Piano esecutivo di gestione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Piano esecutivo di gestione"

Transcript

1 Piano esecutivo di gestione Azioni 213 Allegato C

2 Sommario Premessa: Il Comune in cifre Parte I Piano Azioni Parte II Piano delle opere pubbliche Parte III Risorse assegnate

3 Il Comune in cifre Sindaco Giunta Consiglio Claudio Toni 6 assessori 21 consiglieri Mandato Segretario generale Fabrizio Petruzzi Settori 5 Dirigenti 4 Dipendenti a tempo indeterminato Dipendenti a tempo determinato 19 6 Organigramma Consiglio Comunale Giunta Comunale Sindaco Nucleo di valutazione Collegio dei Revisori Comitato di Direzione Segretario generale Settore n. 1 Servizi istituzionali e gestione delle risorse interne Settore n. 2 Settore economico finanziario Settore n. 3 Realizzazione e riuso opere pubbliche Settore n. 4 Assetto del territorio e ambiente Settore n. 5 Servizi alle persone 1

4 Territorio superficie 65 kmq aree a verde urbano funzionale mq n.parchi attrezzati mq strade provinciali strade comunali strade vicinali 29,5 km 12 km 115 km km strade illuminate n.punti luce fiumi e torrenti 16 Popolazione abitanti cittadini stranieri 16,5% nuclei familiari in età -6 anni 6,9% in età 7-14 anni 7,% in età anni 14,6% in età 3-65 anni 51,3% in età oltre 65 anni 2,2% Economia n.imprese attive di cui: Agricoltura 148 Industria 956 Servizi 1.32 Altre non classificate 3 2

5 Aggregazioni sociali associazioni 62 società sportive 29 Scuole n. nido comunali posti 1-24 n. nido convenzionati posti 4-48 n.nido accreditati posti 4-84 n.materne posti n.elementari posti n.medie posti n.superiori posti Altre strutture biblioteca 1 auditorium 1 impianti sportivi 17 punti wi-fi pubblici 2 punti PAAS 3 centro infanzia 1 centro giovani 1 centri emergenza abitativa 3 farmacia comunale 1 cimiteri 7 Risorse strumentali mezzi operativi 8 3

6 veicoli 34 scuolabus 8 personal computer 157 server 12 Società partecipate società partecipate direttamente 9 società partecipate indirettamente 11 Sito istituzionale 4

7 Piano Esecutivo di Gestione 213 Piano delle azioni 5 PARTE I

8 Questa sezione del Piano Esecutivo di Gestione contiene le azioni assegnate dalla Giunta ai Dirigenti per l anno 213, finalizzate all attuazione degli obiettivi di mandato. Le azioni sono indicate con riferimento a ciascuno dei quattro programmi in cui è suddiviso il piano di mandato di questa amministrazione: Programma 1 Servizi al cittadino Programma 2 Governo del territorio Programma 3 Economia e lavoro Programma 4 Innovazione servizi comunali Di ogni azione, è indicata la descrizione, la tipologia (Sviluppo, Miglioramento, mantenimento), se è qualificata come intervento DAMS- Documento annuale per il miglioramento e la semplificazione ai sensi dell art.26 del Regolamento sui rapporti tra cittadini e amministrazione comunale, il responsab,se trattasi di intervento pluriennale. Sono inoltre indicati i dati dettagliati relativi a: o Incaricato all attuazione operativa dell azione o e tempi di realizzazione o In conformità all art.4 del Regolamento che disciplina il Sistema di misurazione e valutazione della performance approvato con delibera n.151 del della Giunta, alle azioni è attribuito un parametro moltiplicatore (peso) così distinto: - azioni di sviluppo: 1 - azioni di miglioramento:,75 - azioni di mantenimento:,5 - azioni di DAMS: comunque 1 Il parametro moltiplicatore misura e indica la rvanza dell azione rispetto all obiettivo strategico a cui è associata e a cui essa tenda, nonché la sua complessità operativa 6

9 1 - Area 1 Servizi al cittadino 7

10 1.A - Promuovere conoscenza, istruzione e sviluppo culturale 1.A.1 - Ridurre l'abbandono scolastico Amministratore/i Emma Donnini Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.A.1.1 Descrizione: PIANIFICAZIONE ZONALE DEGLI INTERVENTI EDUCATIVI (L.R. 32/22). Partecipazione ai "tavoli" di progettazione integrata della nuova struttura organizzativa di supporto alla Conferenza zonale per l'istruzione Empolese- Valdelsa (educazione interculturale, educazione ambientale, disagio scolastico, infanzia e l'adolescenza, educazione degli adulti). Programmazione pluriennale degli interventi di educazione, istruzione, orientamento, formazione e politiche del lavoro sulla base degli obiettivi e delle linee guida del nuovo Piano di Indirizzo Generale Integrato (PIGI) della Regione Toscana. Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: Sì Tipo Azione: Miglioramento Caccialupi Antonella Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 5 Partecipazione ai tavoli di lavoro e alla conferenza 1/3/213 31/12/213 // Caccialupi Antonella zonale 2 5 Predisposizione PEZ e relativi atti 1/3/213 31/1/213 // Caccialupi Antonella Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno prec. Progetti educativi approvati N 1 Risultato atteso Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.A.1.2 Descrizione: PROTOCOLLO DI INTESA CON LE SCUOLE PER LA PREVENZIONE DEL DISAGIO. Elaborazione di un protocollo, in collaborazione con le scuole e l'associazionismo, che consenta di programmare e attuare in modo integrato azioni strutturate e funzionali alla realizzazione dell'obiettivo, evitando sovrapposizioni, sprechi di risorse e di energie. Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Miglioramento Gozzi Marcella Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 3 Incontri di programmazione e coordinamento tra 6/5/213 2/12/213 // Gozzi Marcella istituzioni e associazioni 2 3 Approvazione del protocollo 23/9/213 31/3/214 // Gozzi Marcella 3 4 Avvio delle attività 23/9/213 31/3/214 Gozzi Marcella 4 Sperimentazione delle azioni di prevenzione del 1/1/213 // // Gozzi Marcella disagio sulla base di progetti specifici concordati tra gli enti 5 Coordinamento, monitoraggio e tutoraggio delle azioni 23/9/213 // // Gozzi Marcella Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno prec. No 2 5 Protocollo approvato 5 Iniziative avviate N 2 Risultato atteso Note: L'azione è ricollegata alla macro azione di cui all'obiettivo 1.B.1.2 "Rete Sicura" 8

11 Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.A.1.3 Descrizione: ORIENTAMENTO SCOLASTICO E PROFESSIONALE. Laboratori di orientamento alla scelta degli studi, della formazione e del lavoro nelle classi delle scuole secondarie di I e II grado dei Comuni appartenenti alla Rete InformaGiovani. Azioni di tutoraggio e sostegno ai ragazzi a rischio di dispersione scolastica. Fiere dell Orientamento e seminari di approfondimento. Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Miglioramento Gozzi Marcella Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 7 Realizzazione del programma di attività /1/213 31/5/213 31/5/ Monitoraggio e verifica del programma di attività 212-1/1/213 3/6/213 3/6/ Programmazione attività e calendari con gli insegnanti 23/9/213 31/3/214 Gozzi Marcella Monitoraggio e verifica programma di attività /1/213 Gozzi Marcella Realizzazione del programma di attività /1/213 Carmignani Serena Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno Risultato prec. atteso Sì 5 2 Grado di soddisfazione dei ragazzi e degli % insegnanti (> 65%) Sì 4 2 Genitori partecipanti alle iniziative N Sì 3 2 Scuole partecipanti alle fiere N Sì 2 2 Studenti partecipanti alle azioni N 1 2 Classi o gruppi partecipanti alle azioni N 71 6 calssi e 1 alunni Note: Le azioni di orientamento vengono realizzate su tutti i Comuni del Valdarno in quanto il Centro InformaGiovani & Servizi per l'impiego del Comune di Fucecchio è anche Centro Rete degli informagiovani del Valdarno Inferiore. Le azioni rivolte alle scuole di Fucecchio sono ricollegabili anche all'azione "protocollo d'intesa con le scuole" di cui all'obiettivo 1.A A.2 - Migliorare l'accesso ai servizi educativi Amministratore/i Emma Donnini Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.A.2.1 Descrizione: PROGETTI EDUCATIVI ZONALI (P.E.Z.) INFANZIA Gestione dei servizi educativi per la prima infanzia, anche nella forma dell'acquisto di posti nei servizi privati accreditati. Progetti di continuità educativa, azioni di promozione dell'integrazione tra i servizi (pubblici e privati) e della qualità dei servizi. Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Sviluppo Caccialupi Antonella Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 5 Procedure per l'acquisizione dei posti nei servizi privati 1/7/213 31/8/213 31/8/213 Caccialupi accreditati Antonella 2 5 Realizzazione progetti di continuità educativa, azioni di promozione tra servizi e della qualità dei servizi 1/9/213 31/12/213 Caccialupi Antonella Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno Risultato prec. atteso Sì 2 5 Posti acquistati nei servizi privati accreditati N Posti prima infanzia gestiti direttamente N

12 Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.A.2.2 Descrizione: REINTERNALIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA. Cessazione del rapporto di servizio con la Fucecchio servizi S.r.l., per quanto riguarda il servizio di refezione scolastica. Appalto del servizio mediante espletamento di selezione pubblica (produzione e trasporto pasti; sporzionamento). Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: No Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Miglioramento Cheti Alberto Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 1 Atto di indirizzo del Consiglio comunale 1/5/213 3/9/213 // Cheti Alberto 2 4 Perfezionamento procedure appalto servizio refezione 1/5/213 31/1/213 // Cheti Alberto 3 4 Supporto amministrativo alla Fucecchio Servizi srl per 1/1/213 31/12/213 // Caccialupi la gestione ordinaria dei servizi scolastici Antonella 4 1 Avvio gestione diretta servizio refezione scolastica 1/9/213 16/9/213 Caccialupi Antonella Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno prec. No 2 75 Aggiudicazione gara d'appalto No 1 25 Atto di indirizzo del Consiglio Comunale Risultato atteso Criticità non governabili: La realizzazione della fase nel suo complesso ha incontrato diversi ostacoli, sia normativi che procedurali. - la reinternalizzazione del servizio legata allo scioglimento della Fucecchio Servizi (normativa con disposizioni particolarmente instabili); - difficoltà nella definizione delle modalità gestionali per l'esecuzione del nuovo appalto, soprattutto in relazione alla gestione del personale dipendente della Fucecchio Servizi; Tutto cio' ha rallentato il processo finalizzato al nuovo affidamento del servizio. 1.A.3 - Adeguare gli edifici scolastici Amministratore/i Emma Donnini, Nicolò Luca Cannella Settore 4 - Assetto del territorio - Anno 213 Codice 1.A.3.1 ambiente Descrizione: Studi di fattibilità/progettazione per adeguamento ricettività scuole elementare e media Responsab: Comuniello Antonio Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Sviluppo Comuniello Antonio Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 7 Predisposizione studio fattibilità ed Esame Giunta 3/6/213 31/12/213 Comuniello Antonio 2 3 Procedure per affidamento incarico 2/9/213 31/12/213 Aringhieri Monica Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno prec. 1 Numero studi fattibilità (ipotesi progettuali) N Risultato atteso 1

13 Settore 4 - Assetto del territorio - Anno 213 Codice 1.A.3.2 ambiente Descrizione: Adeguamento e ampliamento scuola materna Vedute Responsab: Comuniello Antonio Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Sviluppo Comuniello Antonio Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 5 Acquisizione Pareri su vincoli sovraordinati 1/4/213 31/12/213 Comuniello Antonio 2 3 Definizione Giunta scelte localizzative 2/9/213 31/12/213 Comuniello Antonio 3 2 Progettazione preliminare 2/12/213 31/3/214 Comuniello Antonio Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno prec. 1 Rispetto dei tempi Risultato atteso Settore 4 - Assetto del territorio - Anno 213 Codice 1.A.3.3 ambiente Descrizione: Nuova scuola materna San Pierino - Atti conseguenti alla fine lavori e collaudo lavori di costruzione edificio. Responsab: Comuniello Antonio Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Sviluppo Manetti Gabriele Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 8 Collaudo 1/1/213 31/1/213 Manetti Gabriele 2 2 Verifiche normative 1/9/213 31/12/213 Manetti Gabriele Settore 4 - Assetto del territorio - Anno 213 Codice 1.A.3.4 ambiente Descrizione: Scuola elementare "G. Pascoli" del Capoluogo " - Intervento di rifacimento della copertura Responsab: Comuniello Antonio Pluriennale: No Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Miglioramento Manetti Gabriele Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 4 Progettazione 1/2/213 15/6/213 7/6/213 Manetti Gabriele 2 5 Esecuzione lavori 1/7/213 15/1/213 Manetti Gabriele 3 1 Collaudo 16/1/213 31/12/213 Manetti Gabriele Settore 4 - Assetto del territorio - Anno 213 Codice 1.A.3.5 ambiente Descrizione: Interventi aggregati di manutenzione straordinaria edifici scolastici Responsab: Comuniello Antonio Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Mantenimento Talini Nicola 11

14 Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 2 Programmazione interventi per l'anno /6/213 3/6/213 28/6/213 Talini Nicola 2 5 Ordinazione lavori e Direzione Lavori 1/7/213 31/12/213 Talini Nicola 3 3 Verifiche, contabilità e presa in consegna delle opere 15/7/213 31/12/213 Talini Nicola Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno prec. Sì 5 Importo complessivo lavori Sì 4 4 Numero segnalazioni scuole soddisfatte/numero segnalazioni scuole ricevute Sì 3 2 Numero interventi verificati Sì 2 2 Numero interventi realizzati 2 Numero interventi progettati N % Risultato atteso 1.A.4 - Sviluppare le attività culturali e sportive con la partecipazione dei cittadini, singoli e in associazione Amministratore/i Sara Matteoli, Nicolò Luca Cannella, Alessio Spinelli Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.A.4.1 Descrizione: NUOVO CINEMA TEATRO. Affidamento in concessione della gestione del Cinema teatro di Piazza Montanelli. Perfezionamento ed espletamento delle procedure di gara. Avvio della programmazione culturale da parte del soggetto affidatario. Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: No Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Sviluppo Sciagra Lisa Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 5 Predisposizione della gara per l'affidamento in 2/1/213 31/7/213 31/7/213 Sciagra Lisa concessione del Cinema teatro 2 5 Espletamento procedure di gara e affidamento della 31/7/213 31/3/214 Sciagra Lisa concessione Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno prec. No 2 4 Aggiudicazione della concessione No 1 6 Indizione della gara Risultato atteso Settore 2 - Economico Finanziario Anno 213 Codice 1.A.4.2 Descrizione: Supporto nella redazione della documentazione di gara e nell'espletamento delle procedure per l'affidamento in concessione della gestione del Teatro comunale; formalizzazione del rapporto contrattuale con l'operatore economico selezionato Responsab: Buti Cristina Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Sviluppo Malucchi Fabio Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 4 Supporto nella predisposizione della documentazione 1/5/213 3/9/213 16/9/213 della gara informale riservata agli operatori che hanno manifestato interesse 2 4 Supporto nell'espletamemto dlla gara 3/9/213 15/12/ Formalizzazione del rapporto contrattuale con l'operatore selezionato 15/12/213 31/1/214 Pulidori Letizia 12

15 Settore 4 - Assetto del territorio - Anno 213 Codice 1.A.4.3 ambiente Descrizione: Adempimenti tecnici preordinati alla messa in esercizio della porzione di immob, acquisitio in leasing, destinato a Cinema-Teatro. Responsab: Comuniello Antonio Pluriennale: No Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Sviluppo Pisaneschi Raffaello Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 15 Verifiche con comando provinciale Vigili del Fuoco 1/6/213 15/1/213 Pisaneschi Raffaello 2 15 Affidamento incarico professionale per SCIA pratica 1/1/213 3/11/213 Pisaneschi antincendio Raffaello 3 2 Definizione rapporti integrativi con Società di Leasing 15/1/213 31/12/213 Pisaneschi Raffaello 4 5 Contraddittorio con Imprese esecutrici 1/2/213 31/12/213 Pisaneschi Raffaello Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno prec. No 1 1 Rispetto dei termini per le varie fasi in cui è suddivisa l'azione Risultato atteso Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.A.4.4 Descrizione: PROGRAMMAZIONE INTEGRATA DELLE ATTIVITA' (BIBLIOTECA, MUSEO, CIAF, SCUOLE E ASSOCIAZIONISMO). Realizzazione del centro estivo nel Parco Corsini "Storia, arte e libri". Realizzazione del progetto lettura con le scuole. Attività didattica del museo. Potenziamento delle attività del punto prestito presso la COOP. Progetto di realizzazione di un servizio integrato tra la sezione ragazzi della biblioteca e il CIAF. Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: Sì Tipo Azione: Miglioramento Sciagra Lisa Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 2 Analisi delle attività del CIAF e della Biblioteca ai fini 1/7/213 3/8/213 3/8/213 Canovai Monica dell'integrazione tra le due strutture 2 2 Progettazione della gestione integrata di Biblioteca e 1/1/213 3/11/213 Sciagra Lisa CIAF in uno spazio condiviso 3 1 Realizzazione del Centro estivo "Storia, arte e libri" 15/7/213 7/9/213 7/9/213 Sciagra Lisa 4 2 Potenziamento attività del punto prestito Coop 3/6/213 31/3/214 Sciagra Lisa 5 2 Progetto lettura nelle scuole 1/1/213 31/7/213 31/7/213 Sciagra Lisa 6 1 Realizzazione attività didattica del museo 1/1/213 31/7/213 31/7/213 Sciagra Lisa Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno prec. No 5 2 Progetto gestione integrata Biblioteca e CIAF Sì 4 2 Iscritti centro estivo numero Risultato atteso Sì 3 2 Incontri del museo con le scuole numero Sì 2 2 Incontri della biblioteca con le scuole numero Prestiti realizzati al punto Coop numero Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.A.4.5 Descrizione: MAGNA CHARTA DEL VOLONTARIATO. Partecipazione del Museo di Fucecchio al progetto sperimentale regionale "Magna Charta del volontariato", mediante convenzione con Associazione per lo svolgimento di attività di supporto alla tutela e valorizzazione dei beni culturali del territorio. Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: Sì Periodo: 13

16 DAMS: No Tipo Azione: Miglioramento Sciagra Lisa Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 5 Perfezionamento convenzione 2/1/213 31/5/213 24/5/213 Sciagra Lisa 2 5 Realizzazione attività convenzionate 3/6/213 31/3/214 Sciagra Lisa Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno Risultato prec. atteso Sì 2 5 Iniziative realizzate numero 5 No 1 5 Convenzione Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.A.4.6 Descrizione: GESTIONE DELL'OSTELLO, DELL'AUDITORIUM E DELLA LIMONAIA. Progettazione e nuovo affidamento della gestione. Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: No Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Miglioramento Poli Carla Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 2 Proroga dell'affidamento dell'attuale gestione 2/1/213 31/12/213 Poli Carla 2 4 Nuovo progetto di valorizzazione e gestione delle 3 4 strutture Espletamento procedure di affidamento della nuova gestione 15/9/213 31/1/213 Poli Carla 1/11/213 31/12/213 Poli Carla Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno prec. Risultato atteso No 5 4 Progetto valorizzazione e gestione delle strutture Sì 4 15 Pernottamenti ostello numero Sì 3 15 Presenze ostello numero Sì 2 15 Giornate di utilizzo auditorium numero Domande utilizzo auditorium numero 4 4 Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.A.4.7 Descrizione: GESTIONE IMPIANTI SPORTIVI. Nuovi affidamenti in concessione della gestione degli impianti sportivi. Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: No Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Miglioramento Caccialupi Antonella Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 2 Analisi delle attuali gestioni 1/4/213 3/8/213 3/8/213 Caccialupi Antonella 2 2 Indirizzi della Giunta Comunale 1/1/213 31/7/213 31/7/213 Caccialupi Antonella 3 6 Affidamento delle nuove gestioni 2/6/213 15/9/213 15/9/213 Caccialupi Antonella Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno Risultato prec. atteso Sì 4 3 Presenze piscina intercomunale numero Sì 3 25 Iscritti piscina intercomunale numero Sì 2 25 Ore di utilizzo degli impianti sportivi numero

17 Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno Risultato prec. atteso 2 Società sportive autorizzate numero 6 6 Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.A.4.8 Descrizione: CENTRO ARTI PERFORMATIVE IL FRANTOIO". Nuova progettazione delle attività, in collaborazione con l'associazione "Elan Frantoio". Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: No Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Miglioramento Poli Carla Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 2 Realizzazione della seconda parte del programma di 2/1/213 3/6/213 3/6/213 Poli Carla attività Progettazione e affidamento della gestione delle 1/7/213 31/12/213 2/8/213 Poli Carla attività secondo semestre Realizzazione della Scuola internazionale estiva 1/7/213 3/8/213 31/8/213 Poli Carla 4 3 Verifica e indirizzi sulla prosecuzione dell'attività del 1/1/213 3/11/213 Frantoio nel 214 Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno prec. No 3 2 Proposta progettuale Risultato atteso Sì 2 4 Spettatori spettacoli numero Iscritti attività formative e laboratoriali numero Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.A.4.9 Descrizione: ATTIVITA' CULTURALI. Nuova programmazione delle attività culturali nel 213, con particolare riferimento alla rassegna musicale "Jazz sotto le Torri", al festival di fotografia FOFU e alla festa medievale "Salamarzana". Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: No Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Miglioramento Poli Carla Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 2 2 Realizzazione rassegna musicale "Jazz sotto le Torri" 1/8/213 1/9/213 1/9/213 Poli Carla 3 5 Realizzazione festa medievale "Salamarzana" 2/5/213 8/9/213 8/9/213 Poli Carla 4 3 Realizzazione mostra fotografica FUFU 15/9/213 17/11/213 Poli Carla Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno Risultato prec. atteso Sì 4 Numero partecipanti Festival di fotografia N FOFU Sì 3 Numero partecipanti Festa medievale N Salamarzana Sì 2 Numero partecipanti Jazz sotto le Torri N Numero iniziative realizzate N Settore 4 - Assetto del territorio - Anno 213 Codice 1.A.4.1 ambiente Descrizione: Avvio studio di fattibilità di impianti scoperti della piscina intercomunale con verifica delle forme di finanziamento in collaborazione con la societa di gestione AQUATEMPRA e Comune di Santa Croce sull'arno. Responsab: Comuniello Antonio Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Sviluppo Comuniello Antonio 15

18 Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 5 Iniziative di coordinamento con S.Croce e società di 24/6/213 31/12/213 Comuniello gestione Aquatempra Antonio 2 5 Esame studio fattibilità predisposto da Aquatempra 3/6/213 31/12/213 Comuniello Antonio Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno Risultato prec. atteso 1 Numero incontri N. 3 Settore 4 - Assetto del territorio - Anno 213 Codice 1.A.4.11 ambiente Descrizione: Manutenzione straordinaria ed adeguamento impianti sportivi alle normative di settore Responsab: Comuniello Antonio Pluriennale: No Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Mantenimento Prolifici Luca Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 1 Verifica delle necessità e redazione della perizia 1/9/213 31/3/214 Prolifici Luca 2 Ordinazione lavori e Direzione Lavori 1/4/214 Prolifici Luca 3 Verifica, contabilità e presa in consegna delle opere 1/7/214 Prolifici Luca Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno prec. Sì 5 Importo complessivo lavori Sì 4 25 Numero segnalazioni società sportive ammissibili/sostenibili Sì 3 25 Numero interventi verificati Sì 2 25 Numero interventi realizzati 25 Numero interventi progettati Risultato atteso Settore 4 - Assetto del territorio - Anno 213 Codice 1.A.4.12 ambiente Descrizione: Riqualificazione area sportiva di San Pierino - Progettazione preliminare e richiesta ammissione finanziamento D.M Progettazione esecutiva, eventualmente suddivisa per stralci in relazione alla ammissione /Non ammissione a finanziamento - Accordo con gestore impianto tennis per compartecipazione all'esecuzione dei lavori Responsab: Comuniello Antonio Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: Sì Tipo Azione: Sviluppo Prolifici Luca Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 5 Progettazione Preliminare 1/1/213 7/6/213 7/6/213 Prolifici Luca 2 5 Presentazione richiesta di finanziamento al CONI 7/6/213 12/6/213 12/6/213 Prolifici Luca 3 Stipula accordo compartecipazione con Società 1/1/214 Caccialupi gestione impianti tennis Antonella 4 Progettazione Definitiva e/o Esecutiva 1/1/214 Prolifici Luca 5 Affidamento lavori 1/5/214 Aringhieri Monica 6 Consegna e Direzione Lavori 1/1/214 Prolifici Luca 7 Contabilità e collaudo delle opere 1/4/215 Prolifici Luca 16

19 Settore 4 - Assetto del territorio - Anno 213 Codice 1.A.4.13 ambiente Descrizione: Riqualificazione impianto sportivo Fucecchiello - Realizzazione primo stralcio e completamento progettazione ai fini della richiesta di finanziamento di cui al D.M , eventualmente per stralci in relazione alla ammissione/non ammissione a finanziamento Responsab: Comuniello Antonio Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Sviluppo Mainardi Luca Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 7 Rendiconto finale relativo alla domanda di 1/6/213 1/7/213 2/7/213 finanziamento 2 3 Verifica appalto per redazione Certiifcato regolare 1/1/213 22/1/213 23/1/213 esecuzione lavori Settore 4 - Assetto del territorio - Anno 213 Codice 1.A.4.14 ambiente Descrizione: Impianto sportivo: "F.Corsini": opere di adeguamento impiantistico ed integrazione delle dotazioni dei servizi igienici Responsab: Comuniello Antonio Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Miglioramento Prolifici Luca Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 1 Redazione della perizia di spesa 1/9/213 31/3/214 Prolifici Luca 2 Ordinazione lavori e Direzione Lavori 1/4/214 Prolifici Luca 3 Verifica, contabilità e presa in consegna delle opere 1/6/214 Prolifici Luca 17

20 1.B - Promuovere integrazione culturale e inclusione sociale 1.B.1 - Sviluppare percorsi di crescita personale, professionale, formativa, in particolare di ragazzi svantaggiati, disabili e stranieri. Amministratore/i Emma Donnini, Sandro Buggiani Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.B.1.1 Descrizione: ATTIVITA' EXTRASCOLASTICHE PER BAMBINI E RAGAZZI. Mantenimento delle attività e dei progetti di prevenzione del disagio, di socializzazione e ludicosportive: doposcuola presso il CIAF e il Centro giovani, soggiorni estivi, corsi di nuoto, corso estivo di italiano per ragazzi stranieri. Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Mantenimento Caccialupi Antonella Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 5 Programmazione e realizzazione iniziative Soggiorni 1/5/213 3/9/213 3/9/213 Caccialupi Estivi e Corsi di nuoto Antonella 2 4 organizzazione doposcuola presso il CIAF e Centro 9/12/212 22/12/213 31/12/213 Canovai Monica Giovani 3 1 Corso Estivo di italiano per ragazzi stranieri Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno prec. 1 Iniziative attivate N Risultato atteso Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.B.1.2 Descrizione: PROGETTO "RETE SICURA". Prosecuzione del progetto finalizzato alla prevenzione del disagio adolescenziale e giovan (azioni di rete, allestimento di strumenti per la rvazione dei bisogni e il monitoraggio delle azioni, laboratori, stage, utilizzo di social network di comunicazione e confronto con i ragazzi). "Rete Sicura" si ricollega al protocollo di rete con le scuole e le associazioni del territorio (vedi obiettivo 1.A.1.2) e al progetto "E...state in Comune" (vedi obiettivo 1.B.1.3). Inoltre, intende sviluppare azioni di rete con il coinvolgimento del Comitato Marea e di altri giovani che collaborano ad azioni di politiche giovanili, oltre a favorire momenti di confronto con la cittadinanza per lo sviluppo di azioni sul territorio. Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: Sì Periodo: settembre dicembre 214 DAMS: No Tipo Azione: Mantenimento Gozzi Marcella Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 5 Incontri di programmazione e coordinamento con le 4/9/213 31/3/214 Gozzi Marcella scuole, le associazioni e i ragazzi 2 5 Avvio delle azioni 14/1/213 31/3/214 Gozzi Marcella 3 Realizzazione delle azioni sulla base dei progetti concordati con enti, associazioni e cittadini Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno prec. Sì 2 5 n. enti, gruppi, associazioni coinvolti sul n. territorio 5 Numero iniziative attivate N 18 1/12/213 31/3/214 Gozzi Marcella Risultato atteso Note: L'azione "Rete Sicura" rappresenta una macro azione finalizzata ad attivare una modalità operativa di coinvolgimento di tutte le realtà territoriali nelle diverse fasi di programmazione, progettazione e gestione delle attività sul territorio.essa, pertanto, comprende delle sub-azioni finalizzate alla realizzazione di progetti specifici che, sulla base dei bisogni emersi, vengono attivati: i progetti "Piazza Lavoro" E...state in Comune", il protocollo con le scuole e le associazioni, i forum con giovani, scuole, associazioni e cittadini, sono alcune di queste azioni.

21 Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.B.1.3 Descrizione: "ESTATE IN COMUNE". Prosecuzione dell'iniziativa, che offre ad adolescenti e giovani del territorio opportunità di stage formativi in settori di intervento dell'amministrazione comunale, quali i servizi interni, i servizi educativi, culturali e sociali, le politiche giovanili, l'ambiente e le aree verdi. Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: Sì Periodo: apr-ottobre DAMS: No Tipo Azione: Mantenimento Gozzi Marcella Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 1 Verifica disponibilità con uffici e associazioni, 1/4/213 31/5/213 31/5/213 Gozzi Marcella pubblicizzazione e raccolta iscrizioni 2 3 Colloqui con i ragazzi, compilazione progetti e 1/6/213 15/6/213 15/6/213 Falchi Chiara formazione 3 5 Inserimento dei ragazzi in tirocinio estivo e progetti 17/6/213 21/9/213 // Falchi Chiara educativi; monitoraggio e tutoraggio 4 1 Coordinamento delle azioni e gestione amministrativa 2/5/213 31/1/213 // Gozzi Marcella del progetto Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno Risultato prec. atteso Sì 3 Grado di soddisfazione percepita dai ragazzi n. schede 1 mediante schede di rvazione e incontro di verifica e consegna attestati Sì 2 Ragazzi inseriti nei progetti N Domande di iscrizione N Note: L'azione si ricollega alla macro azione di cui all'obiettivo 1.A.1.2 Rete Sicura Settore 5 - Servizi alle persone Anno 213 Codice 1.B.1.4 Descrizione: PERCORSI DI CITTADINANZA. Prosecuzione del progetto finalizzato all'integrazione delle cittadine e dei cittadini stranieri nella comunità fucecchiese. Le attività sono gestite dall'unione dei Comuni. Responsab: Cheti Alberto Pluriennale: Sì Periodo: DAMS: No Tipo Azione: Mantenimento Barone Angela Nr. Peso Descrizione Inizio previsto Fine prevista Data Referente 1 3 Servizio di interpretariato e mediazione linguistica 1/1/213 31/12/213 Barone Angela 2 2 Corso di italiano per donne straniere 1/1/213 31/5/213 31/5/213 Barone Angela 3 2 Corso estivo di italiano per ragazzi stranieri 28/6/213 3/9/213 6/9/213 Barone Angela 4 3 Progetto Cult_aspettando la fine del mondo" per 1/2/213 31/5/213 31/5/213 Barone Angela facilitare l integrazione degli adolescenti stranieri Misurab Nr. Descrizione UM Qtà anno prec. Sì 2 5 Numero partecipanti (da specificare per N iniziativa) 5 Numero iniziative attivate N Risultato atteso 19

Comune di Empoli. Provincia di Firenze. Attività e competenze dei servizi del Settore Servizi alla Persona

Comune di Empoli. Provincia di Firenze. Attività e competenze dei servizi del Settore Servizi alla Persona Comune di Empoli Provincia di Firenze Settore VII Serviizii alllla Persona Attività e competenze dei servizi del Settore Servizi alla Persona Servizio Biblioteca - Organizzazione e funzionamento del servizio

Dettagli

GIOVANI E POLITICHE SOCIALI

GIOVANI E POLITICHE SOCIALI GIOVANI E POLITICHE SOCIALI Le Politiche per i Giovani L Amministrazione Comunale si è posta l obiettivo di potenziare gli interventi a favore dei giovani attraverso lo sviluppo della loro creatività ed

Dettagli

ISTITUZIONE PER L ESERCIZIO DI SERVIZI EDUCATIVI, SCOLASTICI, CULTURALI E SPORTIVI DEL COMUNE DI CRESPELLANO PIANO PROGRAMMA ANNO 2010

ISTITUZIONE PER L ESERCIZIO DI SERVIZI EDUCATIVI, SCOLASTICI, CULTURALI E SPORTIVI DEL COMUNE DI CRESPELLANO PIANO PROGRAMMA ANNO 2010 ISTITUZIONE PER L ESERCIZIO DI SERVIZI EDUCATIVI, SCOLASTICI, CULTURALI E SPORTIVI DEL COMUNE DI CRESPELLANO PIANO PROGRAMMA ANNO 2010 L Istituzione è la struttura di principale e dedicato riferimento

Dettagli

COMUNE DI FUCECCHIO. Piano esecutivo di gestione

COMUNE DI FUCECCHIO. Piano esecutivo di gestione Piano esecutivo di gestione Azioni 0 Sommario Parte I Piano Azioni Parte II Piano delle opere pubbliche Piano Esecutivo di Gestione 0 Piano delle azioni PARTE I Questa sezione del Piano Esecutivo di Gestione

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Finalità 1.1 Il

Dettagli

AREA SERVIZI AL CITTADINO Direzione Centrale DECENTRAMENTO E SERVIZI AL CITTADINO Direzione di Progetto Area metropolitana e Municipalità

AREA SERVIZI AL CITTADINO Direzione Centrale DECENTRAMENTO E SERVIZI AL CITTADINO Direzione di Progetto Area metropolitana e Municipalità AREA SERVIZI AL CITTADINO Direzione Centrale DECENTRAMENTO E SERVIZI AL CITTADINO Direzione di Progetto Area metropolitana e Municipalità «Decentramento e Municipalità: i casi di Bologna, Napoli, Roma»

Dettagli

Il piano generale di sviluppo 2010-2014. Città di Seriate - www.comune.seriate.bg.it

Il piano generale di sviluppo 2010-2014. Città di Seriate - www.comune.seriate.bg.it Il piano generale di sviluppo 2010-2014 1 Cos è il piano generale di sviluppo Uno degli strumenti di programmazione e di rendicontazione finanziaria di mandato Citato (solamente citato) in due norme sull

Dettagli

Città di Racconigi. Oggetto: relazione gestionale 2014 per l Area Servizi socio assistenziali e culturali

Città di Racconigi. Oggetto: relazione gestionale 2014 per l Area Servizi socio assistenziali e culturali Città di Racconigi Al Dottor Paolo FLESIA CAPORGNO Segretario Comunale In Sede Prot. n. Oggetto: relazione gestionale 2014 per l Area Servizi socio assistenziali e culturali In riferimento al Piano integrato

Dettagli

SERVIZIO CIMITERIALE

SERVIZIO CIMITERIALE TARIFFE SETTORE AFFARI GENERALI E SERVIZI ALLA PERSONA ANNO 2015 SERVIZIO CIMITERIALE TARIFFARIO DELLE OPERAZIONI CIMITERIALI EURO Inumazioni meccaniche salme 250,00 Inumazioni manuali salme 400,00 Inumazione

Dettagli

COMUNE DI MAGNANO IN RIVIERA (Provincia di Udine)

COMUNE DI MAGNANO IN RIVIERA (Provincia di Udine) COMUNE DI MAGNANO IN RIVIERA (Provincia di Udine) AREA ECONOMICO FINANZIARIA Ufficio Economato TARIFFE, CONTRIBUZIONI E COSTI DEI SERVIZI ANNO 2014 Approvate con deliberazione di Giunta Comunale n 60 del

Dettagli

TABELLA MODIFICHE TARIFFE SERVIZI E CONCESSIONI CIMITERIALI ANNO 2015

TABELLA MODIFICHE TARIFFE SERVIZI E CONCESSIONI CIMITERIALI ANNO 2015 TABELLA MODIFICHE TARIFFE SERVIZI E CONCESSIONI CIMITERIALI ANNO 2015 TRASPORTO SALME / CADAVERI 2014 2015 Trasporto salme / cadaveri (vedi rilascio autorizzazione al trasporto) Accoglienza salme / cadaveri

Dettagli

Programma amministrativo

Programma amministrativo Programma amministrativo AMBIENTE E SOSTENIBILITA Riduzione dei rifiuti: Redazione del Piano Comunale per la Riduzione della Produzione dei Rifiuti. Il Piano è uno strumento necessario per individuare

Dettagli

D. 30 163/2006-34, 20, D.L.

D. 30 163/2006-34, 20, D.L. Affidamento in Concessione dei servizi cimiteriali comunali, ai sensi dell art. 30 del D. Lgs. 163/2006 - Relazione ai sensi dell art. 34, comma 20, D.L. 179/2012 convertito in Legge 221/2012. Premesso

Dettagli

COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico

COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico OGGETTO: ISTRUTTORIA PER LA DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE CIMITERIALI. IL RESPONSABILE DEL SETTORE PREMESSO che: Le tariffe di

Dettagli

Articolo 4 Oggetto Sociale

Articolo 4 Oggetto Sociale Articolo 4 Oggetto Sociale La Cooperativa, con riferimento ai requisiti e agli interessi dei soci, ha per oggetto: 1. Istituire o gestire comunità alloggio, a carattere residenziale o semiresidenziale,

Dettagli

Provincia di Firenze. Premesso che:

Provincia di Firenze. Premesso che: Oggetto: Affidamento in Concessione dei servizi cimiteriali comunali, ai sensi dell art. 30 del D. Lgs. 163/2006 - Relazione ai sensi dell art. 34, comma 20, D.L. 179/2012 convertito in Legge 221/2012.

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa Regolamento recante disciplina sulla conservazione, l affidamento e la dispersione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti. Art. 1 Oggetto

Dettagli

Interventi Sociali anno 2010

Interventi Sociali anno 2010 Comune di Pesaro Assessorato Servizi Sociali Interventi Sociali anno 2010 Pesaro, 14 maggio 2011 Popolazione residente del Comune di Pesaro al 31/12/2010 fascia di età italiani % stranieri % totale 0-14

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DI LOCULI E TOMBE NEI CIMITERI COMUNALI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DI LOCULI E TOMBE NEI CIMITERI COMUNALI REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DI LOCULI E TOMBE NEI CIMITERI COMUNALI Approvato con Delibera C.C. n 59 del 28/11/2008 modificato con Delibera C.C. n 45 del 11/09/2012 e modificato con Delibera C.C. n

Dettagli

Comune di Capannoli. Provincia di Pisa REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE 21ª SEDUTA DELL ANNO 2003 DELIBERAZIONE N.

Comune di Capannoli. Provincia di Pisa REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE 21ª SEDUTA DELL ANNO 2003 DELIBERAZIONE N. Comune di Capannoli Provincia di Pisa Prot.n. del REGISTRO DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA COMUNALE 21ª SEDUTA DELL ANNO 2003 DELIBERAZIONE N.62 DEL 15/05/2003 OGGETTO: CENTRI ESTIVI ED ALTRE INIZIATIVE

Dettagli

EMANA IL SEGUENTE ATTO DI INDIRIZZO

EMANA IL SEGUENTE ATTO DI INDIRIZZO Castiglione delle Stiviere, 05/10/2015 Prot. n. 9298/C6 Al Collegio dei Docenti Alla DSGA All albo E p.c. al Consiglio di Istituto Oggetto: ATTO DI INDIRIZZO RIGUARDANTE LA DEFINIZIONE E LA PREDISPOSIZIONE

Dettagli

TARIFFE SETTORE AFFARI GENERALI E SERVIZI ALLA PERSONA ANNO 2009

TARIFFE SETTORE AFFARI GENERALI E SERVIZI ALLA PERSONA ANNO 2009 TARIFFE SETTORE AFFARI GENERALI E SERVIZI ALLA PERSONA ANNO 2009 TARIFFARIO DELLE OPERAZIONI CIMITERIALI TARIFFA IN EURO Inumazioni meccaniche di salme non residenti 104,00 Inumazioni manuali di salme

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.)

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) COMUNE DI PONTBOSET Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) 2014 2016 Predisposto dal responsabile per la trasparenza Adottato in data 20 febbraio 2014 con deliberazione n. 4 della

Dettagli

Allegato C SCHEDA TECNICA DEL SERVIZIO

Allegato C SCHEDA TECNICA DEL SERVIZIO SCHEDA TECNICA DEL SERVIZIO Allegato C Presentazione del progetto di realizzazione: I servizi Informagiovani PAAS hanno sede temporanea presso il Palazzo Municipale, sono servizi integrati, con finalità

Dettagli

Capo III Strumenti, procedure della programmazione ed ambiti territoriali

Capo III Strumenti, procedure della programmazione ed ambiti territoriali LEGGE REGIONALE 14 APRILE 1999, n.22 "Interventi educativi per l infanzia e gli adolescenti" INDICE TITOLO I Disposizioni generali art. 1. Finalità TITOLO II Soggetti, programmazione e organizzazione Capo

Dettagli

SINTESI OBIETTIVI ANNO 2014

SINTESI OBIETTIVI ANNO 2014 SERVIZIO/UFFICIO Servizi alla Persona RESPONSABILE dott.ssa Silvana Casamassima OBIETTIVO N. 1 PESO 20 SINTESI OBIETTIVI ANNO 2014 4.3.1- Investimento: - avvio della Comunità socio- educativa per persone

Dettagli

Città di Melegnano. (Provincia di Milano) Area Opere Pubbliche, Patrimonio Pubblico ed Ambiente PROJECT FINANCING

Città di Melegnano. (Provincia di Milano) Area Opere Pubbliche, Patrimonio Pubblico ed Ambiente PROJECT FINANCING Città di Melegnano (Provincia di Milano) Area Opere Pubbliche, Patrimonio Pubblico ed Ambiente PROJECT FINANCING CAPITOLATO PRESTAZIONALE E SCHEMA TECNICO PER REDAZIONE DEL PIANO ECONOMICO FINANZIARIO

Dettagli

COMUNE DI FAENZA TARIFFARIO ANNO 2015. P:\CIMITERI\Tariffe cimiteriali\2015\tariffe 2015 FAENZA aumento 0,1 no cremazione.xls

COMUNE DI FAENZA TARIFFARIO ANNO 2015. P:\CIMITERI\Tariffe cimiteriali\2015\tariffe 2015 FAENZA aumento 0,1 no cremazione.xls COMUNE DI FAENZA TARIFFARIO ANNO 2015 COPERTINA TARIFFE OPERAZIONI CIMITERIALI + IVA 22% OPERAZIONI CIMITERIALI TARIFFA 2014 TARIFFA 2015 Tumulazione di feretro in loculo comunale o in tomba di famiglia,

Dettagli

OBIETTIVI ANNO 2014 AREA 1 SERVIZI COINVOLTI E DI SUPPORTO. Emissione avvisi di accertamento. Ufficio Tributi e Area 5

OBIETTIVI ANNO 2014 AREA 1 SERVIZI COINVOLTI E DI SUPPORTO. Emissione avvisi di accertamento. Ufficio Tributi e Area 5 OBIETTIVI ANNO 2014 AREA 1 N. 1 Area 1 RECUPERO EVASIONE ICI- attività di recupero evasione sulle aree fabbricabili. Predisposizione atti di approvazione dei criteri e delle stime del valore delle aree

Dettagli

INDICE PEG 2010. i. Progetto PEG: Funzionamento e miglioramento servizi erogati

INDICE PEG 2010. i. Progetto PEG: Funzionamento e miglioramento servizi erogati INDICE PEG 2010 1. PROGRAMMA RPP: SERVIZIO TRIBUTI a. ATTIVITA ORDINARIA i. Progetto PEG: Funzionamento e miglioramento servizi erogati b. PROGETTO UNIONE i. Progetto PEG: Favorire l allargamento della

Dettagli

Allegato. Comune di Campogalliano

Allegato. Comune di Campogalliano Allegato Comune di Campogalliano REGOLAMENTO COMUNALE RELATIVO ALLA CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. Approvato con delibera di C.

Dettagli

Progetto Civico PROGRAMMA ELETTORALE AMMINISTRATIVE 2015. Palombara, Maggio 2015 [Selezionare la data]

Progetto Civico PROGRAMMA ELETTORALE AMMINISTRATIVE 2015. Palombara, Maggio 2015 [Selezionare la data] Progetto Civico PROGRAMMA ELETTORALE AMMINISTRATIVE 2015 Palombara, Maggio 2015 [Selezionare la data] URBANISTICA Progetto civico si propone di realizzare i seguenti obiettivi per l area urbanistica :

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN TOSCANA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN TOSCANA Allegato B) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN TOSCANA ENTE 1) Ente proponente il progetto: Comune di San Miniato www.comune.san-miniato.pi.it 2) Codice regionale:

Dettagli

SERVIZIO SERVIZIO SOCIALE DEI COMUNI AMBITO DISTRETTUALE 1.3 (SSC) MUGGIA-SAN DORLIGO DELLA VALLE/DOLINA

SERVIZIO SERVIZIO SOCIALE DEI COMUNI AMBITO DISTRETTUALE 1.3 (SSC) MUGGIA-SAN DORLIGO DELLA VALLE/DOLINA SERVIZIO SERVIZIO SOCIALE DEI COMUNI AMBITO DISTRETTUALE 1.3 (SSC) MUGGIA-SAN DORLIGO DELLA VALLE/DOLINA UFFICIO DI DIREZIONE - la funzione di gestione del servizio sociale di comuni direzione del Servizio

Dettagli

Comune di Bagnacavallo Unione dei Comuni della Bassa Romagna BILANCIO DI PREVISIONE

Comune di Bagnacavallo Unione dei Comuni della Bassa Romagna BILANCIO DI PREVISIONE Comune di Bagnacavallo Unione dei Comuni della Bassa Romagna BILANCIO DI PREVISIONE 2015 Comune di Bagnacavallo Unione dei Comuni della Bassa Romagna I DATI SOCIO-ECONOMICI DELLA MANOVRA 2015 Popolazione

Dettagli

Le operazioni di esumazione

Le operazioni di esumazione Le operazioni di esumazione Nota informativa allegata a: MODALITÀ DI ESECUZIONE DELLE ESUMAZIONI Le operazioni di esumazione Nota informativa allegata a: MODALITÀ DI ESECUZIONE DELLE ESUMAZIONI 1 PERCHÉ

Dettagli

COMUNE DI TICINETO RELAZIONE SULLE PERFORMANCE

COMUNE DI TICINETO RELAZIONE SULLE PERFORMANCE COMUNE DI TICINETO RELAZIONE SULLE PERFORMANCE Anno 2013 La presente relazione, redatta dal Segretario comunale in qualità di Responsabile del servizio personale, evidenzia a consuntivo, con riferimento

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI

CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI CONSORZIO INTERCOMUNALE PRIULA Comune di Quinto di Treviso CARTA DEI SERVIZI CIMITERIALI La Carta dei servizi è lo strumento che permette agli utenti il controllo sull erogazione dei servizi anche in termini

Dettagli

3 Settore. Monitoraggio del rispetto dei termini dei procedimenti a istanza di parte CONCLUSI

3 Settore. Monitoraggio del rispetto dei termini dei procedimenti a istanza di parte CONCLUSI 3 Settore Monitoraggio del rispetto dei termini dei procedimenti a istanza di parte CONCLUSI Semestre: 1 dicembre 31 maggio x 1 giugno 30 novembre Tipologia dei procedimenti Numero procedimenti *conclusi

Dettagli

70 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 51 - Mercoledì 18 dicembre 2013

70 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 51 - Mercoledì 18 dicembre 2013 70 Bollettino Ufficiale D.d.s. 13 dicembre 2013 - n. 12217 Approvazione iniziativa anno 2014 per l accesso ai contributi in conto capitale a fondo perduto per la riqualificazione delle palestre scolastiche

Dettagli

- Schema-tipo regolamento per il funzionamento della Conferenza dei Sindaci

- Schema-tipo regolamento per il funzionamento della Conferenza dei Sindaci CRONOPROGRAMMA GENERALE ASSESSORATO POLITICHE SOCIALI, TERZO SETTORE, COOP. SVILUPPO, POLITICHE GIOVANILI, PARI OPPORTUNITA PARTE 1: AZIONI DI SISTEMA 1. Assetti organizzativi e istituzionali a. Ruolo

Dettagli

COMUNE di ROVAGNATE Provincia di Lecco PIANO CIMITERIALE RELAZIONE

COMUNE di ROVAGNATE Provincia di Lecco PIANO CIMITERIALE RELAZIONE COMUNE di ROVAGNATE Provincia di Lecco PIANO CIMITERIALE RELAZIONE 1 PREMESSA Nella elaborazione del presente piano Cimiteriale, redatto ai sensi dell articolo 6 del Regolamento Regionale n.6 in data 09.11.2004

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA TERRITORIALE 2013-2014 ZONA LIVORNESE

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA TERRITORIALE 2013-2014 ZONA LIVORNESE PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA TERRITORIALE 2013-2014 ZONA LIVORNESE CAPRAIA ISOLA COLLESALVETTI LIVORNO ZONA LIVORNESE INFANZIA Comuni Servizi pubblici Servizi privati N.servizi totale Popolazione 3-36

Dettagli

Comunità Montana dei Monti Azzurri il territorio dei piccoli incanti. Avviso pubblico

Comunità Montana dei Monti Azzurri il territorio dei piccoli incanti. Avviso pubblico Avviso pubblico per affidamento a gestione servizi organizzazione di volontariato iscritte nel registro regionale In riferimento al verbale del Comitato dei sindaci del 09/09/2011 con il quale si approva

Dettagli

Indice deliberazioni della ANNO

Indice deliberazioni della ANNO Indice deliberazioni della G I U N T A C O M U N A L E ANNO 2004 1 13.01.2004 Ripartizione del fondo per il lavoro straordinario per l anno 2004. 2 13.01.2004 Autorizzazione al tesoriere comunale ad utilizzare

Dettagli

Verbale di Deliberazione della Giunta dell Unione NR. 84 DEL 29-12-2011 DETERMINAZIONE TARIFFE DEI SERVIZI NECROFORICI. ANNO 2012.

Verbale di Deliberazione della Giunta dell Unione NR. 84 DEL 29-12-2011 DETERMINAZIONE TARIFFE DEI SERVIZI NECROFORICI. ANNO 2012. UNIONE BASSA EST PARMENSE (Provincia di Parma) Sede legale: Sorbolo, Piazza Libertà, n 1 Sede amministrativa: Sorbolo, Via del Donatore, n 2 Telefono 0521/669611, fax 0521/669669 (C.A.P. 43058) partita

Dettagli

proposta di legge n. 256

proposta di legge n. 256 REGIONE MARCHE 1 CONSIGLIO REGIONALE proposta di legge n. 256 a iniziativa dei Consiglieri Procaccini, Martoni presentata in data 16 settembre 2004 NORME IN MATERIA DI ATTIVITA E SERVIZI NECROSCOPICI FUNEBRI

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA REALIZZAZIONE NELLA REGIONE SICILIANA DEI PROGRAMMI INNOVATIVI IN AMBITO URBANO DENOMINATI CONTRATTI DI QUARTIERE II ART.

BANDO DI GARA PER LA REALIZZAZIONE NELLA REGIONE SICILIANA DEI PROGRAMMI INNOVATIVI IN AMBITO URBANO DENOMINATI CONTRATTI DI QUARTIERE II ART. BANDO DI GARA PER LA REALIZZAZIONE NELLA REGIONE SICILIANA DEI PROGRAMMI INNOVATIVI IN AMBITO URBANO DENOMINATI CONTRATTI DI QUARTIERE II ART. 1 Finanziamento 1. Al finanziamento degli interventi di edilizia

Dettagli

Assegnazione definitiva risorse AREA AA.GG.II. - parte I Entrata

Assegnazione definitiva risorse AREA AA.GG.II. - parte I Entrata Assegnazione risorse AREA AA.GG.II. - parte I Entrata Titolo Categoria Risorsa Accertamenti 2 01 0067 00 86 0 2 02 0092 00 132 0 2 02 0092 00 133 0 2 02 0094 00 172 0 2 02 0094 00 176 0 2 02 0096 00 156

Dettagli

STATUTO DELL AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI

STATUTO DELL AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI STATUTO DELL AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI approvato in occasione della seduta del Consiglio

Dettagli

Linee di indirizzo generali per le attività della scuola (delibera n. 109 - Consiglio di Istituto del 9 aprile 2015) Il CONSIGLIO DI ISTITUTO ADOTTA

Linee di indirizzo generali per le attività della scuola (delibera n. 109 - Consiglio di Istituto del 9 aprile 2015) Il CONSIGLIO DI ISTITUTO ADOTTA Linee di indirizzo generali per le attività della scuola (delibera n. 109 - Consiglio di Istituto del 9 aprile 2015) VISTO il DPR 8 marzo 1999, n. 275 art. 3, c.3: Il Piano dell'offerta formativa è elaborato

Dettagli

GABINETTO DELLA PRESIDENZA

GABINETTO DELLA PRESIDENZA FUNZIONIGRAMMA GABINETTO DELLA PRESIDENZA GABINETTO DELLA PRESIDENZA Comunicazione e URP Servizi culturali e Valorizzazione Beni del Territorio Unità Operativa Comunicazione e URP Supporto alle attività

Dettagli

Comune di Sinalunga (Prov. di Siena) REGOLAMENTO COMUNALE CIMITERI

Comune di Sinalunga (Prov. di Siena) REGOLAMENTO COMUNALE CIMITERI Comune di Sinalunga (Prov. di Siena) REGOLAMENTO COMUNALE CIMITERI 1 S O M M A R I O Art. Descrizione Art. Descrizione 1 2 3 CAPO I NORME GENERALI Oggetto del Regolamento Norme applicabili alle concessioni

Dettagli

CITTA DI STRESA Provincia del Verbano Cusio Ossola Servizi Demografici e Cimiteriali

CITTA DI STRESA Provincia del Verbano Cusio Ossola Servizi Demografici e Cimiteriali CITTA DI STRESA Provincia del Verbano Cusio Ossola Servizi Demografici e Cimiteriali SERVIZI CIMITERIALI - CONCESSIONE CIMITERIALE DI SEPOLTURA INDIVIDUALE I servizi cimiteriali si occupano di tutti gli

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEL BILANCIO PARTECIPATO 2015. Capo I - Disposizioni generali

REGOLAMENTO COMUNALE DEL BILANCIO PARTECIPATO 2015. Capo I - Disposizioni generali Comune di c Caronno Pertusella Provincia di Varese Iniziativa del Sindaco di Caronno Pertusella coordinata da Marco Giudici: Assessore Bilancio, Tributi, Attività Economiche Produttive, Tempo Libero. REGOLAMENTO

Dettagli

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2014. V SETTORE Scuola, Cultura, Turismo, Comunicazione, Urp

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2014. V SETTORE Scuola, Cultura, Turismo, Comunicazione, Urp PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE 2014 V SETTORE Scuola, Cultura, Turismo, Comunicazione, Urp Programma del SERVIZIO COMUNICAZIONE DEL SERVIZIO: Promuovere l immagine e le iniziative del Comune, promozione e

Dettagli

COMUNE DI PALERMO SETTORE RISORSE IMMOBILIARI SERVIZIO GESTIONE IMPIANTI CIMITERIALI

COMUNE DI PALERMO SETTORE RISORSE IMMOBILIARI SERVIZIO GESTIONE IMPIANTI CIMITERIALI COMUNE DI PALERMO SETTORE RISORSE IMMOBILIARI SERVIZIO GESTIONE IMPIANTI CIMITERIALI via Lincoln 144 0917403469 - FAX 0917403425 e-mail: impianticimiteriali@comune.palermo.it MANUALE DELLE PROCEDURE U.O.

Dettagli

Comune di Greve in Chianti Provincia di Firenze

Comune di Greve in Chianti Provincia di Firenze DETERMINAZIONE N. 32 DEL 15.03.2012 N. Registro generale 094 OGGETTO: NOMINA DEI RESPONSABILI DEI PROCEDIMENTI E DELLE ISTRUTTORIE, DELLE MANUTENZIONI E ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE COMUNALE. adotta la

Dettagli

L.R. EMILIA ROMAGNA, 25 NOVEMBRE 1988, N. 47 Norme per le minoranze nomadi in Emilia Romagna

L.R. EMILIA ROMAGNA, 25 NOVEMBRE 1988, N. 47 Norme per le minoranze nomadi in Emilia Romagna L.R. EMILIA ROMAGNA, 25 NOVEMBRE 1988, N. 47 Norme per le minoranze nomadi in Emilia Romagna Articolo 1 - Finalità e principi Nel quadro dell'attività di tutela delle minoranze etniche nel proprio territorio,

Dettagli

SETTORE EDUCAZIONE E PROMOZIONE CULTURALE. Promozione degli interventi educativi e culturali rivolti a infanzia, adolescenza e giovani.

SETTORE EDUCAZIONE E PROMOZIONE CULTURALE. Promozione degli interventi educativi e culturali rivolti a infanzia, adolescenza e giovani. SETTORE EDUCAZIONE E PROMOZIONE CULTURALE Promozione degli interventi educativi e culturali rivolti a infanzia, adolescenza e giovani. 1) Descrizione del contesto territoriale e/o settoriale entro il quale

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Ombretta Perolio Indirizzo Piazza Municipio, 16 - SALUGGIA ( Vc ) Telefono 0161-480112 int. 5 Fax 0161-480202

Dettagli

COMUNE DI RUFINA (Provincia di Firenze) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

COMUNE DI RUFINA (Provincia di Firenze) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA COMUNE DI RUFINA (Provincia di Firenze) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA Adottato dalla Giunta Municipale con deliberazione n. 6 del 30.01.2014, dichiarata immediatamente eseguibile

Dettagli

P R O V I N C I A D I C A G L I A R I

P R O V I N C I A D I C A G L I A R I Approvato con delibera della Giunta Comunale n. 85 del 12/07/2012 COMUNE DI VILLASOR P R O V I N C I A D I C A G L I A R I REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI CUI ALL ART 92 DEL DECRETO LEGISLATIVO

Dettagli

Progetto giovani, oggi e domani 2012

Progetto giovani, oggi e domani 2012 Comune di Ceresole d'alba Comune di Pocapaglia Comune di Sanfrè Progetto giovani, oggi e domani Progetto per le Politiche Giovanili nei comuni di Baldissero d'alba Ceresole d Alba Pocapaglia Sanfrè Sommariva

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI.

COMUNE DI GALLIATE REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. COMUNE DI GALLIATE REGOLAMENTO RELATIVO A CREMAZIONE, AFFIDAMENTO, CONSERVAZIONE E DISPERSIONE DELLE CENERI DERIVANTI DALLA CREMAZIONE DEI DEFUNTI. Approvato con deliberazione C.C. n. 47 del 27/11/2008

Dettagli

Presentazione Programma Amministrativo. Valle Talloria 23 marzo 2010 Ricca 25 marzo 2010 Diano Capoluogo 26 marzo 2010

Presentazione Programma Amministrativo. Valle Talloria 23 marzo 2010 Ricca 25 marzo 2010 Diano Capoluogo 26 marzo 2010 Presentazione Programma Amministrativo Valle Talloria 23 marzo 2010 Ricca 25 marzo 2010 Diano Capoluogo 26 marzo 2010 FILOSOFIA E PRINCIPI ISPIRATORI DELLA LISTA N.1 INSIEME PER DIANO - al servizio della

Dettagli

4.1-MIGLIORAMENTO SERVIZI 0-6 4.2- DEFINIZIONE DI UN PIANO SCUOLA 4.3-MIGLIORAMENTO ORGANIZZAZIONE RETE SCOLASTICA

4.1-MIGLIORAMENTO SERVIZI 0-6 4.2- DEFINIZIONE DI UN PIANO SCUOLA 4.3-MIGLIORAMENTO ORGANIZZAZIONE RETE SCOLASTICA OBIETTIVI: 4.1-MIGLIORAMENTO SERVIZI 0-6 4.2- DEFINIZIONE DI UN PIANO SCUOLA 4.3-MIGLIORAMENTO ORGANIZZAZIONE RETE SCOLASTICA TARIFFE SERVIZI SOCIO EDUCATIVI: nessun aumento dal 2011 ASILO NIDO NESSUNA

Dettagli

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO LISTA CIVICA VIGNATE SI CAMBIA

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO LISTA CIVICA VIGNATE SI CAMBIA PROGRAMMA AMMINISTRATIVO LISTA CIVICA VIGNATE SI CAMBIA Vignate Elezioni Amministrative 25 maggio 2014 PREMESSA Vignate SI Cambia non è solo il nome più o meno originale della lista con cui ci presenteremo

Dettagli

PROGETTO PER IL COMPLETAMENTO DELLA ZONA C DEL CIMITERO COMUNALE PER LA REALIZZAZIONE DI NUOVE SEPOLTURE

PROGETTO PER IL COMPLETAMENTO DELLA ZONA C DEL CIMITERO COMUNALE PER LA REALIZZAZIONE DI NUOVE SEPOLTURE PROPOSTA DI PROJECT FINANCING COMUNE DI ACICATENA (CT) PROGETTO PER IL COMPLETAMENTO DELLA ZONA C DEL CIMITERO COMUNALE PER LA REALIZZAZIONE DI NUOVE SEPOLTURE Affidamento di opere in Concessione di progettazione,

Dettagli

Le fasi di costituzione ed attivazione dell Unione dei Comuni. Criticità e soluzioni

Le fasi di costituzione ed attivazione dell Unione dei Comuni. Criticità e soluzioni Le fasi di costituzione ed attivazione dell Unione dei Comuni. Criticità e soluzioni Abstract: La costituzione dell Unione dei Comuni per la gestione associata delle funzioni fondamentali dei comuni è

Dettagli

Comune di Argenta PROVINCIA DI FERRARA

Comune di Argenta PROVINCIA DI FERRARA Comune di Argenta PROVINCIA DI FERRARA Deliberazione n. 140 del 25-07-2006 Comunicata il 23-08-2006 art. 125 D. Lgs. 267/2000 Verbale di deliberazione della Giunta Comunale OGGETTO: Concessioni cimiteriali

Dettagli

Comune di SCANDICCI. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi BROSHURË XHEPI E SCANDICCI-T. Udhëzues shërbimesh për qytetarët

Comune di SCANDICCI. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi BROSHURË XHEPI E SCANDICCI-T. Udhëzues shërbimesh për qytetarët Progetto cofinanziato da 1 UNIONE EUROPEA Comune di SCANDICCI Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi SCANDICCI IN TASCA Guida ai servizi per i cittadini SCANDICCI IN YOUR POCKET Guide

Dettagli

COMUNE DI NOVARA Mappa strategica 2012-2014 PROGRAMMI LA CITTA SICURA E SERENA LA CITTA SI PRENDE CURA DELLA CITTA LA SCUOLA CASA APERTA PER TUTTI

COMUNE DI NOVARA Mappa strategica 2012-2014 PROGRAMMI LA CITTA SICURA E SERENA LA CITTA SI PRENDE CURA DELLA CITTA LA SCUOLA CASA APERTA PER TUTTI COMUNE DI NOVARA Mappa strategica 2012-2014 PROGRAMMI L AMMINISTRAZION E SEMPLICE E PARTECIPATA LA CITTA CHE SI MUOVE LA CITTA SICURA E SERENA LA CITTA PER IL TEMPO LIBERO LA CITTA CHE GUARDA AL FUTURO:

Dettagli

FORMAZIONE DEI P.I.U.S.S.

FORMAZIONE DEI P.I.U.S.S. FORMAZIONE DEI P.I.U.S.S. CHE COSA È IL P.I.U.S.S.? Il PIUSS è il Piano Integrato di Sviluppo Urbano Sostenibile e costituisce un insieme coordinato di interventi, pubblici e privati, per la realizzazione

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE AMMINISTRATIVE 2014

PROGRAMMA ELETTORALE AMMINISTRATIVE 2014 PROGRAMMA ELETTORALE AMMINISTRATIVE 2014 Linee guida, criteri e principi ispiratori della lista N. 2 per le elezioni amministrative 25.05.2014 SOMMARIO: PREMESSA LINEE PROGRAMMATICHE CONCLUSIONI PREMESSA

Dettagli

Comune di Cantagallo Provincia di Prato

Comune di Cantagallo Provincia di Prato Comune di Cantagallo Provincia di Prato REGOLAMENTO COMUNALE PER I CRITERI DI RIPARTIZIONE E PER LA REGOLAMENTAZIONE DELLA PROCEDURA INERENTE I CONTRIBUTI INTROITATI DAL COMUNE A TITOLO DI ONERI DI URBANIZZAZIONE

Dettagli

4 UNA COMUNITÀ SOLIDALE APERTA E ACCOGLIENTE LE NUOVE MAPPE DEL DISAGIO: POTENZIARE IL MONITORAGGIO

4 UNA COMUNITÀ SOLIDALE APERTA E ACCOGLIENTE LE NUOVE MAPPE DEL DISAGIO: POTENZIARE IL MONITORAGGIO 4 UNA COMUNITÀ SOLIDALE APERTA E ACCOGLIENTE Il contesto di riferimento (1999-2004): Nel quinquennio precedente la spesa sociale è stata raddoppiata mettendo in campo risorse per la parte più debole e

Dettagli

Comune di Sant'Agata sul Santerno

Comune di Sant'Agata sul Santerno CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA SERVIZI GENERALI RESPONSABILE: RAMBELLI STEFANO 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie Area Servizi Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Art. 4 Competenze, obblighi e responsabilità delle Parti 1. Sono di competenza del Comune, in quanto non trasferibili per legge:

Art. 4 Competenze, obblighi e responsabilità delle Parti 1. Sono di competenza del Comune, in quanto non trasferibili per legge: Allegato con le modifiche al contratto di servizio con la società ADE Spa per la gestione dei servizi cimiteriali e funebri, gestione disciplinata da contratto di Servizio rep. n. 9139/2004, successivamente

Dettagli

Allegato1 FUNZIONIGRAMMA DELL ENTE

Allegato1 FUNZIONIGRAMMA DELL ENTE Allegato1 FUNZIONIGRAMMA DELL ENTE 1.1 - SEGRETARIO GENERALE SEGRETARIO GENERALE - Partecipazione con funzioni consultive, referenti e di assistenza alle riunioni di Consiglio e Giunta - Segreteria Giunta

Dettagli

Comune di Serrenti. Dichiarazioni programmatiche del Sindaco Gian Luca Becciu

Comune di Serrenti. Dichiarazioni programmatiche del Sindaco Gian Luca Becciu Comune di Serrenti Provincia del Medio Campidano Dichiarazioni programmatiche del Sindaco Gian Luca Becciu Azioni e progetti da realizzare nel corso del mandato amministrativo 2010-2015 Serrenti, giugno

Dettagli

GUIDA - CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA CITTADELLA DEI GIOVANI DI AOSTA PER IL PERIODO 01.11.2009/31.10.2014

GUIDA - CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA CITTADELLA DEI GIOVANI DI AOSTA PER IL PERIODO 01.11.2009/31.10.2014 PROGETTO-GUIDA GUIDA - CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA CITTADELLA DEI GIOVANI DI AOSTA PER IL PERIODO 01.11.2009/31.10.2014 Il progetto descrive i termini generali con i quali si concede il

Dettagli

Allegato alla deliberazione G. C. n. 74 del 24/3/2005

Allegato alla deliberazione G. C. n. 74 del 24/3/2005 Allegato alla deliberazione G. C. n. 74 del 24/3/2005 DISCIPLINARE PER L ACCREDITAMENTO E LA CONVENZIONE DI ASILI NIDO E BABY PARKING PRIVATI AUTORIZZATI AI FINI DELLA RISERVA DEI POSTI E LA PARTECIPAZIONE

Dettagli

COMUNE DI BRESCELLO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

COMUNE DI BRESCELLO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA COMUNE DI BRESCELLO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO COSTITUTIVO E DI GESTIONE DELL ASSOCIAZIONE COMUNI BASSA REGGIANA : BRESCELLO BORETTO GUALTIERI GUASTALLA LUZZARA REGGIOLO - POVIGLIO APPROVATO

Dettagli

SOCIETA DELLA SALUTE DEL MUGELLO

SOCIETA DELLA SALUTE DEL MUGELLO Allegato A C.F. e P. IVA 05517830484 Via Palmiro Togliatti, 29-50032 BORGO SAN LORENZO (FI) Tel. 0558451430 Fax 0558451414 - e-mail: sds.mugello@asf.toscana.it Indirizzi per la ripartizione dei finanziamenti,

Dettagli

3 Settore. Monitoraggio del rispetto dei termini dei procedimenti a istanza di parte CONCLUSI. 1 giugno 30 novembre

3 Settore. Monitoraggio del rispetto dei termini dei procedimenti a istanza di parte CONCLUSI. 1 giugno 30 novembre 3 Settore Monitoraggio del rispetto dei termini dei procedimenti a istanza di parte CONCLUSI Semestre: x 1 dicembre 31 maggio 1 giugno 30 novembre Tipologia dei procedimenti Eliminazione barriere archietettoniche

Dettagli

COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (PROVINCIA DI REGGIO EMILIA)

COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (PROVINCIA DI REGGIO EMILIA) COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (PROVINCIA DI REGGIO EMILIA) Piano Esecutivo di Gestione/PDO Anno 2012 (Parte integrante del Piano della Performance) 4 SETTORE SCUOLA, SPORT, CULTURA RESPONSABILI: Alberto

Dettagli

COMUNE DI LEDRO Provincia di Trento SETTORE TECNICO. DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE TECNICO n. 374 di data 20 agosto 2015

COMUNE DI LEDRO Provincia di Trento SETTORE TECNICO. DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE TECNICO n. 374 di data 20 agosto 2015 COMUNE DI LEDRO Provincia di Trento SETTORE TECNICO DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE TECNICO n. 374 di data 20 agosto 2015 OGGETTO: Trattativa privata ai sensi dell art. 21, commi 2 lettera

Dettagli

Comune di Bagnara di Romagna

Comune di Bagnara di Romagna CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR009 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. SEGRETERIA GENERALE AREA AMMINISTRATIVA (URP E SERVIZI DEMOGRAFICI - UFFICIO SEGRETERIA) CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione

Dettagli

Scuola ISTITUTO COMPRENSIVO DI CASTEL DI SANGRO a.s.2013/2014. Piano Annuale per l Inclusione

Scuola ISTITUTO COMPRENSIVO DI CASTEL DI SANGRO a.s.2013/2014. Piano Annuale per l Inclusione ISTITUTO COMPRENVO DI CASTEL DI SANGRO Via Nicola Mancini, 18 - tel. 0864/845904 Fa 0864/847474 Scuola ISTITUTO COMPRENVO DI CASTEL DI SANGRO a.s.2013/2014 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi

Dettagli

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 La situazione economico e sociale dalla quale partiamo per la elaborazione del nostro programma elettorale è completamente variata rispetto

Dettagli

Il sottoscritto... nato a... e residente a... in Via... n... Codice Fiscale..., tel..., cell... email...

Il sottoscritto... nato a... e residente a... in Via... n... Codice Fiscale..., tel..., cell... email... AL COMUNE DI RIMINI - SERVIZI CIMITERIALI P.le Umberto Bartolani n. 1 47921 RIMINI Oggetto: Richiesta di una Tomba di Famiglia a concessione novantanovennale presso il Cimitero di RIMINI - edicola edificata

Dettagli

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI Via Madonna del Rosario, 148 35100 PADOVA Tel. 049/617932 fax 049/607023 - CF 92200190285 e-mail: pdic883002@istruzione.it sito web:6istitutocomprensivopadova.gov.it

Dettagli

Aldo Palumbo Direzione Generale Sanità Regione Lombardia. Firenze 20 maggio 2011

Aldo Palumbo Direzione Generale Sanità Regione Lombardia. Firenze 20 maggio 2011 PIANIFICAZIONE CIMITERIALE: FRA NUOVE REGOLE E ANTICHI DOVERI Normativa della Regione Lombardia in materia di attività e servizi necroscopici funebri e cimiteriali Firenze 20 maggio 2011 Aldo Palumbo Direzione

Dettagli

COMUNE DI BELLINZAGO NOVARESE PROVINCIA DI NOVARA

COMUNE DI BELLINZAGO NOVARESE PROVINCIA DI NOVARA COMUNE DI BELLINZAGO NOVARESE PROVINCIA DI NOVARA ORDINANZA N. 109 PROT. N.,f4S'3 ~ ESUMAZIONE ORDINARIA DAL CAMPO COMUNE DEL CIMITERO DI BELLINZAGO NOVARESE IL SINDACO VISTO il vigente Regolamento di

Dettagli

PER CRESCERE INSIEME PROGRAMMA ELETTORALE 2011

PER CRESCERE INSIEME PROGRAMMA ELETTORALE 2011 PER CRESCERE INSIEME PROGRAMMA ELETTORALE 2011 ELEZIONI COMUNALI AL COMUNE DI FISCIANO - 15/16 MAGGIO 2011 Programma 1 Area Politiche Sociali e Servizi alla Persona 2 Ambiente e Territorio 3 Giovani -

Dettagli

COMUNE DI LEDRO PROVINCIA DI TRENTO

COMUNE DI LEDRO PROVINCIA DI TRENTO ORIGINALE COMUNE DI LEDRO PROVINCIA DI TRENTO VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 84 della GIUNTA del COMUNE DI LEDRO OGGETTO: Riconoscimento tomba della Famiglia Faggioni - Merzari nel Cimitero dell abitato di

Dettagli

Comune di Monte S. Maria Tiberina Provincia di Perugia

Comune di Monte S. Maria Tiberina Provincia di Perugia Comune di Monte S. Maria Tiberina Provincia di Perugia UFFICIO TECNICO COMUNALE Via Santa Croce, 12 06010 Monte Santa Maria Tiberina (PG) Tel. 075/8571003-4 - Fax: 075/8571070 - E-mail: tecnicomsmt@libero.it

Dettagli

AREA SERVIZI ALLA PERSONA

AREA SERVIZI ALLA PERSONA AREA SERVIZI ALLA PERSONA Settore Sociale Direttore PEG ANNO 1 UNIONE RENO GALLIERA : UNIONE RENO GALLIERA : DIRETTORE Centro di costo: SETTORE SOCIALE OBIETTIVI PERMANENTI : Gestione delle attività amministrative

Dettagli

PIANO DETTAGLIATO DEGLI OBIETTIVI (P.D.O.) 2013

PIANO DETTAGLIATO DEGLI OBIETTIVI (P.D.O.) 2013 PIANO DETTAGLIATO DEGLI OBIETTIVI (P.D.O.) 2013 SETTORE AMMINISTRATIVO FINANZIARIO RESPONSABILE: Salucci Roberta S. AMMINISTRAZIONE GENERALE CONTROLLI INTERNI: SCHEDE DI VALUTAZIONE per controllo successivo

Dettagli