In Primo Piano Seminario "La Direttiva Servizi: novità e opportunità per le imprese in Europa" - Ragusa, 17 febbraio 2011

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "In Primo Piano Seminario "La Direttiva Servizi: novità e opportunità per le imprese in Europa" - Ragusa, 17 febbraio 2011"

Transcript

1 N 3 del 10 febbraio 2011 In primo piano News dall'europa Consultazioni Eventi Opportunità di Mercato Bandi_e_Gare Pubblicazioni Chi siamo Il Consorzio B.R.I.D.G. conomies è membro della nuova rete della Commissione Europea "Enterprise Europe Network" per il supporto alla competitività e all'innovazione delle imprese, sopratutto piccole e medie imprese. Il Consorzio offre un'ampia gamma di servizi per aiutare, assistere e consigliare le PMI. In Primo Piano Seminario "La Direttiva Servizi: novità e opportunità per le imprese in Europa" - Ragusa, 17 febbraio 2011 Il Dipartimento Politiche Comunitarie della Presidenza del Consiglio dei Ministri e la Regione Sicilia, in collaborazione con i partner Enterprise Europe Network, Mondimpresa e Confindustria Sicilia e i centri Europe Direct, organizzano un incontro informativo dal titolo "La Direttiva Servizi: novità ed opportunità in Europa", che si svolgerà il 17 febbario a Ragusa alle ore 9.30, presso la sala convegni del Comune di Ragusa, Assessorato allo Sviluppo Economico, Zona artigianale - Contrada Mugno. L'obiettivo della Direttiva Servizi, recepita in Italia con il Decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59, è quello di progredire verso la creazione di un vero mercato interno dei servizi in modo tale che, nel più grande settore dell'economia europea, sia le imprese sia i consumatori possano trarre massimo beneficio dalle opportunità che esso offre. Un settore dei servizi dinamico è una priorità fondamentale per la Commissione europea. Come indicato nell'analisi annuale della crescita, l'ue riuscirà a raggiungere gli obiettivi ambiziosi della strategia Europa 2020 per la crescita sostenibile e inclusiva solo se si attueranno prioritariamente riforme strutturali nei mercati dei servizi e dei prodotti per migliorare il contesto operativo delle imprese. Nel corso dell'incontro saranno trattati i punti salienti della Direttiva in tema di innovazione amministrativa e di cooperazione tra gli Stati Membri. Seguirà una tavola rotonda per approfondire gli aspetti legati alle opportunità offerte dalla Direttiva Servizi alle imprese siciliane. E possibile iscriversi entro e non oltre il 14 febbraio registrandosi al seguente indirizzo:

2 Ulteriori informazioni e il programma dell evento sono disponibili sul sito "La Nuova Normativa sui Rifiuti" - Matera, 26 febbraio 2011 Unioncamere Basilicata, partner del Consorzio B.R.I.D.G. conomies, organizza il 26 febbraio 2011 un convegno dal titolo: La Nuova Normativa sui Rifiuti, che si terrà a Matera presso la Sala Convegni della Camera di Commercio di Matera. Il convegno intende illustrare le caratteristiche e le novità del decreto legislativo di recepimento della direttiva quadro rifiuti 2008/98/CE, al fine di indirizzare le procedure aziendali dei soggetti economici interessati. In sintesi, le nuove norme andranno a modificare le disposizioni contenute nel D.Lgs n. 152/2006, norme in materia ambientale sulla gestione dei rifiuti, sulla raccolta differenziata, sulla disciplina dell autosufficienza e della prossimità nello smaltimento, delle autorizzazioni e delle iscrizioni all Albo. Predispone inoltre una disciplina sanzionatoria relativa all inosservanza degli obblighi del SISTRI, ossia del Sistema di Tracciabilità dei Rifiuti. Ai lavori parteciperanno giuristi e tecnici che affronteranno il tema dai diversi punti di vista nonché i massimi rappresentanti del mondo istituzionale ed imprenditoriale del territorio. Ulteriori informazioni e il programma dell evento sono disponibili sul sito SBA: Pubblicato il Rapporto 2010 sulle iniziative a sostegno delle Pmi E' stato realizzato dalla Direzione Generale PMI e Enti Cooperativi del Ministero Sviluppo Economico, il Rapporto 2010 intitolato Le iniziative a sostegno delle Pmi in Italia e nell Europa a 27. Come prevede l'art. 6 della Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri in attuazione dello Small Business Act (SBA), è stata effettuata un analisi comparata delle iniziative che l'italia ed i singoli Paesi europei hanno intrapreso a favore delle piccole e medie imprese, sia in relazione all attuazione degli obiettivi fissati dallo SBA, che in risposta alla crisi economica. Il monitoraggio, con il supporto del Tavolo Permanente PMI ed in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, è effettuato ogni anno (il primo Rapporto risale al 2009), seguendo un approccio dinamico, al fine di analizzare costantemente le azioni intraprese per favorire l'attività economica delle micro, piccole e medie imprese (MPMI) italiane, che rappresentano più del 20% delle PMI UE, ed europee. Dal Rapporto emergono previsioni positive: un punto di Pil aggiuntivo in tre anni e 50mila posti di lavoro in più anche se la strada delle imprese italiane è ancora in salita. Accordo Ministero dello sviluppo economico Enel Regioni: 123 milioni di investimenti per l energia rinnovabile Sono state siglate 4 convenzioni tra la Direzione Generale per l energia nucleare, le energie rinnovabili e l efficienza energetica del Ministero dello Sviluppo economico, Enel distribuzione e le regioni Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, per la realizzazione di interventi strutturali per lo sviluppo della rete di distribuzione, permettendo la connessione degli impianti alimentati da rinnovabili. Si tratta di 4 progetti distinti, per un investimento totale di 123 milioni di euro (ripartiti con 32 milioni di euro in Calabria, 27 in Campania, 35 in Puglia e 29 in Sicilia) finanziati grazie al supporto del Programma Operativo Interregionale Energia, tenendo conto delle esigenze manifestate dalle amministrazioni regionali sul proprio territorio, in relazione al potenziamento dell infrastruttura di rete. I singoli piani regionali interverranno sulle reti di media tensione, nel rispetto dell uso razionale del territorio, Sono stati individuati interventi specifici per favorire la realizzazione di nuovi impianti di produzione di energia elettrica alimentati da fonti rinnovabili. News dall'europa Comunicazione della Commissione europea: verso un mercato unico dell energia rinnovabile La Commissione Europea ha presentato una comunicazione con l obiettivo di esortare gli stati membri a mettere in atto meccanismi idi cooperazione volti alla creazione di un mercato interno delle energie rinnovabili, in cui sia possibili facilitare lo scambio dell energia e la condivisione delle spese, nel rispetto

3 delle prerogative nazionali sul rifornimento energetico. Nel settore delle energie rinnovabili, sono stati investiti circa 10 miliardi tra il 2007 e il 2009, creando nuove opportunità di lavoro per ingegneri, tecnici, installatori e costruttori. Allo stesso tempo, la strategia Europa 2020 e la direttiva del 2009 hanno fissato l obiettivo del 20% del fabbisogno energetico attraverso fonti rinnovabili entro il Gli stati membri dell Ue hanno presentato dei piani d azione per raggiungere questo obiettivo. Per un azione più efficace e coordinata, sono necessari un incremento degli investimenti privati, la realizzazione di progetti comuni, una convergenza dei finanziamenti ed un maggior dialogo tra gli Stati membri sui dazi imposti all energia rinnovabile. La costituzione di un mercato unico delle energie rinnovabili permetterà di ridurre i costi complessivi ed aumentare la competitività del settore. Il testo in inglese della Comunicazione è consultabile al seguente indirizzo: reference=memo/11/54&format=html&aged=0&language=en&guilanguage Un tentativo ambizioso per allargare il Mercato Unico dei servizi Il mercato dei servizi, nonostante contribuisca a circa i 2/3 dell occupazione e del PIL europeo, attualmente rappresenta soltanto un quinto degli scambi totali all interno dell UE. Oggigiorno, solo l 8% delle piccole e medie imprese europee opera al di fuori del proprio stato membro; questa mancanza di dinamismo limita le scelte dei consumatori e riduce sensibilmente la crescita, l innovazione e la creazione di posti di lavoro. La Commissione Europea con l obiettivo di sbloccare entro il 2012 l alto potenziale del mercato europeo dei servizi ha adottato una serie di azioni mirate per affrontare i problemi restanti. Queste azioni seguono una reciproca valutazione della Direttiva Servizi ad un anno dalla scadenza del termine per l'attuazione. I risultati di questo esercizio di "reciproca valutazione" dimostrano che, nonostante i notevoli progressi compiuti, il mercato unico dei servizi non è ancora sfruttato appieno. In sintesi, la Commissione prescrive le seguenti azioni: Individuare i principali problemi e le conseguenze dell interazione tra regole differenti. Nel 2011 e nel 2012 la Commissione effettuerà una valutazione del Mercato Unico dei servizi dalla prospettiva degli utenti, tenendo conto dell intera regolamentazione europea in materia di servizi. Rimuovere gli ostacoli ai servizi transfrontalieri. La Commissione punta a monitorare la Direttiva dei Servizi nei casi in cui il fornitore non risiede nello Stato in cui viene offerto il servizio; verranno realizzati dei report annuali a partire dal termine del Assicurare un implementazione ed applicazione completa della Direttiva. La Commissione terrà dei colloqui bilaterali con diversi stati membri che non implementano la nuova regolamentazione e realizzerà degli studi approfonditi sugli effetti economici dell implementazione della direttiva ed il suo impatto nel mercato dei servizi. Per maggiori informazioni sulla direttiva servizi: L UE punta al taglio della burocrazia per i ricercatori e le Pmi La Commissione ha adottato, con la comunicazione (COM (2010)187) di Aprile 2010, delle misure ad effetto immediato affinchè i migliori ricercatori e le imprese innovative (specialmente le Pmi) possano accedere alle opportunità offerte nell ambito del 7 Programma Quadro per la Ricerca (FP7): In particolare: I beneficiari delle borse di studio potranno utilizzare il loro sistema di contabilità per richiedere i rimborsi dei costi standard del personale, anziché creare un ulteriore sistema di contabilità parallela. Gli imprenditori, i cui salari non sono formalmente registrati, potranno ricevere un rimborso forfetario per il loro contribuito ai progetti di ricerca. Un nuovo Steering Group composto da funzionari provenienti da diversi dipartimenti ed agenzie della Commissione avrà il compito di rimuovere tutte le incongruenze nella regolamentazione della ricerca fondi. La Commissione punta a proseguire il lavoro di semplificazione normativa del FP7 iniziato con la comunicazione adottata nell Aprile del A seguito di questa Comunicazione è stata anche aperta una consultazione per consentire di realizzare una proposta legislativa per il prossimo programma di ricerca entro la fine del Per consultare la comunicazione:

4 Comunicazione della Commissione Europea sul mercato delle commodity e le materie prime La Commissione propone una serie di azioni per mantenere un buon livello di offerta di materie prime nei mercati globali per fornire adeguatamente l Unione europea, incoraggiando un uso efficiente delle risorse ed il riciclaggio. Nel momento attuale in cui la competitività dell industria europea è messa a dura prova dall eccessiva volatilità dei prezzi delle commodity e dall accesso alle materie prime, la Commissione prova a tracciare una visione strategica che possa assicurare la crescita e creare nuova occupazione. La comunicazione fa un resoconto degli sforzi realizzati a partire dal lancio dell iniziativa Materie prime del 2008 riguardanti, tra l altro, la definizione delle materie prime essenziali, le disposizioni relative all accesso sostenibile alle materie prime, la contestazione delle misure di distorsione degli scambi, la compatibilità dell attività estrattiva con la legislazione europea in materia ambientale, il riciclaggio. Allo stesso tempo, punta ad una regolamentazione del mercato finanziario, consapevoli del crescente utilizzo dei derivati come parte del proprio investimento strategico. Gli elementi chiave dell approccio strategico integrato includono: Migliorare integrità, trasparenza e stabilità del mercato dei derivati delle commodity attraverso la revisioni delle direttive sull abuso di mercato e gli strumenti finanziari Incentivare la ricerca sulle connessioni tra il mercato fisico e il mercato dei derivati delle commodity Aggiornare la lista delle materie prime essenziali Cooperazione bilaterale con stati africani, basata sulla promozione di governance, investimenti e know-how Collaborare con gli stati membri e i vari stakeholder per una regolamentazione dell attività estrattiva sostenibile Sostenere le industrie europee operanti nel riciclaggio Promuovere la ricerca e l innovazione nell ambito dell intero ciclo delle materie prime (estrazione, trasformazione, riciclaggio e sostituzione) E possibile consultare la versione in inglese della comunicazione al seguente link: Consultazioni Consultazione pubblica sui metodi alternativi di risoluzione delle controversie per i consumatori La Commissione Europea invita gli stakeholder interessati a partecipare alla consultazione pubblica sui metodi di risoluzione delle controversie alternativi al tribunale nelle transazioni commerciali. L obiettivo di accrescere la fiducia dei consumatori nel Mercato Unico garantendo risoluzioni non giudiziarie delle dispute tra cliente e venditore ed alleggerire il peso dei sistemi giudiziari dei singoli stati membri. Attualmente, ci sono almeno 750 mezzi per la risoluzione non giudiziaria delle controversie, ma non sempre i consumatori vi accedono. Non sono coperti tutti i settori di mercato e le aree geografiche e sia i venditori che clienti dimostrano scarsa conoscenza dell argomento. C è molta riluttanza a ricorrere nei confronti dei commercianti ed a far valere i propri diritti al di fuori del proprio Stato. E possibile inviare dei contributi alla consultazione pubblica fino al 15 marzo Consultazione sulla modernizzazione del mercato europeo degli appalti pubblici La Commissione Europea ha avviato una pubblica consultazione riguardo il mercato degli appalti pubblici europei, rappresentante circa il 17% del Pil europeo. In un periodo di restrizioni di bilancio e di difficoltà economiche è necessario utilizzare strumenti flessibili che favoriscano procedure trasparenti e competitive di aggiudicazione degli appalti a vantaggio delle autorità pubbliche europee e dei loro fornitori. Si punta ad un dialogo aperto con le parti interessate che riguarderà la modernizzazione delle norme, dei metodi e degli strumenti relativi agli appalti pubblici per assicurare un uso efficiente del denaro pubblico per sostenere la crescita e l occupazione.

5 La Commissione sta effettuando un ampia valutazione dell efficienza e dell efficacia sotto il profilo dei costi della vigente normativa europea ed ha redatto un Libro verde che individua una serie di settori chiave in cui introdurre possibili riforme. In particolare punta a semplificare le procedure vigenti senza compromettere le garanzie di trasparenza e non discriminazione, ridurre la burocrazia, la possibilità di promuovere altri obiettivi quali l innovazione e considerazioni ambientali e sociali, garantire la concorrenza, migliorare l accesso delle imprese nei mercati terzi. Il libro verde è disponibile al seguente indirizzo internet: E possibile inviare le proprie considerazioni al seguente indirizzo: Il termine per l invio delle risposte al Libro verde è fissato al 18 aprile Consultazione pubblica sul sistema dei finanziamenti a Ricerca e Innovazione La Commissione Europea ha avviato una consultazione pubblica sul sistema dei finanziamenti a Ricerca e Innovazione. Obiettivo, definire linee guida in grado di agevolare la partecipazione delle imprese ai programmi di Ricerca e Sviluppo, migliorandone al contempo la redditività. Le proposte,illustrate in un Libro verde, mirano ad agevolare la partecipazione, rafforzare l impatto scientifico ed economico e migliorare la redditività. Il documento pone inoltre le basi per una radicale semplificazione delle procedure. La consultazione avrà termine il 20 maggio Il Libro verde è pubblicato dalla Commissaria europea per la Ricerca, l Innovazione e la scienza Geoghegan-Quinn in collaborazione con gli altri sei Commissari responsabili della ricerca e dell'innovazione (Kallas, Kroes, Tajani, Vassiliou Potočnik e Oettinger). La Commissione presenterà entro la fine del 2011 una proposta legislativa concernente le spese di ricerca e innovazione nell'ambito del futuro bilancio UE dopo il Eventi Conferenza: The Transformation Power of Service Innovation Roma, febbraio 2011 La Conferenza ha lo scopo di presentare le conclusioni del lavoro dell Expert Panel on Service Innovation costituito dalla DG Impresa della Commissione Europea per rafforzare l innovazione a livello europeo nel contesto della strategia Europe 2020 per uno sviluppo sostenibile ed inclusivo. Nel primo giorno si discuterà sul ruolo dell innovazione nel cambiamento del rapporto tra l industria ed i servizi e quanto dei servizi migliori contribuiscono ad un economia più competitiva ed efficiente. Il secondo giorno sarà prettamente politico, con un dibattito riguardo la Strategia Europe 2020, in particolare sulla Politica Industriale ed il ruolo dei servizi dell innovazione in relazione al Mercato Unico Europeo. E possibile registrarsi al seguente link: LIFE + - Sessione Informativa 2011, Roma 25 marzo 2011 La Commissione europea pubblicherà il quinto invito a presentare proposte nell'ambito del programma LIFE+ nel mese di febbraio 2011, con un massimo di 265,360 milioni di euro disponibili in tutta l'ue per progetti di cofinanziamento riguardanti tre categorie: natura e biodiversità; politica ambientale e governance; Informazione e comunicazione. La Commissione europea, in collaborazione con Stella Consulting e MWH, organizzerà in Italia una sessione informativa sul programma LIFE +. L'obiettivo è quello di informare i potenziali candidati sul programma LIFE+ relativamente al bando, aiutare i potenziali candidati a decidere se presentare o no una proposta LIFE + e evidenziare alcune questioni chiave, al fine di evitare i problemi più comuni nel presentare una proposta. La registrazione per questa sessione si chiuderà il: 04/03/2011 Per ulteriori informazioni o per registrarsi a questa sessione informativa "LIFE + : nel vostro internet browser. Altre informazioni possono essere trovate sul sito web di LIFE

6 Opportunità di Mercato Richieste/Offerte di cooperazione commerciale e produttiva: ID Profile n: Azienda inglese offre i propri specialisti nell intermediazione commerciale e nelle vendite ed i servizi di marketing per aziende di comunicazione che desiderino accrescere il proprio business in Inghilterra e in tutti gli stati europei. ID profile n: Azienda turca specializzata nella progettazione e produzione di mobili in legno è alla ricerca di partner europei per realizzare nuovi modelli mediante accordi di subcontracting e produzione reciproca. Inoltre, è interessata alla partnership commerciale. ID Profile n: Azienda turca con esperienza nella produzione di posti letto per ospedali e prodotti di terapia intensiva è alla ricerca di intermediari commerciali. Inoltre è interessata ala produzione reciproca e ad eventuali accordi di subcontracting. ID Profile n: Azienda inglese fornitrice di prodotti ed apparecchiature dentali ai dentisti e studi dentistici in tutto il mondo cerca produttori di prodotti similari per migliorare la propria produzione. Inoltre, è interessata ad accordi di joint venture e business acquisition. ID Profile n: Azienda turca produttrice di merende ai cereali è alla ricerca di servizi di intermediazione commerciale. Inoltre è interessata alla produzione reciproca o alla joint venture e offre i propri servizi di produzione per subappalto. ID Profile n: Azienda turca specializzata nella produzione di pannelli solari è alla ricerca di servizi di intermediazione commerciale. E anche interessata ad accordi di produzione reciproca con produttori di pannelli solari residenti negli altri stati membri dell UE. Per entrare in contatto con le aziende menzionate, potete inviare una a: o contattare il punto B.R.I.D.G. conomies più vicino. Richieste/Offerte di cooperazione tecnologica: Richieste (Ref. 10 FR 38m7 3H2J) Batterie flessibili sottili per carte intelligenti. Una società francese specializzata in componenti elettronici flessibili è alla ricerca di partner in grado di fornire batterie flessibili sottili, per alimentare alcuni componenti elettronici, incorporati in schede di piccole dimensioni. L azienda è interessata a forme di cooperazione tecnologica e a contratti commerciali. (Ref. 10 FR 36M0 3HGP) Realizzazione di tetti apribili e ruotabili per il settore edile. Un azienda francese, che ha sviluppato un nuovo modello di pannellatura per tetti, apribile e ruotabile, è interessata a perfezionare e realizzare tale tecnologia, rivolta al settore dell edilizia. In tal senso, l azienda cerca di partner operanti in ambito edile, interessati a contratti di licenza o a forme di collaborazione tecnica. (Ref. 10 TR 99PB 3HFL) Nuovo metodo per la sterilizzazione di ravioli. Un azienda turca, specializzata nella produzione di ravioli locali è interessata ad una tecnica per la sterilizzazione dei propri prodotti, preferibilmente già disponibile sul mercato o adattabile alle esigenze dell azienda. L azienda è disposta a sottoscrivere contratti commerciali comprensivi di assistenza tecnica. (Ref. 10 FR 35K7 3HGV) Tecnologie d identificazione tramite cellulare in ambito enologico. Un azienda francese operante su Internet nel settore della guida ai vini, mette a disposizione consulenze e risultati di test effettuati su oltre riferimenti vinicoli. L azienda intende ampliare le proprie attività, pertanto, cerca tecnologie che permettano un sistema di identificazione automatica delle bottiglie o il riconoscimento delle immagini tramite i telefoni cellulari. Offerte (Ref. 10 PL 63AW 3H8M) Sistema intuitivo per il supporto tecnico. Una società polacca operante nel settore Hi-Tech ha sviluppato un sistema di supporto tecnico che permette ai dipendenti di una ditta di registrare le problematiche relative ai sistemi ICT, attraverso un sito Internet che le rileva e che visualizza le soluzioni. Il sistema efficace e altamente intuitivo, è dotato di un motore di ricerca per una rapida individuazione delle soluzioni sia nei database pubblici sia in quelli privati. L azienda cerca aziende interessate a forme di collaborazione commerciale o tecnica. (Ref. 10 ES 27F4 3HC9) Analisi degli inquinanti e dei metodi di depurazione. Un gruppo di ricerca di una università spagnola ha elaborato metodi per l analisi degli inquinanti prioritari ed emergenti dell ambiente, anche per monitorare la presenza di sostanze inquinanti nell ambiente e per la valutazione dei rischi in relazione alla presenza di inquinanti nell ambiente e l efficacia nella rimozione degli inquinanti emergenti nelle tecniche più avanzate di depurazione. Il gruppo è interessato a forme di cooperazione tecnica. (Ref. 10 HU 50R7 3GMO) Tecnologia portatile a biosensori contro le manipolazioni alimentari. Un centro di ricerca di una università ungherese ha realizzato un analista portatile, il cui

7 vantaggio principale consiste in un biosensore di piccole dimensioni, che consente un analisi rapida, selettiva e puntuale di un gran numero di modelli alimentari, ambientali o biologici reali. Il sistema è adatto per impedire le manipolazioni alimentari. Si cercano partner industriali o di servizio per la pianificazione e la produzione di questi dispositivi. (Ref. 10 BE HIK) Cioccolatini belgi con proprietà probiotiche. Un azienda belga produce praline di cioccolato di qualità con l'aggiunta un ingrediente probiotico con effetti benefici sull apparato digerente. L'azienda valorizza sia l aspetto nutrizionale del prodotto, sia gli aspetti sociali e ambientali della filiera. Il cacao, infatti, proviene dai paesi del Terzo mondo e la produzione alimentare nel territorio belga si adegua ai principi del commercio solidale e del rispetto dell ambiente. L azienda è interessata a contratti commerciali comprensivi di assistenza tecnica, ai fini dello sviluppo finale del prodotto. (Ref. 10 GB 43O3 3HHE) Piattaforma innovativa per lo sfruttamento dell energia derivata dalle correnti di marea. Una società britannica operante nel settore delle energie rinnovabili è in procinto di completare un progetto riguardante una piattaforma innovativa per lo sfruttamento dell energia ricavata dalle correnti di marea. Si tratta di un progetto che garantisce una maggiore resa per impianto nonché una maggiore efficienza operativa rispetto alle turbine ad asse orizzontale già in produzione; inoltre, i costi operativi e di capitale risultano minori rispetto agli altri sistemi analoghi. Offerte/ricerche di cooperazione Ricerchi un partner commerciale, produttivo, tecnologico? Contatta il punto B.R.I.D.G. conomies più vicino a te. Programmazione Attività 2011 Spagna Valenzia 16, 17 febbraio 2011 Egética Expoenergética : energia, tecnologie, servizi (settori acqua, terra, aria e rifiuti, acqua e gestione efficiente Israele Eilat febbraio 2011 Eilat Eilot Renewable Energy : evento di brokeraggio energie rinnovabili Germania Hannover 1 5 marzo 2011 Cebit 2011 : evento di brokeraggio ICT Regno Unito Londra 2 marzo 2011 Ecobuild match-making : evento di brokeraggio edilizia, design sostenibile, energie rinnovabili e costruzioni Polonia Stettino marzo 2011 BUD-GRYF & ENERGIA : evento di brokeraggio costruzioni & energia Turchia Konya 19 marzo marzo 2011 B2Konya-Agri 2011 : evento di brokeraggio - Tecnologie agricole, servizi per l'agricoltura, sistemi di irrigazione. Agrofood: prodotti lattiero caseari. Avicultura, floricoltura, orticoltura. Concimazione e prodotti per la semina Francia Digione 22, 23 marzo th Taste Nutrition Health : evento di brokeraggio industria agroalimentare, cosmesi/farmaceutica, biotecnologie Regno Unito - Birmingham 30 marzo 2011 Generating the Hydrogen Fuel Cell Society : evento di brokeraggio energie rinnovabili: celle combustibili e tecnologie ad idrogeno Belgio Namur 25 marzo 2011 Bois & Habitat Fair : evento di brokeraggio costruz Spagna Madrid 30 marzo 1 aprile 2011 AERODAYS 2011 : evento di brokeraggio aerospaziale Repubblica Ceca 4, 7 aprile 2011 Missione commerciale - Tecnologie ambientali per la gestione di acque e rifiuti civili e industriali; agroalimentare (escluso vini); arredamento e complementi di arredo di alta qualità Messico e Colombia aprile 2011 (tbc): Missione commerciale Multisettoriale con focus su ambiente, energie rinnovabili, trattamento rifiuti ed acque Italia - Campobasso 7, 8 aprile 2011 Mare Nostrum : workshop informativo ambiente Olanda Eindhoven 7 aprile 2011 Biomedica Matchmaking 2011 : evento di brokeraggio medicina, cosmesi/farmaceutico e biotecnologie Repubblica Ceca - Brno 13, 14 aprile 2011 Match-making event within Building Fairs : evento di brokeraggio energia e costruzioni Polonia Stettino 14, 15 aprile 2011 Chemika 2011 : evento di brokeraggio industria chimica Grecia 28, 29 aprile 2011 Missione commerciale - multisettoriale Germania Rostock 5 maggio 2011 B2B Baltic Future 2011 : evento di brokeraggio marittimo, logistica marittima, energia eolica in mare e tecnologia marina Spagna Madrid 11, 12 maggio 2011 GENERA 2011 : evento di brokeraggio energia e ambiente Italia (Firenze Matera) maggio 2011 Incoming operatori dalla Cina - agroalimentare Malta - 18, 19 maggio 2011 Unlocking the Potential : evento B2B - ICT, industria alimentare, energie rinnovabili, istruzione e formazione, industria creativa Italia - Campobasso 26, 27 maggio 2011 Mare Nostrum : incontri d affari ambiente USA/Canada maggio giugno 2011 (tbc) Missione commerciale energie tradizionali e rinnovabili, biotecnologie Germania (Monaco) 9 giugno 2011 European Brokerage Event on Solar Technology Energia e costruzioni. Focus su energia solare, termica e fotovoltaica

8 Israele giugno 2011 Missione commerciale Sistema casa, agroalimentare, tecnologie per ambiente & energia Spagna giugno 2011 (tbc) Missione commerciale agroalimentare Polonia 29 giugno 1 luglio 2011 Missione commerciale Multisettoriale con focus high-tech Canada (Montreal e Toronto) luglio 2011 (tbc) Missione commerciale - Agroalimentare, vitivinicolo, interior design, arredamento, hotellerie, auto motive Italia - luglio 2011 (tbc) Missione Incoming Serbia multisettoriale Russia fine ottobre 2011 (tbc) Incoming di operatori russi interior design e complemento d arredo Germania ottobre novembre (tbc) Missione commerciale Agroalimentare, arredamento, meccanica (macchine industriali), turismo Francia - Parigi 7 novembre 2011 BATIMAT - Sustainable construction : evento di brokeraggio - tecnologie e prodotti innovativi nel settore dell edilizia sostenibile Israele Tel Aviv novembre 2011 WATEC Fair : evento di brokeraggio tecnologie idriche Serbia - novembre 2011 (tbc) Missione outgoing multisettoriale Per maggiori informazioni contatta il punto B.R.I.D.G. conomies più vicino. Bandi e gare POI Energia Invito a presentare proposte progettuali su risparmio ed efficienza energetica Scadenza 21 febbraio 2011 Studiare Sviluppo srl, società in-house di amministrazioni centrali, ha lanciato il 7 gennaio 2011 una call per acquisire idee progettuali di sistemi di imprese nelle Regioni Campania, Puglia, Calabria e Sicilia, da sottoporre a studi di fattibilità. Il 27 gennaio 2011 i termini per la presentazione delle idee progettuali sono stati prorogati: la call si chiuderà il 21 febbraio 2011, alle ore 12. Il bando è indirizzato ad interventi di risparmio ed efficienza energetica, inclusa la produzione di energia rinnovabile presso gli usi finali, in una logica di reti di aziende (reti fisiche e/o, in casi estremi, reti di conoscenza/gestione). Studiare Sviluppo effettuerà degli studi di fattibilità, a proprio carico, sulle idee progettuali più rispondenti alle finalità del POI Energia e della Linea di attività 2.5. In base agli esiti di tali studi di fattibilità, il Ministero dell Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare potrà co-finanziare gli interventi nell ambito del POI Energia, nel pieno rispetto della normativa in materia di concorrenza. Per ulteriori informazioni, consultare il seguente indirizzo: Bandi e gare sono disponibili alla pagina web: 7 Programma Quadro Sostegno alle pmi per lo sviluppo di contenuti digitali. Scadenza 28 aprile 2011 I contenuti digitali sono il fondamento di una società basata sulla conoscenza e, pertanto, questa risorsa deve essere facilmente accessibile ai cittadini e alle imprese europee e, per ogni fase del ciclo di vita, deve essere adeguatamente sostenuta e rafforzata in risposta al cambiamento tecnologico. Il Settimo Programma quadro di ricerca e sviluppo tecnologico (7PQ), grazie all'invito a presentare progetti intitolato "SME Initiative on Digital Content and Languages" - previsto dal programma di lavoro ICT - finanzia progetti finalizzati a dare alle PMI più innovative la possibilità di sfruttare le risorse digitali, e nello stesso tempo contribuire alloro sviluppo. Sono quattro gli obiettivi che l'invito si propone: 1. nella sezione Bootstrapping a data economy: sviluppare (o riutilizzare e ricombinare) strumenti automatizzati per il reperimento, la corrispondenza, lo screening, la convalida, la conversione, messa in comune e la modifica dei dati, nonché lo sviluppo di nuovi servizi per cittadini e PMI; 2. nella sezione Community building and best practices: produrre studi rigorosi sui reali o previsti impatti economici delle risorse, nonché sviluppare programmi educativi destinati alla formazione di professionisti analisi dei dati; 3. nella sezione Sharing language resources: aggiornare le risorse esistenti a standard tecnici o linguistici ampiamente accettati, collegati attraverso fonti o allineati tra le varie lingue, prima che possano essere utilizzati e condivisi. per rendere più efficace l'acquisizione di risorse linguistiche

9 che sfruttano dati automatizzati; 4. nella sezione Building consensus and common services: le organizzazioni commerciali dovranno contribuire alla creazione di meccanismi, forum e servizi di supporto per coordinare gli sforzi, raggiungere il consenso e gestire gli impianti previsti commercio elettronico. Il budget disponibile: è pari a euro. L'invito a presentare progetti, le linee guida e il Programma di lavoro 7PQ ICT spiegano nel dettaglio i quattro obiettivi e contengono tutte le informazioni utili alla presentazione dei progetti. Le PMI interessate a presentare un progetto sono tenute a sottoscrivere un accordo consortile composto da almeno due PMI. Le proposte di progetto devono essere presentate in due fasi: entro il 28 aprile 2011 deve essere presentata una proposta breve, di massimo cinque pagine che illustra la logica del progetto, le principali innovazioni e impatto previsto del lavoro proposto. Le proposte brevi che avranno raggiunto o superato tutte le valutazioni dovranno essere ripresentate complete entro il 28 Settembre La presentazione delle proposte deve essere effettuata mediante il sistema elettronico EPSS della Commissione europea La durata del progetto non deve superare i 24 mesi e il finanziamento massimo comunitario richiesto non deve superare i di Euro. Tutta la documentazione utile per la presentazione di un progetto è disponibile nel sito ufficiale della Commissione europea. Per ulteriori informazioni, consultare il seguente link: CIP - INTELLIGENT ENERGY - EUROPE (IEE): Invito a presentare proposte Scadenza L obiettivo del Programma Energia Intelligente Europa è quello di contribuire a un energia sicura, sostenibile e a prezzi competitivi in Europa al fine di incoraggiare l efficienza energetica e l uso razionale delle risorse energetiche; promuovere le fonti d energia nuove e rinnovabili e incoraggiare la diversificazione energetica; promuovere l uso di fonti d energia nuove e rinnovabili nei trasporti. L invito a presentare proposte prevede il finanziamento di tre tipologie di azioni: 1. Azioni SAVE: efficienza energetica e uso razionale delle risorse, incluso: il miglioramento dell efficienza energetica e dell uso razionale dell energia in particolare nei settori dell industria e dell edilizia; Sostegno alla preparazione e all applicazione di misure legislative. 2. Azioni ALTENER: fonti di energia nuove e rinnovabili, incluso: Promozione di fonti di energia nuove e rinnovabili per la produzione centralizzata e decentralizzata di elettricità, riscaldamento, raffreddamento e biocarburanti con lo scopo di sostenere la diversificazione delle fonti di energia; Integrazione delle fonti di energia nuove e rinnovabili nell ambiente locale e nei sistemi energetici; Sostegno alla preparazione e all applicazione di misure legislative. 3. Azioni STEER: Energia nei trasporti per promuovere l efficienza energetica e l uso di fonti di energia nuove e rinnovabili nel sistema dei trasporti, incluso:sostegno alle iniziative collegate a tutti gli aspetti energetici dei trasporti e alla diversificazione dei carburanti;promozione dei carburanti rinnovabili e dell efficienza energetica dei trasporti;sostegno alla preparazione e all applicazione di misure legislative. Il budget a disposizione è di EUR La scadenza per la presentazione delle proposte è il 12 maggio 2011 Per maggiori informazioni: Pubblicazioni Pubblicazione della DG Imprese e Industria A Safe Future for All La DG Imprese e Industria ha pubblicato una brochure per illustrare in maniera concisa gli obiettivi e le attività principali del programma Sicurezza, Ricerca e Innovazione, col quale si punta a combinare lo sviluppo delle industrie tecnologiche con la sicurezza dei cittadini europei. La brochure integrale in lingua inglese può essere scaricato al seguente indirizzo:

10 Nuovo quadro valutativo dell Unione dell Innovazione A pochi giorni dalla pubblicazione dell Analisi annuale della crescita, la Commissione ha pubblicato il quadro valutativo dell Unione dell Innovazione, con lo scopo di aiutare gli stati membri a potenziare le prestazioni in materia di innovazione mediante i rispettivi programmi nazionali di riforma nell ambito della strategia Europa Dall analisi effettuata, emerge che i progressi in materia di innovazione non sono abbastanza rapidi, nonostante l andamento nella maggior parte degli Stati membri sia promettente. Mentre l Unione mantiene un chiaro vantaggio sulle economie emergenti(rimane avanti rispetto a Russia e India, ma perde terreno rispetto a Brasile e Cina), persiste lo scarto rispetto alle prestazioni dei suoi principali concorrenti internazionali (USA e Giappone). Le differenze maggiori si riscontrano in termini di co-pubblicazioni pubblico/privato, spesa delle imprese per attività di R&S e, rispetto al Giappone, brevetti PCT. In definitiva, il deficit di innovazione dell Europa deriva soprattutto dal settore privato. L UE-27 ottiene invece risultati migliori rispetto agli USA nell ambito della spesa pubblica per R&S e delle esportazioni di servizi ad elevata intensità di conoscenze. In particolare si è registrata una buona crescita nei sistemi di ricerca aperti, di eccellenza e attrattivi e nel patrimonio intellettuale. La relazione completa è disponibile ai seguenti indirizzi: Chi siamo Il Consorzio B.R.I.D.G. conomies è composto da 17 partner (Sistema camerale, Associazioni imprenditoriali, Agenzie di Sviluppo, Centri di Ricerca, Università, Laboratori, Parchi Tecnologici, Autorità locali) delle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia e Sicilia Il Consorzio offre un'ampia gamma di servizi per aiutare, assistere e consigliare le PMI. A.T.S. BRIDGE Abruzzo (Unione Regionale delle Camere di Commercio I.A.A. dell'abruzzo e Camere di Commercio I.A.A. di: Chieti, L'Aquila, Pescara, Teramo) Camera di Commercio I.A.A. Napoli / Azienda Speciale Eurosportello Cittadella della Ricerca Confcommercio Campania (1) Confindustria Sicilia Consorzio ARCA Consorzio Catania Ricerche - CCR ENEA - Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile(2) Mondimpresa Provincia Regionale di Catania SPIN - Consorzio di Ricerca, Innovazione e Trasferimento Tecnologico Unione Regionale delle Camere di Commercio I.A.A. della Basilicata Unione Regionale delle Camere di Commercio I.A.A. della Calabria Unione Regionale delle Camere di Commercio I.A.A. della Campania Unione Regionale delle Camere di Commercio I.A.A. del Molise Unione Regionale delle Camere di Commercio I.A.A. della Puglia Università Federico II / COINOR - Centro di Ateneo per la Comunicazione e l'innovazione Organizzativa

11 (1) in rappresentanza delle sette articolazioni regionali (2) opera in Abruzzo, Basilicata, Campania. Disclaimer Né la Commissione europea, né qualsiasi persona che agisce per conto della Commissione è responsabile per l uso che può essere fatto delle informazioni contenute nella presente pubblicazione. Le opinioni ed i pareri in questa pubblicazione sono espressi dall autore e non riflettono necessariamente le politiche della Commissione europea.

Seminario "La Direttiva Servizi: novità e opportunità per le imprese in Europa" - Ragusa, 17 febbraio 2011

Seminario La Direttiva Servizi: novità e opportunità per le imprese in Europa - Ragusa, 17 febbraio 2011 Page 1 of 11 N 3 del 10 febbraio 2011 In primo piano News dall'europa Consultazioni Eventi Opportunità di Mercato Bandi_e_Gare Pubblicazioni Chi siamo Il Consorzio B.R.I.D.G. conomies è membro della nuova

Dettagli

In Primo Piano Consultazione sull'efficacia del Supporto all'innovazione in Europa. N 22 del 25 marzo 2009

In Primo Piano Consultazione sull'efficacia del Supporto all'innovazione in Europa. N 22 del 25 marzo 2009 N 22 del 25 marzo 2009 In primo piano News dall'europa Pubblicazioni Chi siamo Il Consorzio BRIDG conomies è membro della nuova rete della Commissione Europea "Enterprise Europe Network" per il supporto

Dettagli

La programmazione europea. per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno

La programmazione europea. per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno La programmazione europea 2014 2020 per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno POIn (FESR) 2007-2013 - Attrattori culturali, naturali e turismo Asse II - Linea di intervento II.2.1 Intervento:

Dettagli

Il supporto alle imprese per il trasferimento tecnologico fornito dalla rete europea Enterprise Europe Network della Confindustria Piemonte

Il supporto alle imprese per il trasferimento tecnologico fornito dalla rete europea Enterprise Europe Network della Confindustria Piemonte Il supporto alle imprese per il trasferimento tecnologico fornito dalla rete europea Enterprise Europe Network della Confindustria Piemonte Ing. Ermanno Maritano Asti, 3 giugno 2013 Creata il 1 Gennaio

Dettagli

Newsletter del Network E r

Newsletter del Network E r Newsletter del Network E r Num. 9 Agosto Dicembre 2011 Indice 1. Aggiornamenti dalle CCIAA 2. Aggiornamenti dalle CCIE Italiane all Estero 3. Altre informazioni 4. Piccola rassegna stampa 5. Bibliografia

Dettagli

Expoedilizia - Roma 21 marzo 2013

Expoedilizia - Roma 21 marzo 2013 Expoedilizia - Roma 21 marzo 2013 La Piattaforma europea dedicata ai professionisti dell edilizia sostenibile Iscriviti ed entra a far parte del nostro network www.construction21.eu Unioncamere del Veneto

Dettagli

APRE Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea Chiara Pocaterra

APRE Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea Chiara Pocaterra APRE Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea Chiara Pocaterra Punto di Contatto Nazionale Tema 2 Prodotti Alimentari, Agricoltura e Pesca e Biotecnologie 7PQ Tema 5 Energia Programma EURATOM Competitiveness

Dettagli

Newsletter della rete EEN Centro Italia

Newsletter della rete EEN Centro Italia Newsletter della rete EEN Centro Italia N 1 - Anno 2014 Enterprise Europe Network La rete al servizio delle imprese http://www.enterprise-europe-network-italia.eu http://een.ec.europa.eu Questo è il primo

Dettagli

Come nella cultura, anche nel settore della ricerca l Unione Europea ha riversato non poche attenzioni.

Come nella cultura, anche nel settore della ricerca l Unione Europea ha riversato non poche attenzioni. DOSSIER RICERCA & INNOVAZIONE Come nella cultura, anche nel settore della ricerca l Unione Europea ha riversato non poche attenzioni. Nel 2007 è stato creato in Europa il Consiglio Europeo della Ricerca

Dettagli

Politica dell Unione europea per le PMI. Prof.ssa Ernestina Giudici

Politica dell Unione europea per le PMI. Prof.ssa Ernestina Giudici Politica dell Unione europea per le PMI Prof.ssa Ernestina Giudici Un inquadramento generale! Uno Small Business Act (SBA) per l Europa! Migliorare il contesto imprenditoriale! Promuovere l imprenditorialità!

Dettagli

Gli schemi finanziari utilizzabili per le attività di R&S

Gli schemi finanziari utilizzabili per le attività di R&S Il settore strategico delle acque: come l innovazione chimica può aumentarne la sostenibilità Gli schemi finanziari utilizzabili per le attività di R&S Stefano Toffanin Ferrara, 21 maggio 2010 Quartiere

Dettagli

CAPITOLO I: SCOPI E PRINCIPI

CAPITOLO I: SCOPI E PRINCIPI STATUTO RURENER Principi, diritti e doveri dei membri RURENER Disclaimer La responsabilità esclusiva del contenuto di questa pubblicazione è degli autori. Non riflette necessariamente l opinione delle

Dettagli

Tecnologie di conversione e gestione dei flussi energetici

Tecnologie di conversione e gestione dei flussi energetici Tecnologie di conversione e gestione dei flussi energetici Ravenna, 26 Settembre 2012 Tiziano Terlizzese NIER Ingegneria S.p.A. IL RAGGRUPPAMENTO La rete di imprese è composta da 3 PMI con un alta propensione

Dettagli

Enterprise Europe Network Italia La rete europea a supporto delle Piccole e Medie Imprese

Enterprise Europe Network Italia La rete europea a supporto delle Piccole e Medie Imprese Enterprise Europe Network Italia La rete europea a supporto delle Piccole e Medie Imprese Ermanno Maritano, Confindustria Piemonte EEN ALPS NordOvest Roma, 14 novembre 2011 European Commission Enterprise

Dettagli

I Bandi Europei: Eco Innovation e Intelligent Energy Europe, LIFE+

I Bandi Europei: Eco Innovation e Intelligent Energy Europe, LIFE+ 3 Workshop di R&S Opportunità finanziarie per la ricerca delle Imprese Chimiche nei settori energetici e ambientali I Bandi Europei: Eco Innovation e Intelligent Energy Europe, LIFE+ Stefano Toffanin Milano,

Dettagli

Innovare significa cogliere i cambiamenti, questo è il nostro DNA CHI SIAMO

Innovare significa cogliere i cambiamenti, questo è il nostro DNA CHI SIAMO CHI SIAMO Vendor propone soluzioni di Efficienza Energetica e Finanziaria per le imprese private e pubbliche, avvalendosi di un team composto da professionisti con esperienza decennale nel settore. In

Dettagli

L UE PER LE PMI Notizie da Bruxelles

L UE PER LE PMI Notizie da Bruxelles L UE PER LE PMI Notizie da Bruxelles n 4 Marzo/Aprile 2014 in collaborazione con S O M M A R I O A C C E S S O A I F I N A N Z I A M E N T I Horizon 2020 Operativo lo strumento PMI N E W S D A L L E I

Dettagli

Fare di più con meno Iniziativa nell ambito della Strategia di Lisbona. Direzione generale Energia e trasporti 1

Fare di più con meno Iniziativa nell ambito della Strategia di Lisbona. Direzione generale Energia e trasporti 1 Libro verde sull efficienza energetica Fare di più con meno Iniziativa nell ambito della Strategia di Lisbona Direzione generale Energia e trasporti 1 Il precedente: Il Libro verde sulla sicurezza dell

Dettagli

Energia e imprese: approcci di successo Dario Di Santo, FIRE

Energia e imprese: approcci di successo Dario Di Santo, FIRE e imprese: approcci di successo Dario Di Santo, FIRE 3 giornata sull efficienza energetica nelle imprese 20 maggio 2008, Milano Cos è la FIRE La Federazione Italiana per l uso Razionale dell è un associazione

Dettagli

La Regione del Veneto e la Responsabilità sociale d impresa

La Regione del Veneto e la Responsabilità sociale d impresa La Regione del Veneto e la Responsabilità sociale d impresa Dott.ssa Elisabetta Grigoletto Sezione Formazione Dipartimento Formazione, Istruzione e Lavoro Berlino 2014 1 Il progetto interregionale Creazione

Dettagli

INNOVAZIONE, RICERCA E SPIN OFF IMPRENDITORIALE LE NUOVE STRADE DEL LAVORO PASSANO DI QUI

INNOVAZIONE, RICERCA E SPIN OFF IMPRENDITORIALE LE NUOVE STRADE DEL LAVORO PASSANO DI QUI INNOVAZIONE, RICERCA E SPIN OFF IMPRENDITORIALE LE NUOVE STRADE DEL LAVORO PASSANO DI QUI IL PROGETTO Il progetto DONNE E SCIENZA: ricerca, innovazione e spin-off imprenditoriale è un percorso integrato

Dettagli

BONUS RICERCA E SVILUPPO. chiarimenti - interpretazioni - novità

BONUS RICERCA E SVILUPPO. chiarimenti - interpretazioni - novità BONUS RICERCA E SVILUPPO chiarimenti - interpretazioni - novità Ricerca e innovazione a costo zero Manuela Brotto Consorzio Ethics CHI SIAMO Il Consorzio Ethics è un Organismo di Ricerca (ODR) senza scopo

Dettagli

Internazionalizzazione delle PMI calabresi La Borsa dell Innovazione e dell Alta Tecnologia

Internazionalizzazione delle PMI calabresi La Borsa dell Innovazione e dell Alta Tecnologia Internazionalizzazione delle PMI calabresi La Borsa dell Innovazione e dell Alta Tecnologia http://poloinnovazione.cc-ict-sud.it Luciano Mallamaci, ICT-SUD Direttore Tecnico ICT Sud Program Manager Polo

Dettagli

IL NUOVO PROGRAMMA EUROPEO HORIZON 2020: OPPORTUNITÀ DI FINANZIAMENTO NEL SETTORE BIOTECNOLOGIE

IL NUOVO PROGRAMMA EUROPEO HORIZON 2020: OPPORTUNITÀ DI FINANZIAMENTO NEL SETTORE BIOTECNOLOGIE IL NUOVO PROGRAMMA EUROPEO HORIZON 2020: OPPORTUNITÀ DI FINANZIAMENTO NEL SETTORE BIOTECNOLOGIE I SERVIZI DI ACCOMPAGNAMENTO ALLE IMPRESE PER LA PARTECIPAZIONE AI BANDI Ludovico Monforte EURODESK Brussels

Dettagli

Il PON Ricerca e Competitività 2007-2013 Ricerca Ricerca, impresa e innovazione per far crescere l intero Paese

Il PON Ricerca e Competitività 2007-2013 Ricerca Ricerca, impresa e innovazione per far crescere l intero Paese Il PON Ricerca e Competitività 2007-2013 Ricerca Ricerca, l intero Paese Logiche d intervento nell utilizzo dei Fondi Strutturali: Adattamento ed evoluzione. Pasquale D Alessandro DG REGIO Unità G3: Italia

Dettagli

LA POLITICA DELL UNIONE EUROPEA IN FAVORE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE (PMI): SMALL BUSINESS ACT

LA POLITICA DELL UNIONE EUROPEA IN FAVORE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE (PMI): SMALL BUSINESS ACT LA POLITICA DELL UNIONE EUROPEA IN FAVORE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE (PMI): SMALL BUSINESS ACT Che cosa è lo Small Business Act? Tenuto conto del contesto globale, caratterizzato da continui mutamenti

Dettagli

Il Ministero dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministero dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministero dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico L Associazione Bancaria Italiana (ABI) Il Presidente dell ABI La CONFINDUSTRIA Il Presidente di CONFINDUSTRIA La Conferenza dei

Dettagli

Finanziamenti dell Unione europea: fonti di informazione on-line

Finanziamenti dell Unione europea: fonti di informazione on-line Finanziamenti dell Unione europea: fonti di informazione on-line Principali Fonti UE di aggiornamento Eur-Lex Legislazione in vigore e in preparazione a cura dell Ufficio delle pubblicazioni ufficiali

Dettagli

Dalla Pianificazione Energetica all attuazione degli interventi: il punto di vista delle PA e delle Imprese

Dalla Pianificazione Energetica all attuazione degli interventi: il punto di vista delle PA e delle Imprese Dalla Pianificazione Energetica all attuazione degli interventi: il punto di vista delle PA e delle Imprese Maria Paola Corona Presidente di Sardegna Ricerche Sardegna Ricerche: dove la ricerca diventa

Dettagli

enterprise europe OFFICINA della COMPETITIVITÀ

enterprise europe OFFICINA della COMPETITIVITÀ enterprise europe OFFICINA della COMPETITIVITÀ Percorso di accompagnamento delle aziende abruzzesi al mondo dell innovazione e dell internazionalizzazione in collaborazione con: 19 e 20 settembre 2012

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 STRUMENTI FINANZIARI DELLA POLITICA DI COESIONE PER IL PERIODO 2014-2020 POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea ha formalmente adottato le nuove normative e le

Dettagli

COMITATO DI DISTRETTO DEL DISTRETTO AGROALIMENTARE DI QUALITA JONICO SALENTINO

COMITATO DI DISTRETTO DEL DISTRETTO AGROALIMENTARE DI QUALITA JONICO SALENTINO del LINEA D AZIONE 6 SCHEDA PROGETTO n. 6.3 PROGRAMMA DI SVILUPPO del TITOLO DEL PROGETTO PROGRAMMA DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DEL DISTRETTO AGROALIMENTARE DI QUALITA JONICO SALENTINO. Pagina 1 di 7 del

Dettagli

Enterprise Europe Network Confindustria Piemonte. Ing. Paolo Guazzotti

Enterprise Europe Network Confindustria Piemonte. Ing. Paolo Guazzotti Servizi della rete Enterprise Europe Network della Commissione Europea per l internazionalizzazione e l accesso ai programmi europei delle imprese piemontesi Ing. Paolo Guazzotti Enterprise Europe Network

Dettagli

STUDIO ORAZI Dottori Commercialisti Revisori Contabili

STUDIO ORAZI Dottori Commercialisti Revisori Contabili STUDIO ORAZI Dottori Commercialisti Revisori Contabili Dott. Marco Orazi Dott. Michele Archetti Dott.ssa Paola Porcellana Dott.ssa Mara Zanatta Dott.ssa Francesca Lodrini Dott. Massimo Colombo Dott.ssa

Dettagli

ESPERTI IN FINANZIAMENTI PER LA FARMACIA APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG

ESPERTI IN FINANZIAMENTI PER LA FARMACIA APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG ESPERTI IN FINANZIAMENTI PER LA FARMACIA APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG APOFIN SOCIÉTÉ DE FINANCEMENT SA FINANZIERUNGSGESELLSCHAFT AG Avete un progetto d installazione, acquisto,

Dettagli

Risparmio energetico e fonti di energia rinnovabili

Risparmio energetico e fonti di energia rinnovabili Risparmio energetico e fonti di energia rinnovabili Massimo Marchesi Commissione Europea Rappresentanza a3 Milano Forlì,, 18 Aprile 2007 L utilizzo UE di energia Consumo primario d energia UE 25 (1750

Dettagli

POLITICA DI COESIONE 2014-2020

POLITICA DI COESIONE 2014-2020 SVILUPPO LOCALE DI TIPO PARTECIPATIVO POLITICA DI COESIONE 2014-2020 A dicembre 2013, il Consiglio dell Unione europea ha formalmente adottato le nuove normative e le leggi che regolano il ciclo successivo

Dettagli

La cooperazione tra PMI e Centri di Ricerca per l innovazione.

La cooperazione tra PMI e Centri di Ricerca per l innovazione. La cooperazione tra PMI e Centri di Ricerca per l innovazione. Treviso, 24 febbraio 2015 Smart Specialisation Strategy Rappresenta il rafforzamento delle specializzazioni del territorio e la promozione

Dettagli

La programmazione UE 2014-2020 per una crescita sostenibile e solidale

La programmazione UE 2014-2020 per una crescita sostenibile e solidale La programmazione UE 2014-2020 per una crescita sostenibile e solidale Il Consiglio dell Unione europea ha adottato a dicembre 2013 il Regolamento relativo al Quadro Finanziario Pluriennale per il periodo

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI 14.3.2014 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 74/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 240/2014 DELLA COMMISSIONE del 7 gennaio 2014 recante un codice europeo di condotta

Dettagli

Un nuovo strumento per promuovere crescita e investimenti sostenibili nelle aree urbane con i finanziamenti dell UE. Che cos è JESSICA?

Un nuovo strumento per promuovere crescita e investimenti sostenibili nelle aree urbane con i finanziamenti dell UE. Che cos è JESSICA? JESSICA Un nuovo strumento per promuovere crescita e investimenti sostenibili nelle aree urbane con i finanziamenti dell UE Che cos è JESSICA? JESSICA (Joint European Support for Sustainable Investment

Dettagli

Il mondo produttivo e la Green Economy

Il mondo produttivo e la Green Economy Bologna Venerdì, 22 ottobre 2010 Verso un nuovo PER: linee di indirizzo per un Piano partecipato Il mondo produttivo e la Green Economy LA POLITICA ENERGETICA EUROPEA, LE GREEN TECHNOLOGIES, IL PIANO ANTICRISI

Dettagli

Programma. CCIA di Verona, Verona Innovazione 8 ottobre 2013

Programma. CCIA di Verona, Verona Innovazione 8 ottobre 2013 Programma Erasmus per Imprenditori CCIA di Verona, Verona Innovazione 8 ottobre 2013 Le attività di Eurosportello Veneto e la rete EEN Aiutare le imprese ad individuare potenziali partner commerciali Fornire

Dettagli

Trentino Sviluppo e la rete Enterprise Europe Network

Trentino Sviluppo e la rete Enterprise Europe Network Trentino Sviluppo e la rete Enterprise Europe Network Servizi a supporto dell internazionalizzazione European Commission Enterprise and Industry La rete Enterprise Europe Network La competitività europea

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE

PIANO DI COMUNICAZIONE ALLEGATO 1 DIREZIONE POLITICHE AGRICOLE --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 PIANO

Dettagli

internazionalizzazione@regione.lombardia.it

internazionalizzazione@regione.lombardia.it Finalità: Favorire i processi di internazionalizzazione delle micro piccole medie imprese Risorse: 5.440.000 Ambiti di intervento: Valore del voucher: MPMI lombarde (escluso settore agricolo) Misura A:

Dettagli

PROGETTO OPERATIVO DI ASSISTENZA TECNICA ALLE REGIONI DELL OBIETTIVO CONVERGENZA

PROGETTO OPERATIVO DI ASSISTENZA TECNICA ALLE REGIONI DELL OBIETTIVO CONVERGENZA PROGETTO OPERATIVO DI ASSISTENZA TECNICA ALLE REGIONI DELL OBIETTIVO CONVERGENZA Ambito 1 Linea 3 Azioni a supporto della partecipazione ai programmi comunitari a gestione diretta e al lavoro in rete Erasmus

Dettagli

AUDIZIONE. MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi. X Commissione del Senato - X Commissione della Camera. Roma, 27 marzo 2014

AUDIZIONE. MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi. X Commissione del Senato - X Commissione della Camera. Roma, 27 marzo 2014 AUDIZIONE MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi X Commissione del Senato - X Commissione della Camera Roma, 27 marzo 2014 CICLO ECONOMICO IN MIGLIORAMENTO 2 CICLO ECONOMICO IN MIGLIORAMENTO

Dettagli

APRE Veneto: struttura e servizi. Unioncamere del Veneto Filippo Mazzariol 14 novembre 2013 Lamezia Terme

APRE Veneto: struttura e servizi. Unioncamere del Veneto Filippo Mazzariol 14 novembre 2013 Lamezia Terme APRE Veneto: struttura e servizi Unioncamere del Veneto Filippo Mazzariol 14 novembre 2013 Lamezia Terme APRE Veneto Mandato nazionale come sportello regionale dell Agenzia per la Promozione della Ricerca

Dettagli

COMITATO TECNICO LAZIO PER EXPO 2015

COMITATO TECNICO LAZIO PER EXPO 2015 Gianfranco Castelli COMITATO TECNICO LAZIO PER EXPO 2015 Linee di indirizzo 8 febbraio 2013 «Nutrire il pianeta. Energia per la vita» è il tema dell Esposizione Universale - Expo 2015 che sarà inaugurata

Dettagli

L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA

L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA Programma Strategico Regionale per la Ricerca, l Innovazione ed il Trasferimento Tecnologico per la IX legislatura 2011-2013 L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA Cinzia Felci Direttore Programmazione Economica Ricerca

Dettagli

ELENA. European Local Energy Assistance

ELENA. European Local Energy Assistance ELENA European Local Energy Assistance SOMMARIO 1. Obiettivo 2. Budget 3. Beneficiari 4. Azioni finanziabili 5. Come partecipare 6. Criteri di selezione 7. Contatti OBIETTIVI La Commissione europea e la

Dettagli

Le azioni dell ARTI per il TT in Puglia

Le azioni dell ARTI per il TT in Puglia Le azioni dell ARTI per il TT in Puglia Dott.ssa Adriana Agrimi Coordinatore Tecnico ARTI Bari, 18 Febbraio 2009 - Expolavoro ARTI È l Agenzia Regionale per la Tecnologia e l Innovazione l della Puglia

Dettagli

This project is co-- financed by the European Regional Development Fund and made possible by the INTERREG IVC programme

This project is co-- financed by the European Regional Development Fund and made possible by the INTERREG IVC programme This project is co-- financed by the European Regional Development Fund and made possible by the INTERREG IVC programme Possibilità di finanziamento per le imprese LIFE+ Programma Cip: EIE ICT PSP ENPI

Dettagli

Ricerca europea per le Associazioni di imprese

Ricerca europea per le Associazioni di imprese Ricerca europea per le Associazioni di imprese Eurosportello del Veneto Via delle Industrie, 19/d 3175 Venezia Tel. +39 41 99 9411 - Fax +39 41 99 941 E-mail: europa@eurosportelloveneto.it www.eurosportelloveneto.it

Dettagli

Enterprise Europe Network e il servizio di informazione sui Regolamenti REACH-CLP. Reggio Emilia, 29 maggio 2013

Enterprise Europe Network e il servizio di informazione sui Regolamenti REACH-CLP. Reggio Emilia, 29 maggio 2013 Enterprise Europe Network e il servizio di informazione sui Regolamenti REACH-CLP Reggio Emilia, 29 maggio 2013 MISSION ENTERPRISE EUROPE NETWORK Assistere le imprese nell identificare potenziali partner

Dettagli

Investire nell azione per il clima, investire in LIFE

Investire nell azione per il clima, investire in LIFE Investire nell azione per il clima, investire in LIFE UNA PANORAMICA DEL NUOVO SOTTOPROGRAMMA LIFE AZIONE PER IL CLIMA 2014-2020 istock Azione per il clima Cos è il nuovo sottoprogramma LIFE Azione per

Dettagli

LA RISOLUZIONE DI GÖTEBORG

LA RISOLUZIONE DI GÖTEBORG TERZA CONFERENZA AMBIENTALE DEI MINISTRI E DEI LEADER POLITICI REGIONALI DELL'UNIONE EUROPEA LA RISOLUZIONE DI GÖTEBORG Dopo l incontro di preparazione tenuto nella regione Rhône-Alpes, Francia, il 28

Dettagli

8.2.2 Codice e titolo della misura Mis. 2 - Servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole (art 15)

8.2.2 Codice e titolo della misura Mis. 2 - Servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole (art 15) 8.2 DESCRIZIONE DELLA MISURA 8.2.2 Codice e titolo della misura Mis. 2 - Servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole (art 15) 8.2.2.1 Base Giuridica Art.

Dettagli

Corso di formazione Finanziamenti per lo sviluppo della produzione nel settore pesca

Corso di formazione Finanziamenti per lo sviluppo della produzione nel settore pesca 2FISH: Inclusione delle professioni di servizio alla Pesca nel sistema dell Istruzione e Formazione Grant Contract 517846-LLP-1-2011-1-DK- LEONARDO-LMP Corso di formazione Finanziamenti per lo sviluppo

Dettagli

Liberare il potenziale dell Economia Sociale per la crescita in Europa: la Strategia di Roma

Liberare il potenziale dell Economia Sociale per la crescita in Europa: la Strategia di Roma Liberare il potenziale dell Economia Sociale per la crescita in Europa: la Strategia di Roma Documento basato sui risultati della Conferenza di Roma, 17 e 18 novembre 2014 In occasione della Presidenza

Dettagli

Unioncamere Calabria - Lamezia Terme - 2 aprile 2015. L internazionalizzazione delle PMI nella programmazione 2014-2020

Unioncamere Calabria - Lamezia Terme - 2 aprile 2015. L internazionalizzazione delle PMI nella programmazione 2014-2020 L internazionalizzazione delle PMI nella programmazione 2014-2020 Programmazione 2014-2020 In un mondo oramai globalizzato le PMI devono essere in grado di affrontare la sempre più crescente concorrenza

Dettagli

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business.

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. ACCREDITED PARTNER 2014 Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Gariboldi Alberto Group Srl è una realtà

Dettagli

Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001

Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001 Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001 1. Due anni dopo la firma della Dichiarazione di Bologna e tre dopo quella

Dettagli

L internazionalizzazione delle PMI nella programmazione regionale 2014-2020

L internazionalizzazione delle PMI nella programmazione regionale 2014-2020 I Fondi Europei per la competitività e l innovazione delle PMI campane: strategie e opportunità di finanziamento L internazionalizzazione delle PMI nella programmazione regionale 2014-2020 Dr. Ennio Parisi

Dettagli

Codice 09/001. Oggetto

Codice 09/001. Oggetto Oggetto Codice 09/001 POR FESR ABRUZZO 2007 2013. Attività I.2.1. Sostegno a programmi di investimento delle Micro e PMI per progetti di innovazione tecnologica, di processo e della organizzazione dei

Dettagli

La proposta di Accordo di Partenariato 2014-2020 e la complementarità con i Programmi Tematici a gestione diretta

La proposta di Accordo di Partenariato 2014-2020 e la complementarità con i Programmi Tematici a gestione diretta #OPENFESR Dalle idee al commento del Programma Operativo FESR 2014-2020 La proposta di Accordo di Partenariato 2014-2020 e la complementarità con i Programmi Tematici a gestione diretta Raffaele Colaizzo

Dettagli

IL CONSORZIO BRIDG conomies

IL CONSORZIO BRIDG conomies IL CONSORZIO BRIDG conomies (Business Relays for Innovation and Development of Growing conomies) Antonella Marras Mondimpresa Bari, 16 settembre 2008 UE= 27 Paesi candidati = ex Repubblica jugoslava di

Dettagli

l imprenditoria sociale

l imprenditoria sociale L iniziativa per l imprenditoria sociale della Commissione europea Mercato interno e servizi L iniziativa per l imprenditoria sociale della Commissione europea Presidente della Commissione europea, José

Dettagli

SERVIZI OFFERTI AGLI ASSOCIATI CONSORZIO NAZIONALE RACCOLTA E RICICLO

SERVIZI OFFERTI AGLI ASSOCIATI CONSORZIO NAZIONALE RACCOLTA E RICICLO SERVIZI OFFERTI AGLI ASSOCIATI CONSORZIO NAZIONALE RACCOLTA E RICICLO COBAT Consorzio di diritto privato, senza scopo di lucro, coerente alle disposizioni di legge imposte ai Sistemi Collettivi di finanziamento,

Dettagli

Smart cities e Patto dei Sindaci: Strategie, risorse e strumenti per la pianificazione finanziaria integrata degli interventi

Smart cities e Patto dei Sindaci: Strategie, risorse e strumenti per la pianificazione finanziaria integrata degli interventi Empowerment delle Pubbliche Amministrazioni nella gestione e nell utilizzo di Strumenti innovativi e di ingegneria finanziaria per lo sviluppo economico locale Smart cities e Patto dei Sindaci: Strategie,

Dettagli

Presentazione del Programma di Cooperazione Italia-Francia Marittimo 2014-2020. La cooperazione al cuore del Mediterraneo

Presentazione del Programma di Cooperazione Italia-Francia Marittimo 2014-2020. La cooperazione al cuore del Mediterraneo Presentazione del Programma di Cooperazione Italia-Francia Marittimo 2014-2020 La cooperazione al cuore del Mediterraneo Carta d identità Chi? 5 regioni di Francia e Italia: PACA, Corsica, Liguria, Toscana,

Dettagli

http://www.regione.calabria.it/sviluppo/index.php?option=com_content&task=view&id=287&itemid=41

http://www.regione.calabria.it/sviluppo/index.php?option=com_content&task=view&id=287&itemid=41 Le news settimanali del Consorzio Camerale SOMMARIO News Segnalazioni Nominato il Garante per le PMI Calabria: contributi all imprenditoria giovanile e alle imprese agricole Emilia-Romagna: fondi per la

Dettagli

Programma volto a migliorare la competitività delle imprese e in particolare delle PMI (2014-2020) (COSME)

Programma volto a migliorare la competitività delle imprese e in particolare delle PMI (2014-2020) (COSME) Programma volto a migliorare la competitività delle imprese e in particolare delle PMI (2014-2020) (COSME) Obiettivo Il passaggio dalla programmazione 2007-13 a quella 2014-2020 porterà molti cambiamenti

Dettagli

Enterprise Europe Network

Enterprise Europe Network I servizi per l internazionalizzazione e l innovazione Enterprise Europe Network CHE COSA È ENTERPRISE EUROPE NETWORK La rete a sostegno delle PMI più grande d Europa; Iniziativa della DG Impresa e Industria

Dettagli

per il Programma di EMPOWERMENT delle Amministrazioni Pubbliche del Mezzogiorno

per il Programma di EMPOWERMENT delle Amministrazioni Pubbliche del Mezzogiorno per il Programma di EMPOWERMENT delle Amministrazioni Pubbliche del Mezzogiorno Progetto dall'iter alle reti: Implementazione Sportello Unico Rassegna delle principali possibilità di finanziamento a disposizione

Dettagli

Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche

Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche Elementi di progettazione europea Le diverse tipologie di finanziamento europeo e le loro caratteristiche Antonella Buja Coordinatrice Progetto Europa - Europe Direct - Comune di Modena Le diverse tipologie

Dettagli

Convegno ANFIA. Torino, 7 maggio 2013

Convegno ANFIA. Torino, 7 maggio 2013 Convegno ANFIA Torino, 7 maggio 2013 Scaletta presentazione Dott. Bonomi INTRODUZIONE anche se il momento è difficile e carico di incertezze bisogna cercare di capire quali sono le occasioni per migliorare

Dettagli

I Finanziamenti dell Unione Europea nella Programmazione 2014-20: HORIZON 2020 e COSME. Programma Operativo Regione Piemonte FESR (POR FESR)

I Finanziamenti dell Unione Europea nella Programmazione 2014-20: HORIZON 2020 e COSME. Programma Operativo Regione Piemonte FESR (POR FESR) I Finanziamenti dell Unione Europea nella Programmazione 2014-20: HORIZON 2020 e COSME Programma Operativo Regione Piemonte FESR (POR FESR) Torino, 20 novembre 2014 Europa 2020 Europa 2020 è un documento

Dettagli

www.ecostampa.it Senaf

www.ecostampa.it Senaf 058904 www.ecostampa.it Senaf 058904 www.ecostampa.it Senaf Versione per la stampa Stampa Il 10 Novembre alla Fiera di Roma Comuni «rinnovabili»: cresce la diffusione per tutte le fonti Si parlerà delle

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

Se questo messaggio non è visualizzato correttamente, usa questo link. NEWSLETTER "L'EUROPA IN LINEA" - ANNO VII n 03 del 24.03.

Se questo messaggio non è visualizzato correttamente, usa questo link. NEWSLETTER L'EUROPA IN LINEA - ANNO VII n 03 del 24.03. Se questo messaggio non è visualizzato correttamente, usa questo link NEWSLETTER "L'EUROPA IN LINEA" - ANNO VII n 03 del 24.03.2010 La nostra offerta formativa Una delle maggiori criticità riscontrate

Dettagli

I Fondi Europei per le imprese italiane in Polonia

I Fondi Europei per le imprese italiane in Polonia I Fondi Europei per le imprese italiane in Polonia Michał Polański Direttore del Dipartimento di Promozione Economica Agenzia Polacca per lo Sviluppo dell Imprenditorialità Milano, 14 settembre 2015 2

Dettagli

Promuovere l innovazione del sistema produttivo e l attrattività del territorio per meglio competere sui mercati globali

Promuovere l innovazione del sistema produttivo e l attrattività del territorio per meglio competere sui mercati globali Obiettivo generale del POR FESR Abruzzo Promuovere l innovazione del sistema produttivo e l attrattività del territorio per meglio competere sui mercati globali ASSI PRIORITARI DI INTERVENTO: Ґ Ricerca

Dettagli

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO

IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO La ricerca europea in azione IL SETTIMO PROGRAMMA QUADRO (7º PQ) Portare la ricerca europea in primo piano Per alzare il livello della ricerca europea Il Settimo programma quadro per la ricerca e lo sviluppo

Dettagli

Innovazione di Prodotto e Processo. Progetto PROMETEO

Innovazione di Prodotto e Processo. Progetto PROMETEO Innovazione di Prodotto e Processo Contesto È sempre più condiviso il concetto che l innovazione è uno degli strumenti chiave per il mantenimento e la crescita della competitività delle imprese, ma poche

Dettagli

Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi

Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi di Enrico Mazza Il 29 novembre scorso sono stati pubblicati sul BURC (n. 48 parte III) i Decreti che riguardano l approvazione degli Avvisi

Dettagli

POI ENERGIE RINNOVABILI E RISPARMIO ENERGETICO 2007-2013 (POI)

POI ENERGIE RINNOVABILI E RISPARMIO ENERGETICO 2007-2013 (POI) POI ENERGIE RINNOVABILI E RISPARMIO ENERGETICO 2007-2013 (POI) Avanzamento Attività Organismo Intermedio Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per gli incentivi alle imprese D.G.I.A.I Linee

Dettagli

CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA.

CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA. CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA 18 Novembre, 2014 In occasione della Presidenza di turno del Consiglio dell Unione Europea,

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 43/7 DEL 1.9.2015

DELIBERAZIONE N. 43/7 DEL 1.9.2015 Oggetto: Strategia per l internazionalizzazione del sistema produttivo regionale. Programma regionale triennale per l internazionalizzazione 2015-2018. L Assessore dell industria evidenzia alla Giunta

Dettagli

L esperienza della Banca Dati BuoniEsempi.it. Rita Pastore Roma, 4 marzo 2010

L esperienza della Banca Dati BuoniEsempi.it. Rita Pastore Roma, 4 marzo 2010 L esperienza della Banca Dati BuoniEsempi.it Rita Pastore Roma, 4 marzo 2010 Mission Il progetto fin dal 2001 si è posto un duplice obiettivo: offrire alle P.A. - in particolare alle amministrazioni locali

Dettagli

Indagine sui fabbisogni formativi in materia di Internazionalizzazione

Indagine sui fabbisogni formativi in materia di Internazionalizzazione Indagine sui fabbisogni formativi in materia di Internazionalizzazione Roma, 13 ottobre 2015 Focus internazionalizzazione Nei primi mesi del 2015 si rafforzano i primi segnali positivi per l economia italiana,

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE POLITICA INDUSTRIALE E COMPETITIVITA

Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE POLITICA INDUSTRIALE E COMPETITIVITA SPORTELLI INFORMATIVI TERRITORIALI REACH PROTOCOLLO D INTESA TRA Il Ministero dello Sviluppo Economico, di seguito denominato Ministero, con sede in Roma Via Molise 2 codice fiscale n. 80230390587, La

Dettagli

Scheda n. 3 PER COSA SARANNO UTILIZZATI I FONDI?

Scheda n. 3 PER COSA SARANNO UTILIZZATI I FONDI? Scheda n. 3 PER COSA SARANNO UTILIZZATI I FONDI? Il piano di investimenti per l Europa consisterà in un pacchetto di misure volte a sbloccare almeno 315 miliardi di euro di investimenti pubblici e privati

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA FESR 2007-2013 CCI N 2007 IT 161 PO 008 (Aprile 2013) 1/373 Sperimentale secondo le modalità previste dalla Comunicazione

Dettagli

DOSSIER PER LA STAMPA

DOSSIER PER LA STAMPA DOSSIER PER LA STAMPA INDICE ERASMUS GIOVANI IMPRENDITORI : UN NUOVO PROGRAMMA DI SCAMBIO...3 CHI PUO' PARTECIPARE?... 5 QUALI BENEFICI E PER CHI?...6 COME FUNZIONA? STRUTTURA E IMPLEMENTAZIONE...7 CHI

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Sintesi del decreto legislativo sulla promozione della cogenerazione ad alto rendimento PIU RISPARMIO ENERGETICO INCENTIVANDO LA COGENERAZIONE AD ALTO RENDIMENTO Il decreto

Dettagli

NEWSLETTER DICEMBRE 2009. La valutazione del POR Competitività, 2007-2013. Il Piano di Valutazione del POR Competititivà

NEWSLETTER DICEMBRE 2009. La valutazione del POR Competitività, 2007-2013. Il Piano di Valutazione del POR Competititivà NEWSLETTER DICEMBRE 2009 IN QUESTO NUMERO... si parla di: EDITORIALE 01 La valutazione nel periodo di programmazione Fondi Strutturali 2007-2013 02 La valutazione del POR Competitività, 2007-2013 03 Il

Dettagli

ASL TERAMO. (Circ.ne Ragusa,1 0861/4291) REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE

ASL TERAMO. (Circ.ne Ragusa,1 0861/4291) REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE ASL TERAMO (Circ.ne Ragusa,1 0861/4291) REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE (ai sensi della legge 150/2000, del DPR 422/2001, e della Direttiva della Presidenza del Consiglio dei

Dettagli

Struttura del corso e profilo dei docenti

Struttura del corso e profilo dei docenti Novara 15, 16, 22, 23, 29 maggio 2015 Struttura del corso e profilo dei docenti 1 Gli obiettivi del corso Il si pone l obiettivo di aumentare la capacità professionale a livello territoriale di generare

Dettagli