S t a b i l i z z a z i o n e di terre con trattamenti a calce e cemento Claudio Comastri*, Andrea Gamberini, Luca Montanari**

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "S t a b i l i z z a z i o n e di terre con trattamenti a calce e cemento Claudio Comastri*, Andrea Gamberini, Luca Montanari**"

Transcript

1 Applicazione della tecnica per la costruzione dei piazzali industriali e della viabilità nel Centro Logistico di Cascina Nuova a Lacchiarella (MI) S t a b i l i z z a z i o n e di terre con trattamenti a calce e cemento Claudio Comastri*, Andrea Gamberini, Luca Montanari** 60 P re m e s s a Con questo contributo sulla stabilizzazione delle terre, ed in part i c o l a re delle terre di sottofondazione per e pavimentazioni stradali ed industriali, inizia un percorso che PAV I M E N T I INDUSTRIALI intende off r i re ai propri Lettori con la intenzione di aprire un dibattito tecnico su diversi temi che la costruzione dei pavimenti pone, a part i re dalle caratteristiche del terreno sul quale si impostano le strutture fino alla qualità e alla realizzazione delle finiture sup e rficiali. Questo contributo è frutto di un lav o ro condotto in provincia di Milano con il contributo degli ing. Montanari e Gamberini, all epoca laurandi presso la Facoltà di Ingegneria della Università di Ferrara, che hanno seguito direttamente le operazioni di cant i e re e hanno contribuito con la loro passione all ottenimento dell ottimo risultato finale. Nel contributo sono trattati diversi argomenti che * Ti t o l a re Studio Th e s i s **CIR Costruzioni s.r. l. potranno essere approfonditi in eventuali altri articoli se i Lettori lo riterranno di intere s s e. Si ringrazia C o o p s e t t e di Reggio Emilia ed in particolare il geom. Roberto Terenziani e il geom. Carmelo Ballacchino per la disponibilità off e rta, il laboratorio S i n e r g e a di Bologna, D u r o c e m e impresa Montanari di Reggio Emilia. La progressiva acquisizione di sensibilità ambientale, la difficoltà quindi nella apertura di nuove cave di inerti ghiaioso-sabbiosi, il loro costo assai elevato, il problema dello smaltimento in discarica delle terre di rifiuto, ha messo in evidenzia la necessità di identificare materiali e metodiche costruttive che consentano la diminuzione dell utilizzo delle risorse naturali non rinnovabili anche per la realizzazione di opere che richiedano elevate qualità prestazionali. In tale ambito già dal 1960 si sono diffuse negli Stati Uniti ed in alcuni Paesi europei numerose ricerche e sperimentazioni finalizzate alle possibilità di utilizzo di terre trattate con calce e/o cemento per la realizzazione di diverse tipologie di opere. L adozione di detti materiali, oltre ad avere oneri eco-

2 1 1 - Stesa e miscelazione della calce al terreno con p u l v i m i x e r. nomici inferiori rispetto all utilizzo degli inerti ghiaiosi, consente una sensibile diminuzione delle incidenze sull ambiente, in particolare quelle correlate alle attività di escavazione della ghiaia ed alla loro selezione negli impianti di produzione. Di seguito si illustreranno i risultatati ottenuti, sia in fase di progettazione che di Direzione Lavori, della stabilizzazione con apporto di calce e cemento realizzata presso il nuovo Centro Logistico di Lacchiarella (MI). Ubicazione e inquadramento d e l l a re a Il progetto in esame, ha riguardato oltre m 2 di trattamento su una superficie complessiva di circa m 2 destinata alla costruzione di 5 capannoni industriali finalizzati allo stoccaggio delle merci e alla relativa viabilità. Caratterizzazione del terreno naturale Allo scopo, il laboratorio geotecnico Sinergea di Granarolo dell Emilia (Bologna), ha realizzato 31 pozzetti esplorativi ad una profondità variabile fra 0.30 e 1.00 m, con prelievo di campioni disturbati ad una profondità compresa fra m. I campioni prelevati sono stati sottoposti alle seguenti prove di laboratorio: analisi granulometrica, determinazione dei limiti di A t t e r b e rg, determinazione del contenuto di sostanza organica. Secondo tali prove i terreni sono risultati appartenenti alle classi A2-6, A2-7, A7-6 secondo la CNR UNI I risultati riscontrati hanno indotto a raggruppare i terreni in due miscele in funzione dell indice di plasticità medio e del contenuto di sostanza org a n i c a e precisamente: Miscela L con IP 20% e valori di S.O. compresi tra 0-2%; Miscela H con IP > 20% e valori di S.O >2%. In Tabella 1 sono riportate le Tab. 1 Caratteristiche delle miscele preparate Tipo di miscela L H Limite Liquido LL (%) 35,21 44,73 Limite Plastico LP (%) 21,75 29,21 Indice di plasticità IP (%) 13,46 24,80 Sostanza Organica S.O (%) 0 2 > 2 61

3 Planimetria delle aree trattate a calce e cemento caratteristiche sopraccitate delle miscele preparate. Una volta individuate le caratteristiche fisiche del terreno se ne è analizzato il comportamento meccanico mediante le prove Proctor (AASHTO T ), CBR, prova di compressione non confinata, verificandone successivamente la reazione con quantitativi variabili di calce e cemento; in particolare si sono testate le seguenti miscele: - miscela L: trattata con il 2% di Ca(OH) 2 - miscela H: trattata con il 3% di Ca(OH) 2 - miscela L: trattata con il 1.5% di CaO - miscela L: trattata con il 2.5% di CaO - miscela H: trattata con il 1.5% di CaO - miscela H: trattata con il 2.5% di CaO e il 2% di cemento. La scelta dell utilizzo dell ossido o dell idrato di calcio è stata motivata dalla diversa correzione da fornire al terreno in termini di umidità, dal momento che le fasi esecutive si sarebbero sviluppate durante i mesi estivi per concludersi oltre la metà di ottobre. Entrambi i leganti hanno infatti un ottima azione sulla matrice argillosa, ma l ossido determina una maggiore riduzione dell umidità, per effetto della reazione di spegnimento della calce. La preparazione delle miscele è stata affrontata essiccando preventivamente il terreno in forno a 60 C per 24h e correggendone successivamente l umidità in funzione delle probabili condizioni operative. Si è poi aggiunta la calce seguita, a distanza di un paio di ore per permettere al legante di modificare la tessitura del terreno, dal cemento, nella percentuale prefissata del 2%. Sulle miscele così ottenute sono state eseguite le seguenti prove di laboratorio: - limiti di A t t e r b e rg (CNR UNI 10014); - prove di costipamento Proctor modificata (CNR BU n. 69/78); - determinazione dell indice CBR in condizioni di pre e post-saturazione (7 gg. di maturazione + 4 gg. di saturazione - CNR UNI 10009); - prova di compressione semplice non confinata a 7 e 28 gg (ASTM D ); - prova di compressione diametrale Brasiliana (CNR BU n. 97/84). Tutte le prove sono state eseguite a vari valori di umidità di miscelazione con lo scopo di individuare con maggior dettaglio le caratteristiche fisicomeccaniche al variare di questo parametro, che è fondamentale monitorare durante le fasi esecutive. Caratteristiche fisiche delle miscele In Figura 3 sono riportati gli andamenti dell IP p e r la miscela H in funzione del periodo di maturazione del trattamento. È evidente un forte abbattimento nel tempo della plasticità del terreno se confrontato con i valori iniziali riportati nei grafici, che corrispondono alle condizioni del terreno naturale non trattato. Questo fenomeno di inertizzazione consente al terreno trattato di avere un comporta-

4 Andamento dell IP in funzione del tempo di maturazione 4 - Andamento del rigonfiamento in funzione della umidità della miscela H di costipamento Andamento della densità secca in funzione della umidità 6 - Andamento dell indice C. B. R. in funzione della umidità di costipamento di costipamento mento più stabile in condizioni di forte umidità e una minore suscettibilità al rigonfiamento, come è piuttosto evidente in Figura 4. Caratteristiche meccaniche delle miscele P r ova Proctor È una prova di costipamento che permette di valutare come l aggiunta della calce e del cemento comporti uno spostamento verso valori maggiori dell umidità ottimale di compattazione e un appiattimento della curva nel suo intorno, che consente maggiori margini di lavorabilità con ancora buoni risultati di resa e mantenendo alti i valori della densità secca (Figura 5). Queste caratteristiche hanno grande impatto durante le fasi esecutive consentendo una migliore lavorabilità in condizioni altrimenti inaccettabili di umidità del terreno e un dispendio minore di energia di compattazione. Indice di portanza CBR In Figura 6 è evidente il miglioramento della portanza del terreno trattato rispetto a quello naturale, con condizioni di umidità più prossime a quelle riscontrabili durante le lavorazioni in cantiere. Inoltre si osserva come il trattamento con solo cemento non consenta di ottenere risultati parago- 63

5 Tab. 2 Prova di compressione semplice non confinata Miscela H Umidità Press. di Maturazione Terreno Natura (%) Rottura + Leganti 0 gg. 7 gg. 28 gg. Terreno Naturale 7,49 KN/m T. Naturale + 2% cemento 8,71 KN/m ,85 KN/m ,65 KN/m % idrato + 2% cemento 11,52 KN/m ,73 KN/m ,5% ossido + 2% cemento 8,37 KN/m ,26 KN/m ,44 KN/m ,5% ossido + 2% cemento 9,27 KN/m ,56 KN/m ,00 KN/m Tab. 3 Prova di compressione diametrale (Brasiliana) Miscela H Umidità Press. Maturazione Terreno Natura (%) di Rottura + leganti 7gg 28gg T. Naturale 8,89 KN/m 2 98,0 103,0 + 2% cemento 11,77 KN/m 2 23,0 29,0 3% Idrato + 2% cemento 11,28 KN/m 2 53,7 81,0 1,5% ossido 11,16 KN/m 2 26,3 128,1 + 2% cemento 15,18 KN/m 2 15,3 71,0 2,5% ossido 9,18 KN/m 2 113,9 136,9 + 2% cemento 11,7 KN/m 2 23,6 36,7 nabili al trattamento misto calce/cemento, a causa dell elevato contenuto di frazione argillosa presente nel terreno naturale. È infine da notare che un confronto tra i valori di CBR ottenuti nelle prove post-saturazione con quelli rilevati con analoghe prove eseguite su provini non sottoposti a saturazione, ha evidenziato solo un leggero calo di valori, mettendo in evidenza ancora una volta la marcata insensibilità all acqua del materiale ottenuto dopo il trattamento, paragonabile a quella dei materiali aridi più p r e g i a t i. Resistenza a compre s s i o n e semplice non confinata Anche in questo caso è evidente un aumento delle prestazioni del materiale ottenuto dalla stabilizzazione, mentre l aumento dei valori a 7 gg e 28 gg di maturazione, che risulta nel complesso abbastanza modesto, è dovuto all azione del cemento che permette di ottenere gli stessi standard di Resistenza in tempi più brevi. È altrettanto evidente la forte influenza del tenore di umidità, che al di sopra del 12-13% non consente di raggiungere valori di resistenza elevati. P r ova di Resistenza Brasiliana È una prova che permette di valutare la Resistenza di un campione ad uno sforzo di trazione indotto da uno stato di compressione diametrale, ed ha permesso di verificare un netto incremento di Resistenza a trazione che ha subito il terreno già a soli 7 gg dal trattamento. Esecuzione dei lavori I lavori sono stati eseguiti a partire dal 15 di giugno 2000 per concludersi attorno alla metà di settembre e sono stati affidati alla ditta Viastrade di Marmirolo (MN) sotto la direzione dello Studio Thesis Engineering di Sasso Marconi (BO). Inizialmente è stato eseguito un campo prove che

6 Questa esperienza ha confermato come la stabilizzazione delle terre sia un ottima alternativa all impiego dei materiali p regiati tradizionali Bulbo di influenza della piastra da 750 mm e 300 mm. ha fornito utili indicazioni sulle modalità esecutive dei lavori, sul numero e sulle caratteristiche delle macchine operatrici da adottare e che ha permesso di adeguare le miscele sperimentate in laboratorio con le caratteristiche peculiari del luogo, in particolare con l eterogeneità dei terreni aventi contenuti d acqua molto variabili dovuti anche alla presenza di una fitta rete di canalizzazioni disperdenti in più punti. Proprio il continuo monitoraggio del grado d umidità è stata la chiave che ha portato ad una buona riuscita dell intervento. Infatti, si è così potuto limitare puntualmente l influenza della falda e controllare l evaporazione del terreno trattato, mantenendolo in un range ristretto dell umidità ottimale di compattazione, intervenendo eventualmente con una autobotte per umidificare. L e fficacia del trattamento è stata testata a breve termine con l ausilio di prove di densità in sito con volumometro a sabbia e col prelievo di campioni da analizzare in laboratorio (prove Proctor, CBR, compressione non confinata a 7 e 28 gg e trazione indiretta a 7 e 28 gg) e con prove di carico con piastra del diametro di 300 mm a 7 e 28 gg. La portanza dei sottofondi è stata ulteriormente verificata anche 8 8- Fasi esecutive: stesa del cemento, miscelazione e rullatura Vista del sottofondo di un piazzale al termine delle lavorazioni. 65

7 66 con prove di carico con piastra del diametro di 760 mm, che ha permesso di valutare l incidenza dei carichi anche negli strati di terreno naturale sottostanti al trattamento. Tutti i risultati delle prove in sito sono stati confrontati con i precedenti ottenuti con test di laboratorio e tutte hanno fornito risultati nettamente superiori. C o n c l u s i o n i Questa esperienza ha confermato come la stabilizzazione delle terre sia un ottima alternativa all impiego dei materiali pregiati tradizionali, specie nelle opere in cui ne sono richieste grosse quantità, con tutte le prerogative già sottolineate in fase int r o d u t t i v a. Non a caso questa tecnica, all estero, si è particolarmente diffusa anche per altre tipologie di opere come per esempio: la realizzazione di argini e rilevati stradali e ferroviari, l impermeabilizzazione di bacini e canali, sottofondi per centrali nucleari, etc. Inoltre, a coronamento di quanto esposto in precedenza, si vuole ribadire la necessità e l importanza di una normativa a livello nazionale che regolamenti le fasi di messa in opera di questa tecnica al pari di quelle di progettazione così come è stato fatto in altri paesi europei, per esempio la Francia, raccogliendo e confrontando tutte le esperienze condotte in Italia. Tale normativa può fornire un valido punto di riferimento per le imprese neofite, ridurre il rischio d insuccesso e quindi anche i costi di esecuzione. Resta peraltro necessaria la presenza in cantiere di una figura professionale di coordinamento, con conoscenze specifiche della tecnica, che pianifichi adeguatamente lo svolgimento dei lavori e la loro corretta esecuzione. BIBLIOGRAFIA - A. I. I. C. - La stabilizzazione delle terre con calce - A. I. I. C., f u o r i c o m m e r c i o. - A A. V V. - S t ate-of-the-art report on soil cement - ACI A A. V V. - Lime for envirolmental uses (ASTM symposium on lime, L o s A n g e l e s, C A, 25 June ASTM STP 931, F e b r u a ry A A. V V. - Methode des terrassements routiers utilisee en France - SETRA - LCPC novembre A A. V V. - Specifica tecnica: Consolidamento delle terre con calce - U N I C A L C E. - A A. V V. - C ap i t o l ato speciale d'appalto parte II:Norme Te c n i c h e - A N A S. - A A. V V. - CNR Bollettino Ufficiale anno VII-36 (21/02/1973), parte IV: Norme Tecniche - CNR - AA.VV. - Bozza di Norma Tecnica CEN sulle terre stabilizzate a calce - CEN - A A. V V. - Le traitement des sols à la chaux et/ou aux liants hydrauliques (Guide Te c h n i q u e ) - LCPC avril A A. V V. - Directive pour la realisation des assises des chaussees en s ables traites aux liantes hydrauliques - LCPC - SETRA fevrier A A. V V. - R e c o m m a n d ation pour le terrassement routiers,vol IV: c o n t r o l e de l'execution des remblais et des couches de fo r m e - LCPC - SETRA octobre A l abama Department of Tr a n s p o r t ation - S o i l, soil aggr e g at e, a n d aggr e g at e, base and subbases (section 301) - A l abama Department of Tr a n s p o r t ation Alabama Department of Transportation - Soil and aggregate materials for miscellaneous use (section 305) - Alabama Department of Transportation A l abama Department of Tr a n s p o r t ation - Density requirements fo r compaction (section 306) - A l abama Department of Tr a n s p o r t ation A l abama Department of Tr a n s p o r t ation - D r a i n age plane player (section ) - A l abama Department of Tr a n s p o r t ation A l abama Department of Tr a n s p o r t ation - M aterial (division 800) - A l abama Department of Tr a n s p o r t ation American A s s o c i ation of State Highway Official - Manual of highway construction practices and methods: c h apter V I : soil-cement base c o u r s e s - The American A s s o c i ation of State Highway Official Arduini Roberto, Giuseppe Bruno, Giuseppe Ricci - S t abilizzazione di terre per i rilevati della Roma -Viterbo - Le Strade, 1 0 / Barresi Gerlando - La compressibilità delle miscele argilla-calce e loro utilizzazione nella costruzione dei rilevati stradali - Le Strade, 7-8 / Benedetto Ing. C a r l o, Maurizio Leopardi - Possibilità di impiego della calce per la stabilizzazione dei terreni argillosi - Facoltà di Ingegneria della Facoltà dell'aquila, Bonomo Fabrizio - S t abilizzazione sulla Ferrara-Suzzara - Le Strade, / British Lime A s s o c i ation - Soil stab i l i z ation in building and civil e n gi n e e r i n g - British Lime A s s o c i at i o n. - Bucchi Alberto - La stabilizzazione a calce nella pav i m e n t a z i o n e s t r a d a l e. Valutazioni ed esperienze - Quarry & Construction, nov California Department of Tr a n s p o r t ation - Construction manual-chap t e r V I : construction details:section 6-24 lime treat m e n t - Califo r n i a Department of Tr a n s p o r t ation California Department of Tr a n s p o r t ation - Construction manual-chap t e r V I : construction details:section 6-25 aggr e g ate subb a s e - Califo r n i a Department of Tr a n s p o r t ation California Department of Tr a n s p o r t ation - Construction manual-chap t e r V I : construction details:section 6-26 aggr e g ate bases - Califo r n i a Department of Tr a n s p o r t ation California Department of Tr a n s p o r t ation - Construction manual-chap t e r V I : construction details:section 6-27 cement treated base - Califo r n i a Department of Tr a n s p o r t ation Cariboni Luigi - I n formazione tecnica sugli aspetti ecologici nell'uso della calce per la stabilizzazione delle terre - UNICALCE. - Cariboni Luigi - L'impiego della calce nelle infrastrutture viarie - Le S t r a d e, 9 / Cariboni Luigi - La via della calce - Le Strade, 9 / Cervi Silvano - Utilizzo della calce nella stabilizzazione delle terre nel

8 nuovo asse viario di collegamento tra la SS 9 e la SP 28. E s p e r i e n z e e s e c u t i v e - UNICALCE - Cherubini Carlo, F abio Giovinazzo - Esperienze di stabilizzazione per la MI- B O - Le Strade, 6 / Cicini Pat r i z i a, Pier Luigi Cuppone, R a ffaele Marchisella - Specifiche FS per r i l e v ati con terre stab i l i z z at e Le Strade, 6 / Comastri Ing. Claudio - La stabilizzazione dei terreni con calce - Geotecnica. - Delfaut Abel - Traitement a la chaux vive et au ciment des argi l e s plastiques du Sparnacien et de la region parisienne - LROP, 1 0 / Department of the Environment, Transport and the Regions Research - Improoving poor ground conditions (lime and cement stab i l i z ation of weak c l ay soils) - Department of the Environment, Transport and the Regi o n s Research - digest n 058 (3/1999). - Elabbadi H. - Mecanisme de durcissement des briques en terre stab i l i s e e s à la chaux. Conditions de cure et choix des terres - ENSM Paris et Univ. P a r i s V I, 2 2 / 0 5 / Ferrari Paolo, Franco Giannini - Ingegneria stradale,v o l. II - ISEDI - Festa Bruna, Pernetti Mariano,D'Apuzzo Mauro - Impiego delle miscele a r gilla-calce nelle costruzioni stradali - - Florida Department of Tr a n s p o r t ation - L i m e - t r e ated subgr a d e ( s e c t i o n 165) - Florida Department of Tr a n s p o r t ation Florida Department of Tr a n s p o r t ation - C e m e n t - t r e ated subgrade (section ) - Florida Department of Tr a n s p o r t ation Frontera Massimo - L ' e fficacia di una soluzione "ecologica" per i sottofo n d i s t r a d a l i - Nuovo Corriere dei Costruttori, 7-8 / Giannatasio Pietro, Crispino Maurizio, Pernetti Mariano - Le miscele aggr e g at o - a r gilla-calce nelle sovrastrutture stradali:resistenza e stab i l i t à a l l ' a c q u a - - Giannini Franco, Domenico Burattini - La calce nelle infrastrutture di t r a s p o r t o - Assocemento - Settore calce - Gordon Gen. Sullivan Soil Stabilization for Pavements Dep. of the US Army - Grundler Dario, Paolo Colli - Controlli in corso d'opera (variante di Arceto - R E ) - Sinergea s.r. l. - Grundler Dario, Paolo Colli - Prove e controlli in corso d'opera sulle terre s t ab i l i z z ate con apporto di calce - Sinergea s.r. l. - Indiana Department of Tr a n s p o r t ation - Soil modificat i o n / s t ab i l i z at i o n utilizing chemicals (includes special provisions)-sections Indiana Department of Tr a n s p o r t ation 09/01/ Indiana Department of Tr a n s p o r t ation - Item n T, d e t e r m i n ation of lime content in soil - Indiana Department of Tr a n s p o r t ation 30/01/ Indiana Department of Tr a n s p o r t ation - M aterials details:hydraulic cement and pozzolans (section 901) - Indiana Department of Tr a n s p o r t at i o n 2 8 / 0 3 / Le Roux Andre - Traitement des sols argileux à la chaux - Bull. LCPC n 4 0, / Le Roux A n d r e, Philippe To u b e a u, N athalie Auxire - Mise en evidence de l' aptitude au traitement des sols argi l e u x - Bull. LCPC n 154, 3-4 / Little Dallas N. Evaluation of Structural Properties of Lime Stabilized Soils and A ggr e g at e s, v o l. I, I I I. - Little Dallas N. - Fundamentals of the stab i l i z ation of soils with lime - N ational Lime A s s o c i at i o n, V i r gi n i a, J u ly Little Dallas N. et a. - Cementitious stab i l i z at i o n - T R B, Committee on Cementitious stab i l i z at i o n, Mancini Marando, Franco Giannini, Gerlando Barresi,Giuseppe Te s o r i e r e, B. C e l a u r o, O. G i u ff r è, A. Lo Bianco - Ciclo di incontri sulla stabilizzazione delle terre con calce. - IIC, 1 / Marchisella Ing. R., Cicini Ing. P. et a. - Specifica tecnica: Tr attamento delle terre con calce - ITA L F E R R. - Massaro Nicola - Le operazioni in cantiere e le prove di accettazione - Nuovo Corriere dei Costruttori, 7-8 / Mazzetti Giampietro, Silvano Cervi - P r o b l e m atiche di reperimento mat e r i a l i inerti e stabilizzazione con calce delle terre. Esperienze realizzate in provincia di Reggio Emilia - UNICALCE, 3 1 / 8 / ASTM - D D D D D A S T M - Ohio Department of Tr a n s p o r t ation - Item 205: lime modified soil - Ohio Department of Tr a n s p o r t ation Ohio Department of Tr a n s p o r t ation - Item 203: r o a d w ay excav ation and e m b a n k m e n t - Ohio Department of Tr a n s p o r t ation Ohio Department of Tr a n s p o r t ation - Item 206: lime soil stab i l i z e d s u b gr a d e - Ohio Department of Tr a n s p o r t ation Ohio Department of Tr a n s p o r t ation - Item 306: cement treated free draining base - Ohio Department of Tr a n s p o r t ation Ohio Department of Tr a n s p o r t ation - Item 401: section rollers - Ohio Department of Tr a n s p o r t ation Ohio Department of Tr a n s p o r t ation - Item 408: prime coat - Ohio Department of Tr a n s p o r t ation Ohio Department of Tr a n s p o r t ation - Item 616: dust control - Ohio Department of Tr a n s p o r t ation Ohio Department of Tr a n s p o r t ation - Item 712: section lime - Ohio Department of Tr a n s p o r t ation Puiatti Danielle - Traitement des sols a la chaux aerienne et aux c i m e n t s - LCPC, b u l. 124 marzo-aprile Righi P. V., A. B u c c h i, G. Dondi - S t abilizzazione a calce per materiali da s o v r a s t r u t t u r a. Dimensionamento e verifica di sovrastrutture sperimentali - Le Strade, 3-4 / Sab ato Francesco - Una pavimentazione stradale con strati di fondazione e base in pozzolana e calce - Le Strade, 7-8 / SaremKalali H., F.H.Wittmann - Essais de stab i l i s ation des terres a r gileuses au ciment et à la chaux - Ciment, B e t o n s, P l at r e s, Chaux n 773 del 4/ Schaeffner Marc - Introduction de la valeur de bleu de methylene d'un sol dans la classification des sols de la Recommandation pour les terrassements routiers - Bull. LCPC n 163, / Simone Antonio - Impiego di materiali limo-argi l l o s i, previa stab i l i z z a z i o n e a calce nella costruzione dei rilevat i - UNICALCE, Bologna 10/10/ Slavin C.J. - Developments in lime stab i l i z ation in the british isles since ICI Chemicals and Polymers Ltd TecnoPiemonte s.r. l. - Prove in sito e di lab o r atorio del cantiere sperimentale TAV di Barbarolo (viabilità di serv i z i o ) - Te c n o P i e m o n t e - UNICALCE - La calce nelle infrastrutture viarie - UNICALCE - UNICALCE - Dimensionamento di una pavimentazione stradale - U N I C A L C E, Bologna 10/10/ US Department of Tr a n s p o r t ation - A d v i s o ry Circular 150/ A, Part II - Item P-155: lime treatment subgr a d e - US Department of Tr a n s p o r t ation US Department of Tr a n s p o r t ation - A d v i s o ry Circular 150/ A, Part IV - Item P-301: soil cement base course - US Department of Tr a n s p o r t ation US Department of Tr a n s p o r t ation - A d v i s o ry Circular 150/ A, Part II - Soil and rock behavior project: soil stab i l i z at i o n - US Department of Tr a n s p o r t ation Van Egmond Bram, Curt Herman - S t abilizzazione con calce - Bollettino del Cemento, n 4 aprile Van Egmond Bram, Curt Herman - S t abilizzazione mediante cemento - Bollettino del Cemento, n 2 febbraio Ve n u at Michel - Il trattamento dei terreni con la calce e il cemento - Edizioni di Scienza e Te c n i c a, Verhasselt A. - Lime-Cement Stab i l i s ation of wet cohesive soils - B e l gian Road Research Centre. - Violetta Ing. S e r gio - S t abilizzazione delle terre con apporto di calce. Bonifica del piano di posa. Relazione tecnica - I.S. Ingegneria e Serv i z i s. r. l., M o d e n a. - Violetta Sergio - La progettazione degli interventi di stabilizzazione delle terre sulla variante di Salvaterra SP 51 e il controllo delle lav o r a z i o n i - Ingegneria e Servizi Modena, 3 1 / 8 / Violetta Sergi o, Dario Grundler, Paolo Colli - Ceneri volanti per la s t abilizzazione di terreni argi l l o s i - Le Strade, 1 0 / Violetta Sergi o, Dario Grundler, Paolo Colli - La calce per i sottofo n d i stradali e ferroviari - Le Strade, 6 / Violetta Sergi o, Grundler Dario, Colli Paolo - Calce e argilla per la SP Le Strade, 3 / Woods K.B., D. S. B e r ry, W. H. Goetz - H i g h w ay Engineering Handbook - M c G r aw-hill Book Company

COSTRUZIONE DEL CORPO STRADALE materiali, modalità esecutive, prove di controllo

COSTRUZIONE DEL CORPO STRADALE materiali, modalità esecutive, prove di controllo DICEA Dipartimento di Ingegneria Mantova Civile, 17 aprile Edile 2015 e Architettura COSTRUZIONE DEL CORPO STRADALE materiali, modalità esecutive, prove di controllo Prof. Ing.Maurizio Bocci Università

Dettagli

SCELTA E DIMENSIONAMENTO DELLA SOVRASTRUTTURA

SCELTA E DIMENSIONAMENTO DELLA SOVRASTRUTTURA PREMESSA La presente relazione riguarda il dimensionamento della sovrastruttura che andrà a costituire la pavimentazione del piazzale da adibire a deposito dei mezzi ARST. S.p.A da realizzare nella zona

Dettagli

Il miglioramento dei terreni nei rilevati stradali e ferroviari

Il miglioramento dei terreni nei rilevati stradali e ferroviari Pavimentazioni e Manti Il miglioramento dei terreni nei rilevati stradali e ferroviari Leggi i contenuti multimediali su www.stradeeautostrade.it Segui le istruzioni di pag. 4. SIDERCEM SRL - ISTITUTO

Dettagli

STABILIZZAZIONE DELLE TERRE A CALCE STUDIO DI LABORATORIO DELLA MISCELA TERRA CALCE

STABILIZZAZIONE DELLE TERRE A CALCE STUDIO DI LABORATORIO DELLA MISCELA TERRA CALCE STUDIO DI LABORATORIO DELLA MISCELA TERRA CALCE INTERAZIONE CALCE TERRENO L aggiunta di calce in un terreno argilloso provoca: 1) la sostituzione degli ioni Na2+, K+, H+ con ioni Ca2+ (scambio ionico);

Dettagli

Formazione del corpo stradale e sottofondo I sottofondi

Formazione del corpo stradale e sottofondo I sottofondi Formazione del corpo stradale e sottofondo I sottofondi Corso di Costruzioni di strade Prof. Maurizio Bocci Dipartimento di Idraulica, Strade, Ambiente e Chimica Collaboratori: Ing. Andrea Graziani, a.graziani@univpm.it

Dettagli

AGGREGATI DIRICICLO E POSSIBILI UTILIZZI

AGGREGATI DIRICICLO E POSSIBILI UTILIZZI AGGREGATI DIRICICLO E POSSIBILI UTILIZZI (DM 203/2003 CIRC. N 5205/05) IMPIANTO DI PRODUZIONE : Via Rinaldi n 101 Località Cavazzoli Reggio Emilia D.M. n 203/2003 Impone alle Pubbliche Amministrazioni

Dettagli

Campi di impiego stabilizzazione per la realizzazione di strade bianche con maggiore durabilità e resistenza all usura

Campi di impiego stabilizzazione per la realizzazione di strade bianche con maggiore durabilità e resistenza all usura Levostab 99 stabilizzante naturale per la realizzazione di: piste ciclabili, viabilità rurale, viabilità in zone di vincolo Funzione Levostab 99 è un prodotto ecocompatibile, stabilizzante e consolidante,

Dettagli

engineering s.r.l. via del Rio, 2 56025 PONTEDERA PI tel. +39.0587.608233 fax +39.0587.606784

engineering s.r.l. via del Rio, 2 56025 PONTEDERA PI tel. +39.0587.608233 fax +39.0587.606784 05 04 03 02 01 08.11.2010 VARIANTE 1 00 14.03.2009 Prima emissione Rev. DATA: Motivo Il Direttore dei Lavori Piano di Lottizzazione UTOE Pontedera Est Comparto 12 OPERE DI URBANIZZAZIONE PONTEDERA PI Loc.tà

Dettagli

IL NUOVO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA COSTRUZIONE E MANUTENZIONE DELLE «STRADE VERDI»

IL NUOVO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA COSTRUZIONE E MANUTENZIONE DELLE «STRADE VERDI» STRADE VERDI E AGGREGATI RICICLATI Il nuovo Capitolato per le Costruzioni Stradali 18 Aprile 2013 TORINO IL NUOVO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA COSTRUZIONE E MANUTENZIONE DELLE «STRADE VERDI» Alessandro

Dettagli

RESISTENZA A TAGLIO DI TERRENI PIROCLASTICI STABILIZZATI A CALCE

RESISTENZA A TAGLIO DI TERRENI PIROCLASTICI STABILIZZATI A CALCE RESISTENZA A TAGLIO DI TERRENI PIROCLASTICI STABILIZZATI A CALCE Andrea Ferretti Università degli Studi di Perugia andreaferretti84@gmail.com Manuela Cecconi Università degli Studi di Perugia ceccon@unipg.it

Dettagli

STABILIZZAZIONE A CALCE PER REIMPIEGO DI SEDIMENTI MARINI DI DRAGAGGIO

STABILIZZAZIONE A CALCE PER REIMPIEGO DI SEDIMENTI MARINI DI DRAGAGGIO STABILIZZAZIONE A CALCE PER REIMPIEGO DI SEDIMENTI MARINI DI DRAGAGGIO Anastasia Capotosto a.capotosto@unicas.it Paolo Croce croce@unicas.it Giuseppe Modoni modoni@unicas.it Giacomo Russo giarusso@unicas.it

Dettagli

Fondazione Geometri Ferraresi In collaborazione con Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Ferrara

Fondazione Geometri Ferraresi In collaborazione con Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Ferrara Fondazione Geometri Ferraresi In collaborazione con Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Ferrara CONVEGNO ROCCE E TERRE DA SCAVO E LA GESTIONE DEI RIFIUTI NELLE SEDI E NEI CANTIERI

Dettagli

Insegnamento di Progetto di Infrastrutture viarie

Insegnamento di Progetto di Infrastrutture viarie Insegnamento di Progetto di Infrastrutture viarie Opere in terra Caratteristiche di un terreno Compressibilità e costipamento delle terre Portanza sottofondi e fondazioni stradali Instabilità del corpo

Dettagli

Comune di SELARGIUS. Provincia di CAGLIARI. Relazione geotecnica

Comune di SELARGIUS. Provincia di CAGLIARI. Relazione geotecnica Comune di SELARGIUS Provincia di CAGLIARI Relazione geotecnica OGGETTO: OPERE DI INFRASTRUTTURAZIONE RURALE. LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA STRADE RURALI BIA E MESU E SESTU SETTIMO COMMITTENTE: Comune

Dettagli

GESTIONE E PRATICA DEI CANTIERI: SCHEMI DI LAVORAZIONE, ATTREZZATURE, LOGISTICA, COSTI E PRODUZIONE

GESTIONE E PRATICA DEI CANTIERI: SCHEMI DI LAVORAZIONE, ATTREZZATURE, LOGISTICA, COSTI E PRODUZIONE GESTIONE E PRATICA DEI CANTIERI: SCHEMI DI LAVORAZIONE, ATTREZZATURE, LOGISTICA, COSTI E PRODUZIONE FASI DI LAVORAZIONE La tecnica di stabilizzazione delle terre si realizza attraverso 5 fasi, ognuna delle

Dettagli

RTP AUTERI & C Cagliari vile L. Merello 87/a - 09123 Cagliari tel. 070288907 - fax 070288907 - email ricauteri@tiscali.it. Pagina2

RTP AUTERI & C Cagliari vile L. Merello 87/a - 09123 Cagliari tel. 070288907 - fax 070288907 - email ricauteri@tiscali.it. Pagina2 Pagina2 INDICE 1. PREMESSA... 4 2. DATI GENERALI DELL INTERVENTO... 4 3. ANALISI DEI PARAMETRI SISMICI D.M. 14.01.2008... 5 4. INDAGINI GEOGNOSTICHE E GEOTECNICHE... 6 5. ANALISI GEOTECNICA DEL SOTTOFONDO

Dettagli

CARATTERISTICHE GEOTECNICHE E COMPORTAMENTO MECCANICO DI TERRENI A GRANA FINA STABILIZZATI MEDIANTE DEEP MIXING

CARATTERISTICHE GEOTECNICHE E COMPORTAMENTO MECCANICO DI TERRENI A GRANA FINA STABILIZZATI MEDIANTE DEEP MIXING CARATTERISTICHE GEOTECNICHE E COMPORTAMENTO MECCANICO DI TERRENI A GRANA FINA STABILIZZATI MEDIANTE DEEP MIXING Vitale Enza Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale e.vitale@unicas.it

Dettagli

La qualità fa strada. Dal 1894. www.brussicostruzioni.it

La qualità fa strada. Dal 1894. www.brussicostruzioni.it La qualità fa strada. Dal 1894. www.brussicostruzioni.it La qualità fa strada. Dal 1894. Forte della tradizione e dell esperienza ultracentenaria che l ha resa una delle aziende trevigiane più qualificate

Dettagli

GEOLOGIA APPLICATA E GEOTECNICA

GEOLOGIA APPLICATA E GEOTECNICA GEOLOGIA APPLICATA E GEOTECNICA 3 Direttore Luigi ESPOSITO Università degli Studi di Napoli Federico II Comitato scientifico Nicola SCIARRA Università degli Studi di Chieti Antonio PASCULLI Università

Dettagli

La stabilizzazione delle terre con calce, una tecnologia da valorizzare

La stabilizzazione delle terre con calce, una tecnologia da valorizzare La stabilizzazione delle terre con calce, una tecnologia da valorizzare Soil stabilization with lime: a technology that should be exploited UGO DE GRANDIS Laboratorio Tecnologico Mantovano Srl Riassunto

Dettagli

Università Univ degli Studi di ersità Cagliari Organizzazione delle attività didattiche

Università Univ degli Studi di ersità Cagliari Organizzazione delle attività didattiche Organizzazione delle attività didattiche L attività didattica si svolge in 5 ore settimanali dedicate alle lezioni in aula, alle esercitazioni in laboratorio e alle escursioni presso cantieri di costruzioni.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ANCONA POSSIBILITÀ E MODALITÀ DI UTILIZZO DEI MATERIALI DA DEMOLIZIONE NELLE COSTRUZIONI STRADALI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ANCONA POSSIBILITÀ E MODALITÀ DI UTILIZZO DEI MATERIALI DA DEMOLIZIONE NELLE COSTRUZIONI STRADALI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ANCONA POSSIBILITÀ E MODALITÀ DI UTILIZZO DEI MATERIALI DA DEMOLIZIONE NELLE COSTRUZIONI STRADALI CORPO STRADALE E PAVIMENTAZIONE Tappeto di usura Binder Conglomerato bituminoso

Dettagli

Fondazione Geometri della Provincia Ferrara corso di aggiornamento

Fondazione Geometri della Provincia Ferrara corso di aggiornamento Fondazione Geometri della Provincia Ferrara corso di aggiornamento GEOTECNICA STRADALE: PROVE SUI MATERIALI E CONTROLLI IN CORSO D OPERA Ferrara 09/11/2011 Relatore: Dott. Geol. Antonio Mucchi Le tecniche

Dettagli

CGS Consolidamenti S.R.L. La nostra Azienda. Napoli - 18 Aprile 2012

CGS Consolidamenti S.R.L. La nostra Azienda. Napoli - 18 Aprile 2012 CGS Consolidamenti S.R.L. La nostra Azienda CHI SIAMO CGS Group spa CGS Consolidamenti srl - CGS Ambiente (ramo) 100% - CGS LAB (ramo) CGS Energia srl 70% E.R.A. srl 30% CGS Consolidamenti Romania srl

Dettagli

APPLICAZIONE DI MISCELE COMPATTATE TERRENO CALCE NELLA STABILIZZAZIONE DI UN PENDIO IN FRANA

APPLICAZIONE DI MISCELE COMPATTATE TERRENO CALCE NELLA STABILIZZAZIONE DI UN PENDIO IN FRANA A.Di.S. Associazione Nazionale Difesa del Suolo "Difesa del suolo. Confronto di esperienze" Manoppello (PE), 2 dicembre 2006 APPLICAZIONE DI MISCELE COMPATTATE TERRENO CALCE NELLA STABILIZZAZIONE DI UN

Dettagli

EDIZIONE 1 / Volume 3

EDIZIONE 1 / Volume 3 EDIZIONE 1 / Volume 3 Raccomandazioni per l impiego di elementi grigliati per pavimentazioni erbose e per il consolidamento dei terreni e criteri per la valutazione della qualita di tali prodotti ASSOBETON

Dettagli

Insegnamento di Progetto di Infrastrutture viarie

Insegnamento di Progetto di Infrastrutture viarie Insegnamento di Progetto di Infrastrutture viarie Opere in terra Caratteristiche di un terreno Compressibilità e costipamento delle terre Portanza sottofondi e fondazioni stradali Instabilità del corpo

Dettagli

Progettazione e Verifiche Geotecniche di Costruzioni di Terra Stabilizzata a Calce

Progettazione e Verifiche Geotecniche di Costruzioni di Terra Stabilizzata a Calce LA STABILIZZAZIONE A CALCE DEI TERRENI CONVEGNO ALIG - AGI Napoli 18 aprile 2012 Progettazione e Verifiche Geotecniche di Costruzioni di Terra Stabilizzata a Calce Paolo Croce Università di Cassino IMPIEGO

Dettagli

COME SI REALIZZA UNA STRADA IN TERRA STABILIZZATA UTILIZZANDO UNA VIBROFINITRICE STABILIZZANTE ECOLOGICO PER PAVIMENTAZIONI IN TERRA STABILIZZATA

COME SI REALIZZA UNA STRADA IN TERRA STABILIZZATA UTILIZZANDO UNA VIBROFINITRICE STABILIZZANTE ECOLOGICO PER PAVIMENTAZIONI IN TERRA STABILIZZATA STABILIZZANTE ECOLOGICO PER PAVIMENTAZIONI IN TERRA STABILIZZATA COME SI REALIZZA UNA STRADA IN TERRA STABILIZZATA UTILIZZANDO UNA VIBROFINITRICE COME SI REALIZZA UNA STRADA IN TERRA STABILIZZATA UTILIZZANDO

Dettagli

SPECIFICA TECNICA CONSOLIDAMENTO DELLE TERRE CON CALCE

SPECIFICA TECNICA CONSOLIDAMENTO DELLE TERRE CON CALCE SPECIFICA TECNICA CONSOLIDAMENTO DELLE TERRE CON CALCE LINEE GUIDA PER LA STESURA DI UN CAPITOLATO DI APPALTO PER LA COSTRUZIONE DI STRADE, FERROVIE, AEROPORTI E INFRASTRUTTURE PER LA GESTIONE DELLE MERCI

Dettagli

COME SI REALIZZA UNA STRADA IN TERRA STABILIZZATA UTILIZZANDO UNA FRESA FRANGISASSI STABILIZZANTE ECOLOGICO PER PAVIMENTAZIONI IN TERRA STABILIZZATA

COME SI REALIZZA UNA STRADA IN TERRA STABILIZZATA UTILIZZANDO UNA FRESA FRANGISASSI STABILIZZANTE ECOLOGICO PER PAVIMENTAZIONI IN TERRA STABILIZZATA STABILIZZANTE ECOLOGICO PER PAVIMENTAZIONI IN TERRA STABILIZZATA COME SI REALIZZA UNA STRADA IN TERRA STABILIZZATA UTILIZZANDO UNA FRESA FRANGISASSI COME SI REALIZZA UNA STRADA IN TERRA STABILIZZATA UTILIZZANDO

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Soluzione tipo per manutenzioni e/o ripristino di strade con pavimentazione in conglomerato bituminoso o in granulare stabilizzato

RELAZIONE TECNICA. Soluzione tipo per manutenzioni e/o ripristino di strade con pavimentazione in conglomerato bituminoso o in granulare stabilizzato RELAZIONE TECNICA Soluzione tipo per manutenzioni e/o ripristino di strade con pavimentazione in conglomerato bituminoso o in granulare stabilizzato MANUTENZIONE DELLE STRADE VICINALI Le strade vicinali

Dettagli

INTRODUZIONE 3 CARATTERIZZAZIONE DELLO STATO ATTUALE 3 TRAFFICO 3 FATTORI DI DIMENSIONAMENTO DEGLI INTERVENTI MANUTENTIVI 4

INTRODUZIONE 3 CARATTERIZZAZIONE DELLO STATO ATTUALE 3 TRAFFICO 3 FATTORI DI DIMENSIONAMENTO DEGLI INTERVENTI MANUTENTIVI 4 INTRODUZIONE 3 CARATTERIZZAZIONE DELLO STATO ATTUALE 3 TRAFFICO 3 FATTORI DI DIMENSIONAMENTO DEGLI INTERVENTI MANUTENTIVI 4 TRAFFICO DI PROGETTO 4 LE CONDIZIONI CLIMATICHE 5 IL SOTTOFONDO 5 CALCOLO DELLA

Dettagli

Nanoalps - Il brevetto originale Tecnica migliorata in sintonia con la natura. Nanotecnologia nell edilizia

Nanoalps - Il brevetto originale Tecnica migliorata in sintonia con la natura. Nanotecnologia nell edilizia Nanoalps - Il brevetto originale Tecnica migliorata in sintonia con la natura Nanotecnologia nell edilizia Nanoalps - Il brevetto Originale Nanoalps - La nuova generazione della nanotecnologia nell edilizia

Dettagli

LABORATORIO GEOTECNICO LISTINO PREZZI 2010

LABORATORIO GEOTECNICO LISTINO PREZZI 2010 Certificazione Ufficiale Settore «A» Prove di Laboratorio sui terreni SOGEA srl AUTORIZZAZIONE MINISTERO INFRASTRUTTURE E TRASPORTI Decreto 57027 / 5-11-2007 DPR 246/1993 Circolare 349/STC/1999 Geologia

Dettagli

Articolo 10 CONGLOMERATI BITUMINOSI RICICLATI A FREDDO PER LA FORMAZIONE DI STRATI DI BASE

Articolo 10 CONGLOMERATI BITUMINOSI RICICLATI A FREDDO PER LA FORMAZIONE DI STRATI DI BASE Articolo 10 CONGLOMERATI BITUMINOSI RICICLATI A FREDDO PER LA FORMAZIONE DI STRATI DI BASE Il conglomerato bituminoso riciclato a freddo, direttamente in sito o in impianto (fisso o mobile) viene realizzato

Dettagli

Macrorinforzo delle pavimentazioni flessibili con GEOSINTETICI

Macrorinforzo delle pavimentazioni flessibili con GEOSINTETICI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA Facoltà di Ingegneria DCT ICAR/04 STRADE, FERROVIE, AEROPORTI Macrorinforzo delle pavimentazioni flessibili con GEOSINTETICI Ing. Nicola Baldo e-mail: nicola.baldo@unipd.it

Dettagli

ASPETTI INNOVATIVI DI RECENTI INTERVENTI SU INFRASTRUTTURE AEROPORTUALI

ASPETTI INNOVATIVI DI RECENTI INTERVENTI SU INFRASTRUTTURE AEROPORTUALI 7 CONVEGNO ORGANIZZATO DALL OSSERVATORIO SULLE ATTIVITÀ DI MANUTENZIONE DEGLI AEROPORTI ASPETTI INNOVATIVI DI RECENTI INTERVENTI SU INFRASTRUTTURE AEROPORTUALI PROF. ING. MAURIZIO CRISPINO Professore Ordinario

Dettagli

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO (PROVINCIA DI MODENA) 41026 Pavullo n/f. - Piazza R. Montecuccoli, 1 AREA SERVIZI TECNICI - SERVIZIO LAVORI PUBBLICI Tel. 0536/29932 - Fax. 0536/324307 OGGETTO D.L. 1010/48

Dettagli

PREMESSA. - INTERVENTI IN CANTIERE (prelievo dei campioni e prove in situ, organizzazione e gestione di laboratori di cantiere)

PREMESSA. - INTERVENTI IN CANTIERE (prelievo dei campioni e prove in situ, organizzazione e gestione di laboratori di cantiere) Via Trapezzoli n 49 San Gregorio 89134 Reggio Calabria Tel. e Fax 0965-642102 www.tecnosud.net laboratorio@tecnosud.net TARIFFARIO DELLE PRESTAZIONI FORNITE AI SENSI DEL D.P.R. n.380/2001 E DELLA Circ.

Dettagli

Materiali e tecnologie per il ripristino stradale 8 luglio 2009

Materiali e tecnologie per il ripristino stradale 8 luglio 2009 IEEE Giornata di studio su: Tecniche impiantistiche e tecnologie ottiche per l accesso di nuova generazione Materiali e tecnologie per il ripristino stradale 8 luglio 2009 Maurizio Crispino Maurizio Crispino

Dettagli

Verbale prove di carico Effettuate in data 02/09/2009

Verbale prove di carico Effettuate in data 02/09/2009 Piano di Lottizzazione Pegaso in località Vado. Permesso a costruire n. 2/U/2006 rilasciato in data 12.09.2006 prot. n. 3453/05 Inizio lavori del 20.07.2007 comunicato in data 23.07.2007 con prot. n. 7182

Dettagli

COMUNE DI MONTEMARCIANO Provincia di Ancona

COMUNE DI MONTEMARCIANO Provincia di Ancona COMUNE DI MONTEMARCIANO Provincia di Ancona UFFICIO TECNICO COMUNALE V Settore - Servizio Lavori Pubblici LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DI ALCUNI TRATTI DELLA SEDE STRADALE DI VIA MEDIA PROGETTO

Dettagli

La soluzione stabilizzante

La soluzione stabilizzante La soluzione stabilizzante più evoluta! Pavimentazioni stabilizzanti naturali Prodotto certificato Uso di prodotti ecosostenibili. Basse emissioni di composti organici volatili. Basso rischio ambientale.

Dettagli

Siamo nel 4 lotto della Tangenziale

Siamo nel 4 lotto della Tangenziale Bomag mph 600 e cgs consolidamenti Nel rispetto dell ambiente Maurizio Quaranta Macchinari all avanguardia, nuove tecniche di riciclaggio, operatori formati e una meticolosa organizzazione di cantiere

Dettagli

STRUMENTI OPERATIVI PER L IMPIEGO DEGLI AGGREGATI RICICLATI NELLE COSTRUZIONI

STRUMENTI OPERATIVI PER L IMPIEGO DEGLI AGGREGATI RICICLATI NELLE COSTRUZIONI TERRE, ROCCE DA SCAVO E MATERIALI RICICLATI QUANDO END OF WASTE? 14 giugno 2012 Sala Congressi della Provincia di Milano STRUMENTI OPERATIVI PER L IMPIEGO DEGLI AGGREGATI RICICLATI NELLE COSTRUZIONI dott.

Dettagli

Genova, 28 febbraio 2013 Regione Liguria. Dott. Antonio Biamonte Regione Toscana

Genova, 28 febbraio 2013 Regione Liguria. Dott. Antonio Biamonte Regione Toscana Acquisti verdi e riduzione dei rifiuti: gli aggiornamenti nazionali, regionali e le buone pratiche sul territorio Seminario promosso dal progetto Marittimo RESMAR Azione D Modello di governo delle problematiche

Dettagli

Pavimenti industriali in calcestruzzo senza rete metallica in assenza di stagionatura umida

Pavimenti industriali in calcestruzzo senza rete metallica in assenza di stagionatura umida Pavimenti industriali in calcestruzzo senza rete metallica in assenza di stagionatura umida Mario Collepardi, Silvia Collepardi, Jean Jacob Ogoumah Olagot, Roberto Troli Enco srl (info@encosrl.it) 1. INTRODUZIONE

Dettagli

Fax 0363.938688 issrl.it6 c 3 va 07 rl@ 3 s.93 is 63 c a l. 0 v et y t l i. a l ti r ) s g B s ( i o c v a o C v. 0 5 0 4 2

Fax 0363.938688 issrl.it6 c 3 va 07 rl@ 3 s.93 is 63 c a l. 0 v et y t l i. a l ti r ) s g B s ( i o c v a o C v. 0 5 0 4 2 AUTOBLOCCANTI I NOSTRI SERVIZI ART SERVICE SRL LA SOLUZIONE PER LA POSA DELLA PAVIMENTAZIONE Nel 2005 nasce Art Service Srl, società del gruppo Vacis specializzata nella posa di masselli autobloccanti

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Ingegneria

Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Ingegneria Geotecnica e Tecnica delle Fondazioni ESERCITAZIONE Docente: Daniela Giretti Studenti: Monica Bianchi Gabriele Gazzaniga Gabriele Ravizza Lorenzo

Dettagli

LISTINO G INDAGINI GEOGNOSTICHE

LISTINO G INDAGINI GEOGNOSTICHE CITTÀ DI IMOLA SETTORE URBANISTICA, EDILIZIA PRIVATA E AMBIENTE PREZZIARIO DEL COMUNE DI IMOLA (ai sensi dell art. 133 D.Lgs. 163/2006) LISTINO G INDAGINI GEOGNOSTICHE Anno 2013 *** INDICE *** 1 INDAGINI

Dettagli

RELEO S.r.l. Sede Operativa: Via Ravenna, 562 Fossanova San Marco 44124 Ferrara Tel. +39 0532 740625 www.releo.it commerciale@releo.

RELEO S.r.l. Sede Operativa: Via Ravenna, 562 Fossanova San Marco 44124 Ferrara Tel. +39 0532 740625 www.releo.it commerciale@releo. RELEO S.r.l. Vai al sistema GEOPIER Vai al sistema IMPACT RELEO S.r.l. Il Sistema Geopier, attraverso l utilizzo di colonne di ghiaia compattata, è un valido ed efficace metodo di consolidamento di terreni

Dettagli

acqua + legante + aggregati + additivi = conglomerato

acqua + legante + aggregati + additivi = conglomerato EDUCAZIONE TECNICA TECNOLOGIA DEI MATERIALI c acqua + legante + aggregati + additivi = conglomerato paste miscele di leganti e acqua malte miscele di legante, acqua e granuli fini (sabbia) calcestruzzi

Dettagli

Num.Ord. TARIFFA E L E M E N T I unitario TOTALE ANALISI DEI PREZZI

Num.Ord. TARIFFA E L E M E N T I unitario TOTALE ANALISI DEI PREZZI pag. 2 Nr. 1 CHIUSURA MASSICCIATA STRADALE eseguita con fornitura e messa in opera di materiale D.0001.3 di saturazione formato esclusivamente con pietrisco minuto di cava dello spessore di mm 0-2, rispondente

Dettagli

Figura 1 Planimetria schematica con indicazione della ubicazione dei sondaggi e delle prove CPT

Figura 1 Planimetria schematica con indicazione della ubicazione dei sondaggi e delle prove CPT ESERCITAZIONE n. 1 Ai fini della caratterizzazione e modellazione geologica e geotecnica di un sito che sarà interessato dalla realizzazione di un edificio, con quattro piani fuori terra, da adibire a

Dettagli

CALCESTRUZZI CIPICCIA SPA UNITÀ PRODUTTIVA DI MARATTA NARNI (TR)

CALCESTRUZZI CIPICCIA SPA UNITÀ PRODUTTIVA DI MARATTA NARNI (TR) Pag. 1 di 6 CALCESTRUZZI CIPICCIA SPA UNITÀ PRODUTTIVA DI MARATTA NARNI (TR) DESCRIZIONE DEL LABORATORIO: PROVE EFFETTUATE ED SOMMARIO 1. LABORATORIO CALCESTRUZZI ED INERTI 3 2. PROVE EFFETTUATE 4 2.1.

Dettagli

additivato con fibre polimeriche strutturali nel mondo della

additivato con fibre polimeriche strutturali nel mondo della Comportamento del calcestruzzo additivato con fibre polimeriche strutturali nel mondo della prefabbricazione SandroMoro,BryanBarragan,BASFConstructionChemicalsItaliaSpa EmilioVendrame,DanieleCapoia,CostruzioniGeneralidiCapoiaDaniele

Dettagli

TARIFFARIO PROVE CONTO TERZI

TARIFFARIO PROVE CONTO TERZI Seconda Università degli Studi di Napoli DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE, DESIGN, EDILIZIA E AMBIENTE TARIFFARIO PROVE CONTO TERZI (Approvato dal C.d.A. con delibera n 28 del 07/06/2002) Laboratorio

Dettagli

B1-RELAZIONE GENERALE B2 - RELAZIONI TECNICHE E SPECIALISTICHE

B1-RELAZIONE GENERALE B2 - RELAZIONI TECNICHE E SPECIALISTICHE Amministrazione Comunale di Monteciccardo LAVORI DI RIFACIMENTO DI PARTE DELLE PAVIMENTAZIONI STRADALI, MANUTENZIONE DELLE OPERE CONNESSE E SISTEMAZIONE GENERALE DELLE STRADE COMUNALI. (via Ronda, via

Dettagli

LE MATERIE PRIME SECONDARIE: UN NUOVO MATERIALE PER LA COSTRUZIONE STRADALE

LE MATERIE PRIME SECONDARIE: UN NUOVO MATERIALE PER LA COSTRUZIONE STRADALE LE MATERIE PRIME SECONDARIE: UN NUOVO MATERIALE PER LA COSTRUZIONE STRADALE PERCHÉ UTILIZZARE IL MATERIALE DI RICICLO? Perché è buono : ha caratteristiche prestazionali paragonabili a quelle degli agli

Dettagli

1) non deve portare a rottura il terreno sottostante. 2) non deve indurre nel terreno cedimenti eccessivi

1) non deve portare a rottura il terreno sottostante. 2) non deve indurre nel terreno cedimenti eccessivi SICUREZZA e FUNZIONALITÀ delle strutture in elevazione (edificio in c.a., rilevato, etc.) sono garantite anche da alcuni requisiti che il SISTEMA FONDALE deve rispettare. In particolare il carico trasmesso

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO COMUNE DI URBINO Lavori di: ASFALTATURA STRADE URBANE ED EXTRAURBANE Impresa: COMPUTO METRICO ESTIMATIVO Il Progettista: Computo: Descrizione: STRADE ASFALTATURA STRADE URBANE ED EXTRAURBANE Capitolo:

Dettagli

STIMA INCIDENZA MANODOPERA

STIMA INCIDENZA MANODOPERA Comune di ROCCABRUNA Provincia di CUNEO pag. 1 STIMA INCIDENZA MANODOPERA OGGETTO: COMMITTENTE: DECRETO 6000 CAMPANILI LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE TRAMITE PAVIMENTAZIONE ARE BORGATE COMUNALI

Dettagli

IL CALCESTRUZZO CONFEZIONATO CON FILLER CALCAREO (Varietà Dolomitica - Cava La Pedicara)

IL CALCESTRUZZO CONFEZIONATO CON FILLER CALCAREO (Varietà Dolomitica - Cava La Pedicara) IL CALCESTRUZZO CONFEZIONATO CON FILLER CALCAREO (Varietà Dolomitica - Cava La Pedicara) RELAZIONE TECNICA STUDIO TECNICO MP MATTEO FELITTI Architetto Strutturista (Scuola F.lli Pesenti) e Tecnologo del

Dettagli

Geotecnica e Laboratorio

Geotecnica e Laboratorio Corso di Laurea a ciclo Unico in Ingegneria Edile Architettura Geotecnica e Laboratorio PROVE DI COMPATTAZIONE Prof. Ing. Marco Favaretti e mail: marco.favaretti@unipd.it website: www.marcofavaretti.net

Dettagli

Brescia sono attualmente operativi i cantieri per la costruzione

Brescia sono attualmente operativi i cantieri per la costruzione di Ing. Alessandro Monteferrante (direttore tecnico Keller Fondazioni) e Ing. Stefano Motta (responsabile di cantiere Keller Fondazioni) Keller Fondazioni Jet-grouting a tenuta Documentiamo la positiva

Dettagli

2. REDAZIONE DI RELAZIONE TECNICA E GEOLOGICA FINALE

2. REDAZIONE DI RELAZIONE TECNICA E GEOLOGICA FINALE PREMESSA Con la presente si espone il programma dettagliato delle indagini geognostiche necessarie per la redazione della Relazione geologica e della relazione geotecnica relative agli interventi di Riqualificazione

Dettagli

SMA - Tipo SMA, mm 0 12,5

SMA - Tipo SMA, mm 0 12,5 PROVINCIA AUTONOMA di TRENTO 1/10 CONGLOMERATO BITUMINOSO PER LO STRATO SUPERFICIALE DI USURA SMA - Tipo SMA, mm 0 12,5 1. GENERALITA Il conglomerato bituminoso SMA - Tipo SMA è prodotto a caldo ed impiegato

Dettagli

GEOTECNICA LEZIONE 9 INDAGINI IN SITO. Ing. Alessandra Nocilla

GEOTECNICA LEZIONE 9 INDAGINI IN SITO. Ing. Alessandra Nocilla GEOTECNICA LEZIONE 9 INDAGINI IN SITO Ing. Alessandra Nocilla 1 INTRODUZIONE SCOPO DELLE INDAGINI GEOTECNICHE 1) Gli ingegneri geotecnici non possono scegliere i materiali sui quali sono chiamati a costruire.

Dettagli

Barriere Impermeabili

Barriere Impermeabili Università di Roma Tor Vergata Laura magistrale in Ingegneria per l ambiente e il territorio Corso di Bonifica dei Siti Contaminati Barriere Impermeabili Renato Baciocchi A.A. 2012 2013 Introduzione Le

Dettagli

DETERMINAZIONE DELLE CONDIZIONI OTTIMALI DI CONDIZIONAMENTO DEI TERRENI DURANTE LO SCAVO CON EPB TRAMITE SLUMP TEST

DETERMINAZIONE DELLE CONDIZIONI OTTIMALI DI CONDIZIONAMENTO DEI TERRENI DURANTE LO SCAVO CON EPB TRAMITE SLUMP TEST Percentuale di passante (inferiore a) Incontro Annuale dei Ricercatori di eotecnica 212 - IAR 212 Padova, 2-4 luglio 212 DETERINAZIONE DELLE CONDIZIONI OTTIALI DI CONDIZIONAENTO DEI TERRENI DURANTE LO

Dettagli

LISTINO PREZZI 2012 19) PRESTAZIONI A REGIA PER PERIZIE. Rivera, settembre 2012. DO.05 Listino Prezzi.xls

LISTINO PREZZI 2012 19) PRESTAZIONI A REGIA PER PERIZIE. Rivera, settembre 2012. DO.05 Listino Prezzi.xls LISTINO PREZZI 2012 1) TRASFERTE E PRELIEVI 2) ANALISI SU CALCESTRUZZO FRESCO 3) ANALISI SU CLACESTRUZZO INDURITO 4) ANALISI SU AGGREGATI 5) ANALISI SU SOTTOFONDI STRADALI 6) ANALISI SU AGGREGATI RICICLATI

Dettagli

NON E un PROJECT FINANCING. E un PROJECT FINANCING

NON E un PROJECT FINANCING. E un PROJECT FINANCING NON E un PROJECT FINANCING E un PROJECT FINANCING Se a pag. 20 della Relazione Tecnica Descrittiva relativa alla Discarica SIBERIE, è stato riportato il capitolo: BARRIERA GEOLOGICA nella pag. 21 (vedi

Dettagli

LIPIDUR MISCELA PER OPERE DI IMMOBILIZZAZIONE E STABILIZZAZIONE

LIPIDUR MISCELA PER OPERE DI IMMOBILIZZAZIONE E STABILIZZAZIONE LIPIDUR MISCELA PER OPERE DI IMMOBILIZZAZIONE E STABILIZZAZIONE LIPIDUR LIPIDUR è un prodotto premiscelato composto da leganti minerali cementizi e aggiunte speciali. LIPIDUR viene sempre confezionato

Dettagli

Insegnamento di Progetto di Infrastrutture viarie

Insegnamento di Progetto di Infrastrutture viarie Insegnamento di Progetto di Infrastrutture viarie Opere in terra Caratteristiche di un terreno Compressibilità e costipamento delle terre Portanza sottofondi e fondazioni stradali Instabilità del corpo

Dettagli

Regione Campania Ufficio Osservatorio Prezzi

Regione Campania Ufficio Osservatorio Prezzi 547 Analisi E.07.10.10.a con malta fine di calce e pozzolana, su superfici orizzontali m² 1,00 1) Regione Campania al 02/11/08 - Operaio comune o 1 livello - ora 0,130000 21,50 2,80 27,26 2) Regione Campania

Dettagli

VARIANTE STRADALE EX ANAS EX S.S

VARIANTE STRADALE EX ANAS EX S.S VARIANTE STRADALE EX ANAS EX S.S.460 LAVORI DI SISTEMAZIONE DELLE FONDAZIONI SCALZATE ED ALLARGAMENTO DELLA SEDE STRADALE DEL PONTE DI CUORGNE' AL KM 30+300 PROGETTO DEFINITIVO RELAZIONE GEOTECNICA FONDAZIONI

Dettagli

Rifiuti inerti considerazioni e problematiche nel controllo

Rifiuti inerti considerazioni e problematiche nel controllo Rifiuti inerti considerazioni e problematiche nel controllo (A cura di Daniele Grandesso Tecnico ARPA) E innegabile che i rifiuti inerti derivanti da demolizioni o costruzioni di fabbricati costituiscono

Dettagli

Indice. Presentazione

Indice. Presentazione ROMANE 28-02-2007 16:20 Pagina VII Prefazione Presentazione XIII XVIII Capitolo 1 I leganti e il loro impiego nel settore delle costruzioni 1.1 Introduzione 1 1.2 Leganti aerei e idraulici 2 1.3 Il gesso

Dettagli

Giusto CEM II/B-LL 32,5 R

Giusto CEM II/B-LL 32,5 R Giusto CEM II/B-LL 32,5 R CEMENTO PER APPLICAZIONI STRUTTURALI Come si utilizza Giusto è un prodotto che si consiglia per la confezione di calcestruzzi con resistenza caratteristica inferiore a 30 C25/30

Dettagli

Norme Tecniche per le Costruzioni 2008 D.M. 14 gennaio 2008

Norme Tecniche per le Costruzioni 2008 D.M. 14 gennaio 2008 LA PROGRAMMAZIONE DELLE INDAGINI GEOTECNICHE Paola Monaco Università dell'aquila Dipartimento Ingegneria Strutture Acque e Terreno paola.monaco@univaq.it Convegno Associazione Geotecnica Italiana Programmazione

Dettagli

Ing. Ruggero Corazza ALLES S.p.A.

Ing. Ruggero Corazza ALLES S.p.A. Intervento di messa in sicurezza permanente tramite inertizzazione / stabilizzazione in situ del terreno con tecnologia Deep Soil Mixing Ing. Ruggero Corazza ALLES S.p.A. Treviso, 12 Dicembre 2014 Il Processo

Dettagli

Per ogni Produttore e Stabilimento di produzione dell acciaio viene fornita copia dell ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE del Servizio Tecnico Centrale

Per ogni Produttore e Stabilimento di produzione dell acciaio viene fornita copia dell ATTESTATO DI QUALIFICAZIONE del Servizio Tecnico Centrale INTESTAZIONE CERTIFICATI INTESTAZIONE FATTURA LUOGO RITIRO CAMPIONI (se richiesto) Al Laboratorio SGM Ingegneria Sperimentale... lì... RICHIESTA ESECUZIONE PROVE DI LABORATORIO (D.M. 14/01/08) DESCRIZIONE

Dettagli

CONTROTERRA PAVIMENTI VERSO L ESTERNO COPERTURE SOLUZIONE IN SACCO CONTRO TERRA RISCALDAMENTO PAVIMENTI CONTRO TERRA SOTTOFONDI U=0,8MALTA

CONTROTERRA PAVIMENTI VERSO L ESTERNO COPERTURE SOLUZIONE IN SACCO CONTRO TERRA RISCALDAMENTO PAVIMENTI CONTRO TERRA SOTTOFONDI U=0,8MALTA TERMICODEMOLIZIONE ISOLA CON Sistemi e soluzioni per l isolamento termico in argilla espansa ai sensi del nuovo Decreto 26 giugno 2015 sull efficienza energetica in edilizia (NZEB - edifici a energia quasi

Dettagli

Ing. Enzo LA MURA Via Ing. G. Messina n. 6-84012 Angri (SA) E-mail: enzolamura@libero.it

Ing. Enzo LA MURA Via Ing. G. Messina n. 6-84012 Angri (SA) E-mail: enzolamura@libero.it 1. PREMESSA Nelle operazioni di recupero e di manutenzione straordinaria capita sempre più spesso che un edificio abbia problemi di fondazioni tali da rendere necessario un loro consolidamento. Negli ultimi

Dettagli

RELAZIONE TECNICO - ILLUSTRATIVA

RELAZIONE TECNICO - ILLUSTRATIVA 1. PREMESSA RELAZIONE TECNICO - ILLUSTRATIVA In seguito agli eventi atmosferici avversi del marzo 2011, la provincia di Biella ha richiesto un finanziamento alla regione Piemonte, al fine di ripristinare

Dettagli

La marcature CE della Calce da Costruzione

La marcature CE della Calce da Costruzione La marcature CE della Calce da Costruzione Andrea Rattazzi In Italia la marcatura CE per la calce da costruzione di calce è obbligatoria. Questo articolo presenta una panoramica della norma UN EN 459-1:2002

Dettagli

Computo Metrico estimativo Soggetti Attuatori: Moretti, Branca, Del Po, Catelli, Landredi, Atthika S.P.A. venerdì 1 ottobre 2010

Computo Metrico estimativo Soggetti Attuatori: Moretti, Branca, Del Po, Catelli, Landredi, Atthika S.P.A. venerdì 1 ottobre 2010 Soggetti Attuatori Moretti, Branca, Del Po, Catelli, Landredi, Atthika S.P.A. 1 1.4.1.4.a SCAVO DI SBANCAMENTO in terreno di qualsiasi natura, esclusa la roccia od i trovanti rocciosi od i relitti di muratura

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE, EDILE E AMBIENTALE (DICEA) CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA PER L AMBIENTE ED IL TERRITORIO CARATTERIZZAZIONE FISICO-MECCANICA

Dettagli

Dow - Soluzioni per l Edilizia. Isolamento termico sotto fondamenta

Dow - Soluzioni per l Edilizia. Isolamento termico sotto fondamenta Dow - Soluzioni per l Edilizia Isolamento termico sotto fondamenta con FLOORMATE Versione aggiornata Novembre 2011 In Europa numerosi edifici vengono costruiti oggi su fondamenta poggianti su lastre di

Dettagli

PRODOTTI e SOLUZIONI in argilla espansa Leca

PRODOTTI e SOLUZIONI in argilla espansa Leca PRODOTTI e SOLUZIONI in argilla espansa Leca 1RIEMPIMENTI, ALLEGGERIMENTI, ISOLAMENTI Argilla espansa a Argilla espansa basso assorbimento antirisalita di Argilla espansa. d acqua. umidità. Leca Lecapiù

Dettagli

NORME TECNICHE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

NORME TECNICHE CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO LAVORI DI RIFACIMENTO DEL MANTO DI USURA DRENANTE FONOASSORBENTE DEI RACCORDI AUTOSTRADALI DI VENEZIA/MESTRE E RISANAMENTO DELLE PAVIMENTAZIONI DELLA RETE AUTOSTRADALE IN CONCESSIONE CAPITOLATO SPECIALE

Dettagli

& Cls strutturale con

& Cls strutturale con cemento cemento & calcestruzzo & Cls strutturale con aggregati riciclati F. La Marca*, C. Marcoccio**, P. Zambito*** Risultati di una campagna di prove sul possibile impiego di varie tipologie di aggregati

Dettagli

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile MATERIALI A BASE DI CALCE NATURALE PER IL RESTAURO E IL RISANAMENTO scheda tecnica per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO PRODOTTO PER

Dettagli

Lavorabilità definizioni

Lavorabilità definizioni Calcestruzzo fresco Lavorabilità definizioni attitudine di un calcestruzzo ad essere impastato, trasportato, posto in opera, compattato e rifinito senza che si verifichino segregazioni caratteristica che

Dettagli

S.p.A. AUTOVIE VENETE Periodo 2010-2013 Servizio per il controllo qualità materiali e lavorazioni a mezzo di laboratorio mobile.

S.p.A. AUTOVIE VENETE Periodo 2010-2013 Servizio per il controllo qualità materiali e lavorazioni a mezzo di laboratorio mobile. pag. 1 ELENCO PREZZI 1 AGGREGATI... 2 2 BITUMI... 3 3 CONGLOMERATI BITUMINOSI... 4 4 CAROTAGGI... 5 5 EMULSIONI... 6 6 CALCESTRUZZI... 7 7 ACCIAI DA C.A. E C.A.P.... 9 8 GEOTECNICA... 10 9 ALTO RENDIMENTO...

Dettagli

27/08/2009. In particolare vanno segnalati, come punti di riferimento significativi, del medesimo Quadro Normativo : L Aquila, 28 giugno 2007

27/08/2009. In particolare vanno segnalati, come punti di riferimento significativi, del medesimo Quadro Normativo : L Aquila, 28 giugno 2007 INTERNATIONAL WORKSHOP Asphalt Recycling and Materials Re-use in Asphalt Pavements Identification of open questions and research needs CONSIDERAZIONI SULL IMPIEGO DI MATERIE PRIME SECONDARIE NELLA COSTRUZIONE

Dettagli

RIFERIMENTI NORMATIVI

RIFERIMENTI NORMATIVI INDICE 1. INTRODUZIONE pag. 2 2. RIFERIMENTI NORMATIVI pag. 2 3. STRUTTURA GEOLOGICA DEL SITO pag. 2 4. PROGETTO DELLE INDAGINI GEOGNOSTICHE pag. 3 5. RISULTATI PROVE DI LABORATORIO / IN SITO pag. 4 6.

Dettagli

INTERNATIONAL WORKSHOP Asphalt Recycling and Materials Re-use in Asphalt Pavements Identification of open questions and research needs

INTERNATIONAL WORKSHOP Asphalt Recycling and Materials Re-use in Asphalt Pavements Identification of open questions and research needs INTERNATIONAL WORKSHOP Asphalt Recycling and Materials Re-use in Asphalt Pavements Identification of open questions and research needs CONSIDERAZIONI SULL IMPIEGO DI MATERIE PRIME SECONDARIE NELLA COSTRUZIONE

Dettagli

RETANOL RAPID 511 / RETANOL RAPID EKA & VIWA PER TUTTO IL RESTO C È UN ALTERNATIVA

RETANOL RAPID 511 / RETANOL RAPID EKA & VIWA PER TUTTO IL RESTO C È UN ALTERNATIVA RETANOL RAPID 511 / RETANOL RAPID EKA & VIWA PER TUTTO IL RESTO C È UN ALTERNATIVA PER MASSETTI RISCALDANTI, SU STRATI SEPARATORI, A STRUTTURA COMPOSITA; PER INTERNI ED ESTERNI MASSETTI A RISPARMIO ENERGETICO

Dettagli