MANUALE DELLA QUALITÀ DEL SETTORE ENERGY

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MANUALE DELLA QUALITÀ DEL SETTORE ENERGY"

Transcript

1 MANUALE DELLA QUALITÀ DEL SETTORE ENERGY Copyright Tutti i diritti riservati - All rights reserved 2009 Foglio/Sheet 1/34

2 Indice I. STATO DI REVISIONE... 4 II. INFORMAZIONI GENERALI SCOPO E CAMPO D APPLICAZIONE Generalità Applicazione RIFERIMENTI NORMATIVI DEFINIZIONI SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ Requisiti generali Requisiti relativi alla documentazione Tenuta sotto controllo delle registrazioni RESPONSABILITÀ DELLA DIREZIONE Impegno della Direzione Attenzione focalizzata al cliente Politica per la qualità La Visione I Valori Modello Organizzativo e Codice Etico Pianificazione Obiettivi per la qualità Pianificazione del sistema di gestione per la qualità Responsabilità, autorità e comunicazione Responsabilità ed autorità Renewable Energy Fossil Power Generation Instrumentation & Electrical Service Transmission High Voltage Power Distribution Medium Voltage Power Distribution Energy Automation Trasmission & Distribution Service Export Sales & Execution Sales & Marketing Procurement Key Management & Support Functions Energy Sector Export Control and Customs (ECC) Compliance Business Planning & Control / Credit Management Business Administration Rappresentante della direzione di Settore Comunicazione interna Riesame della direzione GESTIONE DELLE RISORSE Messa a disposizione delle risorse Competenza, consapevolezza ed addestramento Infrastrutture REALIZZAZIONE DEL PRODOTTO Pianificazione della realizzazione del prodotto Copyright Tutti i diritti riservati - All rights reserved 2009 Foglio/Sheet 2/34

3 Struttura dei sottoprocessi Mappa dei sottoprocessi Processi relativi al cliente Determinazione dei requisiti relativi al prodotto Riesame dei requisiti relativi al prodotto Comunicazioni con il cliente Progettazione e Sviluppo Approvvigionamento Produzione ed erogazione di servizi Tenuta sotto controllo delle attività di produzione e di erogazione dei servizi Validazione dei processi di produzione e di erogazione di servizi Identificazione e rintracciabilità Proprietà del cliente Conservazione dei prodotti Tenuta sotto controllo dei dispositivi di monitoraggio e di misurazione MISURAZIONI, ANALISI E MIGLIORAMENTO Generalità Monitoraggio e misurazione Soddisfazione del cliente Audit Interni della Qualità Monitoraggio e misurazione dei processi Monitoraggio e misurazione dei prodotti Tenuta sotto controllo dei prodotti non conformi Analisi dei risultati Miglioramento Miglioramento continuo Azioni correttive Azioni preventive Copyright Tutti i diritti riservati - All rights reserved 2009 Foglio/Sheet 3/34

4 I. STATO DI REVISIONE Edizione Data Emissione Verifica Approvazione Motivo della revisione Nuova emissione per adeguamento alla norma UNI EN ISO 9001:2008 ed al Sistema di Gestione per la Qualità di Siemens S.p.A Revisione effettuata in seguito ad aggiornamento della struttura organizzativa della BU PTD e PG (vedi Circolare 06/04 del ) Aggiornamento per adeguare i processi della Supply Chain Management (SCM) a SPIRIDON Aggiornamento della Politica per la qualità. Revisione Cap. 5 e Aggiornamento per recepire la nuova organizzazione Annulla e sostituisce il Manuale PG-PDT stessa numerazione Emissione QM (G.Peluso) Verifica: CD&SO QM (M. Tresoldi) Approvazione: Head_BA Energy(L. Velati) Aggiornamento per recepire la nuova organizzazione Annulla e sostituisce il Manuale Energy stessa numerazione Distribuzione Intranet Aziendale Head_Energy (H. Reuter) Copyright Tutti i diritti riservati - All rights reserved 2009 Foglio/Sheet 4/34

5 II. INFORMAZIONI GENERALI Il settore ENERGY presidia il mercato della produzione, quello della trasmissione e distribuzione dell energia elettrica, e infine dell industria dell oil & gas attraverso la progettazione, la commercializzazione, l installazione, l assistenza e manutenzione di impianti, sistemi ed apparati. Le soluzioni offerte sono innovative ed eco-sostenibili. Oltre a componenti per la generazione di energia, realizza centrali convenzionali e rinnovabili. I sistemi di strumentazione e controllo, la tecnologia a celle combustibili e l ampia gamma di servizi completano il portfolio. La trasmissione dell energia dalle centrali di produzione al consumatore viene garantita in modo affidabile, efficiente ed eco-sostenibile grazie a componenti e soluzioni innovative e personalizzate: interruttori di alta e media tensione, trasformatori e sottostazioni, automazione per reti elettriche e servizi di prima classe. L area Oil & Gas è in rapido sviluppo e Siemens Energy si propone come partner affidabile per la fornitura di prodotti e soluzioni personalizzati e per garantire il massimo ritorno degli investimenti ai suoi clienti. Ha la sede legale in Viale Piero e Alberto Pirelli, 10 Milano e sedi operative distribuite sul territorio nazionale : Via Vipiteno MILANO (MI) Via Scarsellini GENOVA (GE) Via Laurentina ROMA (RM) Via Volta 34 Scorzè (VE) Con riferimento alle Business Area di Siemens AG (Casa Madre) ed ai settori di, l appartenenza del Settore ENERGY è evidenziata in fig.1. Fig.1 Copyright Tutti i diritti riservati - All rights reserved 2009 Foglio/Sheet 5/34

6 1 SCOPO E CAMPO D APPLICAZIONE 1.1. Generalità Scopo del manuale è di diffondere la politica per la qualità definita dalla Direzione Aziendale, descrivere le modalità di conduzione delle attività per il conseguimento degli obiettivi per la qualità, dimostrare la propria capacità di poter fornire un prodotto che soddisfi i requisiti del cliente ed i requisiti applicabili in ambito regolamentato, definire l approccio al miglioramento continuo ed al monitoraggio della soddisfazione del Cliente Applicazione Il manuale della qualità è valido nell ambito del Settore ENERGY e definisce i processi attraverso i quali si sviluppano le attività di generazione del valore per il cliente e per gli shareholders. Il manuale qualità si applica a tutti i processi che riguardano la fornitura di soluzione sistemistiche, la commercializzazione, l installazione, l assistenza e manutenzione d impianti e sistemi di competenza del Settore ENERGY. Il Settore ENERGY non gestisce processi produttivi il cui risultato finale non possa essere verificato da successive attività di monitoraggio, pertanto il paragrafo della norma UNI EN ISO 9001:2008 è escluso. 2 RIFERIMENTI NORMATIVI UNI EN ISO 9000:2005 UNI EN ISO 9001:2008 UNI EN ISO 9004:2000 QS1_01QM QS6_01QM QE6_01QM BD&QM_RL_003 QS2_01QM QS2_02QM Sistemi di gestione per la qualità - Fondamenti e vocabolario Sistemi di gestione per la qualità - Requisiti. Sistemi di gestione per la qualità - Linee guida per il miglioramento delle prestazioni. Manuale della Qualità di Document List_ Document List_ Matrice Correlazione SQM UNI ISO 9001:2008 Managerial Documentation Central Function Documentazione aziendale Inquadramento e responsabilità Emissione dei documenti del Sistema di Gestione per la Qualità Copyright Tutti i diritti riservati - All rights reserved 2009 Foglio/Sheet 6/34

7 3 DEFINIZIONI Le definizioni si riferiscono a termini e/o acronimi e non comprendono la terminologia relativa alla qualità in quanto già inclusa nel documento di riferimento UNI EN ISO 9000:2005. SPA SAG BA BTA SEC DIV QM SGQ CF MQ_SPA MQ_SEC PR_MQ PR_AR PR_P_C PR_P_M PR_P_S PO_IL DL_SPA F IE S D SE T H Exp S&E S&Mkt E K M&S F E P D MV D EA E GPD Siemens Aktiengesellschaft (Casa Madre) Business Administration Business Target Agreement Settore Division Quality Manager Sistema di Gestione per la Qualità Funzione Centrale/Central Function Settore Procedura di riferimento per il Procedura: Attività e Responsabilità Procedura: Operating Processes Procedura: Management Processes Procedura: Support Processes Procedura Operativa ed Istruzioni di Lavoro a validità generale Document List Fossil Power Generation Instrumentation & Electrical Service Power Distribution Service Power Transmission High Voltage Export Sales & Execution Sales & Marketing Key Management & Support Functions Procurement Power Distribution Medium Voltage Power Distribution Energy Automation Energy Geschaft Politische Durchsprache Copyright Tutti i diritti riservati - All rights reserved 2009 Foglio/Sheet 7/34

8 4 SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ 4.1. Requisiti generali La ha predisposto ed è impegnata a mantenere e migliorare il Sistema di Gestione per la Qualità (SGQ), per assicurare che i processi interni ed i prodotti di ciascun Settore, siano conformi ai requisiti specificati e soddisfino le aspettative del Cliente. Essendo inoltre e, più in generale, tutte le organizzazioni del gruppo Siemens Italia, parte di un ampio gruppo internazionale, l attuazione del Sistema di Gestione per la Qualità (SGQ) viene effettuata in linea con le indicazioni contenute nel Siemens Quality Management System (SQM). A garanzia che l SQM System copra integralmente i contenuti della norma ISO 9001:2008 è stata creata una Matrice di Correlazione che identifica una relazione puntuale tra i vari punti della norma ISO 9001:2008 ed i punti (9 mandatory elements) del SQM System. Il Settore ENERGY ha definito i propri processi in accordo alle linee guida definite nel Manuale Qualità di (QS1_01QM), alle modalità operative della Business Area di appartenenza ed alle proprie esigenze organizzative (Fig. 4_1). Management Processes Strategic Planning & Controlling Financial Planning & Controlling Enterprise Governance Internal Audit Relativi alla responsabilità della Direzione Customer Relationship Management (CRM) Plan Understand Sell Care Supply Chain Management (SCM) Relativi al prodotto Plan Source Make Deliver Return Product Lifecycle Management (PLM) Product Portfolio Plan Define Management Realize Commercialize/ Operate Phase out Specifici di Siemens AG Support Processes Environment, Intellectual Quality Human Financial Health & Capital Management Resources Management Safety Management Process & Information Management Procurement Communication Admini- Real Estate Operating stration & Management Rules Infrastructure Specifici di Govrnance (RC IT) Fig. 4_1 Copyright Tutti i diritti riservati - All rights reserved 2009 Foglio/Sheet 8/34

9 La MAPPA DEI PROCESSI applicabili al Settore ENERGY è riportata in fig. 4_2. Fig. 4_ Requisiti relativi alla documentazione La documentazione del Sistema di Gestione per la Qualità del Settore ENERGY, è composta dalla seguente tipologia di documenti: - di ; - Procedure di riferimento per il ; - Procedure dei processi: Chiave, Management e Supporto; - del Settore ENERGY - Procedure delle Attività e Responsabilità di Processo - Procedure Operative/Istruzioni di lavoro. Tale documentazione è tenuta sotto controllo in accordo con quanto definito nel corrispondente paragrafo del di ed in conformità con quanto specificato nelle seguenti procedure: - MANAGERIAL DOCUMENTATION CENTRAL FUNCTION - DOCUMENTAZIONE AZIENDALE:INQUADRAMENTO E RESPONSABILITA - EMISSIONE DEI DOCUMENTI DEL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ. I documenti di riferimento per il Sistema di Gestione per la Qualità del Settore ENERGY sono elencati nella DOCUMENT LIST_ENERGY (QE6_01QM), riportata al paragrafo due. La gestione della documentazione d origine esterna relativa ai clienti, agli standard tecnici di prodotto, alle direttive CEE ed alle leggi per la marcatura CE è di responsabilità del Settore ENERGY, mentre quella relativa agli standard della gestione (ISO, UNI, etc.), alle leggi italiane sulla tutela ambientale e sicurezza del lavoro ed ad altre leggi cogenti, la responsabilità è condivisa con le funzioni centrali di Copyright Tutti i diritti riservati - All rights reserved 2009 Foglio/Sheet 9/34

10 Tenuta sotto controllo delle registrazioni Le registrazioni del sistema di gestione per la qualità sono tenute sotto controllo dalla procedura REGISTRAZIONI DELLA QUALITÀ, che definisce le modalità di identificazione, di archiviazione e di conservazione dei documenti di registrazione della qualità necessari per fornire evidenza della conformità ai requisiti della norma e dell efficacia del SGQ. Le registrazioni della qualità comprendono la seguente tipologia di documenti: - Valutazione e Sorveglianza dei fornitori; - Riesami, Verifiche, Validazioni, Controlli e collaudi, relativi al progetto/prodotto; - Riesami dell offerta e dell ordine; - Monitoraggio e misurazione dei processi e prodotti/servizi; - Prodotti non conformi; - Prodotti forniti dal Cliente; - Identificazione e rintracciabilità; - Dispositivi di monitoraggio e misurazione; - Reclami del cliente; - Azioni Correttive e Preventive; - Audit Interni; - Formazione ed addestramento; - Valutazione e Riesame del Sistema di Gestione per la Qualità - Piano Qualità di Settore; - Piano Qualità Aziendale. Tali documenti sono di uso interno e comunque disponibili in visione nel caso vengano richieste delle evidenze da parte di terzi, quali clienti, fornitori, enti di sorveglianza etc. 5 RESPONSABILITÀ DELLA DIREZIONE 5.1. Impegno della Direzione La Direzione Aziendale di stabilisce la politica e gli obiettivi per la qualità, predispone l'organizzazione per il loro conseguimento ed attua il riesame del Sistema di Gestione per la Qualità. La definizione degli obiettivi per la qualità e l attuazione delle misure per il loro conseguimento sono definite in linea con i 9 Mandatory Elements definiti nel Siemens Quality Management System (SQM). Un costante impegno da parte della Direzione nel monitoraggio di tali obiettivi è garantito attraverso la discussione degli stessi in specifici Management Meetings o attraverso l effettuazione di sistematici follow-up. E responsabilità delle Direzioni di Settore/Divisioni, attraverso i MANAGEMENT PROCESSES (Fig. 5_1), definire e pianificare i propri obiettivi in accordo con quelli definiti dalla Direzione di Siemens S.p.A. e della corrispondente Business Area di Siemens AG, verificando i risultati conseguiti e attuando gli interventi necessari al loro raggiungimento. Copyright Tutti i diritti riservati - All rights reserved 2009 Foglio/Sheet 10/34

11 Tali processi sono specificati nella procedura MANAGEMENT PROCESSES. Management Processes Strategic Planning & Controlling Financial Planning & Controlling Enterprise Governance Internal Audit Relativi alla responsabilità della Direzione Fig. 5_1 Annualmente è definito, nell ambito del processo STRATEGIC PLANNING e CONTROLLING, il Business Target Agreement (BTA) che uniforma le attività di pianificazione del Settore ENERGY, in accordo con gli indirizzi di Casa Madre. Al fine di assicurare il raggiungimento degli obiettivi definiti nel BTA, sono monitorati periodicamente, attraverso il processo di CONTROLLING, i risultati conseguiti dai rispettivi centri di profitto ed individuate, nell ambito d apposite riunioni di MANAGEMENT REVIEW, le eventuali azioni da intraprendere. Inoltre, per delineare una previsione a medio e lungo termine dei risultati di business, è definito lo Strategic Plan, in accordo con la metodologia di Casa Madre, denominata GPD Attenzione focalizzata al cliente Il Settore ENERGY si pone l obiettivo di soddisfare le esigenze del cliente attraverso la fornitura di: - Prodotti/Sistemi/Soluzioni realizzati e distribuiti in accordo con le esigenze del mercato e/o cliente; - Servizi di supporto tecnico, logistico ed ingegneristico orientati all ottimizzazione della catena del valore; - Partnership con i clienti volte a identificare, sviluppare e realizzare soluzioni integrate. Per raggiungere tali obiettivi il Settore ENERGY, attraverso i processi di CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT riportati in fig. 5_2, individua le esigenze del mercato, orienta l offerta al cliente, assicura il necessario supporto tecnico, valuta le esigenze e la qualità percepita dal cliente. Tali processi sono descritti nelle rispettive procedure ATTIVITA E RESPONSABILITA di PROCESSO. Esigenze del Cliente Fig. 5_2 Copyright Tutti i diritti riservati - All rights reserved 2009 Foglio/Sheet 11/34

12 5.3. Politica per la qualità La Direzione assicura che la Politica della Qualità, i cui temi sono di seguito riportati, è appropriata agli scopi dell organizzazione, comprensiva dell impegno del soddisfacimento dei requisiti specificati e del miglioramento continuo e che viene riesaminata periodicamente per accertarne la continua idoneità La Visione La "vision" di Siemens Italia è quella di essere un Gruppo: che genera profitto e garantisce a ogni Cliente il più alto valore sostenibile; tra quelli di maggior successo a livello mondiale: primo o secondo player in ciascuno dei nostri business; capace di determinare i trend tecnologici; in grado di generare il maggior valore per i suoi azionisti; capace di attrarre i migliori talenti professionali; impegnato nel rispetto di un codice di valori condiviso in tutte le nostre azioni I Valori Siemens ha definito i principi su cui basare la propria etica nelle attività che sviluppa. Our values: Highest Performance with the Highest Ethics Performance eccellenti e comportamenti eticamente corretti sono i due pilastri per un successo sostenibile. Nel lungo periodo Siemens potrà rimanere competitiva solo se ciascuno di noi sarà in grado di soddisfare questi due requisiti contemporaneamente. Per questa ragione Siemens deve essere: 1. Responsabile 2. Eccellente 3. Innovativa Responsabile: per compiere azioni etiche e responsabili In Siemens siamo profondamente impegnati a rispettare tutti i requisiti legali e etici onorando, nella conduzione quotidiana del business, i più alti standard etici e professionali. Non c'è tolleranza per comportamenti che violano norme, leggi e codici etici. I principi legati al concetto di responsabilità sono la bussola che ci guida nella gestione del business e dobbiamo incoraggiare i nostri partner, fornitori e tutti coloro che entrano in contatto con noi ad adottare simili standard di comportamento. I nostri principi: Obbediamo alla legge Rispettiamo la dignità delle persone Copyright Tutti i diritti riservati - All rights reserved 2009 Foglio/Sheet 12/34

13 Incoraggiamo la salute e la sicurezza Gestiamo il business in modo trasparente e sincero Siamo corretti nelle relazioni con i concorrenti e gli stakeholders Onoriamo gli impegni Rispettiamo la proprietà Lottiamo per la protezione dell'ambiente Siamo attivi in ambito civile e sociale Siamo impegnati nel raggiungimento dei risultati migliori Eccellente: per raggiungere performance e risultati eccellenti In Siemens ci poniamo obiettivi ambiziosi e ci impegniamo per raggiungerli. Affianchiamo i nostri clienti nella ricerca della perfezione proponendo soluzioni che eccedono le aspettative. L'eccellenza richiede la definizione di un percorso di miglioramento continuo, sfidando i processi esistenti e abbracciando i cambiamenti, per cogliere le nuove opportunità quando appaiono. Eccellenza significa anche essere in grado di attrarre i migliori talenti e fornire loro le competenze e gli strumenti necessari per diventare eccellenti. Siamo impegnati a promuovere giorno per giorno la high performance culture. I nostri principi: Ci poniamo obiettivi sfidanti e li raggiungiamo Siamo appassionati Siamo disposti a fare sempre uno sforzo in più (teniamo duro) Siamo disciplinati, agiamo velocemente e con decisione Lottiamo per ottenere la perfezione Comprendiamo a fondo le esigenze dei clienti e le sfide che ci pongono Sviluppiamo sistematicamente le nostre competenze e sfruttiamo appieno il nostro potenziale Interagiamo in maniera efficiente e pragmatica Abbracciamo il cambiamento per assicurarci la competitività nel futuro Innovativa: per creare valore sostenibile L'innovazione è la base del successo di Siemens. Allineiamo costantemente le nostre attività di Ricerca & Sviluppo alle strategie di business, possediamo i brevetti più importanti e siamo leader sia nei mercati emergenti sia in quelli maturi. Il nostro obiettivo è essere trendsetter in tutte le aree di business. Liberiamo la creatività e l'energia dei nostri collaboratori, promuovendo tutto ciò che è nuovo e diverso. Siamo ingegnosi e comprendiamo questa qualità in ogni sua forma: l'originalità, l'inventiva e l'intraprendenza. Siamo imprenditori e sviluppiamo le innovazioni su scala globale. Misuriamo il successo delle nostre innovazioni attraverso il successo dei nostri clienti e rinnoviamo costantemente il nostro portafoglio prodotti per rispondere alle necessità della Società e creare valore sostenibile. Copyright Tutti i diritti riservati - All rights reserved 2009 Foglio/Sheet 13/34

14 I nostri principi: Creiamo innovazioni che offrono vantaggio competitivo ai nostri clienti Agiamo come imprenditori Siamo creativi e aperti a nuove idee Siamo ingegnosi e dotati di vision Siamo trendsetter Sfidiamo costantemente l'esistente Modello Organizzativo e Codice Etico, al fine di assicurare le migliori condizioni di correttezza e di trasparenza nella conduzione degli affari e delle attività aziendali, unitamente all adozione del Codice Etico, ha ritenuto conforme alle proprie politiche aziendali procedere all adozione di un Modello Organizzativo in linea con le prescrizioni del Decreto Legislativo 231/2001*. Il Modello adottato è stato definito sulla base delle Linee Guida emanate da Confindustria. Questa iniziativa è stata assunta nella convinzione che l adozione di tale Modello possa costituire un valido strumento di sensibilizzazione nei confronti di tutti i dipendenti della Società e di tutti gli altri soggetti a diverso titolo cointeressati (Clienti, Fornitori, Partners, Collaboratori a diverso titolo), affinché seguano, nell espletamento delle proprie attività, comportamenti corretti e lineari in modo da prevenire il rischio di commissione di reati Pianificazione Obiettivi per la qualità Le Direzioni di e di Settore, in collaborazione con la funzione qualità ed in linea con gli obiettivi recepiti da Casa Madre (Siemens AG), assicurano per le rispettive organizzazioni, che siano stabiliti gli obiettivi per la qualità, compresi quelli necessari per ottemperare ai requisiti dei prodotti e che tali obiettivi siano misurabili e coerenti con la politica per la qualità Pianificazione del sistema di gestione per la qualità Per assicurare l integrità e l applicazione del Sistema di Gestione per la Qualità (SGQ), le Direzioni di e di Settore, supportate dalla funzione Qualità, pianificano e verificano il mantenimento del SGQ, in accordo con la procedura che specifica il processo di QUALITY MANAGEMENT, appartenente ai SUPPORT PROCESSES fig. 5_3. Copyright Tutti i diritti riservati - All rights reserved 2009 Foglio/Sheet 14/34

15 Fig. 5_3 Il processo di QUALITY MANAGEMENT è strutturato in quattro sottoprocessi che sono: Plan, Prepare, Realize e Check. La struttura rispecchia essenzialmente il modello Plan-Do-Check-Act (PDCA), citato nella norma ISO 9001:2008 ; tale modello risulta particolarmente indicato per supportare l approccio per processi, che è uno dei concetti base della norma stessa. Il modello PDCA, così come la struttura adottata da Siemens per descrivere il processo di Quality Management, permette di: - stabilire gli obiettivi e le modalità necessarie per raggiungere risultati in accordo con i requisiti richiesti dal cliente e con le politiche dell organizzazione (Plan), - implementare i processi (Do), - monitorare e misurare i processi a fronte degli obiettivi e dei requisiti richiesti (Check) - adottare azioni per migliorare in modo continuo le prestazioni dei processi (Act). Copyright Tutti i diritti riservati - All rights reserved 2009 Foglio/Sheet 15/34

16 5.5. Responsabilità, autorità e comunicazione Responsabilità ed autorità La Direzione Aziendale, in linea con le strategie diffuse da Casa Madre, definisce gli obiettivi per ciascuna Business Area individuando la struttura organizzativa più idonea per raggiungerli e attribuendo a ciascuna funzione aziendale (Settore, Central Functions), i mandati di competenza. E inoltre di responsabilità della Direzione Aziendale, attraverso la funzione HR CB/OD, comunicare, all interno dell organizzazione, autorità e responsabilità definite. In figura 5_4 è riportata la struttura organizzativa di, nell ambito della quale è inserito il Settore ENERGY, la cui struttura organizzativa è riportata in fig. 5_5 e fig. 5_6. Fig. 5_4 Copyright Tutti i diritti riservati - All rights reserved 2009 Foglio/Sheet 16/34

17 SETTORE ENERGY (Struttura Organizzativa) Fig. 5.5 I mandati specifici, assegnati a ciascun Divisions/Functional Departments del, sono di seguito riportati Renewable Energy La Divisione RENEWABLE ENERGY (R) svolge attività di commercializzazione, di progettazione e di installazione e assistenza di sistemi di generazione dell energia elettrica ottenuta da fonti rinnovabili. Applica i Processi di SELL, DELIVER SOLUTION e DELIVER SERVICE Fossil Power Generation Instrumentation & Electrical La Divisione FOSSIL POWER GENERATION INSTRUMENTATION & ELECTRICAL (F IE) svolge attività di marketing e vendita di sistemi di controllo, regolazione, supervisione di processi e di service nel settore dell automazione industriale. Applica i Processi di SELL, DELIVER SOLUTION e DELIVER SERVICE Copyright Tutti i diritti riservati - All rights reserved 2009 Foglio/Sheet 17/34

18 Service La Divisione SERVICE (S) ha la responsabilità della commercializzazione di service di impianti e componenti in esercizio, per quanto riguarda il mercato italiano in accordo con il processo DELIVER SERVICE Transmission High Voltage La Divisione TRANSMISSION HIGH VOLTAGE (T H) svolge attività di commercializzazione, di progettazione e di installazione di sistemi di trasmissione e distribuzione dell energia elettrica ad alta tensione. La Divisione si avvale, per le attività di UNDERSTAND e di SELL, del Functional Department SALES & MARKETING (S & Mkt) Power Distribution Medium Voltage La Divisione POWER DISTRIBUTION MEDIUM VOLTAGE (D M) svolge attività di commercializzazione, di progettazione e di installazione di sistemi di trasmissione e distribuzione dell energia elettrica a media tensione. La Divisione si avvale, per le attività di UNDERSTAND e di SELL, del Functional Department SALES & MARKETING (S & Mkt) Power Distribution Energy Automation La Divisione POWER DISTRIBUTION ENERGY AUTOMATION (D EA), svolge attività di commercializzazione, di progettazione e di installazione di impianti di power quality, di protezione, di supervisione, di telecontrollo e di sistemi di automazione, avvalendosi, per le attività di UNDERSTAND e di SELL, del Functional Department SALES & MARKETING (S & Mkt) Trasmission & Distribution Service La Divisione TRASMISSION & DISTRIBUTION SERVICE (D SE) svolge le seguenti attività di servizio sulle reti: Audit delle sottostazioni, manutenzione, gestione degli impianti Sottostazioni chiavi in mano Sistemi di protezione e automazione Rinnovo/estensione delle sottostazioni Montaggio, retrofit e messa in servizio di apparecchiature Contratti Global Service sui prodotti: Parti di ricambio, training e supporto al prodotto, rinnovo, riparazione in officina, manutenzione, retrofit, controllo delle condizioni, assistenza al cliente, aggiornamento/realizzazione di apparecchiature fuori produzione. Copyright Tutti i diritti riservati - All rights reserved 2009 Foglio/Sheet 18/34

19 Export Sales & Execution La Divisione EXPORT SALES & EXECUTION (Exp S&E) svolge le attività di UNDERSTAND e di SELL in modo trasversale per conto delle Divisioni per clienti esteri. Inoltre svolge attività di commercializzazione, di progettazione e di installazione di sistemi di trasmissione e distribuzione dell energia elettrica ad alta tensione per le aree geografiche Uganda, Gibuti ed Etiopia Sales & Marketing Il Functional Department SALES & MARKETING (S& Mkt) svolge le attività di UNDERSTAND e di SELL in modo trasversale per conto delle Divisioni Procurement Il Functional Department PROCUREMENT (E P) deve assicurare gli approvigionamenti di un vasto ed eterogeneo range di materiali/ servizi diretti per le Divisioni del monitorando l evoluzione del mercato di acquisto e i livelli di prezzo globali di suddetti materiali/ servizi. I mandati specifici dell Energy Procurement sono: - definire ed implementare le strategie di acquisto per tutti i Direct Materials relativi alle attività di vendita dei Departments del - sviluppare strategie di sourcing e di pooling cross funzionali - implementare e verificare l applicazione degli accordi quadro verso terzi relativamente alle forniture finalizzate al business - Promuovere e garantire il miglioramento del profitto operativo delle Divisioni del Settore. - Garantire la disponibilità e l adeguatezza (in termini di qualità e consegna) del mercato della fornitura alle esigenze espresse dalle Divisioni. - Supportare le Divisioni Energy nel Project Management mediante un precoce coinvolgimento nel processo di elaborazione dell offerta/ negoziazione dei contratti. - Sviluppare la strategia di Procurement, coerentemente con le politiche di Siemens (approccio, metodi, strumenti ed etica) al fine di garantire la competitività dell offerta Energy sia in ambito Commodity management che Contract management. - Analizzare il mercato globale di acquisto e relativi processi di Sourcing. - Sviluppare una strategia di Supplier Management consistente con quella di Contract Risk e Quality management Key Management & Support Functions Energy Sector La Function Department KEY MANAGEMENT & SUPPORT FUNCTIONS ENERGY SECTOR (E K M&S F) ha la finalità di: - Armonizzare l integrazione tra le diverse Aree di Business del Settore - Fornire supporto per le problematiche di Qualità, Ambiente, Salute, Sicurezza, Responsabilità da Prodotto - Sviluppare e condividere le Best Pratices del Settore - Gestire i processi in accordo con la Reference Process House di Casa Madre Copyright Tutti i diritti riservati - All rights reserved 2009 Foglio/Sheet 19/34

20 Export Control and Customs (ECC) I compiti e le responsabilità principali della funzione EXPORT CONTROL AND CUSTOMS del Settore INDUSTRY sono: Implementare, mantenere e controllare l internal Control Program per l Export Control and Customs (ICP) di Siemens nell ambito della Società; Applicare le regole interne di Siemens in materia di ECC all interno delle regole della Società; Promuovere nel Settore / Divisioni una cultura ed una sensibilizzazione specifica sui temi di Export Control, in particolare sull osservanza delle leggi e delle regole interne e sulla formazione dei collaboratori all interno del Settore / Divisioni; Garantire nei processi aziendali l efficacia dei controlli dell uso finale e dell utilizzatore finale, secondo le linee guida di Export Control and Customs Compliance Il SUBSIDIARY OFFICER for COMPLIANCE ha la responsabilità di implementare il "Compliance Program" di Siemens SpA, ovvero di predisporre tutte le misure necessarie a prevenire possibili violazioni delle leggi che possano comportare sanzioni civili o penali, in particolare delle leggi antitrust e contro la corruzione " Business Planning & Control / Credit Management Il Business Planning & Control / Credit Management ha la responsabilità del controllo di gestione del settore, di assicurare la corretta applicazione delle rules di reporting e controllo di gestione, di garantire che il settore rispetti le scadenze in termini di bilancio consolidato, di fornire supporto alla direzione per il reporting. Inoltre ha la responsabilità di garantire il recupero del credito e l applicazione della Credit Policy Business Administration La Business Administration è responsabile della gestione economica e finanziaria del Settore, in particolare ha la responsabilità di: - Condividere, nel quadro degli indirizzi definiti dalla Direzione Aziendale e dalla Business Area di appartenenza (SAG), la definizione delle strategie e dei piani di Settore, attraverso il coordinamento delle attività di gestione e controllo. - Assicurare il raggiungimento degli obiettivi di profittabilità del Settore, attraverso il controllo dell andamento economico-finanziario, proponendo ed attuando le opportune azioni correttive in caso di scostamenti tra gli obiettivi ed i risultati e tenendo informati sull andamento gestionale la Direzione Aziendale e la corrispondente Business Area di appartenenza. Copyright Tutti i diritti riservati - All rights reserved 2009 Foglio/Sheet 20/34

PROGETTO TECNICO SISTEMA DI GESTIONE QUALITA IN CONFORMITÀ ALLA NORMA. UNI EN ISO 9001 (ed. 2008) n. 03 del 31/01/09 Salvatore Ragusa

PROGETTO TECNICO SISTEMA DI GESTIONE QUALITA IN CONFORMITÀ ALLA NORMA. UNI EN ISO 9001 (ed. 2008) n. 03 del 31/01/09 Salvatore Ragusa PROGETTO TECNICO SISTEMA DI GESTIONE QUALITA IN CONFORMITÀ ALLA NORMA UNI EN ISO 9001 (ed. 2008) Revisione Approvazione n. 03 del 31/01/09 Salvatore Ragusa PROGETTO TECNICO SISTEMA QUALITA Il nostro progetto

Dettagli

Rev. 03 del 28/11/2010. Company profile. Pag. 1 di 6

Rev. 03 del 28/11/2010. Company profile. Pag. 1 di 6 Pag. 1 di 6 L Informedica è una giovane società fondata nel 2004 che opera nel settore dell'information Technology per il settore medicale. Negli ultimi anni attraverso il continuo monitoraggio delle tecnologie

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 INDICE IL SISTEMA DI GESTIONE DELLA QUALITÀ Requisiti generali Responsabilità Struttura del sistema documentale e requisiti relativi alla documentazione Struttura dei

Dettagli

IMPLEMENTAZIONE di un SISTEMA di GESTIONE AMBIENTALE (secondo la norma UNI EN ISO 14001-2004)

IMPLEMENTAZIONE di un SISTEMA di GESTIONE AMBIENTALE (secondo la norma UNI EN ISO 14001-2004) Dott. Marco SALVIA IMPLEMENTAZIONE di un SISTEMA di GESTIONE AMBIENTALE (secondo la norma UNI EN ISO 14001-2004) Dr. Marco SALVIA 1 Perché gestire la variabile ambientale in azienda? 1. Perché rappresenta

Dettagli

Introduzione alla norma UNI EN CEI ISO 50001:2011

Introduzione alla norma UNI EN CEI ISO 50001:2011 Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma Seminario di introduzione alla norma ISO 50001 ed ai Sistemi di Gestione per l Energia Integrazione con la legislazione Roma, 16/03/2016 Introduzione alla

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE. Dr.ssa Eletta Cavedoni Responsabile Qualità Cosmolab srl Tortona

LA CERTIFICAZIONE. Dr.ssa Eletta Cavedoni Responsabile Qualità Cosmolab srl Tortona LA CERTIFICAZIONE Dr.ssa Eletta Cavedoni Responsabile Qualità Cosmolab srl Tortona Qualità Grado in cui un insieme di caratteristiche intrinseche soddisfa i requisiti (UNI EN ISO 9000/00) Requisito Esigenza

Dettagli

ALLEGATO TECNICO PER L ACCREDITAMENTO DEGLI ORGANISMI DI FORMAZIONE CERTIFICATI

ALLEGATO TECNICO PER L ACCREDITAMENTO DEGLI ORGANISMI DI FORMAZIONE CERTIFICATI Allegato 4 ALLEGATO TECNICO PER L ACCREDITAMENTO DEGLI ORGANISMI DI FORMAZIONE CERTIFICATI Il presente Allegato tecnico, rivolto a tutti gli Enti di formazione già certificati secondo la norma internazionale

Dettagli

Sistema di gestione UNI EN ISO 9001. C.so Garibaldi, n. 56-00195 Roma (RM) Tel. 0612345678 - Fax. 061234567 DEMO PROCEDURE WINPLE

Sistema di gestione UNI EN ISO 9001. C.so Garibaldi, n. 56-00195 Roma (RM) Tel. 0612345678 - Fax. 061234567 DEMO PROCEDURE WINPLE Sistema di gestione UNI EN ISO 9001 MANUALE DI QUALITÀ INTRODUZIONE MAN-00 Organizzazione AZIENDA s.p.a. C.so Garibaldi, n. 56-00195 Roma (RM) Tel. 0612345678 - Fax. 061234567 Web : www.nomeazienda.it

Dettagli

Politica per la Qualità e per l Ambiente di Fujitsu Technology Solutions Italia

Politica per la Qualità e per l Ambiente di Fujitsu Technology Solutions Italia Politica per la Qualità e per l Ambiente di Fujitsu Technology Solutions Italia Marzo 2012 Indice Premessa 2 Il Sistema di gestione di Fujitsu Technology Solutions 3 Politica per la qualità e per l ambiente

Dettagli

FORNITORE: SEDE: TELEFONO FAX INDICAZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO

FORNITORE: SEDE: TELEFONO FAX INDICAZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO FORNITORE: SEDE: TELEFONO FAX INDICAZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL QUESTIONARIO L autovalutazione è una valutazione che fornisce un giudizio sull efficacia e sull efficienza dell Azienda e sul grado di

Dettagli

Qualità è il grado in cui un insieme di caratteristiche intrinseche soddisfa i requisiti (UNI EN ISO 9000:2005)

Qualità è il grado in cui un insieme di caratteristiche intrinseche soddisfa i requisiti (UNI EN ISO 9000:2005) La Qualità secondo ISO Qualità è l insieme delle proprietà e delle caratteristiche di un prodotto o di un servizio che conferiscono ad esso la capacità di soddisfare esigenze espresse o implicite (UNI

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 12

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 12 MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 12 INDICE RESPONSABILITÀ DELLA DIREZIONE Impegno della Direzione Attenzione focalizzata al cliente Politica della Qualità Obiettivi della Qualità Soddisfazione del cliente

Dettagli

La norma UNI EN ISO 14001:2004

La norma UNI EN ISO 14001:2004 La norma COS È UNA NORMA La normazione volontaria Secondo la Direttiva Europea 98/34/CE del 22 giugno 1998: "norma" è la specifica tecnica approvata da un organismo riconosciuto a svolgere attività normativa

Dettagli

IL SISTEMA ASSICURAZIONE QUALITA DI ATENEO

IL SISTEMA ASSICURAZIONE QUALITA DI ATENEO IL SISTEMA ASSICURAZIONE QUALITA DI ATENEO Dott.ssa Lucia Romagnoli Ancona, 15 luglio 2015 maggio 2007 UNIVPM ottiene la certificazione del proprio Sistema di Gestione per la Qualità (SGQ) ai sensi della

Dettagli

Gestione delle Risorse

Gestione delle Risorse SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ Gestione delle Risorse Mauro Toniolo Quality, Health & Safety Manager Messa a disposizione delle risorse Norma UNI EN ISO 9001:2008 Sistemi di Gestione per la Qualità

Dettagli

I modelli normativi. I modelli per l eccellenza. I modelli di gestione per la qualità

I modelli normativi. I modelli per l eccellenza. I modelli di gestione per la qualità 1 I modelli di gestione per la qualità I modelli normativi I modelli per l eccellenza Entrambi i modelli si basano sull applicazione degli otto principi del TQM 2 I modelli normativi I modelli normativi

Dettagli

La CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE AZIENDALE

La CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE AZIENDALE La CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE AZIENDALE CERTIQUALITY Via. G. Giardino, 4 - MILANO 02.806917.1 SANDRO COSSU VALUTATORE SISTEMI DI GESTIONE CERTIQUALITY Oristano 27 Maggio 2008 GLI STRUMENTI

Dettagli

Principio 1 Organizzazione orientata al cliente. Principio 2 Leadership. Principio 3 - Coinvolgimento del personale

Principio 1 Organizzazione orientata al cliente. Principio 2 Leadership. Principio 3 - Coinvolgimento del personale Gli otto princìpi di gestione per la qualità possono fornire ai vertici aziendali una guida per migliorare le prestazioni della propria organizzazione. Questi princìpi, che nascono da esperienze collettive

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ

MANUALE DELLA QUALITÀ MANUALE DELLA QUALITÀ RIF. NORMA UNI EN ISO 9001:2008 ASSOCIAZIONE PROFESSIONALE NAZIONALE EDUCATORI CINOFILI iscritta nell'elenco delle associazioni rappresentative a livello nazionale delle professioni

Dettagli

Preaudit Sicurezza / Ambiente. General Risk Assessment

Preaudit Sicurezza / Ambiente. General Risk Assessment General Risk Assessment Conduzione di un General Risk Assessment in coerenza con i requisiti ISO 9001:2015. nel 2015 verrà pubblicata la nuova UNI EN ISO 9001 che avrà sempre più un orientamento alla gestione

Dettagli

PASSAGGIO ALLA ISO 9000:2000 LA GESTIONE DELLE PICCOLE AZIENDE IN OTTICA VISION

PASSAGGIO ALLA ISO 9000:2000 LA GESTIONE DELLE PICCOLE AZIENDE IN OTTICA VISION PASSAGGIO ALLA ISO 9000:2000 LA GESTIONE DELLE PICCOLE AZIENDE IN OTTICA VISION PIETRO REMONTI 1 2 APPROCCIO BASATO SUI PROCESSI UN RISULTATO DESIDERATO È OTTENUTO IN MODO PIÙ EFFICACE SE RISORSE E ATTIVITÀ

Dettagli

Procedura. Politica in materia di salute, sicurezza, ambiente, energia e incolumità pubblica. enipower. POL.HSE.pro-01_ep_r03. POL.HSE.

Procedura. Politica in materia di salute, sicurezza, ambiente, energia e incolumità pubblica. enipower. POL.HSE.pro-01_ep_r03. POL.HSE. Procedura Politica in materia di salute, sicurezza, ambiente, energia e incolumità pubblica. TITOLO PROCEDURA TITOLO PRPOCEDURA TITOLO PROCEDURA MSG DI RIFERIMENTO: HSE 1 Frontespizio TITOLO: Politica

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Via Frà Bartolomeo da Pisa, 1 20144 Milano Tel 02 36 53 29 74 Fax 02 700 59 920 www.carmaconsulting.net www.marcaturace.eu

Via Frà Bartolomeo da Pisa, 1 20144 Milano Tel 02 36 53 29 74 Fax 02 700 59 920 www.carmaconsulting.net www.marcaturace.eu Via Frà Bartolomeo da Pisa, 1 20144 Milano Tel 02 36 53 29 74 Fax 02 700 59 920 www.carmaconsulting.net www.marcaturace.eu CHI SIAMO Carmaconsulting nasce dall intuizione dei soci fondatori di offrire

Dettagli

Modulo 1 Concetti di base della Qualità

Modulo 1 Concetti di base della Qualità Syllabus rev. 1.04 Modulo 1 Concetti di base della Qualità Il seguente Syllabus è relativo al Modulo 1, Concetti e approcci di base per la gestione della qualità in una organizzazione, e fornisce i fondamenti

Dettagli

I modelli normativi. I modelli per l eccellenza. I modelli di gestione per la qualità. ! I modelli normativi. ! I modelli per l eccellenza

I modelli normativi. I modelli per l eccellenza. I modelli di gestione per la qualità. ! I modelli normativi. ! I modelli per l eccellenza 1 I modelli di gestione per la qualità I modelli normativi I modelli per l eccellenza Entrambi i modelli si basano sull applicazione degli otto principi del TQM 2 I modelli normativi I modelli normativi

Dettagli

SCHEMA. Mandato CEN M/120 - Prodotti metallici per impiego strutturale e loro accessori

SCHEMA. Mandato CEN M/120 - Prodotti metallici per impiego strutturale e loro accessori SCHEMA per la certificazione del controllo della produzione in fabbrica ai fini della marcatura CE di componenti per strutture di acciaio e d alluminio cui alla norma UNI EN 1090-1:2012 0 STORIA Edizione

Dettagli

I Sistemi Gestione Energia e il ruolo dell energy manager

I Sistemi Gestione Energia e il ruolo dell energy manager I Sistemi Gestione Energia e il ruolo dell energy manager Valentina Bini, FIRE 27 marzo, Napoli 1 Cos è la FIRE La Federazione Italiana per l uso Razionale dell Energia è un associazione tecnico-scientifica

Dettagli

A.O. MELLINO MELLINI CHIARI (BS) GESTIONE DELLE RISORSE 1. MESSA A DISPOSIZIONE DELLE RISORSE...2 2. RISORSE UMANE...2 3. INFRASTRUTTURE...

A.O. MELLINO MELLINI CHIARI (BS) GESTIONE DELLE RISORSE 1. MESSA A DISPOSIZIONE DELLE RISORSE...2 2. RISORSE UMANE...2 3. INFRASTRUTTURE... Pagina 1 di 6 INDICE 1. MESSA A DISPOSIZIONE DELLE RISORSE...2 2. RISORSE UMANE...2 2.1. GENERALITÀ... 2 2.2. COMPETENZA, CONSAPEVOLEZZA E ADDESTRAMENTO... 2 3. INFRASTRUTTURE...3 4. AMBIENTE DI LAVORO...6

Dettagli

I Sistemi di Gestione Integrata Qualità, Ambiente e Sicurezza alla luce delle novità delle nuove edizioni delle norme ISO 9001 e 14001

I Sistemi di Gestione Integrata Qualità, Ambiente e Sicurezza alla luce delle novità delle nuove edizioni delle norme ISO 9001 e 14001 I Sistemi di Gestione Integrata Qualità, Ambiente e Sicurezza alla luce delle novità delle nuove edizioni delle norme ISO 9001 e 14001 Percorsi di ampliamento dei campi di applicazione gestiti in modo

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ SIF CAPITOLO 08 (ED. 01) MISURAZIONI, ANALISI E MIGLIORAMENTO

MANUALE DELLA QUALITÀ SIF CAPITOLO 08 (ED. 01) MISURAZIONI, ANALISI E MIGLIORAMENTO INDICE 8.1 Generalità 8.2 Monitoraggi e Misurazione 8.2.1 Soddisfazione del cliente 8.2.2 Verifiche Ispettive Interne 8.2.3 Monitoraggio e misurazione dei processi 8.2.4 Monitoraggio e misurazione dei

Dettagli

Il corretto approccio al Sistema di Gestione Aziendale per la Sicurezza e Salute OHSAS 18001:2007

Il corretto approccio al Sistema di Gestione Aziendale per la Sicurezza e Salute OHSAS 18001:2007 Il corretto approccio al Sistema di Gestione Aziendale per la Sicurezza e Salute OHSAS 18001:2007 GENERALITA Il Sistema di Gestione Aziendale rappresenta la volontà di migliorare le attività aziendali,

Dettagli

UNI EN ISO 9001:2008 Sistemi di Gestione per la Qualità: requisiti e guida per l uso

UNI EN ISO 9001:2008 Sistemi di Gestione per la Qualità: requisiti e guida per l uso SORVEGLIANZA E CERTIFICAZIONI UNI EN ISO 9001:2008 Sistemi di Gestione per la Qualità: requisiti e guida per l uso Pagina 1 di 10 INTRODUZIONE La Norma UNI EN ISO 9001:2008 fa parte delle norme Internazionali

Dettagli

I Sistemi di Gestione per la Sicurezza

I Sistemi di Gestione per la Sicurezza I Sistemi di Gestione per la Sicurezza OHSAS 18001, Rischi Rilevanti, Antincendio, Sistemi di Gestione Integrati Luca Fiorentini TECSA Sommario Presentazione... 9 1. INTRODUZIONE 15 2. SCOPO E CAMPO DI

Dettagli

Azione su un prodotto-servizio NC, per renderlo conforme ai requisiti

Azione su un prodotto-servizio NC, per renderlo conforme ai requisiti Partipilo dr. Valerio ODONTOIATRIA E SISTEMA QUALITA Data: 14-07-09 Pag. 4 di 5 Prodotto (Uni en iso Prodotto di proprietà dei cliente (documentazione della) (uni 10722-3:1999) (modifica della) (uni en

Dettagli

SISTEMA AZIENDALE DI GESTIONE ENERGETICA: UN MODELLO DI RIFERIMENTO

SISTEMA AZIENDALE DI GESTIONE ENERGETICA: UN MODELLO DI RIFERIMENTO SISTEMA AZIENDALE DI GESTIONE ENERGETICA: UN MODELLO DI RIFERIMENTO Marco Bandiera Gestione per la qualità, l ambiente e la sicurezza Bologna, 1 luglio 2009 1 Sommario Perché un sistema di gestione energetica?

Dettagli

Manuale della qualità. Procedure. Istruzioni operative

Manuale della qualità. Procedure. Istruzioni operative Unione Industriale 19 di 94 4.2 SISTEMA QUALITÀ 4.2.1 Generalità Un Sistema qualità è costituito dalla struttura organizzata, dalle responsabilità definite, dalle procedure, dai procedimenti di lavoro

Dettagli

Modulo 1 Concetti di base della Qualità

Modulo 1 Concetti di base della Qualità Syllabus rev. 1.03 Modulo 1 Concetti di base della Qualità Il seguente Syllabus è relativo al Modulo 1, Concetti e approcci di base per la gestione della qualità in una organizzazione, e fornisce i fondamenti

Dettagli

DELIBERA n. 11/13 della seduta del 31 luglio 2013

DELIBERA n. 11/13 della seduta del 31 luglio 2013 DELIBERA n. 11/13 della seduta del 31 luglio 2013 Definizione degli indirizzi in materia di certificazione di qualità delle imprese che effettuano trasporti di merci pericolose, di derrate deperibili,

Dettagli

MANUALE di GESTIONE per la QUALITA

MANUALE di GESTIONE per la QUALITA Pagina 1 di 5 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE Scopo della presente sezione del MQ è definire le modalità e i criteri adottati dalla No Problem Parking spa per pianificare ed attuare i processi di misurazione

Dettagli

D. Lgs.. 231/2001 e Sistema Gestione Qualità: quali integrazioni. M. Mengoli 5 giugno 2014

D. Lgs.. 231/2001 e Sistema Gestione Qualità: quali integrazioni. M. Mengoli 5 giugno 2014 D. Lgs.. 231/2001 e Sistema Gestione Qualità: quali integrazioni M. Mengoli 5 giugno 2014 Il D. Lgs. 231/01 introduce una nuova fattispecie di responsabilità da reato Reato nell organizzazione è imputabile

Dettagli

VALUTARE, QUALIFICARE E MONITORARE I FORNITORI

VALUTARE, QUALIFICARE E MONITORARE I FORNITORI VALUTARE, QUALIFICARE E MONITORARE I FORNITORI Rev. Data Causale Redazione Verifica Approvazione 00 Xx/xx/xxxx Prima emissione INDICE SCOPO DELLA PROCEDURA RESPONSABILITÀ CAMPO DI APPLICAZIONE MODALITÀ

Dettagli

La norma ISO 50001 per il risparmio energetico delle aziende

La norma ISO 50001 per il risparmio energetico delle aziende La norma ISO 50001 per il risparmio energetico delle aziende La norma UNI CEI EN ISO 50001:2011 Sistemi di gestione dell energia Requisiti e linee guida per l uso è la versione ufficiale italiana della

Dettagli

CAP04 Gestione del Processo di Consulenza Tecnica

CAP04 Gestione del Processo di Consulenza Tecnica CAP04 Gestione del Processo di Consulenza Tecnica 1 di 7 INDICE 1 Pianificazione della realizzazione del prodotto... 2 2 Processi relativi al cliente... 2 2.1 Analisi dei bisogni, determinazione dei requisiti

Dettagli

Manuale della qualità

Manuale della qualità Sistema di gestione per la qualità Pag. 1 di 10 SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITÀ 1. REQUISITI GENERALI L ISTITUTO SUPERIORE L. LOTTO di Trescore Balneario si è dotato di un Sistema di gestione per la

Dettagli

Services Portfolio «Energy Management» Servizi per l implementazione dell Energy Management

Services Portfolio «Energy Management» Servizi per l implementazione dell Energy Management Services Portfolio «Energy Management» Servizi per l implementazione dell Energy Management 2015 Summary Chi siamo Il modello operativo di Quality Solutions Contesto di riferimento Framework Lo standard

Dettagli

Direzione Centrale Sistemi Informativi

Direzione Centrale Sistemi Informativi Direzione Centrale Sistemi Informativi Missione Contribuire, in coerenza con le strategie e gli obiettivi aziendali, alla definizione della strategia ICT del Gruppo, con proposta al Chief Operating Officer

Dettagli

La Nuova Immagine snc Partita IVA 04297941009

La Nuova Immagine snc Partita IVA 04297941009 CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE pag 1. LIVELLO STRATEGICO 3 1.1 Politica della Qualità 3 1.2 Responsabilità della Direzione 4 1.3 Organizzazione orientata al Cliente 4 1.4 Coinvolgimento

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ DI

MANUALE DELLA QUALITÀ DI MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 13 MANUALE DELLA QUALITÀ DI Copia master Copia in emissione controllata (il destinatario di questo documento ha l obbligo di conservarlo e di restituirlo, su richiesta della

Dettagli

Consulenza di Direzione. Partners del Vostro successo. Ricerca e Selezione di personale specializzato

Consulenza di Direzione. Partners del Vostro successo. Ricerca e Selezione di personale specializzato Consulenza di Direzione Partners del Vostro successo Ricerca e Selezione di personale specializzato COMPANY PROFILE IL GRUPPO Il Gruppo KNET si colloca tra le primarie aziende operanti nel settore della

Dettagli

Quality and Health&Safety Management Systems Summary. Rev. 15

Quality and Health&Safety Management Systems Summary. Rev. 15 Quality and Health&Safety Management Systems Summary RS è una filiale del gruppo multinazionale Electrocomponents plc. (con sede nel Regno Unito) che opera, principalmente, dal centro di distribuzione

Dettagli

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA

CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA Direzione Politiche Attive del Lavoro, Formazione, Istruzione e Politiche Sociali Servizio Politiche della Transnazionalità, della Governance e della Qualificazione del Sistema Formativo CARTA DI QUALITÀ

Dettagli

FACSIMILE DI PROCESSO DI REALIZZAZIONE DEL PRODOTTO EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI POSA IN OPERA

FACSIMILE DI PROCESSO DI REALIZZAZIONE DEL PRODOTTO EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI POSA IN OPERA FACSIMILE DI PROCESSO DI REALIZZAZIONE DEL PRODOTTO EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI POSA IN OPERA DE TALI s.n.c. Di Tali R. & Tizio F. Via per Dovado, 95/A 790344 Vattelapesca (ZZ) SEZ. 1 Redatto Consulente

Dettagli

Politiche Gruppo Biesse. Qualità, Ambiente, Sicurezza e Etica

Politiche Gruppo Biesse. Qualità, Ambiente, Sicurezza e Etica Politiche Gruppo Biesse Qualità, Ambiente, Sicurezza e Etica 1 INDICE 1. INTRODUZIONE, PREMESSE E OBIETTIVI... 3 2. FINALITÀ DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO... 5 2.1 POLITICHE DELLA QUALITÀ... 6 2.3

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 6

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 6 MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 6 INDICE GESTIONE DELLE RISORSE Messa a disposizione delle risorse Competenza, consapevolezza, addestramento Infrastrutture Ambiente di lavoro MANUALE DELLA QUALITÀ Pag.

Dettagli

GESTIONE DELLA FORMAZIONE E

GESTIONE DELLA FORMAZIONE E 08/02/2011 Pag. 1 di 7 GESTIONE DELLA FORMAZIONE E DELL ADDESTRAMENTO DEL PERSONALE 1. SCOPO... 2 2. APPLICABILITÀ... 2 3. DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 3.1. Norme... 2 3.2. Moduli / Istruzioni... 2 4.

Dettagli

LICEO ETTORE MAJORANA - ROMA SEZIONE 4 - SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA

LICEO ETTORE MAJORANA - ROMA SEZIONE 4 - SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA 4.1 Requisiti generali LICEO ETTORE MAJORANA - ROMA Il LS Majorana ha stabilito, tiene aggiornato, attua e documenta il proprio Sistema di gestione della qualità (SGQ) in accordo con in requisiti della

Dettagli

Sistemi di Gestione: cosa ci riserva il futuro? Novità Normative e Prospettive

Sistemi di Gestione: cosa ci riserva il futuro? Novità Normative e Prospettive Comitato SGQ Comitato Ambiente Sistemi di Gestione: cosa ci riserva il futuro? Novità Normative e Prospettive Mercoledì, 23 febbraio 2005 - Palazzo FAST (Aula Morandi) Piazzale Morandi, 2 - Milano E' una

Dettagli

POLITICA PER LA QUALITÀ, L AMBIENTE, LA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO E LA RESPONSABILITA SOCIALE

POLITICA PER LA QUALITÀ, L AMBIENTE, LA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO E LA RESPONSABILITA SOCIALE POLITICA DEL SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO La Cooperativa sociale ITALCAPPA è consapevole dell importanza e della necessità di avvalersi di un Sistema di Gestione integrato per la qualità, l ambiente,

Dettagli

Fornitori d Eccellenza

Fornitori d Eccellenza Fornitori d Eccellenza Dal 1994 Consulenza e Formazione Aziendale www.gestaonline.it Sistemi gestionali Sicurezza sul lavoro Ambiente Modelli 231 Direzione aziendale La nostra missione è quella di aiutare

Dettagli

Rev. 00. AUDIT N DEL c/o. Auditor Osservatori DOCUMENTI DI RIFERIMENTO. Legenda: C = Conforme NC = Non conforme Oss = Osservazione.

Rev. 00. AUDIT N DEL c/o. Auditor Osservatori DOCUMENTI DI RIFERIMENTO. Legenda: C = Conforme NC = Non conforme Oss = Osservazione. AUDIT N DEL c/o AREE DA VERIFICARE GRUPPO DI AUDIT Lead Auditor Auditor DOCUMENTI DI RIFERIMENTO Auditor Osservatori Legenda: C = Conforme NC = Non conforme Oss = Osservazione Pagina 1 di 19 Rif. 14001

Dettagli

I valori distintivi della nostra offerta di BPO:

I valori distintivi della nostra offerta di BPO: Business Process Outsourcing Partner 3M Software è il partner di nuova generazione, per la progettazione e la gestione di attività di Business Process Outsourcing, che offre un servizio completo e professionale.

Dettagli

Politica del Sistema di Gestione Salute, Sicurezza e Ambiente (Politica HSE)

Politica del Sistema di Gestione Salute, Sicurezza e Ambiente (Politica HSE) Procedura Politica del Sistema di Gestione Salute, Sicurezza e Ambiente (Politica HSE) TITOLO PROCEDURA TITOLO PRPOCEDURA TITOLO PROCEDURA MSG DI RIFERIMENTO: MSG HSE 1 Questo pro hse documento 009 eniservizi

Dettagli

QUALITA' E AMBIENTE IMPEGNO DELLA DIREZIONE

QUALITA' E AMBIENTE IMPEGNO DELLA DIREZIONE QUALITA' E AMBIENTE IMPEGNO DELLA DIREZIONE La Direzione della PAPPASOLE S.p.A. (di seguito denominata "Struttura turistica") dichiara la sua ferma volontà di rendere operante il Sistema di Gestione Integrata

Dettagli

CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA. 1.1 Politica della Qualità 3. 1.2 Responsabilità della Direzione 4

CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA. 1.1 Politica della Qualità 3. 1.2 Responsabilità della Direzione 4 CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE pag 1. LIVELLO STRATEGICO 3 1.1 Politica della Qualità 3 1.2 Responsabilità della Direzione 4 1.3 Organizzazione orientata al Cliente 4 1.4 Coinvolgimento

Dettagli

1 IL SISTEMA DI AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO

1 IL SISTEMA DI AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO 1 IL SISTEMA DI AUTOMAZIONE E TELECONTROLLO Quello che generalmente viene chiamato sistema di automazione d edificio si compone di diverse parti molto eterogenee tra loro che concorrono, su diversi livelli

Dettagli

Il Sistema dei controlli e la certificazione di qualità dei servizi

Il Sistema dei controlli e la certificazione di qualità dei servizi Il Sistema dei controlli e la certificazione di qualità dei servizi Convegno nazionale: la funzione statistica dei comuni tra riforma e qualità dei servizi Gianni Dugheri Messina, 26-27 settembre 2013

Dettagli

1 La politica aziendale

1 La politica aziendale 1 La Direzione Aziendale dell Impresa Pizzarotti & C. S.p.A. al livello più elevato promuove la cultura della Qualità, poiché crede che la qualità delle realizzazioni dell Impresa sia raggiungibile solo

Dettagli

La gestione della qualità nelle aziende aerospaziali

La gestione della qualità nelle aziende aerospaziali M Premessa La AS 9100 è una norma ampiamente adottata in campo aeronautico ed aerospaziale dalle maggiori aziende mondiali del settore, per la definizione, l utilizzo ed il controllo dei sistemi di gestione

Dettagli

Quarta - Sistema Informativo Qualità Ambiente Sicurezza

Quarta - Sistema Informativo Qualità Ambiente Sicurezza Quarta - Sistema Informativo Qualità Ambiente Sicurezza Quarta, la soluzione informatica per la costruzione di un Sistema Qualità, Ambiente e Sicurezza fortemente integrato è in grado di garantire l efficacia

Dettagli

Qualità - Privacy - Sicurezza - Ambiente e Mobility Management Soluzioni ICT - Assessment e Formazione - Marketing e Comunicazione

Qualità - Privacy - Sicurezza - Ambiente e Mobility Management Soluzioni ICT - Assessment e Formazione - Marketing e Comunicazione Qualità - Privacy - Sicurezza - Ambiente e Mobility Management Soluzioni ICT - Assessment e Formazione - Marketing e Comunicazione RATE SERVIZI Srl Via Santa Rita da Cascia, 3-20143 Milano Tel 0287382838

Dettagli

Il sistema di gestione di SINTESI SpA è certificato UNI EN ISO 9001:2008 (settori EA 35 e EA 37).

Il sistema di gestione di SINTESI SpA è certificato UNI EN ISO 9001:2008 (settori EA 35 e EA 37). Carta di qualità dell offerta formativa La Carta della Qualità ha la finalità di esplicitare e comunicare al sistema committente/beneficiari gli impegni che SINTESI SpA assume nei suoi confronti a garanzia

Dettagli

ISO 45001. il nuovo ponte tra sicurezza e innovazione. Comprendere il cambiamento

ISO 45001. il nuovo ponte tra sicurezza e innovazione. Comprendere il cambiamento ISO 45001 il nuovo ponte tra sicurezza e innovazione Comprendere il cambiamento Premessa L art. 30 del Testo Unico della Sicurezza dice chiaramente che i modelli di organizzazione aziendale definiti conformemente

Dettagli

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30

Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 Bologna 8, 13 e 15 luglio 2015 ore 14:30 / 18:30 ANALISI, REVISIONE E IMPLEMENTAZIONE DI UN MODELLO ORGANIZZATIVO IN QUALITÀ NELLO STUDIO LEGALE OBIETTIVI Master Breve di formazione personalizzata Il Master

Dettagli

LA NORMA UNI EN ISO 9001: 2000 E LA CERTIFICAZIONE. C-La Norma UNI EN ISO 9001: 2000 e la certificazione 1

LA NORMA UNI EN ISO 9001: 2000 E LA CERTIFICAZIONE. C-La Norma UNI EN ISO 9001: 2000 e la certificazione 1 LA NORMA UNI EN ISO 9001: 2000 E LA CERTIFICAZIONE C-La Norma UNI EN ISO 9001: 2000 e la certificazione 1 LE NORME SERIE ISO 9000 Guidare e condurre con successo un'organizzazione richiede che questa sia

Dettagli

Accreditamento e certificazione del sistema qualità di ARPA Umbria

Accreditamento e certificazione del sistema qualità di ARPA Umbria Accreditamento e certificazione del sistema qualità di ARPA Umbria Accreditamento e certificazione del sistema qualità di ARPA Umbria Nadia Geranio, Leonardo Merlini, Olga Moretti Il primo obiettivo di

Dettagli

brugherio (mb) POLITICA AZIENDALE

brugherio (mb) POLITICA AZIENDALE brugherio (mb) POLITICA AZIENDALE Brugherio, 20 gennaio 2015 piomboleghe srl via eratostene, 1-20861 brugherio (mb) tel. 039289561, fax. 039880244 info@piomboleghe.it www.piomboleghe.it cap. soc. 1.300.000,00

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DELLA QUALITÀ

MANUALE DI GESTIONE DELLA QUALITÀ Pag. 1 / 9 MISURAZIONI, ANALISI E MIGLIORAMENTO Indice: 8.0 - Oggetto 8.1 - Pianificazione delle misurazioni 8.2 - Misurazione e monitoraggio delle prestazioni del sistema 8.3 - Controllo del prodotto/servizio

Dettagli

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business.

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. ACCREDITED PARTNER 2014 Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Gariboldi Alberto Group Srl è una realtà

Dettagli

Manuale Gestione Qualità

Manuale Gestione Qualità 2.0 REQUISITI GENERALI E DESCRIZIONE DEI PROSSI Groupservice ha stabilito, attuato e documentato un Sistema Gestione Qualità mantenendone l'aggiornamento e verificandone costantemente l'efficacia, nell'ottica

Dettagli

DOCUMENTO SULLA POLITICA DI PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI RILEVANTI E DI TUTELA DELLA SALUTE E SICUREZZA DEI LAVORATORI E DELL AMBIENTE

DOCUMENTO SULLA POLITICA DI PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI RILEVANTI E DI TUTELA DELLA SALUTE E SICUREZZA DEI LAVORATORI E DELL AMBIENTE 0 PREMESSA La scienza dei trattamenti galvanici e di verniciatura e le attinenti applicazioni industriali sono relativamente antiche. Il progresso delle conoscenze in campo medico e scientifico ha evidenziato

Dettagli

ISO/IEC 17025 : 2005 per i Laboratori di Prova

ISO/IEC 17025 : 2005 per i Laboratori di Prova ISO/IEC 17025 : 2005 per i Laboratori di Prova Perugia, 30 giugno 2005 D.ssa Daniela Vita ISO/IEC 17025:2005 1 Differenza tra UNI EN ISO 9001:2000 e ISO/IEC 17025:2005 La norma UNI EN ISO 9001:2000 definisce

Dettagli

MASTER GESTIONE INTEGRATA

MASTER GESTIONE INTEGRATA MASTER GESTIONE INTEGRATA ESPERTI in SISTEMI DI GESTIONE AZIENDALE: QUALITA, AMBIENTE E SICUREZZA ISO serie 9000, ISO serie 14000, OHSAS 18001, OHSAS 18002, ISO 22000, ISO 27001, Reg. EMAS, ISO 19011,

Dettagli

Sicuritalia e la soluzione di SAP per la Field Force.

Sicuritalia e la soluzione di SAP per la Field Force. Sicuritalia S.p.A. Utilizzata con concessione dell autore. SAP Customer Success Story Sicurezza e servizi fiduciari Sicuritalia S.p.A Sicuritalia e la soluzione di SAP per la Field Force. Partner Nome

Dettagli

LA NUOVA NORMA ISO 9001:2000 (VISION 2000)

LA NUOVA NORMA ISO 9001:2000 (VISION 2000) LA NUOVA NORMA ISO 9001:2000 (VISION 2000) INTRODUZIONE Il 15 dicembre 2000, come atteso, è entrata puntualmente in vigore la nuova norma relativa ai Sistemi di Gestione della Qualità ISO 9001:2000 (altrimenti

Dettagli

GUIDA SULL'APPROCCIO PER PROCESSI DEI SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITÀ

GUIDA SULL'APPROCCIO PER PROCESSI DEI SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITÀ GUIDA SULL'APPROCCIO PER PROCESSI DEI SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITÀ 1) Introduzione Questo documento guida vuol aiutare gli utilizzatori delle norme serie ISO 9000:2000 a comprendere i concetti e

Dettagli

Ing. Giovanni Germino. Modelli di Gestione Aziendale

Ing. Giovanni Germino. Modelli di Gestione Aziendale Ing. Giovanni Germino Modelli di Gestione Aziendale IMPRESA: ambito organizzato per la produzione di beni materiali e/o erogazione di servizi necessari a soddisfare i bisogni della Comunità; regolato da

Dettagli

DM.9 agosto 2000 LINEE GUIDA PER L ATTUAZIONE DEL SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA TITOLO I POLITICA DI PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI RILEVANTI

DM.9 agosto 2000 LINEE GUIDA PER L ATTUAZIONE DEL SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA TITOLO I POLITICA DI PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI RILEVANTI DM.9 agosto 2000 LINEE GUIDA PER L ATTUAZIONE DEL SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA TITOLO I POLITICA DI PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI RILEVANTI Articolo 1 (Campo di applicazione) Il presente decreto si

Dettagli

Chi siamo. vettori energetici (elettrico, termico ed energia prodotta da fonti tradizionali e rinnovabili) presenti nelle aziende pubbliche e private.

Chi siamo. vettori energetici (elettrico, termico ed energia prodotta da fonti tradizionali e rinnovabili) presenti nelle aziende pubbliche e private. Chi siamo Nata nel 1999, Energy Consulting si è affermata sul territorio nazionale fra i protagonisti della consulenza strategica integrata nel settore delle energie con servizi di Strategic Energy Management

Dettagli

8 MISURAZIONI, ANALISI E MIGLIORAMENTO. 8.1 Generalità 8.2 MONITORAGGI E MISURAZIONI. 8.2.1 Soddisfazione dei cliente

8 MISURAZIONI, ANALISI E MIGLIORAMENTO. 8.1 Generalità 8.2 MONITORAGGI E MISURAZIONI. 8.2.1 Soddisfazione dei cliente 8 MISURAZIONI, ANALISI E MIGLIORAMENTO 8.1 Generalità l I.I.S. G.Antonietti, allo scopo di assicurare la conformità del proprio Sistema di Gestione della Qualità alla norma di riferimento UNI EN ISO 9001:2008

Dettagli

INDICE. SERAM S.p.A Ispezioni ed Audit PR SGSL 12 Rev. 4

INDICE. SERAM S.p.A Ispezioni ed Audit PR SGSL 12 Rev. 4 INDICE INDICE... 2 1. SCOPO... 4 2. CAMPO DI APPLICAZIONE... 4 3. RIFERIMENTI... 5 4. DEFINIZIONI... 5 5. RESPONSABILITA'... 6 6. 1 AUDIT INTERNI... 7 6.1.1 Audit effettuati da RSGSL sul controllo operativo

Dettagli

Le procedure gestionali del SGQ di UTFUS TF GQL

Le procedure gestionali del SGQ di UTFUS TF GQL Le procedure gestionali del SGQ di UTFUS TF GQL Sommario Procedure gestionali obbligatorie secondo ISO 9001:2008; Gestione Documenti; Audit Interni; Non Conformità; Azioni di miglioramento (azioni correttive

Dettagli

6. Gestione delle risorse

6. Gestione delle risorse Manuale Qualità Ed.1 Rev.1 del 02/05/13 Red. RSG App.DS Sistema Gestione Qualità per la Formazione Marittima ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE R. Del Rosso - G. Da Verrazzano Via Panoramica, 81-58019

Dettagli

Il nostro motto è stato confermato. La qualità si distingue. DIN EN ISO 9001

Il nostro motto è stato confermato. La qualità si distingue. DIN EN ISO 9001 Il nostro motto è stato confermato. La qualità si distingue. DIN EN ISO 9001 04/2013 Gestione della qualità Awite Il sistema di gestione della qualità Awite comprende, soddisfa e regolamenta le tecniche

Dettagli

www.fire-italia.org Valentina Bini, FIRE INFODAY Regione Marche 18 febbraio 2013, Ancona

www.fire-italia.org Valentina Bini, FIRE INFODAY Regione Marche 18 febbraio 2013, Ancona La norma ISO 50001 Valentina Bini, FIRE INFODAY Regione Marche 18 febbraio 2013, Ancona I problemi dell energy management Fondamentalmente l EM è richiesto per risparmiare sui costi aziendali. Costi sempre

Dettagli

6.A.1 Logistica interna ed esterna

6.A.1 Logistica interna ed esterna 6.A.1 Logistica interna ed esterna Il corso si propone di fornire un quadro chiaro di inquadramento della logistica e delle sue principali funzioni in azienda. Si vogliono altresì fornire gli strumenti

Dettagli

La Certificazione ISO 9001:2008. Il Sistema di Gestione della Qualità

La Certificazione ISO 9001:2008. Il Sistema di Gestione della Qualità Il Sistema di Gestione della Qualità 2015 Summary Chi siamo Il modello operativo di Quality Solutions Introduzione La gestione del progetto Le interfacce La Certificazione 9001:2008 Referenze 2 Chi siamo

Dettagli

Corso EQDL 2013 soluzioni delle domande sui lucidi Modulo 1

Corso EQDL 2013 soluzioni delle domande sui lucidi Modulo 1 Modulo 1 Parte 1 Corso EQDL 2013 soluzioni delle domande sui lucidi Modulo 1 1.1.1.1 pag. 21 Quale, tra le affermazioni che seguono relative al concetto di qualità, è la più corretta? A. Il termine qualità

Dettagli

GESTIONE NON CONFORMITÀ, AZIONI CORRETTIVE E PREVENTIVE

GESTIONE NON CONFORMITÀ, AZIONI CORRETTIVE E PREVENTIVE rev. 0 Data: 01-03-2006 pag. 1 10 SOMMARIO 1. PIANIFICAZIONE... 2 1.1. SCOPO DELLA PROCEDURA GESTIONALE... 2 1.2. OBIETTIVI E STANDARD DEL PROCESSO... 2 1.3. RESPONSABILITÀ E RISORSE COINVOLTE... 2 2.

Dettagli

UNI CEI EN ISO/IEC 17025 Sez. 4 e requisiti SINAL per l accreditamento dei laboratori

UNI CEI EN ISO/IEC 17025 Sez. 4 e requisiti SINAL per l accreditamento dei laboratori UNI CEI EN ISO/IEC 17025 Sez. 4 e requisiti SINAL per l accreditamento dei laboratori Struttura della norma ISO/IEC 17025 1. Scopo 2. Riferimenti normativi 3. Termini e definizioni 4. Requisiti gestionali

Dettagli