Giochi, scommesse, lotto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Giochi, scommesse, lotto"

Transcript

1 Giochi, scommesse, lotto Gioco del lotto non autorizzato Lotterie, tombole, pesche di beneficienza Lotto clandestino Lotto clandestino Lotterie, tombole, riffe, pesche o Giovanni Calesini * Prontuario dei controlli di polizia Edizioni Laurus Robuffo, Roma * 2010

2 banchi di beneficenza Lotterie aperte all'estero Reclamizzare lotterie non autorizzate0 Annunziare lotto clandestino o lotterie non autorizzate Operazioni di prestiti a premio non autorizzate Giocare a lotterie non autorizzate Concorsi a premio non autorizzati Concorsi a premio non comunicati Concorsi a premio irregolari Riffa al pubblico

3 Contraffazione di scontrini delle scommesse Operazioni di gioco del lotto senza concessione Raccolta fuori dei luoghi consentiti del gioco del lotto Esercizio abusivo di giochi, scommesse o concorsi pronostici Scommesse o concorsi pronostici su attività sportive Abusiva organizzazione di scommesse su competizioni Obbligo di denuncia Divieto di accesso Divieto di accesso

4 Vendita non autorizzata di biglietti Giochi a distanza Giochi a distanza Pubblicità Partecipare a concorsi, giochi e scommesse abusivi Raccolta di scommesse, senza concessione Raccolta di giocate, senza autorizzazione Sala giochi non autorizzata Produzione e importazione di apparecchi per giochi leciti Distribuzione e gestione di

5 apparecchi per giochi leciti Installazione di apparecchi per giochi leciti Installazione di apparecchi per giochi leciti Giochi pubblici e minori di anni 18 Produzione ed importazione di apparecchi privi dei requisiti di legge Produzione ed importazione di apparecchi privi delle autorizzazioni di legge Distribuzione o installazione di apparecchi privi dei requisiti di legge Su apparecchi per giochi leciti, corrispondere premi diversi da quelli

6 ammessi, Distribuzione o installazione di apparecchi privi dei titoli autorizzatori Mancata esposizione del titolo autorizzatorio Tabelle dei giochi vietati Tariffa nelle sale da biliardo Esercizio di giochi d azzardo Giochi d azzardo. Circostanze aggravanti. Partecipazione a giuochi d'azzardo Esercizio abusivo di un giuoco non d azzardo

7 Spettacoli o manifestazioni vietate con animali Divieto di combattimenti tra animali.

8 Gioco del lotto non autorizzato Ricevere o far ricevere gioco sul lotto, senza essereautorizzato dall amministrazione(art. 110 R.D.L.19 ottobre 1938, n. 1933) Sanzione amministrativa da 15,00 a 77,00 P.M.R.: entro 60 gg. 25,67 Direzione regionale delle entrate Annotazioni Competenza esclusiva della G. di F.

9 Lotterie, tombole, pesche di beneficienza Inosservanza delle condizioni imposte nel decreto di autorizzazione ad esercitare lotterie, tombole o pesche di beneficienza (art. 112 R.D.L. 1933/38) Sanzione amministrativa da 77,00 a 309,00 P.M.R.: entro 60 gg. 103,00 Direzione regionale delle entrate Annotazioni Competenza esclusiva della G. di F.

10 Lotto clandestino Esercitare il lotto clandestino in qualsiasi modo e sotto qualsiasi forma (art. 113 R.D.L. 1933/38) Reclusione da uno a otto mesi e multa da 77,00 a 387,00 Procedibilità: d ufficio Arresto in flagranza: non consentito Fermo: non consentito Procura

11 Lotto clandestino Effettuare giocate al lotto clandestino (art. 113 R.D.L. 1933/38) Multa da 7,00 a 15,00 Procedibilità: d ufficio Arresto in flagranza: non consentito Fermo: non consentito Procura

12 Lotterie, tombole, riffe, pesche o banchi di beneficenza Svolgimento, al di fuori dei casi consentiti, di lotterie, tombole, riffe, pesche o banchi di beneficenza o di qualsiasi altra manifestazione comunque denominata con offerta di premi attribuiti mediante estrazione, sia che questa venga effettuata appositamente sia che si fac cia riferimento ad altra designazione che dipende dalla sorte o alle estrazioni del lotto pubblico (art.113 bis, comma 1 R.D.L. 1933/38) Sanzione amministrativa da 1.032,00 a ,00 P.M.R.: entro 60 gg ,00 Direzione regionale delle entrate Comune (se manifestazioni di sorte locali) Annotazioni Competenza esclusiva del la G. di F., tranne che per le manifestazionia carattere locale. La sanzione è ridotta alla metà se l operazione è

13 circoscritta a poche persone ed il premio risulti di scarso valore (172) I comuni controllano le manifestazioni di sorte locali e sono l autorità competente a ricevere il rapporto e a cui pervengono i proventi delle sanzioni. Alle manifestazioni di sorte locali si applicano le sanzioni di cui al R.d.L. 19 ottobre 1938, n. 1933, (art. 14/ 5^ del DPR 26/10/2001, n. 430)

14 Lotterie aperte all'estero Vendita e distribuzione nel territorio dello Stato di biglietti di lotterie aperte all estero o di titoli di prestiti stranieri a premi, ancorché i premi rappresentino rimborsidi capitale o pagamento di interessi, nonché di raccolte, di sottoscrizio nee per le lotterie ed i prestiti anzidetti(art. 113 bis comma 2 R.D.L. 1933/38) Sanzione amministrativa da 1.032,00 a ,00 P.M.R.: entro 60 gg ,00 Direzione regionale delle entrate Annotazioni Competenza esclusiva della G. di F.

15 Reclamizzare lotterie non autorizzate In qualsiasi modo reclamizzare al pubblico le operazioni indicate nei precedenti commi 1 e 2 (art. 113 bis comma 3 R.D.L. 1933/38) Sanzione amministrativa da 309,00 a 3.098,00 P.M.R.: entro 60 gg. 618,00 Direzione regionale delle entrate Comune (se manifestazioni di sorte locali) Annotazioni Tranne che per le manifestazionia carattere locale, sussiste la competenza esclusiva del la G. di F. La sanzione è raddoppiata se la pubblicità è effettuata tramite stampa, radio o televisione (172) I comuni effettuano il controllo sul regolare svolgimento delle manifestazioni di sorte locali e sono l autorità com petente a ricevere il rapporto

16 e a cui pervengono i proventi delle sanzioni. Alle manifestazioni di sorte locali si applicano le sanzioni di cui al R.d.L. 19 ottobre 1938, n. 1933, (art. 14, comma 5 del DPR 26 ottobre 2001, n. 430)

17 Annunziare lotto clandestino o lotterie non autorizzate Annunziare al pubblico le operazioni di lotto clandestino o di lotteria o di sorte previste dall art.113, anche con la semplice indicazione del luogo ove si vendono i titoli o i biglietti (art. 115 R.D.L.1933/38) Sanzione amministrativa da 46,00 a 464,00 P.M.R.: entro 60 gg. 92,00 Direzione regionale delle entrate Comune (se manifestazioni di sorte locali) Annotazioni Tranne che per le manifestazioni a carattere locale, sussiste la competenza esclusiva della G. di F. (172) I comuni effettuano il controllo sul regolare

18 svolgimento delle manifestazioni di sorte locali e sono l autorità com petente a ricevere il rapporto e a cui pervengono i proventi delle sanzioni. Alle manifestazioni di sorte locali si applicano le sanzioni di cui al R.d.L. 19 ottobre 1938, n. 1933, (art. 14, comma 5 del DPR 26 ottobre 2001, n. 430)

19 Operazioni di prestiti a premio non autorizzate Esercitare operazioni chenelle forme o nei modiabbiano per oggetto la cessione di obbligazio ni di prestiti a premio autorizzati nella Repubblica (art. 116 R.D.L. 1933/38) Sanzione amministrativa da 258,00 a 1.549,00 P.M.R.: entro 60 gg. 516,00 Direzione regionale delle entrate Annotazioni Competenza esclusiva della G. di F.

20 Giocare a lotterie non autorizzate Giocatore, compratore osottoscrittore di biglietti, cartelle, numeri o altro relativi alle operazioni di cui a presente articolo (art. 113 bis comma 4 R.D.L. 1933/38) Sanzione amministrativa da 154,00 a 929,00 P.M.R.: entro 60 gg. 308,00 Direzione r e g i o n a l e delle entra te Comune (se manifestazioni di sorte locali) Annotazioni Tranne che per le manifestazioni a ca rattere locale, competenzaesclusiva della G. di F. (172) I comuni effettuano il controllo sul regolare svolgimento delle manifestazioni di sorte locali e sono l autorità com petente a ricevere il rapporto e a cui pervengono i proventi delle sanzioni. Alle manifestazioni di sorte locali si applicano le sanzioni di cui al R.d.L. 19 ottobre 1938, n. 1933, (art. 14, comma 5 del DPR 26 ottobre 2001, n. 430)

21 Concorsi a premio non autorizzati Effettuare concorsi ed operazioni a premio di cui è vietato lo svolgimento (art. 124 comma 1 R.D.L. 1933/38) Sanzione amministrativa da una a tre volte l ammontare del l imposta sul valore aggiunto dovuta P.M.R.: Un sesto del massimo entro 30 gg. (art. 124/4 R.D.L. 1933/38) Direzione regionale delle entrate Annotazioni Competenza esclusiva della G. di F. comunque non inferiore a La sanzione è raddoppiata se i concorsi e le operazioni a premio sono continuati quando ne è stato vietato lo svolgimento

22 Concorsi a premio non comunicati Effettuazione di concorsi a premio senza invio della comunicazione (art. 124 comma 2R.D.L. 1933/38) Sanzione amministrativa da 2.065,00 a ,00 P.M.R.: Un sesto del massimo entro 30 gg. (art. 124/4 R.D.L. 1933/38) Direzione regionale delle entrate Annotazioni Competenza esclusiva della G. di F. La sanzione è ridotta del 50 per cento se la comuni cazione è stata inviata dopo l inizio del concorso, ma prima che siano state contestate eventuali violazioni

23 Concorsi a premio irregolari Effettuazione del concorso a premi con modalità difformida quelle indicate nella comunicazione (art. 124 comma 3 R.D.L. 1933/38) Sanzione amministrativa da 1.032,00 a 5.164,00 P.M.R.: Un sesto del massimo entro 30 gg. (art. 124/4 R.D.L. 1933/38) Direzione regionale delle entrate Annotazioni Competenza esclusiva della G. di F..

24 Riffa al pubblico Offrire la riffa al pubblico mediante sorteggio di uno o più numeri o con riferimento alle estrazioni del lotto pubblico (art. 18 legge 2 agosto 1982, n. 528) Ammenda da 51,00 a 516,00 Procedibilità: d ufficio Arresto in flagranza: non consentito Fermo: non consentito Competenza: Giudice di pace Procura

25 Contraffazione di scontrini delle scommesse Contraffaregliscontrinidelle scommesse o manomettere le re gistrazioni o, non avendo partecipato alle contraffazioni o alla manomissione, fare uso di tali scontri ni (art. 19 L. 528/82) Reclusione da tre a sei anni e multa da 516,00 a 5.164,00 Procedibilità: d ufficio Arresto in flagranza: facoltativo Fermo: non consentito Procura

26 Operazioni di gioco del lotto senza concessione Effettuare la raccolta delle scom messe del gioco del lotto senza averne ottenutalaconcessione oppure quando questa sia scaduta o sia stata revocata (art. 20 L.528/82) Multa sino a ,00 Procedibilità: d ufficio Arresto in flagranza: non consentito Fermo: non consentito Competenza: Giudice di pace Procura Annnotazioni (170)

27 Raccolta fuori dei luoghi consentiti del gioco del lotto Effettuare la raccolta delle scom messe del gioco del lotto pubblico fuori dei punti di raccolta (art. 20 L. 528/82) Multa sino a 516,00 Procedibilità: d ufficio Arresto in flagranza: non consentito Fermo: non consentito Competenza: Giudice di pace Procura Annotazioni (170)

28 Esercizio abusivo di giochi, scommesse o concorsi pronostici Esercitare abusivamentel organizzazione del gioco del lotto o di scommesse o di concorsi pronostici che lalegge riserva allo Stato o ad altro ente concessio nario (art. 4 comma 1 legge 13 dicembre 1989, n. 401) Reclusione da sei mesia tre anni Procedibilità: d ufficio Arresto in flagranza: non consentito Fermo: non consentito Procura

29 Scommesse o concorsi pronostici su attività sportive Organizzare scommesse o concorsi pronostici su attività sportive gestite dal CONI, dalle organizzazioni da esso dipendenti o dal l UNIRE (art. 4 comma 1 legge 13 dicem bre 1989, n. 401) Reclusione da sei mesia tre anni Procedibilità: d ufficio Arresto in flagranza: non consentito Fermo: non consentito Procura

30 Abusiva organizzazione di scommesse su competizioni Esercitare abusivamente l organizzazione di pubbliche scommesse su altre competizioni di persone o animali o giochi di abilità (art. 4 comma 1 legge 13 dicembre 1989, n. 401) Arrestodatre mesi a un anno e ammenda non inferiore a 516,00 Procedibilità: d ufficio Arresto in flagranza: non consentito Fermo: non consentito Procura

31 Obbligo di denuncia Gestore di ippodromo o di agenzia che non denuncia immediatamente l'esercizio abusivo di scommesse (art. 6 comma 8 del D.P.R. 4 Aprile 1998, n. 169) Sanzione amministrativa da 1.03,00 a 2.587,00 P.M.R. entro 60 gg 206,00 Prefetto

32 Divieto di accesso Inottemperanza al divieto di accesso agli ippodromi e alle agenzie, inflitto dall' di P.S. a chi abbia accettato scommesse fuori dai luoghi autorizzati(art. 6 comma 7 del D.P.R. 4 aprile 1998, n. 169) Sanzione amministrativa da 516,00 a 5.164,00 P.M.R. entro 60 gg ,00 Prefetto Annotazioni Le scommesse sono consentite presso: a) sportelli negli ippodromi b) picchetti degli allibratori c)agenzie ippiche d) ricevitorie

33 Divieto di accesso Inottemperanza al divieto di accesso agli ippodromi e alle agenzie, inflitto dall' di P.S. a chi abbia effettuato scommesse fuori dai luoghi autorizzati(art. 6 comma 7 del D.P.R. 4 aprile 1998, n. 169) Sanzione amministrativa da 103,00 a 1.032,00 P.M.R. entro 60 gg. 206,00 Prefetto Annotazioni Le scommesse sono consentite presso: a) sportelli negli ippodromi b) picchetti degli allibratori c)agenzie ippiche d) ricevitorie

34 Vendita non autorizzata di biglietti Vendere, sul territorio nazionale, senza autorizzazione dell'amministrazione autonoma monopoli di Stato, biglietti di lotterie o di analoghe manifestazioni di sorte di Stati esteri ovveropartecipare a tali operazionimediante raccolta di prenotazioni di giocate, e l accreditamento delle relative vincite e la promozione e la pubblicità effettuate con qualunque mezzo di dif fusione (art. 4 comma 1 L.13 dicembre 1989, n. 401) Si applicanole sanzioni previste in caso di giochi o concorsi che la legge riserva allo Stato Procedibilità: d ufficio Arresto in flagranza: non consentito Fermo: non consentito Procura

35 Giochi a distanza Organizzare, esercitare e raccogliere a distanza, senza la prescritta concessione, qualsiasi gioco istituito o disciplinato dall'amministrazione autonoma dei monopoli di Stato.(art. 4 comma 1 Legge 401/1989) Reclusione da sei mesi a tre anni Procedibilità: d'ufficio; Arresto in flagranza: non consentito; Fermo: non consentito Procura

36 Giochi a distanza Ancorché titolare della prescritta concessione, organizzare, esercitare e raccogliere a distanza qualsiasi gioco istituito o disciplinato dall'amministrazione autonoma dei monopoli di Stato con modalità e tecniche diverse da quelle previste dalla legge (art. 4 comma 1 Legge 401/1989) Arresto da tre mesi a un anno o ammenda da 500 a Procedibilità: d'ufficio; Arresto in flagranza: non consentito; Fermo: non consentito Procura

37 Pubblicità Dare pubblicità a concorsi, giochi e scommesse di cui al punto precedente (art. 4 comma 2 L. 401/89) Arresto fino a tre mesi o ammenda da 51,00 a 516,00 Procedibilità: d ufficio Arresto in flagranza: non consentito Fermo: non consentito Procura

38 Partecipare a concorsi, giochi e scommesse abusivi Partecipare a concorsi,giochi, scommesse gestiti con le modalità di cui all art. 4 comma 1, L. 401/89, fuori dei casi di concorso (art. 4 comma 3 L. 401/89) Arresto fino a tre mesi o ammenda da 51,00 a 516,00 Procedibilità: d ufficio Arresto in flagranza: non consentito Fermo: non consentito Procura

39 Raccolta di scommesse, senza concessione Senza concessione, autorizzazione o licenza ai sensi dell art. 88 TULPS, svolgere in Italia qualsiasi attività organizzata al fine di accettare oraccogliere o comunque favorire l accettazione o in qualsia si modo la raccolta, anche per via telefonica o telematica, di scommessedi qualsiasi genere da chiunque accettati, in Italia o all e stero (art. 4 bis L. 401/1989) Arresto fino a tre mesi o ammenda da 51,00 a 516,00 Procedibilità: d ufficio Arresto in flagranza: non consentito Fermo: non consentito Procura

40 Raccolta di giocate, senza autorizzazione Effettuare la raccolta o la prenotazione di giocate del lotto, di con corsi pronostici o di scommesse per viatelefonica o telematica essendo sprovvisto diapposita autorizzazione all uso di tali mezzi per la predetta raccolta o prenota zione (art. 4 ter L. 401/1989) Arresto fino a tre mesi o ammenda da 51,00 a 516,00 Procedibilità: d ufficio Arresto in flagranza: non consentito Fermo: non consentito Procura

41 Sala giochi non autorizzata Sale da biliardo o di altri giochi leciti, senza la licenza del comune (art. 86 T.U.L.P.S. e art. 194 Reg. T.U.L.P.S.) Sanzione amministrativa da 516,00 a 3.098,00 (art. 17 bis/1 T.U.L.P.S.) P.M.R.: entro 60 gg ,00 Prefetto Annotazioni Procedere a sequestro amministrativo ex art. 13 comma 2 Legge 689/81 (22) Art. 17ter T.U.L.P.S. 1. Quando è accertata una violazione pre vista dall art. 17bis, commi 1 e 2, e dall art. 221bis il pubblico ufficiale che vi ha proceduto, fermo restando l obbligo del rap porto previsto dall art. 17 della legge 24 novembre 1981, n. 689, ne riferisce per iscritto,

42 senza ritardo, all autorità competen te al rilascio dell autorizzazione o, qualora il fatto non concerna attività soggette ad autorizzazione, al questore.

43 Produzione e importazione di apparecchi per giochi leciti Esercitare senza la licenza prevista dall art. 86 TULPS l attività di produzione o di importazione di apparecchi e congegni automatici, semiautomatici ed elettronici di cui all articolo 110, commi 6 e 7 (art.86 TULPS) Sanzione amministrativa da 516,00 a 3.098,00 (art. 17 bis/1 T.U.L.P.S.) P.M.R.: entro 60 gg ,00 Prefetto Annotazioni Riferire anche all'autorità competente al rilascio dell'autorizzazione. Procedere a sequestro amministrativo ex art. 13 comma 2Legge 689/81 (22) Art. 17ter T.U.L.P. S. 1. Quando è accertata una violazione pre vista dall art. 17bis, commi 1 e 2, e dall art. 221bis il pubblico ufficiale che vi ha proceduto, fermo restando l obbligo del rap

44 porto previsto dall art. 17 della legge 24 novembre 1981, n. 689, ne riferisce per iscritto, senza ritardo, all autorità competen te al rilascio dell autorizzazione o, qualora il fatto non concerna attività soggette ad autorizzazione, al questore. (128)

45 Distribuzione e gestione di apparecchi per giochi leciti Esercitare senza la licenza previ sta dall art. 86 TULPS l attività di distribuzione e digestione, anche indiretta di apparecchi e congegni automatici, semiautomatici ed elettronici di cui all articolo 110, commi 6 e 7 (art. 86 TULPS) Sanzione amministrativa da 516,00 a 3.098,00 (art. 17 bis/1 T.U.L.P.S.) P.M.R.: entro 60 gg ,00 Prefetto Annotazioni Riferire anche all'autorità competente al rilascio dell'autorizzazione. Procedere a sequestro amministrativo ex art. 13 comma 2 legge 689/81 (22) Art. 17ter T.U.L.P.S. 1. Quando è accertata una violazione pre vista dall art. 17bis, commi 1 e 2, e dall art. 221bis il pubblico ufficiale che vi ha proceduto, fermo restando l obbligo del rap

46 porto previsto dall art. 17 della legge 24 novembre 1981, n. 689, ne riferisce per iscritto, senza ritardo, all autorità competen te al rilascio dell autorizzazione o, qualora il fatto non concerna attività soggette ad autorizzazione, al questore. (128)

47 Installazione di apparecchi per giochi leciti Esercitare senza la licenza previ sta dall art. 86 TULPS l installazione in esercizi commerciali o pubblici diversi da quelli già in possesso di altre licenze di cui al primo o secondo comma dell art. 86 o di cui all articolo 88 (art. 86 TULPS) Sanzione amministrativa da 516,00 a 3.098,00 (art. 17 bis/1 T.U.L.P.S.) P.M.R.: entro 60 gg ,00 Prefetto Annotazioni Riferire anche all'autorità competente al rilascio dell'autorizzazione Procedere a sequestro amministrativo ex art. 13 comma 2 Legge 689/81 (22) Art. 17ter T.U.L.P.S. 1. Quando è accertata una violazione pre vista dall art. 17bis, commi 1 e 2, e dall art. 221bis il pubblico ufficiale che vi ha proceduto, fermo restando l obbligo del rap porto previsto dall art. 17 della legge 24

48 novembre 1981, n. 689, ne riferisce per iscritto, senza ritardo, all autorità competen te al rilascio dell autorizzazione o, qualora il fatto non concerna attività soggette ad autorizzazione, al questore. (128)

49 Installazione di apparecchi per giochi leciti Esercitare senza la licenza previ sta dall art. 86 TULPS l installazione in altre aree aperte al pubblico od in circoli privati (art. 86 TULPS) Sanzione amministrativa da 516,00 a 3.098,00 (art. 17 bis/1 T.U.L.P.S.) P.M.R.: entro 60 gg ,00 Prefetto Annotazioni Riferire anche all'autorità competente al rilascio dell'autorizzazione. Procedere a sequestro amministrativo ex art. 13 comma 2Legge 689/81 (22) Art. 17ter T.U.L.P.S. 1. Quando è accertata una violazione pre vista dall art. 17bis, commi 1 e 2, e dall art. 221bis il pubblico ufficiale che vi ha proceduto, fermo restando l obbligo del rap porto previsto dall art. 17 della legge 24 novembre 1981, n. 689, ne riferisce per iscritto,

50 senza ritardo, all autorità competen te al rilascio dell autorizzazione o, qualora il fatto non concerna attività soggette ad autorizzazione, al questore. (128)

51 Giochi pubblici e minori di anni 18 Titolare dell'esercizio commerciale, locale o, comunque, punto di offerta del gioco, che consente la partecipazione ai giochi pubblici (con vincita in denaro) a minori di anni 18 (art. 24 comma 21 del D. L. 6 luglio 2011, n. 98) Sanzione amministrativa da 5.000,00 a ,00 P.M.R.: entro 60 gg ,66 Ufficio territoriale A.A.M.S. Annotazioni Sospensione dell'autorizzazione anche in caso di pagamento in miisura ridotta (174) Secondo il Consiglio di Stato (parere 1299/2007 del 15 maggio 2007), il portafoglio dei giochi pubblici di AAMS si articola nei seguenti segmenti omogenei di mercato: 1) giochi numerici basati su scommessa a quota fissa (lotto e giochi accessori); 2) giochi numerici a totalizzatore nazionale (superenalotto e giochi

52 accessori e derivati); 3) lotterie; 4) giochi su base sportiva; 5) giochi su base ippica; 6) bingo; 7) apparecchi di intrattenimento.

53 Produzione ed importazione di apparecchi privi dei requisiti di legge Produrre od importare, per destinarli all uso sul territorio nazionale, apparecchi e congegni di cui ai commi 6 e 7 non rispondenti alle caratteristiche ed alle prescrizioni indicate nei commi 6 o 7 e nelle disposizioni di legge ed ammini strative attuative di detti commi (art. 110 comma 9 lett. a) TULPS) Sanzione amministrativa da 1.000,00 a 6.000,00 per ciascun apparecchio P.M.R.: entro 60 gg ,00 per ciascun apparecchio Direttore regionale monopoli di Stato Annotazioni Procedere a sequestro amministrativo ex art. 13 comma 2 Legge 689/81 (177) (178) (180) (181)

54 Produzione ed importazione di apparecchi privi delle autorizzazioni di legge Produrre od importare, per destinarliall uso sul territorio nazionale, apparecchi e congegni di cui ai commi 6 e 7 sprovvisti dei titoli autorizzatori previstidalle disposizionivigenti (art.110 comma 9 lett. b) TULPS) Sanzione amministrativa da 500,00 a 3.000,00 per ciascun apparecchio P.M.R.: entro 60 gg ,00 per ciascun apparecchio Direttore regionale monopoli di Stato Annotazioni Procedere a sequestro amministrativo ex art. 13 comma 2 Legge 689/81 (177) (178) (180) (181)

55 Distribuzione o installazione di apparecchi privi dei requisiti di legge Sul territorio nazionale, distribuire od installare o comunque consentire l uso in luoghi pubblici od aperti al pubblico od in circoli ed associazioni di qualunque specie di apparecchi o congegni non rispondenti alle caratteristiche ed alle prescrizioni indicate nei commi 6 o 7 e nelle disposizioni di legge ed amministrative attuative di detti commi (art. 110 comma 9 lett. c) TULPS) Sanzione amministrativa di 4.000,00 per ciascun apparecchio P.M.R.: entro 60 gg ,33 per ciascun apparecchio Direttore regionale monopoli di Stato Annotazioni Procedere a sequestro amministrativo ex art. 13 comma 2 Legge 689/81

56 (177) (178) (180) (181)

57 Su apparecchi per giochi leciti, corrispondere premi diversi da quelli ammessi, Consentendo l uso in luoghi pubblici od aperti al pubblico o in circoli ed associazioni di qualunque specie di apparecchi e congegni conformi alle caratteristi che eprescrizioni indicate nei commi 6 o 7 e nelle disposizioni di legge ed amministrative attuative di detti commi, corrisponde a fronte delle vincite premi, in denaro o di altra specie, diversi da quelli ammessi (art. 110 comma 9 lett. c) TULPS) Sanzione amministrativa di 4.000,00 per ciascun apparecchio P.M.R.: entro 60 gg ,33 per ciascun apparecchio Direttore regionale monopoli di Stato Annotazioni Procedere a sequestro amministrativo ex art. 13 comma 2 Legge 689/81

58 (177) (178) (180) (181)

59 Distribuzione o installazione di apparecchi privi dei titoli autorizzatori Sul territorio nazionale, distribuire od installare o comunque consentire l uso in luoghi pubblici o aperti al pubblico o in circoli ed associazioni di qualunque specie di apparecchi e congegni per i quali non siano stati rilasciati i titoli autorizzatori previsti dalle disposizionivigenti (art.110 comma 9 lett. d) TULPS) Sanzione amministrativa da 500,00 a 3.000,00 per ciascun apparecchio P.M.R.: entro 60 gg ,00 per ciascun apparecchio Direttore regionale monopoli di Stato Annotazioni Procedere a sequestro amministrativo ex art. 13 comma2 Legge 689/81

60 (177) (178) (180) (181)

61 Mancata esposizione del titolo autorizzatorio Mancataesposizionesuogni apparecchio del titolo autorizzatorio (art. 110, comma 9, lett. f) TULPS) Sanzione amministrativa da 500,00 a 3.000,00 per ciascun apparecchio P.M.R.: entro 60 gg ,00 per ciascun apparecchio Direttore regionale monopoli di Stato

62 Tabelle dei giochi vietati Mancata esposizione nellasala giochi, della tabella con i giuochi vietati, i giuochi d azzardo e l'indicazione del divieto di scommesse (art. 195 Reg. T.U.L.P.S.) Arresto fino a 2 mesi o ammenda fino a 103,00 (art. 221 T.U.L.P.S.) Procedibilità: d ufficio Arresto in flagranza: non consentito Fermo: non consentito Procura

63 Tariffa nelle sale da biliardo Violazione dell obbligo di tenere a disposizione deigiocatori, nelle sale da biliardo, le relative tariffe (art. 195 Reg. T.U.L.P.S.) Arrestosinoa due mesi o ammenda sino a 103,00 (art. 221 T.U.L.P.S.) Procedibilità: d ufficio Arresto in flagranza: non consentito Fermo: non consentito Procura

64 Esercizio di giochi d azzardo In luogo pubblico o aperto al pubblico, o in circoli privati di qualun que specie, tenere un giuoco d az zardo o agevolarlo (art. 718 C.P.) Arrestoda tre mesi a un anno e ammenda non inferiore a 206,00 Procedibilità: d ufficio Arresto in flagranza: non consentito Fermo: non consentito Procura

65 Giochi d azzardo. Circostanze aggravanti. 1) Se il colpevole ha istituito o tenuto una casa da giuoco; 2) se il fatto è commesso in un pubblico esercizio; 3) se sono impegnate nel giuoco poste rilevanti; 4) se fra coloro che partecipano al giuoco sono persone minori degli anni diciotto (art. 719 C.P.) La penaperil reatopreveduto dall art.718 è raddoppiata Procedibilità: d ufficio Arresto in flagranza: non consentito Fermo: non consentito Procura

66 Partecipazione a giuochi d'azzardo In un luogo pubblico o aperto al pubblico, o in circoli privati di qualunque specie, senza essere con corso nella contravvenzione pre vedutadall articolo 718, essere colti mentre si prende parte al giuoco d azzardo (art. 720 C.P.) Arresto fino a sei mesi o ammenda fino a 516,00 Procedibilità: d ufficio Arresto in flagranza: non consentito Fermo: non consentito Procura Annotazioni La pena è aumentata: 1) nel caso di sorpresa in una casa da giuoco o in un pubblico esercizio; 2) per coloro che hanno impegnato nelgiuoco poste rilevanti.

67 Esercizio abusivo di un giuoco non d azzardo Essendo autorizzato a tenere sale da giuoco o da bigliardo, tollerare che vi si facciano giuochi non d'azzardo, ma tuttavia vietati dall auto rità (art. 723 C.P.) Ammenda da 5,00 a 103,00 Nei casi preveduti dai numeri 3 e 4 dell art.719, si applica l arresto fino a tre mesi e l ammenda da 51,00 a 516,00 Procedibilità: d ufficio Arresto in flagranza: non consentito Fermo: non consentito Procura Annotazioni Per chi sia colto mentre prende parte al giuoco, la pena è dell ammenda fino a, 51,00

68 Spettacoli o manifestazioni vietate con animali Organizzare o promuovere spettacoli o manifestazioni che comportino sevizie o strazio di animali, se i fatti sono commessi in relazione all'esercizio di scommesse clandestine (art. 554quater, comma 2 C.P.) Reclusione da 4 mesi a 2 anni e multa da 3.000,00 a 5.000,00 aumentata da un terzo alla metà Procedibilità: d'ufficio; Arresto in flagranza: non consentito;fermo: non consentito Procura Annotazioni

69 Divieto di combattimenti tra animali. Organizzare o effettuare scommesse sui combattimenti e sulle competizioni non autorizzati tra animali (art. 544quinquies, comma 4 C.P.) Reclusione da 3 mesi a 2 anni e multa da 5.000,00 a ,00 Procedibilità: d'ufficio; Arresto in flagranza: non consentito; Fermo: non consentito Procura Annotazioni

70 (170) D.Lgs. 28 agosto 2000, n Art. 52. Sanzioni (170) 1. Ai reati attribuiti alla competenza del giudice di pace per i quali è prevista la sola pena della multa o dell ammenda continuano ad applicarsi le pene pecuniarie vigenti. 2. Per gli altri reati di competenza del giudice di pace le pene sono così modificate: a) quando il reato è punito con la pena della reclusione o dell arresto alternativa a quella della multa o dell ammen da, si applica la pena pecuniaria della specie corrispondente da 258 a 2.582; se la pena detentiva è superiore nel mas simo a sei mesi, si applica la predetta pena pecuniaria o la pena della permanenza domiciliare da sei giorni a trenta giorni ovvero la pena del lavoro di pubblica utilità per un periodo da dieci giorni a tre mesi;

71 b) quando il reato è punito con la sola pena della reclusione o dell arresto, si applica la pena pecuniaria delle spe cie corrispondente da 516 a o la pena della permanenza domiciliare da quindici giorni a quarantacinque giorni ovve ro la pena del lavoro di pubblica utilità da venti giorni a sei mesi; c) quando il reato è punito con la pena della reclusione o dell arresto congiunta con quella della multa dell am menda, si applica la pena pecuniaria della specie corrispondente da 774 a o la pena della permanenza domicilia re da venti giorni a quarantacinque giorni ovvero la pena del lavoro di pubblica utilità da un mese a sei mesi. 3. NeI casi di recidiva reiterata infraquinquennale, il giudice applica la pena della permanenza domiciliare o quella del lavoro di pubblica utilità, salvo che sussistano circostanze attenuanti ritenute prevalenti o equivalenti. 4. La disposizione del comma 3 non si applica

Legge 23 dicembre 2005, n. 266: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2006).

Legge 23 dicembre 2005, n. 266: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2006). Legge 23 dicembre 2005, n. 266: Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2006). (Stralcio) Art. 1 (Omissis) 525. Il comma 6 dell articolo 110 del

Dettagli

R.D. 773 del 18/06/1931 - Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza -

R.D. 773 del 18/06/1931 - Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza - R.D. 773 del 18/06/1931 - Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza - Art. 110. 1. In tutte le sale da biliardo o da gioco e negli altri esercizi, compresi i circoli privati, autorizzati alla pratica

Dettagli

COMUNE DI GRICIGNANO DI AVERSA Provincia di CASERTA

COMUNE DI GRICIGNANO DI AVERSA Provincia di CASERTA AL COMUNE DI GRICIGNANO DI AVERSA UFFICIO COMMERCIO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA PER L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI E CONGEGNI DI CUI ALL ART. 110 COMMA 6 E 7 TULPS (Artt. 86 comma 3 R.D.

Dettagli

Comune di Villa guardia

Comune di Villa guardia Comune di Villa guardia UFFICIO COMMERCIO Informativa agli esercenti per l installazione di apparecchi e congegni per il gioco lecito. Con questo scritto l Ufficio intende fornire le informazioni essenziali

Dettagli

R.D. 18 giugno 1931, n. 773 (1). Approvazione del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza (2) (3) (4) (5).

R.D. 18 giugno 1931, n. 773 (1). Approvazione del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza (2) (3) (4) (5). R.D. 18 giugno 1931, n. 773 (1). Approvazione del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza (2) (3) (4) (5). omissis Capo II - Degli esercizi pubblici (139) 86. (art. 84 T.U. 1926). - Non possono esercitarsi,

Dettagli

COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE. Ord. n. 10 Data, 26 febbraio 2010 IL SINDACO

COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE. Ord. n. 10 Data, 26 febbraio 2010 IL SINDACO COMUNE DI PASIAN DI PRATO PROVINCIA DI UDINE UFFICIO SEGRETERIA - COMMERCIO VIA ROMA N. 46 33037 PASIAN DI PRATO - TEL. 0432/645953 FAX 0432/645918 E-MAIL: segreteria@comune.pasiandiprato.ud.it Ord. n.

Dettagli

Proposta di legge al Parlamento

Proposta di legge al Parlamento Proposta di legge al Parlamento Illiceità dell installazione e dell utilizzo dei sistemi di gioco d'azzardo elettronico nei locali pubblici. Modifica all articolo 110 del r.d. 773/31 (Testo unico delle

Dettagli

INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA GIOCO SEGNALAZIONE CERTIFICATO DI INIZIO ATTIVITA

INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA GIOCO SEGNALAZIONE CERTIFICATO DI INIZIO ATTIVITA Timbro del Protocollo Generale PRATICA N. Allo Sportello Unico per le Attività Produttive COMUNE DI BRA Piazza Caduti Libertà n. 14 12042 BRA INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA GIOCO SEGNALAZIONE CERTIFICATO

Dettagli

COMUNE DI SAN VALENTINO TORIO

COMUNE DI SAN VALENTINO TORIO COMUNE DI SAN VALENTINO TORIO Sportello Unico Attività Produttive Segnalazione certificata di inizio attività -SCIA(*) - per l'installazione di giochi leciti ed apparecchi e congegni di cui all'art. 110

Dettagli

Il/La sottoscritto/a.. nato/a a... prov... il Codice Fiscale residente a. via/piazza.. n... cap. tel.

Il/La sottoscritto/a.. nato/a a... prov... il Codice Fiscale residente a. via/piazza.. n... cap. tel. SUROMA SPORTELLO UNICO DEL COMMERCIO MUNICIPIO... Via 00. ROMA Oggetto: SCIA Segnalazione certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/90 s.m.i;, D.M. 27 ottobre 2003;D.M. 7 gennaio 2007; art. 49

Dettagli

Il ruolo di AAMS nel governo dei giochi ( 1 )

Il ruolo di AAMS nel governo dei giochi ( 1 ) Il ruolo di AAMS nel governo dei giochi ( 1 ) Ente cui è attribuita la riserva Governance Esercizio Scelte politiche Art. 1 D.Lvo. 496 del 14/4/48 L'organizzazione e l'esercizio di giuochi di abilità e

Dettagli

La nuova disciplina sui videogiochi - autorizzazioni, vigilanza e sanzioni Michele Pezzulli, Comandante la P.M. di Aversa

La nuova disciplina sui videogiochi - autorizzazioni, vigilanza e sanzioni Michele Pezzulli, Comandante la P.M. di Aversa Delegazioni Regionali > Campania La nuova disciplina sui videogiochi - autorizzazioni, vigilanza e sanzioni Michele Pezzulli, Comandante la P.M. di Aversa Negli ultimi anni abbiamo assistito al susseguirsi

Dettagli

APPARECCHI PER IL GIOCO LECITO DI CUI AGLI ARTT. 86 E 110, COMMI 6 E/O 7 DEL TESTO UNICO DELLE LEGGI DI PUBBLICA SICUREZZA, APPROVATO CON R. D. 18.

APPARECCHI PER IL GIOCO LECITO DI CUI AGLI ARTT. 86 E 110, COMMI 6 E/O 7 DEL TESTO UNICO DELLE LEGGI DI PUBBLICA SICUREZZA, APPROVATO CON R. D. 18. Al Sindaco del Comune di OSTUNI APPARECCHI PER IL GIOCO LECITO DI CUI AGLI ARTT. 86 E 110, COMMI 6 E/O 7 DEL TESTO UNICO DELLE LEGGI DI PUBBLICA SICUREZZA, APPROVATO CON R. D. 18.06.1931, N. 773 Denuncia

Dettagli

Segnalazione di: inizio attività trasferimento sede cessazione attività Presentata da: produttore importatore distributore/gestore ii

Segnalazione di: inizio attività trasferimento sede cessazione attività Presentata da: produttore importatore distributore/gestore ii Al SUAP di MONTECATINI TERME comune.montecatiniterme@postacert.toscana.it prot. n del / / S. C. I. A. PRODUZIONE E/O IMPORTAZIONE E/O DISTRIBUZIONE E GESTIONE DI APPARECCHI E CONGEGNI AUTOMATICI, SEMIAUTOMATICI,

Dettagli

AL SUAP Comune di Vibo Valentia

AL SUAP Comune di Vibo Valentia AL SUAP Comune di Vibo Valentia OGGETTO: SEGNALAZIONE CERTIFICATA ai sensi dell'art. 49 del Decreto Legge 31 maggio 2010, n. 78, così come convertito e modificato dalla Legge 30 luglio 2010, n. 122. DI

Dettagli

Il/La sottoscritto/a.. nato/a a... prov... il Codice Fiscale residente a. via/piazza.. n... cap. tel.

Il/La sottoscritto/a.. nato/a a... prov... il Codice Fiscale residente a. via/piazza.. n... cap. tel. SUROMA SPORTELLO UNICO DEL COMMERCIO MUNICIPIO... Via 00. ROMA Oggetto: Segnalazione Certificata di Inizio Attività (art. 19 Legge 241/90 s.m.i.) relativamente agli apparecchi e congegni automatici, semiautomatici

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA SETTORE ATTIVITA' PRODUTTIVE E COMMERCIALI PIAZZA LIBER PARADISUS N.10- CAP 40129 TORRE A 5 PIANO

COMUNE DI BOLOGNA SETTORE ATTIVITA' PRODUTTIVE E COMMERCIALI PIAZZA LIBER PARADISUS N.10- CAP 40129 TORRE A 5 PIANO COMUNE DI BOLOGNA SETTORE ATTIVITA' PRODUTTIVE E COMMERCIALI PIAZZA LIBER PARADISUS N.10- CAP 40129 TORRE A 5 PIANO tel. 051 2194082-2194013 - Fax 051 2194870 - PRODUZIONE E/O IMPORTAZIONE E/O NOLEGGIO

Dettagli

Illegalità e gioco d azzardo

Illegalità e gioco d azzardo Gioco d azzardo: alla ricerca di possibili integrazioni tra servizio pubblico, privato sociale e territorio Illegalità e gioco d azzardo Arezzo, 11 maggio 2007 Tipologie di apparecchi o congegni Le tipologie

Dettagli

COMUNE DI PAOLA. ( Provincia Di Cosenza ) GIOCHI LECITI ALL INTERNO DEI PUBBLICI ESERCIZI E SIMILARI SPECIFICA DEI GIOCHI

COMUNE DI PAOLA. ( Provincia Di Cosenza ) GIOCHI LECITI ALL INTERNO DEI PUBBLICI ESERCIZI E SIMILARI SPECIFICA DEI GIOCHI COMUNE DI PAOLA ( Provincia Di Cosenza ) SETTORE N. 7 UFFICIO : Attività Economiche e Produttive ( Piazza IV Novembre,22 ) tel. 0982 582860 fax 0982582397 PEC : qsarpa@comune.paola.cs.it legislazione di

Dettagli

Il/La sottoscritto nato/a a il e residente a in via n. codice fiscale

Il/La sottoscritto nato/a a il e residente a in via n. codice fiscale AL COMUNE DI VILLA GUARDIA UFFICIO COMMERCIO Oggetto: Denuncia, ai sensi delle legge 241/90, di inizio di attività per detenere e far funzionare in pubblico esercizio apparecchi e congegni automatici,

Dettagli

[ ] Titolare della impresa individuale [ ] Legale rappresentante della Società [ ] Proprietario/comproprietario [ ] Affittuario [ ] Presidente [ ]

[ ] Titolare della impresa individuale [ ] Legale rappresentante della Società [ ] Proprietario/comproprietario [ ] Affittuario [ ] Presidente [ ] Al COMUNE DI SAN VITO DEI NORMANNI (Provincia di Brindisi) Servizio SUAP DISTRIBUZIONE E GESTIONE DI GIOCHI Segnalazione Certificata Inizio Attività NUOVA APERTURA TRASFERIMENTO DI SEDE (allegare vecchia

Dettagli

Giochi e scommesse. I casi di reato e le sanzioni

Giochi e scommesse. I casi di reato e le sanzioni Giochi e scommesse I casi di reato e le sanzioni 1. Introduzione Concettualmente la differenza tra gioco e scommessa consiste nel fatto che nel gioco i partecipanti sono anche competitori, mentre la scommessa

Dettagli

Il sottoscritto. nato a il nazionalità. Cod.Fisc. residente in. Via n. C.A.P. Tel. Cell. Codice fiscale/partita IVA. Con sede nel Comune di Provincia

Il sottoscritto. nato a il nazionalità. Cod.Fisc. residente in. Via n. C.A.P. Tel. Cell. Codice fiscale/partita IVA. Con sede nel Comune di Provincia da presentarsi all'ufficio Protocollo 30 giorni prima dell'inizio dell'attività DICHIARAZIONE DI INIZIO ATTIVITA' PER INSTALLAZIONE DI GIOCHI LECITI E APPARECCHI E CONGEGNI AUTOMATICI, SEMIAUTOMATICI ED

Dettagli

10 Forum Nazionale della Polizia Locale. PESCANTINA (VR) 14 e 15 Novembre 2013. ********************* Elena Fiore Comandante P.M.

10 Forum Nazionale della Polizia Locale. PESCANTINA (VR) 14 e 15 Novembre 2013. ********************* Elena Fiore Comandante P.M. 10 Forum Nazionale della Polizia Locale PESCANTINA (VR) 14 e 15 Novembre 2013 ********************* Elena Fiore Comandante P.M. Forlì 1 Gli apparecchi da gioco con o senza vincite in denaro: la normativa

Dettagli

RICHIESTA AUTORIZZAZIONE APERTURA SALA GIOCHI AI SENSI DELL ART. 86 DEL T.U.L.P.S.

RICHIESTA AUTORIZZAZIONE APERTURA SALA GIOCHI AI SENSI DELL ART. 86 DEL T.U.L.P.S. BOLLO AL COMUNE DI FOLIGNO SERVIZIO COMMERCIO E P.A. RICHIESTA AUTORIZZAZIONE APERTURA SALA GIOCHI AI SENSI DELL ART. 86 DEL T.U.L.P.S. Il sottoscritto Cognome. Nome Data di nascita /../.. Luogo di nascita...

Dettagli

QUESTURA DI PADOVA TABELLA DEI GIOCHI PROIBITI

QUESTURA DI PADOVA TABELLA DEI GIOCHI PROIBITI QUESTURA DI PADOVA TABELLA DEI GIOCHI PROIBITI Agli effetti dell'articolo 110 del T.U.L.P.S. negli esercizi pubblici della città e della Provincia di Padova, a tutela del pubblico interesse, sono vietati

Dettagli

[ ] Titolare della impresa individuale [ ] Legale rappresentante della Società [ ] Proprietario/comproprietario [ ] Affittuario [ ] Presidente [ ]

[ ] Titolare della impresa individuale [ ] Legale rappresentante della Società [ ] Proprietario/comproprietario [ ] Affittuario [ ] Presidente [ ] AL COMUNE DI POGGIARDO (Provincia di Lecce) Servizio SUAP INSTALLAZIONE ED ESERCIZIO DI GIOCHI LECITI presso esercizi non in possesso di Autorizzazione ex artt.86 o 88 TULPS R.D. 18/6/1931 n.773 domanda

Dettagli

DOMANDA PER RILASCIO LICENZA PER APERTURA DI SALA GIOCHI (Artt. 86 e 110 T.U.L.P.S.) CHIEDE

DOMANDA PER RILASCIO LICENZA PER APERTURA DI SALA GIOCHI (Artt. 86 e 110 T.U.L.P.S.) CHIEDE MODULISTICA MARCA DA BOLLO 16,00 P54 MD14 Rev. 1 del 11/09/07 ALL UFFICIO POLIZIA AMMINISTRATIVA COMANDO POLIZIA LOCALE PIAZZA 9 NOVEMBRE 1989 20090 SEGRATE (MI) DOMANDA PER RILASCIO LICENZA PER APERTURA

Dettagli

Denuncia inizio attività per: Apertura nuova Attività

Denuncia inizio attività per: Apertura nuova Attività SALE GIOCHI Timbro ufficiale (spazio riservato all ufficio) COMUNE DI TRIGGIANO Al Dirigente Settore P.M. e Ambiente Ufficio di Polizia Amministrativa Piazza V. Veneto, 42 Triggiano Denuncia inizio attività

Dettagli

a cura di Mario Serio (Isp. Capo di Polizia Municipale)

a cura di Mario Serio (Isp. Capo di Polizia Municipale) Art. 110 testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, di cui al regio decreto 18 giugno 1931, n. 773 (Tulps) Aggiornato ed Integrato con la circolare a.a.m.s. Prot. 2013/491/DAR/UD del 13 Giugno 2013

Dettagli

Direzione. Ordine di servizio n 131/C. Firenze, 31/07/2004. Al Vicecomandante V. Ai Coordinatori d area Agli appartenenti al Corpo.

Direzione. Ordine di servizio n 131/C. Firenze, 31/07/2004. Al Vicecomandante V. Ai Coordinatori d area Agli appartenenti al Corpo. Direzione Ordine di servizio n 131/C Firenze, 31/07/2004 Al Vicecomandante V. Ai Coordinatori d area Agli appartenenti al Corpo Loro sedi Oggetto: Legge 20/07/2004 n. 189. Disposizioni concernenti il divieto

Dettagli

DENUNCIA INIZIO ATTIVITA' DI GIOCHI LECITI

DENUNCIA INIZIO ATTIVITA' DI GIOCHI LECITI MOD. DIA1 DENUNCIA INIZIO ATTIVITA' DI GIOCHI LECITI (art. 19, L. 241/1990; art. 86 110 T.U.L.P.S.). da presentare in 2 esemplari: ( 1 originale per il comune e 1 copia per il dichiarante, sulla quale

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE SUGLI APPARECCHI DI TRATTENIMENTO E SVAGO E SULLE SALE GIOCHI

REGOLAMENTO COMUNALE SUGLI APPARECCHI DI TRATTENIMENTO E SVAGO E SULLE SALE GIOCHI REGOLAMENTO COMUNALE SUGLI APPARECCHI DI TRATTENIMENTO E SVAGO E SULLE SALE GIOCHI - Articolo 1 - Principi generali - Articolo 2 - Definizioni - Articolo 3 - Apertura,trasferimento di sede e variazione

Dettagli

COMUNE DI VEROLENGO NORME E DIRETTIVE PER L ATTIVITA DELLE SALE GIOCHI E L INSTALLAZIONE E L USO NEI PUBBLICI

COMUNE DI VEROLENGO NORME E DIRETTIVE PER L ATTIVITA DELLE SALE GIOCHI E L INSTALLAZIONE E L USO NEI PUBBLICI COMUNE DI VEROLENGO Via Rimembranza, 4 CAP 10038 P R O V I N C I A D I T O R I N O Tel. 011.91.49.102 / 011.91.49.135 Fax 011.91.49.397 Cod. Fisc. 82500370018 P.I. 01716930019 NORME E DIRETTIVE PER L ATTIVITA

Dettagli

COMUNE DI ARCISATE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE SALE GIOCHI E DEGLI APPARECCHI DI TRATTENIMENTO E SVAGO

COMUNE DI ARCISATE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE SALE GIOCHI E DEGLI APPARECCHI DI TRATTENIMENTO E SVAGO COMUNE DI ARCISATE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE SALE GIOCHI E DEGLI APPARECCHI DI TRATTENIMENTO E SVAGO Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 03 del_ 29 gennaio 2010 INDICE

Dettagli

AREA PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO SETTORE URBANISTICA ED EDILIZIA SERVIZIO COMMERCIO. Redatto a cura del Servizio Commercio

AREA PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO SETTORE URBANISTICA ED EDILIZIA SERVIZIO COMMERCIO. Redatto a cura del Servizio Commercio AREA PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO SETTORE URBANISTICA ED EDILIZIA SERVIZIO COMMERCIO REGOLAMENTO COMUNALE PER L INSEDIAMENTO DI SALE GIOCO AVENTI COME ATTIVITA PRINCIPALE LA COMMERCIALIZZAZIONE DEI PRODOTTI

Dettagli

IL QUESTORE DELLA PROVINCIA DI COMO

IL QUESTORE DELLA PROVINCIA DI COMO . IL QUESTORE DELLA PROVINCIA DI COMO TABELLA DEI GIUOCm PROmITI Ai sensi dewart1.to del T.U.L.P.S. (R.D. 18.6.1931 n. 773), come modificato dall'art. 22 della legge 27.12.2002, negjf esercizi pubblici

Dettagli

COMUNE DI CAPRIANO DEL COLLE. Provincia di Brescia

COMUNE DI CAPRIANO DEL COLLE. Provincia di Brescia COMUNE DI CAPRIANO DEL COLLE Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DI SALE PUBBLICHE DA GIOCO E PER L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI E CONGEGNI AUTOMATICI, SEMIAUTOMATICI ED ELETTRONICI DA

Dettagli

1) VIDEOGIOCHI denuncia entro il 21 marzo 2003. 2) INTERVENTI A FAVORE DELL IMPRENDITORIA FEMMINILE - proroga al 15.4.2003

1) VIDEOGIOCHI denuncia entro il 21 marzo 2003. 2) INTERVENTI A FAVORE DELL IMPRENDITORIA FEMMINILE - proroga al 15.4.2003 Anno XXXII n. 6 Chieti 15.3.2003-1 - S O M M A R I O: 1) VIDEOGIOCHI denuncia entro il 21 marzo 2003 2) INTERVENTI A FAVORE DELL IMPRENDITORIA FEMMINILE - proroga al 15.4.2003 3) TELEMACO PAY certificati

Dettagli

SCIA per apparecchi e congegni per il gioco lecito -

SCIA per apparecchi e congegni per il gioco lecito - ALLO SPORTELLO UNICO ATTIVITA PROFUTTIVE del Comune di CORTONA Piazza della Repubblica n. 13 52044 CORTONA da presentare in duplice copia OGGETTO: Avvio installazione apparecchi e congegni per il gioco

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE SUGLI APPARECCHI DI INTRATTENIMENTO E SVAGO E SULLE SALE GIOCHI

REGOLAMENTO COMUNALE SUGLI APPARECCHI DI INTRATTENIMENTO E SVAGO E SULLE SALE GIOCHI CITTÀ DI IMOLA REGOLAMENTO COMUNALE SUGLI APPARECCHI DI INTRATTENIMENTO E SVAGO E SULLE SALE GIOCHI Approvato con deliberazione C.C. n. 214 del 19.11.2007, esecutiva; Modificato con deliberazione C.C.

Dettagli

Comune di Rosà (VI) Allegato 1) C.C. n. REGOLAMENTO COMUNALE PER LE SALE GIOCHI E L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA TRATTENIMENTO

Comune di Rosà (VI) Allegato 1) C.C. n. REGOLAMENTO COMUNALE PER LE SALE GIOCHI E L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA TRATTENIMENTO Comune di Rosà (VI) Allegato 1) C.C. n. REGOLAMENTO COMUNALE PER LE SALE GIOCHI E L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA TRATTENIMENTO Art. 1 Oggetto 1. Il presente regolamento in attuazione di quanto disposto

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA PER APERTURA DI SALA GIOCHI (Art. 49 - L. 122/2010 - articoli 86-88 e 110 del T.U.L.P.S.

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA PER APERTURA DI SALA GIOCHI (Art. 49 - L. 122/2010 - articoli 86-88 e 110 del T.U.L.P.S. da presentare in duplice copia SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA PER APERTURA DI SALA GIOCHI (Art. 49 - L. 122/2010 - articoli 86-88 e 110 del T.U.L.P.S.) Al COMUNE di VILLANOVA D ASTI (AT) Il

Dettagli

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO COMUNALE SUGLI APPARECCHI DI TRATTENIMENTO E SVAGO E SULLE SALE GIOCHI

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO COMUNALE SUGLI APPARECCHI DI TRATTENIMENTO E SVAGO E SULLE SALE GIOCHI COMUNE DI MELITO DI NAPOLI PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO COMUNALE SUGLI APPARECCHI DI TRATTENIMENTO E SVAGO E SULLE SALE GIOCHI INDICE Capo I - Norme generali Articolo 1 Oggetto della disciplina regolamentare

Dettagli

per l esercizio dell attività di 2 nell esercizio ubicato in codesto Comune in Via/piazza n. con insegna

per l esercizio dell attività di 2 nell esercizio ubicato in codesto Comune in Via/piazza n. con insegna Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) per giochi leciti (art. 86, comma 1, del R.D. 18/6/1931 n. 773) per piccole attrazioni dello spettacolo viaggiante (art. 69 del R.D. 18/6/1931 n. 773)

Dettagli

Ten.Col. Pasquale Arena Comando Provinciale G. di F. Roma I Gruppo - C.te I Nucleo Operativo

Ten.Col. Pasquale Arena Comando Provinciale G. di F. Roma I Gruppo - C.te I Nucleo Operativo Ten.Col. Pasquale Arena Comando Provinciale G. di F. Roma I Gruppo - C.te I Nucleo Operativo 2011 2012 fonte: AAMS Raccolta Vincite Spesa giocatori 2 Entrate «nette» Totale 79,9 61,3 18,5 8,8 scommesse

Dettagli

I giochi promozionali

I giochi promozionali I giochi promozionali 1 Introduzione Il fenomeno dei giochi promozionali viene disciplinato nel 2000 dall Unione Europea, con l intento di favorire la diffusione dei servizi della società dell informazione.

Dettagli

SETTORE SVILUPPO ECONOMICO INFORMATICO E SERVIZI AL CITTADINO

SETTORE SVILUPPO ECONOMICO INFORMATICO E SERVIZI AL CITTADINO SETTORE SVILUPPO ECONOMICO INFORMATICO E SERVIZI AL CITTADINO REGOLAMENTO PER LE SALE GIOCHI E PER L'INSTALLAZIONE DI APPARECCHI ELETTRONICI DA INTRATTENIMENTO O DA GIOCO Approvato con deliberazione C.C.

Dettagli

COMUNE DI TRESANA. Massa Carrara REGOLAMENTO COMUNALE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCHI

COMUNE DI TRESANA. Massa Carrara REGOLAMENTO COMUNALE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCHI COMUNE DI TRESANA Massa Carrara REGOLAMENTO COMUNALE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCHI Approvato con deliberazione del C.C. n. 3 del 14.01.2012 INDICE TITOLO I NORME GENERALI Art. 1 - Oggetto

Dettagli

AL COMUNE DI PIANORO. Esercente l'attività di:

AL COMUNE DI PIANORO. Esercente l'attività di: DENUNCIA INIZIO ATTIVITA' DI GIOCHI LECITI (art. 19, L. 241/1990; art. 86 110 T.U.L.P.S.) da presentare in 2 esemplari: (1 originale per il comune e 1 copia per il dichiarante sulla quale verrà apposto

Dettagli

COMUNE DI VITTUONE (Provincia di Milano) SETTORE ATTIVITA PRODUTTIVE Ufficio Commercio REGOLAMENTO COMUNALE DELLE SALE GIOCHI

COMUNE DI VITTUONE (Provincia di Milano) SETTORE ATTIVITA PRODUTTIVE Ufficio Commercio REGOLAMENTO COMUNALE DELLE SALE GIOCHI COMUNE DI VITTUONE (Provincia di Milano) SETTORE ATTIVITA PRODUTTIVE Ufficio Commercio REGOLAMENTO COMUNALE DELLE SALE GIOCHI 1 INDICE Capo I - Norme generali... 3 Articolo 1 - Principi generali... 3 Articolo

Dettagli

Prov. Via n. Codice fiscale IN PROPRIO, ovvero nella sua qualità di rappresentanza di

Prov. Via n. Codice fiscale IN PROPRIO, ovvero nella sua qualità di rappresentanza di . 14,62 Al COMUNE di Borghetto Santo Spirito (Savona) OGGETTO: Richiesta autorizzazione per l'esercizio dell'attività di sala giuochi, ai sensi degli articoli 86 e 110 del T.U. delle Leggi di Pubblica

Dettagli

INSTALLAZIONE ED USO DI APPARECCHI DA GIOCO E CONGEGNI DA DIVERTIMENTO ED INTRATTENIMENTO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA

INSTALLAZIONE ED USO DI APPARECCHI DA GIOCO E CONGEGNI DA DIVERTIMENTO ED INTRATTENIMENTO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA !!""!""!#$" INSTALLAZIONE ED USO DI APPARECCHI DA GIOCO E CONGEGNI DA DIVERTIMENTO ED INTRATTENIMENTO SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA Installazione di New Slot e apparecchi da divertimento

Dettagli

Approvato definitivamente dal Parlamento l 8 luglio 2004

Approvato definitivamente dal Parlamento l 8 luglio 2004 Disposizioni concernenti il divieto di maltrattamento degli animali nonché di impiego degli stessi in combattimenti clandestini o competizioni non autorizzate Approvato definitivamente dal Parlamento l

Dettagli

C O M U N E D I MASSA LUBRENSE Provincia di Napoli C.C. n. 45 del 29/11/2011

C O M U N E D I MASSA LUBRENSE Provincia di Napoli C.C. n. 45 del 29/11/2011 C O M U N E D I MASSA LUBRENSE Provincia di Napoli C.C. n. 45 del 29/11/2011 REGOLAMENTO COMUNALE PER L ESERCIZIO DI SALA GIOCHI E INSTALLAZIONE DI APPRACCHI DI TRATTENIMENTO AUTOMATICI E SEMIAUTOMATICI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE SUGLI APPARECCHI ED ATTIVITA DI TRATTENIMENTO E SVAGO E SULLE SALE GIOCHI

REGOLAMENTO COMUNALE SUGLI APPARECCHI ED ATTIVITA DI TRATTENIMENTO E SVAGO E SULLE SALE GIOCHI Allegato alla Deliberazione del C.C. n. 46 del 26/03/2009 Comune di Castel San Pietro Terme Piazza XX Settembre, 3 40024 Castel San Pietro Terme (BO) Area Servizi per il Territorio e la Collettività Servizio

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 3104

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 3104 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 3104 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori LAURO, GRAMAZIO, ANDRIA, BENEDETTI VALENTINI, CALIGIURI, CARDIELLO, COMPAGNA, CONTINI, COSTA, DE LILLO, DE SENA,

Dettagli

Segnalazione certificata di inizio attività (S.C.I.A.) Istallazione di giochi leciti (art. 86 e 110 del T.U.L.P.S. r.d. n.

Segnalazione certificata di inizio attività (S.C.I.A.) Istallazione di giochi leciti (art. 86 e 110 del T.U.L.P.S. r.d. n. COMUNE DI CASORIA (PROVINCIA DI NAPOLI) IV Settore Suap - Sportello Unico Attività Produttive Casoria (NA) piazza Cirillo (Vecchia Sede Comunale), primo piano Indirizzo PEC (Posta Elettronica Certificata):

Dettagli

COMUNE DI PERUGIA SETTORE GOVERNO E SVILUPPO DEL TERRITORIO E DELL ECONOMIA U.O. POLITICHE ECONOMICHE REGOLAMENTO PER I GIOCHI LECITI

COMUNE DI PERUGIA SETTORE GOVERNO E SVILUPPO DEL TERRITORIO E DELL ECONOMIA U.O. POLITICHE ECONOMICHE REGOLAMENTO PER I GIOCHI LECITI COMUNE DI PERUGIA SETTORE GOVERNO E SVILUPPO DEL TERRITORIO E DELL ECONOMIA U.O. POLITICHE ECONOMICHE REGOLAMENTO PER I GIOCHI LECITI Approvato con atto del Consiglio Comunale n. 179 del 12.09.2005 SI

Dettagli

CITTÀ DI CARBONIA PROVINCIA DI CARBONIA-IGLESIAS

CITTÀ DI CARBONIA PROVINCIA DI CARBONIA-IGLESIAS CITTÀ DI CARBONIA PROVINCIA DI CARBONIA-IGLESIAS REGOLAMENTO COMUNALE PER LE SALE PUBBLICHE DA GIOCO E L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI E CONGEGNI AUTOMATICI, SEMIAUTOMATICI ED ELETTRONICI DA INTRATTENIMENTO

Dettagli

DIRETTIVE PER LA DISCIPLINA DELLE SALE GIOCHI E PER L INSTALLAZIONE E L USO NEI PUBBLICI ESERCIZI DI APPARECCHI DI INTRATTENIMENTO E GIOCO

DIRETTIVE PER LA DISCIPLINA DELLE SALE GIOCHI E PER L INSTALLAZIONE E L USO NEI PUBBLICI ESERCIZI DI APPARECCHI DI INTRATTENIMENTO E GIOCO COMUNE DI SAREZZO PROVINCIA DI BRESCIA Ufficio Commercio tel. 030/802021 DIRETTIVE PER LA DISCIPLINA DELLE SALE GIOCHI E PER L INSTALLAZIONE E L USO NEI PUBBLICI ESERCIZI DI APPARECCHI DI INTRATTENIMENTO

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XVI LEGISLATURA. DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore LAURO

SENATO DELLA REPUBBLICA XVI LEGISLATURA. DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore LAURO SENATO DELLA REPUBBLICA AS ---- XVI LEGISLATURA DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore LAURO Norme antimafia, anti-illecito, antievasione e per la tutela della trasparenza, anche societaria, nel gioco

Dettagli

Ministero dell economia e delle finanze Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato

Ministero dell economia e delle finanze Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato Prot. n. 1034/CGV Ministero dell economia e delle finanze Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato Rimozione dei casi di offerta in assenza di autorizzazione, attraverso rete telematica, di giochi,

Dettagli

DENUNCIA INIZIO ATTIVITA' GIOCHI LECITI

DENUNCIA INIZIO ATTIVITA' GIOCHI LECITI DENUNCIA INIZIO ATTIVITA' GIOCHI LECITI AL SIG. SINDACO DEL COMUNE DI TORTONA Oggetto: Denuncia inizio attivitá per INSTALLAZIONE di: Il sottoscritto apparecchi e congegni automatici, semiautomatici ed

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GOCHI.

REGOLAMENTO COMUNALE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GOCHI. COMUNE DI BUDRIO ---------------- REGOLAMENTO COMUNALE PER L APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GOCHI. 2011 Approvato con Deliberazione Consiliare n. 14 in data 14/03/2011. INDICE CAPO I Norme generali Articolo

Dettagli

CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione

CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione CITTA' DI TORINO CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE SETTORE SERVIZI INTEGRATI Ufficio Studi e Formazione CIRCOLARE N. 93 Operativa OGGETTO: Polizia Giudiziaria e di Sicurezza.. Pubblica sicurezza e ordine pubblico

Dettagli

** NORMATTIVA - Stampa *** http://www.normattiva.it/do/atto/export

** NORMATTIVA - Stampa *** http://www.normattiva.it/do/atto/export Disposizioni concernenti il divieto di maltrattamento degli animali, nonche' di impiego degli stessi in combattimenti clandestini o competizioni non autorizzate. Vigente al: 2-3-2014 La Camera dei deputati

Dettagli

DISCIPLINA DEI VIDEOGIOCHI

DISCIPLINA DEI VIDEOGIOCHI DISCIPLINA DEI VIDEOGIOCHI L attività per la produzione,la distribuzione,l esercizio e l utilizzo degli apparecchi da intrattenimento e gioco e disciplinata dall art. 110 del TULPS che detta le nozioni

Dettagli

Sala giochi. sala giochi

Sala giochi. sala giochi Sala giochi. Per aprire o effettuare un subingresso in una sala giochi serve autorizzazione che viene rilasciata presentando l apposita istanza al Servizio Gestione del Territorio - Ufficio Commercio.

Dettagli

CITTA DI PIOSSASCO REGOLAMENTO PER LE SALE GIOCHI E PER L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI ELETTRONICI DA INTRATTENIMENTO O DA GIOCO

CITTA DI PIOSSASCO REGOLAMENTO PER LE SALE GIOCHI E PER L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI ELETTRONICI DA INTRATTENIMENTO O DA GIOCO CITTA DI PIOSSASCO REGOLAMENTO PER LE SALE GIOCHI E PER L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI ELETTRONICI DA INTRATTENIMENTO O DA GIOCO Approvato con deliberazione Consiglio Comunale del 27.11.2014 n. 64 INDICE

Dettagli

Il sottoscritto (Cognome e nome): Luogo e data di nascita / / Residente in alla Via n Codice Fiscale TEL

Il sottoscritto (Cognome e nome): Luogo e data di nascita / / Residente in alla Via n Codice Fiscale TEL COMUNE DI CAROVIGNO (BR) PROV. BRINDISI Settore Gestione del Territorio Urbanistica LL. PP. Sezione Attività Produttive SUAP Polizia Amministrativa Commercio AVVERTENZA: la presente segnalazione certificata

Dettagli

Tipologia degli esercizi Numero massimo degli apparecchi installabili

Tipologia degli esercizi Numero massimo degli apparecchi installabili Informativa E.P. CITTÀ DI TORINO DIVISIONE COMMERCIO SETTORE ATTIVITÀ ECONOMICHE E DI SERVIZIO Con questo scritto il Settore intende fornire le informazioni essenziali che riguardano l installazione di

Dettagli

1. Dopo il titolo IX del libro II del codice penale è inserito il seguente: «TITOLO IX-BIS - DEI DELITTI CONTRO IL SENTIMENTO PER GLI ANIMALI

1. Dopo il titolo IX del libro II del codice penale è inserito il seguente: «TITOLO IX-BIS - DEI DELITTI CONTRO IL SENTIMENTO PER GLI ANIMALI L. 20 luglio 2004, n. 189 (1). Disposizioni concernenti il divieto di maltrattamento degli animali, nonché di impiego degli stessi in combattimenti clandestini o competizioni non autorizzate. (1) Pubblicata

Dettagli

A Equitalia S.p.A. Alla Sogei S.p.A.

A Equitalia S.p.A. Alla Sogei S.p.A. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Settore Gestione Tributi Ufficio Gestione Dichiarazioni RISOLUZIONE N.23/E Roma, 24 febbraio 2011 Al Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento delle

Dettagli

Via/Piazza n. dati catastali: N.C.T. N.C.E.U. Fg. Mapp. in Via/Piazza n.

Via/Piazza n. dati catastali: N.C.T. N.C.E.U. Fg. Mapp. in Via/Piazza n. Marca da bollo da. 14,62 ESERCIZIO DI SALA GIOCHI Domanda di autorizzazione Il sottoscritto nato a Prov. il residente in via n. Comune CAP Codice Fiscale telefono cell. E-mail in qualità di titolare dell

Dettagli

da presentare in duplice copia

da presentare in duplice copia spazio per la protocollazione Apparecchi e congegni automatici da trattenimento e svago Segnalazione Certificata di Inizio Attività da presentare in duplice copia AL COMUNE DI TERNI ALL UFFICIO COMMERCIO

Dettagli

PRESSO BAR- RISTORANTI- CIRCOLI- ALBERGHI- AGENZIE DI SCOMMESSE- ESERCIZI DI RACCOLTA SCOMMESSE SALE DA GIOCHI - ESERCIZI COMMERCIALI

PRESSO BAR- RISTORANTI- CIRCOLI- ALBERGHI- AGENZIE DI SCOMMESSE- ESERCIZI DI RACCOLTA SCOMMESSE SALE DA GIOCHI - ESERCIZI COMMERCIALI AL COMUNE DI ANDORNO MICCA SCIA - SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA PER INSTALLAZIONE DI APPARECCHI E CONGEGNI ELETTRONICI DI CUI ALL ART. 110 T.U.L.P.S. O EFFETTUAZIONE DI GIOCHI LECITI E RICHIESTA

Dettagli

C I T T À D I V E R OLI * * * * * REGOLAMENTO PER L ATTIVITA DI SALE GIOCHI E GIOCHI AUTOMATICI IN PUBBLICI ESERCIZI ED IN CIRCOLI PRIVATI

C I T T À D I V E R OLI * * * * * REGOLAMENTO PER L ATTIVITA DI SALE GIOCHI E GIOCHI AUTOMATICI IN PUBBLICI ESERCIZI ED IN CIRCOLI PRIVATI C I T T À D I V E R OLI * * * * * REGOLAMENTO PER L ATTIVITA DI SALE GIOCHI E GIOCHI AUTOMATICI IN PUBBLICI ESERCIZI ED IN CIRCOLI PRIVATI Approvato con delibera di C.C. n. 27 del 28/11/2012 I N D I C

Dettagli

testo in vigore dal: 1-8-2004 La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Promulga

testo in vigore dal: 1-8-2004 La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Promulga LEGGE 20 luglio 2004, n.189 Disposizioni concernenti il divieto di maltrattamento degli animali, nonche' di impiego degli stessi in combattimenti clandestini o competizioni non autorizzate. (GU n. 178

Dettagli

COMUNE DI SALZANO Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER LE SALE GIOCHI E PER L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA TRATTENIMENTO

COMUNE DI SALZANO Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER LE SALE GIOCHI E PER L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA TRATTENIMENTO COMUNE DI SALZANO Provincia di Venezia REGOLAMENTO PER LE SALE GIOCHI E PER L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA TRATTENIMENTO Approvato con Delibera di C.C. n. 46 del 08.08.2011 INDICE CAPO I NORME GENERALI

Dettagli

Il sottoscritto,nato a ( ) il / /, ivi residente in Via n, Codice Fiscale, P.Iva Cell, ( 0922-,

Il sottoscritto,nato a ( ) il / /, ivi residente in Via n, Codice Fiscale, P.Iva Cell, ( 0922-, marca da bollo da 14,62 Allo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di REALMONTE (AG) P.E.C. comunedirealmonte.ag.suap@pec.it SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) PER APERTURA

Dettagli

C O M U N E D I B R U I N O

C O M U N E D I B R U I N O C O M U N E D I B R U I N O PROVINCIA DI TORINO - C. A. P. 10090 POLIZIA MUNICIPALE Tel. 011.908.40.60 Fax 011.904.87.63 pmbruino@tin.it poliziamunicipale@comune.bruino.to.it OGGETTO: Segnalazione certificata

Dettagli

Incidenti stradali: le nuove disposizioni

Incidenti stradali: le nuove disposizioni INCONTRO DI STUDIO PER OPERATORI DI POLIZIA LOCALE LE NOVITA LEGISLATIVE PER LA P.M. FAENZA (RA) - 19 maggio 2006 Incidenti stradali: le nuove disposizioni LEGGE 21 febbraio 2006, n. 102 Disposizioni in

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE SALE GIOCHI E PER L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA TRATTENIMENTO

REGOLAMENTO PER LE SALE GIOCHI E PER L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA TRATTENIMENTO REGOLAMENTO PER LE SALE GIOCHI E PER L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA TRATTENIMENTO CAPO I NORME GENERALI ART. 1 - OGGETTO 1. Il presente regolamento disciplina: a) i requisiti ed il procedimento per il

Dettagli

Licenza per l esercizio di: SALA PUBBLICA DA GIOCO

Licenza per l esercizio di: SALA PUBBLICA DA GIOCO posto riservato al PROTOCOLLO GENERALE Marca da bollo * Prima di consegnare il presente modulo, munirsi di una COPIA FOTOSTATICA che timbrata dall ufficio competente, vale come ricevuta per tutti gli eventuali

Dettagli

LE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI GIOCHI CONTENUTE NELLA LEGGE

LE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI GIOCHI CONTENUTE NELLA LEGGE LE DISPOSIZIONI IN MATERIA DI GIOCHI CONTENUTE NELLA LEGGE FINANZIARIA 2005 Sommario: 1. - Premessa. - 2. Rideterminazione delle misure destinate al finanziamento dello sport. - 3. Modifiche alla disciplina

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCHI

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCHI Comune di Castelnovo ne Monti REGOLAMENTO COMUNALE PER L'APERTURA E LA GESTIONE DI SALE GIOCHI (approvato con delibera consiliare n. 70 del 11/07/2011) 1 INDICE GENERALE CAPO I DEFINIZIONI E DISPOSIZIONI

Dettagli

in qualità di legale rappresentante:

in qualità di legale rappresentante: La presente comunicazione deve essere presentata almeno trenta giorni prima dell inizio della manifestazione AL SIG. SINDACO del COMUNE di VERGIATE Ufficio attività economico-produttive Via Cavallotti,

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LE SALE GIOCHI L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA GIOCO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LE SALE GIOCHI L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA GIOCO COMUNE DI MASSA REGOLAMENTO COMUNALE PER LE SALE GIOCHI E L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI DA GIOCO Approvato con atto C.C. n. 19/2011 INDICE TITOLO I - Norme generali Art. 1 - Oggetto ed ambito di applicazione

Dettagli

POLIZIA DI STATO Questura di Udine. Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale e dell Immigrazione

POLIZIA DI STATO Questura di Udine. Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale e dell Immigrazione POLIZIA DI STATO Questura di Udine Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale e dell Immigrazione Norme principali di riferimento in materia di scommesse e gioco Testo Unico delle Leggi di Pubblica

Dettagli

Regolamento comunale per la disciplina delle sale giochi

Regolamento comunale per la disciplina delle sale giochi Regolamento comunale per la disciplina delle sale giochi Approvato dal Consiglio Comunale di Lecco con deliberazione del 14.03.2011, n. 33- Articolo 1 - Principi generali 1. Il presente regolamento disciplina

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE N. 30

PROPOSTA DI LEGGE N. 30 presentata dai consiglieri Cremaschi, Agnola, Boem, Codega, Gabrovec, Moretti, Travanut, Zecchinon, Bagatin, Gregoris, Piccin 1 il 16 gennaio 2014

Dettagli

COMUNE DI PAOLA ( Provincia di Cosenza )

COMUNE DI PAOLA ( Provincia di Cosenza ) COMUNE DI PAOLA ( Provincia di Cosenza ) SETTORE N. 7 UFFICIO : Attività Economiche e Produttive ( Piazza IV Novembre,22 ) tel. 0982 582860 fax 0982582397 SALA GIOCHI legislazione di riferimento : Legge

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE. per le MANIFESTAZIONI DI SORTE LOCALI

REGOLAMENTO COMUNALE. per le MANIFESTAZIONI DI SORTE LOCALI COMUNE DI UGGIANO LA CHIESA Provincia di Lecce REGOLAMENTO COMUNALE per le MANIFESTAZIONI DI SORTE LOCALI (D.P.R. 26 ottobre 2001, n.430) IL PRESENTE REGOLAMENTO: - è stato deliberato dal Consiglio Comunale

Dettagli

Comune di Oggiono Provincia di Lecco

Comune di Oggiono Provincia di Lecco Comune di Oggiono Provincia di Lecco Regolamento per la disciplina delle sale da gioco lecito. (Approvato con delibera di Consiglio comunale n. 23 del 14.03.2011) INDICE Titolo I Disposizioni generali

Dettagli

COMUNE DI CANOSA DI PUGLIA Provincia Barletta Andria - Trani

COMUNE DI CANOSA DI PUGLIA Provincia Barletta Andria - Trani COMUNE DI CANOSA DI PUGLIA Provincia Barletta Andria - Trani PROT. N. TERZO SETTORE SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE Via Giovanni Falcone n. 134 76012 Canosa di Puglia (BT) Tel.. 0883/610309-610312

Dettagli

COMUNE DI ITTIRI REGOLAMENTO COMUNALE PER LE SALE PUBBLICHE DA GIOCO E L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI E CONGEGNI DA INTRATTENIMENTO E SVAGO

COMUNE DI ITTIRI REGOLAMENTO COMUNALE PER LE SALE PUBBLICHE DA GIOCO E L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI E CONGEGNI DA INTRATTENIMENTO E SVAGO COMUNE DI ITTIRI REGOLAMENTO COMUNALE PER LE SALE PUBBLICHE DA GIOCO E L INSTALLAZIONE DI APPARECCHI E CONGEGNI DA INTRATTENIMENTO E SVAGO APPROVATO CON DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 19 DEL 27

Dettagli