VERBALE ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 24/08/2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VERBALE ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 24/08/2014"

Transcript

1 VERBALE ASSEMBLEA ORDINARIA DEL 24/08/2014 In data 24 agosto 2014 alle ore 18,00, in seconda convocazione, essendo andata deserta in prima, si è riunita l Assemblea Ordinaria del Consorzio Rosa Marina presso la propria sede per discutere e deliberare sui seguenti argomenti all ordine del giorno: a) Nomina Presidente e Segretario dell Assemblea b) Relazione del Presidente c) Presentazione Rendiconto esercizio 01/01/ /12/2013 e relativa approvazione; d) Destinazione avanzo di gestione 2013; e) Presentazione Bilancio Preventivo esercizio 01/01/ /12/2015 e relativa approvazione f) Proposta di transazione dei proprietari dei lotti G 80, G 83 e G 97; g) Presentazione progetto preliminare area denominata Giardini del Consorzio e relativa approvazione. Presidente del CRM Marina Calamo Specchia: Saluto i numerosi Consorziati presenti e li ringrazio per avere voluto partecipare a questa Assemblea augurandomi che i lavori si svolgano in un clima sereno e costruttivo nell interesse del Villaggio. Vice-Presidente CRM Federico Finocchi Leccisi: L accesso all Assemblea è stato consentito ai soli Consorziati aventi diritto al voto e che si sono regolarmente accreditati. Ricordo che, a termini di Statuto, rivestono la qualifica di Consorziati i proprietari di unità immobiliari o per delega il coniuge o i parenti entro il secondo grado. Tuttavia, anche i non consorziati ed i non accreditati possono seguire i lavori su un maxischermo posto all esterno dei Giardini dove sono state installate delle postazioni di video ascolto. Tutto ciò è stato deliberato dal CdA per consentire un ordinato svolgimento dei lavori affinchè possa intervenire e votare solo chi ne abbia diritto Presidente CRM: Alle ore 18 diamo inizio ai lavori. Propongo all Assemblea la nomina del Presidente nella persona del Prof. Avv. Andrea Violante e del Segretario nella persona del Prof. Avv. Donato Marzano. L Assemblea approva la proposta. Il Presidente dell Assemblea Andrea Violante ringrazio e chiarisco che è necessario che la conduzione dell assemblea sia conforme a determinate regole in modo da potere avere un corretto e ordinato svolgimento. Salvatore Tartaro: chiedo la parola per una pregiudiziale. Il Presidente dell Assemblea acconsente. Salvatore Tartaro: Il provvedimento di autorizzare l accesso in assemblea solo a chi è portatore della delega, viene adottato per la prima volta credo dopo 50 anni. Presidente dell Assemblea: La pregiudiziale riguarda un aspetto di presenza in assemblea che va valutato all attualità. Quello che è avvenuto 50 anni addietro, da un punto di vista della conduzione dell assemblea, non appare rilevante. Tartaro: Siamo all attualità quello che si chiede è che il presidente valuti l opportunità di consentire l accesso a tutti a norma dell art. 12 dello statuto il quale recita che l assemblea è costituita da tutti: consorziati. Presidente dell Assemblea: Nella misura in cui in questa assemblea sono presenti i consorziati accreditati al voto come dice lo statuto come presidente dell assemblea, ritengo costituita validamente questa assemblea. Invito il presidente del CRM o chi, del consiglio di amministrazione, sarà ritenuto idoneo ad esporre i punti all ordine del giorno che riguardano: la relazione del presidente, il rendiconto dell esercizio al 31/12/2013 che poi è il documento di bilancio con la relativa nota integrativa e poi di seguito la relazione del collegio dei revisori. Presidente del Consorzio: Per quanto riguarda la presentazione del bilancio consuntivo 2013 va fatta una premessa di fondo. Si tratta di un bilancio consuntivo che è condiviso con la precedente amministrazione per 4 mesi cioè 1/3 di esercizio, dal 1 gennaio al 30 aprile, mentre da quando noi ci siamo insediati formalmente il bilancio consuntivo è a carico dell attuale amministrazione. Devo premettere una valutazione di carattere formale, noi abbiamo presentato questo bilancio il 18 maggio. Questo bilancio non è stato approvato per 4 voti. Nessuna norma di legge impedisce la ripresentazione del medesimo bilancio, anche perché come sicuramente avete riscontrato nel verbale dell assemblea che vi è stato inviato ed è stato diffuso, non ci sono dei rilievi tecnici e di merito tali da richiedere una modifica di tale bilancio. Queste sono le due ragioni per cui noi, avendo intenzione di confermare l impostazione del bilancio consuntiva del 2013, lo abbiamo presentato nella stessa forma e nella stessa sua estensione. Dopo questa breve premessa passerei la parola al tesoriere per una rapida illustrazione, poi al Presidente facente funzioni del Collegio dei revisori avv. Falagario per la relazione. Tesoriere CRM Margherita De Pasquale: Innanzitutto vorrei salutare tutti i consorziati, ringraziarvi per la presenza, perché avete rinunciato a parte del vostro tempo libero per venire qui. In qualità di tesoriere, vorrei far presente che mi sembra superfluo soffermarsi in un esame analitico del rendiconto, considerato che non ha subito modifiche rispetto al rendiconto presentato a Maggio. Vorrei soltanto rassicurare tutti voi del fatto che questo bilancio è stato redatto in conformità delle disposizioni normative vigenti e soprattutto che c è una perfetta corrispondenza tra le poste contabili di bilancio e tutti gli atti contabili presenti in ufficio. Inoltre vi vorrei rassicurare sul fatto che questo bilancio è stato redatto con l ausilio del nostro consulente dott. Giorgio Papa, che è qui con noi e che è stato scelto in maniera molto attenta e oculata da questo consiglio in quanto persona totalmente estranea al consorzio, legato solamente da un vicolo professionale e da nessun altro tipo di legame, né di parentela né di altro. Vorrei anche far presente che questo rendiconto ha ricevuto il placet del collegio dei revisori senza riserva alcuna, al contrario di ciò che ho sentito purtroppo dire. Pertanto vi invito ad approvare questo rendiconto e vi rassicuro sulla sua perfetta conformità, esattezza e veridicità. Ora cederei la parola all avvocato Falagario, che è il nostro (facente funzioni di) presidente del collegio dei revisori, grazie. Presidente f.f. Collegio dei Revisori Antonio Falagario: Grazie Presidente, grazie tesoriere e grazie a voi consorziati. Io voglio svolgere alcune brevissime riflessioni sulla relazione del collegio sindacale all assemblea dei soci che è stata regolarmente depositata presso gli uffici del consorzio ed è a disposizione di tutti voi. Quindi eviterò di leggere ovviamente la relazione per esteso, e comunque, la relazione del 1

2 collegio sindacale, attesta la conformità ai principi contabili delle poste in bilancio, seguendo il criterio di competenza, quindi sostanzialmente privilegiando la contabilità economica patrimoniale rispetto a quella finanziaria. Peraltro dal 2015, lo dico come fonte di notizia, anche gli enti pubblici adotteranno la contabilità economica patrimoniale come già ha ampiamente condiviso Angelo Roma, Angelo Guadalupi e Franco Tomei. Ora nelle conclusioni ovviamente, chiedo a tutti voi consorziati, dato che insieme ai colleghi del collegio dei revisori abbiamo dato un giudizio di conformità del bilancio, che venga approvato. Mi auguro, concludendo la mia brevissima relazione, che venga instaurato un clima costruttivo anche con quelli che non hanno condiviso le nostre scelte programmatiche, ma con i quali si è avuto un sereno quanto leale confronto. Vi ringrazio e passo la parola al presidente dell assemblea. Presidente dell Assemblea: Prima di aprire la discussione su questi punti all ordine del giorno che poi è unico punto perché parliamo di relazione di gestione bilancio nota integrativa, intendo regolamentare la conduzione di questa discussione in questi sensi: intanto gli interventi devono essere prenotati presso il segretario dell assemblea e a ciascun intervento attribuirò 3 minuti per esprimere sinteticamente le osservazioni, i rilievi, i dissensi o i consensi che ci possono essere. Dopo questi interventi e a conclusione degli stessi ci sarà una replica da parte del consiglio di amministrazione in maniera che si completi la discussione e si passi subito al voto su questo punto all ordine del giorno. Angelo Roma: Buonasera a tutti, intervengo su questo primo punto che in realtà secondo me segna in qualche modo lo stato dei rapporti tra gli organi consortili, in questo caso tra l assemblea e il consiglio di amministrazione. Dico questo perché come preannunciato, noi oggi ritorniamo ad occuparci di un bilancio che piaccia o non piaccia è stato già esaminato in assemblea e non approvato. Sicuramente, come ricordava il presidente del consorzio, non vi è alcuna norma civilistica che impedisca di ripresentare un bilancio non approvato, però vi è sicuramente, d altro canto, una norma statutaria, che è l art. 19 dello statuto del consorzio che prescrive l obbligo per il consiglio di amministrazione di eseguire le decisioni assembleari. La decisione assembleare è stata quella di non approvare quel bilancio, per cui anche la formulazione dell ordine del giorno è contestabile. Presidente dell Assemblea: Chiedo scusa dott. Roma, l intervento deve riguardare i punti all ordine del giorno. Questi sono aspetti generali, nella misura in cui lei abbia da poter incontrare vizi di procedura, prenderà le iniziative che vorrà. L intervento deve riguardare i punti. Angelo Roma: Rilevo un vizio procedurale, che pretendo venga messo a verbale. Secondo me questo argomento non può essere discusso per il semplice motivo che ove mai venisse questa volta approvato il bilancio avremmo due risultati evidentemente contrastanti. È chiaro che in questo caso non ci si può accontentare del principio della vigenza dei provvedimenti nel tempo. In realtà, in questa assemblea, il consiglio di amministrazione avrebbe dovuto proporre, secondo il mio modestissimo parere, la revoca del precedente deliberato dell assemblea e l eventuale riproposizione ove la revoca fosse stata accettata dall assemblea. In questa maniera, rendiamoci conto, che noi paradossalmente potremmo avere lo stesso bilancio, una volta approvato e una volta bocciato. Rosa Savoia: Grazie, tenterò ovviamente di essere sintetica perché con 3 minuti non si riesce a dire granché. Devo dissentire dalla presentazione che ha fatto la presidente perché sul verbale che ci è stato inviato, c è un intervento molto preciso e chiaro contro il consuntivo e sulla sua elaborazione e stesura. E tenterò di spiegare per quale motivo noi oggi stiamo riproponendo le stesse critiche. Intanto mi sarei aspettata che a seguito, ovviamente, delle dimissioni del presidente del collegio dei revisori, ci fosse stata eventualmente una surroga o comunque un completamento di questo organismo che è effettivamente molto importante. Qual è il problema, la difficoltà e la preoccupazione? Se voi andate a leggere il consuntivo, c è un avanzo di gestione di ,00. Io tenterò di ricorrere pochissimo alle cifre. Sappiamo perfettamente che un bilancio consuntivo può essere fatto in tantissimi modi, bisogna semplicemente vedere le poste dove vengono messe, se in conto economico o nello stato patrimoniale. Cosa è accaduto? Oltre ,00, quasi ,00, sono stati spostati a fine anno dal conto economico allo stato patrimoniale, patrimonializzando le spese. Cosa vuol dire? Vuol dire che le spese nel 2013 sono state fatte, ma che non risultano sul quel consuntivo del 2013, perché sono state spostate nel conto economico. Quindi di fatto l avanzo di gestione potrebbe addirittura essere negativo, ci potrebbe essere un disavanzo e quindi a questo punto io mi chiedo per quale motivo è stato fatto ciò. Generalmente ci sono delle norme prudenziali per cui gli spostamenti da conto economico a stato patrimoniale, generalmente non devono mai superare l avanzo di gestione. Qui abbiamo oltre ,00 di patrimonializzazione di oneri a fronte di un avanzo di gestione di ,00. La mia preoccupazione qual è? C è scritto che, ad un certo punto, la presidente propone che questo avanzo di gestione, vada messo ad aumentare, praticamente, l utile, diciamo così. Che cosa accade se invece, questa assemblea decidesse la restituzione di quei ,00? Ci sono in cassa? Io faccio una domanda reale, perché io ho bisogno di capire esattamente, una volta spostati questi oneri, che hanno natura pluriennale e che si riferiscono alle manutenzioni straordinarie, per quanto riguarda le attività sportive, per quanto riguarda gli impianti di illuminazione, per quanto riguarda le strade, di fatto non ci sono da una parte all altra. Se voi andate a veder sul conto consuntivo, le spese straordinarie non ci sono più, sono state spostate nel conto patrimoniale, spese straordinarie non ci sono. Per cui io temo, e mi assumo la responsabilità di quello che dico, che quell avanzo di gestione, non sia di ,00 ma abbia un segno negativo. Per cui la mia dichiarazione di voto è di bocciare nuovamente questo consuntivo, perché io mi sarei aspettata che, comunque, in base alle indicazioni del vecchio consulente qualcosa fosse stata modificata, grazie. Massimo Semerano: Le regole ve le date voi, io allora le dico velocissimamente solo un punto perché il resto l ha detto la consorziata Savoia. Viene richiesto dall Assemblea l accertamento se il Semerano sia consorziato e, come tale, legittimato a parlare. Presidente dell Assemblea: Sospendiamo un momento il suo intervento in attesa di questo accertamento. Luigi Montaruli: Io non parlerò del bilancio, perché non è il bilancio che interessa a me in questo momento. Ma per la vita di Rosamarina non è solo il bilancio, è l occasione per parlare, solo un occasione in cui ci incontriamo. Volevo semplicemente dire alla presidente, che si è creato un clima fra i nuovi amministratori e i vecchi amministratori a causa delle sue dichiarazioni. Dall inizio, dal momento in cui lei ci ha convocato con una raccomandata per accusarci di chissà quali misfatti abbiamo fatto, e da questo momento è nato un po questo clima. In questo clima parlerei un momento dell impianto elettrico, perché volevo semplicemente tranquillizzare i consorziati, che l impianto elettrico è in regola e non fuori norma. Anche quando si aggiungono 10 pali l impianto non va fuori norma perché è stato progettato anche per ricevere variazioni. L altra cosa di cui volevo avere notizie è di questo consiglio, perché lei del consiglio non ci parla mai. Si sono dimesse 3 persone: il presidente del collegio dei revisori e due consiglieri. Non credo che si siano dimessi per motivi personali, ma per motivi inerenti la gestione del consorzio e dell amministrazione. Vogliamo sapere qualcosa. Come anche vogliamo avere notizie sull impianto fognante e sull impianto dell acquedotto che per la vita di Rosamarina è importantissimo perché è l impianto che può salvare questo villaggio da una brutta fine. Sarò brevissimo, parlerò solo del consuntivo, anche se volevo parlare di altri argomenti, però mi rendo conto che non è questo il posto. Volevo solo dire che, io nell ultima assemblea che abbiamo fatto a Maggio, avevo pregato il consiglio di darci un po di numeri. Io sono venuto dopo 2 mesi che avevo fatto la richiesta e ho avuto qualcosa, ma non mi hanno dato tutto quello che chiedevo, cioè volevo delle cifre, volevo dei verbali dai quali si potessero vedere delle cifre. Purtroppo non ho avuto niente, per cui volevo semplicemente dire che tanta trasparenza non l ho notata. Comunque nel prossimo intervento farò le mie dichiarazioni. 2

3 Donato Giannuzzi: Buonasera a voi tutti. Pocanzi l ingegner Montaruli ha evidenziato una sorta di conflitto tra vecchi e nuovi amministratori. Presumo che al popolo di Rosamarina, questo conflitto tra amministratori, non interessi assolutamente, o meglio, quello che interessa a noi è che il villaggio prosperi, migliori, consenta una vivibilità sempre in evoluzione. Fatta questa premessa, vorrei semplicemente, attenendomi al consuntivo, riferirmi alla raccolta dei rifiuti solidi urbani. Traggo spunto perché è una situazione che comunque, anche se diciamo potenziata in termini di modalità da parte del nuovo consiglio di amministrazione, deve necessariamente essere ancora di più potenziata, migliorata, perché sotto gli occhi di tutti, il fatto che molte volte circolando per le strade, troviamo e trovate montagne di rifiuti. Quindi io proporrei l istituzione di isole ecologiche. Ho preso spunto dal consuntivo per questo. Comunque mi premeva mettere in luce questo aspetto e poi c è un problema di navette. Massimo Semerano: Sono accreditato e sono proprietario dei locali di Rosamarina, volevo sapere, la presidente è proprietaria della villa Rosamarina o è proprietario il babbo? Il servizio di vigilanza che costa 5.000,00 in più, è per la vigilanza effettuata fino al 14 Agosto in Via Diamante dalle alle 17.00? Poi ci sono spese varie. Voglio sapere se la presidente può occupare il posto da presidente o no. La consorziata Ruta, iscritta a parlare, rinuncia. L avvocato Tarsia, rinuncia. Francesco Campobasso: Intanto mi sento un po chiamato in causa da almeno un intervento e vorrei chiarire le motivazioni delle mie dimissioni da presidente del collegio dei revisori. Dipendono esclusivamente dal fatto che a Maggio, questo bilancio, come vi è noto non è stato approvato dalla maggioranza dell assemblea sia pure per 3 voti e devo dire sia pure da un numero ristretto di consorziati, penso che alla fine fossero rappresentati non più di 150 consorziati. Però per quello che riguarda la mia scelta, ho ritenuto che nella democrazia, una volta che il bilancio non fosse stato approvato, di dover fare un passo indietro. Ma non ci sono motivi di altra natura né divisioni, né altro con il consiglio e devo dire che capisco pure, lo dico francamente, la scelta di chi invece ha continuato a lavorare, perché per senso di responsabilità, immagino abbiano voluto portare avanti l attività di questo villaggio, invece di dimettersi in blocco a Maggio. Quindi non sto dicendo che la mia scelta è migliore di quella che è stata fatta dagli altri miei colleghi, ex colleghi. Dico che io ho scelto questo, però volevo con questo chiarire le motivazioni della mia scelta e certamente le motivazioni non sono neanche legate alla correttezza o meno del bilancio, perché anche su questo, diciamo in questa assemblea, ma anche fuori da questa assemblea, ho sentito qualcosa. Per me il bilancio redatto con la collaborazione del consulente, collega, Giorgio Papa ed approvato dal consiglio è un bilancio assolutamente conforme alla normativa e anche la scelta degli ammortamenti, devo dire che non è tale da indurre un eventuale disavanzo. Devo dire che proprio a seguito della precedente assemblea, chiedevo, anche solo per mia curiosità, di verificare se a seguito di una rimodulazione degli ammortamenti, così come si faceva in passato, si verificasse un disavanzo. Anche con questa nuova rimodulazione degli ammortamenti non si avrebbe un disavanzo e sarei pronto, evidentemente, a farlo vedere per tabulas. Quindi comunque il bilancio è in avanzo, questo è matematico. Gianbattista Angiuli: Buonasera, un plauso al dott. Campobasso che ha fatto quella scelta, io da presidente del consorzio avrei fatto altrettanto, sebbene ognuno poi sia libero di pensarla come crede. Io invece voglio fare due domande alla presidente del consorzio o al tesoriere. Noto nel bilancio consuntivo, nel rendiconto, un incremento, che è abbastanza consistente, per quanto riguarda i compensi professionali e un altrettanto consistente incremento per quanto riguarda le spese di energia elettrica. Noto altresì che oneri per attività balneari e sportive, che dovrebbero costituire servizi a domanda individuale e come tali essere stralciati dal consuntivo generale, sono inseriti nel consuntivo. Allora le domande sono queste: perché questo aumento di compensi professionali e chi sono i beneficiari dei compensi professionali? Nomi e cognomi possibilmente. Perché l incremento delle spese di energia elettrica, che è un incremento consistente, siamo al 60/70% rispetto al preventivato, e il preventivato era calibrato sulle spese consolidate sugli standard degli anni precedenti? E poi l ultima, su cui poi mi riservo di intervenire anche in sede di preventivo, cioè i servizi a domanda individuale, come è per l acquedotto, come era per gli ombrelloni fino a qualche tempo fa. Un ultima considerazione, presidente, rapidamente, non so se il consiglio di amministrazione ha chiamato, in sostituzione del professor Campobasso, i primi dei non eletti, cioè chiedo se il collegio sindacale, che poi è l organo di controllo, è l organo a cui poi gli associati si riferiscono per i necessari controlli sull attività del consiglio di amministrazione, sia stato integralmente ricomposto e se non lo è stato, i motivi per cui non lo è stato. Grazie. Presidente dell Assemblea: Chiudiamo gli interventi. Ora, diciamo, passo la parola al consiglio di amministrazione, al presidente e diciamo all ausiliario dott. Papa, ove si renda necessario, per replicare a tutte le osservazioni che fino a questo momento sono state fatte. Dopo di ché si passerà al voto. Prego. Presidente CRM : Grazie Presidente, rispondo all ultima sollecitazione dell avvocato Angiuli, in merito alla mia permanenza. Avvocato questa è una scelta e onestamente ho ritenuto, insieme al CDA, di rimanere per senso di responsabilità nei confronti dei consorziati e soprattutto considerando che ovviamente se il bilancio consuntivo non verrà approvato, noi adotteremo una determinazione conseguente. Molti mi hanno chiesto notizie sulla mia permanenza e forse questa grande partecipazione, oggi, è la risposta al fatto che io, rispondendo a chi mi chiedeva, ho detto Certo che ce ne andiamo, perché qui nessuno è legato alla poltrona. Questo voglio che sia chiaro per tutti. Io ho una mia professione, sto sacrificando la mia famiglia per essere presente qui sempre ogni giorno, e quindi ritengo che si possa continuare, ove l assemblea confermi la fiducia a questo CDA, e molte cose che abbiamo fatto sono sotto gli occhi di tutti, non c è bisogno di spendere parole, non c è bisogno di sottolineare. Guardate che nessuno diffonde dicerie quando ha comunicato che il palco è inagibile, e a chi mi chiedeva il perché, la risposta è nei fatti, non nelle parole. Allora detto questo, ho risposto all avvocato Angiuli. Passo la parola al tesoriere che vi spiegherà alcune sollecitazioni finali. Tesoriere: Apprezzo che ci sia gente che si improvvisa commercialista e fa discorsi di poste, di patrimonializzazione ecc., però devo dare atto che siccome è stato insinuato il dubbio sulla veridicità del bilancio, a questo punto invito il dott. Papa a dare tutte le delucidazioni di natura tecnica, in maniera tale che sia chiaro per tutti, qual è stato il criterio che è stato adottato per la redazione di questo bilancio e quindi le disposizioni normative alle quali ci si è rifatti. Per quanto riguarda invece la domanda del dott. Angiuli, sui compensi professionali, volevo precisare che c è stato un aumento perché sono giunti a termine una serie di giudizi, alcuni li abbiamo vinti, altri purtroppo li abbiamo persi, abbiamo dovuto pagare i legali, e per quanto riguarda i nominativi di questi legali, forse potrebbe chiedere alla precedente amministrazione chi sono, perché sono stati loro che hanno dato l incarico. Noi finora non abbiamo dato incarico a nessuno. Inviterei il nostro consulente dott. Papa a chiarire gli aspetti tecnici del bilancio. Grazie. Dottor Giorgio Papa: Buonasera a tutti, mi fa piacere poter avere questa opportunità di rispondere, sia alla Prof. Savoia che alle osservazioni fatte in sede di assemblea dal collega Saponaro, che stimo sia come professionista che come uomo. Il Dott. Saponaro mi ha fatto delle osservazioni sulla impostazione di questo bilancio che ho predisposto quasi integralmente io e del quale me ne assumo totalmente la paternità. Quindi, non è assolutamente vero che non ho avallato e condiviso questo bilancio. In merito a questo voglio dire che, anche negli anni precedenti, questo bilancio era stato impostato, giustamente, con il criterio di competenza e non con il criterio di cassa, anche se la competenza era stata adottata per alcune poste e non per altre. Mi spiego, era stata adottata per la rilevazione delle quote consortili, era stata adottata per la rilevazione delle fatture da ricevere, cioè costi di competenza dell anno in corso il cui documento contabile non era arrivato entro l anno e quindi bisognava comunque accantonare come posta di costo, e anche per gli ammortamenti materiali. Ci tengo anche a far rilevare che ho fatto un esame dei bilanci precedenti. Fino all anno di imposta 2007 erano stati fatti gli ammortamenti sia delle 3

4 immobilizzazioni materiali che di quelle immateriali, mentre, dall anno 2008 fino all anno 2012, soltanto per immobilizzazioni materiali. Ora io ritengo, parlo così in maniera estremamente semplicistica per far capire anche un po a tutti, che non si possono adottare 2 criteri diversi per la rilevazione delle immobilizzazioni materiali e di quelle immateriali. Se si effettua un acquisto di un computer, che viene considerato immobilizzazione materiale e che viene ammortizzata in 4 anni, non comprendo il perché, se si deve rifare un campo da tennis, lo si deve contabilizzare come costo tutto in un anno. Quindi, mi è sembrato opportuno per il primo bilancio predisposto dal sottoscritto, adottare l ammortamento anche per le immobilizzazioni immateriali. Infatti, a questo proposito, c è stato anche un collega che prima dell assemblea mi ha fatto rilevare che nella nota integrativa del bilancio 2013 non è stato esposto ed esplicitato che vi è stata una contabilizzazione diversa per i lavori che sono stati effettuati per i campi da tennis dalla Tennis Tecnica: per l anno 2013 il costo è stato ammortizzato mentre, per gli anni 2012 e 2011 non è stato effettuato alcun ammortamento perché sono stati rilevati contabilmente come costo dell anno. Ripeto, quindi, che dall anno di imposta 2013 ho ritenuto opportuno effettuare l ammortamento sia delle immobilizzazioni materiali che dei costi con utilizzazione pluriennale. In risposta a quanto diceva la signora Savoia, devo fare una precisazione. Il valore delle immobilizzazioni immateriali sui quali è stato fatto l ammortamento per l anno 2013 non è di 250/290, come dalla stessa dichiarato, ma è esattamente di ,00. A tal proposito, ho fatto un prospetto apposito che metto a disposizione, presso gli uffici amministrativi, di tutti i consorziati che volessero visionarlo, nel quale viene esposto il ricalcolo del risultato dell esercizio 2013 effettuato sulla scorta della metodologia contabile adottata negli esercizi precedenti: considerando l avanzo di esercizio di ,00, eliminando gli ammortamenti effettuati di ,00 e detraendo come costo gli oneri patrimonializzati, chiudiamo con un avanzo di gestione di ,00 circa. Lei probabilmente diceva che avremmo chiuso con una perdita in quanto, considerava anche il valore delle immobilizzazioni materiali contabilizzate come costo, ma, signora, se lei vede gli esercizi precedenti, sono sempre state portate a immobilizzazioni immateriali e, quindi, non a costo, ma capitalizzate. Presidente dell Assemblea: In mancanza di altre repliche si passa alla procedura di voto con la scheda numero 1. Proponiamo come scrutatori il dottor Ivan Cardascia, l avvocato Giuseppe Colella, il dott. Angelo Roma e la dott.ssa Maria Moramarco. L Assemblea approva. I consorziati sfileranno uno alla volta e inseriranno, visto che noi dobbiamo votare adesso per l approvazione, la non approvazione o l astensione sul bilancio consuntivo, la scheda numero 1 che porta questo colore e che corrisponde all urna che troverete lì. Va inserita nell urna solo una scheda. Nel frattempo, si è chiusa la procedura di accreditamento dalla quale sono risultati in totale partecipanti 624 di cui per delega 259 e presenti 365. Chiusa la votazione sul punto C) e in attesa dello spoglio delle schede relative al Bilancio consuntivo riprendiamo i lavori con i punti di cui alla lettera D destinazione avanzo di gestione ed E approvazione di bilancio preventivo. Una prima proposta è quella di anteporre alla discussione il punto sul bilancio preventivo, per poi decidere sull avanzo di gestione, tenuto conto che nelle more, riusciremo ad avere l esito della prima votazione. Perché ove il risultato della votazione sul bilancio consuntivo fosse negativo, non avrebbe più ragione di essere la discussione sull avanzo di gestione. Per cui si propone di anticipare come punto di discussione quello sul bilancio preventivo. L Assemblea approva per alzata di mano la inversione dei punti D ed E odg. Presidente dell Assemblea: Invito il Presidente del CRM a tenere una breve illustrazione del Bilancio preventivo (punto E). Presidente CRM: Grazie presidente. Come potete evincere facilmente e agevolmente dalle note del bilancio preventivo, questo schema di bilancio previsionale del prossimo esercizio finanziario, dall 1 Gennaio 2015 al 31 Dicembre 2015, è in un certo senso il bilancio che è volto a dare concreta realizzazione alle linee programmatiche dell attuale CDA. sia nell ambito dell implementazione che in quello del miglioramento dei servizi consortili. Rispetto al bilancio preventivo del 2014, che era stato realizzato sulla scorta dei precedenti bilanci previsionali, essendo l attuale CDA insediatosi un mese prima la redazione di detto bilancio, il bilancio preventivo 2015, al contrario, si pone in linea di continuità con il bilancio consuntivo del 2013, per quanto riguarda la metodologia contabile. Per la redazione di siffatto bilancio, si è operata la scelta del criterio di competenza, analogamente a quanto effettuato, come prima illustrato dal nostro consulente, il dottor Papa, per il consuntivo L impostazione del bilancio come vedete, oltre alla previsione degli ammortamenti, che è l elemento caratterizzante, prevede anche la contabilizzazione in entrata e in uscita pei proventi degli oneri da attività balneari e sportive. Questa tipologia di bilancio, come evidenziato nelle note illustrative, potrebbe richiedere per una maggiore coerenza dell imputazione delle spese pluriennali di maggiore entità (ristrutturazioni, acquisti etc) il ricorso a dei finanziamenti bancari da sottoporre a delibera assembleare, facendo coincidere l aspetto economico con quello finanziario con coincidenza temporale della rata di rimborso con la rata di ammortamento, operazione che non andrebbe, comunque, a incidere sull ammontare delle quote. A questo riguardo, l ammontare delle quote 2015 non subiscono alcuna variazione in aumento rispetto a quelle del 2014 e vanno ovviamente computate al netto delle spese per attività balneari e sportive, che come sapete è una di quelle attività a carattere commerciale, che si sostiene da sola. Il bilancio preventivo 2015 prevede, come di consueto, in relazione alle politiche che questo CDA intende perseguire, alcune delle quali ripeto sono state già avviate nel 2014, l implementazione di alcune voci e la riduzione di altre. Io non mi dilungo ulteriormente perché trovate chiaramente esposti in tutti i punti le voci di implementazione. Lascio quindi spazio agli interventi, che sicuramente in tale sede ci saranno, e anche alle richieste di chiarimenti in merito ad alcune scelte operate dal CDA nella redazione di questo bilancio, proprio perché si tratta per noi di un bilancio veramente rilevante, in quanto destinato a portare a compimento alcune iniziative già avviate in questo esercizio. Per quel che concerne le spese relative alla gestione dell acquedotto, si è mantenuto lo stesso trend dello scorso anno, ed ha una gestione, come già precedentemente illustrato, separata rispetto al bilancio. Io ringrazio dell attenzione e quindi lascio spazio adesso agli interventi che verranno presentati. Presidente dell Assemblea: Sono 10 gli interventi prenotati. In seguito, ovviamente ci sarà una replica del consiglio di amministrazione o di chi per loro. Primo intervento, assegniamo 3 minuti a questi interventi. Rosa Savoia: Per quanto riguarda il preventivo, ho necessità di mettere in evidenza due cose: la prima è un imprecisione che c è in relazione al servizio trasporti, dunque pare che ci sia uno scostamento totale pari a ,00, cioè dovremmo spendere di meno. Però che cosa è accaduto? Se andate a notare le spese per energia elettrica, sono raddoppiate da ,00 a ,00. Suppongo che quello si riferisca alla ricarica dei bus elettrici, non altro. Quindi ovviamente dovremmo andare a verificare se effettivamente gli importi sono più bassi o se invece dobbiamo andare a sommare anche quell altro importo e comunque giusto per onore di verità e di precisazione. Invece ho necessità di capire esattamente, e questo chiedo al tesoriere siccome qui non ci sono più le spese straordinarie, gli oneri straordinari, questi sono stati trasformati tutti in ammortamenti e mi riferisco al punto 1.4, ammortamenti immobilizzazioni materiali e immateriali. Siccome si parla di immobilizzazioni relative all anno 2013 e all anno 2014, per i quali noi abbiamo già approvato dei preventivi, mi sarei aspettata degli ammortamenti in relazione al preventivo 2015, in caso contrario forse sarebbe stato necessario proporre una variazione di bilancio in relazione al Quindi chiedo spiegazione per quanto riguarda gli ammortamenti perché non riesco a capire, essendo io non preparatissima e non essendo commercialista, ho necessità di venire a conoscenza dell uso di questi ammortamenti per il 2013 e il Grazie. 4

5 Salvatore Tartaro: Presidente del Consorzio, un chiarimento innanzitutto. Non vorrei che si diffondesse la voce che ce l ho con questa amministrazione, le solite cose che si dicono in giro. Io voglio invece che il consorziato comprenda quali spese si stanno compiendo e in che modo si stanno compiendo. Noi siamo passati da un consuntivo 2013 di ,00 ad un preventivo, presentato adesso, di ,00. Cioè noi abbiamo in un anno duecento milioni di scostamento rispetto al consuntivo Trenini, noi spendevamo per il trenino ,00, adesso invece per i trenini spendiamo ,00 di leasing. Noi siamo arrivati a raddoppiare quei ,00 che spendevamo per i trenini. Allora io dico una cosa, noi possiamo spendere tutto quanto vogliamo, noi siamo d accordo su tutto, però io invito questa amministrazione, così com è stato fatto in passato, prima di spendere una lira, di chiedere l autorizzazione a questa assemblea. Nel momento in cui si spendono soldi, senza che l assemblea abbia approvato la spesa, a mio avviso è tutto illegale. Il campo è stato approvato dall assemblea, noi abbiamo tutto, la piscina, tutto è stato ristrutturato. Invece queste spese, sia i trenini, sia questo prato magnifico, prato bellissimo, fatto bene, però il costo è di mi pare che mi hanno detto e di questi nessuno sa niente, l assemblea non sa niente, nessun consorziato sa niente e quando sono andati alcuni incaricati a vedere le cifre nei verbali, manco il consiglio di amministrazione. Per me va bene tutto, fate tutto quello che voi ritenete bellissimo. L importante è che quando fate una cosa abbiate l approvazione dell assemblea, che si conclude o con l approvazione del preventivo o con l approvazione della singola spesa. Fare le cose su iniziativa personale non va bene. Grazie. Francesco Cavone: Grazie per avermi dato la parola, però il precedente intervento per me è stato provocatorio. Avvocato Tartaro, glielo devo dire sinceramente. Campo di calcetto costruito all esterno, vicino ai campi da tennis, senza autorizzazione dell assemblea. L assemblea aveva semplicemente approvato che il CDA predisponesse un piano di fattibilità perché c era stata una contestazione in assemblea, non ricordo di chi, che aveva sollevato una eccezione in merito alla legittimità e alla regolarità urbanistica di questo campo. A fronte di questo intervento del consorziato Cea aveva detto benissimo, facciamo un progetto di fattibilità e poi l assemblea alla prossima riunione, approverà o non approverà. Il CDA precedente, presieduto da lei, si è assunto la responsabilità di costruire un campo di calcetto all esterno senza autorizzazione dell assemblea, senza autorizzazione comunale, su zona agricola, vincolata paesaggisticamente al costo di ,00. Io a questo punto chiedo al CdA quali iniziative intenda assumere, non esclusa un azione di responsabilità nei confronti suoi e di tutto il CDA, diretto da lei. Donato Giannuzzi: Allora se possibile, si i trenini erano romantici devo dire, molto romantici. Erano romantici ma inquinavano. I bus elettrici hanno migliorato notevolmente il servizio di trasporto e plaudo a questa iniziativa. Per quanto riguarda i servizi di igiene ambientale, la raccolta dei rifiuti solidi urbani, almeno dal 1 Luglio al 31 di Agosto, per quanto attiene alle modalità, deve essere potenziata, secondo me e faccio la proposta in questi termini. Quindi è evidente che questo va ad implementare la spesa. Tra l altro noi stiamo parlando di previsioni, appunto, di quello che dovremmo fare. La raccolta dovrebbe avvenire, per quanto riguarda l organico e l indifferenziato, ogni giorno, specialmente per chi ha bambini piccoli. Ci sono problemi gravissimi, lasciare, far stazionare i rifiuti nel giardino, significa fonte di formiche, topi e così via. Per quanto riguarda la disinfestazione il gestore del servizio ha affermato che la modalità con la quale avviene, praticamente, non determina alcun effetto positivo. Proporrebbe di fare se possibile un intervento villa per villa, programmando,anticipatamente gli interventi quando le larve delle zanzare non si sono schiuse. Giancarlo Di Paola: E delle formiche vogliamo parlare? Delle formiche. C è qui un progetto per poter ammaestrare tutte le formiche di Rosamarina, per poterle mettere tutte in fila, e così avremo risolto anche un altro problema che urge. Bene io ho 2 minuti soltanto, io sono l ultima ruota del carro, perché sono un residente, un proprietario di villa da 2/3 anni non di più, volevo soltanto dire questo, che sono d accordo completamente sul bilancio preventivo del 2015 che completa un progetto del consiglio di amministrazione di cui ho fatto parte fino a pochi mesi fa. Chi male fa, male pensa. Per cui tutti hanno detto come mai si è dimesso, Di Paola, con altri? ecc., il problema è più banale di quello che si possa pensare. Un po mi sono iniziato a scocciare delle stupidaggini di alcune lettere, di alcuni post sopra alle cose, io sono venuto per la gioia, volevo lavorare per la gioia, per farvi divertire, per far divertire i nostri figli. Quando ho iniziato a sentire una serie di stupidaggini, purtroppo per quanto mi riguarda, non ho l elasticità per poterle seguire. Seconda cosa, ho avuto un impegno professionale, un po fuori, un po assorbente, non potevo dare il mio impegno come invece danno moltissimi, quasi tutti i partecipanti al consiglio di amministrazione che si fanno un mazzo così per tutti quanti noi. Vorrei un applauso per loro per questo motivo. Per cui chiudo qui la polemica su questo fatto. Sono commosso dalla presenza di Beppe stasera qui con noi e a cui mando un bacio. Arrivederci. Giuseppina Logroscino: Lascio ad altri le critiche, che ci starebbero comunque da fare. Però vorrei semplicemente che lei Presidente fosse un po meno vaga nell esposizione. Mi piacerebbe per esempio capire, cosa intende fare quando dice attività sportive, del mare, non so per dire parlare di questa vaghezza, prima dava per scontato che tutti sapessero, il teatrino per quale motivo inagibile. L ha dato per scontato ma nessuno ne sa niente. Almeno io non ne ho mai saputo niente e vorrei capirlo. Ecco io preferirei una maggior delucidazione nelle esposizioni, essere un po meno vaghi, grazie Emanuele De Nicolò: Grazie, io mi associo anche a Giancarlo per la presenza di Beppe, sono contentissimo di vederlo. Io la scorsa assemblea ho detto, in linea di principio non sono in disaccordo su quelle che sono le innovazioni che si sono date a Rosamarina, chiedevo però di sperimentare, cioè di non fare dei passi eccessivamente lunghi in quanto siamo anche in un momento di crisi particolare. Per esempio, interessantissimo, l area parcheggio nel sottopasso io l ho ribadito anche l altra volta, però anziché spendere ,00 avrei speso la metà prendendone uno, più o meno questa è la cifra, quella che è, 10,000 o 5.000,00, non voglio entrare nelle cifre. Io sto parlando in generale, sto dicendo, prima di fare queste cose, facciamo un minimo di sperimentazione, vediamo se funziona. Anche il discorso dei trenini, bellissimi non lo metto in dubbio, però siccome sono trenini elettrici, ci andrei un po cauto, prima di accendere un leasing, 4 anni, ne avrei presi 2 avrei visto un po la loro manutenzione, quanto consuma, anche 3, ma questa è una mia opinione. Avrei provato prima di fare questo passo. Poi volevo dire una cosa al consiglio di amministrazione, che si è creato questo clima un po teso, ogni volta c è sempre un riferimento alla normativa, un discorso anche dei campi di calcio, probabilmente qualche errore è stato fatto, io non lo nego. Però è anche vero che noi per tanti anni siamo stati vessati dall amministrazione comunale che ci impediva qualsiasi cosa. Per cui, diciamo che qualcosa è stata fatta, magari male, ma comunque è stata fatta per un fine sicuramente positivo non certo per danneggiare nessuno. Per cui, quello che io chiedo è di evitare di scrivere ogni volta, questo non è a norma, quello è a norma, cioè lavoriamo anche in serenità, perché se lavoriamo in serenità, sicuramente ci sarà l apporto anche dall altra parte. È solo quello che vi chiedo. Cioè se io vedo personalmente che da parte vostra c è comprensione, insomma tutti quanti abbiamo lavorato per anni e abbiamo tolto tempo alla nostra famiglia, ma io non mi riferisco a me stesso, io mi riferisco anche a chi 40 anni fa ha governato questo villaggio. Io non credo che 40 anni fa persone che ora non ci sono più, non abbiano dato un loro contributo, forse hanno sbagliato anche loro, ma Rosamarina è qua, sotto gli occhi di tutti. Sandro Atzeni : Solo per chiarire delle cose che sono inesatte, d accordo? Faccio una piccola cronistoria. Per il campo di calcetto non sono mai state spese queste ,00, perché sono la persona che ha incassato quei soldini, non la prima volta, quando il campo è stato fatto da un mio caro amico che non c è più, e gli dissi, non te lo faccio perché non serve a nulla un campo senza spogliatoi, senza cose, e tuo figlio non può stare lì ad aspettare 5 persone che vengono a giocare, e non glielo feci. Lui se lo fece fare da un altro, perciò fece un contratto con la RODOS e pagava 4.000,00 all anno di fitto di questo suolo agricolo, dove non chiese neanche i permessi per realizzare questo campo. 5

6 Questo campo non è stato fatto da questa amministrazione, la RODOS l ha fatto questo campo, mi sono spiegato? L ha fatto la RODOS questo campo e il contratto di fitto di quel suolo è stato fatto da Giammetti con la RODOS, e ve lo dico si. Successivamente l avvocato Tartaro mi disse Sandro facciamo un campo di calcetto, abbiamo messo l erba sintetica, l abbiamo sostituita, abbiamo fatto altre cose. Ma neanche 15,000,00 hanno speso, non ,00. Signori, questa opera che non è abusiva perché questo è, prima c era un campo di calcetto con le porte e compagnia bella, adesso non c è nulla. Questa è una sistemazione, è un campetto che noi abbiamo messo qui. Ninni Cea: Io sarò brevissimo, devo dire innanzitutto, credo che sia doveroso da parte di tutti i consorziati ringraziare la precedente amministrazione per il lavoro che hanno svolto nell interesse di tutti noi. Tutto poi è opinabile, è certo che comunque questa amministrazione sta mostrando un impegno e una voglia di dare una svolta alla vita nostra, dei nostri figli, dei nostri genitori per chi li ha, una qualità di vita completamente diversa. Questo non significa puntare il dito contro chi ha preceduto questa amministrazione. Significa, semplicemente, avere una visione della qualità della vita probabilmente diversa. A fine mandato io credo che potremo sicuramente, sulla base dei bilanci che presenteranno, anche quelli preventivi, valutare il loro operato. Mi dispiace che sino ad ora, non abbiamo però da nessuno ascoltato una proposta, come dire, in relazione al bilancio preventivo. Per un verso mi fa piacere, perché evidentemente non ci sono note aggiuntive a quel bilancio che tutti noi probabilmente condividiamo, perché se non ci sono proposte vuol dire che lo si condivide. Però mi consenta presidente di suggerirle, mi ha preceduto il dott. Giannuzzi credo, sicuramente il potenziamento della raccolta da sollecitare a questa amministrazione, e mi consenta anche di dire, nell interesse dei ragazzi che spesso attraversano dall uliveto alla zona diciamo residenziale primaria, come opera prima realizzata a Rosamarina, di fare l impossibile per l accorpamento dei due blocchi. Io credo che sia arrivato il momento di puntare i piedi e di rivendicare una unione dell intero complesso residenziale. Ci sono credo tutti i presupposti perché questo avvenga, mi fa piacere ascoltare, lo voglio dire a tutti voi che ascoltate, che questa amministrazione si sta già adoperando in tal senso e io auspico che questo avvenga al più presto. Non mi complimento per quello che avete fatto per le navette perché potrebbe sembrare un qualcosa di personale, io ritengo invece che ogni amministrazione debba guardare l interesse collettivo, noi abbiamo il dovere di difendere le nostre proprietà, che peraltro in un momento critico come questo sono già, o almeno dicono apparentemente svalutate. Noi abbiamo la fortuna di vivere in uno dei complessi più belli, non della Puglia, ma io ritengo addirittura dell Europa intera, perché sono complessi che non esistono sul territorio europeo. E allora, onore al merito di chi si presta, anche d inverno a lavorare per noi e soprattutto onore al merito di chi cerca di dare una qualità della vita sicuramente migliore per tutti quanti noi. Ho assistito a delle scene che mi hanno dato un po fastidio. Quando ho visto i Carabinieri in quest area io sono rimasto molto dispiaciuto, perché i Carabinieri qui significa i Carabinieri contro di noi, verso i consorziati. Noi siamo tutti proprietari, abbiamo tutti un interesse, lavoriamo tutti insieme. I vostri suggerimenti, di chi ha preceduto questa amministrazione, piuttosto che critiche tecniche sul bilancio, che dal mio punto di vista sono solo aspetti formali. Andiamo alla sostanza e concludo, io credo che proposte concrete, che possano essere recepite da questa amministrazione, possono solo essere salutari per voi, per loro ma soprattutto per tutti noi che vi eleggiamo perché questo consorzio possa solo crescere e non decrescere. Grazie. Attilio Spagnolo: Anch io volevo sollecitare il potenziamento della raccolta rifiuti. Perché effettivamente, specialmente quando si hanno degli ospiti, e parecchi, insomma c è difficoltà poi a gestire diciamo cumuli d immondizia. Peraltro volevo anche segnalare che a prescindere dalla raccolta, purtroppo ci sono molti incivili, il villaggio è sporco, specialmente fuori dalle arcate, purtroppo non sarà di nostra competenza però qualcuno lo deve fare, è veramente uno schifo. Allora ci presentiamo male anche con i nostri ospiti, quindi voglio dire che probabilmente ci vuole anche una pulizia straordinaria, anche di parti che non sono di nostra competenza. Grazie. Gianbattista Angiuli: Sinteticamente ritorno su ciò che ho già detto nel precedente intervento in ordine a quelli che ritengo servizi a domanda individuale. Per esempio servizi sanitari, per esempio servizio taxi, per esempio servizio ombrelloni, ecc., per me non dovrebbero stare nel bilancio di previsione ma dovrebbero avere una previsione con contabilità separata, perché non deve essere il consorziato in generale, il non utilizzatore a eventualmente dover pagare eventuali oneri aggiuntivi per questi servizi. Presidente dell assemblea: E una scelta tecnica di cui terrà conto il consiglio di amministrazione. Bruno Ramundo: Innanzitutto per quanto riguarda l ambiente, ho sentito da parte di molti l esigenza di una pubblicizzazione maggiore per quanto riguarda le mini isole ecologiche, cioè se possibile ecco rendere più noto dove si trovano, e se funzioneranno anche in inverno per chi viene nei week-end. Poi molti sentono il bisogno che venga controllata la pulizia quotidiana delle strade limitrofe, molti sottolineano la necessità di sollecitare i proprietari dei cani ad evitare che lungo le strade si trovino cacche non rimosse. Distribuiamo buste per le deiezioni canine e mettiamo bidoni dove depositare queste buste. Per quanto riguarda l orario di raccolta dei rifiuti, lì dove è lacunosa la raccolta comunale, se possibile intervenire mediante quella consortile. Non possono stare i bidoni e i sacchetti, a volte fino a mezzogiorno, per essere svuotati anche entro le 18:00 o dopo le 18:00. Per quanto riguarda i trasporti, contentissimi. Per quanto riguarda l animazione, diciamo che sta migliorando e che il migliorare dell animazione è importante perché risponde a esigenze di aggregazione, il ché significa che risponde anche all opportunità di incrementare il senso di appartenenza, bisogna far tornare i giovani a interessarsi. Mi è sembrato di ritornare a quando io davo collaborazione inventandomi, perché è una mia invenzione, non solo il trenino ma anche le Mariniadi, e le bancarelle ecc.. Isabella Carella: Io sono stata già preceduta dall avvocato Cea, però la mia è una sollecitazione forte, all accorpamento del villaggio. Perché le problematiche che noi abbiamo per questa strada che di fatto divide Rosamarina lato mare e monte, sono annose, sono tra l altro problematiche che portano anche pericolo a chi ha bambini che devono attraversare, a parte lo scarico dei rifiuti. Questa deve essere una sollecitazione forte a risolvere in tempi brevi la divisione del villaggio, perché non è possibile che il villaggio sia diviso in due parti e che di fatto, noi che abitiamo all uliveto, abbiamo delle problematiche molto più corpose rispetto a chi vive lato mare. Quest anno siamo stati vittime, e credo in parecchi non solo io, d interventi ripetuti e oserei dire quasi strani da parte di guardia di finanza, che fermava i motorini che attraversavano per motivazioni varie, cosa che invece non sarebbe accaduta se il villaggio fosse stato veramente unificato. Presidente del CRM: Chiederei al dottor Papa, ancora una volta sul piano tecnico, di dare una risposta al problema posto dalla Prof.ssa Savoia. Dott. Giorgio Papa: In parte è già stato risposto dal presidente, cioè quando è stato predisposto il bilancio preventivo 2014, è stato il mese fine Giugno/ primi di Luglio, quindi il consiglio si era appena insediato. Io personalmente lo devo ammettere, l ho appena visionato, quindi non ero entrato ancora nelle maglie del bilancio del consorzio, quindi effettivamente era stato impostato come quelli precedenti. Al momento in cui mi sono trovato a predisporre il bilancio consuntivo 2013, e quindi ho affrontato la problematica degli ammortamenti, ho naturalmente impostato il bilancio preventivo 2015 sulla scorta del consuntivo Infatti non a caso ho messo il dettaglio degli ammortamenti per i beni acquistati fino al 2013, 2014 e Il consorzio è un associazione non riconosciuta, non è un ente pubblico, non vedo perché avremmo dovuto fare una correzione al bilancio preventivo del Credo di aver risposto. Presidente dell Assemblea: Grazie, dott. Papa. La prima votazione sul Bilancio consuntivo ha avuto il seguente risultato: 417 favorevoli all approvazione del bilancio consuntivo 2013, contrari 154, astenuti 16. Il bilancio è approvato. Per il voto sul bilancio preventivo, sarà utilizzabile la scheda verde, la numero 3, perché abbiamo operato una inversione dell ordine del giorno. Si procede alla votazione. 6

7 Punto E) all OdG avanzo di gestione che abbiamo posticipato. Si proceda agli interventi di chi è iscritto a parlare su questo argomento. Presidente del consorzio: Si propone da parte del CdA la patrimonializzazione dell avanzo di gestione da utilizzare per l incremento dei servizi consortili. Nel caso in cui dovesse prevalere la proposta di restituzione dell avanzo di gestione, ovviamente la restituzione sarà fatta attraverso lo scomputo della quota consortile. Gianbattista Angiuli: Chiedo all assemblea di votare contrariamente a questa patrimonializzazione. Un plauso al consiglio che ha risparmiato, ma è giusto, come quando si spende di più che si devono dare delle differenze, è giusto che quando si spende di meno, queste differenze siano restituite attraverso lo scomputo sulle nuove quote. Questo soltanto. Tina Bonasia: Villaggio da poco a Rosamarina, solo 13 anni. Mi viene detta sempre questa frase noi stiamo qui da tanti anni. Vabbè, noi ci siamo anche, ci sono i figli abbastanza giovani, che non vengono a Rosamarina. Io ho dei figli dai 20 ai 32 anni, ma sono stati qui fino all età di 15 anni poi hanno rifiutato questo luogo, dove io da piccola invece ambivo a venire, e scavalcavo dal Pilone per venire a Rosamarina. Ed era bellissimo andare all aranceto, era bellissimo vedere la vitalità di questo villaggio che purtroppo è rimasto solo il sogno dei tempi andati. Sono arrivata a Rosamarina ed ho visto un decadimento unico fra le strutture e quant altro. Ora mi si viene detto che voglio la cifra indietro, ma perché? Finalmente posso vedere qualcosa di migliore in questo villaggio dove vediamo soltanto calcinacci cadere dalle vecchie strutture, che ci hanno offerto un po di allegria e non soltanto un dormitorio, un dormitorio dove non mi viene fatta fare una festa, se no ho tutto il vicinato che mi manda le forze dell ordine da qui, a Brindisi, a Bari e non so dove. Non sono dottoressa, non sono commercialista, non conosco le leggi, qualcuna mi è stata indicata però non ho una formazione che mi può difendere. Ho questa mia proprietà che amo, e che purtroppo in questi 13 anni, non hanno fatto altro che farmi demoralizzare e pensare di andare via da questo villaggio. Solo questo, e ringrazio questa nuova amministrazione se ci dà la possibilità di sognare ancora i tempi miei andati. Carlo Poliseno: Grazie, io devo dare il mio consenso, ho votato favorevole alla gestione di questo consiglio, e suggerisco a questo consiglio un impegno centrale che ha riguardo al traffico. Suggerisco, segnalo la fondamentale esigenza di liberare anche parzialmente, ma di liberare, di continuare a tentare di liberare il villaggio dalle autovetture. Fate di tutto, impegnatevi, ad esempio, se è vero come è vero che il bilancio di previsione porta ,00 in più rispetto a quello del 2014 o del 2013 adesso non ricordo con esattezza, cioè il 13% in più, che sia magari anche il 26% in più o il 39% in più, purché la vivibilità del villaggio sia eccellente, e lo diventa soltanto attraverso l esodo delle autovetture che debbono essere portate al di fuori del villaggio. Produciamo anche dei debiti, degli impegni finanziari perché ci siano non 15 navette in più ma 200 navette in più, purché si possa evitare il traffico e anche la sosta. Grazie. Rosa Savoia: È venuta fuori la sentenza del TAR Puglia, in relazione alla strada delle Taverne. 14 anni fa nel consiglio di amministrazione del quale era presidente Salvatore Tartaro, facemmo una conferenza di servizi con la provincia di Brindisi e con il comune di Ostuni, per cui la strada delle taverne sarebbe passata in proprietà del consorzio. Il comune di Ostuni si oppose a questa conferenza facendo ricorso al TAR. La sospensiva non fu data, nel merito si è discussa adesso ed è uscita praticamente un mese fa, per cui è stata dichiarata l illegittimità del comune di Ostuni a opporsi a quella conferenza di servizi. Per noi è una cosa molto importante, ma che risale già a 14 anni fa, però è un punto fermo anzi lo vorrei considerare un punto di partenza, per quanto riguarda l annessione della strada delle taverne all intero villaggio. Quindi ovviamente invito l amministrazione a riprendere lì da dove noi avevamo lasciato sempre per il bene del villaggio. Ultimissima cosa, per coerenza io devo chiedere all assemblea la restituzione dell avanzo di gestione dei ,00 solo e soltanto per una questione di coerenza, avendo proposto ovviamente la bocciatura del consuntivo, non posso fare diversamente. Grazie. Presidente dell Assemblea: In mancanza di altri interventi dichiaro chiusa la discussione. Propongo di votare per alzata di mano perché si sono delineate 2 proposte: la proposta del CDA di conservare l avanzo di gestione reinvestendolo e la proposta di restituzione. Ma poiché vi è richiesta di voto formale, si distribuisca la scheda numero 3 gialla, per votare la proposta E) per la destinazione dell avanzo di gestione. Presidente CRM: A chiarimento: se siete favorevoli alla proposta di reinvestimento dell avanzo di gestione dovete votare favorevole, altrimenti contrario o astenuto. Si passa anche alle votazioni sul punto D) odg, relativo all approvazione del Bilancio preventivo Successivamente si procede alle operazioni di spoglio delle schede nr.3 e 2. A questo punto interviene per il CdA il consigliere Francesco de Mattia : Anticipo sinteticamente qualche considerazione riguardo all argomento di cui alla lettera g) posto all odg, riguardante la presentazione del progetto preliminare dei Giardini del Consorzio, luogo in cui ora ci troviamo e che per tutti rappresenta il punto di riferimento perle attività ludiche e culturali consortili. L occasione per la riprogettazione di questa area è scaturita dalla necessità di mettere a norma la zona spettacolo e rendere utilizzabile quella contigua acquistata per iniziativa dell Amministrazione precedente. Rosamarina, è a tutti noto, è carente di aree di urbanizzazione ed in particolare di aree destinate a verde attrezzato, parcheggi e spazi destinati ad attività per il tempo libero. Per i Consorziati l area in cui siamo, che misura circa mq, si presta egregiamente ad assolvere questa funzione di socializzazione,di incontro e per lo svolgimento di attività legate allo svago sia per i bambini, sia per gli adulti. Ciò che si intende realizzare è attrezzare adeguatamente questi spazi in modo tale che possano essere utilizzati e vissuti alternativamente nel corso della giornata, per attività sportive con zona fitness dedicata, per l intrattenimento dei più piccoli sul prato con mini club e parco giochi, per ogni ulteriore iniziativa di intrattenimento e spettacolo destinato agli adulti. Per questa stagione abbiamo analizzato la situazione esistente e la prima cosa che abbiamo fatto, abbiamo bonificato il suolo che qui vedete e realizzato il prato sintetico. Questa bonifica ha riguardato in particolare l eliminazione di una servitù di fossa settica esistente al centro di quel luogo. In quella fossa settica convergevano tutti i liquami sia degli uffici che delle attività commerciali e quindi abbiamo rifatto tutta una nuova rete, convogliando a valle presso la cabina ENEL una fossa Imof con sistema di subirrigazione e facendo inserire in quella stessa fossa Imof anche i bagni del bar. Ovviamente prevedendo anche una sub rete successiva che si farà e che riguarderà una delle attività necessarie a rendere questo suolo agibile, che è quello della realizzazione di 3 bagni, uomo, donna e disabili senza di cui non si potrebbe avere assolutamente l agibilità da parte dell ASL per la zona riguardante gli spettacoli. Questo naturalmente comporta anche un impegno di spesa. In una prossima assemblea Vi illustreremo il progetto e, nel frattempo, porremo sul sito internet di Rosa Marina tutta la documentazione necessaria a rendere chiari i nostri propositi. I grafici preliminari sono stati già esposti nell incontro di carattere urbanistico del 22 sera u.s. in Masseria sulla rigenerazione di Rosa Marina, con la presenza del Prof. Franco Selicato, Collega di Urbanistica del Politecnico di Bari e, nell ambito di una convenzione di tirocinio tra il Consorzio ed il Politecnico, ho mostrato anche il lavoro svolto da 2 ingegneri ambientali che hanno svolto un attività di studio del Villaggio ed alle quali abbiamo corrisposto, come previsto dalla Legge per le attività di tirocinio, la somma di 450,00 al mese cadauno. I risultati di tale ponderosa attività sono già in rete e mi riservo in una prossima occasione l illustrazione approfondita di quanto elaborato. Interviene per il CdA il Vice-Presidente Federico Finocchi Leccisi:Consentitemi di ringraziare il professor Andrea Violante e il professor Donato Marzano i quali hanno dato un grande contributo all andamento regolare di questa assemblea. Noi ci tenevamo alla regolarità dell assemblea e credo che l abbiamo realizzata. Abbiamo gestito 365 presenze in questo luogo, presenze fisiche perché i votanti sono stati 7

8 670 e oltre, e questa è la dimostrazione che questo consiglio di amministrazione anche nell organizzazione di un assemblea vuole seguire delle regole. Le regole qualcuno le trova un po asfissianti, ma le regole di buona convivenza che poi si riportano, non ad una volontà individuale, qui non c è una dittatura, qui c è un consiglio di amministrazione eletto che purtroppo è stato messo in gravi difficoltà in quest anno di sua attività. Siamo stati oggetto di gravissime pressioni, siamo stati oggetto anche di insolenze scritte, quindi neanche verbali, siamo stati oggetto di violenze verbali. Tutta questa situazione noi l abbiamo subita, tollerata e abbiamo continuato a lavorare in serenità. Allora vi chiediamo fiducia e ce l avete accordata, eravamo pronti a rassegnare le nostre dimissioni se voi Consorziati ci aveste dimostrato di non avere fiducia nel nostro operato. Noi continueremo a portare avanti il nostro programma, un programma di vivibilità, ho sentito fare riferimenti alla raccolta rifiuti, è chiaro che le sollecitazioni saranno prese in considerazione e cercheremo di ottimizzare la raccolta dei rifiuti. Ho sentito dei riferimenti relativi ai mezzi di trasporto, anche quelli li ottimizzeremo. Qualcuno si è chiesto perché non vogliamo avere le macchine per le strade e poi abbiamo i parcheggi vuoti, ma è chiaro abbiamo i parcheggi vuoti perché vi sono le macchine parcheggiate lungo le strade. Se noi liberiamo le strade dalle automobili e le mettiamo nei parcheggi, avremmo i parcheggi pieni e le strade libere. Ma questo dipende sempre da noi, scusatemi, quindi fare un appunto al consiglio di amministrazione perché ha messo a disposizione degli amplissimi parcheggi, ha messo a disposizione dei taxi assolutamente gratuiti per i consorziati ed i consorziati continuano ad andare a mare con le proprie automobili, se voi ci dite che dobbiamo sbarrare le strade del mare, lo faremo. Riempiremo i parcheggi ma poi ci accuserà qualcuno di aver usato una violenza privata. Noi non vogliamo usare una violenza privata, vogliamo mettere a disposizione delle strutture a servizio dei consorziati. Come non si fa ad emozionarsi difronte a quel prato verde, vedere i bambini che giocano, vedere queste famiglie che gioiscono di questi spazi che abbiamo messo loro a disposizione. Forse io sono anziano, sono a Rosamarina appena dal 1969, probabilmente sono stato il primo barese a mettere piede a Rosamarina, che fino a quel momento era riservata solo agli stranieri. È venuta a salutarmi in questo momento la signora Palmenter, la signora Palmenter come me è veramente un residuo archeologico di questo villaggio, perché il marito della signora Palmenter era pensate, il segretario di Max Schachter. All epoca visto che la gestione era di Schachter e di persone come Max Schachter e come Palmenter, era un villaggio dove ci rispettavamo tutti, dove collaboravamo tutti. Poi abbiamo avuto questo momento grave di crisi che è stato il fallimento di Schachter ed abbiamo preso in carico il Villaggio creando il consorzio, ci sono ancora i protagonisti, spero che ci sia ancora qui il dottor Chieco tra gli altri, ma molti magistrati a cominciare da mio padre o notai e altri che hanno collaborato a stilare lo statuto ed il regolamento di Rosamarina e a superare momenti difficili quali quelli di un fallimento, perché se non avessimo costituito il consorzio oggi saremmo come Villanova, il villaggio sarebbe territorio comunale, le strade sarebbero comunali e noi non staremmo qui a discutere quello di cui discutiamo. Allora questo patrimonio lo dobbiamo conservare, abbiamo fatto delle elezioni appena il 21 Aprile del 2013, il nostro mandato scadrà nel 2016 e ci saranno nuove elezioni. Sino ad allora stiamo tentando di dare una svolta al villaggio. Non ci siamo accontentati dell ordinaria amministrazione, vorremmo dare al villaggio un volto nuovo creando delle strutture e delle infrastrutture per cui chi succederà a noi potrà aggiungere un tassello ulteriore. Anche noi non potremo fare tutto, non avremo il tempo di fare tutto, non avremo sicuramente la risorsa economica per fare tutto, ma la strada che abbiamo perseguito, dovrebbe essere condivisa da tutti, perché vorrei vedere qual è il consiglio di amministrazione che si insedia nel 2016 al nostro posto, toglie il prato verde, ritorna al trenino puzzolente a diesel, toglie le staccionate alla macchia mediterranea, disdetta la convenzione con l Ente parco che ci rende Territorio delle Dune costiere. Queste sono tutte cose dalle quali non si può tornare indietro, abbiamo messo dei punti fermi, come d altro canto hanno fatto le precedenti amministrazioni. Parlando male delle precedenti amministrazioni, parlerei male anche di me stesso, perché io sono stato per un triennio nella prima delle amministrazioni consortili, poi com è mia abitudine, dopo tre anni ho lasciato il compito di amministrare ad altri, perché continuando a stare nel villaggio senza farmi carico a tempo indefinito dell amministrazione del Villaggio. Quello che non è accettabile è che chi abbia perso le elezioni nel 2013 pensi che possa essere l unico governo possibile di Rosamarina, questo è un concetto che non è accettabile perché dopo di noi auspichiamo che non ci siano i precedenti amministratori ma che ci sia gente nuova, che ci siano altri consorziati che amano Rosamarina, che abbiano voglia di mettere il loro tempo, la loro professionalità, la loro competenza al servizio del villaggio. Questo dobbiamo auspicare tutti quanti, non un ritorno al passato, l usato sicuro in questo villaggio non esiste. Infine, devo denunciare due manchevolezze, una è che tra le difficoltà che abbiamo avuto quest anno c è stata la perdita dolorosissima di Antonio Angelelli, qualcuno si chiede ancora chi sia Antonio Angelelli: Antonio Angelelli era l operaio più anziano e più esperto del villaggio e chiedo di alzarci per commemorarlo. E poi e questa volta passiamo dal dolore alla gioia, rivedere Beppe Pizarro qui di persona, presente che come tutti noi ha Rosamarina nel cuore, è veramente una felicità immensa, non solo mia personale come amico fraterno, ma di tutti quanti. Presidente CRM: Anche per me è particolarmente emozionante vedere Beppe qui stasera, perché se io mi ritrovo qui ad essere presidente del consorzio è per la disavventura che è accaduta a Beppe il 19 Febbraio Passerei la parola al Consigliere Cavallo.. Interviene per il CDA il Consigliere Daniele Cavallo: Scusatemi, giacché si parlava di taxi, avendo introdotto il centralino virtuale, abbiamo modo di avere le statistiche del servizio. Poiché si parlava nella teca del preventivo 2015 di come destinare le somme, vi volevo informare che solo nei mesi di luglio e agosto abbiamo ricevuto telefonate per i taxi e con le forze a disposizione attualmente, siamo riusciti a soddisfarne circa richieste, il che significa circa 1 su 3. Quindi il nostro CDA ritiene che questo servizio così richiesto, telefonate in 2 mesi debba essere un servizio da implementare. E poi poiché mi occupo dell innovazione ed abbiamo introdotto il sistema di WiFi, pensate che abbiamo avuto in 2 mesi e mezzo di servizio accessi alla rete WiFi, ciò vuol dire circa richieste di accessi di consorziati al giorno. Questo per confermarvi che il nostro impegno nell ottica al 2015 è di implementare se possibile anche questo servizio. Niente volevo darvi questi dati perché con le tecnologie nuove le statistiche aiutano più di 1000 parole. Grazie. Presidente dell assemblea: Comunico che la proposta del CDA sulla utilizzazione dell avanzo di gestione ha avuto 261 voti favorevoli con conseguente accantonamento, 56 contrari e 2 schede bianche. Quindi ora aspettiamo l ultimo spoglio sul bilancio preventivo che dovrebbe arrivare a momenti. Presidente CRM: Ringrazio tutti i Consorziati della fiducia e ringrazio anche Rino e tutti i ragazzi dello staff dell animazione Keep Calm perché quest anno abbiamo utilizzato questo motto, che per chi non conosce l inglese significa State calmi, ecco continueremo a mantenere la calma, giusto per essere in linea con il clima che abbiamo dovuto affrontare questa stagione. Grazie. Presidente dell Assemblea: Comunico l esito della votazione con la scheda numero 3 sul bilancio preventivo: favorevoli all approvazione 375 voti, contrari 75, astenuti 4, schede nulle 2. Il bilancio preventivo è approvato. Il punto G) è rinviato a una prossima assemblea. Il punto F) è ritirato. A questo punto non essendovi altro da discutere, dichiaro chiusa l assemblea alle ore 21,05. F.to il Segretario dell Assemblea Prof. Avv. Donato Marzano F.to il Presidente dell Assemblea Prof. Avv. Andrea Violante F.to il Presidente CRM Prof. Marina Calamo Specchia 8

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014

RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014 Nucleo di Valutazione RELAZIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE AL CONTO CONSUNTIVO 2014 (ex art. 5, comma 21 della Legge 24 dicembre 1993 n. 537) - GIUGNO 2015 - DOC 07/15 Sommario: 1. Obiettivi e struttura

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Controlli interni e Ciclo della performance alla luce dell art.3 del D.L. 174/2012 Position Paper

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti STATUTO del CNCP Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti ARTICOLO 1 DENOMINAZIONE E costituita ai sensi degli articoli 36 e seguenti del codice civile un Associazione di rappresentanza,

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

Consiglio Nazionale del Notariato

Consiglio Nazionale del Notariato Consiglio Nazionale del Notariato REGOLAMENTO DEL FONDO DI GARANZIA DI CUI AGLI ARTT. 21 E 22 DELLA LEGGE 16 FEBBRAIO 1913, N. 89 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI Capo I Istituzione e finalità del Fondo di garanzia

Dettagli

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano A.GE.S. S.p.A. Sede in Paderno Dugnano (Mi) Via Oslavia 21 Capitale sociale euro 850.000,00 interamente versato Codice fiscale e Partita Iva : 02286490962 Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Società

Dettagli

STATUTO DELLA S.I.A.

STATUTO DELLA S.I.A. STATUTO DELLA S.I.A. Art. 1 È costituita a tempo indeterminato una Associazione sotto la denominazione Società Italiana di Agopuntura S.I.A. Art. 2 La Società Italiana di Agopuntura ha lo scopo di dare

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART.

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART. STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART. 1 E costituita, nello spirito della Costituzione della Repubblica

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

REGOLAMENTO. Articolo 1

REGOLAMENTO. Articolo 1 REGOLAMENTO Il presente Regolamento disciplina, a norma di quanto disposto dallo Statuto, le norme applicative per l organizzazione ed il funzionamento del CRAL e dei suoi organismi, e stabilisce, in prima

Dettagli

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta)

STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 Articolo -1 Denominazione e sede sociale STATUTO ( di Associazione non riconosciuta) 1 - E costituita con sede in. ( ) Via un Associazione sportiva, ai sensi degli art. 36 e ss. Codice Civile denominata

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001 GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA ex D.Lgs. n. 231/2001 Approvato dal consiglio di amministrazione in data 31 luglio 2014 INDICE ARTICOLO 1 - SCOPO ED AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 ARTICOLO

Dettagli

Statuto dell Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF)

Statuto dell Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) Statuto dell Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) INDICE Articolo 1 - Finalità e natura dell Ente 2 Articolo 2 - Attività dell INAF 3 Articolo 3 - Principi di organizzazione 5 Articolo 4 - Organi 6

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via 1 ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via Pitagora n. 7 alle ore 20,00 si sono riuniti i Sigg.: - Iacobellis

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI. La Parrocchia

STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI. La Parrocchia STATUTO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE PER GLI AFFARI ECONOMICI La Parrocchia Art. 1. La parrocchia è una persona giuridica pubblica, costituita con decreto dell Ordinario Diocesano (can. 515,3 ), riconosciuta

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede)

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) 1) E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della Legge 383/2000 e della normativa in

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE)

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) ELEMENTI DI CONTABILITA RIFERITI ALLA FASE DELLA SPESA

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE di FORMIA Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.77 del 17.04.2015 OGGETTO: DELIBERA G.M. 68 DEL 10.04.2015 - APPROVAZIONE PROPOSTA RENDICONTO 2014 E RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

- gestione procedimenti volti ad ottenere finanziamenti pubblici per lo sviluppo del territorio;

- gestione procedimenti volti ad ottenere finanziamenti pubblici per lo sviluppo del territorio; 5) GESTIONE DELL UFFICIO SVILUPPO TURISTICO, CULTURALE, RICETTIVO VALLI JONICHE Comuni di Pagliara, Mandanici, Itala, Scaletta Zanclea, Ali Terme, Ali, Nizza di Sicilia, Roccalumera, Fiumedinisi. S T A

Dettagli

PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015

PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015 Poschiavo, 14 febbraio 2014 PROTOCOLLO ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA MCP 2015 L assemblea generale ordinaria del 2015 si è svolta presso il ristorante La Tana del Grillo a Pedemonte, in data 31 gennaio

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE LA REGISTRAZIONE DI MARCHI COMUNITARI E INTERNAZIONALI

BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE LA REGISTRAZIONE DI MARCHI COMUNITARI E INTERNAZIONALI Dipartimento per l impresa e l internazionalizzazione Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione Ufficio Italiano Brevetti e Marchi BANDO PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER FAVORIRE

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO

TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO L ITALIA È PIENA DI ZINGARI FALSO. In Italia rom, sinti e camminanti sono circa 170mila cioè lo 0,25% della popolazione complessiva, UNA DELLE PERCENTUALI PIÙ

Dettagli

Una posta di bilancio che necessita particolare

Una posta di bilancio che necessita particolare Costi di ricerca e sviluppo: aspetti contabili e fiscali I principi contabili possono aiutare a interpretare correttamente le scarne istruzioni del legislatore in tema di deducibilità dei costi sostenuti

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D.

ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. ASPETTI FISCALI, AMMINISTRATIVI ED ACCERTAMENTO NELLE A.S.D. Convegno del 7 dicembre 2010 Dott. ssa Mariangela Brunero Il rendiconto: criteri e modalità di redazione ed approvazione Introduzione Attività

Dettagli

Istituzione della figura di Agente Ambientale.

Istituzione della figura di Agente Ambientale. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 7 21 gennaio 2015 Oggetto : Istituzione della figura di Agente Ambientale. Il giorno 21 gennaio 2015 in Cremona, con

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

PONTIFICIA ACADEMIA PRO VITA

PONTIFICIA ACADEMIA PRO VITA PONTIFICIA ACADEMIA PRO VITA FONDAZIONE VITAE MYSTERIUM NUOVO STATUTO DELLA FONDAZIONE VITAE MYSTERIUM Preambolo La Fondazione autonoma "Vitae Mysterium" è stata eretta canonicamente dall'em.mo Card. Angelo

Dettagli

Statuto della CIIP - Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione

Statuto della CIIP - Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione Statuto della CIIP - Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione Articolo 1 - Costituzione E' costituita una Associazione denominata: Consulta Interassociativa Italiana per la Prevenzione (CIIP)

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Consiglio nazionale del notariato, Studio 98-2013/I; Codice civile, art. 2363; D.lgs. 17 gennaio 2003, n. 6 (Riforma societaria).

Consiglio nazionale del notariato, Studio 98-2013/I; Codice civile, art. 2363; D.lgs. 17 gennaio 2003, n. 6 (Riforma societaria). Luogo di convocazione dell assemblea nelle società di capitali della Dott.ssa Roberta De Pirro L ADEMPIMENTO Il Consiglio nazionale del notariato, nello Studio n. 98-2013/I ha fatto il punto sul luogo

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

D.R. n. 15 del 26.01.2015

D.R. n. 15 del 26.01.2015 IL RETTORE Vista la legge 30 dicembre 2010, n. 240 Norme in materia di organizzazione delle Università, di personale accademico e reclutamento, nonché delega al Governo per incentivare la qualità e l efficienza

Dettagli

ARTICOLI GENERALI Articolo 1 (Denominazione) Articolo 2 (Sede Legale) Articolo 3 (Finalità e attività) costruzione di un centro

ARTICOLI GENERALI Articolo 1 (Denominazione) Articolo 2 (Sede Legale) Articolo 3 (Finalità e attività) costruzione di un centro 1 ARTICOLI GENERALI Articolo 1 (Denominazione) È istituita per opera dei coniugi GASPARINI LUCIANO e PRAVATO CANDIDA, l Associazione UNA NUOVA SPERANZA O.N.L.U.S. con sede in Mirano (VE) Scaltenigo Via

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI Art. 1 - Fonti 1. Il presente Regolamento disciplina la composizione, la durata e le modalità di funzionamento del Collegio dei Revisori

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, recante disposizioni in

Dettagli

È senz altro riduttivo definire il libro di Antonello Ciervo come un saggio introduttivo. Si

È senz altro riduttivo definire il libro di Antonello Ciervo come un saggio introduttivo. Si Università degli studi di Roma La Sapienza, Dipartimento di Economia e Diritto, 17 dicembre 2013. Seminario organizzato nell ambito del Dottorato di Diritto pubblico dell economia dell Università degli

Dettagli

BANDI 2015 2. 1) Come presentare un progetto sui bandi della Fondazione. 2) La procedura di selezione e valutazione dei progetti

BANDI 2015 2. 1) Come presentare un progetto sui bandi della Fondazione. 2) La procedura di selezione e valutazione dei progetti BANDI 2015 2 Guida alla presentazione La Fondazione Cariplo è una persona giuridica privata, dotata di piena autonomia gestionale, che, nel quadro delle disposizioni della Legge 23 dicembre 1998, n. 461,

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica L origine della norma e l evoluzione della disciplina

Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica L origine della norma e l evoluzione della disciplina APPROCCIO PER COMPONENTI E SEPARAZIONE TERRENO- FABBRICATI NEI BILANCI REDATTI CON LE NORME CODICISTICHE ALLA LUCE DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI NAZIONALI di Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Redatto ai sensi dell art. 5 del Regolamento approvato dalla Consob con Delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, e successive modificazioni PROROGA DELLA FIDEIUSSIONE DA PARTE DELL AZIONISTA

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - 2 COPIA- VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria Seduta Pubblica N. 2 Del 21.01.2010 OGGETTO: DETERMINAZIONE QUANTITA E QUALITA DELLE AREE

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE Le immobilizzazioni immateriali sono caratterizzate dalla mancanza di tangibilità

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Questa procedura definisce le modalità adottate di approvazione ed esecuzione delle operazioni poste in essere

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli