COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO Provincia di Verona. Determinazione del Responsabile del Settore Ambiente e Servizi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO Provincia di Verona. Determinazione del Responsabile del Settore Ambiente e Servizi"

Transcript

1 N. 23/D Reg. Determinazioni Valeggio s/m 27/02/2014 Determinazione del Responsabile del Settore Ambiente e Servizi OGGETTO: DETERMINA A CONTRATTARE PER SERVIZIO DI DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE SUL TERRITORIO COMUNALE TRIENNIO IL RESPONSABILE DELL AREA Vista la necessità di provvedere all affidamento del servizio di disinfestazione e derattizzazione del territorio comunale per il triennio ; Preso atto che trattasi di servizio rientrante tra quelli indicati negli artt. 3 e 6 comma 1 punto n. 1 del vigente Regolamento delle spese per forniture e servizi effettuabili in economia, approvato con Deliberazione Consiliare n. 73 del 08/08/2006 e successivamente modificato con Deliberazione Consiliare n. 38 del 24/06/2008; Considerato che detto servizio è presente sul Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MEPA); Valutato che è possibile effettuare acquisti nel mercato elettronico Consip della P.A., di prodotti e servizi offerta da una pluralità di fornitori, scegliendo quelli che meglio rispondono alle proprie esigenza, attraverso due modalità: - ordine diretto d acquisto (OdA); - richiesta di offerta (RdO); Rilevato: - che il documento DURC sarà recepito in atti al momento dell individuazione dell aggiudicatario della procedura negoziata al fine dell affidamento ad esso, ai sensi dell art. 2 della legge n. 266/2002; - che, al fine di rispettare le regole sulla tracciabilità dei flussi finanziari di cui all art. 3 della legge 136/2010 e ss.mm.ii., la stazione appaltante provvederà ad effettuare i pagamenti attraverso la propria Tesoreria, esclusivamente mediante bonifico bancario/postale su conto corrente bancario o postale acceso presso banche o presso la Società Poste Italiane spa dedicato anche non in via esclusiva a tale commessa pubblica; Ritenuto per le motivazioni sopra espresse, di ricorrere alla fornitura del servizio di cui trattasi attraverso la procedura della richiesta d offerta (RdO) tramite la Consip spa; Riscontrato che, da una ricerca di mercato, le ditte da invitare alla procedura informale, in possesso dei requisiti di cui sopra per capacità tecnica, risultano quelle elencate nell allegato G) che per motivi di riservatezza, viene solo allegato agli atti del presente provvedimento; Visto che con il presente provvedimento vengono approvati: Lettera di invito (allegato A) Modulo Schema Offerta (Allegato B) Foglio patti e condizioni (Allegato C) Elenco postazioni Rat-dispenser (allegato D) Elenco Vie/caditoie da trattare con adulticida (allegato E) Pag.1

2 Fax simile modulo scheda servizi (allegato F) Considerato che per gli interventi che si prevede di effettuare il costo presunto sarà di ,00 I.V.A. inclusa; Richiamato il CIG. N. Z5B0DDEF3D; D E T E R M I N A 1. di approvare la narrativa che precede, che si intende integralmente trascritta; 2. di autorizzare l acquisto tramite MEPA, attraverso richiesta di offerta (RdO) invitando allo scopo le ditte specializzate e presenti sul MEPA, ponendo a base d asta l importo di ,00 IVA inclusa, con il criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa; 3. Di procedere all affidamento del servizio di disinfestazione e derattizzazione del territorio comunale per il triennio , prevedendo una spesa di circa ,00 I.V.A inclusa; 4. Di dare atto che l Ufficio Ambiente e Servizi provvede all attivazione delle procedure di Appalto e Gara a seguito di esecutività della presente determinazione; 5. Di approvare i seguenti allegati: Lettera di invito (allegato A) Modulo Schema Offerta (Allegato B) Foglio patti e condizioni (Allegato C) Elenco postazioni Rat-dispenser (allegato D) Elenco Vie/caditoie da trattare con adulticida (allegato E) Fax simile modulo scheda servizi (allegato F) 6. Di approvare altresì l elenco ditte da invitare (allegato G), che per motivi di riservatezza, viene solo allegato agli atti del presente provvedimento; 7. Di dare atto e stabilire, in conformità dell art. 192 del D.Lgs. n. 267/2000 che: il fine e l oggetto che con il contratto si intende perseguire è il servizio di disinfestazione e derattizzazione del territorio comunale per il triennio , mediante procedura negoziata, previa gara informale, così come previsto dagli artt. 3 e 6 comma 1 punto 3 del vigente Regolamento delle spese per fornitura e servizi effettuabili in economia, approvato con deliberazione consiliare n. 73 del 08/08/2006 e successivamente modificazioni; la scelta del contraente avverrà mediante previa gara informale, tra almeno cinque concorrenti qualificati per i servizi oggetto dell appalto e scelti in base ai criteri sopra specificati 8. Di prenotare la spesa di ,00= all intervento Cap /0 Prestazione servizi per tutele dell ambiente, come segue: ,00 sul Bilancio 2014; ,00 sul Bilancio 2015; ,00 sul Bilancio Di trasmettere copia del presente provvedimento ai sensi e per gli effetti di cui all art. 26 della L. 448/1999 come modificato dalla L. 191/2004 all organo di controllo interno. Pag 2

3 IL RESPONSABILE DELL AREA Sachetto geom. Lauro La spesa di Euro ,00= farà carico all intervento Cap /0 Prestazione servizi per tutela dell ambiente come segue: ,00 sul Bilancio 2014 (IMPEGNO 351/2014) ,00 sul Bilancio 2015 (IMPEGNO 44/2015) ,00 sul Bilancio 2016 (IMPEGNO 5/2016) che offrono la dovuta disponibilità. Per i fini di cui all art º co. del D.Lgs. n. 267 del , si appone il visto di regolarità contabile attestando altresì la copertura finanziaria. Valeggio sul Mincio, lì.... IL RESPONSABILE DELL AREA FINANZIARIA Leoni dott.ssa Maria Pag 3

4 ALLEGATO A) Prot. n Valeggio sul Mincio, Spett. Ditta Oggetto: Invito a gara ufficiosa per il servizio di disinfestazione e derattizzazione sul territorio comunale per il triennio Codesta Spettabile ditta è invitata a partecipare alla procedura negoziata, previa gara informale, per il servizio di disinfestazione e derattizzazione sul territorio comunale per il triennio per un importo presunto a base di gara di ,00= I.V.A. inclusa, ai sensi di quanto disposto dagli artt. 3 e 6 comma 1 punto 3 del vigente Regolamento per l effettuazione delle spese in economia, approvato con deliberazione consiliare nr. 73 del 08/08/2006 esecutiva e successive modificazioni. L appalto sarà aggiudicato al prezzo più basso. L offerta dovrà pervenire, a mezzo raccomandata del servizio postale o consegnata a mano, entro e non oltre le ore 12,00 del giorno Si avverte che oltre detto termine non resta valida alcuna offerta, anche se sostitutiva o aggiuntiva ad offerta precedente, né sarà consentito, in sede di gara, la presentazione di altra offerta e che le offerte condizionate sono nulle. La gara si terrà presso la Sede Municipale il giorno alle ore 9,00. MODALITA DI PRESENTAZIONE: Plico sigillato con ceralacca o con qualunque altro mezzo idoneo a garantirne l integrità fino al momento dell apertura, firmato su tutti i lembi di chiusura, indirizzato al COMUNE DI VALEGGIO SUL MINCIO UFFICIO PROTOCOLLO -, riportante la seguente dicitura: Offerta per il servizio di disinfestazione e derattizzazione sul territorio comunale, dovrà riportare, inoltre, le indicazioni della Ditta mittente. CONTENUTO DEL PLICO: Il plico dovrà contenere due buste, a loro volta sigillate con ceralacca o con qualsiasi altro mezzo idoneo a garantirne l integrità, firmate su tutti i lembi di chiusura, con l indicazione del titolo sopra specificato. Sul frontespizio di ciascuna busta, inoltre, dovrà essere chiaramente indicato il contenuto e precisamente: - documentazione amministrativa e dichiarazioni; - offerta economica Le due buste dovranno contenere la seguente documentazione: 1. Contenuto della busta DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA E DICHIARAZIONI Copia fotostatica, ancorchè non autenticata, di un documento di riconoscimento del sottoscrittore. Certificato di iscrizione alla C.C.I.A.A. di data non anteriore a sei mesi in originale o copia autenticata oppure certificazione sostitutiva resa e sottoscritta dal legale rappresentante. Foglio patti e condizioni sottoscritto per accettazione Documentazione indicata nel Foglio patti e condizioni allegato C) 2. Contenuto della busta OFFERTA ECONOMICA Pag 4

5 L offerta in bollo, redatta sul modulo schema offerta allegato, sottoscritta dal Titolare o Legale Rappresentante della Ditta, dovrà indicare, in cifre e in lettere, la percentuale unica di ribasso da applicare sui prezzi dei vari servizi elencati nel modulo Schema Offerta (Allegato B); AGGIUDICAZIONE L aggiudicazione della fornitura avverrà con il metodo di cui al regolamento per l acquisizione di beni e servizi per l esecuzione di lavori in economia approvato con delibera di Deliberazione Consiliare n. 73 del 08/08/2006, successivamente modificato con Deliberazione Consiliare n. 38 del 24/06/2008 e con Deliberazione Consiliare n. 24 del 03/04/2012 e che l aggiudicazione avverrà a favore della ditta che presenterà l offerta economicamente piu vantaggiosa per l Amministrazione comunale. L aggiudicazione avverrà con le modalità sotto descritte: 1. Apertura del plico Documentazione amministrativa e dichiarazioni. Le offerte non in regola con la documentazione richiesta verranno escluse dalle fasi successive della valutazione. 2. Apertura del plico Offerta economica. 3. Provvisoria aggiudicazione all offerta più vantaggiosa per l Amministrazione. ESCLUSIONI AVVERTENZE Resta inteso che: Il recapito del piego rimane ad esclusivo carico del mittente ove, per qualsiasi motivo, lo stesso non giunga a destinazione in tempo utile; Non si darà corso all apertura del plico che non risulti pervenuto entro il termine di presentazione dell offerta o che sullo stesso non sia apposto il mittente, la scritta relativa all oggetto della gara, non sia sigillato e firmato su tutti i lembi di chiusura (compresi i lembi preincollati); Non sarà ammessa alla gara l offerta in caso che manchi o risulti incompleto o irregolare alcuno dei documenti richiesti; parimenti determina l esclusione dalla gara il fatto che l offerta non sia contenuta nell apposita busta interna debitamente sigillata e controfirmata su tutti i lembi di chiusura (anche quelli preincollati) e recante l indicazione del mittente e l oggetto della gara. In questo caso l offerta resta sigillata e debitamente controfirmata dal Presidente con indicate le irregolarità, che saranno pure riportate sul verbale, e rimane acquisita agli atti della gara. Visto quanto stabilito dall art. 6 del Regolamento comunale per l effettuazione di spese in economia, si ricorrererà al sistema del contratto aperto in quanto non è possibile predeterminare con precisione la quantità di materiale occorrente e di conseguenza la spesa da affrontare; Non sono ammesse offerte che rechino abrasioni o correzioni nell indicazione del prezzo; in caso di offerte uguali si procederà all aggiudicazione a norma del 2 comma dell art. 77 del R.D. n. 827/1924. Il Presidente della gara si riserva la facoltà insindacabile di non far luogo alla gara stessa o di prorogarne la data dandone, comunque, comunicazione ai concorrenti senza che gli stessi possano accampare alcuna pretesa al riguardo; La documentazione non in regola con l imposta di bollo sarà regolarizzata ai sensi dell art. 16 del DPR n. 955; Per eventuali informazioni contattare l Ufficio Ambiente e Servizi Tel /810 Pag 5 IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO Sachetto geom. Lauro

6 Allegato B) SERVIZIO DI DERATTIZZAZIONE MODULO SCHEMA OFFERTA Le aree oggetto d intervento di derattizzazione verranno suddivide in siti equivalenti (S.E.). Il Sito Equivalente è un area dove verrà dislocata una mangiatoia visitata una volta ad intervento. Il numero di S.E. verranno indicati nella scheda allegata al presente appalto La derattizzazione in alcune aree del centro urbano potrà interessare anche la rete fognaria. Eventuali interventi di derattizzazione effettuati al di fuori del programma previsto verranno richiesti direttamente dal Comune (Ad oggi nel territorio comunale sono presenti n 40 postazioni) come da allegato E) controllo, monitoraggio e ricarica dei punti d adescamento attivati 40 rat-dispensers con cadenza mensile (quantità prevista 6 confezioni da 8Kg ciascuna); raccolta dei dati relativi al consumo per ogni singolo punto e trasmissione dei dati MENSILMENTE all ufficio ecologia anche a mezzo fax. Costo trattamento CON RICAMBIO ESCHE / 6,50= + IVA x 10 trattamenti/anno x 40 rat-dispenser IMPORTO A BASE D ASTA 2.600,00=+ IVA INTERVENTI A RICHIESTA DA EFFETTUARSI NEI LUOGHI DI VOLTA IN VOLTA INDICATI DALL UFFICIO ECOLOGIA E DOVRANNO ESSERE EVASI ENTRO 72 ORE DAL RICEVIMENTO DELLA COMUNICAZIONE DA PARTE DEL COMUNE, FATTO SALVO OVE DIVERSAMENTE SPECIFICATO. Per ogni servizio aggiuntivo, richiesto e autorizzato dal Responsabile del Comune: Costo del servizio ad intervento IMPORTO A BASE D ASTA /ora 35,00 + IVA Dovranno essere utilizzati topicidi nelle formulazioni più opportune contenenti come p.a. anticoagulanti a dose singola. Le esche rodenticide impiegate conterranno il denatonium benzoato, sostanza inappetente che conferisce ai prodotti gusti molto amari che li rendono inappetenti nei confronti degli animali no target e all uomo. SERVIZIO DI DISINFESTAZIONE DA ZANZARE Il loro controllo sul suolo pubblico deve avvenire prevalentemente attraverso interventi di lotta sulle larve durante tutto il periodo attivo delle zanzare, collocando all interno di tombini e caditoie stradali insetticidi antilarvali, preferibilmente i nuovi prodotti a base di Bacillus thuringensis insieme a Bacillus sphericus a assenza di impatto ambientale, in alternativa di Pyriproxyfen o Diflubenzuron (appartenenti alla classe chimica dei Regolatori di crescita degli insetti) con cadenza mensile (ogni tre settimane), con principi attivi che, alle dosi raccomandate sono innocui per i vertebrati. Intervento antilarvale con LANCIA CONTENETE FLUIDO DENTRO OGNI CADITTOIA con cadenza mensile, 6 interventi previsti dal mese di Maggio al Mese di Ottobre, si circa cadittoie situate nelle zone pubbliche del capoluogo e delle frazioni del Comune (via, piazze, edifici pubblici) come da allegato E) ad intervento: Ogni caditoia trattata, ad esclusione di quelle del centro storico, identificate in fase operativa, dovrà essere contrassegnata con vernice a spruzzo del colore o eventuale altro contrassegno, e secondo le modalità concordate prima di ogni ciclo di interventi con il Responsabile del Servizio. Costo del servizio ad intervento, IMPORTO A BASE D ASTA /caditoia 0,48 + IVA Costo trattamento /cad. 0,45= + IVA x 6 trattamenti/anno x cadittoie IMPORTO A BASE D ASTA 7.020,00=+ IVA Pag 6

7 Intervento adulticida: su richiesta, intervento straordinario utilizzando mezzi ed attrezzature specifiche ( gruppo automizzatore min. 20cv.) si parchi verde pubblico ed aree sensibili in genere: Costo ORARIO ad intervento adulticida IMPORTO A BASE D ASTA... /ora 75,00 + IVA Il sottoscritto nato a Il nella qualità di : legale rappresentante procuratore speciale titolare altro (specificare) della Ditta con sede in Via / Loc. n O F F R E per il servizio di disinfestazione e derattizzazione un ribasso del (in cifre), diconsi del (in lettere) rispetto a tutti i prezzi sopra indicati per ogni singolo servizio, ordinario e straordinario:, lì Firma Pag 7

8 Allegato C) FOGLIO PATTI E CONDIZIONI PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE SUL TERRITORIO COMUNALE TRIENNIO ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO Il presente foglio patti e condizioni, ha per oggetto il servizio di disinfestazione e derattizzazione da eseguirsi sul territorio comunale per il triennio , solo nelle aree pubbliche ed edifici pubblici o di pubblico interesse ESCLUSE TUTTE LE AREE PRIVATE. ART. 2 ESECUZIONE DEL SERVIZIO I servizi di disinfestazione e derattizzazione dovranno avvenire nel rispetto delle modalità di intervento previste dalla vigente normativa e secondo il programma di lavoro predisposto in concerto con dall Ufficio Tecnico Ambiente e Servizi e, su specifica richiesta dello stesso Ufficio per fronteggiare situazioni contingibili ed urgenti che si verificassero sul territorio comunale. La ditta affidataria è tenuta all impiego di mezzi, materiali e personale adeguati all espletamento dei lavori; le sostanze e/o biocidi impiegati per gli interventi, dovranno essere autorizzati e/o registrati c/o Ministero della Salute a bassa tossicità e forniti delle relative schede tossicologiche e tecniche e comunque tali da garantire condizioni di sicurezza nei confronti delle persone ed animali ed essere. Le azioni di lotta devono essere improntate alla massima sicurezza della popolazione, degli operatori e dell ambiente. Per tali ragioni nella lotta ai ratti dovranno essere impiegate tutte le tecniche a disposizione per ridurre i rischi di contaminazione ambientale e di assunzione di esca da parte di animali non target (uomo compreso). La ditta, nell ambito dell espletamento del servizio di che trattasi, è tenuta inoltre a segnalare eventuali situazioni (focolai) e/o problematiche che si riscontrassero in un determinato luogo che possano creare situazioni di pregiudizio e/o pericolo per la salute dei cittadini. Sono a carico della ditta, ed a propria responsabilità le precauzioni e le cautele nell uso di insetticidi e prodotti chimici, biocidi e biologici impiegati nell espletamento degli interventi onde evitare il verificarsi di danni a persone, animali o cose. ART. 3 DURATA DEL SERVIZIO Il servizio che l Amministrazione Comunale intende affidare è da ritenersi ESTESO DAL MESE DI MARZO AL MESE DI DICEMBRE per ciascun anno di riferimento e comunque fino all esaurimento della somma stanziata. ART. 4 AMMONTARE DEL SERVIZIO A puro titolo indicativo e per ragioni di bilancio corrente, l ammontare per l espletamento dei servizi di cui al presente atto, viene fissato in ,00= I.V.A. inclusa. La ditta affidataria non potrà comunque avanzare richiesta alcuna di modifica delle condizioni previste dal presente documento, qualora l importo e le quantità previste nel preventivo subiscano delle variazioni in più o in meno e non potrà vantare alcuna pretesa nel caso in cui i lavori commissionati fossero inferiori all importo d appalto preventivato. Pag 8

9 ART. 5 SERVIZIO DI DERATTIZZAZIONE MODALITA DEGLI INTERVENTI E PRODOTTI DA UTILIZZARE SERVIZIO DI DERATTIZZAZIONE: 10 trattamenti/anno MARZO DICEMBRE x 40 ratdispenser le aree oggetto d intervento di derattizzazione verranno suddivide in siti equivalenti (S.E.). Il Sito Equivalente è un area dove verrà dislocata una mangiatoia visitata una volta ad intervento. Il numero di S.E. verranno indicati nella scheda allegata al presente appalto La derattizzazione in alcune aree del centro urbano potrà interessare anche la rete fognaria. Eventuali interventi di derattizzazione effettuati al di fuori del programma previsto verranno richiesti direttamente dal Comune (Ad oggi nel territorio comunale sono presenti n 40 postazioni),elenco ALLEGATO e) controllo, monitoraggio e eventuale ricarica dei punti d adescamento attivati 40 rat-dispensers con cadenza mensile (quantità prevista 6 confezioni da 8Kg ciascuna); raccolta dei dati relativi al consumo per ogni singolo punto e trasmissione dei dati MENSILMENTE all ufficio ecologia anche a mezzo fax. INTERVENTI A RICHIESTA DA EFFETTUARSI NEI LUOGHI DI VOLTA IN VOLTA INDICATI DALL UFFICIO ECOLOGIA E DOVRANNO ESSERE EVASI ENTRO 72 ORE DAL RICEVIMENTO DELLA COMUNICAZIONE DA PARTE DEL COMUNE, FATTO SALVO OVE DIVERSAMENTE SPECIFICATO. Gli interventi devono essere eseguiti nel rispetto della normativa vigente, garantendo il minimo impatto ambientale. I prodotti rodenticidi utilizzati devono essere esche appetibili a base di anticoagulanti, registrati presso il competente Ministero come presidi medico-chirurgici e muniti di autorizzazione sanitaria. Ogni utilizzo difforme da quanto previsto dalla scheda tecnica non sarà ammesso. I principi attivi utilizzati dovranno essere scelti tra quelli di seguito indicati: - Difetialone - Bromadiolone - Flocoumafen - Difenacoum - Brodifacoum I formulati dovranno essere in blocchi paraffinati estrusi a comprovata appetibilità per i muridi e permettere la valutazione dei consumi oltre ad impedirne il più possibile l asportazione totale, o in parte, dal roditore. Per maggiore sicurezza saranno da preferire esche addizionate con additivo amaricante quale il denatoniumbenzoato. Gli erogatori non potranno essere riempiti oltre quanto permesso dalle loro caratteristiche di costruzione. Oltre ai blocchi paraffinati potranno essere impiegate formulazioni in pasta fresca che dovrà comunque essere fissata all interno dell erogatore. Di tutti i prodotti che la Ditta intenderà impiegare dovrà allegare: Fotocopie dei decreti di registrazioni presso il competente Ministero Schede di sicurezza Pag 9

10 La ditta aggiudicataria dovrà consegnare prima dell inizio dell attività nel territorio comunale, le schede tecniche e di sicurezza dei biocidi che verranno impiegati. La commissione, a suo insindacabile giudizio, potrà richiedere l utilizzo di biocidi alternativi a quelli proposti, qualora la documentazione presentata non soddisfi le indicazioni previste. Prima di ogni intervento di derattizzazione l operatore della ditta aggiudicataria dovrà contattare il REFERENTE COMUNALE. L attività espletata dalla ditta aggiudicataria dovrà risultare da una scheda di servizio giornaliera da consegnare al COMUNE e al SISP, anche a mezzo fax, entro 48 ore dal termine di ogni trattamento a conferma dell avvenuta effettuazione del servizio. La scheda di servizio giornaliera dovrà contenere le seguenti informazioni: Intestazione indicante i dati della ditta appaltatrice Aree trattate (Siti Equivalenti) Tipologia di servizio svolto Numero di intervento programmato Prodotti impiegati e loro quantità Data di esecuzione del servizio Operatori coinvolti Tempo impiegato Consumi d esca evidenziati Firma dell operatore Ulteriori contenuti potranno essere inseriti qualora se ne ravvisi la necessità. Tutte le variazioni riguardanti il calendario degli interventi dovranno sempre essere preventivamente concordate con il Referente Comunale e comunicate a mezzo PEC al SISP. Per i trattamenti nelle caditoie le esche devono essere ancorate alla parete del manufatto in maniera sicura, in modo da impedirne l asportazione da parte del roditore e in modo che eventuali manutentori della rete fognaria non corrano rischi. Per i Siti equivalenti l appaltatore svolgerà il servizio utilizzando postazioni fisse (rat box) con le seguenti caratteristiche e modalità: i box contenitori dislocati in siti con accesso di minori (scuole, parchi comunali e aree ludiche e simili) dovranno, oltre a possedere le suddette caratteristiche, essere posizionati in sedi normalmente non accessibili,l esca dovrà essere fissata nella postazione per evitare che il ratto la porti all esterno. La Ditta aggiudicataria si dovrà impegnare ad apporre dei cartelli e manifesti, per avvertire la popolazione della campagna di derattizzazione in corso, riportanti le seguenti informazioni: la data di intervento, il principio attivo utilizzato, il recapito della Ditta, l antidoto ed altre indicazioni che saranno previamente concordate con il REFERENTE COMUNALE e il SISP. La segnalazione della presenza dell esca deve essere ben visibile e non alterabile dagli agenti atmosferici, e DEVE ESSERE ESPOSTA ALMENTO 5 GIORNI LAVORATIVI DI ANTICIPO (Art. 1 c.4 Ordinanza Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali 18/12/2008) Pag 10

11 Oltre alla cartellonistica prevista, ogni erogatore deve riportare in maniera evidente e resistente agli agenti atmosferici: il nome e i riferimenti della ditta che esegue i lavori, il principio attivo utilizzato, l antidoto per il principio attivo utilizzato, il numero di codice della postazione. Art. 6 valutazione dell efficienza della ditta e della congruità ed efficacia dei trattamenti Questo Comune verificherà la presenza della Ditta e l effettuazione dei trattamenti nei giorni, nelle ore e nei luoghi dichiarati nelle schede di lavoro. Nel corso della stagione verranno effettuate delle verifiche sulle modalità di intervento e sulla modulistica predisposta. I controlli sono affidati al SISP all interno del proprio piano di vigilanza, ma potranno anche essere eventualmente eseguiti da questo Comune. Art. 7 PROGETTO OFFERTA DERATTIZZAZIONE La Ditta concorrente dovrà produrre, nei termini e secondo le modalità indicate nella lettera invito, la seguente documentazione tecnica: 1. Relazione sottoscritta dal legale rappresentante della Ditta nella quale indichi la quantità e la qualità delle attrezzature che l Azienda e in possesso. All uopo la Ditta dovrà allegare, per dimostrare l effettivo possesso degli automezzi e attrezzature fotocopie autenticate dei libretti di immatricolazione e/o fatture di acquisto di quanto proposto. 2. Indicazione del numero di operatori stabilmente assunti dalla Ditta e operatori stagionali presenti nel periodo primaverile estivo per attività di disinfestazione nel periodo Indicazione del Responsabile Tecnico, relativo curriculum ed esperienza nella gestione di problematiche simili, nonché qualsiasi altra informazione atta a dimostrare la capacità professionale necessaria, in qualità di referente unico, per coordinare il personale assegnato al servizio e la capacità di tenere i contatti con il Referenti Comunale ed il SISP 4. Elenco delle referenze circa l effettuazione di servizi identici (per tipologia) a quelli oggetto di gara eseguiti presso Pubbliche Amministrazioni nel periodo Biocidi che verranno impiegati nel presente appalto. I biocidi dovranno soddisfare le indicazioni riportate nel presente appalto. Di ogni prodotto indicato dovranno essere presentate le schede tecniche e di sicurezza e i decreti di registrazione autenticati 6. Documentazione inerente il rischio da agenti chimici (Titolo 9-bis DLgs 81/08); ART. 8 SERVIZIO DI DISINFESTAZIONE DA ZANZARE Il presente appalto ha per oggetto i seguenti interventi: Interventi programmati: 1. interventi larvicidi nelle caditoie stradali in ambito comunale, in caditoie delle aree verdi e in caditoie di pertinenza di immobili comunali 2. interventi larvicidi nei fossati Interventi a richiesta: 1. interventi adulticidi in aree pubbliche 2. interventi per emergenza sanitaria Ai fini degli interventi programmati in allegato verranno indicate: Pag 11

12 le vie stradali, le aree verdi e gli edifici comunali ed il relativo numero di caditoie i chilometri di fossati che si intendono trattare. TIPOLOGIA DI INTERVENTO RICHIESTO: Le azioni di lotta devono essere improntate alla massima sicurezza della popolazione, degli operatori e dell ambiente. Per tali ragioni nella lotta alle zanzare verranno privilegiati gli interventi larvicidi. Le diverse tipologie di interventi da eseguire nelle aree interessate risultano essere quelli sotto riportati. Intervento antilarvale a cadenza mensile; 6 interventi da MAGGIO AD OTTOBRE, su circa caditoie stradali in ambito comunale in caditoie delle aree verdi e in caditoie di pertinenza di immobili comunali, in caditoie delle aree verdi ed in caditoie di pertinenza di immobili comunali, nonché interventi larvicidi nei fossati (vie, piazze, scuole, asili, impianti sportivi) e nelle frazioni di Foroni, Vanoni-Remelli, Borghetto, Santa Lucia e Salienze, come dall elenco ALLEGATO E) Interventi a richiesta Interventi adulticidi Per gli interventi adulticidi nei confronti delle zanzare, verrà considerato il Focolaio Equivalente Adulticida (FEA) ovvero un area che dovrà essere trattata con prodotto adulticida avvalendosi di atomizzatori con potenza non inferiore a 25 HP in grado di erogare a medio-basso volume (50 micron) nel tempo operativo di un ora LE LANCIE DEVONO ESSERE INSERITE ALL INTERNO DI CIASCUNA CADITOIA Interventi per emergenza sanitaria. La ditta dovrà eseguire interventi di disinfestazione nei confronti delle zanzare nel caso vi fossero delle situazioni di emergenza sanitaria (Chikungunya, West Nile ). Gli interventi dovranno essere effettuati secondo le indicazioni previste nei protocolli operativi approvati dalla Regione Veneto. La ditta dovrà inoltre essere disponibile per l esecuzione di interventi di disinfestazione nei confronti di mosche, blatte, vespe, calabroni, pulci, zecche e formiche ed altri infestanti a seguito di apposita richiesta di intervento da parte del Referente Comunale ART. 9 PRODOTTI DA UTILIZZARE Gli interventi devono essere eseguiti nel rispetto della legislazione vigente, garantendo il minimo impatto ambientale. Nell utilizzo dei prodotti dovranno essere rispettate le indicazioni ritenute dal competente Ministero necessarie al loro impiego e commercializzazione; in nessun caso si dovrà derogare a tali indicazioni e a quelle riportate nell etichetta dei prodotti. Tutti i prodotti impiegati dovranno essere registrati come presidi medico-chirurgici e muniti di autorizzazione sanitaria. Per l impiego dei formulati ci si dovrà attenere a quanto riportato nella scheda tecnica registrata presso il competente Ministero. Per la lotta larvicida dovrà essere utilizzato per i tombini e fossati un formulato commerciale preferibimente a base di Bacillus thuringensis insieme a Bacillus sphericus a assenza di impatto ambientale, in alternativa di pyriproxifen e/o diflubenzuron con una persistenza d azione dichiarata di almeno 3-4 settimane. E comunque opportuno da parte della Ditta fornire la documentazione che attesti l effettiva efficacia e persistenza d azione del biocida proposto nelle condizioni di campo. Per la lotta adulticida dovranno essere utilizzati biocidi privi di solventi (base acqua) contenenti associazioni di piretroidi nelle seguenti formulazioni: Microemulsione Acquosa, Sospensioni Concentrate e Emulsione Pag 12

13 Concentrata. I prodotti per i quali si prevede l utilizzo dovranno riportare in etichetta la possibilità di utilizzo per il trattamento del verde ornamentale. Per le gli interventi nel caso di emergenze sanitarie dovranno essere applicati i biocidi indicati nel piano di intervento allegato, in accordo con il Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell ULSS 22 (SISP). Per gli interventi di disinfestazione nei confronti di mosche, blatte, vespe, calabroni, pulci, zecche e formiche ed altri infestanti è opportuno impiegare biocidi in diverse formulazioni a seconda della situazione nella quale si deve operare con la finalità di garantire la massima sicurezza. La scelta proposta dovrà essere motivata. Di tutti i prodotti che la Ditta intenderà impiegare dovrà allegare: Fotocopie dei decreti di registrazione presso il competente Ministero Schede di sicurezza La ditta aggiudicataria dovrà consegnare prima dell inizio dell attività nel territorio comunale, le schede tecniche e di sicurezza dei biocidi che verranno impiegati. La commissione, a suo insindacabile giudizio, potrà richiedere l utilizzo di biocidi alternativi a quelli proposti, qualora la documentazione presentata non soddisfi le indicazioni previste. ART. 10 LIVELLO DI INTERVENTO Il livello di intervento corrisponde al numero ed alla stagionalità degli interventi. Per la lotta larvicida, gli interventi dovranno essere eseguiti periodicamente con cadenza (intervallo di tempo tra l inizio di un intervento e l inizio dell intervento successivo) indicativa di gg e comunque non superiore alle 4 settimane in tutte le caditoie indicate. Nei fossati la cadenza di intervento è invece di 15 giorni. Il primo intervento inizierà dopo la constatazione dell inizio dell infestazione larvale che verrà comunicato al REFERENTE COMUNALE dal SISP. Quelli successivi saranno con le cadenze precedentemente disposte. La Ditta aggiudicataria dovrà predisporre il programma dei trattamenti larvicidi che inizieranno entro 72 ore (3 giorni compresi i festivi) dalla comunicazione di inizio intervento da parte del REFERENTE COMUNALE. Il programma dovrà anche essere inviato, per conoscenza, al SISP. Il ciclo di disinfestazione antilarvale (periodo compreso tra l inizio e la conclusione del trattamento) dovrà essere completato nel tempo massimo di 3 giorni lavorativi. Si prevedono nell Arco dell anno 6 interventi larvicidi CON CADENZA MENSILE DA MAGGIO AD OTTOBRE Qualora nelle 48 ore che precedono l inizio degli interventi larvicidi il Bollettino Meteo del Centro Meteorologico di Teolo (ARPAV) preveda una probabilità di pioggia superiore al 60%, l intervento di disinfestazione verrà posticipato a data da stabilirsi in accordo con il REFERENTE COMUNALE. Nel caso di richiesta da parte del Referente Comunale di inserire nuove aree per la disinfestazione larvicida (incremento del numero di vie o siti per un massimo del 20%) successivamente all inizio del programma stabilito, gli interventi di disinfestazione dovranno essere effettuati entro 72 ore dalla richiesta e successivamente dovranno essere disinfestati con la cadenza prevista nel livello considerato, per tutto il Pag 13

14 periodo della stagione. In tal caso gli interventi dovranno essere effettuati agli stessi costi esitati in sede di gara e con le medesime modalità. Per la lotta adulticida il livello minimo della richiesta (Focolaio Equivalente Adulticida) corrisponde a n 1 interventi eseguiti entro 72 ore dalla data indicata nella richiesta, se non diversamente specificato, redatta direttamente dal Referente Comunale Gli interventi nel caso di emergenze sanitarie dovranno essere evasi entro 48 ore dal ricevimento della comunicazione da parte del Referente Comunale, ove diversamente specificato, salvo diverse indicazioni da parte del SISP. ART. 11 MODALITA DI INTERVENTO Prima di ogni intervento di disinfestazione larvicida l operatore della ditta aggiudicataria dovrà contattare il Referente Comunale. L attività espletata dalla ditta aggiudicataria dovrà risultare da una scheda di servizio giornaliera da consegnare al Referente del Referente Comunale e al SISP, entro 48 ore dal termine di ogni trattamento a conferma dell avvenuta effettuazione del servizio. La scheda di servizio giornaliera dovrà contenere le seguenti informazioni: Intestazione indicante i dati della ditta appaltatrice Aree trattate Tipologia di servizio svolto Numero di intervento programmato Prodotti impiegati e loro quantità Modalità di applicazione (mezzi e/o attrezzature usate) Data di esecuzione del servizio Operatori coinvolti Tempo impiegato Firma dell operatore Ulteriori contenuti potranno essere inseriti qualora se ne ravvisi la necessità. Tutte le variazioni riguardanti il calendario degli interventi dovranno sempre essere preventivamente concordate con il REFERENTE COMUNALE e comunicate a mezzo fax al SISP. Per i trattamenti nelle caditoie: si richiedono idonee attrezzature quali pompe a pressione di tipo portatile per la distribuzione di formulati larvicidi liquidi o attrezzature idonee alla distribuzione di formulati granulari. Ogni caditoia trattata, ad esclusione di quelle del centro storico, identificate in fase operativa, dovrà essere contrassegnata con vernice a spruzzo del colore o eventuale altro contrassegno, e secondo le modalità concordate prima di ogni ciclo di interventi con il Responsabile del Servizio. si precisa che, in riferimento all attrezzatura idonea, nel trattamento delle caditoie a bocca di lupo l operatore deve assicurare il raggiungimento dell acqua da parte del formulato alle dosi prestabilite CON L INSERIMENTO DELLA LANCIA DENTRO CIASCUNA CADITOIA. Pag 14

15 Prima di ogni intervento di disinfestazione adulticida, l operatore della ditta dovrà contattare il Referente Comunale. L attività espletata dalla ditta dovrà risultare da una scheda di servizio da consegnare entro 48 ore al REFERENTE COMUNALE e al SISP al termine dell intervento, a conferma dell avvenuto trattamento. Gli interventi verranno richiesti direttamente dal Comune mediante invio di una richiesta alla Ditta. Per il servizio adulticida si richiede inoltre che la Ditta abbia la disponibilità di attrezzature da impiegarsi nel trattamento di situazioni che richiedono il trattamento a piedi in spazi di limitata estensione e/o impossibili da raggiungere col nebulizzatore sull automezzo. Gli interventi nel caso di emergenze sanitarie verranno richiesti direttamente dal Comune mediante invio di una comunicazione alla Ditta e per conoscenza al SISP. Art. 12 valutazione dell efficienza della ditta e della congruità ed efficacia dei trattamenti Il Comune verificherà la presenza della Ditta e l effettuazione dei trattamenti nei giorni, nelle ore e nei luoghi dichiarati nelle schede di lavoro. Nel corso della stagione verranno eseguiti dei campionamenti sulle acque superficiali di scoli, fossi, fossati, caditoie stradali allo scopo di valutare l efficacia dell intervento. I controlli sono affidati al SISP all interno del proprio piano di vigilanza, ma potranno anche essere eventualmente eseguiti da questo Comune. Le verifiche di efficacia verranno effettuate con modalità che dipendono dalla tipologia di biocida impiegato in un intervallo di tempo compreso tra 3-15 giorni dal termine dell intervento. Art. 13 PROGETTO OFFERTA DISINFESTAZIONE La Ditta concorrente dovrà inviare, nei termini e secondo le modalità indicate nella lettera invito, la seguente documentazione tecnica: 1. Relazione sottoscritta dal legale rappresentante della Ditta nella quale indichi la quantità e la qualità delle attrezzature che l Azienda intende utilizzare nel presente appalto per i servizi richiesti. In particolare è opportuno indicare le attrezzature utilizzate per l applicazione di larvicidi nelle caditoie con indicate le modalità operative per tipologia di focolaio (fossato, caditoia a griglia, caditoia a bocca di lupo, ecc). All uopo la Ditta dovrà allegare, per dimostrare l effettivo possesso degli automezzi e attrezzature, fotocopie dei libretti di immatricolazione e/o fatture di acquisto di quanto proposto. In assenza di tale documentazione la Commissione non considererà le attrezzature indicate nella relazione 2. Indicazione del numero di operatori per ciclo che verranno utilizzati per l esecuzione del servizio di cui trattasi. In particolare dovrà essere indicato, per ciascun operatore proposto, l esperienza maturata in attività analoghe a quelle oggetto di gara ed il percorso formativo maturato nel corso degli anni 3. Indicazione del Responsabile Tecnico, relativo curriculum ed esperienza nella gestione di problematiche simili, nonché qualsiasi altra informazione atta a dimostrare la capacità professionale necessaria, in qualità di referente unico, per coordinare il personale assegnato al servizio e la capacità di tenere i contatti con il Referenti Comunale ed il SISP 4. Elenco delle referenze circa l effettuazione di servizi identici (per tipologia) a quelli oggetto di gara eseguiti presso Pubbliche Amministrazioni nel periodo Biocidi che verranno impiegati nel presente appalto suddivisi per tipologia di servizio. I biocidi dovranno soddisfare le indicazioni riportate nel presente appalto. Di ogni prodotto indicato dovranno essere presentate le schede tecniche e di sicurezza e i decreti di registrazione. Pag 15

16 6. Relazione tecnica relativa agli interventi nei confronti degli infestanti minori (blatte, formiche, pulci, zecche, vespe e calabroni) 7. Documentazione inerente il rischio da agenti chimici (Titolo 9-bis D.Lgs. 81/08) Art. 14 Personale La Ditta dovrà impiegare personale provvisto della necessaria professionalità in materia, attestata da curriculum e qualifica professionale. Il personale impiegato dovrà essere munito di telefono cellulare per poter essere rintracciato durante l esecuzione degli interventi. Il personale impiegato nel presente appalto dovrà essere dipendente della Ditta. Prima dell inizio delle attività la Ditta dovrà presentare fotocopia autenticata del libro matricola degli operatori impiegati che ne attesti la regolare assunzione. ART. 15 ADEMPIMENTI PREVIDENZIALI E DA INFORTUNI Sono a totale carico della ditta affidataria tutti gli oneri sociali obbligatori previsti dalle Norme di Legge vigenti e future per il personale dipendente, in particolare per: 1. le assicurazioni infortuni; 2. le assicurazioni previdenziali; 3. gli oneri per la sicurezza sui luoghi di lavoro. ART. 16 PAGAMENTI E RITENUTE Il pagamento dei lavori avverrà a mezzo presentazione di fatture da parte della ditta affidataria del servizio e previo benestare da parte dell Ufficio Tecnico Comunale che attesti l avvenuta esecuzione dei lavori in conformità a quanto stabilito nel presente foglio patti e condizioni. Il pagamento delle fatture avverrà a norma di legge dalla data di presentazione e non saranno prese in considerazione richieste di anticipi sulle fatture in corso di pagamento. ART. 17 SUBAPPALTI I servizi in oggetto, dovranno essere eseguiti con propri automezzi, attrezzature e personale provvisto della necessaria professionalità e capacità tecnica nell espletamento dei lavori previsti dal presente foglio patti e condizioni. Si fa divieto inoltre alla ditta affidataria di cedere in tutto o parte del servizio, pena la rescissione dell affidamento del servizio. La ditta, dovrà inoltre presentare una relazione che attesti la sua comprovata esperienza nell ambito dei servizi in argomento, che deve essere di almeno due anni con l elenco della clientela e quindi della Amministrazioni Pubbliche presso le quali è stato svolto il servizio. ART. 18 CONTESTAZIONI E CONTROVERSIE In caso di difformità del servizio rispetto agli obblighi assunti con l accettazione delle condizioni di cui al presente foglio patti e condizioni, compresa la mancata effettuazione dei servizi aggiuntivi necessario e l osservanza delle disposizioni impartite, l Ente committente, dopo aver diffidato la ditta a regolarizzare il Pag 16

17 servizio entro un tempo prestabilito, potrà servirsi di altre ditte, a suo insindacabile giudizio, ponendo a carico dell affidatario inadempiente tutte le spese e gli eventuali danni conseguenti, fatta salva la facoltà di risoluzione dell affidamento. L Ente inoltre, si riserva la facoltà di risolvere l affidamento dopo due contestazioni scritte relative all esecuzione dell affidamento (con specifico riferimento, tra l altro a ritardi nell adempimento del servizio richiesto e/o cattiva ed inadeguata gestione operativa dei servizi), e di richiedere il risarcimento dei danni. Qualsiasi divergenza o contestazione fra la ditta affidataria e l Ente committente nell applicazione del contratto, non darà mai diritto all Ente committente di sospendere o ritardare i lavori, ne titolo a giustificare i ritardi nell ultimazione degli stessi. La ditta affidataria non dovrà mai ricusare d apporre la propria firma alle contestazioni che l Ufficio Tecnico ritenesse opportuno fare avendo la facoltà di aggiungervi le osservazioni che ritenesse utili al fine di salvaguardare i propri interessi. ART. 19 RESPONSABILITA CIVILE E PENALE PER DANNI A TERZI La ditta affidataria è responsabile di qualunque danno alle persone o cose, sia in linea civile che penale, per fatto od omissione imputabile ad esso od ai suoi dipendenti od al lavoro eseguito e ciò durante l esecuzione e per la durata dell affidamento a partire dalla data di ultimazione del lavoro esonerando completamente da tale responsabilità l Ente committente. Nel corso del lavoro la ditta affidataria ha l onere di adottare tutti i provvedimenti previsti dal D.M. n. 274 del , D.P.R. 27 Aprile 1955, n.547, D.Lgs. 626/94 e D.Lgs. 494/96. La presenza di personale dell Ente committente, i controlli e le verifiche da esso eseguiti, non liberano la ditta affidataria dagli obblighi e responsabilità inerenti alla buona riuscita delle prestazioni del servizio alla loro rispondenza alle clausole contrattuali, né da quelle incombenti in forza delle Leggi, Regolamenti e Norme in vigore che disciplinano la materia. ART. 20 PROGRAMMAZIONE, ESECUZIONE E TEMPI UTILI PENALI I tempi di esecuzione dei vari lavori saranno concordati di comune accordo fra l Ente committente e la ditta affidataria. Il carattere d urgenza e non urgenza degli interventi, sarà definito dall Ente committente all atto della richiesta di ogni singolo intervento. Dopo il verificarsi di 3 (tre) inadempienze, il Comune può riservarsi il diritto di risareferente Comunaleimento dei danni e annullare l affidamento del servizio. Quando espressamente richiesto dall Ente committente, nei casi di urgente necessità, i lavori dovranno essere continuati anche fuori dal normale orario di lavoro, di notte o in giornata festiva. ART. 21 ORARIO DI LAVORO REPERIBILITA - CHIAMATA D URGENZA La ditta affidataria è a conoscenza, ai fini delle conseguenze che possono derivare, dell orario di lavoro dell Ente committente, compreso tra le ore 8,00 e le ore 13,30 dal lunedi al sabato Essa pertanto, se richiesto, dovrà uniformarsi a tale orario, programmando di conseguenza i lavori senza sollevare a riguardo eccezione alcuna. Pag 17

18 La ditta affidataria dovrà fornire all Ente committente, un recapito telefonico per chiamata d urgenza, per qualsiasi tipo d intervento o per varie anomalie che si presentassero in qualsiasi orario, senza poter pretendere per ciò compenso alcuno, avendone tenuto conto nella valutazione dei prezzi di cui all offerta inviata In caso di mancato o ritardato intervento, è tenuto a rimborsare l Ente committente per maggiori oneri da esso sostenuti con altra Impresa, e/o per indennizzi dovuti a terzi. ART. 22 RINVIO Per tutto quanto non espressamente previsto nel presente foglio patti e condizioni, si richiamano le disposizioni della normativa comunitaria, Statale, Regionale in materia di contratti pubblici in particolare al Decreto Ministeriale n. 274 del , nonché in quanto compatibili alle norme del Codice Civile e di Procedura Civile, che disciplinano la materia. LA DITTA COMUNE DI VALEGGIO S/M Pag 18

19 ALLEGATO D) ELENCO POSTAZIONI OVE SONO PRESENTI RAT DISPENSER VIA / PIAZZA O SITO DOVE PRESENTE RAT DISPENSER NR. POSTAZIONI ECOCENTRO COMUNALE VIA PACINOTTI 6 VIA B. POWELL ALTEZZA CIVICO 3 1 VIA B.POWELL ALTEZZA VIA DON MIZONI 1 ISONZO CABINA ENEL 1 MERCATO ORTOFRUTTICOLO INTERNO VICINO CASSONETTI 1 FRAZIONE SALIONZE FRONTE SCUOLA 1 PARCO GIOCHI FRONTE MAGAZZINO COMUNALE 1 PARCO ICHENAUSEN BAITA ALPINI 1 VIA GORIZIA BOCCIODROMO 1 VISCONTI FERMATA BUS BORGHETTO 1 ISOLA ECOLOGICA SCOMPARSA BORGHETTO LATO PARCO 1 ISOLA ECOLOGICA SCOMPARSA BORGHETTO LATO PARCHEGGIO 1 LUNGO MINCIO BORGHETTO AIUOLA FINE PARCHEGGIO 1 LOC. VENTURELLI FENILI 1 VIA S.M. CROCEFISSA DI ROSA AREA ECOLOGICA 1 VIA BARBARANI RACCOGLITORI VESTITI USATI 1 VIA DON LEONI PIGOZZI VANONI REMELLI 1 FRONTE SCUOLA VANONI REMELLI 1 VIA CADUTI LAVORO 1 VIA ISONZO 1 VIA BACHELET AREA ECOLOGICA SALIONZE 1 VIA UNNI CIV. 13 SALIONZE GIARDINI PUBBLICI 1 VIA DELLE ALPI CAMPO SPORTIVO 1 VIA BENACO SALIONZE ALTEZZA CIVICO 10 1 VIA SAN LEONE ALTEZZA CIVICO 2 1 VIA CAVOUR 2 POSTAZIONI 2 VIA CASTELLO 3 POSTAZIONI 3 CIMITERO CAPOLUOGO 2 CIMITERO BORGHETTO 1 CIMITERO SALIONZE 1 CIMITERO SANTA LUCIA 1 TOTALE 40 CARATTERISTICHE TECNICHE EROGATORI PER ESCHE RODENTICIDE CON TAPPO DI SICUREZZA A CHIAVE: MATERIALE : PLASTICA DIMENSIONI TUNNEL VERTICALE H 37 CM DIAMETRO 4,5 CM TUNNEL ORRIZONTALE LARGHEZZA 24 CM DIAMETRO 5,5 CM Pag 19

20 EROGATORE VERTICALE A FORMA DI T ROVESCIATA PER ESCHE RODENTICIDE PARAFFINATE DOTATO DI RIDUTTORE PER LE ESCHE ESTRAIBILE E TAPPO DI SICUREZZA RIMOVIBILE CON CHIAVE IN PLASTICA. Pag 20

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI Provincia di Salerno Area Tecnica Assetto ed Utilizzazione del Territorio CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI ART.1

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

COMUNE DI NISCEMI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente

COMUNE DI NISCEMI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente COMUNE DI NISCEMI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente OGGETTO: SERVIZIO DI DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE IN TUTTO IL TERRITORIO COMUNALE, NELLE SCUOLE E EDIFICI PUBBLICI

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 Ordinanza Sindacale n. 41/2012 Prot. n. 12292 ORDINANZA SINDACALE (Adozione misure

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO Servizio: UOA APPROVVIGIONAMENTI Data: 29 dicembre 2010 Spett.le Ditta Prot. n.: 46520 da citare nella risposta Vs. rif.: Oggetto:

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA Settore Salute, Sport e Città Sana

COMUNE DI BOLOGNA Settore Salute, Sport e Città Sana COMUNE DI BOLOGNA Settore Salute, Sport e Città Sana SERVIZIO PER GLI INTERVENTI LARVICIDI ED ADULTICIDI PER LA LOTTA ALLA ZANZARA TIGRE, DERATTIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE CONTRO ALTRI INFESTANTI, IN AREE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 3 SAN BERNARDINO BORGO TRENTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente Via G. Camozzini, 5 37126 Verona (VR) Tel.

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il SCHEMA DI MANIFESTAZIONE D INTERESSE Spett.le COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE Ufficio Lavori Pubblici Piazza 28 ottobre 1918, n. 1 31025 Santa Lucia di Piave (TV) comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it.

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA 1.1. ) ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA Largo Arrigo VII, 5-00153 Roma (Italia) ; centralino 06/5717621;

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente - indirizzo postale:

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate.

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate. Roma, 5 marzo 2010 AREA COORDINAMENTO AFFARI AMMINISTRATIVI Ufficio Affari Amministrativi Contabilità e Bilancio Prot. UAA-AIFA F.3./a.23734/P OGGETTO: Gara d appalto mediante cottimo fiduciario per l

Dettagli

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso LETTERA INVITO A TRATTATIVA PRIVATA APERTA per Fornitura di Servizi di TRASLOCO di mobili e documenti da ufficio da Roma, Via Cristoforo Colombo 283/A (8 piano) a Roma, Quintino Sella, 42, CIG: Z9C0C2C891

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it Allegato 4) Regolamento... li... ALLA SRT - SOCIETA PUBBLICA PER IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI S.p.A. Strada Vecchia per Boscomarengo s.n. 15067 NOVI LIGURE AL Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA (Norme Integrative al bando di gara mediante procedura aperta)

DISCIPLINARE DI GARA (Norme Integrative al bando di gara mediante procedura aperta) AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Ospedale S. Carlo di Potenza Ospedale S. Francesco di Paola di Pescopagano Via Potito Petrone 85100 Potenza Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 DISCIPLINARE

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CROTONE Prot. n. 25161 del 21/05/2012 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Fornitura di Prodotti Disinfestanti e Derattizzanti

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

Art. 1 - OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI

Art. 1 - OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI BANDO PER LA VENDITA DI TERRENI CON PATTO DI RISERVATO DOMINIO A FAVORE DI GIOVANI LAUREATI (Determinazione del Direttore Generale n. 642 del 06/12/2012) Art. 1 - OGGETTO E RIFERIMENTI NORMATIVI 1. L Istituto

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

CAPITOLATO/DISCIPLINARE

CAPITOLATO/DISCIPLINARE CAPITOLATO/DISCIPLINARE Il presente bando è finalizzato all acquisto di nr. 1 trattore stradale usato per traino semirimorchi da utilizzare per il servizio di trasporto RSU prodotti nel territorio del

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo COMUNE DI PUTIGNANO BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA PER IL SERVIZIO DI FACCHINAGGIO E DI POSIZIONAMENTO, TENUTA IN EFFICIENZA E RIMOZIONE TRANSENNE E SEGNALETICA MOBILE. Allegato A alla determina dirigenziale

Dettagli

Comune di Isola del Liri

Comune di Isola del Liri SERVIZIO 1 - SEGRETERIA DEL SINDACO U.R.P. AFFARI GENERALI E PERSONALE AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO, AI SENSI DELL ART. 110, COMMA 1, DEL D. LGS. 267/2000, DI N. 1

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO SOLARE TERMICO ACS PER UFFICI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011)

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) Art. 1 Fonti 1. Il presente regolamento, adottato in attuazione dello Statuto, disciplina

Dettagli

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI ISTITUTO di ISRUZIONE SUPERIORE - Luigi Einaudi Sede Legale ed Amministrativa Porto Sant Elpidio (FM) - Via Legnano C. F. 81012440442 E-mail: apis00200g@istruzione.it Pec: apis00200g@pec.istruzione.it

Dettagli

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE

COMUNICAZIONE INIZIO LAVORI PERMESSO DI COSTRUIRE Modello da compilarsi a cura del dichiarante, direttore lavori e impresa esecutrice opere Sportello per l Edilizia COMUNE DI VENEZIA DIREZIONE SPORTELLO UNICO EDILIZIA Sede di Venezia - San Marco 4023

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

INVITO A MANIFESTARE INTERESSE PER LA CONDUZIONE E LA GESTIONE INTEGRATA DEI SERVIZI DI PULIZIA E SANIFICAZIONE E DI ASSISTENZA

INVITO A MANIFESTARE INTERESSE PER LA CONDUZIONE E LA GESTIONE INTEGRATA DEI SERVIZI DI PULIZIA E SANIFICAZIONE E DI ASSISTENZA INVITO A MANIFESTARE INTERESSE PER LA CONDUZIONE E LA GESTIONE INTEGRATA DEI SERVIZI DI PULIZIA E SANIFICAZIONE E DI ASSISTENZA BAGNANTI E PULIZIA VASCHE DEGLI EDIFICI E DELLE PISCINE, NONCHE DI ACCOGLIENZA

Dettagli

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 Disciplinare di gara pubblica per l affidamento dei servizi di trasporto funzionali all espletamento

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

Codice Identificativo Gara, CIG: 03154838CC

Codice Identificativo Gara, CIG: 03154838CC ACCORDO QUADRO BIENNALE PER I SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILI, MACCHINE ED ARREDI PER UFFICIO, APPARECCHIATURE INFORMATICHE ED ELETTRONICHE, DOCUMENTAZIONE CARTACEA DA TRASFERIRE NELLA NUOVA

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Spett.le ACSM-AGAM S.p.A. Via P. Stazzi n. 2 22100 COMO CO Oggetto: Dichiarazione sostitutiva in merito al possesso dei requisiti di ordine generale prescritti dall

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

CITTA DI CASARSA DELLA DELIZIA Provincia di Pordenone AVVISO PUBBLICO PER LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI PERIODO 01/10/2008 30/09/2009

CITTA DI CASARSA DELLA DELIZIA Provincia di Pordenone AVVISO PUBBLICO PER LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI PERIODO 01/10/2008 30/09/2009 CITTA DI CASARSA DELLA DELIZIA Provincia di Pordenone Prot. n. AVVISO PUBBLICO PER LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI PERIODO 01/10/2008 30/09/2009 E intendimento dell Amministrazione Comunale,

Dettagli

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE IN PROVINCIA DI COMO ED. 2009 Coordinamento del progetto: Osservatorio Territoriale per la provincia di Como per le Imprese di pulizia In collaborazione

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

Verbale consegna lavori in via d urgenza

Verbale consegna lavori in via d urgenza Mod. ATE.03.03 Pag.1 di pag 5 AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA Finanziamento: Lavori: per la realizzazione di....in Comune di Importo lavori di appalto: Affidamento

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO R E G I O N E V E N E T O R E J O N V E N E T O P R O V I N C I A D I B E L L U N O P R O V I N Z I A D E B E L U N COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO CAP 32043 Corso Italia, 33 Tel. 0436 4291

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore ROMA CAPITALE Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Permessi di costruire Ufficio Sala Visure e Certificazioni Urbanistiche Viale della

Dettagli

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi.

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi. Allegato alla determinazione n. 42/APPR del 27/11/2014 composto da n. 29 fogli (fronte/retro) Spett.le ditta OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli