Azienda Sanitaria Locale Teramo RASSEGNA STAMPA. 5 novembre 2009 fai il log-in su e accedi alla Rassegna on-line.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Azienda Sanitaria Locale Teramo RASSEGNA STAMPA. 5 novembre 2009 fai il log-in su www.aslteramo.it e accedi alla Rassegna on-line."

Transcript

1 Azienda Sanitaria Locale Teramo RASSEGNA STAMPA 5 novembre 2009 fai il log-in su e accedi alla Rassegna on-line ASL Teramo tel /311

2 Quotidiano regionale Edizione Teramo In Fatto del giorno Pag. 11 Infermiere in rianimazione Contagiato dal virus prende la polmonite Da Sant Omero trasferito all ospedale Mazzini TERAMO. Malato di influenza A ricoverato in rianimazione a Teramo. Sono gravi le condizioni di un infermiere dell ospedale di Sant Omero che ha contratto una polmonite dopo essersi ammalato d influenza. L infermiere ha avuto la febbre a 38 per qualche giorno. Poi ha cominciato ad accusare particolari problemi respiratori e tre giorni fa è andato al pronto soccorso del Val Vibrata, dove gli hanno fatto una radiografia che ha evidenziato un focolaio di polmonite. E stato subito ricoverato nel reparto di malattie infettive di Teramo dove, fra l altro, gli hanno fatto il tampone. Ieri sono arrivati i risultati che hanno confermato che è influenza A, ma nel frattempo le sue condizioni sono peggiorate. Tanto che è stato ricoverato in rianimazione. E cosciente ma se dovesse peggiorare non è escluso il ricorso all assistenza ventilatoria meccanica. Intanto oggi inizierà la campagna di vaccinazione e si terrà anche la riunione della commissione Asl contro la pandemia, che probabilmente adotterà misure particolari. L altroieri si è tenuta una riunione interdipartimentale, coordinara dal direttore sanitario della Asl Pier Luca Bonazzi Del Poggetto che ha riservato nei reparti di pediatria letti per i bambini ammalati di influenza A (8 a Teramo, 4 a Sant Omero, 4 ad Atri). Attualmente sono sei i piccoli ricoverati per complicanze in tutta la Asl. Si tratta di casi non preoccupanti. Sono invece decine i genitori che si presentano ai pronto soccorso ogni giorno con i figli ammalati. «L influenza va curata a casa», ribadisce Mario Di Pietro, direttore del dipartimento materno-infantile, «non c è alcuna utilità a sapere che tipo è: non cambiano le indicazioni terapeutiche. Il paziente deve andare in ospedale solo se ha complicazioni, se non respira bene o se è particolarmente abbattuto. Invece al pronto soccorso arrivano pazienti che ad esempio hanno febbre da tre giorni, altri solo per fare il tampone e vedere se è influenza A. Non ovviamente glieli facciamo. Il tampone peraltro dà risposta dopo 48 ore mentre i farmaci antivirali, nei casi in cui sono utili, devono essere somministrati nelle prime 48 ore. In ospedale facciamo la valutazione clinica ed eventualmente una radiografia polmonare per accertare se c è broncolmonite e poi il paziente viene rimandato a casa». Il pediatra invece lancia un appello: «I visitatori devono limitare l accesso in ospedale: più persone vanno in ospedale più circola il virus». Bisogna in pratica evitare di contagiare i ricoverati. Sul fronte delle vaccinazioni, invece, da oggi si effettueranno al Siesp, il servizio di igiene, epidemiologia e sanità pubblica di Teramo (a Casalena) e nei distretti sanitari e sedi periferiche del Siesp. Per ora si possono vaccinare gli operatori sanitari e chi rientra nell ordinanza del ministero della Salute: le donne al 2º e 3º trimestre di gravidanza, i giovani tra 6 mesi e 17 anni (ma anche gli adulti con meno di 65 anni) con malattie croniche di diverso genere e i bambini tra 6 e 24 mesi nati pre-termine. (a.f.)

3 Quotidiano locale In Teramo Pag. 3

4 Quotidiano locale In Teramo Pag. 3 La responsabile del distretto sanitario ha stabilito il calendario Un vaccino in quattro tappe Roseto non comincerà oggi, come nel resto della provincia di Teramo

5 Quotidiano locale In Teramo Pag. 3

6 Quotidiano nazionale Edizione Abruzzo In Teramo Pag. 46 Influenza A, parte in anticipo la campagna di vaccinazione di VALENTINA PROCOPIO Parte oggi, in anticipo rispetto al previsto, la campagna di vaccinazione contro l influenza di tipo A. Per questa prima fase le vaccinazioni saranno rivolte alle categorie indicate dal ministero della Salute, oltre che al personale sanitario. «La vaccinazione -spiega il direttore sanitario della Asl Pierluca Bonazzi del Poggetto non è obbligatoria ma è consigliata per chi ha delle particolari patologie». L elenco di tutte le malattie croniche per cui è consigliabile il vaccino è presente sul sito della Asl. Per usufruire del servizio ci dovrà recare presso la sede del Servizio di Igiene, Epidemiologia e Sanità pubblica di Teramo, in contrada Casalena e nei distretti sanitari di base. Il vaccino è inoltre consigliato a donne al secondo e terzo mese di gravidanza, ai bambini tra 6 e 24 mesi, nati pre-termine e a chi, in generale vive in a stretto contatto con oggetti ad alto rischio che, per controindicazioni temporanee o permanenti, non possono essere vaccinati. Intanto la situazione nelle scuole resta sotto controllo, i dirigenti scolastici continuano a monitorare le assenze prolungate degli studenti e a comunicare alla Asl le situazioni più rilevanti, con assenze che arrivano al 50% del totale degli alunni per ogni classe. «Nessuna scuola teramanaconferma il direttore sanitario della Asl- ha finora chiesto di chiudere per timore del contagio, d altronde al momento non sembra una soluzione consigliabile». SANITA'

7 ASL TERAMO: DA DOMANI VACCINI CONTRO INFLUENZA A/H1N1 (ASTRA) - 4 nov - Teramo - La ASL di Teramo comunica che da domani avrà inizio la campagna di vaccinazione contro la nuova influenza da virus A/H1N1. Le vaccinazioni si effettueranno presso la sede del Servizio di Igiene, Epidemiologia e Sanità Pubblica di Teramo (Ctr.da Casalena) e presso tutte le altre sedi vaccinali aziendali (Distretti Sanitari di Base e sedi periferiche del SIESP). La vaccinazione viene offerta contestualmente agli operatori sanitari e alle persone individuate dall Ordinanza del Ministero della Salute del 20 ottobre 2009, e cioè donne al 2 e 3 trimestre di gravidan za; le persone di età compresa tra 6 mesi e 17 anni con le seguenti patologie concomitanti: malattie croniche a carico dell'apparato respiratorio, inclusa asma, displasia broncopolmonare, fibrosi cistica e BPCO; gravi malattie dell'apparato cardiocircolatorio, comprese le cardiopatie congenite ed acquisite; diabete mellito e altre malattie metaboliche; gravi epatopatie e cirrosi epatica; malattie renali con insufficienza renale; malattie degli organi emopoietici ed emoglobinopatie; neoplasie; malattie congenite ed acquisite che comportino carente produzione di anticorpi; immunosoppressione indotta da farmaci o da HIV; malattie infiammatorie croniche e sindromi da malassorbimento intestinale; patologie associate ad un aumentato rischio di aspirazione delle secrezioni respiratorie, ad esempio malattie neuromuscolari; obesità con Indice di massa corporea (BMI) > 30 e gravi patologie concomitanti; condizione di familiare o di contatto stretto di soggetti ad alto rischio che, per controindicazioni temporanee o permanenti, non possono essere vaccinati; gli adulti di età inferiore ai 65 anni con le stesse patologie concomitanti di cui sopra; i bambini tra 6 e 24 mesi, nati pre-termine.

8 Influenza A: la Asl di Teramo dà il via alla campagna di vaccinazione Stabilito il calendario del Distretto di base di Roseto Ecco le persone che possono sottoporsi alla somministrazione TERAMO Da domani la ASL di Teramo dà il via alla campagna di vaccinazione contro la nuova influenza da virus A/H1N1. Le vaccinazioni, informa una nota, si effettueranno presso la sede del Servizio di Igiene, epidemiologia e sanità pubblica di Teramo in contrada Casalena e presso tutte le altre sedi vaccinali aziendali quali i distretti sanitari di base e le sedi periferiche del Siesp). Nel territorio del Distretto di base di Roseto, il calendario vaccinale è stato concordato nel corso di una riunione tra la responsabile del servizio, Luana Portanti e il sindaco Di Bonaventura. Gli operatori sanitari saranno vaccinati il 9 e 10 novembre all'ospedale di Giulianova, mentre dall'11 al 14 novembre, al distretto sanitario di Roseto, sarà la volta delle mamme in attesa e dei bambini e adulti di età compresa tra i 6 mesi e i 65 anni con patologie croniche (ad esempio malattie croniche dell'apparato respiratorio, di quello cardiocicrolatorio, gravi epatopatie, malattie renali, neoplasie). il terzo intervento sarà diretto agli operatori delle forze dell'ordine (presso il distretto di Roseto, dal 25 al 28 novembre). Stessa data e stesso luogo per le vaccinazioni al personale della Protezione civile, agli addetti ai rifiuti, agli acquedotti, ai trasporti pubblici. L'ultimo turno di vaccinazione, dal 2 al 5 dicembre al distretto rosetano, riguarderà gli insegnanti, i lavoratori postali e agli addetti ai servizi essenziali. Ecco le persone individuate dall ordinanza del Ministero della Salute del 20 ottobre 2009 che possono sottoporsi alla vaccinazione: - le donne al 2 e 3 trimestre di gravidanza - le persone di età compresa tra 6 mesi e 17 anni con le seguenti patologie concomitanti:

9 malattie croniche a carico dell'apparato respiratorio, inclusa asma, displasia broncopolmonare, fibrosi cistica e BPCO; gravi malattie dell'apparato cardiocircolatorio, comprese le cardiopatie congenite ed acquisite; diabete mellito e altre malattie metaboliche; gravi epatopatie e cirrosi epatica; malattie renali con insufficienza renale; malattie degli organi emopoietici ed emoglobinopatie; neoplasie; malattie congenite ed acquisite che comportino carente produzione di anticorpi; immunosoppressione indotta da farmaci o da HIV; malattie infiammatorie croniche e sindromi da malassorbimento intestinale; patologie associate ad un aumentato rischio di aspirazione delle secrezioni respiratorie, ad esempio malattie neuromuscolari; obesita' con Indice di massa corporea (BMI) > 30 e gravi patologie concomitanti; condizione di familiare o di contatto stretto di soggetti ad alto rischio che, per controindicazioni temporanee o permanenti, non possono essere vaccinati. - gli adulti di età inferiore ai 65 anni con le stesse patologie concomitanti di cui sopra. - i bambini tra 6 e 24 mesi, nati pre-termine

10 La ASL di Teramo comunica che da domani, giovedì 5 novembre 2009, avrà inizio la campagna di vaccinazione contro la nuova influenza da virus A/H1N1. Le vaccinazioni si effettueranno presso la sede del Servizio di Igiene, Epidemiologia e Sanità Pubblica di Teramo (Ctr.da Casalena) e presso tutte le altre sedi vaccinali aziendali (Distretti Sanitari di Base e sedi periferiche del SIESP). La vaccinazione viene offerta contestualmente agli operatori sanitari e alle persone individuate dall Ordinanza del Ministero della Salute del 20 ottobre 2009, e cioè: le donne al 2 e 3 trimestre di gravidanza le persone di età compresa tra 6 mesi e 17 anni con le seguenti patologie concomitanti: - malattie croniche a carico dell apparato respiratorio, inclusa asma, displasia broncopolmonare, fibrosi cistica e BPCO; - gravi malattie dell apparato cardiocircolatorio, comprese le cardiopatie congenite ed acquisite; - diabete mellito e altre malattie metaboliche; - gravi epatopatie e cirrosi epatica; - malattie renali con insufficienza renale; - malattie degli organi emopoietici ed emoglobinopatie; - neoplasie; - malattie congenite ed acquisite che comportino carente produzione di anticorpi; - immunosoppressione indotta da farmaci o da HIV; - malattie infiammatorie croniche e sindromi da malassorbimento intestinale; - patologie associate ad un aumentato rischio di aspirazione delle secrezioni respiratorie, ad esempio malattie neuromuscolari; - obesita con Indice di massa corporea (BMI) > 30 e gravi patologie concomitanti; - condizione di familiare o di contatto stretto di soggetti ad alto rischio che, per controindicazioni temporanee o permanenti, non possono essere vaccinati. gli adulti di età inferiore ai 65 anni con le stesse patologie concomitanti di cui sopra. i bambini tra 6 e 24 mesi, nati pre-termine Teramo Direzione Generale ASL Teram

11 SANITA' INFLUENZA A, A ROSETO PARTE CAMPAGNA VACCINAZIONI (ASTRA) - 4 nov - Roseto degli Abruzzi (TE) - Anche a Roseto sta per partire la campagna di vaccinazioni contro l influenza H1N1. Lo ha comunicato ieri sera, durante un incontro ufficiale con il sindaco Franco Di Bonaventura, la Dott.ssa Luana Portanti, Dirigente Medico del Distretto Sanitario di Base. La prima tappa, in ottemperanza alle disposizioni ministeriali e regionali, partirà il 9 e il 10 novembre all Ospedale di giulianova e riguarderà gli operatori e dipendenti degli ospedali, sanità pubblica, case di cura, case di riposo, servizi residenziali e semiresidenziali. Il secondo intervento, fissato dall 11 al 14 novembre, interesserà le mamme in attesa al secondo e terzo trimestre, bambini e adulti con patologie croniche tra i sei mesi e i 65 anni. Il vaccino sarà somministrato nei Distretto Sanitario di Base di Roseto. Il terzo intervento sarà diretto agli operatori delle forze dell'ordine. Il vaccino sarà somministrato nel Distretto di Roseto dal 25 al 28 novembre. Il quarto intervento, previsto fra il 25 e il 28 novembre, è destinato agli operatori della Protezione Civile, agli addetti ai rifiuti, agli acquedotti e ai trasporti pubblici. Anche in questo caso il vaccino sarà somministrato nel Distretto tra il 25 e il 28 novembre. L'ultimo intervento che riguarda insegnanti, lavoratori delle poste e addetti ai servizi essenziali è previsto dal 2 al 5 dicembre sempre nel Distretto Sanitario di Base di Roseto. Per maggiori informazioni sono disponibili le linee telefoniche ;

12 La campagna di vaccinazione contro l influenza H1N1 nel territorio di Roseto, seguirà un preciso percorso a tappe. Lo ha comunicato ieri sera, durante un incontro ufficiale con il Sindaco Franco Di Bonaventura, la Dott.ssa Luana Portanti Dirigente Medico del Distretto Sanitario di Base. Alla campagna vaccinale, in ottemperanza alle disposizioni Ministeriali e Regionali, sono interessati gli operatori e dipendenti degli ospedali, sanità pubblica, case di cura, case di riposo, servizi residenziali e semiresidenziali ( il 9 e 10 novembre all Ospedale di Giulianova). Il secondo intervento interesserà le mamme in attesa al 2 e 3 trimestre, bambini e adulti con patologie croniche tra i sei mesi e i 65 anni. Il vaccino sarà somministrato nei Distretto Sanitario di Base di Roseto dal giorno 11 e fino al 14 novembre ). Il terzo intervento sarà diretto agli operatori delle forze dell Ordine. Il vaccino sarà somministrato presso il Distretto di Roseto ( dal 25 al 28 novembre). Il quarto intervento è destinato agli operatori della Protezione Civile, agli addetti ai rifiuti, agli acquedotti ed ai trasporti pubblici. Anche in questo caso il vaccino sarà somministrato presso il Distretto tra il 25 e il 28 novembre. L ultimo intervento che riguarda insegnanti, lavoratori delle poste e addetti ai servizi essenziali è previsto dal 2 al 5 dicembre sempre presso il Distretto Sanitario di Base di Roseto.

13 Quotidiano nazionale Edizione Abruzzo In Teramo Pag. 16

14 Quotidiano regionale Edizione Teramo In Attualità Pag. 12 Stipendi SanStefar, pignorata la Asl Teramo, dovrà pagare 600mila euro ai lavoratori della società del gruppo Angelini I 48 dipendenti da sette mesi senza busta paga si sono rivolti al tribunale ANTONELLA FORMISANI E DIANA POMPETTI TERAMO. La prima battaglia di 48 dei 100 dipendenti dei centri SanStefar di Teramo, da marzo senza stipendio, è stata vinta in un aula di tribunale. I lavoratori dei centri di riabilitazione che fanno capo al gruppo Angelini dovranno essere pagati con i soldi pignorati alla Asl. Lo ha stabilito il giudice Patrizia Carota (tribunale civile) che ha accolto i decreti ingiuntivi e le richieste di pignoramento presentate su iniziativa del sindacato Funzione Pubblica della Cgil dall avvocato Renzo Di Sabatino. Sarà la Asl di Teramo a dover versare nelle tasche dei lavoratori quasi seicentomila euro, soldi che l azienda sanitaria guidata dal direttore generale Mario Molinari avrebbe dovuto pagare al gruppo Angelini come credito per le prestazioni fornite. Quel denaro ora dovrà servire solo per pagare i lavoratori. Questo mentre a Pescara i quasi 1400 dipendenti del gruppo Villa Pini, tutti senza stipendio da sette mesi, continuano ad occupare la sede regionale dell assessorato alla sanità in una drammatica vertenza. LA VERTENZA. I centri SanStefar in provincia sono cinque: a Teramo, Alba Adriatica, Atri, Roseto e Sant Egidio. La vertenza dei centri ha creato notevoli disagi, soprattutto tra i familiari dei tantissimi disabili assistiti dagli operatori dei centri di riabilitazione, in particolare bambini. Da dicembre, visto che la proprietà non paga la benzina, le prestazioni a domicilio sono state sospese e quelle nei centri sono state notevolmente ridotte. Dopo una serie di manifestazioni di protesta la Fp Cgil ha presentato un ingiunzione di pagamento, che è stata accordata, per i 48 dipendenti che il sindacato rappresenta, ma è probabile che nelle prossime settimane anche altri dipendenti seguano la stessa strada. Sabato mattina sindacato e lavoratori avranno una riunione con l avvocato per espletare le pratiche burocratiche per incassare materialmente i soldi. IL SINDACATO. Soddisfatto della sentenza Amedeo Marcattili, segretario della Fp Cgil: «Grazie all azione della Fp Cgil a questi lavoratori viene riconosciuto un diritto. Ci dispiace di aver dovuto far ricorso al giudice quando il diritto a percepire lo stipendio è codificato da leggi e contratto. Siamo stati lasciati soli dalle istituzioni. La giunta Chiodi, in particolare gli assessori Venturoni e Gatti nulla hanno fatto perchè non si arrivasse a questo punto». Da otto giorni i lavoratori occupano notte e giorno l assessorato, «ma nessuno si è fatto vedere», precisa Marcattili. Oggi i sindacati avranno un incontro con la Regione. «Cercheremo come si può risolvere la questione Angelini, che fa il bello e cattivo tempo e si permette di non pagare gli stipendi. Non è possibile continuare con le ingiunzioni di pagamento: si deve dire una parola definitiva. Le famiglie monoreddito dei lavoratori del SanStefar sono in serissime difficioltà. Ci sono casi di persone separate in cui il giudice ha tolto i figli perchè non riuscivano a provvedere al loro sostentamento», conclude il sindacalista.

15 Quotidiano locale In Teramo Pag. 6 Centro San Stefar, Angelini non paga? Lo farà la ASL sborsando 600 mila euro

16 Quotidiano nazionale Edizione Abruzzo In Teramo Pag. 46 Gruppo Angelini Per i centri San.Stef.Ar è scattato il pignoramento Prima il decreto ingiuntivo, ieri però è scattato il pignoramento. Nelle casse della Asl sono stati trovati circa 850mila euro da assegnare adesso ai dipendenti delle diverse strutture sul territorio della San.Stef.Ar, azienda del Gruppo Angelini. Si tratta di centri ambulatoriali di riabilitazione convenzionati con la Asl dove lavorano dipendenti in attesa dello stipendio ormai dalla passata primavera. C è voluto, insomma, l intervento dei legali e dei giudici per riuscire ad ottenere il pignoramento delle somme. Si parla di qualcosa come 100 dipendenti senza stipendio che avevano agito legalmente: una cinquantina quelli che lavorano nelle strutture teramane, il restante in provincia di Pescara. Centri ambulatoriali di riabilitazione convenzionati con la Asl della San.Stef.Ar stanno a Teramo, Sant Egidio, ma anche ad Atri e in altri posti lungo la costa. I dipendenti abruzzesi scesero in piazza subito dopo lo scandalo di sanitopoli alla Regione, urlando contro Angelini: Paghi le tangenti, ma non gli stipendi. Con il pignoramento di ieri sicuramente, invece, potranno tornare a riavere un po di serenità. T.Poe.

17 Val Vibrata Quotidiano nazionale Edizione Abruzzo In Giulianova/Roseto/ Val Vibrata Pag. 47 Ospedale da salvare: «Basta medici trasferiti» di MICHELE NARCISI VAL VIBRATA - E terminato nel segno della speranza l incontro tra il consigliere regionale Emiliano Di Matteo (in rappresentanza di amministratori e cittadini vibratiani), il governatore Gianni Chiodi e l assessore regionale alla sanità Lanfranco Venturoni. Incontro con al centro della discussione la gestione attuale dell ospedale Val Vibrata, i punti di criticità legati al mantenimento dei servizi, la carenza di personale medico e paramedico e, più in generale, le prospettive del presidio alla luce del riordino regionale. Il segno di speranza lo ha sottolineato lo stesso Di Matteo, alla fine del summit con i vertici regionali. «C è l impegno comune- ha dichiarato il vice-capogruppo Pdl alla Regione- a sfruttare al massimo una struttura che è perfettamente a norma, comprese le sale operatorie. Il personale quindi dovrà essere sufficiente per le operazioni da compiere, per le cure da prestare. Di quì la decisione, condivisa dall assessore Venturoni e dal manager Molinari, di potenziare i reparti attraverso alcuni distacchi mirati, attraverso rotazioni di medici di altri presidi. E ovvio- ha aggiunto Emiliano Di Matteo- che dal Val Vibrata non se ne andrà nessuno, se non per motivi di pensionamento». Il fine è quello di bloccare la mobilità passiva e, conseguentemente, di dare la certezza ai potenziali utenti di poter essere curati e assistiti nel miglior modo possibile, con personale e attrezzature adeguate. Si è parlato, nell incontro in Regione, pure delle prospettive future dell ospedale santomerese. La linea guida è quella tracciata dall assessore Venturoni: gestione mista pubblico-privato. «Con il ruolo pubblico- ha tenuto a sottolineare l ex sindaco di Ancaranoche risulterà prevalente con il 51% di capitale. Anche perchè, dopo una fase transitoria, la riorganizzazione della rete ospedaliera dovrà essere fatta in maniera efficace, coinvolgendo anche i soggetti privati».

18 Quotidiano regionale Edizione Teramo I pm: «Aracu va arrestato». Il gip dice no In Abruzzo Pag. 17 La richiesta risale a 3 mesi fa: per il giudice indizi gravi, ma esigenze cautelari cessate MARIA ROSA TOMASELLO PESCARA. Arrestare il deputato Sabatino Aracu. Era questa richiesta, avanzata dalla procura tre mesi fa al gip, la chiusura del cerchio dell inchiesta sulla sanità. Ieri il giudice ha rigettato l istanza. Con la firma su un corposo provvedimento in cui si analizzano in dettaglio le accuse mosse dai magistrati titolari dell inchiesta - il procuratore capo Nicola Trifuoggi e i sostituti Giuseppe Bellelli e Giampiero Di Florio - il giudice Maria Michela Di Fine ha detto no all arresto richiesto il 5 agosto scorso: le esigenze cautelari, sostiene, sono venute meno. Per la procura, il deputato del Pdl sarebbe responsabile dei reati di associazione per delinquere finalizzata a deviare e condizionare l attività amministrativa della Regione in campo sanitario, di abuso, truffa, concussione continuata e di peculato. Di più: l ex coordinatore regionale di Forza Italia e presidente della Federazione italiana di pattinaggio, sarebbe stato uno dei promotori, assieme a Giancarlo Masciarelli e Vito Domenici, dell associazione per delinquere di cui avrebbero fatto parte anche l ex governatore Giovanni Pace con Vincenzo Trozzi, Mario Romano, Vincenzo Maria Angelini, Luigi Conga, Pierluigi Cosenza, Pietro Anello, Antonio Boschetti. Secondo l accusa, Aracu avrebbe intascato direttamente da Angelini 980 mila euro: il doppio, quindi, della cifra indicata a giugno dal re della sanità privata (500 mila euro). Non solo: a lui sarebbero riconducibili anche i soldi che sarebbero stati incassati dall ex manager della Asl di Chieti Conga, in virtù delle presunte «capacità di intimidazione» del parlamentare. Le «gravissime condotte» di Aracu, argomenta il pool, non si sarebbero cristallizzate nel passato: sarebbero proseguite in tempi più recenti, evidenziando il rischio che i reati potessero essere reiterati. Per il gip Di Fine, il deputato del Pdl sarebbe responsabile di «fatti gravi» non solo per l entità del profitto, ma anche per «le modalità di esecuzione delle condotte». Dunque, «gravi indizi» a carico dell indagato esisterebbero. Tuttavia, il lungo tempo trascorso dall epoca in cui gli atti illeciti sarebbero stati commessi, tra il 2003 e il 2005, non giustifica l arresto. Le ragioni delle decisioni adottate nei confronti di altri co-imputati all epoca dell esplosione dello scandalo, spiega Di Fine, sono state superate e gli stessi arresti hanno disgregato la presunta organizzazione criminale. Sebbene gravi, i reati di concussione e truffa, alla luce dell ulteriore tempo trascorso, spiega il giudice, non possono costituire «elemento utile» per l applicazione della misura cautelare nei confronti di Aracu. E i nuovi fatti evidenziati dai pm (legati in particolare alla Federazione pattinaggio) anche se importanti, sottolinea il gip, non sono collegati alla vicenda della sanità. Dunque, niente arresto. Se, al contrario, la richiesta fosse stata accettata, gli atti avrebbero dovuto essere inviati alla Camera per l autorizzazione a procedere.

19 Quotidiano nazionale Edizione Abruzzo Aracu: accuse più pesanti, ma niente arresto In Pescara Pag. 41 Il Gip Di Fine: «Era al vertice del sistema di corruzione del centrodestra con Domenici e Conga» di MAURIZIO CIRILLO Niente arresto per l onorevole del Pdl, Sabatino Aracu. Il giudice per le indagini preliminari, Maria Michela Di Fine, ha detto no al pool di magistrati dell inchiesta sanità, che il 5 agosto scorso aveva depositato la richiesta di arresti domiciliari per il parlamentare. Un no che non alleggerisce, anzi, il carico di accuse nei confronti di Aracu, dipinto come gran regista delle tangenti sanitarie destinate al centrodestra abruzzese. Ad esprimersi così è lo stesso magistrato che a luglio dello scorso anno firmò gli arresti di Ottaviano Del Turco, di parte della sua giunta e di altri personaggi di primo piano della politica abruzzese, ipotizzando però a carico di Aracu soltanto un isolato tentativo di concussione. Oggi il giudice Di Fine dice che la posizione del parlamentare è più grave, anche se viene meno l attualità del pericolo: è passato cioè circa un anno e mezzo dal blitz che ha decapitato la giunta Del Turco gettando molte ombre sulla precedente. Soprattutto, Aracu non è più il coordinatore regionale di Forza Italia (partito poi confluito con An nel Pdl), e dunque non c è la possibilità di reiterare il reato: elementi fondamentali per concedere l arresto. Una decisione indubbiamente sofferta, depositata ieri mattina dopo tre mesi di studio delle carte. Dunque niente arresto e di conseguenza nessuna richiesta da inviare alla commissione parlamentare per le autorizzazioni a procedere che difficilmente avrebbe comunque dato il suo consenso. Ma dicendo no al pool formato dal procuratore Nicola Trifuoggi e dai sostituti Giuseppe Bellelli e Giampiero Di Florio, il gip ha anche ribadito, evidenziato e sottolineato, nelle oltre cento pagine del provvedimento di rigetto, il ruolo chiave di Aracu nella vicenda dello scandalo sanità. Innanzitutto va detto che la posizione del parlamentare Pdl è cambiata rispetto all ordinanza dello scorso luglio, che colpì il governatore Del Turco, molti dei suoi uomini ma anche esponenti della precedente giunta di centrodestra. Aracu viene inserito appieno nel sistema delle tangenti con un ruolo di vertice, figurando fra le menti dell associazione per delinquere e dunque quale organizzatore e beneficiario delle tangenti milionarie versate dall imprenditore della sanità privata, Vincenzo Angelini, anche lui indagato. Un ruolo di primo piano che viene ampiamente definito nel provvedimento che lo salva dagli arresti, e dove la posizione di Aracu viene collegata a doppio filo con quella dell ex assessore regionale alla sanità della giunta Pace, Vito Domenici, e a quella dell ex manager della Asl di Chieti Luigi Conga. D altronde fu lo stesso Angelini, nell ultimo interrogatorio davanti al pool, a spiegare come versò il milione di euro di tangenti ad Aracu che in quel momento aveva il potere di gestire due pedine fondamentali per Angelini come Domenici e Conga: una parte consegnata direttamente dallo stesso imprenditore e una parte tramite il manager Conga che la procura ritiene il grande collettore di tangenti del governo di centrodestra, quello che ha preceduto la salita al potere di Del Turco, quello

20 che ha dato senza dubbio tanti soldi ad Angelini. Il gip Di Fine in quest ultimo provvedimento riporta ampi stralci dell interrogatorio di Angelini e soprattutto prende in considerazione il memoriale della ex moglie di Aracu, Maria Maurizio. Un memoriale sul quale la magistratura e la guardia di finanza hanno lavorato molto trovando ottimi riscontri (soprattutto in relazione all acquisto di alcuni immobili in coincidenza delle dazioni di Angelini) e che molto probabilmente troverà più spazio nello stralcio che il pool sta definendo: un procedimento parallelo dove si parla delle attività immobiliari dell onorevole Aracu, della sua disinvolta gestione della federazione pattinaggio e dei Giochi del Mediterraneo. Il pool, invece, incassa sì un rigetto, che forse era anche stato messo in conto tanto che da settimane i tre magistrati stanno lavorando per definire la conclusione delle indagini senza preoccuparsi più di tanto della decisione del gip, ma anche un punto indiscutibilmente a loro favore per quanto riguarda l impianto accusatorio che viene irrobustito da una serie di nuovi elementi.

21 IL SENATO AVVIA L INDAGINE Quotidiano regionale Edizione Teramo Marino chiede le carte di Del Turco In Abruzzo Pag. 17 PESCARA. I documenti dell inchiesta Sanitopoli condotta dalla Procura di Pescara saranno acquisiti dalla Commissione parlamentare presieduta dal senatore Ignazio Marino. La Commissione d inchiesta sull efficacia ed efficienza del servizio sanitario ha intenzione di esaminare i fascicoli, le deposizioni, quanto altro denunciato e contenuto nella maxi inchiesta che il 14 luglio 2008 portò agli arresti di 9 persone tra cui l allora presidente della giunta regionale Ottaviano Del Turco e che vede complessivamente 35 persone indagate. L iniziativa della Commissione si collega con una indagine nazionale sulla corruzione nella sanità. La richiesta di documenti è pervenuta nei giorni scorsi sul tavolo del procuratore generale Nicola Trifuoggi ed è relativa agli atti «ostensibili», ossia quei documenti contenuti nei fascicoli che possono essere resi noti solo dopo la conclusione delle indagini. Nei giorni scorsi la Commissione del Senato ha deliberato per sè i poteri di autorità giudiziaria il che, naturalmente non significa poteri decisionali sulle persone indagate, ma ispettivi come la ricerca e l esame dei documenti e l approfondimento anche di altri capitoli connessi all inchiesta, andando anche a ritroso nei rapporti tra Regione, Asl e cliniche private. Questo ulteriore esame si concluderà con una relazione della Commissione d inchiesta. A dare il via all iniziativa del Senato sono stati i dipendenti e i sindacati impegnati nella vertenza Villa Pini all indomani del blitz sulle strutture di riabilitazioni del gruppo dell imprenditore Angelini, hanno sollecitato ulteriori controlli e indagini. (m.p.)

Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita

Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita Iniziativa di comunicazione della Regione Piemonte. Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita Non farti influenzare Contro l A/H1N1 scegli la prevenzione www.regione.piemonte.it/sanita

Dettagli

gratuita per alcune categorie:

gratuita per alcune categorie: DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICA Vaccinazione antinfluenzale stagionale 2010-2011 l ASL organizza LA CAMPAGNA ANTINFLUENZALE in collaborazione con i Medici di Medicina Generale con inizio il giorno 2

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

DECRETO n. 542 del 24/10/2014

DECRETO n. 542 del 24/10/2014 ASL di Brescia Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030.38381 Fax 030.3838233 - www.aslbrescia.it - informa@aslbrescia.it Posta certificata: servizioprotocollo@pec.aslbrescia.it

Dettagli

Campagna informativa sulle dipendenze patologiche. Abruzzo Sanità: il nostro impegno per la tua salute.

Campagna informativa sulle dipendenze patologiche. Abruzzo Sanità: il nostro impegno per la tua salute. Campagna informativa sulle dipendenze patologiche Abruzzo Sanità: il nostro impegno per la tua salute. Cari cittadini, è con orgoglio che vi presento la prima di dieci Campagne di Comunicazione sanitaria

Dettagli

Progetto co-finanziato da MINISTERO DELL INTERNO UNIONE EUROPEA. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi L OSPEDALE IN TASCA

Progetto co-finanziato da MINISTERO DELL INTERNO UNIONE EUROPEA. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi L OSPEDALE IN TASCA Progetto co-finanziato da UNIONE EUROPEA MINISTERO DELL INTERNO Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi H L OSPEDALE IN TASCA 1 INDICE Il Pronto Soccorso Il ricovero in ospedale Le

Dettagli

Oggetto: Proposte Fimmg Lazio per fronteggiare la Pandemia Influenzale.

Oggetto: Proposte Fimmg Lazio per fronteggiare la Pandemia Influenzale. Il Segretario Generale Regionale del Lazio Roma,31.8.09 Pagina 1 di 6 Prot. PLB 839/09 Alla cortese attenzione del Commissario Ad acta per la Sanità Della Regione Lazio Presidente Piero Marrazzo Via Cristoforo

Dettagli

Bollettino sanitario D I P A R T I M E N T O D I S A N I T A E I G I E N E M E N T A L E D E L L A C I T T À D I N E W Y O R K

Bollettino sanitario D I P A R T I M E N T O D I S A N I T A E I G I E N E M E N T A L E D E L L A C I T T À D I N E W Y O R K V O L U M E 8, N U M E R O 8 Bollettino sanitario D I P A R T I M E N T O D I S A N I T A E I G I E N E M E N T A L E D E L L A C I T T À D I N E W Y O R K D I P A R T I M E N T O D I S A N I T A E I G

Dettagli

Influenza A(H1N1) How to protect yourself and others. www.euro.who.int/influenza

Influenza A(H1N1) How to protect yourself and others. www.euro.who.int/influenza Influenza A(H1N1) How to protect yourself and others www.euro.who.int/influenza INFLUENZA A(H1N1) COSA E QUESTA NUOVA INFLUENZA 1. Cosa è l Influenza A(H1N1)? L influenza A(H1N1) è un nuovo virus influenzale

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 5 Novembre 2014. Le contraddizioni della sanità pubblica lodigiana

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. Data 5 Novembre 2014. Le contraddizioni della sanità pubblica lodigiana Pagina 1 di 7 rassegna stampa Data 5 Novembre 2014 IL CITTADINO Lodi Le contraddizioni della sanità pubblica lodigiana Lettere & opinioni Rossi proprio come Renzi non si confronta con il sindacato Codogno

Dettagli

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012

TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 TRATTATIVA AZIENDALE 20.09.2012 Odg Fondi contrattuali, varie ed eventuali. Per l'azienda sono presenti: dott.ssa Valori, dott.ssa Biancheri, dott.ssa Battistoni, dott.ssa Pellegrini, dott. Orlando Valori

Dettagli

Abruzzo sanità: il nostro impegno per la tua salute. Campagna informativa sul diabete

Abruzzo sanità: il nostro impegno per la tua salute. Campagna informativa sul diabete Campagna informativa sul diabete DIREZIONE POLITICHE DELLA SALUTE Attività Ispettiva-Controllo Qualità Abruzzo sanità: il nostro impegno per la tua salute. Cari cittadini, è con orgoglio che vi presento

Dettagli

Influenza suina: l influenza A (H1N1)

Influenza suina: l influenza A (H1N1) . Influenza suina: l influenza A (H1N1) Il virus: lui chi è Ad aprile si sono registrati in Messico casi di infezione nell uomo da nuovo virus influenzale di tipo A (H1N1), precedentemente identificato

Dettagli

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 12 Maggio 2015 IL CITTADINO Lodi Lettere & opinioni Un trattamento del paziente attento e dignitoso

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA 12 Maggio 2015 IL CITTADINO Lodi Lettere & opinioni Un trattamento del paziente attento e dignitoso Pagina 1 di 6 rassegna stampa 12 Maggio 2015 IL CITTADINO Lodi Un trattamento del paziente attento e dignitoso Tre reparti formati da persone di qualità Codogno Medici di talento, premio ganelli a laura

Dettagli

MEDICINA INTERNA. Ospedale di Santa Margherita Ligure DOVE SIAMO. Responsabile: Prof. Roberto FRANCESCHINI

MEDICINA INTERNA. Ospedale di Santa Margherita Ligure DOVE SIAMO. Responsabile: Prof. Roberto FRANCESCHINI MEDICINA INTERNA Ospedale di Santa Margherita Ligure Responsabile: Prof. Roberto FRANCESCHINI Capo Sala : Sig.ra Giulia PARETI DOVE SIAMO La struttura è situata al TERZO piano dell Ospedale di Santa Margherita

Dettagli

La Campagna Straordinaria di Recupero

La Campagna Straordinaria di Recupero La Campagna Straordinaria di Recupero Strategie di vaccinazione da attuare per eliminare il morbillo Raggiungere e mantenere nel tempo coperture vaccinali entro i 2 anni per una dose di MPR > 95%. Vaccinare

Dettagli

TERZA SEZIONE VACCINAZIONI

TERZA SEZIONE VACCINAZIONI TERZA SEZIONE VACCINAZIONI Obiettivi generali di Piano: - Realizzazione della gestione informatizzata delle vaccinazioni - Miglioramento della qualità dell offerta vaccinale - Aumento delle coperture nelle

Dettagli

Cota: Lamiagiunta. Èl oradiresistere. Tosi accorre da Verona e attacca la magistratura

Cota: Lamiagiunta. Èl oradiresistere. Tosi accorre da Verona e attacca la magistratura Cota: Lamiagiunta nontraballa Èl oradiresistere Tosi accorre da Verona e attacca la magistratura Retroscena «La mia giunta non traballa. Nei m o m e n t i difficili bisogna saper resistere». Roberto Cota,

Dettagli

SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE

SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE SC ONCOLOGIA CHE COSA È UTILE SAPERE DOVE ANDARE PER cominciare un percorso oncologico, prenotare una visita CENTRO ACCOGLIENZA E SERVIZI (CAS): Ospedale U. Parini, blocco D, piano -1 È la struttura dedicata

Dettagli

Immigrazione, come dove e quando

Immigrazione, come dove e quando Immigrazione, come dove e quando Manuale d uso per l integrazione Edizione 2008 a cura del Ministero del lavoro, della Salute e Politiche Sociali Settore Politiche Sociali www.solidarietasociale.gov.it

Dettagli

relazione a quanto pubblicato a pg. 8 nell edizione odierna del Il Nuovo Molise (Malasanità al Cardarelli, un paziente) il dott.

relazione a quanto pubblicato a pg. 8 nell edizione odierna del Il Nuovo Molise (Malasanità al Cardarelli, un paziente) il dott. 10 Venerdì 2 settembre 2011 CAMPOBASSO LA REPLICA Malasanità, l Asrem si difende Lʼospedale Cardarelli di Campobasso CAMPOBASSO. In relazione a quanto pubblicato a pg. 8 nell edizione odierna del Il Nuovo

Dettagli

Risonanza magnetica nucleare, nuovo apparecchio al Medical Center

Risonanza magnetica nucleare, nuovo apparecchio al Medical Center Sabato 3 settembre 2011 15 TERMOLI Risonanza magnetica nucleare, nuovo apparecchio al Medical Center Tra le autorità presenti per lʼinaugurazione il governatore Iorio, il vescovo De Luca e il sindaco di

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

L influenza pandemica: tutto ciò che dovete sapere

L influenza pandemica: tutto ciò che dovete sapere Sigla editoriale Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Editore: Ufficio federale della sanità pubblica Data di pubblicazione: settembre 2009 L opuscolo è pubblicato anche nelle seguenti lingue: Tedesco

Dettagli

Azienda Sanitaria Locale Teramo RASSEGNA STAMPA. 24 gennaio 2009 fai il log-in su www.aslteramo.it e accedi alla Rassegna on-line.

Azienda Sanitaria Locale Teramo RASSEGNA STAMPA. 24 gennaio 2009 fai il log-in su www.aslteramo.it e accedi alla Rassegna on-line. Azienda Sanitaria Locale Teramo RASSEGNA STAMPA 24 gennaio 2009 fai il log-in su www.aslteramo.it e accedi alla Rassegna on-line ASL Teramo tel. 0861.429319/316 Quotidiano regionale Edizione Teramo In

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 13 Novembre 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 13 Novembre 2015 Pagina 1 di 5 rassegna stampa 13 Novembre 2015 IL CITTADINO Lodi Pronto soccorso radiologico all ospedale Domani mattina si inaugurerà il Pulmino alao per gli ammalati Faremo gli esami Dna ai pazienti

Dettagli

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA Cod.: PGA.GR.1-IO.2.M1 Rev. 1 Data: 02-01-2014 Ufficio Relazioni con il Pubblico Pagina 1 di 5 Data 12 Novembre 2014

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA Cod.: PGA.GR.1-IO.2.M1 Rev. 1 Data: 02-01-2014 Ufficio Relazioni con il Pubblico Pagina 1 di 5 Data 12 Novembre 2014 Pagina 1 di 5 rassegna stampa Data 12 Novembre 2014 IL CITTADINO Lodi Codogno Dopo il rifiuto di Rossi, non si placa la polemica Casale Sant Angelo Lodigiano L Asl dice addio a Villa Cortese: gli uffici

Dettagli

Stagione Influenzale 2014-2015 Report epidemiologico conclusivo Regione Emilia-Romagna

Stagione Influenzale 2014-2015 Report epidemiologico conclusivo Regione Emilia-Romagna Stagione Influenzale 2014-2015 Report epidemiologico conclusivo Regione Emilia-Romagna Descrizione dell epidemia. La stagione influenzale appena trascorsa si è dimostrata di particolare intensità sia per

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

GESTIONE SCOLASTICA DEL VIRUS INFLUENZALE A/H1N1

GESTIONE SCOLASTICA DEL VIRUS INFLUENZALE A/H1N1 I.T.I. OMAR GESTIONE SCOLASTICA DEL VIRUS INFLUENZALE A/H1N1 Procedure igienico sanitarie OTTOBRE 2009 REVISIONE 01 SOMMARIO La sindrome influenzale da virus A/H1N1 3 Misure di prevenzione 3 Come lavare

Dettagli

FAQ Influenza stagionale

FAQ Influenza stagionale Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 17.09.2013 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE

PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE REGIONE LIGURIA Dipartimento Salute e Servizi Sociali Settore Prevenzione, Igiene e Sanità Pubblica PIANO REGIONALE DELLA PREVENZIONE SISTEMI DI SORVEGLIANZA DELLA MALATTIE INFETTIVE E PIANO DELLE VACCINAZIONI

Dettagli

PARTE III LA VALUTAZIONE DELLA CAPACITà DI PERSEGUIMENTO

PARTE III LA VALUTAZIONE DELLA CAPACITà DI PERSEGUIMENTO PARTE III LA VALUTAZIONE DELLA CAPACITà DI PERSEGUIMENTO Delle strategie REGIONALI (B) a cura di Sara Barsanti Introduzione L area di valutazione del conseguimento delle strategie regionali (area B) ha

Dettagli

Studio dei medici di famiglia San Tiziano via Postumia di Camino n.6 Tel. 0422.207424 ODERZO ( TV )

Studio dei medici di famiglia San Tiziano via Postumia di Camino n.6 Tel. 0422.207424 ODERZO ( TV ) Studio dei medici di famiglia San Tiziano via Postumia di Camino n.6 Tel. 0422.207424 ODERZO ( TV ) San Tiziano vescovo patrono di Oderzo Benvenuti negli studi dei medici di famiglia! In questa struttura,

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. A cura di Gian Piero Di Folco uff.stampa.difolco@farmacap.it

RASSEGNA STAMPA. A cura di Gian Piero Di Folco uff.stampa.difolco@farmacap.it RASSEGNA STAMPA A cura di Gian Piero Di Folco uff.stampa.difolco@farmacap.it Sommario Rassegna Stampa Pagina Testata Data Titolo Rubrica Primo Piano 41 Il Messaggero - Cronaca di Roma 11/06/2015 "MI HANNO

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Raffaella una cassiera

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 10/11/12 Ottobre 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 10/11/12 Ottobre 2015 Pagina 1 di 5 rassegna stampa 10/11/12 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Indagini sul concorsone, i carabinieri anche al Ced (10/10/2015) Ospedali, Rossi venga in audizione in consiglio (10/10/2015) Lettere

Dettagli

per i cittadini non comunitari

per i cittadini non comunitari Progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA Fondo Europeo per l Integrazione dei Cittadini dei Paesi Terzi GUIDA AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE per i cittadini non comunitari INDICE Glossario 4 Informazioni

Dettagli

Carta dei Servizi. Medicina di Gruppo. Studio di Medicina Generale di Gruppo in Busto Arsizio

Carta dei Servizi. Medicina di Gruppo. Studio di Medicina Generale di Gruppo in Busto Arsizio Medicina di Gruppo Studio di Medicina Generale di Gruppo in Busto Arsizio Dott. C. Campiglia (referente) Dott. M. Budelli Dott. M. Corio Dott. G. Gorletta Dott. C. Grassi Dott. R. Stella Indice Presentazione

Dettagli

La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche

La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche La prevenzione primaria e secondaria delle malattie allergiche Negli ultimi decenni la frequenza delle malattie allergiche in Italia e nel mondo ha subìto un continuo aumento, dando luogo a quella che

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Sai cosa fa l AIL per il reparto di Oncoematologia Pediatrica di Padova?

Sai cosa fa l AIL per il reparto di Oncoematologia Pediatrica di Padova? L A.I.L. - Sezione di Padova ONLUS e la Clinica di Oncoematologia Pediatrica di Padova dal 1975 INSIEME per la VITA Sai cosa fa l AIL per il reparto di Oncoematologia Pediatrica di Padova? Passato, presente,

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 9 Settembre 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 9 Settembre 2015 Pagina 1 di 8 rassegna stampa 9 Settembre 2015 IL CITTADINO Lodi Maculopatia, i farmaci disponibili anche a Lodi Dona il sangue e scopre il virus: è il quinto caso della West Nile Parla Il primario «Evitiamo

Dettagli

Premessa. Il Presidente della Federazione Nazionale ALICE Dr. Giuseppe D Alessandro

Premessa. Il Presidente della Federazione Nazionale ALICE Dr. Giuseppe D Alessandro Premessa L Ictus Cerebrale, pur essendo in Italia la prima causa di invalidità, la seconda di demenza e la terza di morte, non ha ricevuto finora, a differenza di altre malattie altrettanto gravi per l

Dettagli

Il Piano nazionale per l eliminazione del morbillo e della rosolia congenita 2010-2015

Il Piano nazionale per l eliminazione del morbillo e della rosolia congenita 2010-2015 : vaccini Rivista di Immunologia e Allergologia Pediatrica 03/2011 34-38 Il Piano nazionale per l eliminazione del morbillo e della rosolia congenita 2010-2015 A cura della Commissione Vaccini della SIAIP

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/7 1/7 CAMERA DEI DEPUTATI SENATO DELLA REPUBBLICA COMMISSIONE PARLAMENTARE DI INCHIESTA SULLE ATTIVITÀ ILLECIRE CONNESSE AL CICLO DEI RIFIUTI RESOCONTO STENOGRAFICO MISSIONE MARTEDÌ 14 LUGLIO 2009 PRESIDENZA

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Sabato 10 ottobre 2015

RASSEGNA STAMPA. Sabato 10 ottobre 2015 RASSEGNA STAMPA Sabato 10 ottobre 2015 Via Gervasoni, 19 60129 Ancona - tel.071.2288.417 fax 071.54.655 web: www.siulpancona.it e-mail: ancona@siulp.it Criminalità in provincia, il Siulp: Problematiche

Dettagli

Nas all ospedale Cardarelli

Nas all ospedale Cardarelli Martedì 22 gennaio 2013 CITTÀ DEL MOLISE 7 CAMPOBASSO. I Nas hanno fatto visita al Cardarelli ed hanno sequestrano confezioni di medicinali considerati pericolosi. Si tratta di un inchiesta sui farmaci

Dettagli

Integrazione Ospedale-Territorio:

Integrazione Ospedale-Territorio: Integrazione Ospedale-Territorio: malattie rare ed assistenza integrativa Relatore Dott.ssa Francesca Canepa S.C. Assistenza Farmaceutica Convenzionata LEA I Livelli essenziali di assistenza (LEA) sono

Dettagli

1 Sanità. 1.1 Iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale (SSN)

1 Sanità. 1.1 Iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale (SSN) 1 Sanità 1.1 Iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale (SSN) Il Servizio Sanitario Nazionale è l insieme di strutture e servizi che assicurano la tutela della salute e l assistenza sanitaria a tutti i

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

Progetto di Assistenza Domiciliare

Progetto di Assistenza Domiciliare Progetto di Assistenza Domiciliare Per curare efficacemente un malato cronico, oggi non è più sufficiente limitarsi alla corretta interpretazione dei segni e dei sintomi clinici della malattia e/o alla

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato FUCCI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato FUCCI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 262 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato FUCCI Disposizioni in materia di responsabilità professionale del personale sanitario Presentata

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello A1

Università per Stranieri di Siena Livello A1 Unità 9 Medici di base e medici specialisti CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni sull assistenza sanitaria di base parole relative all assistenza sanitaria di base

Dettagli

Quando e come informare i genitori

Quando e come informare i genitori Quando e come informare i genitori Obiettivi dell informazione Aumentare le conoscenze Modificare le false convinzioni Rispondere alle domande poste Aumentare la capacità di gestione autonoma delle diverse

Dettagli

"Emergenza Migranti"

Emergenza Migranti Via Giacomo Cusmano 24 90142 Palermo www.asppalermo.org Unità di Crisi Aziendale Piano Interno di Intervento "Emergenza Migranti" 1 Premessa Unità di Crisi Aziendale Piano Interno di Intervento "Emergenza

Dettagli

CARDIOLOGIA Centro Regionale di Riabilitazione Cardiologica

CARDIOLOGIA Centro Regionale di Riabilitazione Cardiologica CARDIOLOGIA Centro Regionale di Riabilitazione Cardiologica Ospedale di Sestri Levante Responsabile Dott. Guido GIGLI Capo Sala: I.P. Marisa PAGLIARI DOVE SIAMO Il reparto è situato al QUINTO piano dell

Dettagli

Scritto da Giampiero Vagnoni Martedì 24 Aprile 2007 09:05 - Ultimo aggiornamento Martedì 24 Aprile 2007 14:25

Scritto da Giampiero Vagnoni Martedì 24 Aprile 2007 09:05 - Ultimo aggiornamento Martedì 24 Aprile 2007 14:25 Domande e risposte su Donazioni e Trapianti Si è svolta lo scorso giovedì 15 marzo presso la Casa del Volontariato la prima di una serie di serate dedicate all informazione sul tema delle Donazioni e Trapianti

Dettagli

Azienda Sanitaria Locale Teramo RASSEGNA STAMPA. 18 dicembre 2008. fai il log-in su www.aslteramo.it e accedi alla Rassegna on-line.

Azienda Sanitaria Locale Teramo RASSEGNA STAMPA. 18 dicembre 2008. fai il log-in su www.aslteramo.it e accedi alla Rassegna on-line. Azienda Sanitaria Locale Teramo RASSEGNA STAMPA 18 dicembre 2008 fai il log-in su www.aslteramo.it e accedi alla Rassegna on-line ASL Teramo tel. 0861.429319/316 Quotidiano regionale Edizione Teramo Pag.

Dettagli

Comune di Ferrara Assessorato Cultura, Turismo e Giovani AGENZIA INFORMAGIOVANI - EURODESK

Comune di Ferrara Assessorato Cultura, Turismo e Giovani AGENZIA INFORMAGIOVANI - EURODESK Comune di Ferrara Assessorato Cultura, Turismo e Giovani AGENZIA INFORMAGIOVANI - EURODESK a cura di Sara Ferrari volontaria del Servizio Civile Nazionale Garanzia Giovani progetto ed elaborazione grafica

Dettagli

Il Progetto Cicogna: un progetto che nell accoglienza dei piccolissimi integra pubblico, privato, comunitàe affido.

Il Progetto Cicogna: un progetto che nell accoglienza dei piccolissimi integra pubblico, privato, comunitàe affido. Torino 16 ottobre 2013 Il Progetto Cicogna: un progetto che nell accoglienza dei piccolissimi integra pubblico, privato, comunitàe affido. CENTRO ACCOGLIENZA LA RUPE Dott.ssa Piera Poli Pubblico, privato

Dettagli

Obiezione all obbligo vaccinale: riflessioni, valutazioni e proposte Premessa Analisi della situazione

Obiezione all obbligo vaccinale: riflessioni, valutazioni e proposte Premessa Analisi della situazione Obiezione all obbligo vaccinale: riflessioni, valutazioni e proposte Luisella Grandori - Dipartimento Salute Infanzia - Azienda USL di Modena Alessandra De Palma Servizio Medicina Legale Azienda USL di

Dettagli

Medici e Pediatri di Famiglia

Medici e Pediatri di Famiglia Medici e Pediatri di Famiglia L assistenza del medico e del pediatra di famiglia Il Medico di Medicina Generale (MMG) ed il Pediatra di Famiglia (PdF) sono le figure di riferimento per ogni problema che

Dettagli

Tessera di donatore di organi

Tessera di donatore di organi Tessera di donatore di organi Dichiarazione di volontà a favore o contro il prelievo di organi, tessuti e cellule destinati al trapianto Tessera da compilare sul retro. La donazione di organi salva vite.

Dettagli

OSPEDALE AMICO DEI BAMBINI Iniziativa OMS/UNICEF per la promozione dell allattamento materno

OSPEDALE AMICO DEI BAMBINI Iniziativa OMS/UNICEF per la promozione dell allattamento materno OSPEDALE AMICO DEI BAMBINI Iniziativa OMS/UNICEF per la promozione dell allattamento materno Informazioni per le strutture interessate al riconoscimento Introduzione... p. 2 I. Proposte... p. 2 II. Prospettive.

Dettagli

PAROLE CHIAVE - Classe I - Classe II - Classe III - Classe IV

PAROLE CHIAVE  - Classe I - Classe II - Classe III - Classe IV INTRODUZIONE L interesse verso l argomento che intendo affrontare con questo elaborato, è maturato nel corso di questo triennio di studi, attraverso le conoscenze a me apportate dalle lezioni teoriche

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Quotidiano. www.ecostampa.it

Quotidiano. www.ecostampa.it Quotidiano 113367 www.ecostampa.it Quotidiano 113367 www.ecostampa.it Quotidiano 113367 www.ecostampa.it Quotidiano 113367 www.ecostampa.it 113367 www.ecostampa.it 113367 www.ecostampa.it AG. STAMPA ANSA

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA MEDICINA DI GRUPPO dei Medici di Famiglia Serafino Caverzasio Ferloni Mario Gambato Lodovica Vitaloni

CARTA DEI SERVIZI DELLA MEDICINA DI GRUPPO dei Medici di Famiglia Serafino Caverzasio Ferloni Mario Gambato Lodovica Vitaloni CARTA DEI SERVIZI DELLA MEDICINA DI GRUPPO dei Medici di Famiglia Serafino Caverzasio Ferloni Mario Gambato Lodovica Vitaloni 1. Presentazione 2. Composizione della Medicina di Gruppo 3. Sede 4. Attività

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. 13 novembre 2013. Sommario: Rassegna Associativa. Rassegna Sangue e Emoderivati

RASSEGNA STAMPA. 13 novembre 2013. Sommario: Rassegna Associativa. Rassegna Sangue e Emoderivati RASSEGNA STAMPA 13 novembre 2013 Sommario: Rassegna Associativa Rassegna Sangue e Emoderivati 2 Rassegna Medico-scientifica, politica sanitaria e terzo settore 5 Prime Pagine 13 Rassegna sangue e emoderivati

Dettagli

Casa della Salute. Portomaggiore e Ostellato. Portomaggiore. Via De Amicis 22. Casa della Salute. Casa della Salute

Casa della Salute. Portomaggiore e Ostellato. Portomaggiore. Via De Amicis 22. Casa della Salute. Casa della Salute Casa della Salute Casa della Salute Azienda Unità Sanitaria Locale di Ferrara Casa della Salute Portomaggiore e Ostellato Via De Amicis 22 Portomaggiore Cos è la Casa della Salute La Casa della Salute

Dettagli

Ambasciata d Italia in Svezia Ufficio Scientifico

Ambasciata d Italia in Svezia Ufficio Scientifico Ambasciata d Italia in Svezia Ufficio Scientifico IL SERVIZIO SANITARIO SVEDESE Guida introduttiva all assistenza sanitaria in Svezia A cura di Ilaria Pedditzi, 2012 - 2 - - 3 - Introduzione La presente

Dettagli

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE ALDO SMOLIZZA* Qualche anno fa svolgevo un attività internazionale e a seguito di quell attività conoscevo molto bene le indicazioni del Fondo Monetario Internazionale.

Dettagli

La Tutela della salute e l Organizzazione sanitaria in provincia di Pavia

La Tutela della salute e l Organizzazione sanitaria in provincia di Pavia La Tutela della salute e l Organizzazione sanitaria in provincia di Pavia Capitolo 1 Le regole generali dell assistenza sanitaria in Italia La Costituzione italiana tutela la salute di tutti gli individui;

Dettagli

Lettori: 951.000 Diffusione: 267.228. Dir. Resp.: Roberto Napoletano. 25-OTT-2014 da pag. 14

Lettori: 951.000 Diffusione: 267.228. Dir. Resp.: Roberto Napoletano. 25-OTT-2014 da pag. 14 Lettori: 951.000 Diffusione: 267.228 Dir. Resp.: Roberto Napoletano 25-OTT-2014 da pag. 14 Stabilità. Boschi: "Il taglio al fondo per i malati di Sla può essere rivisto in Parlamento" http://www.quotidianosanita.it/stampa_articolo.php?articolo_id=24002

Dettagli

1 di 5 11/01/2012 0.26

1 di 5 11/01/2012 0.26 1 di 5 11/01/2012 0.26 HOME S.O.S. CORRIERE S.O.S. AVVOCATO GALLERIA NUMERI UTILI JOB CONTATTI PUBBLICITÀ ATTUALITÀ CONCORSI COMMERCIO ANIMALI VINO SCUOLA INCHIESTE SANITÀ ITALIA SALUTE SOCIALE EVENTI

Dettagli

Sistema Sanitario e la Pediatria in Grecia

Sistema Sanitario e la Pediatria in Grecia Sistema Sanitario e la Pediatria in Grecia Dr. Atanasio Kiriazopulos 20/06/2010 1 Argomenti della discussione Generalità Finanziamento Ospedali Medicina di Base Personale Medico Personale Infermieristico

Dettagli

COMUNE DI GENZANO DI ROMA (Provincia di Roma) Via Italo Belardi, 81-00045 Tel. 06/ 93711 Fax. 06/ 9364816 www.comune.genzanodiroma.roma.

COMUNE DI GENZANO DI ROMA (Provincia di Roma) Via Italo Belardi, 81-00045 Tel. 06/ 93711 Fax. 06/ 9364816 www.comune.genzanodiroma.roma. COMUNE DI GENZANO DI ROMA (Provincia di Roma) Via Italo Belardi, 81-00045 Tel. 06/ 93711 Fax. 06/ 9364816 www.comune.genzanodiroma.roma.it REGOLAMENTO COMUNALE SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI,

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 201 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa della senatrice BURANI PROCACCINI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 4 MAGGIO 2006 (*) Modifica all articolo 110 del testo unico delle

Dettagli

PERCORSI DI FORMAZIONE CIVICA

PERCORSI DI FORMAZIONE CIVICA PERCORSI DI FORMAZIONE CIVICA III SERVIZIO SANITARIO E SALUTE Percorsi di cittadinanza 1 Brainstorming su salute e malattie Attività 1. Rispondi a ognuna delle domande. Attività Ascolta o leggi il dialogo

Dettagli

Il distretto sanitario di Cividale si presenta. A cura di Graziella Mauro Responsabile infermieristica Distretto di Cividale

Il distretto sanitario di Cividale si presenta. A cura di Graziella Mauro Responsabile infermieristica Distretto di Cividale Il distretto sanitario di Cividale si presenta A cura di Graziella Mauro Responsabile infermieristica Distretto di Cividale Il Distretto è una struttura dell Azienda per i servizi sanitari territoriali

Dettagli

Il Centro CASA: un servizio socio-sanitario per le persone affette da HIV/AIDS

Il Centro CASA: un servizio socio-sanitario per le persone affette da HIV/AIDS Il Centro CASA: un servizio socio-sanitario per le persone affette da HIV/AIDS Maria Bona Venturi CENTRO C.A.S.A. AIDS Dipartimento delle Cure Primarie Azienda USL di Bologna 1 Il Centro C.A.S.A. (Centro

Dettagli

PROSPETTO DEI TICKET IN VIGORE IN LOMBARDIA AL 1 APRILE 2015

PROSPETTO DEI TICKET IN VIGORE IN LOMBARDIA AL 1 APRILE 2015 PROSPETTO DEI TICKET IN VIGORE IN LOMBARDIA AL 1 APRILE 2015 INDICE 1. Il ticket per assistenza farmaceutica a. ESENZIONI parziali totali 2. Ticket per prestazioni in PRONTO SOCCORSO 3. Ticket per prestazioni

Dettagli

SERVIZIO CURE DOMICILIARI ASL7 CARBONIA LIBRETTO INFORMATIVO

SERVIZIO CURE DOMICILIARI ASL7 CARBONIA LIBRETTO INFORMATIVO SERVIZIO CURE DOMICILIARI ASL7 CARBONIA LIBRETTO INFORMATIVO Rev. 01 del 21.10.2014 1. Presentazione del libretto informativo Dal 1999 ci occupiamo di assistenza domiciliare ed il nostro intento è stato

Dettagli

Prot. n. C/2015/07DIR Roma, 11 Settembre 2015

Prot. n. C/2015/07DIR Roma, 11 Settembre 2015 Circolare n. 07/15 Prot. n. C/2015/07DIR Roma, 11 Settembre 2015 Alla c.a. - Aziende - Centri Servizi - Consulenti - Dipendenti - Iscritti volontari E p.c. - Parti Sociali - Organi Statutari - Ebna 1.

Dettagli

rassegna stampa 2 Dicembre 2014 IL CITTADINO Lodi Scala mobile ferma in ospedale, ora non si può nemmeno risalire

rassegna stampa 2 Dicembre 2014 IL CITTADINO Lodi Scala mobile ferma in ospedale, ora non si può nemmeno risalire Pagina 1 di 6 rassegna stampa 2 Dicembre 2014 IL CITTADINO Lodi Scala mobile ferma in ospedale, ora non si può nemmeno risalire Codogno Il caso ospedale finisce ancora sotto i riflettori Casalpusterlengo

Dettagli

Informazioni per utenti e familiari

Informazioni per utenti e familiari LA DEPRESSIONE MAGGIORE Informazioni per utenti e familiari In questa dispensa parleremo di depressione e dei problemi che può dare nella vita di una persona. Nella vita, è comune attraversare periodi

Dettagli

Retinopatia pigmentosa: diritto al rimborso da parte del Servizio Nazionale delle spese mediche presso strutture specializzate straniere

Retinopatia pigmentosa: diritto al rimborso da parte del Servizio Nazionale delle spese mediche presso strutture specializzate straniere Retinopatia pigmentosa: diritto al rimborso da parte del Servizio Nazionale delle spese mediche presso strutture specializzate straniere Non può essere posta in dubbio la legittimità del diritto del paziente

Dettagli

ABC della sicurezza sul lavoro

ABC della sicurezza sul lavoro Straniero, non estraneo ABC della sicurezza sul lavoro Opuscolo informativo per i lavoratori stranieri e le loro famiglie Edizione 2009 Questo opuscolo è stato realizzato da INAIL Direzione Centrale Comunicazione

Dettagli

INFORMAZIONI SULL ASSISTENZA SANITARIA

INFORMAZIONI SULL ASSISTENZA SANITARIA INFORMAZIONI SULL ASSISTENZA SANITARIA Se mi ammalo cosa faccio? Ti rivolgi alla famiglia che ti ospita e poi all accompagnatore e/o al tutor dell ente di accoglienza, che provvederanno, se è il caso,

Dettagli

ALLARME O NORMALITÀ? LE EPIDEMIE DEL PASSATO VISTE DALL OSPEDALE MAGGIORE DI MILANO

ALLARME O NORMALITÀ? LE EPIDEMIE DEL PASSATO VISTE DALL OSPEDALE MAGGIORE DI MILANO ALLARME O NORMALITÀ? LE EPIDEMIE DEL PASSATO VISTE DALL OSPEDALE MAGGIORE DI MILANO A. F. FRANCHINI P.M. GALIMBERTI La documentazione archivistica consultata Per le grandi epidemie (peste, colera, vaiolo)

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano GABRIELLA tanti master,

Dettagli

INFORMAZIONI E PRO-MEMORIA PER I MEDICI CURANTI E PER I LAVORATORI

INFORMAZIONI E PRO-MEMORIA PER I MEDICI CURANTI E PER I LAVORATORI 04/2013 Certificazione di malattia e visite mediche di controllo INFORMAZIONI E PRO-MEMORIA PER I MEDICI CURANTI E PER I LAVORATORI COME OTTENERE IL CERTIFICATO DI MALATTIA Per ottenere il certificato

Dettagli

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO

IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO IL COUNSELLING NEL CONTESTO SANITARIO Danilo Toneguzzi Psichiatra, psicoterapeuta direttore dell Istituto Gestalt di Pordenone "INformazione Psicologia Psicoterapia Psichiatria", n 41-42, settembre - dicembre

Dettagli

La battaglia per chiudere davvero gli Ospedali Psichiatrici Giudiziari coinvolge direttamente chi lavora per la Salute Mentale.

La battaglia per chiudere davvero gli Ospedali Psichiatrici Giudiziari coinvolge direttamente chi lavora per la Salute Mentale. La battaglia per chiudere davvero gli Ospedali Psichiatrici Giudiziari coinvolge direttamente chi lavora per la Salute Mentale. Aver scongiurato l ennesima proroga alla chiusura degli Ospedali Psichiatrici

Dettagli

VOL. 6. Progetto S STEGNO. A chi rivolgersi. in caso di necessità

VOL. 6. Progetto S STEGNO. A chi rivolgersi. in caso di necessità Progetto S STEGNO VOL. 6 A chi rivolgersi in caso di necessità A chi rivolgersi in caso di necessità 118 ORE Il 118 è il numero telefonico attivo in Italia per la richiesta di soccorso sanitario. È un

Dettagli

RUBRICA ATTUALITÀ n. 2 Settembre 2009

RUBRICA ATTUALITÀ n. 2 Settembre 2009 www.excursus.org Direttore responsabile: Luigi Grisolia RUBRICA ATTUALITÀ n. 2 Settembre 2009 L irragionevole durata dei processi nel nostro Paese di Luigi Grisolia Un interessante documentario dell Anm

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 4/5/6/7 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 4/5/6/7 Aprile 2015 Pagina 1 di 6 rassegna stampa 4/5/6/7 Aprile 2015 IL CITTADINO Lodi In ospedale cantieri avanti tutta (04/04/2015) Foroni respinge il matrimonio con pavia: «lodi autonoma» (04/04/2015) Lettere & opinioni

Dettagli