In collaborazione con: La gestione dei sinistri 22 e 23 maggio 2012 Docenti: Paolo Lionetti Andrea Angeletti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "In collaborazione con: La gestione dei sinistri 22 e 23 maggio 2012 Docenti: Paolo Lionetti Andrea Angeletti"

Transcript

1 La gestione dei sinistri 22 e 23 maggio 2012 Docenti: Paolo Lionetti Andrea Angeletti 1

2 Regola aurea Sapere: - cos è, come funzionano ed a cosa servono i contratti, - conoscere le dinamiche che governano il trasferimento assicurativo, - come possono ragionare i diversi attori che si muovono in questo universo, è la chiave per saper gestire correttamente un sinistro.

3 Cos è, come funziona ed a cosa serve un assicurazione

4 Cos è un assicurazione? L assicurazione è un contratto fra privati. Quando le parti firmano un contratto contraggono degli obblighi ed acquisiscono dei diritti, entrambi disciplinati dal codice civile. Le regole contrattuali determinano e delimitano i diritti ed i doveri di entrambe le parti. Comprare un assicurazione significa trasferire in capo ad un altro soggetto le perdite economiche derivanti dal verificarsi di un evento che provochi dei danni a se stessi o agli altri.

5 Come funziona un assicurazione? Tutto il funzionamento del mercato assicurativo si basa sui concetti di rischio e probabilità statistica: - il rischio è la possibilità che un certo evento (futuro, incerto e economicamente sfavorevole), possa verificarsi. - La probabilità statistica è il calcolo matematico che consente di ipotizzare se e quante volte tale evento possa verificarsi. Il calcolo statistico è l elemento guida di ogni impresa d assicurazione. Più persone sono assicurate sullo stesso tipo di rischio, più il calcolo statistico è affidabile, maggiore è la certezza di un guadagno. Il guadagno di una compagnia d assicurazione è dato dalla differenza tra quanto è stato incassato e quanto è stato pagato per le liquidazione dei sinistri.

6 A cosa serve un assicurazione? Cosa possiamo fare quando abbiamo paura che qualcosa possa provocare un danno a ciò che è nostro, procurandoci quindi un danno economico, se non facendo un assicurazione? Se mi brucia la casa, come posso trovare i soldi per ricominciare? Se mi rubano la macchina, dove trovo i soldi per comprarne un altra? Se investo un industriale come faccio a pagargli i milioni che mi chiederà per il risarcimento? L assicurazione è l unico modo che abbiamo di trasferire su qualcun altro il nostro rischio economico. Con un contratto di assicurazione, quindi, l'assicurato trasferisce il rischio di subire un danno, con conseguenze di tipo patrimoniale, a una impresa specializzata ovvero una compagnia di assicurazione.

7 Le polizze

8 Abbiamo detto che la polizza di assicurazione è un contratto. Si tratta di un accordo scritto che reca la firma dell'assicuratore e dell'assicurato. In base a questo accordo il contraente paga all'assicuratore un determinato importo chiamato premio, in cambio del quale la compagnia si impegna a risarcire/indennizzare (entro determinati limiti stabiliti nel contratto) il danno conseguente a un determinato evento (sinistro) che può riguardare la persona o la cosa assicurata. Nella polizza vengono precisati gli obblighi e i diritti dell'assicurato/contraente per tutta la validità del contratto. Questi obblighi e diritti sono raccolti nelle condizioni generali di assicurazione (CGA) valide per tutti i contratti e nelle condizioni particolari di contratto, che sono quelle che integrano le CGA.

9 e p o l i z z e Abbiamo detto che la polizza di assicurazione è un contratto. Si tratta di un accordo scritto che reca la firma dell'assicuratore e dell'assicurato. In base a questo accordo il contraente paga all'assicuratore un determinato importo chiamato premio, in cambio del quale la compagnia si impegna a risarcire/indennizzare (entro determinati limiti stabiliti nel contratto) il danno conseguente a un determinato evento (sinistro) che può riguardare la persona o la cosa assicurata. Nella polizza vengono precisati gli obblighi e i diritti dell'assicurato/contraente per tutta la validità del contratto. Questi obblighi e diritti sono raccolti nelle condizioni generali di assicurazione (CGA) valide per tutti i contratti e nelle condizioni particolari di contratto, che sono quelle che integrano le CGA. 9

10 Le polizze Le polizze non sono tutte uguali. Le polizze fanno riferimento ai cosiddetti Rami assicurativi. Ogni ramo corrisponde ad una specifica famiglia di rischi. Ogni polizza ha ambiti di operatività, riferimenti normativi, regole di funzionamento, modalità di gestione dei sinistri. Quindi REGOLE DIVERSE. Semplificando i Rami si dividono in: Danni da Responsabilità Civile Danni ai beni Servizio Danni alla persona Vita 10

11 In che squadra giochi quando c è un sinistro? L Assicurato - struttura aziendale danneggiata - Risk/Insurance/claims unit Il Broker - Client executive - Claims department La Compagnia - Il liquidatore - L assuntore I periti - nominato dalla Compagnia - di parte 11

12 In che squadra giochi quando c è un sinistro? Ovvero.Se fossi il liquidatore, se fossi il danneggiato, se fossi il perito, se fossi il broker Da che punto di vista osservi il problema? Come lo gestisci? Cosa devi fare? Come ti comporti? Quali passi fai? Cosa ti aspetti? 12

13 In che squadra giochi quando c è un sinistro? Da qualunque punto di osservazione osservi il problema, però, il punto principale è: Un sinistro gestito correttamente fin dall inizio viene liquidato in fretta e bene. Perché è interesse di tutti! Ma quali sono gli interessi di ciascuno? 13

14 Il processo Risk, Insurance & Claims Management

15 Il processo di risk management all interno dell azienda La Gestione dei sinistri ANALISI INDIVIDUAZIONE - Patrimonio - Attività - Persone Eventi dannosi VALUTAZIONE MPL PML TRATTAMENTO ELIMINAZIONE RIDUZIONE Loss Prevention Completo trasferimento assicurativo da parte dei fornitori TRASFERIMENTO ASSICURAZIONE dei rischi residuali e/o obbligatori Gestione dei sinistri RITENZIONE SINISTRI DI FREQUENZA Autoassicurazione REVISIONE - Auditing del processo - Formazione Migliorie ed integrazioni 15

16 Il processo Risk, Insurance & Claims Management Le classiche rappresentazioni grafiche del processo, tuttavia, non consentono di esaltare tutti quegli elementi che rendono davvero efficace la sua applicazione. Quali sono allora gli elementi che devono essere amplificati per rendere davvero efficace il processo RIClaM? A mio parere, sopra tutti, occorre fare in modo che i players (Azienda/Broker/Compagnia/Periti) abbiano come obiettivo quello di creare un architettura integrata, attraverso la quale ognuno possa governare al meglio il proprio interesse primario. 16

17 Il processo di risk management all interno dell azienda Analisi Trattamento Trasferimento Gestione del sinistro Individuazione e classificazione dei rischi check-list Analisi storica delle tipologie di sinistro Identificazione, per ogni categoria di rischio, di PML MPL, eccetera. Prevenzione: messa a punto di piani di emergenza e protocolli integrati con le funzioni competenti in materia di security Implementazione dei piani di emergenza basata anche sull analisi dei sinistri Incremento della self retention consapevole Assicurazione dei rischi residui Risk Financing Autoassicurazione Captive company Messa in sicurezza Operazioni di safety Gestione delle perizie Ripristino dello status quo ante Finanziamento del sinistro Gestione dei costi legali Auto gestione dei sinistri fisiologici all attività 17

18 Risk, Insurance & Claims Management Vorrei ricordare quali sono questi interessi: Per l azienda trasferire i propri rischi residui al mercato al prezzo più conveniente, potendo contare su un ottima gestione dei sinistri interna. Per il Broker diventare organico all unità RICM dell azienda essendone sua naturale estensione verso l esterno, stabilizzando la propria posizione e producendo quindi redditività strutturale per entrambi. Possibilmente favorendo la conoscenza dell azienda, grazie alla propria funzione, da parte della Compagnia. Per la Compagnia diventare a tutti gli effetti finanziatore consapevole dell eventuale sinistro, avendo avuto la possibilità di conoscere e valutare non solo il rischio ma anche la capacità di gestire e trasmettere correttamente, velocemente e con precisione tutte le informazioni utili. Di fatto deve potersi fidare del proprio cliente. 18

19 Gli Obiettivi del RIM dell azienda sono. Aumentare progressivamente il controllo sui propri processi interni per tentare di ridurre i rischi residui da trasferire (comprare meno assicurazioni o coperture meno estese). Tendere alla gestione in house di quanti più sinistri di frequenza possibile, fisiologici alla propria attività, in modo da contenere i costi assicurativi e possedere il pieno controllo sulla gestione dei danni e delle relative statistiche. Fidelizzare le proprie funzioni aziendali, fornendo insieme al broker soluzioni che offrano garanzie evolute rispetto al modificarsi dei rischi legati al core (ed i cross) business. Farsi liquidare bene i sinistri. 19

20 Gli Obiettivi del Broker sono.... essere sia scout che ranger quando si tratta di piazzare il trasferimento del rischio sul medesimo mercato e - contemporaneamente svolgere il ruolo fondamentale di schermo protettivo per l azienda cliente dal mercato Non correre il rischio di essere scavalcato nel rapporto tra Compagnia e Azienda assicurata. Mantenere, consolidare e possibilmente sviluppare il monte delle proprie revenues 20

21 Gli Obiettivi della Compagnia sono.... Non prendere affari in cui i fondamentali di gestione del rischio siano fuori controllo ovvero dove ne manchi completamente la cultura. Diffidare di quelle società che non programmano nel medio periodo il processo di trasferimento assicurativo e non sono in grado di fornire gli elementi utili alla corretta gestione dei sinistri. Assumere solo quella parte di rischio che possieda veramente le caratteristiche di aleatorietà ovvero tagliare la gestione delle frequenze. Poter avvicinare e conoscere direttamente l azienda cliente, con lo scopo di accrescere il contenuto della propria offerta. Poter gestire i sinistri che possano occorrere con la massima trasparenza possibile, contando sulla collaborazione tra cliente, periti e broker. 21

22 E POSSIBILE SODDISFARE LA NECESSITÀ DI RAGGIUNGERE QUESTI OBIETTIVI PER TUTTI I PLAYER? SI, SE ESISTE: SIMMETRIA DELLA VISION RIM DELL AZIENDA BROKER COMPAGNIA/PERITI ALLORA IL RICM INTEGRATO CREA VERO VALORE PER TUTTI I PLAYER Individua la miglior strategia di trasferimento del rischio. Contiene il costo complessivo del trasferimento. Migliora la credibilità dell azienda sui mercati assicurativi. Rafforza la posizione del Broker in quanto naturale estensione della struttura interna dell azienda. Garantisce alle Compagnie, per quanto possibile, la sottoscrizione di rischi veramente aleatori. Sviluppa in azienda la cultura della gestione e del trasferimento dei rischi facendo diventare strategica l attività. 22

23 I rischi del processo Risk, Insurance & Claims Management Integrato Esistono però comportamenti che possono non far funzionare correttamente il processo RICM integrato. Da parte dell azienda, quando: - il personale non è qualificato e quindi troppo influenzabile; - il Risk or Insurance Manager lo è solo di nome ma in realtà lo fa part time; - il RIM non ha a disposizione una struttura che gli consenta di avere la conoscenza degli eventi; - se li conosce e non sono buoni, li tace al broker ed agli assicuratori; - il RIM non ha creato un proprio efficace network interno; - il RIM non ha talento; - l azienda non ci pensa proprio ad avere un risk or insurance manager! 23

24 I rischi del processo Risk, Insurance & Claims Management Integrato il Broker, quando: - il suo personale non è in grado, se serve, di influenzare quello dell azienda; - il broker pensa di essere il solo detentore del verbo assicurativo; - pensa di poter conoscere l azienda cliente meglio di come la conosce il suo RICM; - non permette alla compagnia di conoscere gli uomini dell azienda cliente. la Compagnia, quando: - i suoi uomini non conoscono gli uomini dell azienda cliente; - quando pensa di scavalcare il ruolo del broker; - si arrocca su posizioni a tutti i costi difensivistiche; - non è in grado di fare valutazioni tecniche. - non utilizza periti di standing elevato 24

25 Aree di rischio e coperture assicurative - Danni a terzi

26 Aree di rischio e coperture assicurative - Danni a terzi Danni da Responsabilità Civile - Polizza Responsabilità Civile verso Terzi - Polizza Responsabilità Civile Autoveicoli - Polizza Responsabilità Civile Inquinamento - Polizza Responsabilità Civile Prodotti - Polizza Responsabilità Civile Professionale 26

27 La Responsabilità Civile Consiste nell obbligo di rispettare le norme che stabiliscono di non procurare danno (ingiusto) ad altri. CONSEGUENZE: OBBLIGO DI RISARCIMENTO DEL DANNO 27

28 La Responsabilità Civile: tipologia CONTRATTUALE o Art C.C. : Il debitore che non esegue esattamente la prestazione dovuta, è tenuto al risarcimento del danno,..(omissis) EXTRACONTRATTUALE OBBLIGAZIONI o Art e segg. C.C. : Qualunque fatto doloso o colposo, che cagiona ad altri un danno ingiusto obbliga colui che ha commesso il fatto a risarcire il danno. Si verifica il concorso della responsabilità contrattuale con quella extracontrattuale quando contestualmente siano lesi diritti derivanti dal contratto ed un bene protetto dalla legge indipendentemente dal contratto (es.: il diritto alla salute, in relazione all art c.c. ed all art 32 Cost.) 28

29 L illecito extracontrattuale Gli elementi costitutivi L obbligo a risarcire il danno esiste: 1) quando il danneggiato prova l esistenza: - del fatto che ha prodotto il danno - del nesso di causalità tra il fatto ed il danno - della responsabilità (dolo o colpa) - del danno e della sua entità 2) quando non ricorrono le cause di esclusione della responsabilità (cosiddette esimenti ), quali: - la legittima difesa - lo stato di necessità - l incapacità d intendere volere - Il caso fortuito 29

30 L illecito extracontrattuale - I casi di responsabilità presunta PER FATTO ALTRUI: Art c.c. - genitori, tutori, ecc... Art c.c. - padroni e committenti Art c.c. - incapace PER FATTI NATURALI O DA COSE: Art c.c. - attività pericolose Art c.c. - cose in custodia Art c.c. - animali Art c.c. - rovina di edificio Art c.c. IV comma - vizi di costruzione o difetti di manutenzione IN QUESTI CASI IL DANNEGGIATO NON DEVE PROVARE LA RESPONSABILITA DI CHI VIENE INDICATO DALLA LEGGE COME OBBLIGATO A RISARCIRE IL DANNO 30

31 Risarcimento del danno Le categorie principali PATRIMONIALE (Artt C.C.) Danno emergente (diminuzione di patrimonio) Lucro cessante (mancato incremento del patrimonio) NON PATRIMONIALE (Artt C.C. 185 C.P.) Danno morale (patemi d animo, ansie, dispiaceri, sofferenze, ecc.) BIOLOGICO (Art. 32 Costituzione) Menomazione del bene-salute quale stato di benessere psico-fisico dell'individuo indipendentemente dal suo reddito 31

32 La polizza di responsabilità civile Le caratteristiche generali Nell'assicurazione della responsabilità civile l'assicuratore è obbligato a tenere indenne l'assicurato di quanto questi, in conseguenza del fatto accaduto durante il tempo dell'assicurazione, deve pagare a un terzo, in dipendenza della responsabilità dedotta nel contratto. Sono esclusi i danni derivanti da fatti dolosi. E possibile quindi assicurare la R.C.: sia per fatto proprio che per fatto altrui sia extracontrattuale che contrattuale (salvo specifici limiti) derivante sia da fatti illeciti che da reati (esclusa la responsabilità penale) 32

33 La polizza di La Gestione responsabilità dei sinistri civile Le caratteristiche generali: relazioni fra i diversi soggetti L'assicuratore ha facoltà, previa comunicazione all'assicurato, di pagare direttamente al terzo danneggiato l'indennità dovuta, ed è obbligato al pagamento diretto se l'assicurato lo richiede. ASSICURATORE ASSICURATO RISARCIMENTO DANNEGGIATO DANNO DANNO NON ESISTE AZIONE DIRETTA DA PARTE DEL DANNEGGIATO NEI CONFRONTI DELL ASSICURATORE 33

34 La polizza di responsabilità civile La portata della copertura: alcuni esempi In relazione alle caratteristiche dei contratti e degli appalti è opportuno prendere in adeguata considerazione la copertura della responsabilità civile: verso i prestatori di lavoro (ed assimilati), sia per gli infortuni sul lavoro che per le malattie professionali; verso terzi derivante da lavori completati (cosiddetta garanzia postuma); per danni a cose di terzi derivanti da incendio di cose dell assicurato; derivante da inquinamento (improvviso/accidentale e lento/graduale); per danni causati dalla difettosità dei prodotti; per danni cagionati a terzi da subappaltatori o loro dipendenti ed ai subappaltatori e loro dipendenti.. CON MASSIMALI DI GARANZIA ADEGUATI! 34

35 POLIZZA RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI Cosa assicura Tiene indenne l assicurato per quanto questi sia tenuto a pagare (capitale, interessi e spese) a seguito di un danno provocato a terzi durante lo svolgimento dell attività assicurata a condizione che il danno arrecato sia di tipo accidentale ed involontario Interesse assicurato Il soggetto il cui interesse è tutelato dall assicurazione è il Contraente della polizza. Periodo di copertura Normalmente la polizza viene stipulata per una durata annuale con tacito rinnovo. Franchigie Normalmente non sono previste franchigie per danni a persona, mentre lo sono per danni a cose Limiti Non essendo determinabile a priori l entità del possibile danno, la copertura viene limitata fino alla concorrenza dei un certo limite (Massimale) che rappresenta il massimo esborso da parte dell Assicuratore sia per singolo sinistro che annualità assicurativa 35

36 La polizza di responsabilità civile alcuni suggerimenti operativi 1) verificare con tempestività e con molta attenzione il contesto dell attività e le obbligazioni che sorgono dalle previsioni contrattuali o dalle norme di legge applicabili; 2) acquisire ogni informazione utile atta a valutare il possibile impatto economico dei casi che possono comportare l obbligo di risarcire un danno; 3) inserire clausole contrattuali che stabiliscano con sufficiente dettaglio le specifiche e le modalità di funzionamento dei contratti assicurativi di cui si richiede la stipulazione; 4) acquisire e verificare sempre le clausole dei contratti assicurativi richiesti ad altri soggetti; 5) mantenere un adeguato flusso di comunicazioni ed informazioni per adattare la tutela assicurativa all evoluzione od ai cambiamenti che si verificano. 36

37 Gestione dei sinistri di frequenza Check list delle Attivita Data entry nel programma gestionale, Svolgere articolate attività di ricerca di informazioni, loro sintesi e operatività conseguente, Rispondere per iscritto in maniera celere all'utente Svolgere trattative telefoniche stragiudiziali con gli avvocati di controparte, Gestire quanto propedeutico alle attività giudiziali, Intrattenere i rapporti con gli avvocati fiduciari Effettuare il coordinamento con broker, periti, compagnie assicurative, Gestire un archivio che deve essere informatizzato e interno all'ufficio Creare la reportistica analitica.

38 POLIZZA RESPONSABILITA CIVILE AUTOVEICOLI Cosa assicura Tiene indenne l assicurato per danno involontariamente provocati a terzi mentre lo stesso assicurato è alla guida di un autoveicolo. Interesse assicurato Il soggetto il cui interesse è tutelato dall assicurazione è il Contraente della polizza. Franchigie Normalmente la copertura non prevede franchigie, salvo che l Assicurato, per beneficiare di costi assicurativi più contenuti, non pattuisca con l Assicuratore un importo fisso comunque a suo carico. Limiti Non essendo determinabile a priori l entità del possibile danno, la copertura viene limitata fino alla concorrenza di un certo limite (Massimale) che rappresenta il massimo esborso da parte dell Assicuratore sia per singolo sinistro che annualità assicurativa. Nota La copertura può essere associata all assicurazione contro i danni materiali (incendio, furto, etc) degli autoveicoli stessi. 38

39 POLIZZA RESPONSABILITA CIVILE INQUINAMENTO Cosa assicura La polizza tiene indenne l Assicurato per eventuali richieste di risarcimento a lui rivolte a seguito di inquinamento (lento e graduale oppure accidentale ed improvviso) di acqua, terra ed aria in conseguenza dell attività svolta in un determinato luogo. Interesse assicurato Il soggetto il cui interesse è tutelato dall assicurazione è il Contraente della polizza. Periodo di copertura La copertura è sempre annuale senza il tacito rinnovo. Franchigie La polizza prevede sempre che rimanga a carico dell Assicurato una certa percentuale del danno (Scoperto). Limiti Non essendo determinabile a priori l entità del possibile danno, la copertura viene limitata fino alla concorrenza di un certo limite (Massimale) che rappresenta il massimo esborso da parte dell Assicuratore sia per singolo sinistro che annualità assicurativa Nota La maggior parte degli Assicuratori italiani ha un costituito il cosiddetto Pool Inquinamento con la funzione di valutare (sia in termini di rischio che di premio assicurativo) il rischio da assicurare. Altra funzione del Pool è quella di offrire supporto riassicurativo a tutti gli assicuratori che lo costituiscono. 39

40 POLIZZA RESPONSABILITA CIVILE PRODOTTI Cosa assicura Tiene indenne l Assicurato per eventuali esborsi dovuti a danni arrecati a terzi a seguito di un difetto presente nel prodotto realizzato e/o commercializzato Interesse assicurato Il soggetto il cui interesse è tutelato dall assicurazione è il Contraente della polizza. Periodo di copertura Usualmente un anno con tacito rinnovo. Caratteristica della Polizza RC Prodotti è quella di essere basata sul criterio cosiddetto claims made per cui sono considerati risarcibili tutti quei danni per cui nel periodo di copertura è stata fatta la richiesta di risarcimento, a prescindere dal momento in cui il difetto è entrato nel prodotto. Franchigie La polizza prevede sempre l adozione di franchigie la cui entità incide sull ammontare del premio. Limiti Non essendo determinabile a priori l entità del possibile danno, la copertura viene limitata fino alla concorrenza di un certo limite (Massimale) che rappresenta il massimo esborso da parte dell Assicuratore sia per singolo sinistro che annualità assicurativa Nota La polizza RC Prodotti costituisce la risposta assicurativa al D.L. n. 224 del con la quale è stata introdotta anche in Italia la Direttiva Europea sulla Responsabilità oggettiva del Produttore. 40

41 POLIZZA RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE/1 Cosa assicura Tiene indenne l Assicurato per danni involontariamente cagionati a terzi nello svolgimento della sua attività professionale in conseguenza di errori, omissioni, imperizia, imprudenza, oltre che in genere in conseguenza di fatto doloso di persone di cui l Assicurato debba rispondere. L Assicurato è coperto tanto per le responsabilità contrattuali (gli inadempimenti che determinano un danno emergente o un lucro cessante del committente, derivanti dalla mancata o ritardata esecuzione del progetto, dalla sua non utilizzabilità o imperfezione) quanto per responsabilità extracontrattuali verso altri soggetti. Interesse assicurato Tanto quello diretto del progettista quanto quelli del committente e del proprietario dell opera oltre che dei terzi coinvolti nel progetto 41

42 POLIZZA RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE/2 Periodo di copertura La copertura è in forma claims made (copre le richieste di risarcimento presentate durante il periodo di efficacia della copertura) perciò la polizza deve essere attiva dall inizio dell incarico e deve essere mantenuta anche successivamente alla conclusione dello stesso Franchigie Queste polizze prevedono sempre franchigie, che possono essere anche commisurate in percentuale al fatturato complessivo o al valore dell incarico colpito dall eventuale sinistro. Limiti Nel caso in cui sia obbligatorio sottoscrivere una polizza conformemente alla Legge Merloni (si veda sotto) il massimale per opere di valore al netto di IVA inferiore a 5 milioni di Euro non potrà essere inferiore al 10% del valore dell opera, con massimo di 1 milione di Euro. Nel caso l opera abbia un valore superiore il massimale non potrà essere inferiore al 20% del valore col limite massimo di 2,5 milioni di euro. 42

43 POLIZZA RESPONSABILITA VERSO PRESTATORI DI LAVORO (RCO) Cosa assicura La polizza tutela l Assicurato dalle rivalse esperite dall INAIL o dalle maggiori pretese del danneggiato, qualora, in caso di un infortunio sul lavoro subito da un dipendente, sia dimostrata una responsabilità del Datore di Lavoro. Interesse assicurato Il soggetto il cui interesse è tutelato dall assicurazione è il Contraente della polizza Periodo di copertura Usualmente annuale con tacito rinnovo Franchigie Usualmente previste per le malattie professionali Limiti Non essendo determinabile a priori l entità del possibile danno, la copertura viene limitata fino alla concorrenza di un certo limite (Massimale) che rappresenta il massimo esborso da parte dell Assicuratore sia per singolo sinistro che annualità assicurativa 43

44 Aree di rischio e coperture assicurative - Danni alle cose Danni a beni mobili Polizza Incendio Polizza Furto Polizza Elettronica Danni ai fabbricati ed alle cose in essi contenuti Polizza Incendio Polizza incendio estesa Polizza property all risk Danni vettoriali Trasporti Danni ai fabbricati (opere in genere) durante la costruzione Polizza e EAR Polizza Macchinari, attrezzature di cantiere 44

45 POLIZZA INCENDIO Cosa assicura Indennizza i costi necessari per riparare o rimpiazzare i danni materiali e diretti che un determinato bene ha subito a seguito dei seguenti eventi: incendio, fulmine, esplosione, scoppio, caduta aeromobili. Usualmente la copertura viene estesa ad una serie di altri eventi tra cui: eventi atmosferici, scioperi, sommosse, tumulti popolari, atti di terrorismo e sabotaggio, eventi catastrofali (inondazioni, alluvioni, terremoto), rottura accidentale di tubazioni, fenomeno elettrico. Sono assicurabili i beni di proprietà dell Assicurato e/o Contraente quali ad esempio: Fabbricati, Macchinari, Attrezzature e arredamenti, Merci Possono essere assicurate anche i beni di terzi che si trovano nell ambito dei locali dell Assicurato e Contraente. Normalmente viene richiesto che la Somma Assicurata per le Voci suindicate corrisponda al cosiddetto Valore a Nuovo (intendendosi l importo necessario per ricostruire o rimpiazzare oggi i beni con altri uguali, simili o con le medesime caratteristiche) La polizza può essere estesa anche a: - Costi per demolire, sgomberare e smaltire i residuati di un sinistro - Danni a terzi conseguente ad incendio o ad un altro degli eventi indicati - Danni da interruzione di esercizio 45

46 POLIZZA INCENDIO Interesse assicurato L interesse tutelato è essenzialmente quello del proprietario dei beni assicurati. Periodo di copertura Normalmente viene pattuita una durata annuale, tacitamente rinnovabile per un analogo periodo. Qualora la polizza debba essere vincolata a favore di Soggetti terzi, la durata potrebbe essere pattuita per un periodo superiore (quasi mai oltre 10 anni) in funzione degli impegni nei confronti di tali Soggetti terzi. Franchigie Le polizze incendio normalmente non prevedono franchigie se non per alcuni eventi particolari. Normalmente le franchigie sono previste per gli eventi sociopolitici, atmosferici, catastrofali oppure per quelle tipologie di danno che possono avere una certa ripetitività quali ad esempio l acqua condotta, il fenomeno elettrico ecc. Limiti In base alle dimensioni del rischio da assicurare, gli assicuratori sono soliti porre alcuni limiti di indennizzo per determinate tipologie di danno quali ad esempio: gli eventi atmosferici, gli eventi sociopolitici, gli eventi naturali di forza maggiore. 46

47 POLIZZA FURTO Cosa assicura Indennizza i danni da furto delle cose assicurate a condizione che il ladro abbia violato le difese esterne con effrazione e/o scasso. Sono coperti i beni e/o le proprietà del Contraente e/o Assicurato contenute in locali protetti da mezzi di chiusura le cui caratteristiche sono dettagliate in apposite clausole contrattuali. La polizza equipara a danni da furto anche i guasti ed i danneggiamenti ai beni assicurati causati durante il furto o nel tentativo di commetterlo. Interesse assicurato L interesse tutelato è essenzialmente quello del proprietario dei beni assicurati. Franchigie Sono usualmente previste in base all entità delle somme assicurate e dell ubicazione del rischio. Limiti La polizza furto prevede sempre un limite massimo di indennizzo sulla cui base viene poi calcolato il premio di assicurazione. 47

48 POLIZZA C.A.R. Tutti i Rischi della Costruzione Sezione I Cosa assicura Indennizza l assicurato dei costi necessari per riparare o rimpiazzare una determinata opera durante la sua costruzione, semprechè l evento che ha originato il danno non sia esplicitamente escluso dalle condizioni della polizza. La garanzia risponde dei danni materiali e diretti. A titolo esemplificativo sono coperti i danni provocati da eventi naturali (pioggia, neve, grandine, gelo, tempesta, alluvione, inondazione, trombe d aria, uragani, terremoto, valanghe, etc), incendio, esplosione, scoppio, fulmine, incluse le opere di spegnimento e salvataggio, furto, rapina, errori umani, errori di manovra, imperizia, negligenza, incidenti di cantiere, atti vandalici. La garanzia può inoltre essere estesa a coprire: I danni provocati alle Opere Preesistenti, cioè quelle opere che, pur non facendo parte dell oggetto dei lavori, ne sono direttamente interessate o che si trovano nel luogo di esecuzione dei lavori e per loro natura non possono essere rimosse; I costi per demolire, sgomberare e smaltire i residui di un sinistro. Con un estensione di garanzia chiamata Manutenzione estesa, la copertura può nel periodo successivo al completamento dei lavori a coprire i danni dovuti a: essere prolungata causa concretatasi nel periodo di costruzione (ma esclusi errori di progettazione e vizi dei materiali); fatto dell Assicurato nello svolgimento delle attività di manutenzione contrattualmente previste. 48

IL RISARCIMENTO DEL DANNO

IL RISARCIMENTO DEL DANNO IL RISARCIMENTO DEL DANNO Il risarcimento del danno. Ma che cosa s intende per perdita subita e mancato guadagno? Elementi costitutivi della responsabilità civile. Valutazione equitativa. Risarcimento

Dettagli

Cosa fanno gli altri?

Cosa fanno gli altri? Cosa fanno gli altri? Sig. Morgan Moras broker di riassicurazione INCENDIO (ANIA) Cosa fanno gli altri? rami assicurativi no copertura polizza incendio rischi nominali - rischio non nominato - esplosione,

Dettagli

PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI

PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI PROGRAMMA OGGI PER IL DOMANI COS E A CHI E RIVOLTA COSA OFFRE RC PROFESSIONALE È un programma assicurativo studiato per offrire una copertura completa e personalizzabile in base alle specifiche esigenze. Sono previste garanzie in

Dettagli

AUTOSYSTEM PIÙ DRIVERSYSTEM PIÙ MOTOSYSTEM PIÙ. Le polizze più complete per i tuoi veicoli. Condizioni di assicurazione. www.toroassicurazioni.

AUTOSYSTEM PIÙ DRIVERSYSTEM PIÙ MOTOSYSTEM PIÙ. Le polizze più complete per i tuoi veicoli. Condizioni di assicurazione. www.toroassicurazioni. AUTOSYSTEM PIÙ DRIVERSYSTEM PIÙ MOTOSYSTEM PIÙ Le polizze più complete per i tuoi veicoli Condizioni di assicurazione www.toroassicurazioni.it Indice Pagina AUTOSYSTEM PIÙ - DRIVERSYSTEM PIÙ - MOTOSYSTEM

Dettagli

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO

PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO CONVENZIONE POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE ORDINE DEGLI INGEGNERI DI TREVISO FOR INSURANCE BROKER SRL, Società di Brokeraggio con sede principale a Castelfranco V.to, Ha stipulato con i

Dettagli

ASSISTENZA GARANTITA. 10 anni

ASSISTENZA GARANTITA. 10 anni ASSISTENZA ESTRATTO DELLE CONDIZIONI DI SERVIZIO Il presente documento costituisce un estratto delle Condizioni di Servizio, il cui testo integrale è depositato presso la sede legale del contraente, oppure

Dettagli

SVILUPPO ITALIA. Prima della sottoscrizione leggere attentamente la Nota Informativa. HDI Assicurazioni S.p.A. (Gruppo Talanx)

SVILUPPO ITALIA. Prima della sottoscrizione leggere attentamente la Nota Informativa. HDI Assicurazioni S.p.A. (Gruppo Talanx) SVILUPPO ITALIA Contratto di assicurazione Incendio-Furto dedicato alle Attività Produttive destinatarie delle agevolazioni finanziarie concesse dall Agenzia Nazionale per l attrazione degli investimenti

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

Tech in One Macchine e installazioni tecniche. L assicurazione degli oggetti tecnici può essere così semplice

Tech in One Macchine e installazioni tecniche. L assicurazione degli oggetti tecnici può essere così semplice Tech in One Macchine e installazioni tecniche L assicurazione degli oggetti tecnici può essere così semplice Assicurare le macchine e le installazioni tecniche Tech in One, l assicurazione semplice Perché

Dettagli

Arkema France Condizioni generali di vendita

Arkema France Condizioni generali di vendita Arkema France Condizioni generali di vendita Ai fini delle presenti Condizioni Generali di Vendita (di seguito CGV ), il termine Venditore indica Arkema France, Acquirente indica la persona a cui il Venditore

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

L impresa e l appalto: responsabilità e adempimenti Torino, 1 luglio 2008 LA RESPONSABILITA CONTRATTUALE AI SENSI DEGLI ARTT. 1667 E 1668 C.C.

L impresa e l appalto: responsabilità e adempimenti Torino, 1 luglio 2008 LA RESPONSABILITA CONTRATTUALE AI SENSI DEGLI ARTT. 1667 E 1668 C.C. L impresa e l appalto: responsabilità e adempimenti Torino, 1 luglio 2008 La responsabilità dell appaltatore per i vizi e le difformità dell opera: la verifica e il collaudo Avv. Alessandro SCIOLLA LA

Dettagli

GENERALI SEI IN AUTO

GENERALI SEI IN AUTO GENERALI SEI IN AUTO AUTOVETTURE Il presente Fascicolo informativo, contenente Nota informativa, comprensiva del Glossario Condizioni di Assicurazione deve essere consegnato al Contraente prima della sottoscrizione

Dettagli

DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04.

DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04. ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI FOGGIA DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04.2008) TITOLO

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

Liquidazione dei danni causati ai veicoli privati utilizzati nell ambito dell esercizio del mandato parlamentare

Liquidazione dei danni causati ai veicoli privati utilizzati nell ambito dell esercizio del mandato parlamentare Liquidazione dei danni causati ai veicoli privati utilizzati nell ambito dell esercizio del mandato parlamentare 1. In generale Conformemente all articolo 4 capoverso 2 dell ordinanza dell Assemblea federale

Dettagli

Pagina lasciata intenzionalmente in bianco

Pagina lasciata intenzionalmente in bianco Contratto di assicurazione per la copertura dei Rischi Tecnologici POLIZZA DI ASSICURAZIONE TUTTI I RISCHI DELLA COSTRUZIONE DI OPERE CIVILI Il presente Fascicolo informativo, contenente Nota informativa,

Dettagli

ISTRUZIONI PER L USO

ISTRUZIONI PER L USO ASSOCIAZIONE DI BOLOGNA Servizi alla Comunità Settore Autoriparazione AUTO SOSTITUTIVA ISTRUZIONI PER L USO Premessa pag. 3 Tipologie con le quali è possibile gestire il servizio pag. 4 Aspetti gestionali

Dettagli

AUTO CONTRATTO DI ASSICURAZIONE PER LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTOVETTURE. Genertel S.p.A.

AUTO CONTRATTO DI ASSICURAZIONE PER LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTOVETTURE. Genertel S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE PER LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTOVETTURE Genertel S.p.A. AUTO Il presente Fascicolo informativo, contenente la Nota Informativa e le Condizioni di Assicurazione, deve essere consegnato

Dettagli

DUAL RC professionale

DUAL RC professionale P.I. LINE - tailor made DUAL RC professionale Proposta di assicurazione per la Responsabilità Civile Professionale di Commercialisti, Tributaristi, Avvocati Consulenti del Lavoro, Società di Servizi (EDP)

Dettagli

Contratto di Assicurazione Autovetture

Contratto di Assicurazione Autovetture Fascicolo Informativo Modello 35000 - Edizione Aprile 2015 Contratto di Assicurazione Autovetture Responsabilità Civile verso Terzi, Incendio e Furto, Cristalli e Perdite Pecuniarie, Kasko, Eventi Naturali

Dettagli

Norme che regolano il contratto

Norme che regolano il contratto Norme che regolano il contratto Mod. 250/B ed. 04/2007 (dati tipografia, n copie) L assicurazione in generale DEFINIZIONI Nel testo di polizza si intendono per: Assicurazione: il contratto di assicurazione

Dettagli

l inabilità temporanea, l invalidità permanente

l inabilità temporanea, l invalidità permanente Inabilità temporanea e invalidità permanente Quali sono le tutele che intervengono in questi casi? Ecco il primo articolo di approfondimento sul tema degli eventi da esorcizzare Con questo primo articolo

Dettagli

CASA CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI ABITAZIONE. Genertel S.p.A.

CASA CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI ABITAZIONE. Genertel S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI ABITAZIONE Genertel S.p.A. CASA Il presente Fascicolo informativo, contenente la Nota Informativa e le Condizioni di Assicurazione, deve essere consegnato al contraente

Dettagli

Polizza BNL Formula Continua

Polizza BNL Formula Continua CARGEAS Assicurazioni S.p.A. Polizza BNL Formula Continua Contratto di Assicurazione per la copertura dei Danni Indiretti Data ultimo aggiornamento: 0 Aprile 015 Il presente Fascicolo Informativo contenente:

Dettagli

FONDO MUTUALISTICO ALTRI SEMINATIVI

FONDO MUTUALISTICO ALTRI SEMINATIVI PREMESSA Si assiste sempre più spesso ad andamenti meteorologici imprevedibili e come tali differenti dall ordinario: periodi particolarmente asciutti alternati ad altri particolarmente piovosi. Allo stesso

Dettagli

COMUNE DI LARI Piazza Vittorio Emanuele II 56035 Lari Pisa

COMUNE DI LARI Piazza Vittorio Emanuele II 56035 Lari Pisa Contraente: COMUNE DI LARI Piazza Vittorio Emanuele II 56035 Lari Pisa Partita IVA: 00350160503 Periodo di efficacia dell assicurazione: Premio: - Effetto dalle ore 24 del: 30/04/2009 - Scadenza alle 24

Dettagli

RESPONSABILITÀ CIVILE VERSO TERZI E PRESTATORI D OPERA (R.C.T./R.C.O.) COMUNE DI AZZANELLO (CR)

RESPONSABILITÀ CIVILE VERSO TERZI E PRESTATORI D OPERA (R.C.T./R.C.O.) COMUNE DI AZZANELLO (CR) Allegato 1 Lotto 1 CAPITOLATO SPECIALE PER COPERTURA ASSICURATIVA RESPONSABILITÀ CIVILE VERSO TERZI E PRESTATORI D OPERA (R.C.T./R.C.O.) COMUNE DI AZZANELLO (CR) La normativa, qui di seguito dattiloscritta,

Dettagli

protezione al volante

protezione al volante auto e moto protezione al volante IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: NOTA INFORMATIVA COMPRENSIVA DEL GLOSSARIO CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE COMPRENSIVE DELL INFORMATIVA SULLA PRIVACY

Dettagli

Abitare oggi plus. Assicurazione modulare per l abitazione. Prima della sottoscrizione leggere attentamente la Nota Informativa.

Abitare oggi plus. Assicurazione modulare per l abitazione. Prima della sottoscrizione leggere attentamente la Nota Informativa. Tutela patrimonio Per la famiglia Abitare oggi plus Assicurazione modulare per l abitazione Il presente Fascicolo informativo contenente: Nota Informativa e Glossario Condizioni Generali di Assicurazione

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

AUTOSYSTEM PIÙ. Contratto di Assicurazione di Responsabilità Civile Auto e dei Rami Danni

AUTOSYSTEM PIÙ. Contratto di Assicurazione di Responsabilità Civile Auto e dei Rami Danni AUTOSYSTEM PIÙ Contratto di Assicurazione di Responsabilità Civile Auto e dei Rami Danni Contratto di assicurazione di Tutela Legale per la copertura dei rischi di assistenza stragiudiziale e giudiziale

Dettagli

Genertel S.p.A. Prima della sottoscrizione leggere attentamente la Nota Informativa.

Genertel S.p.A. Prima della sottoscrizione leggere attentamente la Nota Informativa. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE PER LA CIRCOLAZIONE DI ALTRI VEICOLI Genertel S.p.A. G l S A ALTRI ALTRI VEICOLI Il presente Fascicolo informativo, contenente la Nota Informativa e le Condizioni di Assicurazione,

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Informazione sul prodotto e condizioni contrattuali Edizione 2010 La vostra sicurezza ci sta a cuore. 2 Informazione

Dettagli

Fascicolo informativo

Fascicolo informativo Polizza Auto Fascicolo informativo Contratto di Assicurazione per Autovetture Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Nota Informativa comprensiva del Glossario e le Condizioni di Assicurazione,

Dettagli

Art. 3. Codice disciplinare

Art. 3. Codice disciplinare Art. 3 Codice disciplinare 1. Nel rispetto del principio di gradualità e proporzionalità delle sanzioni in relazione alla gravità della mancanza, e in conformità a quanto previsto dall art. 55 del D.Lgs.n.165

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

4) In ogni caso, a prescindere dal rimedio scelto la vittima dell altrui inadempimento potrà comunque agire per il risarcimento dei danni subiti.

4) In ogni caso, a prescindere dal rimedio scelto la vittima dell altrui inadempimento potrà comunque agire per il risarcimento dei danni subiti. LA RISOLUZIONE. PREMESSA Sappiamo che un contratto valido può non produrre effetto, o per ragioni che sussistono sin dal momento in cui lo stesso viene concluso (ad es. la condizione sospensiva), o per

Dettagli

IN AUTO PIÙ NEW Autocarri e altri veicoli da lavoro

IN AUTO PIÙ NEW Autocarri e altri veicoli da lavoro Arca Assicurazioni S.p.A. Contratto di assicurazione di responsabilità civile per la circolazione di veicoli a motore (R.C.A.) e per i danni al veicolo IN AUTO PIÙ NEW Autocarri e altri veicoli da lavoro

Dettagli

POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI E DIPENDENTI

POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI E DIPENDENTI POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE VERSO TERZI E DIPENDENTI stipulata tra il COMUNE DELLA SPEZIA e l'impresa di Assicurazioni: Decorrenza: ore 24,00 del 31/12/2012 Scadenza: ore 24,00 del 31/12/2015 1 Le

Dettagli

MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI

MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI Mod. 7A COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI La preghiamo di leggere con attenzione il

Dettagli

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI ALTRI VEICOLI

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI ALTRI VEICOLI CONTRATTO DI ASSICURAZIONE MULTIRISCHI ALTRI VEICOLI Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Nota Informativa, comprensiva del Glossario e le Condizioni di assicurazione deve essere consegnato

Dettagli

CONSORZIO DI BONIFICA IN DESTRA DEL FIUME SELE. Corso Vittorio Emanuele,143. 84143 Salerno. Codice Fiscale: 80000590655

CONSORZIO DI BONIFICA IN DESTRA DEL FIUME SELE. Corso Vittorio Emanuele,143. 84143 Salerno. Codice Fiscale: 80000590655 Assicurazione RESPONSABILITA' CIVILE Verso TERZI e PRESTATORI D'OPERA CONSORZIO DI BONIFICA IN DESTRA DEL FIUME SELE Corso Vittorio Emanuele,143 84143 Salerno Codice Fiscale: 80000590655 CAPITOLATO SPECIALE

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO Informazioni Societarie Fondazione Prada Largo Isarco 2 20139 Milano, Italia P.IVA e codice fiscale 08963760965 telefono +39.02.56662611 fax +39.02.56662601 email: amministrazione@fondazioneprada.org TERMINI

Dettagli

- PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

- PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO - PARTE SPECIALE G- I REATI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO G.1. I reati di cui all art. 25 septies del D.Lgs. n. 231/2001 La Legge 3 agosto 2007, n. 123, ha introdotto l art. 25 septies del

Dettagli

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multi servizi. Ai

Dettagli

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura

Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura Condizioni generali per il Commercio all'ingrosso di Prodotti di floricoltura adottate dall'associazione olandese Grossisti di Prodotti di Floricoltura ( Vereniging van Groothandelaren in Bloemkwekerijproducten

Dettagli

CARDIF ASSURANCES RISQUES DIVERS Rappresentanza Generale per l Italia

CARDIF ASSURANCES RISQUES DIVERS Rappresentanza Generale per l Italia CARDIF ASSURANCES RISQUES DIVERS Rappresentanza Generale per l Italia POLIZZA (modello MHFBDM0712 - data dell ultimo aggiornamento: Luglio 2012) IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTIENE: - LA NOTA INFORMATIVA,

Dettagli

Multirischi Abitazione

Multirischi Abitazione Multirischi Abitazione Contratto di assicurazione Collettivo multirischi per l'abitazione IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO, CONTENENTE: Nota informativa, comprensiva di Glossario; Condizioni di assicurazione;

Dettagli

Aggiornato al 19/12/2014 1

Aggiornato al 19/12/2014 1 SERVIZI Estero Foglio Informativo n. 041108 Finanziamenti Import TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

Contratto di assicurazione per autovetture

Contratto di assicurazione per autovetture Contratto di assicurazione per autovetture Il presente Fascicolo Informativo, contenente la Nota Informativa comprensiva del Glossario, le Condizioni di Assicurazione e, dove prevista, la Proposta, deve

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Introduzione al corso. Mario Parisi. Università di Macerata Facoltà di Economia

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Introduzione al corso. Mario Parisi. Università di Macerata Facoltà di Economia Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Introduzione al corso 1 Inquadramento del corso 1996: Gruppo di ricerca sulle metodologie di analisi, sugli

Dettagli

Condizioni generali di assicurazione

Condizioni generali di assicurazione Condizioni generali di assicurazione per l assicurazione veicoli a motore FORMULA Indice A. DISPOSIZIONI COMUNI Pagina 1. Basi del contratto 3 2. Genere d assicurazione 3 3. Veicolo assicurato / Veicolo

Dettagli

Tua Assicurazioni S.p.A.

Tua Assicurazioni S.p.A. Tua Assicurazioni S.p.A. Gruppo Cattolica Assicurazioni Contratto di assicurazione sui beni ed il patrimonio del Condominio Tua Casa Il presente Fascicolo Informativo, contenente a) Nota informativa, comprensiva

Dettagli

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende)

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende) RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing (Enti e Aziende) Richiesta di abbonamento del Il/La sottoscritta Nome Cognome Legale Rappresentante dell Azienda Attività Sede Legale

Dettagli

Codice Deontologico degli psicologi italiani

Codice Deontologico degli psicologi italiani Codice Deontologico degli psicologi italiani Testo approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine nell adunanza del 27-28 giugno 1997 Capo I - Principi generali Articolo 1 Le regole del presente Codice

Dettagli

LIGURIA PROTEGGE Polizza di Assicurazione della Responsabilità Civile Rischi Diversi

LIGURIA PROTEGGE Polizza di Assicurazione della Responsabilità Civile Rischi Diversi 1 LIGURIA PROTEGGE Polizza di Assicurazione della Responsabilità Civile Rischi Diversi S OMMARIO DEFINIZIONI pag. 2 CONDIZIONI GENERALI DI ASSICURAZIONE Oggetto dell assicurazione R.C.T. pag. 3 Oggetto

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

PARTNER GLOBALE UFFICIO

PARTNER GLOBALE UFFICIO $c1$ 40128 Bologna (Italia) Via Stalingrado, 45 C:\SIGMA\FORM\LOGO\ 30 unipol_div_milano.png piedino_solo_datisoc_gruppo.png Jmilano2.png UnipolSai Assicurazioni S.p.A. Divisione Milano www.unipolsai.com

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Programma di Compliance Antitrust Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 19 febbraio 2015 Rev 0 del 19 febbraio

Dettagli

abitare ProtettI assistenza

abitare ProtettI assistenza abitare ProtettI assistenza Guida alla Consultazione Informazioni Principali pag. 2 Quali vantaggi Cosa offre Decorrenza e durata dell Assicurazione Come accedere ai servizi Informazioni sull Intermediario

Dettagli

Multirischi Abitazione

Multirischi Abitazione Multirischi Abitazione Contratto di assicurazione Collettivo multirischi per l'abitazione IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO, CONTENENTE: Nota informativa, comprensiva di Glossario; Condizioni di assicurazione;

Dettagli

Tavola VI NORME UNIFORMI RELATIVE AGLI INCASSI. Articolo 1 - Ambito di applicazione delle norme

Tavola VI NORME UNIFORMI RELATIVE AGLI INCASSI. Articolo 1 - Ambito di applicazione delle norme Tavola VI NORME UNIFORMI RELATIVE AGLI INCASSI A. DISPOSIZIONI GENERALI E DEFINIZIONI Articolo 1 - Ambito di applicazione delle norme a) Le norme uniformi relative agli incassi, revisione 1995, pubbl.

Dettagli

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione Luca Bilancini (Commercialista, Pubblicista, coordinatore scientifico MAP) OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione 1 OIC 23 - Principali novità Non ci sono più i paragrafi relativi alle commesse in valuta

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA CREMASCA Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Garibaldi 29 26013 Crema (CR) Tel.: 0373/8771 Fax: 0373/259562

Dettagli

Contratto di Assicurazione per la Responsabilità Civile Autoveicoli terrestri ed altre garanzie. Modello S09052A/KS Ed. 01.05.2015

Contratto di Assicurazione per la Responsabilità Civile Autoveicoli terrestri ed altre garanzie. Modello S09052A/KS Ed. 01.05.2015 Contratto di Assicurazione per la Responsabilità Civile Autoveicoli terrestri ed altre garanzie. Modello S09052A/KS Ed. 01.05.2015 IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE a) Nota Informativa comprensiva

Dettagli

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI LE SOSPENSIONI DEI LAVORI 10.1- Profili generali della sospensione dei lavori. 10.2- Le sospensioni legittime dipendenti da forza maggiore. Casi in cui si tramutano in illegittime. 10.3- Le sospensioni

Dettagli

polizza MULTIRISCHI DELL AZIENDA per l artigianato e la piccola e media impresa PARTE A EDIZIONE 1/12/2005 INDICE

polizza MULTIRISCHI DELL AZIENDA per l artigianato e la piccola e media impresa PARTE A EDIZIONE 1/12/2005 INDICE 3021 polizza MULTIRISCHI DELL AZIENDA per l artigianato e la piccola e media impresa PARTE A EDIZIONE 1/12/2005 INDICE Nota informativa ISVAP..... pag. 1 Informativa Privacy........ pag. 3 Definizioni

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

TITOLO VI ALTRI USI TITOLO VI

TITOLO VI ALTRI USI TITOLO VI TITOLO VI 167 Capitolo primo PRESTAZIONI D OPERA VARIE E DI SERVIZIO (nessun uso accertato) Capitolo secondo USI MARITTIMI (nessun uso accertato) 169 Capitolo terzo USI NEI TRASPORTI TERRESTRI TRASPORTI

Dettagli

Costi della Qualità. La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro.

Costi della Qualità. La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro. Costi della Qualità La Qualità costa! Ma quanto costa la non Qualità? La Qualità fa risparmiare denaro. La non Qualità fa perdere denaro. Per anni le aziende, in particolare quelle di produzione, hanno

Dettagli

metro per metro Proteggi la tua casa metro per metro

metro per metro Proteggi la tua casa metro per metro metro per metro Proteggi la tua casa metro per metro che cos è Con la polizza metro per metro potrai coprire le esigenze assicurative della tua famiglia, scegliendo liberamente tra 4 garanzie: Incendio

Dettagli

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE Circolare del 31 Marzo 2015 ABSTRACT Si fa seguito alla circolare FNC del 31 gennaio 2015 con la quale si sono offerte delle prime indicazioni

Dettagli

Cosa rischiate quando utilizzate, comprate o vendete una macchina per costruzioni non conforme?

Cosa rischiate quando utilizzate, comprate o vendete una macchina per costruzioni non conforme? Cosa rischiate quando utilizzate, comprate o vendete una macchina per costruzioni non conforme? Introduzione Le macchine per costruzioni immesse sul mercato europeo devono rispettare le norme Ue e tutti

Dettagli

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE

INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE AREA LAVORO E PREVIDENZA INFORTUNIO SUL LAVORO E MALATTIA PROFESSIONALE (a cura di Ernesto Murolo) Indice QUANDO SI MANIFESTA UN INFORTUNIO SUL LAVORO...5 1. Se l infortunio ha prognosi fino a 3 giorni...5

Dettagli

CAPITOLATO DI ASSICURAZIONE FURTO CAPITOLATO SPECIALE

CAPITOLATO DI ASSICURAZIONE FURTO CAPITOLATO SPECIALE CAPITOLATO DI ASSICURAZIONE FURTO CAPITOLATO SPECIALE CONTRAENTE AZIENDA ULSS 20 VIA VALVERDE, 42 37122 VERONA (VR) C.F. 02573090236 DECORRENZA ORE 24.00 DEL 31.12.2010 SCADENZA ORE 24.00 DEL 31.12.2015

Dettagli

LISTINO PREZZI ARMADI GESTIONE CHIAVI

LISTINO PREZZI ARMADI GESTIONE CHIAVI LISTI INO PREZZI ARMADI GESTIONE CHIAVI APRILE 2012 APICE Listino Prezzi 04/2012 Indice dei contenuti ARMADI GESTIONE CHIAVI... 3 1. KMS... 4 1.1. ARMADI KMS COMPLETI DI CENTRALINA ELETTRONICA E TOUCH

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE

PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE (2001) PARTE I L ATTO INTERNAZIONALMENTE ILLECITO DI UNO STATO CAPITOLO I PRINCIPI GENERALI Articolo 1

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE PER NATANTI

CONTRATTO DI ASSICURAZIONE PER NATANTI CONTRATTO DI ASSICURAZIONE PER NATANTI Il presente fascicolo informativo contenente: a) Nota Informativa, comprensiva del glossario; b) Condizioni di assicurazione Deve essere consegnato al contraente

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

AUTOTUTELA Ed.05/2015

AUTOTUTELA Ed.05/2015 AUTOTUTELA Ed.05/2015 Polizza di Responsabilità Civile da circolazione e altri rischi relativi al veicolo o al conducente. SETTORI: III-IV-VI-VII Linea Protezione Patrimonio Il presente Fascicolo Informativo,

Dettagli

ai sensi del D.Lgs 231/2001

ai sensi del D.Lgs 231/2001 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE GESTIONE E CONTROLLO GASPARINA DI SOPRA Società Cooperativa Sociale Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001 Sistema Disciplinare 1 ELENCO DELLE

Dettagli

G. BALLARANI, Voce, Rappresentanza, nell Enc. Il diritto, vol. XII, il sole 24 ore, 2008, p. 640 ss.

G. BALLARANI, Voce, Rappresentanza, nell Enc. Il diritto, vol. XII, il sole 24 ore, 2008, p. 640 ss. G. BALLARANI, Voce, Rappresentanza, nell Enc. Il diritto, vol. XII, il sole 24 ore, 2008, p. 640 ss. Rappresentanza PREMESSA Con il termine rappresentanza si indica il potere di un soggetto (il rappresentante)

Dettagli

Contratto di Assicurazione Protezione Rischi (CVT ed Assistenza stradale) Nuova 1 Global Linea Veicoli

Contratto di Assicurazione Protezione Rischi (CVT ed Assistenza stradale) Nuova 1 Global Linea Veicoli La polizza auto cucita su misura per te. Contratto di Assicurazione Protezione Rischi (CVT ed Assistenza stradale) Nuova 1 Global Linea Veicoli Modello 14-000000094 - Ed. 01.05.2015 IL PRESENTE FASCICOLO

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ABBONAMENTO AI SERVIZI OCTO TELEMATICS ITALIA Ed. 09/2013. Valide dal 26/09/2013 DEFINIZIONI

CONDIZIONI GENERALI DI ABBONAMENTO AI SERVIZI OCTO TELEMATICS ITALIA Ed. 09/2013. Valide dal 26/09/2013 DEFINIZIONI Valide dal 26/09/2013 DEFINIZIONI Accelerometro : dispositivo elettronico collegato al Contatore Satellitare che misura le accelerazioni e decelerazioni del veicolo su cui è installato; Admiral Insurance

Dettagli

Termini e condizioni generali di acquisto

Termini e condizioni generali di acquisto TERMINI E CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CONDIZIONI DEL CONTRATTO L ordine di acquisto o il contratto, insieme con questi Termini e Condizioni Generali ( TCG ) e gli eventuali documenti allegati e

Dettagli

Artigiani e Piccole Imprese

Artigiani e Piccole Imprese Artigiani e Piccole Imprese Artigiani e Piccole Imprese Contratto di Assicurazione a copertura dei rischi: Incendio, Responsabilità Civile danni a terzi e prestatori di lavoro, Responsabilità Civile danni

Dettagli

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,)

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,) Norme sulle Responsabilità delle Compagnie Transnazionali ed Altre Imprese Riguardo ai Diritti Umani, Doc. Nazioni Unite E/CN.4/Sub.2/2003/12/Rev. 2 (2003).* Preambolo (La Sotto-Commissione*,) Tenendo

Dettagli

.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata

.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata STRALCIO DI ALTRE LEGGI IN CUI, SEMPRE INGRASSETTO, SONO EVIDENZIATI ALTRI BENEFICI VIGENTI A FAVORE DELLE VITTIME DEL TERRORISMO.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo

Dettagli