magazine Un nuovo inizio. Dalla resistenza al cambiamento ANNO XII - BRESCIA giugno numero 2

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "magazine Un nuovo inizio. Dalla resistenza al cambiamento ANNO XII - BRESCIA giugno 2013 - numero 2"

Transcript

1 ANNO XII - BRESCIA giugno numero 2 Un nuovo inizio. Dalla resistenza al cambiamento Autorizzazione tribunale di Brescia n. 12/ Sped. in abb. post. 45% - art. 2 comma 20/b Legge 662/96 - Filiale di Brescia

2

3 ANNO XII - BRESCIA giugno numero 2 Autorizzazione tribunale di Brescia n. 12/ Sped. in abb. post. 45% - art. 2 comma 20/b Legge 662/96 - Filiale di Brescia L Italia siamo noi. ANNO XII - BRESCIA aprile numero 1 Autorizzazione tribunale di Brescia n. 12/ Sped. in abb. post. 45% - art. 2 comma 20/b Legge 662/96 - Filiale di Brescia ANNO XI - BRESCIA dicembre numero 4 Autorizzazione tribunale di Brescia n. 12/ Sped. in abb. post. 45% - art. 2 comma 20/b Legge 662/96 - Filiale di Brescia ANNO XI - BRESCIA ottobre numero 3 Un nuovo inizio. Dalla resistenza al cambiamento Sommario SOMMARIO Editoriale 4 Un nuovo inizio. Dalla RESISTENZA al CAMBIAMENTO News 5 Confermata la presidenza di Eugenio Massetti alla guida di Confartigianato 6 Volevano far chiudere artigiani bresciani 7 Emilio Del Bono sindaco di Brescia 8 Girl s Day In campo con l orgoglio artigiano sul petto Autorizzazione tribunale di Brescia n. 12/ Sped. in abb. post. 45% - art. 2 comma 20/b Legge 662/96 - Filiale di Brescia Autorizzazione tribunale di Brescia n. 12/ Sped. in abb. post. 45% - art. 2 comma 20/b Legge 662/96 - Filiale di Brescia ANNO XI - BRESCIA luglio numero 2 Convenzioni 18 Convenzioni nazionali / locali Categorie 20 AUTOTRASPORTO: incentivi per gli investimenti 22 L attestazione di capacità finanziaria Lavoro e previdenza 23 Modello Semplificato ed Ordinario Ambiente 24 AUA - Autorizzazione Unica Ambientale per le Pmi Direttore responsabile Eugenio Massetti 9 Poco credito, energia e tasse alle stelle e la crisi ha falcidiato l imprenditoria giovanile Addetto stampa Fabio Perletti 10 Delegazione artigiani polacchi 10 Allarme fisco, 68% di tasse sugli utili Comitato di redazione Carlo Piccinato, Fulvio Tedoldi, Marco Metallo, Franco Guarino, Michele Turrini, Giovanna Lombardi, Paolo Corbucci 11 Tre bresciani premiati con il titolo di Senatori dell Artigianato Progetto, realizzazione e stampa a cura di: Immago - Chiari (Bs) Tel Agribertocchi 55 per l azienda di Orzinuovi 30 Approvato il bilancio della Cooperativa Artigiana di Garanzia della Confartigianato 14 Artigiani brescianinella capitale del barocco 31 Finanziamenti Cooperativa di Garanzia Autorizzazione Tribunale di Brescia n. 12/2002 Sped. abb. post. 45% art. 2 comma 20/b L. 662/96 Autorizzazione filiale di Brescia N. 2 Anno XII - giugno La Pialorsi Stampi compie cinquant anni Fiscale 25 Tutte le agevolazioni per gli autotrasportatori Formazione 28 Il futuro è saperne di più Credito 14 In streaming con Brescia per TuttoNormel 15 Meeting del CENPI a Sirmione Brescia è leader di fornitura. E ora l apertura ai privati 16 Vittoria Alata e Miro Bonetti Trofeo Gamma Più e Miss Color Design Per le inserzioni pubblicitarie su questa rivista, contattare: EMMEDIGI Pubblicità S.r.l. - Via Malta, Brescia (BS) - Tel

4 Editoriale Un nuovo inizio. Dalla RESISTENZA al CAMBIAMENTO Lo stato di salute delle imprese artigiane non è buono e sono molte quelle vicine al collasso, o peggio, che già hanno dovuto arrendersi e chiudere. Il momento economico rimane molto difficile e sono pochi i segnali incoraggianti. Nonostante ciò, l ultimo rapporto di Confartigianato Lombardia, così come il nuovo numero della rivista, lo abbiamo intitolato non a caso: Un nuovo Inizio. Dalla Resistenza al Cambiamento. Lo abbiamo così intitolato perché vuole rappresentare una riflessione più profonda, su come quello che prima era definito un momento di crisi, debba essere visto d ora in avanti, per forza di cose, come una fase economica più ampia di fronte alla quale porsi in un modo nuovo, da affrontare con strumenti più idonei. Mi riferisco al credito, all internazionalizzazione, alle reti d impresa. Sul tessuto territoriale di Brescia c è ancora una forte e positiva incidenza sociale dell artigianato: ci sono 3 imprese ogni 100 abitanti e 7 imprese ogni 100 famiglie e le imprese attive nell artigianato danno lavoro a 97 mila addetti: il 22,6% sul totale dei lavoratori attivi. Brescia, nonostante la crisi rimane una realtà unica dove le imprese, al primo trimestre 2013, sono : il 30,5% delle 121 mila totali. Ma rispetto al 2012 abbiamo perso altre 972 imprese. Il settore più penalizzato resta quello delle costruzioni che subisce un ulteriore calo di un altro 4,1% rispetto all anno precedente. Una qualche dinamica positiva è rappresentata solo dalle attività di supporto alle funzioni di ufficio e di altri servizi alle imprese, ma in una fase in cui la crisi sembra non finire mai la pressione fiscale a livelli record, continua a gravare in maniera così consistente sulle imprese, soprattutto quelle del terziario di mercato e dell artigianato, non solo penalizzando le loro potenzialità di crescita, ma mettendo a rischio la loro stessa sopravvivenza. Confartigianato continua e continuerà a supportare le imprese con attività e battaglie politico - sindacali, come quella vinta a favore dei installatori bresciani che operano nel settore delle energie rinnovabili e che dal 1 agosto avrebbero potuto trovarsi senza lavoro. Abbiamo fatto riconoscere loro l esperienza sul campo superando la discriminazione del Governo che li avrebbe voluti per forza in possesso di uno specifico titolo di studio. Un risultato positivo e di buon senso che si unisce ai quotidiani servizi di assistenza fiscale e di consulenza, fino alla fornitura di energia tramite il nostro consorzio Cenpi che garantisce un risparmio del 15% sulle bollette e, nella sola Brescia, a tutto il 2012, a fatto risparmiare gli artigiani, oltre 1,1, milioni di euro: euro a impresa. Ma il supporto, sempre più spesso, passa anche dall ascolto, dalle nuove problematiche che mi riportano gli artigiani nel loro percorso quotidiano e spesso questo supporto diventa anche psicologico. La crisi forse non passerà più e all interno di questa dimensione dobbiamo governare il cambiamento. Il nostro compito è quello di essere al fianco di questi imprenditori coraggiosi, supportandoli concretamente nelle loro esigenze quotidiane, affiancandoli nel loro percorso di sviluppo, combattendo perché possano ottenere migliori condizioni in cui operare e aiutandoli a trovare strumenti efficaci per rinnovare ogni giorno quel saper fare che ci ha resi una realtà unica al mondo. Serve uno sforzo straordinario per eliminare costi e vincoli che imprigionano il mercato del lavoro. Soprattutto in tempi di crisi, è indispensabile abbattere il costo del lavoro, a cominciare proprio dall apprendistato e dai contratti a termine, ridurre e semplificare le leggi sul lavoro. Con la disoccupazione giovanile che ha superato il 40%, dobbiamo incrementare le occasioni di lavoro, non ridurle. Qualche mese fa, in occasione delle elezioni politiche abbiamo lanciato un Manifesto per la Crescita che Confartigianato Imprese Unione di Brescia ha stilato raccogliendo le principali istanze degli artigiani. Un documento che include parecchi interventi concreti, molti dei quali a costo zero, che possono rimettere in moto l economia, ridando ossigeno alle imprese artigiane. Perché la crisi è strutturale e al governo italiano diciamo: politici ora tocca a voi. Bisogna spingere l Europa a un radicale cambiamento: porre fine alla stretta del credito, procedere alla riduzione del cuneo fiscale che pesa sul lavoro, accompagnare le imprese, anche le più piccole verso una vera internazionalizzazione e attuare le tanto proclamate riforme istituzionali per eliminare la cappa che soffoca le imprese e il lavoro. Solo allora, forse, prenderemo il treno della ripresa. Il Presidente Eugenio Massetti 4

5 E L E Z I O N I News Confermata la presidenza di Eugenio Massetti alla guida di Confartigianato G I U N T A E S E C U T I V A Si è svolta domenica 14 aprile l assemblea generale ordinaria di Confartigianato Imprese Unione di Brescia. In una giornata dal clima primaverile e di grande condivisione di intenti, l assemblea annuale, oltre che all approvazione del conto consuntivo relativo all esercizio finanziario 2012, ha visto quest anno il rinnovo della Giunta Esecutiva e della carica del presidente per i prossimi quattro anni. Appuntamento anticipato di un mese sulla naturale scadenza del mandato per non incrociare le amministrative della Loggia. Al voto 434 grandi elettori che si sono espressi in nome dei associati di Confartigianato Imprese Unione di Brescia. Tra le nomine: sette membri scelti direttamente dal presidente e quattro, scelti invece tra i gruppi di mestiere. Altri quattro anni per la presidenza Massetti in Confartigianato. A sancirlo un plebiscito. Un messaggio propositivo e di speranza, il fulcro del discorso del presidente Eugenio Massetti: Siamo oggi ancora in viaggio: un cammino lungo, tra crisi e trasformazione, lungo il quale non dobbiamo né perdere la fiducia, né farci scoraggiare né temere di camminare ancora, perché noi siamo consapevoli che sarà da questa Confartigianato (e solo così potrà essere) che partirà il riscatto delle nostre imprese. Indirizzi per il futuro della presidenza Massetti: Affrontare le emergenze: fondamentale sbloccare quanto prima i crediti alle imprese e riaprire il rubinetto del credito da parte delle banche che oggi sono sorde al grido di aiuto lanciato da tempo da imprese e imprenditori. Sostenere l occupazione mettendo in campo un nuovo welfare a sostegno del lavoro, dando continuità e certezza di risorse adeguate alla cassa integrazione che è un altra urgenza. Per lo sviluppo andranno supportati processi di formazione e qualificazione. Mi riferisco alla transizione tra scuola e lavoro. Senza dimenticare la promozione dell istituto dell apprendistato, strumento utile proprio per favorire i giovani all avviamento al lavoro. È stato inoltre riconfermato l incarico di Segretario generale di Confartigianato Imprese Unione di Brescia a Carlo Piccinato. Risultati elettorali Alla chiusura dei seggi alle ore è seguito lo spoglio che ha dato vita alla nuova Giunta e alla nomina del presidente per i prossimi quattro anni. Questa la composizione della nuova Giunta: vicepresidenti Bettinsoli Bruno, Landi Pierangelo. Membri di Giunta: De Toni Duilio, Manelli Luciano, Tosi Giovanni, Zucchelli Gianpietro. Per il collegio dei revisori dei conti: Rizzi Alberto, Erbifogli Cristina, Salvoni Aurelio, Salatti Ivano, Zani Claudio. Probiviri: Aldo Leonardi, Gabana Aurelio, Quetti Simone. Rappresentanti categorie: Beccalossi Cristian, Tiziano Frisoni, Guido Ghidini, Michele Pellizzari. Duilio De Toni Michele Pelizzari Giovanni Tosi Gianpietro Zucchelli Alberto Rizzi Presidente Tiziano Frisoni Guido Ghidini C O L L E G I O S I N D A C A L E Cristina Erbifogli Sindaco Effettivo Aurelio Salvoni Sindaco Effettivo C O L L E G I O P R O B I V Ì R I Aldo Leonardi Presidente Bruno Bettinsoli Vicepresidente Aurelio Gabana Componente Effettivo Eugenio Massetti Presidente Ivano Salvatti Sindaco Supplente Simone Quetti Componente Effettivo Pierangelo Landi Vicepresidente Luciano Manelli Cristian Beccalossi Claudio Zani Sindaco Supplente SEGRETERIA Carlo Piccinato Segretario Generale 5

6 News Volevano far chiudere artigiani bresciani Confartigianato vince la Battaglia Confartigianato vince la battaglia sul riconoscimento dell esperienza per gli installatori di impianti rinnovabili e salva operatori del settore. Grande soddisfazione per il decreto legge in materia di efficienza energetica varato il 31 maggio dal Consiglio dei Ministri che, oltre agli interventi sul ecobonus, consentirà, con una proroga fino al 1 agosto 2013, agli installatori di impianti nel settore delle energie rinnovabili, di continuare ad operare. Dal 1 agosto avrebbero potuto trovarsi senza lavoro molti dei installatori di impianti della provincia di Brescia che operano già nel settore dell energia su fonti rinnovabili: fotovoltaico, a biomasse, solare termico, pompe di calore e geotermia. «Il Governo sottolinea il presidente di Confartigianato Eugenio Massetti ha recepito le nostre sollecitazioni ed è stato sventato il rischio che dal 1 agosto si creassero esodati, oltre a Brescia. Questo, infatti, sarebbe stato il destino degli impiantisti di rinnovabili, in base all art.15 del decreto legislativo n. 28 del 2011, che tra i requisiti per poter installare impianti non prevedeva l abilitazione oggi riconosciuta dal Decreto Ministeriale 37 del 2008 per i responsabili tecnici delle imprese impiantistiche. Grazie alla nostra battaglia spiega Massetti questa discriminazione è stata superata e il provvedimento varato dal Governo riconosce la qualificazione professionale già acquisita dai nostri installatori in possesso del titolo di studio della scuola dell obbligo e dell esperienza maturata in anni di lavoro e imposta dalla legge del 2008 per operare sugli impianti. Un risultato positivo e di buon senso per una situazione assurda, ma per nulla rara. Sarebbe stata negata la possibilità di qualificarsi e di continuare a operare in uno dei pochi settori di mercato che, pur attraversando un momento di appannamento rispetto alle performance degli ultimi anni, mostra ancora potenzialità di crescita». 6

7 News Emilio Del Bono sindaco di Brescia Durante la campagna elettorale per la poltrona di primo cittadino di Brescia, vinta al ballottaggio da Emilio Del Bono con il 56,53% delle preferenze, Confartigianato Imprese Unione di Brescia ha incontrato i candidati sindaco per Emilio Del Bono, neo sindaco di Brescia presentare loro le priorità delle imprese artigiane. Sul tavolo degli incontri, i principali temi di interesse per gli artigiani: dal peso eccessivo dell Imu sulla prima casa dell artigiano, alla tassa sui rifiuti Tares, alla sburocratizzazione del mondo del lavoro. Spunti condivisi e riflessioni attraverso gli intereventi del presidente Eugenio Massetti e del segretario Carlo Piccinato, anche sulla trasparenza, sul censimento degli edifici nelle zone da rivalutare della città e, soprattutto, la richiesta di impegno da parte dell Amministrazione alla lotta all abusivismo: vera piaga che si abbatte contro il lavoro degli artigiani in regola e causa di enormi danni all economia. Confartigianato Imprese Unione di Brescia ha condiviso proprio con Emilio Del Bono, ora Sindaco di Brescia, il progetto dell Agenzia delle Imprese che avrà sede in via Orzinuovi: prima e unica organizzazione ad avere avuto l abilitazione dal Ministero. Da via Orzinuovi, fare impresa sarà più semplice e immediato. Saranno sbrigate le principali pratiche per dare il via alla propria attività e al Sindaco Del Bono, che sin da subito si è reso disponibile a raccogliere gran parte delle istanze, si è chiesto di collaborare e attivare nel prossimo futuro una sinergia proprio su questo progetto, per il bene dell impresa, degli artigiani e di Brescia. Sono vicino agli artigiani, alle loro richieste. Non ci può essere lavoro, dove non c è Impresa ha aggiunto Emilio Del Bono nel suo discorso davanti agli artigiani presenti. Valuteremo insieme gli interventi e le priorità da affrontare. Non sarà un Amministrazione che deciderà da sola, ma sempre in concerto con Voi e soprattutto non sarà sorda al grido di aiuto delle imprese e alle tante proposte che avete raccolto nel Manifesto per la Crescita. Laura Castelletti, Adriano Paroli ed Emilio Del Bono durante gli incontri in Confartigianato 7

8 News GIRL S DAY 2013 A Lumezzane la seconda edizione della giornata di orientamento per ragazze del Girl s Day, nata un decennio fa negli Stati Uniti, è ormai diffuso in molti paesi europei e, da L idea alcuni anni, anche in varie città italiane. A Lumezzane, su iniziativa del mandamento di Lumezzane di Confartigianato Imprese Unione di Brescia, con il sostegno dell amministrazione comunale e il patrocinio della Regione Lombardia, l iniziativa ha visto il coinvolgimento di sessanta alunne del secondo anno delle scuole medie F. Terzi Lana di S. Apollonio (28 ragazze) e della Serafino Gnutti di S. Sebastiano (32 ragazze). Nella scelta della professione da svolgere dopo il percorso di studi spesso le ragazze optano per mestieri e indirizzi di studi tradizionalmente al femminile, anche per la mancanza di informazioni sulle possibilità di formazione professionale, senza cogliere così tutte le opportunità che il loro talento, in altri settori di impiego, possono offrire. La Giornata delle Ragazze rappresenta un occasione con- creta per sensibilizzarle sulle professioni scientifiche e artigiane e far sì che la scelta si orienti in base alle competenze e agli interessi, senza distinzione di genere. Nove le imprese di Lumezzane e Nave che hanno aperto le porte della loro attività alle ragazze. Tra le attività visitate: la tipografia e stampa digitale Modulgrafica Caldera, la tranciatura e sbavatura dei metalli F.B.L. di Bolognini, brillantatura sabbiatura e burattatura dei metalli dei F.lli Salvatti, la lavorazioni filo metallico e tornitura di Guindani Sergio, lo studio legale associato di Avv. DelleDonne e Trombini, la forneria Perotti, una banca la Unicredit di Piazza Portegaia, le produzioni musicali e d.j. Intercool di Paola Peroni di Nave. Ogni gruppo ha poi riportato a scuola le informazioni e le considerazioni sulla propria visita. Grande l entusiasmo mostrato da parte delle ragazze e dei loro genitori nei confronti dell iniziativa. Domenica 21 aprile il momento conclusivo del progetto, nell ambito della manifestazione L Artigianato in fiera organizzato dal mandamento di Lumezzane, presso il Palafiera, con la consegna degli attestati di partecipazione alle lavoratrici junior, alla presenza dell Assessore alle attività produttive e delle Pari opportunità del Comune di Lumezzane, Rosanna Saleri. In campo con l orgoglio artigiano sul petto Anche quest anno la Croce Bianca di Brescia, con il patrocinio dell Assessorato allo Sport della Provincia, ha organizzato il Memorial G. Tira, torneo di calcio interforze riservato alla Croce Bianca e alle forze dell ordine di Brescia, giunto alla venticinquesima edizione. Il torneo, che si è tenuto presso il campo delle Rondinelle a Brescia in via Robusti, si è concluso con le finali del 8 giugno e Confartigianato Imprese Unione di Brescia era ancora una volta in campo, per il decimo anno consecutivo, quale spon- sor tecnico, sulle spalle del 6 Stormo Aeronautica Militare, per un appuntamento di beneficenza e solidarietà che ha visto la partecipazione di molti big dello sport: da Alessandro Altobelli, al canoista e neo assessore regionale allo Sport Antonio Rossi, al mitico Luigi Maifredi. 8

9 News Rapporto 2013 su Artigianato e Piccole Imprese a Brescia Poco credito, energia e tasse alle stelle e la crisi ha falcidiato l imprenditoria giovanile Rispetto al 2012, nei primi tre mesi del 2013 si contano 972 imprese in meno. Il settore più colpito sono le Costruzioni con -628 imprese. CREDITO - A febbraio 2013 calano i prestiti alle imprese: -8%. IMU - Nel 2012 l IMU pagata dalle imprese bresciane ammonta a 288 milioni di euro. TEMPI DELLA GIUSTIZIA - Giustizia civile: tempi medi pari a 337 giorni, 37 in più rispetto all ù Giustizia del lavoro: 446 giorni per un procedimento di primo grado, 44 in più rispetto allo stesso periodo dell anno precedente. Procedura di fallimento: sono necessari giorni, 251 giorni in più rispetto al ENERGIA - Differenziale negativo del costo dell energia elettrica pagato dalle imprese bresciane rispetto alla media europea di 467 milioni di euro. Un gap negativo per ciascuna impresa pari a euro. EXPORT - Diminuisce l export verso il Mondo del 1,5% rispetto al E la crisi ha falcidiato anche l imprenditoria giovanile bresciana: tra il 2011 a oggi sono i bresciani under 40 ad aver gettato la spugna. Un calo del -6,8% sui imprenditori artigiani con meno di quarant anni con la carica di titolare, socio, amministratore, o altro. Tra i giovani colpiti dalla grande recessione vi sono quelli che hanno scelto di fare impresa e per Eugenio Massetti, presidente di Confartigianato Imprese Unione di Brescia, servono: «Risposte concrete da parte del Governo, del Parlamento e della politica tutta. La scomparsa di tanti giovani imprenditori è causata dalla crisi, ma anche da un sistema Paese che è ostile al fare impresa. Siamo penalizzati dall enorme costo del lavo- ro, dalla burocrazia che costa in Italia alle imprese 31 miliardi l anno, dal costo del denaro, dalla carenza delle nostre infrastrutture, da un fisco oppressivo. Dobbiamo renderci conto che in Italia, se muoiono le aziende, muore l intera nazione. E ancora peggio, se a chiudere sono i giovani imprenditori, si chiude la porta al futuro». In pratica, i capitani under 40 delle piccole imprese bresciane sono 9.684: il 57,3% dei giovani imprenditori bresciani. Una cifra che ha visto una brusca discesa, appunto, di unità segnando una variazione percentuale negativa del 6,8%. 9

10 News Delegazione artigiani polacchi Visita in Confartigianato la delegazione artigiani polacchi della città di Żory Si è svolto il 7 maggio scorso, presso la sede di via Orzinuovi di Confartigianato Imprese Unione di Brescia, l incontro con una delegazione di artigiani proveniente dalla città di Zory in Polonia in visita in Italia. Durante l incontro la delegazione ha avuto modo di conoscere e confrontarsi con le caratteristiche del sistema economico e del territorio bresciano. Alla delegazione di artigiani e rappresentanti del mondo delle organizzazioni di categoria polacche, il presidente Eugenio Massetti ha illustrato il modello di Confartigianato Imprese, il sistema di formazione e i servizi offerti ai propri associati, concludendo la giornata con una visita alla scuola per acconciatori dove alcuni allievi hanno eseguito acconciature. Durante l incontro tenuto in sala Giunta si è parlato in particolare di internazionalizzazione: nella capacità di saper esportare e al contempo di saper attrarre capitale stranieri in Italia. Al segretario generale Carlo Piccinato il compito di illustrare le principiali attività di Confartigianato al fianco degli artigiani: dalla formazione, ai finanziamenti e l accesso al credito. Per il presidente Eugenio Massetti: «L incontro con il mondo polacco è un momento di condivisione delle problematiche dell attuale mondo del lavoro, un momento utile per vagliare insieme possibili soluzioni e allargare i propri orizzonti, anche commerciali». A portare la propria testimonianza dalla Polonia è stato il presidente dell associazione di artigiani Zdzisław Krzak che dalla città di Żory, 60 mila abitanti nella Polonia meridionale, nell alta Slesia, ha accompagnato la quindicina di artigiani in visita in Italia per aggiornare i propri iscritti artigiani nell ambito di formazione, lavoro e internazionalizzazione. Assemblea Generale di Confartigianato a Roma Allarme fisco, 68% di tasse sugli utili Basta promesse, il Governo faccia il suo lavoro Pare quasi che si faccia di tutto per costringerci a varcare il confine per trovare condizioni di normalità in cui fare impresa. Normalità significa non subire un fisco che tassa il 68,3% degli utili lordi d impresa, mentre ad esempio in Svizzera questa aliquota è appena del 30,2%. Lo ha affermato il Presidente di Confartigianato Giorgio Merletti nel suo intervento all Assemblea di Confartigianato che si è tenuta l 11 giugno al Parco della Musica di Roma. Da novembre 2011 a oggi il sistema produttivo ha perso 60 mila imprese, la disoccupazione giovanile è cresciuta di oltre 8 punti, il Pil è calato del 3,4%, la pressione fiscale è aumentata di quasi 2 punti e il credito alle imprese è diminuito di 65 miliardi, questi alcuni dei dati sulla drammatica situazione italiana. Per Confartgianato è finito il tempo delle promesse. Deve tornare il tempo della responsabilità della politica. Governo e Parlamento devono rispondere all appello degli imprenditori che chiedono Governate, fate il vostro dovere. Lo ha ribadito anche il presidente di Confartigianato Brescia e Lombardia Eugenio Massetti, presente a Roma insieme alla delegazione di Brescia, sottolineando che non servono miracoli o promesse, ma concretezza. 10

11 News I l r i c o n o s c i m e n t o Tre bresciani premiati con il titolo di Senatori dell Artigianato Sono Roberto Bertoli di Lumezzane, artigiano costruttore di stampi che a partire dal 1969 ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti internazionali; Celeste Danesi di Cazzago S. Martino, artigiano muratore pensionato, socio anap, attivo nelle associazioni a sostegno dei meno abbienti e Marinella Alzini, socia con il marito Ugo Armanetti di un impresa di pulizie, presenza costante nel gruppo donne artigiane di Brescia, i tre artigiani bresciani che hanno ricevuto lo scorso 24 maggio a Milano, il prestigioso riconoscimento di Senatore dell Artigianato, istituito da Confartigianato Lombardia nell anno 2000 e assegnato a chi nel settore si è distinto per meriti nel lavoro, in campo associativo, sociale o umanitario. All importante momento erano presenti il presidente di Confartigianato Lombardia Eugenio Massetti, il presidente nazionale Anap Gianpaolo Palazzi, il segretario regionale Vincenzo Mamoli, il presidente regionale Anap Giovanni Mazzoleni e il coordinatore nazionale di Confartigianato Persone, Sandro Corti. Confartigianato Lombardia ha voluto riunire gli artigiani pensionati e le loro famiglie per festeggiare i 23 Senatori dell artigianato di tutte le province lombarde, premiandoli con un diploma e una medaglia. Il riconoscimento è stato arricchito dalla consegna del volume: L Artigianato, la Famiglia, la Festa che ben esprime il legame indissolubile fra lavoro artigiano e la dimensione familiare. Nel suo augurio ai nuovi Senatori il presidente Massetti ha ricordato come: La capacità generativa dell impresa artigiana sia un messaggio forte e di straordinaria attualità. Questo riconoscimento non si tratta solo di un momento rituale, ma di una occasione per riconoscere e sostenere la capacità dell impresa artigiana, perché gli artigiani pensionati rappresentano una risorsa importante e vitale. Il loro fondamentale ruolo deriva dalla convinzione che l attuale forza economica del nostro sistema abbia le sue radici nella storia e nella tradizione di chi in Italia ha creato il modello vincente dell impresa, basato su quella cultura dell intraprendenza e della responsabilità personali dove, più del capitale contano, le persone. Il presidente Eugenio Massetti premia Roberto Bertoli Da sinistra: Giovanni Zambelli, Sindaco di Vestone; Antonio Pialorsi; Eugenio Massetti, presidente Confartigianato regionale; Giorgio Bontempi, assessore Attività Produttive della Provincia di Brescia; Rosa Gennari, presidente del Corpo Musicale di Vestone; Enzo Pirlo, assessore Attività Produttive del Comune di Vestone 11

12 News ORGOGLIO CONFARTIGIANATO La Pialorsi Stampi compie cinquant anni Antonio Pialorsi con il figlio Orlando Storico traguardo per la Pialorsi Stampi di Nozza di Vestone che ha festeggiato il 1 maggio scorso i cinquant anni di attività nella progettazione e costruzione di stampi per pressofusione. Una storia che ha un nome e un cognome: Antonio Pialorsi, che dopo aver frequentato negli anni Cinquanta l Istituto Artigianelli diventa prima tecnico di una grande industria di Sabbio Chiese e nel 1963 fa il grande salto e diventa imprenditore. Tutto inizia nel proprio garage di casa trasformato nel laboratorio della sua prima ditta: erano i primi anni Sessanta, quando l economia valsabbina era interessata da un ascesa prorompente. Il tessuto imprenditoriale locale aveva saputo colmare il divario che lo separava dal resto della provincia e Antonio, con la sua piccola impresa artigiana, beneficiava di questa favorevole congiuntura. I suoi primi clienti erano infatti gli imprenditori delle maniglierie di Casto e Agnosine che gli richiedevano stampi per le loro lavorazioni in ottone. Chiusa questa prima fase pionieristica, Antonio volge la propria attenzione a settori come l automotive, illuminazione e l industria degli elettrodomestici, che richiedevano stampi di livello tecnologico più elevato. Proprio queste nuove esperienze lo portarono, negli anni Pialorsi riceve dal presidente di Confartigianato Massetti, una targa commemorativa dell evento Settanta, a dar vita a una nuova azienda, la MP, specializzata nella realizzazione di componenti per ferri da stiro. Gli anni Ottanta sono segnati all avvento dell alluminio in svariati comparti manifatturieri e spinsero Pialorsi a concentrare le proprie forze nel settore insieme al figlio Orlando, al quale è affidato il rinnovamento tecnologico della Pialorsi Stampi, grazie all introduzione delle prime fresatrici a controllo numerico. In quella fase i Pialorsi costituiscono con Mario Bonomi l azienda To-Press, per la produzione di particolari pressofusi in leghe di alluminio, oggi amministrata dal secondogenito Alberto. Le realtà imprenditoriali fondate da Antonio Pialorsi, e ora guidate dai figli, spaziano dalla progettazione dello stampo alla realizzazione dei prodotti. I comparti serviti dalle due aziende sono quelli dell illuminazione, dell arredamento, delle costruzioni meccaniche e del automotive. Grazie all apporto di 30 collaboratori, queste realtà sviluppano un fatturato complessivo di circa 5 milioni di euro che, per il 40 per cento, è realizzato sui mercati esteri. Nella foto, da sinistra: il Sindaco di Vestone Giovanni Zambelli, Antonio Pialorsi, il presidente di Confartigianato Brescia Eugenio Massetti, l assessore provinciale alle Attività produttive Giorgio Bontempi, la presidente del Corpo Musicale di Vestone Rosa Gennari e l assessore alle Attività produttive di Vestone Enzo Pirlo 12

13 News ORGOGLIO CONFARTIGIANATO Agribertocchi 55 per l azienda di Orzinuovi Nella foto: Liliana Ferrari, sindaco di Orzivecchi, Eugenio Massetti, presidente di Confartigianato Brescia, Francesco Bettoni, presidente Camera di Commercio di Brescia, Laura Comi, Europarlamentare Nella foto, la famiglia Bertocchi: Ruggero, Marta, Pietro e Mauro Domenica 7 aprile, in occasione del 55 anniversario di attività imprenditoriale, presso la propria sede in località cascina S. Simone tra Orzinuovi, Orzivecchi e Coniolo, una grande festa è stata dedicata alla famiglia di Pietro Bertocchi, titolare della più grande concessionaria di macchine agricole della Lombardia con i suoi 30 mila metri quadri di cui 5 mila coperti. Per l occasione è stato presentato un libro dedicato all epopea della campagna bresciana nelle grandi trasformazioni contadine, industriali e postindustriali che fanno da sfondo all avventura imprenditoriale della famiglia Bertocchi. Perché parlare di questa azienda di successo è, innanzitutto, parlare di una famiglia: di Pietro, della moglie Marta, dei figli Ruggero e Mauro. Nel libro si narrano le vicende comuni a quelle generazioni contemporanee al padre di Pietro, Antonio, che a metà del Novecento scende dalla bergamasca, conquista un affitto nelle cascine della Bassa, poi ne compera una e da lì parte con l attività che sarà man mano ampliata, seguita, cresciuta. Un viaggio, quello attraverso la famiglia Bertocchi, che racconta una vera e propria epopea caratterizzata di successi, decisioni cruciali e azzardi che permette di conoscere ancor più approfonditamente l uomo, le origini, la sua terra. Come il padre, anche Pietro Bertocchi è sempre rimasto profondamente legato alla sua terra, alle sue orgini, così come a Confartigianato Imprese Unione di Brescia, che ha ospitato in non poche occasioni per incontri e dibattiti. Una lunga vita lavorativa quella dei Bertocchi, che in questo esempio di splendida realtà imprenditoriale ha dimostrato di aver colto con lungimiranza gli aspetti connessi alla modernizzazione dell agricoltura, facendo proprie tutte quelle novità in grado di assicurarne il progresso e l accrescimento. Un avventura imprenditoriale che ha portato Agribertocchi ad essere leader di mercato per i marchi commercializzati. Un azienda che ha subito diverse trasformazioni ed espansioni che le hanno permesso di allargare il proprio raggio d azione sui mercati esteri e facendole assumere via via una dimensione internazionale. Dalla lungimiranza di Pietro, all impegno e alla passione di un intera famiglia che ha affrontato, e affronta ancora, con impegno, competenza e innovazione, le attuali sfide del mercato. 13

14 News Artigiani bresciani nella capitale del barocco L eccellenza dell artigianato artistico e alimentare made in Italy Expo 2013, dal 30 maggio al 2 giugno scorso è stato un viaggio nei territori italiani Cibarti attraverso la qualità dei sapori e il fascino della manifattura made in Italy. L iniziativa, giunta alla seconda edizione, promossa da Confartigianato Lecce, Camera di Commercio di Lecce e Regione Puglia (Area Politiche per lo Sviluppo Rurale), con il patrocinio di Provincia e Città di Lecce ha visto la partecipazione di artigiani bresciani accompagnati dal presidente Eugenio Massetti. Presenti oltre 140 aziende aderenti a Confartigianato Imprese di Lecce, Bari, Foggia, Brindisi, Taranto, Roma, Novara, Cuneo, Rovigo, Caserta, Trieste, Terni, Perugia, Cesena, Chieti, Milano, Pavia, Lecco, Cremona, Bergamo, Sondrio, Lodi, Prato e Brescia con una decina di espositori attivi nel campo dell alimentare e dell artigianato. Per Confartigianato Lombardia altrettanto massiccia presenza con una ventina di artigiani in fiera. In streaming con Brescia per TuttoNormel Direttamente nell ufficio dell installatore. Lo scorso 29 maggio si è tenuto presso la sede di via Orzinuovi un convegno dal titolo: Cosa cambia per l installatore con la nuova norma CEI Presenti alcune aziende per l aggiornamento dal vivo, ma la grande novità è stata la trasmissione on line e gratuita del convegno stesso che ha visto collegarsi, oltre agli installatori interessati e alcuni di essi presenti fisicamente in sede, ben sei organizzazioni di Confartigianato Imprese: da Napoli, a Benevento, a Firenze e poi Macerata, Pesaro Urbino e Asti. Un convegno on line che ha offerto il vantaggio di partecipare all aggiornamento normativo senza l impegno di spostare fisicamente dal proprio ufficio, ma semplicemente seguendo davanti al proprio monitor la relazione. Dopo il saluto di benvenuto (...e di ben collegati) il via con la presentazione sui principali cambiamenti per l installatore con l intoduzione della nuova norma CEI 64-8 per gli edifici civili: dalle modifiche ai livelli prestazionali della luce, alla protezione dei montanti in base alla tecnica di connessione degli impianti BT (CEI 0-21), infine cosa cambia per le autorimesse con la nuova norma CEI 64-8 e DPR 151/11. Al termine della presentazione domande a microfoni aperti e risposte da parte del relatore Marco Carrescia di TuttoNormel. 14

15 News Meeting del CENPI a Sirmione Brescia è leader di fornitura. E ora l apertura ai privati Massetti: Un modello al servizio degli artigiani per risparmio e garanzia Sul tavolo dell assise del Cenpi tenuta a Sirmione giovedì 6 giugno i lavori per il futuro delle attività del consorzio che eroga energia e gas alle imprese. Alla presenza di numerosi rappresentanti provinciali di Confartigianato e del segretario nazionale Cesare Fumagalli, il presidente del Cenpi e di Confartigianato Imprese Unione di Brescia e Lombardia Eugenio Massetti ha riportato gli importanti traguardi raggiunti dal Cenpi. Solo 2012 sono stati 351 i milioni di Kwh distribuiti alle imprese e il 2013 sta superando le stime preventivate: già 66 milioni di Kwh offerti nei primi quattro mesi dell anno e aziende in più solo. Brescia è davanti a tutti con 74 milioni di Kwh distribuiti nel La previsione per il 2013 è di distribuire globalmente 405 milioni di Kwh e arrivare alle forniture, con un aumento dal 2012 al 2013 del 13% di Kwh e del 19% dei punti di prelievo. Brescia ha la fetta più consistente della torta rappresentata dal Cenpi con il 21%, al primo posto davanti a Milano (11%), Lecco (11%) e Bergamo (9%). Bene anche la fornitura di gas metano con 6,6 milioni di metri cubi erogati nel Brescia ne utilizza 2,4 e anche in questo caso è leader con il 32% degli utilizzatori di gas metano. A Brescia nel 2012 Imprese servite sono state oltre 1100 (250 per la fornitura di gas metano, oltre 850 per l energia elettrica) per un risparmio agli associati di oltre 1,1 milioni di euro, circa mille euro a impresa. Per il presidente del consorzio e di Confartigianato Imprese Unione di Brescia Eugenio Massetti: «ll consorzio deve continuare a lavorare per il territorio, al servizio degli artigiani come lo è stato sino ad ora. Il Cenpi è una garanzia per quanto riguarda la fornitura di energia elettrica e gas metano e offre vantaggi concreti agli associati. Un modello territoriale garantito anche nel servizio di supporto tecnico che Confartigianato offre quotidianamente. I numeri cominciano a diventare interessanti aggiunge Massetti in una situazione che non deve farci abbassare l attenzione su un problema, il costo dell energia, vero macigno per le nostre imprese. Molta la strada percorsa in questi dodici anni di presidio e presenza sul territorio. Un eccellenza che offre vicinanza ai bisogni concreti delle aziende secondo la logica della sussidiarietà dal basso». Fresca novità è la fornitura ai privati, cioè soci Confartigianato, dipendenti e famigliari dei dipendenti dei soci, che potranno anche loro usufruire degli stessi sconti se aderiranno al Cenpi. Stiamo parlando di un effettivo 10% per il gas che arriva al 15% per quanto riguarda la fornitura di energia elettrica. Il segreto? «Più siamo e più contiamo conclude Massetti e più riusciremo a portare a casa un prezzo vantaggioso. Possiamo solo migliorare il Cenpi, migliorare anche nel modo di farlo conoscere, investendo a livello territoriale, sempre nell interesse degli artigiani». Da sinistra il presidente del Caem Matteo Segafredo, il presidente del Cenpi Eugenio Massetti in piedi e alla sua destra il segretario nazionale Confartigianato Cesare Fumagalli 15

16 News Vittoria Alata e Miro Bonetti Trofeo Gamma Più e Miss Color Design Duecento modelli per la 15 a Festa dell Acconciatore, tra innovazione e tradizione. Un centinaio di alunni della Scuola Acconciatori di Confartigianato, diretta da Stefano Sandrini per la categoria presieduta da Aurelio Salvoni, si sono sfidati durante la mattinata di domenica 9 giugno all interno dei saloni dell istituto per aggiudicarsi il Trofeo Vittoria Alata riservato agli allievi del 3 e 4 anno e per il Trofeo Miro Bonetti premio dedicato al fondatore di Confartigianato Brescia e destinato agli studenti del 1 e 2 anno. Fantasia e tecnica, acconciature classiche e in pieghe che sfidano la forza di gravità. Tagli stravaganti artistici e colori innovativi. Sono stati i protagonisti indiscussi delle prove di fine anno che hanno animato un intera giornata dedicata all artistico e sempre più tecnologico, mestiere dell acconciatore. La decisione di accomunare le due manifestazioni è quella di mostrare al pubblico che la Scuola Acconciatori procede di pari passo con i cambiamenti che avvengono all interno di un settore sempre più professionale, come quello dei parrucchieri. Nel pomeriggio è seguita la 15 a Festa dell Acconciatore durante la quale sono stati presentati i lavori ideati dagli studenti del 5 anno, fuori gara che hanno dato libero sfogo alla creatività e con la premiazione di Ilenia Vanazzi per il 4 Trofeo Gamma Più e la consegna della fascia di Miss Color Design a Silvia Dancelli. A chiusura di giornata, la proclamazione dei vincitori dei due trofei: Veronica Medaglia si è aggiudicata il 49 trofeo Vittoria Alata davanti a Daniela Molinari e Aurelia Airinei e Stefano Giacomassi, vincitore assoluto del 27 Trofeo Miro Bonetti seguito da Ilaria Bresciani e Alessia Migliorati. Festa che si è conclusa con un particolare richiamo alla prossima edizione: quella che festeggerà i primi cinquant anni di scuola. Nata nel 1964 per premiare gli acconciatori maschili, il Trofeo Vittoria Alata è stato un successo crescente negli anni e ha preso corpo sino a diventare uno degli eventi più importanti per il mondo dell acconciatura sia maschile sia femminile. Stefano Giacomassi, vincitore 27 Trofeo Miro Bonetti e Veronica Medaglia, vincitrice 49 Trofeo Vittoria Alata durante le premiazioni finali 16

17 Categorie Ufficio categorie tel metti la metti la TesTa TesTa POSTO POSTO TesTa TesTa TesTa POSTO TesTa 400 POSTO POSTO 400 POSTO 400 Ente Lombardo per la Formazione d Impresa Brescia Via Orzinuovi, 28 - Tel Fax metti la metti la a metti la metti la a corso di ore corso di ore metti laacconciatore QUaLIFICa Ente Lombardo per la Formazione d Impresa Ente Lombardo per la Formazione d Impresa Ente Lombardo per la Formazione d Impresa Tel Fax Chiari Via SS. Trinità, 19/7 Tel Fax Darfo Boario Via De Gasperi, 23 Tel Fax QUaLIFICa acconciatore te Lombardo mazione d Impresa Breno Via E. Valverti, 5/A a a Desenzano del Garda Via Marconi, 133 Tel Fax corso di ore ore corso di a a QUaLIFICa acconciatore QUaLIFICa acconciatore corso ore corsoadi ore di QUaLIFICa acconciatore corso di QUaLIFICa oreacconciatore ato.bs.it 400 QUaLIFICa acconciatore via Orzinuovi Brescia ufficio formazione telefono via Orzinuovi Brescia ufficio formazione telefono via via Orzinuovi Orzinuovi Brescia Brescia ufficio formazione telefono ufficio formazione telefono via Orzinuovi Brescia Edolo Via Marconi, 56 Tel Fax Gavardo Via Stazione, 61 Tel Fax Gussago Via Acquafredda, 20 Tel Fax Leno P.zza Cesare Battisiti, 37/C Tel Fax Lumezzane Via Monsuello, 45/E Tel Fax Montichiari Via Trieste, 14 Tel Fax Orzinuovi Via Obici, 36 Tel Fax Palazzolo sull Oglio Via Matteotti, 10 Tel Fax Sabbio Chiese Via Magno, 18/C Tel Fax Verolanuova Via Zanardelli, 6 Tel Fax Via Glisenti, 68/F Tel Fax Villa Carcina via Orzinuovi Brescia ufficio formazione telefono ufficio formazione telefono o.bs.it via Orzinuovi Brescia ufficio formazione telefono ww.confartigianato.bs.it 17

18 Convenzioni Le nostre CONVENZIONI Locali e Nazionali Offerte, sconti, promozioni e numerosi vantaggi offerti dal sistema Confartigianato per te e per la tua famiglia. Chiedici un preventivo senza impegno e scoprirai tutti i vantaggi di essere un socio di Confartigianato! Scoprile tutte sul sito nella sezione CONVENZIONI LOCALI OTTICA ROVETTA Grazie alla Convenzione stipulata con Ottica Rovetta gli associati a Confartigianato Imprese Unione di Brescia possono beneficiare di agevolazioni e sconti particolari. Sconto del 40% sulla fornitura di un occhiale da vista completo; sconto del 40% sul solo cambio delle lenti da vista qualora l'interessato decida di conservare la montatura; sconto del 25% sugli occhiali da sole; sconto del 10% sull'acquisto di lenti a contatto e relativi liquidi di manutenzione; esame della vista gratuito. Gli sconti sono applicabili su qualsiasi modello dei marchi da noi trattati che alla data odierna sono: Rayban, Vogue, Guess, Police, Givenchy, Versace, E. Zegna per adulti/ragazzi, Action Man, Barbie, Hello Kitty, Fisher Price per bambini. Per ulteriori informazioni contattare: OTTICA ROVETTA di Alfredo Gatta Via Apollonio, Brescia - Tel locali brescia ricambi La Convenzione tra Confartigianato e Brescia Ricambi consente alle imprese associate di acquistare a prezzi esclusivi, presso tutti i punti vendita di Brescia Ricambi (Brescia via Oberdan 19/B e via S. Eufemia 104; Sarezzo via Repubblica 118/C) i ricambi di auto italiane ed estere garantiti per qualità e conformi al regolamento CE n. 1400/2002. Lo sconto riservato agli associati a Confartigianato è del 25% sui prezzi di listino di tutti gli articoli disponibili a magazzino. Per informazioni contattare il numero: /

19 nazionali Convenzioni NAZIONALI Condizioni speciali di acquisto dei veicoli commeciali del Marchio FIAT Professional riservate alle Imprese associate alla Confartigianato Modalità operative L Impresa iscritta alla Confartigianato per poter usufruire delle speciali condizioni di trattamento dovrà, all atto della prenotazione del veicolo (firma contratto), consegnare alla Concessionaria FIAT una lettera in originale su carta intestata dell Associazione provinciale Confartigianato (nella quale risultati chiaramente anche il logo della Confederazione) comprovante la propria situazione associativa oppure copia della tessera di iscrizione per l anno Impresa semplice è la nuova convenzione esclusiva per la telefonia fissa e mobile su misura per le piccole imprese valida sia per i clienti Tim che per chi proviene da altri operatori I vantaggi della convenzione - Soluzioni globali per Telefono Fisso, Mobile e connessione Internet con offerte personalizzate a misura d impresa. - Servizio di Assistenza Clienti dedicato riservato a tutti i soci CONFARTIGIANATO IMPRESE UNIONE DI BRESCIA. A chi è rivolta la convenzione - A tutte le imprese associate CONFARTIGIANATO IMPRESE UNIONE DI BRESCIA. Grande risparmio - Con CONFARTIGIANATO scegli il profilo tariffario adeguato alle tue esigenze (senza canone, Tutto incluso soluzioni internet). Sarai premiato con una scala di sconti esclusivi riservata ai nostri associati sul totale della spesa telefonica mensile*. *(canone compreso) 19

20 Categorie Ufficio categorie tel AUTOTRASPORTO: Tiziano Frisoni presidente della categoria Trasportatori di Confartigianato Brescia incentivi per gli investimenti Il ministero dei Trasporti ha emanato il Decreto attuativo che eroga 24 milioni di euro per contributi destinati all acquisto di veicoli pesanti con motore Euro 6, la rottamazione di rimorchi e semirimorchi, l acquisto di equipaggiamenti intermodali e di sistemi elettronici per la gestione delle flotte e l aggregazione tra imprese. Il Decreto sugli incentivi per l innovazione nell autotrasporto è uno dei tre provvedimenti che attuano il Decreto interministeriale del 13 marzo 2013 relativo all erogazione del contributo di 400 milioni stanziato dal Governo per l anno in corso. In questo caso, la somma da erogare è di 24 milioni, che vengono suddivisi per cinque diversi obiettivi: 1. Acquisto di veicoli industriali con massa superiore a 11,5 tonnellate equipaggiati con motore Euro 6. In questo caso, l erogazione del contributo avviene tramite contributo diretto e vale solo per gli acquisti effettuati tra la data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto ed il 31 dicembre 2013 (dopo, l Euro 6 sarà obbligatorio per legge). Il testo precisa che non saranno presi in considerazione veicoli acquistati all estero e reimmatricolati in Italia, anche se a chilometro zero. L importo per singola unità è pari a 7 mila euro (ossia il 60% del sovrapprezzo dell Euro 6 rispetto all Euro 5). 2. Rinnovo del parco dei veicoli trainati rimorchi e semirimorchi attraverso la rottamazione di unità più vecchie di dieci anni e il contestuale acquisto di unità nuove adibite al trasporto di container o casse mobili di categoria O4, a condizione che siano equipaggiate con sistema di frenata elettronica EBS. Il contributo è pari al 25% del costo di acquisto (se i veicoli hanno EBS) e vale solo per gli acquisti effettuati tra la data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto e il 31 dicembre Acquisto di beni destinati al trasporto intermodale, ossia combinato strada-mare, o strada-rotaia. L elenco degli equipaggiamenti comprende container, casse mobili, mezzi per la movimentazione e il sollevamento delle unità intermodali, semirimorchi per il combinato ferroviario che rispondono alla normativa UIC Il contributo è pari al 20% del costo di acquisizione e vale solo per gli acquisti effettuati tra la data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto ed il 31 dicembre Realizzazione, anche in forma aggregata, di progetti d investimento per l ammodernamento tecnologico delle imprese di autotrasporto destinati ad aumentare la sicurezza e la salvaguardia ambientale. Tra questi, il decreto comprende anche i sistemi elettronici che registrano l attività del veicolo. Il contributo è pari al 20% del costo di acquisizione e vale solo per gli acquisti effettuati tra la data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto ed il 31 dicembre

CONTRIBUTO AGLI AUTOTRASPORTATORI PER L ACQUISTO DI VEICOLI NUOVI

CONTRIBUTO AGLI AUTOTRASPORTATORI PER L ACQUISTO DI VEICOLI NUOVI CONTRIBUTO AGLI AUTOTRASPORTATORI PER L ACQUISTO DI VEICOLI NUOVI Art. 1, comma 89, Legge n. 147/2013 DM n. 307/2014 Circolare MIT 22.9.2014, n. 18358 Modena, 07 ottobre 2014 La Finanziaria 2014 ha previsto

Dettagli

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi.

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi. Carissimi Soci, anche quest anno di vita associativa si avvia gradualmente a conclusione con moltissimi obiettivi raggiunti, moltissime iniziative a tutela e promozione della nostra Professione concluse

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

1. La situazione economica e del mercato del lavoro

1. La situazione economica e del mercato del lavoro 1. La situazione economica e del mercato del lavoro Per la lettura dei dati non si può prescindere dal considerare l impatto dei molteplici fattori che hanno mutato radicalmente il mondo del lavoro a causa

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 C OMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO PROVINCIA DI TREVISO Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

CONFEDERAZIONE ITALIANA DELLA PICCOLA E MEDIA INDUSTRIA PRIVATA. Roma, 6 Febbraio 2008

CONFEDERAZIONE ITALIANA DELLA PICCOLA E MEDIA INDUSTRIA PRIVATA. Roma, 6 Febbraio 2008 CONFEDERAZIONE ITALIANA DELLA PICCOLA E MEDIA INDUSTRIA PRIVATA IL SISTEMA CONFAPI Costituita nel 1947, Confapi è cresciuta insieme alla PMI italiana ed è oggi uno dei protagonisti della vita economica

Dettagli

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI

DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI DICHIARAZIONE DELL ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO SUI PRINCIPI E I DIRITTI FONDAMENTALI NEL LAVORO E SUOI SEGUITI adottata dalla Conferenza internazionale del Lavoro nella sua Ottantaseiesima

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI Deliberazione del Consiglio nazionale dell Ordine dei giornalisti 9 luglio 2014 1. Canale unico di accesso alla professione Per esercitare l attività professionale

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo.

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. Consiglio dei Ministri: 05/04/2007 Proponenti: Esteri ART. 1 (Finalità

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1

REGOLAMENTO. Articolo 1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 Disposizioni di carattere finanziario indifferibili, finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

DECRETO n. 375 del 11/07/2014

DECRETO n. 375 del 11/07/2014 ASL di Brescia Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030.38381 Fax 030.3838233 - www.aslbrescia.it - informa@aslbrescia.it Posta certificata: servizioprotocollo@pec.aslbrescia.it

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale?

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? HELPDESK PER LE AZIENDE AZIENDE OSPITANTI 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? E un tipo di formazione sul lavoro che si realizza in aziende di un Paese diverso da quello nel quale il giovane

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

5 fondata sul lavoro

5 fondata sul lavoro 5 fondata sul lavoro In Italia abbiamo 700 mila disoccupati tra i 15-24enni, e 4 milioni 355 mila ragazzi che non studiano, non lavorano, non sono in formazione (c.d. NEET), in grossa parte alimentati

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro

E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani non ci fossero più gli artigiani? Campagna di sensibilizzazione di Confartigianato Imprese Grosseto a tutela del lavoro E se domani, d'improvviso, non esistessero più gli artigiani? Una macchina

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali 121 TITOLO III - DELL ATTIVITÀ SINDACALE ART. Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali Rappresentanze sindacali aziendali possono essere costituite ad iniziativa dei lavoratori in ogni unità

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Tabella di sintesi elaborata dagli uffici senza alcun valore normativo. COOPERATIVE SOCIALI iscritte alla sezione A dell Albo.

Tabella di sintesi elaborata dagli uffici senza alcun valore normativo. COOPERATIVE SOCIALI iscritte alla sezione A dell Albo. CAPO II INVESTIMENTI Acquisto, costruzione, ristrutturazione, ammodernamento ed ampliamento di immobili aziendali Art. 9 comma 1 200.000,00) 200.000,00) Fino al 50% 200.000,00) se LEASING: fino al 40%

Dettagli

Foglio1. PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi)

Foglio1. PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi) PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi) Autorizzazione/Atto Contenuto Destinatario Documentazione ANNA MARCHI MAZZINI Autorizzazione

Dettagli

Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011

Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011 www.autotrasportionline.com Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011 01/set/2009-30/set/2011 Rispetto a: Sito Visualizzazioni di pagina uniche 30.000 30.000 15.000 15.000 0 0 1

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014.

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014. Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014 Editrice Comitato scientifico: Elisabetta BERTACCHINI (Professore

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E past PRESENT A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E Anni di esperienza e di tradizione nel settore dell edilizia, sono le nostre più care prerogative per offrire sempre il meglio

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo del Trasporto Ferroviario e dell Alta Velocità in Italia Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo della mobilità in treno: i grandi corridoi europei La rete TEN (Trans European Network) gioca un ruolo

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE Circolare 10 febbraio 2014, n. 4567 Termini e modalità di presentazione delle domande per la concessione e l erogazione

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite 10 a (Industria, commercio, turismo) e 13 a (Territorio, ambiente, beni ambientali) Audizione nell'ambito dell'esame congiunto degli Atti comunitari nn. 60,

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO Data release 1/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

I costi della crisi. Licia Mattioli. In Italia, dall inizio della crisi:

I costi della crisi. Licia Mattioli. In Italia, dall inizio della crisi: I costi della crisi In Italia, dall inizio della crisi: Licia Mattioli abbiamo perso 9 punti di PIL abbiamo perso il 25% della produzione industriale il reddito disponibile è calato dell 11% in termini

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico Vista la legge 23 dicembre 1996, n. 662 e, in particolare, l articolo 2, comma 100, lettera a), che ha istituito il Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese;

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L EGIDA DEL TRIBUNALE

LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L EGIDA DEL TRIBUNALE CONVEGNO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA Dipartimento di Economia e Management ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI FERRARA IPSOA LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

DELIBERAZIONE N IX / 3153 Seduta del 20/03/2012

DELIBERAZIONE N IX / 3153 Seduta del 20/03/2012 DELIBERAZIONE N IX / 3153 Seduta del 20/03/2012 Presidente ROBERTO FORMIGONI Assessori regionali ANDREA GIBELLI Vice Presidente VALENTINA APREA DANIELE BELOTTI GIULIO BOSCAGLI LUCIANO BRESCIANI RAFFAELE

Dettagli

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego Il decreto spiega tutte le possibilità e i limiti dell'eventuale cumulo Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego (Dm Funzione pubblica 331 del 29.7.1997) da CittadinoLex del 12/9/2002

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 26 DEL 27.10.2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 26 DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

48 Congresso SItI. Milano, 14-18 Ottobre 2015 Opportunita' d'intervento riservate agli Sponsors. www.siti2015.org

48 Congresso SItI. Milano, 14-18 Ottobre 2015 Opportunita' d'intervento riservate agli Sponsors. www.siti2015.org 48 Congresso Milano, 14-18 Ottobre 2015 Opportunita' d'intervento riservate agli Sponsors COMITATI Presidente del Congresso: Carlo Signorelli, Presidente Presidente Comitato organizzatore: Francesco Auxilia,

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale

Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale Agenda 21 Locale della Provincia di Novara: progetto di azioni per l avvio del Forum permanente dell Agenda 21 provinciale Verbale tavolo energia/pmi - 19 marzo 2007 Sala Consigliare A cura di: Andrea

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente Articolo 1 (Principi generali) 1. Ogni persona ha diritto all apprendimento permanente. 2. Per apprendimento permanente si

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT E quell insieme di organizzazioni che producono beni/servizi e gestiscono attività fuori dal mercato o, se operano nel mercato, agiscono con finalità non

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) Protocollo RC n. 28105/14 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) L anno duemilaquattordici, il giorno di martedì trenta del mese di dicembre, alle

Dettagli