Preambolo teorico: Split economato a) b) con versamento Iva mensile e rimborso economale trimestrale.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Preambolo teorico: Split economato a) b) con versamento Iva mensile e rimborso economale trimestrale."

Transcript

1 1 Preambolo teorico: Split economato a) b) con versamento Iva mensile e rimborso economale trimestrale. a) L economato emetterà il solito buono lordo ma con una contestuale ricevuta per ritenuta Iva su conto terzi (manuale, non è automatica), ed anche se non fosse prevista dal regolamento interno la cassa SPLIT di entrata (unita ad un apposito fondo di entrata e ad una apposita causale di entrata) necessaria in virtù del fatto che l Iva va versata all erario con l F24ep che solo la Ragioneria non l economato può fare, riuscendoci in tal caso solo manualmente come vedremo. Questo intanto significa che in pratica l economo paga il fornitore per il netto = lordo ritenuta Iva, in quanto a fronte della sua fattura gli vengono rilasciati contestualmente il buono e la ricevuta, però il valore nella cassa economale funzione di buoni e contestuali ricevute, somma algebrica della cash e della split, assolutamente reale col netto sempre? Mentre il buono lordo seguirà il proprio solito iter periodico per il rimborso (un mese o più), invece per quanto riguarda le reversali di chiusura delle cassa split saranno con scadenza guidata dalla norma per il versamento in conto terzi manuale della Ragioneria, e la cassa split nelle chiusure viene decurtata dell Iva ancor prima con la spesa lorda in cash, sicchè l economato è pareggiato in tempi diversi, perché il buono lordo rimborsato dalla Ragioneria es. trimestralmente; l economato avrebbe cosi per diverso tempo una cash fittizia perché decurtata del lordo in realtà non pagato al fornitore, e la cassa economale è ricondotta debitamente al valore reale solo con il rimborso dei buoni lordi della Ragioneria: soluzione sconsigliata almeno se periodo di rimborso di buoni lordi non circa lo stesso delle ricevute di versamento iva. b) Per l intero automatismo in economato serve un siffatto pagamento disgiunto con lo split in economato risolto invece nella modalità più semplice con due buoni distinti: il pagamento netto al fornitore e l altro pagamento per l Iva alla Ragioneria e sullo stesso capitolo di spesa, e verrebbero rimborsati dalla Ragioneria entrambi all economo pareggiando l Economato in tempi diversi perché il buono netto verrà rimborsato dalla Ragioneria es. trimestralmente, invece per quanto riguarda i buoni di chiusura dell Iva ancor prima perchè con scadenza guidata dalla norma per versamento dell Iva: l economato avrà nel frattempo (un paio di mesi) sempre una cash netta reale! Per contro l economato avrebbe per un piccolo tempo (nel primo mese) una cash fittizia perché decurtata dell iva in realtà non pagata al fornitore, e la cassa economale è ricondotta debitamente al valore reale con il rimborso dei buoni Iva della Ragioneria: la cassa irreale, a meno che il rimborso degli stessi non sia chiesto istantaneamente. Quando l Economato chiederà il rimborso dei buoni dell Iva la Ragioneria nel contempo incasserà l Iva con la reversale su conto terzi, per versare poi l Iva con l F24 (al posto dell economato impossibilitato) con un mandato all Erario su c/terzi: operazioni però entrambe manuali. Soluzione praticabile. In sintesi: a) cassa irreale cioè inferiore al netto, ricevuta economale manuale, versamento c/terzi della Ragioneria manuale; b) cassa netta se rimborso iva istantaneo, economato automatizzato, Ragioneria a mano incassa/versa Iva a c/terzi. La cassa + realistica si ravvisa con b) pagamento disgiunto a fornitore/ragioneria su stesso capitolo di spesa, che risolve in automatico l Economato, non la Ragioneria; ma sconsigliata la soluzione a) split a ritenuta per la cassa economale + irreale se il periodo dei rimborsi economali oltre i versamenti Iva e non tanto per la manualità in economato/ragioneria. PS. Inutile dire che siccome l economato è incluso nello Split solo per le fatture (gli acquisti con scontrini esclusi), servirebbe restringere il campo di applicazione dello stesso ai soli scontrini, evitandosi cosi le scissioni dei pagamenti: le fatture tutte in Ragioneria.

2 Test funzionale split economato dl77 sicra versione NB. Semmai prevista, però non già movimentata: a. eliminare nel 2015 la Cassa split di entrata perchè ormai sconsigliato utilizzarla; b. prima nei rimpinguamenti cancellare l unica causale di entrata split e toglierla successivamente nella tabella fondi e casuali; c. analogamente prima nei rimpinguamenti cancellare il fondo di entrata split e toglierlo solo poi in tabella fondi e casuali. Con la stessa fattura si intenderà avere 2 liquidazioni per 2 buoni da liquidazione distinti, e se finora l impegno usato era il medesimo, ora invece differenziarlo perché è l unico motivo tecnico di separazione delle liquidazioni per 1 medesima fattura: attenzione a come deve venire registrata la fattura. e confermare l avviso:

3 3

4 Due soluzioni alternative. 1) Da sempre è possibile sostituire la Ragioneria dell Ente al Fornitore nel secondo buono automatico solo una volta ottenuto, ma si ricordi allora che il nominativo del Buono da Liquidazione può essere modificato anche nella gestione del buono, a patto che nei parametri della procedura il flag 'Controllo su variazione buoni da liquidazione' sia impostato con 'Nessun Controllo': 4

5 Gestione Buoni - Buoni da liquidazione: dopo che sono state selezionate le liquidazioni, sono proposti a video i dati dei buoni da liquidazione che verranno generati, es. per definire la Cassa. 5

6 Non serve usare la scelta di Modifica in alto, ma basta cancellare e sostituire il Nominativo direttamente: 6

7 - Reset e ripartiamo dalla Gestione Buoni - Buoni da liquidazione nel quale dopo che sono state selezionate le liquidazioni, sono riproposti a video i dati dei buoni da liquidazione che verranno generati, es. per definire la Cassa. 7

8 2) Ora si ha la possibilità di selezionare un nominativo diverso da quello registrato in fattura: questo è utile per gestire la parte iva delle fatture (quella che va versata alla Ragioneria dell'ente) e non al fornitore. 8

9 9

10 Sempre a Vs. disposizione per ulteriori informazioni, si coglie l occasione per porgervi distinti saluti. Per MAGGIOLI S.P.A. Divisione SAGA HotLine di Finanziaria Sicra Centralino

ASP COSENZA Manuale Gestione Cassa Economale

ASP COSENZA Manuale Gestione Cassa Economale ASP COSENZA Manuale Gestione Cassa Economale Divisione Pubblica Amministrazione e Sanità Direzione Consulenza INFORMAZIONI SULLA VERSIONE Progetto: Emesso da: Rivisto da: Manuale Giuseppe Battista Giuseppe

Dettagli

crearsi: ecc. per sezionali split comm.le

crearsi: ecc. per sezionali split comm.le SICRA Finanziaria 32.6.0. Gestione delle AUTOFATTURE di vendita per split payment commerciale / reverse charge (nel reverse charge l iva deve essere aggiunta a mano nella fattura di acquisto per la quale

Dettagli

SICRA Finanziaria 32.8.0. fleggat

SICRA Finanziaria 32.8.0. fleggat SICRA Finanziaria 32.8.0. Gestione delle AUTOFATTURE di vendita per split payment commerciale / reverse charge (nel reverse charge l iva deve essere aggiunta a mano nella fattura di acquisto per la quale

Dettagli

hypersic.finanziaria e hypersic.finanziariarco

hypersic.finanziaria e hypersic.finanziariarco A.P.Systems srl Via Milano 89/91 ang.via Cimarosa I-20013 Magenta (MI) Italia tel. +39 02 97226.1 r.a. fax +39 02 97226.339 www.apsystems.it - staff@apsystems.it SEDE LEGALE: Via E.Pagliano, 35 I-20149

Dettagli

(SICRA) Finanziaria 32.1.1

(SICRA) Finanziaria 32.1.1 (SICRA) Finanziaria 32.1.1 Nota tecnica. Setup necessario solo se non si disponesse di fin77 32.1.0; aggiunge nuove colonne alle seguenti tabelle: 1 1) uffici: aggiunto cod_ufficio_ipa; 2) clienti/fornitori:

Dettagli

S.I.I.P.A.L. Sistema Informativo Integrato Pubblica Amministrazione Locale

S.I.I.P.A.L. Sistema Informativo Integrato Pubblica Amministrazione Locale S.I.I.P.A.L. Sistema Informativo Integrato Pubblica Amministrazione Locale SPECIFICHE DI RILASCIO AGGIORNAMENTO PRODOTTI PATCHFINANZ264 (database ver. 264) Pagina 1 di 7 S.I.I.P.A.L. Sistema Informativo

Dettagli

GESTIONE EDITORIA SISTEMA DELLA RESA FORFETTARIA

GESTIONE EDITORIA SISTEMA DELLA RESA FORFETTARIA GESTIONE EDITORIA SISTEMA DELLA RESA FORFETTARIA Il programma attualmente non prevede la tenuta del registro delle tirature dal quale determinare l IVA da versare sulla base delle copie consegnate, occorre

Dettagli

Trasferimenti interni. Modalità di esecuzione

Trasferimenti interni. Modalità di esecuzione Trasferimenti interni Modalità di esecuzione 1 Trasferimenti interni Sono trasferimenti interni tutti i movimenti tra unità amministrative dell Ateneo per i quali non si deve registrare il costo o il ricavo.

Dettagli

Split Payment. Premessa normativa

Split Payment. Premessa normativa Nota Salvatempo Contabilità 13.04 09 APRILE 2015 * in giallo le modifiche apportate rispetto alla versione precedente datata 10/02/2015 Split Payment Premessa normativa Lo split payment è stato introdotto

Dettagli

Indice di tempestività dei pagamenti.

Indice di tempestività dei pagamenti. Il documento presente non è una guida operativa in senso proprio per l Indice di tempestività DL66/2014, in quanto necessarie e sufficienti le poche righe di commento che si hanno come preambolo del programma,

Dettagli

Corso di Ragioneria Generale ed Applicata Contabilità

Corso di Ragioneria Generale ed Applicata Contabilità Esercitazioni di Ragioneria Generale ed Applicata Modulo 1 a cura della Dott.ssa S. Basta Materiale didattico riservato esclusivamente a circolazione interna SETTIMANA 3 ARGOMENTI: SCRITTURE CONTINUATIVE:

Dettagli

AREA CONTABILITÀ AREA CONTABILITÀ CONTABILITÀ FINANZIARIA BILANCIO DI PREVISIONE PATTO DI STABILITÀ GESTIONI CERTIFICAZIONI GESTIONE ORDINI

AREA CONTABILITÀ AREA CONTABILITÀ CONTABILITÀ FINANZIARIA BILANCIO DI PREVISIONE PATTO DI STABILITÀ GESTIONI CERTIFICAZIONI GESTIONE ORDINI AREA CONTABILITÀ AREA CONTABILITÀ CONTABILITÀ FINANZIARIA BILANCIO DI PREVISIONE PATTO DI STABILITÀ GESTIONI CERTIFICAZIONI GESTIONE ORDINI GESTIONE MAGAZZINO FATTURAZIONE ED IVA GESTIONE DEL PATRIMONIO

Dettagli

Nota integrativa CONTO ECONOMICO PATRIMONIALE 2011 GESTIONE COMPETENZA Titolo I Entrate tributarie ENTRATA Sono contabilizzati come proventi dell esercizio gli accertamenti di competenza assunti per un

Dettagli

Vi preghiamo di prendere buona nota delle variazioni apportate al Software Gestionale e comunicarle a tutto il personale operante in azienda. Grazie.

Vi preghiamo di prendere buona nota delle variazioni apportate al Software Gestionale e comunicarle a tutto il personale operante in azienda. Grazie. Via Domenico Millelire, 13 20147 Milano Iscr. C.C.I.A.A. Milano 355438 Reg. Ditte 1476174 Brescia, 26/05/2008 (Fax composto da _7_ pagine inclusa questa) Sede Amministrativa: 1 Variazioni effettuate sui

Dettagli

Contabilità INFOSCHOOL: SPLIT PAYMENT (SCISSIONE DELL'IVA)

Contabilità INFOSCHOOL: SPLIT PAYMENT (SCISSIONE DELL'IVA) Contabilità INFOSCHOOL: SPLIT PAYMENT (SCISSIONE DELL'IVA) Versione del 22/04/2015 1. Riferimenti normativi...1 2. Ambito applicativo...1 3. FLUSSO OPERATIVO...2 1. Definizione dell'impegno di spesa...2

Dettagli

La gestione delle fatture in regime speciale ( escluse dai regimi di reverse charge e split payment)

La gestione delle fatture in regime speciale ( escluse dai regimi di reverse charge e split payment) ( escluse dai regimi di reverse charge e split payment) 1. Introduzione Il regime fiscale agevolato ex L. 398/91 consente alle Associazioni Sportive Dilettantistiche ed agli Enti non Commerciali, che svolgono

Dettagli

IVA Split Payment Riferimenti normativi: Legge n. 190/2014. Eurosoftware Performance. Performance Sector

IVA Split Payment Riferimenti normativi: Legge n. 190/2014. Eurosoftware Performance. Performance Sector IVA Split Payment Riferimenti normativi: Legge n. 190/2014 La Legge di stabilità 2015 ha introdotto lo Split Payment, provvedimento che prevede, a partire dal 1 di gennaio 2015, per cessioni di beni e

Dettagli

REGISTRAZIONE DI FATTURE DI VENDITA CON IVA DIFFERITA VERSO PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

REGISTRAZIONE DI FATTURE DI VENDITA CON IVA DIFFERITA VERSO PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI REGISTRAZIONE DI FATTURE DI VENDITA CON IVA DIFFERITA VERSO PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Note: Il presente manuale vuole essere solo una guida sommaria per agevolare l operatore nell utilizzo della procedura

Dettagli

FATTORE LAVORO LAVORO DIPENDENTE LAVORO DIPENDENTE. ECONOMIA AZIENDALE e RAGIONERIA APPLICATA ALLE IMPRESE TURISTICHE. Lezione 21

FATTORE LAVORO LAVORO DIPENDENTE LAVORO DIPENDENTE. ECONOMIA AZIENDALE e RAGIONERIA APPLICATA ALLE IMPRESE TURISTICHE. Lezione 21 CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA INTERNAZIONALE DEL TURISMO ECONOMIA AZIENDALE e RAGIONERIA APPLICATA ALLE IMPRESE TURISTICHE Anno Accademico 2011 2012 Lezione 21 FATTORE LAVORO Fonti che regolano il rapporto

Dettagli

MANUALE PER LA GESTIONE DELLA FATTURAZIONE ELETTRONICA NEL BILANCIO JSIBAC

MANUALE PER LA GESTIONE DELLA FATTURAZIONE ELETTRONICA NEL BILANCIO JSIBAC MANUALE PER LA GESTIONE DELLA FATTURAZIONE ELETTRONICA NEL BILANCIO JSIBAC Strada Prov.le Telese Alife (Z.I.) 82030 San Salvatore T.(BN) Tel. 0824 947611 /Fax 0824 976526 www.alphasoft.it http://assistenza.alphasoft.it

Dettagli

Gestione Iva Autotrasportatori Differita

Gestione Iva Autotrasportatori Differita Piattaforma Applicativa Gestionale Documentazione Fast Patch Nr. 0009 Rel.9.0 Gestione Iva Autotrasportatori Differita COPYRIGHT 1992-2013 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Questa pubblicazione

Dettagli

L art. 1 commi 96-117 Legge 24/12 n. 244 introduce con decorrenza 1 gennaio 2008 il nuovo regime agevolato per i contribuenti minimi.

L art. 1 commi 96-117 Legge 24/12 n. 244 introduce con decorrenza 1 gennaio 2008 il nuovo regime agevolato per i contribuenti minimi. Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-7BHDGU9929 Data ultima modifica 08/09/2009 Prodotto Sistema Professionista - Picomwin Modulo Contabilità Oggetto Nuovo regime Contribuenti Minimi * in giallo

Dettagli

COMUNE DI TOIRANO. Provincia di Savona REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ECONOMATO

COMUNE DI TOIRANO. Provincia di Savona REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ECONOMATO COMUNE DI TOIRANO Provincia di Savona REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ECONOMATO TITOLO I Disposizioni generali Art. 1 Oggetto e scopo del regolamento 1. Il presente regolamento disciplina le procedure di acquisto,

Dettagli

La gestione dello Split Payment

La gestione dello Split Payment La gestione dello Split Payment Sommario 1. INTRODUZIONE... 2 2. LA SOLUZIONE APPLICATIVA IN U-GOV... 4 2.1 La configurazione del sistema... 4 2.2 La registrazione di fatture e note di credito di acquisto

Dettagli

SEMINARIO INFORMATIVO SUL MANUALE DI. Donatella Rossi

SEMINARIO INFORMATIVO SUL MANUALE DI. Donatella Rossi SEMINARIO INFORMATIVO SUL MANUALE DI AMMINISTRAZIONE Donatella Rossi Art. 23 Annotazione dell obbligazione Di norma ad ogni ordine di spesa corrisponde un annotazione dell obbligazione e un mandato di

Dettagli

QUICK GUIDE - AXIOS SIDI CONTABILITA (Area Nuovo Bilancio/Contabilità ver. 6.1.0 o succ. SPLIT PAYMENT)

QUICK GUIDE - AXIOS SIDI CONTABILITA (Area Nuovo Bilancio/Contabilità ver. 6.1.0 o succ. SPLIT PAYMENT) QUICK GUIDE - AXIOS SIDI CONTABILITA (Area Nuovo Bilancio/Contabilità ver. 6.1.0 o succ. SPLIT PAYMENT) Prima di proseguire nella lettura della guida controllare di aver acquistato il programma AXIOS SIDI

Dettagli

PC line s.a.s di RANDI SERGIO & C. Hardware & Software - Informatica Gestionale - Assistenza

PC line s.a.s di RANDI SERGIO & C. Hardware & Software - Informatica Gestionale - Assistenza GESTIONE DELLA SCISSIONE DEI PAGAMENTI (SPLIT PAYMENT) in Gestionale 1 Per registrare le fatture soggette a scissione dei pagamenti è necessario seguire alcune indicazioni. Si ricorda che le operazioni

Dettagli

OGGETTO: IL MECCANISMO FISCALE DELLO SPLIT PAYMENT

OGGETTO: IL MECCANISMO FISCALE DELLO SPLIT PAYMENT REGIONE EMILIA-ROMAGNA ( r_emiro ) Giunta ( AOO_EMR ) PG/2015/0072809 del 05/02/2015 DIREZIONE GENERALE CENTRALE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIO SERVIZIO GESTIONE DELLA SPESA REGIONALE IL RESPONSABILE

Dettagli

ISTRUZIONI OPERATIVE

ISTRUZIONI OPERATIVE ISTRUZIONI OPERATIVE Introduzione dello Split Payment e del Reverse Charge Versione 1 Dal 1 gennaio 2015 sono state introdotte rilevanti novità nel mondo dell Iva, con particolare riguardo alle nuove casistiche

Dettagli

Contabilizzazione Documenti Split Payment ed Elaborazione Dati per FATEL

Contabilizzazione Documenti Split Payment ed Elaborazione Dati per FATEL Piattaforma Applicativa Gestionale Documentazione Fast Patch Nr. 0038 Rel.8.2 Contabilizzazione Documenti Split Payment ed Elaborazione Dati per FATEL COPYRIGHT 1992-2015 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti

Dettagli

Gestione dello Split Payment IVA

Gestione dello Split Payment IVA Gestione dello Split Payment IVA Sommario 1. INTRODUZIONE... 2 2. LA SOLUZIONE APPLICATIVA IN U-GOV... 3 2.1 La configurazione del sistema... 3 2.2 La registrazione di una fattura di acquisto... 4 2.3

Dettagli

Cash Flow previsionale Euro09 Evolution 3

Cash Flow previsionale Euro09 Evolution 3 25 Ottobre2013 Cash Flow previsionale Euro09 Evolution 3 In generale il Cash Flow previsionale, descrive le variazioni a venire, della liquidità aziendale per effetto della gestione. L orizzonte temporale

Dettagli

Srl La predisposizione del piano finanziario

Srl La predisposizione del piano finanziario Srl La predisposizione del piano finanziario 1 Srl stato patrimoniale al 31/12/24 Attività Passività Software e licenze 55., 22., Impianti generici 15., 28., Mobili ed arredi 124., 12., Macchine elettroniche

Dettagli

c.a. Responsabile Ufficio Ragioneria PROCEDURA CONTABILITA FINANZIARIA (vers. 10.27.00 o superiore) Istruzioni per l apertura del nuovo anno

c.a. Responsabile Ufficio Ragioneria PROCEDURA CONTABILITA FINANZIARIA (vers. 10.27.00 o superiore) Istruzioni per l apertura del nuovo anno c.a. Responsabile Ufficio Ragioneria OGGETTO: PROCEDURA CONTABILITA FINANZIARIA (vers. 10.27.00 o superiore) Istruzioni per l apertura del nuovo anno ATTENZIONE!!!!! Per procedere con la creazione degli

Dettagli

CitySoftware SERVIZI FINANZIARI. Info-Mark srl

CitySoftware SERVIZI FINANZIARI. Info-Mark srl CitySoftware SERVIZI FINANZIARI Info-Mark srl Via Rivoli, 5/1 16128 GENOVA Tel. 010/591145 Fax 010/591164 Sito internet: www.info-mark.it e-mail Info-Mark@Info-Mark.it L area dei servizi finanziari e di

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE IN DATA 14 LUGLIO 2015. L anno duemilaquindici, in data 14 LUGLIO, ad ore 15.00, in Somma Lombardo via Visconti

VERBALE DELLA RIUNIONE IN DATA 14 LUGLIO 2015. L anno duemilaquindici, in data 14 LUGLIO, ad ore 15.00, in Somma Lombardo via Visconti VERBALE DELLA RIUNIONE IN DATA 14 LUGLIO 2015 L anno duemilaquindici, in data 14 LUGLIO, ad ore 15.00, in Somma Lombardo via Visconti 12, presso la sede del Centro di Formazione Professionale Ticino-Malpensa

Dettagli

Sono disponibili i seguenti aggiornamenti: Riferimenti Normativi

Sono disponibili i seguenti aggiornamenti: Riferimenti Normativi Tipo Comunicazione Informativa Numero 001/SAI Data 09/02/2015 A Aziende Diogene Contabilità Area Contabilità Settore Reverse Charge Split Payment Oggetto Aggiornamenti software Sono disponibili i seguenti

Dettagli

Studio Dott. Begni & Associati news 03 / 2015

Studio Dott. Begni & Associati news 03 / 2015 Oggetto: LO SPLIT PAYMENT E LE FATTURE EMESSE AGLI ENTI PUBBLICI DALL 01.01.2015 Nell ambito della Finanziaria 2015 è contenuto un nuovo metodo antievasione per il versamento dell IVA all Erario, in base

Dettagli

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI

STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI STUDIO DPM COMMERCIALISTI ASSOCIATI Gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: NUOVE MODALITA DI VERSAMENTO DELL IVA NEI RAPPORTI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 1. Premesse, riferimenti normativi e decorrenza

Dettagli

RISOLUZIONE N. 45/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 45/E QUESITO RISOLUZIONE N. 45/E Roma, 7 aprile 2005 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Oggetto: Procedura di rettifica dell IVA per le operazioni di vendita documentate con scontrino fiscale ex articolo 12

Dettagli

Tabella PARAMETRI. Supporto On Line Allegato FAQ. Fig. 1. FAQ n.ro MAN-7AXLJP88862 Data ultima modifica 12/05/2009. Prodotto Sistema Professionista

Tabella PARAMETRI. Supporto On Line Allegato FAQ. Fig. 1. FAQ n.ro MAN-7AXLJP88862 Data ultima modifica 12/05/2009. Prodotto Sistema Professionista Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-7AXLJP88862 Data ultima modifica 12/05/2009 Prodotto Sistema Professionista Modulo Contabilità Oggetto Giroconto IVA * in giallo le modifiche apportate rispetto

Dettagli

Project Specifications

Project Specifications Project # Title 5067 Regime IVA per Cassa Partner Country IT Partner s reference Microarea s reference Giuseppina Sperico Patrizia Benelli Area Financial Logistics Ultimo Aggiornamento: 06/02/2013 Indice:

Dettagli

Guida Pratica per l utilizzo del Programmi Or. Ma. Magazzino e Vendita

Guida Pratica per l utilizzo del Programmi Or. Ma. Magazzino e Vendita Pag. 1 di 1 Guida Pratica per l utilizzo del Programmi Magazzino e Vendita Indice Rapido 1. Inserimento Tabella IVA REPARTI Fornitori Pag. 2 2. Procedura di Inserimento articoli Pag. 3 3. Procedura di

Dettagli

PER INIZIARE. Flussi da ERP

PER INIZIARE. Flussi da ERP PER INIZIARE Il lavoro inizia con la raccolta delle condizioni bancarie tramite un questionario e/o tramite lo studio delle contabili e delle liquidazioni periodiche. Le condizioni possono essere condivise

Dettagli

PAGAMENTI DI SOMME SOGGETTE A RITENUTA FISCALE: parte pratica SCUOLE

PAGAMENTI DI SOMME SOGGETTE A RITENUTA FISCALE: parte pratica SCUOLE PAGAMENTI DI SOMME SOGGETTE A RITENUTA FISCALE: parte pratica SCUOLE 2012 INDICE RITENUTE... 1 CREAZIONE ACCERTAMENTI CUMULATIVI PER LE RITENUTE FISCALI.1 MENU GESTIONE RITENUTE...1 INSERIMENTO ALIQUOTA

Dettagli

BUSINESS PLAN, UNO STRUMENTO

BUSINESS PLAN, UNO STRUMENTO BUSINESS PLAN, UNO STRUMENTO IMPRESCINDIBILE PER FARE IMPRESA MATTEO PELLEGRINI AREA ECONOMICO FINANZIARIA LEGACOOP REGGIO EMILIA Giovedì 11 dicembre 2014 Il Business Plan è uno strumento operativo finalizzato

Dettagli

SIDI Scuola Nuovo Bilancio

SIDI Scuola Nuovo Bilancio SIDI Scuola Nuovo Bilancio 1 Indice 1. Il Bilancio delle Scuole... 4 2. La Gestione dei Debitori... 8 3. La Gestione dei Creditori...12 4. La Gestione della Tipologia dei Contratti...16 5. La Gestione

Dettagli

Studio Tributario - Commerciale Fabrizio Masciotti

Studio Tributario - Commerciale Fabrizio Masciotti Roma, 10/01/2015 Spett.le Cliente Studio Tributario - Commerciale Fabrizio Masciotti Dottore Commercialista e Revisore Contabile Piazza Gaspare Ambrosini 25, Cap 00156 Roma Tel 06/41614250 fax 06/41614219

Dettagli

Burani & Lancellotti COMMERCIALISTI ASSOCIATI Modena

Burani & Lancellotti COMMERCIALISTI ASSOCIATI Modena Spett.li Clienti Loro Sedi, lì 19 Marzo 2015 OGGETTO: nuovo regime IVA split payment nei confronti della Pubblica Amministrazione La L. 23.12.2014 n. 190 (legge di stabilità 2015) ha previsto un nuovo

Dettagli

ESERCITAZIONE DEL 15-11-2011. Acquisti e vendite Resi, sconti e abbuoni Cambiali

ESERCITAZIONE DEL 15-11-2011. Acquisti e vendite Resi, sconti e abbuoni Cambiali ESERCITAZIONE DEL 15-11-2011 Acquisti e vendite Resi, sconti e abbuoni Cambiali La società D Alessio S.p.a. ha un Capitale sociale di 120.000, interamente versati in un conto corrente bancario. Nel corso

Dettagli

Circolare 6. del 12 febbraio 2015. Nuovo regime IVA di split payment Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE

Circolare 6. del 12 febbraio 2015. Nuovo regime IVA di split payment Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE Circolare 6 del 12 febbraio 2015 Nuovo regime IVA di split payment Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Ambito oggettivo... 2 2.1 Esclusione per le operazioni soggette al reverse

Dettagli

Iva e fisco. Enti Locali NUMERO ANNO III

Iva e fisco. Enti Locali NUMERO ANNO III Iva e fisco Enti Locali NUMERO 5 ANNO III Mensile di aggiornamento e approfondimento professionale per gli operatori degli Enti Locali Maggio 2015 4 Split payment e reverse charge definite le modalità

Dettagli

COMPITO A Candidato matricola.

COMPITO A Candidato matricola. COMPITO A Candidato matricola. Si risponda sinteticamente alle seguenti domande e si risolva ordinatamente il punto 8. 1 a domanda Definire il concetto di soggetto giuridico con riferimento alle varie

Dettagli

CONTABILITÀ FINANZIARIA

CONTABILITÀ FINANZIARIA D.Lgs. 267/2000 (ex D.Lgs 77/95) CONTABILITÀ FINANZIARIA Il nuovo ordinamento finanziario e contabile degli enti locali arriva dopo tutta una serie di innovazioni legislative (L. 142/90, L. 241/90, D.L.

Dettagli

LA CONTABILITÀ DI ACTAGEST Versione 5.0 - aprile 2009

LA CONTABILITÀ DI ACTAGEST Versione 5.0 - aprile 2009 LA CONTABILITÀ DI ACTAGEST Versione 5.0 - aprile 2009 Le funzioni contabili sono disponibili nelle soluzioni di ACTAGEST Amministrazione Struttura ISO9000 La contabilità non è disponibile nelle soluzioni

Dettagli

Regolamento del servizio di economato e di cassa e della tenuta dell inventario dei beni mobili

Regolamento del servizio di economato e di cassa e della tenuta dell inventario dei beni mobili C O M U N E D I P A L A I A Provincia di Pisa 56036 Palaia - Piazza della Repubblica n 56 Regolamento del servizio di economato e di cassa e della tenuta dell inventario dei beni mobili Approvato con deliberazione

Dettagli

Contabilità: chiusure mensili ed annuali

Contabilità: chiusure mensili ed annuali Contabilità: chiusure mensili ed annuali Indice Report fiscali 2 Registri IVA 2 Liquidazione IVA 2 Riepilogo annuale IVA 3 Elenco clienti e fornitori - SPESOMETRO 3 Giornale Bollato 4 Certificazioni collaboratori

Dettagli

c) degli Enti pubblici territoriali e dei consorzi tra essi costituiti ( ex art.31 T.U. di cui al DLGS 18/8/2000 N. 267)

c) degli Enti pubblici territoriali e dei consorzi tra essi costituiti ( ex art.31 T.U. di cui al DLGS 18/8/2000 N. 267) SCISSIONE DEI PAGAMENTI IVA : THE SPLIT PAYMENT. La lettera b), comma 629, art.1 della di Legge Stabilità 2015, introduce lo split payment ovvero la scissione dei pagamenti ai fini IVA, con il nuovo articolo

Dettagli

Gestione dello Split Payment IVA

Gestione dello Split Payment IVA Gestione dello Split Payment IVA Sommario 1. INTRODUZIONE... 2 2. LA SOLUZIONE APPLICATIVA IN U-GOV... 3 2.1 La configurazione del sistema... 3 2.2 La registrazione di una fattura di acquisto... 4 2.3

Dettagli

NORME PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ECONOMATO

NORME PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ECONOMATO ALLEGATO AL REGOLAMENTO DI CONTABILITA NORME PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ECONOMATO I N D I C E 1 Oggetto e scopo del Servizio 2 Organizzazione del Servizio di Economato 3 - Indennità maneggio valori

Dettagli

GAT PER LE FATTURE PA e SPLIT PAYMENT

GAT PER LE FATTURE PA e SPLIT PAYMENT GAT PER LE FATTURE PA e SPLIT PAYMENT Dal 06/06/2014 è obbligatoria la fattura elettronica per le P.A. Centrali rientrano in questa categoria: Caserme dei Carabinieri, Scuole Statali, Ministeri ed Enti

Dettagli

CONDOM@T versione 11.00

CONDOM@T versione 11.00 CONDOM@T versione 11.00 L aggiornamento Condom@t 2014 prevede una serie di modifiche, di cui, una parte di maggiore entità e altre modifiche minori. Di seguito tratteremo dapprima le modifiche più importanti,

Dettagli

Fatturazione soggetta a Split payment

Fatturazione soggetta a Split payment Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui Soluzioni innovative software, hardware e servizi Newsletter 9 febbraio 2015 L argomento di oggi è: Fatturazione soggetta a Split payment Dal 1 Gennaio

Dettagli

Documentazione tecnica Beni Usati. Software Gestionale ebridge Professionisti REGIME SPECIALE IVA PER I BENI USATI

Documentazione tecnica Beni Usati. Software Gestionale ebridge Professionisti REGIME SPECIALE IVA PER I BENI USATI REGIME SPECIALE IVA PER I BENI USATI Il Regime in esame che viene definito Regime del Margine ha come scopo quello di evitare fenomeni di doppia o plurima imposizione Iva sui Beni usati. Infatti, prima

Dettagli

Documentazione tecnica Beni Usati. Software Gestionale ebridge Professionisti REGIME SPECIALE IVA PER I BENI USATI

Documentazione tecnica Beni Usati. Software Gestionale ebridge Professionisti REGIME SPECIALE IVA PER I BENI USATI REGIME SPECIALE IVA PER I BENI USATI Il Regime in esame che viene definito Regime del Margine ha come scopo quello di evitare fenomeni di doppia o plurima imposizione Iva sui Beni usati. Infatti, prima

Dettagli

OPERAZIONI DI INIZIO ANNO ADHOC REVOLUTION

OPERAZIONI DI INIZIO ANNO ADHOC REVOLUTION OPERAZIONI DI INIZIO ANNO ADHOC REVOLUTION Con la presente, Vi comunichiamo le operazioni preliminari da effettuare in Adhoc per poter preparare il gestionale per il nuovo anno. Le seguenti operazioni

Dettagli

MANIFESTAZIONE NUMERARIA

MANIFESTAZIONE NUMERARIA LA PARTITA DOPPIA Oggetto del corso di contabilità sono le rilevazioni contabili effettuate con il metodo della Partita Doppia applicata al sistema del reddito. I principi su cui si fonda la Partita Doppia

Dettagli

ESTENSIONE REVERSE CHARGE E OPERAZIONI EFFETTUATE VERSO ENTI PUBBLICI (C.D. SPLIT PAYMENT )

ESTENSIONE REVERSE CHARGE E OPERAZIONI EFFETTUATE VERSO ENTI PUBBLICI (C.D. SPLIT PAYMENT ) S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO NUOVI ADEMPIMENTI FISCALI DOPO LA LEGGE DI STABILITÀ ESTENSIONE REVERSE CHARGE E OPERAZIONI EFFETTUATE VERSO ENTI PUBBLICI (C.D. SPLIT PAYMENT ) Commissione

Dettagli

Università degli Studi di Ferrara Dipartimento di Economia e Management Prova scritta di Ragioneria Generale ed Applicata 3 settembre 2014 COGNOME:

Università degli Studi di Ferrara Dipartimento di Economia e Management Prova scritta di Ragioneria Generale ed Applicata 3 settembre 2014 COGNOME: Università degli Studi di Ferrara Dipartimento di Economia e Management Prova scritta di Ragioneria Generale ed Applicata 3 settembre 2014 COGNOME: NOME: MATRICOLA: PRIMA PARTE ooooooooo Con riferimento

Dettagli

Guida al Certificato Bilancio di Previsione Armonizzato 2015.

Guida al Certificato Bilancio di Previsione Armonizzato 2015. 1 Guida al Certificato Bilancio di Previsione Armonizzato 2015. Il certificato al bilancio di previsione 2015 dl118 Sicra è stato rilasciato il 6/11 pomeriggio, e non è il solito modulo esterno, ma del

Dettagli

PROCEDIMENTI UFFICIO I /R.E. (Ragioneria)

PROCEDIMENTI UFFICIO I /R.E. (Ragioneria) PROCEDIMENTI UFFICIO I /R.E. (Ragioneria) Gestione dei rapporti con Istituto di credito incaricato del servizio di Tesoreria e Tesoreria Banca D'Italia Tipologia procedimenti Modalità di adempimento Termine

Dettagli

Manuale Operativo. Gestione FARMACIE UR1504152020

Manuale Operativo. Gestione FARMACIE UR1504152020 Manuale Operativo Gestione FARMACIE UR1504152020 Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo,

Dettagli

COMUNE DI FORMIA P r o v in c ia d i L a t in a SETTORE 5 : IGIENE URBANA E POLITICHE AMBIENTALI

COMUNE DI FORMIA P r o v in c ia d i L a t in a SETTORE 5 : IGIENE URBANA E POLITICHE AMBIENTALI COMUNE DI FORMIA P r o v in c ia d i L a t in a SETTORE 5 : IGIENE URBANA E POLITICHE AMBIENTALI SERVIZIO: RSU N.02 // 07.01.2016 D e t e r m in a z io n e OGGETTO: SOC. FORMIA RIFIUTI ZERO Srl - LIQUIDAZIONE

Dettagli

Esercizio sulla contabilità: la gestione. Fasi di rilevazione

Esercizio sulla contabilità: la gestione. Fasi di rilevazione Fasi di rilevazione 1 Stato patrimoniale iniziale 2 Operazioni di gestione durante l esercizio 3 Primo bilancio di verifica ante rettifiche 4 Rettifiche di fine esercizio 5 Secondo bilancio di verifica

Dettagli

E.P.Gestione procedure di ragioneria Prefazione. Procedure Di Ragioneria. STS sas Gestione procedure di ragioneria Manuale d'uso pag 1 i 9

E.P.Gestione procedure di ragioneria Prefazione. Procedure Di Ragioneria. STS sas Gestione procedure di ragioneria Manuale d'uso pag 1 i 9 Procedure Di Ragioneria STS sas Gestione procedure di ragioneria Manuale d'uso pag 1 i 9 Caratteristiche tecniche DataBase relazionale 4th Dimension della ACI france Client/Server - Grafico - Web Server

Dettagli

RITENUTE. Ritenute e Certificazioni. Release 4.90 Manuale Operativo

RITENUTE. Ritenute e Certificazioni. Release 4.90 Manuale Operativo Release 4.90 Manuale Operativo RITENUTE Ritenute e Certificazioni Il modulo per una gestione completa delle ritenute d acconto, dalla rilevazione fino alla stampa delle certificazioni, per una compilazione

Dettagli

AUTOMOBILE CLUB ASCOLI PICENO. Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria. Gestione dei Pagamenti e degli Incassi

AUTOMOBILE CLUB ASCOLI PICENO. Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria. Gestione dei Pagamenti e degli Incassi AUTOMOBILE CLUB ASCOLI PICENO Procedura Amministrativo-Contabile di Tesoreria Gestione dei Pagamenti e degli Incassi 1. OBIETTIVO... 4 2. REFERENTI DELLA PROCEDURA... 4 3. AMBITO DI APPLICAZIONE... 4 4.

Dettagli

LIQUIDAZIONI IVA STAMPA REGISTRI IVA

LIQUIDAZIONI IVA STAMPA REGISTRI IVA LIQUIDAZIONI IVA STAMPA REGISTRI IVA È disponibile una funzionalità che consente di unificare, in un flusso operativo, tutte le attività periodiche e annuali che devono essere espletate da un azienda,

Dettagli

HARDWARE INTERNET NETWORKING LIQUIDAZIONI IVA

HARDWARE INTERNET NETWORKING LIQUIDAZIONI IVA EASYGEST LIQUIDAZIONE IVA SOFTWARE LIQUIDAZIONI IVA Se il calcolo iva è trimestrale Prima di utilizzare la liquidazione in una data ditta Si imposta una volta soltanto se è trimestrale. Si clicca dal menù

Dettagli

CONTABILITA' Impostazione e Gestione dell'iva. Release 5.20 Manuale Operativo

CONTABILITA' Impostazione e Gestione dell'iva. Release 5.20 Manuale Operativo Release 5.20 Manuale Operativo CONTABILITA' Impostazione e Gestione dell'iva Il presente manuale ha lo scopo di guidare l utente nella gestione ed impostazione dell IVA, nel calcolo dell IVA, nella gestione

Dettagli

LA GESTIONE DELL IVA PER CASSA

LA GESTIONE DELL IVA PER CASSA CAPITOLO I REGISTRAZIONI CONTABILI LA GESTIONE DELL IVA PER CASSA 1) LA REGISTRAZIONE DI UNA FATTURA DI VENDITA Le fatture emesse con IVA differita vanno registrate come tutte le altre fatture di vendita,

Dettagli

Provincia del Medio Campidano. - Periodo 01.01.2008-31.12.2012 -

Provincia del Medio Campidano. - Periodo 01.01.2008-31.12.2012 - ALLEGATO E ALLA DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 726 DEL 07/11/2007 SCHEMA D OFFERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER LA PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO - Periodo 01.01.2008-31.12.2012-1

Dettagli

SCHEDA OPERATIVA. Introduzione. Altri software - OS1BoxFiscale

SCHEDA OPERATIVA. Introduzione. Altri software - OS1BoxFiscale SCHEDA OPERATIVA Area: Titolo: Altri software - OS1BoxFiscale Spesometro Applicazione: OS1BoxFiscale 2.3.0.0 Revisione: 12 Del: 31 Marzo 2015 Contenuto: Impostazioni e modalità di utilizzo di OS1BoxFiscale

Dettagli

FAQ n.ro MAN-82GBT727949 Data ultima modifica 05/02/2013. Prodotto Contabilità. Modulo Contabilità - Intrastat. Oggetto Modulo Intrastat

FAQ n.ro MAN-82GBT727949 Data ultima modifica 05/02/2013. Prodotto Contabilità. Modulo Contabilità - Intrastat. Oggetto Modulo Intrastat Supporto On Line Allegato FAQ FAQ n.ro MAN-82GBT727949 Data ultima modifica 05/02/2013 Prodotto Contabilità Modulo Contabilità - Intrastat Oggetto Modulo Intrastat * in giallo le modifiche apportate rispetto

Dettagli

CIRCOLARE N. 32/E. Roma, 5 novembre 2013

CIRCOLARE N. 32/E. Roma, 5 novembre 2013 CIRCOLARE N. 32/E Direzione Centrale Normativa Settore imposte indirette Ufficio IVA Roma, 5 novembre 2013 OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 21 al 22 per cento - Articolo 40, comma 1-ter,

Dettagli

COMUNE DI S.MARCO D'ALUNZIO PROVINCIA DI MESSINA

COMUNE DI S.MARCO D'ALUNZIO PROVINCIA DI MESSINA COMUNE DI S.MARCO D'ALUNZIO PROVINCIA DI MESSINA VIA GARIBALDI 98070 S.MARCO D ALUNZIO TEL. 0941/797007 0941/797279 FAX 0941/797391 www.comune.sanmarcodalunzio.me.it COD.FISC.84004040832 PART.IVA 00732840830

Dettagli

Manuale Operativo. Utilizzo Programma

Manuale Operativo. Utilizzo Programma UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA Manuale Operativo Utilizzo Programma Il presente manuale non affronta problematiche di tipo contabile, è un manuale puramente tecnico INDICE Introduzione pag. 1 Convenzioni

Dettagli

ESAMI DI STATO PER L'ABILITAZIONE ALL'ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI ESPERTO CONTABILE SESSIONE di giugno 2008 I TEMI DELLE PROVE SCRITTE

ESAMI DI STATO PER L'ABILITAZIONE ALL'ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI ESPERTO CONTABILE SESSIONE di giugno 2008 I TEMI DELLE PROVE SCRITTE ESAMI DI STATO PER L'ABILITAZIONE ALL'ESERCIZIO DELLA PROFESSIONE DI ESPERTO CONTABILE SESSIONE di giugno 2008 I TEMI DELLE PROVE SCRITTE DEL 03 LUGLIO 2008 I Il candidato illustri le finalità economico

Dettagli

RITENUTE D ACCONTO IN ARCA SQL

RITENUTE D ACCONTO IN ARCA SQL RITENUTE D ACCONTO IN ARCA SQL Questo documento ha lo scopo di riassumere e di chiarire l uso del software gestionale ARCA2000SQL per la parte che riguarda le Ritenute d acconto. Si tratta di una procedura

Dettagli

Comune di Sondalo (Provincia di Sondrio) SERVIZIO ECONOMICO-FINANZIARIO Elenco tipologie di procedimento DENOMINAZIONE PROCEDIMENTO

Comune di Sondalo (Provincia di Sondrio) SERVIZIO ECONOMICO-FINANZIARIO Elenco tipologie di procedimento DENOMINAZIONE PROCEDIMENTO Comune di Sondalo (Provincia di Sondrio) SERVIZIO ECONOMICO-FINANZIARIO Elenco tipologie di procedimento NR 1 DENOMINAZIONE PROCEDIMENTO Predisposizione del bilancio di previsione e dei relativi allegati

Dettagli

Sage Sistemi s.r.l. 1

Sage Sistemi s.r.l. 1 Sage Sistemi s.r.l. 1 Comunicazione telematica delle operazioni iva in base alla legge 122/2010 (spesometro) Cos'è? E stato introdotto con l articolo 21 del dl 78/2010 l obbligo di comunicare in via telematica

Dettagli

La contabilità generale in 3.000 parole Facile e comprensibile. Ovviamente gratis.

La contabilità generale in 3.000 parole Facile e comprensibile. Ovviamente gratis. La contabilità generale in 3.000 parole Facile e comprensibile. Ovviamente gratis. Ma è davvero così difficile la contabilità? Io direi complessa difficile no, almeno se hai compreso bene le basi! In sole

Dettagli

CASI PARTICOLARI UTILI PER LA RICLASSIFICAZIONE

CASI PARTICOLARI UTILI PER LA RICLASSIFICAZIONE CASI PARTICOLARI UTILI PER LA RICLASSIFICAZIONE ANTICIPI DA CLIENTI 1) ANTICIPI PER MERCI E/O MATERIE PRIME 2) ANTICIPI DA CLIENTI PER SERVIZI IN DIMINUZIONE DELLE DISPONIBILITA PASSIVO CORRENTE Nel caso

Dettagli

al budget di cassa mensile

al budget di cassa mensile un esempio molto semplice : dal bilancio previsionale al budget di cassa mensile Lo stato patrimoniale dell anno x : ATTIVO PASSIVO Cassa 5.000 Fornitori Clienti 300.000 Banche Scorte 100.000 Capitale

Dettagli

Sommario. Pag. - 1 - Rev. 4 del 05/06/2015

Sommario. Pag. - 1 - Rev. 4 del 05/06/2015 Sommario 1. INTRODUZIONE SPLIT PAYMENT.... - 2-2. ATTIVAZIONE IN EXTRA DELLA GESTIONE SPLIT PAYMENT.... - 3-3. CREAZIONE AUTOMATISMI CODICI IVA.... - 4-4. ANAGRAFICA CLIENTI.... - 7-5. IMPOSTAZIONE AUTOMATISMI

Dettagli

Note di Variazione in Regime di Iva per Cassa

Note di Variazione in Regime di Iva per Cassa Piattaforma Applicativa Gestionale Documentazione Fast Patch Nr. 0023 Rel.8.2 Note di Variazione in Regime di Iva per Cassa COPYRIGHT 1992-2013 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Questa

Dettagli

CORSI TEORICI AVANZATI

CORSI TEORICI AVANZATI CORSI TEORICI AVANZATI INFORMAZIONI GENERALI I Corsi fanno parte integrante del Piano Formativo ECM 2015, presentato all Age.na.s. (AgenziaNazionale per i Servizi Nazionali Regionali) e alla Commissione

Dettagli

I RILIEVI DELLA CORTE DEI CONTI E LE VERITA NASCOSTE

I RILIEVI DELLA CORTE DEI CONTI E LE VERITA NASCOSTE I RILIEVI DELLA CORTE DEI CONTI E LE VERITA NASCOSTE Con delibera n.59 del 2015, la Sezione regionale per la Puglia della Corte dei Conti ha esaminato i rendiconti finanziari del nostro Comune del 2011

Dettagli