Piano esecutivo di gestione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Piano esecutivo di gestione"

Transcript

1 Piano esecutivo di gestione Azioni 213 Allegato C

2 Sommario Premessa: Il Comune in cifre Parte I Piano Azioni Parte II Piano delle opere pubbliche Parte III Risorse assegnate

3 Il Comune in cifre Sindaco Giunta Consiglio Claudio Toni 6 assessori 21 consiglieri Mandato Segretario generale Fabrizio Petruzzi Settori 5 Dirigenti 4 Dipendenti a tempo indeterminato Dipendenti a tempo determinato 19 6 Organigramma Consiglio Comunale Giunta Comunale Sindaco Nucleo di valutazione Collegio dei Revisori Comitato di Direzione Segretario generale Settore n. 1 Servizi istituzionali e gestione delle risorse interne Settore n. 2 Settore economico finanziario Settore n. 3 Realizzazione e riuso opere pubbliche Settore n. 4 Assetto del territorio e ambiente Settore n. 5 Servizi alle persone 1

4 Territorio superficie 65 kmq aree a verde urbano funzionale mq n.parchi attrezzati mq strade provinciali strade comunali strade vicinali 29,5 km 12 km 115 km km strade illuminate n.punti luce fiumi e torrenti 16 Popolazione abitanti cittadini stranieri 16,5% nuclei familiari in età -6 anni 6,9% in età 7-14 anni 7,% in età anni 14,6% in età 3-65 anni 51,3% in età oltre 65 anni 2,2% Economia n.imprese attive di cui: Agricoltura 148 Industria 956 Servizi 1.32 Altre non classificate 3 2

5 Aggregazioni sociali associazioni 62 società sportive 29 Scuole n. nido comunali posti 1-24 n. nido convenzionati posti 4-48 n.nido accreditati posti 4-84 n.materne posti n.elementari posti n.medie posti n.superiori posti Altre strutture biblioteca 1 auditorium 1 impianti sportivi 17 punti wi-fi pubblici 2 punti PAAS 3 centro infanzia 1 centro giovani 1 centri emergenza abitativa 3 farmacia comunale 1 cimiteri 7 Risorse strumentali mezzi operativi 8 3

6 veicoli 34 scuolabus 8 personal computer 157 server 12 Società partecipate società partecipate direttamente 9 società partecipate indirettamente 11 Sito istituzionale 4

7 Piano Esecutivo di Gestione 213 Piano delle azioni 5 PARTE I

8 Questa sezione del Piano Esecutivo di Gestione contiene le azioni assegnate dalla Giunta ai Dirigenti per l anno 213, finalizzate all attuazione degli obiettivi di mandato. Le azioni sono indicate con riferimento a ciascuno dei quattro programmi in cui è suddiviso il piano di mandato di questa amministrazione: Programma 1 Servizi al cittadino Programma 2 Governo del territorio Programma 3 Economia e lavoro Programma 4 Innovazione servizi comunali Di ogni azione, è indicata la descrizione, la tipologia (Sviluppo, Miglioramento, mantenimento), se è qualificata come intervento DAMS- Documento annuale per il miglioramento e la semplificazione ai sensi dell art.26 del Regolamento sui rapporti tra cittadini e amministrazione comunale, il responsab,se trattasi di intervento pluriennale. Sono inoltre indicati i dati dettagliati relativi a: o Incaricato all attuazione operativa dell azione o e tempi di realizzazione o In conformità all art.4 del Regolamento che disciplina il Sistema di misurazione e valutazione della performance approvato con delibera n.151 del della Giunta, alle azioni è attribuito un parametro moltiplicatore (peso) così distinto: - azioni di sviluppo: 1 - azioni di miglioramento:,75 - azioni di mantenimento:,5 - azioni di DAMS: comunque 1 Il parametro moltiplicatore misura e indica la rvanza dell azione rispetto all obiettivo strategico a cui è associata e a cui essa tenda, nonché la sua complessità operativa 6

9 1 - Area 1 Servizi al cittadino 7

10 1.A - Promuovere conoscenza, istruzione e sviluppo culturale 1.A.1 - Ridurre l'abbandono scolastico Amministratore/i Emma Donnini Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.A.1.1 Descrizione: PIANIFICAZIONE ZONALE DEGLI INTERVENTI EDUCATIVI (L.R. 32/22). Partecipazione ai "tavoli" di progettazione integrata della nuova struttura organizzativa di supporto alla Conferenza zonale per l'istruzione Empolese- Valdelsa (educazione interculturale, educazione ambientale, disagio scolastico, infanzia e l'adolescenza, educazione degli adulti). Programmazione pluriennale degli interventi di educazione, istruzione, orientamento, formazione e politiche del lavoro sulla base degli obiettivi e delle linee guida del nuovo Piano di Indirizzo Generale Integrato (PIGI) della Regione Toscana. Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: Sì Tipo Azione: Miglioramento Caccialupi Antonella Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 5 Partecipazione ai tavoli di lavoro e alla conferenza 1/3/213 31/12/213 // Caccialupi Antonella zonale 2 5 Predisposizione PEZ e relativi atti 1/3/213 31/1/213 // Caccialupi Antonella Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno prec. Progetti educativi approvati N 1 Risultato atteso Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.A.1.2 Descrizione: PROTOCOLLO DI INTESA CON LE SCUOLE PER LA PREVENZIONE DEL DISAGIO. Elaborazione di un protocollo, in collaborazione con le scuole e l'associazionismo, che consenta di programmare e attuare in modo integrato azioni strutturate e funzionali alla realizzazione dell'obiettivo, evitando sovrapposizioni, sprechi di risorse e di energie. Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Miglioramento Gozzi Marcella Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 3 Incontri di programmazione e coordinamento tra 6/5/213 2/12/213 // Gozzi Marcella istituzioni e associazioni 2 3 Approvazione del protocollo 23/9/213 31/3/214 // Gozzi Marcella 3 4 Avvio delle attività 23/9/213 31/3/214 Gozzi Marcella 4 Sperimentazione delle azioni di prevenzione del 1/1/213 // // Gozzi Marcella disagio sulla base di progetti specifici concordati tra gli enti 5 Coordinamento, monitoraggio e tutoraggio delle azioni 23/9/213 // // Gozzi Marcella Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno prec. No 2 5 Protocollo approvato 5 Iniziative avviate N 2 Risultato atteso Note: L'azione è ricollegata alla macro azione di cui all'obiettivo 1.B.1.2 "Rete Sicura" 8

11 Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.A.1.3 Descrizione: ORIENTAMENTO SCOLASTICO E PROFESSIONALE. Laboratori di orientamento alla scelta degli studi, della formazione e del lavoro nelle classi delle scuole secondarie di I e II grado dei Comuni appartenenti alla Rete InformaGiovani. Azioni di tutoraggio e sostegno ai ragazzi a rischio di dispersione scolastica. Fiere dell Orientamento e seminari di approfondimento. Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Miglioramento Gozzi Marcella Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 7 Realizzazione del programma di attività /1/213 31/5/213 31/5/ Monitoraggio e verifica del programma di attività 212-1/1/213 3/6/213 3/6/ Programmazione attività e calendari con gli insegnanti 23/9/213 31/3/214 Gozzi Marcella Monitoraggio e verifica programma di attività /1/213 Gozzi Marcella Realizzazione del programma di attività /1/213 Carmignani Serena Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno Risultato prec. atteso Sì 5 2 Grado di soddisfazione dei ragazzi e degli % insegnanti (> 65%) Sì 4 2 Genitori partecipanti alle iniziative N Sì 3 2 Scuole partecipanti alle fiere N Sì 2 2 Studenti partecipanti alle azioni N 1 2 Classi o gruppi partecipanti alle azioni N 71 6 calssi e 1 alunni Note: Le azioni di orientamento vengono realizzate su tutti i Comuni del Valdarno in quanto il Centro InformaGiovani & Servizi per l'impiego del Comune di Fucecchio è anche Centro Rete degli informagiovani del Valdarno Inferiore. Le azioni rivolte alle scuole di Fucecchio sono ricollegabili anche all'azione "protocollo d'intesa con le scuole" di cui all'obiettivo 1.A A.2 - Migliorare l'accesso ai servizi educativi Amministratore/i Emma Donnini Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.A.2.1 Descrizione: PROGETTI EDUCATIVI ZONALI (P.E.Z.) INFANZIA Gestione dei servizi educativi per la prima infanzia, anche nella forma dell'acquisto di posti nei servizi privati accreditati. Progetti di continuità educativa, azioni di promozione dell'integrazione tra i servizi (pubblici e privati) e della qualità dei servizi. Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Sviluppo Caccialupi Antonella Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 5 Procedure per l'acquisizione dei posti nei servizi privati 1/7/213 31/8/213 31/8/213 Caccialupi accreditati Antonella 2 5 Realizzazione progetti di continuità educativa, azioni di promozione tra servizi e della qualità dei servizi 1/9/213 31/12/213 Caccialupi Antonella Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno Risultato prec. atteso Sì 2 5 Posti acquistati nei servizi privati accreditati N Posti prima infanzia gestiti direttamente N

12 Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.A.2.2 Descrizione: REINTERNALIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA. Cessazione del rapporto di servizio con la Fucecchio servizi S.r.l., per quanto riguarda il servizio di refezione scolastica. Appalto del servizio mediante espletamento di selezione pubblica (produzione e trasporto pasti; sporzionamento). Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: No Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Miglioramento Cheti Alberto Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 1 Atto di indirizzo del Consiglio comunale 1/5/213 3/9/213 // Cheti Alberto 2 4 Perfezionamento procedure appalto servizio refezione 1/5/213 31/1/213 // Cheti Alberto 3 4 Supporto amministrativo alla Fucecchio Servizi srl per 1/1/213 31/12/213 // Caccialupi la gestione ordinaria dei servizi scolastici Antonella 4 1 Avvio gestione diretta servizio refezione scolastica 1/9/213 16/9/213 Caccialupi Antonella Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno prec. No 2 75 Aggiudicazione gara d'appalto No 1 25 Atto di indirizzo del Consiglio Comunale Risultato atteso Criticità non governabili: La realizzazione della fase nel suo complesso ha incontrato diversi ostacoli, sia normativi che procedurali. - la reinternalizzazione del servizio legata allo scioglimento della Fucecchio Servizi (normativa con disposizioni particolarmente instabili); - difficoltà nella definizione delle modalità gestionali per l'esecuzione del nuovo appalto, soprattutto in relazione alla gestione del personale dipendente della Fucecchio Servizi; Tutto cio' ha rallentato il processo finalizzato al nuovo affidamento del servizio. 1.A.3 - Adeguare gli edifici scolastici Amministratore/i Emma Donnini, Nicolò Luca Cannella Settore 4 - Assetto del territorio - Anno 213 Codice 1.A.3.1 ambiente Descrizione: Studi di fattibilità/progettazione per adeguamento ricettività scuole elementare e media Responsab: Comuniello Antonio Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Sviluppo Comuniello Antonio Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 7 Predisposizione studio fattibilità ed Esame Giunta 3/6/213 31/12/213 Comuniello Antonio 2 3 Procedure per affidamento incarico 2/9/213 31/12/213 Aringhieri Monica Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno prec. 1 Numero studi fattibilità (ipotesi progettuali) N Risultato atteso 1

13 Settore 4 - Assetto del territorio - Anno 213 Codice 1.A.3.2 ambiente Descrizione: Adeguamento e ampliamento scuola materna Vedute Responsab: Comuniello Antonio Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Sviluppo Comuniello Antonio Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 5 Acquisizione Pareri su vincoli sovraordinati 1/4/213 31/12/213 Comuniello Antonio 2 3 Definizione Giunta scelte localizzative 2/9/213 31/12/213 Comuniello Antonio 3 2 Progettazione preliminare 2/12/213 31/3/214 Comuniello Antonio Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno prec. 1 Rispetto dei tempi Risultato atteso Settore 4 - Assetto del territorio - Anno 213 Codice 1.A.3.3 ambiente Descrizione: Nuova scuola materna San Pierino - Atti conseguenti alla fine lavori e collaudo lavori di costruzione edificio. Responsab: Comuniello Antonio Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Sviluppo Manetti Gabriele Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 8 Collaudo 1/1/213 31/1/213 Manetti Gabriele 2 2 Verifiche normative 1/9/213 31/12/213 Manetti Gabriele Settore 4 - Assetto del territorio - Anno 213 Codice 1.A.3.4 ambiente Descrizione: Scuola elementare "G. Pascoli" del Capoluogo " - Intervento di rifacimento della copertura Responsab: Comuniello Antonio Pluriennale: No Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Miglioramento Manetti Gabriele Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 4 Progettazione 1/2/213 15/6/213 7/6/213 Manetti Gabriele 2 5 Esecuzione lavori 1/7/213 15/1/213 Manetti Gabriele 3 1 Collaudo 16/1/213 31/12/213 Manetti Gabriele Settore 4 - Assetto del territorio - Anno 213 Codice 1.A.3.5 ambiente Descrizione: Interventi aggregati di manutenzione straordinaria edifici scolastici Responsab: Comuniello Antonio Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Mantenimento Talini Nicola 11

14 Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 2 Programmazione interventi per l'anno /6/213 3/6/213 28/6/213 Talini Nicola 2 5 Ordinazione lavori e Direzione Lavori 1/7/213 31/12/213 Talini Nicola 3 3 Verifiche, contabilità e presa in consegna delle opere 15/7/213 31/12/213 Talini Nicola Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno prec. Sì 5 Importo complessivo lavori Sì 4 4 Numero segnalazioni scuole soddisfatte/numero segnalazioni scuole ricevute Sì 3 2 Numero interventi verificati Sì 2 2 Numero interventi realizzati 2 Numero interventi progettati N % Risultato atteso 1.A.4 - Sviluppare le attività culturali e sportive con la partecipazione dei cittadini, singoli e in associazione Amministratore/i Sara Matteoli, Nicolò Luca Cannella, Alessio Spinelli Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.A.4.1 Descrizione: NUOVO CINEMA TEATRO. Affidamento in concessione della gestione del Cinema teatro di Piazza Montanelli. Perfezionamento ed espletamento delle procedure di gara. Avvio della programmazione culturale da parte del soggetto affidatario. Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: No Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Sviluppo Sciagra Lisa Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 5 Predisposizione della gara per l'affidamento in 2/1/213 31/7/213 31/7/213 Sciagra Lisa concessione del Cinema teatro 2 5 Espletamento procedure di gara e affidamento della 31/7/213 31/3/214 Sciagra Lisa concessione Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno prec. No 2 4 Aggiudicazione della concessione No 1 6 Indizione della gara Risultato atteso Settore 2 - Economico Finanziario Anno 213 Codice 1.A.4.2 Descrizione: Supporto nella redazione della documentazione di gara e nell'espletamento delle procedure per l'affidamento in concessione della gestione del Teatro comunale; formalizzazione del rapporto contrattuale con l'operatore economico selezionato Responsab: Buti Cristina Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Sviluppo Malucchi Fabio Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 4 Supporto nella predisposizione della documentazione 1/5/213 3/9/213 16/9/213 della gara informale riservata agli operatori che hanno manifestato interesse 2 4 Supporto nell'espletamemto dlla gara 3/9/213 15/12/ Formalizzazione del rapporto contrattuale con l'operatore selezionato 15/12/213 31/1/214 Pulidori Letizia 12

15 Settore 4 - Assetto del territorio - Anno 213 Codice 1.A.4.3 ambiente Descrizione: Adempimenti tecnici preordinati alla messa in esercizio della porzione di immob, acquisitio in leasing, destinato a Cinema-Teatro. Responsab: Comuniello Antonio Pluriennale: No Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Sviluppo Pisaneschi Raffaello Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 15 Verifiche con comando provinciale Vigili del Fuoco 1/6/213 15/1/213 Pisaneschi Raffaello 2 15 Affidamento incarico professionale per SCIA pratica 1/1/213 3/11/213 Pisaneschi antincendio Raffaello 3 2 Definizione rapporti integrativi con Società di Leasing 15/1/213 31/12/213 Pisaneschi Raffaello 4 5 Contraddittorio con Imprese esecutrici 1/2/213 31/12/213 Pisaneschi Raffaello Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno prec. No 1 1 Rispetto dei termini per le varie fasi in cui è suddivisa l'azione Risultato atteso Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.A.4.4 Descrizione: PROGRAMMAZIONE INTEGRATA DELLE ATTIVITA' (BIBLIOTECA, MUSEO, CIAF, SCUOLE E ASSOCIAZIONISMO). Realizzazione del centro estivo nel Parco Corsini "Storia, arte e libri". Realizzazione del progetto lettura con le scuole. Attività didattica del museo. Potenziamento delle attività del punto prestito presso la COOP. Progetto di realizzazione di un servizio integrato tra la sezione ragazzi della biblioteca e il CIAF. Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: Sì Tipo Azione: Miglioramento Sciagra Lisa Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 2 Analisi delle attività del CIAF e della Biblioteca ai fini 1/7/213 3/8/213 3/8/213 Canovai Monica dell'integrazione tra le due strutture 2 2 Progettazione della gestione integrata di Biblioteca e 1/1/213 3/11/213 Sciagra Lisa CIAF in uno spazio condiviso 3 1 Realizzazione del Centro estivo "Storia, arte e libri" 15/7/213 7/9/213 7/9/213 Sciagra Lisa 4 2 Potenziamento attività del punto prestito Coop 3/6/213 31/3/214 Sciagra Lisa 5 2 Progetto lettura nelle scuole 1/1/213 31/7/213 31/7/213 Sciagra Lisa 6 1 Realizzazione attività didattica del museo 1/1/213 31/7/213 31/7/213 Sciagra Lisa Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno prec. No 5 2 Progetto gestione integrata Biblioteca e CIAF Sì 4 2 Iscritti centro estivo numero Risultato atteso Sì 3 2 Incontri del museo con le scuole numero Sì 2 2 Incontri della biblioteca con le scuole numero Prestiti realizzati al punto Coop numero Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.A.4.5 Descrizione: MAGNA CHARTA DEL VOLONTARIATO. Partecipazione del Museo di Fucecchio al progetto sperimentale regionale "Magna Charta del volontariato", mediante convenzione con Associazione per lo svolgimento di attività di supporto alla tutela e valorizzazione dei beni culturali del territorio. Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: Sì Periodo: 13

16 DAMS: No Tipo Azione: Miglioramento Sciagra Lisa Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 5 Perfezionamento convenzione 2/1/213 31/5/213 24/5/213 Sciagra Lisa 2 5 Realizzazione attività convenzionate 3/6/213 31/3/214 Sciagra Lisa Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno Risultato prec. atteso Sì 2 5 Iniziative realizzate numero 5 No 1 5 Convenzione Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.A.4.6 Descrizione: GESTIONE DELL'OSTELLO, DELL'AUDITORIUM E DELLA LIMONAIA. Progettazione e nuovo affidamento della gestione. Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: No Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Miglioramento Poli Carla Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 2 Proroga dell'affidamento dell'attuale gestione 2/1/213 31/12/213 Poli Carla 2 4 Nuovo progetto di valorizzazione e gestione delle 3 4 strutture Espletamento procedure di affidamento della nuova gestione 15/9/213 31/1/213 Poli Carla 1/11/213 31/12/213 Poli Carla Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno prec. Risultato atteso No 5 4 Progetto valorizzazione e gestione delle strutture Sì 4 15 Pernottamenti ostello numero Sì 3 15 Presenze ostello numero Sì 2 15 Giornate di utilizzo auditorium numero Domande utilizzo auditorium numero 4 4 Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.A.4.7 Descrizione: GESTIONE IMPIANTI SPORTIVI. Nuovi affidamenti in concessione della gestione degli impianti sportivi. Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: No Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Miglioramento Caccialupi Antonella Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 2 Analisi delle attuali gestioni 1/4/213 3/8/213 3/8/213 Caccialupi Antonella 2 2 Indirizzi della Giunta Comunale 1/1/213 31/7/213 31/7/213 Caccialupi Antonella 3 6 Affidamento delle nuove gestioni 2/6/213 15/9/213 15/9/213 Caccialupi Antonella Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno Risultato prec. atteso Sì 4 3 Presenze piscina intercomunale numero Sì 3 25 Iscritti piscina intercomunale numero Sì 2 25 Ore di utilizzo degli impianti sportivi numero

17 Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno Risultato prec. atteso 2 Società sportive autorizzate numero 6 6 Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.A.4.8 Descrizione: CENTRO ARTI PERFORMATIVE IL FRANTOIO". Nuova progettazione delle attività, in collaborazione con l'associazione "Elan Frantoio". Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: No Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Miglioramento Poli Carla Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 2 Realizzazione della seconda parte del programma di 2/1/213 3/6/213 3/6/213 Poli Carla attività Progettazione e affidamento della gestione delle 1/7/213 31/12/213 2/8/213 Poli Carla attività secondo semestre Realizzazione della Scuola internazionale estiva 1/7/213 3/8/213 31/8/213 Poli Carla 4 3 Verifica e indirizzi sulla prosecuzione dell'attività del 1/1/213 3/11/213 Frantoio nel 214 Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno prec. No 3 2 Proposta progettuale Risultato atteso Sì 2 4 Spettatori spettacoli numero Iscritti attività formative e laboratoriali numero Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.A.4.9 Descrizione: ATTIVITA' CULTURALI. Nuova programmazione delle attività culturali nel 213, con particolare riferimento alla rassegna musicale "Jazz sotto le Torri", al festival di fotografia FOFU e alla festa medievale "Salamarzana". Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: No Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Miglioramento Poli Carla Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 2 2 Realizzazione rassegna musicale "Jazz sotto le Torri" 1/8/213 1/9/213 1/9/213 Poli Carla 3 5 Realizzazione festa medievale "Salamarzana" 2/5/213 8/9/213 8/9/213 Poli Carla 4 3 Realizzazione mostra fotografica FUFU 15/9/213 17/11/213 Poli Carla Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno Risultato prec. atteso Sì 4 Numero partecipanti Festival di fotografia N FOFU Sì 3 Numero partecipanti Festa medievale N Salamarzana Sì 2 Numero partecipanti Jazz sotto le Torri N Numero iniziative realizzate N Settore 4 - Assetto del territorio - Anno 213 Codice 1.A.4.1 ambiente Descrizione: Avvio studio di fattibilità di impianti scoperti della piscina intercomunale con verifica delle forme di finanziamento in collaborazione con la societa di gestione AQUATEMPRA e Comune di Santa Croce sull'arno. Responsab: Comuniello Antonio Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Sviluppo Comuniello Antonio 15

18 Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 5 Iniziative di coordinamento con S.Croce e società di 24/6/213 31/12/213 Comuniello gestione Aquatempra Antonio 2 5 Esame studio fattibilità predisposto da Aquatempra 3/6/213 31/12/213 Comuniello Antonio Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno Risultato prec. atteso 1 Numero incontri N. 3 Settore 4 - Assetto del territorio - Anno 213 Codice 1.A.4.11 ambiente Descrizione: Manutenzione straordinaria ed adeguamento impianti sportivi alle normative di settore Responsab: Comuniello Antonio Pluriennale: No Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Mantenimento Prolifici Luca Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 1 Verifica delle necessità e redazione della perizia 1/9/213 31/3/214 Prolifici Luca 2 Ordinazione lavori e Direzione Lavori 1/4/214 Prolifici Luca 3 Verifica, contabilità e presa in consegna delle opere 1/7/214 Prolifici Luca Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno prec. Sì 5 Importo complessivo lavori Sì 4 25 Numero segnalazioni società sportive ammissibili/sostenibili Sì 3 25 Numero interventi verificati Sì 2 25 Numero interventi realizzati 25 Numero interventi progettati Risultato atteso Settore 4 - Assetto del territorio - Anno 213 Codice 1.A.4.12 ambiente Descrizione: Riqualificazione area sportiva di San Pierino - Progettazione preliminare e richiesta ammissione finanziamento D.M Progettazione esecutiva, eventualmente suddivisa per stralci in relazione alla ammissione /Non ammissione a finanziamento - Accordo con gestore impianto tennis per compartecipazione all'esecuzione dei lavori Responsab: Comuniello Antonio Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: Sì Tipo Azione: Sviluppo Prolifici Luca Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 5 Progettazione Preliminare 1/1/213 7/6/213 7/6/213 Prolifici Luca 2 5 Presentazione richiesta di finanziamento al CONI 7/6/213 12/6/213 12/6/213 Prolifici Luca 3 Stipula accordo compartecipazione con Società 1/1/214 Caccialupi gestione impianti tennis Antonella 4 Progettazione Definitiva e/o Esecutiva 1/1/214 Prolifici Luca 5 Affidamento lavori 1/5/214 Aringhieri Monica 6 Consegna e Direzione Lavori 1/1/214 Prolifici Luca 7 Contabilità e collaudo delle opere 1/4/215 Prolifici Luca 16

19 Settore 4 - Assetto del territorio - Anno 213 Codice 1.A.4.13 ambiente Descrizione: Riqualificazione impianto sportivo Fucecchiello - Realizzazione primo stralcio e completamento progettazione ai fini della richiesta di finanziamento di cui al D.M , eventualmente per stralci in relazione alla ammissione/non ammissione a finanziamento Responsab: Comuniello Antonio Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Sviluppo Mainardi Luca Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 7 Rendiconto finale relativo alla domanda di 1/6/213 1/7/213 2/7/213 finanziamento 2 3 Verifica appalto per redazione Certiifcato regolare 1/1/213 22/1/213 23/1/213 esecuzione lavori Settore 4 - Assetto del territorio - Anno 213 Codice 1.A.4.14 ambiente Descrizione: Impianto sportivo: "F.Corsini": opere di adeguamento impiantistico ed integrazione delle dotazioni dei servizi igienici Responsab: Comuniello Antonio Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Miglioramento Prolifici Luca Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 1 Redazione della perizia di spesa 1/9/213 31/3/214 Prolifici Luca 2 Ordinazione lavori e Direzione Lavori 1/4/214 Prolifici Luca 3 Verifica, contabilità e presa in consegna delle opere 1/6/214 Prolifici Luca 17

20 1.B - Promuovere integrazione culturale e inclusione sociale 1.B.1 - Sviluppare percorsi di crescita personale, professionale, formativa, in particolare di ragazzi svantaggiati, disabili e stranieri. Amministratore/i Emma Donnini, Sandro Buggiani Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.B.1.1 Descrizione: ATTIVITA' EXTRASCOLASTICHE PER BAMBINI E RAGAZZI. Mantenimento delle attività e dei progetti di prevenzione del disagio, di socializzazione e ludicosportive: doposcuola presso il CIAF e il Centro giovani, soggiorni estivi, corsi di nuoto, corso estivo di italiano per ragazzi stranieri. Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Mantenimento Caccialupi Antonella Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 5 Programmazione e realizzazione iniziative Soggiorni 1/5/213 3/9/213 3/9/213 Caccialupi Estivi e Corsi di nuoto Antonella 2 4 organizzazione doposcuola presso il CIAF e Centro 9/12/212 22/12/213 31/12/213 Canovai Monica Giovani 3 1 Corso Estivo di italiano per ragazzi stranieri Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno prec. 1 Iniziative attivate N Risultato atteso Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.B.1.2 Descrizione: PROGETTO "RETE SICURA". Prosecuzione del progetto finalizzato alla prevenzione del disagio adolescenziale e giovan (azioni di rete, allestimento di strumenti per la rvazione dei bisogni e il monitoraggio delle azioni, laboratori, stage, utilizzo di social network di comunicazione e confronto con i ragazzi). "Rete Sicura" si ricollega al protocollo di rete con le scuole e le associazioni del territorio (vedi obiettivo 1.A.1.2) e al progetto "E...state in Comune" (vedi obiettivo 1.B.1.3). Inoltre, intende sviluppare azioni di rete con il coinvolgimento del Comitato Marea e di altri giovani che collaborano ad azioni di politiche giovanili, oltre a favorire momenti di confronto con la cittadinanza per lo sviluppo di azioni sul territorio. Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: Sì Periodo: settembre dicembre 214 DAMS: No Tipo Azione: Mantenimento Gozzi Marcella Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 5 Incontri di programmazione e coordinamento con le 4/9/213 31/3/214 Gozzi Marcella scuole, le associazioni e i ragazzi 2 5 Avvio delle azioni 14/1/213 31/3/214 Gozzi Marcella 3 Realizzazione delle azioni sulla base dei progetti concordati con enti, associazioni e cittadini Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno prec. Sì 2 5 n. enti, gruppi, associazioni coinvolti sul n. territorio 5 Numero iniziative attivate N 18 1/12/213 31/3/214 Gozzi Marcella Risultato atteso Note: L'azione "Rete Sicura" rappresenta una macro azione finalizzata ad attivare una modalità operativa di coinvolgimento di tutte le realtà territoriali nelle diverse fasi di programmazione, progettazione e gestione delle attività sul territorio.essa, pertanto, comprende delle sub-azioni finalizzate alla realizzazione di progetti specifici che, sulla base dei bisogni emersi, vengono attivati: i progetti "Piazza Lavoro" E...state in Comune", il protocollo con le scuole e le associazioni, i forum con giovani, scuole, associazioni e cittadini, sono alcune di queste azioni.

21 Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.B.1.3 Descrizione: "ESTATE IN COMUNE". Prosecuzione dell'iniziativa, che offre ad adolescenti e giovani del territorio opportunità di stage formativi in settori di intervento dell'amministrazione comunale, quali i servizi interni, i servizi educativi, culturali e sociali, le politiche giovanili, l'ambiente e le aree verdi. Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: Sì Periodo: apr-ottobre DAMS: No Tipo Azione: Mantenimento Gozzi Marcella Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 1 Verifica disponibilità con uffici e associazioni, 1/4/213 31/5/213 31/5/213 Gozzi Marcella pubblicizzazione e raccolta iscrizioni 2 3 Colloqui con i ragazzi, compilazione progetti e 1/6/213 15/6/213 15/6/213 Falchi Chiara formazione 3 5 Inserimento dei ragazzi in tirocinio estivo e progetti 17/6/213 21/9/213 // Falchi Chiara educativi; monitoraggio e tutoraggio 4 1 Coordinamento delle azioni e gestione amministrativa 2/5/213 31/1/213 // Gozzi Marcella del progetto Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno Risultato prec. atteso Sì 3 Grado di soddisfazione percepita dai ragazzi n. schede 1 mediante schede di rvazione e incontro di verifica e consegna attestati Sì 2 Ragazzi inseriti nei progetti N Domande di iscrizione N Note: L'azione si ricollega alla macro azione di cui all'obiettivo 1.A.1.2 Rete Sicura Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.B.1.4 Descrizione: PERCORSI DI CITTADINANZA. Prosecuzione del progetto finalizzato all'integrazione delle cittadine e dei cittadini stranieri nella comunità fucecchiese. Le attività sono gestite dall'unione dei Comuni. Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Mantenimento Barone Angela Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 3 Servizio di interpretariato e mediazione linguistica 1/1/213 31/12/213 Barone Angela 2 2 Corso di italiano per donne straniere 1/1/213 31/5/213 31/5/213 Barone Angela 3 2 Corso estivo di italiano per ragazzi stranieri 28/6/213 3/9/213 6/9/213 Barone Angela 4 3 Progetto Cult_aspettando la fine del mondo" per 1/2/213 31/5/213 31/5/213 Barone Angela facilitare l integrazione degli adolescenti stranieri Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno prec. Sì 2 5 Numero partecipanti (da specificare per N iniziativa) 5 Numero iniziative attivate N Risultato atteso 19

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Finalità 1.1 Il

Dettagli

AREA SERVIZI ALLA PERSONA

AREA SERVIZI ALLA PERSONA AREA SERVIZI ALLA PERSONA Settore Sociale Direttore PEG ANNO 1 UNIONE RENO GALLIERA : UNIONE RENO GALLIERA : DIRETTORE Centro di costo: SETTORE SOCIALE OBIETTIVI PERMANENTI : Gestione delle attività amministrative

Dettagli

Iscrizioni al servizio: comunicazione ammissioni e formazione della lista di attesa. Iscrizioni entro il mese di aprile di ogni anno

Iscrizioni al servizio: comunicazione ammissioni e formazione della lista di attesa. Iscrizioni entro il mese di aprile di ogni anno Unità Organizzativa Responsabile: Servizio Politiche Attive per la Collettività Responsabile: Dott. Valter Gianneschi Telefono: 014 609.447 448 450 e mail: servizi.sociali@comune.serravalle-scrivia.al.it

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. a) l accettazione e il rispetto della personalità dello studente,quali che ne siano le condizioni personali, sociali e culturali;

CARTA DEI SERVIZI. a) l accettazione e il rispetto della personalità dello studente,quali che ne siano le condizioni personali, sociali e culturali; CARTA DEI SERVIZI Premessa 1. LA carta dei servizi si ispira agli articoli 3, 21, 30, 33 e 34 della Costituzione della Repubblica Italiana e all art.149 del Trattato dell Unione Europea. 2. Alla luce di

Dettagli

AVVISO PUBBLICO Sub 1

AVVISO PUBBLICO Sub 1 AVVISO PUBBLICO Sub 1 Per l'assegnazione di un contributo agli Istituti di Istruzione Secondaria di 2 grado della provincia di Pordenone per la realizzazione di progetti al supporto di giovani studenti

Dettagli

SINTESI OBIETTIVI ANNO 2014

SINTESI OBIETTIVI ANNO 2014 SERVIZIO/UFFICIO Servizi alla Persona RESPONSABILE dott.ssa Silvana Casamassima OBIETTIVO N. 1 PESO 20 SINTESI OBIETTIVI ANNO 2014 4.3.1- Investimento: - avvio della Comunità socio- educativa per persone

Dettagli

PROVINCIA DI MILANO ASSESSORATO ISTRUZIONE ED EDILIZIA SCOLASTICA

PROVINCIA DI MILANO ASSESSORATO ISTRUZIONE ED EDILIZIA SCOLASTICA PROVINCIA DI MILANO ASSESSORATO ISTRUZIONE ED EDILIZIA SCOLASTICA Assessorato Istruzione ed Edilizia Scolastica PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE CONDIVISA AMBITI TERRITORIALI Referente Progetto: Piera Saita

Dettagli

Comune di Monti PIANO DI ASSEGNAZIONE DELLE RISORSE E DEGLI OBIETTIVI DI PERFORMANCE SCHEDA

Comune di Monti PIANO DI ASSEGNAZIONE DELLE RISORSE E DEGLI OBIETTIVI DI PERFORMANCE SCHEDA Comune di Monti PIANO DI ASSEGNAZIONE DELLE RISORSE E DEGLI OBIETTIVI DI PERFORMANCE SCHEDA OBIETTIVI PERFORMANCE ORGANIZZATIVA E INDIVIDUALE DEI TITOLARI DI POSIZIONE ORGANIZZATIVA E DEL PERSONALE DIPENDENTE

Dettagli

INTEGRAZIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA DEL PIANO DI ZONA 2005-2007 PER L ADOZIONE DEL PROGRAMMA ATTUATIVO 2006 DEL DISTRETTO N. 1

INTEGRAZIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA DEL PIANO DI ZONA 2005-2007 PER L ADOZIONE DEL PROGRAMMA ATTUATIVO 2006 DEL DISTRETTO N. 1 INTEGRAZIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA DEL PIANO DI ZONA 2005-2007 PER L ADOZIONE DEL PROGRAMMA ATTUATIVO 2006 DEL DISTRETTO N. 1 IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 2000, N. 328 E DELLA LEGGE REGIONALE

Dettagli

LE SPESE CORRENTI E LE SPESE DI INVESTIMENTO PER PROGRAMMI

LE SPESE CORRENTI E LE SPESE DI INVESTIMENTO PER PROGRAMMI LE SPESE CORRENTI E LE SPESE DI INVESTIMENTO PER PROGRAMMI Il bilancio di previsione si articola in Programmi che corrispondono ai grandi temi di attività di cui il comune si occupa. Ogni programma è suddiviso

Dettagli

Modello di statuto per i musei di ente locale e di interesse locale

Modello di statuto per i musei di ente locale e di interesse locale REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, BENI CULTURALI, INFORMAZIONE, SPETTACOLO E SPORT Modello di statuto per i musei di ente locale e di interesse locale Articolo 1 Istituzione...

Dettagli

SERVIZO ASILI NIDO E SERVIZI COMPLEMENTARI ALLA PRIMA INFANZIA

SERVIZO ASILI NIDO E SERVIZI COMPLEMENTARI ALLA PRIMA INFANZIA DIREZIONE ISTRUZIONE P.O. PROGRAMMAZIONE E PROMOZIONE Supporta direttamente il Direttore nella ricerca, analisi e valutazione propositiva di problematiche complesse di rilevante interesse per il conseguimento

Dettagli

C I T T À D I S P I N E A ARTICOLAZIONE DEGLI UFFICI DI MASSIMA DIMENSIONE (MACROSTRUTTURA) E RELATIVE MACRO COMPETENZE

C I T T À D I S P I N E A ARTICOLAZIONE DEGLI UFFICI DI MASSIMA DIMENSIONE (MACROSTRUTTURA) E RELATIVE MACRO COMPETENZE Allegato A C I T T À D I S P I N E A ARTICOLAZIONE DEGLI UFFICI DI MASSIMA DIMENSIONE (MACROSTRUTTURA) E RELATIVE MACRO COMPETENZE Settore PROGRAMMAZIONE E FINANZA SUPPORTO ALLA DIREZIONE GENERALE - Programmazione

Dettagli

Direttore DIREZIONE. Direttore

Direttore DIREZIONE. Direttore DIREZIONE Rapporti istituzionali relativi ai Comuni del Parco e dei SIC di competenza, all Area Marina Protetta, alla rete dei Parchi, Conferenza tecnica, rete CEA e INFEA Segreteria Presidente e Rapporti

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 La definizione del Programma Il Programma annuale è elaborato ai sensi del Regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo -

Dettagli

LINEE-GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO PER IL FONDO NAZIONALE PER LE POLITICHE E I SERVIZI DELL'ASILO

LINEE-GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO PER IL FONDO NAZIONALE PER LE POLITICHE E I SERVIZI DELL'ASILO ALLEGATO A LINEE-GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO PER IL FONDO NAZIONALE PER LE POLITICHE E I SERVIZI DELL'ASILO 1) I servizi finanziati I beneficiari dei servizi finanziati con il

Dettagli

D. 30 163/2006-34, 20, D.L.

D. 30 163/2006-34, 20, D.L. Affidamento in Concessione dei servizi cimiteriali comunali, ai sensi dell art. 30 del D. Lgs. 163/2006 - Relazione ai sensi dell art. 34, comma 20, D.L. 179/2012 convertito in Legge 221/2012. Premesso

Dettagli

ALLEGATO alla delibera C.P. nn. 76/67066 del 13-9-2012

ALLEGATO alla delibera C.P. nn. 76/67066 del 13-9-2012 INDICE ALLEGATO alla delibera C.P. nn. 76/67066 del 13-9-2012 L.R. 1/2000 e successive modifiche Indirizzi provinciali per lo sviluppo, il consolidamento e la qualificazione dei servizi educativi rivolti

Dettagli

APPALTO IN GLOBAL SERVICE di SERVIZI INTEGRATI PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI GENOVA

APPALTO IN GLOBAL SERVICE di SERVIZI INTEGRATI PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI GENOVA APPALTO IN GLOBAL SERVICE di SERVIZI INTEGRATI PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI GENOVA CONTESTO PATRIMONIALE GENERALE Consistenza : 265 unità/attività (n. 200 edifici)

Dettagli

REGOLAMENTO SUGLI INTERVENTI DI VOLONTARIATO

REGOLAMENTO SUGLI INTERVENTI DI VOLONTARIATO REGOLAMENTO SUGLI INTERVENTI DI VOLONTARIATO Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 126 del 22.11.1999 www.comune.genova.it Regolamento sugli interventi di volontariato ART. 1 Finalità In

Dettagli

BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE DI EDUCAZIONE INTERCULTURALE E DI ACCOGLIENZA DEGLI ALLIEVI STRANIERI (anno scolastico 2006/2007)

BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE DI EDUCAZIONE INTERCULTURALE E DI ACCOGLIENZA DEGLI ALLIEVI STRANIERI (anno scolastico 2006/2007) BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE DI EDUCAZIONE INTERCULTURALE E DI ACCOGLIENZA DEGLI ALLIEVI STRANIERI (anno scolastico 2006/2007) Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento 1. Sulla

Dettagli

Piano dettagliato degli obiettivi Anno 2011

Piano dettagliato degli obiettivi Anno 2011 COMUNE DI FUCECCHIO Piano dettagliato degli obiettivi Anno 2011 Allegato A della determinazione n.539 del 22-9-2011 AREA SERVIZI AL CITTADINO Comune di Fucecchio Piano degli obiettivi 2011 Introduzione

Dettagli

SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DI PERCORSI DI ACCOGLIENZA E DI INSERIMENTO SCOLASTICO DEDICATO AI BAMBINI E AI RAGAZZI ADOTTATI

SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DI PERCORSI DI ACCOGLIENZA E DI INSERIMENTO SCOLASTICO DEDICATO AI BAMBINI E AI RAGAZZI ADOTTATI Allegato A SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DI PERCORSI DI ACCOGLIENZA E DI INSERIMENTO SCOLASTICO DEDICATO AI BAMBINI E AI RAGAZZI ADOTTATI Il giorno., dell anno. alle ore., presso la sede

Dettagli

INDICATORI PER LA STESURA DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE

INDICATORI PER LA STESURA DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE INDICATORI PER LA STESURA DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE 1. CONTESTO 1.1 Popolazione scolastica Status socio economico e culturale delle famiglie Livello medio dell'indice ESCS 1.1.a degli studenti Prove

Dettagli

FOMULARIO L. R. DELLA CALABRIA N. 8/88 ISTANZE CONTRIBUTI COMUNI PER CENTRI POLIVALENTI GIOVANI SCADENZA 30 MARZO 2012

FOMULARIO L. R. DELLA CALABRIA N. 8/88 ISTANZE CONTRIBUTI COMUNI PER CENTRI POLIVALENTI GIOVANI SCADENZA 30 MARZO 2012 COMUNE DI LONGOBARDI ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI Con delibera di giunta n. 25 del 29 marzo 2012, il comune di Longobardi, di cui è sindaco Giacinto Mannarino, ha presentato istanza alla Regione,

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 20 dicembre 2011, n. 2883

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 20 dicembre 2011, n. 2883 740 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 20 dicembre 2011, n. 2883 Legge regionale n. 33/2006 Norme per lo Sviluppo dello Sport per Tutti Articolo 5 - Approvazione Protocollo d intesa e Convenzione tra

Dettagli

P i a n A n n u a l e

P i a n A n n u a l e ISTITUTO COMPRENSIVO VADO - MONZUNO P i a n o A n n u a l e dell Inclusività ANNO SCOLASTICO 2015-2016 Quadro di sintesi delle risorse a disposizione della scuola : Risorse di personale : Dirigente Scolastico,

Dettagli

IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 2000, N. 328, DELLA LEGGE REGIONALE 12 MARZO 2003, N. 2

IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 2000, N. 328, DELLA LEGGE REGIONALE 12 MARZO 2003, N. 2 INTEGRAZIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA DEL PIANO DI ZONA 2005-2007, PER L ADOZIONE DEL PROGRAMMA ATTUATIVO 2007 DEL DISTRETTO DI CESENA VALLE SAVIO E DEI PROGRAMMI PROVINCIALI IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE

Dettagli

Comune di Ponte San Nicolò

Comune di Ponte San Nicolò Comune di Ponte San Nicolò SERVIZIO PUBBLICA ISTRUZIONE E SPORT Il Servizio è finalizzato a rendere effettivo il diritto allo studio, alla promozione e valorizzazione delle attività sportive, motorie e

Dettagli

Comune di Capannoli. Provincia di Pisa REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE 21ª SEDUTA DELL ANNO 2003 DELIBERAZIONE N.

Comune di Capannoli. Provincia di Pisa REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE 21ª SEDUTA DELL ANNO 2003 DELIBERAZIONE N. Comune di Capannoli Provincia di Pisa Prot.n. del REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE 21ª SEDUTA DELL ANNO 2003 DELIBERAZIONE N.62 DEL 15/05/2003 OGGETTO: CENTRI ESTIVI ED ALTRE INIZIATIVE

Dettagli

COMUNE DI MONTICHIARI Provincia di Brescia

COMUNE DI MONTICHIARI Provincia di Brescia COMUNE DI MONTICHIARI Provincia di Brescia Programma triennale per la trasparenza e l integrità (Decreto Legislativo n. 33 del 14 marzo 2013) Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. del PREMESSA

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA TERRITORIALE 2013-2014 ZONA LIVORNESE

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA TERRITORIALE 2013-2014 ZONA LIVORNESE PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA TERRITORIALE 2013-2014 ZONA LIVORNESE CAPRAIA ISOLA COLLESALVETTI LIVORNO ZONA LIVORNESE INFANZIA Comuni Servizi pubblici Servizi privati N.servizi totale Popolazione 3-36

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 3

ISTITUTO COMPRENSIVO N 3 ISTITUTO COMPRENSIVO N 3 Giovanni XXIII 73043 COPERTINO - Via Mogadiscio, 45 - Tel. 0832.947164 Fax 0832.934582 e-mail: leic865009@istruzione.it Allegato al Regolamento d Istituto PROTOCOLLO per l ACCOGLIENZA

Dettagli

Allegato C SCHEDA TECNICA DEL SERVIZIO

Allegato C SCHEDA TECNICA DEL SERVIZIO SCHEDA TECNICA DEL SERVIZIO Allegato C Presentazione del progetto di realizzazione: I servizi Informagiovani PAAS hanno sede temporanea presso il Palazzo Municipale, sono servizi integrati, con finalità

Dettagli

ALLEGATO C AMBITO SOCIALE N 30 DOTAZIONE ORGANICA

ALLEGATO C AMBITO SOCIALE N 30 DOTAZIONE ORGANICA ALLEGATO C AMBITO SOCIALE N 30 Comuni di TORRE ANNUNZIATA BOSCOREALE BOSCOTRECASE TRECASE COMUNE CAPOFILA TORRE ANNUNZIATA DOTAZIONE ORGANICA UFFICIO DI PIANO COORDINAMENTO ISTITUZIONALE PRESIDENTE COORDINAMENTO

Dettagli

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE 2

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE 2 (Allegato 1) SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE ENTE Ente proponente il progetto: COMUNE DI ITTIRI CARATTERISTICHE PROGETTO Titolo del progetto: GIOVANI AL

Dettagli

REGOLAMENTO del Centro Territoriale di Supporto Alceo Selvi

REGOLAMENTO del Centro Territoriale di Supporto Alceo Selvi Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Centro Territoriale di Supporto Alceo Selvi ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE PIAZZA MARCONI - VETRALLA P.

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA con l Istituto Comprensivo di Vigodarzere per erogazione fondi anno scolastico 2013/2014

PROTOCOLLO DI INTESA con l Istituto Comprensivo di Vigodarzere per erogazione fondi anno scolastico 2013/2014 PROTOCOLLO DI INTESA con l Istituto Comprensivo di Vigodarzere per erogazione fondi anno scolastico 2013/2014 (art. 159 e 190 D. Lgs 297/94; art. 3 L. 23/96) Allegato DGC n. 153/5.12.2013 L anno duemilatredici

Dettagli

ALLEGATO A - Organigramma delle strutture organizzative ORGANIGRAMMA DELLE STRUTTURE ORGANIZZATIVE. Direttore n. 1

ALLEGATO A - Organigramma delle strutture organizzative ORGANIGRAMMA DELLE STRUTTURE ORGANIZZATIVE. Direttore n. 1 ALLEGATO A - Organigramma delle strutture organizzative ORGANIGRAMMA DELLE STRUTTURE ORGANIZZATIVE Direttore Ufficio di Staff Ufficio Affari Generali, Rapporti Istituzionali e Programmazione Interventi

Dettagli

NUORO (08/05/2015) SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA PER LA FORMALIZZAZIONE DI UN ACCORDO

NUORO (08/05/2015) SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA PER LA FORMALIZZAZIONE DI UN ACCORDO NUORO (08/05/2015) SCHEMA DI PROTOCOLLO D INTESA PER LA FORMALIZZAZIONE DI UN ACCORDO FINALIZZATO ALL' INDIVIDUAZIONE DI UN LUOGO IN CUI PROMUOVERE SCAMBI CULTURALI E PROCESSI DI INCLUSIONE E RELAZIONE

Dettagli

Settore 3 Amministrativo e Servizi al Cittadino. U.O. 1.1 Segreteria Protocollo settore servizio responsabile procedimento competenza TERMINE

Settore 3 Amministrativo e Servizi al Cittadino. U.O. 1.1 Segreteria Protocollo settore servizio responsabile procedimento competenza TERMINE Settore Amministrativo e Servizi al Cittadino U.O. 1.1 Segreteria Protocollo settore servizio responsabile procedimento competenza TERMINE segreteria approvazione o modifica statuto e regolamenti segreteria

Dettagli

Ambito Distrettuale 6.1

Ambito Distrettuale 6.1 Ambito Distrettuale 6.1 Piano di Zona 2013-2015 AREE DI INTERVENTO: OBIETTIVI STRATEGICI, PRIORITA DEL PDZ, AZIONI, TEMPI E RISORSE 4.2 AREA DISABILITA PREMESSA. Negli ultimi anni l azione progettuale

Dettagli

ALLEGATO C: NORMATIVA DEL PIANO

ALLEGATO C: NORMATIVA DEL PIANO ALLEGATO C: NORMATIVA DEL PIANO PARTE I - NORME GENERALI Articolo n.1 - CAMPO DI APPLICAZIONE Il Piano Provinciale per la gestione dei rifiuti urbani ed assimilati (di seguito chiamato Piano Provinciale)

Dettagli

DELIBERAZIONE N. DEL. Direzione Regionale: POLITICHE SOCIALI, AUTONOMIE, SICUREZZA E SPORT Area: IMPRESA SOCIALE E SERVIZIO CIVILE

DELIBERAZIONE N. DEL. Direzione Regionale: POLITICHE SOCIALI, AUTONOMIE, SICUREZZA E SPORT Area: IMPRESA SOCIALE E SERVIZIO CIVILE REGIONE LAZIO DELIBERAZIONE N. DEL 6 9/04/014 GIUNTA REGIONALE PROPOSTA N. 7194 DEL 17/04/014 STRUTTURA PROPONENTE Direzione Regionale: POLITICHE SOCIALI, AUTONOMIE, SICUREZZA E SPORT Area: IMPRESA SOCIALE

Dettagli

PIANO DI LAVORO della FUNZIONE STRUMENTALE AREA 6: INCLUSIONE, INTEGRAZIONE, DISAGIO GIOVANILE. Prof. Federico VILARDO

PIANO DI LAVORO della FUNZIONE STRUMENTALE AREA 6: INCLUSIONE, INTEGRAZIONE, DISAGIO GIOVANILE. Prof. Federico VILARDO PIANO DI LAVORO della FUNZIONE STRUMENTALE AREA 6: INCLUSIONE, INTEGRAZIONE, DISAGIO GIOVANILE Prof. Federico VILARDO La Funzione Strumentale Area 6 si pone come OBIETTIVO GENERALE quello di migliorare

Dettagli

Piano Annuale per l Inclusione

Piano Annuale per l Inclusione Scuola _I.C. NOLE CAN.SE (TO) a.s._2014/2015 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate (Legge 104/92

Dettagli

LE SPESE CORRENTI E LE SPESE DI INVESTIMENTO PER PROGRAMMI

LE SPESE CORRENTI E LE SPESE DI INVESTIMENTO PER PROGRAMMI LE SPESE CORRENTI E LE SPESE DI INVESTIMENTO PER PROGRAMMI Il bilancio di previsione si articola in Programmi che corrispondono ai grandi temi di attività di cui il comune si occupa. Ogni programma è suddiviso

Dettagli

Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana

Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana Azienda Regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana Legge Regionale 26 luglio 2002, n. 32 e ss.mm. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N 282/15 del 21/08/2015 Oggetto: SCRITTURA PRIVATA CON

Dettagli

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2014. V SETTORE Scuola, Cultura, Turismo, Comunicazione, Urp

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2014. V SETTORE Scuola, Cultura, Turismo, Comunicazione, Urp PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2014 V SETTORE Scuola, Cultura, Turismo, Comunicazione, Urp Programma del SERVIZIO COMUNICAZIONE DEL SERVIZIO: Promuovere l immagine e le iniziative del Comune, promozione e

Dettagli

Programma per la Trasparenza e l Integrità 2014-2016

Programma per la Trasparenza e l Integrità 2014-2016 Programma per la Trasparenza e l Integrità 2014-2016 Documento Trasparenza: Codice di raggruppamento: Oggetto della modifica: TR.PRO.TRA TR.PRO.TRA Approvazione: Delegato Piero Buoncristiano Emissione:

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE Allegato A alla delibera di Giunta n del. PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE PREMESSO CHE: Il 10 dicembre 1997, nell ambito della Convenzione Quadro sui Cambiamenti

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: SFUMATURE EDUCATIVE ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: Settore: E Educazione e Promozione culturale Area: 01Centri di aggregazione (bambini,

Dettagli

Documentazione SGQ SIRQ Lettera Rev. 4 del 01/06/2010

Documentazione SGQ SIRQ Lettera Rev. 4 del 01/06/2010 RELAZIONE ILLUSTRATIVA ALLEGATA AL CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO DELL ANNO SCOLASTICO 2011/2012 IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTO il P.O.F. dell Istituzione Scolastica, regolarmente predisposto e deliberato

Dettagli

RILIEVO CONSISTENZE STRUTTURE COMUNALI AD USO TECNICO-AMMINISTRATIVO FINALIZZATO ALLA AGGREGAZIONE DELLE STESSE IN SEDE UNICA

RILIEVO CONSISTENZE STRUTTURE COMUNALI AD USO TECNICO-AMMINISTRATIVO FINALIZZATO ALLA AGGREGAZIONE DELLE STESSE IN SEDE UNICA RILIEVO CONSISTENZE STRUTTURE COMUNALI AD USO TECNICO-AMMINISTRATIVO FINALIZZATO ALLA AGGREGAZIONE DELLE STESSE IN SEDE UNICA SERVIZIO PROGETTAZIONE E DIREZIONE LAVORI SU STRUTTURE Il Responsabile (Arch.

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA REGIONE TOSCANA - UPI TOSCANA - ANCI TOSCANA - UNCEM TOSCANA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA REGIONE TOSCANA - UPI TOSCANA - ANCI TOSCANA - UNCEM TOSCANA PROTOCOLLO DI INTESA TRA REGIONE TOSCANA - UPI TOSCANA - ANCI TOSCANA - UNCEM TOSCANA II giorno ^.SrtyiQftQ dell'anno % >A1... presso la Regione Toscana, nella sede di via di Novoli 26, sono presenti:

Dettagli

Al Presidente della Regione Veneto. Alla Redazione del sito web dell USR

Al Presidente della Regione Veneto. Alla Redazione del sito web dell USR Prot. n. AOODRVE5461 Venezia, lì, 6 maggio 2015 e-mail Ai Dirigenti delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado statali e paritarie della regione Veneto Ai Dirigenti Amministrativi e Tecnici e

Dettagli

Educando nella Provincia di Varese 2012

Educando nella Provincia di Varese 2012 Scheda progetto Educando nella Provincia di Varese 2012 ANCI Lombardia coordina e organizza le azioni degli enti associati in materia di servizio civile definendo una precisa strategia metodologica comune

Dettagli

REGOLAMENTO E ISTITUZIONE SERVIZIO ABITATIVO APPARTAMENTI CASALGRANDE ALTO

REGOLAMENTO E ISTITUZIONE SERVIZIO ABITATIVO APPARTAMENTI CASALGRANDE ALTO REGOLAMENTO E ISTITUZIONE SERVIZIO ABITATIVO APPARTAMENTI CASALGRANDE ALTO Premessa Il Comune di Casalgrande proprietario dell immobile, sito nella frazione di Casalgrande Alto, all incrocio tra Via Statutaria

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Allegato parte integrante regolamento PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Regolamento per l inserimento e l integrazione degli studenti stranieri nel sistema educativo provinciale (articolo 75 della legge provinciale

Dettagli

Servizio Civile Regionale una opportunità di impegno civile

Servizio Civile Regionale una opportunità di impegno civile Servizio Civile Regionale una opportunità di impegno civile Il Comitato d Intesa tra le associazioni volontaristiche della provincia di Belluno ha ottenuto dalla Regione del Veneto l approvazione del progetto

Dettagli

OBIETTIVI ANNO 2014 AREA 1 SERVIZI COINVOLTI E DI SUPPORTO. Emissione avvisi di accertamento. Ufficio Tributi e Area 5

OBIETTIVI ANNO 2014 AREA 1 SERVIZI COINVOLTI E DI SUPPORTO. Emissione avvisi di accertamento. Ufficio Tributi e Area 5 OBIETTIVI ANNO 2014 AREA 1 N. 1 Area 1 RECUPERO EVASIONE ICI- attività di recupero evasione sulle aree fabbricabili. Predisposizione atti di approvazione dei criteri e delle stime del valore delle aree

Dettagli

Funzione Strumentale n. 1: P.O.F. / Diffusione della cultura della qualità

Funzione Strumentale n. 1: P.O.F. / Diffusione della cultura della qualità Circolare n. 31 del 24/09/2014 Inoltro telematico a fiis00300c@istruzione.it in data 24/09/2014 Pubblicazione sul sito web (sezione Circolari / Comunicazioni DS) in data 24/09/2014 OGGETTO: Presentazione

Dettagli

POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna. Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015

POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna. Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015 POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015 Piano di comunicazione 2015 Indice Premessa 3 Azioni di comunicazione 3 Azione propedeutica: definizione dell immagine

Dettagli

STANDARD DI QUALITA DEI SERVIZI INFORMAGIOVANI SIRG REGIONE CAMPANIA

STANDARD DI QUALITA DEI SERVIZI INFORMAGIOVANI SIRG REGIONE CAMPANIA SETTORE POLITICHE GIOVANILI E DEL FORUM REGIONALE DELLA GIOVENTU STANDARD DI QUALITA DEI SERVIZI INFORMAGIOVANI SIRG ALLEGATO REGIONE 1 CAMPANIA AZIONE A DI SISTEMA COMUNE DI Allegato F SETTORE POLITICHE

Dettagli

Posizione Organizzativa n. 4

Posizione Organizzativa n. 4 Posizione Organizzativa n. 4 Settore: Pubblica Istruzione - Servizi Socio-Educativi Cultura - Sport - Spettacolo- Tempo Libero La struttura indicata, concorre con gli altri Servizi, al perseguimento delle

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA 7 CIRCOLO

DIREZIONE DIDATTICA 7 CIRCOLO DIREZIONE DIDATTICA 7 CIRCOLO di PIACENZA via Emmanueli, 30-29121 Piacenza (PC) Tel. 0523/453812 - Fax 0523/753047 Email: segreteria@settimopc.it casella pec: pcee00700x@pec.istruzione.it sito web: http://www.settimopc.it

Dettagli

L Assessore Sara Grigis

L Assessore Sara Grigis RELAZIONE AL PIANO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SCOLASTICO 2011/2012 I comuni sono chiamati a svolgere una funzione sempre più importante nell ambito dell Istruzione e della Formazione, elementi universalmente

Dettagli

RIFORMA DELLA SCUOLA LE NOVITA DELLA LEGGE 107/2015

RIFORMA DELLA SCUOLA LE NOVITA DELLA LEGGE 107/2015 RIFORMA DELLA SCUOLA LE NOVITA DELLA LEGGE 107/2015 A cura di Alessandro Giuliani 1 1 AGOSTO 2015 TECNICA DELLA SCUOLA IL PROVVEDIMENTO IN SINTESI Un offerta formativa più ricca e flessibile per gli studenti

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE PER L ESERCIZIO 2015 Relazione della Giunta Esecutiva

PROGRAMMA ANNUALE PER L ESERCIZIO 2015 Relazione della Giunta Esecutiva ISTITUTO COMPRENSIVO di SAN VENDEMIANO (TV) C. M. TVIC847001 - C.F. 82004230262 Viale De Gasperi, 40 31020 San Vendemiano Tel. 0438/401470 - Fax 0438/402205 e-mail: TVIC847001@istruzione.it - pec: TVIC847001@pec.istruzione.it

Dettagli

CIRCONDARIO EMPOLESE VALDELSA. Provincia di Firenze

CIRCONDARIO EMPOLESE VALDELSA. Provincia di Firenze CIRCONDARIO EMPOLESE VALDELSA Provincia di Firenze CONVENZIONE TRA COMUNI E CIRCONDARIO EMPOLESE VALDELSA PER LA GESTIONE DEI SERVIZI DI TRASPORTO PUBBLICO LOCALE DEL LOTTO UNICO DEL CIRCONDARIO EMPOLESE

Dettagli

Prove Esame di Stato

Prove Esame di Stato Prove Esame di Stato 2012 SEZ. A 1 Prova L Assistente Sociale specialista responsabile di un servizio sociale riceve dal proprio riferimento politico (Assessore alle politiche sociali) l incarico di redigere

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015 Il programma annuale è direttamente raccordato al Piano dell Offerta Formativa (P.O.F.) e traduce, in

Dettagli

COD. PRATICA: 2014-001-528. Regione Umbria. Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 581 DEL 26/05/2014

COD. PRATICA: 2014-001-528. Regione Umbria. Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 581 DEL 26/05/2014 Regione Umbria Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 581 DEL 26/05/2014 OGGETTO: Tempo libero in estate: "Animazione degli spazi urbani realizzata da gruppi formali ed informali di giovani".

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO: "MANTENIMENTO E SVILUPPO DELL ATTIVITA DEL LABORATORIO TERRITORIALE PROVINCIALE NODO IN.F.E.

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO: MANTENIMENTO E SVILUPPO DELL ATTIVITA DEL LABORATORIO TERRITORIALE PROVINCIALE NODO IN.F.E. PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO: "MANTENIMENTO E SVILUPPO DELL ATTIVITA DEL LABORATORIO TERRITORIALE PROVINCIALE NODO IN.F.E.A. DELLA PROVINCIA DI ROVIGO E IL POTENZIAMENTO DELLA

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE WELFARE E SERVIZI EDUCATIVI

DIREZIONE CENTRALE WELFARE E SERVIZI EDUCATIVI DIREZIONE CENTRALE WELFARE E SERVIZI EDUCATIVI Affari Generali e Controlli interni 1) affari generali: a. gestione amministrativa di tutto il personale della Direzione Centrale, sulla base delle attestazioni

Dettagli

BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA RELATIVE ALLE POLITICHE ABITATIVE A FAVORE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA IMMIGRATA -anno 2007-

BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA RELATIVE ALLE POLITICHE ABITATIVE A FAVORE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA IMMIGRATA -anno 2007- BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITA RELATIVE ALLE POLITICHE ABITATIVE A FAVORE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA IMMIGRATA -anno 2007- Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento 1. In applicazione dell

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 1562 del 31 luglio 2012 pag. 1/8

ALLEGATOA alla Dgr n. 1562 del 31 luglio 2012 pag. 1/8 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 1562 del 31 luglio 2012 pag. 1/8 PROTOCOLLO D INTESA TRA Regione del Veneto Ministero dell'istruzione,dell'università e della Ricerca - Ufficio Scolastico

Dettagli

Programma per la Trasparenza e l Integrità 2015-2016

Programma per la Trasparenza e l Integrità 2015-2016 Programma per la Trasparenza e l Integrità 2015-2016 Pag. 1 a 10 Sommario 1 Premessa...3 2 Programma per la Trasparenza e l Integrità...3 2.1 Il principio della Trasparenza e la politica per la Trasparenza...3

Dettagli

Progetto Pilota START UP House

Progetto Pilota START UP House Azione 1.1 Progetto Pilota START UP House L Azione si propone di riqualificare spazi d immobili pubblici mediante il co-finanziamento di lavori di adeguamento per realizzare strutture attrezzate ad accogliere

Dettagli

Progetto Pilota START UP House

Progetto Pilota START UP House Azione 1.1 Progetto Pilota START UP House L Azione si propone di riqualificare spazi d immobili pubblici mediante il co-finanziamento di lavori di adeguamento per realizzare strutture attrezzate ad accogliere

Dettagli

"FONDAZIONE DOPO DI NOI ONLUS"

FONDAZIONE DOPO DI NOI ONLUS 1. Titolo del progetto La Fondazione Dopo di noi 2. Informazioni generali La Fondazione ONLUS Dopo di noi, con sede in via dei cappuccini a Empoli, ha iniziato ad operare concretamente nel giugno del 2009.

Dettagli

92 24.12.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 51 DELIBERAZIONE 9 dicembre 2014, n. 1172

92 24.12.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 51 DELIBERAZIONE 9 dicembre 2014, n. 1172 92 24.12.2014 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 51 DELIBERAZIONE 9 dicembre 2014, n. 1172 Approvazione bando finalizzato al finanziamento di progetti di investimento sociale e per l eliminazione

Dettagli

Modulo di domanda 1 Progetto per la promozione di DIRITTI UMANI E CULTURA DI PACE

Modulo di domanda 1 Progetto per la promozione di DIRITTI UMANI E CULTURA DI PACE giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATO D Dgr n. 1382 del 12/05/2009 pag. 1/10 marca da bollo Indicare il motivo di esenzione : 1 organismi di volontariato iscritti al Registro regionale di cui alla L.R.

Dettagli

CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI

CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI All. B10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO SICUREZZA E SOLIDARIETA SOCIALE R.Gio/CPA AMBITO ZONALE ALTO AGRI CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI Art.1 Definizione Il centro di aggregazione giovanile

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 52/15 DEL 23.12.2014

DELIBERAZIONE N. 52/15 DEL 23.12.2014 Oggetto: Assegnazione intero "Capannone officine" presso i locali CRFP ex CISAPI di Cagliari alla Direzione generale per la Comunicazione - Servizio Comunicazione Istituzionale, Trasparenza e Coordinamento

Dettagli

COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico

COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico OGGETTO: ISTRUTTORIA PER LA DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE CIMITERIALI. IL RESPONSABILE DEL SETTORE PREMESSO che: Le tariffe di

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI TITOLI SOCIALI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI TITOLI SOCIALI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI TITOLI SOCIALI Art. 1 Oggetto del regolamento Il presente regolamento disciplina, all interno di un sistema integrato di interventi e servizi sociali di competenza dei comuni

Dettagli

L.R. 25 SETTEMBRE 1996 ART. 5 CO. 2 E ART. 21 CO. 3 D.P.R. N. 022/PRES.

L.R. 25 SETTEMBRE 1996 ART. 5 CO. 2 E ART. 21 CO. 3 D.P.R. N. 022/PRES. PROGRAMMA PROVINCIALE FINALIZZATO ALLA SPERIMENTAZIONE DI MODELLI ORGANIZZATIVI INNOVATIVI DEGLI INTERVENTI E DEI SERVIZI DI RETE RIVOLTI ALLE PERSONE DISABILI L.R. 25 SETTEMBRE 1996 ART. 5 CO. 2 E ART.

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento della Pubblica Sicurezza

Ministero dell Interno Dipartimento della Pubblica Sicurezza Ministero dell Interno Dipartimento della Pubblica Sicurezza SICUREZZA PER LO SVILUPPO OBIETTIVO CONVERGENZA 2007-2013 LINEE GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI Versione 02 del 14 gennaio 2009 INDICE

Dettagli

ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013.

ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013. ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013. La scuola rappresenta un campo privilegiato per la formazione dei cittadini di domani.

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Oggetto: schema di decreto recante linee guida in materia di semplificazione e promozione dell istruzione tecnico professionale a norma dell articolo 52 del decreto legge 9 febbraio 2012, n.5, convertito

Dettagli

COMUNE DI CISTERNA DI LATINA

COMUNE DI CISTERNA DI LATINA COMUNE DI CISTERNA DI LATINA MEDAGLIA D ARGENTO AL VALOR CIVILE REGOLAMENTO CENTRO DIURNO PER MINORI LA TARTARUGA INDICE CAP 1 - Principi generali Art. 1 Definizione del servizio Art. 2 Finalità e obiettivi

Dettagli

SOMMARIO. Art. 8 Conoscenza dei bisogni e valutazione del gradimento dei servizi

SOMMARIO. Art. 8 Conoscenza dei bisogni e valutazione del gradimento dei servizi Regolamento per il funzionamento dell Ufficio relazioni con il Pubblico Approvato con deliberazione della Giunta Provinciale N.128 del 15.09.2005 SOMMARIO Art. 1 Principi generali Art. 2 Finalità e funzioni

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA COMMISSARIO STRAORDINARIO

PROVINCIA DI ROMA COMMISSARIO STRAORDINARIO Deliberazione C.S. n. 319 del 20.11.2013 Riproduzione dell originale firmato digitalmente PROVINCIA DI ROMA COMMISSARIO STRAORDINARIO L anno duemilatredici il giorno venti del mese di novembre, alle ore

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 1. PREMESSA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 1. PREMESSA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2013-2015 1. PREMESSA Il principio della trasparenza, inteso come accessibilità totale a tutti gli aspetti dell organizzazione, è un elemento essenziale

Dettagli

SCHEDA MULTISERVIZIO TECNOLOGICO PER LE STRUTTURE SANITARIE DELLA REGIONE LAZIO

SCHEDA MULTISERVIZIO TECNOLOGICO PER LE STRUTTURE SANITARIE DELLA REGIONE LAZIO SCHEDA MULTISERVIZIO TECNOLOGICO PER LE STRUTTURE SANITARIE DELLA REGIONE LAZIO Multiservizio tecnologico per le strutture sanitarie della Regione Lazio Il presente caso studio riguarda l affidamento,

Dettagli

PROGETTO INTERCULTURALE DI RETE

PROGETTO INTERCULTURALE DI RETE CENTRO DI ALFABETIZZAZIONE IN ITALIANO L2 Istituto Comprensivo C. Angiolieri Siena Centro di Alfabetizzazione Italiano L2 C. Angiolieri Scuola Secondaria di II grado Scuola Secondaria di I grado Scuola

Dettagli

SERVIZI OFFERTI Il Museo della Città eroga i seguenti servizi:

SERVIZI OFFERTI Il Museo della Città eroga i seguenti servizi: CARTA DEI SERVIZI DEL COMUNE DI SASSARI Settore Sviluppo Locale, Politiche Culturali e Marketing Turistico Macro categoria attività Museo della Città Finalità attività Il Museo della Città, è il luogo

Dettagli

PROGETTO ALUNNI IMMIGRATI

PROGETTO ALUNNI IMMIGRATI ANNO SCOLASTICO 2011-2012 PROGETTO ALUNNI IMMIGRATI ALUNNI STRANIERI ANNO SCOLASTICO 2011-2012 Nel nostro istituto gli studenti stranieri sono 98 (il 17,2 % della totalità degli studenti) di cui 26 alla

Dettagli

Progetto giovani, oggi e domani

Progetto giovani, oggi e domani Progetto giovani, oggi e domani Progetto per le Politiche Giovanili nei comuni di Ceresole d Alba (cn) Pocapaglia (cn) Sanfrè (cn) Sommariva Perno (cn) In collaborazione con Consorzio Socio Assistenziale

Dettagli