavità orale, della vescica, dello stomaco e del colon.

16 Il fumo contribuisce ad una morte su tre per patologie cardiache a causa degli effetti sui vasi coronarici, infatti si stima che sia responsabile del 60% delle malattie cardiache con decorso infausto. Le cellule precancerose a cause del tabacco possono sfuggire al controllo del sistema immunitario. Una ricerca dell'università di New York pubblicata dal Journal of Immunology ha mostrato che a causa delle sigarette le difese del corpo non sono in grado di segnalare all'organismo se è stato attaccato da cellule tumorali. E' certo che il fumo abbrevia la vita dei fumatori di circa 8,3 anni secondo alcuni studi, altri parlano di un accorciamento della vita di 12 anni, ma tutti sono concordi nel dire che i fumatori muoiono precocemente sacrificando una buona parte della loro vita al piacere del fumo. Uno dei primi effetti dannosi del fumo si manifesta sulla pressione sanguigna che registra un aumento di 30 mmhg già 10 minuti dopo la sua inalazione. Il fumo è considerato il fattore di rischio dell'insorgenza dell'arteriosclerosi, patologia questa causata dal restringimento delle arterie che, quando diventa eccessivo, comporta gravi conseguenze per l'organismo, come patologie importanti dei vasi coronarici, angina pectoris, infarto e arresto cardiaco per la carente e insufficiente circolazione, debolezza cardiaca, restringimento delle arterie renali con ipertensione e insufficienza renale, restringimento dei vasi delle gambe e di quelli che forniscono sangue al cervello con conseguenti disturbi dell'udito, vertigini, ictus ed emiparalisi. Il fumo favorisce la calcificazione dei vasi sanguigni, perciò spesso i fumatori soffrono di disturbi circolatori alle gambe e sviluppa quella condizione morbosa nota con il nome di "gambe del fumatore": questo patologia consiste nel restringimento e nell'occlusione di arterie delle gambe, con conseguente manifestazione dolorosa durante la deambulazione, perché il fabbisogno di ossigeno nel muscolo aumenta, ma questo non può essere soddisfatto a causa della diminuita capacità dei vasi sanguigni. Il dolore che compare all'improvviso mentre si cammina, segnale questo della deficienza di ossigeno, costringe la persona a fermarsi per alcuni minuti, poi riprende a camminare per fermarsi nuovamente alla successiva manifestazione dolorosa. Il fumo non danneggia un solo organo,ma nuoce a più sistemi organici importanti per la vita, alterando cosi' le funzioni e aprendo la via a molte patologie. Il tabagista soffre frequentemente di ulcere gastriche e intestinali, perché il fumo influisce sulla produzione degli acidi gastrici e inibisce la guarigione delle ulcere, ostacolando il successo del trattamento medico. Le sostanze cancerogene del tabacco vengono eliminate attraverso i reni e la vescica, così tra i fumatori si nota una elevata frequenza di tumori a carico di questi organi, ma specialmente alla vescica, probabilmente a causa della ritenzione prolungata di urina al suo interno.

17 Immediatamente esposte al fumo e ai suoi effetti sono le vie respiratorie, specialmente il naso, la faringe, la trachea e i bronchi, perché sono questi gli organi deputati al trasporto dell'aria inspirata fino ai polmoni., che sono gli organi deputati allo scambio gassoso con il sangue. Un danno alle strutture polmonari, cioè gli alveoli, che intervengono in questi processi di scambio pregiudica notevolmente la respirazione e porta a una situazione patologica anche grave. Un altro danno correlato al fumo è l'impotenza nell'uomo secondo un inchiesta condotta in America che dimostra che questa è più frequente del 50% tra i fumatori che non tra coloro che non fumano. L'alta incidenza di disturbi sessuali è da mettere in relazione con i problemi circolatori causati dal fumo. E' ormai risaputo che il fumo, oltre ad essere un vizio pericoloso per la salute, aumenta fortemente il rischio di impotenza. Infatti, circa il 44% degli uomini fumatori soffre di disfunzioni erettili, che in casi non rari possono trasformarsi in un completo ko del sistema riproduttivo. La nicotina è un potente vasocostrittore, che indurisce vene e arterie, danneggia il cuore e fa diminuire l'afflusso di sangue all'organo sessuale maschile nel momento del bisogno. Il problema dell'impotenza provocata dal fumo ha trovato negli ultimi anni un rimedio efficace nei farmaci di nuova generazione contro l'impotenza. Viagra, Cialis e Levitra possono combattere l'impotenza derivante dal tabagismo. Le ossa non sono esenti dai danni del tabagismo, in fatti il fumatore spesso soffre di dolori alla schiena a causa dell'effetto che la nicotina ha sulla circolazione del sangue. I dischi intervertebrali non ricevono una quantità di sangue e di nutrimento sufficienti, degenerano e diventano lentamente più sottili. La bocca del fumatore è sovente colpita da gengivite, che s'insinua gradualmente nei tessuti più profondi del parodonto, causandone anche l'infiammazione che può con il tempo determinare la caduta dei denti. E' ormai certo che i carcinomi della cavità orale vengono favoriti da queste diverse modalità di consumo del tabacco e il rischio di contrarre la malattia aumenta soprattutto nelle parti in cui viene posto.

18 Il fumo di sigaretta, soprattutto se associato all'alcol, rappresenta nel mondo occidentale un rilevante fattore di rischio nei confronti del carcinoma esofageo; inoltre aumenta il rischio di sviluppare adenomi del colon, e tumori del fegato. La nicotina contrae le vene, l'alcool le dilata : quando beviamo e fumiamo assieme, è come se ci spronassimo con un pungolo per procurarci uno stimolo e contemporaneamente ci dessimo una bastonata sulla testa per neutralizzarlo. Ricercatori neozelandesi hanno analizzato i diversi effetti che le sigarette e la cannabis hanno sui polmoni. Ne è risultato che fumare uno spinello equivale a fumarsi 3-5 sigarette, infatti lo spinello non ha filtro e il suo fumo viene trattenuto a lungo nei polmoni. RELAZIONI CON LA CALVIZIE Spesso i visitatori mi chiedono se fumare possa danneggiare il capello o peggiorare una calvizie. Io rispondo sempre di si, perché il fumo è un veleno e crea una quantità elevatissima di radicali liberi. Ora uno studio effettuato alla Harvard School of Public Health, mostra che il fumo incrementa quasi tutti i maggiori ormoni androgeni, inclusi DHEA, androstenedione, testosterone ed di-idro-testosterone (DHT), l'ormone maggiormente responsabile della calvizie androgenetica. Lo studio interessa 1241 uomini di mezza età, comparando i livelli ormonali di fumatori e non fumatori. Lo studio mostra come il DHEA è più alto del 18% nei fumatori, il DHEAS è più altro del 13%, l'androstenedione più alto del 33%, il testosterone più alto del 9% e il DHT più alto del 13%. E' ben conosciuto che livelli più alti di testosterone e DHT sono associati a livelli più alti nella caduta dei capelli. Fumare non farà cadere i capelli a chi non è predisposto geneticamente ma smettere di fumare, aiuterà a prevenire la caduta in chi è predisposto. Fumare inoltre può peggiorare una calvizie androgenetica già in atto. Uno studio del Far Eastern Memorial Hospital di Taipei (Taiwan) condotto su un campione di 740 uomini ha appurato che le sigarette a lungo andare mettono alla prova il microcircolo (la rete di vasi sanguigni più piccoli), alterando il modo in cui il sangue viene pompato verso i follicoli del cuoio capelluto e aumentando così, la gravità di un principio di calvizie. EFFETTI SULLA PELLE

19 Rughe, borse, guance cadenti, pelle grigiastra : ecco la faccia del fumatore! I medici lo avevano già notato nel Il melanoma (tumore della pelle) non è l unico danno provocato dalla sigaretta alla pelle. I fumatori accaniti vanno incontro anche ad altri, gravi rischi cutanei. Sebbene una relazione fra fumo e cute fosse stata ipotizzata fin dal 1856, la certezza che esso sia causa dell invecchiamento precoce del viso si deve a Ippen e Ippen, i primi, nel 1965, a identificare le nefaste modificazioni nel volto del 79% delle fumatrici abituali contro il 19% delle non fumatrici ed a coniare il termine di "smoker s face" (faccia da fumatore). Nel 1969 lo studio del dottor Harry Daniell, in doppio cieco, dimostrò che i fumatori, fra 40 e 49 anni, avevano la stessa intensità di rughe dei non fumatori di vent anni più vecchi. E, addirittura che, l esposizione del volto al sole creerebbe meno danni per l invecchiamento della pelle di quanti ne procuri il fumo. E la loro analisi è stata spietata: la faccia da fumo, ovvero il tipico aspetto del fumatore, oltre a manifestare solchi e rughe marcate, disposte in forma radiale soprattutto attorno alle labbra e agli angoli degli occhi, presenta un aspetto scarno con forte prominenza del contorno osseo e talvolta anche un lieve afflosciamento delle guance. Fenske e Smith poi, hanno citato nel loro articolo un altra visibile trasformazione dovuta al fumo: la decolorazione accentuata delle unghie delle dita che sorreggono la sigaretta, tanto evidente che, se s interrompe immediatamente di fumare, si sviluppa una distinta linea di demarcazione sulle unghie macchiate. Se assorbiti in via sistemica, i circa 4mila componenti tossici del fumo possono comportare preoccupanti danni al tessuto epidermico e modificazioni vascolari. Infine l assorbimento del fumo implica anche un alterazione delle fibre elastiche localizzate in parti della pelle più profonda, alterazione sicuramente più netta rispetto a quella provocata dall elastosi solare. Ennesimo male, presente quasi esclusivamente nei fumatori, è quello che gli americani chiamano Trench Mouth, una forma di gengivite necrotizzante ulcerativa (ANUG) che include appunto ulcerazione, dolore, sanguinamento e un cattivo odore nella bocca. Smettere di fumare rende la pelle più elastica e liscia già nel giro di poche settimane. PARTICOLARI EFFETTI SULLA DONNA L'aumento del tabagismo tra le donne porta ad un incremento della patologia tumorale del polmone (+5,5% nel periodo ). Sembra che il tabagismo diminuisca la fecondità: un vasto studio ha dimostrato che, mentre solo il 5% delle non fumatrici non ha concepito nei 5 anni seguenti l'interruzione della contraccezione, la percentuale arriva all'11% nelle forti fumatrici.

20 Le fumatrici presentano un rischio due volte più grande di gravidanze extrauterine; sono maggiormente esposte alla dismenorrea, al cancro del collo dell'utero ed entrano in menopausa due anni prima; l'osteoporosi è più precoce. Anche il feto è esposto ad una serie di rischi importanti e l'aborto spontaneo è più frequente. Il monossido di carbonio e la nicotina provocano un aumento della frequenza cardiaca, dei parti prematuri, delle nascite di bambini ipotrofici con un peso ridotto di circa 200 gr. ed un incremento dei decessi perinatali. Le fumatrici che allattano fanno assumere nicotina ai figli. Per i bambini di genitori fumatori, attraverso il fumo passivo, il rischio di ammalare di bronchite o broncopolmonite ed otite nel corso del 1 anno di vita è doppio. E così pure l'incidenza di crisi asmatiche, la cui gravità è sicuramente aumentata. Tra le fumatrici che assumono contraccettivi orali, il rischio di crisi cardiache, ictus, flebotrombosi ed embolie è più elevato, particolarmente dopo i 40 anni. A carico della cute si osservano segni di precoce invecchiamento, per distrofia, perdita di elasticità e discromia. All'azione della nicotina si aggiunge l'azione della potente carica di radicali ossidanti che vengono inalati tra le oltre sostanze chimiche prodotte dalla combustione della sigaretta. Stephen Hecht, studioso del University of Minnesota Cancer Center, ha dimostrato la presenza di NNK (nitrosamine 4-(methylnitrosamino)-1-(3- pyridyl)-1-butanone), uno dei più pericolosi cancerogeni presenti nel fumo di sigaretta (metabolita della nicotina), nella prima urina di neonati da madri che avevano continuato a fumare durante la gravidanza. EFFETTI SULL'APPARATO DIGERENTE Tutti i fumatori hanno notato che una sigaretta sembra calmare i morsi della fame, almeno temporaneamente. La sensazione di fame è causata dalle contrazioni delle pareti dello stomaco e il fumo può sopprimere tali contrazioni. Il fumo può causare gastrite, favorendo l'accumulo di secrezioni acide e provocando bruciore di stomaco, creando le condizioni favorevoli per lo sviluppo di un'ulcera LA DIPENDENZA Solo recentemente la nicotina è stata dichiarata ufficialmente una droga a tutti gli effetti, nonostante i dati sul suo elevato potere di indurre dipendenza fossero noti da decenni ai ricercatori dell industria del tabacco.

EFFETTI DEL TABAGISMO SULLA SALUTE Malattie e danni provocati

EFFETTI DEL TABAGISMO SULLA SALUTE Malattie e danni provocati EFFETTI DEL TABAGISMO SULLA SALUTE Malattie e danni provocati Cancro Ictus Bronchite Malattie provocate Danni provocati All apparato respiratorio All apparato cardiovascolare All apparato digerente All

Dettagli

CERVELLO. Perdita progressiva della memoria e del senso dell orientamento.

CERVELLO. Perdita progressiva della memoria e del senso dell orientamento. Gruppo 2 M. f. g. CERVELLO Perdita progressiva della memoria e del senso dell orientamento. Nervo ottico Diminuzione della vista e della sensibilità ai colori GOLA Cancro della laringe e della faringe

Dettagli

E D U C A Z I O N E A L L A S A L U T E TA B A G I S M O

E D U C A Z I O N E A L L A S A L U T E TA B A G I S M O E D U C A Z I O N E A L L A S A L U T E TA B A G I S M O 1 MORTI PER FUMO IN ITALIA 90.000 MORTI ALL ANNO 40% PER TUMORE 30% PER ENFISEMA 30% PER MALATTIE CARDIOVASCOLARI LA VITA DEL FUMATORE SI ACCORCIA

Dettagli

IL TABACCO E IL FUMO, LA STORIA E' una pianta originaria del Sud America, importata in Europa in tempi antichi, probabilmente nel periodo delle prime

IL TABACCO E IL FUMO, LA STORIA E' una pianta originaria del Sud America, importata in Europa in tempi antichi, probabilmente nel periodo delle prime Il fum o IL TABACCO E IL FUMO, LA STORIA E' una pianta originaria del Sud America, importata in Europa in tempi antichi, probabilmente nel periodo delle prime spedizioni spagnole nel Nuovo Mondo. All'inizio

Dettagli

IL FUMO DELLA SIGARETTA. PERCHE FA MALE E COSA DICE LABIBBIA IMMAGINE - 21 agosto 2015

IL FUMO DELLA SIGARETTA. PERCHE FA MALE E COSA DICE LABIBBIA IMMAGINE - 21 agosto 2015 IL FUMO DELLA SIGARETTA PERCHE FA MALE E COSA DICE LABIBBIA IMMAGINE - 21 agosto 2015 1 Introduzione Il FUMO COSA SI FUMA? Le sostanze che si aspirano dalle sigarette sono parecchie e ognuna di queste

Dettagli

www.coolandclean.ch Circuito del tabacco Schede informative

www.coolandclean.ch Circuito del tabacco Schede informative www.coolandclean.ch Circuito del tabacco Schede informative Foto: UFSPO / Ulrich Känzig 1 Il tabacco è tossico corretta Il tabacco contiene nicotina, una sostanza presente soprattutto nella pianta di tabacco

Dettagli

I dati di fatto più importanti sul fumo

I dati di fatto più importanti sul fumo I dati di fatto più importanti sul fumo sul fumo passivo sull industria del tabacco I dati di fatto più importanti sul fumo lucido 2 Quante persone fumano? Nel 2008 fumava occasionalmente o ogni giorno

Dettagli

Il tabacco e il fumo, un po' di storia...

Il tabacco e il fumo, un po' di storia... Il tabacco e il fumo, un po' di storia... E' una pianta originaria del Sud America, importata in Europa nel periodo delle prime spedizioni spagnole nel Nuovo Mondo. PRIMA DI COLOMBO 26 cm L'uso di fumare

Dettagli

NON FUMARE IN GRAVIDANZA E DAVANTI AL BAMBINO Elisabetta Caielli, Dipartimento di Prevenzione

NON FUMARE IN GRAVIDANZA E DAVANTI AL BAMBINO Elisabetta Caielli, Dipartimento di Prevenzione PROMUOVERE LA SALUTE NEI PRIMI ANNI DI VITA Programma Regionale GenitoriPiù quali novità? NON FUMARE IN GRAVIDANZA E DAVANTI AL BAMBINO Elisabetta Caielli, Dipartimento di Prevenzione REGIONE VENETO -

Dettagli

PERCHE SMETTERE DI FUMARE E SALVACUORE

PERCHE SMETTERE DI FUMARE E SALVACUORE Lega Friulana per il Cuore PERCHE SMETTERE DI FUMARE E SALVACUORE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico della

Dettagli

Fumo di tabacco al microscopio

Fumo di tabacco al microscopio Fumo di tabacco al microscopio Fumo di tabacco: dati di fatto Il fumo di una sigaretta contiene più di 7 000 sostanze chimiche. Centinaia di queste sono tossiche e almeno 70 direttamente cancerogene. La

Dettagli

L APPARATO RESPIRATORIO

L APPARATO RESPIRATORIO L APPARATO RESPIRATORIO Indice - Mappa concettuale - Funzioni - Struttura - Collocazione organi e parti dell'apparato - Organi e apparati connessi - Malattie Funzioni L apparato respiratorio permette al

Dettagli

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE!

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! Perché si inizia a fumare Tutti sanno che fumare fa male. Eppure, milioni di persone nel mondo accendono, in ogni istante, una sigaretta! Non se ne conoscono

Dettagli

Tabacco, alcool, droghe

Tabacco, alcool, droghe Tabacco e prestaziome Tabacco, alcool, droghe Essere in pieno possesso delle proprie capacità cardio respiratorie e muscolari è indispensabile per la pratica di uno sport, qualunque esso sia. Alcune sigarette

Dettagli

Asl8_AW_Fumo:Layout 1 10/07/12 18.44 Pagina 1

Asl8_AW_Fumo:Layout 1 10/07/12 18.44 Pagina 1 Asl8_AW_Fumo:Layout 1 10/07/12 18.44 Pagina 1 Asl8_AW_Fumo:Layout 1 10/07/12 18.44 Pagina 2 2 non è facile, ma è possibile La maggior parte dei fumatori ci riesce soltanto dopo alcuni tentativi. Tu puoi

Dettagli

Il fumo è il prodotto della combustione del tabacco e della carta che costituiscono la sigaretta. Il fumo contiene circa 4.000 sostanze nocive:

Il fumo è il prodotto della combustione del tabacco e della carta che costituiscono la sigaretta. Il fumo contiene circa 4.000 sostanze nocive: Piano Regionale della Prevenzione 2010-2012 Pagina 1 Il fumo è il prodotto della combustione del tabacco e della carta che costituiscono la sigaretta. Il fumo contiene circa 4.000 sostanze nocive: nicotina,

Dettagli

Ciao! Parliamo di fumo?

Ciao! Parliamo di fumo? Ciao! Parliamo di fumo? www.cedostar.it DIPARTIMENTO DELLE DIPENDENZE Cosa c è in una sigaretta? Il fumo di tabacco è un aerosol micidiale di sostanze nocive. Contiene oltre 4000 sostanze: idrocarburi

Dettagli

Fumo non ridurre la vita. in cenere. la lotta al cancro non ha colore. insieme. contro il cancro

Fumo non ridurre la vita. in cenere. la lotta al cancro non ha colore. insieme. contro il cancro la lotta al cancro non ha colore la lotta al cancro non ha colore Fumo non ridurre la vita in cenere insieme contro il cancro Perché questo opuscolo? Il consumo di sigarette nel mondo è raddoppiato dagli

Dettagli

Progetto pilota Prevenzione giovanile al tabagismo

Progetto pilota Prevenzione giovanile al tabagismo Progetto pilota Prevenzione giovanile al tabagismo Giorgio Merlani Ufficio del medico cantonale Servizio promozione e valutazione sanitaria & Fondazione idée:sport Principali sostanze contenute nel fumo

Dettagli

Prevenzione delle malattie cardiovascolari. Percorso per le classi quinte superiori

Prevenzione delle malattie cardiovascolari. Percorso per le classi quinte superiori Prevenzione delle malattie cardiovascolari Percorso per le classi quinte superiori Per cominciare qualche cenno di anatomia Il cuore Il cuore è un organo di tessuto muscolare striato, detto miocardio,

Dettagli

RESPIRARE BENE PER VIVERE SANI PROGETTO DEI MEDICI DI MEDICINA GENERALE PER COMBATTERE IL FUMO E LE MALATTIE RESPIRATORIE

RESPIRARE BENE PER VIVERE SANI PROGETTO DEI MEDICI DI MEDICINA GENERALE PER COMBATTERE IL FUMO E LE MALATTIE RESPIRATORIE RESPIRARE BENE PER VIVERE SANI PROGETTO DEI MEDICI DI MEDICINA GENERALE PER COMBATTERE IL FUMO E LE MALATTIE RESPIRATORIE VINCENZO SCOLA MMG CENTRO DI MEDICINA GENERALE DANIELE GIRALDI BOVOLONE (VR) DANNI

Dettagli

GIACOMO GRANATIERO. La mappa segreta per smettere di fumare

GIACOMO GRANATIERO. La mappa segreta per smettere di fumare GIACOMO GRANATIERO La mappa segreta per smettere di fumare www.miniebook.it Il portale degli e-book informativi più economici del web Scopri tutti gli indizi che ti permetteranno di arrivare al tesoro

Dettagli

Le malattie fumo correlate. Dott. Paolo Monte

Le malattie fumo correlate. Dott. Paolo Monte Le malattie fumo correlate Dott. Paolo Monte Fumo come fattore di rischio di malattia Il fumo costituisce il principale fattore di rischio evitabile per le principali malattie causa di mortalità ed invalidità

Dettagli

Guida al benessere IL FUMO

Guida al benessere IL FUMO Guida al benessere IL FUMO Introduzione "Abbi chiaro in mente che non stai rinunciando a nulla. Non vi è alcun vero piacere o sostegno nel fumare. È solo un'illusione, come se si picchiasse la testa contro

Dettagli

Fumo e benessere riproduttivo

Fumo e benessere riproduttivo Fumo e benessere riproduttivo Cosa c è in una sigaretta? Più di 4000 sostanze tossiche sono contenute nel fumo di tabacco. - Nicotina: crea dipendenza - Monossido di carbonio: ostacola l'azione dei muscoli

Dettagli

Oncologia e sigaretta elettronica

Oncologia e sigaretta elettronica Oncologia e sigaretta elettronica Prof. Umberto Tirelli Direttore Dipartimento di Oncologia Medica Istituto Nazionale Tumori di Aviano Il fumo rappresenta il più grande problema sanitario di oggi e lo

Dettagli

Università degli studi di Roma La Sapienza. Tabagismo e Patologie del Cavo Orale

Università degli studi di Roma La Sapienza. Tabagismo e Patologie del Cavo Orale Università degli studi di Roma La Sapienza Tabagismo e Patologie del Cavo Orale Tabagismo Termine con cui si indica l abitudine a fumare tabacco e la forma di intossicazione cronica derivante da tale pratica.

Dettagli

Crisi convulsive Sostanze psicoattive

Crisi convulsive Sostanze psicoattive CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO PROVINCIALE DI ROMA Crisi convulsive Sostanze psicoattive CROCE ROSSA ITALIANA - a cura del Capo Monitore V.d.S. Iannozzi Emanuela CRISI CONVULSIVE Susseguirsi di movimenti

Dettagli

VIVERE CON LA BPCO: ALIMENTAZIONE;SONNO; FUMO

VIVERE CON LA BPCO: ALIMENTAZIONE;SONNO; FUMO VIVERE CON LA BPCO: ALIMENTAZIONE;SONNO; FUMO COS È LA SIGARETTA? La sigaretta è un piccolo cilindro cartaceo contenente, in genere, foglie di tabacco tritate e lavorate. Una sigaretta non sempre o non

Dettagli

Il fumo di tabacco: un costo individuale e di tutta la collettività Dott. Gaetano Bianchi Il 10 Gennaio 2005 rappresenta la data fatidica dalla quale non si può più fumare nei ristoranti, bar, caffè, luoghi

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute SCHEDA I NUMERI DEL TABAGISMO Il tabacco provoca più decessi di alcol, aids, droghe, incidenti stradali, omicidi e suicidi messi insieme. L epidemia del tabacco è una delle più grandi

Dettagli

INCONTRI DELLA SALUTE

INCONTRI DELLA SALUTE INCONTRI DELLA SALUTE TERZO APPUNTAMENTO 16.10.2014 CONTR-ATTACCO CARDIACO: ELEMENTI DI PRIMO SOCCORSO CARDIACO Relatore: Dott.ssa Marcella Camellini Dirigente Medico Cardiologia Ospedale di Sassuolo APPUNTI:

Dettagli

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Colora il quadratino posto accanto alle indicazioni corrette. Per mantenere il nostro sistema nervoso sano ed efficiente è opportuno... ALLA SALUTE respirare

Dettagli

NON fumare. è la scelta migliore che puoi fare

NON fumare. è la scelta migliore che puoi fare Il programma GUADAGNARE SALUTE, promosso dal Ministero della Salute e dall Istituto Superiore di Sanità, con le Regioni e gli Enti locali, si propone di contrastare i 4 rischi fondamentali per la salute,

Dettagli

Legge sui prodotti del tabacco Scheda informativa sui prodotti del tabacco. Nicotina. Sguardo puntato sulla dipendenza

Legge sui prodotti del tabacco Scheda informativa sui prodotti del tabacco. Nicotina. Sguardo puntato sulla dipendenza Arbeitsgemeinschaft Tabakprävention Schweiz Association suisse pour la prévention du tabagisme Associazione svizzera per la prevenzione del tabagismo Haslerstr. 30, 3008 Bern Tel 031 599 10 20, Fax 031

Dettagli

Integrazione di silice - Benefici riportati

Integrazione di silice - Benefici riportati Integrazione di silice - Benefici riportati Riduzione del dolore e dell infiammazione dei legamenti Migliorata elasticità della pelle Migliorata idratazione della pelle Stimolazione della formazione e

Dettagli

Capitolo 10. Fumo di tabacco

Capitolo 10. Fumo di tabacco Capitolo 10. Fumo di tabacco Sommario Introduzione Il fumo di tabacco Vantaggi dello smettere di fumare I rischi da fumo passivo Considerazioni per l'abbandono del fumo Conclusioni e prospettive INTRODUZIONE

Dettagli

Una bocca sana. ad ogni età

Una bocca sana. ad ogni età Una bocca sana ad ogni età La bocca e i denti Attraverso la bocca possiamo nutrirci e assaporare il cibo, parlare e comunicare, sorridere. Prendersi cura della bocca è importante, per tutta la durata della

Dettagli

Lo stress: lo stress induce al fumo non solo adulti ma anche ragazzi

Lo stress: lo stress induce al fumo non solo adulti ma anche ragazzi si possono individuare tre diverse aree che inducono al fumo: La famiglia e gli amici: spesso i genitori e gli amici fumano e questo può influire molto sulle nostre decisioni, visto che sono presi come

Dettagli

TUMORE VESCICALE & FATTORI DI RISCHIO AMBIENTALE

TUMORE VESCICALE & FATTORI DI RISCHIO AMBIENTALE FONDAZIONE GRUPPO STUDIO TUMORI UROLOGICI TUMORE VESCICALE & FATTORI DI RISCHIO AMBIENTALE Giornata informativa del paziente EPIDEMIOLOGIA Maschi Incidenza in Italia 57.5/100.000 ab/anno Mortalità 4193/anno

Dettagli

L APPARATO RESPIRATORIO

L APPARATO RESPIRATORIO L APPARATO RESPIRATORIO Per comprendere la funzione dell'apparato respiratorio dobbiamo sapere che gli alimenti introdotti nell'organismo, una volta digeriti e assorbiti dal sangue, raggiungono tutte le

Dettagli

NO SMOKING BE HAPPY È

NO SMOKING BE HAPPY È NSBH_NA_LEAFLET_02 19-01-2010 17:32 Pagina 1 SUL SITO DEL È COMPRENDE: NSBH_NA_LEAFLET_02 19-01-2010 17:32 Pagina 7 SUL SITO DEL È COMPRENDE: NSBH_NA_LEAFLET_02 19-01-2010 17:32 Pagina 13 SUL SITO DEL

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SANITÀ PUBBLICA LIBERI DI SCEGLIERE. dott.ssa Alessandra Fabbri

DIPARTIMENTO DI SANITÀ PUBBLICA LIBERI DI SCEGLIERE. dott.ssa Alessandra Fabbri DIPARTIMENTO DI SANITÀ PUBBLICA LIBERI DI SCEGLIERE dott.ssa Alessandra Fabbri La nostra salute è come un puzzle tanti sono i FATTORIche influiscono sulla SALUTE : Fattori genetici e costituzionali Ambiente

Dettagli

Fumo di tabacco. Tutto quello che devi sapere per proteggere la tua salute. Fonte: IARC

Fumo di tabacco. Tutto quello che devi sapere per proteggere la tua salute. Fonte: IARC Fumo di tabacco Tutto quello che devi sapere per proteggere la tua salute. Fonte: IARC LILT Sezione Provinciale di Biella Via Belletti Bona 20, 13900 Biella Tel. 015 8352111 - info@liltbiella.it www.liltbiella.it

Dettagli

IN UN CICLO RESPIRATORIO SI HA UNA DIMINUZIONE DI OSSIGENO ED UN AUMENTO DI ANIDRIDE CARBONICA. CORSO OSS DISCIPLINA: PRIMO SOCCORSO MASSIMO FRANZIN

IN UN CICLO RESPIRATORIO SI HA UNA DIMINUZIONE DI OSSIGENO ED UN AUMENTO DI ANIDRIDE CARBONICA. CORSO OSS DISCIPLINA: PRIMO SOCCORSO MASSIMO FRANZIN PRIMO SOCCORSO PATOLOGIE RESPIRATORIE ANATOMIA E FISIOLOGIA LA FUNZIONE PRINCIPALE DELL APPARATO RESPIRATORIO È DI FORNIRE AI TESSUTI UN SUFFICIENTE APPORTO DI OSSIGENO PER SODDISFARNE LE RICHIESTE ENERGETICHE

Dettagli

L apparato respiratorio e la respirazione. La respirazione

L apparato respiratorio e la respirazione. La respirazione il testo: 01 La respirazione Tutti gli esseri viventi hanno bisogno di energia per vivere. L uomo e gli altri animali ricavano (prendono) l energia dal cibo che mangiano. Per trasformare il cibo in energia

Dettagli

L organismo è il suo obiettivo. Il cuore il suo bersaglio.

L organismo è il suo obiettivo. Il cuore il suo bersaglio. Il fumo Il fumo Opuscolo redatto da Stefano Taddei*. Alla stessa collana, coordinata da Nicola De Luca*, appartengono anche i seguenti titoli: L attività fisica Il colesterolo Il diabete L ipertensione

Dettagli

INQUINAMENTO ATMOSFERICO E MALATTIE RESPIRATORIE. N. Marcobruni U.O. Pneumologia, Spedali Civili di Brescia 24 Novembre 2007

INQUINAMENTO ATMOSFERICO E MALATTIE RESPIRATORIE. N. Marcobruni U.O. Pneumologia, Spedali Civili di Brescia 24 Novembre 2007 INQUINAMENTO ATMOSFERICO E MALATTIE RESPIRATORIE N. Marcobruni U.O. Pneumologia, Spedali Civili di Brescia 24 Novembre 2007 PRINCIPALI FONTI DI INQUINAMENTO traffico veicolare sistemi di produzione di

Dettagli

Inquinanti atmosferici. Ossidi di zolfo Ossidi di azoto Monossido di carbonio Particolato (polveri) Altri (metalli, VOC, etc)

Inquinanti atmosferici. Ossidi di zolfo Ossidi di azoto Monossido di carbonio Particolato (polveri) Altri (metalli, VOC, etc) Inquinanti atmosferici Ossidi di zolfo Ossidi di azoto Monossido di carbonio Particolato (polveri) Altri (metalli, VOC, etc) ZOLFO I composti dello zolfo di interesse ai fini dell inquinamento atmosferico

Dettagli

Sedentarietà. Un adeguata attività fisica è fondamentale per prevenire l epidemia mondiale di malattie croniche

Sedentarietà. Un adeguata attività fisica è fondamentale per prevenire l epidemia mondiale di malattie croniche Sedentarietà Almeno il 60% della popolazione mondiale è al di sotto dei livelli di attività raccomandati di attività motoria (30 minuti al giorno di attività moderata) Un adeguata attività fisica è fondamentale

Dettagli

IL FUMO DANNEGGIA LA SALUTE DELL APPARATO RESPIRATORIO:

IL FUMO DANNEGGIA LA SALUTE DELL APPARATO RESPIRATORIO: IL FUMO DANNEGGIA LA SALUTE DELL APPARATO RESPIRATORIO: note divulgative per aiutare a smettere di fumare 2 Devo veramente smettere di fumare? Il fumo è la causa principale della broncopneumopatia cronica

Dettagli

CONInforma Sport e corretti stili di vita

CONInforma Sport e corretti stili di vita Numero 7 del 16 luglio 2014 A cura del Dott. Sergio Zita Responsabile sportello CONInforma I BENEFICI DELLO SPORT Fare sport non solo è consigliabile, ma addirittura necessario. A confermare quello che

Dettagli

Sezione Provinciale di Biella - Onlus. Attaccati. allavita, staccati. dalla sigaretta.

Sezione Provinciale di Biella - Onlus. Attaccati. allavita, staccati. dalla sigaretta. Sezione Provinciale di Biella - Onlus Attaccati allavita, staccati dalla sigaretta. E-book informativo a cura di LILT Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori Sezione Provinciale di Biella - Onlus Fonte:

Dettagli

L'apparato cardiocircolatorio. I disturbi della circolazione CULTURA DELLA SICUREZZA SUL LAVORO NEL TERZIARIO E NEI SERVIZI

L'apparato cardiocircolatorio. I disturbi della circolazione CULTURA DELLA SICUREZZA SUL LAVORO NEL TERZIARIO E NEI SERVIZI CULTURA DELLA SICUREZZA SUL LAVORO NEL TERZIARIO E NEI SERVIZI L'apparato cardiocircolatorio I disturbi della circolazione Cultura della sicurezza patrimonio comune del mondo del lavoro: impresa, lavoratori

Dettagli

STUD'S. Risultati dell'indagine "Valutazione della conoscenza pregressa in materia di salute e sicurezza

STUD'S. Risultati dell'indagine Valutazione della conoscenza pregressa in materia di salute e sicurezza STUD'S Risultati dell'indagine "Valutazione della conoscenza pregressa in materia di salute e sicurezza Campione: studenti della scuola secondaria di I grado Villa Reatina e Marconi-Sacchetti Sassetti

Dettagli

Sani stili di vita. Nutrirsi di salute Marzo 2012. Per quale motivo dovremmo seguire sani stili di vita?

Sani stili di vita. Nutrirsi di salute Marzo 2012. Per quale motivo dovremmo seguire sani stili di vita? Nutrirsi di salute Marzo 2012 Sani stili di vita Per quale motivo dovremmo seguire sani stili di vita? Siamo spesso alla ricerca dell elisir di lunga vita, ma non sempre disposti a qualche piccolo sacrificio,

Dettagli

NOVITà. Indicazione pediatrica. Guida per i genitori

NOVITà. Indicazione pediatrica. Guida per i genitori NOVITà Indicazione pediatrica Guida per i genitori Che cos è la vaccinazione antiallergica? 3 n Rinocongiuntivite allergica: una condizione diffusa 3 n La vaccinazione antiallergica 4 Che cos è GRAZAX?

Dettagli

NO SMOKING BE HAPPY È

NO SMOKING BE HAPPY È NSBH_GE_LEAFLET_03 24-09-2010 16:43 Pagina 1 SUL SITO DEL È COMPRENDE: NSBH_GE_LEAFLET_03 24-09-2010 16:43 Pagina 7 SUL SITO DEL È COMPRENDE: NSBH_GE_LEAFLET_03 24-09-2010 16:43 Pagina 13 SUL SITO DEL

Dettagli

3M Prodotti per la Sicurezza sul Lavoro. Guida ai rischi. Protezione Vie Respiratorie. Prendi. a cuore. la tua sicurezza

3M Prodotti per la Sicurezza sul Lavoro. Guida ai rischi. Protezione Vie Respiratorie. Prendi. a cuore. la tua sicurezza 3M Prodotti per la Sicurezza sul Lavoro Protezione Vie Respiratorie Guida ai rischi Prendi a cuore la tua sicurezza A ogni respiro, possiamo inalare milioni di particelle. Le particelle nocive non sono

Dettagli

Il Fumo. ti consuma. Classe 2 A sez. A V. A.

Il Fumo. ti consuma. Classe 2 A sez. A V. A. I.C. Abate Fabio di Bona Scuola Media CUTRO Il Fumo. ti consuma Classe 2 A sez. A A.S. 2011-2012 1 V. A. La storia del tabacco Il tabacco fu portato in Europa come souvenir e la pianta venne ritenuta da

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE AREA SUD MILANESE

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE AREA SUD MILANESE Opera MALORI IMPROVVISI PERDITE DI SENSI MALORI DOVUTI A DISTURBI DEL S.N. MALORI PER CAUSE AMBIENTALI 1. Perdite di coscienza transitorie Lipotimia (debolezza con o senza perdita coscienza) Sincope (improvvisa

Dettagli

APPARATO RESPIRATORIO RESPIRATORIO

APPARATO RESPIRATORIO RESPIRATORIO APPARATO RESPIRATORIO TURBE del RESPIRO SINDROME da ANNEGAMENTO Storti Chiara Francesca Istruttore PSTI OBIETTIVI Cenni di ANATOMIA e FISIOLOGIA dell APPARATO RESPIRATORIO Le TURBE DEL RESPIRO: INSUFFICIENZA

Dettagli

QUANTE VOLTE HAI PENSATO DI SMETTERE? QUESTA GUIDA PUÒ AIUTARTI DA SUBITO. 800-554088 GUIDA PRATICA DA LEGGERE, COMPILARE E PERSONALIZZARE

QUANTE VOLTE HAI PENSATO DI SMETTERE? QUESTA GUIDA PUÒ AIUTARTI DA SUBITO. 800-554088 GUIDA PRATICA DA LEGGERE, COMPILARE E PERSONALIZZARE Istituto Superiore di Sanità Osservatorio Fumo, Alcol e Droga GUIDA PRATICA DA LEGGERE, COMPILARE E PERSONALIZZARE Istituto Superiore di Sanità Osservatorio Fumo, Alcol e Droga ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ

Dettagli

Il danno dell inquinamento sui nostri amici animali

Il danno dell inquinamento sui nostri amici animali Il danno dell inquinamento sui nostri amici animali Per quasi tutta la vita gli animali domestici vivono a stretto contatto con i padroni che gli hanno adottati. Condividono con loro lo stesso ambiente,

Dettagli

Mortalità da disturbi circolatori dell encefalo. Stima del rischio relativo per comune di residenza. (2003-2007)

Mortalità da disturbi circolatori dell encefalo. Stima del rischio relativo per comune di residenza. (2003-2007) 5 La "cartella clinica" del Cesenate Conoscere quali sono le principali cause di morte e le malattie a maggior impatto sociale e sanitario in una popolazione può fornire utili indicazioni per l identificazione

Dettagli

Le ossa e i muscoli. Per saperne di più. Nella terra e nello spazio. Immagini del corpo umano

Le ossa e i muscoli. Per saperne di più. Nella terra e nello spazio. Immagini del corpo umano Le ossa e i muscoli Le ossa Le ossa sono formate da tessuto osseo compatto e spugnoso. All interno delle ossa c è il midollo irrorato dai vasi sanguigni. I muscoli I muscoli dello scheletro sono collegati

Dettagli

sonoallergico.it CURA LE ALLERGIE RESPIRATORIE, SCOPRI L IMMUNOTERAPIA CON ALLERGENI

sonoallergico.it CURA LE ALLERGIE RESPIRATORIE, SCOPRI L IMMUNOTERAPIA CON ALLERGENI sonoallergico.it CURA LE ALLERGIE RESPIRATORIE, SCOPRI L IMMUNOTERAPIA CON ALLERGENI LE ALLERGIE RESPIRATORIE Cosa sono e come si manifestano LA REAZIONE ALLERGICA Le allergie sono una reazione eccessiva

Dettagli

PATOLOGIE MEDICHE in EMERGENZA

PATOLOGIE MEDICHE in EMERGENZA PATOLOGIE MEDICHE in EMERGENZA COSA SONO, COME SI RICONOSCONO, COME SI OPERA Patologia Ischemica (Infarto) Cuore (infarto) Cervello (Ictus) Scompenso Cardiaco Difficoltà Respiratorie Shock Che cosa sono,

Dettagli

Marijuana e Hashish : i fatti

Marijuana e Hashish : i fatti Marijuana INFORMAZIONI SULLE DROGHE, IL LORO EFFETTO E LE LORO RIPERCUSSIONI SUL CORPO E SULLA PSICHE UMANI. Il THC non potrà mai essere usato come medicinale perché presenta gravi effetti collaterali.

Dettagli

(In) dipendenza a scuola e nella vita

(In) dipendenza a scuola e nella vita (In) dipendenza a scuola e nella vita 1 L Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) definisce la salute come uno stato di benessere fisico, mentale e sociale e non soltanto l assenza di malattia o infermità

Dettagli

Indice. 5 Introduzione. Anatomia 6 Il sistema respiratorio 6 Faringe 6 Laringe 7 Trachea 7 Respirazione 8 Differenze tra adulti e bambini

Indice. 5 Introduzione. Anatomia 6 Il sistema respiratorio 6 Faringe 6 Laringe 7 Trachea 7 Respirazione 8 Differenze tra adulti e bambini IN QUESTA GUIDA Indice GUIDA PER I GENITORI 5 Introduzione Anatomia 6 Il sistema respiratorio 6 Faringe 6 Laringe 7 Trachea 7 Respirazione 8 Differenze tra adulti e bambini Fisiopatologia 8 Cos è l occlusione

Dettagli

CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA:

CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA: HPV-test Pap-test 71% CARCINOMA DELLA CERVICE UTERINA: FALSI MITI & REALTÀ DA CONOSCERE 1 Il carcinoma della cervice uterina colpisce solo donne in età avanzata 1 Studi recenti hanno evidenziato che il

Dettagli

ANZIANI E TUMORI LE NEOPLASIE PIU DIFFUSE NEGLI ANZIANI MAMMELLA

ANZIANI E TUMORI LE NEOPLASIE PIU DIFFUSE NEGLI ANZIANI MAMMELLA ANZIANI E TUMORI L invecchiamento è un fattore determinante nello sviluppo del cancro. Con l avanzare dell età, infatti, viene meno la capacità di riparazione cellulare dell organismo. Nell anziano (over

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA. Croce Rossa Italiana - Comitato Locale di Palmanova

CROCE ROSSA ITALIANA. Croce Rossa Italiana - Comitato Locale di Palmanova CROCE ROSSA ITALIANA Croce Rossa Italiana - Comitato Locale di Palmanova 1 SALUTE-MALATTIA Definizione dell OMS: La salute è uno stato di completo benessere fisico, psichico e sociale e non semplicemente

Dettagli

nella trasversalità delle proposte didattiche

nella trasversalità delle proposte didattiche 3. Problem posing e problem solving: CRSEM Dipartimento di matematica e informatica Cagliari Corso di Formazione L apprendimento intelligente: problem solving a scuola Istituto Comprensivo Fluminimaggiore

Dettagli

inquinamento salute ambiente Di cosa parliamo quando parliamo di

inquinamento salute ambiente Di cosa parliamo quando parliamo di Di cosa parliamo quando parliamo di inquinamento salute ambiente A cura di Andrea Colombo, Coordinatore Commissione Ambiente e Mobilità del Quartiere San Vitale Di cosa parliamo quando parliamo di inquinamento

Dettagli

6. SINTESI ANALISI EPIDEMIOLOGICA DELLA PROVINCIA DI BERGAMO

6. SINTESI ANALISI EPIDEMIOLOGICA DELLA PROVINCIA DI BERGAMO 6. SINTESI ANALISI EPIDEMIOLOGICA DELLA PROVINCIA DI BERGAMO Gli indicatori di tipo sanitario utilizzati sono stati tratti dagli archivi organizzati e istituzionalizzati, quali i Registi di mortalità e

Dettagli

IL PROBLEMA NON È MIO. È NOSTRO. OGGI, LA SOLUZIONE C È. UN NUOVO MODO DI PENSARE AL BENESSERE SESSUALE DI COPPIA

IL PROBLEMA NON È MIO. È NOSTRO. OGGI, LA SOLUZIONE C È. UN NUOVO MODO DI PENSARE AL BENESSERE SESSUALE DI COPPIA IL PROBLEMA NON È MIO. È NOSTRO. OGGI, LA SOLUZIONE C È. UN NUOVO MODO DI PENSARE AL BENESSERE SESSUALE DI COPPIA La nuova alleanza al servizio della coppia IMPARIAMO AD OCCUPARCI DELLA SALUTE SESSUALE

Dettagli

Alcol, droghe e comportamenti a rischio

Alcol, droghe e comportamenti a rischio 26 marzo 2014 h. 09.10-11.00: LEZIONE DI LEGALITA Alcol, droghe e comportamenti a rischio prof.ssa Alessandra Busulini Mosaico - classi 1 e : prevenzione all uso di alcol Mosaico - classi 2 e : prevenzione

Dettagli

Meglio informati sul raffreddore

Meglio informati sul raffreddore Informazioni per i pazienti Meglio informati sul raffreddore Quelli con l arcobaleno Informazioni sul raffreddore Il naso sano La mucosa nasale sana produce muco 1, che trattiene le particelle di polvere

Dettagli

a cura della sezione di Torino Il Lichen Orale

a cura della sezione di Torino Il Lichen Orale Il Lichen Orale 1. Che cosa e il lichen planus? 2. E una malattia trasmissibile o infettiva? 3. Quali distretti corporei può colpire? 4. Quali sono gli aspetti clinici della malattia quando colpisce il

Dettagli

Scienze. Classe 2^ Scuola Secondaria

Scienze. Classe 2^ Scuola Secondaria Classe 2^ Scuola Secondaria Scienze COMPETENZA DI RIFERIMENTO OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO CONOSCENZE Osservare, analizzare e descrivere fenomeni appartenenti alla realtà naturale e agli aspetti della vita

Dettagli

STENOSI DELLE CAROTIDI

STENOSI DELLE CAROTIDI STENOSI DELLE CAROTIDI Quali sono le principali arterie che portano sangue al cervello? Ogni persona ha due carotidi che decorrono nel collo uno a destra ed uno a sinistra; si possono apprezzare le loro

Dettagli

Tratto dal libro Come vivere 150 anni Dr. Dimitris Tsoukalas

Tratto dal libro Come vivere 150 anni Dr. Dimitris Tsoukalas Tratto dal libro Come vivere 150 anni Dr. Dimitris Tsoukalas CAPITOLO 18 - Quanto sono sicure le vitamine? Una delle cose che sembrano confondere di più il pubblico e gli scienziati nel campo della salute

Dettagli

TI STA A LA TUA SALUTE?

TI STA A LA TUA SALUTE? TI STA A LA TUA SALUTE? La scoperta del secolo! Doveva diventare un farmaco... ... per fortuna e un integratore per tutti! Nobel Ignarro, Ossido Nitrico promettente per Tumori e Alzheimer Roma, 18 luglio

Dettagli

Il fumo in Italia. Sintesi dei risultati

Il fumo in Italia. Sintesi dei risultati Indagine effettuata per conto de l Istituto Superiore di Sanità, in collaborazione con l Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri e la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori Sintesi dei risultati

Dettagli

LO SHOCK. I fattori che determinano la pressione sanguigna sono:

LO SHOCK. I fattori che determinano la pressione sanguigna sono: CROCE ROSSA ITALIANA Corso TSSA LO STATO DI SHOCK LO STATO DI SHOCK Lo stato di shock o IPOPERFUSIONE è determinato dalla incapacità dell apparato cardio- circolatorio di irrorare in modo adeguato i tessuti.

Dettagli

COLESTEROLO. l insidioso killer del cuore. A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate

COLESTEROLO. l insidioso killer del cuore. A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate COLESTEROLO l insidioso killer del cuore A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate Cos è il COLESTEROLO Il Colesterolo è una sostanza che appartiene

Dettagli

CHE COS È LA BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA (BPCO)?

CHE COS È LA BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA (BPCO)? CHE COS È LA BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA (BPCO)? La Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO) è un quadro nosologico caratterizzato dalla progressiva limitazione del flusso aereo che non è completamente

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute Traduzione non ufficiale a cura del Dipartimento della sanità pubblica e dell innovazione Direzione generale dei rapporti europei ed internazionali (DGREI) Ufficio III Rapporti con

Dettagli

CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE

CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE CALORIE CONSUMATE PER OGNI 15 MINUTI DELLE SEGUENTI ATTIVITA FISICHE BALLO LATINO AMERICANO CORSA NUOTO FOOTBALL MOUNTAIN BIKE TENNIS BICICLETTA SCIARE CAMMINARE VELOCE ATTIVITA LAVORATIVA 250 CALORIE

Dettagli

Research & Development. che peso ha. l aria che respiri?

Research & Development. che peso ha. l aria che respiri? che peso ha l aria che respiri? periso ti libera dagli aggressori dell aria QUALITÀ DELL ARIA E IONIZZAZIONE La qualità della vita riveste sempre maggiore interesse nei settori pubblici e privati. Fornire

Dettagli

Newsletter 04/2013. Introduzione. L uso del tabacco: cenni storici I RISCHI CORRELATI AL TABAGISMO IN AMBIENTE DI LAVORO

Newsletter 04/2013. Introduzione. L uso del tabacco: cenni storici I RISCHI CORRELATI AL TABAGISMO IN AMBIENTE DI LAVORO Codroipo, lì 15 aprile 2013 Prot. 5513LM Newsletter 04/2013 Introduzione I RISCHI CORRELATI AL TABAGISMO IN AMBIENTE DI LAVORO In questa e nelle prossime due newsletter affronteremo le problematiche relative

Dettagli

Nutrirsi di Salute. Sani stili di vita. Per quale motivo dovremmo seguire sani stili di vita?

Nutrirsi di Salute. Sani stili di vita. Per quale motivo dovremmo seguire sani stili di vita? Nutrirsi di Salute Sani stili di vita Per quale motivo dovremmo seguire sani stili di vita? Siamo spesso alla ricerca dell elisir di lunga vita, ma non sempre disposti a qualche piccolo sacrificio, che

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

DOXORUBICINA (Adriamicina) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

DOXORUBICINA (Adriamicina) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI DOXORUBICINA (Adriamicina) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ;

Dettagli

Bocca sana in corpore sano.

Bocca sana in corpore sano. Bocca sana in corpore sano. www.boccasana.ch La salute orale prima di tutto! Problemi cardiocircolatori È risaputo che il sovrappeso e il fumo sono fattori di rischio per l infarto cardiaco. E le patologie

Dettagli

Fumo & diabete. «Smettere di fumare, vivere meglio!»

Fumo & diabete. «Smettere di fumare, vivere meglio!» Fumo & diabete «Smettere di fumare, vivere meglio!» www.diabetesuisse.ch Per donazioni: PC-80-9730-7 Associazione Svizzera per il Diabete Schweizerische Diabetes-Gesellschaft Association Suisse du Diabète

Dettagli