PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE 2007/2013 PON AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO FESR-POR CAMPANIA IT161PO009 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE 2007/2013 PON AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO FESR-POR CAMPANIA 2012 2007IT161PO009 IL DIRIGENTE SCOLASTICO"

Transcript

1 ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE LEONARDO DA VINCI ITS Turismo - Amministrazione Finanza e Marketing- Costruzione Ambiente e Territorio-Trasporti e Logistica IPSIA Manutenzione - Elettronico Meccanico Abbigliamento e Moda Via Kennedy, Sapri (SA) C.M. SAIS C.F Tel. 0973/ Fax. 0973/ web: PROT. N 848 C/14 SAPRI, 08/03/2014 PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE 2007/2013 PON AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO FESR-POR CAMPANIA IT161PO009 IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTO il Regolamento (CE) n. 1828/2006 della Commissione che stabilisce modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e del Regolamento (CE) n. 1080/2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio relativo al Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, VISTO il POR FESR CAMPANIA 2007IT161PO009 approvato con Decisione della Commissione Europea (CE) (2007) 4265 del 11/09/2007; VISTO il D.M.44/2001 recante norme sull ordinamento contabile degli istituti scolastici; VISTA la nota MIUR D.G.A.I. prot. N AOODGAI/12859 del 10/12/2013, pubblicata sul sito MIUR Fondi Strutturali con la quale si comunicava l avvenuta autorizzazione dei progetti ed impegni di spesa di cui al Bando n del 05/07/2012 per la Programmazione dei Fondi Strutturali europei 2007/2013 per la presentazione delle proposte relative all Asse I Società dell Informazione e della conoscenza, Obiettivo A) Incrementare le dotazioni tecnologiche e le reti delle istituzioni scolastiche, obiettivo B) Laboratori per migliorare l apprendimento delle competenze chiave, a carico del Programma Operativo Regionale - FESR 2007IT161PO009 della regione Campania. Annualità 2013 e 2014, attuazione dell Agenda digitale. VISTO il Decreto Dirigenziale n. 979 prot. N 197 C/14 del 20/01/2014 di formale assunzione in bilancio; VISTO il decreto legislativo 12 aprile 2006, n 163 e successive modificazioni (Codice dei Contratti Pubblici relativi ai lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE); VISTA la circolare M.I.U.R. prot. n. AOODGAI/2674 del 05 marzo 2013, con la quale si comunica alle istituzioni scolastiche l obbligo e non più la facoltà, a seguito di emanazione della legge 24 dicembre 2012 n. 228, art. 149 e 150, che modificano i comma 449 e 450, art. 1 della legge 27 dicembre 2006 n. 296, di rivolgersi alle convenzioni stipulate da Consip spa per l acquisto di beni e servizi, verificando preventivamente la presenza o meno di prodotti uguali a quelli indicati nel capitolato di gara confrontando il prezzo, ma garantendo comunque la possibilità di procedere con il dettato del D. Lgs 163/2006 Codice degli Appalti per gli acquisti in economia, pubblicando un bando di gara; VISTA l obbligatorietà di fare ricorso alle convenzioni attive che è, ovviamente, legata alla circostanza che il bene da acquistare sia reperibile attraverso una delle convenzioni aperte.

2 VISTA la circolare M.I.U.R. prot. n. AOODGAI/3354 del 20 marzo 2013, con la quale si comunicano alle istituzioni scolastiche precisazioni in merito agli acquisti delle Istituzioni Scolastiche mediante convenzioni Consip alla luce del D.L. 95/2012 e della legge 228/2012; VISTO che alla data odierna, sul sito non esistono convenzioni CONSIP attive per l'acquisto diretto dei prodotti e servizi oggetto del bando; VISTA la peculiarità del progetto, e che ai fini dell attuazione del medesimo è inderogabilmente necessario procedere unitariamente all acquisizione di un insieme di beni e servizi non facilmente scorporabili, tali da non formare oggetto di convenzione presente su VISTA la circolare M.I.U.R. prot. n. AOODGAI/12859 del 10 dicembre 2013, con la quale si invitano le istituzioni scolastiche ad effettuare con la necessaria celerità le procedure d acquisto per i progetti finanziati che dovranno inderogabilmente concludersi entro il 30/06/2014; INDICE Il seguente Bando di gara, in ossequio alle norme vigenti in materia per le istituzioni scolastiche e per le pubbliche forniture sotto la soglia di rilievo Comunitario per la sottoelencata fornitura di apparecchiature ed attrezzature destinate al laboratorio di Topografia del Progetto PON B4B- FESR06_POR_CAMPANIA Codice CUP E53J Codice CIG C94 L IIS Leonardo da Vinci incontra l Europa :. Descrizione Voce RICEVITORE L1 + L2 + L5 GPS/GLONASS/GALILEO/COMPASS CON ANTENNA CON TECNOLOGIA FENCE E BLUETOOTH CLASSE 1 INTEGRATI COMPLETO DI TREPPIEDE STAZIONE TOTALE INTEGRATA, COMPLETA DI TREPPIEDE, PRISMA E ASTA 1 PORTAPRISMA CUSTODIA ED ACCESSORI CONTROLLER 1 SOFTWARE PER IL CONTROLLER PER GESTIRE GPS E STAZIONE TOTALE 1 PROGRAMMA DI TOPOGRAFIA per WINDOWS 7 1 LASER SCANNER 3D 1 RICETRASMITTENTE 5 LIVELLO LASER COMPLETO DI TREPPIEDE 1 PLANIMETRO POLARE DIGITALE 2 DISTANZIOMETRO LASER 5 * Le forniture si intendono comprensive di trasporto, cablaggi posa in opera e collaudo Quantità 2 con le caratteristiche tecniche descritte nell'allegato "C" al seguente bando (capitolato tecnico di appalto) e per quanto indicato nel seguente capitolato di gara. ART.1- GENERALITA CAPITOLATO DI GARA L'Istituto d Istruzione Superiore "Leonardo da Vinci " di Sapri (SA) bandisce gara a procedura aperta per l'acquisto delle apparecchiature indicate di seguito per il Laboratorio di Topografia sito presso la sede ITS di Sapri (SA) Via Kennedy, 45 Trattandosi di un bando per la fornitura di prodotti, il contratto che sarà stipulato sarà di "appalto pubblico di forniture di beni".

3 L'acquisizione dei beni avverrà con la formula "chiavi in mano" come da specifiche elencate nella scheda tecnica allegata (Allegato C). Si richiede pertanto migliore offerta che sarà valutata in termini di costo e servizi connessi. ART.2 OGGETTO DELLA GARA Il presenta capitolato ha per oggetto: a. La fornitura di attrezzature nuove di fabbrica descritte nella scheda tecnica come da allegato "C"; b. Trasporto,installazione, cablatura, configurazione software, collaudo delle attrezzature; c. Corso di formazione d. Manifestazione pubblica ART. 3 CORRISPETTIVO DELLA GARA L importo totale della gara è di ,00 (euro ottantaduemilaseicentonovanta/00) IVA inclusa, in base al finanziamento accordato dal M.I.U.R. all I.I.S. Leonardo da Vinci di SAPRI (SA) con i fondi derivanti dalla nuova programmazione Il corrispettivo di aggiudicazione sarà quello risultante dall offerta prescelta. Sono escluse offerte in aumento e saranno prese in considerazione le sole offerte relative al totale delle singole categorie indicate nell allegato C. ART.4 REQUISITI DELL OFFERTA E NATURA DEI PRODOTTI DA FORNIRE dettagliare in maniera puntuale, pena esclusione dalla gara, l indicazione delle specifiche tecniche di tutti gli elementi costituenti la fornitura e i prezzi unitari iva inclusa di ogni singolo componente, accompagnata da qualsiasi tipo di documentazione (depliants, manuali, materiale in formato elettronico, ecc.), volta ad illustrare le caratteristiche tecniche dettagliate dei prodotti offerti. assicurare la fornitura nuova di fabbrica e conforme alle specifiche tecniche descritte nel capitolato tecnico (non saranno accettate apparecchiature e accessori con caratteristiche tecniche inferiori a quelle previste) con istruzioni e manuali in italiano, presso i locali dell Istituto Istruzione Superiore Leonardo da Vinci sito in Sapri (SA) in Via Kennedy, entro il termine di 30 (TRENTA) gg. dalla data di sottoscrizione del contratto che avverrà presso questo istituto, comprensiva di imballaggio, trasporto, scarico e realizzazione degli impianti previsti con il rilascio delle relative certificazioni di legge. le attrezzature offerte dovranno essere conformi alla normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro (L. 626/90, 242/96 e D.Lgs. 81/2008) e sulla sicurezza e affidabilità degli impianti (L 46/90), con garanzia diretta del costruttore delle apparecchiature nuove di fabbrica, come per legge; La fornitura è intesa con la formula "Chiavi in mano". L offerente dovrà presentare un offerta unica, riferita all intero lotto. Non saranno ammesse offerte parziali o incomplete; l offerta formulata dovrà essere vincolante per almeno 90 gg., naturali e consecutivi, dalla data di scadenza della presente gara; Quando il Responsabile del procedimento abbia denunziato una qualsiasi provvista come non atta all'impiego, il Fornitore dovrà sostituirla con altra che corrisponda alle qualità volute. I materiali rifiutati dovranno essere sgomberati immediatamente dallo stabile a cura e spese del Fornitore. Ove il Fornitore non effettuasse la rimozione nel termine prescritto dal Responsabile del procedimento, l'iis potrà provvedere direttamente e a spese del Fornitore, a carico del quale resterà anche qualsiasi danno derivante dalla rimozione così eseguita. Il Fornitore resta comunque totalmente responsabile della riuscita delle prestazioni oggetto del presente capitolato, anche per quanto dipende dai materiali stessi, la cui accettazione non pregiudica in nessun caso i diritti dell IIS.

4 Qualora il Fornitore, nel proprio interesse o di sua iniziativa, impieghi materiali di dimensioni, consistenza o qualità superiori a quelle prescritte o con una lavorazione più accurata, ciò non gli darà diritto a un aumento dei prezzi e la stima sarà fatta come se i materiali avessero le dimensioni, le qualità e il magistero stabiliti dal contratto. La Ditta fornitrice pena esclusione dalla gara, dovrà rilasciare le certificazioni attestanti i requisiti di conformità descritti nel Capitolato (all.c) ART. 5 TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE Sono ammesse le offerte che perverranno in busta sigillata (a mano, a mezzo corriere o per posta) entro il termine perentorio delle ore del giorno 05/04/2014 (non fa fede la data del timbro postale)presso l I.I.S. Leonardo da Vinci Via Kennedy, SAPRI (SA). ART. 6 - AGGIUDICAZIONE DELLA GARA L'aggiudicazione della gara avverrà mediante l'applicazione dei criteri di valutazione ed attribuzioni dei punteggi di seguito indicati, sulla base delle offerte tecniche ed economiche presentate. Ciascuna offerta sarà inclusa nella graduatoria in base ad un punteggio risultante dalla somma di tre distinti punteggi parziali riferiti a : Offerta tecnica, Offerta economica, Estensione della garanzia. L'aggiudicazione della fornitura sarà effettuata mediante determina del Dirigente Scolastico, su proposta della Commissione incaricata della valutazione. Ai fini della individuazione dell'offerta più vantaggiosa, la Commissione formulerà una graduatoria dalla quale risulterà il punteggio totalizzato; tale operazione sarà effettuata anche nel caso in cui una sola delle offerte pervenute sarà ritenuta idonea, o in caso di unica partecipazione. L'aggiudicazione verrà effettuata in base ai parametri di seguito indicati: A. Offerta Tecnica (Qualità e completezza della fornitura) max 60 punti B. Offerta Economica (Convenienza del prezzo complessivo della fornitura max 30 punti C. Estensione della garanzia (oltre 24 mesi) max 10 punti ART. 7 CRITERI DI AGGIUDICAZIONE I criteri che saranno utilizzati per calcolare il valore tecnico dell offerta sono i seguenti: Offerta Tecnica Sarà valutata sulla base del grado di rispondenza alle specifiche di cui all allegato Capitolato Tecnico (max. 60 punti). Per la valutazione della qualità della fornitura si assegnerà il valore massimo alle ditte che rispettano perfettamente i requisiti della richiesta. Si detrarranno due punti per ogni variazione in negativo della fornitura che non rispecchia la richiesta. I punteggi parziali assegnati ai singoli elementi di valutazione saranno sommati per formare il punteggio complessivo assegnato alla Qualità e Completezza della fornitura Offerta Economica Terminate le operazioni per l attribuzione del punteggio tecnico delle offerte, la Commissione valuterà le offerte economiche, attribuendo il punteggio calcolato con la seguente formula: P= P min / P i x 30 dove P min = Prezzo dell offerta più bassa;

5 P i = Prezzo dell offerta in esame Estensione delle garanzie Verranno prese in considerazione le estensioni delle garanzie per l intera fornitura oltre i 24 mesi che abbiano le stesse condizioni previste per i primi due anni, attribuendo il punteggio secondo il seguente schema: - Punti 2 per 1 anno - Punti 5 per 2 anni - Punti 10 per tre anni Terminate anche le operazioni per l attribuzione del punteggio relativo all estensione della garanzia, la commissione stilerà la graduatoria delle Ditte sulla base della somma dei punteggi dei tre parametri previsti e proporrà di aggiudicare l appalto a favore della Ditta che avrà ottenuto il massimo punteggio e che quindi avrà formulato l offerta ritenuta più vantaggiosa. A parità di punteggio complessivo si proporrà l aggiudicazione a favore della Ditta che avrà il maggiore punteggio tecnico. A parità anche del punteggio tecnico si procederà a sorteggio. Si procederà all aggiudicazione della gara mediante determinazione del Dirigente Scolastico, previa visione della graduatoria predisposta dalla Commissione. L Istituto Scolastico si riserva altresì, a suo insindacabile giudizio, la facoltà di non procedere ad alcuna aggiudicazione. Non si darà corso all apertura dei plichi che non risultino pervenuti entro le ore del giorno stabilito dal bando di gara o sul quale non siano apposti il mittente, la scritta relativa alla specificazione della fornitura oggetto della gara, o non siano opportunamente sigillati o non siano controfirmati sui lembi di chiusura. Non sono ammesse le offerte che recano correzioni non espressamente confermate e sottoscritte. Ove l impresa, nel termine stabilito nell invito per la stipula del contratto, non si sia presentata, questo Istituto Scolastico avrà la facoltà di ritenere come non avvenuta l aggiudicazione e procedere all applicazione delle sanzioni previste dall art. 332 della Legge , n.2248 allegato F, nonché dell art.5 della legge , n In tal caso l Istituto Scolastico procederà ad aggiudicare l affidamento dell appalto alla Ditta che segue in graduatoria. E vietato, in modo assoluto, cedere o subappaltare la fornitura. Ai sensi dell art.22 del D.L n.76, il contratto non può essere ceduto, a pena di nullità. ART. 8 - REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE ALL'APPALTO La Ditta concorrente dovrà produrre, in lingua italiana, dichiarazione sostitutiva cumulativa (ex art. 47 D.P.R. 28/12/2000 n. 445) (All. B), debitamente corredata da copia del documento d identità del firmatario con la quale il dichiarante, nella qualità di partecipante alla gara, attesti, sotto la propria responsabilità: - di non trovarsi in nessuna delle clausole di esclusione ai sensi dell art. 11 commi 2 3 del D.Lgs. 24/07/1992 n. 358 e dell art. 38 del D.Lgs. 163/2006; - di essere in regola con gli obblighi di cui alla Legge n. 68/1999; - di non sussistenza delle cause ostative di cui all art. 10 della Legge n. 575/1965; - di aver preso piena ed integrale conoscenza del bando e relativi allegati e di accettarli senza riserva alcuna e di obbligarsi all osservanza di tutte le disposizioni presenti, nessuna esclusa, in particolare le penalità previste (art. 16 del bando di gara); - di aver valutato tutte le circostanze, influenti sulla fornitura in oggetto, che hanno portato alla determinazione delle condizioni contrattuali e del prezzo e di considerare quest ultimo congruo e remunerativo; - la non coincidenza, anche parziale, dei componenti gli organi di amministrazione e rappresentanza, nonché dei soggetti firmatari degli atti di gara con quelli di altre imprese partecipanti in via autonoma alla gara;

6 - di non trovarsi nelle condizioni previste dall art. 48 bis del D.P.R. 29/9/1973, n 602 per importi pari o superiori ad ,00, importo comprensivo di IVA; - di accettare le condizioni di pagamento stabilite all art. 15 del bando di gara; - di non essere in presenza di procedimenti per l applicazione di misure di prevenzione coatta; - di non essere in presenza di cause ostative in materia di criminalità organizzata (antimafia); - di non trovarsi in presenza di sentenze penali di condanna passate in giudicato o di decreti penali divenuti irrevocabili o di sentenze di applicazione della pena su richiesta (patteggiamento) ovvero che, pur essendosi trovato in presenza di sentenze penali, ha ottenuto il provvedimento di riabilitazione o di estinzione del reato; - di non avere in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni; - di non trovarsi in stato di sospensione dell attività commerciale; - di non aver riportato condanne, con sentenza passata in giudicato, per qualsiasi reato che incida sulla propria moralità professionale o per delitti finanziari; - di non aver commesso, nell esercizio della propria attività professionale, gravi errori accertati con qualsiasi mezzo di prova addotto dall amministrazione aggiudicatrice; - nel caso di realizzazione di impianti elettrici o rete dati, il rispetto delle normative in materia di installazione e manutenzione degli impianti di cui all Art. 1 del DM 37/2008 (Ex Legge 46/90) ed essere abilitato al rilascio della dichiarazione di conformità; - di adottare, durante le fasi di lavoro, tutte le misure di sicurezza e garanzie previste dal D. Lgs. 81/2008 e successive modifiche e integrazioni. - di aver preso visione dell Allegato D informativa e consenso ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs 196/03. - di autorizzare la stazione appaltante ad effettuare le comunicazioni di cui all art. 79, comma 5 D.lgs 163/2006 e ss.mm.ii. a mezzo posta elettronica(pec) L'Istituto Scolastico si riserva la facoltà di effettuare controlli nei modi e nelle sedi opportune, per quanto concerne la veridicità delle dichiarazioni predette. In caso di riscontro negativo, anche di una sola di dette dichiarazioni, l'amministrazione provvederà ad escludere dalla gara la Ditta inadempiente, oltre a dare le necessarie informazioni alle autorità competenti. Nel caso l'accertamento avvenga dopo l'aggiudicazione, l'istituto Scolastico procederà ad annullarla, aggiudicando alla successiva offerta in graduatoria. ART. 9 MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE Plico grande procedura di presentazione Sono ammesse a partecipare alla gara le Ditte che, ritenendosi in possesso dei requisiti tecnico-finanziari nonché dei requisiti di legge esposti al precedente art. 8, faranno pervenire all ufficio protocollo del L I.I.S. Leonardo da Vinci sito in via Kennedy, SAPRI (SA), con raccomandata, consegna a mano o tramite corriere, un plico sigillato, controfirmato sui lembi di chiusura nel quale saranno inserite 2 buste. Detto plico dovrà riportare sul fronte la dicitura Partecipazione alla gara del PON B4B- FESR06_POR_CAMPANIA Laboratorio di Topografia - e l indicazione della ragione sociale della Ditta. Tale plico dovrà contenere al suo interno due buste separate, sempre opportunamente sigillate e controfirmate sui lembi, di cui una con l intera documentazione e l altra contenente l offerta tecnicoeconomica (tutta la documentazione dovrà essere prodotta esclusivamente in lingua italiana), e dovrà pervenire a tale ufficio entro e non oltre il termine perentorio indicato al punto 5. L Istituto Scolastico si riserva di verificare, in ogni tempo, la rispondenza delle dichiarazioni e certificazioni prodotte. Nessun compenso e rimborso spetta alle Ditte offerenti per la predisposizione dell offerta, per la presentazione di documenti, per l eventuale sopralluogo che la ditta volesse effettuare per visionare i locali

7 destinati all utilizzo delle attrezzature di cui al presente bando, e di quant altro ritenuto utile ai fini della migliore valutazione dell offerta. Resta inteso che l onere del recapito è ad esclusivo rischio del mittente, fermo restando che farà fede il timbro di protocollo dell Istituto Scolastico; qualora, per qualsiasi motivo, il plico stesso non dovesse giungere a destinazione in tempo utile, l Istituto Scolastico non assumerà alcuna responsabilità per ritardi nella consegna da parte dell Ufficio postale o Corriere Espresso. Busta con la documentazione amministrativa Tale busta, sigillata e firmata sui lembi di chiusura, porterà scritta sulla parte esterna il MITTENTE e la indicazione DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA con il relativo codice di progetto e dovrà contenere la sottoelencata documentazione: 1. Domanda di partecipazione (redatta secondo l allegato A Istanza di partecipazione 2. Dichiarazione Sostitutiva cumulativa (ex art. 47 D.P.R. 28/12/2000 n. 445) firmata dal rappresentante legale relativa al precedente art. 7 ( redatta secondo l allegato B Dichiarazioni ) 3. Dichiarazione Sostitutiva cumulativa (ex art. 47 D.P.R. 28/12/2000 n. 445) firmata dal rappresentante legale con la quale dichiara: la Casella di POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA (PEC) dove ricevere tutte le richieste e comunicazioni della Stazione appaltante; di mantenere valida l offerta per almeno tre mesi; di consegnare e installare il materiale con proprio personale specializzato entro e non oltre i TRENTA giorni successivi alla sottoscrizione del contratto che avverrà presso l I.I.S. Leonardo da Vinci sito in SAPRI (SA) Via Kennedy, 45, che il trasporto e l installazione sono a suo carico fino alla sede dell istituto e nei locali indicati; Ogni giorno di ritardo comporterà una penale pari all 1 % (1 per mille) dell importo complessivo dell offerta (IVA esclusa), oltre al pagamento del danno derivante dal tardato completamento del progetto ed alla conseguente perdita dell apposito finanziamento; che i prodotti sono garantiti per almeno due anni; che il servizio di assistenza è garantito per tutti i giorni lavorativi dell Istituzione Scolastica dalle ore 8,00 alle ore 14,00; che assicurerà la fornitura ed installazione di eventuali pezzi di ricambio per un periodo di almeno cinque anni; di fornire prodotti con Marcatura CE conformi agli standard internazionali relativi alla tutela della salute, ergonomia ed interferenze elettromagnetiche; fornire i software originali completi di licenze d uso e manualistica per ogni singola copia nella versione italiana così come descritto nel Capitolato allegato al presente bando; 4. Copia del Certificato di Iscrizione alla C.C.I.A.A. non anteriore a tre mesi, nel cui oggetto sociale sia esplicitato chiaramente l esercizio di attività analoghe all oggetto della fornitura, nonché dell abilitazione all installazione, alla trasformazione, all ampliamento e manutenzione degli impianti di cui all art.1 della Legge 46/90 per i punti a) e b) come dettato dalla Circolare del MIUR prot. Int/306/5 del 27/01/2005 (Linee Guida per i Progetti cofinanziati FSE - FESR); 5. Capacità Tecnica: Dichiarazione firmata dal Legale Rappresentante della Ditta concernente il fatturato relativo alle forniture di medesimo oggetto realizzati presso Istituzioni Scolastiche negli ultimi tre esercizi finanziari; 6. Dichiarazione composizione organi tecnici incaricati della manutenzione, assistenza e controllo qualità firmata dal Legale Rappresentante della Ditta ai sensi dell art. 14, comma 1, lettera c) del D.Lgs. 24/07/92 n 358 e s.m.i.;

8 7. Copia del documento di identità valido di tutti i sottoscrittori; 8. Documento unico iscrizione dipendenti INAIL e INPS per dimostrare di essere in regola con gli obblighi previdenziali e gli obblighi in tema di sicurezza, di essere in regola con i propri dipendenti e con assunzione di responsabilità dei lavori particolari affidati, svincolando la Scuola committente da ogni conseguente responsabilità di natura civile, penale e pecuniaria, derivante da inadempienze (DURC); 9. Dichiarazione di regolarità per i versamenti dovuti ad Equitalia ai sensi del D.M. n. 40 del 19/1/2008, in materia di pagamento da parte delle Pubbliche amministrazioni. NB: LA MANCATA PRESENTAZIONE O LA NON RISPONDENZA DI UNO DEI DOCUMENTI DI CUI SOPRA O DI ALTRI EVENTUALMENTE RICHIESTI NEL PRESENTE AVVISO, E ELEMENTO SUFFICIENTE E DETERMINANTE PER LA NON AMMISSIONE DELLA DITTA ALLA GARA Busta con l offerta tecnico-economica La busta, chiusa sigillata e controfirmata sui lembi di chiusura porterà scritta sulla parte esterna il MITTENTE e la indicazione Offerta tecnico-economica con il relativo codice di progetto e l offerta dovrà essere prodotta con l utilizzo dell apposito modello indicato con Allegato C contenente la scheda tecnica-economica con le caratteristiche minime dei prodotti nella quale il fornitore dovrà indicare, in corrispondenza delle voci di fornitura, il prezzo offerto comprensivo di IVA, trasporto, montaggio, impianti previsti e relativa certificazione ed ogni altro onere aggiuntivo. E ammesso l utilizzo di altro formato dell offerta che permetta una facile lettura. L offerta dovrà inoltre prevedere: collaudo da effettuarsi presso il menzionato Istituto Leonardo da Vinci di Sapri (SA) Via Kennedy, 45 con Vs. tecnici alla presenza degli incaricati della Scuola; ART. 10 OBBLIGHI DELL AFFIDATARIO Ai sensi dell art. 3, comma 8 della Legge n. 136 del 13 agosto 2010, l aggiudicatario assume tutti gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla medesima legge, in particolare: l obbligo di utilizzare un conto corrente bancario o postale acceso presso una banca o presso la società Poste Italiane SpA e dedicato anche in via non esclusiva, alle commesse pubbliche (comma1); l obbligo di registrare sul conto corrente dedicato tutti i movimenti finanziari relativi all incarico e, salvo quanto previsto dal comma 3 del citato articolo, l obbligo di effettuare detti movimenti esclusivamente tramite lo strumento del bonifico bancario o postale (comma1); l obbligo di riportare, in relazione a ciascuna transazione effettuata con riferimento all incarico, il codice identificativo di gara (CIG): C94 e il codice unico di progetto (CUP) CUP E53J ; L obbligo di comunicare all Istituto Scolastico gli estremi identificativi del conto corrente dedicato, entro 7 gg dalla sua accensione o, qualora già esistente, dalla data di accettazione dell incarico nonché, nello stesso termine, le generalità e il codice fiscale delle persone delegate ad operare su di esso, nonché di comunicare ogni eventuale modifica ai dati trasmessi (comma 7); Ogni altro obbligo previsto dalla legge 136/2010, non specificato nel precedente elenco. Ai sensi del medesimo art. 3, comma 9 bis della citata legge, il rapporto contrattuale si intenderà risolto qualora l aggiudicatario abbia eseguito una o più transazioni senza avvalersi del conto corrente all uopo indicato all Istituto Scolastico. Fatta salva l applicazione di tale clausola risolutiva espressa, le transazioni

9 effettuate in violazione degli obblighi assunti con l accettazione dell incarico comporteranno, a carico dell aggiudicatario, l applicazione delle sanzioni amministrative come previste e disciplinate dall art. 6 della citata legge. ART RISPONDENZA ALLE NORMATIVE L appalto è soggetto alla piena ed intera osservanza di tutte le norme di leggi, decreti e regolamenti vigenti o che siano emanati in corso d opera per appalti di forniture analoghe. In particolare tutte le apparecchiature oggetto della fornitura e gli impianti dovranno essere conformi alla normativa vigente in materia di sicurezza e di sanità (Decreto n. 81/08 e s.m.i., n. 494/96 e legge n. 46/90 e successive modificazioni e/o integrazioni). ART. 12 RISCHI Sono a carico del fornitore i rischi di perdite e di danni verificatesi durante il trasporto dei prodotti ordinati. ART. 13 AGGIUDICAZIONE GARA E STIPULA DEL CONTRATTO L istituzione scolastica, in applicazione di quanto stabilito dal comma 9 dell art. 11 del D. Lgs 163/2006, trattandosi di esecuzione in via d urgenza a causa del ristretto arco di tempo intercorrente tra il momento dell autorizzazione del finanziamento e il termine fissato dall autorità preposta per la chiusura del Progetto, pena la perdita dei finanziamenti comunitari con grave danno dell interesse pubblico che si intendeva soddisfare, dopo la valutazione delle offerte procederà alla pubblicazione all albo e sul Sito Web istituzionale di una graduatoria provvisoria che - trascorsi dieci giorni senza che siano pervenuti ricorsi - diventerà definitiva. In caso contrario - vagliati gli eventuali ricorsi si procederà poi alla pubblicazione della graduatoria definitiva. La ditta aggiudicataria dovrà presentarsi per la stipula del contratto entro il termine assegnato con la comunicazione di notifica di aggiudicazione della fornitura effettuata a mezzo PEC dall Istituto. Faranno parte integrante del contratto il presente Capitolato con relativo Disciplinare Tecnico, e l offerta tecnicoeconomica presentata dall offerente. ART. 14 RESPONSABILITÀ DEL PROGETTO La ditta è responsabile per ogni parte, nessuna esclusa o riservata, della redazione del progetto esecutivo e della esecuzione dei lavori relativi all appalto. Restano a carico della ditta tutte le attività, e gli eventuali oneri economici consequenziali, per l attuazione di quanto disposto dalla normativa vigente (legge 46/90, Decreto n. 81/08, n. 494/96 etc.) in materia di sicurezza sui lavori sia per la fase di progettazione che per la fase di esecuzione dei lavori. ART. 15 CONSEGNA, COLLAUDO, MODALITÀ E CONDIZIONI DI PAGAMENTO Considerato il carattere di urgenza che riveste l intera procedura, la consegna del materiale richiesto dovrà avvenire entro TRENTA giorni dalla stipula del contratto; seguirà il collaudo, in modo da poter predisporre i relativi pagamenti e l inserimento in piattaforma da parte della Scuola di un congruo numero di certificazioni di spesa. (Vedi Nota M.I.U.R. D.G.A.I. prot. N. AOODGAI/12859 del 10/12/2013, pubblicata sul sito del MIUR Fondi Strutturali) L Istituto Scolastico provvederà, con apposita commissione o mediante singolo professionista, ad effettuare il collaudo tecnico amministrativo; la ditta aggiudicataria sarà invitata a presenziare con un proprio delegato. Il verbale di collaudo andrà controfirmato da entrambe le parti, in caso di non superamento, anche parziale, del collaudo, la ditta dovrà provvedere ad effettuare i lavori necessari e/o a fornire quanto necessario per l adeguamento.

10 Modalità di pagamento: Il pagamento sarà effettuato solo e soltanto previo effettivo accreditamento dei fondi da parte del MIUR, senza che nessuna responsabilità, o richiesta di interessi legali e/o oneri di alcun tipo, possa essere mossa all Amministrazione Scolastica in caso di ritardo ed, in ogni caso, dopo il collaudo favorevole da parte della Commissione di collaudo e previa presentazione di apposita fattura. ART. 16 PENALI In caso di ritardata esecuzione della realizzazione del progetto rispetto ai tempi indicati, l Istituto Scolastico applicherà una penale pari all 1 per mille per ogni giorno di calendario di ritardo fino ad un massimo di trenta giorni, oltre il quale l Istituto Scolastico si riserva di avviare le procedure per la rescissione del contratto e la richiesta di risarcimento dei danni conseguenziali. ART. 17 RISOLUZIONE Il rapporto contrattuale viene risolto ipso iure nei seguenti casi: - sospensione della prestazione per fatto dell impresa aggiudicataria; - fallimento dell impresa aggiudicataria o della mandataria; - non veridicità di parte o di tutto quanto contenuto nel progetto-offerta; - inadempienza alle clausole e condizioni del contratto ai sensi dell art e successivi del c.c. La risoluzione nei casi previsti dal presente articolo porta come conseguenza il risarcimento dei danni consequenziali. ART. 18 ESECUZIONE IN DANNO In caso di risoluzione, revoca, o di grave inadempienza dell impresa aggiudicataria l Istituto Scolastico si riserva il diritto d affidare a terzi la realizzazione di quanto oggetto dell Appalto con addebito della differenza a carico dell impresa stessa. L affidamento avviene per trattativa privata o, entro i limiti prescritti, in economia, stante l esigenza di limitare le conseguenze dei ritardi connessi con la risoluzione del contratto. L affidamento a terzi vene notificato all impresa aggiudicataria inadempiente nelle forme prescritte con l indicazione di nuovi termini di esecuzione degli incarichi affidati e degli importi relativi. All impresa aggiudicataria inadempiente sono addebitate le spese sostenute in più dall Istituto Scolastico rispetto a quelle previste dal contratto risolto. Esse sono prelevate da eventuali crediti dell impresa. In caso di minore spesa nulla compete all impresa aggiudicataria inadempiente. L esecuzione in danno non esime l impresa dalle responsabilità civili e penali in cui la stessa possa incorrere a norma di legge per i fatti che hanno motivato la risoluzione. ART. 19 OBBLIGHI E RESPONSABILITÀ La ditta aggiudicataria ha l obbligo di segnalare immediatamente tutte quelle circostanze e fatti che, rilevanti nell espletamento del suo compito, possano pregiudicare il regolare svolgimento del lavoro. Inoltre, si obbliga a rilevare l Istituto Scolastico da qualunque azione che possa esserle intentata da terzi o per mancato adempimento degli obblighi contrattuali o per trascuratezza o colpa negli adempimenti dei medesimi. La ditta aggiudicataria è esclusiva responsabile dell osservanza di tutte le disposizioni normative e legislative italiane e comunitarie relative alla realizzazione, all installazione e alla manutenzione dell intero sistema nonché alla tutela infortunistica del proprio personale addetto ai lavori di cui all appalto. E fatto carico alla Ditta Aggiudicataria di dare piena attuazione agli obblighi delle assicurazioni sociali e ad ogni patto di lavoro stabilito per il personale stesso ivi compreso quello economico, nazionale di categoria.

11 ART. 20 INVARIABILITÀ DEI PREZZI Nei prezzi offerti e contrattualmente fissati si intendono compresi e compensati tutti gli oneri di cui all appalto tutto incluso e nulla escluso per la completa esecuzione chiavi in mano della fornitura e delle prestazioni oggetto dell appalto. La ditta aggiudicataria, pertanto, non avrà diritto alcuno di pretendere sovrapprezzi o indennità di alcun genere per aumento dei costi, perdite o qualsiasi altra sfavorevole circostanza possa verificarsi dopo la data dell offerta, e per eventuali migliorie apportate alle attrezzature fornite non richieste dalla stazione appaltante. ART. 21 RESPONSABILITÀ CIVILE La ditta aggiudicataria assume in proprio ogni responsabilità per infortuni o danni eventualmente subiti da parte di persone o di beni, tanto della stessa ditta aggiudicataria quanto dell Istituto Scolastico o di terzi, in dipendenza di omissioni, negligenze o altre inadempienze attinenti l esecuzione delle prestazioni contrattuali ad esso riferibili anche se eseguite da parte di terzi. ART. 22 CONTROVERSIE ARBITRATO Tutte le controversie che dovessero sorgere tra L I.I.S. Leonardo da Vinci di SAPRI (SA) e la Ditta fornitrice, così durante la fornitura come al suo termine, saranno deferite ad un collegio arbitrale costituito da tre membri designati uno dall Istituto Scolastico, uno dalla Ditta ed un terzo, con le funzioni di presidente, di comune accordo tra le parti o, in caso di disaccordo, dal presidente del competente tribunale. Il collegio arbitrale giudicherà, come amichevole compositore, senza le forme di procedura per gli atti di istruzione. Il giudizio della Giunta Esecutiva arbitrale sarà inappellabile ed obbligherà le parti le quali rinunciano espressamente al ricorso all autorità giudiziaria. Le spese del giudizio arbitrale, anticipate dalla parte che avrà presentato la domanda di arbitrato, saranno a carico della parte soccombente. In caso di controversa giudiziale, il foro competente è quello di Lagonegro (PZ). ART. 23 MODALITÀ DI ACCESSO AGLI ATTI L accesso alle offerte, da parte degli offerenti, sarà consentito secondo la disciplina della legge 7 agosto 1990, n. 241 e successive modifiche. ART. 24 TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI L I.I.S. Leonardo da Vinci di SAPRI (SA) si impegna a trattare e a trattenere i dati esclusivamente per fini istituzionali, secondo i principi di pertinenza e di non eccedenza. Nell istanza di partecipazione, gli offerenti dovranno sottoscrivere, pena l esclusione dalla comparazione delle offerte, l informativa ai sensi dell art. 13 del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 e successive modificazioni, nonché ad indicare il nominativo del responsabile del trattamento dei dati. Per L I.I.S. Leonardo da Vinci di SAPRI (SA), il responsabile del trattamento dei dati è stato individuato nella persona del Dirigente Scolastico pro-tempore. ART. 25 RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO L I.I.S. Leonardo da Vinci di SAPRI (SA) ha individuato, quale responsabile del procedimento, il DS Prof. Giuseppe CARUSO. Lo stesso potrà essere contattato per eventuali chiarimenti a mezzo telefono/fax al n o al seguente indirizzo di Posta Elettronica Certificata:

12 ART RINVIO ALLA NORMATIVA VIGENTE Per quanto non esplicitamente previsto nel presente bando si rinvia alle "Disposizioni ed Istruzioni per l'attuazione delle iniziative cofinanziate dai Fondi Strutturali Europei reperibile sul sito e si fa riferimento, in quanto applicabili, alle disposizioni contenute nel D.P.C.M. n. 452 del 6/8/97 pubblicato dalla G.U. del 30/12/97. Fanno parte integrante del presente Bando: Allegato A Modello di Istanza di partecipazione Allegato B - Fac-Simile Dichiarazione rilasciata ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000 Allegato C Modello per offerta tecnico- economica Allegato D Informativa e consenso ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs 196/03 Il presente avviso è pubblicato nell Albo Pretorio on-line e nella sezione Amministrazione Trasparente/Bandi di gara sul sito dell'istituto, è inserito sul sito MIUR al link e pubblicizzato mediante a tutte le scuole della provincia di Salerno. IL DIRIGENTE SCOLASTICO prof. Giuseppe CARUSO

13 ALLEGATO A PON B4B-FESR06_POR_CAMPANIA Laboratorio di Topografia - Codice CUP E53J Codice CIG C94 ISTANZA DI PARTECIPAZIONE Il/la sottoscritt nato/a a il codice fiscale residente in Tel Fax rappresentante/procuratore/titolare dell impresa CHIEDE di essere ammesso alla gara a procedura aperta per i servizi e la fornitura delle attrezzature riferite al progetto PON B4B-FESR06_POR_CAMPANIA Laboratorio di Topografia Codice CUP E53J Codice CIG C94, lì Il Rappresentante Legale

14 ALLEGATO B PON B4B-FESR06_POR_CAMPANIA Codice CUP E53J Codice CIG C94 FAC-SIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 Il/la sottoscritt nato/a a il codice fiscale residente in Tel Fax rappresentante/procuratore/titolare dell impresa DICHIARA Ai sensi e per gli effetti dell art. 76 D.P.R. n. 445/2000, consapevole della responsabilità e delle conseguenze civili e penali previste in caso di dichiarazioni mendaci e/o formazione od uso di atti falsi nonché in caso di esibizione di atti contenenti dati non più corrispondenti a verità, e consapevole, altresì, che qualora emerga la non veridicità del contenuto della presente dichiarazione, il sottoscritto decadrà dai benefici per i quali la stessa è rilasciata - di essere legale rappresentante, e conseguentemente di avere l idoneità alla sottoscrizione degli atti delle presente gara; - di non trovarsi in nessuna delle clausole di esclusione ai sensi dell art. 11 commi 2 3 del D.Lgs. 24/07/1992 n. 358 e dell art. 38 del D.Lgs. 163/2006; - di essere in regola con gli obblighi di cui alla Legge n. 68/1999; - di non sussistenza delle cause ostative di cui all art. 10 della Legge n. 575/1965; - di aver preso piena ed integrale conoscenza del bando e relativi allegati e di accettarli senza riserva alcuna e di obbligarsi all osservanza di tutte le disposizioni presenti, nessuna esclusa, in particolare le penalità previste (art. 16 del bando di gara); - di aver valutato tutte le circostanze, influenti sulla fornitura in oggetto, che hanno portato alla determinazione delle condizioni contrattuali e del prezzo e di considerare quest ultimo congruo e remunerativo; - la non coincidenza, anche parziale, dei componenti gli organi di amministrazione e rappresentanza, nonché dei soggetti firmatari degli atti di gara con quelli di altre imprese partecipanti in via autonoma alla gara; - di non trovarsi nelle condizioni previste dall art. 48 bis del D.P.R. 29/9/1973, n 602 per importi pari o superiori ad ,00, importo comprensivo di IVA; - di accettare le condizioni di pagamento stabilite all art. 15 del bando di gara; - di non essere in presenza di procedimenti per l applicazione di misure di prevenzione coatta; - di non essere in presenza di cause ostative in materia di criminalità organizzata (antimafia); - di non trovarsi in presenza di sentenze penali di condanna passate in giudicato o di decreti penali divenuti irrevocabili o di sentenze di applicazione della pena su richiesta (patteggiamento) ovvero che, pur essendosi trovato in presenza di sentenze penali, ha ottenuto il provvedimento di riabilitazione o di estinzione del reato; - di non avere in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni; - di non trovarsi in stato di sospensione dell attività commerciale;

15 - di non aver riportato condanne, con sentenza passata in giudicato, per qualsiasi reato che incida sulla propria moralità professionale o per delitti finanziari; - di non aver commesso, nell esercizio della propria attività professionale, gravi errori accertati con qualsiasi mezzo di prova addotto dall amministrazione aggiudicatrice; - nel caso di realizzazione di impianti elettrici o rete dati, il rispetto delle normative in materia di installazione e manutenzione degli impianti di cui all Art. 1 del DM 37/2008 (Ex Legge 46/90) ed essere abilitato al rilascio della dichiarazione di conformità; - di adottare, durante le fasi di lavoro, tutte le misure di sicurezza e garanzie previste dal D. Lgs. 81/2008 e successive modifiche e integrazioni. - di aver preso visione dell Allegato D informativa e consenso ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs 196/03. - di autorizzare la stazione appaltante ad effettuare le comunicazioni di cui all art. 79, comma 5 D.lgs 163/2006 e ss.mm.ii. a mezzo posta elettronica (PEC) Si allega fotocopia del documento di identità in corso di validità del legale rappresentante/procuratore/titolare, lì Il Dichiarante

16 Allegato D informativa e consenso ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs 196/03 Informativa agli interessati (art. 13 del D. Lgs. n. 196/2003) Premesso che ai sensi del Decreto Legislativo 30 Giugno 2003 n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali) art. 13, l'interessato o la persona presso la quale sono raccolti i dati personali, sono previamente informati oralmente o per iscritto circa le finalità e le modalità del trattamento, la natura obbligatoria o facoltativa del conferimento dei dati, le conseguenze di un eventuale rifiuto di rispondere, i soggetti o le categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati, e l'ambito di diffusione dei dati medesimi, i diritti di cui all'articolo 7 del D.Lgs. 196/2003 e gli estremi identificativi del titolare, L I.I.S. Leonardo da Vinci di SAPRI (SA) in qualità di Titolare del Trattamento dei dati personali, La informa che si considerano di rilevante interesse pubblico, le finalità di istruzione e di formazione in ambito scolastico e che, per la tutela della privacy, l Istituto Scolastico ha predisposto il Documento Programmatico sulla Sicurezza (DPS), in cui sono riportate le misure adottate e le istruzioni impartite ai soggetti Incaricati del Trattamento, al fine di garantire la tutela della riservatezza dei dati. I dati personali in possesso del L I.I.S. Leonardo da Vinci di SAPRI (SA) sono raccolti dagli Incaricati del Trattamento per l espletamento dei compiti istituzionali ed in ogni caso trattati nel rispetto degli obblighi di correttezza, liceità e trasparenza imposti dalla citata normativa a tutela della riservatezza e per prevenire violazioni dei diritti, delle libertà fondamentali e della dignità dell'interessato. Pertanto, i dati conferiti, o per disposizione di legge o su iniziativa dello stesso interessato, saranno raccolti e trattati per l esclusivo assolvimento degli obblighi istituzionali. Il D.M. 305 del 07/12/2006, Regolamento del Ministero della Pubblica Istruzione concernente l identificazione dei dati sensibili e giudiziari trattati e di operazioni indispensabili per la gestione del sistema dell istruzione, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 11 del 15/01/2007 individua i cosiddetti dati sensibili, cioè idonei a rivelare l'origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l'adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale, ed i cosiddetti dati giudiziari. Detti dati possono essere trattati per lo svolgimento delle procedure relative alle seguenti aree: 1. Selezione e reclutamento a tempo indeterminato e determinato e gestione del rapporto di lavoro; 2. Gestione del contenzioso e procedimenti disciplinari; 3. Organismi collegiali e commissioni istituzionali; 4. Attività propedeutica all avvio dell anno scolastico; 5. Attività educativa, didattica e formativa, di valutazione; 6. Scuole non statali; 7. Rapporti scuola famiglie: gestione del contenzioso. Il trattamento dei dati personali, forniti direttamente o comunque acquisiti, avverrà presso la sede dell Istituto, nel rispetto dei principi di indispensabilità, pertinenza e non eccedenza. In particolare i dati verranno trattati in forma scritta e supporto cartaceo, informatico e telematico, nei modi e nei limiti necessari per perseguire le predette finalità in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati stessi.

17 Le categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati sono esclusivamente quelli previsti dalla legge e/o da regolamenti ed in particolare gli Enti Locali collegati con l Istituto Scolastico, il Ministero Pubblica Istruzione ed uffici decentrati, il Ministero dell Economie e delle Finanze ed Uffici decentrati, Organismi Sanitari e privati o organi istituzionali, con finalità previdenziali, assistenziali e istituti assicurativi. - Titolare e Responsabile del Trattamento è L I.I.S. Leonardo da Vinci di SAPRI (SA) nella persona del Dirigente Scolastico prof. Giuseppe CARUSO. Il luogo ove avviene il trattamento dei dati personali è la sede dell I.I.S. Leonardo da Vinci Via Kennedy, SAPRI (SA) Per esercitare i diritti di cui all art. 7 del Testo Unico in materia di trattamento di dati personali, è possibile presentare istanza scritta al Titolare del Trattamento. IL TITOLARE DEL TRATTAMENTO RESPONSABILE PER LA PRIVACY Prof. Giuseppe CARUSO

18 ALLEGATO C Capitolato tecnico ALLEGATO C - SCHEDA DA INSERIRE NELLA BUSTA CON L OFFERTA TECNICO-ECONOMICA Fornitura e messa in opera delle sotto elencate apparecchiature, attrezzature ed impianti: Descrizione del prodotto richiesto Descrizione del prodotto offerto N RICEVITORE L1 + L2 + L5 GPS/GLONASS/GALILEO/COMPASS CON ANTENNA CON TECNOLOGIA FENCE E BLUETOOTH CLASSE 1 INTEGRATI COMPLETO DI TREPPIEDE : Oltre 220 canali universali. Ricezione L1+L2 GPS/GLONASS. Possibilità aggiornamento alla ricezione del segnale L5 GPS tramite firmware senza nessuna sostituzione hardware. Possibilità aggiornamento alla ricezione dei segnali GALILEO tramite firmware senza nessuna sostituzione hardware. Connessione RTK a Stazioni Permanenti. Precisione: post elaborazione H 3mm + 0,5ppm, V 5mm + 0,5ppm 2 Prezzo unitario Prezzo complessivo (iva compresa) (iva compresa)

19 Precisione: RTK H 10mm + 1ppm, V 15mm + 1ppm Antenna integrata con tecnologia FENCE Sistema di comunicazione RTK via Bluetooth: la Base deve essere in grado di trasmettere la correzione RTK via bluetooth fino ad una distanza di 300 m e fino ad un massimo di tre ricevitori Rover contemporaneamente. Questo metodo di comunicazione non deve richiedere alcuna licenza di utilizzo. Batterie integrate e non removibili per una durata massima di 15 ore. Memoria integrata non removibile da 4 GB Peso non superiore a 0,85 kg Resistenza ad acqua e polvere: IP67 STAZIONE TOTALE INTEGRATA, COMPLETA DI TREPPIEDE, PRISMA E ASTA PORTAPRISMA CUSTODIA ED ACCESSORI : Misurazione angolare Lettura minima/precisione 1 /5 Compensazione compensatore biassiale Misurazione della distanza Portata EDM con prisma 4000 m Precisione EDM con prisma 2 mm + 2 ppm Portata senza prisma 500 m Precisione senza prisma 3 mm + 2 ppm (0,3-200 m) 1

20 Tempo di misurazione Fine: 0,9 s Rapido: 0,7 s Tracciamento: 0,3 s Comunicazioni Comunicazioni rover LongLink basate su Bluetooth Classe 1 Slot USB 2.0 (Host + Slave) Seriale RS-232C Caratteristiche generali Display/tastiera Doppio touchscreen LCD Autonomia batteria Fino a 18 ore Protezione da acqua/polvere IP65 Connessione wireless Bluetooth Classe 1 Temperatura d esercizio Da -30 a +60 C* Programma Operativo Regionale 2007 IT161PO009 FESR Campania CONTROLLER: Sistema operativo Windows Mobile. Sistema touch screen. Memoria Flash 4 GB non removibile. Gps integrato. Processore 806 MHz. 1 Porta seriale e USB 1 Slot per espansione di memoria tramite SD Bluetooth integrato. Wi-Fi integrato. Modem UMTS/HSDPA integrato. Fotocamera. Bussola elettronica e inclinometro integrato SOFTWARE PER IL CONTROLLER PER GESTIRE GPS E STAZIONE TOTALE: Modalità di lavoro supportate: statico, statico rapido, stop 1 1

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Spett.le ACSM-AGAM S.p.A. Via P. Stazzi n. 2 22100 COMO CO Oggetto: Dichiarazione sostitutiva in merito al possesso dei requisiti di ordine generale prescritti dall

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

ART. 1 Ente appaltante

ART. 1 Ente appaltante La Scuola è sede di progetti Istituto Omnicomprensivo Statale San Demetrio Corone (CS) Dirigenza ed Uffici Amministrativi Via Dante Alighieri, n. 146 87069 San Demetrio Corone (CS) Tel. +39 0984 956086

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PER ATTIVITA

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA. All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA. All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari CIG: 55637729E4 Procedura aperta per l affidamento del servizio di raccolta,

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F.

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F. ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Largo Luigi Daga, 2 00164 ROMA Tel.06/665911 fax 06/66165233 C.F. 96154220584 BANDO PER ISTITUZIONE ELENCO IMPRESE DA INVITARE ALLE

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso LETTERA INVITO A TRATTATIVA PRIVATA APERTA per Fornitura di Servizi di TRASLOCO di mobili e documenti da ufficio da Roma, Via Cristoforo Colombo 283/A (8 piano) a Roma, Quintino Sella, 42, CIG: Z9C0C2C891

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CROTONE Prot. n. 25161 del 21/05/2012 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Fornitura di Prodotti Disinfestanti e Derattizzanti

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA AL COMUNE DI OLGIATE MOLGORA VIA STAZIONE 20 - OLGIATE MOLGORA (LC) GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E TRASPORTO

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

MODELLO A allegato all avviso di procedura comparativa di cui

MODELLO A allegato all avviso di procedura comparativa di cui MODELLO A allegato all avviso di procedura comparativa di cui al D.D. n. 7 del 01/04/2015 Al Direttore del Dipartimento di LETTERE dell Università degli Studi di Perugia Piazza Morlacchi, 11-06123 PERUGIA

Dettagli

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale).

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). Allegato al MOD. PRES. Mod. DICH/14. DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). DELLA IMPRESA (denominazione e ragione sociale). SEDE LEGALE

Dettagli

REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE

REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE Approvato con deliberazione del Direttore Generale n. 500 del 9.6.2011 INDICE Art. 1 Oggetto Art. 2 Albo Pretorio on line Art. 3 Modalità di pubblicazione e accesso Art.

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

CONVENZIONE. Tra. Istituto Comprensivo 22 Alberto Mario

CONVENZIONE. Tra. Istituto Comprensivo 22 Alberto Mario ISTITUTO COMPRENSIVO 22 ALBERTO MARIO Piazza Sant Eframo Vecchio, 130-80137 NAPOLITel. 0817519375FAX: 0817512716 C.M. NAIC8BT00NCodice fiscale 80022520631 e-mail: naic8bt00n@istruzione.it naic8bt00n@pec.istruzione.it

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO Modello B Comune di Saluzzo Via Macallè, 9 12037 SALUZZO PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELLA POLIZZA DI ASSICURAZIONE A FAVORE DEL COMUNE DI SALUZZO RELATIVA A INCENDIO E ALTRI EVENTI, FURTO E

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

L acquisizione di candidature riguarderà i seguenti ambiti di interesse, costituenti Sezioni dell Albo:

L acquisizione di candidature riguarderà i seguenti ambiti di interesse, costituenti Sezioni dell Albo: Avviso pubblico per l istituzione di un Albo di esperti da impegnare nelle attività di realizzazione di programmi e progetti di studio, ricerca e consulenza. Art. 1 Premessa E indetto Avviso Pubblico per

Dettagli

Codice Identificativo Gara, CIG: 03154838CC

Codice Identificativo Gara, CIG: 03154838CC ACCORDO QUADRO BIENNALE PER I SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILI, MACCHINE ED ARREDI PER UFFICIO, APPARECCHIATURE INFORMATICHE ED ELETTRONICHE, DOCUMENTAZIONE CARTACEA DA TRASFERIRE NELLA NUOVA

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Distr. Sc. n 9 - Via V. Veneto 89822 SERRA SAN BRUNO (VV) FONDI STRUTTURALI 2007-2013 PEC: vvis003008@pec.istruzione.it PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE FONDO

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito ALLEGATO 1 Via A. Picco Oggetto: istanza di ammissione alla gara relativa servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria delle macchine operatrici di ACAM Ambiente s.p.a.. Il sottoscritto...., nato

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e:

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e: Marca da bollo 14,62 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI BERTINORO OGGETTO: Richiesta licenza di spettacolo o trattenimento pubblici di cui all art. 68/ 69 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, a carattere

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

Art. 1 - OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI

Art. 1 - OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI BANDO PER LA VENDITA DI TERRENI CON PATTO DI RISERVATO DOMINIO A FAVORE DI GIOVANI LAUREATI (Determinazione del Direttore Generale n. 642 del 06/12/2012) Art. 1 - OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI 1. L Istituto

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

MODELLO D - DICHIARAZIONI PROGETTISTI MANDANTI R.T.I. o di cui si AVVALE IL CONCORRENTE

MODELLO D - DICHIARAZIONI PROGETTISTI MANDANTI R.T.I. o di cui si AVVALE IL CONCORRENTE Al Comune di Lamporecchio Ufficio Tecnico Lavori Pubblici - Piazza Berni, 1-51035 Lamporecchio (PT) OGGETTO: CONCESSIONE DEI LAVORI DI COSTRUZIONE E GESTIONE DI UN IMPIANTO DI TELERISCALDAMENTO ALIMENTATO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE

IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE SELEZIONE PUBBLICA PER ESAMI, PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO DI ASSISTENTE AI SERVIZI AMMINISTRATIVI E CONTABILI CAT. C1. IL DIRETTORE DELL AREA RISORSE UMANE,

Dettagli

Al Comune di Acireale - Capofila Distretto n.14 Via degli Ulivi 21 - Acireale

Al Comune di Acireale - Capofila Distretto n.14 Via degli Ulivi 21 - Acireale Da riportare su carta intestata Mod. 1 sez A Al Comune di Acireale - Capofila Distretto n.14 Via degli Ulivi 21 - Acireale DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI ENTI DEL DISTRETTO SOCIO-SANITARIO 14 PER

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N.

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria Via Venezia, 16 15121 ALESSANDRIA Tel. 0131 206111 www.ospedale.al.it asoalessandria@pec.ospedale.al.it C. F. P. I. 0 1 6

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO Servizio: UOA APPROVVIGIONAMENTI Data: 29 dicembre 2010 Spett.le Ditta Prot. n.: 46520 da citare nella risposta Vs. rif.: Oggetto:

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

RP 04/14 AVVISO DI SELEZIONE PER INFORMATORE TURISTICO ALTA VALSUSA

RP 04/14 AVVISO DI SELEZIONE PER INFORMATORE TURISTICO ALTA VALSUSA RP 04/14 AVVISO DI SELEZIONE PER INFORMATORE TURISTICO ALTA VALSUSA Si rende noto che è indetta una procedura selettiva per individuare un soggetto idoneo a ricoprire la posizione di Informatore/trice

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 Disciplinare di gara pubblica per l affidamento dei servizi di trasporto funzionali all espletamento

Dettagli

MOD. A DOMANDA TIPO. Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME)

MOD. A DOMANDA TIPO. Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME) MOD. A DOMANDA TIPO Al Comune di Mandanici Via Roma n. 20 98020 Mandanici (ME) Il sottoscritto (cognome e nome)..., nato a..., prov...., il... codice fiscale..., partita I.V.A.... e residente a..., prov....,

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali CIRCOLARE N. 36/2013 Roma, 6 settembre 2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva Prot. 37/0015563 Agli indirizzi in allegato Oggetto: art. 31 del D.L.

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli