Nella Capitale sosteniamo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Nella Capitale sosteniamo"

Transcript

1 Anno II - Numero Sabato 11 maggio 2013 Direttore: Francesco Storace Roma, via Filippo Corridoni n. 23 PRONTI ALL'APPUNTAMENTO PER BATTERE IGNAZIO MARINO, CAMPIONE DEL RELATIVISMO ETICO A ROMA CON ALEMANNO PER VINCERE Presentato il programma, protagoniste le idee de La Destra per la giustizia sociale di Francesco Storace Nella Capitale sosteniamo Gianni Alemanno come sindaco di Roma. L'alleanza ha anche un profondo significato, dietro di essa c'è la speranza, che da Roma riparta un grande segnale di rinascita per la Destra italiana. E poi, abbiamo condiviso il programma del sindaco e vi abbiamo contribuito soprattutto dal punto di vista dell'affermazione di principi di giustizia sociale. Anzitutto, Equitalia. È assolutamente positivo che si elevi una barriera a tutela del contribuente che le tasse non le può pagare tutte e subito. Bisogna colpire l'evasione senza pensare che tutti siamo evasori. Al dipartimento competente proporremo sei iniziative concrete 1) eliminare ogni forma di aggio (ora al 9 per cento) Oggi l assemblea Pd Epifani o rissa? Il Pd, nella sua Assemblea che si apre oggi a Roma, rischia la rissa. A dichiararlo è stato proprio uno dei democrat, Pippo Civati, che preannuncia tensioni notevoli per questi Stati Generali che dovrebbero eleggere il nuovo Segretario del partito. L accordo non c è, su nessuno dei possibili candidati, anche se ieri sera aveva ripreso improvvisamente quota l ipotesi che possa toccare a Guglielmo Epifani il ruolo del traghettatore verso il Congresso. E intanto Rosy Bindi lancia il suo anatema: Con Berlusconi non ci può essere nessuna pacificazione. Micol Paglia a pag. 2 2) rateizzazione del debito come diritto del contribuente e non come concessione del sovrano 3) pagamento del debito solo quando non c'è prescrizione 4) nessuna ipoteca sulla prima casa 5) si sospende la riscossione in caso di perdita del lavoro ovvero nel caso di situazione di grave crisi per l'impresa 6) nessuna segnalazione alla centrale rischi se la situazione debitoria non è' definita in giudizio Altri aspetti fondamentali del programma: IMU al minimo e comunque diritto al mutuo sociale, che viene definito "forma avanzatissima di giustizia sociale in favore di chi proviene da famiglie che versano in condizioni svantaggiate". A questo proposito registriamo con favore il si' alla nostra proposta di istituire una apposita delega sulla lotta alla povertà dedicata "a tutti i servizi e i progetti dedicati alle persone che - e' una costante programmatica - versano in condizioni svantaggiate". Niente tolleranza sui campi nomadi abusivi, che vanno tutti chiusi, legalità come valore per tutti, così e' scritto nel programma. Ma è assolutamente significativo ritrovare nel programma il consenso, che del resto fu esplicitato anche alle elezioni politiche, a una battaglia che ci siamo intestati da tempo, quella sul Quoziente Italia. Nel documento del sindaco e' scritto con chiarezza Una dichiarazione non smentita dell ex-ministro Fioroni squarcia il velo dell ipocrisia dei giudici Perché non c è scandalo se l ANM chiama il Pd? di Federico Colosimo Scenderà in piazza, questo pomeriggio, alle ore 16:00, a Brescia, il Pdl, in difesa di Silvio Berlusconi. Per manifestare contro la magistratura politicizzata, al fianco del proprio leader. L Associazione nazionale magistrati, però, non ci sta. Ed è arrivata, come sempre puntuale, la reazione, tramite un comunicato, per denunciare le espressioni violente e offensive con le quali diversi esponenti del centrodestra hanno accolto la condanna del Cav al processo Mediaset e la richiesta di rinvio a giudizio nell ambito della vicenda sulla presunta compravendita dei senatori. Ci delegittimano scrive il Presidente Rodolfo Sabelli Non siamo che "garantiremo la massima trasparenza e legalità nell'accesso ai servizi sociali, case popolari e asili nido, per chi è realmente bisognoso, e le opportunità di accesso ai servizi pubblici a domanda individuale per i cittadini italiani". Ecco perché ci siamo, dunque, e col massimo impegno per contrastare il campione del relativismo etico, Ignazio Marino, il candidato che punta a sovvertire in ogni forma il diritto naturale, persino attraverso l'amministrazione comunale, anche se poi corre a San Pietro per farsi pateticamente immortalare in foto accanto al Papa che gli passa accanto. Finale di Coppa Italia E derby anche nella caccia al biglietto Paolo Signorelli a pag. 6 La città comincia a capirlo e lo testimoniano i sondaggi, ma non bisogna fermarsi. Ai nostri 400 candidati al comune e nel 15 municipi non mi stanco di raccomandare il massimo impegno. Li rivedremo giovedì 23 maggio, quando abbracceranno il sindaco Alemanno nella nostra manifestazione al Parco dei Principi. Poi, recluteremo migliaia di rappresentanti di lista. Se per far vincere le primarie a Ignazio Marino hanno dovuto barare persino alle primarie, figuriamoci che cosa potrebbero combinare alle elezioni vere. Non un solo voto dovrà sfuggirci. Valter Brogino a pag. 6 politicizzati. Speriamo intervenga in nostra difesa il Capo dello Stato. Berlusconi assale i giudici, il titolo di ieri de Il Fatto Quotidiano. Imbarazzante silenzio di Napolitano e Democratici, continua impavido il giornale rosso, schierandosi dalla parte dei giudici. Repubblica, invece, svela un particolare inquietante. Giuseppe Fioroni racconta di essere stato scelto dal Pd come nuovo presidente della Commissione Giustizia alla Camera. O ci sei tu o la Ferranti, l avviso. Peccato che il centrosinistra ha fatto i conti senza l oste. Sì, esattamente, senza l Anm, che si autodipinge come un organo assolutamente non politicizzato. Tanto da intervenire invece a gamba tesa nella vicenda, con il ruolo di assoluto protagonista, in negativo si intende. Un esponente dell organo di rappresentanza dei giudici alza la cornetta e chiama direttamente l ex ministro della Pubblica Istruzione. Non sappiamo con chi parlare al Pd. Per favore, abbiamo bisogno della Ferranti alla Giustizia. Sa, con Nitto Palma al Senato. Come per dire: per contrastare il Pdl ci serve una come noi. Indovinate cosa ha risposto quel cuore impavido di Beppe Fioroni a Repubblica? Io ovviamente ho obbedito ai magistrati, mica al Pd. Ma guarda un VERTICE DI MAGGIORANZA INUTILE Letta ha il fiato corto e già arranca dietro Imu e ministri di Igor Traboni Sotto i colpi della mancata abrogazione dell Imu, il governo Letta già barcolla paurosamente. E si svuota di contenuti, tanto che il vertice di maggioranza di ieri mattina è diventato perfino molto più importante del Consiglio dei ministri dell altro ieri sera. Dopo il flop di quest ultimo passaggio, e in attesa di portare tutti nell abbazia toscana di Spineto per cercare di rinserrare le fila (all inizio il premier voleva più che altro fare spogliatoio ma ora deve essersi reso conto che prima dovrebbe trovare una squadra. E una quadra), ieri mattina a palazzo Chigi Letta ha convocato un vertice di maggioranza, con il vicepremier Alfano e i ministri Saccomanni, Franceschini, Moavero e Giovannini. In pratica, anche da questo ennesimo incontro è venuto fuori poco o nulla, nonostante l ottimismo sbandierato da più parti, ad iniziare da quello di Renato Brunetta, capogruppo del Pdl alla Camera, soprattutto sulla questione Imu. Ma lo stile democristiano di Enrico Letta ha trovato il massimo della raffigurazione nel neologismo clonato da Rino Pisicchio, presidente del gruppo misto alla Camera: siamo alle convergenze preventive. Con un richiamo neanche tanto velato alle convergenze parallele di Aldo Moro. Ovvero ad un epoca bella e andata. Così come molto vicine ai tempi andati sono apparse le dichiarazioni di circostanza del ministro Dario Franceschini, tra i più acerrimi nemici (per questioni squisitamente politiche, cioè in chiave antiberlusconiana, che di conti da far tornare): Risolveremo tutti in cento giorni, ha detto l ex vicesegretario del po. Questo per far capire quanto contino, in Italia, i giudici. Un potere supremo, il loro, incontrastabile. E che porta definitivamente a galla la verità che ancora una volta vuole essere mascherata. Ossia che molti giudici indossano la toga rossa, che molti processi sono politici e che Berlusconi deve essere estromesso dal Parlamento e distrutto per via giudiziaria. La cosa ancora più inquietante, però, è che ancora non si conosce il nome di chi si sia reso protagonista di quella telefonata che conteneva un chiaro diktat. E soprattutto di chi si sia permesso di intervenire su questioni squisitamente politiche. Sarà arrivato dall alto l ordine? Su questo fatto, il quotidiano diretto da Ezio Mauro tace. E acconsente. Robert Vignola a pag. 2 Piacenza Le penne nere invadono la città Carlotta Bravo a pag. 8 partito democratico. Senza specificare cosa e soprattutto perché c è bisogno di tutto questo tempo. Per Enrico Letta, poi, urge vigilare sui possibili punti di frizione nella maggioranza, per ''sminare le tensioni''. Ammettendo quindi non tanto l eventualità che qualcosa non vada, ma l ineluttabilità di qualcosa che è già accaduto. Cioè di una maggioranza inciampata su Imu, cassa integrazione in deroga e tagli alla spesa. E quindi già claudicante. Una maggioranza che, alla faccia delle urgenze del Paese, ha deciso di prendersi tre mesi e passa: nei prossimi cento giorni, è stata la conclusione del vertice di ieri, il governo intende metter mano alla riforma della fiscalita' sulla casa, al rilancio dell'edilizia e alla lotta alla disoccupazione giovanile. Sui conti pubblici, poi, c è sempre il rischio di camminare su un filo sottile, sospeso sul baratro del deficit e su quello che l Europa ordina. Per questo si cercherà di andare avanti a colpi di decreti legge e disegni di legge, attenti proprio a quell equilibrio cu cui ieri tanto ha insistito, anche attraverso una serie di dichiarazioni pubbliche, il ministro dell'economia Fabrizio Saccomanni. Non e' possibile, ha spiegato il ministro, che da una parte ci siano le forze politiche che propongono spese e dall'altra parte il governo che si occupa di coperture. L'equilibrio, ha avvertito, deve essere preoccupazione comune e ogni proposta dovra' essere dettagliata anche dal lato della copertura. "Mi pare che siamo sulla buona strada, ha aggiunto Fabrizio Saccomanni. Che però, come quella dell infermo, pare più che altro lastricata solo di buone intenzioni. Servizi a pag. 3 BANGLADESH Miracolo a Dacca A17 giorni dal crollo del palazzo avvenuto a Dacca, in Bangladesh, nessuno pensava che potessero esserci superstiti. Invece ieri i soccorritori hanno trovato sotto le macerie una donna viva e, incredibilmente, illesa. Un miracolo. Lei si chiama Named Reshmi. I vigili del Fuoco si sono accorti della sua presenza quando ha iniziato a piangere. Stavamo rimuovendo le rovine raccontano - e abbiamo chiesto a voce alta se qualcuno fosse vivo e avesse bisogno di aiuto. Vi prego, salvatemi, l implorazione. E stata una gioia incredibile. Reshmi si è salvata grazie all acqua e alle reazioni di cibo che erano state introdotte tra i detriti nei primi giorni dopo il collasso del palazzo. Servizio a pag. 5

2 2 Attualità Intanto Rosy Bindi attacca: Con Silvio Berlusconi non è possibile alcuna pacificazione L Assemblea del Pd: Epifani o finisce in rissa? Pippo Civati ed i giovani democrat si preparano alla battaglia che dovrebbe finire per eleggere il nuovo Segretario, anche se non c è accordo su nessun candidato Ma quale armistizio? Ma quale accordo? Questo Governo di larghe intese è poco più di una pace armata. E a farlo capire, senza tanti giri di parole, è Rosy Bindi. La dimissionaria Presidente del Pd, infatti, ha detto chiaro e tondo che non ci può essere nessuna pacificazione con Berlusconi. La linea dell area catto-comunista del Partito Democratico è, dunque, inequivocabile. Questo esecutivo che, senza il Pdl non potrebbe esserci, non piace per nulla a quanti fra i democrat detenevano il potere fino a ieri. Peccato però, che la loro linea della fermezza non abbia pagato nemmeno un po. E, se non fosse intervenuto Re Giorgio Napolitano, saremmo di sicuro senza un Governo (ed anche senza Presidente della Repubblica). Fatto sta che, per quanto l accordo non piaccia, il Pd non aveva altra alternativa alle elezioni anticipate che raggiungere un intesa con il centro-destra. Il paradosso è proprio questo, Enrico Letta non piace a buona parte dei suoi, ma viene appoggiato da chi, fino a ieri, è stato dipinto come il nemico pubblico numero uno, Silvio Berlusconi. Insomma, di certo non inizia sotto i migliori auspici l Assemblea del Pd, che ha aperto i battenti questa mattina alle 10, alla Nuova Fiera di Roma. L idea di partenza, quando gli Stati Generali dei democrat erano stati convocati, era quella di scegliere il nuovo Segretario. Ma per decidere chi verrà incoronato quale successore del povero dimissionario Pierluigi Bersani non sembra ci sia il più vago accenno di un accordo. Nei giorni scorsi si era parlato di Roberto Speranza, bersaniano della prima ora, nonché capogruppo alla Camera. Ma lo stesso Speranza se n è lavato le mani, precisando di non aver altre ambizioni ed ha anche puntualizzato che è sbagliato partire con un balletto di nomi. Se il dibattito congressuale diventasse solo una conta, commetteremmo un errore non recuperabile. Al tri (im)probabili candidati sarebbero, secondo indiscrezioni, Maurizio Martina, anche lui bersaniano, ed Enzo Amendola, dell ala dalemiana del Pd campano. In serata, però, è rispuntata l ipotesi di far fare il traghettatore verso il congresso a Guglielmo Epifani (una eventualità che però D Alema aveva seccamente escluso). Le premesse per tenere fede a quanto dichiarato da Pippo Civati appena qualche giorno fa, insomma, ci sarebbero tutte. Il capetto dei giovani democrat dissidenti ha preannunciato che l Assemblea di oggi potrebbe terminare letteralmente con una rissa. Se andiamo avanti così ha aggiunto-rischiamo che sabato finisca il Pd. E se optiamo per il voto segreto finiamo in mano ai franchi tiratori. In pratica il rischio che alla Nuova Fiera di Roma possano volare gli stracci è molto più di un eventualità. E il merito potrebbe essere anche di Laura Puppato che minaccia di presentare un documento rivendicante una presunta autonomia legislativa di deputati e senatori andando contro le larghe intese. La Puppato sostiene di avere al suo seguito un manipolo di 40 parlamentari pronti a votare contro l esecutivo-inciucio. L unica certezza è che, chiunque pensi di candidarsi, dovrà raccogliere 75 firme. A farlo potrebbe essere (a sorpresa) Goffredo Bettini, che ha proposto l idea rivoluzionaria di fondare un nuovo partito di sinistra, che potrebbe chiamarsi Il Campo, proprio per dare l idea di una cosa nuova e aperta. Insomma, una sacco di idee e molto ben confuse. Micol Paglia L aula chiama, la piazza risponde: tra Brescia e Milano ulteriori capitoli della lotta tra il Cavaliere e la magistratura Il sistema Mediaset? Chiedetelo alle banche Campagna elettorale permanente o prova muscolare di piazza nell eterno scontro con la magistratura? Lo si saprà oggi, quando Silvio Berlusconi prenderà la parola dal palco di Brescia, dove è atteso per le ore 17 in Piazza Duomo. Certamente, non è sfuggito a nessuno che la sentenza di condanna arrivata al Cav abbia assunto da subito le sembianze di una sassata alla finestra del governo appena nato. Ma il messaggio che il leader del Popolo delle Libertà, nel chiamare a raccolta il suo, di popolo, è da leggere attentamente: Non ho commesso nulla di male e ho subito una condanna assurda e ingiusta. Non bisogna cedere alle provocazioni della magistratura politicizzata che da 20 anni mi fa la guerra con un uso politico della giustizia. Il che, se detto da Berlusconi dopo una condanna, vale come messaggio conciliante Certo, alle porte bussa la requisitoria di Ilda Boccassini sull alto processo, quello denominato Ruby, che aprirà lunedì la settimana politica e giudiziaria. Intanto però l ex premier avrà un argomento in più per assestare un colpo alla magistratura: ieri il Consiglio della Magistratura ha inflitto una sanzione disciplinare di censura ad Annamaria Fiorillo, il pm dei minori di Milano Annamaria Fiorillo, di turno la notte in cui Ruby è stata portata in questura e poi affidata a Nicole Minetti. Motivo? Violazione del riserbo, per le generose dichiarazioni fornite in quei frangenti alla stampa. Non solo, però. Perché più si studia la faccenda del processo Mediaset, più si ha l impressione che in effetti al leader del centro-destra sia stato riservato un trattamento ad personam. La frode fiscale riscontrata nella fattispecie è, in soldoni, di dieci milioni di euro. Non pochi, certo. Però si scopre che il cosiddetto sistema estero per aggirare il fisco non ha il copy-right di Cologno Monzese. E soprattutto, che per cifre anche di trenta volte superiori la strada intrapresa è stata un altra: il patteggiamento. Ad esempio la Bosch è stata accusata di aver aggirato le leggi fiscali italiane: il colosso chimico si è accordato con l Agenzia delle Entrate per 300 milioni. Altrettanto hanno fatto fior di banche. Naturalmente anche banche rosse. Il Monte dei Paschi di Siena si è accordato per 260 milioni, Banca Intesa per 250, Banca Popolare di Milano per 186 milioni, Unicredit per 99. Franco Bechis ieri, dalle colonne de Il Giornale, ha commentato con lucidità: Nonostante cifre così consistenti, nessuno dei patteggiamenti fiscali (ce ne sono stati decine di altri) ha prodotto l apertura di una azione penale, che era possibilissima e secondo il codice italiano persino obbligatoria. Non si può patteggiare con il fisco se l azione penale è già promossa, ma di fronte a cifre di questo tipo è assai singolare che non sia avvenuto il contrario. Temi di natura tecnica, che non sarà facile capire alla piazza. Anche se la piazza, non c è dubbio, ha capito perfettamente una cosa: la guerra in atto, che sta colpevolmente ingabbiando l Italia, va ben oltre i fatti del passato per combattersi sul corpo stesso dell Italia del futuro. E ciò comincia a creare disagio. Anche al centro-sinistra. Robert Vignola Nel caos del Governo Letta, le Pari Opportunità sembrano avere la precedenza Ius soli e coppie di fatto: s ha da fare? Il ministro Yosefa Idem è pronta a rilanciare il riconoscimento dei pieni diritti a tutti i cittadini, mentre Grillo dal suo blog continua a fare quello che gli riesce meglio: sparare a zero Crisi: tagliate le celebrazioni delle Forze Armate e dell ordine Unica festa il 2 giugno Addio alle sfilate e al carosello dei Carabinieri Le Pari Opportunità sembrano essere davvero uno dei temi di largo interesse per il neo Governo Letta: tra la polemica dello ius soli, contro cui spara a zero Beppe Grillo, rispunta anche quelle delle coppie di fatto, riportata in auge dal ministro Yosefa Idem. Forte di un passato da sportiva la Idem ritiene sia di fondamentale importanza garantire le stesse opportunità a tutti i cittadini, di qualsiasi colore, razza o situazione sociale: Non è importante come le chiami ma i diritti che dai. Non devono esistere cittadini, o coppie, di serie B. Sempre in ambito di uguaglianza la Idem lancia un focus sulle donne: Io sono per la parità tra le persone, e quindi sì alla legge che dà la nazionalità a chi nasce in Italia, - ha dichiarato- sì alla parità negli stipendi e nelle opportunità. Punto fermo è la necessità di lavorare in equipe con il resto del Governo: la violenza si batte uniti" e per questo per il bene dell Italia ci sarà un vero e proprio lavoro di squadra dei ministri che lotteranno, tra l altro, per le quote rosa: Le donne sono il 50 per cento della popolazione? Bene, quella deve essere la percentuale, è un diritto non una graziosa concessione degli uomini. Penso anche all'obbligo del congedo parentale per i padri, perché siano coinvolti fino in fondo nella vita da equilibriste delle donne che corrono tra lavoro, casa e bambini". Tra coppie di fatto e questioni in rosa spunta di nuovo il Grillo parlante che decide di dire la sua anche stavolta. A essere preso di mira è il dibattuto ius soli : Se si è nati in Italia da genitori stranieri e si risiede ininterrottamente fino a 18 anni è già un fatto acquisito. afferma il leader del Movimeno 5stelle - Chi vuole al compimento del 18esimo anno di età può decidere di diventare cittadino italiano. Una questione senza senso quindi secondo Grillo che ritiene opportuno rimettere la decisione nelle mani dell Unione Europea, dando voce alla popolazione e non affidandosi alla gestione di un gruppetto di parlamentari e di politici in campagna elettorale permanente. Francesca Ceccarelli Questione di sobrietà. Le forze armate e le forze dell ordine avranno una unica festa, quella della Repubblica, il 2 giugno; ovvero la tradizionale parata ai Fori imperiali a Roma. Addio alla sfilata del 16 maggio della Polizia in piazza del Popolo, al carosello del 5 giugno dei Carabinieri in piazza di Siena e quella del 20 giugno della Guardia di Finanza allo Stadio dei Marmi. Cancellate dal calendario anche le celebrazioni dell Esercito, della Marina militare, dell Aereonautica, dei Vigili del Fuoco, del Corpo Forestale dello Stato e della Protezione Civile. Insomma, anche lo Stato in tempi di crisi taglia le spese di rappresentanza per far quadrare i conti. Non lo si poteva far prima? L altra festa salvata in zona Cesarini è quella delle 4 novembre, ma anche in questo caso sarà una breve cerimonia in piazza Venezia, sempre nella capitale. In una nota diramata alla stampa, da Palazzo Chigi si tiene a precisare che in relazione alle note esigenze di contenimento della spesa pubblica, il Presidente del Consiglio dei Ministri ha disposto, su analoga indicazione del Capo dello Stato, la ridefinizione delle modalità di celebrazione degli anniversari delle singole Forze armate, corpi armati e non, dello Stato. Sarà una festa semplice, un incontro al Quirinale secondo modalità uguali per tutti. Quindi, i comandanti delle Forze armate e quelli delle forze dell ordine avranno un incontro con il Capo dello Stato e dovranno essere accompagnati da una rappresentanza di allievi degli istituti di formazione. Sempre dal palazzo del Governo si fa sapere che durante i festeggiamenti sarà effettuata una celebrazione a cura del comandante responsabile e con la partecipazione limitata del personale dipendente. In tal occasione il comandate illustrerà il significato dell evento e leggerà il messaggio del Capo dello Stato. Giuseppe Sarra

3 3 Attualità Il Consiglio dei Ministri prende tempo. Ma ci sono alcune norme sulla tassa comunque da rispettare. Ecco quali Il pasticcio dell Imu e dei conti che non tornano Tanti ostacoli anche per rifinanziare la cassa integrazione: servono subito 3-4 miliardi Intanto si profila un cambio al vertice della Ragioneria centrale: Franco al posto di Canzio sera, dunque, niente di fatto sull Imu, come già riportato ampiamen- L altra te nell edizione di ieri. Ricapitolando in maniera sintetica: a metà della prossima settimana - probabilmente mercoledì - arriverà il decreto che sospende la rata di giugno dell'imu. Ma anche di ciò a questo punto è lecito dubitare, visto il precedente Poi si dovrà lavorare al riordino generale della materia: non solo l'imu, ma anche le altre tariffe e imposte che gravano sulle abitazioni, il sistema di incentivi legati al settore, dalle detrazioni per le ristrutturazioni a quelle sul risparmio energetico. E slittata anche tutta la parte riguardante il rifinanziamento della cassa integrazione. Ma andiamo con ordine e vediamo, da un punto di vista prettamente tecnico e in attesa che passino i famosi cento giorni (termine indicato dal ministro Saccomanni per mettere ordine alla materia Imu) cosa succederà ora: l'acconto Imu di giugno - che se il governo approvera' il decreto di rinvio non si paghera' solo per le prime case - dovra' prevedere il versamento del 50% dell'imposta dell'anno precedente. La commissione Bilancio ha approvato infatti nella stessa serata dell altro ieri una norma che modifica le modalita' sia per il calcolo, che erano state di recente rese piu' incerte e complicate, sia il termine entro il quale i comuni potranno deliberare modifiche di aliquote, che viene portato al 16 ottobre. La norma approvata l altro ieri sera modifica dunque i criteri, introdotti nel decreto per la pubblica amministrazione, che stavano mettendo in difficolta' i Caf nei calcoli. In particolare era prima previsto che i comuni potessero cambiare l'aliquota entro il 16 maggio e che di questo si sarebbe dovuto tener conto gia' nell'acconto. Una ulteriore modifica di aliquota, poi, sarebbe stata possibile fino al 16 novembre. Ora invece si torna ad un meccanismo semplificato per l'acconto. Dovra' essere pagato a giugno la meta' di quanto dovuto nell'anno precedente, per poi - al momento del saldo - calcolare effettivamente l'importo dovuto per l'anno in corso e versare la parte rimanente. In pratica come accadeva gia' da qualche anno. Del nodo cassa integrazione, invece, nei comunicati ufficiali post Consiglio dei ministri si è persa traccia. E qui la dimensione, come del resto per l Imu, si fa anche politica. Di quella politica economica che non più tardi di due giorni fa la Corte dei Conti ha pesantemente bocciato, riguardo le misure adottate (e non adottate ) dal governo Monti. E tutto lascia ritenere che nell estrema prudenza fin qui mostrata dal governo Letta (in talune occasioni anche dai ministri espressione del Pdl) stia pesando proprio il giudizio già espresso sul governo dei tecnici. Per la copertura della proroga della cassa integrazione, comunque, servono subito 3-4 miliardi di euro. E nessuno sa dove trovarli, e pure in fretta. Fosse anche solo un miliardo di euro di cui parlano i più ottimisti. Per rifinanziare la cassa integrazione in deroga, le coperture potrebbero arrivare dai fondi per la formazione e da quelli per la produttività. Il classico esempio, insomma, della coperta tirata da una parte e che poi resta corta dall altra. Qualora venisse emanato (e potrebbe avvenire già domani, domenica) il decreto va poi convertito in legge entro 60 giorni. Si arriverebbe così a metà luglio, nella migliore delle ipotesi, appena in tempo per cercare di dare un estate meno burrascosa a tanti cassintegrati. Il governo sarebbe comunque in ritardo su tutta la materia della ridefinizione degli ammortizzatori sociali, altro punto che invece è stato garantito dal premier subito dopo l insediamento. Ma intanto, ad ulteriore dimostrazione del clima niente affatto tranquillo che si respira nelle stanze della politica economica, arriva il preannuncio della decisione del ministro Saccomanni anticipata ieri da un quotidiano romano circa il cambio al vertice della Ragioneria centrale dello Stato: Mario Canzio, che ne è alla guida da circa otto anni e che comunque sta per andare in pensione, dovrebbe lasciare il posto a Daniele Franco, proveniente dalla Banca d Italia e uno dei massimi esperti di finanza pubblica. Una specializzazione che il ministro Saccomanni non avrebbe scelto a caso. Igor Traboni Crisi: nessun cambio di marcia per la produzione. Famiglie sempre più povere Industria a -5,2%. Bene solo i Bot Nessuna inversione di tendenza per l economia italiana. La produzione industriale registra un altra brusca battuta d arresto, segnando a marzo rispetto al mese precedente - un ribasso dello 0,8% e del 5,2 percento su base annua. Un Paese immobile e dormiente, che segna il diciannovesimo calo consecutivo in termini tendenziali. A fotografare il pessimo stato in cui versa l industria italiana è l indice grezzo, che subisce una caduta annua di 9,5 punti percentuali. A rilevare il costante trend negativo dell economia italiana ci pensa l Istat. Primo trimestre 2013 Non va meglio anche nel primo trimestre del nuovo anno. Bocciate, infatti, tutte le stime di chi annunciava che il 2013 sarebbe stato l anno della ripresa e della crescita dei paesi dell Unione Europea. Anche il bollettino industriale del primo trimestre del 2013 chiude in negativo (-0,4%) a livello congiunturale e di 4,2 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell anno precedente, mentre l indice grezzo scende del 6,1%. Famiglie A pagare il prezzo più alto sono le famiglie più povere che - secondo un indagine dell Istat, tra il 2005 e il 2012 sono aumentate del 20,2%. L aumento dei prezzi, infatti, ha avuto un impatto devastante sui nuclei in difficoltà. Negli ultimi anni, i rincari più forti hanno interessato soprattutto i generi alimentari e di prima necessità, ma anche sull energia (luce e gas). Nei primi novanta giorni del nuovo anno, rispetto ai primi tre mesi del 2012, l inflazione per le famiglie meno abbienti è aumentata del 2,5%. Nello stesso periodo - per l Ipca, Indice dei prezzi al consumo armonizzato - i consumi hanno subito un impennata di 2,1 punti percentuali. Asta bot Giornata positiva, quella di ieri, solo per il Ministero delle Finanze. Il Tesoro fa il pieno e assegna 10 miliardi di euro di Bot con tassi in calo sulla scadenza ad un anno. Il rendimento dei titoli a 12 mesi - collocati a 7 miliardi di euro - è sceso dello 0,219% rispetto al valore del mese precedente (0,922 percento). La domanda, invece, ha raggiunto 8,13 miliardi. Inoltre, sono stati venduti anche tutti 3 miliardi di euro di Bot flessibili a 219 giorni, al tasso dello 0,393%. Dopo l asta favorevole, lo spread tra Germania e Italia è sceso a 257 punti base con un rendimento decennale del 3,89 percento. Giuseppe Sarra Il commento - L Inps fornisce le prime cifre reali Spariti tremila esodati su disposizioni del Ministro del lavoro Giovannini ha fornito i primi L Inps dati certi sugli esodati o meglio sulla platea dei primi 65 mila previsti dal decreto del giugno I dati pubblicati smentiscono la ex Ministra Fornero, che accusava proprio l Inps di non aver fornito le cifre giuste, e che invece l attuale Ministro Giovannini senza alcuna forzatura (e senza versare nessuna lacrima) è riuscito ad avere dall Istituto di Previdenza. Basta dare l input giusto e i computer dell Inps sono in grado di erogare dati e numeri in tempo reale. Nonostante il primo decreto prevedesse 65 mila posizioni da salvaguardare, sono state accettate solo 62 mila domande con un calo del 4,6% pari a tremila lavoratori. Ma il dato ancor più sconfortante è che l Inps alla data del 7 maggio ha liquidato solo posizioni su pari all 11,16% dei richiedenti. Ora, come stiamo denunciando da tempo da queste pagine, questo significa che ci sono decine di migliaia di persone che nel corso di questo 2013, in attesa di accedere alla pensione, rischiano di restare senza sostegno al reddito avendo concluso il periodo di mobilità. La Legge 122/2010 (Riforma Sacconi) prevede che, per coloro che sono costretti a posticipare di dodici mesi l accesso alla pensione e abbiano finito il periodo di fruizione dell indennità di mobilità, il Ministro del Lavoro di concerto con il Ministro dell Economia emani un decreto di concessione del prolungamento dell intervento di tutela del reddito. I Ministri Giovannini e Saccomanni si facciano carico di questa incombenza per le posizioni che riguardano tutto il 2013 anche perché il decreto in oggetto viene finanziato dal Fondo sociale per occupazione e formazione nel quale ci sono ancora fondi disponibili. Tornando poi ai tremila esodati desaparecidos si ricontrollino le varie tipologie di domande e forse si potranno recuperare posizioni che, forse, sono state solo carenti di documentazione. I dati forniti dall Inps non solo non altererebbero il saldo, ma dovrebbero far risparmiare rispetto allo stanziamento previsto, sono propedeutici ad una soluzione definitiva per la categoria esodati mentre per i lavoratori che hanno perso il posto di lavoro in età avanzata e che, grazie alla riforma Fornero, dovrebbero aspettare anni per accedere al diritto pensionistico si trovino soluzioni legate al rifinanziamento della CIG. L imperativo è: fare presto prima che, risolto il problema esodati, se ne crei un altro. Massimo Visconti

4 4 Sabato 11 maggio 2013 Focus Due milioni di bambini senza dentista La crisi mette in difficoltà le famiglie italiane, costrette a tagliare anche sulle spese mediche per i propri figli I Le cure odontoiatriche pediatriche sono crollate del 40%. In molti optano per le strutture pubbliche ormai al collasso. In Italia il % dell'assistenza è garantita da studi privati con costi elevatissimi, ormai insostenibili di Carola Parisi soldi non ci sono. La crisi è profonda. A rimetterci stavolta sono i più piccoli. Una famiglia su tre, infatti, non ce la fa a rientrare nelle spese e comincia a tagliare costi ritenuti non necessari. Tra questi anche il dentista per i bambini. Secondo un'indagine presentata in occasione dell'ultimo Congresso Nazionale del Collegio dei Docenti di Odontoiatria, infatti, nel 2012 le cure odontoiatriche pediatriche sono crollate del 40%. Due milioni di bambini non vanno dal dentista per colpa della crisi e rischiano quindi di non ricevere le cure necessarie. Molti così optano per le strutture pubbliche (con un aumento delle richieste del 20% nel 2012), che però sono al collasso. I dentisti in centri pubblici sono solo 3.500, appena 140 gli igienisti dentali, più di 4 milioni le prestazioni ambulatoriali erogate ogni anno nei 367 ambulatori delle strutture universitarie e delle Asl, nei 146 centri attrezzati in strutture ospedaliere e nei 224 ambulatori dei Distretti Socio Sanitari. In effetti non sorprende del tutto che, dovendo stringere la cinghia, le famiglie italiane cerchino di risparmiare in un settore che da sempre ha la nomea di essere estremamente costoso. Il costo medio di un apparecchio per i denti e della terapia conseguente si aggira tra i 4500 e i 6000 euro, una cifra davvero considerevole e non alla portata di tutti. E chi non rinuncia al dentista privato si indebita con prestiti a rate o addirittura con la richiesta anticipata del Tfr. Rivolgersi ai privati. In Italia il % dell'assistenza odontoiatrica è garantita da studi privati - spiega Antonella Polimeni, presidente del Collegio Nazionale dei Docenti di Odontoiatria e direttore del Dipartimento di Scienze Odontostomatologiche dell'università Sapienza di Roma -. A causa della crisi i genitori portano i bambini dal dentista per la prima visita, ma poi rinunciano alle terapie: alcuni definitivamente, altri chiedono se è possibile mettere l'apparecchio a distanza di un paio d'anni. I costi. Si sa, dentista è sinonimo di salasso. In molti spesso si preoccupano prima del costo e poi del fastidio. Il costo medio minimo per un apparecchio ortodontico e una terapia adeguata fra i 6 e i Cercateci e ci troverete ovunque. All indirizzo con un portale all news ed un giornale sfogliabile e scaricabile on-line. Siamo anche su Facebook all indirizzo Siamo anche abili cinguettatori, su Tutti i nostri video sul canale Youtube, Il giornale d Italia. Se volete scriverci, potete farlo all indirizzo 14 anni è di euro, ed oggi sono davvero in pochi molti a poterselo permettere. Le stesse prestazioni nelle strutture sanitarie pubbliche hanno un costo medio (per due o tre apparecchi da portare per almeno due anni) tra i ed i euro, mentre per la seconda fase si spendono euro. Nel 2012 le richieste di apparecchi per correggere i denti sono crollate del 40%. Cresce la richiesta di pagamenti dilazionati e prestiti. Le famiglie italiane iniziano a tirare la cinghia - sottolinea la Polimeni - anche per la salute di ciò che hanno di più caro al mondo, i propri figli, con un risparmio spesso solo temporaneo, anzi con il rischio di un incremento di spesa perché se si rinuncia o si rinviano le cure si rischia poi di dover affrontare interventi più importanti e costosi. Andare all estero. La crisi e la caccia al risparmio hanno dato grande sviluppo al turismo odontoiatrico. Cresce sempre di più il business dei pacchetti low cost acquistabili su internet che propongono cure dentistiche (con un risparmio che arriva, in alcuni casi, al 50%) ed il pernottamento in strutture alberghiere del posto. Tariffe stracciate e viaggi all estero per cure a basso prezzo. I paesi dell Est sono i luoghi dove approdano coloro che cercano prestazioni economiche, in particolare il fenomeno si è sviluppato in Romania, Ungheria e Slovenia. Cosa fare. Per ridurre il carico economico sulle famiglie, a costo zero per lo Stato, il Collegio dei professori universitari, le Associazioni dei professionisti e le imprese del settore hanno approvato un documento con cui si chiede la possibilità di detrarre dalle imposte le spese dentistiche e di offrire benefici fiscali agli studi che investono in innovazioni tecnologiche. L'obiettivo è anche combattere la piaga dell'evasione, a fronte di un fatturato di 6 miliardi di euro di spesa da parte degli italiani. Provvedimenti che potrebbero ridurre la piaga dell abusivismo ed evitare le continue migrazioni all estero. Oggi si stima che circa 1 miliardo di euro finisca dall'italia nelle casse dei dentisti stranieri, sottraendo anche in questo caso soldi al fisco e all'economia del Paese denuncia Gianfranco Prada, presidente dell'associazione nazionale dentisti italiani.

5 Vela: muore intrappolato il campione olimpico Simpson Sotto la barca per 15 minuti Èsuccesso quello che nessuno si augurava, ma tutti temevano potesse accadere. Le nuove barche di Coppa America sono pericolose, troppo pericolose. E nelle baia di San Francisco, futuro teatro dell America s Cup, se n è avuta la conferma. Andrew Simpson, 36 anni, inglese, detto Bart, due medaglie alle Olimpiadi (oro nella Star a Pechino e argento a Londra 2012), una moglie e un figlio piccolo, direttore sportivo del catamarano Artemis Racing - battente bandiera svedese - è morto. Il catamarano di 72 piedi, un gigante del mare lungo 22 metri e largo 15, guidato da Paul Cayard (ex Moro di Venezia) ha scuffiato e si è ribaltato. Simpson era uno di quei ragazzoni che superano i cento chili di peso, sereni e coscienti della loro forza. Con il timoniere Iain Percy aveva vinto tutto quello che si poteva vincere. Ma giovedì 9 maggio, intorno alle ore 13:00 americane, è scomparso nel modo più brutto, più atroce. E rimasto intrappolato, per 15 minuti, sotto la barca. Che si è capovolta vicino alla Treasure Island, un ex cantiere navale. Mentre navigava a una velocità media, la traversa anteriore, ossia l elemento che collega i due scafi davanti all ala, si è spezzata. A quel punto le due carene hanno cominciato a navigare in direzioni diverse. Subito dopo, il peggio. Simpson è stato trasportato a riva, soccorso dai paramedici che gli hanno praticato il massaggio cardiaco, ma poco dopo è stato dichiarato il decesso. Si è salvato, invece, Craig Monk, altro espertissimo marinaio rimasto intrappolato insieme a Bart. Altre 10 persone, invece, sono rimaste ferite e portate in ospedale per accertamenti. Il vento era di 18/20 nodi, condizioni più leggere di quelle che lo scorso anno avevano portato al ribaltamento di Oracle (nessuna vittima). La barca era la prima costruita dal sindacato svedese condotto, appunto, da Paul Cayard. Un colosso che aveva dichiarato sin dal principio i suoi limiti, passando dal mare al cantiere per essere rinforzata proprio nella traversa dove ha ceduto. Non era progettata per volare (foiling) sull acqua come lo sono Emirates Team New Zealand e Luna Rossa, che hanno una struttura totalmente diversa e un assetto in navigazione molto più adatto a questa nuova condizione. Questa tragedia ripropone la pericolosità degli Ac72, barche volute fortemente dagli americani di Oracle, e in particolare dal loro guru, il kiwi Russell Coutts, il re della Coppa America, passato da Team New Zealand ad Alinghi alla corte di Mister Oarcle, vale a dire il milionario Larry Ellison. Barche estreme, spinte al massimo. Diavolerie sulle quali uno come Patrizio Bertelli, il patron di Luna Rossa, uno degli avversari di Artemis e 5 serio pretendente alla Louis Vuitton Cup, ha confessato che non ci metterà mai piede. Si era anche parlato di misure di sicurezze mai viste sulle barche, come una sorta di air-bag da montare sulla testa d albero, che si sarebbe dovuto aprire proprio in caso di ribaltamento. Ogni velista, inoltre, indossa protezioni rigide, casco e ha una bomboletta d ossigeno per respirare in caso rimanga forzatamente sott acqua dopo un incidente. Ma tutto questo non può bastare. I precedenti, però, non sono serviti a nulla. Australia One che va a fondo nella baia di San Diego in pochi secondi, spezzata in due (nessuna vittima), oppure nel 2000 Young America miracolosamente tenuta a galla dopo aver subito lo stesso incidente: cedimento della coperta. Adesso, cambieranno i regolamenti? Non manca molto al 7 luglio, inizio delle regate. Bisogna assolutamente intervenire. Non si può continuare così. La Coppa America, purtroppo, comincia sotto i peggiori auspici. Federico Colosimo Miracolo in Bangladesh. A 17 giorni dal crollo del palazzo a Dacca, è stata ritrovata una sopravvissuta sotto le macerie. Named Reshmi, questo il nome della donna, è stata individuata dai soccorritori tra i calcinacci dell edificio. Lì, dove poche settimane fa sono morte oltre mille persone. Dopo 408 ore, incredibilmente illesa, è stata trasportata in ospedale per accertamenti. E stato un leggero richiamo, quasi un sussulto, a salvarla. I soccorritori, che non hanno mai smesso di scavare, si sono accorti della sua presenza quando Reshmi ha incominciato a piangere. Stavamo rimuovendo le rovine e abbiamo chiesto a voce alta se qualcuno fosse vivo e Esteri BANGLADESH Viva tra le macerie dopo ben 17 giorni avesse bisogno di aiuto, ha raccontato un lavorante a Somoy Tv. Dopo un pò, ha aggiunto, abbiamo sentito una voce che ci implorava: vi prego, salvatemi. Quando abbiamo visto che era ancora viva, abbiamo esultato di gioia. E stato incredibile. I medici raccontano che la donna è miracolosamente riuscita a resistere grazie all acqua e alle reazioni di cibo che erano state introdotte tra i detriti nei primi giorni dopo il crollo quando erano state estratte vive centinaia di persone. Intanto continua il difficile riconoscimento dei corpi che sono in stato avanzato di decomposizione. Decine di cadaveri, infatti, sono in attesa di essere identificati attraverso l esame del dna. F.Co.

6 Immigrazione Effetti collaterali In tasca avevano 2700 euro in contanti Spacciavano eroina aspettando l asilo Sbarcati ad aprile come rifugiati sorpresi a vendere droga in un parco 6 L evento La sfida dell anno Italia DAL ROMA E DAL LAZIO Finale di Coppa Italia: è partita la caccia al biglietto del derby Ricevitorie Lottomatica, Lazio Style e Roma Store presi d assalto dai tifosi. Nonostante i prezzi folli ci sarà il tutto esaurito Erano giunti in Italia, richiedendo lo status di rifugiati. Ma intanto che aspettavano che gli fosse accordato l asilo, sbarcavano il lunario spacciando allegramente droga. Protagonisti della vicenda due cittadini del Gambia individuati dagli agenti del Commissariato di Roma Colombo all'interno di un noto parco pubblico in via Pullino, alla Garbatella. Ad allertare gli investigatori, coordinati dalla dottoressa Agnese Cedrone, sono state varie segnalazioni di persone sospette, giunte negli uffici di Polizia negli ultimi giorni, da parte di alcuni residenti. I cittadini hanno riferito ai poliziotti che da alcuni giorni, all'interno del Parco Caduti del Mare, avevano notato due uomini ben vestiti girovagare senza meta tra le panchine. Il commissariato ha così predisposto dei servizi di appostamento con agenti in borghese mescolati tra i numerosi frequentatori della zona verde. Decidendo per un controllo, i poliziotti si sono quindi avvicinati ai due segnalati; uno di loro intuendo qualcosa ha cercato di ingerire un involucro ma è stato fermato. Identificati per J.S. di 31 anni e J.E. di 23, sono stati perquisiti; indosso gli sono state trovate complessivamente 14 dosi di eroina, nascoste nelle giacche, oltre a euro in contanti. Accompagnati presso il più vicino ospedale sono stati sottoposti a esame radiologico che ha evidenziato la presenza di altri 15 ovuli all'interno dell'addome di entrambi. Nel complesso è stata rinvenuta e sequestrata eroina per un peso di circa 30 grammi. I due gambiesi sono stati accompagnati negli uffici del Commissariato e arrestati per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Proseguono le indagini degli investigatori per capire se gli spacciatori, da poco giunti in Italia (pare nel mese di aprile), siano legati ad organizzazioni criminali che gestiscono l'illecita attività. Gustavo Lidis Sale la febbre derby. L ansia e l attesa crescono. Intanto è partita la corsa, sfrenata, al biglietto. Il derby di Coppa Italia è sempre più vicino. Sono circa 60 mila i posti messi a disposizione e divisi equamente tra Roma e Lazio: oltre alla curva e ai distinti Sud, i giallorossi occuperanno la Monte Mario, mentre ai biancocelesti, in aggiunta ovviamente alla Nord, è toccata la Tevere. Inevitabile l inserimento di due zone cuscinetto (una tra la Monte Mario e la Nord, l altra tra la Tevere e i distinti Sud) per evitare contatti. I tifosi fremono. L imperativo categorico è uno solo: esserci, ad ogni costo. Alle 10 di ieri è scattata l ora x, ovvero la vendita dei biglietti per assistere alla stracittadina più importante della storia. Come previsto, i prezzi alti dei tagliandi, non hanno fermato la passione del tifoso romano, di chi, per la propria squadra, farebbe qualsiasi cosa. Anche passare una nottata, con tanto di sacco a pelo, davanti ai vari negozi e biglietterie della capitale per assicurarsi quel pezza di carta, mai come questa volta, così prezioso. Lazio Style, Roma Store e Lottomatiche varie sono state prese letteralmente d assalto dai supporters giallorossi e biancocelesti. File lunghissime già dalle 23 di giovedì. E terminali in tilt. Tuttavia, a causa della complessa e per certi versi grottesca modalità di vendita dei biglietti, anche coloro che hanno sottoscritto l abbonamento ad inizio stagione, e che di norma ha il diritto di prelazione, non hanno la certezza di avere il settore del proprio abbonamento. Può succedere infatti che, a chi abbia la tessera della curva, possa capitare un posto in tribuna, qualora i tagliandi del settore preferito fossero terminati. Motivo in più per passare la notte in bianco. Ma non è tutto. I tifosi laziali, sono stati costretti ad una spesa minima di 30 euro in materiale SS Lazio 1900 presso uno dei negozi di via Calderini, Parco Leonardo, via Prenestina, piazza Talenti, Valmontone e Soratte. Tutto questo per ricevere un coupon, denominato priority pass che almeno gli ha garantito il diritto di prelazione. Per questo molti ragazzi si sono dati il cambio ed hanno cercato di organizzarsi per trovare la soluzione più intelligente per acquistare il tagliando. Nel Lazio Style di Via Calderini, (in 500 già dalle prime ore della mattina) il titolare del negozio ha pensato bene di mettersi fuori del locale con il rotolo di ticket in mano per la vendita. Pessima idea. Facendo così ognuno avrebbe potuto acquistare più biglietti, lasciando qualcun altro a bocca asciutta. I ragazzi del Cml (gruppo storico della tifoseria biancoceleste) hanno così preso in mano la situazione distribuendo ad ogni tifoso un numeretto con la possibilità, per ognuno, di prendere il biglietto e non fare il furbo. Per gli abbonati abbiamo comprato noi un blocchetto di numeretti e tutto è filato liscio, ha dichiarato Marco, supporter laziale e membro del Cml. Più tranquilla (si fa per dire) la situazione nella Lottomatica di via Ippolito Nievo, dove erano presenti, soltanto, duecento tifosi. Stesso discorso per i romanisti che hanno invaso i Roma Store già dalle prime ore dell alba. Da San Giovanni a Centocelle, dal Centro Storico al Quadraro, i tifosi giallorossi si sono radunati per accaparrarsi il biglietto. Scaramucce, poi, nel rivenditore di Viale Regina Margherita: un gruppo di ultrà laziali e romanisti sono venuti a contatto. Nulla di grave, fortunatamente. Soltanto un po di nervosismo pre-derby C è una sola cosa, però, che ha unito le due tifoserie: la polemica sui prezzi altissimi. E una vergogna, ma che cifre hanno messo? Ci prendono per la gola perché sanno bene che allo stadio ci andiamo lo stesso. L amarezza è tanta, ma alla fine ha prevalso l amore propria maglia. E lo stadio Olimpico sarà riempito, in ogni settore. Miracoli della fede calcistica ovviamente. Paolo Signorelli Eccessivo assorbimento di energia, disagi sulle linee B e B1. Atac apre un inchiesta interna La Metro si ferma per due ore, ma è caos AMarino e alla sinistra non sarà parso vero che, a ridosso della fatidica data del 26 e 27 maggio e con Alemanno che secondo i sondaggi fa sentire sempre più il fiato sul collo al medico genovese, siano arrivati i soliti guasti sulla metro su cui marciare e speculare. Per un guasto tecnico, infatti, la B1 è rimasta bloccata per quasi un'ora. Stesso destino è toccato alla linea B che si è fermata tra la stazione Garbatella e la fermata Quintiliani. Secondo quanto riportato da una nota di Agenzia per la Mobilità, i disagi sono stati causati da un eccessivo assorbimento di energia. La Commissione dovrà dunque accertare se, oltre alle ragioni tecniche del disservizio, ci siano state eventuali negligenze sia sul piano operativo che su quello della comunicazione. Il servizio è tornato a funzionare verso le 10 della mattina, tuttavia con pesanti ritardi. Non che a qualcuno di questi signori appartenenti alla coalizione che ha amministrato la città per decenni importi qualcosa delle centinaia di passeggeri rimasti ancora una volta a piedi, per loro è sufficiente puntare il dito e, una volta appresa la notizia, sentenziare: è colpa di Alemanno. E in effetti è innegabile che qualche colpa, il sindaco ce l abbia. Dall inaugurazione della linea B1 della metro ad oggi, è stato un calvario non indifferente, come ha anche affermato il passeggero che viaggia con il rosario speranzoso ogni giorno di arrivare a destinazione senza intoppi. I numeri parlano chiaro: le corse cancellate da un anno a questa parte sono migliaia, così come elevatissimi i costi per la manutenzione straordinaria e per i trasporti su gomma attivati per sopperire ai vari guasti di questa linea maledetta. Colpa delle inaugurazioni troppo frettolose? Dei troppi soldi spesi per poltrone inutili nell azienda municipalizzata dei trasporti? Dei mezzi obsoleti e mai rinnovati? Della cattiva sorte? Sicuramente un po di tutto questo. È pur vero che se la rete della metro è carente di manutenzione è dovuto anche e soprattutto al fatto che per decenni nulla è stato fatto, quegli stessi decenni in cui i vari Rutelli e Veltroni erano troppo presi dalle notti bianche e dai red carpet, per occuparsi di un settore vitale per i cittadini come la Mobilità. Quanto meno l attuale sindaco, con i suoi errori qualcosa ha combinato. Non ultimo, il decreto su Roma Capitale ottenuto grazie alle pressioni dell attuale amministrazione, che permetterà di avere accesso diretto ai fondi statali destinati al trasporto pubblico. E se anche dalla Regione qualcuno si svegliasse per saldare il credito che Atac vanta nei loro confronti, allora sì che il futuro dei pendolari potrebbe essere meno buio. Ugo Cataluddi Anzio Gli spara per duemila euro Un avvertimento assai violento oppure una punizione? A stabilirlo sarà il processo al quale, con ogni probabilità, sarà avviato il giovane di 27 anni che si è costituito l altra notte al commissariato di Anzio-Nettuno. È lui, a quanto finora chiarito, il responsabile dell episodio avvenuto giovedì a Le Ferriere, tra le province di Latina e Roma. Un 53enne, imprenditore agricolo, è stato raggiunto da un colpo d arma da fuoco alla gamba destra. Dopo l agguato, la vittima si è presentata al pronto soccorso dell ospedale di Anzio. La cosa non è ovviamente passata inosservata, trattandosi indiscutibilmente di una ferita d arma da fuoco. Perciòle indagini della polizia sono scattate immediatamente, e va detto che hanno condotto nella notte all arresto dell autore. Il giovane infatti, sentito il fiato sul collo, si è egli stesso costituito nella notte presso gli uffici del Commissariato di Anzio-Nettuno. Dai primi accertamenti è emerso come all origine della sparatoria, ci fosse un debito di euro contratto da parte del figlio della vittima e mai pagato. Inchiesta filobus Mancini ai domiciliari: ha restituito 80mila euro Arresti domiciliari per l'ex amministratore delegato dell'ente Eur, Riccardo Mancini, coinvolto nell'inchiesta sulla fornitura alla Roma Metropolitane di 45 filobus da impiegare sulla tratta Eur-Tor Pagnotta. Lo ha deciso il gip accogliendo una istanza degli avvocati Pierpaolo Dell'Anno e Luciano Moneta Caglio, difensori di Mancini. Mancini ha restituito 80 mila euro alla parte lesa, ovvero Breda Menarini. La restituzione è avvenuta, come si legge nell ordinanza, mediante iscrizione di ipoteca volontaria sugli immobili di sua proprietà, un'ulteriore ed ingente somma di danaro finalizzata a risarcire la parte offesa. Una circostanza significativa, questa, per il gip il quale ha ritenuto che non risultano essere venute meno le esigenze cautelari descritte nel provvedimento applicativo della misura restrittiva. Parere contrario alla scarcerazione era stato espresso dai pubblici ministeri Paolo Ielo e Giuseppe Cascini. Roma, via Filippo Corridoni n.23 Tel Fax Direttore responsabile Francesco Storace Direttore editoriale Guido Paglia Società editrice Amici del Giornale d Italia Amministratore Roberto Buonasorte Direttore Generale Niccolò Accame Marketing e Pubblicità Daniele Belli Progetto grafico e impaginazione Raffaele Di Cintio Nicola Stefani Sito web Per la pubblicità su Il Giornale d Italia rivolgiti a Eco Comunicazione e Marketing via di San Bartolomeo 9 Grottaferrata (Rm)

7 7 Italia DA ROMA Coalizione presente al gran completo per la presentazione del piano per i prossimi cinque anni della Capitale Alemanno vara il programma per Roma Il sindaco: Dopo aver salvato la città dal debito lasciato dai miei predecessori, è il momento di avviare una strategia ad ampio raggio per uscire dalla crisi di Valetr Brogino parecchi big della politica ieri a tenere a battesimo il programma di C erano Gianni Alemanno, sindaco uscente di Roma. Il piano per i prossimi cinque anni della Capitale si chiama Insieme per Roma e alla sua presentazione, che si è tenuta in via Giano della Bella, non sono mancati i leader di tutte le forze politiche che compongono la coalizione e che lo appoggiano la sua candidatura. Tra questi, Gianluigi De Palo capolista di Cittadini X Roma, Francesco Storace de La Destra e l onorevole del Pdl, Fabrizio Cicchitto. Quella illustrata, per il candidato del Pdl, è una strategia per uscire dalla crisi: dopo aver salvato Roma dal debito ereditato dalle passate amministrazioni, l asse portante sarà quello di fare della capitale la prima città italiana che esce dalla crisi economica. Il programma ha spiegato Alemanno è coerente con quello che abbiamo fatto in questi anni e, allo stesso tempo, fortemente innovativo. Quanto alla coalizione che si prepara a concorrere alle elezioni, è più ampia di quella del 2008 e più allargata a destra e al centro. Così l ha definita il sindaco, che punta soprattutto sui temi economici. Abbiamo abolito l Imu sulla prima casa per le famiglie a basso reddito, con l applicazione del quoziente familiare, e a partire dal primo luglio chiuderemo i rapporti con Equitalia per gestire direttamente la riscossione dei rifiuti, ha affermato. Tra i primi punti di un nuovo mandato, c è anche la modifica del regolamento dell Assemblea Capitolina per l introduzione del voto d urgenza, già previsto dal nuovo statuto, e il completamento della riforma di Roma Capitale, per cui la Regione Lazio deve fare subito la legge che devolve i poteri. Grande spazio viene dato nel programma anche alla creazione della holding di Roma Capitale, che consentirà benefici economici per circa 60 milioni di euro, e la nomina di amministratori unici nelle municipalizzate. La trasparenza della macchina amministrativa, basata sul merito, secondo Alemanno sarà garantita con la nomina di tre commissioni di saggi esterni scelti insieme alle categorie e alle magistrature: una per valutare le nomine discrezionali, una per la semplificazione e un osservatorio sui lavori pubblici. Riguardo al sociale, il primo cittadino ha annunciato un utilizzo massiccio della Carta Roma per migliorare servizi ed erogare facilitazioni economiche. Mentre un fondo immobiliare per l alienazione del patrimonio comunale garantirà 400 milioni di euro per attivare piani straordinari per la manutenzione stradale e degli edifici scolastici. Per garantire il funzionamento della macchina amministrativa ha proseguito Alemanno ci siamo presi l impegno di costituire tre Commissioni di esperti esterni, non individuati da noi, ma insieme alle categorie, alle magistrature, agli ordini professionali e alle università: una Commissione per la valutazione dei curriculum e delle nomine, una per la semplificazione amministrativa ed un Osservatorio sui lavori pubblici e l urbanistica. VERSO IL VOTO Cinque Stelle al tramonto, Marchini non sfonda: nei sondaggi è testa a testa con Ignazio Marino Trigesimo Buontempo Ormai è testa a testa. La partita che sembrava persa in partenza è invece tutta da giocare. Alemanno e Marino sono appaiati uno al 32%, l altro al 34%, non ci sono neanche due punti pieni tra i due e data la rimonta dell attuale sindaco e come sta procedendo la campagna elettorale, il senatore chirurgo farebbe bene ad avere di che preoccuparsi. Se pensiamo poi al precedente, con Alemanno dato per sicuro perdente contro Rutelli, e poi si è visto com è andata, anche questa tornata potrebbe riservare sorprese. Totalmente staccati gli altri contendenti invece. Tra i due appena citati e l esercito di candidati con lo zerovirgolapercento, troviamo i due outsider che predicano ancora ottimismo ma che sono a tutti gli effetti fuori dai giochi. Tra il 10 e il 12% si attesta Alfio Marchini, comunque in crescita, aiutato dall enorme esposizione mediatica e dal suo alter ego Arfio che spopola sui social network. In netto calo invece il 5 Stelle Marcello De Vito. Sembrava dovesse essere la grande sorpresa, colui che addirittura avrebbe scalzato Alemanno dal ballottaggio, invece non va oltre il 14%. A poco servirà il comizio di Grillo a piazza del Popolo per il quale sono previste appena 15mila persone, a fronte dei numeri spaventosi di Piazza San Giovanni in occasione delle Politiche. Il calo dei grillini su scala nazionale è ormai certificato da questi risultati in ambito locale, non ultimo quello del Friuli. Tornando ai due sfidanti va analizzata anche la situazione delle liste appartenenti alle due coalizioni. Nel centrodestra, dopo la lista civica CittadinixRoma, ad avere più consensi è La Destra di Francesco Storace (seguita da Fratelli D Italia) e si conferma ancora una volta il vero partito di destra della Capitale. Alemanno dal canto suo prenderebbe invece la stessa percentuale di voti dei partiti che lo appoggiano. Discorso diverso per Marino il quale, da che spavaldamente si professava autonomo dal suo partito, ora si trova di due punti e mezzo al di sotto delle liste a suo supporto. Il voto disgiunto quindi non gioca a suo favore e questo è un fattore che all eventuale ballottaggio potrebbe pesare. Ugo Cataluddi Montecompatri-Ostia: in ricordo di Teo Saranno due le funzioni in ricordo del presidente de La Destra, Teodoro Buontempo, ad un mese dalla scomparsa. La prima verrà celebrata venerdì 24 maggio a Montecompatri, alle 19 e 30 nella chiesa S.M. Assunta in Cielo e S.Lorenzo, al Duomo; l altra officiata da monsignor Fisichella è fissata per sabato 25 maggio a Ostia, alle 17 nella chiesa S.Maria Regina Pacis, situata nell omonima piazza. Eurosky Tower. L investimento più solido è puntare in alto. Eurosky Tower è il grattacielo residenziale di 28 piani che sta sorgendo a Roma, nel prestigioso quartiere dell EUR. Un progetto modernissimo e rivoluzionario che coniuga esclusività e tecnologia, ecosostenibilità ed eleganza. Eurosky Tower è destinato a diventare un simbolo di Roma e soprattutto un grande investimento che si rivaluterà nel tempo. Le residenze sono state progettate per offrire spazi comodi, ma al tempo stesso funzionali, perfettamente rifiniti in ogni dettaglio e con tagli che vanno dai 50 mq fino agli oltre 300 mq. La vicinanza di grandi aziende (italiane e multinazionali) e la posizione assolutamente strategica rispetto agli aeroporti e al centro città garantiscono una elevata richiesta di unità abitative di piccolo/medio taglio in affitto per manager e dirigenti. Al 19 piano, ad oltre 70 metri di altezza, sono state realizzate le prime tre residenze campione, altamente rifinite in ogni singolo dettaglio. Per prenotare la tua visita contatta i nostri consulenti al numero RE AWARDS Premio Speciale Smart Green Building UFFICIO VENDITE Roma EUR Viale Oceano Pacifico (ang. viale Avignone) Numero Verde

8 Il terzo giorno dopo la tragedia: recuperato il corpo di un disperso Genova: ritrovata la scatola nera della torre di controllo piloti Intanto gli esperti sostengono che, alla base della tragedia, ci sia il blocco temporaneo della valvola di avviamento Terzo giorno di ricerche nel porto di Genova. Dei due dispersi, è stato recuperato il corpo soltanto di uno. I tentativi continuano senza tregua per trovare anche l ultimo: sommozzatori dei vigili del fuoco, capitaneria di Porto, Carabinieri, Guardia Costiera e Guardia di Finanza proseguono le immersioni per restituire ai familiari almeno una salma su cui piangere. Sull altro fronte, quello delle indagini, la Procura di Genova ha acquisito i video ripresi dalle telecamere, poste nella zona dell incidente. È stata poi ritrovata la scatola nera della torre di controllo piloti, distrutta 8 dall'urto con la Jolly Nero. Adesso bisognerà vedere se il dispositivo non sia stato danneggiato dalla permanenza in acqua. Inoltre, è stato conferito l incarico, da parte del pm Walter Cotugno, a due periti per valutare le condizioni della nave. In particolare, le dotazioni tecniche e meccaniche. Questo per verificare se la manovra sia avvenuta in modo corretto o meno. Secondo una delle ipotesi degli investigatori e degli inquirenti, alla base della tragedia ci sarebbe il blocco temporaneo della valvola dell invertitore di avviamento. La valvola -spiegano gli esperti- è quella che consente l'inversione della rotazione dei motori e dunque il passaggio dalla marcia indietro alla marcia avanti. Il blocco temporaneo, dunque, potrebbe aver impedito al comandante della Jolly di dare il 'marcia avanti', mandando la nave contro la torre. La domanda è quanto è durato questo blocco? La cosa certa è che, dopo l incidente, la valvola pneumatica ha ripreso a funzionare, consentendo così alla Jolly nero di continuare ad avanzare. Poi c è la polemica delle ultime ore legata al cavo d acciaio usato per il traino. Uno scambio di accuse tra il comandante della nave portacontainer che ha dichiarato che si sarebbe spezzato prima dell urto, ed Il pilota del rimorchiatore che sostiene, invece, il contrario. I magistrati si stanno affidando alle registrazioni di tutte le comunicazioni radio della sera del disastro, per stabilire l esatta cronologia di quel che è accaduto. Paolo Signorelli Piacenza Penne nere Italia DAL NORD Al via ieri l 86esima adunata degli alpini Ècon l alzabandiera, alle 9 di ieri mattina, che si è dato il via ufficialmente alla 86esima adunata nazionale degli alpini a Piacenza. Dopo mesi di organizzazione, di tende, materassini, brande, damigiane e parenti da catalogare e ricordarsi di caricare in pullman, è partita la tradizionale festa che si schiuderà domenica. Un evento che da tutt Italia sposta all incirca 400 mila persone, di cui 130 mila sono alpini (su 380 mila iscritti all Ana, associazione alpini) e gli altri accompagnatori e simpatizzanti delle penne nere. Penne che, giusto per la cronaca, sono nere (di corvo) per la truppa, marroni (d aquila) quelle sul cappello dei sottufficiali e bianche (di oca) per ufficiali e generali. Ad aprire le danze ieri mattina è stato il Sindaco Paolo Dosi. Piacenza la Primogenita, Medaglia d oro al Valor militare per la Resistenza, saluta il Corpo degli Alpini e avverte la responsabilità, l onore e la gioia nel tributar loro il proprio omaggio risuonano le parole del primo cittadino, quando il tricolore innalzato sotto il cielo nuvoloso della centralissima di piazza Cavalli ha dato ufficialmente alla prima adunata ospitata dalla città di Piacenza. Schierate in piazza Cavalli le massime autorità militari, i rappresentanti di istituzioni e associazioni con i labari, la fanfara della Brigata Taurinense, il I Reggimento Artiglieria di montagna di Fossano. Dalle 18 a Porta Borghetto l arrivo dei Gonfaloni, del Labaro dell Associazione Nazionale e della Bandiera di guerra del 1 Reggimento Artiglieria da Montagna. Dopo la cerimonia ha avuto luogo la seduta straordinaria del consiglio Comunale per la ricorrenza dell adesione quale Primogenita Città al Regno d Italia. Sempre ieri il ricordo alle tragedia di Vajont con la fanfara dei congedati della Cadore in concerto al Teatro Politeama. Carlotta Bravo Genova Busta con proiettile a Claudio Burlando Una busta di colore bianco, contenente l ogiva di un proiettile e una polvere nera, è stata recapitata in Regione Liguria, al governatore Claudio Burlando. La busta, con la scritta antrace, è stata sequestrata dalla Digos ed è ora al vaglio della polizia scientifica. Quando il plico, arrivato ieri mattini in Regione, è passato al metaldetector, l impianto ha cominciato a suonare. I fattorini hanno immediatamente avvertito la questura. Lo stesso Burlando ha informato la giunta. Sono assolutamente tranquillo ha rassicurato Burlando, mentre i suoi collaboratori hanno confermato che il presidente continua il suo lavoro regolarmente e nella massima serenità. Trieste Per viaggiare arriva lo scarto della frittura Gasolio troppo caro? I motori dei pescherecci di Trieste potranno essere alimentati da olio esausto proveniente da scarti di frittura, trasformati in biodiesel. Dopo uno studio finanziato dalla Regione alcuni pescatori si stanno preparando a diventare produttori di biocarburanti provenienti da olii esausti prelevati da sagre, ristoranti, trattorie e friggitorie della provincia. Con questi carburanti alternativi i motori non hanno avuto problemi, sono state ridotte le emissioni di gas e dagli scarichi - affermano i pescatori - l impianto per il trattamento chimico dell olio usato ha un costo di circa 10mila euro, e il risparmio viene valutato attorno ai 300mila euro l anno. Vicenza La 31enne aggredita da due uomini incappucciati Donna ustionata con l acido A ncora una donna ustionata con l acido. A Vicenza una 31enne è stata aggredita ieri con il lancio di una sostanza caustica da due uomini incappucciati che avevano suonato alla porta di casa sua. La vittima, che ha per fortuna riportato solamente leggere ustioni ad un braccio e ad un gluteo, aveva presentato proprio l altro ieri una denuncia per minacce. La 31enne aveva infatti trovato nella propria cassetta della posta alcuni foglietti con frasi minacciose del tipo: Stai attenta, sappiamo quello che fai. Aveva così deciso di sporgere denuncia contro ignoti. Ieri poi l inquietante episodio, secondo il racconto che lei stessa ha fatto agli investigatori, verso le ha sentito suonare alla porta e convinta che fossero alcuni parenti, che abitano a fianco, ha aperto senza timore. Due persone incappucciate l avrebbero bloccata, fatta stendere a terra e mentre uno la teneva ferma l altro avrebbe gettato una sostanza caustica sul braccio. Divincolandosi, la donna si sarebbe ustionata anche ad un gluteo. Accolta nel reparto di rianimazione, come da prassi in questi casi, la donna è uscita subito dopo. Sull accaduto sta indagando la squadra mobile di Vicenza. Como Ladri in fuga uccidono motociclista Ha perso la vita in seguito ad uno scontro con due ladri in fuga che viaggiavano contromano. Stava rincasando in sella alla sua moto il commerciante 51enne di Cucciago (Como) quando si è scontrato frontalmente contro un furgoncino con a bordo due persone che stavano fuggendo dopo un furto in un azienda della zona. Un impatto violentissimo che non ha lasciato scampo al motociclista. La tragedia è avvenuta la notte tra giovedì e venerdì intorno all una, lungo la provinciale che da Cucciago porta a Cantù. La vittima, Maurizio Punzi in sella alla sua Ducati Monster stava tornando a casa dopo aver passato la serata in compagnia di alcuni amici. Mentre percorreva la provinciale dove abitava, si è scontrato frontalmente con un furgone Renault Kangoo che viaggiava contromano a tutta velocità. Complice anche il buio della notte l uomo non è riuscito ad evitare l impatto che lo ha scaraventato a terra. Inutili i tempestivi soccorsi. Dopo lo scontro, i malviventi hanno abbandonato il mezzo e sono fuggiti a piedi. Ora è caccia in tutto il territorio per rintracciare le due persone che, secondo alcuni testimoni, erano a bordo del furgone che era stato rubato il 28 aprile scorso. Proprio questo dettaglio ha indotto i carabinieri ad ipotizzare che a bordo del veicolo vi fossero gli autori del tentativo di furto ai danni di una ditta i cui responsabili ne avevano fatto denuncia poco prima. Per gli stranieri è il periodo ideale per comparsi casa nel nostro Paese Mercato immobiliare: i tedeschi invadono l Italia Mercato immobiliare in calo? Non sembrerebbe. Pare infatti che non ci sia mai stato un momento migliore per essere agente di vendita nel settore italiano. A una condizione però: gli affari non si possono di certo fare con gli italiani che hanno ormai perso del tutto il loro potere d acquisto. È necessario quindi avere contatti e saper fare affari con i nostri vicini tedeschi. A confermare questa tesi è Yasemin Rosenmaier che vende case in Italia dal 2005 e non ha mai visto una domanda così alta proveniente dalla Germania. Direi a occhio che il 60% delle nostre operazioni sono con i tedeschi. È una percentuale molto più alta di quella degli anni precedenti, ha dichiarato la Rosenmaier in un intervista telefonica concessa all agenzia di stampa americana Blomberg dai suoi uffici di Engel & Voelkers a Cernobbio, sul Lago di Como. Perché? Per paura dell'inflazione e delle incertezze dei mercati finanziari, ma anche per timore di un ripetersi di quanto accaduto a Cipro, l ultimo paese del blocco dell'euro a ricevere aiuti internazionali. Insomma, per uno straniero è il periodo ideale per acquistare un immobile in un paese, l Italia, i cui cittadini hanno perso potere d'acquisto, non riuscendo a comprare nemmeno la prima di casa, nonostante i prezzi siano ancora ai minimi storici. Infatti a cannibalizzare il mercato immobiliare italiano non sono solo i tedeschi, ma anche inglesi e russi stanno approfittando di un mercato liberato dalla concorrenza dei locali. Le vendite di case residenziali sono scese di quasi il 26% l'anno scorso in Italia. Due anni di recessione fanno sentire il loro peso e gli italiani fanno fatica perfino a fare la spesa, figuriamoci a contrarre un mutuo o a comprare la prima casa. L'incertezza sul fronte delle tasse, poi, non aiuta. Di contro gli acquisti di seconde case da parte di stranieri ha infatti registrato un incremento del 14% nel 2012, con i non-italiani che hanno speso 2,1 miliardi di euro, stando ai dati dell'istituto di ricerca Scenari Immobiliari. I tedeschi risultano i principali acquirenti fin dal 2009, essendo stati i protagonisti di circa il 40% delle transazioni, seguiti da britannici, con il 18%, e dai russi, con il 13%. Il prezzo medio a cui sono state vendute le case italiane agli stranieri è stato di circa euro, troppo alto per gli italiani, sottolinea il Wsj, ricordando che lo stipendio medio degli italiani è di euro l'anno, contro i euro l'anno dei tedeschi. Barbara Fruch

9 9 Italia DAL CENTRO E DAL SUD LA DECISIONE DELLA PROCURA DI FIRENZE Strage del rapido 904: chiesto processo per Riina Secondo il pm fu il capo di Cosa Nostra il mandante e utilizzò lo stesso esplosivo degli attentati degli anni 90 LSono passati ventinove anni dalla strage del rapido 904 che costò la vita a diciassette persone ma solo adesso potrebbe arrivare una svolta sui mandanti. La procura di Firenze ha inoltrato la richiesta di rinvio a giudizio per il capo di Cosa Nostra Totò Riina per il procedimento su quella strage che si consumò il 23 dicembre L inchiesta è iniziata a Napoli ma, su decisione della Cassazione, è stata trasferita a Firenze. I pm della Dda di Napoli avevano riaperto l indagine sulla base di nuove dichiarazioni di pentiti di mafia e di camorra, tra cui Giovanni Brusca. Secondo la procura campana (che aveva chiesto e ottenuto una nuova ordinanza di custodia cautelare per Riina eseguita il 27 aprile 2011) la strage del Rapido 904 rientrava nella strategia stragista perseguita dai Corleonesi e rappresentò la prima risposta ai mandati di cattura relativi al maxi processo emessi nel settembre 1984 da Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. L inchiesta è stata poi trasferita a Firenze: titolari sono il procuratore Giuseppe Quattrocchi e il magistrato della Dda Angela Pietroiusti. La procura di Firenze fu la prima a indagare sulla strage, che avvenne in una galleria dell Appennino, fra il capoluogo toscano e Bologna. Nel 1992 divennero definitive le condanne, fra gli altri, per il cassiere della mafia Pippo Calò, per il suo braccio destro Guido Cercola e per Friedrich Schaudinn, accusato di aver messo a punto il radiocomando della bomba. Secondo quanto emerso nell inchiesta napoletana, l esplosivo aveva una combinazione simile a quello poi utilizzato all Addaura e in via D Amelio. L attentato venne compiuto domenica 23 dicembre 1984, nel fine settimana precedente le feste natalizie. Il treno era pieno di viaggiatori che ritornavano a casa o andavano in visita a parenti per le festività. I vagoni intorno alle furono colpiti da un'esplosione violentissima. La detonazione fu causata da una carica di esplosivo radiocomandata, posta su una griglia portabagagli del corridoio della 9ª carrozza di II classe, a centro convoglio: l ordigno era stato collocato sul treno durante la sosta alla Stazione di Firenze Santa Maria Novella. Gli attentatori attesero che il veicolo penetrasse nel tunnel, per massimizzare l'effetto della detonazione: lo scoppio, avvenuto a quasi metà della galleria, provocò un violento spostamento d'aria che frantumò tutti i finestrini e le porte. L esplosione costò la vita a 15 persone e provocò 267 feriti. In seguito i deceduti salirono a 17. Secondo la tesi dei pm, Totò Riina (attualmente al 41 bis) fu mandante, determinatore e istigatore della strage da lui programmata e decisa con l impiego di materiale (esplosivo e congegni elettronici) appartenente all organizzazione ed utilizzato poi, in parte, anche nelle successive stragi degli anni 90, lo si legge in un integrazione al capo di imputazione del capo di Cosa Nostra nell ambito del procedimento sulla strage del Rapido 904. Barbara Fruch Lecce Duplice omicidio e soppressione di cadavere Trovati i corpi dei due scomparsi: arrestati i presunti assassini I Carabinieri hanno recuperato i cadaveri immersi in una cisterna nelle campagne del Salento Puglia, Lecce. Sono stati trovati - nelle campagne di Campi Salentina immersi in una cisterna - i cadaveri del 38enne pluripregiudicato Luca Greco e del 34enne Massimiliano Marino, scomparsi dal 10 marzo scorso. Secondo indiscrezioni, Greco e Marino erano vicini ad ambienti della criminalità organizzata del nord Salento. A ritrovarli ieri mattina, dopo una lunga e attenta indagine, i Carabinieri del Nucleo investigativo di Lecce. In manette sono finiti Mino Perrino, pregiudicato di 38 anni, presunto responsabile del duplice delitto, Luigi Tasco, pluripregiudicato, 47 anni, e Franz Occhineri, 34enne e incensurato. Tasco e Occhineri sono accusati di concorso in favoreggiamento in duplice omicidio e soppressione di cadavere. Dalle ricostruzioni degli inquirenti, domenica 10 marzo Greco e Marino si erano allontanati da casa a bordo di una Lancia Lybra. La moglie di Greco ha raccontato ai Carabinieri che il marito le aveva detto che si sarebbe recato all'ipercoop di Surbo con l'amico Massimiliano. Ma, da da quel momento in poi, dei due amici si persero le tracce. Nei primi momenti dalla scomparsa, si era anche avanzata l ipotesi che i due potessero essere stati vittima anche di lupara bianca. Dopo tre giorni, la vettura dove Greco e Marino si erano allontanati venne ritrovata completamente bruciata in una zona di campagna, in località Giovannella. Ben presto le indagini - anche grazie all'ascolto dei familiari, gli amici, e all'analisi dei tabulati - si concentrarono su Perrino e su un'altra persona vista l'assiduità dei contatti telefonici e dei rapporti documentati di frequentazione con gli scomparsi. Entrambi, infatti, vennero sentiti dai militari dell Arma come persone informate sui fatti. Perrino, risultava anche fra gli ultimi amici contattati da Marino proprio quel pomeriggio. Così ieri, nel corso delle prime ore del mattino, i carabinieri hanno eseguito le tre ordinanze di custodia cautelare in carcere richieste dalla locale Dda nei confronti di Mino Perrino, Luigi Tasco e Franz Occhineri. Luca Libanese Bari - Da 7 anni aspetta l accertamento dell invalidità Giustizia troppo lenta Donna si incatena Caterina Ritoli, in servizio come ausiliaria, rimase schiacciata nel 2006 da un carrello Aspetta da oltre sette anni, tra udienze rinviate e di slittamenti, che si concluda la causa per l accertamento dell invalidità causatale da un incidente sul lavoro subito nel gennaio È per questo che Caterina Ritoli, 42 anni di Polignano a Mare (Bari) da due giorni si è incatenata ai cancelli del tribunale di Bari, in piazza De Nicola, per protestare contro la giustizia lenta (foto Fax online). Lo scorso febbraio la donna aveva tentato il suicidio lanciandosi dal quarto piano dello stesso palazzo e solo in seguito a questo gesto eclatante ottenne la fissazione a breve dell ultima udienza del processo di primo grado, che le ha riconosciuto un invalidità dell 11 per cento. Nel gennaio 2006, in servizio come ausiliaria nel reparto di cardiologia dell'ospedale di Monopoli, Caterina è rimasta schiacciata da un carrello di 10 quintali che le ha provocato trauma cranico, disidratazione del disco, l invecchiamento della spina dorsale di 30 anni e una frattura al braccio, oltre ad aver tenuto il busto ingessato per mesi. Finita la riabilitazione è tornata a lavoro, trasferita al poliambulatorio di Polignano, dove attualmente lavora. I tre mesi in terapia intensiva hanno costretto il marito, autista soccorritore, a lasciare il lavoro (è ancora disoccupato) per accudire i tre figli, oggi di 12, 15 e 20 anni. E per la donna quell 11% non è di certo sufficiente a ripagare tutto ciò che ha vissuto. Tramite il suo legale ha depositato appello ma le hanno fatto sapere che l'udienza non sarà fissata prima del Ci sono miliardi di padri e madri ha detto Caterina che come me hanno subito incidenti sul lavoro e aspettano da anni che gli venga riconosciuto quello che gli spetta. Questa non è giustizia. B.F.

10 10 Cinema & società Vero successo nella Capitale per la nuova edizione del Festival del cinema spagnolo d autore Madrid-Roma, che passione per il grande schermo Fino al 15 maggio il Farnese di Campo de Fiori sarà teatro di pellicole iberiche di Francesca Ceccarelli Di scena a Roma, dal 9 al 15 maggio, il Festival del cinema spagnolo giunto alla sua sesta edizione, fondato e diretto da Iris Martín-Peralta e Federico Sartori. Un appuntamento che anche quest anno offrirà dalle sale del Cinema Farnese Persol di Campo de Fiori un ampio panorama sul cinema iberico e latinoamericano di qualità, che ingloba sia i classici che le ultime novità. Ad aprire la kermesse il lungometraggio Blancanieves di Pablo Berger, vincitore di 10 Premi Goya tra cui Miglior Film, Miglior Sceneggiatura e Miglior attrice emergente (Macarena Garcia). Un film, muto e in bianco e nero, che sarà distribuito in Italia il prossimo autunno: ambientato nella Siviglia degli anni Venti, sarà presentato dall attrice, cantante e ballerina Macarena Garcia, volto noto della serie televisiva Amar en tiempos revueltos. Nella Nueva Ola, sezione principale del festival, verranno presentate le produzioni più recenti che coinvolgono sia le mainstream che quelle indipendenti. Presenti in questa sezione, il thriller Storia di un grande sodalizio. L Italia e la Spagna, due paesi sull orlo del baratro, unite nella speranza di superare al più presto al crisi. Nel frattempo le due popolazioni non restano con le mani in mano e si danno da fare. Da entrambe le parti è un continuo emigrare che pare essersi accentuato negli ultimi anni. Tempo fa c era un format televisivo di nome Italospagnolo che ipotizzava la nascita di una nuova generazione ibrida, di meticci, risultato della commistione di queste due culture. Dall ipotesi alla realtà. Oggi, passeggiando per le vie di Roma è più facile sentire espressione madrilene piuttosto che invettive romane. Il paese sembra invaso. A parità di buon clima, buona cucina e gente socievole, il Belpaese sembra avere un fascino particolare, tanto da attrarre i cugini spagnoli verso le nostre grandi città e non solo. Itagnoles qualcuno li definisce, e pare essere una definizione più che appropriata. Abbandonate nacchere, paella e tori, questi giovani e queste giovani si sono perfettamente adattate allo splendore del Colosseo o a un bel piatto di pasta alla carbonara. Come biasimarli? Ma anche la politica sembra non essere da meno. I premier di Spagna e Italia, riunitesi in questi giorni, hanno fatto squadra per spingere la zona euro a concentrarsi maggiormente sulla crescita economica invece di ridurre il debito. Una mossa che sperano riduca l'elevata disoccupazione giovanile. Mariano Rajoy e Enrico poliziesco Grupo 7, di Alberto Rodríguez con Antonio de la Torre, Mario Casas e Inma Cuesta, ambientato nella Siviglia pre-expo Universale del 1992, in cui la polizia si incarica di ripulire la città. Il film sarà presentato sabato 11 maggio alle ore 20:30 dall attore Julian Villagrán, Premio Goya 2013 come Miglior Attore non Protagonista proprio per Grupo 7. Intimismo declinato al femminile con De tu ventana a la mía, opera prima di Paula Ortiz, le storie incrociate di tre donne che in tempi diversi lottano per riaffermare la propria identità. Tra gli ospiti, il regista Xavi Puebla, che presenterà il suo terzo lungometraggio, A puerta fría, interpretato, tra gli altri, da María Valverde e Nick Nolte. Lunedì 13 maggio ci sarà un omaggio al cinema italo-spagnolo con il 50 anniversario del film El verdugo (tit.ita La ballata del boia), di Luis García Berlanga, Premio FIPRESCI a Venezia 1963, sceneggiato da Rafael Azcona ed Ennio Flaiano e con Nino Manfredicome protagonista. Il film è uno dei massimi esempi della commedia nera spagnola. Poi Locos 80, una vera e propria sezione vintage del festival, che riunisce 3 cult-movies fondamentali del cinema ispanico degli anni Ottanta:Labirinto di passioni, di Pedro Almodóvar; Opera prima, del futuro Premio Oscar Fernando Trueba ela línea del cielo (Skyline), di Fernando Colomo, autore-chiave del decennio. Per quest anno è stata pensata una novità: la sezione La carica degli itagnoles Sono ormai anni che, nonostante la crisi, molti giovani decidono di rimanere in pianta stabile da noi Letta, un tandem dalle grandi aspettative. E intanto continua anche"itagnoles", il primo concorso di Tweets, lanciato a luglio dall'ufficio del Parlamento europeo in Italia e dall'ufficio del Parlamento europeo in Spagna, per stimolare lo scambio di esperienze dei cittadini europei. I Tweets in concorso raccontano le storie degli spagnoli in Italia e degli italiani in Spagna e i più votati partecipano al primo libro del Parlamento europeo dedicato alla cittadinanza. In tempo di crisi insomma i rapporti umani sembrano avere la meglio spingendo le persone a varcare i propri limiti non solo fisici ma anche mentali. Aprirsi a nuovi mondi e paesi sembra essere la chiave giusta per trovare una via d uscita. F.Ce. La Nueva Ola Latinoamericana - L'immagine assente, nata con l obiettivo di recuperare film importanti del continente Sud-Americano che in Italia magari non hanno avuto la possibilità di essere proiettati in sala. Tra gli ospiti, il regista colombiano Ciro Guerra, che presenterà NELLA BUONA E NELLA CATTIVA SORTE: STORIA DI UNA GRANDE AMICIZIA TRA I DUE PAESI mercoledì 15 maggio il film di chiusura del festival, Los viajes del viento. Tra gli altri film presentati in questa sezione, gli argentini El studiante, disantiago Mitre (astro nascente del nuovo cinema indipendente argentino), vincitore del Gran Prix della Giuria a Locarno e l anteprima di Infancia clandestina di Banjamín Ávila in uscita a giugno. La sezione Latinoamericana è completata da altri titoli quali il cult-movie ecuadoregno Ratas, ratones, rateros (Roditori) di Sebastián Cordero e il messicano El violín di Francisco Vargas. Tra le attività parallele si segnalano le proiezioni del lungometraggio di animazione Arrugas, di Ignacio Ferreras,distribuito in Italia da EXIT med!a nell ambito di Público Joven, Cinema in Versione Originale per scuole e licei. Il film è stato già programmato durante la scorsa edizione del festival, riscuotendoo così tanto successo da divenire il motore trainante di un progetto didattico intorno alla solidarietà inter-generazionale. Il Festival, sostenuto dalla Direzione delle Relazioni Culturali e Scientifiche del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione di Spagna e dall Istituto di Cinematografia Spagnolo, con la collaborazione delle Ambasciate di Argentina e di Colombia in Italia, da quest anno moltiplica la propria presenza sul territorio italiano con tappe e anteprime in numerose città tra cui La Spezia, Cagliari, Pordenone, Treviso, Firenze, Napoli, Milano e Bologna. Un evento fruibile a tutti visto che le proiezioni saranno in versione originale con sottotitoli in italiano.

11 11 Società Per tutto il fine settimana, il tendone dell Atlantico all Eur, ospita la quinta edizione della manifestazione In alto i boccali, c è il Festival della Birra Protagoniste dell evento le produzioni artigianali di qualità, dalle tradizionali alle più innovative. Corsi e laboratori a cura dell associazione Degustatori per chi vuole imparare i segreti della bionda più amata di Carola Parisi Torna la quinta edizione dell'italia Beer Festival quella che si tiene nel fine settimana a Roma. L'evento sarà animato, fino a domenica, da stand di degustazione allestiti dai birrifici dove sorseggiare il malto che più fa al vostro caso, corsi e laboratori a cura dell'associazione Degustatori Birra per i neofiti che vogliono imparare rudimenti e segreti di una delle bevande alcoliche più apprezzate al mondo. L'edizione 2013, che verrà accolta anche quest'anno negli avveniristico tendone dell'atlantico all'eur, la moderna struttura polivalente basata su un mix di estetica, funzionalità e design, proporrà la consolidata formula incentrata sull'offerta di centinaia di birre artigianali in degustazione. Protagoniste dell evento le birre artigianali di qualità, dalle tradizionali alle più innovative, realizzate da aziende che negli ultimi anni hanno conquistato i menu di ristoranti, wine bar e pizzerie, ponendo l Italia ai primi posti a livello internazionale per qualità e originalità delle produzioni. Conferenze e workshop faranno da cornice alla manifestazione, con l intervento di esperti che illustreranno ai neofiti i rudimenti dell arte birraria mentre agli addetti ai lavori saranno dedicati specifici temi di approfondimento. Un attenzione particolare sarà rivolta ai cosiddetti homebrewers, i cultori della produzione casalinga della birra, che avranno l opportunità di confrontarsi con chi già opera professionalmente nel settore e ricavare insegnamenti e consigli per affinare le tecniche produttive. I micro-birrifici rappresentano un comparto di nicchia in forte crescita nel nostro Paese. In base ai dati di Assobirra, se nel 1996 le imprese artigianali attive in Italia erano solo sette, nel 2012 sono diventate 450. Di queste, 227 sono presenti nella Guida alle birre d Italia 2013, edita da Slow Food. Un successo che, come rileva una recente indagine ISPO-Assobirra, trova riscontro nell incremento dei consumi di chiare, rosse e scure, a testimonianza del gradimento di un numero sempre maggiore di italiani. Significativi, sotto questo aspetto, i dati sulla percentuale di coloro che bevono birra durante i pasti, passato dal 5,5% all 8,3%, con una crescita del + 50% rispetto al Per 4 italiani su 10 la birra è la bevanda ideale per un pranzo o una cena leggera a casa, magari in terrazza o in giardino, ed è la preferita dai giovani nella fascia di età dai 16 ai 44 anni. Il nostro Paese è noto in tutto il mondo per la fantasia e l originalità delle creazioni artigianali. Ciò si evidenzia anche nell arte della birra, con un ampia varietà di prodotti reperibili sul mercato: dalle birre alle castagne che utilizzano cereali inusuali come il farro e il kamut a quelle realizzate con aggiunta di segale Rye Ipa o di frumento American Wheat, alle innovative birre senza glutine. C è l imbarazzo della scelta. UNA STORIA CHE HA INIZIO BEN 5000 ANNI FA La bevanda più antica del mondo Oltre ad essere la più antica, la birra è la bevanda più diffusa al mondo. Ovunque la cerchiate, lei c è. Non si conosce precisamente dove sia nata la prima birra, le sue origini si perdono nella notte dei tempi e coincidono con quelle dell umanità: c è chi parla di Mesopotamia, chi di Egitto, chi di isole Orcadi, chi addirittura di Malta. Ciò non è importante, poiché è assai verosimile che il fenomeno della fermentazione sia stato scoperto casualmente in diverse parti del mondo più o meno nello stesso periodo. La prima prova di una sua produzione risale a 5000 anni fa, in Asia, tra i Sumeri. Cinquecento anni dopo, nella fascia di territorio compreso tra i fiumi Tigri ed Eufrate, una tavoletta assira non solo nomina esplicitamente la birra ma addirittura il mestiere di birraio. Quindi la strada della birra passò per il Medio Oriente. La materia prima del birraio era costituita da dei pani d orzo germinati e cotti; bisognava sbriciolarli e aggiungere acqua per ottenere il malto che avrebbe dato vita ad una fermentazione alcolica e quindi alla birra. In quel periodo già esistevano diverse tipologie di birre: birre scure, chiare, rosse, forti, dolci e aromatiche. Inoltre si usavano nomi diversi per indicare birre prodotte con cereali differenti: le sikaru erano d orzo, le Kurunnu di spelta. Pare che fossero addirittura venti le qualità di birra disponibili sul mercato di Babilonia, la più ricca città dell antica Mesopotamia, anche se quelle più diffuse erano quattro: bi-se-bar, una comune birra d orzo, bi-gig, una birra scura normale, bi-gig-dug-ga, una birra scura di elevata qualità, e bi-kal, il prodotto migliore. La birra aveva anche un significato religioso e rituale, infatti veniva bevuta durante i funerali per celebrare le virtù del defunto e veniva offerta alla divinità per garantire un tranquillo riposo al trapassato. Si dice che la dea della vita Ishtar, divinità di primissimo piano nel pantheon assirobabilonese, traesse la sua potenza proprio dalla birra. Analoga importanza aveva la birra in Antico Egitto; lo zithum, ovvero la birra, era la loro bevanda nazionale. Era una birra dal gusto forte (pare 12 alcolici) che aromatizzavano con i lupini. Fin dall infanzia si abituavano i sudditi dei faraoni a bere questa bevanda, considerata anche alimento e medicina. Interessante l uso di somministrare ai bambini birra a bassa gradazione o diluita con acqua e miele durante lo svezzamento, quando le madri non avevano latte. Anche i Greci conoscevano e apprezzavano la birra, ne consumavano parecchia, soprattutto in occasione delle feste in onore di Demetra, dea delle messi. In Italia furono gli Etruschi i primi a bere e produrre birra contagiando anche i Romani; ragguardevoli personaggi della loro società diventarono accaniti sostenitori della birra, come ad esempio Agricola, governatore della Britannia, che una volta tornato a Roma nell 83 dopo Cristo si portò tre mastro-birrai da Glevum (l odierna Gloucester) e aprì il primo pub della nostra Penisola. Tra i cosiddetti popoli barbarici si trovavano i più strenui bevitori di birra, i Germani e i Celti. I Celti si erano stanziati principalmente in Gallia e in Britannia, ma la loro straordinaria civiltà, venne sviluppata principalmente nella verde Irlanda. Infatti la nascita del popolo irlandese è dovuta, seconda una leggenda, ai Fomoriani, creature mostruose dal becco aguzzo e dalle gambe umanoidi, che avevano la potenza e l immortalità grazie al segreto della fabbricazione della birra, che fu loro sottratto dall eroe di Mag Meld, una specie di Prometeo irlandese. Il Medioevo vide la birra protagonista soprattutto per merito dei monasteri, che operarono un decisivo salto di qualità nella produzione della bevanda introducendo anche alcuni nuovi ingredienti, tra i quali il luppolo. Prima della sua diffusione, infatti, le birre venivano aromatizzate con erbe, spezie, bacche e cortecce d albero. L infiorescenza di luppolo presenta delle ghiandole che producono un liquido giallo e appiccicoso, dal caratteristico sapore amaro e aromatico, che svolge anche una azione antisettica e conservante nella birra e che la rende anche più limpida. La più antica birreria monastica è quella della abbazia di Weihehstephan, nei pressi di Monaco di Baviera, costruita nel 724. Anche le suore avevano tra i loro compiti manuali quello di fabbricare la birra, che in parte destinavano al consumo dei malati e dei pellegrini. Anche in Gran Bretagna la birra, chiamata ale, venne usata nelle feste come Church-Ale, prodotta dalle massaie inglesi e messa a disposizione delle feste parrocchiali, dove veniva venduta e il ricavato era un contributo per la manutenzione di chiese e conventi britannici. In Inghilterra la birra diventò bevanda nazionale in quanto l acqua usata per la sua produzione veniva bollita e sterilizzata. Ciò rappresentava una garanzia in un periodo in cui l acqua era spesso infetta. Soltanto dopo il Rinascimento questa piaga cessò. Una curiosità: in Inghilterra il luppolo venne introdotto assai tardi nella birra nazionale, che continuò a chiamarsi ale, in contrapposizione dei prodotti continentali luppolati, detti beer. Nel 1516 in Baviera venne promulgato il Reinheitsgebot, l editto sulla purezza. Per legge venne stabilito che la birra poteva essere prodotta solamente con malto d orzo, acqua e luppolo, bandito qualsiasi altro ingrediente: una legge che è tuttora attuale in Germania. Nei tre secoli dopo la scoperta dell America in tutta l Europa andarono sviluppandosi numerose tipologie birrarie, tutte basate sull unico sistema di fermentazione allora conosciuto, la alta. Oggi la grande industria si è appropriata della quasi totalità della produzione di birra, tendendo a portarla verso una standardizzazione del prodotto. Ciò ha portato alla voglia di riscoprire i vecchi sapori. Ecco allora che si è assistito, soprattutto in questi ultimi anni, al revival di molti stili della birra ormai dimenticati e sono sorte moltissime breweries, piccole fabbriche con pub annesso per la degustazione, che producono birre dalle caratteristiche molto. C.P.

12 12

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

COMUNE DI COLOGNO MONZESE. Rassegna Stampa del 09/11/2011

COMUNE DI COLOGNO MONZESE. Rassegna Stampa del 09/11/2011 COMUNE DI COLOGNO MONZESE Rassegna Stampa del 09/11/2011 La proprietà intellettuale degli articoli è delle fonti (quotidiani o altro) specificate all'inizio degli stessi; ogni riproduzione totale o parziale

Dettagli

PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016

PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016 PRIMA PAGINA Edilizia e Territorio - 2013-01-19 - Pag. 1 Vedi ritaglio giornale» RIFORMA FORNERO «Fine lavori» più cara dal 2016 Contributi di licenziamento, nuova Aspi, «decantierizzazione». La macchina

Dettagli

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una vera Europa sociale ed un altra politica industriale Roma Camera dei Deputati 14 Gennaio 2015 Maurizio LANDINI segretario generale

Dettagli

MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta della Lega Nord ora è realtà

MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta della Lega Nord ora è realtà Lombardia Libera Bollettino a cura del Gruppo Lega Nord in Regione Lombardia (Fonti utilizzate: agenzia di stampa Lombardia Notizie e siti web Regione Lombardia) MARONI TOGLIE IL BOLLO AI MOTORINI La proposta

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

Rilevazione 25 Novembre 2013. OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO Le due arene: lo stadio della società contro il ring della politica

Rilevazione 25 Novembre 2013. OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO Le due arene: lo stadio della società contro il ring della politica Rilevazione 25 Novembre 2013 OSSERVATORIO SOCIO-POLITICO Le due arene: lo stadio della società contro il ring della politica Le notizie della settimana: la Sardegna concentra tutta l attenzione L alluvione

Dettagli

DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO MAROTTA

DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO MAROTTA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 738 DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

OSSERVATORIO RENZI Il Rottamatore da rottamare

OSSERVATORIO RENZI Il Rottamatore da rottamare a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 1/10 OSSERVATORIO RENZI Il Rottamatore da rottamare 20 giugno 2013 INDICE 2 Perché l osservatorio

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Ladri OGNI CENTO SECONDI SFONDANO UNA PORTA

Ladri OGNI CENTO SECONDI SFONDANO UNA PORTA INCHIESTA CASE SVALIGIATE: NUMERI DA BRIVIDO E DIFENDERSI È QUASI IMPOSSIBILE SONO ORGANIZZATI COME MILITARI: NESSUN ANTIFURTO LI FERMA. CONTRO DI LORO LA POLIZIA HA MESSO IN CAMPO SUPER TECNOLOGIE, MA

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE B ECONOMIA SIC. E SINDACALE Cooperativa Cesame. Berretta (Pd): Rinascita Cesame motivo di soddisfazione per tutta la città. Sapere che il marchio Cesame tornerà sul mercato e pensare che questa battaglia

Dettagli

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001

Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Convegno Indicam Contraffazione, abusivismo e amministrazioni locali Milano, 31 gennaio 2001 Quali strade per il futuro? Il ruolo della regione nell ottica della devolution (*) Guido Della Frera Assessore

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu. Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini.

Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu. Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini. Tutti vogliono le primarie, forza con la Leopolda blu Dal nostro sondaggio molte sorprese, anche quella di Fini. Il nuovo sondaggio politico che abbiamo realizzato nell'universo del nostro indirizzario

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 201 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa della senatrice BURANI PROCACCINI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 4 MAGGIO 2006 (*) Modifica all articolo 110 del testo unico delle

Dettagli

LIBRI USATI Di Giuliano Marrucci

LIBRI USATI Di Giuliano Marrucci LIBRI USATI Di Giuliano Marrucci MILENA GABANELLI IN STUDIO La buona notizia di oggi è sulla scuola. Gli studenti che quest'anno sono entrati in classe sono 7milioni e 806 mila. La scuola è obbligatoria

Dettagli

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE ALDO SMOLIZZA* Qualche anno fa svolgevo un attività internazionale e a seguito di quell attività conoscevo molto bene le indicazioni del Fondo Monetario Internazionale.

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

Riforma articolo 18: un giudice decide su tre licenziamenti differenti

Riforma articolo 18: un giudice decide su tre licenziamenti differenti Riforma articolo 18: un giudice decide su tre licenziamenti differenti Per la riforma dell articolo 18 il governo Monti potrebbe seguire il modello tedesco: si tratterebbe, scrive il Corriere della Sera,

Dettagli

Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI

Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI Osservatorio Touring sul turismo scolastico Principali risultati dell a.s. 2012/2013 A cura del Centro Studi TCI Perché un Osservatorio sul turismo scolastico? L Osservatorio Touring sul turismo scolastico

Dettagli

i dossier ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI DELLO STATO www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta

i dossier ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI DELLO STATO www.freenewsonline.it www.freefoundation.com a cura di Renato Brunetta 315 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com ECCO COME RENDERE LA TASSA E SALVARE I CONTI Editoriale de Il Giornale, 4 febbraio 2013 4 febbraio 2013 a cura di Renato Brunetta 2 Dopo l impegno

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il delitto Custra e la fuga a Rio. Il latitante Mancini ora è libero, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta

Dettagli

NIENTE ARRETRATI LA TRATTENUTA RIMANE MA SI RITORNA AL PIU FAVOREVOLE TRATTAMENTO DI FINE SERVIZIO, LA NOSTRA INDENNITA DI BUONUSCITA

NIENTE ARRETRATI LA TRATTENUTA RIMANE MA SI RITORNA AL PIU FAVOREVOLE TRATTAMENTO DI FINE SERVIZIO, LA NOSTRA INDENNITA DI BUONUSCITA Segreteria Nazionale Via Farini, 62-00186 Roma Tel. +39 06 48903773-48903734 Fax: +39 06 62276535 coisp@coisp.it www.coisp.it COISP COORDINAMENTO PER L INDIPENDENZA SINDACALE DELLE FORZE DI POLIZIA NIENTE

Dettagli

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore

Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore Ecco chi incasserà il bonus pensioni maggiore di Gianni Trovati19 maggio 2015 il sole 24 ore Un rimborso quasi integrale per le più basse fra le pensioni coinvolte dal blocco-monti appena bocciato dalla

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo.

Siamo in tanti, oggi, in questa sala e questo è un fatto positivo per il nostro partito e per gli appuntamenti che lo stanno attendendo. Sintesi del discorso di presentazione della mozione per la candidatura a segretario provinciale di Renato Veronesi, espressosi liberamente, senza l ausilio di una traccia scritta, durante i lavori della

Dettagli

Chi manovra? La calura di questa seconda metà d'agosto non ferma l'attività del SAP che sta seguendo e monitorando. La vera battaglia si combatte

Chi manovra? La calura di questa seconda metà d'agosto non ferma l'attività del SAP che sta seguendo e monitorando. La vera battaglia si combatte 34 Notiziario della Segreteria Generale del Sindacato Autonomo di Polizia Direttore Politico: NICOLA TANZI Direttore Responsabile: MASSIMO MONTEBOVE Registrazione Tribunale Roma n. 98 del 21 febbraio 2000

Dettagli

I lavoratori maturi Over 40 sono dimenticati: sono zavorra?

I lavoratori maturi Over 40 sono dimenticati: sono zavorra? I lavoratori maturi Over 40 sono dimenticati: sono zavorra? Il problema Nel particolare momento di elezioni, tutti gli animi si scaldano: i politici promettono tutto a tutti pur di guadagnare qualche punto

Dettagli

POLITICHE PER LA FAMIGLIA

POLITICHE PER LA FAMIGLIA Segreteria Confederale Servizio Politiche di Cittadinanza e della Salute POLITICHE PER LA FAMIGLIA Documento in preparazione alla Conferenza sulla Famiglia 1 Premessa I provvedimenti del Governo sono serviti

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Adrano, Fabio Mancuso. Bilancio comunale falso e Ferrante

Adrano, Fabio Mancuso. Bilancio comunale falso e Ferrante Adrano, Fabio Mancuso. Bilancio comunale falso e Ferrante di Alice Vaccaro - 25, giu, 2015 http://www.siciliajournal.it/adrano-fabio-mancuso-bilancio-comunale-falso-e-ferrante/ 1 / 6 ADRANO Ex sindaco

Dettagli

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.)

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) Questa è la storia di una donna perseguitata da un eco di una memoria, un sogno

Dettagli

RESOCONTO STENOGRAFICO n. 1

RESOCONTO STENOGRAFICO n. 1 XVI LEGISLATURA Giunte e Commissioni RESOCONTO STENOGRAFICO n. 1 N.B. I resoconti stenografici delle sedute di ciascuna indagine conoscitiva seguono una numerazione indipendente. 11ª COMMISSIONE PERMANENTE

Dettagli

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli Già si erano visti alcuni segnali preoccupanti prima di Pasqua, con la Borsa di Milano tornata

Dettagli

CAP I. Note. Parte prima KATE

CAP I. Note. Parte prima KATE 7 Parte prima KATE CAP I - Mi chiamo Kate Maxwell. Nell ufficio dell investigatore Antonio Esposito sono le nove e mezza di una fredda mattina d ottobre. La donna è venuta senza appuntamento. Ha circa

Dettagli

Il privilegio di essere Poliziotti

Il privilegio di essere Poliziotti 51 Notiziario della Segreteria Generale del Sindacato Autonomo di Polizia Direttore Politico: NICOLA TANZI Direttore Responsabile: MASSIMO MONTEBOVE Registrazione Tribunale Roma n. 98 del 21 febbraio 2000

Dettagli

Regionali in Sicilia, Crocetta vince nell Isola degli astenuti. Boom del Movimento 5 Stelle

Regionali in Sicilia, Crocetta vince nell Isola degli astenuti. Boom del Movimento 5 Stelle Regionali in Sicilia, Crocetta vince nell Isola degli astenuti. Boom del Movimento 5 Stelle di Vincenzo Emanuele Che la Sicilia non fosse più l Eden del consenso berlusconiano lo si era capito già alcuni

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Come ti immagini gi insegnanti?

Come ti immagini gi insegnanti? a Come ti immagini gi insegnanti? Quello dell insegnante è un ruolo complesso, in cui entrano in gioco diverse caratteristiche della persona che lo esercita e della posizione che l insegnante occupa nella

Dettagli

Piccolo manuale di autodifesa contro lo scippo del TFR

Piccolo manuale di autodifesa contro lo scippo del TFR Piccolo manuale di autodifesa contro lo scippo del TFR Entro 6 mesi dall assunzione ogni lavoratore dovrà scegliere a chi destinare il proprio TFR. Questa piccola guida, a cura del CPO Experia di Catania,

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

Istituto Comprensivo De Amicis- Laterza A.S 2012-2013. Classe II D. Prof.ssa Daniela Simone

Istituto Comprensivo De Amicis- Laterza A.S 2012-2013. Classe II D. Prof.ssa Daniela Simone Istituto Comprensivo De Amicis- Laterza A.S 2012-2013 Classe II D Prof.ssa Daniela Simone PRESENTAZIONE DEL PROGETTO Radio Kreattiva, web radio scolastica per la diffusione della cultura della legalità,

Dettagli

FACILE GUIDA ALLE PENSIONI per il personale della scuola. (a cura del Prof. Rosario Cutrupia)

FACILE GUIDA ALLE PENSIONI per il personale della scuola. (a cura del Prof. Rosario Cutrupia) FACILE GUIDA ALLE PENSIONI per il personale della scuola (a cura del Prof. Rosario Cutrupia) 1 Roma gennaio 2014 UFFICIO STAMPA Ecco cosa abbiamo detto e fatto sulla riforma della previdenza Pensioni,

Dettagli

CONCORSO : REGOLIAMOCI

CONCORSO : REGOLIAMOCI CONCORSO : REGOLIAMOCI Per studenti tra gli 8 e i 13 anni. Sceneggiatura film : IL SOLE I.C. Marino S. Rosa Napoli Classe II E IL SOLE Nella reception di una clinica molto famosa Christian che ha subito

Dettagli

per 3-5 giocatori da 12 anni in su

per 3-5 giocatori da 12 anni in su per 3-5 giocatori da 12 anni in su Traduzione e adattamento a cura di Gylas Versione 1.1 Maggio 2005 http:// e-mail: info@gamesbusters.com NOTA. Questa traduzione non sostituisce in alcun modo il regolamento

Dettagli

CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE

CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE La trasparenza nelle Istituzioni: FACCIAMO IL PUNTO SULL ATTIVITÀ DI GOVERNO Aggiornato al 28 agosto 2013 IL GOVERNO LETTA E LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO: CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE Nelle pagine

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. COME AL SOLITO CI SIAMO MESSI IN CERCHIO ABBIAMO ASCOLTATO LA FIABA DEI Mille

Dettagli

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG

difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG difendiamo i nostri figli * 20 giugno - AMDG intervento di alfredo mantovano Care amiche e cari amici! una giornalista poco fa mi chiedeva di riassumere in poche parole-chiave il messaggio che il popolo

Dettagli

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI

MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: LA MANOVRA CHE NON VEDRETE MAI 1057 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com MENO TASSE, SUD E INVESTIMENTI: Editoriale de Il Giornale, 1 novembre 2015 1 novembre 2015 a cura di Renato Brunetta 2 Era fine agosto e la confusione

Dettagli

Giovedi 3 ottobre 2013 CONI LAZIO

Giovedi 3 ottobre 2013 CONI LAZIO Giovedi 3 ottobre 2013 CONI LAZIO Quotidiano Milano 03-OTT-2013 Diffusione: 477.910 Lettori: 2.765.000 Direttore: Ferruccio de Bortoli da pag. 59 Quotidiano Milano 03-OTT-2013 Diffusione: 621.004 Lettori:

Dettagli

Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile! PENSIONI blog. Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile!

Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile! PENSIONI blog. Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile! Pagina 1 di 6 Search PENSIONI blog Europa Informazioni Notizie Ultimo aggiornamento: 29 marzo 2014-08:24 RSS In Notizie Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile! 29 marzo 2014-08:24

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

ELEZIONI SUBITO? UN CATTIVO AFFARE PER IL PDL

ELEZIONI SUBITO? UN CATTIVO AFFARE PER IL PDL ELEZIONI SUBITO? UN CATTIVO AFFARE PER IL PDL Simulazioni elettorali sulla base del più recente sondaggio sulle intenzioni di voto - A cura di Piercamillo Falasca, 9 dicembre 2010 SINTESI Le elezioni anticipate

Dettagli

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE

REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE INDAGINE: COME I MANAGER VIVONO LA CRISI REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE Il sondaggio effettuato a fine anno da Astra Ricerche per Manageritalia parla chiaro: i manager sentono la crisi sulla propria

Dettagli

ANSA. Giustizia: Oua a Letta, ottimistiche previsioni su civile

ANSA. Giustizia: Oua a Letta, ottimistiche previsioni su civile ANSA Giustizia: Oua a Letta, ottimistiche previsioni su civile (ANSA) - ROMA, 30 SET - "Con il premier Letta siamo d' accordo su una cosa importante: il Paese ha bisogno di interventi sulla giustizia a

Dettagli

REGOLE DEL GIOCO v1.7.3

REGOLE DEL GIOCO v1.7.3 REGOLE DEL GIOCO v1.7.3 REGOLE GENERALI 1. Il presente regolamento si applica a tutti i partecipanti del Fantacalcio; la risoluzione di una qualsiasi situazione non prevista dal regolamento, o non chiarita

Dettagli

CONFESERCENTI Giovedì, 02 luglio 2015

CONFESERCENTI Giovedì, 02 luglio 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 02 luglio 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 02 luglio 2015 02/07/2015 Il Resto del Carlino Pagina 24 PEREGO ACHILLE Gli italiani tornano formichine Consumi, oggi parte il test dei saldi

Dettagli

inserto speciale la PENSIONE può ATTENDERE I Dossier di Famiglia Cristiana da staccare e conservare

inserto speciale la PENSIONE può ATTENDERE I Dossier di Famiglia Cristiana da staccare e conservare I Dossier di Famiglia Cristiana da staccare e conservare Finestre che si chiudono e altre che si aprono, ma con una differenza sostanziale: la via di uscita dal mondo del lavoro è una sola volta all anno.

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

Rischio povertà. Una soluzione: dare dignità al mercato

Rischio povertà. Una soluzione: dare dignità al mercato Rischio povertà. Una soluzione: dare dignità al mercato Leonardo Becchetti, Angela Schito - 15/04/2009 (BENE COMUNE:NET) Una delle conseguenze della crisi che stiamo vivendo riguarderà senza dubbio le

Dettagli

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili COME PARTIRE Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online Questo report si pone l obiettivo di dare una concreta speranza a chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO

MILENA GABANELLI IN STUDIO COME VA A FINIRE? Contanti saluti al nero aggiornamento del 15/4/2012 Di Stefania Rimini MILENA GABANELLI IN STUDIO Il 15 aprile scorso abbiamo proposto di ridurre drasticamente l uso del contante. Perché

Dettagli

La salute si paga cara POVERTÀ E CURE MEDICHE

La salute si paga cara POVERTÀ E CURE MEDICHE POVERTÀ E CURE MEDICHE TROPPE SPESE Per molte famiglie le cure indispensabili rappresentano un peso economicamente insostenibile. PRESTITI Non molto diffuse le assicurazioni sanitarie, piuttosto nel bisogno

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

a cura del Rag. Daniele LAURENTI, commercialista e revisore contabile

a cura del Rag. Daniele LAURENTI, commercialista e revisore contabile Carlin Laurenti & associati STUDIO COMMERCIALISTI e REVISORI 45014 PORTO VIRO (RO) Via Mantovana n. 86 tel 0426.321062 fax 0426.323497 per informazioni su questa circolare: evacarlin@studiocla.it Circolare

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

La lealtà ed il puro divertimento sono alla base del nostro Fantacalcio

La lealtà ed il puro divertimento sono alla base del nostro Fantacalcio 1 La lealtà ed il puro divertimento sono alla base del nostro Fantacalcio 1. Composizione formazioni Le formazioni dovranno essere composte da 3 portieri 8 difensori 8 centrocampisti 6 attaccanti 2. Schieramenti

Dettagli

Sicurezza e cittadinanza

Sicurezza e cittadinanza Sicurezza e cittadinanza (pp. 621 681 del volume) La numerazione di tabelle, tavole e figure riproduce quella del testo integrale Aspettando il Piano carceri Ci sono voluti quattro anni dall ultimo provvedimento

Dettagli

La fiducia. alle scelte di risparmio. Educare i giovani alla finanza e. consapevoli

La fiducia. alle scelte di risparmio. Educare i giovani alla finanza e. consapevoli dicembre 2010 Percorso formativo sperimentale di educazione economico-finanziaria Educare i giovani alla finanza e alle scelte di risparmio consapevoli La fiducia 2 La fiducia Durata: 1 ora. Obiettivo

Dettagli

Io e le mie tracce Informazione per il docente

Io e le mie tracce Informazione per il docente Informazione per il docente 1/8 Compito Diverse persone e gruppi, ad esempio futuri datori di lavoro, locatori, banche ecc., sono interessati ad ottenere maggiori informazioni su determinate persone. Uso

Dettagli

Pensioni: correggere le gravi criticità della riforma Futuro a rischio per 350 mila lavoratori. La questione non è chiusa

Pensioni: correggere le gravi criticità della riforma Futuro a rischio per 350 mila lavoratori. La questione non è chiusa Pensioni: correggere le gravi criticità della riforma Futuro a rischio per 350 mila lavoratori. La questione non è chiusa Secondo le stime più attendibili, di 350 mila lavoratori che si trovano a dover

Dettagli

RAI EXPO DEVE RESTARE A MILANO

RAI EXPO DEVE RESTARE A MILANO Lombardia Libera Bollettino a cura del Gruppo Lega Nord in Regione Lombardia (Fonti utilizzate: agenzia di stampa Lombardia Notizie e siti web Regione Lombardia) RAI EXPO DEVE RESTARE A MILANO Maroni:

Dettagli

BILANCI DELLE FAMIGLIE

BILANCI DELLE FAMIGLIE Il bilancio della famiglia Marzo 2010 BILANCI DELLE FAMIGLIE Marzo 2010 Introduzione Lo studio pone l accento sull analisi dei bilanci delle famiglie negli ultimi anni, che sono prese come fulcro e che

Dettagli

IL DEPOSITO Di Giuliano Marrucci

IL DEPOSITO Di Giuliano Marrucci IL DEPOSITO Di Giuliano Marrucci MILENA GABANELLI IN STUDIO Invece sulla questione dei rigassificatori non c è dubbio che dovremmo averne qualcuno e qui c è una storia che è proprio tutta italica. da A

Dettagli

Settore Sport - Prefettura e Forze dell Ordine - Società Modena Calcio - rappresentanze di tifosi UISP Modena Progetto Ultrà

Settore Sport - Prefettura e Forze dell Ordine - Società Modena Calcio - rappresentanze di tifosi UISP Modena Progetto Ultrà Progetto/azione Il tifoso protagonista della sicurezza Responsabilità Gabinetto del Sindaco Politiche per la Sicurezza Urbana Soggetti coinvolti Settore Sport - Prefettura e Forze dell Ordine - Società

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Il mercato dei figli

Il mercato dei figli Il mercato dei figli È una realtà veramente inquietante che finora non riguarda direttamente l Italia almeno dal punto di vista legislativo e ci auguriamo ardentemente non arrivi MAI ad essere permessa.

Dettagli

ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO

ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO I primi Giochi Easy : Il Palleggio ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO Insalata Mista. (stimolare l abitudine all utilizzo del palleggio) Dal palleggio in libertà tuttocampo dei bambini, dividere il campo in

Dettagli

Elezioni Comune di Napoli 2011

Elezioni Comune di Napoli 2011 Elezioni Comune di Napoli 2011 Alcune riflessioni sulle tendenze emerse dai sondaggi elettorali a cura di Michele Caiazzo, componente Assemblea Nazionale PD / responsabile Centro Studi e Ricerche PD Campania

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

by Salvatore Martorelli per Previdenza Flash Riscattare la laurea: conviene o non conviene? Salvatore Martorelli

by Salvatore Martorelli per Previdenza Flash Riscattare la laurea: conviene o non conviene? Salvatore Martorelli 1 Riscattare la laurea: conviene o non conviene Riscattare la laurea: conviene o non conviene? Salvatore Martorelli 2 Riscattare la laurea: conviene o non conviene RISCATTARE LA LAUREA:CONVIENE O NON CONVIENE?

Dettagli

DISCORSO DEL PRESIDENTE MINA GIANNANDREA IN OCCASIONE DEL PRIMO CONVEGNO DI FEDERstrade Le proposte dei commercianti di vicinato

DISCORSO DEL PRESIDENTE MINA GIANNANDREA IN OCCASIONE DEL PRIMO CONVEGNO DI FEDERstrade Le proposte dei commercianti di vicinato DISCORSO DEL PRESIDENTE MINA GIANNANDREA IN OCCASIONE DEL PRIMO CONVEGNO DI FEDERstrade Le proposte dei commercianti di vicinato Cari amici, illustri ospiti, Voglio innanzitutto ringraziarvi tutti per

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Il prossimo progetto

Il prossimo progetto Il prossimo progetto Probabilmente avrei dovuto usare una pietra più chiara per il pavimento. Avrebbe sottolineato la dimensione naturale della hall di ingresso, o forse è sbagliato il legno, anche se

Dettagli

STUDIO CAMPESE AVVOCATI aderente a LEGALI.IT GUIDA NAZIONALE AVVOCATI ITALIANI

STUDIO CAMPESE AVVOCATI aderente a LEGALI.IT GUIDA NAZIONALE AVVOCATI ITALIANI Articolo pubblicato su La Voce del Foro. Rivista dell Ordine degli Avvocati di Benevento, numero 3/2006, pagine 184-187 (www.ordineavvocati.bn.it) ed in Spigolature della stampa forense. A cura di Guido

Dettagli

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Alcuni quesiti per chiarire dubbi interpretativi sulla formazione dei lavoratori prevista dal Testo Unico: cosa significa collaborare con gli

Dettagli

Sequestro Confisca Lavoro: conversazione sulla legalità alla presenza del Ministro Alfano

Sequestro Confisca Lavoro: conversazione sulla legalità alla presenza del Ministro Alfano Sequestro Confisca Lavoro: conversazione sulla legalità alla presenza del Ministro Alfano Il convegno, svoltosi ad Acireale il 27 febbraio 2015 per iniziativa della Diocesi di Acireale assieme alla Associazione

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

MANIFESTO PER PARMA UNITA

MANIFESTO PER PARMA UNITA MANIFESTO PER PARMA UNITA Parma è una città piena di risorse, ricca di intelligenze vivaci, di saperi e cultura, fatta da persone intraprendenti che non possono non avvertire la responsabilità di questo

Dettagli