ART. 33.) Busta A - DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ART. 33.) Busta A - DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA."

Transcript

1 ART. 33.) Busta A - DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA. La busta "A" dovrà contenere la documentazione di seguito elencate. a) istanza di partecipazione alla gara redatta in lingua italiana e in carta libera, predisposta mediante l utilizzo del modulo allegato A ; 1) Copia del presente capitolato, con relativi allegati, firmato in ogni pagina da chi ha la rappresentanza legale dell'impresa concorrente a valere quale accettazione integrale ed incondizionata di tutte le prescrizioni in esso contenute, nonché (eventuale) copia delle note di chiarimento/precisazione degli atti di gara debitamente sottoscritte per accettazione, eventualmente pubblicate, successivamente al bando di gara, secondo le modalità e termini disciplinati dal presente capitolato; In caso di RTC [acronimo di Raggruppamento Temporaneo Concorrenti ] l'apposizione della firma spetta congiuntamente, pena l'esclusione dalla gara, ai legali rappresentanti di tutte le imprese raggruppate; b) Dichiarazione del legale rappresentante della ditta offerente, redatta ai sensi del DPR 445/2000 o, per le imprese straniere, dichiarazione giurata, successivamente verificabile, dalla quale risulti: b1) di avere preso visione e conoscenza dello stato e della ubicazione delle strutture della ASL NO dove dovrà essere svolto il servizio oggetto della presente gara e di aver tenuto in debito conto, nella determinazione dei prezzi, di tutte le condizioni ambientali e di ogni elemento di fatto e diritto che possa incidere nella esecuzione del contratto, e di aver valutato gli oneri di qualunque natura e specie che dovrà sostenere per assicurare la corretta completa e puntuale esecuzione del contratto alle condizioni stabilite nel capitolato di gara(allegato A1); L omessa effettuazione dei sopralluoghi nel modo indicato comporterà l impossibilità di sollevare eccezioni o contestazioni, da parte del concorrente che risulti aggiudicatario, in ordine a tutti gli elementi constatabili e verificabili nei sopralluoghi ; b2) che il valore economico dell offerta è adeguato e sufficiente rispetto al costo del lavoro ex art. 1 legge 327/2000 e di aver tenuto conto degli obblighi connessi alle disposizioni in materia di sicurezza e protezione dei lavoratori, nonché alle condizioni di lavoro (Allegato A1); b3) l esistenza di rapporti di controllo ai sensi dell' art c.c. ovvero l inesistenza di tali rapporti con altre ditte partecipanti alla gara (Allegato A1); b4) la regolarità della posizione delle Imprese concorrenti riguardo l'osservanza delle disposizioni della legge n. 68/99 e successive modificazioni ed integrazioni in materia di collocamento obbligatorio dei disabili (Allegato A1); b5) che applica ai propri dipendenti (e/o soci lavoratori) condizioni normative e retributive non inferiori a quelle risultanti dal vigente Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro di riferimento del settore (Allegato A1); b6) l'inesistenza delle situazioni di esclusione di cui all'art. 38 del D. Lgs. 163/2006 (Allegato A1); b7) di aver avuto un fatturato globale complessivo, riferito a tutte le attività imprenditoriali svolte secondo l oggetto sociale negli ultimi tre esercizi chiusi, al netto dell'iva, non inferiore a Euro (dodicimilioni/00) di euro; b8) l elenco dei servizi di prestazioni di pulizia in ambito Ospedaliero, prestati nell ultimo triennio, con l'indicazione dell'importo al netto dell'iva, della metratura riguardante l appalto suddivisa per aree di rischio, del periodo di svolgimento e del destinatario di ciascuno. E' richiesto che l'importo di detti servizi, al netto dell'iva, sia pari ad almeno Euro (duemilioni) per ciascun anno e che almeno un contratto dimostri l esperienza maturata nei seguenti ambiti di attività : - trattamento di aree sanitarie a medio ed alto rischio (camere di degenza, blocchi operatori, ambulatori) per una superficie pari ad almeno mq b9) l'indicazione della Ditta, partecipante a RTC non ancora formalmente costituiti, che, in caso di aggiudicazione, verrà designata quale capogruppo ed alla quale verrà conferito mandato speciale con rappresentanza ai sensi dell'art. 37 del D. Lgs 163/2006. Il requisito sub b.7.) [fatturato globale complessivo] va provato con produzione di copia di documenti tributari e fiscali (bilanci, dichiarazioni IVA, modelli di dichiarazione dei redditi, modelli unici).

2 Per tre ultimi esercizi chiusi si intendono quelli antecedenti la pubblicazione del bando di gara per i quali, alla stessa data, risultino essere stati già presentati alle competenti Autorità [per le Imprese italiane: Agenzia delle Entrate e Camera di Commercio] i documenti probatori indicati al precedente periodo. Il requisito sub b.8.) [elenco dei servizi] va provato, nei termini previsti dall art. 42 comma 1 lettera a.) D. Lgs. 163/2006. In caso dì RTC i requisiti sub b1), b2), b3), b4), b5), b6) devono essere posseduti da ogni soggetto partecipante; Il requisito b7) dall RTC nel complesso; Il requisito b8) dovrà essere posseduto almeno 60% dalla Capogruppo e almeno al 20% dalle mandanti. In caso di consorzi le società consorziate, destinate all'esecuzione dell'appalto, dovranno possedere gli stessi requisiti richiesti per le società partecipanti ai RTC. Per i RTC la dichiarazione deve, a pena di esclusione, essere resa da ogni impresa concorrente e sottoscritta, a pena di esclusione, da chi rappresenta legalmente ogni impresa che intende associarsi. Nel caso in cui il partecipante sia un Consorzio, la dichiarazione deve contenere, pena l'esclusione dalla gara, il nominativo dell'impresa consorziata che effettuerà la prestazione del servizio di cui trattasi e dovrà essere sottoscritta, a pena di esclusione, dalle persone a cui il contratto consortile attribuisce la presidenza, la direzione o la rappresentanza legale dello stesso. Dovrà essere allegata alla dichiarazione, pena l'esclusione, fotocopia di un valido documento di riconoscimento del rappresentante legale che sottoscrive l'offerta e la dichiarazione medesima. In caso di raggruppamenti dovrà essere allegata copia di un documento di riconoscimento valido e in corso di validità dei rappresentati legali di ciascuna impresa raggruppata o che intende raggrupparsi. Il nominativo del firmatario deve essere precisato, pena esclusione dalla gara, nell'indicazione dattiloscritta o da timbro apposto sulla dichiarazione recante il nome, il cognome e la qualifica del medesimo. Qualora l'offerta e la dichiarazione vengano sottoscritte da un procuratore, a pena di esclusione, dovrà essere allegata la relativa procura o copia della stessa; c) limitatamente ai RTC già formalmente costituiti, originale o copia autenticata del mandato o delle procure conferite; d) limitatamente ai Consorzi è richiesta la presentazione di copia dell'atto costitutivo e dello Statuto del Consorzio medesimo e l'indicazione della/e impresa/e per conto delle quali il Consorzio concorre; e) certificato in originale o copia autentica di iscrizione alla CCIAA, Registro delle imprese, che risulti valido al momento della presentazione dell'offerta; il certificato dovrà inoltre attestare che l'impresa concorrente sia iscritta nella fascia i), di cui all art. 3 del D.M. n. 274/1997 Regolamento di attuazione degli artt. 1 e 4 della Legge 25 gennaio 1994, n. 82, per la disciplina delle attività di pulizia, di disinfezione, di disinfestazione, di derattizzazione e di sanificazione.e che non si trova in stato di fallimento, liquidazione amministrativa coatta, ammissione in concordato o amministrazione controllata e che tale situazione non si è verificata nell'ultimo quinquennio; f) idonee referenze bancarie, di data non anteriore a mesi tre dal termine fissato per la presentazione dell'offerta, rilasciate da almeno 2 Istituti di Credito, attestanti la capacità finanziaria ed economica del concorrente, adeguata per l esecuzione dell'appalto e che il medesimo concorrente è in grado di far fronte con regolarità e puntualità ai propri impegni; g) certificazione di qualità conforme alle norme UNI EN ISO 9001, rilasciata da Ente certificatore accreditato, relativa all attività di pulizia e sanificazione ambientale; h) cauzione provvisoria di Euro ,00 pari al 2% dell'importo netto posto a base di gara costituita in

3 una delle forme previste dalla Legge n. 348/82, preferibilmente mediante fideiussione bancaria e polizza assicurativa che dovrà: avere la stessa validità fissata per l'offerta economica; intendersi automaticamente svincolata dopo l'avvenuta comunicazione al concorrente da parte dell'asl NO dell'esito negativo della gara. In nessun caso l'asl NO provvederà alla restituzione del deposito cauzionale provvisorio in originale, prestato mediante fideiussione bancaria o polizza assicurativa, intendendosi lo stesso acquisito agli atti di gara. Decorso il termine di validità. senza che sia intervenuta alcuna comunicazione da parte dell'asl NO, il deposito provvisorio dovrà intendersi comunque svincolato; in caso di aggiudicazione la cauzione provvisoria deve intendersi valida fino alla costituzione del deposito cauzionale definitivo; essere munita, in deroga all'art del codice civile, della clausola "a prima richiesta" con espressa rinuncia, altresì, alla preventiva escussione del debitore principale di cui all'art del codice civile ed alla decadenza prevista a favore del fideiussore dall'art del codice civile; in caso di RTC la cauzione provvisoria dovrà essere prestata dall'impresa designata quale capogruppo; in ipotesi di Consorzio la cauzione provvisoria dovrà essere prestata dal Consorzio stesso; Dovrà essere presentato l impegno di almeno un Istituto bancario o assicurativo a rilasciare le garanzie fidejussorie per l eventuale esecuzione del contratto. i) contributo di partecipazione alla gara (c.d. tassa sulle gare) di. 200,00: copia stampata dell di conferma dell avvenuto pagamento del contributo di partecipazione alla gara, trasmessa dal Servizio riscossione contributi e reperibile in qualunque momento mediante la funzionalità di Archivio dei pagamenti, in caso di versamento on-line, collegandosi al portale web Sistema di riscossione all indirizzo oppure la ricevuta in originale del versamento ovvero fotocopia dello stesso corredata da dichiarazione di autenticità e copia di un documento di identità in corso di validità, in caso di versamento sul conto corrente postale. Il versamento deve essere effettuato sul conto corrente postale n intestato a AUT. CONTR. PUBB., via di Ripetta n. 246, ROMA; la causale del versamento deve riportare esclusivamente il codice fiscale del soggetto offerente e il seguente codice CIG F98; Per i soli operatori economici esteri è possibile effettuare il pagamento anche tramite bonifico bancario, dandone adeguata comprova dell avvenuto pagamento tramite fotocopia dello stesso corredata da dichiarazione di autenticità e copia di un documento di identità in corso di validità, sul conto corrente postale n IBAN IT75Y (BIC/SWIFT BPPIITRRXXX), intestato a AUT. CONTR. PUBB. Via di Ripetta n 246, Roma (codice fiscale ), la causale del versamento deve riportare esclusivamente il codice identificativo ai fini fiscali utilizzato nel Paese di residenza o di sede del partecipante ed il codice CIG F98. Gli estremi del versamento effettuato presso gli uffici postali devono essere comunicati al sistema on line di riscossione all indirizzo Nel caso di RTC il versamento è unico ed è effettuato dalla capogruppo; nel caso di Consorzio stabile il versamento deve essere eseguito dal Consorzio, quale unico soggetto interlocutore della stazione appaltante, anche qualora faccia eseguire le prestazioni tramite affidamento alle imprese consorziate; in caso di Consorzio ordinario si applica quanto previsto in caso di RTC. La mancata comprova dell avvenuto pagamento è causa di esclusione dalla gara. l) attestato di avvenuto sopralluogo. m)il modello subappaltatori allegato al presente capitolato sotto la voce B, debitamente compilato in ogni sua parte, solo nel caso in cui la ditta partecipante intenda subappaltare parte dell appalto; In caso di RTC i requisiti di cui alla lettera e) dovrà essere soddisfatto dalla mandataria nella misura minima del 60%; i requisiti di cui alla lettera f) devono essere posseduti individualmente dalle imprese raggruppate/raggruppande; i requisiti di cui alla lettera g), debbono essere posseduti dalla impresa designata capogruppo; la cauzione provvisoria di cui alla lettera h) deve essere presentata dalla impresa designata capogruppo.

4 In caso di Consorzi le società consorziate, destinate all'esecuzione dell'appalto, dovranno possedere gli stessi requisiti richiesti per le società partecipanti ai RTC. L ASL NO procederà alla verifica della veridicità delle autodichiarazioni, rese dai concorrenti, secondo le previsioni dell art. 48 D. Lgs. 163/2006 e con le modalità indicate dalla Determinazione n. 5 del 21 maggio 2009 dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici. Trova applicazione l istituto dell avvalimento, nei termini di cui all art.49 D. Lgs. 163/2006. I concorrenti, che intendono avvalersi di tale istituto, dovranno indicare pena esclusione dalla gara - dettagliatamente i requisiti per i quali utilizzano l avvalimento e produrre il contratto (con l impresa ausiliaria) indicante pena esclusione da gara - oltre ai requisiti forniti, quali e quante risorse, di cui il concorrente è carente, l impresa ausiliaria metterà a disposizione nell esecuzione dell appalto.

5 ART. 34.) Busta B - DOCUMENTAZIONE TECNICA. La busta "B" dovrà contenere, a pena di esclusione dalla gara una Relazione tecnica, composta da un numero massimo di 150 pagine formato A4 (è consentito il formato A3 che verrà conteggiato 2 pagine A4) con carattere minimo tipo arial 11 riferita ai punti che seguono. Si precisa che la relazione non potrà contenere elementi sviluppati in allegato. Sono previsti allegati, non conteggiati nelle 150 pagine, riferite a depliants, schede tecniche e di sicurezza, layout e manuali. Quanto in allegato non rientrante nelle categorie sopra esposte darà luogo ad una penalizzazione del punteggio qualità. ELEMENTI PUNTI SOTTOELEMENTI PUNTI A) Organizzazione e struttura organizzativa dell appalto 21 B) Metodologie e criteri tecnici operativi C) Modalità e procedure di gestione in contradditorio del sistema di controllo previsto in capitolato D) Sistemi software di gestione, comunicazione e controllo 10 Organizzazione e struttura 10 organizzativa Monte ore ed organico 6 Formazione 5 Criteri tecnici operativi 6 Metodologie 4 15 Caratteristiche tecniche macchine, 5 prodotti ed attrezzature Modalità e procedure di gestione in 10 contradditorio del sistema di controllo previsto in capitolato 10 Sistemi software di gestione e 6 comunicazione Sistemi software di controllo 4 E) Migliorie 04 Migiorie 4 Totali 60 60

6 ART. 35.) Busta C - OFFERTA ECONOMICA L offerta economica, che costituisce proposta contrattuale, formulata in lingua italiana mediante il modello allegato D Schema offerta economica, reso legale mediante l apposizione di una o più marche, debitamente annullate, per un valore complessivo di 14,62 (quattordicivirgolasessantadue) ogni quattro fogli usati, deve contenere l indicazione della ragione sociale o del nominativo dell offerente e deve essere firmata in ogni pagina dal legale rappresentante dell Offerente o persona munita di comprovati poteri di firma, la cui procura sia stata prodotta nella busta A. Qualora l offerta non sia in regola con la legge sul bollo e ciò nel caso in cui l imposta non sia stata assolta o sia stata assolta in misura insufficiente, l offerta sarà trasmessa al competente Ufficio del Registro che provvederà alla regolarizzazione. L offerta deve essere formulata in Euro e deve indicare quanto segue: 1. il canone mensile offerto per i servizi di pulizia per ciascuna area di intervento e per ciascun lotto, IVA esclusa ed inclusa; 2. il canone mensile offerto per i servizi integrati; 3. il canone complessivo per ciascun lotto, mensile e per la durata di mesi 60 ed il canone complessivo generale; 4. il costo del servizio al metro quadro; 5. il costo orario per gli interventi saltuari a richiesta. L offerta deve contenere la composizione del prezzo con riferimento: 1. al numero delle ore lavoro necessarie per lo svolgimento del servizio per tutta la durata contrattuale; 2. al costo orario degli addetti impiegati per lo svolgimento del servizio; 3. al costo per i macchinari, attrezzature e dei prodotti necessari per lo svolgimento del servizio; 4. ai costi relativi alla sicurezza del lavoro; per costi relativi alla sicurezza, si intendono quelli derivanti al datore di lavoro in base a diretta responsabilità nei confronti dei propri dipendenti ex d.lgs. 626/1994; 5. alle spese generali; 6. all utile d impresa. Si precisa che non verranno accettate offerte economiche complessive che superino ,00 IVA esclusa, fissato come base d asta complessivo. Al prezzo complessivo dell appalto verranno aggiunti in sede di stipula del contratto, i costi relativi agli oneri per la sicurezza (non assoggettabili a ribasso), che sono stati stimati in 8.400,00. In ogni caso, i prezzi unitari netti offerti si intenderanno omnicomprensivi di tutti gli oneri, spese e remunerazione, per l'esatto e puntuale adempimento di ogni obbligazione contrattuale. Con riferimento alle varie voci dei singoli lotti, ogni soggetto deve comunque presentare una sola offerta. Non saranno prese in considerazione offerte alternative, parziali, plurime, condizionate o espresse in modo indeterminato o con semplice riferimento ad altra offerta, propria o altrui, o comunque non redatte secondo la traccia del presente articolo. Gli offerenti riuniti o consorziati, devono specificare in offerta le parti della fornitura che saranno eseguite dai singoli operatori economici. Sottoscrizione dell offerta L offerta, per essere valida deve essere sottoscritta in ogni sua pagina e pervenire dal Soggetto offerente, se trattasi di persona fisica, o da un soggetto avente la qualità di legale rappresentante, se trattasi di persona giuridica. L offerta può anche essere fatta a mezzo di persona munita di procura. In tal caso la procura, che deve essere speciale e cioè riguardare il singolo appalto o, in genere, tutti gli appalti per forniture delle

7 Amministrazioni Pubbliche, deve essere trasmessa all A.S.L. NO unitamente alla documentazione di gara in originale o in copia conforme. La procura generale, cioè per tutti gli atti in genere che interessano il rappresentato, non è titolo sufficiente per presentare offerte nelle pubbliche gare. La procura deve rivestire la forma dell atto pubblico, essere cioè redatta a norma dell art c.c., con le richieste formalità, da un notaio o da altro pubblico ufficiale competente. La procura può altresì risultare dal verbale del consiglio di amministrazione in originale o copia conforme o da certificato di iscrizione alla C.C.I.A.A. (in originale o in copia conforme). Si ricorda che alla presente gara sono ammessi a presentare offerta anche soggetti temporaneamente raggruppati o consorziati nella forma di consorzi ordinari di concorrenti di cui all art c.c. Nel caso in cui il raggruppamento o il consorzio non siano ancora costituiti, l offerta deve essere sottoscritta da tutti gli operatori economici che costituiranno i raggruppamenti temporanei o i consorzi ordinari di concorrenti, deve specificare le parti della fornitura che saranno eseguite dai singoli operatori economici e contenere l impegno che, in caso di aggiudicazione della gara, gli stessi operatori conferiranno mandato collettivo speciale ad uno di essi, da indicare in sede di offerta, qualificato mandatario, il quale stipulerà il contratto in nome e per conto proprio e dei mandanti.

8 ART. 36.) MODALITÀ DI AGGIUDICAZIONE L'aggiudicazione dell'appalto è effettuata in un unico lotto a favore dell'offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell'art. 83 del d. lgs. n. 163/2006. I criteri per la valutazione sono: Qualità: punteggio massimo 60 punti; Prezzo: punteggio massimo 40 punti. Prima fase: valutazione qualitativa Una Commissione giudicatrice, composta nei modi previsti dall art. 84 del D. Lgs. n 163/2006, valuterà antecedentemente all apertura delle buste contenenti l offerta economica, la documentazione tecnica ed attribuirà (con riserva di richiedere alle ditte offerenti una integrazione della documentazione trasmessa), il punteggio relativo all elemento qualità sulla base dei seguenti criteri motivazionali : 1. Organizzazione e struttura organizzativa dell appalto max punti 21 di cui : 1A) organizzazione e struttura organizzativa: 10 punti 1B) monte ore ed organico : 6 punti 1C) Formazione: 5 punti La commissione valuterà le differenti proposte rispetto ai seguenti criteri di carattere generale : Chiarezza nell esposizione Sintesi Completezza nell esposizione Inoltre saranno valutate le differenti proposte sulla base della comparazione tra le differenti soluzioni ai seguenti specifici criteri : 1A Organizzazione e struttura organizzativa 10 Organigramma dell appalto, ruoli, funzioni e modalità di interfaccia 2 Modello gestionale e modalità organizzative di gestione del personale operativo in funzione dei differenti servizi da svolgere 4 Modalità di attivazione dei servizi a chiamata e piani di reperibilità 3 Misure atte a ridurre al minimo i livelli di rischio della progettazione in fase di avvio dell appalto 1 1B - Monte ore ed organico 6 Tempi necessari per l effettuazione dei differenti servizi in relazione alle aree ed alle strutture descritte in Capitolato con evidenziazione per il servizio delle pulizie delle ore necessarie all effettuazione delle pulizie ordinarie e di quelle periodiche e dei trattamenti 4 Organico previsto per la gestione suddiviso per funzione e per fascia oraria di presenza 1 Organico operativo suddiviso per servizio, livello retributivo, aree e struttura. 0,25 Criteri di avvicendamento e di turnazione. Organico previsto suddiviso per livello retributivo 0,25 Misure proposte per ridurre/contenere il turnover. Modalità di verifica da parte dell ASL NO 0,50 1C Formazione 5 Modalità di progettazione dell attività formativa 1 Obiettivi, articolazione e contenuti dei corsi di formazione e dell attività di addestramento 2,50 Programmazione e calendarizzazione dell attività formativa/addestrativa 0,50 Modalità di verifica della formazione e tracciabilità dell attività formativa erogata 1 2. Metodologie e criteri tecnici operativi max punti 15 di cui : 2A) criteri tecnici operativi: 6 punti 2B) metodologie : 4 punti 2C) caratteristiche tecniche macchine, prodotti ed attrezzature: 5 punti La commissione valuterà le differenti proposte rispetto ai seguenti criteri di carattere generale : Chiarezza nell esposizione

9 Sintesi Completezza nell esposizione Inoltre saranno valutate le differenti proposte sulla base della comparazione tra le differenti soluzioni ai seguenti specifici criteri : 2A Criteri tecnici operativi 6 Criteri di scelta dei sistemi di pulizia in funzione delle differenti aree/zone e stabili 3 Modalità di gestione dei rifiuti : soluzioni tecniche e logistiche 0,50 Modalità di gestione dei servizi accessori : soluzioni tecniche e logistiche 1 Soluzioni atte a ridurre l impatto ambientale 0,50 Modalità di ricondizionamento dei materiali sporchi e misure atte ad assicurare il corretto livello igienico 0,50 Modalità di sanificazione dell attrezzatura 0,50 2B Metodologie 4 Descrizione tecnica e metodologica delle modalità di intervento per i differenti servizi 4 2C Caratteristiche tecniche macchine, prodotti ed attrezzature 5 Criteri di scelta dei prodotti chimici e modalità di stoccaggio e di utilizzo 1,25 Criteri di scelta delle macchine e dell attrezzatura 1,25 Caratteristiche del materiale igienico-anitario e dei dispencer; piano di censimento e di sostituzione 0,50 Numero e distribuzione delle macchine e delle attrezzature in funzione dei servizi e delle aree da gestire 1,50 Organizzazione del sistema di manutenzione 0,50 3. Modalità e procedure di gestione in contradditorio del sistema di controllo previsto in capitolato max punti 10 La commissione valuterà le differenti proposte rispetto ai seguenti criteri di carattere generale : Chiarezza nell esposizione Sintesi Completezza nell esposizione Inoltre saranno valutate le differenti proposte sulla base della comparazione tra le differenti soluzioni ai seguenti specifici criteri : 3A Modalità e procedure di gestione in contradditorio del sistema di controllo previsto in capitolato 10 Struttura organizzativa deputata alla gestione del servizio e strumenti di gestione 2,50 Proposta di un piano operativo di monitoraggio (da sottoporre a condivisione) in relazione all entità geografica e alla diversa natura dei servizi da monitorare 4 Strumenti di misura messi a disposizione dell appalto 2,50 Sistema di gestione dei reclami 1 4. Sistemi software di gestione, comunicazione e controllo max punti 10 di cui : 4A) sistemi software di gestione e comunicazione: 6 punti 4B) sistemi software di controllo : 4 punti La commissione valuterà le differenti proposte rispetto ai seguenti criteri di carattere generale : Chiarezza nell esposizione Sintesi Completezza nell esposizione Inoltre saranno valutate le differenti proposte sulla base della comparazione tra le differenti soluzioni ai seguenti specifici criteri : 4A sistemi software di gestione e comunicazione 6 Funzionalità del sistema ed articolazione dei differenti moduli gestionali 1,50 Modalità di interazione e di comunicazione attraverso il sistema informatico 1,50

10 Modalità e tempi di implementazione e di messa a regime del sistema informativo 0,50 Condivisione dei dati e reportistica 1,25 Strumenti hardware messi a disposizione dell ASL NO 1,25 Piano di formazione del personale ASL NO 0,50 4B sistemi software di controllo 4 Funzionalità del sistema software 1 Modalità e tempi di implementazione e di messa a regime del sistema informativo 1 Condivisione dei dati e reportistica 0,75 Strumenti hardware messi a disposizione dell ASL NO 0,75 Piano di formazione del personale ASL NO 0,50 N.B. La commissione potrà richiedere di visionare i sistemi software descritti per verificare la corrispondenza degli elementi proposti. 5. Migliorie max punti 4 La commissione valuterà le differenti proposte rispetto ai seguenti criteri di carattere generale : Chiarezza nell esposizione Sintesi Completezza nell esposizione Inoltre saranno valutate le differenti proposte sulla base della comparazione tra le differenti soluzioni ai seguenti specifici criteri : 5A Migliorie 4 Saranno valutate esclusivamente quelle migliorie che si configurino come soluzioni tecnologiche innovative rispetto all organizzazione dei servizi appaltati 4 I punteggi verranno assegnati mediante attribuzione a ciascun elemento o sub-elemento della qualità di un coefficiente compreso tra 0 e 1, corrispondente al giudizio espresso dalla Commissione alla soluzione proposta dal soggetto offerente. Tale coefficiente attribuito dalla Commissione verrà moltiplicato per il fattore ponderale previsto e la somma dei punteggi ottenuti determinerà il punteggio totale assegnato dalla Commissione ai vari elementi della qualità e quindi dell offerta tecnica. I giudizi verranno espressi dalla Commissione secondo la seguente scala di valutazione: Giudizio sintetico Coefficiente OTTIMO 1 BUONO 0,75 SUFFICIENTE 0,50 SCARSO 0,25 GRAVEMENTE INSUFFICIENTE 0 I punteggi di valutazione qualitativa saranno normalizzati a punti 60; pertanto alla ditta che avrà ottenuto il punteggio qualitativo più alto saranno attribuiti 60 punti, mentre alle altre ditte saranno assegnati punteggi proporzionalmente inferiori determinati in misura direttamente proporzionale al punteggio di qualità ottenuto. Seconda fase: prezzo I 40 punti relativi al prezzo saranno attribuiti, in seduta pubblica, da Seggio di gara, alla ditta che avrà offerto il prezzo più basso, calcolato assumendo a base l importo complessivo di affidamento (I.V.A. esclusa)

11 risultante dal prospetto di offerta (Allegato D scheda riepilogativa canone totale di 60 mesi). Alle restanti ditte sarà assegnato un punteggio secondo la seguente formula: Ci =(Pb-Pi)/(Pb-Pm) Dove: Ci = coefficiente attribuito al concorrente iesimo Pb = prezzo a base di gara Pi = prezzo offerto dal concorrente iesimo Pm = prezzo minimo offerto dai concorrenti MODALITA DI SVOLGIMENTO DELLA GARA Per lo svolgimento delle attività procedurali, l'asl NO nominerà il Seggio di gara e la Commissione giudicatrice competente per la valutazione qualitativa dei progetti/sistemi presentati. II Seggio di gara procederà in seduta pubblica alle seguenti attività: verifica dell integrità e della tempestività dei plichi pervenuti; apertura dei plichi medesimi e verifica della presenza di almeno tre buste; apertura della busta A (documentazione amministrativa) di tutte le offerte e verifica della presenza della documentazione richiesta dal presente capitolato; apertura della busta B (documentazione tecnica) per la verifica della presenza della documentazione tecnica richiesta dal presente capitolato; accertamento del possesso dei requisiti con le modalità indicate dall art. 48 del d.lgs. n. 163 del Al termine delle operazioni svolte dalla Commissione giudicatrice, il Seggio di gara procederà in seduta pubblica all'apertura delle Buste C (offerte economiche) e all'attribuzione del punteggio prezzo, secondo le modalità precedentemente stabilite. Al termine dei lavori, il Seggio di gara procederà all'attribuzione del punteggio complessivo (punteggio qualità + punteggio prezzo). Il servizio verrà aggiudicato in via provvisoria, al concorrente che, sommati i punteggi attribuiti in sede di valutazione qualitativa e di prezzo offerto, avrà ottenuto il punteggio complessivo più alto. Qualora due o più concorrenti conseguano uguale punteggio complessivo, il servizio verrà aggiudicato alla ditta che avrà conseguito il punteggio qualitativo più alto. Qualora anche il punteggio qualitativo sia pari, si procederà nella medesima seduta pubblica alla richiesta di miglioramento dell'offerta; se nessuno dei concorrenti risulta presente o se coloro che sono presenti non formulano un'offerta migliorativa, si procederà mediante sorteggio. Operazioni Organo competente Modalità di svolgimento Verifica documentazione amministrativa Individuazione mediante sorteggio delle imprese per il controllo possesso requisiti capacità Seggio di gara Prima seduta pubblica economica finanziaria e tecnica Apertura delle buste contenenti la documentazione tecnica Verifica dei requisiti delle ditte sorteggiate ed ammissione Seggio di gara Seconda seduta pubblica Valutazione tecnico-qualitativa Commissione giudicatrice Lavori svolti in sedute riservate Apertura offerte economiche Seggio di gara Terza seduta pubblica

12 Individuazione della miglior offerta economica Aggiudicazione provvisoria Alle sedute pubbliche possono presenziare ed intervenire, richiedendo l iscrizione a verbale, i legali rappresentanti dei soggetti candidati o persone da essi delegate. Possono presenziare, altresì, i rappresentanti di commercio del soggetto candidato. Questi ultimi, se privi di delega, non possono richiedere la messa a verbale di qualsiasi dichiarazione. Data, ora e luogo delle suddette sedute pubbliche, verranno comunicati via fax (o ) alle ditte partecipanti in tempo utile per consentire la partecipazione..

13 50.3 SPECIFICHE DEL SERVIZIO Si riportano di seguito in modo indicativo, la suddivisione e la descrizione delle tipologie di intervento richieste per il Servizio di pulizia e igiene ambientale. La definizione dettagliata e precisa delle prestazioni da effettuarsi per ogni area è riportata nell ALLEGATO E A1) PULIZIE ORDINARIE E CONTINUATIVE AREE INTERNE Per pulizie ordinarie e continuative si intende l insieme delle operazioni necessarie per la rimozione e asportazione di qualsiasi rifiuto e traccia di sporco e polvere da tutte le superfici dure, resilienti e tessili sia orizzontali che verticali (superfici interne degli arredi escluse) fino ad un altezza di 2 metri e facilmente accessibili, soggette a formazione quotidiana di sporco attraverso l utilizzo di macchine, attrezzature e prodotti chimici in grado di salvaguardare lo stato d uso e la natura dei diversi substrati. Per formazione quotidiana di sporco si intende lo sporco prodotto dalle diverse attività svolte all interno dei locali, dal transito e dalla permanenza di ospiti, visitatori e operatori ospedalieri nell arco di una giornata, ivi comprese le etichette adesive e la colla rilasciata dalle stesse. Sono inoltre comprese nelle Pulizie ordinarie e continuative le seguenti prestazioni: la decontaminazione, l asportazione di eventuale materiale organico e la successiva pulizia e disinfezione della superficie interessata; la pulizia dell unità paziente (letto comodino - armadio parti esterne); la pulizia e disinfezione dell unità del paziente (compreso parti interne), a seguito di dimissione del paziente, la disinfezione di tutte le superfici orizzontali e verticali lavabili e disinfettabili (superfici interne degli arredi escluse) situate nei Reparti e nei locali delle aree sanitarie ad alto rischio e BCM (bassa carica microbica); la detersione e successiva disinfezione delle superfici orizzontali e verticali degli arredi, degli idrosanitari e relative rubinetterie, delle maniglie delle porte e dei contenitori del materiale igienico di consumo nei servizi igienici delle situati in tutti gli ambienti. il trasporto dei rifiuti prodotti e raccolti durante le attività di pulizia e conferimento nei punti di raccolta situati nelle aree esterne dei presidi. A2) PULIZIE ORDINARIE E CONTINUATIVE AREE OPERATORIE A fine attività deve essere attuato un intervento di sanificazione e sanitizzazione di tutti i locali compresi nell area. Per pulizie ordinarie e continuative si intende l insieme delle operazioni necessarie per la rimozione e asportazione di qualsiasi rifiuto e traccia di materiale organico, di sporco e polvere da tutte le superfici dure e resilienti sia orizzontali che verticali, a tutta altezza, presenti nei locali attraverso l utilizzo di macchine, attrezzature e prodotti chimici (ad esclusivo utilizzo in dette aree) in grado di salvaguardare lo stato d uso e la natura dei diversi substrati. Sono comprese nelle Pulizie ordinarie e continuative le seguenti prestazioni: la decontaminazione e l asportazione di eventuale materiale organico; l asportazione dai locali delle apparecchiature e degli arredi removibili; la pulizia, la detersione e la eventuale disinfezione di tutte le superfici orizzontali e verticali (superfici esterne di apparecchiature ed arredi fissi e mobili, superfici interne degli arredi escluse); la ricollocazione all interno dei locali degli arredi e delle apparecchiature rimosse; la detersione e la eventuale disinfezione delle superfici orizzontali e verticali degli arredi, degli idrosanitari e relative rubinetterie, delle maniglie delle porte e dei contenitori del materiale igienico di consumo nei servizi igienici situati nei comparti operatori. trasporto dei rifiuti prodotti e raccolti durante le attività di pulizia e conferimento nei depositi temporanei trasporto dei rifiuti ospedalieri e conferimento nei punti di raccolta situati nelle aree esterne dei presidi

14 Prima dell inizio dell attività operatoria (mattino) dovrà essere effettuato un intervento di ripristino così articolato : Un ora prima dell inizio delle sedute operatorie Sale operatorie sanificate la sera precedente: asportazione della polvere da tutte le superfici orizzontali e verticali fino a 1,8 metri e successiva disinfezione; Sale operatorie utilizzate per urgenze: Pulizia ordinaria come a fine giornata; Lavaggio chirurgico delle mani, corridoio pulito, zona induzione e risveglio(zona pulita): asportazione della polvere da tutte le superfici orizzontali e verticali fino a 1,8 metri e successiva disinfezione; Filtro, spogliatoi, servizi igienici, vuotatoi, corridoio sporco (zona sporca): asportazione della polvere da tutte le superfici orizzontali e verticali fino a 1,8 metri e successiva disinfezione; A3) PULIZIE PERIODICHE (tutte le aree) Per pulizie periodiche si intende l insieme delle operazioni necessarie per l eliminazione di qualsiasi traccia di sporco e polvere da tutte le superfici dure, resilienti e tessili sia orizzontali che verticali situate ad un altezza superiore a 2 metri, nonché tutte le superfici orizzontali e verticali difficilmente accessibili, attraverso l utilizzo di macchine, attrezzature e prodotti chimici in grado di salvaguardare lo stato d uso e la natura dei diversi substrati. Sono inoltre comprese nelle pulizie periodiche le operazioni integrative alle pulizie ordinarie volte all eliminazione dello sporco penetrato in profondità nelle superfici porose di qualsiasi natura. Sono comprese nelle Pulizie periodiche le seguenti prestazioni: l eliminazione di qualsiasi traccia di polvere e sporco dalle superfici interne ed esterne delle vetrate interne e perimetrali, dai relativi telai e davanzali. avvolgibili e strutture similari; la pulizia di carrozzine e barelle; l asportazione dai locali delle apparecchiature e degli arredi rimovibili; la pulizia e la disinfezione di tutte le parti esterne di apparecchiature ed arredi fissi e mobili; la pulizia e la disinfezione delle parti interne degli armadi e degli armadietti vuoti; la ricollocazione all interno dei locali degli arredi e delle apparecchiature rimosse. Tutti gli interventi PERIODICI debbono essere svolti a cadenze preordinate e definite attraverso una programmazione annuale per struttura/area/reparto. Ad aggiudicazione avvenuta, la programmazione presentata in sede di offerta potrà, per esigenze inerenti l attività sanitaria e amministrativa o per motivi di opportunità, essere variata in accordo con l Appaltante in modo da non diminuire l entità degli interventi periodici previsti. Quando trattasi di INTERVENTI PERIODICI da eseguirsi presso Reparti di degenza o altri Servizi che operano a tempo pieno, gli orari delle operazioni debbono essere concordati, di volta in volta, fra l Esecutore e i Responsabili interessati. N.B. Gli interventi periodici in presenza di paziente allettato, richiedono l utilizzo di procedure e comportamenti per la salvaguardia delle condizioni del paziente. A4) TRATTAMENTI PERIODICI (tutte le aree) Le operazioni necessarie a proteggere la superfici porose affinché lo sporco non penetri in profondità nonché le operazioni manutentive e periodiche necessarie al ripristino delle suddette protezioni secondo frequenze di intervento diversificate in funzione dell intensità di traffico e delle attività svolte all interno dei locali.

15 Sono comprese nei trattamenti periodici l asportazione dai locali delle apparecchiature e degli arredi removibili, la ricollocazione all interno dei locali degli arredi e delle apparecchiature rimosse. Per la manutenzione dei diversi tipi di pavimentazione propri di ciascuna area (es. gres, linoleum, marmo, gres porcellanato, gomma ecc..) dovranno essere garantiti specifici trattamenti, in particolare dovrà essere sempre rispettata la conduttività delle pavimentazioni. Durante gli interventi di lavaggio pavimentazioni lo svolgimento dell attività dovrà essere opportunamente evidenziata tramite l utilizzo di apposita segnaletica. B1) SERVIZIO RACCOLTA, LAVAGGIO STOVIGLIE E MESTOLAME Il servizio consiste in: raccolta delle stoviglie utilizzate durante la colazione, il pranzo e la cena per 7 giorni settimanali in orari da concordare con la Direzione Medica dei PP.OO., prelevando le stesse dalle camere di degenza e dalle sale da pranzo; lavaggio delle stoviglie nelle cucinette di reparto, mediante l utilizzo dei lavastoviglie messi a disposizione dall ASL NO. Il servizio prevede inoltre il lavaggio del mestolame utilizzato durante la distribuzione dei pasti; fornitura prodotti per il lavaggio delle stoviglie (detersivo, brillantante, sale ecc.); riordino delle stoviglie e del mestolame; rigoverno delle cucinette. Il servizio deve essere svolto nei Reparti di Degenza. B2) TRATTAMENTO IGIENICO SANITARIO DI DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE L Esecutore dovrà presentare un dettagliato piano operativo di espletamento del servizio, corredato di schede tecniche, dei prodotti e dei materiali utilizzati. Il servizio dovrà essere svolto nei locali e nelle zone secondo le cadenze programmate o su specifica richiesta mediante chiamata urgente, con obbligo della Ditta di intervenire entro 12 ore. Ogni singolo intervento dovrà essere concordato con la Direzione Medica. La ditta appaltatrice dovrà adeguare la condotta degli interventi alle particolari e prioritarie esigenze dei servizi utilizzatori degli ambienti, provvederà inoltre a fornire al responsabile della struttura, tutte le necessarie informazioni atte a favorire la collaborazione dei lavoratori e a prevenire eventuali inconvenienti derivati dal trattamento stesso. La ditta dovrà presentare un dettagliato piano di bonifica sanitaria nel quale siano inoltre dichiarati: denominazione prodotti impiegati negli interventi; schede tecniche e di sicurezza dei prodotti; elementi utili alla migliore valutazione dei prodotti e della loro efficacia; conoscenza della rete dei servizi (fognari, vapore, elettricità, ecc.) e sue pertinenze, della strutture interessate dagli interventi; il tipo e la qualità delle attrezzature da impiegare; le misure protettive obbligatorie che si intendono adottare in favore del personale impiegato, dell incolumità pubblica e della salubrità ambientale; i tempi e le modalità di esecuzione della bonifica: le specifiche d impiego per ogni prodotto; l articolazione degli interventi in base alle condizioni ambientali e stagionali; possibili locali e zone che bonificati possano diminuire, se non eliminare, la presenza di infestanti nell'area dell A.S.L. NO. ASPETTI GENERALI DEL SERVIZIO

16 Il servizio deve rispettare i seguenti criteri: DISINFESTAZIONE Il servizio dovrà interessare in particolare tutti i locali e le zone ai piani seminterrati e a piano terreno o i locali adibiti a cucina, mensa, servizi igienici, zone di stoccaggio dei rifiuti, magazzini, ecc.; ovunque ubicati e ovunque esista la necessità di eliminare totalmente l infestazione da blatte. Dovranno essere rispettati i sotto specificati criteri: utilizzo di prodotti abbattenti, stananti, residuali non tossici rotazione degli stessi utilizzo di insetticidi apolari o polveri secche su prese ed impianti elettrici utilizzo di insetticidi anche su pareti verticali previsione di interventi associati con utilizzo di insetticidi specifici e trappole di ferormoni. DISINFESTAZIONE ( altri agenti infestanti) Il servizio dovrà interessare le aree coperte e scoperte ed in particolare: scantinati, sottotetti, cavedi, cabine elettriche intercapedini, vie fognarie ovunque esista la necessità di eliminare totalmente l infestazione da ratti. Dovranno essere specificati i seguenti sotto specificati criteri: utilizzo di prodotti anticoagulanti, efficaci per i ratti e sicuri per l uomo posizionare le esche protette da eventi atmosferici, da eventuali altri animali e distribuire le esche all interno delle zone a maggior frequenza di passaggio dei roditori e sotto ai rifiuti utilizzo di esche e polveri da sistemare nelle condutture o nei punti a maggior frequenza di passaggio dei roditori prima di deporre esche e polveri, ispezionare attentamente la zona infestata e le immediate vicinanze per individuare tutti i punti di entrata, di alimentazione ed i nidi cercare i percorsi dei roditori lungo i muri, nelle intercapedini dei pavimenti, lungo le tubature, nelle aree esterne dei cortili e tutte le possibili fonti di approvigionamento di acqua. Gli orari degli interventi dovranno essere concordati e comunque non dovranno interferire con le normali attività lavorative. Il servizio dovrà essere continuativo e dovranno essere garantiti interventi, anche in caso di necessità imprevedibili ed non programmabili. Eventuali lavori di facchinaggio, sgombro e spostamento di materiali che si rendessero necessari, al fine della migliore conduzione degli interventi, sono a carico della ditta aggiudicataria. La periodicità e il numero degli interventi programmati potranno subire variazioni in relazione alle esigenze reali delle singole aree. Alla Direzione Sanitaria dovranno essere trasmesse le relazioni attestanti l avvenuto trattamento e a cui vanno allegate le schede tecniche dei prodotti utilizzati. Il soggetto aggiudicatario dovrà comunicare: i nominativi degli operatori tecnici disinfestatori, e loro curriculum relativo a corsi di formazione specifica, effettuati e anzianità di lavoro nell impresa non inferiore a tre anni. L A.S.L. NO potrà effettuare controllo sul servizio di volta in volta prestato, tramite un proprio incaricato ed alla presenza di un rappresentante della ditta affidataria. Qualora le operazioni effettuate risultassero inefficaci o di parziale efficaci, la ditta aggiudicataria dovrà provvedere ad eseguire senza alcun onere aggiuntivo, degli altri interventi supplementari, a richiesta dell amministrazione. DISINFESTAZIONI DI ALTRO TIPO

17 Dovranno essere previsti inoltre, interventi rivolti all eliminazione di: formiche, mosche, mosconi, zanzare, ed altri artropodi quali; insetti delle derrate alimentari (Tribolium, Ephestia), millepiedi, ragni, zecche, ecc.. CALENDARIO INTERVENTI Per poter programmare in modo efficace il calendario dei trattamenti è necessario: 1. per le blatte prevedere due passaggi ad inizio primavera ed inizio autunno distanziati di una ventina di giorni, seguiti da passaggi mensili fino alla scomparsa degli agenti infestanti. Quindi procedere con interventi periodici, da concordare secondo necessità. 2. Per i topi Tenendo conto della diffidenza istintiva di questi animali nei confronti dei mezzi impiegati per combatterli. Sarà importante dopo l intervento iniziale, esaminare le postazioni dopo tre giorni e cambiare la dislocazione di quelle che non evidenziano consumo; si dovrà ripetere operazione a distanza di quattro giorni rimpiazzando le esche mangiate e successivamente si dovrà ripetere l osservazione e la sostituzione delle esche consumate ad intervalli di sette giorni finché non si avrà evidenza della scomparsa dei topi Interventi periodici saranno comunque necessari a causa della spiccata astuzia, della capacità straordinaria di adattamento e del potenziale prolifico di questa specie di cui non si può tentare di aver ragione se non con un assiduo controllo e con interventi tempestivi e ripetuti. 3. Disinfestazioni di altro tipo secondo necessità derivanti da particolari situazioni ambientali e/o stagionali. B.3) PULIZIE MEZZI ELEVATORI (ASCENSORI, MONTALETTIGHE, MONTACARICHI), SCALE, ATRII E CORRIDOI DI COLLEGAMENTO Le pulizie vanno effettuate con le seguenti modalità: Presidi Ospedalieri: Tipologia 1: I passata classe G1, II passata classe G3 7 giorni su 7. Tipologia 2: Pulizie periodiche con le stesse frequenze adottate per i reparti di degenza. Altre Strutture: Tipologia 1: 1 passata classe G1, con le frequenze previste nelle schede cui le Strutture afferiscono. Tipologia 2: Pulizie periodiche con le stesse frequenze adottate per le strutture a cui afferiscono. B.4) PULIZIE AREE COMUNI ESTERNE Per pulizie ordinarie e continuative si intende l insieme delle operazioni necessarie per l eliminazione dei rifiuti e dello sporco grossolano, quale carta, cartoni, foglie ecc.. da balconi, terrazzi, marciapiedi, caditoie per il convogliamento delle acque bianche, cavedi, viali, cortili, porticati, bocche di lupo, dai piazzali, dai passaggi pedonali, dai marciapiedi, dai porticati, dalle rampe esterne, ecc soggette a formazione quotidiana di sporco attraverso l utilizzo di macchine, attrezzature e prodotti chimici in grado di salvaguardare lo stato d uso e la natura dei diversi substrati. Sono altresì comprese nelle Pulizie ordinarie e continuative le seguenti prestazioni: svuotatura dei contenitori porta rifiuti e la sostituzione dei relativi sacchi di plastica

18 pulizia per allagamenti o forti grandinate trasporto dei rifiuti prodotti e raccolti durante le attività di pulizia e conferimento nei punti di raccolta esterni Particolare cura va riservata alla rimozione dello sporco visibile presente nelle aree esterne immediatamente adiacenti agli ingressi. A tale scopo la Ditta dovrà provvedere al posizionamento di un numero congruo (da concordare con l A.S.L.) di posacenere e contenitori portarifiuti. All occorrenza all Esecutore saranno consegnati appositi contenitori per la raccolta di siringhe o altri materiali pericolosi; gli stessi dovranno essere depositati presso locali appositamente dedicati Le aree esterne interessate da un elevato passaggio di persone e merci, dovranno essere monitorate e pulite ogni qualvolta fosse necessario. B.5) MANUTENZIONE GIARDINI A.S.L.. Tale servizio comprende: la potatura di alberi e piante e dei cespugli; il taglio e la sagomatura delle siepi, con rimozione delle erbe infestanti; il taglio dell'erba con una frequenza tale da mantenere il manto erboso ad una altezza media non superiore ai 10 cm.; la zappatura e la sarchiatura, ove necessaria; l'irrigazione, ove necessaria; la concimazione delle aree verdi che necessitano di tale intervento; se necessario, trattamenti anti parassitari sulle piante o interventi per l'eliminazione delle erbe infestanti; il taglio degli alberi morti o pericolanti; la sostituzione (ove richiesto) degli alberi, piante, cespugli, ecc. morti; l'allontanamento del materiale di risulta.

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO QUESITO n. 1 con riferimento all'elenco dei servizi analoghi prestati nell'ultimo triennio (2004/2005/2006) volevo cortesemente sapere se i certificati di buona esecuzione rilasciati dai committenti devono

Dettagli

Settori. Personale qualificato. Chi siamo

Settori. Personale qualificato. Chi siamo Settori Pubblico Pulizia di edifici di Pubbliche amministrazioni seguendo le richieste indicate nei capitolati d oneri, controllate inoltre delle specifiche norme UNI EN ISO 9001 e SA8000. Privato personalizzati

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO E DISCIPLINARE DI GARA

CAPITOLATO TECNICO E DISCIPLINARE DI GARA Procedura aperta per l affidamento del servizio di pulizia ordinaria e di attività ausiliarie accessorie per la sede nazionale di Fondimpresa sita in Roma in via della Ferratella in Laterano n. 33 CAPITOLATO

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti

SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti SERVIZIO PATRIMONIO E AFFARI GENERALI Ufficio Gestione Patrimonio e Acquisti PROCEDURA APERTA n. 121/2009 Disciplinare di gara per l appalto, in quattro lotti, del servizio di pulizia, disinfezione ed

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2

BUSINESS INTELLIGENCE (BI) PER L AUTORITÀ PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI RIF. CIG 03506093B2 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA SPECIALISTICA E DEI SERVIZI DI SVILUPPO, MANUTENZIONE ED EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI BUSINESS PROCESS MANAGEMENT (BPM) E DI BUSINESS

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Codice Identificativo Gara, CIG: 03154838CC

Codice Identificativo Gara, CIG: 03154838CC ACCORDO QUADRO BIENNALE PER I SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILI, MACCHINE ED ARREDI PER UFFICIO, APPARECCHIATURE INFORMATICHE ED ELETTRONICHE, DOCUMENTAZIONE CARTACEA DA TRASFERIRE NELLA NUOVA

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente - indirizzo postale:

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione ALBO FORNITORI POSTE ITALIANE S.P.A. CATEGORIA SERVIZI DI PULIZIA ED IGIENE AMBIENTALE REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE Pagina 1 di 20 INDICE 1. DISPOSIZIONI GENERALI...3 1.1. Premessa e ambito

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto, durata ed importo dell appalto...

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA (Norme Integrative al bando di gara mediante procedura aperta)

DISCIPLINARE DI GARA (Norme Integrative al bando di gara mediante procedura aperta) AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Ospedale S. Carlo di Potenza Ospedale S. Francesco di Paola di Pescopagano Via Potito Petrone 85100 Potenza Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 DISCIPLINARE

Dettagli

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 Disciplinare di gara pubblica per l affidamento dei servizi di trasporto funzionali all espletamento

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

Il Presidente. Pavia, 15 aprile 2015. EB/dc Prot. Spett.le. Alla cortese attenzione Sig. via fax. anticipata via mail a

Il Presidente. Pavia, 15 aprile 2015. EB/dc Prot. Spett.le. Alla cortese attenzione Sig. via fax. anticipata via mail a Il Presidente Pavia, 15 aprile 2015 EB/dc Prot. Spett.le Alla cortese attenzione Sig. via fax anticipata via mail a OGGETTO: Procedura negoziata per l affidamento del servizio di copertura assicurativa

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate.

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate. Roma, 5 marzo 2010 AREA COORDINAMENTO AFFARI AMMINISTRATIVI Ufficio Affari Amministrativi Contabilità e Bilancio Prot. UAA-AIFA F.3./a.23734/P OGGETTO: Gara d appalto mediante cottimo fiduciario per l

Dettagli

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO La Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio, da compilarsi in caso di Offerta Segreta o Offerta

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CROTONE Prot. n. 25161 del 21/05/2012 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Fornitura di Prodotti Disinfestanti e Derattizzanti

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE

LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE LINEE GUIDA PER GLI APPALTI DEI SERVIZI DI PULIZIE IN PROVINCIA DI COMO ED. 2009 Coordinamento del progetto: Osservatorio Territoriale per la provincia di Como per le Imprese di pulizia In collaborazione

Dettagli

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO R E G I O N E V E N E T O R E J O N V E N E T O P R O V I N C I A D I B E L L U N O P R O V I N Z I A D E B E L U N COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO CAP 32043 Corso Italia, 33 Tel. 0436 4291

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544. Avviso di gara Settori speciali. Servizi 1/19 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:218544-2015:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia 2015/S 119-218544 Avviso di gara Settori speciali Servizi Direttiva 2004/17/CE

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42

Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 Disciplinare di gara per l affidamento dei servizi di pulizia degli uffici e servizi annessi presso la sede di SACE S.p.A. in Roma, Piazza Poli 37/42 1 DISCIPLINARE DI GARA GARA EUROPEA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA AL COMUNE DI OLGIATE MOLGORA VIA STAZIONE 20 - OLGIATE MOLGORA (LC) GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E TRASPORTO

Dettagli

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 MOD. 2 - Busta A AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122

Servizio di Pulizia della sede del Comando di Roma Carabinieri per la tutela della Salute, viale dell Aeronautica n. 122 MINISTERO DELLA SALUTE UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE DELL ORGANIZZAZIONE E DEL BILANCIO UFFICIO VIII EX DGPOB LOTTO 2. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DELLA SEDE DEL COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA

Dettagli

COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS

COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS UFFICIO LAVORI PUBBLICI LAVÔRS PUBLICS Tel. 0432 99 20 21 - Fax 0432 99 20 51 lavori.pubblici@com-gonars.regione.fvg.it

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI Provincia di Salerno Area Tecnica Assetto ed Utilizzazione del Territorio CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI ART.1

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI, 29 BANDO DI GARA

PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI, 29 BANDO DI GARA Settore Contratti e Appalti Tel. 030-3749968 3749907 per info. tecniche Tel. 030-3749341 Fax. 030-3749211 per inf. amministrat. www.provincia.brescia.it (bandi di gara) PALAZZO BROLETTO PIAZZA PAOLO VI,

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2015/S 124-228385. Avviso di gara Settori speciali. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2015/S 124-228385. Avviso di gara Settori speciali. Servizi 1/10 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:228385-2015:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia di edifici 2015/S 124-228385 Avviso di gara Settori speciali Servizi Direttiva

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI AUTOMEZZI, MACCHINARI ED ATTREZZATURE, ALLESTITE PER USO PROTEZIONE CIVILE, ATTE A COSTITUIRE PARTE DELLA COLONNA MOBILE PER IL SERVIZIO PROTEZIONE

Dettagli

I-Roma: Servizi di pulizia di uffici 2010/S 139-214139 BANDO DI GARA. Servizi

I-Roma: Servizi di pulizia di uffici 2010/S 139-214139 BANDO DI GARA. Servizi GU/S S139 21/07/2010 214139-2010-IT Stati membri - Appalto di servizi - Avviso di gara - Procedura aperta 1/4 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:214139-2010:text:it:html I-Roma:

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO Modello B Comune di Saluzzo Via Macallè, 9 12037 SALUZZO PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELLA POLIZZA DI ASSICURAZIONE A FAVORE DEL COMUNE DI SALUZZO RELATIVA A INCENDIO E ALTRI EVENTI, FURTO E

Dettagli

A.R.T.E. GENOVA BANDO DI GARA D APPALTO DI SERVIZI

A.R.T.E. GENOVA BANDO DI GARA D APPALTO DI SERVIZI A.R.T.E. GENOVA BANDO DI GARA D APPALTO DI SERVIZI I.1) STAZIONE APPALTANTE: A.R.T.E. Azienda Regionale Territoriale per l Edilizia della Provincia di Genova via B. Castello civ.3 16121 Genova tel. 010.53901

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Città di Spinea Provincia di Venezia

Città di Spinea Provincia di Venezia Città di Spinea Provincia di Venezia APPALTO: servizio di pulizia interna uffici comunali 2013 2014 AFFIDAMENTO: da appaltare REDATTO DA REVISIONE N. DATA APPROVATO DA 1 SOMMARIO 1. SEZIONE DESCRITTIVA...

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 1/2011 AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Ufficio di Segreteria Giuridico-Amministrativa U.O. Affari Generali, Giuridici e di Raccordo Istituzionale Via V.

Dettagli

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale).

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). Allegato al MOD. PRES. Mod. DICH/14. DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). DELLA IMPRESA (denominazione e ragione sociale). SEDE LEGALE

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI. (Aggiornato al 1 gennaio 2008)

CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI. (Aggiornato al 1 gennaio 2008) Amministrazione Centrale Direzione Affari Contrattuali e Patrimoniali CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI RELATIVI A LAVORI, FORNITURE E SERVIZI D. Lgs. 163/06 e s.m.i. SINTESI (Aggiornato al 1 gennaio 2008)

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n.

INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n. CIG 60528780F1 Pag.1 di 34 INSIEL Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con socio unico Sede Legale: Trieste, Via San Francesco d Assisi n. 43 GE 08-14 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DEL D.LGS.

Dettagli

CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare

CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare COMUNE DI BARLETTA CITTA DELLA DISFIDA Medaglia d oro al merito civile e militare BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA N. 1/2009 Il Comune di Barletta, in esecuzione della Determinazione Dirigenziale n.

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito ALLEGATO 1 Via A. Picco Oggetto: istanza di ammissione alla gara relativa servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria delle macchine operatrici di ACAM Ambiente s.p.a.. Il sottoscritto...., nato

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

Scheda 2.4 Imprese di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione

Scheda 2.4 Imprese di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione Scheda 2.4 Imprese di, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione SOGGETTI RICHIEDENTI/AMBITO DI APPLICAZIONE La presente scheda riguarda unicamente soggetti ricadenti nella qualifica

Dettagli

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA. All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari

ISTANZA DI PARTECIPAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA. All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari ISTANZA DI PARTECIPAZIONE E DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA All Università degli Studi di Bari ALDO MORO Piazza Umberto I n. 1 70121 Bari CIG: 55637729E4 Procedura aperta per l affidamento del servizio di raccolta,

Dettagli

Attualmente per il lotto 2 servizio di Pulizie, disinfestazioni e piccoli traslochi sono assunti nr 15 operatori così suddivisi:

Attualmente per il lotto 2 servizio di Pulizie, disinfestazioni e piccoli traslochi sono assunti nr 15 operatori così suddivisi: Quesito nr. 1 gara Global Service Siamo a chiedere, con la presente, di poter conoscere il nome degli attuali gestori dei servizi relativi ai lotti 1 e 2? Risposta al Quesito nr. 1 L'attuale gestore del

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE Allegato A) DOMANDA DI PARTECIPAZIONE (REDATTA AI SENSI DEL D.P.R. 28.12.2000, N. 445) ------ OGGETTO: CONTRATTO AI SENSI DELL ART. 153, COMMI 1-14, DEL D.LGS. N. 163/2006 (FINANZA DI PROGETTO) DI COSTRUZIONE

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO Appalto di sola esecuzione - offerta economicamente più vantaggiosa Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto,

Dettagli

Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI.

Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI. Provincia di Belluno DIREZIONE GENERALE SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI, ESPROPRI. Prot. n. 41227/app del 21/06/2007 PUBBLICO INCANTO (PROCEDURA APERTA) PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO DELLE OPERE

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

PRESENTA LA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO DELL ATTIVITÀ ² (ai sensi dell art. 19 L. 241/1990)

PRESENTA LA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO DELL ATTIVITÀ ² (ai sensi dell art. 19 L. 241/1990) Scia/82 ¹ Segnalazione certificata di inizio dell attività pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione (Legge n. 82 del 25/1/94) La/il sottoscritta/o nata/o a (Prov. ) il in

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C

COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C COMUNE DI CAGLIARI PROCEDURA APERTA BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE N. 23/2011 CIG. N. 2963254A8C Il presente concorso è disciplinato dalla Direttiva 2004/18/CE. I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI

Dettagli

RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA

RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA Poiché risulta che alla gara possono partecipare anche imprese in possesso di attestazione SOA per la sola costruzione indicando i progettisti si chiede quale

Dettagli

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso LETTERA INVITO A TRATTATIVA PRIVATA APERTA per Fornitura di Servizi di TRASLOCO di mobili e documenti da ufficio da Roma, Via Cristoforo Colombo 283/A (8 piano) a Roma, Quintino Sella, 42, CIG: Z9C0C2C891

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo COMUNE DI PUTIGNANO BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA PER IL SERVIZIO DI FACCHINAGGIO E DI POSIZIONAMENTO, TENUTA IN EFFICIENZA E RIMOZIONE TRANSENNE E SEGNALETICA MOBILE. Allegato A alla determina dirigenziale

Dettagli