manuale tecnico 2000 componenti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "manuale tecnico 2000 componenti

Transcript

1 manuale tecnico 000 componenti<mtb italiano

2 Copyright SRAM Corporation 999 Publ. No. 800 I Le informazioni contenute possono variare senza preventiva notifica. Realizzato Settembre 999 SRAM Technical Documentation, Schweinfurt/Germany EXA-Drive è un marchio registrato della Campagnolo S.R.L., Italia. Teflon è un marchio registrato della E.I. DuPont de Nemours and Co. M Super 77 è un marchio registrato della M. Grilon è un marchio registrato della EMS-Chemie AG. Shimano, HG, IG, Rapidfire XTR / XT / LX / ST-RC / Alivio / Acera, TY 5, TY è sono marchi registrati della Shimano Inc., Japan.

3 INDICE COMPONENTI MTB CAMBI 9.0SL 9.0 / 7.0 / PLASMA / QUARZ / NEOS / CENTERA 5 DERAGLIATORI 9.0SL / / 7.0 / COMANDI ROTANTI 9.0SL / 9.0 / Rocket / 5.0 / Attack / Centera.0 / MRX / MRX Classic 6 COMANDI CON LEVA FRENO INTEGRATA.0IBS / MRX IBS 8 MOZZI Mozzi posteriori MTB / Road Mozzi anteriori MTB / Road SGANCI RAPIDI CATENE POWER CHAIN 6 FRENI 9.0SL / 9.0 / 7.0 / 5.0 Freni linear pull 8 9.0SL / 9.0 / 7.0 / 5.0 Leve freno 50 SIGILLATORI Nightcrawler / Brakecrawler 5 SERVIZIO Distributori 5 Chi contattare / Garanzia / Parti di ricambio 56

4

5 9.0SL CAMBI ESP SPECIFICHE TECNICHE /NORME DI ASSEMBLAGGIO : : Actuation ratio Resistente e duraturo Puleggia di guida con offset Regolazione-B ed offset ridisegnati Disponibile nelle versioni: Gabbia lunga Gabbia corta 9. 0 S L Design Capacità cambio 9.0SL Codice n Velocità 9/8 9/8 Compat. comandi SRAM 9.0SL / 9.0 / 7.0 / 5.0 /.0IBS Totale D 8 D Lunghezza gabbia Lunga Corta Pignone più grande D D Pignone più piccolo D D Differenza anteriore D D Molla complementare Puleggia Bussola/Cuscinetto Bussola/Cuscinetto Pacco pignoni & catene SRAM / IG & HG 9/8spd SRAM / IG & HG 9/8spd Montaggio diretto Peso 98 g 8 g Articolazioni SRAM Composite SRAM Composite Piastrina esterna Forged Al / anodized Piastrina interna Forged Al / anodized Gabbia esterna Stamped Al / anodized SRAM Composite Gabbia interna SRAM Composite SRAM Composite Bullone di fissaggio Aluminum Aluminum ANATOMIA DEL CAMBIO vite di regolazione B viti di regolazione dei limiti pinna guida cavo bullone di fissaggio al telaio ranella del bullone di ancoraggio cavo rotella di guida bullone di ancoraggio cavo COMPATIBILITA Comandi Solo con i comandi SRAM 9.0SL, 9.0, 7.0, 5.0,.0IBS Pacco pignone -8, -0, -8, -, - T T T Catene SRAM Power Chain e Shimano HG & IG Corone --/, --6, 6-6-6/8 D.7 mm ± Cavo Guaine, o, mm, di alta qualità Guaine che non si comprimono da o 5 mm con boccola dal diametro massimo di 5,8 mm R R A X L 90 Al centro del movimento centrale SPECIFICHE DEL TELAIO (vedi Fig. e ) Per un ottimale funzionamento del cambio ESP, la lunghezza (L) del forcellino deve essere compresa tra 8 0 mm. L 8 mm 0 mm X 6 0 mm 7,5 0 mm A Per una definita misura L, utilizzare la tabella a lato per determinate le specifiche per la construzione del forcellino adeguata al cambio ESP. R 8,5 mm max. 8,5 mm max. R,5,5 mm,5,5 mm T 7 8 mm 7 8 mm

6 9.0SL CAMBI ESP ASSEMBLAGGIO + ( Maglie) 5 mm 7,9 9,6 Nm (70 85 in.lbs.) INSTALLAZIONE Avviso: Controllare l'allineamento del supporto a cui deve essere fissato il cambio. Un suo disallineamento può provocare un malfunzionamento del sistema indicizzato. La variazione dell'inclinazione del supporto è generalmente imputabile ad un colpo laterale ricevuto dall esterno. Fissare il cambio al supporto presente sul telaio (Fig. ). Assicurarsi che la piastrina di regolazione B non interferisca con il movimento di ritorno della piastrina del cambio (Fig. ). Stringere il bullone di fissaggio (testa esagonale da 5 mm) al telaio con un forza di torsione pari a 7,9 9,6 Nm. LUNGHEZZA DELLA CATENA Quando la catena si trova sulla corona e sul pignone più grande si può verificare una estrema tensione o blocco della stessa. Per questo motivo è importante che la catena abbia una lunghezza appropriata. Posizionare la catena sul pignone e sulla corona più grande (Fig. ). Per un telaio biammortizzato assicuratevi che la sospensione raggiunga la massima estensione in rapporto alla massima tensione della catena. Aggiungere DUE MAGLIE alla catena per raggiungere la lunghezza appropriata. REGLAZIONE DEI LIMITI Posizionandosi dietro la ruota posteriore guardare il cambio e le rotelle (Fig. ). Usando un piccolo cacciavite girare la vite di regolazione contrassegnata con la lettera H sulla piastrina esterna per allineare il centro della rotella di guida con la parte esterna del pignone più piccolo. Azionando la guarnitura. Spingere internamente il cambio con la mano. Usando un piccolo cacciavite girare la vite di regolazione contrassegnata con la lettera L sulla piastrina esterna per allineare il centro della rotella di guida con il pignone più grande. REGLAZIONE DEL CHAIN GAP Il "Chain Gap" è la distanza che intercorre tra la rotella di guida e il pacco pignoni, con la catena installata. Il chain gap ottimale è stretto quanto basta da permettere una cambiata veloce ed efficiente su qualsiasi pignone; ed ampio quanto basta da permettere una cambiata scorrevole da e al pignone più grande. Posizionare la catena sulla corona più piccola. Ruotando la guarnitura spingere internamente il cambio con la mano verso il pignone più grande. Mantenere il cambio posteriore in questa posizione mentre si esegue la seguente regolazione. Girare la vite di regolazione B, usando una chiave esagonale da mm, in modo tale che il chain gap sia equivalente a circa 6 mm dall apice del pignone all apice della rotella di guida (Fig. 5). Girare la vite di regolazione B in senso orario per aumentare il chain gap. Girare la vite di regolazione B in senso antiorario per diminuire il chain gap. Avviso: Non utilizzare la vite di regolazione B posta sul cambio per aumentare la tensione della catena o per prevenire il risucchio. Ciò aumenterebbe il chain gap causando un cattivo funzionamento del cambio. REGOLAZIONE DELLA CAMBIATA INDICIZZATA Controllare che la catena e il cambio posteriore siano posizionati sul pignone più piccolo. Ruotare il comando allineando il numero maggiore all'indicatore di marcia. Posizionare il regolatore del comando ad un giro dal fine corsa. Inserire il cavo del comando posteriore attraverso la guaina, i passanti presenti sul telaio e le guide presenti sul corpo del cambio. Applicandogli una leggera tensione posizionare il cavo sulla pinna e quindi sotto al ranella delbullone di ancoraggio (Fig. 6). Fissare il cavo del comando al cambio con una chiave esagonale da 5 mm applicare una forza torsionale pari a 5 Nm. Attenzione a non schiacciare o deformare il cavo. Spostare rapidamente la catena su e giù da un dente all'altro diverse volte. Se il cavo si allenta ripetere i due punti precedenti. Posizionare la catena sul pignone più piccolo. Azionando i pedali muovere il comando di uno scatto. Se la catena esita e non riesce a passare sul secondo ingranaggio aumentare la tensione del cavo ruotando la barra di regolazione in senso antiorario. Se la catena si sposta oltre il secondo dente diminuire la tensione del cavo ruotando il regolatore in senso orario. Ripetere i due punti precedenti fino a raggiungere una tensione del cavo ottimale.

7 9.0SL SCHALTWERKE ESP ASSEMBLAGGIO / MANUTENZIONE : 5 6 mm ( / ) mm Ruotando la guarnitura cambiare diverse volte rapporto (su e giù) sia con il deragliatore che con il cambio per assicurarsi che l indicizzazione funzioni correttamente. Avviso: Dopo un breve periodo si potrebbe verificare l'assestamento delle guaine e dei cavi,componenti soggetti a compressione, procedere di nuovo alla regolazione dell'indicizazzione agendo sul regolatore. MANUTENZIONE Per la pulizia dei componenti non utlizizzare detergenti agressivi. Lubrificare periodicamente i componenti della trasmissione (Fig. 7). Lubrificare eventuali guidacavo presenti (per es. il passaggio sotto la sede movimento centrale) mm 5 Nm 5 5 in.lbs. Lubrificante spray al teflon Quando smontati usare un grasso resistente all acqua Grasso Jonnisnot marchiato Grip Shift in piccola quantità INDIVIDUAZIONE GUASTI Problemi La catena cade tra il pignone piccolo e il telaio. La catena scende con difficoltà o non scende sul pignone più piccolo. La catena salta oltre il pignone più grande e si incastra tra i raggi oppure la gabbia del cambio striscia contro i raggi. Cambiata lenta. Cambiata rumorosa. Scalando cambia due rapporti. Ritardo nel passare ai pignoni più grandi. Ritardo nel passare ai pignoni più piccoli. Causa La vite di regolazione del limite H inferiore non è correttamente regolata. La vite di regolazione del limite H inferiore non è correttamente regolata. La vite di regolazione del limite L superiore non è correttamente regolata. Cambio o forcellino di supporto piegato. Distanza eccessiva tra la rotella superiore e il pignone. Distanza insufficiente tra la rotella superiore e il pignone. Tensione del cavo insufficiente. Tensione del cavo insufficiente. Tensione del cavo eccessiva. Attrito eccessivo tra cavo e guaina. Rimedio Avvitare la vite H fino a quando la rotella superiore è allineata con il pignone più piccolo. Svitare la vite H fino a quando la rotella superiore è allineata con il pignone più piccolo. Avvitare la vite L fino a quando la rotella superiore è allineata con il pignone più piccolo. Raddrizzare o sostituire. Allentare la vite per la regolazione B ruotandola in senso antiorario. Allentare la vite per la regolazione B ruotandola in senso antiorario. Ruotare il regolatore in senso antiorario. Ruotare il regolatore in senso antiorario. Ruotare il regolatore in senso orario. Lubrificare o sostituire cavo e guaina. Controllare se la guaina è eccessivamente piegata. 5

8 6

9 9.0 / 7.0 / 5.0 CAMBI ESP SPECIFICHE TECNICHE /NORME DI ASSEMBLAGGIO : : Actuation ratio Perni, piastrine e articolazioni super resistenti Tecnologie ESP e DI.R.T. combinate Capacità die cambiata aumentata Regolazione B ed offset ridisegnati Nuovo aspetto Viti regolazione limiti sulla piastrina esterna Capacità cambio Design Codice n Velocità 9/8 9/8 8 Compat. comandi SRAM 9.0SL / 9.0 / 7.0 / 5.0 /.0IBS Totale 5 D 5 D 5 D Lunghezza gabbia Lunga Lunga Lunga Pignone più grande D D D Pignone più piccolo D D D Differenza anteriore D D D Molla complementare Puleggia Bussola Bussola Bussola Pacco pignoni & catene SRAM / IG & HG 9/8spd SRAM / IG & HG 9/8spd SRAM / IG & HG 8spd Montaggio diretto Peso NA NA NA Articolazioni SRAM Composite SRAM Composite SRAM Composite Piastrina esterna Forged Al / anodized Forged Al / anodized Forged Al / anodized Piastrina interna Steel / E-coat Steel / E-coat Steel / E-coat Gabbia esterna Stamped Al / anodized Stamped Al / anodized Steel / E-coat Gabbia interna SRAM Composite SRAM Composite SRAM Composite Bullone di fissaggio Aluminum Aluminum Steel ANATOMIA DEL CAMBIO pinna guida cavo vite di regolazione B pinna guida cavo bullone di fissaggio al telaio viti di regolazione dei limiti bullone di ancoraggio cavo ranella del bullone di ancoraggio cavo COMPATIBILITA Comandi Solo con i comandi SRAM 9.0SL, 9.0, 7.0, 5.0,.0IBS Pacco pignone -0, -, -, -, - T T T Catene SRAM Power Chain e Shimano HG & IG Corone --/, --6, 6-6-6/8 D,7 mm ± Cavo Guaine, o, mm, di alta qualità Guaine che non si comprimono da o 5 mm con boccola dal diametro massimo di 5,8 mm R R A X L 90 Al centro del movimento centrale SPECIFICHE DEL TELAIO (vedi Fig. e ) Per un ottimale funzionamento del cambio ESP, la lunghezza (L) del forcellino deve essere compresa tra 8 0 mm. L 8 mm 0 mm X 6 0 mm 7,5 0 mm A Per una definita misura L, utilizzare la tabella a lato per determinate le specifiche per la construzione del forcellino adeguata al cambio ESP. R 8,5 mm max. 8,5 mm max. R,5,5 mm,5,5 mm T 7 8 mm 7 8 mm 7

10 9.0 / 7.0 / 5.0 CAMBI ESP ASSEMBLAGGIO + ( Maglie) 5 mm 7,9 9,6 Nm in.lbs. INSTALLAZIONE Avviso: Controllare l'allineamento del supporto a cui deve essere fissato il cambio. Un suo disallineamento può provocare un malfunzionamento del sistema indicizzato. Fissare il cambio al supporto presente sul telaio (Fig. ). Assicurarsi che la piastrina di regolazione B non interferisca con il movimento di ritorno della piastrina del cambio (Fig. ). Stringere il bullone di fissaggio (testa esagonale da 5 mm.) al telaio con un forza di torsione pari a 7,9 9,6 Nm. LUNGHEZZA DELLA CATENA Quando la catena si trova sulla corona e sul pignone più grande si può verificare una estrema tensione o blocco della stessa. Per questo motivo è importante che la catena abbia una lunghezza appropriata. Posizionare la catena sul pignone e sulla corona più grande (Fig. ). Per un telaio biammortizzato assicuratevi che la sospensione raggiunga la massima estensione in rapporto alla massima tensione della catena. Aggiungere DUE MAGLIE alla catena per raggiungere la lunghezza appropriata. REGLAZIONE DEI LIMITI Posizionandosi dietro la ruota posteriore guardare il cambio e le rotelle (Fig. ). Usando un piccolo cacciavite girare la vite di regolazione contrassegnata con la lettera H sulla piastrina esterna per allineare il centro della rotella di guida con la parte esterna del pignone più piccolo. Azionando la guarnitura. Spingere internamente il cambio con la mano. Usando un piccolo cacciavite girare la vite di regolazione contrassegnata con la lettera L sulla piastrina esterna per allineare il centro della rotella di guida con il pignone più grande. REGLAZIONE DEL CHAIN GAP Il "Chain Gap" è la distanza che intercorre tra la rotella di guida e il pacco pignoni, con la catena installata. Il chain gap ottimale è stretto quanto basta da permettere una cambiata veloce ed efficiente su qualsiasi pignone; ed ampio quanto basta da permettere una cambiata scorrevole da e al pignone più grande. Posizionare la catena sulla corona più piccola. Ruotando la guarnitura spingere internamente il cambio con la mano verso il pignone più grande. Mantenere il cambio posteriore in questa posizione mentre si esegue la seguente regolazione. Girare la vite di regolazione B, usando una chiave esagonale da mm, in modo tale che il chain gap sia equivalente a circa 6 mm dall apice del pignone all apice della rotella di guida (Fig. 5). Girare la vite di regolazione B in senso orario per aumentare il chain gap. Girare la vite di regolazione B in senso antiorario per diminuire il chain gap. Avviso: Su una cassetta con il pignone più grande, da 8, la distanza tra i denti della rotella superiore e quelli del pignone più piccolo, deve essere di 6 mm. Per ottenere una corretta lunghezza della guaina posteriore, posta tra telaio e cambio, è necessario regolare precedentemente la distanza chain gap. Vedi figura e grafico per la lunghezza raccomandata. Non utilizzare la vite di regolazione B posta sul cambio per aumentare la tensione della catena o per prevenire il risucchio. REGOLAZIONE DELLA CAMBIATA INDICIZZATA Controllare che la catena e il cambio posteriore siano posizionati sul pignone più piccolo. Misurare e tagliare la parte di guaina posteriore. Assicurarsi che non sia ne lunga ne corta (vedi figura e grafico). Ruotare il comando allineando il numero maggiore all'indicatore di marcia. Posizionare il regolatore del comando ad un giro dal fine corsa. Inserire il cavo del comando posteriore attraverso la guaina, i passanti presenti sul telaio e le guide presenti sul corpo del cambio. Applicandogli una leggera tensione posizionare il cavo sulla pinna e quindi sotto al ranella delbullone di ancoraggio (Fig. 6). Fissare il cavo del comando al cambio con una chiave esagonale da 5 mm applicare una forza torsionale pari a 5 Nm. Attenzione a non schiacciare o deformare il cavo. Spostare rapidamente la catena su e giù da un dente all'altro diverse volte. Se il cavo si allenta ripetere i due punti precedenti. Posizionare la catena sul pignone più piccolo. Azionando i pedali muovere il comando di uno scatto. Se la catena esita e non riesce a passare sul secondo ingranaggio aumentare la tensione del cavo ruotando la barra di regolazione in senso antiorario. Se la catena si sposta oltre il secondo dente diminuire la tensione del cavo ruotando il regolatore in senso orario. 8

11 9.0 / 7.0 / 5.0 CAMBI ESP ASSEMBLAGGIO / MANUTENZIONE : 5 6 mm ( / ) Ripetere i due punti precedenti fino a raggiungere una tensione del cavo ottimale. Ruotando la guarnitura cambiare diverse volte rapporto (su e giù) sia con il deragliatore che con il cambio per assicurarsi che l indicizzazione funzioni correttamente. MANUTENZIONE Per la pulizia dei componenti non utlizizzare detergenti agressivi. Lubrificare periodicamente i componenti della trasmissione (Fig. 7). Lubrificare eventuali guidacavo presenti (per es. il passaggio sotto la sede movimento centrale). 6 mm ( / ) mm GRAFICO / LUNGHEZZA DELLA GUAINA Esempio: X = 00 mm cavo lunghezza guaina L = 0 65 mm L (mm) X (mm) X Y L (mm) Y (mm) Attenzione: E imperativo rispettare il valore per la corretta lunghezza della guaina. 7 5 mm 5 Nm (5 5 in.lbs.) Lubrificante spray al teflon Quando smontati usare un grasso resistente all acqua INDIVIDUAZIONE GUASTI Problemi La catena cade tra il pignone piccolo e il telaio. La catena scende con difficoltà o non scende sul pignone più piccolo. La catena salta oltre il pignone più grande e si incastra tra i raggi oppure la gabbia del cambio striscia contro i raggi. Cambiata lenta. Cambiata rumorosa. Scalando cambia due rapporti. Ritardo nel passare ai pignoni più grandi. Ritardo nel passare ai pignoni più piccoli. Causa La vite di regolazione del limite H inferiore non è correttamente regolata. La vite di regolazione del limite H inferiore non è correttamente regolata. La vite di regolazione del limite L superiore non è correttamente regolata. Cambio o forcellino di supporto piegato. Distanza eccessiva tra la rotella superiore e il pignone. Distanza insufficiente tra la rotella superiore e il pignone. Tensione del cavo insufficiente. Tensione del cavo insufficiente. Tensione del cavo eccessiva. Attrito eccessivo tra cavo e guaina. Rimedio Avvitare la vite H fino a quando la rotella superiore è allineata con il pignone più piccolo. Svitare la vite H fino a quando la rotella superiore è allineata con il pignone più piccolo. Avvitare la vite L fino a quando la rotella superiore è allineata con il pignone più piccolo. Raddrizzare o sostituire. Allentare la vite per la regolazione B ruotandola in senso antiorario. Allentare la vite per la regolazione B ruotandola in senso antiorario. Ruotare il regolatore in senso antiorario. Ruotare il regolatore in senso antiorario. Ruotare il regolatore in senso orario. Lubrificare o sostituire cavo e guaina. Controllare se la guaina è eccessivamente piegata. 9

12 0

13 .0 CAMBI ESP SPECIFICHE TECNICHE /NORME DI ASSEMBLAGGIO : : Actuation ratio Perni, piastrine e gabbie sovradimensionati Capacità di cambiata aumentata Nuovo aspetto Parallelogramma inclinato Viti regolazione limiti sulla piastrina esterna. 0 Capacità cambio.0 Codice n Velocità 8 7 Compat. comandi SRAM9.0SL/9.0/ 7.0/5.0/.0IBS SRAM.0 /.0IBS Totale 5 D Lunghezza gabbia Lunga Pignone più grande D Pignone più piccolo D Differenza anteriore D Molla complementare Puleggia Bussola Pacco pignoni & catene SRAM / IG & HG 8spd SRAM/IG&HG 7spd Montaggio diretto Peso g Articolazioni SRAM Composite Piastrina esterna SRAM Composite Design Piastrina interna Steel / Zinc coat Gabbia esterna SRAM Composite Gabbia interna SRAM Composite Bullone di fissaggio Steel ANATOMIA DEL CAMBIO vite di regolazione B bullone di fissaggio al telaio viti di regolazione dei limiti pinna guida cavo ranella del bullone di ancoraggio cavo bullone di ancoraggio cavo COMPATIBILITA Comandi Solo con i comandi ESP 7 & 8spd Pacco pignone Min. D, Max. D T T T Catene SRAM Power Chain e Shimano HG & IG Corone --/, --6, 6-6-6/8 D,7 mm ± Cavo Guaine, o, mm, di alta qualità Guaine che non si comprimono da o 5 mm con boccola dal diametro massimo di 5,8 mm R R A X L 90 Al centro del movimento centrale SPECIFICHE DEL TELAIO (vedi Fig. e ) Per un ottimale funzionamento del cambio ESP, la lunghezza (L) del forcellino deve essere compresa tra 8 0 mm. L 8 mm 0 mm X 6 0 mm 7,5 0 mm A Per una definita misura L, utilizzare la tabella a lato per determinate le specifiche per la construzione del forcellino adeguata al cambio ESP. R 8,5 mm max. 8,5 mm max. R,5,5 mm,5,5 mm T 7 8 mm 7 8 mm

14 .0 CAMBI ESP ASSEMBLAGGIO + ( Maglie) 5 mm 7,9 9,6 Nm in.lbs. INSTALLAZIONE Avviso: Controllare l'allineamento del supporto a cui deve essere fissato il cambio. Un suo disallineamento può provocare un malfunzionamento del sistema indicizzato. Fissare il cambio al supporto presente sul telaio (Fig. ). Assicurarsi che la piastrina di regolazione B non interferisca con il movimento di ritorno della piastrina del cambio (Fig. ). Stringere il bullone di fissaggio (testa esagonale da 5 mm) al telaio con un forza di torsione pari a 7,9 9,6 Nm. LUNGHEZZA DELLA CATENA Quando la catena si trova sulla corona e sul pignone più grande si può verificare una estrema tensione o blocco della stessa. Per questo motivo è importante che la catena abbia una lunghezza appropriata. Posizionare la catena sul pignone e sulla corona più grande (Fig. ). Per un telaio biammortizzato assicuratevi che la sospensione raggiunga la massima estensione in rapporto alla massima tensione della catena. Aggiungere DUE MAGLIE alla catena per raggiungere la lunghezza appropriata. REGLAZIONE DEI LIMITI Posizionandosi dietro la ruota posteriore guardare il cambio e le rotelle (Fig. ). Usando un piccolo cacciavite girare la vite di regolazione contrassegnata con la lettera H sulla piastrina esterna per allineare il centro della rotella di guida con la parte esterna del pignone più piccolo. Azionando la guarnitura. Spingere internamente il cambio con la mano. Usando un piccolo cacciavite girare la vite di regolazione contrassegnata con la lettera L sulla piastrina esterna per allineare il centro della rotella di guida con il pignone più grande. REGLAZIONE DEL CHAIN GAP Il "Chain Gap" è la distanza che intercorre tra la rotella di guida e il pacco pignoni, con la catena installata. Il chain gap ottimale è stretto quanto basta da permettere una cambiata veloce ed efficiente su qualsiasi pignone; ed ampio quanto basta da permettere una cambiata scorrevole da e al pignone più grande. Posizionare la catena sulla corona più piccola. Ruotando la guarnitura spingere internamente il cambio con la mano verso il pignone più grande. Mantenere il cambio posteriore in questa posizione mentre si esegue la seguente regolazione. Girare la vite di regolazione B, usando una chiave esagonale da mm, in modo tale che il chain gap sia equivalente a circa 6 mm dall apice del pignone all apice della rotella di guida (Fig. 5). Girare la vite di regolazione B in senso orario per aumentare il chain gap. Girare la vite di regolazione B in senso antiorario per diminuire il chain gap. Avviso: Su una cassetta con il pignone più grande, da 8, la distanza tra i denti della rotella superiore e quelli del pignone più piccolo, deve essere di 6 mm. Per ottenere una corretta lunghezza della guaina posteriore, posta tra telaio e cambio, è necessario regolare precedentemente la distanza chain gap. Vedi figura e grafico per la lunghezza raccomandata. Non utilizzare la vite di regolazione B posta sul cambio per aumentare la tensione della catena o per prevenire il risucchio. REGOLAZIONE DELLA CAMBIATA INDICIZZATA Controllare che la catena e il cambio posteriore siano posizionati sul pignone più piccolo. Ruotare il comando allineando il numero maggiore all'indicatore di marcia. Posizionare il regolatore del comando ad un giro dal fine corsa. Inserire il cavo del comando posteriore attraverso la guaina, i passanti presenti sul telaio e le guide presenti sul corpo del cambio. Applicandogli una leggera tensione posizionare il cavo sulla pinna e quindi sotto al ranella delbullone di ancoraggio (Fig. 6). Fissare il cavo del comando al cambio con una chiave esagonale da 5 mm applicare una forza torsionale pari a 5 Nm. Attenzione a non schiacciare o deformare il cavo. Spostare rapidamente la catena su e giù da un dente all'altro diverse volte. Se il cavo si allenta ripetere i due punti precedenti. Posizionare la catena sul pignone più piccolo. Azionando i pedali muovere il comando di uno scatto. Se la catena esita e non riesce a passare sul secondo ingranaggio aumentare la tensione del cavo ruotando la barra di regolazione in senso antiorario. Se la catena si sposta oltre il secondo dente diminuire la tensione del cavo ruotando il regolatore in senso orario. Ripetere i due punti precedenti fino a raggiungere una tensione del cavo ottimale.

15 .0 CAMBI ESP ASSEMBLAGGIO / MANUTENZIONE : 5 6 mm ( / ) mm Ruotando la guarnitura cambiare diverse volte rapporto (su e giù) sia con il deragliatore che con il cambio per assicurarsi che l indicizzazione funzioni correttamente. MANUTENZIONE Per la pulizia dei componenti non utlizizzare detergenti agressivi. Lubrificare periodicamente i componenti della trasmissione (Fig. 7). Lubrificare eventuali guidacavo presenti (per es. il passaggio sotto la sede movimento centrale). 6 mm ( / ) 6 7 Quando smontati usare un grasso resistente all acqua 5 mm 5 Nm 5 5 in.lbs. Lubrificante spray al teflon Quando smontati usare un grasso resistente all acqua INDIVIDUAZIONE GUASTI Problemi La catena cade tra il pignone piccolo e il telaio. La catena scende con difficoltà o non scende sul pignone più piccolo. La catena salta oltre il pignone più grande e si incastra tra i raggi oppure la gabbia del cambio striscia contro i raggi. Cambiata lenta. Cambiata rumorosa. Scalando cambia due rapporti. Ritardo nel passare ai pignoni più grandi. Ritardo nel passare ai pignoni più piccoli. Causa La vite di regolazione del limite H inferiore non è correttamente regolata. La vite di regolazione del limite H inferiore non è correttamente regolata. La vite di regolazione del limite L superiore non è correttamente regolata. Cambio o forcellino di supporto piegato. Distanza eccessiva tra la rotella superiore e il pignone. Distanza insufficiente tra la rotella superiore e il pignone. Tensione del cavo insufficiente. Tensione del cavo insufficiente. Tensione del cavo eccessiva. Attrito eccessivo tra cavo e guaina. Rimedio Avvitare la vite H fino a quando la rotella superiore è allineata con il pignone più piccolo. Svitare la vite H fino a quando la rotella superiore è allineata con il pignone più piccolo. Avvitare la vite L fino a quando la rotella superiore è allineata con il pignone più piccolo. Raddrizzare o sostituire. Allentare la vite per la regolazione B ruotandola in senso antiorario. Allentare la vite per la regolazione B ruotandola in senso antiorario. Ruotare il regolatore in senso antiorario. Ruotare il regolatore in senso antiorario. Ruotare il regolatore in senso orario. Lubrificare o sostituire cavo e guaina. Controllare se la guaina è eccessivamente piegata.

16

17 PLASMA / QUARZ / NEOS / CENTERA CAMBI SPECIFICHE TECNICHE /NORME DI ASSEMBLAGGIO : : Actuation ratio Direct Response Technology Disegno Oversize Geometria a distanza constane Costruzione semplificata con il 0% in meno di componenti D I. Ṛ Ṭ : Capacità cambio Plasma Quarz Neos Centera Codice n Velocità 9/8/7 9/8/7 9/8/7 9/8/7 Compat. comandi SRAM Rocket / Attack / Centera, Shimano Rapidfire XTR / XT / LX / ST-RC / Alivio/ Acera Totale 0 D 0 D 0 D 0 D Lunghezza gabbia Lunga Lunga Lunga Lunga Pignone più grande D D D D Pignone più piccolo D D D D Differenza anteriore D D D D Puleggia Bussola/Cuscinetto Bussola/Cuscinetto Bussola Bussola Pacco pignoni & catene SRAM / IG & HG 9/8/7spd SRAM / IG & HG 9/8/7spd SRAM / IG & HG 9/8/7spd SRAM / IG & HG 9/8/7spd Montaggio diretto Guaine o 5 mm, non soggette a compressione, con boccole da 5.8 mm Peso 95 g 00 g 7 g 65 g Articolazioni SRAM Composite SRAM Composite SRAM Composite SRAM Composite Piastrina esterna SRAM Composite SRAM Composite SRAM Composite SRAM Composite Design Piastrina interna Aluminum Aluminum Aluminum Steel Gabbia esterna Aluminum Aluminum Steel Steel Gabbia interna SRAM Composite SRAM Composite SRAM Composite SRAM Composite Bullone di fissaggio Aluminum - hollow Aluminum Aluminum Steel max.0 mm min. 6 mm SPECIFICHE DEL TELAIO Montaggio cambio con piastrina: L'angolo (a) fra il supporto di aggancio de cambio e l'asse centrale deve essere compreso fra un minimo di 0 ed un massimo di 0 (Fig. ). Montaggio con piastrine: in caso di superamento della dimensione "max. 0" fra il pignone più piccolo e il lato esterno del forcellino, deve essere utilizzato un cambio con piastrina piegata a gomito verso l'interno, codice n 0 00 (Fig. ). 9 mm 5 SW 8 Montaggio diretto: Le dimensioni corrette del forcellino per il montaggio diretto del cambio, sono illustrate alla figure e nella tabella seguente. max.: 0,5 x 5 fermo piastrina β A B max.0 Road MTB Codice n La distanza tra il pignone più piccolo e la superficie esterna di battuta del cambio deve essere compresa tra 9 e mm (Fig. ). La piastrina a cui viene avvitato il cambio, deve avere una scanalatura massima di 0,5 x 5. La superficie di contatto al cambio, deve essere completamente piana (Fig. 5). In caso che lo spessore del forcellino sia minore o uguale a 5,5 mm, utilizzare la rondella codice n (Fig. 6). Un forcellino con apertura verso il basso e più funzionale. cerchio 7 Parallelismo del forcellino: La differenza fra le dimensioni A e B non deve superare 0 mm (Fig. 7). calibro 5

18 PLASMA / QUARZ / NEOS / CENTERA CAMBI SPECIFICHE TECNICHE /NORME DI ASSEMBLAGGIO 8 Geometria del forcelllino posteriore: La geometria del forcellino dipende dal pignone più piccolo utilizzato (Fig. 8). Ferma guaina: Il diametro interno del ferma guaina deve essere di almeno 6,05 mm (Fig. 9). 9 / T X > 5 mm GRAFICO / LUNGHEZZA DELLA GUAINA T X > 7 mm T X > 9 mm Esempio: X = 00 mm cavo lunghezza guaina L = mm. Ø 6,05 6,0 mm Attenzione: E imperativo rispettare il valore per la corretta lunghezza della guaina. L (mm) X (mm) Y X 8 mm L (mm) Y (mm) PLASMA / QUARZ / NEOS / CENTERA CAMBI ASSEMBLAGGIO INSTALLAZIONE Avviso: Controllare l'allineamento del supporto a cui deve essere fissato il cambio. Un suo disallineamento può provocare un malfunzionamento del sistema indicizzato. Fissare il cambio al supporto presente sul telaio. Assicurarsi che la piastrina di regolazione B non interferisca con il movimento di ritorno della piastrina del cambio. Stringere il bullone di fissaggio (testa esagonale da 5 o 6 mm) al telaio con un forza di torsione pari a 8 0 Nm. In caso di montaggio con piastrina, chiavi da 8 mm, coppia di serraggio 5 Nm. LUNGHEZZA DELLA CATENA Quando la catena si trova sulla corona e sul pignone più grande si può verificare una estrema tensione o blocco della stessa. Per questo motivo è importante che la catena abbia una lunghezza appropriata. REGLAZIONE DEI LIMITI Posizionandosi dietro la ruota posteriore guardare il cambio e le rotelle. Utilizzando un piccolo cacciavite ruotare la vite per la regolazione del limite (, Fig.) per allineare il centro della rotella di guida al bordo esterno del pignone più piccolo In senso orario la rotella di guida si sposta verso l interno della ruota. Azionando la guarnitura. Spingere internamente il cambio con la mano. Allineare la rotella superiore di guida sotto il pignone più grande, centro a centro, ruotando la vite per la regolazione dei limiti (, Fig. ) In senso orario la rotella di guida si muove allontanandosi dai raggi. Posizionare la catena sul pignone e sulla corona più grande. Per un telaio biammortizzato assicuratevi che la sospensione raggiunga la massima estensione in rapporto alla massima tensione della catena. Aggiungere DUE MAGLIE alla catena per raggiungere la lunghezza appropriata. 6

19 PLASMA / QUARZ / NEOS / CENTERA CAMBI ASSEMBLAGGIO : 0 o denti 8 denti 5 0 mm REGLAZIONE DEL CHAIN GAP Il "Chain Gap" è la distanza che intercorre tra la rotella di guida e il pacco pignoni, con la catena installata. Il chain gap ottimale è stretto quanto basta da permettere una cambiata veloce ed efficiente su qualsiasi pignone; ed ampio quanto basta da permettere una cambiata scorrevole da e al pignone più grande. Posizionare la catena sulla corona più piccola. Ruotando la guarnitura spingere internamente il cambio con la mano verso il pignone più grande. Mantenere il cambio posteriore in questa posizione mentre si esegue la seguente regolazione. Girare la vite di regolazione B (, Fig. ), usando una chiave esagonale da mm, in modo tale che il chain gap sia equivalente a circa 5 0 mm dall apice del pignone all apice della rotella di guida. Spostare rapidamente la catena su e giù da un dente all'altro diverse volte. Se il cavo si allenta ripetere i due punti precedenti. Posizionare la catena sul pignone più piccolo. Azionando i pedali muovere il comando di uno scatto. Se la catena esita e non riesce a passare sul secondo ingranaggio aumentare la tensione del cavo ruotando la barra di regolazione in senso antiorario (, Fig. 6). Se la catena si sposta oltre il secondo dente diminuire la tensione del cavo ruotando il regolatore in senso orario. Ripetere i due punti precedenti fino a raggiungere una tensione del cavo ottimale. Ruotando la guarnitura cambiare diverse volte rapporto (su e giù) sia con il deragliatore che con il cambio per assicurarsi che l indicizzazione funzioni correttamente. 5 0 mm Su una cassetta con il pignone più grande, da 0 o denti, la distanza tra i denti della rotella superiore e quelli del pignone più grande, deve essere di 5 0 mm (Fig. ). Con una cassetta di massimo 8 denti, o meno, la distanzia tra i denti della rotella superiore e il pignone più piccolo da o denti deve essere di 5 0 mm(fig. ). Avviso: Non utilizzare la vite di regolazione B posta sul cambio per aumentare la tensione della catena o per prevenire il risucchio mm 5 Nm 5 5 in.lbs. REGOLAZIONE DELLA CAMBIATA INDICIZZATA Controllare che la catena e il cambio posteriore siano posizionati sul pignone più piccolo. Misurare e tagliare la parte di guaina posteriore. Assicurarsi che non sia ne lunga ne corta (vedi figura e grafico). Ruotare il comando allineando il numero maggiore all'indicatore di marcia. Posizionare il regolatore del comando ad un giro dal fine corsa. Inserire il cavo del comando posteriore attraverso la guaina, i passanti presenti sul telaio e le guide presenti sul corpo del cambio. Applicandogli una leggera tensione posizionare il cavo sulla pinna e quindi sotto al ranella delbullone di ancoraggio (Fig. 5). Fissare il cavo del comando al cambio con una chiave esagonale da 5 mm applicare una forza torsionale pari a 5 Nm. Attenzione a non schiacciare o deformare il cavo. 7

20 PLASMA / QUARZ / NEOS / CENTERA CAMBI MANUTENZIONE SMONTAGGIO E RIMONTAGGIO Il completo smontaggio del cambio è possibile solo con il cambio Plasma. SMONTAGGIO DELLA GABBIA Smontare la gabbia (, Fig. ). A tal scopo ruotare la gabbia contrastando la pressione della molla (corrisponde al senso antiorario), fin quando non sarà possibile la vite di battuta (). Svitare la vite di battuta e portare la gabbia in posizione verticale (Fig. ). Solo in questa posizione è possibile rimuovere la gabbia con l' O-ring () (è fissato in modo relativamente saldo sul collare della gabbia) e la molla () dall'articolazione inferiore. FISSAGIO DELLA GABBIA PREMONTATA Inserire la molla (, Fig. ) nell'articolazione inferiore e ruotarla fintanto che l'estremità della molla non ingrana nell'apposito foro in modo avvertibile. Inserire la gabbia () con O-ring () in modo che l'estremità della molla si collochi nella sede (5). Premere la gabbia contro l'articolazione inferiore e ruotarla in senso antiorario in posizione ore. Solo in questa posizione è possibile inserire totalmente l'asse della gabbia. Ruotare ulteriormente la gabbia in senso antiorario finchè la vite di battuta (, Fig. ) non potrà essere inserita. Coppia di serraggio Nm. 5 SCOMPOSIZIONE E RIMON- TAGGIO DELLA GABBIA Scomporre la gabbia completamente in singoli particolari dopo aver svitato le due viti (5, Fig. ). Pulire i pezzi e sostituire quelli difettosi o usurati. Prima di rimontare lubrificare leggermente tutte le sedi dei cuscinetti e la molla (). La posizione e la direzione di montaggio dei singoli pezzi sono illustrate nel disegno esploso (Fig. ). Serrare le viti di fissaggio (5) con una forza torsionale pari a,5,5 Nm. (Raccomandiamo di utilizzare dispositivi quali loctite per prevenire eventuali smontaggi). MANUTENZIONE Per la pulizia dei componenti non utlizizzare detergenti agressivi. Lubrificare periodicamente i componenti della trasmissione (Fig. 5). Lubrificare eventuali guidacavo presenti (per es. il passaggio sotto la sede movimento centrale). 5 8

Calettatori per attrito SIT-LOCK

Calettatori per attrito SIT-LOCK Calettatori per attrito INDICE Calettatori per attrito Pag. Vantaggi e prestazioni dei 107 Procedura di calcolo dei calettatori 107 Gamma disponibile dei calettatori Calettatori 1 - Non autocentranti 108-109

Dettagli

Hawos Pegasus 230 Volt

Hawos Pegasus 230 Volt olt Pagina 2 Pagina 3 Pagina 3 Pagina 4 Pagina 5 Pagina 5 Pagina 6 Pagina 6/7 Pagina 7 Pagina 7 Pagina 8 Introduzione a Pegasus Scegliere le dimensioni della macinatura Iniziare e terminare il processo

Dettagli

10s CATENA 1 - SPECIFICHE TECNICHE 2 - COMPATIBILITA ATTENZIONE! ATTENZIONE! HD-LINK ULTRA-NARROW CN-RE400 CX 10 ULTRA NARROW

10s CATENA 1 - SPECIFICHE TECNICHE 2 - COMPATIBILITA ATTENZIONE! ATTENZIONE! HD-LINK ULTRA-NARROW CN-RE400 CX 10 ULTRA NARROW CATNA 10s ULTRA NARROW 1 - SPCIFICH TCNICH 2 - COMPATIBILITA CX 10 HD-LINK ULTRA-NARROW CN-R400 L utilizzo di pignoni e ingranaggi non "Campagnolo" può danneggiare la catena. Una catena danneggiata può

Dettagli

OWNER S MANUAL WHEELS PART 1

OWNER S MANUAL WHEELS PART 1 OWNER S MANUAL WHEELS PART 1 Leggete attentamente le istruzioni riportate nel presente manuale. Questo manuale è parte integrante del prodotto e deve essere conservato in un luogo sicuro per future consultazioni.

Dettagli

Regolatore della soglia (RLC, RLT & X)

Regolatore della soglia (RLC, RLT & X) Cannotto Tappo dell aria (forcelle ad aria) Regolatore dell escursione (TALAS) Manopola del precarico (forcelle a molla) Manopola del ritorno (tutte le forcelle) Levetta di bloccaggio (RL, RLC & RLT) Regolatore

Dettagli

Manuale di installazione, manutenzione ed assistenza dei freni a disco idraulici

Manuale di installazione, manutenzione ed assistenza dei freni a disco idraulici Manuale di installazione, manutenzione ed assistenza dei freni a disco idraulici HFX-Mag HFX-Mag Plus HFX-9 HFX-9 HD Informazioni sulla sicurezza Questo tipo di freno è stato progettato per l uso su mountain

Dettagli

Manuale di assemblaggio e preparazione della motocicletta

Manuale di assemblaggio e preparazione della motocicletta Z750 Z750 ABS Manuale di assemblaggio e preparazione della motocicletta Premessa Per una efficiente spedizione dei veicoli Kawasaki, prima dell imballaggio questi vengono parzialmente smontati. Dal momento

Dettagli

GIUNTO A DISCHI KD2 & KD20 Istruzioni per l Installazione e l Allineamento Modulo 15-111 APRILE 2002

GIUNTO A DISCHI KD2 & KD20 Istruzioni per l Installazione e l Allineamento Modulo 15-111 APRILE 2002 GIUNTO A DISCHI KD2 & KD20 Istruzioni per l Installazione e l Allineamento Modulo 15-111 APRILE 2002 Emerson Power Transmission KOP-FLEX, INC., P.O. BOX 1696 BALTIMORE MARYLAND 21203, (419) 768 2000 KOP-FLEX

Dettagli

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit Sifoni per vasca da bagno Geberit. Sistema.............................................. 4.. Introduzione............................................. 4.. Descrizione del sistema.................................

Dettagli

Identificazione delle parti IL CARBURATORE SI

Identificazione delle parti IL CARBURATORE SI Identificazione delle parti IL CARBURATORE SI A) Vite di regolazione del minimo. B) Getto MAX C) Getto MIN D) Vite corta coperchio camera del galleggiante E) Vite lunga coperchio camera del galleggiante

Dettagli

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT)

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT) PT-27 Torcia per il taglio con arco al plasma Manuale di istruzioni (IT) 0558005270 186 INDICE Sezione/Titolo Pagina 1.0 Precauzioni per la sicurezza........................................................................

Dettagli

PART 1 PART 1. Manuale Uso e Manutenzione Ownerʼs Manual Bedienungs-Anleitung RUOTE - WHEELS - LAUFRÄDER ROUES - RUEDAS - WIELEN

PART 1 PART 1. Manuale Uso e Manutenzione Ownerʼs Manual Bedienungs-Anleitung RUOTE - WHEELS - LAUFRÄDER ROUES - RUEDAS - WIELEN RUOTE - WHEELS - LAUFRÄDER ROUES - RUEDAS - WIELEN Manuale Uso e Manutenzione Ownerʼs Manual Bedienungs-Anleitung PART 1 PART 1 Manuel dʼinstructions et dʼentretien Manuel de Uso y Manutención Handleiding

Dettagli

Manuale di installazione, uso e manutenzione

Manuale di installazione, uso e manutenzione Industrial Process Manuale di installazione, uso e manutenzione Valvole azionato con volantino (903, 913, 963) Sommario Sommario Introduzione e sicurezza...2 Livelli dei messaggi di sicurezza...2 Salute

Dettagli

Modell 8108.1 H D. Modell 8108.1. Modell 8108.1. Modell 8108.1

Modell 8108.1 H D. Modell 8108.1. Modell 8108.1. Modell 8108.1 ie gelieferten bbildungen sind teilweise in arbe. Nur die Vorschaubilder sind in raustufen. ei ruckdatenerstellung bitte beachten, dass man die ilder ggf. in raustufen umwandelt. 햽 햾 Vielen ank 12.0/2010

Dettagli

Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità.

Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità. Tagliando Manutentivo Km. 10.000/30.000/50.000 XP500 TMAX. Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità. IMPORTANTE:

Dettagli

Manuale dell operatore

Manuale dell operatore Technical Publications 20 Z-30 20HD Z-30 Manuale dell operatore Modelli precedenti al numero di serie 2214 First Edition, Second Printing Part No. 19052IT Sommario Pagina Norme di sicurezza... 3 Controllo

Dettagli

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H 1. Aria compressa e attacco idraulico Fluido in pressione Azionamento Aria compressa,

Dettagli

MANUALE D USO MB3195-IT-B

MANUALE D USO MB3195-IT-B MANUALE D USO IT -B Introduzione Ci congratuliamo con voi per aver acquistato questa nuova sedia a rotelle. La qualità e la funzionalità sono le caratteristiche fondamentali di tutte le sedie a rotelle

Dettagli

Catalogo profili per strutture e banchi e linee modulari

Catalogo profili per strutture e banchi e linee modulari Profilati in alluminio a disegno/standard/speciali Dissipatori di calore in barre Dissipatori di calore ad ALTO RENDIMENTO Dissipatori di calore per LED Dissipatori di calore lavorati a disegno e anodizzati

Dettagli

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento La funzione dei cuscinetti a strisciamento e a rotolamento è quella di interporsi tra organi di macchina in rotazione reciproca. Questi elementi possono essere

Dettagli

SERIE TK20 MANUALE DI ASSEMBLAGGIO Italiano

SERIE TK20 MANUALE DI ASSEMBLAGGIO Italiano SERIE MANUALE DI ASSEMBLAGGIO Italiano PAG. 1 ESPLOSO ANTA MOBILE VISTA LATO AUTOMATISMO PAG. 2 MONTAGGIO GUARNIZIONE SU VETRO (ANTA MOBILE E ANTA FISSA) Attrezzi e materiali da utilizzare per il montaggio:

Dettagli

Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere

Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere Sommario Kit di assemblaggio InnoTech 2-3 Guida Quadro 6-7 Guide su sfere 8-11 Guide su rotelle 12-13 Portatastiere

Dettagli

Istruzioni di manutenzione

Istruzioni di manutenzione Istruzioni di manutenzione NB/NBG 1. Identificazione... 2 1.1 Targhetta di identificazione... 2 1.2 Descrizione del modello... 3 1.3 Movimentazione... 4 2. Smontaggio e montaggio... 5 2.1 Informazioni

Dettagli

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Trasmissioni a cinghia dentata CLASSICA INDICE Trasmissione a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Pag. Cinghie dentate CLASSICE

Dettagli

Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT

Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT Istruzioni per l'installazione TempsensorAmb-IIT110610 98-0042610 Versione 1.0 IT SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Avvertenze su queste istruzioni.....................

Dettagli

Sistema FS Uno Istruzione di montaggio. 1 Generalità 2. 2 Palificazione 3. 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4. 4 Elenco dei componenti 6

Sistema FS Uno Istruzione di montaggio. 1 Generalità 2. 2 Palificazione 3. 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4. 4 Elenco dei componenti 6 Sistema FS Uno Istruzione di montaggio CONTENUTO Pagina 1 Generalità 2 2 Palificazione 3 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4 4 Elenco dei componenti 6 5 Rappresentazione esplosa del sistema

Dettagli

C.F.R. srl Via Raimondo dalla Costa 625-41122 Modena (MO) - Italy Tel: +39 059 250837 - Fax: +39 059 281655 / 2861223 E-mail : info@cfritalt.

C.F.R. srl Via Raimondo dalla Costa 625-41122 Modena (MO) - Italy Tel: +39 059 250837 - Fax: +39 059 281655 / 2861223 E-mail : info@cfritalt. C.F.R. srl Via Raimondo dalla Costa 625-41122 Modena (MO) - Italy Tel: +39 059 250837 - Fax: +39 059 281655 / 2861223 E-mail : info@cfritalt.com www.cfritaly.com È vietata la riproduzione o la traduzione

Dettagli

ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 04.07.2006 9:56:34 Uhr

ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 04.07.2006 9:56:34 Uhr ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 1 LIFTKAR, il carrello motorizzato saliscale e MODULKAR, il carrello manuale. 2 3 Caratteristiche principali: 1) Tubolare in Alluminio in

Dettagli

Placca a maglia LCP ad angolo variabile 2.4/2.7. Parte del sistema LCP ad angolo variabile per avampiede/ mesopiede 2.4/2.7.

Placca a maglia LCP ad angolo variabile 2.4/2.7. Parte del sistema LCP ad angolo variabile per avampiede/ mesopiede 2.4/2.7. Placca a maglia LCP ad angolo variabile 2.4/2.7. Parte del sistema LCP ad angolo variabile per avampiede/ mesopiede 2.4/2.7. Tecnica chirurgica La pubblicazione non è prevista per la distribuzione negli

Dettagli

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI?

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? Buona Caccia e Buon Volo, giovani amici di Eureka! Siete tra gli eletti che hanno deciso di passare al livello successivo: site pronti? Questo mese vi proponiamo

Dettagli

Istruzioni supplementari. Adattatore con tubo schermante. per VEGACAL 63, 64/VEGACAP 63 Stilo-ø 16 mm. Document ID: 34849

Istruzioni supplementari. Adattatore con tubo schermante. per VEGACAL 63, 64/VEGACAP 63 Stilo-ø 16 mm. Document ID: 34849 Istruzioni supplementari Adattatore con tubo schermante per VEGACAL 63, 64/VEGACAP 63 Stilo-ø 16 mm Document ID: 34849 1 Descrizione del prodotto 1 Descrizione del prodotto L'adattatore con tubo schermante

Dettagli

Guida alla scelta di motori a corrente continua

Guida alla scelta di motori a corrente continua Motori Motori in in corrente corrente continua continua 5 Guida alla scelta di motori a corrente continua Riddutore Coppia massima (Nm)! Tipo di riduttore!,5, 8 8 8 Potenza utile (W) Motore diretto (Nm)

Dettagli

TAV. 393 - MOLT I PL I CATORE T 312. Polg

TAV. 393 - MOLT I PL I CATORE T 312. Polg TAV. 393 - MOLT I PL I CATORE T 312 Polg 'Tay. 393 11 97 I T 312 con pto passante Sax 1600-1800-2100 - Tex 2300-2700 - Nico Pos. Codice Denominazione 1 0.312.3001.00 albero passante 2 07.0.069 paraolio

Dettagli

INJEX - Iniezione senza ago

INJEX - Iniezione senza ago il sistema per le iniezioni senz ago INJEX - Iniezione senza ago Riempire le ampolle di INJEX dalla penna o dalla cartuccia dalle fiale con la penna Passo dopo Passo Per un iniezione senza ago il sistema

Dettagli

Sostituzione del contatore di energia elettrica

Sostituzione del contatore di energia elettrica Istruzioni di montaggio per il personale specializzato VIESMANN Sostituzione del contatore di energia elettrica per Vitotwin 300-W, tipo C3HA, C3HB e C3HC e Vitovalor 300-P, tipo C3TA Avvertenze sulla

Dettagli

Piccoli attuatori elettrici angolari 2SG5

Piccoli attuatori elettrici angolari 2SG5 Piccoli attuatori elettrici angolari 2SG5 Istruzioni per l uso supplementari SIPOS 5 Edizione 05.13 Tutti i diritti riservati! Indice Istruzioni per l uso supplementari SIPOS 5 Indice Indice 1 Informazioni

Dettagli

LIBRETTO D ISTRUZIONI

LIBRETTO D ISTRUZIONI I LIBRETTO D ISTRUZIONI APRICANCELLO SCORREVOLE ELETTROMECCANICO girri 130 VISTA IN SEZIONE DEL GRUPPO RIDUTTORE GIRRI 130 ELETTROMECCANICO PER CANCELLI SCORREVOLI COPERCHIO COFANO SUPPORTO COFANO SCATOLA

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE

MANUALE DI INSTALLAZIONE MANUALE DI INSTALLAZIONE La soluzione in nero La soluzione Comax La soluzione Quadmax La soluzione universale La soluzione estetica La soluzione Utility Il modulo Honey Versione IEC TSM_IEC_IM_2011_RevA

Dettagli

Scaricatori di condensa per aria compressa e gas CAS 14 e CAS 14S - ½, ¾ e 1 Istruzioni di installazione e manutenzione

Scaricatori di condensa per aria compressa e gas CAS 14 e CAS 14S - ½, ¾ e 1 Istruzioni di installazione e manutenzione 3.347.5275.106 IM-P148-39 ST Ed. 1 IT - 2004 Scaricatori di condensa per aria compressa e gas CAS 14 e CAS 14S - ½, ¾ e 1 Istruzioni di installazione e manutenzione 1. Informazioni generali per la sicurezza

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

Axon. Sistema d impianto con caricamento dall alto per la stabilizzazione posteriore della colonna cervicale e toracica superiore.

Axon. Sistema d impianto con caricamento dall alto per la stabilizzazione posteriore della colonna cervicale e toracica superiore. Tecnica chirurgica Axon. Sistema d impianto con caricamento dall alto per la stabilizzazione posteriore della colonna cervicale e toracica superiore. Sommario Principi AO ASIF 4 Indicazioni e controindicazioni

Dettagli

TIP-ON inside. TIP-ON per AVENTOS HK. Il supporto per l'apertura meccanico per ante a ribalta standard senza maniglia. www.blum.

TIP-ON inside. TIP-ON per AVENTOS HK. Il supporto per l'apertura meccanico per ante a ribalta standard senza maniglia. www.blum. TIP-ON inside TIP-ON per AVENTOS HK Il supporto per l'apertura meccanico per ante a ribalta standard senza maniglia www.blum.com Facilità di apertura con un semplice tocco 2 Comfort di apertura per le

Dettagli

Richiesta ai Clienti

Richiesta ai Clienti Richiesta ai Clienti Tutte le riparazioni eseguite su questo orologio, escludendo le riparazioni riguardanti il cinturino, devono essere effettuate dalla CITIZEN. Quando si desidera avere il vostro orologio

Dettagli

Bloccaggi a doppio tirante orizzontali e verticali

Bloccaggi a doppio tirante orizzontali e verticali Bloccaggi a doppio tirante orizzontali e verticali Caratteristiche: i bloccaggi sono disponibili in due configurazioni: orizzontali, come raffigurati in bassoa nella foto, con il bloccaggio e la staffa

Dettagli

Istruzioni di impiego: Erkopress 300 Tp. Erkopress 300 Tp-ci. Apparecchio di termostampaggio da collegare a sistemi di aria compressa

Istruzioni di impiego: Erkopress 300 Tp. Erkopress 300 Tp-ci. Apparecchio di termostampaggio da collegare a sistemi di aria compressa Istruzioni di impiego: Erkopress 300 Tp Erkopress 300 Tp-ci Apparecchio di termostampaggio da collegare a sistemi di aria compressa Apparecchio di termostampaggio con compressore integrato e riserva di

Dettagli

Basta un tocco leggero in un punto qualunque del frontale e il cassetto si apre senza difficoltà esercitare una leggera pressione o una lieve spinta

Basta un tocco leggero in un punto qualunque del frontale e il cassetto si apre senza difficoltà esercitare una leggera pressione o una lieve spinta Apertura agevole al tocco Apertura affidabile senza maniglia Nel moderno design del mobile, i frontali senza maniglia svolgono un ruolo sempre più importante. Con il supporto per l apertura meccanico di

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1 Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5 9356197 Edizione 1 DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Noi, NOKIA CORPORATION, dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto SU-5 è conforme alle

Dettagli

Guida agli Oblo e Osteriggi

Guida agli Oblo e Osteriggi Guida agli Oblo e Osteriggi www.lewmar.com Introduzione L installazione o la sostituzione di un boccaporto o oblò può rivelarsi una procedura semplice e gratificante. Seguendo queste chiare istruzioni,

Dettagli

Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C. Informazione tecnica

Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C. Informazione tecnica Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C Informazione tecnica Indice Caratteristiche 2 Vantaggi dei cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C 2 Tenuta e lubrificazione 2 Temperatura

Dettagli

TIP-ON per TANDEMBOX. Il supporto per l'apertura meccanico per i sistemi di estrazione dei mobili senza maniglia. www.blum.com

TIP-ON per TANDEMBOX. Il supporto per l'apertura meccanico per i sistemi di estrazione dei mobili senza maniglia. www.blum.com TIP-ON per TANDEMBOX Il supporto per l'apertura meccanico per i sistemi di estrazione dei mobili senza maniglia www.blum.com 2 Apertura facile basta un leggero tocco Nel moderno design del mobile, i frontali

Dettagli

Guide a sfere su rotaia

Guide a sfere su rotaia Guide a sfere su rotaia RI 82 202/2003-04 The Drive & Control Company Rexroth Tecnica del movimento lineare Guide a sfere su rotaia Guide a rulli su rotaia Guide lineari con manicotti a sfere Guide a sfere

Dettagli

Performance Line Dai tutto. Per ricevere ancora di più. Bosch ebike Systems 2015

Performance Line Dai tutto. Per ricevere ancora di più. Bosch ebike Systems 2015 Performance Line Dai tutto. Per ricevere ancora di più. Bosch ebike Systems 2015 mi lascio l autobus alle spalle Performance Line Dare tutto. Per ricevere ancora di più. puntuale all appuntamento 45 km/h

Dettagli

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXC/FMC

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXC/FMC Sistemi di presa a vuoto su superfici / Massima flessibilità nei processi di movimentazione automatici Applicazione Movimentazione di pezzi con dimensioni molto diverse e/o posizione non definita Movimentazione

Dettagli

CORPO GIREVOLE ATTORNO AD UN ASSE E MOMENTI. TORNA ALL'INDICE

CORPO GIREVOLE ATTORNO AD UN ASSE E MOMENTI. TORNA ALL'INDICE CORPO GIREVOLE ATTORNO AD UN ASSE E MOMENTI. TORNA ALL'INDICE Consideriamo adesso un corpo esteso, formato da più punti, e che abbia un asse fisso, attorno a cui il corpo può ruotare. In questo caso l

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI PRESSOSTATI DIFFERENZIALI

MANUALE DI ISTRUZIONI PRESSOSTATI DIFFERENZIALI Rev. 5 01/07 PRESSOSTATI DIFFERENZIALI STAGNI: SERIE DW Modelli DW40, DW100 e DW160 A PROVA DI ESPLOSIONE: SERIE DA Modelli DA40, DA100 e DA160 A B Modelli DW10 ingresso cavi PESO 6,2 kg A B Modelli DA10

Dettagli

John Ruskin (1819-1900) 20050 MACHERIO (Milano) Via Vittorio Veneto 37 - Tel. (039) 20.12.730/1/2 Fax. (039) 20.13.042. A1foro.

John Ruskin (1819-1900) 20050 MACHERIO (Milano) Via Vittorio Veneto 37 - Tel. (039) 20.12.730/1/2 Fax. (039) 20.13.042. A1foro. 20050 MACHERIO (Milano) Via Vittorio Veneto 37 - Tel. (039) 20.12.730/1/2 Fax. (039) 20.13.042 TRASPORTATORI LEGGERI Non è saggio pagare troppo. Ma pagare troppo poco è peggio. Quando si paga troppo si

Dettagli

Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica

Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica Le caratteristiche tecniche si basano sulle informazioni di prodotto più recenti disponibili al momento della pubblicazione. Tutte le dimensioni sono espresse in millimetri

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata)

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) 1 Spruzzo convenzionale (aria nebulizzata) Una pistola a spruzzo convenzionale è uno strumento che utilizza aria compressa per atomizzare ( nebulizzare

Dettagli

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati DECORAZIONE 03 Posare la carta da parati 1 Scegliere la carta da parati Oltre ai criteri estetici, una carta da parati può essere scelta in funzione del luogo e dello stato dei muri. TIPO DI VANO CARTA

Dettagli

la nuova generazione

la nuova generazione O - D - Giugno - 20 Sistemi di adduzione idrica e riscaldamento in Polibutilene la nuova generazione Push-fit del sistema in polibutilene Sistema Battuta dentellata La nuova tecnologia in4sure è alla base

Dettagli

Sede Legale: Via Forche 2/A Castelfranco V.to. (Tv) Sede Amministrativa: Via G. Verdi 6/A 31050 Vedelago ( Tv )

Sede Legale: Via Forche 2/A Castelfranco V.to. (Tv) Sede Amministrativa: Via G. Verdi 6/A 31050 Vedelago ( Tv ) SIVIERA GIREVOLE A RIBALTAMENTO IDRAULICO BREVETTATA TRASPORTABILE CON MULETTO MODELLO S.A.F.-SIV-R-G SIVIERA A RIBALTAMENTO MANUALE MODELLO S.A.F. SIV-R1-R2 1 DESCRIZIONE DELLA SIVIERA Si è sempre pensato

Dettagli

LISTINO MINIMOTO 2013

LISTINO MINIMOTO 2013 LISTINO MINIMOTO 2013 NOTE: - Il presente listino annulla e sostituisce qualsiasi precedente - I prezzi indicati si intendono trasporto ed assicurazione esclusi - BZM Trade Srl si riserva qualsiasi variazione

Dettagli

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 ESEDRA ENERGIA S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 La decennale esperienza di Esedra nel mondo delle energie rinnovabili ha dato vita alla linea

Dettagli

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Schede tecniche Moduli Solari MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Il gruppo con circolatore solare da 1 (180 mm), completamente montato e collaudato, consiste di: RITORNO: Misuratore regolatore

Dettagli

: acciaio (flangia in lega d alluminio)

: acciaio (flangia in lega d alluminio) FILTRI OLEODINAMICI Filtri in linea per media pressione, con cartuccia avvitabile Informazioni tecniche Pressione: Max di esercizio (secondo NFPA T 3.1.17): FA-4-1x: 34,5 bar (5 psi) FA-4-21: 24 bar (348

Dettagli

Rider 15V2s AWD. Istruzioni per l uso

Rider 15V2s AWD. Istruzioni per l uso Rider 15V2 Istruzioni per l uso Rider 15V2 AWD Rider 15V2s AWD Prima di usare la macchina, leggere per intero le istruzioni per l uso e accertarsi di averne compreso il contenuto. Italian INDICE Indice

Dettagli

Era M & Era MH. I nuovi motori per tende e tapparelle, anche con manovra di soccorso manuale. Compatti e robusti, semplici e pratici da installare.

Era M & Era MH. I nuovi motori per tende e tapparelle, anche con manovra di soccorso manuale. Compatti e robusti, semplici e pratici da installare. Era M & Era MH I nuovi motori per tende e tapparelle, anche con manovra di soccorso manuale. Compatti e robusti, semplici e pratici da installare. Era M Motore tubolare ideale per tende e tapparelle con

Dettagli

ESPLOSO RICAMBI CALDAIE MURALI A GAS mod. META 20 MFFI/RFFI-CE mod. META 24 MFFI/RFFI-CE

ESPLOSO RICAMBI CALDAIE MURALI A GAS mod. META 20 MFFI/RFFI-CE mod. META 24 MFFI/RFFI-CE ESPLOSO RICAMBI CALDAIE MURALI A GAS mod. META 20 MFFI/RFFI-CE mod. META 24 MFFI/RFFI-CE E d i z i o n e 1 d a t a t a A P R I L E 1 9 9 5 POOL AZIENDE SERVIZIO SICUREZZA GAS 53 52 51 50 49 48 47 46 351

Dettagli

TOASTER. Istruzioni per l uso

TOASTER. Istruzioni per l uso TOASTER Istruzioni per l uso 5 4 3 1 6 DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO 1) Manopola temporizzatore 2) Tasto Stop 3) Leva di accensione 4) Bocche di caricamento 5) Pinze per toast 6) Raccoglibriciole estraibile

Dettagli

MANUALE DELL UTENTE E ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE

MANUALE DELL UTENTE E ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE MANUALE DELL UTENTE E ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE Trasduttore da interno scafo ad Inclinazione Regolabile Modello P79 Brevetto negli Stati Uniti N. 6.201.767. Brevetto europeo 1 118 074 Annotate le

Dettagli

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17)

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) FILTRI OLEODINAMICI Filtri sul ritorno con cartuccia avvitabile Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Corpo filtro Attacchi:

Dettagli

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I)

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) 5. MOTORE ELETTRICO 2 Generalità 2 CONFIGURAZIONE PART-WINDING 2 CONFIGURAZIONE STELLA-TRIANGOLO 3 Isolamento del motore elettrico 5 Dispositivi di

Dettagli

Citofono senza fili. Installazione. ed uso. (fascicolo staccabile all interno)

Citofono senza fili. Installazione. ed uso. (fascicolo staccabile all interno) Citofono senza fili Installazione ed uso (fascicolo staccabile all interno) Sommario Presentazione... 3 Descrizione... 4 La postazione esterna... 4 La placca esterna... 4 Il quadro elettronico... 4 La

Dettagli

Accessori per inverter SMA Kit ventola aggiuntiva FANKIT01-10

Accessori per inverter SMA Kit ventola aggiuntiva FANKIT01-10 Accessori per inverter SMA Kit ventola aggiuntiva FANKIT01-10 Istruzioni per l installazione FANKIT01-IA-it-12 IMIT-FANK-TL21 Versione 1.2 IT SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Indicazioni relative

Dettagli

MECCANISMI RESISTENTI IN ELEMENTI NON ARMATI A TAGLIO

MECCANISMI RESISTENTI IN ELEMENTI NON ARMATI A TAGLIO MECCANISMI RESISTENTI IN ELEMENTI NON ARMATI A TAGLIO MECCANISMO RESISTENTE A PETTINE Un elemento di calcestruzzo tra due fessure consecutive si può schematizzare come una mensola incastrata nel corrente

Dettagli

PI.EFFE.CI. Oltre 40 anni di esperienza

PI.EFFE.CI. Oltre 40 anni di esperienza Oltre 40 anni di esperienza mette a disposizione della propria clientela i 40 anni della sua esperienza nel mercato dei prodotti per il fissaggio delle tubazioni, utilizzati negli innumerevoli settori

Dettagli

METODO PER LA STESURA DI PROGRAMMI PER IL CENTRO DI LAVORO CNC

METODO PER LA STESURA DI PROGRAMMI PER IL CENTRO DI LAVORO CNC METODO PER LA STESURA DI PROGRAMMI PER IL CENTRO DI LAVORO CNC Riferimento al linguaggio di programmazione STANDARD ISO 6983 con integrazioni specifiche per il Controllo FANUC M21. RG - Settembre 2008

Dettagli

BacPac con LCD. Manuale dell utente + Informazioni sulla garanzia

BacPac con LCD. Manuale dell utente + Informazioni sulla garanzia BacPac con LCD Manuale dell utente + Informazioni sulla garanzia AGGIORNAMENTO FIRMWARE Per determinare se è necessario effettuare un aggiornamento del firmware, seguire questi passi: Con l apparecchio

Dettagli

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag.

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag. DEM8.5/10 Istruzioni per l uso............pag. 2 Use and maintenance manual....pag. 11 Mode d emploi et d entretien.....pag. 20 Betriebsanleitung.............pag. 29 Gebruiksaanwijzing..............pag.

Dettagli

Sensore da scarpa Polar S1 Manuale d uso

Sensore da scarpa Polar S1 Manuale d uso Sensore da scarpa Polar S1 Manuale d uso 1. 2. 3. 4. 5. 6. Congratulazioni! Il footpod Polar S1 rappresenta la scelta migliore per misurare la velocità/andatura e la distanza durante la corsa. L'apparecchio

Dettagli

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future.

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. ATTENZIONE: Utilizzare il prodotto solo per l uso al quale

Dettagli

Elettrovalvole a comando diretto Serie 300

Elettrovalvole a comando diretto Serie 300 Elettrovalvole a comando diretto Serie 00 Minielettrovalvole 0 mm Microelettrovalvole 5 mm Microelettrovalvole mm Microelettrovalvole mm Modulari Microelettrovalvole mm Bistabili Elettropilota CNOMO 0

Dettagli

I motori elettrici più diffusi

I motori elettrici più diffusi I motori elettrici più diffusi Corrente continua Trifase ad induzione Altri Motori: Monofase Rotore avvolto (Collettore) Sincroni AC Servomotori Passo Passo Motore in Corrente Continua Gli avvolgimenti

Dettagli

I tiri principali nel badminton

I tiri principali nel badminton I tiri principali nel badminton 4 2 3 5 6 1 Drop a rete 2 Pallonetto (lob) 3 Drive 4 Clear 5 Drop 6 Smash (schiacciata) 1 Traiettoria Definizione Impugnatura 1 Drop a rete Rovescio Sequenza fotografica

Dettagli

Il motore a corrente continua, chiamato così perché per. funzionare deve essere alimentato con tensione e corrente

Il motore a corrente continua, chiamato così perché per. funzionare deve essere alimentato con tensione e corrente 1.1 Il motore a corrente continua Il motore a corrente continua, chiamato così perché per funzionare deve essere alimentato con tensione e corrente costante, è costituito, come gli altri motori da due

Dettagli

Stazionamento di una montatura equatoriale

Stazionamento di una montatura equatoriale Stazionamento di una montatura equatoriale Autore: Focosi Stefano Strumentazione: Celestron SCT C8 su Vixen SP (Super Polaris) Sistema di puntamento: Vixen SkySensor 2000 Sito osservativo: Loc. Molin Nuovo,

Dettagli

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions MINI-ESCAVATORE 2230/2335 kg Call for Yanmar solutions COMPATTEZZA Il è un mini-escavatore con sporgenza posteriore realmente nulla. Il contrappeso e la parte posteriore del telaio superiore della macchina

Dettagli

Fissaggio meccanico degli angoli nei serramenti in legno, con l'innovativo sistema MC della SFS intec. nuovo senza colla.

Fissaggio meccanico degli angoli nei serramenti in legno, con l'innovativo sistema MC della SFS intec. nuovo senza colla. Fissaggio meccanico degli angoli nei serramenti in legno, con l'innovativo sistema MC della SFS intec nuovo senza colla senza tasselli Benefici del fissaggio meccanico degli angoli con il sistema MC Con

Dettagli

3 2A B K D 6 F O H E T 5. Vtt Eco Pro 3000 Lux No-Volt - Cod. M0S05353 - Edizione 1G09

3 2A B K D 6 F O H E T 5. Vtt Eco Pro 3000 Lux No-Volt - Cod. M0S05353 - Edizione 1G09 R I J G 2 L B K A 5 3 2A C 1 M D 6 4 R S Q F O H E T 5 7 6 4 21 9 9 12 15 22 9 8 10 13 17 16 16 14 18 19 20 23 24 Vtt Eco Pro 3000 Lux No-Volt - Cod. M0S05353 - Edizione 1G09 ITALIANO Vaporetto Eco Pro

Dettagli

Seconda Legge DINAMICA: F = ma

Seconda Legge DINAMICA: F = ma Seconda Legge DINAMICA: F = ma (Le grandezze vettoriali sono indicate in grassetto e anche in arancione) Fisica con Elementi di Matematica 1 Unità di misura: Massa m si misura in kg, Accelerazione a si

Dettagli

MANUALE POSA IN OPERA E MANUTENZIONE FINESTRE, PORTEFINESTRE, PORTE, SCORREVOLI

MANUALE POSA IN OPERA E MANUTENZIONE FINESTRE, PORTEFINESTRE, PORTE, SCORREVOLI MANUALE POSA IN OPERA E MANUTENZIONE FINESTRE, PORTEFINESTRE, PORTE, SCORREVOLI Premessa 1. I materiali per la posa. 2. Il falso telaio. 3. Il fissaggio del serramento. 4. Istruzioni per la posa in opera

Dettagli

Alimentazione Switching con due schede ATX.

Alimentazione Switching con due schede ATX. Alimentazione Switching con due schede ATX. Alimentatore Switching finito 1 Introduzione...2 2 Realizzazione supporto...2 3 Realizzazione Elettrica...5 4 Realizzazione meccanica...7 5 Montaggio finale...9

Dettagli

Manuale d uso SUNNY TRIPOWER 5000TL / 6000TL / 7000TL 8000TL / 9000TL / 10000TL / 12000TL

Manuale d uso SUNNY TRIPOWER 5000TL / 6000TL / 7000TL 8000TL / 9000TL / 10000TL / 12000TL Manuale d uso SUNNY TRIPOWER 5000TL / 6000TL / 7000TL 8000TL / 9000TL / 10000TL / 12000TL STP5-10TL-20-BE-it-13 98-108600.03 Versione 1.3 ITALIANO Disposizioni legali SMA Solar Technology AG Disposizioni

Dettagli

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI OPERE SPECIALI PREFABBRICATI (Circ. Min. 13/82) ISTRUZIONI SCRITTE (Articolo 21) Il fornitore dei prefabbricati e della ditta di montaggio, ciascuno per i settori di loro specifica competenza, sono tenuti

Dettagli

ATTENZIONE ATTENZIONE AVVERTENZE AVVERTENZE. Italiano

ATTENZIONE ATTENZIONE AVVERTENZE AVVERTENZE. Italiano ITALIANO ATTENZIONE Non utilizzare questo orologio per immersioni, se non dopo essere stati adeguatamente addestrati alle immersioni subacquee. Per ovvi motivi di sicurezza attenersi a tutte le regole

Dettagli

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE In questo congelatore possono essere conservati alimenti già congelati ed essere congelati alimenti freschi. Messa in funzione del congelatore Non occorre impostare la

Dettagli

www.altrex.com EN 1004 Manuale di montaggio e uso Ponteggi su ruote 5100 e 5200, Ponteggio con scale integrate 5300, Ponteggi pieghevoli 5400 e 5500

www.altrex.com EN 1004 Manuale di montaggio e uso Ponteggi su ruote 5100 e 5200, Ponteggio con scale integrate 5300, Ponteggi pieghevoli 5400 e 5500 Manuale di montaggio e uso Ponteggi su ruote 5100 e 5200, Ponteggio con scale integrate 5300, Ponteggi pieghevoli 5400 e 5500 EN 1004 752903 www.altrex.com 1 of 32 Manuale montaggio e uso N art. 752903

Dettagli

V-ZUG SA. Cappa aspirante DW-SE/DI-SE. Istruzioni per l uso

V-ZUG SA. Cappa aspirante DW-SE/DI-SE. Istruzioni per l uso V-ZUG SA Cappa aspirante DW-SE/DI-SE Istruzioni per l uso Grazie per aver scelto uno dei nostri prodotti. Il vostro apparecchio soddisfa elevate esigenze, e il suo uso è molto semplice. E tuttavia necessario

Dettagli