RACCOLTA DIFFERENZIATA. Storia di apparente follia. di Ronchetti Miriana con alcune citazioni da Bertold Brecht

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RACCOLTA DIFFERENZIATA. Storia di apparente follia. di Ronchetti Miriana con alcune citazioni da Bertold Brecht"

Transcript

1 RACCOLTA DIFFERENZIATA Storia di apparente follia di Ronchetti Miriana con alcune citazioni da Bertold Brecht Autrice opere teatrali registrata dal 1980 in siae Roma 1

2 PROLOGO CANTATO La storia si apre con l immagine di un bambino molto piccolo. Entra in scena un uomo che si pone di fronte al pubblico in modo provocatorio. Guarda,poi, l immagine. IOSONO (Guardando prima molto intensamente la gente) Sono Io. Qualche anno fa. Ma, per favore, ascoltatemi. Ho un forte bisogno di parlarvi. Anche a lei, signore, che se ne sta con quell espressione indifferente e indagatrice. Signori, io sono uno che vuole cambiare qualcosa. Cambiare una cosa, una situazione, certo vuol dire molto. Oggi, poi, in questa società, dove tutto si trasforma così velocemente; dove tutto cambia; cioè dove tutto sèmbra che cambi. Ma poi, alla fine dei conti, rimane tutto tristemente uguale; proprio come dieci, cento, duecento anni indietro. Anzi, peggio, trecento anni fa non si conosceva la parola cioè, né la parola disinfestazione ; e nemmeno seicento anni fa esistevano i cavolini di Bruxelles. (Sedendosi da qualche parte) Ecco, aldilà di tutto ciò, vi posso confermare che non è cambiato niente; altre cose saranno rimaste invariate, ma ora io sono qui per parlarvi d altro; di me per esempio: io sono un piccolo, piccolo ( avvicinandosi alla platea e abbassandosi) essere vivente, lui è grande, invece. Lui non è molto felice di come vanno le cose fra noi Dice che ci sono troppi guerrieri, troppi soldati, troppi assassini, troppi ipocriti, troppa gente che vuole essere per bene e per bene non è; bugie, inganni, sete di gloria e di successo, di lusso. L autore di questa breve storia, vuole parlare a tutte le piazze, raccontare dei suoi sogni, delle sue disperazioni (Sempre in crescendo) in questa come la chiamereste? ditelo voi come la chiamereste questa società? (Piena emissione) Qui non si ride, lo si fa già abbastanza altrove e, se vi hanno detto il contrario, siete stati ingannati così dice anche l amico Bertold. Vorrei mostrarvi qualche immagine (Mostra una proiezione) Benefattori un gruppo di samaritani. Tutte le mattine alle sei, e anche prima,pronti per uscire nelle strade a cercare qualcuno a cui fare del bene. E tutti i giorni rientrano alle dieci di sera (Proiezione) dicendo di non aver trovato un cane bisognoso. (Alzando le braccia al cielo supplichevolmente) Signore, ti prego, fa loro trovare un povero, un malato ai quali poter fare la loro opera dignitosa affinché io non li senta lamentarsi insonni, ogni notte, 2

3 perchè non hanno nessuno da salvare. Che cosa ti può costare dare loro dei diseredati, dei malati, mettere sul loro sentiero dei disgraziati per dare pace alla loro coscienza. Ce ne dovrebbero essere, da qualche parte. Qui, non se ne vedono molti, dietro quei faccini rosei e tirati a lustro o forse non ce ne sono proprio. Si stanno estinguendo, i poveracci,o forse hanno paura a mostrarsi.(proiezione) Guardate ancora : dovrebbe essere mio fratello. Lavora in un posto dove smistano roba ingombrante. Non gli piace che si metta il naso nelle sue faccende; forse teme che venga alla luce una qualche verità: e cioè che non ha ancora capito da che parte deve andare nella vita. I suoi soldi in banca sono finiti e ieri hanno ribassato ancora le sue paghe e lui sta diventando sempre più povero e domani avrà molto meno di oggi mentre qualcuno di voi avrà molto di più. E così che vanno le cose; chi avrà vorrà sempre di più ; e chi avrà sempre di meno si sentirà sempre più disgraziato. Ma, al momento, il problema è un altro. Dalle ultime notizie si è sentito che, qui da noi, c è una carenza di poveri, qui diminuiscono a vista d occhio.ciò è molto preoccupante, dobbiamo importarli, perché senza poveri, chi smuoverà i cuori più duri? Chi ecciterà la compassione umana? (Visivamente e dietro, proiettato il nome di Bertold Brecht) Bisogna che accada qualcosa di nuovo. Il lavoro che faccio è troppo difficile, perché il mio lavoro consiste nell eccitare la compassione umana. Vi sono poche cose capaci di commuovere l uomo, ma il male è che, se usate di frequente, perdono il loro effetto. Così, per esempio, avviene che un uomo, che veda un altro uomo fermo all angolo di una strada, con un moncherino al braccio, la prima volta resti così turbato da dargli senz altro dieci penny; ma la seconda gli dà solo cinque penny e se lo vede la terza volta, lo consegna tranquillamente alla polizia Lo stesso accade con le risorse di ordine morale.(proiezione con la scritta IL DARE E PIU FELICE DEL PRENDERE ). Adesso ditemi a che servono le più belle parole, le più infocate massime dipinte su allettantissimi cartelli, se vanno così presto fuori uso(??) La vostra curiosità si è mossa a farvi chiedere chi sono oppure non ve ne importa nulla?? Signori, Iosono, uno che vuole cambiare per un istante il corsa dei vostri pensieri. Buio totale. Un suono di uno strumento unico, antico, che gradatamente porta ad una musica attuale, molto rumorosa, caotica, con delle voci miste che parlano o gridano. Lentamente all arrivo della luce, sale la musica che si è trasformata in confusione. 3

4 In scena : un tavolo, una sedia. Seduto sulla sedia un uomo dall aspetto rigoroso, vestito.sul tavolo, niente. L uomo guarda ora a destr,a ora a sinistra, dando cenni di approvazione e diniego. (Pensando e dando scattosamente sorrisi ed espressioni di rimprovero; poi guarda il pubblico) 10 secondi fra ogni si e no. Si no no si no no no no si si Entra in scena una donna con una visibile fasciatura al ginocchio destro. L uomo continua, anche camminando, nella sua litania, senza calcolare minimamente la nuova entrata. (Timidamente) Mi scusi No, no, no (Pensa che stia rispondendo a lei) Si si Ecco, vede, io sono stata (camminando dietro a lei) No no Veramente non le ho ancora esposto il problema ( Accorgendosi di lei) lei cosa vuole!?? Non vorrei rubarle del tempo prezioso. Ma, la prego, vada al suo posto, dietro al tavolo, altrimenti come faccio a capire che lei è l impiegato (Villanamente) E chi dovrei essere, ehhh? Non so potrebbe essere uno qualunque. Dica, dica Sono caduta. E poi?? Ieri l altro sono caduta e mi sono infortunata ad un ginocchio una 4

5 sbucciatura. Ah! (secco) Una sbucciatura ah!... cadendo (mostrando molto interesse) e come è potuto accadere? (Molto risentita e tragica) Una banana un altra banana Ah una banana! (Guardando verso l alto) Prendete nota. (Mentre risponde guarda anche lei verso l alto per vedere con chi sta parlando l uomo) Si banana, ha capito bene. Senza marca. Distanza? (Non capisce) Prego?? Com era la distanza? Regolamentare? In che senso?? A quale distanza si trovava?? Da dove? mi scusi (Spazientito) Ma dal punto indicato dalla legge, ovvio! Ero sul punto della strada dove, solitamente, poggiano i piedi gli uomini. (Irato) E le donne, le donne, nooo? E poi, non si dice dove poggiano i piedi bensì dove poggiano le suole delle scarpe. Le stavo appunto dicendo: e le donne, nooo? Si, anche le donne, certo. E mi dica com era Cosa?? Di cosa stiamo parlando, signorina?? Banana!! Della banana! Non era proprio una banana. Poc anzi, lei ha detto banana! 5

6 Si, l ho detto, ma ciò non toglie che non era una banana Cos era, dunque?? Era la buccia della banana. Va bene, continui. Dica dica. Vorrei far notare a lei, signore, che cadendo, oltre alla sbucciatura Della banana (precedendola) No, del ginocchio; del mio ginocchio! Si, si, del ginocchio (Scocciato) Le dicevo, che oltre alla sbucciatura del ginocchio, cadendo ho rotto anche la mia borsetta. E allora? Ne vuole una nuova?? Gliela devo comprare io?? E una borsetta primi 900 originale di Prussia. Intanto come si può stabilire che fosse originale di Prussia. Era della mia bisnonna. Quindi, primi anni del secolo in corso. Conferma? Confermo. Mi scusi, perché è così importante che io confermi questa sciocchezza? La plastica, signorina, la plastica. Ah!(Sorpresa) La plastica si è rotta proprio qui, vede?? Sulla giuntura del manico(entrambi osservano attentamente) Qua dentro, c erano cose molto preziose. C erano??...vuol dire che non ci sono più? Colpa di questa amministrazione. Perse; dileguate in un attimo! Come la vita (Gli soffia sul viso) 6

7 Cosa sta facendo?? Soffio. La vita, caro signore, è un soffio; neppure il tempo di emettere quel poco d aria ed è già finita. Si, è vero, signorina. E qual è il suo nome?? Maria Come Maria Si, come Maria E, si diceva, dove sono ora, queste cose preziose?? Cadute in un tombino della grata a larghe fessure troppo larghe. Signorina, la avverto che quel troppo larghe non mi è piaciuto. (Con fare minaccioso) Potrebbe essere pericoloso per lei. D altro canto saprà benissimo che è obbligatorio. Lo impone la legge. La grata larga è di legge. Ma la mia è molto più stretta Lei ha una grata?? Si, la grata del tombino dove abito. Lei abita in un tombino? Due.. due tombini a fessure larghe uno a destra, uno a sinistra. Mi sta innervosendo, dove abita, allora? Alloggio seminterrato di 5 ordine, con fori luminosi e La smetta con simili fandonie! E lei, smetta di farmi domande personali con che diritto! Lei, è solo un dipendente, parte del personale; quindi, a disposizione di chiunque avesse bisogno. 7

8 (Alzandosi) Errore! E un grave errore, signorina, dare tutto per scontato lo sa, lei, che non siamo ciò che sembriamo?? Si, è vero, sono un impiegato, un semplice dipendente, ma si dà il caso che io sia anche il Presidente! (Dandosi molte arie) Presidente di che cosa? Questa parola la disturba, vero? Presidente senta, come suona bene Piena, corposa Presidente provi a ripetere Presidente (3volte) Presidente, Presidente pieno come deficiente. Cosa dice? Dico Presidente pieno come luna Cosa c entra la luna? Luna piena come Presidente o deficiente è la stessa cosa. Lei non sa fare i paragoni; presidente è qui sulla terra, e la luna è su nel cielo.(pausa) Ha mai visto, lei, la luna piena? Ha mai osservato certi pleniluni?(avvicinandosi al proscenio e guardando il cielo) Se guarda la luna, in certe notti, trova le risposte. Lo sa che trova le risposte? Io non voglio le risposte. Risposte a che? Però, sa che ci sono i pleniluni perché la guarda? Non so. Non ci ho mai pensato; è una domanda così imbarazzante. Forse perché è così lontana e allora la si desidera di più, come l amore. Quando non lo si ha, lo si desidera e quando c è ha mai provato? Oh, si. Quante volte ho desiderato un amore, fino alla disperazione. Amore scusate, c è un bagno? Sto sempre male quando penso all amore. (Guardandola incuriosito) da quella parte ma stia attenta, ci sono degli ingombri. La donna esce. 8

9 Signore, siete voi. Sono in ascolto. Sapete benissimo che parlare di amore è severamente proibito; tutti gli argomenti confidenziali sono proibiti. State procedendo all analisi del soggetto? Certo, signore, come sempre del resto. Dati, molti più dati; quelli che avete raccolto sono insufficienti. Certo, signore, come sempre del resto. Le sale d attesa sono stracolme Certo, signore, come sempre del resto. Ricordate che il tempo stringe. Occorre pulizia e dovete essere più veloce nella raccolta. Certo, signore, come sempre del resto. L elemento è difficile da trattare; occorre selezionare. In caso di vostra inadempienza al dovere, la presidenza verrà affidata ad altri. (sempre prostrato) No, signore, vi prego. Non potete farmi questo.ho già così pochi interessi nella vita; e quanto al ragionare, sapete benissimo che lo faccio il meno possibile. Ecco, io sono un cretino e sono fiero di me. Fate molta attenzione; io vi osservo. Rientra la donna e trova l uomo in ginocchio Cosa state facendo? (Impacciato) Sto non avete perso i vostri ricordi? Li sto cercando, non vede? Come mai tanti cadaveri in quel bagno? Oh, niente di preoccupante; attendono di essere rimossi. Per ora abbiamo solo un giorno alla settimana. Si dovrà comunque 9

10 aumentare E la causa del decesso? Dipende, ognuno ha la sua di causa. Mi ascolti. Io sto perdendo troppo tempo in questo posto. Torniamo all origine. Io devo denunciare questa pubblica amministrazione per essermi infortunata al ginocchio e aver perso i ricordi che avevo nella mia borsetta. Sapete molto bene che senza i ricordi non siamo niente. I ricordi Tacete! Tacete! Banale, banale, banale! Dovete essere banale. Altrimenti! (alza la mano come per schiaffeggiarla) (Tenendogliela) Voi siete pazzo! Questo non è forse l ufficio denunce e reclami? (guardandolo negli occhi) Voi avete due occhi due occhi Come sono i miei occhi? Trasparenti, meravigliosi, avvincenti (Cedendo alle lusinghe) Anche voi, avete due occhi neri, grandi, profondi (i due continuano a guardarsi negli occhi) Un presidente non deve mai guardare negli occhi altrui, altrimenti (Riprendendosi dall estasi) Ricordi denuncia cadaveri meraviglioso! (Dandole uno spintone) Si tolga dai piedi, e la smetta di guardare i miei occhi. (Stupita per il repentino cambiamento) Ce l avete con me! (Che nel frattempo si è rimesso dietro al suo tavolo) Chi altri c è qui dentro, idiota (sottovoce) Riprendiamo il discorso! Che cosa è venuta a fare lei qui? Ho già detto, in parte Eravamo arrivati buccia di banana, dispersione di oggetti preziosi in 10

11 tombino a grata con fessure larghe, troppo larghe (la donna è sempre più disorientata) Gli oggetti erano sostanze naturali o plastiche sintetiche, resine, poliammidi, ecologiche o inquinanti, di natura emotiva, essenziale o superficiale? con Vito Beh, non saprei. I ricordi i ricordi sono di quale natura sono i ricordi? ******************************** Buio totale. Cambio luci. Musica emotivamente rievocativa. I personaggi sono fermi Immobili. Su di una luce soffusa, entra Iosono che si avvicina al fratello.( CANTATO) IOSONO Ma come? Non sai dare una risposta? Diglielo. Di che natura sono i ricordi? Pensa ai baci di nostra madre; lo senti quel calore che usciva dalla sua bocca quei baci pieni e quello sguardo che ti proteggeva dal mondo, come uno scudo e il tuo primo amore? Struggente e bello, non ti ricordi? Quando ti lasciò pensasti di morire il tempo si era fermato allora come sono questi ricordi? Le sue mani su di te non ricordi o non vuoi? Imbecille! Io sono se ne va e lentamente i due personaggi riprendono a muoversi; la situazione torna come prima. I ricordi (mentendo)senza ombra di dubbio sono di natura inquietante, pietosa, da eliminare. Ma noi stiamo parlando della borsetta. Pelle o plastica? Era della nonna. Mia nonna era una donna con cinque figli, portava il busto con le stecche non ha mai avuto la dentiera è stata capace di portare avanti la sua lotta e mio nonno Signorina, non mi importa nulla di suo nonno e neppure di sua nonna avanti!... anno di nascita. Io sono nata nel mese di maggio Anno di nascita di sua nonna cretina (a parte) Si, dunque, mia nonna era del 19 è molto importante? Ripeto! Anno di nascita 19 Ma a che cosa serve? 11

12 (Portandosi vicino alla donna con fare minaccioso) Lo vuole proprio sapere? Devo capire se la borsa è di pelle o di plastica; di pelle umana o sintetica. Se fosse di pelle anche di uomo nessun problema. Di plastica potrebbe essere un punto a suo sfavore Non voglio più discutere con lei; ecco qui, guardi (mostrandogli la sua borsetta) La donna sta per dargliela e poi se la riprende e lo guarda dolcemente. Lei, prima con me, ha parlato della luna Questo non è considerato reato. Le farò una confidenza: dal mio seminterrato, la guardo. Io sono assetata di luna, come certi elfi che si cibano di essa e sono una donna fortunata perché i miei vicini non la vedono. Io sola posseggo una scala a sei gradini di metallo. Ah!..., di metallo? Conferma? Mi stia a sentire: salgo sull ultimo gradino e, allungando un po il collo, riesco a vederla; rimango così anche due o tre ore. Penso alla mia vita, a tante cose e sogno che forse, un giorno avrò un amore che guarderà a la luna insieme a me su quella scala; un mondo senza bucce di banana sulle quali scivolare. (Guardando l uomo) E non si stanca? (inizia ad interessarsi alle parole della donna) Il collo non ne risente? Ma no, cosa vuole che sia? Di fronte a certe meraviglie non si sentono più i mali; i mali li senti quando non vuoi ascoltare altro. Poi, guardando lassù nel cielo, tutto scompare; siamo così piccoli noi, quaggiù. Ci azzanniamo per nulla, ci guardiamo così male e siamo niente. La luna non è mica come la vita; la vita stanca, te la senti pesare addosso, ti sfianca. La luna, no. Confessi la guarda anche lei, qualche volta la luna? Non posso, signorina mi è vietato non posso guardare la luna A lei che è un presidente, è vietata una cosa così umile, infantile, naturale, saggia 12

13 L uomo inizia a dare segni di nervosismo; si sentirà a disagio. Vada via e non torni più, mai più. (sottovoce) lei è un elemento pericoloso e non vorrei, mi spiacerebbe, facesse una brutta fine. Lei è una rivoluzionaria ma cara mia, nessuno ha mai fatto da solo la rivoluzione. Io non voglio fare la rivoluzione che idea! Non ora troppo presto E troppo indietro di cottura, si deve aggiornare, poco intelligente, poco istruita lo si vede dal suo sguardo cretina Signorina, le sto confidando qualcosa di terribile (Esitante) Mi dica Noi, siamo attorniati da imbecilli; i nostri pensieri sono controllati 24 ore su 24. Lei è una sovversiva. Non capisce (rabbioso) che su questa terra non c è più posto per gente come lei? Qualcuno dice che elementi simili devono essere eliminati! (prendendola per un braccio) Ha capito?! Lei è un imbecille! che modi sono questi? Lei non sta bene, signore. Qual è il suo nome?? Sono fatti miei, ma se proprio le interessa mi chiamo Adolfo. Anche mia nonno si chiamava Adolfo. Era Tedesco, di Bonn; molto intelligente e molto conosciuto. Mai sentito nominare. Qual era il suo lavoro?(con fare indagatorio) Capo di una particolare ditta raccoglieva campioni, ma non ho capito di cosa; lui era molto riservato. Ho male al ginocchio; mi dia una sedia, vorrei sedermi. Mi spiace, ho solo la mia e non gliela darò. Si sieda per terra. Le ho detto di darmi una sedia (a parte) crudele maleducato! Ah no! Ho soltanto la mia e non gliela darò! Si sieda per terra e la smetta di crearmi problemi; se proprio vuole si sbatta lì in un angolo e zitta!! Stia zitta! ha capito?????? 13

14 Certo che mi siedo! E suolo pubblico, no? Estrae dalla borsa un registratore e lo accende; partirà una musica forte, violenta, piena FINE PRIMA PARTE ******************** La donna e l impiegato restano in scena. Come due manichini. La donna, seduta terra e l uomo, nell atto di intimorirla con il corpo. SECONDA PARTE ****************** Parla Iosono. Vedendo in scena il registratore di Maria, lo raccoglie, lo guarda. IOSONO Bravo Adolfo, ho capito quali porcherie stai progettando; in quanto a te (alla donna) non l hai ancora compresa la storia? La donna e Adolfo non si accorgono della presenza di Iosono. IOSONO E la prima volta che mi siedo per terra in un ufficio. Fai bene; prova ad impietosirlo attenzione alle influenze. Devo stare bene attento alle influenze. Non è la stagione delle influenze.e il tempo dell amore. Ogni stagione a le sue preferenze. La Primavera predilige l amore sopra ogni altra cosa. Ascoltate (accende il suo registratore.musica) Niente è più importante L uomo appoggia la testa sulla spalla della donna. Si, niente è più importante ma si (cercando di convincersi) che volete che possa importare se uno è povero o ricco, intelligente o cretino E allora vi sembra così vitale sapere se la mia borsa è di pelle o di plastica? E obbligatorio nell analisi per la raccolta. 14

15 Raccolta amo la raccolta voi, avete mai fatto la raccolta dell uva? Da bambino si c era un contadino gli piacevano le donne tutte. Quelle con il seno grosso, pieno. E cantavate? (Pensando) canti della terra.(buio totale. Si sentono dei canti lontani.) Si cantavamo. Facevamo poesia Luce solo su Iosono IOSONO (Avvicinandosi al fratello) Era bello; tu eri il più intonato di tutti; ti invidiavo un po (Come rispondendo ad un pensiero) Non l ho mai capito. Cosa? Oh, niente pensieri Cantatemi una canzone. L uomo dopo una serie di incertezze mimiche, inizia a cantare uno spiritual. Sono seduti a terra. Avete una bella voce. Adolfo me la date una carezza? carezza? (La accarezza velocemente quasi con paura) La vostra pelle è calda. Non stai adempiendo al tuo dovere o forse la stai ingannando per capire di più? (Come scosso da una forte realtà) Si, signore è un metodo. Fra poco si perverrà a qualcosa di definitivo. Con chi state parlando? (Prendendola per un braccio) Via, via, andatevene; sciò, sciò Ma voi mi stavate accarezzando la mia pelle è calda era una carezza. 15

16 Quale carezza! Oltraggio a pubblico ufficiale nel pieno esercizio dei suoi doveri La donna senza dare troppo peso ai modi di Adolfo, estrae dalla sua borsa un libro e si mette a leggere (Cerca di riacquistare una calma apparente; la osserva da dietro gli occhiali cercando di non dare a vedere il suo nervosismo; poi vedendo la tranquillità della donna, esplode rabbiosamente) Non le ho detto di andarsene? Se ne vada; lei sta inquinando questo spazio!! Iosono entra ed esce a suo piacimento, sempre osservando i due. La donna non ascolta Adolfo; lo guarda e intanto fa i fatti suoi: legge, scrive, si pettina, tranquillamente come se fosse a casa sua. Adolfo diventa sempre più nervoso: si siede, si dà un contegno, cerca di continuare il suo lavoro. Si, no, no, no, no, no, si, no, no (spostandosi fino a quando non si troverà sulla testa della donna con le mani alzate) no! Ho detto no!! Quella voce inquina. State calmo. Lo dicono tutti i giornali, i medici, gli operatori ecologici. Tutti i canali di informazione parlano di quello, e il signor Presidente, non lo sa? Proprio lei non lo sa? (Guardando verso l alto) Signore, prendete nota: elemento pericoloso, sovversivo, non produttivo, possessore di ricordi, conservatore, contemplatore lunare, possessore di emozioni, troppo, troppo terrena Di chi state parlando? Di voi, signorina. Io sarei dunque una bla bla bla perché contemplo la luna?? Non solo! E i ricordi, dove li mettiamo? Io me li tengo e lei? Archiviati, in una parte del mio cervello. Archiviati per non 16

17 soccombere (Alzandosi) Adesso basta!! Questo è l ufficio reclami e raccolta differenziata. Allora cosa c entrano tutte queste cose? Io voglio solo esporgere denuncia; sono caduta, mi sono sbucciata un ginocchio, ho perso i miei ricordi che avevo nella borsetta (esasperata) cosa vuole che mi importi tutto il resto? Con tutti i problemi che ho: i miei ricordi sono tutto quello che ho, cioè che avevo E poi, arrivo qui e vengo accusata di essere una sovversiva; vado in bagno e ci trovo una montagna di cadaveri, e volete farmi credere che tutto ciò sia la realtà? Voi, credete che tutte le persone siano stupide, ma vi state sbagliando. Io non sono una cretina. (Parlando sottovoce) Lo so che non siete una cretina. Ora ascoltatemi molto bene. Sto per rivelarvi qualcosa di molto delicato. (Le fa cenno di abbassarsi, per non essere né visti, né sentiti) Dietro all apparenza di un ufficio rispettabile, qui si nasconde la più grande organizzazione criminale della storia; gente senza scrupoli, delinquenti, incoscienti, malvolenti Presidenti, potenti, impotenti Negligenti, irriverenti, deficienti qui, si selezionano le persone, come lei, come me; sopra a tutti c è un capo assoluto che approva o disapprova le nostre scelte le scelte di tutti, le mie, le sue, le loro E questa selezione in base a che cosa avviene? E come un gioco molto facile: si, no, si, no, si, no I si vanno a destra i no a sinistra. A destra si tengono a sinistra si buttano, come l immondizia; gli intelligenti vanno a sinistra e i cretini a destra; e allo stesso modo, i poveracci a sinistra e i riccono a destra. (Meditando) Poveri e intelligenti si buttano. Ho capito, e dove li buttate? In quel cesso là fuori? Non è che proprio li buttiamo; non li tocchiamo neppure. Facciamo solo in modo che vengano loro a mancare certe sicurezze, materiali e affettive, cosicchè finiscono da soli. In genere si suicidano o muoiono di malattia psicosomatica. Molti impazziscono; così non si ha nulla sulla coscienza. Quelli più 17

18 resistenti, beh cosa vuole con la nuova tecnologia non c e che l imbarazzo della scelta (Con aria scherzosa) Che bello come la conta che si faceva da bambini. Voglio provare Non è facile guardate me La donna imita l uomo Si, no, si, no, no, no, si Avete capito. Non tutti ci riescono. La scelta è difficile, occorrono buone doti umane e comprensione del processo bio-psicologico dell individuo; soprattutto conoscenza della falsità. Maria, Voi avete un lavoro? Si, ma non troppo Vale a dire? Sono ispettrice di vigilanza presso l amministrazione generale nazionale. E su cosa vigilate? Importazioni, esportazioni, sparizioni, trasformazioni, trasumanazioni, trattazioni, amputazioni e via dicendo. Immagino che avrete un ottimo stipendio Non percepisco una lira, per questo sono povera. (Facendo cenno di abbassare la voce) Parlate piano. Intelligente e povera: non avevo dubbi, siete una disgraziata. Cosa dite? Bene, signorina, siamo arrivati al punto. Oh, signore, voi siete un letterato. Scrivete poesie? Cosa c entrano ora le poesie; ci mancano solo quelle parole che deformano la visione delle cose, della realtà, della vera realtà; 18

19 la poesia è come uno stupefacente dicevo che siamo arrivati al punto Ogni volta che si chiude una frase, si arriva al punto (Divertito per il gioco di parole) Oppure ogni volta che si arriva alla fine di un capitolo. O quando se ne apre uno nuovo, oppure Nel nostro caso si chiude: chiuso! Basta con questa perdita di tempo. Più punti si mettono, più capitoli inutili si chiudono. Ogni vita è piena di punti e di capitoli ed ora non voglio più perdere tempo; ditemi da che parte devo andare, so che uscirò da qui, solo dopo essere scelta. Maledetto il giorno che siete entrata qua dentro; con tutte le vostre storie, con i vostri ricordi Con vostra nonna quei dannati ricordi non si riesce a toglierseli da dosso Buio totale canzone della vendemmia prende la parola Iosono che fino a questo momento è entrato e uscito liberamente con grande naturalezza IOSONO IOSONO (Avvicinandosi ad Adolfo) Avevo bisogno di sentirmelo dire; e sei stato proprio tu, con un piccolo no, a mettere fine alla mia vita. Che idiota sei,fratello mio; credevi di eliminarmi e invece mi hai ridato una vita più viva. Voi, invece, che stupidi siete; state trascorrendo il tempo pensando come fare per cambiare le cose. Lei, con quella storia assurda della borsa e della buccia di banana, e lui, poveretto che crede di avere nelle mani le sorti della gente Vattene!! Non osare infangare il nostro lavoro. E da quando esiste il mondo che noi esistiamo e controlliamo il pensiero umano. Io sono, quindi rimango. Ogni giorno, ogni famiglia getta via circa un chilo di essenza vitale; gli uomini non sanno più ragionare, non sanno più comprendere, sono formiche impazzite. Tanto meglio 19

20 IOSONO IOSONO IOSONO IOSONO Questi rifiuti potrebbero essere riciclati Occorre selezionare: la terra si sta riempiendo l universo si sta riempiendo Tutti i rifiuti, vanno a finire all impianto di selezione dove vengono privati delle loro emozioni, delle loro lacrime e dei loro sorrisi. Come vedi ci sono anche dei vantaggi. Quali? L eliminazione con la raccolta a domicilio, delle scomode scarpinate alla ricerca di essenze vitali perse. Fra non molto il nostro obiettivo sarà raggiunto. Una parte del mondo piena di cretini e di irresponsabili dominerà gli altri che si selezioneranno automaticamente. Ve lo impediremo in tutti i modi. Tormenteremo le loro coscienze. Tu sei Calcolo e io Iosono; noi siamo. Angeli, noi siamo. Musica celestiale molto avvolgente. Ritorna la luce e i due personaggi riprendono l azione. Adolfo al suo tavolo e la donna seduta a terra, con la sua borsetta e le altre sue cose; si è addormentata. ADOLFO Prima o poi, si dovrà chiarire questa situazione. Non posso certo tenervi incollata qui, mentre io ho cose assai più importanti da sbrigare La donna continua a dormire ADOLFO Signorina, signorina, si svegli è ora di andare! Continua a dormire ADOLFO Io ho troppo da fare e il tempo passa veloce. La potrei anche invidiare dorme! Beata lei. Sto perdendo troppo tempo, ma non me ne dispiace. Che aspettino pure i doveri al diavolo! Tutto il caos della mia esistenza può anche restare in sospeso per un po ; nessuno mi sta riprendendo, potrei anche fare finta di nulla. 20

21 Si siede accanto alla donna che dorme; la guarda per bene e poi inizia ad accarezzarle i piedi. ADOLFO ADOLFO ADOLFO ADOLFO Cosa fate? (Svegliandosi lentamente) Mi accarezzate i piedi? (Impacciato) No, io stavo cercando di capire, di quale materiale i vostri piedi... Di quale materiale sono fatti i miei piedi? Ve lo dico io: pelle umana, e se proprio vi interessa non me li lavo da quando è stata tolta l acqua a tutti i poveri della città per farli sentire ancora più poveri e adesso decidete da quale parte devo andare, destra o sinistra. Né destra né sinistra. Rimanete qui.(sottovoce) Vi assumo io, vi darò un buono stipendio; la metà del mio, una sicurezza, non vi pare?? Vi farò diventare un po meno povera e nel giro di poco tempo conquisterete la destra; dovrete solo fingere un po. Qualche parola di meno e qualche sorriso di più; il comportamento dovrà essere quello di una signora, non di una zoticona; tutto adeguatamente. Promettete. Voi, mi assumerete per non farmi finire in quel cesso là dietro? Esatto. (Commiserandolo) Siete buono; venite con me e rinunciate a questo lavoro da imbecilli; mandate al diavolo il vostro capo. Troverà qualcun altro; il mondo è pieno di gente che aspetta solo di essere comandata, perché non sa cosa fare; sarete libero; potrete fare ancora la vendemmia, canterete quei cadaveri diventeranno un lontano ricordo diventerete un uomo. Non c è più tempo; altri prenderanno il mio posto e ci sarà sempre la divisione; ci saranno sempre più cadaveri in ogni punto di raccolta. Questo è logico, dal momento che per causa tua abbiamo già perso milioni di elementi; quella donna è il diavolo e tu stai cedendo alle sue tentazioni. Ora ti sento anch io, voce maledetta; ma cosa ne sai tu del 21

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2

RITORNO ALLA CAVA. LA SI (per 3 volte) LA2 SIb7 LA2 Volto che sfugge, nebbia di idee, 9 tu sei solo una grossa bugia! SIb7+ Ti dicono tutti che hai dei talenti, LA9 in fondo ci speri che così sia! RITORNO ALLA CAVA RAP Questo è il mio mondo, qui sono il

Dettagli

Destinazione 13. Buongiorno Maria!

Destinazione 13. Buongiorno Maria! Destinazione 13 Buongiorno Maria! Mmmm... Oh Mari! Ohi! Tutto bene? Ciao Leonardo! Come va la vita? Mio piccolo amico! Mio piccolo amico? No eh? No! No, no! Giochi con i pupazzetti, sei troppo gentile

Dettagli

ANGELA RAINONE POESIE

ANGELA RAINONE POESIE 1 ANGELA RAINONE POESIE EDIZIONE GAZZETTA DIE MORRESI EMIGRATI Famiglia Rainone Angela Lugano Svizzera 2 3 PREFAZIONE Tra i giovani che hanno sporadicamente inviato delle poesie per pubblicarle sulla Gazzetta

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

La poesia per mia madre

La poesia per mia madre La poesia per mia madre Oggi scrivo una poesia per la mamma mia. Lei ha gli occhi scintillanti come dei diamanti i capelli un po chiari e un po scuri il corpo robusto come quello di un fusto le gambe snelle

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

Sipario chiuso BUIO. LUCE sul proscenio. Genoveffa esce dal sipario e cammina sul proscenio. Anastasia esce dal sipario

Sipario chiuso BUIO. LUCE sul proscenio. Genoveffa esce dal sipario e cammina sul proscenio. Anastasia esce dal sipario Sipario chiuso BUIO GENOVEFFA (voce fuori campo): E ANDATEVENE TUTTI A FANKULO! LUCE sul proscenio Genoveffa esce dal sipario e cammina sul proscenio. GENOVEFFA: Branco di deficienti incapaci Anastasia

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

E ora inventiamo una vita.

E ora inventiamo una vita. E ora inventiamo una vita. - Venga Cristina, facciamo due chiacchiere. Il ragioniere dell'ufficio personale si accomoda e con un respiro inizia il suo discorso. Lei sa vero che ha maturato l'età per il

Dettagli

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27

San Giovanni Battista Cesano Boscone Sacra Famiglia C 2007-01-27 MESSA VIGILIARE 18.00 In questa festa della Sacra Famiglia vorrei soffermarmi su un aspetto del brano di vangelo che abbiamo appena ascoltato. Maria e Giuseppe, insieme, cercano angosciati Gesù. Cosa può

Dettagli

WWW.COPIONI.CORRIERESPETTACOLO.IT

WWW.COPIONI.CORRIERESPETTACOLO.IT Aldo, Giovanni e Giacomo Sketch del controllore (da 'Tel chi el telun) Aldo: Non c è bisogno che tira perché non è che scappo. Giovanni: Intanto ha allungato il passo. Aldo: Ho allungato il passo perché

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza

Attimi d amore. Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Attimi d amore Scende come la pioggia un petalo di rose e quando ti vedo perdo la testa per te mia cara ragazza Distesa davanti alla collina Occhi verdi come il prato distesa e non pensi a nulla. Ricordo

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

Dimmi che è solo un sogno!

Dimmi che è solo un sogno! Mariuccia FADDA Istituto Tecnico Commerciale G. Dessì, classe 4 a E Dimmi che è solo un sogno! Tutto è iniziato con uno stupido intervento alla gamba, in quello stupido ospedale, con quello stupido errore

Dettagli

www.iluss.it - Italiano online Scheda grammaticale

www.iluss.it - Italiano online Scheda grammaticale Discorso indiretto - o n 1 Trasformare il discorso diretto in indiretto 1. "Che cosa fai?". Mi chiese che cosa. 2. "Sono venuto a saperlo per caso". Disse a saperlo per caso. 3. "Per favore, telefoni a

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia Operazione Oh no! Nonno Toni sentì un urlo di rabbia provenire dalla cameretta di Tino. Salì le scale di corsa, spalancò la porta e si imbatté in un bambino con gli occhi pieni di lacrime. Tino aveva in

Dettagli

Racconti di me. Un regalo

Racconti di me. Un regalo 1 Racconti di me di Cetta De Luca Un regalo Io non regalo oggetti. Magari un sogno, un emozione qualcosa che rimanga nella vita di valore. A volte solo un ricordo, a volte me stessa. 2 Apparenza Tu che

Dettagli

ANYWAY - IN NESSUN MODO

ANYWAY - IN NESSUN MODO ANYWAY - IN NESSUN MODO Non voglio sapere che devo morire Non avrò bisogno di sapere che devo provare Non imparerò mai come muovermi a tempo Non riesco a sentirlo in nessun modo Non terrò gli occhi aperti

Dettagli

MACARIOPOLI POLLUTION CITY? Racconto con immagini realizzato dagli studenti della Classe I B della Scuola Secondaria di I Grado di San Macario

MACARIOPOLI POLLUTION CITY? Racconto con immagini realizzato dagli studenti della Classe I B della Scuola Secondaria di I Grado di San Macario MACARIOPOLI O POLLUTION CITY? Racconto con immagini realizzato dagli studenti della Classe I B della Scuola Secondaria di I Grado di San Macario La Terra sembra essere divisa in due parti Una di queste

Dettagli

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19

Angeli - Voglio Di Piu' Scritto da Joel Lunedì 11 Agosto 2008 01:19 01 - Voglio Di Piu' Era li', era li', era li' e piangeva ma che cazzo hai non c'e' piu',non c'e' piu',non c'e' piu' e' andato se ne e' andato via da qui Non c'e' niente che io possa fare puoi pensarmi,

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione

OLIVIERO TOSCANI. SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione OLIVIERO TOSCANI SOVVERSIVO CREATIVO a cura della redazione D. Quando si nasce e si cresce in una famiglia dove si respira fotografia, diventare fotografo è un atto dovuto o può rappresentare, in ogni

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank.

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank. Anna Frank era una ragazza ebrea-tedesca, oggi divenuto simbolo dell'olocausto, ovvero dello sterminio degli Ebrei per mano della Germania nazista e dai suoi alleati ai tempi della seconda guerra mondiale.

Dettagli

L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO

L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO L ALBERO CHE NON SAPEVA DI ESSERE UN ALBERO di Giovannella Massari Sopra un prato verde chiaro l alberello se ne stava e guardandosi un po in giro, tristemente sospirava. Nessun albero lì intorno, su quel

Dettagli

Impariamo a volare...

Impariamo a volare... Impariamo a volare... Francesca Maccione IMPARIAMO A VOLARE... www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Francesca Maccione Tutti i diritti riservati L amore è longanime, è benigno, l amore non ha invidia,

Dettagli

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente

La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente La Domanda Perfetta Scopri Subito Chi ti Mente Una tecnica di Persuasore Segreta svelata dal sito www.persuasionesvelata.com di Marcello Marchese Copyright 2010-2011 1 / 8 www.persuasionesvelata.com Sommario

Dettagli

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA

Un racconto di Guido Quarzo. Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Un racconto di Guido Quarzo Una gita in LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA Una gita in Un racconto di Guido Quarzo è una bella fortuna che la scuola dove Paolo e Lucia frequentano la seconda elementare, ospiti

Dettagli

Seconda parte Trovami

Seconda parte Trovami Seconda parte Trovami Dal diario di Mose Astori, pagina 1 Dovrei iniziare questo diario inserendo la data in cui sto scrivendo, e poi fare lo stesso per ogni capitolo successivo, in modo da annotare il

Dettagli

"UN NATALE MAGICO" Farsa in Musica per Bambini di Oreste De Santis

UN NATALE MAGICO Farsa in Musica per Bambini di Oreste De Santis "UN NATALE MAGICO" Farsa in Musica per Bambini di Oreste De Santis *** Attenzione è possibile acquistare il cd musicale ( 20 ) con le canzoni con voce e le basi musicali direttamente dall autore scrivi

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

Perché non ho provato

Perché non ho provato Elena Colella Perché non ho provato Sin dai primi giorni, l arrivo di Esther mise sottosopra l intero quartiere. Esther, 30 anni circa. Jeans aderenti e stivali neri in pelle. Maglie scure aderenti. Carnagione

Dettagli

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente

LISTA DIALOGHI. Non ti aspettavo. di barbara rossi prudente LISTA DIALOGHI Non ti aspettavo di barbara rossi prudente - EST. GIORNO Oggi è 28 maggio? 28 maggio? Sì, forse sì PAOLO: 29 al massimo Come 29? No, 30 PAOLO: Secondo me è 29. Comunque, quanti giorni fa

Dettagli

Luisa Mattia Sibilla nel cappello

Luisa Mattia Sibilla nel cappello Luisa Mattia Sibilla nel cappello Prima edizione settembre 2015 Copyright 2015 biancoenero edizioni srl www.biancoeneroedizioni.com Testo di Luisa Mattia Illustrazioni di Andrea Mongia Font biancoenero

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

Diario di ventun giorni

Diario di ventun giorni Diario di ventun giorni Tutti i giorni Al mattino appena ti svegli: Ringrazia per essere vivo/a e per la nuova giornata positiva che stai per vivere. Immagina la giornata e i vari impegni. Alzati e, mentre

Dettagli

CANOVACCIO 6. In pausa pranzo nel parco Come evitare l avarizia quando si è dalla parte del potere?

CANOVACCIO 6. In pausa pranzo nel parco Come evitare l avarizia quando si è dalla parte del potere? CANOVACCIO 6 Estratto da: L azienda senza peccati scagli la prima pietra! I sette peccati capitali dalla vita personale alla vita professionale. Il teatro chiavi in mano. In pausa pranzo nel parco Come

Dettagli

poesie del rispetto Le muse per una città che si vuole bene

poesie del rispetto Le muse per una città che si vuole bene Una parola sola è come muta Pensiamo le parole: una a una, una parola sola è come muta, ombra d assenza, eco di silenzio. Anche quando è nobile, un nome, la parola assoluta di qualcuno, se è sola, si affanna,

Dettagli

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore

Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Traccia: Obbiettivo dell incontro: accompagnare i bambini verso la comprensione che per credere in Gesù dobbiamo amarlo e non dubitare mai del suo Amore Per la preghiera: vedi in allegato. Sviluppo dell

Dettagli

Sono Nato Per Essere Veloce

Sono Nato Per Essere Veloce 01 - Nato Per Essere Veloce roppo veloce sta correndo la mia vita troppo veloce scorre via la musica musica selvaggia? furiosa adrenalina frenetico sussulto, incontrollabile rumore Sono Nato Per Essere

Dettagli

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR

Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR Scuola Secondaria di I grado di Lavagno Istituto Comprensivo don Lorenzo Milani LAVAGNO - VR PERSONE DA AIUTARE Ci sono persone che piangono dal dolore, li potremmo aiutare, donando pace e amore. Immagina

Dettagli

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete Nonni si diventa Il racconto di tutto quello che non sapete Introduzione Cari nipoti miei, quando tra qualche anno potrete leggere e comprendere fino in fondo queste pagine, forse vi chiederete perché

Dettagli

Collana: Libri per bambini

Collana: Libri per bambini La Madonna a Medjugorje appare SHALOM Collana: Libri per bambini Testi e illustrazioni: Editrice Shalom Editrice Shalom 25.06.2014 33 o Anniversario delle apparizioni a Medjugorje ISBN 9788884043498 Per

Dettagli

Borsa di studio/classe IV

Borsa di studio/classe IV 1 Borsa di studio/classe IV La storia va in fumetto Racconta la Storia di Clara dagli occhi grandi in un fumetto! 1. Riassumi la storia nelle scene che ti sembrano più importanti (per es. Clara che parla

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto

musica e si univano miracolosamente. caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto 330 ELENA ARMILLEI musica e si univano miracolosamente. - - caffè. Il caffè era per Paolo, si era addormentato sere- - occupava della madre mi aveva detto che avrei dovuto - informare sullo stato di tua

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

1 Premio sez. Poesia. C era una volta.

1 Premio sez. Poesia. C era una volta. 1 Premio sez. Poesia C era una volta. C era una volta una bimba adorabile ben educata e un sorriso invidiabile. Nulla le mancava, tutto poteva, una vita da sogno conduceva. C era una volta un bimbo adorabile

Dettagli

Incredibile Romantica. Dimentichiamoci Questa Città

Incredibile Romantica. Dimentichiamoci Questa Città Siamo Solo Noi Siamo solo noi che andiamo a letto la mattina presto e ci svegliamo con il mal di testa che non abbiamo vita regolare che non ci sappiamo limitare che non abbiamo più rispetto per niente

Dettagli

IL MIO CARO AMICO ROBERTO

IL MIO CARO AMICO ROBERTO IL MIO CARO AMICO ROBERTO Roberto è un mio caro amico, lo conosco da circa 16 anni, è un ragazzo sempre allegro, vive la vita alla giornata e anche ora che ha 25 anni il suo carattere non tende a cambiare,

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

Ti voglio bene, mamma

Ti voglio bene, mamma F E S T A della... Ti voglio bene, mamma! Dettato Ti voglio bene mamma, quando mi sveglio e vedo il tuo viso che mi sorride. Ti voglio bene mamma, quando pranziamo insieme e poi mi aiuti a fare i compiti.

Dettagli

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto

«Mamma, dopo che il dottore ti ha detto Indice Cominciamo 7 La curiosità di Alice 9 Un po di imbarazzo 25 Innamorarsi 43 Fare l amore 55 Concepimento 71 Gravidanza 83 La nascita 95 Il nostro corpo: le donne 111 Il nostro corpo: gli uomini 127

Dettagli

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Autore: Fabio Bocci Insegnamento di Pedagogia Speciale, Università degli Studi Roma Tre 1. Quando l insegnante parla alla classe, di solito io :

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

Tutto ciò che sappiamo di noi due

Tutto ciò che sappiamo di noi due Colleen Hoover Tutto ciò che sappiamo di noi due Traduzione di Giulia De Biase Proprietà letteraria riservata Copyright 2012 by Colleen Hoover Italian language rights handled by Agenzia Letteraria Italiana,

Dettagli

La rivelazione della Parola di Dio

La rivelazione della Parola di Dio Domenica, 26 settembre 2010 La rivelazione della Parola di Dio Salmo 119:130- La rivelazione delle tue parole illumina; rende intelligenti i semplici. Apro la bocca e sospiro, per il desiderio dei tuoi

Dettagli

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani...

Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Una Tecnica semplice ed efficace per ritrovare l equilibrio interiore ed eliminare tensioni e stress quotidiani... Incontro Introduttivo con Sergio Peterlini insegnante di Meditazione da 38 anni per Studenti,

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno.

CASA DI CHARLIE. In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. NONNO: Sera a tutti. MAMMA: Ciao papà. CASA DI CHARLIE In scena la mamma che cucina, la nonna che cuce e Charlie che fa i compiti. Entra il nonno. CHARLIE: Ciao nonno. NONNA: Ciao caro. MAMMA: La zuppa

Dettagli

Lottare si ma sapendo come.

Lottare si ma sapendo come. Lottare si ma sapendo come. Vorrei che prima di commentare leggeste tutta la nota, perché arrivando a metà nota si può tranquillamente dire i cambiamenti ci sono le persone stanno cambiano e svegliandosi

Dettagli

Parrocchia Maria SS. Immacolata Fiumefreddo di Sicilia. GESU rimani sempre in mezzo a noi, Giornata di spiritualità PRIMA COMUNIONE di

Parrocchia Maria SS. Immacolata Fiumefreddo di Sicilia. GESU rimani sempre in mezzo a noi, Giornata di spiritualità PRIMA COMUNIONE di Parrocchia Maria SS. Immacolata Fiumefreddo di Sicilia GESU rimani sempre in mezzo a noi, per aiutarci a volerci bene, come TU vuoi a tutti noi. Giornata di spiritualità PRIMA COMUNIONE di 12 Iniziamo

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

Il Potere delle Affermazioni

Il Potere delle Affermazioni Louise L. Hay Il Potere delle Affermazioni Ebook Traduzione: Katia Prando Copertina e Impaginazione: Matteo Venturi 2 È così bello essere qui. Sono venuta in Italia, a Roma, tante volte, ma ogni volta

Dettagli

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi Concorso Nazionale di poesia città di Foligno Sezione Ragazzi LA VITA La vita è come un libro illustrato Dal quale spesso rimani affascinato A tal punto che resteresti incollato E vorresti sfogliarla tutta

Dettagli

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE

Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE Urlo d amore Maria Antonietta Bafile URLO D AMORE racconti brevi www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Maria Antonietta Bafile Tutti i diritti riservati A tutti gli innamorati... A tutti gli amori assurdi

Dettagli

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19.

18. No perché, ti dico è talmente particolare, ma in modo positivo eh (alza leggermente tono di voce per sottolineare l inciso), 19. Insegnante intervistata: 12 anni di insegnamento; al momento dell intervista insegna nelle classi II di una scuola primaria Durata intervista: 30 minuti 1. Ti chiederei gentilmente di pensare ad un bambino

Dettagli

Margherita: Ma...chi sei? dove siamo? da dove veniamo? cosa facciamo? perchè c è la vita? resteremo qui per sempre?...

Margherita: Ma...chi sei? dove siamo? da dove veniamo? cosa facciamo? perchè c è la vita? resteremo qui per sempre?... Dialoghi. 1. Margherita: Ma...chi sei? dove siamo? da dove veniamo? cosa facciamo? perchè c è la vita? resteremo qui per sempre?... Francesco: Eh Oh... pian pian pian quante domande mariassignòre... Comisiemo

Dettagli

le #piccolecose che amo di te

le #piccolecose che amo di te Cleo Toms le #piccolecose che amo di te Romanzo Proprietà letteraria riservata 2016 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-08605-9 Prima edizione: febbraio 2016 Illustrazioni: Damiano Groppi Questo libro

Dettagli

La vita dei numeri ultimi

La vita dei numeri ultimi La vita dei numeri ultimi Orazio La Boccetta LA VITA DEI NUMERI ULTIMI racconto Dedicato a tutta la mia famiglia e i miei migliori amici a Pietro soprattutto ed in particolare a mio padre Andrea e mia

Dettagli

Preghiere a Maria. - Santa Madre aiuta il mio compagno a trovarmi lavoro, proteggilo.

Preghiere a Maria. - Santa Madre aiuta il mio compagno a trovarmi lavoro, proteggilo. Preghiere a Maria - Santa Madre aiuta il mio compagno a trovarmi lavoro, proteggilo. - Santa Maria intercedi per noi, tu sai grazie! Cuore immacolato di Maria rifugio delle anime. - Cara Mamma aiutami

Dettagli

Il maestro nuovo è tornato

Il maestro nuovo è tornato rob buyea Il maestro nuovo è tornato Traduzione di Beatrice Masini Rizzoli Titolo originale: Mr. Terupt Falls Again 2012 Rob Buyea Pubblicato per la prima volta negli Stati Uniti nel 2012 da Delacorte

Dettagli

TOPO FELICE, I GIOCHI E LA FATA

TOPO FELICE, I GIOCHI E LA FATA TOPO FELICE, I GIOCHI E LA FATA (Buio, musica, voce narrante inizia a raccontare) VOCE NARRANTE Questa è la storia di Felice, un topolino che vive in un parco meraviglioso. FELICE IL TOPOLINO VIVE IN QUESTO

Dettagli

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è

Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è I fogli bianchi Ogni fatto e personaggio è puramente casuale, nomi e cognomi sono puramente di fantasia e quindi non riconducibili alla realtà, anche il racconto è frutto di immaginazione e non ha nessuna

Dettagli

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Benvenuto/a o bentornato/a Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Non pensare di trovare 250 pagine da leggere,

Dettagli

Poesie, filastrocche e favole per bambini

Poesie, filastrocche e favole per bambini Poesie, filastrocche e favole per bambini Jacky Espinosa de Cadelago Poesie, filastrocche e favole per bambini Ai miei grandi tesori; Elio, Eugenia ed Alejandro, coloro che ogni giorno mi fanno crescere

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

La Santa Sede VIAGGIO APOSTOLICO DEL SANTO PADRE FRANCESCO IN KENYA, UGANDA E NELLA REPUBBLICA CENTRAFRICANA (25-30 NOVEMBRE 2015)

La Santa Sede VIAGGIO APOSTOLICO DEL SANTO PADRE FRANCESCO IN KENYA, UGANDA E NELLA REPUBBLICA CENTRAFRICANA (25-30 NOVEMBRE 2015) La Santa Sede VIAGGIO APOSTOLICO DEL SANTO PADRE FRANCESCO IN KENYA, UGANDA E NELLA REPUBBLICA CENTRAFRICANA (25-30 NOVEMBRE 2015) INCONTRO CON IL CLERO, I RELIGIOSI, LE RELIGIOSE ED I SEMINARISTI DISCORSO

Dettagli

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ

L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ CAPITOLO XV L OSTE SI ACCOSTÒ A RENZO PER CONVINCERLO AD ANDARE A DORMIRE. IL GIOVANE PROVÒ AD ALZARSI E DOPO IL TERZO TENTATIVO SI SOLLEVÒ, SORRETTO DALL UOMO CHE LO PORTÒ NELLA CAMERA. VEDENDO IL LETTO,

Dettagli

LE PAROLE CHE PESANO. Hotel Remilia 20/05/2014. Ciclo Magramente

LE PAROLE CHE PESANO. Hotel Remilia 20/05/2014. Ciclo Magramente LE PAROLE CHE PESANO Hotel Remilia 20/05/2014 Ciclo Magramente Pag. 01 IL LINGUAGGIO CHE PESA Hai mai pensato che il linguaggio che usi possa influenzare la tua autostima e il tuo peso? Rifletti un secondo:

Dettagli

La lunga strada per tornare a casa

La lunga strada per tornare a casa Saroo Brierley con Larry Buttrose La lunga strada per tornare a casa Traduzione di Anita Taroni Proprietà letteraria riservata Copyright Saroo Brierley 2013 2014 RCS Libri S.p.A., Milano Titolo originale

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA

LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA C A N I D A S S I S T E N Z A F I D E S LA VITA QUOTIDIANA CON UN CANE DI ASSISTENZA r Mirjam Spinnler e Bayou Caro Bayou, che cosa farei senza di te? Con te la mia vita è più semplice, allegra e colorata.

Dettagli