INDICE Parte prima: presentazione della Carta Parte seconda: il sistema regionale del trasporto pubblico locale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE Parte prima: presentazione della Carta Parte seconda: il sistema regionale del trasporto pubblico locale"

Transcript

1 INDICE Parte prima: presentazione della Carta 1. Riferimenti normativi pag Principi ispiratori pag Finalità pag Elenco associazioni degli utenti pag. 5 Parte seconda: il sistema regionale del trasporto pubblico locale 1. Grafo della rete regionale dei servizi di TPL e relativi dati pag Soggetti erogatori pag. 7 Parte terza: descrizione dell Azienda 1. Struttura giuridica pag Grafo della rete aziendale dei servizi di TP e relativi dati pag Settori operativi e personale addetto pag Logistica aziendale pag Tipologia dei servizi offerti pag Gli impegni per l ambiente pag. 20 Parte quarta: l offerta commerciale 1. Servizi di trasporto offerti e modalità di fruizione dei medesimi pag Il sistema tariffario pag Acquisto dei titoli di viaggio pag Trasporto bambini pag Trasporto bagagli pag Trasporto animali pag Servizio informazioni pag Altri servizi per la mobilità pag. 32 Parte quinta: le condizioni di viaggio 1. Doveri degli utenti pag Sanzioni a carico degli utenti pag Diritti degli utenti pag Rimborsi pag Oggetti smarriti pag. 44 Parte sesta: relazioni con l utenza 1. Ufficio relazioni con il pubblico pag Procedura dei reclami pag Numero verde della Regione Toscana pag. 46 Parte settima: gli impegni dell Azienda 1. Fattori di qualità, indicatori e standard pag Indagine di Customer Satisfaction pag Editing, distribuzione ed aggiornamento della Carta dei Servizi pag Certificazione di Qualità pag Copertura assicurativa pag Osservatorio aziendale della qualità pag. 59

2

3 PARTE PRIMA P r e s e n t a z i o n e d e l l a C a r t a 1. RIFERIMENTI NORMATIVI Direttiva P.C.M. 27/1/94 Principi sull erogazione dei pubblici servizi ; D.P.C.M. 30/12/98 Schema generale di riferimento per la predisposizione della carta dei servizi pubblici del settore trasporti ; Legge regionale n. 42 del 31/7/98 Norme per il trasporto pubblico locale, che all art. 26 stabilisce l obbligo dei soggetti esercenti servizi di trasporto pubblico di adottare la Carta dei Servizi dei trasporti sulla base dello schema approvato dal Consiglio Regionale; Delibera del Consiglio Regionale n. 246 del 19/12/01 Approvazione dello schema della Carta dei Servizi dei trasporti ; Delibera del Consiglio Regionale n. 34 del 9/2/99 Obblighi a cui debbono attenersi le imprese esercenti servizi di trasporto pubblico locale su gomma e modalità della vigilanza che prevede l obbligo per le aziende esercenti servizi programmati di trasporto pubblico locale di adottare, pubblicare, pubblicizzare e diffondere le carte aziendali dei servizi di trasporto secondo quanto previsto nello schema approvato dal Consiglio Regionale. Il mancato rispetto di tale obbligo da parte delle aziende di trasporto comporta l applicazione delle sanzioni amministrative pecuniarie previste all art. 23 della L.R. 42/ PRINCIPI ISPIRATORI Eguaglianza ed imparzialità: RAMA garantisce l accessibilità ai servizi ed alle strutture al pubblico gestite a tutti i cittadini, senza distinzione di nazionalità, sesso, etnia, lingua, religione, opinioni politiche, censo, condizioni psicofisiche e sociali; RAMA si impegna a garantire e rendere più agevole l accessibilità ai servizi agli anziani ed alle persone disabili, attraverso le azioni di miglioramento indicate nella presente Carta. Continuità: RAMA garantisce l erogazione del servizio continuo e regolare, secondo l orario pubblicato e diffuso; RAMA garantisce la preventiva e tempestiva informazione di ogni variazione programmata di orario tramite la diffusione di aggiornamenti e l apposizione di avvisi alle fermate; In caso di necessità RAMA si impegna ad attivare tutti i possibili interventi alternativi e sostitutivi del servizio; In caso di sciopero, RAMA si impegna a dare tempestiva, capillare e diffusa comunicazione sullo svolgimento del medesimo, garantendo l effettuazione dei servizi minimi esplicitamente indicati nell orario (nelle fasce orarie dalle ore 6.00 alle ore 9.00 e dalle ore 12 alle ore 15), nel rispetto della vigente normativa in materia di sciopero. Trasparenza e partecipazione: RAMA assicura l informazione all utenza secondo le modalità e le procedure indicate nella presente Carta; 3

4 RAMA ha istituito un ufficio per la cura delle relazioni con il pubblico; RAMA si impegna a valutare segnalazioni, proposte e suggerimenti pervenuti dagli utenti, nonché ad attivare contatti con le Associazioni dei consumatori quali momenti indispensabili per indirizzare la propria politica di orientamento al mercato. RAMA si impegna, altresì, a consultare le Associazioni degli utenti indicate nella presente Carta, prima dell adozione della Carta dei Servizi. RAMA si impegna ad aggiornare la Carta dei Servizi, dando atto dei risultati conseguiti relativamente agli impegni assunti, secondo le modalità indicate nella presente Carta. Efficienza ed efficacia: RAMA si impegna ad erogare il servizio nel rispetto degli standard assunti ed a raggiungere gli obiettivi di miglioramento indicati nella Carta; RAMA si impegna a raccogliere ed analizzare dati di natura economico - gestionale, adottando piani aziendali finalizzati al continuo miglioramento dell efficienza e dell efficacia nella produzione ed erogazione del servizio. 3. FINALITÀ La Carta costituisce per gli utenti uno strumento di conoscenza, in quanto: fornisce informazioni sul sistema del trasporto pubblico regionale, sulla struttura e sull organizzazione dell Azienda, sui servizi offerti e sulle modalità di prestazione dei medesimi, sull offerta commerciale, sulle condizioni di viaggio, sulle modalità con cui l utenza può relazionarsi con l Azienda, sui livelli qualitativi di prestazione del servizio, sui progetti aziendali di miglioramento del servizio, sulle azioni di salvaguardia dell ambiente, sull editing e sulla diffusione della Carta; garantisce il sistema di monitoraggio della qualità del servizio erogato; garantisce la pubblicazione, l aggiornamento e la diffusione della Carta, con particolare riferimento ai risultati del monitoraggio della qualità in relazione agli impegni presi ed al raggiungimento degli obiettivi programmati. Uno strumento di partecipazione, in quanto: mette a disposizione dell utenza l Ufficio Relazioni con il Pubblico, c h e rappresenta il canale istituzionale di comunicazione tra l Azienda ed i clienti; garantisce l effettuazione di monitoraggi della qualità del servizio percepita dai clienti. Uno strumento di tutela, in quanto: garantisce risposta a chi abbia formulato richieste, segnalazioni, proposte o suggerimenti; stabilisce e garantisce l applicazione della procedura dei reclami, da attivare nelle ipotesi di violazione da parte dell Azienda dei diritti degli utenti e in tutti i casi di mancato soddisfacimento degli impegni presi dall Azienda con la presente Carta. 4

5 4. ELENCO ASSOCIAZIONI DEGLI UTENTI ACCREDITATE AI SENSI DELL ART.3 DELLA L.R. 1/2000 ACU Piazza Duomo, Carrara Tel Fax ADICONSUM TOSCANA Via della Pace, Grosseto Tel Fax ADOC TOSCANA Via Trento, Grosseto Tel Fax FEDERCONSUMATORI ED UTENTI TOSCANA Via Inghilterra, Grosseto Tel Fax LEGA CONSUMATORI ACLI Via Manetti, Grosseto Tel Fax CONFCONSUMATORI Via Rattazzi, Grosseto Tel Fax UNC Via Cesare Battisti, Grosseto - Tel ADUSBEF Via Aquileia, Grosseto Tel Fax MOVIMENTO CONSUMATORI Via XX Settembre, 41/b Rosignano Solvay (LI) Tel Fax CITTADINANZA ATTIVA Via Degli Asili Livorno Tel 0586/ Fax 0586/ CTC CENTRO TECNICO PER IL CONSUMO Via Pellicceria Firenze Tel 055/ Fax 055/

6 PARTE SECONDA Il sistema di trasporto pubblico locale 1. GRAFO DELLA RETE REGIONALE DEI SERVIZI DI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE Sistema del trasporto pubblico locale di persone su gomma e su ferro: (Dati derivanti dalle carte aziendali dei servizi pubblicate nell anno 2003) Anno 2002 Soggetti gestori: n. 41 imprese e n. 15 comuni Lunghezza della rete ferroviaria regionale: Km Lunghezza della rete trasporto su gomma: Km Percorrenze: Autobus/Km: Treno/Km: Posti offerti nel giorno medio estivo su ferro: Posti offerti nel giorno medio invernale su ferro: Posti offerti nel giorno medio estivo su gomma: Posti offerti nel giorno medio invernale su gomma: Passeggeri annui trasportati su ferro: n Passeggeri annui trasportati su gomma: n Personale del trasporto su ferro: n di cui movimentazione = 1430 addetti manutenzione = 278 addetti amministrazione = 365 addetti Totale addetti trasporto su gomma: n unità Totale addetti trasporto di persone: n unità Compenso complessivo percepito dai soggetti gestori di servizi di trasporto nell anno 2002: Euro

7 2. SOGGETTI EROGATORI I servizi indicati nel grafico, sono effettuati dal sistema regionale delle aziende TPL. 7

8 DITTA INDIRIZZO SEDE OPERATIVA TEL E FAX/CENTRALINO/ SEDE OPERATIVA CENTRALINO SITO INTERNET A.L.A. S.a.s. Az. Autolinee Autotrasporti Via A. De Gasperi, Pian di Scò (AR) tel. 055/ fax 055/ A.T.A.F. spa Viale dei Mille, Firenze tel. 055/56501 Fax. 055/ A.T.A.M. S.p.A. Az. Tr. Automobilistici Municipali Via Setteponti, Arezzo tel. 0575/ Fax 0575/ A.T.L. S.p.a. Az. Trasporti Livornese Via Carlo Meyer Livorno tel. 0586/ Fax. 0586/ A.T.M. S.p.A. Via Leonardo da Vinci Piombino (LI) tel fax A.T.N.C. di Giuseppe Raciti Via Vicinale del semaforo Isola di Capraia (LI) tel. 0586/ Autolinee LORENZINI s.r.l. Via Larga, Ortonovo (SP) Tel fax. 0187/ Autolinee BRIZZI S.n.c. Loc. Allume Isola del Giglio Tel. 0564/ Fax. 0564/ AUTOLINEE FABBRI S.n.c. Via Aretina 77 - Laterina (AR) tel. e fax 0575/89169 BARGAGLI AUTOLINEE di Bargagli Luca Via Tevere 51 / 59 Loc. La Rota Piancastagnaio (SI) tel. 0577/ Fax 0577/ INWIND.IT WWW. BARGAGLIAUTOLINEE.IT BASCHETTI Autoservizi S.r.l. Via M. Buitoni, Sansepolcro (AR) 0575/ fax 0575/ C.A.P. S.c.ar.l. Coop. Autotrasporti Pratese Piazza Duomo Prato tel. 0574/6081 Fax 0574/21038 CAPAUTOLINEE.IT C.A.T. S.p.A. Via Giovan Pietro Avenza (MS) Tel. 0585/85211 Fax 0585/ C.L.A.P. S.p.A. Viale Luporini 895 Lucca tel. 0583/5411 Fax. 0583/ C.L.U.B. S.Cons.p.A. Via De Gasperi 83/d Lucca tel. 0583/ Fax. 0583/ C.P.T. - Compagnia Pisana TrasportiS.p.A. Via A. Bellatalla Ospedaletto (PI) tel. 050/ fax 050/ C.T.T. Consorzio Toscano Trasporti Via L. Alamanni, 41 Firenze tel. 055/ CO.PI.T. S.p.A. V. F. Pacini, 47 Pistoia tel. 0573/ fax 0573/ F.lli ALTERINI Autoservizi Reggello di Alterini Piero e C. snc Loc. Olmo 115/c Reggello (FI) tel. 055/ fax 055/ WWW. FRATELLIALTERINI.IT F.lli MAGHERINI s.n.c. Autoservizi Via Fiorentina, RUFINA (FI) tel Fax F.lli Verona Via Aurelia Sud 114 Marina di Pietrasanta (LU) tel. 0584/22584 tel. 0584/ INTERFREE.IT F.M.F. S.p.A. Ferrovia Massa Follonica Loc. Ghirlanda Massa Marittima (GR) tel. 0566/ fax 0566/ Q

9 DITTA INDIRIZZO SEDE OPERATIVA TEL E FAX/CENTRALINO/ SEDE OPERATIVA CENTRALINO SITO INTERNET Florentia Bus S.p.A. Via Dei Larici, 49 Loc. Neri - Cast. Sabbioni (AR) tel. 055/ fax 055/ GINO GUERRINI e C. di Abis Paola s.n.c. Via Milano, Ribolla (GR) tel. 0564/ fax 0564/ TISCALINET.IT COM L.A. F.LLI LAZZI S.p.A. Via Mercadante, Firenze tel. 055/ fax 055/ La Ferroviaria Italiana S.p.A. Via Guido Monaco 37 Arezzo tel. 0575/39881 fax 0575/28414 MAIL.COM LA PESCHIERA S.c.ar.l. loc. Fontespilli Bagnolo (GR) tel. 0564/ fax. 0564/ TISCALINET.IT LI-NEA S.p.a. Via dei Salci, Firenze Tel. 055/ Fax. 055/ n. verde 800/ PUCCIONI ARDUINO autoservizi Via Giorgio La Pira, Castelfiorentino (FI) tel. 0571/ fax. 0571/ R.A.M.A. S.p.A. Rete Automobilistica Maremmana Amiatina Via Topazio 12 Grosseto tel. 0564/ fax 0564/ Renieri Bus di Vetrice e Vittoria Renieri & C. s.n.c. Via Poggio alla Terra 6 Montaione (FI) tel. 0571/ fax. 0571/ RICCHI IVA Autoservizi Via Montemassi, Ribolla (GR) Tel. 0564/ S.A.F.A. S..r.l. Via M. Fabiani 34 Rignano sull'arno (FI) tel. 055/ fax 055/ S.A.M. S.n.c. Società Autotrasporti Marradi Via Provinciale, fraz. Lutirano - Marradi (FI) tel. e fax 055/ S.A.T. Società Autolinee Toscane Via Forlivese Pelago (FI) tel. 055/ fax 055/ S.I.T.A. S.p.A. Viale dei Cadorna Firenze tel. 055/47821 SITA-ON-LINE.IT SEQUI Pier Luigi Autolinee s.a.s. Via S. Tommaso, 9 S.Croce sull'arno (PI) tel e fax 0571/30350 LIBERO.IT TRA.IN. S.p.A. S.S. 73 LEVANTE n. 23 Loc. Due Ponti SIENA Tel Fax TRENITALIA S.p.A. Div. Trasp. Regionale Direz. Reg. Toscana Piazza dell'unità Italiana, FIRENZE tel. 055/ fax 055/ TRENITALIA.IT TRENITALIA.IT VIAGGI TIRRENO Via A. Gherardesca 21 Zona ind. Est - Ospedaletto (PI) tel. 050/ fax 050/ VIAGGI VACANZE Via Paolieri 16/ Albinia (GR) tel. 0564/ fax. 0564/ ORG Questo elenco deriva dalle carte aziendali dei servizi pubblicate nell anno 2003.

10 PARTE TERZA Descrizione dell Azienda 1. STRUTTURA GIURIDICA Denominazione e configurazione giuridica dell azienda: RAMA (Rete Automobilistica Maremmana Amiatina) è Società per Azioni dal Le sedi aziendali Sede Indirizzo Telefono Fax Grosseto Via Topazio, (Sede legale) Arcidosso Parco Donatori del Sangue, Follonica Via Bicocchi, Orbetello Via Mura di Ponente, Pitigliano Via S. Chiara, Organo cui spetta la rappresentanza legale: la rappresentanza legale di RAMA è attribuita al Presidente del Consiglio di Amministrazione. Un po di storia... RAMA nasce come Società Anonima per Azioni nel 1913, esercendo servizi in concessione al fine di "mettere in rete" le zone più lontane ed isolate della Provincia di Grosseto, come Roccalbegna ed il Monte Amiata. La dotazione iniziale è di quattro vetture grandi ed una di minori dimensioni, adibita al servizio postale; pur con alterne vicende, legate soprattutto agli eventi bellici, l'attività di RAMA si sviluppa progressivamente, raggiungendo dimensioni particolarmente significative negli anni '60, con la gestione dei Fratelli Lazzi, che ampliano l'offerta all'area urbana ed alla fascia litoranea. Nel '73 gli Enti Locali acquisiscono la proprietà di RAMA, facendo confluire nella società diverse piccole aziende che operano nel territorio: da questo momento RAMA gestisce una rete che si estende su tutto il territorio provinciale, anche con importanti collegamenti interprovinciali. Negli ultimi decenni l'attività di RAMA si è diversificata, con lo sviluppo di servizi collaterali a quello di trasporto, come il Magazzino ricambi per autobus, l'officina specializzata autorizzata anche per lavorazioni in conto terzi, il Noleggio, il Granturismo. In questa ottica di diversificazione delle attività, RAMA ha aderito alla costituzione di una Società a responsabilità limitata, Transpegaso, destinata ad operare sui mercati in via di sviluppo relativamente alla fornitura 10

11 di autobus usati, parti di ricambio, attrezzature e formazione del personale. Le attività si svolgono, oltre che sul piano commerciale, anche su quello della cooperazione internazionale in collaborazione con CISPEL Toscana e CISPEL Export. L ultima trasformazione dell Azienda si è avuta nel 2001: l Amministrazione Provinciale vende le proprie azioni e si ha l ingresso di TAAS, una società consortile costituita da ATC di Bologna, ATAF di Firenze, TRAMBUS di Roma e SSIT di Spoleto. Nel 2002 RAMA entra a far parte del consorzio RASENA, un raggruppamento di aziende toscane, operanti nel trasporto pubblico locale, che intendono collaborare per affrontare insieme la prossima fase della liberalizzazione del settore, con l obiettivo comune di rafforzare la capacità di risposta al nuovo mercato; nell ambito di Rasena, RAMA partecipa alla gara per l acquisizione di una parte del pacchetto azionario della LFI di Arezzo, unica società in Toscana a possedere una licenza ferroviaria ed entra a far parte della sua compagine sociale, acquistandone alcune azioni. Nel 2003, il 13 Novembre, sono stati festeggiati i 90 anni dalla fondazione, con una manifestazione comprendente una mostra fotografica storica della Società, l illustrazione delle iniziative di solidarietà intraprese e la premiazione dei dipendenti con maggiore anzianità di servizio. Il 2003: i risultati più importanti Gestione Mobilità: grazie all accordo biennale è proseguita la collaborazione con il Comune di Castiglione della Pescaia per la realizzazione del Progetto di Mobilità integrata, che ha consentito alla RAMA di gestire i parcheggi di Piazza del Mercato, Piazza Garibaldi, Pian d Alma, Casa Mora e Rocchette ed il loro collegamento con il centro urbano con servizi di bus-navetta; oltre alla linea Rocchette - Riva del Sole - Castiglione (il servizio è stato effettuato anche con 11

12 l impiego di 2 bus elettrici sulla linea Piazza Garibaldi-Riva del Sole). Servizi scolastici: RAMA, in ATI con altri vettori, ha ottenuto l affidamento dei servizi scolastici del Comune di Monte Argentario, che consiste nel trasporto dei bambini delle scuole materne, elementari e medie inferiori presso le scuole di Porto Santo Stefano e Porto Ercole. L Azienda ha inoltre ottenuto, in proprio, l affidamento dello stesso tipo di servizio anche dal Comune di Grosseto per il periodo La Società si sta organizzando in termini di mezzi e uomini, per garantire un servizio sempre più efficiente e qualitativamente migliore, offrendo la sicurezza e l affidabilità che la contraddistingue. Nell ambito di tale servizio sono garantiti anche i trasporti per le attività sportive e le gite scolastiche, che RAMA effettua in collaborazione con le istituzioni e gli insegnanti. RAMA ha voluto rendere più piacevole lo spostamento dei suoi utenti più piccoli, creando un servizio su misura per loro e facilitando il riconoscimento del proprio scuolabus. Infatti, sul cartello indicatore, accanto al numero dell itinerario, viene associato anche un personaggio dei cartoni animati, che gli stessi bambini hanno scelto per mezzo di un referendum svoltosi con la collaborazione degli autisti durante il viaggio. RAMA ha offerto anche a tutti gli altri Comuni della Provincia di Grosseto la propria disponibilità a svolgere analogo servizio di trasporto scolastico. Altri servizi: RAMA, come capofila di una ATI, che potrà trasformarsi in società, si è aggiudicata, a fine 2002, la gara indetta dal Parco Regionale della Maremma per l appalto, della durata di dieci anni, relativo alla valorizzazione, 12

13 promozione turistica e gestione dei servizi del Parco della Maremma, secondo i principi contenuti nella Carta Europea dello sviluppo sostenibile. Il servizio comprende la gestione dei centri visite, foresteria, guide, itinerari di visita, vendita pubblicazioni, gadgets e prodotti tipici della Provincia di Grosseto, trasporti, gestione del parcheggio, sponsorizzazioni, promozione turistica. Il progetto prevede l utilizzo, per il servizio di trasporto all interno del Parco, di veicoli ecocompatibili (autobus a trazione ibrida o a trazione totalmente elettrica). Progetto Verde Azzurro Amiata Nel periodo luglio-agosto è stata inaugurata una nuova linea turistica, che collega il mare e la montagna e viceversa. L iniziativa, sviluppata in collaborazione con le Province di Grosseto e Siena e l Apt Amiata, è nata per rispondere meglio alle esigenze dei turisti, che arrivano nel periodo estivo in Maremma; sono state istituite delle corse speciali con partenza dai paesi montani (Abbadia S. Salvadore, Piancastagnaio, S. Fiora, Arcidosso, Castel del Piano) e arrivo al mare (Marina di Grosseto, Castiglione della Pescaia, Follonica), unitamente ad altre offerte turistiche quali sconti sulle tariffe di bar, ristoranti e la possibilità di usufruire di guide ambientali. Il progetto ha riscosso un notevole successo e verrà riproposto agli Enti competenti con suggerimenti per ulteriori miglioramenti. Servizi speciali: RAMA ha effettuato dei servizi speciali in occasioni particolari, ripetendo l esperienza anche degli anni scorsi : Fiera del Madonnino Santa Fiora in musica Servizi per partite di calcio 13

14 Servizi cimiteriali (a Grosseto e a Porto Santo Stefano) Servizi per manifestazioni turistiche e ricreative (concerti) Servizi didattico/sportivi (ecoschool, festa dell acqua) Servizi per Festambiente Servizio per l Aeroporto in occasione della manifestazione Una sfida da vivere insieme. Sono previste per il 2004 altre manifestazioni speciali : Manifestazione aerea in occasione del raduno mondiale dei piloti dell F104 (che sta per essere radiato) Assegnazione ufficiale degli Eurofighter alla base di Grosseto Campionato mondiale juniores di atletica leggera Magazzino Ricambi: è stato definito un accordo quadro per la fornitura di ricambi originali IVECO, IRISBUS alle consorziate di Rasena, mentre è in fase di definizione l accordo per la fornitura di ricambi alla società di manutenzione OPI-TEC. Il 2004: Progetti ed investimenti I principali progetti per il 2004: Partecipazione alla gara per l affidamento dei servizi di trasporto; Acquisto di 16 autobus di cui 2 a metano; Integrazione tariffaria e vettoriale Rama-Ferrovie nel tratto Orbetello- Grosseto; Progetto tutto per il cliente ; Contratto biennale per il trasporto turistico con una agenzia americana. 14

15 2. GRAFO DELLA RETE AZIENDALE DEI SERVIZI DI TRASPORTO PUBBLICO Anno 2003 Area servita: Km Comuni serviti: 40 Lunghezza della rete: Km 3420 Posti offerti nel giorno feriale medio estivo:

16 Posti offerti nel giorno feriale medio invernale: 7080 Percorrenze: Autobus/Km Passeggeri annui trasportati: Il rapporto contrattuale tra gli enti affidanti e la RAMA Spa è regolato da un contratto di servizio che stabilisce, tra l altro, l entità e le caratteristiche dei servizi da svolgere e il corrispettivo annuo nella misura di Euro dagli Enti Locali. 3. SETTORI OPERATIVI DELL AZIENDA E PERSONALE ADDETTO Anno 2003 Settore movimento: totale addetti 181 Settore amministrazione: totale addetti 35 Settore manutenzione: totale addetti 31 Totali addetti nell Azienda: 247 RAMA considera i propri dipendenti risorsa importantissima, da sviluppare e valorizzare, in quanto può incidere in misura rilevante sulla qualità e sul gradimento del servizio da parte degli utenti. La maggior parte di essi, infatti, si trova a gestire, durante l'attività lavorativa, le relazioni con i clienti, che, come noto, costituiscono un momento di verifica della qualità offerta: anche in condizioni non sempre favorevoli, la competenza, la cortesia e la consapevolezza del ruolo sono elementi fondamentali per il gradimento del servizio da parte dei passeggeri. RAMA assicura la rintracciabilità e la trasparenza del proprio personale, che, a questo fine, è dotato di tesserino di riconoscimento con fotografia e matricola aziendale da utilizzare durante il servizio. 4. LOGISTICA AZIENDALE Anno 2003 Autobus utilizzati n.139 di cui: Autobus urbani 15 Autobus suburbani 15 Autobus interurbani 106 Autobus gran turismo 3 e di cui: Autobus da 0 a 3 anni di età 43 Autobus da oltre 3 a 8 anni di età 25 Autobus da oltre 8 a 15 anni di età 16 Autobus con più di 15 anni di età 55 I depositi RAMA sono 5, con autostazioni a Grosseto, Arcidosso, Pitigliano. Il numero delle fermate attrezzate (almeno con pensilina) non è quantificabile dal momento che queste ultime non sono di proprietà dell Azienda. 16

17 5. TIPOLOGIA DEI SERVIZI OFFERTI Anno 2003 Servizi di linea a frequenza Linea Percorso Frequenza invernale Frequenza estiva A/F cif - casse lombarde (follonica) 60' 60' A/G via giusti - stazione fs - via alfieri - ospedale (grosseto) 30' 30' B/F B/G cif - san luigi (follonica) ospedale - via mascagni - via mazzini - stazione fs via giusti (grosseto) 60' 30' 60' 30' B/O valle - lucciola - valle (monte argentario) 30' 30' C/F san luigi - casse lombarde (follonica) 60' 60' C/G via giusti - via battisti - stazione fs - via australia ospedale (grosseto) 30' 30' C/O monte argentario - orbetello fs Orario 30' D/G ospedale - via stati uniti - via australia - stazione fs piazza de maria - via einaudi - via giusti (grosseto) 30' 30' 17

18 Servizi di linea ad orario fisso: Linea Percorso 1/G 10/O 11/P 12/O 14/O 15/O 16/P 17/P 18/P 19/A 2/G 20/A 21/A 22/A 24/A 25/R 26/R 27/R 29/F 3/G 30/F 32/F 38/G 39/O castiglione della pescaia - tirli - vetulonia - grosseto magliano in toscana - orbetello manciano - albinia - orbetello capalbio - orbetello scansano - manciano - osa mare monte argentario - orbetello manciano - pitigliano semproniano - manciano castell azzara - pitigliano - semproniano arcidosso - castel del piano - montegiovi montepescali - castiglione della pescaia abbadia - castell azzara - arcidosso - amiata fs arcidosso - abbadia - valdipaglia semproniano - castel del piano piancastagnaio - vetta amiata monticiano - roccastrada - sassofortino - grosseto pari - roccastrada f.s. - grosseto roccastrada - giuncarico f.s. follonica - castiglione della pescaia gavorrano - grosseto scarlino - follonica gavorrano - follonica grosseto - vetta amiata - (solo estiva) monte argentario - orbetello - grosseto 40/O capalbio - grosseto 18

19 Segue pag. 18 Linea Percorso 41/P 42/A 43/F 44/C 49/D 5/G 50/G 51/F 52/A 53/A 54/A 55/A 56/A 56/G 57/P 6/G 8/G 9/G E/G F/G H/G I/G J/G K/G L/G manciano - albinia - grosseto castel del piano - cinigiano - grosseto massa marittima - montieri - grosseto grosseto - roccastrada - casone di scarlino arcille - grosseto - roccastrada - piombino campagnatico - grosseto grosseto - siena - firenze follonica - roccastrada - siena arcidosso - san quirico d orcia - buonconvento piancastagnaio - abbadia - montepulciano abbadia - siena abbadia - castell'azzara - arcidosso - castel del piano arcidosso - abbadia - valdipaglia roccalbegna - scansano pitigliano - acquapendente semproniano - grosseto manciano - scansano - grosseto scansano - magliano - grosseto stazione fs - cimitero sterpeto (grosseto) barbanella - cimitero di sterpeto (grosseto) via orcagna - via alfieri (grosseto) stazione fs - via smeraldo (grosseto) grosseto - braccagni stazione fs - via orcagna (grosseto) grosseto - principina terra - marina 19

20 Segue pag. 19 Linea M/G P/G Q/G R/G T/G U/G V/G W/G X/G Percorso grosseto - pricipina a mare - marina grosseto - batignano grosseto - istia d'ombrone gorarella - via de barberi (grosseto) stazione fs - via de barberi (grosseto) via australia - via de barberi (grosseto) stazione fs - mabro (grosseto) stazione fs - rispescia - alberese - marina di alberese montepescali - grosseto Servizi attrezzati per disabili: La linea JG Grosseto-Braccagni è stata istituita per offrire un servizio di trasporto a ragazzi disabili, che vengono raccolti nelle fermate poste nei punti più vicini alla loro abitazione e portati al centro di riabilitazione da loro frequentato. Il servizio, attivo nei giorni di scuola alle ed alle 18.20, trasporta ogni giorno circa 15 ragazzi e viene effettuato con un autobus attrezzato. Il numero telefonico di riferimento è Per il periodo Febbraio-Ottobre 2004, su richiesta di alcune famiglie, è stato istituito un servizio trisettimanale (Stazione di Grosseto- Enaoli), che trasporta circa 15 ragazzi frequentanti un corso organizzato dalla Provincia di Grosseto. Delle 68 linee aziendali totali, 25 sono urbane, 42 extraurbane ed 1 regionale, con una stretta integrazione, dal momento che il servizio extraurbano collega i vari Comuni della Provincia con i centri più importanti (Grosseto, Follonica, Orbetello, Monte Argentario), dove è possibile fruire del servizio di trasporto urbano. L'interscambio tra la rete RAMA e gli altri sistemi di trasporto è assicurato: nelle stazioni ferroviarie (Grosseto, Follonica, Orbetello, Montepescali, Buonconvento, Roccastrada); nei porti (Porto Santo Stefano, Piombino); ai capolinea gestiti da altre aziende di TPL. 6. GLI IMPEGNI PER L AMBIENTE RAMA, consapevole del proprio ruolo e delle proprie responsabilità nell ambito della tutela dell ambiente, riserva un attenzione particolare alla salvaguardia del territorio ed alla prevenzione dell inquinamento. Questo impegno rilevante è realizzato, da un lato con un utilizzo finalizzato ed attento delle proprie competenze e delle risorse a disposizione e dall altro, orientando l organizzazione aziendale verso un ottica globale e dinamica di miglioramento continuo, ricorrendo ad un apposito sistema di gestione ambientale modellato secondo la norma UNI EN ISO

Scelte e servizi per un trasporto più moderno

Scelte e servizi per un trasporto più moderno Scelte e servizi per un trasporto più moderno Il 2015 del trasporto pubblico locale sarà un anno chiave in virtù del complesso percorso in atto a livello regionale per la riforma decisa dalla Regione Toscana.

Dettagli

CARTA DELLA MOBILITÀ. 9 edizione anno 2014 VERSIONE INTEGRALE. ATAF&LI-NEA S. C. a R. L.

CARTA DELLA MOBILITÀ. 9 edizione anno 2014 VERSIONE INTEGRALE. ATAF&LI-NEA S. C. a R. L. CARTA DELLA MOBILITÀ ATAF&LI-NEA S. C. a R. L. 9 edizione anno 2014 VERSIONE INTEGRALE PARTE 1 a Pagina 1 di 37 INDICE PARTE 1 a. PRESENTAZIONE DELLA CARTA 2 1. RIFERIMENTI NORMATIVI 2 2. PRINCIPI FONDAMENTALI

Dettagli

ATM PER I GIOVANI E PER GLI STUDENTI

ATM PER I GIOVANI E PER GLI STUDENTI ATM PER I GIOVANI E PER GLI STUDENTI EDIZIONE MARZO 015 ABBONARSI AI MEZZI ATM 1 ATM, per rispondere alle diverse esigenze di mobilità, offre ai giovani e agli studenti una serie di agevolazioni sull acquisto

Dettagli

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA la guida DI CHI è alla guida SERVIZIO CLIENTI Per tutte le tue domande risponde un solo numero Servizio Clienti Contatta lo 06 65 67 12 35 da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.00 o manda un e-mail a

Dettagli

1.1 Diritto al rimborso Il viaggiatore può chiedere il rimborso di un biglietto o abbonamento non utilizzato nei seguenti casi:

1.1 Diritto al rimborso Il viaggiatore può chiedere il rimborso di un biglietto o abbonamento non utilizzato nei seguenti casi: 8. RIMBORSI E INDENNITA 1. Rimborso 1.1 Diritto al rimborso Il viaggiatore può chiedere il rimborso di un biglietto o abbonamento non utilizzato nei seguenti casi: Per mancata effettuazione del viaggio

Dettagli

SMART MOVE: un autobus per amico

SMART MOVE: un autobus per amico SMART MOVE: un autobus per amico "SMART MOVE" è la campagna internazionale promossa dall'iru (International Road Transport Union) in tutti i Paesi europei con l'obiettivo di richiamare l'attenzione di

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Il regolamento (CE) n. 181/2011 (in appresso il regolamento ) entra in vigore il 1 marzo 2013. Esso prevede una serie minima di diritti dei

Dettagli

DISCIPLINARE ATTUATIVO TARIFFARIO. Valido dal 1 Gennaio 2015

DISCIPLINARE ATTUATIVO TARIFFARIO. Valido dal 1 Gennaio 2015 DISCIPLINARE ATTUATIVO TARIFFARIO Valido dal 1 Gennaio 2015 SOMMARIO 1 Premessa... 3 2 Descrizione della Nuova Struttura Tariffaria...4 2.1 Classe Tariffaria URBANO NAPOLI... 6 2.2 Classe Tariffaria URBANO

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT

SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT SCHEDA INFORMATIVA SU ARPAT ARPAT: cos è ARPAT, l Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana, è attiva dal 1996. Attraverso una rete di Dipartimenti provinciali presenti sul territorio

Dettagli

Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici

Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Visto l art. 5, comma 2, lettere b), e) ed f), della legge 23 agosto 1988, n. 400; Ritenuta

Dettagli

Informazioni per gli spettatori

Informazioni per gli spettatori Informazioni per gli spettatori Fondazione Arena di Verona si riserva il diritto di apportare alla programmazione annunciata variazioni di data, orario e/o programma che si rendano necessarie. L acquisto

Dettagli

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i.

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i. CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 1088 Versione 001 2015) Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: COMUNICAZIONE

Dettagli

DETERMINAZIONE Prot n. 10007 Rep. N. 533 DEL 17 Ottobre 2014. Oggetto: disposizioni relative alle agevolazioni tariffarie nel TPL per l anno 2015.

DETERMINAZIONE Prot n. 10007 Rep. N. 533 DEL 17 Ottobre 2014. Oggetto: disposizioni relative alle agevolazioni tariffarie nel TPL per l anno 2015. Direzione Generale Servizio degli Appalti e gestione dei sistemi di trasporto DETERMINAZIONE Prot n. 10007 Rep. N. 533 DEL 17 Ottobre 2014 Oggetto: disposizioni relative alle agevolazioni tariffarie nel

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Informazioni utili sui servizi Atac

Informazioni utili sui servizi Atac Atac SpA Via Prenestina, 45 00176 Roma Informazioni utili sui servizi Atac Per maggiori informazioni su tutti i servizi Atac: www.atac.roma.it Il presente documento vuole essere un agile manuale in risposta

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI 1) NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO La nozione di pacchetto turistico è la seguente: i pacchetti turistici hanno ad oggetto i viaggi, le

Dettagli

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali.

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali. Regolamento d uso del verde Adottato dal Consiglio Comunale nella seduta del 17.7.1995 con deliberazione n. 173 di Reg. Esecutiva dal 26.10.1995. Sanzioni approvate dalla Giunta Comunale nella seduta del

Dettagli

Piano Spostamenti casa-lavoro 2007

Piano Spostamenti casa-lavoro 2007 Mobility Management Piano Spostamenti casa-lavoro 2007 Hera Imola-Faenza, sede di via Casalegno 1, Imola La normativa vigente: D.M. 27/03/1998, decreto Ronchi Mobilità sostenibile nelle aree urbane Le

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 59 PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE Approvato con D.G.P. in data 19.4.2012

Dettagli

Abbonamenti. Tipo biglietto

Abbonamenti. Tipo biglietto Tipo biglietto Prezzo Descrizione Biglietto 24 ORE x 4 9,00 Integrato Trenitalia Vale per 4 persone. 2 viaggiano gratis. Questo biglietto vale 24 ore dalla timbratura su tutta la rete urbana Amt (ad esclusione

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

Gran Fondo PUNT DEL DIAU

Gran Fondo PUNT DEL DIAU LANZO TORINESE - SABATO 04 OTTOBRE 2014 Gran Fondo PUNT DEL DIAU REGOLAMENTO LA GARA GRAN FONDO DI CORSA IN MONTAGNA PUNT DEL DIAU avrà una lunghezza di circa km.25 e un dislivello positivo di circa 1450

Dettagli

Oggetto: disposizioni relative alle agevolazioni tariffarie nel TPL per l anno 2014. IL DIRETTORE DEL SERVIZIO

Oggetto: disposizioni relative alle agevolazioni tariffarie nel TPL per l anno 2014. IL DIRETTORE DEL SERVIZIO Direzione Generale Servizio degli Appalti e gestione dei sistemi di trasporto Determinazione prot. 11629 repertorio n.638 del 7 ottobre 2013 Oggetto: disposizioni relative alle agevolazioni tariffarie

Dettagli

Parte II Trasporto Nazionale

Parte II Trasporto Nazionale Parte II Trasporto Nazionale Aggiornata al 1 marzo 2015 1 Indice Capitolo 1 Parte generale Pagina 1. Ambito di applicazione 7 2. Il titolo di viaggio 7 2.1. Le classi 7 2.2. I livelli di servizio AV Frecciarossa

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 111 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Modifiche al codice della strada, di cui al decreto

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA Stagione invernale 2014/2015 1. Le presenti Condizioni Generali di Vendita regolano le condizioni contrattuali relative all acquisto ed all utilizzo degli skipass e delle

Dettagli

Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ).

Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ). Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ). 1 ADESIONE A IOSI 1.1 Possono aderire al Club IoSi (qui di seguito IoSi ) tutti i

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

COSTI ANNUI NON PROPORZIONALI ALLA PERCORRENZA

COSTI ANNUI NON PROPORZIONALI ALLA PERCORRENZA CONSIDERAZIONI METODOLOGICHE Per "costo di esercizio del veicolo", è inteso l'insieme delle spese che l'automobilista sostiene per l'uso del veicolo, più le quote di ammortamento (quota capitale e quota

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

Al SUAP. Denominazione società/ditta

Al SUAP. Denominazione società/ditta COMUNICAZIONE SUBINGRESSO DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SU POSTEGGIO L.R. 28/2005 e s.m.i. Codice del Commercio art.74 e D.P. G.R. n. 15/R del 1 aprile 2009 Regolamento di attuazione della legge n. 28/2005

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER I SERVIZI DI NOLEGGIO CON CONDUCENTE SVOLTI MEDIANTE AUTOVETTURA CAPO I

REGOLAMENTO COMUNALE PER I SERVIZI DI NOLEGGIO CON CONDUCENTE SVOLTI MEDIANTE AUTOVETTURA CAPO I REGOLAMENTO COMUNALE PER I SERVIZI DI NOLEGGIO CON CONDUCENTE SVOLTI MEDIANTE AUTOVETTURA CAPO I SERVIZIO DI NOLEGGIO CON CONDUCENTE SVOLTI MEDIANTE AUTOVETTURA ART.1 - DEFINIZIONE DEL SERVIZIO Sono definiti

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI TERMINI E CONDIZIONI GENERALI Leggere attentamente Termini e Condizioni prima di noleggiare una vettura con Atlaschoice. I Termini si applicano a qualsiasi prenotazione effettuata con Atlaschoice tramite

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti.

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti. INDICE Informazioni per i cittadini - 3 Campagna di controllo degli impianti termici - 3 Responsabile dell impianto termico - 4 La manutenzione degli impianti: frequenze temporali delle operazioni - 4

Dettagli

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Comune di San Giustino STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Presentazione pubblica del 19.02.2015 IPOTESI PROGETTUALI CONSIDERAZIONI PRELIMINARI TUTELARE L ACCESSIBILITÀ AI

Dettagli

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Fondazione Teatri delle Dolomiti

Fondazione Teatri delle Dolomiti Fondazione Teatri delle Dolomiti REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE D USO DEL TEATRO COMUNALE DI BELLUNO Il presente Regolamento disciplina le modalità di fruizione del Teatro Comunale da parte di terzi approvato

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

5 Contributo Autonoma Sistemazione

5 Contributo Autonoma Sistemazione 5 Contributo Autonoma Sistemazione CAS A valere sulle risorse finanziarie di cui all articolo 3 dell Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile (OCDPC) n. 232 del 30 marzo 2015 viene stimata

Dettagli

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 documento redatto sulla base del questionario CIO Candidature Acceptance Procedure Games of the XXXI Olympiad 2016 PREMESSA ESTRATTO

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

PICCOLI TRATTENIMENTI MUSICALI O DIFFUSIONE SONORA NEI DEHORS E NELLE AREE DI PERTINENZA PRIVATE ANNESSE AI LOCALI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO

PICCOLI TRATTENIMENTI MUSICALI O DIFFUSIONE SONORA NEI DEHORS E NELLE AREE DI PERTINENZA PRIVATE ANNESSE AI LOCALI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO Dipartimento Economia e Promozione della Città Settore Attività Produttive e Commercio U.O. Somministrazione, manifestazioni, artigianato e ricettive 40129 Bologna Piazza Liber Paradisus, 10, Torre A -

Dettagli

FAI IL PIENO DI CALCIO

FAI IL PIENO DI CALCIO REGOLAMENTO INTEGRALE DEL CONCORSO A PREMI FAI IL PIENO DI CALCIO La Beiersdorf SpA, con sede in Via Eraclito 30, 20128 Milano, promuove la seguente manifestazione, che viene svolta secondo le norme contenute

Dettagli

ESTRATTO ORARIO. Validità sino al 15.06.2011. Rete urbana Mestre: nuova linea tranviaria e modifiche ai servizi bus

ESTRATTO ORARIO. Validità sino al 15.06.2011. Rete urbana Mestre: nuova linea tranviaria e modifiche ai servizi bus ESTRATTO ORARIO Validità sino al 15.06.2011 Rete urbana Mestre: nuova linea tranviaria e modifiche ai servizi bus E tu cosa stai aspettando? Con il nuovo tram avrai corse più frequenti e veloci e un maggior

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio

5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio 5.2. Esempio di procedura per l attività di ufficio Pag. 1 di 36 DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO ai sensi degli artt. 17, 28 e 29 del D.lgs 81/08

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO - SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI E GESTIONI GENERALI - UFFICIO APPALTI. Città: TRENTO Codice postale: 38100

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO - SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI E GESTIONI GENERALI - UFFICIO APPALTI. Città: TRENTO Codice postale: 38100 Automa di TrentoUNIONE EUROPEA Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, L-2985 Lussemburgo Fax (352) 29 29-42670 E-mail: ojs@publications.europa.eu Info

Dettagli

1 di 5 14/04/2011 19.22

1 di 5 14/04/2011 19.22 1 di 5 14/04/2011 19.22 testata Direttiva nâ 6/2011 Il presente questionario à finalizzato a rilevare le modalitã di gestione finanziaria e logistica della flotta di rappresentanza e del parco macchine

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 La spesa complessiva

Dettagli

NORME E CONDIZIONI PER L UTILIZZO DEL TELEPASS PER IL PAGAMENTO DEI PARCHEGGI

NORME E CONDIZIONI PER L UTILIZZO DEL TELEPASS PER IL PAGAMENTO DEI PARCHEGGI Norme e Condizioni per il Pagamento dei Parcheggi con il Telepass NORME E CONDIZIONI PER L UTILIZZO DEL TELEPASS PER IL PAGAMENTO DEI PARCHEGGI Art. 1 1.1 Le presenti norme e condizioni disciplinano l

Dettagli

Attualmente concorrono al Consorzio le seguenti Cooperative :

Attualmente concorrono al Consorzio le seguenti Cooperative : Il Consorzio Servizi Plus, è una società di outsourcing, operante da oltre 10 anni nel settore dei servizi facchinaggio, trasporti e pulizia, con lo scopo precipuo di associare in forma consortile tutte

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB TITOLO I: IL CLUB DEI MIGLIORI NEGOZI DI OTTICA IN ITALIA. Il Club dei migliori negozi di ottica in Italia è costituito dall insieme delle imprese operanti nel campo del commercio dell ottica selezionate

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) Protocollo RC n. 28105/14 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) L anno duemilaquattordici, il giorno di martedì trenta del mese di dicembre, alle

Dettagli

AVVISO AGLI UTENTI. Autolinea z150 Cantù Milano (Comasina M3) Transito dalla stazione di Camnago - Lentate

AVVISO AGLI UTENTI. Autolinea z150 Cantù Milano (Comasina M3) Transito dalla stazione di Camnago - Lentate AP AU nr. 11/2015 AVVISO AGLI UTENTI Data emissione 21 Gennaio 2015 Autolinea z150 Cantù Milano (Comasina M3) Transito dalla stazione di Camnago - Lentate Si informa la Gentile Clientela che a partire

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

Fattura elettronica: esenzioni

Fattura elettronica: esenzioni Fattura elettronica: esenzioni Con l entrata in vigore del sistema della fatturazione elettronica, istituita dall articolo 1, commi da 209 a 213 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 e regolamentata dal

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

A CONTI FATTI Edizione 2014-2015

A CONTI FATTI Edizione 2014-2015 A CONTI FATTI Edizione 2014-2015 RAI-Radiotelevisione italiana dall 8 settembre 2014 al 29 maggio 2015 realizza un programma televisivo dal titolo A CONTI FATTI diffuso da RAIUNO tutti i giorni, dal lunedì

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

BANDO DI CONCORSO. Soggiorni e Itinerari Ben-Essere

BANDO DI CONCORSO. Soggiorni e Itinerari Ben-Essere BANDO DI CONCORSO Soggiorni e Itinerari Ben-Essere 2015 Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali per i pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici, i loro coniugi e figli conviventi

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

NEUTROMED - TI DÀ UNA MANO

NEUTROMED - TI DÀ UNA MANO codice manifestazione: 14/011 REGOLAMENTO DEL CONCORSO A PREMI DENOMINATO: NEUTROMED - TI DÀ UNA MANO Promosso da HENKEL ITALIA S.p.A. Divisione Cosmetica Soggetto Promotore HENKEL ITALIA S.p.A. Divisione

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG Premessa TELEPASS S.p.A. Società per Azioni, soggetta all attività di direzione e coordinamento di Autostrade per l Italia S.p.A., con sede legale in Roma,

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

REGOLAMENTO INTEGRALE DEL CONCORSO A PREMI

REGOLAMENTO INTEGRALE DEL CONCORSO A PREMI indetto dalla scrivente Società Italo Britannica L. Manetti H. Roberts & C. per Azioni (di seguito la promotrice ) con sede legale in Firenze, Via Pellicceria, 8 - sede amministrativa in Calenzano (FI)

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

La privacy a scuola DAI TABLET ALLA PAGELLA ELETTRONICA. LE REGOLE DA RICORDARE

La privacy a scuola DAI TABLET ALLA PAGELLA ELETTRONICA. LE REGOLE DA RICORDARE La privacy DAI TABLET ALLA PAGELLA ELETTRONICA. LE REGOLE DA RICORDARE Temi in classe Non lede la privacy l insegnante che assegna ai propri alunni lo svolgimento di temi in classe riguardanti il loro

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * *

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * Al fine di fornire un pratico vademecum sugli adempimenti necessari

Dettagli