Regione Campania ASL Caserta

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Regione Campania ASL Caserta"

Transcript

1 Regione Campania ASL Caserta Via Unità Italiana, Caserta Servizio Provveditorato TEL.0823/ FAX 0823/ CIG: D AVVISO DI GARA Questa ASL di Caserta indice procedura aperta per l affidamento triennale del Servizio di Pulizia delle strutture della A.S.L. di Caserta, con il criterio di aggiudicazione ai sensi dell art.83 D.Lgs.163/06, a lotto unico, a favore dell offerta economicamente più vantaggiosa. Il valore economico complessivo presunto triennale è pari a ,00 I.V.A. esclusa, inclusi: il costo della sicurezza per i rischi da interferenza pari a ,00 e la spesa relativa al personale, valutata sulla base dei minimi salariali definiti dalla contrattazione collettiva nazionale di settore quantificabile in ,34. La scadenza per la presentazione delle offerte è fissata per le ore del giorno 13/02/2012. La seduta pubblica per l apertura delle offerte è fissata per le ore del giorno 20/02/2012. IL DIRIGENTE SERVIZIO PROVVEDITORATO DR. GIUSEPPE GASPARIN

2 REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE di CASERTA Bando di gara per Procedura Aperta LOTTO CIG D I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO: ASL di Caserta Via Unità Italiana, Caserta Tel 0823/ Fax 0823/ sito internet ; I.2) TIPO DI AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE E PRINCIPALI SETTORI DI ATTIVITA : Organismo di diritto pubblico; II.1.1) Denominazione conferita all appalto dall amministrazione aggiudicatrice: Procedura aperta per l affidamento del servizio di Pulizia delle strutture della A.S.L. di Caserta ; II.1.2) Tipo di appalto e luogo di esecuzione, luogo di consegna o prestazione dei servizi: servizi; ITF 31; II.1.6) CPV (Vocabolario comune per gli appalti): ; II.1.8) Divisione in lotti: NO; II.1.9) Ammissibilità di varianti: no; II.2.1) Quantitativo o entità totale: ,00 Iva esclusa; II.3) Durata dell appalto o termine di esecuzione: mesi 36; III. 1.1) Cauzioni e garanzie richieste: come da Disciplinare e Capitolato Speciale di gara ; III. 1.3) Forma giuridica che dovrà assumere il raggruppamento di operatori economici aggiudicatario dell appalto: ammessi prestatori di singoli servizi, consorzi e raggruppamenti di imprese ai sensi dell art. 34 del D.Lgs. 163/06; III.2.2) Capacità economica e finanziaria: come da regolamento per la presentazione delle offerte; III.2.3) Capacità tecnica: come da regolamento per la presentazione delle offerte; IV.1.1) Tipo di procedura: Aperta; IV.2.1) Criteri di aggiudicazione: Pagina 1 di

3 Offerta economicamente più vantaggiosa ai sensi art. 83 del D. Lgs. 163/2006; IV.3.4) Termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione: Data 13/02/2012 ore 12:00; IV.3.6) Lingue utilizzabili per la presentazione delle offerte/domande di partecipazione: Italiano; IV.3.7) Periodo minimo durante il quale l offerente è vincolato alla propria offerta (procedura aperta): 180 giorni (dal termine ultimo per il ricevimento delle offerte);iv.3.8) Modalità di apertura delle offerte:data 20/02/2012 ore 10:00 Luogo UOC Provveditorato ASL Caserta Via Unità Italiana, Caserta, Italia; VI.5) Data di spedizione del presente avviso: GUCE 05/12/2011. Il Capo Servizio Provveditorato Dr. Giuseppe Gasparin Pagina 2 di

4 Regione Campania ASL Caserta Via Unità Italiana, Caserta Servizio Provveditorato TEL.0823/ FAX 0823/ DISCIPLINARE DI GARA 1- OGGETTO DELL APPALTO Servizio di pulizia delle strutture della A.S.L. di Caserta, con le modalità descritte nell allegato Capitolato Speciale di gara. 2- CODICE _CIG: D 3- DURATA Periodo di validità: anni tre. Il prezzo di aggiudicazione resterà fisso ed invariabile per tutta la durata contrattuale. La revisione dei prezzi potrà essere operata ai sensi e nei limiti previsti all art.115 del D.Lgs.163/ TIPO DI PROCEDURA Procedura aperta 5- CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE Ai sensi dell art.83 D.Lgs.163/06, a lotto unico, a favore dell offerta economicamente più vantaggiosa con assegnazione di max 40 punti al prezzo e 60 punti alla qualità. 6- IMPORTO PRESUNTO Valore economico complessivo presunto: IVA esclusa per il triennio. 7- COSTI DELLA SICUREZZA PER I RISCHI DA INTERFERENZA Il costo della sicurezza per i rischi da interferenza è pari a ,00 già incluso nel su indicato valore economico complessivo presunto. 8- COSTO DEL LAVORO La spesa relativa al personale, valutata sulla base dei minimi salariali definiti dalla contrattazione collettiva nazionale di settore è quantificabile in , MODALITA DI PARTECIPAZIONE Le ditte interessate a partecipare alla gara dovranno far pervenire c/o l Ufficio Protocollo Generale dell A.S.L. di Caserta Via Unità Italiana n.28 Caserta, entro e non oltre le ore del giorno _13/02/2012 un plico sigillato e controfirmato sui lembi di chiusura con la dicitura: OFFERTA PER LA GARA DEL GIORNO 20/02/2012 ALLE ORE RELATIVA AL SERVIZIO DI PULIZIA DELLE STRUTTURE DELLA ASL DI CASERTA contenente: - busta n.1 sigillata, con scritta Documentazione Amministrativa e riportante gli estremi del concorrente; - busta n.2 sigillata con scritta Offerta tecnica e gli estremi del concorrente; - busta n.3 sigillata con scritta Offerta economica e gli estremi del concorrente.

5 10- MODALITA DI PRESENTAZIONE DELLA BUSTA N.1 La busta n.1 deve obbligatoriamente riportare sul frontespizio gli estremi del concorrente e la dicitura DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA. Essa deve contenere i seguenti documenti: 10.1 Certificato, o dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, attestante l iscrizione alla C.C.I.A.A., completo di dicitura di nullaosta ai fini dell art.10 L.575/65, di data non anteriore a sei mesi, ovvero certificato di iscrizione nel registro professionale dello Stato di residenza se straniero; 10.2 Dichiarazione di non trovarsi nelle condizioni di esclusione di cui all art.38 del D. Lgs. 163/06 e s.m.i. comprese modifiche disposte con la legge 106 del 2011; 10.3 Dichiarazione della ditta di essere in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili di cui alla legge 12 marzo 1999 n.68; 10.4 Dichiarazione con la quale si attesti che alla gara non concorrono, singolarmente o in raggruppamento, società o imprese nei confronti delle quali sussistono rapporti di raggruppamento o controllo ai sensi dell art.2359 c.c. ovvero, alternativamente, la dichiarazione di essere in una situazione di controllo di cui all art.2359 c.c. e di aver formulato autonomamente l offerta con indicazione del concorrente con cui sussiste tale situazione; tale dichiarazione è corredata dai documenti di cui all art.3 comma 2 D.L. 25/09/09 n.135; 10.5 Dichiarazione attestante il fatturato globale dell azienda per l ultimo triennio; 10.6 Dichiarazione relativa al fatturato per servizi identici a quelli oggetto di gara relativi all ultimo triennio, con importo, data, destinatario. Il limite minimo di fatturato complessivo per servizi identici effettuati nell ultimo triennio deve essere non inferiore all importo di ,00 complessivo presunto posto a base di gara. Per servizi identici si intendono i servizi di pulizia presso I.R.C.C.S, PP.OO., Case di Cura autorizzate, Strutture di assistenza regolarmente autorizzate per ricoveri e degenze, Strutture sanitarie territoriali. Per le A.T.I. detto requisito economico deve essere posseduto dalla mandataria (capogruppo) almeno per il 40% e della mandante o dalle singole mandanti almeno per il 10% di quanto richiesto cumulativamente; 10.7 Certificazione di qualità, in originale o copia conforme, per la categoria oggetto della presente gara, rilasciata da un Ente accreditato; 10.8 Dichiarazione attestante l adozione del documento di valutazione dei rischi per la propria azienda, l ottemperanza agli obblighi previsti dal D.Lgs. 81/2008; 10.9 Dichiarazione attestante la presa visione per accettazione della bozza del D.U.V.R.I. riferito al servizio oggetto di affidamento per la ASL di Caserta pubblicato sul sito internet della A.S.L; Dichiarazione in ordine alla regolarità contributiva, nonché tutti i dati anagrafici necessari per consentire i controlli in via telematica sul sito dello Sportello Unico Previdenziale (quali la Matricola Azienda INPS, il Codice Azienda INAIL, il numero addetti); Dichiarazione di accettare il fax quale strumento per le comunicazioni formali inerenti la gara in oggetto e il numero di fax di riferimento alla presente gara; Referenze (almeno due) rilasciate da AA.SS.LL. o altre strutture (vedi supra 9.6) riferite a servizi identici all oggetto di gara, anche in forma di autocertificazione, purché sia dichiarato il corretto e puntuale espletamento del servizio; Idonee referenze bancarie (almeno una); Copia del presente Disciplinare, del Capitolato speciale e allegati, nonché di tutti gli eventuali chiarimenti pubblicati sul sito internet della ASL, sottoscritti in ogni pagina, per accettazione, dal legale rappresentante della ditta, se trattasi di impresa singola, di ognuna delle ditte raggruppate nel caso di partecipazione in A.T.I.; Nel caso di partecipazione in A.T.I. la dichiarazione circa la ripartizione delle quote del servizio da appaltarsi tra le imprese raggruppate e l impegno alla presentazione, in caso di aggiudicazione, della copia conforme all originale dell Atto notarile di costituzione dell A.T.I.; Attestazioni dei sopralluoghi effettuati presso i PP.OO. e le strutture distrettuali aziendali ai sensi dell art.4 del Capitolato Speciale; Dichiarazione di accettazione di tutti gli adempimenti richiesti in ossequio alle procedure attivate in esecuzione L.136/10 per garantire la tracciabilità dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni; Copia del versamento di. 500,00, quale contribuzione per la partecipazione a gara, a favore dell Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture, in attuazione dell art.1 commi 65 e 67 della legge n.266. Il versamento va effettuato con le modalità indicate sul sito dell Autorità: La causale del versamento deve riportare il codice fiscale della ditta e il seguente codice identificativo della procedura (CIG) D ;

6 10.19 La quietanza comprovante la costituzione del deposito cauzionale provvisorio pari al 2% dell importo totale a base d asta per un totale di (ovvero il 2% di ,00). La durata del suddetto deposito deve essere di almeno 180 giorni, dalla data di presentazione dell offerta, che dovrà essere costituito mediante: - versamento in contanti presso il Tesoriere di questa ASL, o in titoli del debito pubblico dello Stato o garantiti dallo Stato, il cui valore nominale sia almeno pari a quello richiesto per la cauzione, sempre presso il Tesoriere di questa ASL; - fideiussione bancaria rilasciata da una delle Aziende di credito di cui all art.5 del R.D.L n.375 e successive modifiche; - polizza assicurativa rilasciata da impresa di assicurazione autorizzata all esercizio del ramo cauzioni, ai sensi del T.U. Esercizio delle Assicurazioni Private, approvato con DPR n.449, e compresa nell elenco pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n.28 del ed eventuali successivi aggiornamenti. La fidejussione bancaria o la polizza assicurativa deve prevedere espressamente la rinuncia alla preventiva escussione nei riguardi della Ditta obbligata, la rinuncia all eccezione di cui all art comma 2 del cc, nonché l operatività della garanzia medesima entro quindici giorni, a semplice richiesta scritta della ASL, il rinnovo del periodo di validità dopo la scadenza su richiesta della ASL. Per fruire del beneficio di cui al comma 7 art.75 D.Lgs. 163/06 la ditta dovrà segnalarlo e documentarlo nei modi prescritti dalle norme vigenti Dichiarazione di impegno alla costituzione della cauzione definitiva nella misura del 10% dell importo di aggiudicazione ai sensi dell art. 113 del D.Lgs.163/06; 10.21Dichiarazione di autorizzazione al trattamento dei dati ai sensi L. 196/03. Le dichiarazioni di cui sopra devono essere sottoscritte dal legale rappresentante della ditta o suo delegato. Devono essere rese ai sensi dell art.46 D.P.R. 445/00 senza autentica della sottoscrizione in quanto la singola dichiarazione viene presentata unitamente a copia fotostatica di un valido documento di identità del sottoscrittore. 11- MODALITA DI PRESENTAZIONE BUSTA N.2 La busta n.2 deve obbligatoriamente riportare sul frontespizio gli estremi del concorrente e la dicitura Documentazione Tecnica. All interno dovrà contenere la relazione tecnica-progetto di offerta che dovrà essere composta da un massimo di n.250 pagine formato A4, e comprendere la precisa indicazione delle modalità di espletamento del servizio, l organizzazione del personale e ogni altra documentazione, ritenuta utile ai fini dell attribuzione del punteggio di qualità. Le schede tecniche e di sicurezza degli strumenti e delle sostanze utilizzati, oltre che delle apparecchiature adoperate per effettuare il servizio. La ditta potrà offrire eventuali migliorie al servizio, rispetto ai contenuti ed alle modalità di espletamento dello stesso previsto dal capitolato, i connessi oneri saranno considerati, comunque, compresi nel prezzo di offerta per il servizio reso secondo le modalità di cui al capitolato speciale. Prima dell attuazione di qualsivoglia tipologia di miglioria del servizio sarà, in ogni caso, necessaria la relativa autorizzazione delle Direzioni di Presidio. 12- MODALITA DI PRESENTAZIONE BUSTA N.3 La busta n.3 chiusa, sigillata e controfirmata sui lembi di chiusura deve obbligatoriamente riportare sul frontespizio gli estremi del concorrente e la dicitura OFFERTA ECONOMICA. Deve contenere l offerta economica che deve essere sottoscritta da persona abilitata ad impegnare l offerente quale legale rappresentante della ditta o procuratore della stessa (in tal caso dovrà essere allegata l originale della procura o copia autenticata). In caso di raggruppamento temporaneo di imprese l offerta dovrà essere sottoscritta e firmata dai rappresentanti legali di tutte le imprese associate. L offerta va formulata come miglior prezzo a metro quadro annuo per il servizio reso, secondo le modalità di cui al Capitolato speciale di gara e contratto, per le superfici di cui all allegato elenco (All.1) individuate quale Sup. pavim. ovvero superfici pavimentate calpestabili coperte. Con ciò si intende che il prezzo sarà calcolato come segue: prezzo unitario di offerta mq/anno moltiplicato per le superfici che nel prospetto allegato al capitolato speciale di gara sono qualificate pavimentate calpestabili coperte. Resta inteso che nell appalto sono altresì incluse le pulizie delle superfici che nell allegato sono definite Aree esterne. Il prezzo, calcolato come sopra descritto, sarà, quindi, moltiplicato per il triennio di validità del contratto.

7 Al più basso prezzo di offerta, calcolato come sopra dettagliatamente specificato, sarà assegnato il più alto punteggio/prezzo ai fini dell aggiudicazione, ovvero punti 40. Alle altre ditte offerenti sono assegnati punteggi minori secondo la funzione inversamente proporzionale secondo la formula di seguito specificata ( 16-). Il suddetto prezzo dovrà essere scritto sia in cifre che in lettere, in caso di discordanza tra le due indicazioni sarà ritenuta valida quella scritta in lettere. In detta offerta deve essere apposta la dichiarazione che detto prezzo è remunerativo, che verrà mantenuto fisso ed invariato per tutto il periodo di validità dell'offerta, non inferiore a giorni 180 e di accettare tutte le condizioni del presente disciplinare e capitolato speciale. I prezzi riportati nell offerta economica si intendono comprensivi di ogni onere, ad eccezione dell I.V.A. che sarà a carico dell ASL e degli oneri per la sicurezza da interferenza. L offerta dovrà essere corredata, a pena di esclusione, dalle giustificazioni di cui all art. 87, comma 2 del D.Lgs 163/06 relative alle voci di prezzo che concorrono a formare l importo complessivo del servizio. Saranno valutate come inammissibili le offerte nelle quali il costo del lavoro previsto sia inferiore al costo stabilito dal CCNL di categoria e delle leggi previdenziali ed assistenziali risultante da atti normativi. 13- PRESENTAZIONE PLICHI CONTENENTI LE OFFERTE Il/i plico/hi sigillato/i e controfirmato/i sui lembi con la prescritta dicitura, contenente le buste sopra descritte, deve pervenire entro i termini previsti c/o l Ufficio Protocollo Generale A.S.L. di Caserta, Via Unità Italiana n.28, Caserta. Sono escluse dalla gara le ditte le cui offerte non siano pervenute entro il termine di scadenza posto (vedi supra 8-). 14- CHIARIMENTI Le ditte interessate alla partecipazione alla gara, qualora lo ritengano indispensabile ai fini della formulazione dell offerta, possono richiedere chiarimenti, a mezzo fax al numero 0823/ Il relativo riscontro, oltre che alla ditta richiedente, verrà reso noto a tutte le ditte potenzialmente interessate alla gara mediante pubblicazione sul sito internet aziendale. Non saranno prese in esame e, quindi, non saranno oggetto di riscontro le eventuali richieste di chiarimenti che dovessero pervenire negli ultimi 15 giorni prima della scadenza fissata per la presentazione delle offerte. 15- MODALITA DI ESPLETAMENTO DELLA GARA Nel giorno fissato la Commissione giudicatrice, costituita ai sensi e per gli effetti dell art.84 D.Lgs.163/06, procederà, in seduta pubblica, al controllo dei plichi pervenuti entro il termine di scadenza posto e all apertura degli stessi, alla verifica della presenza all interno del plico delle n.3 buste e alla successiva apertura della busta documentazione amministrativa per la verifica della conformità della documentazione presentata alle norme prescritte. All apertura dei plichi i soggetti abilitati ad intervenire nel procedimento di gara sono esclusivamente i legali rappresentanti delle ditte o i soggetti muniti di procura. Subito dopo l operazione di verifica della documentazione amministrativa, si procederà al sorteggio delle ditte per il controllo del possesso dei requisiti ai sensi dell art.48 D.Lgs.163/06. Alle stesse verrà richiesto di comprovare quanto dichiarato mediante la presentazione, entro 10 giorni, dalla data di richiesta medesima, della documentazione. In successiva data, dopo la verifica ai sensi dell art.48 D.Lgs.163/06, la Commissione Giudicatrice procederà, in seduta pubblica da tenersi in una data previamente comunicata alle ditte partecipanti alla gara - all apertura delle buste contenenti le offerte tecniche delle ditte ammesse. Trattandosi di gara da aggiudicarsi ai sensi dell art.83 D.Lgs.163/06, a favore dell offerta economicamente più vantaggiosa, in successiva/e seduta/e riservata/e la Commissione procederà all esame della documentazione tecnica delle ditte ammesse ed all attribuzione del punteggio qualitativo. I parametri che verranno adottati per la valutazione sono quelli di seguito indicati. 16- VALUTAZIONE QUALITATIVA DELL OFFERTA Per il prezzo sono attribuibili max punti 40. Per la qualità sono attribuibili max punti 60 così ripartiti: Si indicano di seguito gli elementi di valutazione tecnico qualitativa. 16.1) Sistema organizzativo: MAX PUNTI 30

8 Il punteggio è assegnato sulla base del sistema organizzativo delineato per l espletamento del servizio, con particolare riferimento: Al piano di lavoro relativo al servizio pulizia e sanificazione max punti All organizzazione del personale, composizione delle squadre, sostituzioni in caso di malattia, ferie etc. max punti Al programma di formazione e aggiornamento del personale max punti ) Metodologie tecnico-operative: MAX PUNTI 15 Il punteggio è assegnato in base alle metodologie tecnico-operative impiegate, con riferimento a: Alla descrizione delle metodologie, delle attività e dei criteri tecnico-operativi - max punti Alla programmazione del tipo di intervento in rapporto alla tipologia di Area (alto rischio, medio rischio e basso rischio) max punti ) Attrezzature e sostanze impiegate: MAX PUNTI 10 Il punteggio è assegnato in riferimento alla tipologia di strumenti, attrezzature e macchinari utilizzati, nonché i prodotti e le sostanze impiegate nell espletamento del servizio con specifico riferimento alle schede di sicurezza e di conformità presentate dalla ditta, e precisamente con riferimento: A strumenti, attrezzature e macchinari max punti Ai prodotti e alle sostanze max punti ) Migliorie: MAX PUNTI 5 Nella valutazione delle offerte migliorative, la cui realizzazione non dovrà comportare alcun costo aggiuntivo per la ASL, verrà dato particolare apprezzamento, al contenuto tecnico ed alla consistenza delle proposte migliorative, si considereranno positivamente quelle migliorie finalizzate a conseguire effetti migliorativi visibili e concreti che giovino agli utenti delle strutture sanitarie aziendali e quelle che elevino il grado di fruibilità, di completezza e di perfezionamento del servizio previsto dal Capitolato Speciale. Il totale del punteggio di qualità è, pertanto, pari a: MAX PUNTI 60. Per la valutazione della qualità è stabilita una soglia di sufficienza pari a punti 31, le ditte che avranno riportato un punteggio per qualità inferiore a detta soglia saranno escluse dalle fasi successive della gara. 17- AGGIUDICAZIONE PROVVISORIA Successivamente, in data che verrà comunicata ai concorrenti ammessi, dopo che la Commissione avrà attribuito i punteggi qualità, si darà corso in seduta pubblica alla lettura dei punteggi di qualità e alla successiva apertura delle buste contenenti le offerte economiche. Alla ditta che avrà offerto il prezzo più basso (calcolato come descritto supra 11-) saranno assegnati punti 40. Alle altre ditte saranno assegnati punteggi decrescenti secondo la funzione inversamente proporzionale rispetto al prezzo registrato come il più basso, utilizzando la seguente formula: Punteggio al prezzo conseguito dalla ditta A = P.b. x Max Punti P.d.A P.b. = Prezzo più basso Max Punti = Punteggio massimo attribuibile pari a 40 punti P.d.A = Prezzo della ditta A Si procederà successivamente alla somma, per ciascuna ditta, del punteggio conseguito per la qualità e del punteggio conseguito per il prezzo. Si procederà, quindi, alla provvisoria aggiudicazione a favore della ditta che avrà totalizzato il maggior punteggio complessivo (qualità+prezzo) sempre che il prezzo complessivo di offerta (inclusi oneri per la sicurezza) rientri nel valore economico complessivo di cui al par. 6. Nel caso di punteggi paritetici si procederà al sorteggio in seduta pubblica. N.B. Al prezzo di offerta calcolato come sopra specificato sarà sommato il costo triennale per i rischi da interferenza (v. supra 7). Qualora il prezzo complessivo di offerta dovesse risultare superiore all importo posto a gara, si procederà all automatica esclusione dell offerta. Si precisa che in nessun caso si potrà procedere all aggiudicazione qualora il prezzo complessivo risulti superiore all importo complessivo presunto posto a base di gara. 18- VALIDITA DELL OFFERTA

9 L offerta deve essere completa e formulata così come previsto nel presente disciplinare. Saranno escluse dalla gara le offerte: - di importo superiore all importo a base di gara (v. supra 6); - pervenute oltre il termine perentorio indicato; - sottoposte a condizioni, ovvero modificative della proposta dell Amministrazione aggiudicatrice; - incomplete, parziali, plurime o espresse in modo indeterminato; - espresse con riferimento ad altra offerta; - che presentino correzioni che non siano espressamente confermate e sottoscritte dal dichiarante; ovvero in tutti i casi in cui i plichi-offerta non siano integri o presentino irregolarità e in tutti gli altri casi specificati ai sensi del D.Lgs. 163/06 come modificato dalla legge 106 del L ASL a suo insindacabile giudizio si riserva la facoltà di non procedere all aggiudicazione in presenza di una sola offerta valida. SEGUE: - A) CAPITOLATO SPECIALE - B) ALLEGATI DEL CAPITOLATO: - Allegato 1. Superfici - Allegato 2. Tabelle frequenza per tipologia di area - Allegato 3. Attività: Disinfezione etc. - Allegato 4. Elenco addetti e monte orario per livello - C) SCHEMA CONTRATTO - D) BOZZA DUVRI Per accettazione Ditta: Il legale rappresentante:

10 Procedura aperta per l affidamento del servizio di pulizia delle strutture della A.S.L. di Caserta CAPITOLATO SPECIALE Art. 1- INFORMAZIONI GENERALI SULL APPALTO Il presente capitolato speciale ha ad oggetto l affidamento del servizio di pulizia ordinaria delle strutture sanitarie, ospedaliere e distrettuali, ed amministrative dell ASL di Caserta. Ai soli fini dell individuazione della dimensione e dell impegno del servizio richiesto, dell entità e dell ubicazione delle strutture aziendali, si allega al presente Capitolato Speciale, il prospetto delle superfici calpestabili, interne ed esterne, degli immobili oggetto di intervento, rilevate dai competenti servizi aziendali. Il servizio di pulizia riguarda: pavimenti, rivestimenti, infissi e vetri, servizi igienici, arredi e suppellettili, e quant altro, con la modalità e la frequenza disciplinate nel presente capitolato e allegati. Resta inteso che, ai fini dell effettivo affidamento, e, quindi, della successiva corresponsione del corrispettivo, saranno computate solo ed esclusivamente le superfici effettivamente utilizzate dalle diverse unità aziendali. Per lo svolgimento del servizio la ditta dovrà adottare procedure di lavoro preventivamente avallate dalla competente Direzione di Distretto Sanitario o di Presidio Ospedaliero. Ai fini del presente appalto ed a pena di esclusione dall aggiudicazione, la ditta deve disporre di un domicilio aziendale (con recapito telefonico, fax, ) nell ambito territoriale della ASL ed a distanza non superiore a Km 20 dalla sede centrale della ASL. Art.2 - VARIAZIONE DELLE SUPERFICI La Direzione della ASL potrà richiedere, in relazione alle sopraggiunte necessità, l estensione del servizio ad aree non indicate in precedenza. La ditta aggiudicataria dovrà eseguire gli ulteriori servizi richiesti alle medesime condizioni contrattuali. La Direzione della ASL si riserva, altresì, la facoltà, in dipendenza di provvedimenti di disattivazione, trasformazione, manutenzione straordinaria e ordinaria delle proprie strutture, di ridurre o di sospendere senza limiti di tempo il servizio appaltato, senza che l impresa possa pretendere indennità di sorta. In relazione alle proprie esigenze di servizio, di variare le sedi attuali e, pertanto, di modificare le superfici oggetto dell appalto, in tal caso il corrispettivo da riconoscersi alla ditta sarà parametrato alla eventuale differenza di superficie tra la struttura dismessa e la nuova. Il compenso mensile per il servizio di pulizia sarà rideterminato moltiplicando il costo unitario al mq/mese indicato nell offerta di gara per la differenza positiva o negativa tra la superficie inizialmente affidata e quella conseguente alla variazione. Art.3 TIPOLOGIA DELLE AREE Le aree oggetto del servizio sono state distinte in tre gruppi in base al rischio potenziale: 1.Aree ad alto rischio 2.Aree a medio rischio 3.Aree a basso rischio

11 1. A.R.: Aree di diagnosi e cura ad alto rischio Unità di degenza delle UU.00. Mediche Unità di degenza ed unità ambulatoriali delle UU.00. Chirurgiche Sale operatorie (chirurgiche ed ostetriche) Sale di dialisi Laboratori di Patologia clinica SERT - Locali sterilizzazione Servizi igienici Sale mortuarie 2. M.R.: Aree di diagnosi e cura a medio rischio Unità ambulatoriali delle UU.00. Mediche - Radiologia Ambulatori dei centri vaccinali UU. 00. Materno-infantili, Riabilitative e di FKT Degenze Infermerie Servizi vari 3. B.R.: Aree amministrative a basso rischio Zona pubblico a medio/alto calpestio (es.: atrio di ingresso, corridoi, ascensori e scale, portineria, corridoi di collegamento, etc.); Uffici (es.: Direzioni, Uffici amministrativi, ripartizioni varie, archivi, etc.); Servizi tecnici e generali (es.: centralino, locali vari, porticati, viali, parcheggi, etc.); Aree esterne. Art. 4- OBBLIGO DI PRESA VISIONE STRUTTURE E fatto obbligo a ciascuna ditta offerente di effettuare un sopralluogo presso le varie Strutture dell A.S.L., onde prendere precisa e completa visione dei locali e della loro ubicazione sul territorio provinciale, delle attrezzature esistenti e di quant'altro ritenuto necessario per la ditta offerente ai fini della formulazione dell offerta. La ditta offerente dovrà pertanto produrre l attestazione dei sopralluoghi effettuati. Le ditte partecipanti concorderanno la data del sopralluogo con i singoli Dirigenti Sanitari Responsabili delle macrostrutture aziendali (Presidi Ospedalieri e Distretti Sanitari) destinatarie almeno 15 giorni prima del termine di scadenza stabilito per la presentazione delle offerte. Art.5 PRESTAZIONI RICHIESTE Il servizio richiesto comprende una serie di attività definite precisamente dal presente capitolato, da intendersi assolutamente impegnative per la ditta aggiudicataria, al fine di garantire il miglior livello di pulizia ed igiene dei presidi ospedalieri e territoriali. Le succitate attività comprendono: Detersione e sanificazione giornaliera da effettuarsi, in relazione alla tipologia delle superfici, secondo le operazioni, le frequenze, le modalità ed i programmi indicati in allegato I. Detersione e sanificazione periodica con le cadenze previste dall allegato I ed in base ad un programma da concordare con la competente Direzione Sanitaria (per i Presidi Ospedalieri) o con la competente Direzione di Distretto. Il servizio deve essere effettuato in tutte le aree previste dal contratto, con divieto, per la ditta aggiudicataria, di estensione (anche solo parziale) ad aree non previste e senza la preventiva autorizzazione scritta della stazione appaltante. Gestione dei rifiuti assimilabili agli urbani e trasporto quotidiano degli stessi fino alla collocazione negli appositi siti e contenitori stabiliti dall Autorità comunale competente nei giorni previsti. Il personale della ditta è tenuto ad ottemperare alle normative nazionali e locali in materia di raccolta differenziata dei rifiuti fissata dal Comune del luogo in cui insiste la struttura oggetto dell appalto. Servizio di pulizia (su richiesta) per interventi aventi carattere d urgenza oppure per interventi prevedibili e non prevedibili, ma a carattere non continuativo, con le modalità operative di cui all allegato I. Il servizio deve essere garantito 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, compresi i festivi. Tali interventi devono essere richiesti per iscritto dal Responsabile o dal Capo Sala del servizio e/o UU.OO. ed autorizzati dalla competente Direzione Sanitaria Ospedaliera o

12 Distrettuale. Servizio di spalatura della neve ed interventi di prevenzione della formazione del ghiaccio nelle aree a rischio (scale, marciapiedi, ingressi) mediante lo spargimento di idonei prodotti. Fornitura e manutenzione di barriere anti polvere nei punti di ingresso tramite l aspirazione giornaliera ed il lavaggio mensile, nonché sostituzione in caso di usura. Servizi di disinfestazione: interventi contro blatte, pulci, vespe, formiche, pipistrelli, piccioni. Art.6 - DISPOSIZIONI RELATIVE AL SERVIZIO E fatto divieto all interno degli uffici sanitari utilizzare: - Scope in setole di crine o nylon; - Spazzoloni e stracci per pavimento; - segatura impregnata. La spazzatura del pavimento deve essere effettuata ad umido, mediante appositi panni monouso, da cambiarsi quando necessario ed almeno ad ogni locale. Non è consentito comunque l utilizzo di un solo panno per più locali. Il lavoro di spazzatura deve essere eseguito secondo la seguente procedura: 1 ~ fase: passatura ad umido, con la rimozione dello sporco grossolano e della polvere evitando la diffusione nell aria. 2 ~ fase: detersione delle superfici utilizzando panni appositi, da cambiarsi almeno ad ogni locale, e detergenti. 3 ~ fase: risciacquo delle superfici deterse onde evitare stratificazione di detergente. La spolveratura delle superfici deve essere effettuata ad umido con appositi panni da lavare e disinfettare dopo ogni uso avendo cura di non lasciare colature sulle superfici pulite. La disinfezione deve essere effettuata sempre dopo la detersione di qualsiasi superficie e da utilizzarsi solo dove previsto dal presente capitolato. I prodotti dovranno essere a base di cloro la cui composizione e definizione deve essere validata insindacabilmente dalla Direzione sanitaria. Eventuali interventi di disinfezione non previsti, che si rendano necessari, dovranno essere verificati dalla Direzione Sanitaria. Ogni attrezzo e/o materiale pluriuso deve essere lavato, sciacquato, disinfettato e riposto asciutto dopo ogni utilizzo. Per qualsiasi intervento sui pavimenti, che possa pregiudicare l aderenza, è necessario apporre la segnaletica di pericolo. Relativamente alle pulizie periodiche, che andranno iniziate e concluse entro i termini concordati con la competente Direzione Sanitaria o Direzione di Distretto, il Responsabile della ditta dovrà contattare la Capo Sala o il Responsabile della U.O., per concordare il giorno disponibile per effettuare la pulizia di risanamento prevista. Qualora particolari esigenze o impedimenti dovessero ostacolare gli interventi di pulizia nei termini stabiliti, dovrà essere concordata una data successiva. Si ricorda che la ditta è tenuta a fornire il servizio senza ritardi od interruzioni. Relativamente agli interventi periodici non giornalieri, la ditta dovrà redigere una scheda riportante la programmazione su base annuale che dovrà essere approvata dalla Direzione Sanitaria. Il servizio di sanificazione e di sanitizzazione è articolato in base a protocolli specifici differenziati in base al rischio ed allegati al presente capitolato come segue: - protocollo di sanificazione e sanitizzazione dei locali a basso rischio - protocollo di sanificazione e sanitizzazione dei locali a medio rischio - protocollo di sanificazione e sanitizzazione dei locali ad alto rischio. Art. 7- MATERIALI ED ATTREZZATURE In sede di offerta, le ditte dovranno fornire l elenco analitico quali-quantitativo e materiale illustrativo dettagliato dei prodotti, delle attrezzature e degli attrezzi utilizzati per l esecuzione del servizio oggetto dell appalto (pulizia, sanificazione, disinfezione ecc.). Tutti i prodotti utilizzati

13 devono essere rispondenti alle norme vigenti (biodegradabilità, dosaggi, impieghi ecc.). La ditta dovrà allegare alla documentazione tecnica la documentazione completa sulle schede di sicurezza e sulle schede tecniche dei prodotti e delle attrezzature che intende utilizzare, restando a carico della ditta stessa il risarcimento di tutti i danni materiali provocati dall utilizzo di prodotti difettosi, dal loro uso erroneo, improprio, o non conforme alle norme. La documentazione tecnica dei prodotti dovrà riportare inoltre, le seguenti informazioni: - nome del prodotto e ditta produttrice - composizione chimica - attività microbiologica - indicazione d uso e relative diluizioni - modalità d impiego - tipo di confezione - pericoli ed informazioni tossicologhe ed ecologiche - misure di primo soccorso - misure antincendio - misure da adottarsi in caso di fuoriuscita accidentale - manipolazione e stoccaggio - misure di protezione individuale - norme per lo smaltimento, trasporto. I prodotti pericolosi devono riportare sul contenitore, oltre a quanto sopra elencato, la dicitura Presidio Medico Chirurgico ed il numero di registrazione del prodotto, il numero di lotto di produzione, la data di preparazione e quella di scadenza, la marchiatura CE. Tutti i prodotti e/o loro contenitori presenti sui carrelli delle pulizie o negli ambienti di lavoro, devono essere etichettati a norma di legge. Non devono essere presenti contenitori anonimi. I prodotti detergenti e/o disinfettanti devono essere conservati in modo corretto. Il servizio di sanificazione e pulizia deve garantire il migliore livello di pulizia ed igiene, i sistemi previsti per il servizio richiesto devono basarsi sulla meccanizzazione e sull utilizzo di metodiche e di prodotti di alta qualità e resa. Tutte le attrezzature per la pulizia devono essere a norma e conformi alle disposizioni antinfortunistiche vigenti in Italia e nella Comunità Europea. Tutto il materiale, i prodotti, gli attrezzi e le attrezzature illustrate e documentate in sede di gara potranno essere cambiati, nel corso della durata dell appalto, solo su precisa autorizzazione della ASL. L ASL si riserva la facoltà di vietare l impiego di quei prodotti che, a suo insindacabile giudizio, fossero ritenuti dannosi. Le macchine utilizzate dovranno rispondere alle vigenti normative di sicurezza, essere collegate solo ad idonee prese e risultare compatibili con l attività sanitaria, non rumorose, ed in perfetto stato di funzionamento. Tutte le attrezzature a funzionamento elettrico andranno collegate a dispositivi in grado di assicurare la perfetta messa a terra e dovranno avere un assorbimento di energia contenuto, comunque inferiore alle capacità delle prese di corrente. Su tutta l apparecchiatura di proprietà dell impresa aggiudicataria utilizzata all interno dei Presidi della ASL dovrà essere applicato un contrassegno indicante la ragione sociale della ditta aggiudicataria. Art.8- PRESTAZIONI STRAORDINARIE L ASL potrà chiedere all impresa ulteriori prestazioni occasionali e non continuative (da pagarsi a mq. al prezzo unitario di aggiudicazione) riconducibili a: - interventi conseguenti ad allagamenti, pulizia pannelli ed altri impianti; - interventi straordinari di ripristino post intervento edile o di imbiancatura, da intendersi comprensivi di spolveratura e deragnatura soffitti e pareti non lavabili, lavaggio persiane e tapparelle, lavaggio ed asciugatura vetri e telai, lavaggio ed asciugatura pareti lavabili,

14 eliminazione di macchie di vernice e calce da pavimenti e zoccolature, scopatura ad umido dei pavimenti, lavaggio meccanico dei pavimenti ; - eventuali altre prestazioni quantificabili a mq.. Le pulizie in oggetto dovranno essere eseguite a richiesta, nei tempi e con le modalità tecniche di volta in volta indicate dalla Direzione Sanitaria. Tali prestazioni dovranno essere di volta in volta richieste ed autorizzate per iscritto dalla competente Direzione Sanitaria. Art.9 - CARATTERISTICHE GENERALI DEL SERVIZIO La ditta appaltatrice si obbliga ad eseguire, con proprio personale ed alle condizioni particolari e generali indicate nel presente Capitolato, il servizio di pulizia dei locali e delle attrezzature, così come dagli allegati, nonché le eventuali prestazioni di pulizia straordinaria comunque richiesta. Si impegna ad eseguire a regola d arte e con scrupolo tutte le operazioni richieste, ad osservare tassativamente sia gli orari disposti (definiti con la Direzione Sanitaria e, comunque ricompresi nella fascia oraria tra le ore e le ore 22.00), le frequenze, le modalità, i termini e le condizioni previste nel capitolato, sia quelli successivamente concordati con l Amministrazione. Art.10 - OSSERVANZA Dl CONTRATTI COLLETTIVI Dl LAVORO, ASSICURAZIONI E PREVIDENZA SOCIALE In riferimento alla procedura di subentro dell impresa si applicheranno le disposizioni della normativa contrattuale del settore oggetto dell appalto, ai sensi del vigente Contratto di Lavoro della Categoria, e la normativa in materia. Per il personale impiegato nel servizio, la ditta aggiudicataria è tenuta all esatta osservanza delle norme legislative e regolamentari vigenti in materia di sicurezza sul lavoro, di prevenzione e di assicurazione contro gli infortuni, di assicurazioni sociali (invalidità, vecchiaia, disoccupazione ecc.), al puntuale versamento dei contributi, alla corresponsione di tutti gli emolumenti previsti dalle vigenti disposizioni di legge e dai contratti collettivi di categoria. E tenuta, inoltre, a comunicare alla ASL le informazioni necessarie per consentire i periodici controlli in via digitale sul sito dello Sportello Unico Previdenziale. L ASL ha facoltà, in qualsiasi momento, di verificare la regolare e puntuale esecuzione degli obblighi di cui al presente articolo. Art.11 - REFERENTI DELL IMPRESA La ditta aggiudicataria dovrà garantire la possibilità di reperire rapidamente un suo Referente unico per ciascun cantiere. Il Referente dovrà sempre essere rintracciabile, mediante telefono cellulare fornito dalla ditta, e dovrà avere facoltà e mezzi necessari per far fronte anche alle evenienze impreviste relative agli adempimenti contrattuali. Tutte le contestazioni di inadempienza fatte in contraddittorio con detto Referente, si intendono riferite direttamente all impresa. Il Referente dovrà essere a disposizione presso il presidio ospedaliero, dall inizio al termine dell attività giornaliera di pulizia, sanificazione e sanitizzazione. Art. 12- DISPOSIZIONI SANITARIE La ditta aggiudicataria dovrà tenere per ciascun dipendente i seguenti documenti: - certificato sanitario dal quale risulti la sussistenza dei requisiti di sana e robusta costituzione fisica; - certificato penale. I suddetti certificati dovranno essere consegnati, se richiesti, al Servizio Provveditorato, dovranno essere di data non anteriore a tre mesi e dovranno essere disponibili anche per le persone assunte nel corso del contratto, in sostituzione o in aumento rispetto a quelle

15 inizialmente impiegate nei lavori. I cambiamenti di personale addetto dovranno essere tempestivamente comunicati alla ASL. La ditta aggiudicataria dovrà far pervenire con frequenza trimestrale l elenco nominativo dei propri dipendenti; il mancato invio del predetto elenco comporterà la penale di cui all art.24 del presente capitolato. Il personale dell impresa dovrà essere in possesso del giudizio di idoneità alla mansione specifica, e sottoposto a sorveglianza sanitaria preventiva e periodica, ai sensi del D.Lgs. 626/94. L impresa ha l obbligo di rispettare tutte le norme inerenti la sicurezza del personale, assumendosi la completa responsabilità dell ottemperanza alle vigenti norme igieniche ed infortunistiche, esonerando la committente da qualsiasi responsabilità in merito. Nell espletamento delle proprie attività, la ditta dovrà far rispettare ai propri operatori le norme derivanti dal D.M. del 28/09/90, relativo alla protezione dal contagio professionale da HIV nelle strutture sanitarie e dal D.Lgs. n. 626/94 e successive modifiche relativamente al miglioramento della sicurezza e della salute sul luogo di lavoro. Le divise e i D.P.I. degli operatori addetti sono a carico ed a responsabilità della ditta. Art. 13- INFORMAZIONE AL PERSONALE La ditta aggiudicataria deve fornire ai propri dipendenti adeguate informazioni circa i rischi per la sicurezza e la salute sul luogo di lavoro. L avvenuta informazione dovrà risultare da apposite dichiarazioni della ditta e dovrà essere documentata all Amministrazione dell ASL. Nelle aree caratterizzate da rischi gravi e specifici potranno accedere esclusivamente i lavoratori autorizzati (contraddistinti da apposito tesserino). E obbligo dell impresa comunicare preventivamente all Amministrazione l elenco del personale operante (titolari e sostituti) nelle aree soggette a CONTROLLO FISICO DELLA RADIOPROTEZIONE ; detto personale dovrà essere assegnato in via definitiva e continuativa all espletamento del servizio e sarà vincolato a quanto disposto dal D.L. 230/95 e dal D.P.R. n. 449 del 13/07/90, in materia di documenti relativi alla sorveglianza fisica della radioprotezione. Art REQUISITI E DOVERI L impresa è tenuta ad impegnare personale di sicura moralità, professionalmente abile, che osservi diligentemente le norme e le disposizioni disciplinari della committente, sostituendo, a richiesta di quest ultima o di propria iniziativa, quegli elementi che diano motivo di fondate lamentele da parte dell ASL o che, per seri motivi, non risultino idonei all espletamento del servizio. Al termine del servizio il personale dell impresa dovrà immediatamente lasciare i locali della committente. Nei confronti dei dipendenti inosservanti delle norme impartite, verranno assunte le più severe sanzioni consentite. Ai lavoratori dell Impresa è fatto divieto di aprire cassetti o armadi, maneggiare carte, documentazione clinica o altri documenti e dovranno operare al fine del contenimento dei consumi energetici, anche spegnendo le luci non necessarie. Il personale consegnerà ogni oggetto che risulti smarrito, rinvenuto nell espletamento del servizio, al proprio superiore, il quale, tempestivamente, provvederà alla consegna dello stesso al Responsabile dell Unità Operativa Ospedaliera o Distrettuale. Nello svolgimento del servizio deve evitarsi qualsiasi intralcio o disturbo al normale andamento dell attività espletate presso le strutture oggetto del servizio e, a questo scopo, le squadre dovranno essere ben addestrate, specializzate, divise e destinate in modo coerente ai reparti o aree loro assegnate. L impresa si impegna altresì alla tempestiva sostituzione del personale assente per ferie, malattia, ecc., allo scopo di evitare disservizi nell espletamento delle pulizie. Il dipendente dell impresa dovrà mantenere il segreto d ufficio su fatti o circostanze, di cui sia

16 venuto a conoscenza nell espletamento delle proprie funzioni, concernenti i degenti, il personale, l organizzazione e l andamento del presidio presso il quale svolge la propria attività lavorativa. Il mancato rispetto del segreto d ufficio, se accertato, verrà perseguito ai sensi di quanto disposto dalla vigente normativa in materia. L appaltatore deve curare che il personale adibito all espletamento del lavoro: vesta una divisa idonea in tutte le sue componenti, conforme al disposto di cui al D.L 626/94 e successive modifiche, da mantenersi sempre in perfetto stato di pulizia; tale divisa dovrà essere sottoposta alla valutazione della Direzione Sanitaria e da quest ultima autorizzata; sia dotato di targhetta distintiva della ditta e di cartellino di riconoscimento; indossi, in situazioni particolari e se ritenuto necessario per particolari fattori di rischio, presidi di protezione quali: cuffia, mascherina, sovracamice, guanti ecc.; tenga sempre un comportamento corretto; non prenda ordini da persone estranee al servizio ed al rapporto contrattuale; segnali tempestivamente agli organi competenti le anomalie rilevate durante Io svolgimento del servizio; consegni sempre le cose, qualunque ne sia il valore o lo stato, rinvenute nell ambito dei locali. Art. 15- CORSO DI FORMAZIONE DEL PERSONALE La ditta dovrà organizzare apposito corso di formazione rivolto a tutti gli operatori utilizzati nell appalto, al fine di garantire che abbiano adeguata conoscenza delle modalità di espletamento del servizio e delle condizioni contrattuali. Il corso deve avere durata complessiva non inferiore ad 8 ore formative e deve comprendere nel programma: nozioni di igiene ospedaliera, rischi biologici e sicurezza sul lavoro, nonché protocolli pratici di pulizia e disinfezione. Al corso dovrà assistere, con facoltà di integrare eventualmente il programma, un operatore indicato dalla Direzione sanitaria. Nessun operatore della ditta potrà essere inserito in una Unità Operativa del P.O. o in un ambulatorio senza aver prima frequentato il corso di formazione. A tal proposito sarà obbligo della ditta, successivamente al corso di formazione e prima dell inizio dell appalto, fornire un calendario dettagliato di date e l elenco nominativo dei partecipanti. Art. 16- RESPONSABILITA L impresa affidataria: - è responsabile dell assoluta osservanza del servizio reso dai propri lavoratori al capitolato speciale d appalto ed all offerta presentata in gara, - è responsabile del comportamento dei propri lavoratori nell orario di servizio e sarà considerata sempre direttamente responsabile della totalità dei danni arrecati a persone o cose che, a giudizio dell ASL, risultassero causati dal personale dell impresa stessa; - dovrà sempre provvedere, senza indugio e a proprie spese, alla riparazione o sostituzione delle parti o oggetti danneggiati; in caso contrario, previa lettera di notifica, l ASL si riserva la facoltà di trattenere l importo dal deposito cauzionale o dai crediti vantati dalla ditta aggiudicataria. L ASL è esonerata da ogni responsabilità per danni, infortuni od altro, che, per qualsiasi causa, dovessero accadere all appaltatore ed ai suoi dipendenti nell esecuzione delle prestazioni oggetto del presente capitolato, convenendosi, a tal riguardo, che qualsiasi eventuale onere sia da intendersi compensato nel corrispettivo del contratto. L appaltatore è altresì responsabile del buon andamento del lavoro affidatogli e delle passività

17 in cui l ASL dovesse incorrere, per l inosservanza di obblighi facenti carico direttamente alla ditta affidataria ed al suo personale dipendente. A tal fine la ditta dovrà contrarre adeguata polizza assicurativa per tutti i danni derivati da comportamenti anche omissivi del proprio personale, per tutto il tempo di permanenza su aree di proprietà dell amministrazione od in uso alla stessa, nonché per responsabilità civile verso terzi, comprensiva dell estensione di danni da incendio, con un massimale non inferiore a per sinistro. Art. 17- SCIOPERI E CAUSE DI FORZA MAGGIORE Essendo il servizio in oggetto di pubblica utilità, l impresa per nessuna ragione può sopprimerlo o non eseguirlo in tutto od in parte. Qualora ciò si verificasse l ASL potrà procedere alla risoluzione del contratto. In caso di scioperi o cause di forza maggiore, di cui dovrà essere dato all ASL congruo preavviso, la Ditta sarà tenuta a garantire un servizio di pulizia di emergenza. A questo riguardo, in sede di stipulazione del contratto, le parti (Impresa aggiudicataria ed Amministrazione) predisporranno un piano di emergenza dal quale risultino i vari interventi da attivare al verificarsi dell evento. L interruzione ingiustificata del servizio di cui al presente articolo comporta responsabilità penale in capo all appaltatore, ai sensi dell art. 355 C. P., e sarà qualificata come possibile causa di risoluzione contrattuale. Per ogni giornata di sciopero e, comunque di attivazione di un Servizio di pulizia di emergenza di cui al presente articolo, I ASL effettuerà una trattenuta pari a mezza giornata lavorativa, per attività non svolta. Art. 18-ONERI A CARICO DELL AZIENDA SANITARIA LOCALE Saranno a carico dell ASL: le spese delle utenze necessarie al normale svolgimento dei lavori di pulizia (acqua ed elettricità); la manutenzione degli impianti elettrici ed idraulici; la messa a disposizione di locali da adibirsi a: 1. Ripostigli per la custodia delle macchine, degli apparecchi di pulizia e dei materiali; 2. Spogliatoi, depositi, siti per l organizzazione del servizio. Tali locali, la cui manutenzione straordinaria ed ordinaria è a totale carico della ditta aggiudicataria, devono essere conservati in buono stato di manutenzione e di pulizia (la pulizia è a completo carico dell impresa). Il personale dell ASL addetto alle verifiche ha il diritto di accedervi in ogni momento, al fine di controllare i prodotti e le attrezzature in uso, nonché la pulizia e l organizzazione del lavoro. Ai sensi dell art.1803 e seguenti del C.C., l appaltatore è considerato custode dei locali ad esso assegnato e di tutto quanto in essi contenuto (sia di sua proprietà, che di proprietà dell Ente): ne risponde, pertanto, direttamente ed interamente, esonerando l ASL da ogni responsabilità per eventuali danni diretti o indiretti conseguenti a fatti dolosi, colposi o a furti da chiunque provocati. Al termine dell appalto i locali devono essere restituiti alla disponibilità della ASL in buone condizioni. Art INFORMAZIONE SUI RISCHI SPECIFICI E SULLE MISURE DI PREVENZIONE ED EMERGENZA In conformità al disposto dell art. 7 del D. Lgs. 19/09/94 n. 626, l ASL si impegna a fornire, tramite i propri datori di lavoro ; adeguate informazioni sui rischi specifici esistenti nell Azienda e sulle misure di prevenzione adottate e su quelle programmate per eventuali emergenze. L Impresa dovrà visionare, preliminarmente alla presentazione dell offerta, il documento di

18 Informazione sui principali rischi presenti nell Azienda Sanitaria Locale di Caserta ed indicazioni integrative di tipo preventivo per le imprese appaltatrici o lavoratori autonomi che operano all interno dell ente, nonché la bozza del DUVRI pubblicata fra gli atti di gara. Art. 20 -ONERI A CARICO DELLA DITTA AGGIUDICATARIA Sono a carico della ditta aggiudicataria gli oneri relativi all impiego e fornitura di: attrezzature ed attrezzi atti ad assicurare la perfetta e tempestiva esecuzione del servizio così come definito nel presente capitolato; divise per il personale impiegato, comprese quelle per i reparti a rischio, nonché il relativo lavaggio, da eseguirsi nel rispetto delle norme vigenti in materia di igiene ospedaliera; tessere di riconoscimento e distintivi per il personale impiegato nel servizio; sacchi a perdere per immondizia; materiali di pulizia (detersivi, cere, disinfettanti); tutte le spese ed oneri dovuti al personale dipendente dall appaltatore; mantenimento, per quanto possibile, del medesimo personale adibito alle singole unità operative, al fine di evitare spostamenti che possano determinare scompensi organizzativi e funzionali; montaggio, impiego e smontaggio di ponteggi, elevatori, sia fissi che mobili, eventualmente necessari per qualsiasi categoria di lavoro, quali ad esempio il lavaggio delle vetrate fisse degli edifici anche all esterno; tutti i mezzi e ed i dispositivi di protezione individuale per il personale impiegato nel servizio; la supervisione da parte di un Responsabile dei lavori, materiali e prodotti utilizzati; l esecuzione delle prestazioni in orari concordati con la competente Direzione distrettuale od ospedaliera; l esecuzione dei lavori extra contratto come previsto dal presente capitolato; il rispetto delle frequenze, fasce orarie e programmi, senza ritardi che possono ripercuotersi sull attività sanitaria e/o sul servizio; tutti gli oneri derivanti da dolo o colpa imputabili all appaltatore; ogni altro onere necessario per l espletamento del servizio. Art.21 - VERIFICHE E CONTROLLI La ASL si riserva il diritto di: - controllare con personale proprio l esecuzione del servizio; - effettuare accertamenti in qualsiasi momento su attrezzature e prodotti impiegati per la pulizia e la disinfezione, al fine di verificarne la rispondenza alle specifiche schede presentate dalla ditta aggiudicataria. Il sistema di controllo si realizzerà su due livelli: UU.00. e Servizi: mediante la firma della bolla di esecuzione dei lavori da parte della caposala o del responsabile; Funzionari dell amministrazione: mediante verifiche a campione. La verifica da parte di detti funzionari avverrà sempre alla presenza del Referente nominato dalla Ditta aggiudicataria, mediante visite ispettive nei locali in appalto, scelti a campione dall Amministrazione. Alla verifica seguirà un verbale del sopralluogo inviato per conoscenza all impresa. Il Referente della Ditta aggiudicataria, qualora venga rilevata la mancanza e/o carenza del servizio, dovrà provvedere immediatamente a farlo eseguire nuovamente, senza nulla pretendere, ferma restando l applicazione delle multe e penali. Il personale dell ASL si asterrà dal fare osservazioni dirette ai dipendenti della ditta, ma rivolgerà eventuali contestazioni, sia verbali che scritte, al Referente della ditta per la struttura in questione. Le osservazioni così espresse si intenderanno indirizzate direttamente all impresa aggiudicataria.

19 L inadempienza si intende debitamente contestata dall avvenuto sopralluogo congiunto, effettuato da un rappresentante della committente e da uno dell impresa, seguito da comunicazione scritta alla Ditta aggiudicataria da parte del responsabile del Servizio Provveditorato, al quale, entro giorni 3 dalla redazione, andrà trasmesso, a cura del competente responsabile locale, il verbale relativo alla rilevazione dell inadempienza. L impresa potrà presentare le proprie controdeduzioni entro 5 giorni dalla data di ricevimento della predetta comunicazione. Espletate le verifiche del caso, l Amministrazione applicherà le multe e penali di cui sarà data notifica a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno. La ditta aggiudicataria dovrà essere assicurata contro danni a cose e a persone, arrecati dal proprio personale nell espletamento del servizio, secondo le modalità di cui ali art.16 del presente capitolato. La suddetta polizza andrà presentata all atto della stipulazione del contratto, pena la risoluzione dello stesso. Qualora l impresa non provveda al risarcimento od alla riparazione del danno nei termini fissati nella relativa lettera di notifica, la Committente resta autorizzata a provvedere direttamente a spese della ditta aggiudicataria, trattenendo l importo sul canone di prima scadenza. Art.22 - RISOLUZIONE DEL CONTRATTO L A.S.L. avrà facoltà di risolvere il contratto: 1) ai sensi dell art C.C. per inadempimento della Ditta aggiudicataria con preavviso raccomandato di almeno 30 giorni nei seguenti casi: - sospensione, abbandono o mancata effettuazione del servizio, anche parziale, da parte della Ditta; - grave violazione ed inadempimento degli obblighi contrattuali previsti nel presente capitolato, non eliminati a seguito di diffida scritta; - mancata osservanza del divieto di cessione in sub appalto, non autorizzato; - inosservanza delle norme di legge in materia di lavoro e previdenza, prevenzione, infortuni, sicurezza; - gravi azioni a danno della dignità personale degli utenti da parte degli operatori della Ditta; 2) qualora la So.Re.Sa spa (Società Regionale per la Sanità) che, per effetto della L.R. 24 del , è titolare in via esclusiva delle funzioni di acquisto e fornitura dei beni e attrezzature sanitarie delle AA.SS.LL. e delle AA.00., durante la vigenza contrattuale della presente procedura, abbia provveduto ad affidare ed abbia aggiudicato gare relative a procedure di affidamento servizi di pulizia. Art.23- CONTROLLI PERIODICI QUALI-QUANTITATIVI In occasione di ciascun intervento periodico, l impresa dovrà fare siglare al Responsabile dell U.O.A. o Servizio una bolla di lavoro. La suddetta bolla andrà progettata per forma e contenuto dall impresa aggiudicataria, concordandola con l Amministrazione. Copia di tale modulo è destinato al Servizio Tecnico ed è documento indispensabile per le operazioni di validazione della liquidazione fatture. Art. 24- PENALITA Le penalità previste sono fissate nel Contratto. Art. 25 STIPULA DEL CONTRATTO Fermi restando gli obblighi assunti dall aggiudicatario con la propria offerta, le pattuizioni saranno perfezionate, entro un mese dalla notifica dell aggiudicazione, con la sottoscrizione del formale contratto.

20 Le spese per detta stipula (copie, bolli, registrazione, ecc.) saranno a carico della Ditta aggiudicataria. Tutte le spese di contratto (registrazione, copia, bolli, etc.) sono a carico della ditta aggiudicataria; sono, altresì, a carico della stessa anche tutte le spese di ad eccezione dell IVA. La Direzione dell ASL, se necessario e ove ne ravvisi l urgenza, può richiedere l esecuzione anticipata del contratto sulla base del certificato di iscrizione della C.C.I.A.A. con relativo nulla osta ai sensi dell art.10 legge 31/05/1965, n.575. Art. 26- DOCUMENTI DA PRESENTARE A SEGUITO Dl AVVENUTA AGGIUDICAZIONE Entro 20 giorni dalla data di comunicazione dell aggiudicazione ed a pena di revoca della stessa, la Ditta aggiudicataria sarà tenuta a presentare la seguente documentazione: Deposito cauzionale definitivo ai sensi dell art.113 del D.Lgs.163/06. Polizza assicurativa per la copertura di danni a persone o cose. Dichiarazione di presa visione della Mappa Generale dei rischi dell ASL (che sarà messa a disposizione della Ditta Aggiudicataria). Dichiarazione di cui all art.13 del presente Capitolato, relativo alle informazioni al personale. Altri documenti precisati nella notifica dell aggiudicazione. La mancata presentazione dei suddetti documenti entro il termine indicato, comporterà per questa ASL, la facoltà di revocare, senza ulteriore preavviso, l aggiudicazione. Art. 27- SUBAPPALTO Il contratto non può essere ceduto a pena di nullità. Previa istanza della Ditta, e provvedimento autorizzativi della ASL, nel rispetto dell art.118 D.Lgs.163/06 e art.57 L.R. Campania n.3/07, le prestazioni che la Ditta ha espressamente indicato, a tale scopo, in sede di presentazione dell offerta, possono essere subappaltate, nella misura, alle condizioni e con i limiti e le modalità concordate. La Ditta è tenuta, comunque, e si impegna in merito, al rispetto di tutti gli adempimenti in materia disposti dalla legge sulla tracciabilità dei pagamenti. Art. 28- LIQUIDAZIONE E PAGAMENTI Alla Ditta appaltatrice vengono riconosciuti mensilmente i corrispettivi del servizio prestato. Con cadenza mensile si provvederà alla liquidazione della fattura previa acquisizione delle attestazioni, in ordine alla correttezza del servizio svolto, di tutte le strutture aziendali oggetto dell appalto. Il pagamento delle fatture viene effettuato entro 90 giorni dalla data di ricevimento delle stesse. In caso di ritardo dei pagamenti, avvalendosi di quanto consentito dal primo periodo dell art. 5 del Decreto Legislativo 231/2002, il saggio degli eventuali interessi moratori sarà pari, in ragione d anno, al saggio degli interessi legali stabilito dall art comma c.c. A tal fine la sottoscrizione dell offerta di gara comporta, quindi, anche l accettazione della previsione di cui sopra, ai sensi e per gli effetti dell art comma del c.c. Gli importi fatturati devono essere assoggettati ad IVA, che sarà a carico della ASL. Per accettazione Ditta: Il legale rappresentante:

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente - indirizzo postale:

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

Codice Identificativo Gara, CIG: 03154838CC

Codice Identificativo Gara, CIG: 03154838CC ACCORDO QUADRO BIENNALE PER I SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILI, MACCHINE ED ARREDI PER UFFICIO, APPARECCHIATURE INFORMATICHE ED ELETTRONICHE, DOCUMENTAZIONE CARTACEA DA TRASFERIRE NELLA NUOVA

Dettagli

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il SCHEMA DI MANIFESTAZIONE D INTERESSE Spett.le COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE Ufficio Lavori Pubblici Piazza 28 ottobre 1918, n. 1 31025 Santa Lucia di Piave (TV) comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it.

Dettagli

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO QUESITO n. 1 con riferimento all'elenco dei servizi analoghi prestati nell'ultimo triennio (2004/2005/2006) volevo cortesemente sapere se i certificati di buona esecuzione rilasciati dai committenti devono

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO E DISCIPLINARE DI GARA

CAPITOLATO TECNICO E DISCIPLINARE DI GARA Procedura aperta per l affidamento del servizio di pulizia ordinaria e di attività ausiliarie accessorie per la sede nazionale di Fondimpresa sita in Roma in via della Ferratella in Laterano n. 33 CAPITOLATO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA AL COMUNE DI OLGIATE MOLGORA VIA STAZIONE 20 - OLGIATE MOLGORA (LC) GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E TRASPORTO

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 1/2011 AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Ufficio di Segreteria Giuridico-Amministrativa U.O. Affari Generali, Giuridici e di Raccordo Istituzionale Via V.

Dettagli

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE IN PROVINCIA DI COMO ED. 2009 Coordinamento del progetto: Osservatorio Territoriale per la provincia di Como per le Imprese di pulizia In collaborazione

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale).

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). Allegato al MOD. PRES. Mod. DICH/14. DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). DELLA IMPRESA (denominazione e ragione sociale). SEDE LEGALE

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI Provincia di Salerno Area Tecnica Assetto ed Utilizzazione del Territorio CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI ART.1

Dettagli

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI

SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI CITTÀ DI MARTINA FRANCA Provincia di Taranto SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI E LOCALI COMUNALI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE DI MARTINA FRANCA - Piazza Roma, 32-74015 Martina Franca (Ta) Tel. 0804836111

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122 MINISTERO DELLA SALUTE UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE DELL ORGANIZZAZIONE E DEL BILANCIO UFFICIO VIII EX DGPOB LOTTO 2. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DEL COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA

Dettagli

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Allegato alla Deliberazione n. 1576 del 19/11/2012 REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Art. 1 OGGETTO E DESTINATARI Il presente regolamento

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti PROCEDURA APERTA n. 121/2009 Disciplinare di gara per l appalto, in quattro lotti, del servizio di pulizia, disinfezione ed

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI CAPITOLATO TECNICO Servizio di pulizia, di facchinaggio interno

Dettagli

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 MOD. 2 - Busta A AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CROTONE Prot. n. 25161 del 21/05/2012 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Fornitura di Prodotti Disinfestanti e Derattizzanti

Dettagli

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate.

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate. Roma, 5 marzo 2010 AREA COORDINAMENTO AFFARI AMMINISTRATIVI Ufficio Affari Amministrativi Contabilità e Bilancio Prot. UAA-AIFA F.3./a.23734/P OGGETTO: Gara d appalto mediante cottimo fiduciario per l

Dettagli

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo COMUNE DI PUTIGNANO BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA PER IL SERVIZIO DI FACCHINAGGIO E DI POSIZIONAMENTO, TENUTA IN EFFICIENZA E RIMOZIONE TRANSENNE E SEGNALETICA MOBILE. Allegato A alla determina dirigenziale

Dettagli

COMUNE DI CAMPORGIANO

COMUNE DI CAMPORGIANO COMUNE DI CAMPORGIANO PROVINCIA DI LUCCA Piazza Roma n. 1 Tel. 0583/618888 Fax. 0583/618433 C.F. 00398710467 E-mail : demografico@comune.camporgiano.lu.it CAPITOLATO D APPALTO AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso LETTERA INVITO A TRATTATIVA PRIVATA APERTA per Fornitura di Servizi di TRASLOCO di mobili e documenti da ufficio da Roma, Via Cristoforo Colombo 283/A (8 piano) a Roma, Quintino Sella, 42, CIG: Z9C0C2C891

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma SCHEMA DI CONTRATTO L'anno duemila..., il giorno del mese di.....in Roma TRA Lottomatica Group S.p.A. con sede in Roma, Viale del Campo Boario n. 56/d - 00154 Codice Fiscale e Partita IVA n. 08028081001,

Dettagli

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE La dichiarazione che segue deve essere resa dall Impresa concorrente completa

Dettagli

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione ALBO FORNITORI POSTE ITALIANE S.P.A. CATEGORIA SERVIZI DI PULIZIA ED IGIENE AMBIENTALE REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE Pagina 1 di 20 INDICE 1. DISPOSIZIONI GENERALI...3 1.1. Premessa e ambito

Dettagli

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. HACCP- RSO

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. HACCP- RSO La presente istruzione operativa dettaglia una specifica attività/fase di un processo descritto dalla procedura Piano Interno di Intervento Emergenza Migranti. La sanificazione ambientale viene intesa

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA (Norme Integrative al bando di gara mediante procedura aperta)

DISCIPLINARE DI GARA (Norme Integrative al bando di gara mediante procedura aperta) AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Ospedale S. Carlo di Potenza Ospedale S. Francesco di Paola di Pescopagano Via Potito Petrone 85100 Potenza Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 DISCIPLINARE

Dettagli

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA C.A.P. 00045

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA C.A.P. 00045 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA, SORVEGLIANZA E PULIZIA, NELLE SCUOLE DELL INFANZIA PARITARIE COMUNALI TRUZZI E G. RODARI DI GENZANO DI ROMA ANNI SCOLASTICI 2012/2013-2013/2014-2014/2015,

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA 1.1. ) ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA Largo Arrigo VII, 5-00153 Roma (Italia) ; centralino 06/5717621;

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 Disciplinare di gara pubblica per l affidamento dei servizi di trasporto funzionali all espletamento

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it Allegato 4) Regolamento... li... ALLA SRT - SOCIETA PUBBLICA PER IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI S.p.A. Strada Vecchia per Boscomarengo s.n. 15067 NOVI LIGURE AL Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA

DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA UNICA MISTA E DI CASSA Art. 1 - Oggetto Il presente disciplinare di gara ha per oggetto le norme di partecipazione alla successiva gara,

Dettagli

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA 1. Quale è l indirizzo web per la presentazione della domanda di accreditamento? L indirizzo della

Dettagli

Comune di Isola del Liri

Comune di Isola del Liri SERVIZIO 1 - SEGRETERIA DEL SINDACO U.R.P. AFFARI GENERALI E PERSONALE AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO, AI SENSI DELL ART. 110, COMMA 1, DEL D. LGS. 267/2000, DI N. 1

Dettagli

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 1 DISCIPLINARE DI GARA GARA EUROPEA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO 1 PUBBLICATO ALL ALBO DELL ASL 2 SAVONESE IL 08.01.2010 SCADE IL 28.01.2010 AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO In attuazione della deliberazione del Direttore Generale

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA. All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA. All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari CIG: 55637729E4 Procedura aperta per l affidamento del servizio di raccolta,

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA SPECIALISTICA E DEI SERVIZI DI SVILUPPO, MANUTENZIONE ED EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI BUSINESS PROCESS MANAGEMENT (BPM) E DI BUSINESS

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito ALLEGATO 1 Via A. Picco Oggetto: istanza di ammissione alla gara relativa servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria delle macchine operatrici di ACAM Ambiente s.p.a.. Il sottoscritto...., nato

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA

CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA ALLEGATO E) CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA Regione Toscana DG Diritti di Cittadinanza e Coesione Sociale Settore Politiche di Welfare regionale, per la famiglia e cultura della legalità, C.F.

Dettagli

COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS

COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS UFFICIO LAVORI PUBBLICI LAVÔRS PUBLICS Tel. 0432 99 20 21 - Fax 0432 99 20 51 lavori.pubblici@com-gonars.regione.fvg.it

Dettagli