CITTÀ DI RAGUSA SETTORE V- ASSETTO E USO DEL TERRITORIO NODO SITR Piazza San Giovanni, Ragusa- tel. 0932/ FAX 0932/676580

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CITTÀ DI RAGUSA SETTORE V- ASSETTO E USO DEL TERRITORIO NODO SITR Piazza San Giovanni, 97100 Ragusa- tel. 0932/676575 FAX 0932/676580"

Transcript

1 ALLEGATO B CITTÀ DI RAGUSA SETTORE V- ASSETTO E USO DEL TERRITORIO NODO SITR Piazza San Giovanni, Ragusa- tel. 0932/ FAX 0932/ CAPITOLATO D ONERI PROGETTO AGGIORNAMENTO SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE DEL NODO S.I.T.R. COMUNALE Codice Progetto: CUP F23D CIG. IL R.U.P. Arch. Grazia Accillaro 1

2 PROGETTO: Aggiornamento del Sistema Informativo Territoriale del nodo SITR comunale. CAPITOLO I - Oggetto ed ammontare dell appalto - Designazione sommario dell appalto condizioni di appalto pag. 2 CAPITOLO II - Disposizioni particolari riguardati l appalto...pag. 7 CAPITOLO III - Esecuzione dell appalto pag. 10 2

3 CAPITOLO I Oggetto ed ammontare dell appalto- Designazione sommario dell appalto condizioni di appalto Art.1 OGGETTO DELL APPALTO L Appalto ha per oggetto: Fornitura, trasporto nei luoghi di destinazione e installazione di hardware e software dedicati all aggiornamento del Sistema Informativo Territoriale comunale (nodo SITR) nonché strutturazione banca dati, avviamento e utilizzazione secondo le caratteristiche descritte nell elenco prezzi unitari allegato al presente progetto. L appalto di cui trattasi garantisce dal punto di vista tecnico e finanziario tutti gli interventi necessari per il corretto funzionamento del nodo SITR comunale. L obiettivo che l Amministrazione intende raggiungere è la gestione del territorio comunale con sistemi informatici sempre più efficienti, che consentano la messa in relazione di tutte le informazioni territoriali in maniera dinamica. IL SIT ( Sistema Informativo Territoriale) è lo strumento che meglio consente queste relazioni e che può supportare una migliore gestione e programmazione del territorio. Nell ambito del POR la Regione Siciliana ha coordinato una linea di interventi che ha portato alla realizzazione del SITR, con il PO FESR Sicilia la Regione Sicilia, attraverso la linea di intervento , intende continuare ampliando e consolidando i SITR esistenti. Con il presente progetto l Amministrazione comunale intende implementare il proprio SIT partendo dall utilizzo della piattaforma già esistente. Nell ambito del progetto è prevista la riorganizzazione e l integrazione delle Banche Dati Geografiche esistenti, all interno di un GeoDatabase centralizzato che possa essere di supporto a tutte le attività dell Amministrazione Comunale. Gli uffici comunali, ed i servizi dei vari enti con cui essi si relazionano, hanno spesso archivi e strutture dati eterogenei, pertanto le informazioni risultano spesso duplicate, disallineate fra loro e difficilmente confrontabili. A ciò si sommano i limiti e le duplicazioni derivate dall importazione di banche dati di enti terzi come il Catasto. L introduzione del SIT ha reso evidente la necessità di accedere a banche dati diverse e di poterle mettere in relazione tra loro, collegandole ad una entità cartografica Art.2 AMMONTARE DELL APPALTO L importo complessivo dell appalto a base di gara ammonta a ,00, oltre IVA al 20%, Forniture di Hardware 3.800,00 Fornitura stazione GPS 7.000,00 Fornitura ed installazione di Software GIS ,00 Strutturazione Banca Dati ,00 Avviamento e Formazione ,00 SOMMANO ,00 Trattasi di forniture e servizi per le quali gli oneri di sicurezza sono pari a zero 3

4 Art.3 MODALITÀ DI AGGIUDICAZIONE DELL APPALTO Il Servizio sarà aggiudicato con il metodo dell offerta economicamente più vantaggiosa all impresa (o al raggruppamento di imprese) che avrà conseguito il maggior numero di punteggio, ai sensi dell art.83 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i., secondo i criteri di valutazione previsti nel seguente capitolato d Oneri. Si procederà all aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida solo a seguito di valutazione positiva delle condizioni economiche e tecnico-organizzative proposte nell offerta. La valutazione è demandata ad una commissione giudicatrice, appositamente nominata dalla stazione appaltante dopo la scadenza del termine per la presentazione delle offerte, composta da un numero dispari di membri. Il punteggio sarà determinato applicando i seguenti criteri e la seguente formula: P = A+B Dove: P = punteggio totale attribuito al concorrente = max 100 punti; A. PUNTEGGIO RELATIVO ALLA QUALITÀ TECNICA, massimo 90 su 100 B. PUNTEGGIO RELATIVO ALL OFFERTA ECONOMICA massimo 10 su 100 A Qualità tecnica Complessivi punti da 0 (zero) a 90 (novanta) a1. Presentazione dell azienda e figure professionali di ciascun componente il gruppo di lavoro impiegate nel progetto. La ditta dovrà presentare curriculum Vitae del responsabile tecnico di comprovata esperienza ed in particolare : laurea in Ingegneria, architettura vecchio ordinamento, Sistemi Informativi Territoriali o equivalenti, esperienza nel campo dei sistemi informativi territoriali da almeno 10 anni, in particolare dovrà dimostrare di aver già collaborato con le amministrazioni coinvolte nel progetto SITR della regione Siciliana. Saranno prese in considerazione ai fini della valutazione le esperienze nella progettazione, realizzazione, installazione, sviluppo, avviamento, coordinamento di progetti GIS per la gestione e distribuzione di banche dati e informazioni geografiche su Internet/Intranet e las conoscenza di piattaforma e linguaggi compatibili e necessari per l esecuzione del servizio in appalto. Inoltre verranno valutati l eventuale sistema di qualità, le certificazioni e i brevetti posseduti dall azienda. In caso di RTI, il documento dovrà essere unico per il raggruppamento, con la chiara riconducibilità dei requisiti alle singole società appartenenti alla RTI, Massimo punteggio attribuibile punti 15; Lunghezza massima del documento 10 pagine secondo le modalità di presentazione nel seguito specificate. Aver realizzato nel triennio , sviluppo di progetti GIS web oriented per la condivisione e l interoperabilità delle informazioni geocartografiche su Internet/Intranet attraverso, o la piattaforma in dotazione e in uso presso l Ufficio, o un architettura 4

5 tecnologica che preveda l utilizzo di database spaziali in i cui i dati geografici e alfanumerici vengono archiviati in un unico GEODATABASE. a. 2 punti per ogni progetto SIT realizzato in comuni con popolazione non inferiore a quella del comune di Ragusa fino ad un massimo di punti 10; b. 1 punto per ogni progetto SIT realizzato a livello Regionale, fino ad un massimo di punti 3; c. 1 punto per ogni progetto e e-government realizzato, fino a un massimo di punti 2; Verranno escluse dal punteggio le mere installazioni e/o configurazioni di ambienti e tecnologie uguali o simili laddove non accompagnate anche da attività operative di sviluppo e personalizzazione sulla piattaforma. Tali esperienze di lavori eseguiti dovranno essere documentate attraverso apposito elenco riportante una sintesi dei progetti realizzati e collaudati, la tecnologia utilizzata, il valore economico, l Ente per il quale si è prestato il servizio, l epoca di esecuzione dello stesso e copia del certficato di collaudo o di regolare esecuzione dello stesso. Lunghezza massima del documento 1 pagina per esperienza progettuale con relativo certificato di collaudo, secondo le modalità di presentazione nel seguito specificate. a2. Qualità e innovazione della Proposta progettuale e dei servizi erogati e della soluzione software, proposta con relative funzionalità. Massimo punteggio punti 50; La soluzione proposta dovrà prevedere un ambiente client per la gestione delle banche dati ed un ambiente web per la pubblicazione anche all utenza esterna delle informazioni gestite. In particolare l Azienda Concorrente dovrà predisporre documentazione sintetica illustrativa di: Compatibilità nativa con i database di mercato più diffusi (Oracle e Microsoft SQL Server) e open source (PostgreSQL). punti 2; Architettura applicativa e funzionalità della soluzione software richiesta, piena integrazione funzionale delle componenti applicative (gestione catasto, gestione piano regolatore ecc,) con i prodotti ESRI desktop già in dotazione all Ufficio (ArcGIS ArcView, ArcGIS ArcEditor, ArcGIS ArcINFO). punti 4; Utilizzo dello standard ESRI per la gestione delle componenti cartografiche.punti 4; Possibilità di funzionamento anche autonomo delle componenti applicative, senza la necessità di licenza dei prodotti ESRI desktop sopra citati. punti 2; Integrazione nativa con componenti WebGIS per la pubblicazione delle banche dati gestite punti 4; Utilizzo di un sistema unificato di autenticazione single sign-on. punti 2; Visualizzazione delle banche dati catastali planimetriche, censuarie e cartografiche mediante ricerche anagrafiche, oppure ricerche cartografie. punti 4; Gestione e visualizzazione delle banche dati urbanistiche mediante ricerche anagrafiche, oppure ricerche cartografie. punti 4; Gestione e visualizzazione delle banche dati toponomastiche mediante ricerche anagrafiche, oppure ricerche cartografie. punti 4; Produzione automatica del Certificato di Destinazione Urbanistica, mediante ricerche per estremi catastali, per via e numero civico, oppure per selezione diretta in mappa. punti 5; Identificazione automatica delle aree fabbricabili mediante integrazione tra le componenti catastali e le componenti urbanistiche. punti 5; Possibilità di importare, mediante il collegamento con il servizio dell Agenzia del Territorio Portali Comuni, le banche dati catastali planimetriche, cartografiche e censuarie. punti 4; Possibilità di allineare le banche dati catastali mediante l utilizzo del sistema di interscambio catastale attraverso le procedure di cooperazione applicativa. punti 4; Gestione storicizzata delle informazioni acquisite, dai punti di vista urbanistico, toponomastico e catastale. punti 2; 5

6 a3. Qualità e consistenza del Piano di affiancamento on the job attraverso il quale l Azienda Concorrente trasferirà il background a funzionari e tecnici dell Ufficio allo scopo di garantire all utenza l utilizzo del prodotto in autonomia: punti 10; Lunghezza massima del documento 10 pagine secondo le modalità di presentazione nel seguito specificate. B Offerta economica Per la determinazione delle offerte economiche, si terrà conto di tre decimali dopo la virgola; sarà attribuito un punteggio economico, massimo di 10 punti su 100 alla Ditta Concorrente che offrirà il ribasso maggiore. Il punteggio degli altri concorrenti sarà calcolato secondo la seguente formula Il prezzo richiesto deve essere indicato al netto dell'i.v.a. in cifre ed in lettere sull'importo messo a disposizione dall'amministrazione. La valutazione del prezzo è determinata con la seguente formula lineare: Px = Rx * Pmax / Rmax dove: Px = punteggio relativo al ribasso percentuale offerto; Rx = ribasso percentuale offerto Pmax = punteggio massimo relativo all'elemento prezzo (... punti) Rmax = massimo ribasso offerto in sede di gara. L Ente appaltante si riserva la facoltà di aggiudicare la fornitura anche in presenza di una sola offerta valida; allo stesso modo si riserva la facoltà di non aggiudicare la fornitura qualora l esito della gara risulti in tutto o in parte non soddisfacente DESCRIZIONE SOMMARIA DEL SERVIZIO Le forniture ed i servizi oggetto del presente appalto, possono riassumersi come segue: SPECIFICHE HARDWARE: - Fornitura, trasporto nei luoghi di destinazione, installazione, configurazione e cablaggio di 2 Workstation grafiche tipo HP WKS Z400 o equivalenti; - Fornitura, trasporto nei luoghi di destinazione, installazione, configurazione e cablaggio di 2 schede video NVIDIA GT240 o equivalenti; - Fornitura, trasporto nei luoghi di destinazione, installazione, configurazione e cablaggio di 4 Monitor LCD tipo HP LE2001 w o equivalenti; - Fornitura, trasporto nei luoghi di destinazione, breve corso di funzionamento, installazione software dedicato di 1 stazione GPS tipo GMS-2 Pro completa di antenna esterna precisioni sub-metriche tipo PGA-5 della TPOCON o equivalente; SPECIFICHE SOFTWARE: - Fornitura, trasporto nei luoghi di destinazione, installazione, e configurazione di n.1 software applicativo tipo CATView Web Full della ESRI con licenza d uso; L applicativo consente di visualizzare e di analizzare i dati catastali forniti dall Agenzia del Territorio; nella versione client-server è attivabile come estensione di ESRI ArcGIS desktop (ArcView) già in dotazione all Ufficio. Una volta caricati i dati forniti dall Agenzia del Territorio, il software consente di navigare nella banca dati utilizzando funzioni di ricerca che possono essere sia per immobile, che per soggetto e nelle quali è possibile impostare dei filtri sugli attributi ritenuti significativi (identificativi catastali, codice fiscale, etc.). È quindi possibile passare dinamicamente dall immobile ai soggetti interessati e, viceversa, 6

7 da un soggetto agli immobili posseduti. Sono disponibili, inoltre, elaborazioni statistiche sui gruppi di record selezionati, che consentono, per esempio, di calcolare la rendita complessiva di un insieme di immobili. L interfaccia cartografica fornisce un importantissimo supporto all analisi dei dati catastali, consentendo di accedere ai dati censuari attraverso la navigazione sulla mappa catastale. All interno dell ambientedell applicativo, sono rese disponibili funzioni di stampa di report sia alfanumerici che cartografici, analoghi alle visure rilasciate presso gli uffici del Catasto. La banca dati può essere mantenuta aggiornata automaticamente attraverso apposite funzionalità del software che garantisco l integrazione con i servizi di cooperazione applicativa resi disponibili dal Sistema di Interscambio promosso dall'agenzia del Territorio. Lo stesso applicativo con estensione per web, consente la consultazione e l interrogazione dei dati catastali via internet, rendendo disponibili tutte le funzionalità della versione client-server all interno di un comune browser (Internet Explorer, Netscape, etc.) - Fornitura, trasporto nei luoghi di destinazione, installazione, e configurazione di n.1 software applicativo tipo UrbanplannerNet Full della ESRI con licenza d uso; La pianificazione urbanistica è un processo dinamico e complesso che richiede di organizzare e gestire un insieme di informazioni in modo strutturato ed integrato, al fine di consentire una lettura trasversale delle diverse componenti del Piano (cartografie, disposizioni normative, documentazione di supporto). Il software è un applicativo per la gestione dei processi di pianificazione territoriale; nella versione client-server è attivabile come estensione di ESRI ArcGIS desktop (ArcView) già in dotazione al nodo. L applicativo consente di gestire tutta la documentazione di pianificazione, siano essi elaborati cartografici o disposizioni normative, in modalità storicizzata e supportando in modo semplice ed efficace l iter di adozione e approvazione delle varianti. La gestione storicizzata di tutti i documenti consente di eseguire interrogazioni e certificazioni sulla situazione vigente, sulla situazione prevista dalle varianti in corso e ad una qualsiasi data storica successiva all impianto. La consultazione geografica, documentale e normativa degli elaborati di piano può essere fatta mediante la definizione di una geometria arbitraria, oppure in integrazione con la banca dati catastale e toponomastica, che consentono di operare ricerche e selezioni sulla base di identificativi catastali e di indirizzi. L applicazione UrbanPlannerNet consente la gestione degli Strumenti Urbanistici rendendo disponibili tutte le funzionalità di consultazione della versione client server (UrbanPlanner) all interno di un comune browser (Internet Explorer, Netscape, etc.). - Fornitura, trasporto nei luoghi di destinazione, installazione, e configurazione di n.1 software applicativo tipo Geostreets Full della ESRI con licenza d uso; L applicativo che consente di gestire la toponomastica e la numerazione civica comunali ed il catasto strade. Le componenti verticalizzate per la gestione del catasto strade, denominate SISS GIS, sono inserite all interno del Catalogo di Riuso del CNIPA (Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione). Il software permette di gestire l elenco dei toponimi e delle estese amministrative presenti sul territorio comunale, le informazioni relative allo stradario, l anagrafica dei numeri civici e la relativa componente descrittiva geometrica, nonché il collegamento tra edifici e numerazione civica. Le attività di modifica dei dati (anagrafici e geometrici) sono gestite in modalità storicizzata. È quindi possibile in ogni momento sia ricostruire la situazione della banca dati ad una determinata data per eseguire analisi storiche, sia annullare modifiche erroneamente inserite in banca dati. Il sistema consente la gestione degli elementi relativi al catasto strade sulla base della progressiva chilometrica, dato fondamentale che li lega al sistema di riferimento stradale. 7

8 La stessa applicazione per web consente l interrogazione dei dati gestiti, rendendo disponibili le funzionalità di ricerca di via e numero civico della versione client server all interno di un comune browser (Internet Explorer, Netscape, etc.). - Fornitura, trasporto nei luoghi di destinazione, installazione, e configurazione di n.2 software applicativo tipo GLOBOEdit della ESRI, o equivalente, con licenza d uso - Fornitura, trasporto nei luoghi di destinazione, installazione, e configurazione di n.1 software applicativo tipo AGS Viewer della ESRI, o equivalente,con licenza d uso; il software è il modulo che realizza il livello di presentazione per gli utenti che accedono al sistema tramite web. Esso fornisce all utente un interfaccia semplice e funzionale di consultazione del database geografico offrendo gli strumenti classici propri delle interfacce dei sistemi GIS (pan, zoom, scala di rappresentazione, ricerche spaziali e alfanumeriche, interrogazioni spaziali, controllo della visibilità dei diversi tematismi di una mappa, ecc.) Inoltre il visualizzatore si integra con i degli applicativi per web indicati nel presente capitolato, per offrire all utente che accede tramite browser web le stesse funzionalità di consultazione disponibili nelle postazioni desktop. SPECIFICHE SERVIZI: Strutturazione Banca Dati - Costituzione, gestione e consultazione della Banca dati catastale compatibile con il sistema di interscambio dell Agenzia del Territorio; - Costituzione, gestione e consultazione della Cartografia Comunale e della Toponomastica rendendo disponibili le funzionalità di ricerca di via e numero civico della versione client server di un comune browser (Internet Explorer, Netscape etc.); - Costituzione della banca dati dello strumento urbanistico, indicizzazione dei documenti normativi ed associazione tra gli articoli e gli elementi geografici, dovrà essere possibile ottenere il Certificato di destinazione Urbanistica (C.D.U.); - Memorizzazione e gestione dei dati cartografici e degli attributi descrittivi ad essi relativi attraverso la realizzazione di una Banca Dati Geografica con il modello del Geodatabase o equivalente; - Tutta la cartografia di cui ai punti precedenti dovrà essere georiferita nel Sistema Nazionale Gauss-Boaga (Fuso Est), eseguendo tutte le necessarie trasformazioni ed adeguamenti per offrire un prodotto omogeneo. Oltre alle cartografie elencate in tabella, dovranno essere importate nel Database le banche date alfanumeriche necessarie alla completa integrazione delle informazioni vettoriali. - Costituzione del Portale cartografico del Comune per l applicazione WebGIS del nodo SIT comunale attraverso il quale, gli utenti, secondo il proprio grado di abilitazione, potranno fruire (sia in consultazione che in distribuzione) delle banche dati comunali presenti nel GeoDataBase attraverso reti Intranet/Internet e con l utilizzo di un qualunque browser internet; L avviamento del sistema e l affiancamento per il personale tecnico dovrà essere mirata a fornire una conoscenza teorica ed operativa globale e completa ed effettuato da personale esperto GIS, con collaudate esperienza di docenza, svolto presso gli uffici dell Amministrazione Comunale; Avviamento e Formazione Il programma di addestramento per il personale tecnico sarà mirato a fornire una conoscenza teorica ed operativa globale e completa, per tutte le figure interessate all'utilizzo del sistema e delle applicazioni realizzate. 8

9 Il programma formativo sarà effettuato da personale esperto di GIS, con collaudate esperienze di docenza. L impostazione dei corsi di formazione sarà decisamente applicativa, senza trascurare gli immancabili aspetti di conoscenza teorica. I corsi dovranno essere presso gli uffici dell Amministrazione comunale, in appositi locali attrezzati per lo svolgimento di attività teorico-pratiche Per ciascuna delle tre tipologie di competenze più avanti indicate, sarà effettuato un opportuno percorso formativo come descritto: Amministratori del Sistema - Il programma formativo, della durata di 3 giorni, sarà rivolto al personale da adibire alla gestione del Sistema realizzato. - L obiettivo da raggiungere sarà quello di fornire competenze per la configurazione e gestione di tutti i componenti server presenti nel Sistema. Utenti Postazioni Operative - Il corso, della durata di 6 giorni, sarà rivolto al personale operativo che può accedere al sistema in modalità completa (gestione, aggiornamento, consultazione). Il corso sarà finalizzato alla conoscenza dei software di base Utenti remoti interni all Amministrazione - Il corso, della durata di 3 giorni, sarà rivolto al personale operativo che utilizzerà il Sistema tramite Intranet/Internet. Il corso sarà finalizzato alla conoscenza dell interfaccia Web ivi comprese le estensioni applicative Dopo i corsi di formazione sono da prevedere 23 giornate di affiancamento in corso d opera per meglio avviare i tecnici all utilizzo del Sistema e renderli autonomi nell uso e nella gestione. - Le stesse giornate potranno eventualmente essere utilizzate per la definizione delle procedure per l inserimento nel Database di piccole banche dati alfanumeriche. Art.4 CONDIZIONI DELL APPALTO Nell accettare il servizio sopra designato l appaltatore dichiara: a) di avere preso conoscenza delle forniture e servizi da eseguire, di avere visitato i luoghi interessati dall appalto e di averne accettato le condizioni di accesso; b) di aver accettato l esistenza e la normale reperibilità sul mercato di attrezzature da fornire, in relazione anche ai tempi previsti per l esecuzione dell appalto; c) di aver valutato, nell offerta di ribasso, tutte le circostanze ed elementi che influiscono tanto sul costo delle attrezzature, quanto sul costo della mano d opera, dei noli e dei trasporti; L appaltatore non potrà quindi eccepire durante l esecuzione dell appalto la mancata conoscenza di condizioni o la sopravvenienza di elementi non valutati o non considerati, tranne che tali nuovi elementi si configurano come cause di forze maggiori contemplate dal Codice Civile. Con l accettazione dell appalto l Appaltatore dichiara implicitamente di avere la possibilità e i mezzi necessari per procedere all esecuzione dello stesso secondo i migliori precetti dell arte e con i più aggiornati sistemi produttivi. Art.5 VARIAZIONE DEGLI INTERVENTI PROGETTATI 9

10 Le condizioni di cui ai precedenti articoli debbono ritenersi unicamente come norma di massima per rendersi ragione delle forniture e servizi da eseguirsi. L Amministrazione si riserva perciò la insindacabile facoltà di introdurre all atto esecutivo, quelle varianti che riterrà più opportune, nell interesse della buona riuscita e dell economia dei servizi senza che l appaltatore possa trarne motivi per avanzare pretese di compensi ed indennizzi di qualsiasi natura e specie, non stabiliti dal vigente Capitolato Generale o dal presente Capitolato d Oneri. Di contro l Appaltatore non potrà in alcun modo approntare variazioni di propria iniziativa al progetto anche se di dettaglio. Delle variazioni opportune senza il prescritto ordine o benestare del responsabile del servizio potrà essere ordinata l eliminazione a cura e spese dello stesso, salvo i risarcimenti dell eventuale danno all Amministrazione appaltante. Art.6 ECCEZIONE DELL APPALTATORE Nel caso che l Appaltatore ritenga che le disposizioni impartite dal responsabile del servizio siano difformi dai patti contrattuali, o che le modalità esecutive e gli oneri connessi alla esecuzione del servizio siano più gravosi di quelli previsti nel presente Capitolato, sin da richiedere la formazione di un nuovo prezzo o la corresponsione di un particolare compenso, egli dovrà rappresentare le proprie eccezioni prime di far corso all ordine di servizio con il quale tali lavori siano stati disposti. Poiché tale norma ha lo scopo di non esporre l Amministrazione a spese impreviste, resta contrattualmente stabilito che non saranno accolte richieste postume e che le eventuali riserve si intenderanno prive di qualsiasi efficacia. CAPITOLO II Disposizioni particolari riguardanti l appalto Art.7 OSSERVAZIONI DELLE LEGGI, DEL REGOLAMENTO E DEL CAPITOLATO GENERALE L Appalto è soggetto alla completa osservanza delle leggi tutte e regolamenti vigenti in materia di servizi, delle leggi regionali, delle norme di lavoro e di avviamento al lavoro, di assistenza dei lavoratori involontariamente disoccupati, di quante altre richiamate nel presente capitolato, nonché delle norme emanate dal C.N.R. e norme UNI anche se non espressamente emanate nel corso dell esecuzione del presente capitolato. Per quanto non sia in contrasto con le condizioni stabilito dal presente Capitolato e dal contratto, l esecuzione dell appalto è soggetta, nell ordine all osservazione delle seguenti statuizioni: a) Legge Regionale 2 agosto 2002 n.7 Legge quadro in materia di lavori pubblici in Sicilia; b) Legge Regionale 19 maggio 2003, n.7 recante Modifiche ed integrazioni alla Legge Regionale 2 agosto 2002, n.7; c) Decreto Legislativo 163/2006 Codice Unico dei Contratti e successive modifiche ed integrazioni. La sottoscrizione del contratto e del presente capitolato da parte dell ente appaltante equivale a dichiarazione di perfetta conoscenza di tutte le leggi sopra richiamate e della incondizionata loro accettazione. 10

11 Osservanza dei contratti collettivi di lavoro: L Appaltatore si obbliga a attuare nei confronti dei dipendenti occupati il presente atto, condizioni normative e retributive non inferiori a quelle risultanti dai contratti collettivi di lavoro applicabili, alla data dell offerta, alla categoria e nella località in cui verrà svolto il servizio. L appaltatore inoltre è tenuto all osservanza delle Leggi e decreti che disciplinano i rapporti di lavoro con i dipendenti, nonché le disposizioni concernenti l assicurazione obbligatoria degli operai. Egli inoltre è tenuto all osservanza delle prescrizioni imposte in materia di sicurezza dei lavoratori durante lo svolgimento del servizio. Art.8 DOCUMENTI CHE FANNO PARTE DEL CONTRATTO Fanno parte del contratto di appalto oltre al presente capitolato condizioni tecniche ed Amministrative i seguenti documenti: - Leggi, decreti, regolamenti e circolari ministeriali emanate e vigenti alla data di esecuzione dell appalto; - Leggi, decreti, regolamenti e circolari ministeriali emanate e vigenti nell ambito territoriale della Regione Sicilia; - Le norme emanate dal C.N.R., le norme UNI, ed i testi citati nel presente Capitolato; - Elenco dei prezzi unitari; Eventuali altri particolari dell appalto da eseguirsi non formeranno parte integrante dei documenti di appalto e il responsabile del servizio si riserverà di consegnarli all Appaltatore in quell ordine che crederà più opportuno, in qualsiasi tempo, durante il corso del servizio Art.9 CAUZIONE TERMINE DI STIPULAZIONE DEL CONTRATTO DEFINITIVO L Appaltatore ai sensi dell art.75 del D. lgs 163/2006 e s.m.i., è obbligato in sede di offerta a costituire una cauzione pari al 2% dell importo a base d asta dell appalto secondo le forme e le modalità contemplate nel suddetto art.75. L Aggiudicatario dovrà prestare cauzione definitiva in sede di stipula del contratto secondo gli importi e le modalità di cui all art. 113 del D. Lgs. 163/2006 e s.m.i., a garanzia dell adempimento di tutte le obbligazioni nascenti dal contratto, dal risarcimento dei danni derivanti dalle inadempienze delle obbligazioni stesse, del rimborso di somme eventualmente corrisposte in più dall Amministrazione appaltante, nonché dalla tacitazione dei crediti esposta da terzi verso l appaltatore, salva, in tutti i casi, ogni altra azione dove non risultasse sufficiente. Pertanto resta convenuto che si provvederà alla restituzione della cauzione solo dopo l ultimazione del servizio, previa verifica che nulla osta da parte dell Amministrazione per l esecuzione del servizio nel presente appalto. Art.10 CONSEGNA DELLAFORNITURA 1. La Fornitura dovrà essere eseguita e completata entro 60 (sessanta) giorni dalla stipula del contratto, secondo quanto specificato nel capitolato e secondo le direttive che verranno fornite dal responsabile del procedimento. 2. Entro tale termine, il fornitore dovrà effettuare, a proprio onere e cura, una verifica di funzionalità dei prodotti e dei servizi oggetto della Fornitura, in contraddittorio con l Amministrazione; delle predette operazioni dovrà essere redatto apposito verbale di collaudo. 11

12 3. Unitamente alle apparecchiature, il Fornitore dovrà consegnare: a. Gli schemi di funzionamento e disegni costruttivi delle apparecchiature; b. I manuali d uso corredati agli apparati; c. Le certificazioni richieste da norme di legge. 4. L impresa aggiudicataria che fornirà i prodotti e i servizi oggetto della fornitura,dovrà munirli di garanzia per almeno 12 mesi 5. Eventuali guasti che dovessero verificarsi durante il periodo di garanzia dovranno essere rimossi entro le 24 ore solari dalla chiamata. Art.11 TEMPO UTILE PER ULTIMAZIONE DEL SERVIZIO PENALE PER IL RITARDO Il tempo utile per dare ultimati tutti gli interventi previsti nell appalto resta fissato in giorni 60 (sessanta) naturali e consecutivi decorrenti dalla data del verbale di consegna. Per ogni giorno di ritardo, anche se imputabile a terzi, rispetto ai tempi stabiliti nel presente capitolato tecnico, per l attivazione della funzionalità, ovvero per il mancato ripristino del sistema in casi di malfunzionamento si applicherà una penale pari al allo 0,5% dell importo netto contrattuale fino ad un massimo del 10%. Tali penali verranno iscritte a debito dell appaltatore negli atti contabili. Art.12 PAGAMENTI IN ACCONTO I pagamenti delle prestazioni alla Ditta, saranno corrisposti secondo le seguenti modalità: - 50% alla fornitura dell Hardware e Software; - 40% alla conclusione della fase di strutturazione dati e pubblicazione sul web - 10% alla conclusione dell attività di affiancamento in loco e dopo l accertamento della regolare esecuzione del servizio, certificato da apposito verbale approvato dall Amministrazione Comunale. Le quote suddette saranno effettuati a valere dei fondi dell Asse VI Linea di Intervento del PO FESR Sicilia L Aggiudicatario non potrà pretendere interessi, indennizzi, compensi di sorta a qualsiasi titolo per ritardato pagamento non imputabile all Amministrazione. I pagamenti saranno effettuati secondo le vigenti norme di contabilità generale. Art.13 ULTIMAZIONE E ACCERTAMENTO REGOLARE ESECUZIONE DELL APPALTO Ad ultimazione dell appalto il Responsabile del Servizio in contradditorio con la Ditta procederà alle necessarie constatazioni della regolare esecuzione dello stesso, redigendone apposito verbale. L accertamento della regolare esecuzione del servizio, certificato da apposito verbale approvato dall Amministrazione Comunale, consentirà lo svincolo della cauzione contrattuale e lo scioglimento dei relativi obblighi contrattuali e tacitazione di ogni diritto. Art.14 ELENCO PREZZI I prezzi unitari e globali in base ai quali, sotto deduzione del pattuito ribasso d asta, saranno pagati i servizi e le forniture appaltati risultano dall elenco prezzi allegato al contratto. 12

13 I prezzi unitari dedotti dal pattuito ribasso d asta si intendono accettati dall appaltatore in base a calcoli di sua convenienza ed a tutto suo rischio. In essi si intenderà sempre compresa e compensata ogni spesa principale o provvisionale, ogni fornitura, l intera mano d opera, la spesa di assicurazione degli operai, ogni trasporto ed ogni lavorazione o o magistero per dare tutti i lavori completamente in opera nel modo prescritto, e ciò anche quando non sia esplicitamente dichiarato nei rispettivi articoli di elenco. Per tutte le opere comprese nell appalto le quantità di lavoro eseguite saranno determinate con metodi geometrici escluso ogni altro metodo empirico e consuetudinario. Non sarà concessa revisione prezzi né premio di incentivazione per l anticipata ultimazione del servizio. CAPITOLO III Esecuzione del servizio Art.15 Il Responsabile del Servizio ha il potere di controllare e di verificare che i servizi e le forniture avvengano a perfetta regola d arte e secondo le disposizioni impartite e che vengano effettuate secondo il presente capitolato. Lo stesso è l unico abilitato ad impartire le disposizioni relative a detto servizio. Il Responsabile del servizio può servirsi della collaborazione degli operatori dei Servizi tecnici Comunali. Art.16 Gli ordini e le istruzioni del Responsabile del Servizio, possono essere comunicati per iscritto ma anche verbalmente. La Ditta ha il diritto di muovere obiezioni agli ordini impartiti qualora ritenga tecnicamente errata o contrastante con le norme del presente articolato, in questi casi rappresenta per iscritto le motivazioni entro il termine assegnato per l inizio dell intervento. La riconferma da parte del Responsabile del Servizio di quanto impartito obbliga la ditta ad eseguire il servizio o la fornitura salvo riserva nei modi e nei termini previsti dalle leggi vigenti in materia. Art.17 Responsabili verso terzi La Ditta aggiudicataria dell appalto è l unica responsabile verso le amministrazioni pubbliche e private e verso i terzi di tutti gli eventuali danni che comunque derivassero dalla condotta dell appalto o dall esercizio delle attrezzature installate. Art.18 Oneri per la ditta: sono a carico della ditta appaltatrice tutti gli oneri relativi ad una perfetta esecuzione delle prestazioni oggetto dell appalto tenendo conto che le indicazioni e le prescrizioni del presente capitolato non possono essere interpretate nel senso che sia escluso dagli obblighi ciò che non è esplicitamente espresso e che pure è necessario per la compiutezza del servizio e/o fornitura. Art.19 13

14 Responsabilità dell appaltatore: Sarà obbligatorio adottare nell esecuzione del presente appalto di servizio tutti i provvedimenti e le cautele necessarie e previste dalle vigenti norme in materia, per garantire la vita e l incolumità degli operatori, delle persone addette e dei terzi, nonché evitare danni a beni pubblici e privati. In particolare l appaltatore è obbligato ad adottare sotto la sua responsabilità ogni adempimento previsto dalle norme vigenti in materia di sicurezza e salute dei lavoratori secondo quanto previsto dal D. Lgs. 81/2008 e smi. L Amministrazione Comunale declina ogni responsabilità derivante da danni a cose e a persone. Dovrà in ogni caso presentare un piano operativo della sicurezza ai sensi della normativa vigente in materia. IL R.U.P. Arch. Grazia Accillaro IL DIRIGENTE DEL SETTORE V Arch. Ennio Torrieri 14

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi COSTRUZIONI Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi di Mauro Cappello Mauro Cappello GEOCENTRO/magazine pubblica, di Mauro Cappello, Ingegnere e Ispettore Verificatore

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna REALIZZAZIONE E SVILUPPO DEL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE (SITR) DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

Regione Autonoma della Sardegna REALIZZAZIONE E SVILUPPO DEL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE (SITR) DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Regione Autonoma della Sardegna Assessorato degli Enti Locali Finanze ed Urbanistica Direzione Generale della Pianificazione Urbanistica Territoriale e della Vigilanza Edilizia Servizio della Pianificazione

Dettagli

Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO

Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO Determinazione con parere di ragioneria DIRIGENTE (O U.O.P.C.) DI: SETTORE PIANIFICAZIONE TERRITOR., MOBILITA, ENERGIA - MASTELLA MASSIMO P.G. 58467/2012 Data firma: 13/07/2012 Data esecutività: 20/07/2012

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

AVCP Generatore di XML

AVCP Generatore di XML AVCP Generatore di XML Perché è necessario... 2 Come Funziona... 3 Appalto... 3 Indice... 5 Anagrafiche... 6 Lotto... 7 Partecipanti... 9 Partecipante in Solitario (Partecipante)... 9 Partecipante in Raggruppamento...

Dettagli

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1)

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) Comune di Prato Servizio Risorse Umane Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) 1 Prova Scritta- Quiz con risposte esatte le risposte esatte sono sottolineate

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

INCENTIVI PER ATTIVITA DI PROGETTAZIONE E DI PIANIFICAZIONE

INCENTIVI PER ATTIVITA DI PROGETTAZIONE E DI PIANIFICAZIONE II Commissario delegato per la ricostruzione - Presidente della Regione Abruzzo STRUTTURA TECNICA DI MISSIONE Azioni di supporto ai Comuni colpiti dal sisma del 6 aprile 2009 INCENTIVI PER ATTIVITA DI

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

REGIONE PUGLIA. Bari, LORO SEDI

REGIONE PUGLIA. Bari, LORO SEDI Prot. n. Area Politiche per la promozione della salute, delle persone e delle pari opportunità Servizio Politiche Benessere sociale e pari opportunità Bari, Ai Soggetti beneficiari dei finanziamenti di

Dettagli

MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850

MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850 1/5 MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850 Descrizione RdO Servizio ordinario di pulizia CIG ZDD118457B CUP non inserito Criterio di Aggiudicazione

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana -

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana - Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità OSSERVATORIO REGIONALE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via Camillo Camilliani, 87 90145 PALERMO LINEE GUIDA PER L UTILIZZO

Dettagli

Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria. Roma, 18 marzo 2015

Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria. Roma, 18 marzo 2015 Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria Audizione del Direttore dell Agenzia del Demanio Roma, 18 marzo 2015 Indice Audizione presso la Commissione Parlamentare di Vigilanza sull

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

CIRCOLARE N. 2/DF. Ai Comuni

CIRCOLARE N. 2/DF. Ai Comuni CIRCOLARE N. 2/DF MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DELLE FINANZE Roma, 11 maggio 2010 DIREZIONE FEDERALISMO FISCALE PROT. 10968/2010 Ai Comuni Alle Regioni Friuli-Venezia Giulia e Valle

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

PROVINCIA DI SAVONA Settore Gestione della Viabilità, Strutture, Infrastrutture, Urbanistica

PROVINCIA DI SAVONA Settore Gestione della Viabilità, Strutture, Infrastrutture, Urbanistica ALLEGATO F PROVINCIA DI SAVONA Settore Gestione della Viabilità, Strutture, Infrastrutture, Urbanistica Appalto n. 1649 - S.P. n. 29 del Colle di Cadibona. Lavori di adeguamento del tracciato stradale

Dettagli

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it Il nuovo incentivo per la progettazione Aggiornamento e tavolo aperto di discussione Lino BELLAGAMBA Prima stesura 4 ottobre 2014 Cfr. D.L. 24 giugno 2014, n. 90, art. 13, comma 1, nella formulazione anteriore

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO

SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO AP/ap Determinazione n. DD-2015-391 esecutiva dal 06/03/2015 Protocollo Generale n. PG-2015-22551 del 05/03/2015

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE Sede legale: Via G. Cusmano, 24 90141 PALERMO C.F. e P. I.V.A.: 05841760829 Dipartimento Provveditorato e Tecnico Servizio Progettazione e Manutenzioni Via Pindemonte, 88-90129 Palermo Telefono: 091 703.3334

Dettagli

CAPITOLATO/DISCIPLINARE

CAPITOLATO/DISCIPLINARE CAPITOLATO/DISCIPLINARE Il presente bando è finalizzato all acquisto di nr. 1 trattore stradale usato per traino semirimorchi da utilizzare per il servizio di trasporto RSU prodotti nel territorio del

Dettagli

La Direzione dei Lavori

La Direzione dei Lavori La Direzione dei Lavori L istituzione della Direzione lavori. Ai sensi dell art.10, comma 1, lett.l, del Reg., l istituzione dell ufficio di direzione dei lavori è promossa dal responsabile del procedimento

Dettagli

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003)

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003) Sezione della logistica Repubblica e Cantone Ticino Via del Carmagnola 7 Dipartimento delle finanze e dell'economia 6501 Bellinzona Divisione delle risorse Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni

Dettagli

Decreto del Commissario Straordinario

Decreto del Commissario Straordinario Decreto del Commissario Straordinario N. 8 del Reg. Data 30/07/2014 OGGETTO: PROGETTO ESECUTIVO PER INTERVENTI DI PREVENZIONE ANTICENDIO NELLA FORESTA DEMANIALE REGIONALE DEL MONTE CARPEGNA - PSR MARCHE

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e:

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e: Marca da bollo 14,62 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI BERTINORO OGGETTO: Richiesta licenza di spettacolo o trattenimento pubblici di cui all art. 68/ 69 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, a carattere

Dettagli

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163; Regolamento unico in materia di esercizio del potere sanzionatorio da parte dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui all art 8, comma 4, del D.Lgs. 12

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA AVVISO PUBBLICO Selezione di Statistici junior BIC Sardegna SpA, Soggetto Attuatore dell intervento IDMS, Sistema Informativo dell indice di Deprivazione Multipla

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA ESECUZIONE DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE DA REALIZZARSI A SCOMPUTO DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE

REGOLAMENTO PER LA ESECUZIONE DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE DA REALIZZARSI A SCOMPUTO DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE REGOLAMENTO PER LA ESECUZIONE DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE DA REALIZZARSI A SCOMPUTO DEGLI ONERI DI URBANIZZAZIONE Adottato con deliberazione del Consiglio comunale n. 13 del 26 febbraio 2014. REGOLAMENTO

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO SOLARE TERMICO ACS PER UFFICI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici ALLEGATO TECNICO ALLA CIRCOLARE N. 23/05 Ai sensi del presente allegato tecnico si intende: a) per "S.S.C.E. il sistema di sicurezza del circuito di emissione dei documenti di identità elettronica; b)

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport Servizio Spettacolo, Sport, Editoria e Inform azione GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DI ATTIV ITA E SERV IZ I PER LA SARDEGNA FILM COMMISSION CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Regione Autonoma della

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo SIASFI: IL SISTEMA ED IL SUO SVILUPPO 187 SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo Antonio Ronca Il progetto SIASFi nasce dall esperienza maturata da parte dell Archivio di Stato di Firenze nella gestione

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Introduzione al GIS (Geographic Information System)

Introduzione al GIS (Geographic Information System) Introduzione al GIS (Geographic Information System) Sommario 1. COS E IL GIS?... 3 2. CARATTERISTICHE DI UN GIS... 3 3. COMPONENTI DI UN GIS... 4 4. CONTENUTI DI UN GIS... 5 5. FASI OPERATIVE CARATTERIZZANTI

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

Codice Identificativo Gara, CIG: 03154838CC

Codice Identificativo Gara, CIG: 03154838CC ACCORDO QUADRO BIENNALE PER I SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILI, MACCHINE ED ARREDI PER UFFICIO, APPARECCHIATURE INFORMATICHE ED ELETTRONICHE, DOCUMENTAZIONE CARTACEA DA TRASFERIRE NELLA NUOVA

Dettagli

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi.

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi. Allegato alla determinazione n. 42/APPR del 27/11/2014 composto da n. 29 fogli (fronte/retro) Spett.le ditta OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI LE SOSPENSIONI DEI LAVORI 10.1- Profili generali della sospensione dei lavori. 10.2- Le sospensioni legittime dipendenti da forza maggiore. Casi in cui si tramutano in illegittime. 10.3- Le sospensioni

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

La revisione dell accertamento doganale

La revisione dell accertamento doganale Adempimenti La revisione dell accertamento doganale di Marina Zanga L accertamento doganale delle merci L accertamento delle merci dichiarate in dogana nell ambito delle operazioni di import/ export da

Dettagli

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PULIZIA ED ALTRI SERVIZI, TESI AL MANTENIMENTO DEL DECORO E DELLA FUNZIONALITA DEGLI IMMOBILI, PER GLI ISTITUTI SCOLASTICI DI

Dettagli

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 MOD. 2 - Busta A AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli