ITAI.TA LAVOR.O S.P.A.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ITAI.TA LAVOR.O S.P.A."

Transcript

1 , ff. t* t"w lnf.l{in.lr,, r r/ri{x ;#n/.;&?y'"u,fi*bíj l.rdgffiì 6pffiiri eri*edt jf lt fuls*ina e ITAI.TA LAVOR.O S.P.A. PROGRAMMA AMVA AppRTruDxsTATo E MESTIFRI A VocAzIoNF ARTTGIANAI.E P.O.XV" GOI/ERIUANCE E AZIONI DX SISTEMA 2gO7-29!.3 AVVISO PUBBLICO A SPOR.TELLO RIVOLTO AD IMPRESE PER. LA RICFIIESTA DI CONTRIBUTT FSNALIZZATI AI.L'INSERIM ENTO OCCUPAZIONALF CON CONTRATTO DI APPRET{DTSTATO FONDI DISPONIBILE: 78.15G.7OO c.u.p. I52F 1 10SSG90007 W!ir,ri:,j,ri,'r.,,

2 .. {fiit ;, t.-n /'y'.' ;.1}a-nt r#$r.j4elrvt'íu.!ì.rzi;/ì ù f,s{&errs* &fî<i.éftrf { ragf * l*ra<. -_ \Jlf,r i rdo ulurú PrFF*ffiì às#i$i f #irsall s i* *:r*ai+:e * l'**r$sd**e PREMESSA Italir Lrvoro, in quelità di organismo di assistenza tecnrc dei Nfinistero del Lavoro e delle Politiche Socjdi. è soggetto xttuîtore del Progremma AÀ'[VA - "Apprendistato e N,Iesuen a Vocazione Artigianale" la cui trnelità è, tre le altre, h promozione del contratto di apprendistato, attraverso urt':tzione inreqrrtr rrr poliúche per io sviltrppo delje imprese. poliriche per il lavoro e poltúche per ln formrzione. IJ ;rroqramma è promosso dal N{inistero del lavoro e deile polìtrche sociali, Direzione generale per le polìtiche lttive e pxssive del lavoro, e atturto da Italia Lar.oro con il contributo dei Progr:ammi Operetìvi Nazionali del Fondo Sociale Europeo "Azioni di sistema" e "Go.iernance e azioni di sistema". Tutte le aztoni previste del Progmmmr vertanno condotte seguendo logiche e metodi che rispondono ad una strategia unitaria - cioè a valenza n zronale - di sostegno dei processi di sviluppo loca1e. L'obiettivo è quello di promuovere e diffondere un uso pilì incisivo di dispositivi e strumenti volti a far.orire Ia form'azione on Í/te job e f inserimento occupazionale di giovnru che si trovano nello stato di svantaggio per come definito dal Regolamento (CE) 800/2008. 'I.,. NORMATIVA DI RIFERIMENTO / Le&qe 14 febbraio 2003, n. 30, "Delega a1 Governo in meteria di occupezione e mercato del lavoto"; '/ Decreto Legislarivo attuativo 10 settembre 2003, n.276 aveflte ad oggetto "Attuazione delle deleghe in materj.a di occupaziofle e mercato del lavoro"; / Legge 2-l dicembre 2007, n.217, Norme di attuazione del Protocollo del 23 luglio 2007 su previdenza, lavoro e competiti\,-ità pet tìvorire I'equrte e la crescita sostenibili nnnchó rrlrerìnri norme in materia di lavoto e previdenza sociale; / Decreto Legislativo 1.{ settembte 2011, n. L67, Testo Unico dell'apprendistato, a norma dell'articolo 1, comma 30, della legge 2-l dicembre 20()1, n '/ Regolamento (CE) n. 7083/2006 dcli'll luglio 3{)06 modificato dal Regolamento (CE) n.281/2009 del 7/04/2009 del Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo europeo di srduppo regionale, sul Fondo sociale europeo e su1 Fondo di coesione e che abroea il Regolamento (CE) 1,260 / / Resìolamento (CE) 1081/2006 clel Parlamento europeo e del Consiglio del 5 luglio 2006 relativo al Fondo sociale europco e recxnte abrogazione del Regolamento n. 1781/1999; / Regolamento (CE) n. 1828/2006 del1a Cornmissìone dell'b dicembre 2006 che stabilisce modalita di applicazione del Regolamento (CE) n.1083/2006 dell'11 iugìio 2006 modificato dal Re-eolamento (Cll) n.284/2009 delt/04/2009 del Consrglio, recante disposizioni generaìi sr-rl Fondo ellropeo di sr.duppo regiona-le, sr-rl Fondo sociale eluopeo e sul ["ondo di coesione e del Resolamento (CE) n. 1080/2t)06 del Parlamento europeo e del ConsigÌio relativo al Fondo europeo di svilr-rppo regionale e Corrtgendum del 15 fcbbraio 2007; / llegolamento (CE) 396/2009 del Parlamento europeo e del Consrglio del 6 maggio 2009 che modifica il Resolamento (CE) 1081/2006 rclativo a1 Fondo sociale europeo per estendete i trpi di costi amrnissibili al contributo del trse;,/ Regolamento (CIl) n. 81(>12009 delia Commissione, del 1 settembre 2009 che modiilca il Rcsolarnento (CE) n.1828/200(r che stabilisce modalità di applicazione del Regolamento (CE) 1083/2006 c1el Consiglio recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sr-iluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione e che abroga il Regolamento CE 1260/1999; Wir.,r,,,j.:,'i,

3 w,. ud.r rdu:ùth.r '/ DPR 196 del 3/1.0/2008 "Regolamento di esecuzione del Regolamento (CE) n.1083/2006 dell'11 luelio 2006 modificato dal Regolamento (CE) n.281/2009 dlel 7/04/2009 recante disposizioni genera[ sul Fondo esllrpeo di sr-iluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul fondo di coesione"; / Regolamento (CE) 800/2008 de1la Commrssiorre del ó egosto 2008 che dichiara alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato comunc tn appiicazione degli articoli 87 e 88 del trattato; / Reg,rlamcnto (CFÌ) dclla Comrnissione ctel 15 dicembre 2006 relativo all'applicazionc deeli artico[ 87 e 88 del trattato asli eiuti d'impotenzr minorc (<de minimis>); '/ Circolare n.2 del 2/02/2009 del Nlinistero de1 Lar,-oro "Tipolorria der soggetti promotori, ammissibilità delle spese c massimali di costo pcr le rttir-ità rendicontate a costi rcali cofìnanziate dal liondo Sociale Er-rropeo nell'ambito dei Programmi Operativi Nazionali (P.c).N)":,/ Conr-enzione stipulata in data 07/12/201(l tra il Nlinistero del Lar,.oro e delle Politiche sociali - Direzione generale per lc Politiche per I'Orientemeflto e la Fonnazione, quale -\utorità dì Gestione del Programma (di seguito anche,\dg) e rl Nlinistcro de1 l,avoro e delle Politiche sociali - l)irezione Generale dell'immisr^z1oîe (di seguito anche NILPS DG Immigrazione) per f indir-iduazione di cl-rest'ultirrra quale Orqanismo intermedio nella gestrone dei Progtamma Operativo Nazionale "Go\.ernance e Azioni di Sistema"; / O.O. 262\III\2011 del Nlinistero del Lavoro e delle Politiche Socia[ - Direzione Generale per le Politiche per l'orientamento e la Formazione - PON "Governance e,\zioni di Sistema" - Ob. Conr,-ergeflzx; / O.O.2ó+\I\2011 del N{inistero del Lar,'oro e delle Politiche Socia[ - l)irezione (ìenerile per le Politiche per l'orienlamento e la Formazione - -Fc-'l^ Jì F^t^'i^'.^.ler la formazione protessionale e per I'accesso al Fondo Sociale Ei-rtopeo. 2. TIPOLOGIADIAZIONI L'r\vviso è finalizzato '.rd incentir,'ere I'uttlizzo del contratto di aoorcndistato sulf intero tert:itorio -^-;^-^t- rrl(/.rvri.rr\. *-.t;^-,-l.ì rrl\ul.lrll\ irl C,_rnccs5i,.,ne \\,rll\fjrt di conirih,rti n,.r lr srinrrla di. A. contratti di apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale: Possono esserc assunti con contrxtto di epprcndisteto per la quralifica e per il diploma professionale, in tr-rtti i settori di attività, anche per I'assolr.imento dell'obbìigo di istruzione, i sossetti che abbiano compiuto c1úndici anni e fino al compimeoto del r enticinquesimo rnno cli età. La durata del contratto è determin'.rta in considerlzion. dc1ln.pn1itìcr o dc1 diploma dr conseguirc e non ptr,, in r)qni cî>o essere superiore. per l:r sur compr'nentc f^rnrltirr. r tre anni o\-yero quattro nel caso di diploma quaclriennale resionale: Risorse disponibili complessive, 27.L04.000,00 B. contratti di apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere: P,,.snn,, csscrl r:srrrrfi in turri i scllori di rtrir irà. cort corìlriìrto di lpp enjisrrrc, protèssiot'rrlizzrnte o di mestiere per j1 consesuimento di una qualitìca professionale a hni contrattuali i sogeetti cli ctà comptcsa tra i diciotto anni c fino el compinento del vclltino\resìrrro anno di età. Pcr i sogqctti in possesso di une qulìitìcl pr,rtèssionale, consesuita ai sensi del clecreto legislatir-o 17 ottobre 2005, n. 226, tl. contratto

4 -,Ìl;u;/*n À,1'J)ro"o r, /"1/ìi ::rt&f";. ).,frnl:é.:' ÌFr::wfu:*s* tuffi ÀJ r{ r lp;a.a* *. h..ekl it,oo fff*" *rs,u *qs*ffiì 1wiri e**ia$iì 1*r l:i :lirre*drix+ e!'*apxìr*e apprendistato profession?j7zz^flte o di mestiere può essere stipuiato a partire dal diciassettesimo anno di età. Ris ors e disponibili cornplessive, ,00 Italia Lavoro, previa comunicazione el Nlinistero del Lavoro e c1elle Politiche Social-i, sulla base degli esiti delle verifiche sllllo stato di avanzamento della spesa de1le aztont di cur alle lettere A e B, si riserr-a le fircolrì di rpporrlre teriezioni compensrrj\e neljx ripartizione deglì rmporti stlnzirri. ove funzionr[ ad assicurare il punruale conseguimento degji obiettil'i di spesa e l'effìcacia dell'azione programmata. I contratti di apprendistato di cui ai punti A. e B. per i quali potrà essere av^r7z^ta richiesta di contributo dovranno essere stipulati a partire dal 30 novembre \i fini del presenre r\r,.r.ist' non possono essere presentaie domancl. di contribulo p('r i conrrlrti stipulati con i soggetti di cui all'articolo 7, comma -1, D.Lgs 14 settembre 2011, n AMMONTARE DEI CONTRIBUTI Fino a concorrenza del1e risorse disponibiìi e, comunque. non oltre la data di chiusura dell'awiso fissata?j 31 / 12 / 201 2, verrà riconosciuto ai soggetu beneficiari di cui al successivo articolo.f: 1,. Un contributo di 5.500,00 ( cinquemilacinquecento/00) per ogni soggetto assunto con contretto di apprendistato per la qualifica professionale a te mpo pienol 2. Un contributo di 4.700,00 ( quattromilasettecento/00), pet ogni soggetto assuflto con contratto di apprendistato professtonajtzzatnte o cofltratto di mestiere x tempo pieno; 11 predetto importo è de intendersi rl lordo di eventuali ritenute di leege e/o di osni altro er.enfuale onefe acccssoriol. Sono ammissrbili a contributo unicxmenre i contrrlti rlì ennrenclistato sottoscritti a panire clal 30 novembre I contributi di cui al presente Avviso NON sono cumulabili con altri contribwti {tnalizzati all'assunzione erogati daltalia Lavoro S.p.A. a favote del medesimo lavoratore. I contnbuti di cur el presente,\r,-r,-iso sono clrmulabili con a-ltri contributi erogati da soggetti terzi. titti srlvi qh er enturli dir ieri ir i previsti. ItaLia Lavoro comunicherà sui proprio sito istituzionale l'avwenuto esaurirnento delle risorse disponibili. 4. SOGGETTIBENEFICIARI Possono fresentxre candidature esclusivamente i datori di lal'oro privati che abbiano h sede opcrxtive presso cui è operata I'assunzione su1 territorio nazionele e che assumano gior-lni con contratti di apprendistato ne1le tipoloqic previste al punto 2, iett. A e B. data di presentazione de1la domanda di contdbuto i soggetti beneficìari dovtanno possedere i '\11a seguenti requisiti: 1 Si precisa che per i contributi concessi a valere su fondi comunitari non si applica la ritenuta d'acconto del 4% sul valore del contrìbuto erogato. La predetta ritenuta è, invece, operata sui contributi a valere su fondi nazionali.

5 .. f.ì/,i*it ú t-n ré/' i{. ìt,""',, t róè.{i.l}ey'tilr-é,. "íorui;*.' i$8{úfm46!a &aîr<x ÉrL{ {!Ri*l }.- k$n<l.f* * ff3kr:-vt-rr, F *!wi Gpwiqi es*i*#iì 1x Li fr;re*idw e f w*p*i**e ù rìon aver cessato o sospeso la propria attività; b) essere in regola con l'applicazione dei CCNL di riienmento; c) essere in regola con la normativa in materia di sicurezza del lavoro; d) essere in regola con le norme che disciplinano il diritto ai lavoro dei disabili; e) ess(rc in regoh con il vcrsnmento deglì obbl-ighi contriburir-i ed nssicurrrivi: f) non aver riportato condanne che comportino I'interdizione enche temporarìea dai pubblici r rl-llci: g) non ffovarsi sottoposti a procedure per falhmento o concordlto prer-entivo; h) essere in regoia con quento previsto da-lle normative regionali rispetto a tipologie contrattuali e obblighi formativi previsti da1 contrafto di apprendistato; i) non tto.".arsi in una delle condizioni di "difficolta" prer.iste dagh Orientamenti Comunitari per il salvatargio e la ristrutturazione di imprese in difhcolta (GUCE C 214/2 del ,1), o, se PN'II, di nofl trovarsi in una delle situazioni descritte dall'art. 1, comma 7, del Reqollmento 800/ loos: j) non essere incorsi, negh r-rlumi dieci annt, in ir.regolerità definitivameflte accertate dalle autorità competenti, nella gestione di interwenti che abbiano benetlciato di ltnanzramenti pubblici. 5. TIPOLOGIE DI LAVORATORI,ti fini de1 ptesente Ar,-l-iso i lavoratori assunti devono: / possedere il requisito di lavoratori svantaggiati come definito dal Reg. (CE) n. 800/2008r, fermo restando il rispetto dei vincoli di età previsti dal1a normativa relativa all'apprendistato; '/ non aver avuto rapporti di lavoro dipendente o assimilato nee[ ultiml 12 mesi con il soggetto benettciario la cui cessrzione sia stata detenninata d'.r cause diverse da11a scadenza naturaie dei contratti. Resta salva 1a condizione di interruzione del rappofio di iar,-oro inten-enute per fine hse lnr orrrivr. I lar,'oratori per i quali viene richiesto il contributo devono possedere i recltúsiti richiesti a1 momento della stipula del contratto di lavoro. 6. TERMINI E MODALITA DI PRESENTAZIONE DELI-A DOMANDA DI CONTRIBUTO Il presente lvr,rs., e pubblicato in versione integrale sui siti Internet lr,rr,-rv.italizrla'oro.it - sezione bandi, su ws,rv.ser-rizilavoro.it/amva, su1 sito de1 N'Iinistero del Lar-oro e delle Politiche Sociali rill.lrr oro.gov.it e su wurr'.cliql11o19.gt,r-.if. La domanda di conu'ibuto potrx essere presentxtx unicmente att{averso il sistema inforrnativc; rasciungibile rl sesuenle indttzz,t'. httn://rmvr.irrltlirruro.it ísito íìtú\-o x Dînirc del iu norembre ore 10:00 am). 'Regolamento CE 800/2008, articolo 2: (lavoratore svantaggiator: chiunque rientri in una delle seguenti cotegorie: a) chi non ha un impiego regolarmente retribuito do almeno sei mesi; b) chi non possiede un diploma di scuolo media superiore o professionale (ISCED 3); c) lavoratori che hanno superato i 50 anni di etù; d) odulti che vìvono soli con una o più persone a carico; e)lavoratori occupati in professioni o settori carotterizzatí da un tasso di disparità uomo-donna che supera olmeno del 25 % la disparità medio uomo-donna Ìn tutti i settori economici dello Stato membro interessato se il lavoratore interessato appartiene al genere sottorappresentato; f) membri di una minoranza nazionale all'interno di uno Stato membro che hanno necessità di consolidare le proprie esperienze in termini di conoscenze linguistiche, di formozione professionole o di lovoro, per migliorare Ie prospettive di occesso od un'occupazione stabile; ulavoratore moltosvontogglotos>: lavoratore senzo lovoro da almeno 24 mesi; ffi w wa*{.l{ lr;,ii,i.rr',,r,,

6 Wl'i.r\1rr +,,r;*iri!.!:.i: r...,:ir. :,ri--;,.j1., fftirya: lq'r <y',/.!:w,,to r îrf,/;.i?ef;.t é;,a{rkéì ùp#rr k 6!! ft'fì(* Ér*r* r ak{rrr 'É bix sd -. d {úú ulcf uths g+ùèffii sffi4i'i GÀrie {ti F6!t *ì$d*{i;à* a î.xrdjlrd.èa Nlaggiori informazioni su1 Programma, sulla modulistica e su.1l'uso dei sistema informativo saranno disponibili sul sito e rw-w-.italialavoro.it/amva. Lr domandx potrà essere presentîte x pertjre dalle ore 10,00 del 30/L1/2011 (Data di apertura de11''\rr-iso) e non oltre il 31/1.2/201,2, salvo il caso tli prer'to esaurimento delle risorse disponibfi che sara comunicato sul sito di Italia Lavoro. I destinatari dell'àr'viso dor,-ranno registrarsi una sola volta su.l sistema informativo summenzionato. ru ternine delia procedura di registrazione dovrà essere indicato un proprio codice utente e urìa prssword dr trtilizzrre pcr isuccessiri accessi: il sisrcmr genererà lutomndcrmenre un c,,dice PIN che sarà inviato al tndirizzo di posta eiettronica indicato in fase di reeistrazione e che ser-virà, unitamente alla passr.vord, per sottoscrivere la richiesta di contributo. Laddove in sede di registruione vengr indicato un indfuizzo cli postr elctuonicr certificata (PEC) è necessrrio r erificrre che lo sresso sir rbiliraro llh ricezione di posrr elettronicr non cerdfic:rtr. altrirnenti non sarà nossibile ner Italia Lavoro recaditare il PIN. Setà rese disponibile una guida per l'utilizzo della procedura rnformatizzata a7l'rnàjrizzo r,wwv. sen'izilar.oro.it,/ amva. In fase di registrazione do1-rà essere allegata copia di un <focumento di identità in corso di vahdite del destinatario dei contributo. Le domande presentate attraverso altre modalità non saranno accettate. Attraverso la piattafor:rna dovranno essere rese 1e seguenti dichiarezioni e, lttrevetso la funzione di car-icamento ("uploading") del sistema, dovrà essere allegata alla domanda, a pena di inammissibílità, la seguente documen razione: i) copia di certificato CCI'!{. con data non antecedente a 3 mesi dalia data di presentlzione della domanda di contributo; b) copia di certificato di attribuzione di Paruta IVA; c) dichierezi,rne resa nelle fotme di cui all'art. 16 e 17 del D.P.R. 115/2000 sulle sesuenti clfcostanze: '/ di non aver cessato o sospeso la propria xttivitxl '/ di essere in regola con l'rpplicrzione del CCNL di riferimentor,/ di essere in regola con la normativa in materia di sictuezza del lavoro; / 1. '/ di essere rn regola con le floffne che disciplinano il diritto al ial'oro dei drsabili; '/ di essere in regola con i1 vetsamento degli obbìighi contributir,-i ed assicurativi;,/ che f imprese 1on Si trovx sottoposta a procedure per fallimento o concord^fo nrerrentirro' '/ che tutti gli allegati sono conformi agli origrnali; '/ di pror,n'edere alla predisposizione degìr atti necesseri e consen-ere in originale la documenfrzione rmrninistrrtir o conlrbile pcr lc rìsite i.pcr tivc:,/ di essere in regola con quanto pretisto dllle normetir e reqionlli rispetto a tipologie contrattuali e obbiighi fornatir.i previsti dal contratto dr apprendistato;,/ non tro\-arsi in una delle condizioni dr "diihcoltà" prer'-iste daqli Orientamenti Comunitari per il salvataggio e la ristrutturezionc.1i irnprese in diiticoltà (GUCE C. l-l-{/l del ), o, se PNII, di non trovarsi in una dcllc situazioni descritte dall'art. 1, commi 7, del Regolamento 800/2008;./ non essere incorsi, negli ultimi dieci lnni. in irrcgohliri detrnitivxmente accertate dalle autorità competenti, nella gestione dr inten-enti che abbiano benettciato di finanziamenti oubb[ci:

7 W-. ì;iir,1r:,::r:r.:::+l - {$),uitzr.í,/'..y'. tr,enr a r/nífi..?'eé?tv/*:.7ìr*i'/i lpàjéé lk ds,s h JIì(* É: t r! i at'iit É Gik? M-* P1$IffÉmr.t r"o rur*ro.*ll'?wrmm! àk*èj,i fl ri.,s*j ;:s {r i*rtr*k * e I e.rpawrt r' di essere un soggetto di imposte che svolge abitualmente o in r,'ia occasionale attività produttiva di reddito di rmpresa e dunque che il contributo erogato dovrà. essere assoggettato ai fini IRPEF/IRES a ritenuta d'acconto ai sensi dell'art. 28 D.P.R. 600 del 29/9/1973. specificando situazioni peculiad ed i relatil-i ritènmenti normativi che rendono non applicabile la ritenuta d'acconto; '/ che il soggetto per h cui lssunzionc si presenta domanda di contdbuto norì ha al-uto con i,l richicdcnte rîpporri tli hroro dipendente o îbsimilîro neglì ulurr l] mesi Il cui cessrzjonc sia stata determinata da cause dil-erse da1la scadenze nú:urafe dei contratti. cl) copia del DURC in corso di validitil; e) copia del documento dr identità, in corso di vahdrtà, del lavoratore assuflto per il quale si richiede il contributo; t copia integrale del modello UniI-av per assunzione lavoratore; g) copie ccrtificazrone del CPI del requisito di disoccupazronef inoccupazione; h) copia del contratto di lavoro e del piano formativo associeto; i, diclúamzione (tìrmate e digitajrzzrtr mcdiantc sclnsione o tilmrra Jigirllmenre; De NIìnurls secondo 1o schemr allegrto (v.,{11. 1) o, in alternativa. dichiamzione (trmata e drgitaltzzata mediante scansione o fìrmata digitalmente) Regolamento (CE) 800/2008 (v. all. 2). La domanda di contributo automaticamente gcnerxtî dalla procedura automatizz^ta conterrà le seguenti informazioni: '/ Anasraf,ca del datore di lavoro '/ -\negrrtìcr dell'apprendisrr /- '/ Tipo e durata dell'apprendistato '/ Settore dr aooartenenza,/ Qurhficr protèssionrje '/ Importo complessivo richiesto 7. MOTIVI DI INAMMISSIBILITA Italia Lavor:o, non ammetterà al/ai contributo/i le domande: ") presentate secondo modaljtà diverse da quento pler-isto nel presente -\lrìso; b) carenti delle infotmazioni e di valida documentazione richieste, srlvo i clsi in cui sia possibìle procedere ad integrazione del1a stessa; c) rehdtt r soggctri che non posseggîno i requisiri prrvisti clall' \r-viso: d) relative ad assunzioni che siano aw'enute in data afltecedeflte j-l 30 novembre 2011; e) carenti della clichiarazione di ar.er iornito al/ai sogeetto/i indicato/i nclla "Scheda Lavoratore" tutte le informazioni di cui a1l'art. 13 del D.Lgs. 196/2003 e di er-er acriuisito 1'autorizzazione a1 trattamento dei dlti ai fini della presentazione della presente domanda di contdblrto, da rendere in fase di re.gistrazione deif impresa. 8. FORMAZIONE DEGLI ELENCHI DEGLI AMMESSI A CONTRIBUTO Le domande afilmesse a contributo di cui ll prccedcnte punto 2, 1ett. A e B concorreranno alla crcrzione di clenchi seprrnri.

8 ffi - lìit ai fir.1n/.j. ie n.,', r /ìf{ì.?'}e/l*y'r" "Ji.roi'li irrià=js{ (èltr sî * turilh ilír r ak;ar* r*, [!*l f rùrffii apr*iri fsi4nr::: g*:!* lioro *: tie * 1 er*y:iai**c l,'assegn'.rzione dei contributi a\-\,-errà. con procedlrra "î slortello" seglìendo l'orcline cronologico di presentazione clelle domende, previx \-erifica delle condizioni previste e l'assenza delle cause di inarnrnissibilità. Faranno feclc la data e l'ora indicate nel1a ricer-uta eiettronica rilasciata dal sistema inforrnatico. Nella ricciuta saraflno indicati f identifìcativo interno, la data e l'ora di presentazione de11a domanda per come certificetr dzll sistema sresso. I pnmi eienchi de1le imprese ammesse a contributo saranno pubbìicati sul sito di Progrlmmr :r pertir-e dal sessantesimo (60esirno) eiorno slrccessivo all'apertura dei terrrrini c1i iscrizione alf i\n-iso Pubblìco, a meno che il numeto e la complessita de11e domande penrenlìte nnn giustitichino tempi piu lunghi. Le imprcse non ammesse a contriblìto non tigr-rreranno nell'elenco degli ammessi e ricever;ìnno ufle comunicazione alf indrnzzo di posta elettronica comun-icato al momento delf iscrizione direttamente dall'induizzo di posta elettronica di Programma. In caso di mancata ammissione per uno dei rnoril.i di cui all'art. 5. on-cro pcr csîurimento delle risotse, Irrljr l-n-oro non risponclerà a qualsiasi trtolo per eventuxli cc.,sti, danni e responsabilità consesuenti a-lla prcsentazione della domanda di contributo. g. MODALITADI EROGAZIONE DEI CONTRIBUTI Entro 60 giotni (farà fede la data di ricezione pcr comc indicata nell'ar,riso di ricevimento) thlle pnbblicazione dell'elenco in cui risulta ammesso a contributo, il soggetto benefìciarj.o è tenuto ad inr-iare mediante Laccomandata tf r a: Italia l.avoro S pà - Programma via Guidubaldo de1 '\Nf\r-A., Nlonte Romr.le richiestr Ji liquidazione del contributo (r.. all. 3) corredata di idonee srranzir tìjeius..rir brrtcnrir,, ;tssicurrtir l 1r. rl.l. -l) per l'intr'r,' îmrnuotîre del contribrrro richicsro. Si precisn chc. in crso di piu J,rmrnde rmrnesse a contributo nell'ambito dello stcsso elenco, Lr richiesta di liquidazione e rehiive qarenzir dor-ranno essere presentate una sola volta per l'rmm,rntrre complessivo. Nel caso, inr,'ece, in cui le domande ammesse a contnbuto trgurino in.lenchi tlir-ersi, tlot, rà t'sst rc pre:r.ntîtî sefîr.ìtî richie.tr di liqrújezione e rehtir-r qerrnzir pcr ci;rsctrn elenco. Entro 120 giornr dalla ricezione della r-ichieste di pagemer-rto. prer.ia r-eritica della idonertà della g r^nzr^ ticleir-rssoril pre stxtx. Itrljr Llvc,ro proce derà all'erogazione del contdbuto in un'unica sohrzione. l.e geranzia fideir-rssoria dor-rà essere tedatta in contonnità allo schema approvato con Decreto del Nlinistero del 'fcsoro del 22/1/1997, pubblicîto sr-r G.LÌ.RI. n. 96 del 26/+/1997, e potrà essere rilasciata dagli Istituti brncari..h11e rmprese di assicurraz,rom e daeli intermediari {tnenz.ilri iscrrtti nell'elenco speciale prer-isto dall'art. 107 clel Decreto Lesislativo 1 settembre 1993, n Ital-ia Lavoro, al iìne di facilitarc le operazroni di rilascio delle garanzie fideiussorie di cui sopra, si riserrr lr pr,55i[ili1x di supulrre un,r o piu conr-enzi.rni qundro con is,,sqcttidi ctri lu'rrricolo ] tlei D.NI. 22/ +i1997. In tal caso ne \rer.rà data comuniclzic-,rre tremite il sito rl'lr,'lv.italia1ar.txo.it, restandc,r selva la tàcoltà per il beneficiario di acqtúsirc prcsso eltro operltore la garenzia dchiesta. Il ^utor\zzato mancato invio della predetta documentazione nel termine indicato comporterà la decadenza del contributo. In tale ipotesi il soggetto riceverà apposita comunicezi,,ne de perte di Italia Lar-oro all'indi-rizzo di poste cle ttronica indicato in sede di registrazione con l'assegnazione di un termine non intèriore a 10 eiorni per pre scilt,r.lc rrssen-azioni. Decor-so inutilmcnte il predetto terminc, il ^-''---^r ;- --+^' I i Pr!'! vlllrrllrll!/ ua L\rr ^^rcessione si intenderà detìniwamente re\.()cato. 10. VARIAZIONI DEL RAPPORTO DI I-AVORO E REVOCA DEI CONTRIBUTI In caso cli ljcenziemento (a clualsiasi titoìo) o di climissioni r.olontarie del 1ar.oratr,te. I'impresl benetrciaria del contribule dovrà, entro e non oltte 15 eiorni dllì'er-ento, esch-rsir-emente trxmite il sistema intbrmatico e attraver-so I'uttltzz<t der codrci di accesso: %t:,iii;i1,ri.r,;,.,

9 ,. f'(ir/t 4 t'n./, f. r #l/ì, ;fl/èiicl,,,?xtvi'à ù{a=,s &f(* Érw * àa;q* *t Uar j*,,, ffi.^ fskr*.::::.1 ftrgtffi q+ ^pwrsì sdrioe:; fu Éu:u*rmr e lla+;.uìu*e '/ comunicare Ia variazione altalta Lavoro; '/ inl'iare copia della comunicazione telematica deile drmissioni o del licenziamento. Non è ammessa, in nessun caso, la sostituzione dei lar-oratori per i quali è stato concesso il conrribur,-r. Calcolato convenzionalmente su 13 mesi ('leriodo di riferimento") a decorrere dalla data di lssunzione- in cls.r di inrerruzionc înricinxte del mnnorro di lrroro ner quíìlsir-oslil msione c l cluaisiasi titolo nel periodo di riferimento. I'impresa beneficiaria del contributo dovrà. restittúre a lrrlìl Llvoro: À. f intero contributo riconosciuto in caso di interuzione del rapporto di lavoro per qualsivoglia ragione e a qualsiasi titolo nei prirni 6 (sei) mesi daì1a stipule del contretto'; B. decorsi (r (sei) rne si ddla stipula del contratto, ulì impotto proporzionale al periodo lfltercorrente tra la data di dimissioni ed il predetto pedodo di 12 mesi. I contribuli concessi srrînno. inoltre, revocnri inlegralmenre nei sequentic:rsi: r' qualora, entro e non oltre 15 giorni dalh richicstl, non veflsano fornite 1e informazioni utrli al monitoraggio delf inten-ento richieste da Italia Lavoro; / gualora, dai controlli effettuati, venga comprovata Ia rr.lanccnza di uno o più reqursiti dichiarati nel1a domanda di contributo o comunqr-re contenud nel1a documentazione allegata alla stessa, fatte sah'e comunque le responsabilità cirili e peneli prer-iste per chi tornisce false o mendaci dichiarazioni o fornisce o produce false attestazioni. 'Iutte 1e resútuzioni degli importi di cú sopra conseguenti a revoca del contributo formano oggetto della garanzia fideiussoria di cui all'art. 9 della medesima. d-l *,, r-,,.-^--* nr"...r. \ r^ i.^ j veffanno recupelatl tlarilte escusslone 11. ATTIVITA DI MONITORAGGIO E CONTROLLO A1 frne l-erificare il possesso dei requisiti dichrarati in fase di richiesta cli contributo, Itelir Lrvoro rcel.izzerà inten-enti di monìromegio 'iz ilintri". nnchc scnzn preln-iso. Le imprese benef,ciarie dei contributi sono tenute a tbrnire, su richiesta, ad ItaLia Lavoro informazioni in mcrito n-llr situnzionc occupxzionale.lci lrrorat.ri îssunli con i cc,ntriburi.lel pr(scnfe Ar-viso..lrno ad un massimo di 12 mesi dalf inizio del repporto di hr-oro che ha dato ongine al contributo e, comunqtre, non oltre 1a data di terrnine del Proeranma, sah,'o eventuali proroghe. Le imprese dor-ranno inoltre consentire gìi opportuni controlli di Itafia Lal-oro sulla docr-rmentazione nre{enrî lî r corre, lo delle rich-iesrr tli cont riburo. It,rlir Lltor:o potrà, inoltte, in qualsiasi momento, richiedere I'integrazione documentale ai sensi della \,1gente nofmauva. La documentazione dovrà essere inoltrata a Italia Lal.oro ill'inclt;izzo di posta elettronica dedicato esclusivxmente trenrite I'indinzzo dr poste elettronica indicato ai momento delf isctizione. Qualora la documcntazione richiesta non \-enga presentata entro 15 giorni dal rico,.imento deila richiesta. si proceder:à alla rer,-oca de1 conftibuto. 3 Si precisa che il sesto mese è calcolato per intero ai fini del computo del periodo minìmo in assenza del quale si procederà alla revoca integrale deì contributo -,e ffi wre wwí.l { Jlirii::,',llr;L

10 -,#tltql;ty /./.ji^ta t lrf/i.:tày'.'ìttt'/*../int;,t$ ì6$ar,w6r FèintN É,rÌ6{ I a*ng N hékr Eventtrali cootrolli di merito sulle attività formative rc^llzz^fe saranno effettuati in conformità. a quanto previsto daile rispettive normative regionali e d'intesa con le singole Regioni cui verranno trasmessi gli elenchi dei beneficiari dei contributi di cui al ptesente Ar-viso. 12. CONTROLLI ULTERIORI Ital-ia Lavoro ha la facoltà di svolgere vedfiche e controlli in qualunque momento e fase clelia rcùlzzeztone degli interwenti amrnessi a conffibuto secondo qr'laflto previsto dalla vigente normetive in rnerit,,. rnchc prcsso i soggctti terzi. I controlli potranno essere effettuati oltre che da Italia Lavoro anche da1lo Stato Italiano e dall'unione E uropel. I1 soggetto beneficiario del contributo avrà altresì l'obbhgo di rendersi disponibile flno a tre anni dopo la chiusura pmzitje o finale del programma operltivo ex xrt. 90 del Regolamento n. 1083/2006 a qualsivo-qlia richiesta di controili, dr informazioni, di dati, di documenti, di attestazioni o dichiarazioni, da rilasciarsi eventua-lmente anche dai fornitori di ser-v'izi. 13. TENUTA DELT.A DOCUMENTAZIONE I soggetti beneficiari conser\,'arìo i clocumenti giustifrcativi in originale delle spese. I soggetti beneficiari sono tenuti alf istituzione di un fascicoio di operaziofle conterìente la documentezione tecnice e amnrinistrativa e alla suî consen-azione per tre anni dopo la chiusura parziale o finale del progtamma operatir-o ex xrt. 90 del Regolamento n. 1083/ RINVIO ALI-A NORMATIVA VIGENTE Per cluanto non espressamente previsto nel presente i\l,-r''iso naziona)j, regionali e contrattuali che drscipìinano glì.ìelj' \pprcndisrrto e degli aiud di srrto. I1 soggetto richiedente accetta incondizionatamente tutto quento stabilito dal presente Aw-iso nel momento in cui presenta la domanda di contributo RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO 11 Responsabile del procedimento è Domenico Bova. responsabile dell',a.rea Politiche per I'Occupazione e 1o Sviluppo Economico del-la ltalia Lavoro S p A Per contatti: in foapp rendis :i th rinrio rlle normrfire comunirrric, ^,,é.-h'ffén" (rulraryxrllrrla ^^-.ìessi LUrlt. alle lrr.irilà 16. DISCIPLINA COMUNITARIA APPLICABILE IN MATERIA DI AIUTI DI STATO I contributi di cui ai presente À,r-iso sono erogati nel rispetto delle condizioni e dei tetmini dì cui al Resolamento (CE) 1998/2006, del1a Commissione del 15 dicembre 2006 relativo a,ll'applicazione degìi rrricol-i 87 e BS del tr:rrt:rto rgìr riuli di Lmporr.rnzl mirrore "dl rtirriatii'u o. in llrernlrjr-1. ntl rispetto delìe condizioni e dei termini di cui al Regolamento (CE) 800/2008 de1la Commissione del (r agosto 2008 che dichiara alcune catesorie di aiuti compeubtli con il mercîto comlrne in app)s.cazione des[ 4 La soglia degli aìuti de minimis è dì 2OO.OOO,00 euro, incluso l'aìuto da erogare, di sovvenzìoni pubbliche concesse a titolo di de minimis nell'arco di un periodo di tre esercizì fìnanziari, quello in corso piir i due precedenti. Per le imprese attìve nel settore del trasporto su strada la soglia massima ammessa all'esenzione de minimls è dì ,00 Euro.

11 - í";ra/to,j /'.J*,:n r, t r$l/" ;/e4fi;-'//+,, /irr;qfì Drà$* &a!e* r. i! &! 1î(!f Éì ln t t4;r{!r rt ) Lrjxt ffi"* ffisr::::':":: nrrlaeù:j 1* il F.ruu*rr e l'a"ry,:iu*e articoli 87 e 88 del tratteto i'regohmento gcnerele di esenzione per cetegoria') pubblicato sulla Grzzetta Ufficrale del serie L n.211'. 17. ORARI DI DISPONIBILITA DEL SISTEMA INFORMATIVO Italia Lavoro sarantisce le dispombilrtà dei sen-izi del sistema informrtivo reqqlungrbile a,il''nditizzo htqr://amr-a.ita1ia1ar-oro.it nei giorni tèriali dalle ore 09:30 alle 16:00. del lunedi el siovedì, e dalle ore 08:30 alle ore 13 del venerdì. Fuori dalle fasce di grrenzie, il sisteme rcsterà comllncllle accessibile, selvo interruzione, programmata o n('n. [ìer esigenze,.]i mrnutenzi,tnc o pcr icl:i di [olz:r mrggiore. Lc interruzioni pr,rg1161mxte per esiqenze di manutenzione saranno prontamente comunicate da Italia Lar..oro attraverso il proprio sito rwwv.ital-ialavoro.it, sezione "nevs". 18. INFORMATIVA RELATIVA AL TRATTAMENTO DEI DATI (ART. 13 D.LGS re6/2003) I dati acquisiti da ItaÌia Lavoro tn iotza dell'adesione al presente Ar-r,-iso saranflo trattati secondo quento riportato nell'informatrva pubbhcata alf indirizzo \\,-rvw.em\ra.italialavoro.it -l'itolare dcl trattamento è il N{inistero del Lavoro e delle Politiche Sociah. Resoonsabile del trattamento è Italia Lar,'oro. I diritti di cui all'art.7 de1 D. I-gr. 1.96/2003 potranno essere ^-l-..'.6)i al;^ l.--^'.^ l PLI\:rL\ (J Il',.rU:rr:r\ LJLU.lr 11 datore di 1avc,,ro metterà a disposizione di Italja Lal-oro i deti rchtivi rlle ploprie rzien.la c quelli relativi ai neo assunti che poffanno essere coinl'olti nelle attir.ità di mon-itoraguio previste dalle Regroni, ncl prestrpposlo imprescindibile d.j rirpclt., d.lle norrnrrirr in m:ttcrir di prirrcr. rthfir-emcnre nqlì obbljehi di cui aeli artt. 7 e 13 del D. Legs. 196/ INFORMAZIONI, COMUNICAZIONI E PUBBLICITA Italìa Lavoro informa i sogeettr benettcier-r che, laddor.e risultino destinatari di r-rn contributo ai sensi del presente -\n'iso, verranno inclusi nell'elenco dei benetlciari che serà pubblìcl[,r sul sito di ItaÌia Lavoro, sezione "Bandi". Italia Lavoro informa i soguetti benef,ciad che turtte le comr-rnicuioni relatil'e a1 presente -\mso a\.vcrranno solo ed esclusivamente a mezzo posta eletttonica alltinditizzo dichiarato al mornento di iscrizione alla piattaforma che costituisce. pertanto. elezion informatico. escrcitíìd scrir-cndo íl Il prcserltc -\n-iso è reperibile sui siti Internet srvs-.itrfie1lr orrr.it, sezione bandi, tn"r"t.scrr-izilar-oro.it/amve, sul sito del Nfinistero del Lavoto e delle Politrche Socrali s,rr,-lv.lar.oro.gov.it e s u r.v\,-rv. cliclar.oro. gov.tt. In caso di diffìcoltà nell'utiìizzo della procedr,rra autom^ttzzx.ti\ e/o per h nchiesta di r-rlteriori informazioni relatil-e all'alr-iso, è possibil.: e) inr-iarc apposito qucsit() csclusir-rncnte a1la casella di ' ln tal caso, ai sensi dell'articolo 6, comma 1, lett. h, Regolamento (CE) 800/2008, ì'aiuto concesso non può essere superiore a 5 milìonì di euro per ìmpresa per anno. Inoltre, a) I'intensìtà dì aiuto non deve supera il 50 % deì costi ammissibili (l costi ammissibili corrispondono ai costi salariali durante un periodo massimo di 12 mesi successivi all'assunzìone. Tuttavia, nel caso 1n cui il lavoratore ìnteressato è un lavoratore molto svantaggiato, i costi ammissibili corrispondono aì costi salariaiì su un periodo massimo di 24 mesl successivi all'assunzione) b) Nei casi in cuì I'assunzione non rappresenti un aumento netto del numero dì dipendentì dell'ìmpresa interessata rispetto alla media dei dodici mesi precedenti, il posto o i posti occupati sono resi vacanti ìn seguito a dimìssionì volontarie, ìnvalidità, pensionamento per raggiunti limiti d'età, riduzione volontarìa dell'orario di lavoro o licenziamento per giusta causa e non in seguito a licenziamenti per riduzione del personale. -&. ffi ffi ww E$ffi g { lllili: j'iiirlil

12 ..fì)**/tty.4.f )f,in.,,, r r#.f.# :#l:f;i4r+ ég'aà. tffikw*9* krqàfttpss*, M L?aw*lwì *grrsiyi r*i".edlt g*&i diwo**lds e f**g*tr*nc posta elettronica b) consultare le F,A.Q a disposizione sui siri wwv.italialavoro.it Gezione Bandi, sotto-sezione "Awisi e chiarimentr') e rv'w-w.serr,-izilavoro.it.mva. Italia Lavoro S.p.A. ll Presidente e Amrninistrafore Delegaro Paolo Reboeni qg tt, LA, 11;tjirt,ft'tt11t

13 -. &ù*, 4 t o d, f' Ìr"r, r.'x a rlefli.:l!tefi?t -ftr: -h*fté ùì16*rè1!w < ftì sx* È1íY \ l4re *. ki* ffi il ra. aruro \fu I'rrytrmr rpmtirr n*i+nali pat tri {orr*i'.m c t'aupujunc ALLEGATO N. 1 DICHIARAZIONE "DE MINIMIS' (dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà - îfi. +7 D.P.R. 28 drcembre 2000, n. 4zl5) I1/La sottoscntto/a î tof ir il residente in m qualità di legele fxppresentxnfe di avente sede legale in Via Partita IV,{ e/o C.F consàpevole delle sanzioni penaii, nel caso di dichiarazioni non veritiere, di fotmaztone o uso di atti falsi, riclriamrte d:rll'rrr. -o de I D.P.R. -t-15 del )8/12/ lo00; nel rispetto di quanto previsto dal Regolamento (CE) n. 1998/2006 delia Comrr:rissione er-ìropea relativo all'applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato CE agli aiuti di importanza minore ("de mininii'); DICHIARA - che f impresa non versa attualmente in condizioni di difficoltà6 - (barare l'ipotesi the ricore)! che f impresa rappresentata non ha ricevr-rto un ordine di recupero a seglúto di una prececlente decisione dell:r Commissione Europea che dichiara un aiuto illegale e incompatibile lon il mercato comune; a?pilre! che l'impresa rappresentata ha ricevuto un ordine di recr-rpero :r seguito dr unr precedente decisione della Commissione Europea che clichiara r-rn aiuto illegaie e incompatibile con il mercato comune e di aver restituito tele aiuto o di avedo depositato in un conto bloccato; - clre l'entità de1 contribr.rto ricllesto rientra nei [miti della r-igente no.-metrva in materia di "cle nittinij' e, inoltre, cli aver ricer,-uto/beneficiato dei finanziamenti sotto specifican, r utolo dt le nittitni.s, nell'arco dei tre " Per "impresa in difficoltà" si intende un'ìmpresa che risponde ai requisiti del punto 2.1 degli Orientamentì comunitari suglì aiuti di Stato per il salvataggio e la ristrutturazione delle imprese in difficoltà l2oo4lc744/02. W,rrli.rr',ri,,,;i,

14 - ì'lh ;t ó tn,./,/'.j *,,."",, a r#flì.?'"é/";.. tr,."/ie?;rî lùwnkwér! tufid Èr1í: ÈRxit* * h,r<i *fé"s fl$ste*t*"ru*to l\,n* asruq *twn+lr F* &i tìxe*u"ee l ut*s*re'* ultimi esercizi lrnanzian (quello in corso più i due precedenti): DATA NORMATIVA DI RIFERIMENTO ATTO DI FINANZIAMENTO IMPORTO TOTALE che f importo che si richiede nell'ambito del presente Bando è pari a Dichiara altresì di essere infor:rnato, ai sensi de1 Decreto Legislativo n. 196/03 "Codice in materia di protezione dei datr personaii" che i dati personali raccolti saranno trattati, anche con stmmenti informatici, esclr-rsivamente nell'ambito de1 procedimento per il quale 1a presente dichiarazione viene resa. _/_/ hto,go dala Timbro delf impresa e Frrma del Legale rappresentante Firmr :rpposr:r ri.ensi e per gli e[tètti clelì'ert.js del D.P.R. n..tr.t5/2000 e successir-e modiecazioni 7 La soglia degli aiuti de minimis è di ,00 euro, incìuso l'aiuto cia erogare, di sowenzioni pubbliche concesse a titolo di de minimis nell'arco di un perìodo di tre esercizì finanziarì, quello in corso piir ì due precedenti. Per le imprese attíve nel settore del trasporto su strada la soglia massima ammessa all'esenzione de minimis è di ,00 Euro.

15 -. ùìi,u' lt -n ri /', Jx,:,- r t&j4 ;:./:L/+?niy't*,,'It.t;'/i ùrffiil{r{*{ws* ftr-rtì(ir i 1 sf r,îr;*r ]:r bi!.: lìryapwin***r+!i ps lj 'i*u*iao* e i u.^p*vac ALLEGATO N. 2 DTCHIARAZIONE Ar SENSI DELL'ART',.1, PUNTO 6, DEL REGOLAMENTO (CE) N. 800/2003 DELI-A COMMISSIONE DEL 6 AGOSTO 2OO8 CHE DICHIARAALCUNE CATtrGORIE DI AIUTI COMPATIBILI CON IL MERCATO COMLINE IN APPLICAZIONE DEGLI ARTICOLI 87 E 88 DEL TRATTATO (REGOLAMENTO GENERALE DI ESENZIONE PER CATEGORIA), FINALIZZATA ALI-A CONCESSIONE DI AIUTI DI STATO NELL'AMBITO DELL'AWISO " (diclrrarazione sostifutiva dell'atto di notonetà - ^rt. 1i D.P.R. 28 dicembre 2000, n..{45) Il/La sottosc tlrlto f ^ î^tof ^ il residente in in qualità di legale rappresentante di a\.ente sede legale in Via Partita IV,\ e/o C.F consapevole de1le sanzioni penali, nel cxso di dichiarazioni non vedtiere, di formazione o Llso di atti falsi, richiamate da11'art. 76 del D.P.R. -l-t5 del 28/12/2000; ne1 rispetto di quanto prcristo dll regolamento (ce) n. 800/2008 della commrssionc europee che dichiara alclrne categorie di arr-rtr comparibih con il mercato comune in applicazione degli artico[ 87 e 88 del trattato CE; DICHIARA - che I'impresa non \rers? attualmente ìn condizioni di drfficoltàs - (barare l'ipotei che ritnrre) n che f impresa rappresentata non he ricerrrto un orcl-ine cli recupero a seguito di una precedente decisione della Commissione Europeî che dich,lere un eiuto iilegale e incompatibile con il mercato comune: 0Pp///"e tl che f impresa rxpprcsentata ha rìcevr,ito un ordine di recupero a seguito di una precedente decisione de11a Commissione Europea che dichiara un aiuto i11egale e incompatibile con il mercato comune e di aver restituito tale aiuto o dr avedo depositato in r-rn conto bloccrto; - Per "Ìmpresa in dìfficoltà" si intende un'impresa che rìsponde aì requisiti del punlo 2.1 degli Orientamenti comunitari sugli aiuti dì Stato per il salvataggio e la ristrutturazione delle imprese in difficoltà 12004/C244/02).

16 lì*{*è èt:ìryr*. t*::4*:a+..ièii:s9+*ì -f);o*t"y*,#f,1f. kt a'* e $t& ;Pu/ì".+:,é*.franf Pr"*r*ed owi* ps lri &cmkiro t l'rlwgr*dore MI IMPEGNO FIN D'ORA A / comunicare tempestlvamente allaltaltal-avoro S.p.,A,. ogni veriazione flspetto a quanto sopra dichiarato;.. - di conoscere ed accettare integralmente quanto dpo{tato nel Regolamento (CE) n: 800/2008 e nell'awiso 'ProgrammaAMVA Awiso pibbliro n tpoitlk riuoho atl iruprue perla ichie:ta dì,untnbutifnali3gti alf inyimento ot:mpa{ona/e tvn mntratto di apprendisnn"; : - di conoscere che il contributo viene concesso con fondi comunitari; - cu conoscere cne. m Dase a quanto srxdtuto nell'av'viso. Italia Lavoro S.p.A. dispone controlli a campione sulla tegolarità e veridicità delle dichiarazioti e della documentazrone prodotta; - di essere a conoscenza che in caso di m^ncato rispettó di una qualsiasi deile condiziom previste nel regolamento (CE) 800/2008, potrà essere ievocato I contributo erogato, con obbli.go di restituire quanto in tale momento risulterà dor,rrto per capitaie, interessr, spese ed ogru altro accessorio; - dichian altresì di essere informato, a)- sensi del Deceto Legislativo n" 196/03 "Codice in materia di protezione dei dati personali" che i dati personali raccolti saranno rîattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell'ambito del procedimento per il quale la presente dir.chrarazione viene resa. /_/ laogo aara, Timbro delf impresa e trirma del Legale rappresentante Firma apposta ai sensi e per gli effetu de11'art.38 del D.P.R. n.415 /2000 e successive

17 .,f,it ;oi lr tn rlry'. t -f:ieur t lot'li.,fp/a?t*én.li'nké ÙÈ.se{kss F.'rf<x Énlrf I ae*g M hh F* ffis*lr"*x Èhry;mruarynrwmli i* ii ure*im* c I.r+po*ar ALLEGATO N. 3 Italia Lavoro S.p.-4.. Programma AN'IV'\ via Guidubaldo del N'Ionte, Roma Oggetto:'Prograntna AML'A. - Auui.ro pubblin o tporfe//o iuo/fo ad inprev per /a ichieía cli nntibuti.litnl;7dti a//'inserimenlo oitwpa{onale tvn t'ontratío di apprendiíato"- CI,? I52F' RICHIESTA LIQUIDAZIONE CONTRIBUTO Il softoscnfto nato ^_ il tesidente 1n 1fl(L1f72zO ft. Prov Codice fiscale, in qualita di rappresentante legale di Qtuerire denonina{one) con sede legale in \Lvmilne) (lror-. vil no_tel indicata all'atto di rscrlzrone ai sistema o.ivr codice [sca1e in riferimento alla sraduatoria n. _ deì _/ _/ _, relativa,\'viso Pubblico della ltalia Lavoro S.p.-d., "Progrannza 11r\,1.I'A. - Aauito pubblico a goríello iuolto ad intpren per la ithieía di contibuti Jina/i;gli all'inyrinento occupai'iona/e t'ort tvtttra/10 di,tpprendií,tto 'l pr,rbbhcato sul sito t-u,'rv.italjalavoro.it, sezione "bancli", PREMESSO CHE a) il softoscrirro ìrr presentîto domrnda dr conributo in d:rta -/ -/ - per C b)j1ffionel1amislrraindìcatanelìagrad'uatoriasopraindicata; c) è stata chiesta ed oftenuta Ia. ga.ranzn fideiussoria di cui all'aticolo 9 dell',\-viso in oggetto; r\ l^ ---r-++^ ^^"^^-;^ fideiussoria è ailegata in onginale alla richiesta di Liquidazione; venga dato corso alla liquidazione del contributo e l tal fìne CHIEDE

18 :i!'.$ìiv.,ío"n,/'l Ji.or-t, ai'fli., r'i*;4i, i'a*î DÈ5srÉfuros!r turxr ;1F * r a*rsf N, U*X é* ffiffry0t.::*:: It tìffiirpwia c*lk,eli 1*!i ù*ro*:m* e t"wq*i*o;c DICHIARA DI ESSERE CONSAPEVOLE CHE a) in caso di interruzione anticipata del rapporto di hvoro per qualsrvoglir rlgione e a qualsiasi titolo nel periodo di riferimento, dovrà restitr,rire a Italia Lavoro: '/ I'intero cootributo riconosciuto in crso di interruzione del rxpporto di lavoro per qualsivoglia ragione e a qualsiasi titolo nei primi 6 (ser) mesi da11a stipr"rla del contratto; '/ decorsi 6 (sei) mesi dalla stipr,rla del contratto, un ìmporto proporzionale el periodo intercorrente tra la data di dimissioni ed il predetto periodo di i2 mesi. b) in caso di iicenziamento (a qualsiasi trtolo) o di dimrssioni volontarie del lavoratore, dovrà, inoltre, esclusivamente tramite il sistema informatico e attraverso I'vtthzzo dei codici di accesso: '/ comunicare 1a valiazione a.italta Lavoro; '/ inr''iare copia della comunicazione telematica delle dimissioni o del licenziamento. c) il contriburo concesso slrà. inolrre. revocaro integralmente nei segucnú cesr: '/ qualora non vengano fornite le informazioni utili al monitoraggro deli'interwento richieste da Italia Lavoro; '/ qualora, dai controlli effettr,rati, vengî comprovete le mxncxnzx di uno o pru requisiti dichiarati nella domanda di contributo o comunque contenuti nella documentazione allegata alla stessa, fatte salve comunque 1e responsabilità civili e penali previste per chi fornisce false o mendaci dichiarazioni o fornisce o produce false attestazioni. d) tutte le restituzioni degli rmporti conseguenti I revocíl del contributo formano oggetto della garanzia fideiussoria allegata a1la presente richiesta e vernnno recuperlti tremite escussione de1la medesima. DICHIARA,INOLTRE, CHE Ai nni della normativa in materia di tracciabilità dei flussi fir'arrzilut, il conto coffente dedicato, anche in via non esclusiva, a1le commesse pubbhche è quello indicato in sede di domenda di contnbuto e che i soggetti autortzzad. ad operare sullo stesso sono i seguenfl- (nome, cognome e codice fisca1e) Ogni evenruele veriazione reletivr rl conro dediceto serà tempesú\-îmentc comunicrre. Timbro e ltma del legale rappresentante clel1',\zienda

19 - tl):,-t &zn n/j' J)t,nnr. d.fy';.:ìàfjqrry'tr,/iî*rî ùtr43{é &*w s r ftriì<k Àrrrq I i4;:rs* *. k* F# b,l fuht!dú ioru*a nffi'jd f s;nsjlj per ti tiro*:su *!Ì+ry*r.i+ae ALLEGATO N. 4 SCHEMA TrPO POLTZZA FTDEJUSSORIA PROGRAMMAAMVA AYVISO PUBBLICO A SPORTELLO RIVOLTO AD IMPRESE PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTI FINALIZZATI ALL'INSERIMENTO OCCUPAZI ONALE CON CONTRATTO DI APPRENDISTATO Po' tzza fidejussoria ^ gata;rtzi^ dei contdbuti concessi nelltambito del progtamma AMVA, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, D.D. 262\III\2011 e D.D. 264\I\2011 CONTRÀE,NTE: BENEFIe L\RlO: ltalia Lrvoro S.p. \ via Guidubaldo de1 l\'ionte n Roma - P.IV'\ DUR,\T,{: si precisa cl're la presente garíit'tzi^ fidejussoria ha elficacia dalla data del _/ _/ _ salvo 1'er'-entuale svincolo anticipato in forma scritta da parte di Italia Lavoro S.p..\.; -/ -/ -, Ptemesso che: fino al in data II /n /2011 è stato reso disponibile sul sìto v-r.wv.italialavoro.it, sezione bandi, l'ar,-r,'iso Pubblico a sportello rivolto a1le imprese per la richiesta di contributifinaltzzaú all'inserimento occupazionaìe con contratto di apprendistato nell'ambito del Programma,{t\I\r,{, C.U.P. I52tr ; con prowedjrrento del pubblicato sul sito s,-w-rv.itahalavoro.it, sono stati identificati i benehciari, tra crú risulta -/ -/ -, con sede legale in ;, ;;;;".;; :.;i.;;; ;J'i; 1 :i: )f"*""' ai sensi dell'articolo 9 dellîr,-r.iso pubblico, il contributo sarà erogato ai sopraindicato contraente, previa presentazione di hdeiussione bancarìa in tàvore del1a Italia Lavoro S.p.A., pari all'entità delf irnporto di euro.. che si eroga sulla base della presente hdeiussione; la" pol:zza i intesa a sarantire che il sr-rindicato corltrîente rlspett-l tlrtn gli obblighi e le prescrizioni s tr bili rc nr'[l'-\r-vrso 5ufiunenziona io.

20 . È'i,*/ttn.j.f jírr,,:'o r. rlî f,i; :'!/è/ìl';'ée.é,i,cói li&i$d{mé* tuf*4,ì${ t ktid *.r h.q. s" \l# f tussú fiwffii à$sivi fidiredll Éù ld f6rse;;.e è llm'*fui+ae tutto crò premesso, Art. 1,. La sottoscritta....(banca o Società,\ssicuratrice) con sede in mezzo dei sottoscrittr (cognome. nome. luogo e data di nascita, clualieca) ^ con la presente dichiara dr costrtuirsi, come con il presente atto si costituisce, fideiussore nell'interesse del/della (:ogefto benefcíano de/ tvnfribulo) e a favore del1a Italia Lavoro S.pA. con sede in Roma, r,-ia Guidubaldo del N{onte 60, fino alla concorrenza di euro, quale soggetto coobbligato e garante rispetto agli obblighi restitutori gravanti sui contraente in dipendenza de1 pror,-r.'edimento di concessione di contributo di cui in premessa. Att. 2. La o Società,\ssicuratrice) rinr:ncia al benehcio del1a preventiva escussione da parte del Contraente ai sensi deeli artt. 194-l e 19'15 de1 C.C. r-olendo ed intendendo restare obbligata in solido con il debitore sjno alja scadenzz de1j.a poltzzz e rinunzia sin da ora ad eccepire la decorrenza del termine di cui all'art C.C Art.3. La sottoscritta..... (Banca o Società,{.ssicuratrice) si impeuna a versare a prima e sernplice richiesta scritta della Italia Lavoro S.p.,{. 1a sofirna che dalla stessa verrà inclicata come dor,.uta, con f indicazione delf inadempienza riscontrata da parte della Italia Lavoro S p.\., cui, peraltro, non potrà essere opposta alcuna eccezione, da parte della (Banca o Società Assicuratrice) stessa, anche nell'eventr-ralità di opposizione proposta dal/ clalla. ('ogeíto butefciaio del nnlribaío) o da altri soggettl comuncìrìe interessati ed anche nel caso che il/1a (soggetto beneficiarj.o del contributo) sia clichiarata nel frattempo fallita ovvero sottoposta a procedure concorsuali o posta in liquidazione. Il pagamento dovrà awenjre entro 15 eiorni dai ricevimento della richiesta. Art. 4. La o Socierà As.ictrrerrice) rccerta di specificare nella eventuale richiesta cli rimborso effeffuata dalla Italia Lavoro S.p..d. i1 nlrmero di conto corrente) aperto presso la Cassa di Risparmio di Spoleto S.p.r., '\genzre. prtzz:t N{entana SPOLETO G), C/C , codice IBAN IT68X edintestato alla ItaLia Lal.oro S.p.,{., sul qr-rale devono essere versate le somme da rimborsare; Art. 5. La sottoscritta... (Banca o Società '\ssicuratrice) precisa che la presente garanzia fidejussoria ha efficacia f,no a1la data del (21 nte.ri da/la data til tvttunictne del nntnbafo), sa.lvo gli svincoli cire potranno essere dispostr sul1a base degli rccertrmenti effettuati dalla Italia Lavoro S.p.-\. rttestrntr il corretto adempimento de1le obbhgazioni assunte in relazione all'atto di concessione del contributo; Art. 6. ln caso di controversie tra la. S.p.,\. è competente il Foro cli Roma.... (Banca o Società,{ssicuratrice) e ia Itahl Levoro Data.. Banca o Società t\ssicurarnce (trmbro e hnna) w %w,l{ l1,,li,ìi,.,i'rrirr

con sede legale in prov. via n.

con sede legale in prov. via n. ALLEGATO N. 1 Il/la sottoscritto/a nato/a a prov. il residente a prov. cap via n. in qualità di (barrare una delle seguenti voci): Titolare Legale rappresentante Procuratore speciale Liquidatore Curatore

Dettagli

ITALIA LAVORO S.P.A.

ITALIA LAVORO S.P.A. ITALIA LAVORO S.P.A. PROGRAMMA AMVA APPRENDISTATO E MESTIERI A VOCAZIONE ARTIGIANALE P.O.N. GOVERNANCE E AZIONI DI SISTEMA 2007-2013 AVVISO PUBBLICO A SPORTELLO RIVOLTO AD IMPRESE PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTI

Dettagli

ITALIA LAVORO S.P.A. PROGRAMMA FIxO S&U Formazione e Innovazione per l Occupazione Scuola e Università

ITALIA LAVORO S.P.A. PROGRAMMA FIxO S&U Formazione e Innovazione per l Occupazione Scuola e Università ITALIA LAVORO S.P.A. PROGRAMMA FIxO S&U Formazione e Innovazione per l Occupazione Scuola e Università AVVISO PUBBLICO A SPORTELLO RIVOLTO AD IMPRESE PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTI FINALIZZATI ALL INSERIMENTO

Dettagli

ITALIA LAVORO S.P.A.

ITALIA LAVORO S.P.A. ITALIA LAVORO S.P.A. PROGRAMMA AMVA APPRENDISTATO E MESTIERI A VOCAZIONE ARTIGIANALE P.O.N. GOVERNANCE E AZIONI DI SISTEMA E AZIONI DI SISTEMA 2007-2013 AVVISO PUBBLICO PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTI FINALIZZATI

Dettagli

Il sottoscritto. via legale rappresentante dell Impresa partecipante al progetto attuato da (indicare il soggetto attuante).

Il sottoscritto. via legale rappresentante dell Impresa partecipante al progetto attuato da (indicare il soggetto attuante). Allegato B Scheda 1 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI AFFIDABILITÀ GIURIDICO ECONOMICO FINANZIARIA (la presente dichiarazione deve essere resa da ciascuna impresa destinataria dell intervento) Il sottoscritto

Dettagli

Premessa. Art. 1 Oggetto, importo e spese ammissibili al contributo camerale

Premessa. Art. 1 Oggetto, importo e spese ammissibili al contributo camerale Bando per la concessione di contributi alle imprese per interventi relativi alla progettazione in materia di efficienza energetica con elevati standard di qualità (es. CasaClima, Leed e simili) superiori

Dettagli

ALLE BANCHE CONCESSIONARIE ALLA CONFINDUSTRIA ALL ABI ALL A.N.I.A.

ALLE BANCHE CONCESSIONARIE ALLA CONFINDUSTRIA ALL ABI ALL A.N.I.A. Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER LO SVILUPPO E LA COESIONE ECONOMICA DIREZIONE GENERALE PER L INCENTIVAZIONE DELLE ATTIVITA IMPRENDITORIALI Prot. 43138 del 21 dicembre 2012 ALLA AGENZIA

Dettagli

SCHEMA DI POLIZZA FIDEJUSSORIA

SCHEMA DI POLIZZA FIDEJUSSORIA PO FESR Campania 2007/2013 Obiettivo Operativo 2.4 Credito e Finanza Innovativa Migliorare la capacità di accesso al credito e alla finanza per l impresa per gli operatori economici presenti sul territorio

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA RAGUSA

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA RAGUSA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA RAGUSA PROGETTO MISE/UNIONCAMERE N.105/2011 REALIZZAZIONE DI SERVIZI INTEGRATI PER FAVORIRE LA NASCITA DI NUOVE IMPRESE GIOVANILI E PER IL SOSTEGNO

Dettagli

MODULISTICA. Attivo Patrimoniale

MODULISTICA. Attivo Patrimoniale MODULISTICA DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO DEGLI INVESTIMENTI E DELL INNOVAZIONE DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI COSENZA- EDIZIONE 2015 ALLA CAMERA DI COMMERCIO DI COSENZA Il/la sottoscritto/a

Dettagli

PROGRAMMA AsSaP AZIONE DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI SISTEMI INTEGRATI DI SERVIZI ALLA PERSONA AVVISO PUBBLICO A SPORTELLO

PROGRAMMA AsSaP AZIONE DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI SISTEMI INTEGRATI DI SERVIZI ALLA PERSONA AVVISO PUBBLICO A SPORTELLO ITALIA LAVORO S.P.A. PROGRAMMA AsSaP AZIONE DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI SISTEMI INTEGRATI DI SERVIZI ALLA PERSONA P.O.N. GOVERNANCE E AZIONI DI SISTEMA 2007 2013 AVVISO PUBBLICO A SPORTELLO RIVOLTO A:

Dettagli

Provincia di Ravenna

Provincia di Ravenna Provincia di Ravenna Bando per l assegnazione ai datori di lavoro pubblici e privati di contributi all assunzione di persone in situazione di disagio sociale e di donne prive di lavoro e per l assegnazione

Dettagli

Articolo 1 (Finalità ed ambito di applicazione)

Articolo 1 (Finalità ed ambito di applicazione) Regolamento relativo alle modalità di finanziamento da parte della Provincia dei programmi di attività elaborati dagli organismi associativi tra apicoltori per promuovere la produzione di prodotti apistici

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali.

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali. Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Roma, 05/11/2014 Circolare n. 137 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili

Dettagli

FIDEJUSSIONE A PRIMA RICHIESTA ASSICURATIVA/BANCARIA N.

FIDEJUSSIONE A PRIMA RICHIESTA ASSICURATIVA/BANCARIA N. Fac simile FIDEJUSSIONE A PRIMA RICHIESTA ASSICURATIVA/BANCARIA N. Oggetto: Fidejussione a prima richiesta a favore di Finpiemonte S.p.A a garanzia della quota di contributo a fondo perduto a titolo di

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI ALL IMPRENDITORIALITA E/O SGRAVI FISCALI

REGOLAMENTO DELLA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI ALL IMPRENDITORIALITA E/O SGRAVI FISCALI Comune di MONSERRATO Comunu de PAULI Regolamento allegato alla deliberazione C.C. n. 3 del 13.3.2014 REGOLAMENTO DELLA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI ALL IMPRENDITORIALITA E/O SGRAVI FISCALI In favore delle

Dettagli

Programma FIxO: contributi per l assunzione di apprendisti e dottori di ricerca

Programma FIxO: contributi per l assunzione di apprendisti e dottori di ricerca Formazione e occupazione Programma FIxO: contributi per l assunzione di apprendisti e dottori di ricerca di Tania Salucci - Consulente, Esperta di finanziamenti per lo sviluppo delle imprese Programmi

Dettagli

DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICRO FINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE CONVENZIONATE

DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICRO FINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE CONVENZIONATE ALLA CAMERA DI COMMERCIO DI CROTONE VIA A. DE CURTIS, 2 88900 CROTONE Il/la sottoscritto/a (cognome) (nome) codice Fiscale in qualità di titolare/legale rappresentante della ditta/società con sede in via/piazza

Dettagli

AVVISO 411/C INCENTIVI AI DATORI DI LAVORO PER IL REINSERIMENTO LAVORATIVO DI DONNE OVER 45

AVVISO 411/C INCENTIVI AI DATORI DI LAVORO PER IL REINSERIMENTO LAVORATIVO DI DONNE OVER 45 AVVISO 411/C Allegato A) INCENTIVI AI DATORI DI LAVORO PER IL REINSERIMENTO LAVORATIVO DI DONNE OVER 45 1. Obiettivi e principi dell intervento In un più ampio contesto di contrasto alla crisi e al fenomeno

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico Visto l articolo 1, comma 845 della legge 27 dicembre 2006, n. 296, che prevede che il Ministro dello Sviluppo economico con proprio decreto istituisca appositi regimi

Dettagli

COLLOCAMENTO MIRATO All. 1 Via Cesare Battisti, 14 56125 Pisa DOMANDA DI CONTRIBUTO

COLLOCAMENTO MIRATO All. 1 Via Cesare Battisti, 14 56125 Pisa DOMANDA DI CONTRIBUTO Timbro aziendale Bollo 16,00 euro ALLA PROVINCIA DI PISA SERVIZIO FORMAZIONE E LAVORO COLLOCAMENTO MIRATO All. 1 Via Cesare Battisti, 14 56125 Pisa DOMANDA DI CONTRIBUTO Avviso per la Concessione di Contributi

Dettagli

ALLEGATO B PREMESSO CHE

ALLEGATO B PREMESSO CHE 1 ALLEGATO B SCHEMA DI CONVENZIONE PER REGOLARE I RAPPORTI TRA I CONFIDI/ALTRI FONDI DI GARANZIA E IL GESTORE DEL FONDO DI GARANZIA REGIONALE PO FESR BASILICATA 2007-2013 PREMESSO CHE La Legge Regionale

Dettagli

SCHEMA DI GARANZIA A PRIMA RICHIESTA

SCHEMA DI GARANZIA A PRIMA RICHIESTA SCHEMA DI GARANZIA A PRIMA RICHIESTA Spett.le Ministero dell'istruzione, Università e Ricerca Dipartimento per l Università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca Direzione

Dettagli

Società consortile Ass.For.SEO a r.l. Organismo Intermedio

Società consortile Ass.For.SEO a r.l. Organismo Intermedio Società consortile Ass.For.SEO a r.l. Organismo Intermedio per la gestione della Sovvenzione Globale finalizzata allo sviluppo e al consolidamento delle imprese cooperative del Lazio a valere sul P.O.R.

Dettagli

SCHEMA DI FIDEIUSSIONE

SCHEMA DI FIDEIUSSIONE SCHEMA DI FIDEIUSSIONE Schema di fideiussione bancaria/polizza assicurativa per la richiesta dell'anticipazione dell aiuto concesso a valere su operazioni della Programmazione 2014-2020 ai sensi dell art.

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

AVVISO 411/E. L incentivo di cui sopra è concesso nel rispetto della regola comunitaria in regime di de minimis.

AVVISO 411/E. L incentivo di cui sopra è concesso nel rispetto della regola comunitaria in regime di de minimis. AVVISO 411/E Allegato A) INCENTIVI ALLE IMPRESE PER L ASSUNZIONE DEGLI EX DETENUTI E DEI DETENUTI CON PERMESSO AI SENSI DELL ART. 21 LEGGE N.354/75 E DEL DECRETO-LEGGE N. 78/2013 1. Obiettivi e principi

Dettagli

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana Via delle Croci, n 8 90139 Palermo

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana Via delle Croci, n 8 90139 Palermo Allegato n. 5 SCHEMA DI POLIZZA FIDEJUSSORIA Schema di polizza fideiussoria bancaria o assicurativa ai fini dell erogazione dell anticipazione del contributo per un importo pari al 50% di quanto concesso

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri DIPARTIMENTO PER LE POLITICHE DELLA FAMIGLIA Avviso di finanziamento relativo all anno 2011 per progetti a valere sull articolo 9 della legge 8 marzo 2000 n. 53, così

Dettagli

MODULO DI RENDICONTAZIONE Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (artt. 47 e 48 D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)

MODULO DI RENDICONTAZIONE Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (artt. 47 e 48 D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) MODULO DI RENDICONTAZIONE Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (artt. 47 e 48 D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) A pena di revoca la rendicontazione dovrà essere formulata conformemente al presente

Dettagli

Comune di Pozzuolo del Friuli

Comune di Pozzuolo del Friuli Comune di Pozzuolo del Friuli INTERNET sito web: www.comune.pozzuolo.udine.it e-mail: protocollo@com-pozzuolo-del-friuli.regione.fvg.it Via XX Settembre, 31 33050 POZZUOLO DEL FRIULI (UD) C.F.: 80010530303

Dettagli

INTERVENTI PER LA NASCITA E LO SVILUPPO DEL LAVORO AUTONOMO

INTERVENTI PER LA NASCITA E LO SVILUPPO DEL LAVORO AUTONOMO ALLEGATO C INTERVENTI PER LA NASCITA E LO SVILUPPO DEL LAVORO AUTONOMO 1. BENEFICIARI Possono presentare domanda di agevolazione i soggetti, di cui all articolo 29 della l.r. 34/2008 e s.m.i., che abbiano

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICRO FINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE CONVENZIONATE 2015. Art.

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICRO FINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE CONVENZIONATE 2015. Art. BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICRO FINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE CONVENZIONATE 2015 Bando aperto dal 2/3/2015 Disponibilità di bilancio: 45.000 Art. 1 Finalità La Camera

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI A FAVORIRE L'ACCESSO AL CREDITO DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI MODENA

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI A FAVORIRE L'ACCESSO AL CREDITO DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI MODENA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI A FAVORIRE L'ACCESSO AL CREDITO DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI MODENA ART. 1 - FINALITA' DELL INTERVENTO E REQUISITI DI ACCESSO DEI CONFIDI AI

Dettagli

PARTECIPAZIONE ALL EXPO 2015 E A EVENTI COLLATERALI

PARTECIPAZIONE ALL EXPO 2015 E A EVENTI COLLATERALI Servizio Erogazione aiuti e Controlli Allegato alla Determinazione n. 1710 del 25/03/2015 PARTECIPAZIONE ALL EXPO 2015 E A EVENTI COLLATERALI L.R. 9 marzo 2015 (Legge finanziaria), n. 5, art. 17, comma

Dettagli

LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI

LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI Allegato 5 al dds LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI 1. Premessa Le presenti linee guida sono destinate ai beneficiari dell avviso Generazione Web Lombardia, di seguito denominata GWL,

Dettagli

Regolamento per il sostegno alle attività imprenditoriali mediante agevolazioni fiscali

Regolamento per il sostegno alle attività imprenditoriali mediante agevolazioni fiscali Comune di UTA Provincia di Cagliari Allegato A alla delibera C.C. n.31 del 04/10/2012 Regolamento per il sostegno alle attività imprenditoriali mediante agevolazioni fiscali Approvato con delibera di Consiglio

Dettagli

Art. 1 Finalità. Art. 2 Requisiti di ammissibilità al contributo

Art. 1 Finalità. Art. 2 Requisiti di ammissibilità al contributo Il presente bando vige in regime de minimis (ex Reg.CE 1998/2006, Reg. CE 15353/2007 ereg. CE 75/2007 ) 1 Art. 1 Finalità 1. La Camera di Commercio di Pistoia, anche al fine di sostenere il mantenimento

Dettagli

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE

COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE COMUNE DI SOGLIANO AL RUBICONE Provincia di Forlì Cesena REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE AI CITTADINI DI CONRIBUTI PER L INSTALLAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA PRESSO ABITAZIONI PRIVATE Approvato con deliberazione

Dettagli

DOMANDA di Prestito Partecipativo Legge Regionale n. 4/2001 art. 7 commi 69 e seguenti

DOMANDA di Prestito Partecipativo Legge Regionale n. 4/2001 art. 7 commi 69 e seguenti DOMANDA di Prestito Partecipativo Legge Regionale n. 4/2001 art. 7 commi 69 e seguenti Spett.le CONFIDI GORIZIA Via Morelli, 39 34170 GORIZIA Marca da Bollo di 14,62 Il sottoscritto nato a il rappresentante

Dettagli

BANDO PER INTERVENTI STRAORDINARI PER L ANNO 2016 A SOSTEGNO DELL OCCUPAZIONE MEDIANTE CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO A FAVORE DI IMPRESE.

BANDO PER INTERVENTI STRAORDINARI PER L ANNO 2016 A SOSTEGNO DELL OCCUPAZIONE MEDIANTE CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO A FAVORE DI IMPRESE. Prot. n 1214 AVVISO PUBBLICO BANDO PER INTERVENTI STRAORDINARI PER L ANNO 2016 A SOSTEGNO DELL OCCUPAZIONE MEDIANTE CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO A FAVORE DI IMPRESE. Il Comune di Molinella,

Dettagli

Avviso pubblico. importo finanziabile minimo 5.000,00 massimo 20.000,00 pari a IRS 5y + 3,10 punti

Avviso pubblico. importo finanziabile minimo 5.000,00 massimo 20.000,00 pari a IRS 5y + 3,10 punti Avviso pubblico Finanziamenti a favore delle imprese commerciali, artigianali ed agricole con sede nel Comune di Vignola (Determinazione dirigenziale n. 174 del 18.4.2011) 1. Premessa Il Comune di Vignola,

Dettagli

DOMANDA DI TRASFERIMENTO DI INCENTIVO NON ANCORA LIQUIDATO A SEGUITO DI OPERAZIONI SOCIETARIE (1)

DOMANDA DI TRASFERIMENTO DI INCENTIVO NON ANCORA LIQUIDATO A SEGUITO DI OPERAZIONI SOCIETARIE (1) DOMANDA DI TRASFERIMENTO DI INCENTIVO NON ANCORA LIQUIDATO A SEGUITO DI OPERAZIONI SOCIETARIE (1) I moduli messi a disposizione per la presentazione delle domande di trasferimento di incentivo per l assunzione/stabilizzazione

Dettagli

per la realizzazione del progetto per il finanziamento di progetti finalizzati all'accrescimento delle competenze e delle abilità

per la realizzazione del progetto per il finanziamento di progetti finalizzati all'accrescimento delle competenze e delle abilità Allegato 5 (schema di) CONVENZIONE DI FINANZIAMENTO per la realizzazione del progetto selezionato a mezzo Avviso pubblico del / /, per il finanziamento di progetti finalizzati all'accrescimento delle competenze

Dettagli

Schema di garanzia fideiussoria per la richiesta dell anticipazione

Schema di garanzia fideiussoria per la richiesta dell anticipazione Schema di garanzia fideiussoria per la richiesta dell anticipazione Contratto fidejussorio per l'anticipazione della prima quota delle agevolazioni di cui al decreto della Regione Siciliana - Assessorato

Dettagli

DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER LA VALORIZZAZIONE DEI DISEGNI E MODELLI

DOMANDA PER LA CONCESSIONE DI AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE PER LA VALORIZZAZIONE DEI DISEGNI E MODELLI ALLEGATO 1 - DOMANDA (I dati riportati nella domanda devono corrispondere a quelli inseriti nel form on line per l assegnazione del numero di protocollo) PROT. N.. DEL.. (Inserire numero e data del protocollo

Dettagli

Consorzio UNI.T.I. Modalita attuative FONDO START UP

Consorzio UNI.T.I. Modalita attuative FONDO START UP Consorzio UNI.T.I. Modalita attuative FONDO START UP luglio 2013 1 1. PREMESSA Il Consorzio UNI.T.I. ha come obiettivo la realizzazione di un programma dell Università degli Studi di Genova per il supporto

Dettagli

BANDO VOUCHER PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI CATANZARO

BANDO VOUCHER PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI CATANZARO BANDO VOUCHER PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI CATANZARO 1. FINALITA La Camera di Commercio di Catanzaro - per il tramite della sua Azienda Speciale

Dettagli

Incentivi alle Imprese per l assunzione dei lavoratori in esubero della AGILE in amministrazione straordinaria

Incentivi alle Imprese per l assunzione dei lavoratori in esubero della AGILE in amministrazione straordinaria ALLEGATO 1 SU CARTA INTESTATA DELL AZIENDA MARCA DA BOLLO 16,00 Incentivi alle Imprese per l assunzione dei lavoratori in esubero della AGILE in amministrazione straordinaria Spett.le Regione Siciliana

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICROFINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICROFINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SU MICROFINANZIAMENTI CONCESSI DA BANCHE 1 BANDO DI CONCORSO Art. 1- Premessa la Camera di Commercio I.A.A. di Cosenza, nell ambito delle iniziative

Dettagli

Facsimile di istanza di liquidazione di contributi da riprodurre su carta intestata dell organismo richiedente

Facsimile di istanza di liquidazione di contributi da riprodurre su carta intestata dell organismo richiedente Facsimile di istanza di liquidazione di contributi da riprodurre su carta intestata dell organismo richiedente Spett.le Camera di Commercio I.A.A. U.O. Promozione P.zza della Vittoria, 3 42121 Reggio Emilia

Dettagli

COMUNE DI MONZA ASSESSORATO ATTIVITA PRODUTTIVE

COMUNE DI MONZA ASSESSORATO ATTIVITA PRODUTTIVE COMUNE DI MONZA ASSESSORATO ATTIVITA PRODUTTIVE Direzione Sviluppo Economico e Valorizzazione Asset Patrimoniali e Territoriali Servizio SUAP e Polizia Amministrativa INTERVENTI PER ATTIVITA COMMERCIALI

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SERVIZIO POLI TICHE PER IL LAVORO 13 ottobre 2015, n. 1895

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SERVIZIO POLI TICHE PER IL LAVORO 13 ottobre 2015, n. 1895 47649 parte degli appaltatori e subappaltatori a comunicare tempestivamente alla Regione o al Comune eventuali modifiche che dovessero intervenire successivamente. La Società, fermo restando gli impegni

Dettagli

Indirizzo della sede / unità locale operativa Via c.a.p. Città Prov.

Indirizzo della sede / unità locale operativa Via c.a.p. Città Prov. Marca da bollo Euro 14,62 Spett.le CAMERA DI COMMERCIO DI ORISTANO SERVIZIO PROMOZIONE ECONOMICA E REGOLAZIONE DEL MERCATO BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI ORISTANO

Dettagli

LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI

LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI Allegato 5 al dds LINEE GUIDA DI RENDICONTAZIONE AD USO DEI BENEFICIARI AVVISO 526 FINANZIAMENTI ON-LINE (GEFO) 1. Premessa Le presenti linee guida sono destinate ai beneficiari dell avviso Generazione

Dettagli

BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA

BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA BANDO PREMIO IDEA INNOVATIVA, LA NUOVA IMPRENDITORIALITA AL FEMMINILE QUARTA EDIZIONE ART. 1 FINALITA DELL INIZIATIVA La Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Roma, in collaborazione

Dettagli

LEGGE REGIONALE 9 GIUGN0 1994, N. 18 E SUCCESSIVE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI

LEGGE REGIONALE 9 GIUGN0 1994, N. 18 E SUCCESSIVE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI MODULO B LEGGE REGIONALE 9 GIUGN0 1994, N. 18 E SUCCESSIVE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI DOMANDA PER INVESTIMENTI IMMOBILIARI/IMPIANTI TECNICI/TITOLO CONCESSIONI DI SERVIZIO Punto 4 lettere b), d) del Programma

Dettagli

VISTA la legge regionale 9 agosto 2005, n. 18 (Norme regionali per l'occupazione, la tutela e la qualità del lavoro);

VISTA la legge regionale 9 agosto 2005, n. 18 (Norme regionali per l'occupazione, la tutela e la qualità del lavoro); Decreto Presidente della Regione 23 marzo 2016 n. 53 Regolamento recante criteri e modalità per la concessione di incentivi all'assunzione di soggetti disabili di cui all'articolo 13 della legge 12 marzo

Dettagli

AREA ATTIVITÀ PRODUTTIVE E SVILUPPO DEL TERRITORIO Funzione Trasporti ed Infrastrutture

AREA ATTIVITÀ PRODUTTIVE E SVILUPPO DEL TERRITORIO Funzione Trasporti ed Infrastrutture AREA ATTIVITÀ PRODUTTIVE E SVILUPPO DEL TERRITORIO Funzione Trasporti ed Infrastrutture REGOLAMENTO PROVINCIALE PER LA DISCIPLINA DEI CRITERI E DELLE MODALITÀ DI CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE

Dettagli

Alle riunioni è invitato a partecipare un rappresentante dell Università degli studi di Trento.

Alle riunioni è invitato a partecipare un rappresentante dell Università degli studi di Trento. 2. PROCEDIMENTO 2.1 Aspetti generali. Il coordinamento generale delle strutture competenti, nonché la verifica ed il monitoraggio degli interventi, sono espletati tramite riunioni periodiche cui partecipano:

Dettagli

BANDO PER LE IMPRESE

BANDO PER LE IMPRESE BANDO PER LE IMPRESE - Interventi a sostegno dell occupazione erogazione di bonus assunzionali - lavoratori/lavoratrici in Cigs della A. Merloni in A.S. 1. FINALITA Con il presente bando, in attuazione

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per gli incentivi alle imprese

Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per gli incentivi alle imprese ALLEGATO N. 1 Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per gli incentivi alle imprese DM 4 DICEMBRE 2014 Regime di aiuto finalizzato a promuovere la nascita e lo sviluppo di società cooperative

Dettagli

Bando per il finanziamento delle attività didattiche relative all insegnamento delle Lingue e Culture delle Minoranze Linguistiche Storiche

Bando per il finanziamento delle attività didattiche relative all insegnamento delle Lingue e Culture delle Minoranze Linguistiche Storiche (Allegato al Decreto n. 762/LAVFOR.ISTR dd. 8 aprile 2015) Bando per il finanziamento delle attività didattiche relative all insegnamento delle Lingue e Culture delle Minoranze Linguistiche Storiche Art.

Dettagli

Direzione generale per le Politiche attive e passive del lavoro

Direzione generale per le Politiche attive e passive del lavoro Direzione generale per le Politiche attive e passive del lavoro Prot. 40/26120 del 25/07/2013 Agli indirizzi in allegato OGGETTO: Applicazione delle agevolazioni contributive e assicurative riconoscibili

Dettagli

REGIONE TOSCANA Settore Politiche per il Contrasto al Disagio Sociale

REGIONE TOSCANA Settore Politiche per il Contrasto al Disagio Sociale Allegato A REGIONE TOSCANA Settore Politiche per il Contrasto al Disagio Sociale BANDO per l assegnazione di contributi in attuazione della legge regionale n. 70 del 19 novembre 2009, Interventi di sostegno

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 16 suppl. del 02-02-2012

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 16 suppl. del 02-02-2012 6 REGOLAMENTO REGIONALE 31 gennaio 2012, n. 2 Regolamento per la concessione di aiuti di importanza minore (de minimis) alle PMI e abrogazione dei Regolamenti Regionali n. 24 del 21 novembre 2008 e n.

Dettagli

considerati i nuovi criteri approvati dalla succitata D.G.R. n. 17-6775 del 28/11/2013;

considerati i nuovi criteri approvati dalla succitata D.G.R. n. 17-6775 del 28/11/2013; REGIONE PIEMONTE BU28 10/07/2014 Codice DB1810 D.D. 22 aprile 2014, n. 216 L.r. 36/00 "Riconoscimento e valorizzazione delle associazioni turistiche pro loco" art. 6 Approvazione della "scheda di rendicontazione

Dettagli

BANDO DI GARA Trasporto, trasloco e facchinaggio per le esigenze degli immobili utilizzati dall Amministrazione Regionale. ALLEGATO 1 Documenti

BANDO DI GARA Trasporto, trasloco e facchinaggio per le esigenze degli immobili utilizzati dall Amministrazione Regionale. ALLEGATO 1 Documenti BANDO DI GARA Trasporto, trasloco e facchinaggio per le esigenze degli immobili utilizzati dall Amministrazione Regionale ALLEGATO 1 Documenti Allegato 1 : Documenti Pagina 1 di 9 ALLEGATO 1 - DOCUMENTI

Dettagli

Ai fini dell ammissibilità al contributo, le spese rendicontate dovranno: a) essere pagate a mezzo di bonifico bancario;

Ai fini dell ammissibilità al contributo, le spese rendicontate dovranno: a) essere pagate a mezzo di bonifico bancario; BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA PREVENZIONE ANTISISMICA, LA SICUREZZA E LA TUTELA DELLA SALUTE NEGLI AMBIENTI DI LAVORO. Periodo di apertura per la presentazione delle domande telematiche:

Dettagli

Schema di garanzia fideiussoria per la richiesta dell anticipazione

Schema di garanzia fideiussoria per la richiesta dell anticipazione Allegato 3 fidejussione bancaria o polizza assicurativa REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO ATTIVITA PRODUTTIVE Finanziamento agevolato nell ambito dell Asse VII, Linea di Intervento 7.1.1.3 del P.O.R. F.E.S.R.

Dettagli

DOMANDA BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IMPRESE CREATE NEGLI ULTIMI TRE ANNI

DOMANDA BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER IMPRESE CREATE NEGLI ULTIMI TRE ANNI ALLA CAMERA DI COMMERCIO DI VIBO VALENTIA Piazza San Leoluca 89900 VIBO VALENTIA Il/la sottoscritto/a (cognome e nome) codice Fiscale in qualità di titolare/legale rappresentante della ditta/società con

Dettagli

COMPRENSORIO DI PRIMIERO - Via Roma, 19 38054 Tonadico (TN) -

COMPRENSORIO DI PRIMIERO - Via Roma, 19 38054 Tonadico (TN) - COMPRENSORIO DI PRIMIERO - Via Roma, 19 38054 Tonadico (TN) - ANNO SCOLASTICO 2008/2009 BANDO PER LA CONCESSIONE DELLE FACILITAZIONI DI VIAGGIO DI CUI ALL ARTICOLO 9, COMMA 2, LETTERA C) DEL REGOLAMENTO

Dettagli

BANDO PER CONTRIBUTI ALLE IMPRESE DANNEGGIATE DAL SISMA. Disposizioni generali

BANDO PER CONTRIBUTI ALLE IMPRESE DANNEGGIATE DAL SISMA. Disposizioni generali BANDO PER CONTRIBUTI ALLE IMPRESE DANNEGGIATE DAL SISMA Disposizioni generali Art. 1 Finalità e destinatari A seguito degli eccezionali eventi sismici che hanno colpito, nel mese di maggio 2012, alcune

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE OPERANTI IN PROVINCIA DI TERAMO PER LA CERTIFICAZIONE DI QUALITA AZIENDALE ANNO 2014

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE OPERANTI IN PROVINCIA DI TERAMO PER LA CERTIFICAZIONE DI QUALITA AZIENDALE ANNO 2014 BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE OPERANTI IN PROVINCIA DI TERAMO PER LA CERTIFICAZIONE DI QUALITA AZIENDALE ANNO 2014 (Approvato dalla Giunta camerale con Delibera n. 19 del 30/01/2014

Dettagli

Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento

Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITÀ RELATIVE AI SERVIZI TERRITORIALI ED ALLE POLITICHE SOCIO-SANITARIE A FAVORE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA IMMIGRATA. ANNO 2007 Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento

Dettagli

CITTÀ DI TEVEROLA. Provincia di Caserta. Assessorato all Ambiente

CITTÀ DI TEVEROLA. Provincia di Caserta. Assessorato all Ambiente CITTÀ DI TEVEROLA Provincia di Caserta Assessorato all Ambiente CAPITOLATO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO FINALIZZATI ALL INCENTIVAZIONE DI INTERVENTI DI RIMOZIONE E SMALTIMENTO DI PICCOLE

Dettagli

Data: Spett.le MedioCredito Centrale SPA Area Fondi di Garanzia e interventi per il capitale di rischio

Data: Spett.le MedioCredito Centrale SPA Area Fondi di Garanzia e interventi per il capitale di rischio Allegato 4 Modulo richiesta agevolazione soggetto beneficiario finale Pagina 1 di 7 Data: Spett.le MedioCredito Centrale SPA Area Fondi di Garanzia e interventi per il capitale di rischio FONDO DI GARANZIA

Dettagli

PROVINCIA DI ROVIGO AREA PERSONALE E LAVORO AVVISO PUBBLICO

PROVINCIA DI ROVIGO AREA PERSONALE E LAVORO AVVISO PUBBLICO PROVINCIA DI ROVIGO AREA PERSONALE E LAVORO AVVISO PUBBLICO Fondo Regionale per l occupazione dei disabili di cui all art. 14 della Legge 12 marzo 1999, n.68 TIROCINI L.68/1999 IL DIRIGENTE AREA PERSONALE

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO. N. 292 Reg. Generale Det. Foggia, 24.01.2007

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO. N. 292 Reg. Generale Det. Foggia, 24.01.2007 PROVINCIA DI FOGGIA Piazz a XX Set t embr e, 20-71100 FOGGIA SETTORE POLITICHE DEL LAVORO E FORMAZIONE PROFESSIONALE Via Paolo Telesforo, 25 - _ 0881/7911 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO N. 292

Dettagli

Fondo di garanzia a sostegno delle imprese danneggiate dalle nevicate straordinarie del febbraio 2012

Fondo di garanzia a sostegno delle imprese danneggiate dalle nevicate straordinarie del febbraio 2012 Fondo di garanzia a sostegno delle imprese danneggiate dalle nevicate straordinarie del febbraio 2012 Nell ambito del Fondo per il sostegno all accesso al credito delle imprese del Lazio (art. 20 LR 9/2005)

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI VOUCHER A FAVORE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO PER INTERVENTI DI FORMAZIONE ANNO

BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI VOUCHER A FAVORE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO PER INTERVENTI DI FORMAZIONE ANNO pri BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI VOUCHER A FAVORE DELLE IMPRESE INDUSTRIALI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO PER INTERVENTI DI FORMAZIONE ANNO 2013 1. Oggetto della procedura di assegnazione di finanziamenti

Dettagli

1 - Direttive e riferimenti normativi. 2 - Tipologia di progetto. Provincia di Sondrio

1 - Direttive e riferimenti normativi. 2 - Tipologia di progetto. Provincia di Sondrio Provincia di Sondrio INDICAZIONI PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI PREVISTI DAL PIANO PROVINCIALE PER L'INSERIMENTO MIRATO AL LAVORO DEI DISABILI A VALERE SUL FONDO REGIONALE LEGGE 68/99 DISPOSITIVO TIROCINI

Dettagli

DOMANDA DI CONTRIBUTO PER L ATTIVITA SPORTIVA SVOLTA NELL ANNO SPORTIVO 201-201

DOMANDA DI CONTRIBUTO PER L ATTIVITA SPORTIVA SVOLTA NELL ANNO SPORTIVO 201-201 DOMANDA DI CONTRIBUTO PER L ATTIVITA SPORTIVA SVOLTA NELL ANNO SPORTIVO 201-201 MARCA DA BOLLO 16,00 (1) Al Dirigente Settore Sport Piazza Umberto I 07046 PORTO TORRES Il/a sottoscritto/a nato/a a il residente

Dettagli

DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI (CONTRIBUTO IN CONTO CANONI ex lege 240/81, art. 23)

DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI (CONTRIBUTO IN CONTO CANONI ex lege 240/81, art. 23) Allegato n. 5 DOMANDA DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI (CONTRIBUTO IN CONTO CANONI ex lege 240/81, art. 23) DOMANDA PRESENTATA TRAMITE.. (Società di locazione finanziaria, Banca; Associazione di categoria;

Dettagli

ART. 1 OGGETTO ART. 2 DEFINIZIONE E TIPOLOGIA

ART. 1 OGGETTO ART. 2 DEFINIZIONE E TIPOLOGIA Regolamento per la concessione di contributi a sostegno dei Centri vacanza per minori ai sensi del Regolamento Regionale approvato con DPReg n. 0190/PRES del 22.05.2001 e dei Centri socio-educativi per

Dettagli

ASSESSORADU DE SA PROGRAMMATZIONE, BILANTZU, CREDITU E ASSENTU DE SU TERRITORIU

ASSESSORADU DE SA PROGRAMMATZIONE, BILANTZU, CREDITU E ASSENTU DE SU TERRITORIU REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORADU DE SA PROGRAMMATZIONE, BILANTZU, CREDITU E ASSENTU DE SU TERRITORIU ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO,

Dettagli

MODALITA RICHIESTA ANTICIPO

MODALITA RICHIESTA ANTICIPO REGIONE TOSCANA PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE (PSR) 2007-2013 Reg. CE n. 1698/2005 MODALITA RICHIESTA ANTICIPO Soggetti privati Versione 01 Portoferraio, aprile 2012 (file disponibile all indirizzo http://www.galetruria.it/psrasse4/default.aspx

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DEL PRIMO SITO INTERNET

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DEL PRIMO SITO INTERNET PAG. 1 1 trimestre 2012 BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DEL PRIMO SITO INTERNET Il presente bando è adottato con determinazione del Segretario Generale n. 355 del

Dettagli

31.10.2015 ORE 12:00

31.10.2015 ORE 12:00 AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI CORRELATI ALLE IMPOSTE LOCALI PAGATE con riferimento al periodo 01/01/2015-31/10/2015 importo stanziato: 10.000 euro PREMESSO che: - con la deliberazione

Dettagli

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER INVESTIMENTI RELATIVI ALLA REALIZZAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA ANNO 2011. Art. 1 - Oggetto e finalità

BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER INVESTIMENTI RELATIVI ALLA REALIZZAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA ANNO 2011. Art. 1 - Oggetto e finalità BANDO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER INVESTIMENTI RELATIVI ALLA REALIZZAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA ANNO 2011 Art. 1 - Oggetto e finalità La Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura

Dettagli

MODALITA ATTUATIVE PER LA CONCESSIONE DELLE AGEVOLAZIONI

MODALITA ATTUATIVE PER LA CONCESSIONE DELLE AGEVOLAZIONI 2 ALLEGATO A) UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE LIGURIA OBIETTIVO COMPETITIVITA REGIONALE E OCCUPAZIONE PROGRAMMA OPERATIVO 2007-2013 Parte Competitività COFINANZIATO DAL F.E.S.R. - FONDO EUROPEO

Dettagli

CONVENZIONE DI INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE DISABILI

CONVENZIONE DI INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE DISABILI MARCA DA BOLLO 14,62 [indicare eventuali riferimenti normativi di esenzione dall applicazione del bollo] CONVENZIONE DI INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE DISABILI AI SENSI DELL'ART. 11, COMMI 1,2,3,4,6

Dettagli

Decreto lgs. 276/ 2003, art. 49 (Apprendistato Professionalizzante) Direttiva Anno 2006- per il finanziamento della formazione formale

Decreto lgs. 276/ 2003, art. 49 (Apprendistato Professionalizzante) Direttiva Anno 2006- per il finanziamento della formazione formale MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Ufficio Centrale per l Orientamento e la Formazione Professionale dei Lavoratori REGIONE ABRUZZO REGIONE ABRUZZO Direzione Politiche Attive del Lavoro, Sistema

Dettagli

FIDEIUSSIONE A PRIMA RICHIESTA N.

FIDEIUSSIONE A PRIMA RICHIESTA N. Fac simile Spettabile Luogo, data FIDEIUSSIONE A PRIMA RICHIESTA N. _ Oggetto: Fidejussione a prima richiesta a favore di Regione Piemonte a garanzia dell erogazione della quota di finanziamento erogato

Dettagli

ALLEGATO 1 Domanda di partecipazione alla procedura relativa all'affidamento del servizio di attivazione di una polizza fideiussoria a favore del G.A.C. Dei Due Mari. (D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445 e

Dettagli

Avviso n. 2/2013 - Internazionalizzazione Sostegno alla formazione per l internazionalizzazione delle PMI aderenti.

Avviso n. 2/2013 - Internazionalizzazione Sostegno alla formazione per l internazionalizzazione delle PMI aderenti. Avviso n. 2/2013 - Internazionalizzazione Sostegno alla formazione per l internazionalizzazione delle PMI aderenti. Avviso n. 2/2013 Internazionalizzazione 1 1 Finalità Il Fondo paritetico interprofessionale

Dettagli

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE AVVISO N.4/2014: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA

PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE AVVISO N.4/2014: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA PIANO PROVINCIALE DISABILI DOTI DISABILI IN RETE AVVISO N.4/2014: AZIONI DI SISTEMA PER LO SVILUPPO DI IMPRESA SOCIALE E NUOVI RAMI DI IMPRESA Riferimenti normativi e direttive - D.lgs. n. 469/97 che ha

Dettagli

REGOLAMENTO ISTITUTIVO

REGOLAMENTO ISTITUTIVO REGOLAMENTO ISTITUTIVO Art. 1 lstituzione del Sistema di qualificazione dei Cataloghi formativi 1.1 Il presente Regolamento disciplina il procedimento di qualificazione e di aggiornamento dei Cataloghi

Dettagli

Direttive e criteri di attuazione della legge regionale 13 agosto 2001, n. 12

Direttive e criteri di attuazione della legge regionale 13 agosto 2001, n. 12 ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE N. 36/ 20 DEL 26.7.2005 Direttive e criteri di attuazione della legge regionale 13 agosto 2001, n. 12 Art. 1 Ai fini dell applicazione delle presenti direttive e criteri di

Dettagli

AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA VALSASINO

AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA VALSASINO AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA VALSASINO (Ente di diritto pubblico ai sensi del D.Lgs. n. 207/2001 e Legge Regione Lombardia n. 1/2003) Prot. n. 1653/2015 SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDE: ORE 12,00 DEL

Dettagli