Proposta formativa. I Moduli. Argomento. 1) L organizzazione dell ufficio estero 4 ore. 2) Incoterms ore. 3) Il trasporto internazionale 4 ore

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Proposta formativa. I Moduli. Argomento. 1) L organizzazione dell ufficio estero 4 ore. 2) Incoterms 2010 4 ore. 3) Il trasporto internazionale 4 ore"

Transcript

1 Proposta formativa I Moduli Argomento Ore 1) L organizzazione dell ufficio estero 4 ore 2) Incoterms ore 3) Il trasporto internazionale 4 ore 4) I pagamenti internazionali 4 ore 5) La bolletta doganale e il sistema ECS 4 ore 6) L accertamento doganale 4 ore 7) L origine delle merci 4 ore 8) Lo status di esportatore autorizzato 4 ore 9) Accordo Paneuromediterraneo 4 ore 10) I certificati 4 ore 11) Il valore in dogana 4 ore 12) Controlli sicurezza su import ed export 4 ore 13) Il DUAL USE, CITES e Beni culturali 4 ore 14) Le sanzioni 4 ore 15) Le procedure domiciliate 4 ore 16) La certificazione AEO 4 ore 17) Il deposito doganale e le manipolazioni usuali 4 ore 18) Perfezionamento attivo e passivo 4 ore 19) Iva, non imponibilità e triangolazioni 4 ore 20) I depositi Iva 4 ore 21) Le accise e la DAA telematica 4 ore 22) Falstaff e la tutela della proprietà industriale 4 ore Pagina 1 di 8

2 I Costi per modulo Sede Costo del modulo con 1 addetto Costo per ulteriori addetti della stessa azienda A) Presso l azienda 500,00 + Iva B) Formazione in Consulsped Formazione a più aziende. Il modulo viene attivato al raggiungimento di un numero minimo di 4 aziende. 150,00 + Iva 50,00 + Iva, a persona La formazione prevista, pur avendo un taglio pratico e operativo, non potrà analizzare casi reali dell azienda, in quanto, tale tipologia di attività, non rientra nella formazione aziendale, ma bensì nella consulenza. La formazione dei vari moduli sarà erogata direttamente da personale Consulsped oppure, in base alla tipologia di modulo, da professionisti esterni di fiducia di Consulsped. La formazione aziendale in oggetto è completamente finanziabile, pertanto si suggerisce di informarsi presso la propria associazione di caegoria. La quantificazione esatta dei costi (modulo, numero partecipanti ed eventuale quantificazione delle spese di trasferta) verrà sottoposta al cliente per accettazione prima dell inizio dell attività. Pagina 2 di 8

3 I Programmi dei corsi 1) L organizzazione dell ufficio estero 4 ore Quali sono le problematiche più comuni in un azienda esportatrice. I problemi organizzativi tra funzione commerciale e amministrativa dell azienda. Relazione e coordinamento tra i professionisti: il commercialista, il consulente, l avvocato, ecc. Il coordinamento di: aspetti commerciali, trasporto internazionale, dogana, pagamento internazionale e la fiscalità indiretta (Iva e dazi). I rapporti con: Dogana, casa di spedizioni, vettore internazionale. La gestione della documentazione. L organizzazione della logistica: magazzino, presa in carico della merce e trasporto. Il gestionale aziendale e l impostazione dei documenti estero (fattura, DDT, ecc.). L operatività estero e i sistemi di organizzazione più diffusi a livello mondiale (Iso 9001). L aggiornamento aziendale: le competenze e le nuove normative. 2) Incoterms ore Potere vincolante degli Incoterms. Cosa disciplinano e cosa non disciplinano gli Incoterms. I singoli termini pro e contro in base al tipo di operazione: EXW - Ex Works; FCA - Free Carrier; CPT - Carriage Paid To; CIP - Carriage and Insurance Paid; DAT - Delivered At Terminal (new); DAP - Delivered At Place (new); DDP - Delivered Duty Paid. FAS - Free Alongside Ship; FOB - Free On Board; CFR - Cost and Freight; CIF - Cost, Insurance and Freight. Altri termini di resa in uso a livello internazionale: le Trade Definitions americane: stesse sigle, ma significato diverso. Le ripercussioni degli Incoterms sugli aspetti commerciali, sulle formalità doganali e sul pagamento della fornitura. La giurisprudenza italiana sugli Incoterms. 3) Il trasporto internazionale 4 ore Il contratto di trasporto e il contratto di spedizione. Tipologia e compilazione dei documenti di trasporto internazionale: CMR, CIM, AWB, MAWB, HAWB, Bill of lading, Sea waybill, FCR, ecc. Limiti vettoriali al risarcimento in base alla tipologia di trasporto. Pagina 3 di 8

4 Condizioni di nolo: PAL, FAS, FIO, Free In, Free Out. Normativa CEMT, la Licenza Comunitaria e il cabotaggio. Il trasporto internazionale: la responsabilità del vettore, del mittente, del caricatore e del proprietario delle merci. 4) I pagamenti internazionali 4 ore Gli assegni esteri e lo stop payment. Cash On Delivery COD. Cash Against Documents CAD. Crediti documentari: non confermati, confermati, con designazione, senza designazione, trasferibili, revolving credit, red clause credit. Stand-by letter of credit. Bank Payment Obligation (BPO). Le garanzie internazionali. LCR, IEF, Banklastscrift. 5) La bolletta doganale e il sistema ECS 4 ore Chi è e cos è la dogana. Il dichiarante e la responsabilità diretta e indiretta. Cos è il DAE e come funziona il sistema ECS, ICS. Come si legge la bolletta: i codici utilizzati. La prova dell uscita delle merci ai fini Iva. L MRN e la verifica dell uscita delle merci. 6) L accertamento doganale 4 ore La quantità. Il valore (elementi di valore, condizioni di consegna, moneta ed importo, cambio doganale, valore statistico). La qualità (sistema armonizzato, nomenclature combinate, TDC, TARIC, CADD, ITV, certificati specifici per tipologia di prodotto). L origine (non preferenziale, preferenziale, i certificati d origine non preferenziale e preferenziale). I controlli: il controllo automatizzato CA; il canale giallo CD (controllo documentale); il canale rosso VM (visita merci) e il controllo scanner. Ravvedimento su istanza di parte. 7) L origine delle merci 4 ore Origine preferenziale e origine non preferenziale. Il certificato di origine non preferenziale. Il certificati di origine preferenziale (EUR 1, FormA, ATR, EurMed); gli organi di rilascio. La dichiarazione su fattura. Gli accordi sull origine non preferenziale. I cumuli (Cenni). Le lavorazioni sostanziali e sufficienti. Pagina 4 di 8

5 La dichiarazione di lungo periodo. Le IVO. L origine delle merci ed il made in. L esportatore autorizzato. 8) Lo status di esportatore autorizzato 4 ore La dichiarazione su fattura. Raccolta delle dichiarazioni dei fornitori e rispetto delle regole di origine preferenziale. Iter certificativo e requisiti per l ottenimento. Modalità di utilizzo. 9) L accordo Pan - Euromediterraneo 4 ore Analisi dell accordo Paneuromediterraneo. Applicazione dell accordo. Il certificato d origine Eur-Med. 10) I certificati 4 ore Il certificato sanitario. Il certificato fitosanitario. Il certificato Halal (Paesi Islamici). Il certificato Kosher (Ebrei osservanti). Il certificato EAC (Russia, Bielorussia, Kazakistan). Il certificato SASO (Arabia Saudita). Il certificato CCC (Cina). 11) Il valore in dogana 4 ore Il cambio doganale. La moneta di transazione. Gli elementi di valore. Il valore statistico e la base imponibile del dazio. La base imponibile dell Iva. Le royalties e l assicurazione merci. 12) Controlli sicurezza su import ed export 4 ore I controlli sicurezza all importazione dal 1 luglio 2011: l ENS. I controlli sicurezza all esportazione dal 1 gennaio 2012: l EXS. Le sanzioni relative. Il codice EORI. Sdoganamento in mare Pre clearing. Fast corridor. Pagina 5 di 8

6 13) Il DUAL USE, CITES e Beni culturali 4 ore Il Dual Use - Regolamento (CE) n. 428/2009 Operatività necessaria a verificare se un prodotto è Dual Use Convenzione di Washington - CITES Le merci che richiedono una licenza di esportazione di Beni culturali - Regolamento (CEE) n. 3911/92. Embarghi e restrizioni 14) Le sanzioni 4 ore L accertamento doganale: qualità, quantità, valore e origine. L art. 303 del TULD. DL n. 16 del 02/03/2012. L evasione Iva. Il penale e la falsa dichiarazione d origine. La fallace indicazione d origine. Il Dual use. Responsabilità del committente e del caricatore nel trasporto internazionale. 15) Le procedure domiciliate 4 ore Autorizzazione e oggetto dell autorizzazione. Gestione delle dichiarazioni presso i propri locali. Procedure di movimentazione in regime di domiciliazione. Vantaggi per la gestione contabile e controlli. 16) La certificazione AEO 4 ore Cos è la certificazione AEO. Quali sono i vantaggi della certificazione. Requisiti richiesti per l ottenimento della certificazione. Iter di certificazione. 17) Il deposito doganale e le manipolazioni usuali 4 ore Tipologia di depositi e finalità. L istanza di autorizzazione e iter autorizzativo. Dichiarazione di introduzione in deposito e successiva estrazione. Contabilità di magazzino. Manipolazioni della merce. 18) Perfezionamento attivo e passivo 4 ore Nozione. Autorizzazione. Funzionamento del regime. Vantaggi del regime. L esportazione temporanea e l importazione temporanea. Pagina 6 di 8

7 Riferimenti normativi. Reverse charge. 19) Iva, non imponibilità e triangolazioni 4 ore La doppia imponibilità. Differenza tra: non imponibile, esente e fuori campo Iva. Le triangolazioni. L esportatore abituale e la dichiarazione d intento. La prova dell uscita delle merci. DL n.40/2010: la Black list. 20) I depositi Iva 4 ore Cos è il deposito Iva e i relativi vantaggi. Il deposito Iva e le diversità rispetto al deposito fiscale e al deposito doganale. Operatività relativa al deposito Iva. 21) Le accise e la DAA telematica 4 ore Inquadramento normativo. E-ad telematico: obblighi dello speditore, del trasportatore, del destinatario. Garanzia di circolazione e deposito, mancato appuramento. DAS e nuovo sistema informatizzato EMCS. Produzione di energia elettrica: usi esenti dall accisa. Produzione di energia elettrica con impianti fotovoltaici: la dichiarazione annuale di produzione/consumo energia elettrica. Rimborsi accisa gasolio per uso autotrazione (trasporto merci su strada). Rimborsi accisa gasolio forza motrice (movimentazione merci interna all azienda). Argomento Ore 22) Falstaff e la tutela della proprietà industriale Programma 4 ore Il Reg. UE n. 608/2013.: l istanza di tutela doganale. Cos è il progetto Falstaff. Cosa tutela e cosa non tutela. Quali vantaggi garantisce. Iter per depositare l istanza in dogana: istanza nazionale e comunitaria. Pagina 7 di 8

8 Modulo di Iscrizione ai corsi (da inviare via fax a Consulsped Srl, al numero: ) Rag. Soc. dell azienda: Con sede legale in: Nome del referente aziendale da contattare: Sede della formazione: Presso la propria sede Presso la sede di Consulsped S.r.l. Preferibilmente nel periodo:. Mettere una crocetta sul / sui modulo / i scelto / i, e riportare il numero di addetti che parteciperanno ai singoli moduli formativi: X Titolo modulo Durata Numero iscritti 1) L organizzazione dell ufficio estero 4 ore n. 2) Incoterms ore n. 3) Il trasporto internazionale 4 ore n. 4) I pagamenti internazionali 4 ore n. 5) La bolletta doganale e il sistema ECS 4 ore n. 6) L accertamento doganale 4 ore n. 7) L origine delle merci 4 ore n. 8) Lo status di esportatore autorizzato 4 ore n. 9) Accordo Paneuromediterraneo 4 ore n. 10) I certificati 4 ore n. 11) Il valore in dogana 4 ore n. 12) Controlli sicurezza su import ed export 4 ore n. 13) Il DUAL USE, CITES e Beni culturali 4 ore n. 14) Le sanzioni 4 ore n. 15) Le procedure domiciliate 4 ore n. 16) La certificazione AEO 4 ore n. 17) Il deposito doganale e le manipolazioni usuali 4 ore n. 18) Perfezionamento attivo e passivo 4 ore n. 19) Iva, non imponibilità e triangolazioni 4 ore n. 20) I depositi Iva 4 ore n. 21) Le accise e la DAA telematica 4 ore n. 22) Falstaff e la tutela della proprietà industriale 4 ore n. Secondo i costi riportati a pag. 2 del presente documento. Data: / / Per accettazione: (Timbro e firma) Pagina 8 di 8

I TERMINI DI RESA DELLE MERCI (INCOTERMS)

I TERMINI DI RESA DELLE MERCI (INCOTERMS) I TERMINI DI RESA DELLE MERCI (INCOTERMS) Stefano Linares, Linares Associates PLLC - questo testo è inteso esclusivamente per uso personale e non per una distribuzione commerciale. Eventuali copie dovranno

Dettagli

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma)

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Il valore imponibile a fronte di bollette doganali è oggetto di numerose liti fiscali a causa della poca chiarezza

Dettagli

La documentazione contabile delle operazioni di import/export. Le registrazioni contabili delle operazioni di import/export

La documentazione contabile delle operazioni di import/export. Le registrazioni contabili delle operazioni di import/export La documentazione contabile delle operazioni di import/export Importazioni - Esportazioni Le registrazioni contabili delle operazioni di import/export Importazioni GRUPPO DI LAVORO OPERAZIONI DOGANALI

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

Gestione Servizi Doganali

Gestione Servizi Doganali Gestione Servizi Doganali GESTIONE SERVIZI DOGANALI Background La gestione delle attività dogali di import/export o transito richiede da sempre figure specializzate all interno delle aziende in grado di

Dettagli

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale Freight&Shipping www.sp1.it marittimo AEREO VIA TERRA dogana magazzino doganale business intelligence SP1, il Freight & Shipping entra spedito nel futuro SP1 è un nuovo applicativo web. Non si installa

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali

Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Università degli Studi di Bergamo Seminario nell ambito del corso di Economia e tecnica degli scambi internazionali Bergamo, 6 maggio 2013 GLI ADEMPIMENTI DOGANALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE Dott.ssa

Dettagli

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y

S T U D I O L E G A L E M I S U R A C A - A v v o c a t i, F i s c a l i s t i & A s s o c i a t i L a w F i r m i n I t a l y QATAR DISCIPLINA IMPORT EXPORT IN QATAR di Avv. Francesco Misuraca Regole dell import-export in Qatar Licenza d importazione, iscrizione nel Registro Importatori, altre regole La legge doganale del Qatar,

Dettagli

PROGRAMMA PERCORSO SEMINARIALE

PROGRAMMA PERCORSO SEMINARIALE PROGRAMMA PERCORSO SEMINARIALE 16 E 17 GENNAIO 2013 Metodologia Didattica STUDIO DEL SORBO SRL L'attività didattica si avvale di metodologie finalizzate a rendere il partecipante protagonista del processo

Dettagli

SWIM. SKF World-class Invoice Matching. fatture e documenti di consegna. Rev 04

SWIM. SKF World-class Invoice Matching. fatture e documenti di consegna. Rev 04 SWIM SKF World-class Invoice Matching Specifiche SKF per fatture e documenti di consegna Rev 04 Indice 1 Scopo...3 2 Introduzione...3 3 Dati contenuti in fattura...3 4 Dati obbligatori richiesti in una

Dettagli

L Iva all importazione non è la stessa imposta dell Iva interna di Sara Armella

L Iva all importazione non è la stessa imposta dell Iva interna di Sara Armella L Iva all importazione non è la stessa imposta dell Iva interna di Sara Armella La sentenza n. 12581 del 2010 1 della Corte di cassazione è parte di un gruppo di recenti sentenze 2, le prime a intervenire

Dettagli

Il ruolo del Centro di Assistenza Doganale per la competitività del Sistema Italia nel commercio internazionale

Il ruolo del Centro di Assistenza Doganale per la competitività del Sistema Italia nel commercio internazionale Il ruolo del Centro di Assistenza Doganale per la competitività del Sistema Italia nel commercio internazionale a cura del Centro di Ricerca sulla Logistica LIUC-Università Cattaneo Milano, gennaio 2013

Dettagli

Indice. Roma, 24 marzo 2015. Prot. 2009/ OGGETTO: Descrizione. OGGETTO: Depositi IVA CIRCOLARE N. 12/E

Indice. Roma, 24 marzo 2015. Prot. 2009/ OGGETTO: Descrizione. OGGETTO: Depositi IVA CIRCOLARE N. 12/E CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa Prot. 2009/ Roma, 24 marzo 2015 OGGETTO: Descrizione OGGETTO: Depositi IVA Indice 1. Premessa... 3 2. Depositi IVA - definizione... 4 Agenzia delle Entrate

Dettagli

LA PROCEDURA DOMICILIATA: LA SOLUZIONE PIÙ SNELLA

LA PROCEDURA DOMICILIATA: LA SOLUZIONE PIÙ SNELLA LA PROCEDURA DOMICILIATA: LA SOLUZIONE PIÙ SNELLA GESTIONE DELLA PROCEDURA DOMICILIATA DI ACCERTAMENTO DOGANALE (IMPORTAZIONE-ESPORTAZIONE) PRESSO IL SITO DELL OPERATORE ECONOMICO. VANTAGGI OPERATIVI EXPORT

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

Casi in cui l autorità doganale può rinunciare alla presentazione del D.V.1

Casi in cui l autorità doganale può rinunciare alla presentazione del D.V.1 GUIDA ALLA COMPILAZIONE DEL D.V.1 Di cosa si tratta Il modello D.V.1 è un particolare stampato da allegare alla dichiarazione doganale, nel quale vanno dichiarati gli elementi relativi al valore in dogana

Dettagli

Adempimenti fiscali e doganali riguardanti le operazioni di import/export primo secondo terzo Agenzia delle Dogan Le dogane

Adempimenti fiscali e doganali riguardanti le operazioni di import/export primo secondo terzo Agenzia delle Dogan Le dogane Adempimenti fiscali e doganali riguardanti le operazioni di import/export Le imprese che intrattengono rapporti commerciali con l'estero devono rispettare alcuni adempimenti formali specifici. Essi riguardano

Dettagli

Maurizio Favaro. Guida Ragionata agli INCOTERMS

Maurizio Favaro. Guida Ragionata agli INCOTERMS Maurizio Favaro Guida Ragionata agli INCOTERMS 2010 Guida Ragionata agli INCOTERMS 2010 CON LA COLLABORAZIONE DI: Indice Presentazione Prefazione Introduzione 11 13 15 Il campo di utilizzo degli Incoterms

Dettagli

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * *

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * Al fine di fornire un pratico vademecum sugli adempimenti necessari

Dettagli

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO RISOLUZIONE N. 42/E Direzione Centrale Normativa Roma, 27 aprile 2012 OGGETTO: Interpello (art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212) - Chiarimenti in merito alla qualificazione giuridica delle operazioni

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME ABSTRACT ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME Con l inizio del periodo d imposta pare opportuno soffermarsi sulla disciplina degli elenchi INTRASTAT, esaminando le novità in arrivo e ripercorrendo

Dettagli

Condizioni generali di vendita e di consegna

Condizioni generali di vendita e di consegna 1. Ambito di applicazione e basi 1.1 Ambito di applicazione delle Condizioni generali di vendita e di consegna Le presenti ( CGC ) vigono per tutti i rapporti giuridici (offerte, trattative contrattuali,

Dettagli

FOCUS CINA SPEDIZIONI E SOLUZIONI LOGISTICHE PER IL MERCATO CINESE

FOCUS CINA SPEDIZIONI E SOLUZIONI LOGISTICHE PER IL MERCATO CINESE FOCUS CINA SPEDIZIONI E SOLUZIONI LOGISTICHE PER IL MERCATO CINESE TUVIA IN CINA Il Gruppo TUVIA è presente in Cina dal 2008 con uffici diretti a Shanghai, Pechino e Hong Kong. PECHINO Oltre alle filiali,

Dettagli

COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA

COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA Periodico quindicinale FE n. 02 7 marzo 2012 COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA ABSTRACT Il crescente utilizzo del web ha contribuito alla diffusione dell e-commerce quale mezzo alternativo

Dettagli

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012)

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) Condividere la conoscenza è un modo per raggiungere l immortalità (Tensin

Dettagli

Ultimo aggiornamento: luglio 2008. TAXUD/1619/08 rev. 2.1 ORIENTAMENTI DAU. Pagina 1

Ultimo aggiornamento: luglio 2008. TAXUD/1619/08 rev. 2.1 ORIENTAMENTI DAU. Pagina 1 TAXUD/1619/08 rev. 2.1 ORIENTAMENTI DAU Pagina 1 ELENCO DELLE ABBREVIAZIONI E DEGLI ACRONIMI UTILIZZATI NEGLI ORIENTAMENTI DAU ACP CDC CCIP NC DG TAXUD CE UE EUR.1 Gruppo di Stati dell Africa, dei Caraibi

Dettagli

ORIGINE PREFERENZIALE E NON PREFERENZIALE DELLE MERCI. Risvolti doganali

ORIGINE PREFERENZIALE E NON PREFERENZIALE DELLE MERCI. Risvolti doganali ORIGINE PREFERENZIALE E NON PREFERENZIALE DELLE MERCI Risvolti doganali ORIGINE PREFERENZIALE E NON PREFERENZIALE DELLE MERCI Risvolti doganali Luglio 2007 Il presente lavoro è stato realizzato da: Andrea

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali

Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali Speedy procedura per spedizionieri internazionali e doganali La procedura è multi aziendale. L'accesso al software avviene tramite password e livello di accesso definibili per utente. L'interfaccia di

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Pacchetto verticale vitivinicolo

Pacchetto verticale vitivinicolo Pacchetto verticale vitivinicolo Descrizione della soluzione Pag. 1 La Cooperativa Seled ha realizzato una completa copertura delle procedure informatiche per Cooperative Vitivinicole in ambiente Windows,

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

La Comunicazione annuale dei dati IVA: scadenza al 28 febbraio 2013

La Comunicazione annuale dei dati IVA: scadenza al 28 febbraio 2013 La Comunicazione annuale dei dati IVA: scadenza al 28 febbraio 2013 Premessa rmativa Entro il 28 febbraio 2013 i soggetti pasvi IVA devo presentare telematicamente il Modello per la comunicazione dati

Dettagli

BAKEDIADE. Software per la pesatura, bollettazione e fatturazione del pane ed altri prodotti da forno in ceste. BakeDiade, un idea buona come il pane

BAKEDIADE. Software per la pesatura, bollettazione e fatturazione del pane ed altri prodotti da forno in ceste. BakeDiade, un idea buona come il pane BAKEDIADE Software per la pesatura, bollettazione e fatturazione del pane ed altri prodotti da forno in ceste BakeDiade, un idea buona come il pane ATTIVITà AMMINISTRATIVA Grazie all utilizzo di semplici

Dettagli

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI Tratto dalla rivista IPSOA Pratica Fiscale e Professionale n. 8 del 25 febbraio 2008 A cura di Marco Peirolo Gruppo di studio Eutekne L

Dettagli

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U COMUNICAZIONE POLIVALENTE (Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA (art. 21 decreto legge n. 78/2010) - Comunicazione delle operazioni legate al turismo effettuate in contanti in deroga all

Dettagli

I VA CORSO BASE. a) operazioni nel campo IVA

I VA CORSO BASE. a) operazioni nel campo IVA a) operazioni nel campo IVA Si tratta delle operazioni nelle quali sono presenti tutti i presupposti di applicazione dell imposta, e cioè: presupposto soggettivo = esercizio di impresa, arte o professione;

Dettagli

I PAGAMENTI INTERNAZIONALI IN UN OTTICA LEGALE E CONTRATTUALE

I PAGAMENTI INTERNAZIONALI IN UN OTTICA LEGALE E CONTRATTUALE I PAGAMENTI INTERNAZIONALI IN UN OTTICA LEGALE E CONTRATTUALE Una delle maggiori difficoltà che devono affrontare gli imprenditori che operano con l estero è l individuazione delle condizioni di pagamento

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE LA REGISTRAZIONE DI MARCHI COMUNITARI E INTERNAZIONALI

BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE LA REGISTRAZIONE DI MARCHI COMUNITARI E INTERNAZIONALI Dipartimento per l impresa e l internazionalizzazione Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione Ufficio Italiano Brevetti e Marchi BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE

Dettagli

Contenuti della presentazione. Import EU di legno illegale. Introduzione al Regolamento EUTR 01/07/14

Contenuti della presentazione. Import EU di legno illegale. Introduzione al Regolamento EUTR 01/07/14 FSC Italia TOUR # 6 Matera, 25 giugno 2014 Contenuti della presentazione Introduzione al Regolamento (UE) 995/2010 (EUTR) EUTR e certificazione forestale EUTR e certificazione FSC Alcune premesse Il Regolamento

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI INFORMATIVA N. 204 14 SETTEMBRE 2011 IVA LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI Artt. 7-ter, 7-quater e 7-sexies, DPR n. 633/72 Regolamento UE 15.3.2011, n. 282 Circolare Agenzia Entrate

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica Prot. n. 18978/RU IL DIRETTORE DELL AGENZIA di concerto con il Direttore dell Agenzia delle Entrate e d intesa con l Istituto Nazionale di Statistica VISTA la direttiva 2006/112/CE del Consiglio, del 28

Dettagli

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 Analisi statistiche Giugno 2012 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI Anni 2009-2011 Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT

Dettagli

Guida pratica agli adempimenti

Guida pratica agli adempimenti Guida pratica agli adempimenti amministrativi delle aziende Rag. Tatiana Augelli INDICE - Iva e liquidazioni Le aliquote IVA; la detraibilità; le modalità di liquidazione ed i termini; - Termini di registrazione

Dettagli

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta Guardare oltre L idea 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta I nostri moduli non hanno altrettante combinazioni possibili, ma la soluzione è sempre una, PERSONALIZZATA

Dettagli

di Antonio Di Meo Estero>> Commercio internazionale

di Antonio Di Meo Estero>> Commercio internazionale PAGARE L IMPORTAZIONE CON LETTERA DI CREDITO DOCUMENTARIO QUALI I RISCHI E COME CAUTELARSI di Antonio Di Meo Estero>> Commercio internazionale La gran parte delle forniture di merci e/o di servizi che

Dettagli

IMPORTARE IN AUSTRALIA

IMPORTARE IN AUSTRALIA IMPORTARE IN AUSTRALIA Superficie Popolazione Densità di Popolaz. Lingua Ufficiale Religione Unità Monetaria Forma Istituzionale Capitale 7,617,930 kmq 23,530,708 (luglio 2014)) 2.9 ab/kmq Inglese Cristiani

Dettagli

6.10 Compensazione import/export

6.10 Compensazione import/export 6.10 Compensazione import/export Da inviare a: CONAI Consorzio Nazionale Imballaggi Via posta (raccomandata A.R.): Via P. Litta 5, 20122 Milano Via fax: 02.54122656 / 02.54122680 On line: https://dichiarazioni.conai.org

Dettagli

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA 1.1. ) ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA Largo Arrigo VII, 5-00153 Roma (Italia) ; centralino 06/5717621;

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

Recuperi, rimborsi e abbuoni

Recuperi, rimborsi e abbuoni Recuperi, rimborsi e abbuoni Ing. Donato Rosa Rimborsi Il rimborso in materia tributaria, rappresenta una applicazione dei principi civilistici della ripetizione dell indebito (art. 2033 c.c.). L imposta

Dettagli

di Antonio Di Meo Estero >> Commercio internazionale

di Antonio Di Meo Estero >> Commercio internazionale TERMINI TECNICI PER DEFINIRE LA CONDIZIONE DI PAGAMENTO di Antonio Di Meo Estero >> Commercio internazionale Una delle più grosse problematiche che gli operatori devono affrontare nelle vendite all estero

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

Prassi dell imposta sul valore aggiunto (IVA) negli scambi commerciali con l UE

Prassi dell imposta sul valore aggiunto (IVA) negli scambi commerciali con l UE Prassi dell imposta sul valore aggiunto (IVA) negli scambi commerciali con l UE Osec Stampfenbachstrasse 85, Postfach 2407, CH-8021 Zürich, Telefon 0844 811 812, Fax 0844 811 813, contact@osec.ch, www.osec.ch

Dettagli

Domanda di partecipazione alla Fiera:

Domanda di partecipazione alla Fiera: Domanda di partecipazione alla Fiera: ARTI & MESTIERI EXPO -Roma, Fiera di Roma, 12 15 dicembre 2013 MODULO DA RESTITUIRE DEBITAMENTE COMPILATO ENTRO E NON OLTRE L 11 NOVEMBRE 2013 a: FIERA ROMA SRL SEGRETERIA

Dettagli

SIMA COMPIE 30 ANNI IL MONDO SIMA IN 5 PAROLE: Soluzioni integrate, personalizzate ed innovative per il trasporto e la logistica

SIMA COMPIE 30 ANNI IL MONDO SIMA IN 5 PAROLE: Soluzioni integrate, personalizzate ed innovative per il trasporto e la logistica SIMA COMPIE 30 ANNI Soluzioni integrate, personalizzate ed innovative per il trasporto e la logistica Per offrire soluzioni efficaci e di alto livello qualitativo occorre essere unici ed innovativi. SIMA

Dettagli

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO L articolo 35, comma 5, D.L. n. 223/2006 ha aggiunto il seguente comma all articolo 17, D.P.R. n. 633/72: Le disposizioni di cui al comma precedente si applicano anche alle

Dettagli

FedEx Ship Manager at fedex.com

FedEx Ship Manager at fedex.com FedEx Ship Manager at fedex.com Registrarsi Per spedire con FedEx Ship Manager occorrono: 1 il Codice Cliente FedEx di 9 cifre. 2 il Codice Identificazione Utente e la password. Per registrarvi, andate

Dettagli

SCHEDA OPERATIVA SOGGETTI AMMISSIBILI

SCHEDA OPERATIVA SOGGETTI AMMISSIBILI Avviso pubblico - Puglia Sviluppo - Regione Puglia in attuazione della DGR n. 1788 del 06 Agosto 2014. Pagina 1 COMMISSIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo Economico, Lavoro e Innovazione

Dettagli

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK LA TUA POSTA IN UN CLICK Clicca&Posta è una soluzione software per la gestione della

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE Pag. 1 / 5 Anticipi import export ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

DUAL RC professionale

DUAL RC professionale P.I. LINE - tailor made DUAL RC professionale Proposta di assicurazione per la Responsabilità Civile Professionale di Commercialisti, Tributaristi, Avvocati Consulenti del Lavoro, Società di Servizi (EDP)

Dettagli

FAQs pubblicate sul portale OAM il 20 maggio 2013

FAQs pubblicate sul portale OAM il 20 maggio 2013 FAQs pubblicate sul portale OAM il 20 maggio 2013 RECUPERO CREDITI L agente in attività finanziaria può svolgere l attività di ristrutturazione e recupero dei crediti? Si. L art. 128-quaterdecies del TUB

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

Gestione Magazzino. Terabit

Gestione Magazzino. Terabit Gestione Magazzino Terabit Informazioni Generali Gestione Magazzino Ricambi Il software è stato sviluppato specificamente per le aziende che commercializzano ricambi In particolare sono presenti le interfacce

Dettagli

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti Premessa - Dallo scorso 1 Gennaio è entrato in vigore il particolare meccanismo c.d. split payment, il quale prevede per le cessione di

Dettagli

Benefici sul gasolio utilizzato nel settore dell autotrasporto

Benefici sul gasolio utilizzato nel settore dell autotrasporto Ufficio delle Dogane di Ferrara Benefici sul gasolio utilizzato nel settore dell autotrasporto Relatore: Simona Palazzi Ferrara, 16 settembre 2014 INDICE 1. L agevolazione fiscale - Genesi ed evoluzione

Dettagli

L esenzione da accisa per l auto-produzione di energia elettrica pulita del Dott. Antonio Sgroi e dell Avv. Alessandro Galante

L esenzione da accisa per l auto-produzione di energia elettrica pulita del Dott. Antonio Sgroi e dell Avv. Alessandro Galante L esenzione da accisa per l auto-produzione di energia elettrica pulita del Dott. Antonio Sgroi e dell Avv. Alessandro Galante Abstract L energia elettrica derivante da fonti rinnovabili è esente da accisa

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

Una guida per diportisti e operatori. nautica& FISCO REGIONE LIGURIA. a cura di: Agenzia delle Entrate Direzione Regionale Liguria Regione Liguria

Una guida per diportisti e operatori. nautica& FISCO REGIONE LIGURIA. a cura di: Agenzia delle Entrate Direzione Regionale Liguria Regione Liguria Una guida per diportisti e operatori REGIONE LIGURIA nautica& FISCO a cura di: Agenzia delle Entrate Direzione Regionale Liguria Regione Liguria UCINA nautica& FISCO Una guida per diportisti e operatori

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli

SERVIZIO "FATT-PA NAMIRIAL" LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL PACCHETTO FULL OUTSOURCING

SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL PACCHETTO FULL OUTSOURCING SERVIZIO "FATT-PA NAMIRIAL" LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL PACCHETTO FULL OUTSOURCING Versione 1.0 del 23 giugno 2014 Sommario 1. Introduzione... 2 2. Contenuto della Fattura PA... 2 3. Dati obbligatori

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

LE IMPOSTE SULL ENERGIA ELETTRICA

LE IMPOSTE SULL ENERGIA ELETTRICA LE IMPOSTE SULL ENERGIA ELETTRICA Guida pratica agli adempimenti fiscali degli impianti di produzione A cura di Marco Dal Prà www.marcodalpra.it Premessa Questo documento si occupa delle normative fiscali

Dettagli

COMMISSIONE EUROPEA GUIDA ALLA COMPILAZIONE DI UNA DENUNCIA ANTIDUMPING

COMMISSIONE EUROPEA GUIDA ALLA COMPILAZIONE DI UNA DENUNCIA ANTIDUMPING COMMISSIONE EUROPEA GUIDA ALLA COMPILAZIONE DI UNA DENUNCIA ANTIDUMPING IT SOMMARIO I. INTRODUZIONE Pagina 2 II. OSSERVAZIONI GENERALI Pagina 3 III. ELEMENTI CHE DOVREBBERO ESSERE OGGETTO DI UNA DENUNCIA

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 27 marzo 2015

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 27 marzo 2015 CIRCOLARE N. 14/E Direzione Centrale Normativa Roma, 27 marzo 2015 OGGETTO: Reverse charge Estensione a nuove fattispecie nel settore edile, energetico, nonché alle cessioni di pallets recuperati ai cicli

Dettagli

Fattura elettronica: esenzioni

Fattura elettronica: esenzioni Fattura elettronica: esenzioni Con l entrata in vigore del sistema della fatturazione elettronica, istituita dall articolo 1, commi da 209 a 213 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 e regolamentata dal

Dettagli

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI

QUESTIONARIO PER RACCOLTA DATI E INFORMAZIONI DI POTENZIALI IMPRESE APPALTATRICI PER LAVORI, SERVIZI ORDINARI E FORNITURE SERVIZI Pag. 1/6 SETTORI DI INTERESSE LAVORI SERVIZI Elettrici Impianti fotovoltaici Idraulici Edili Stradali Pulizie Tappezzerie Tinteggiatura e verniciatura Carpenteria metallica FORNITURE Cavi elettrici bt

Dettagli

NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA INTERO CONTRATTO Le presenti Condizioni Generali di vendita ed i termini e le obbligazioni in esse contenute sono le uniche e sole obbligazioni vincolanti

Dettagli

L E A D E R I N S E M P L I C I T A SOFTWARE GESTIONALE

L E A D E R I N S E M P L I C I T A SOFTWARE GESTIONALE L E A D E R I N S E M P L I C I T A SOFTWARE GESTIONALE IL MONDO CAMBIA IN FRETTA. MEGLIO ESSERE DINAMICO Siamo una società vicentina, fondata nel 1999, specializzata nella realizzazione di software gestionali

Dettagli

CIRCOLARE N. 10 /D. Roma, 25 marzo 2009. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI

CIRCOLARE N. 10 /D. Roma, 25 marzo 2009. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI Protocollo: Rif.: Allegati: 42030/RU CIRCOLARE N. 10 /D Roma, 25 marzo 2009 Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane LORO SEDI Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI e, p. c.: Agli Uffici di diretta

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

ORIGINE NON PREFERENZIALE COME INDIVIDUARE L ESATTO MADE IN DEL PRODOTTO

ORIGINE NON PREFERENZIALE COME INDIVIDUARE L ESATTO MADE IN DEL PRODOTTO ORIGINE NON PREFERENZIALE COME INDIVIDUARE L ESATTO MADE IN DEL PRODOTTO LA NORMATIVA COMUNITARIA E I CRITERI PER L INDIVIDUAZIONE DEL MADE IN Merci interamente ottenute o sostanzialmente trasformate La

Dettagli

Dr. Rag. D Antuono Emilio

Dr. Rag. D Antuono Emilio Aggiornato al 26/02/2013 Copyright Riproduzione Riservata IL REVERSE CHARGE IN EDILIZIA L Art. 1 comma 44 della legge n. 296/2006 ha introdotto nel nostro sistema il meccanismo del REVERSE CHARGE o INVERSIONE

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

BUONI-ACQUISTO STUPEFACENTI

BUONI-ACQUISTO STUPEFACENTI GUIDA PRATICA PER IL FARMACISTA BUONI-ACQUISTO STUPEFACENTI La vendita o cessione, a qualsiasi titolo, anche gratuito, delle sostanze e dei medicinali compresi nelle tabelle I e II, sezioni A, B e C, è

Dettagli

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO.

SI CONSIGLIA DI DISATTIVARE TEMPORANEAMENTE EVENTUALI SOFTWARE ANTIVIRUS PRIMA DI PROCEDERE CON IL CARICAMENTO DELL'AGGIORNAMENTO. Operazioni preliminari Gestionale 1 ZUCCHETTI ver. 5.0.0 Prima di installare la nuova versione è obbligatorio eseguire un salvataggio completo dei dati comuni e dei dati di tutte le aziende di lavoro.

Dettagli