S t a b i l i z z a z i o n e di terre con trattamenti a calce e cemento Claudio Comastri*, Andrea Gamberini, Luca Montanari**

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "S t a b i l i z z a z i o n e di terre con trattamenti a calce e cemento Claudio Comastri*, Andrea Gamberini, Luca Montanari**"

Transcript

1 Applicazione della tecnica per la costruzione dei piazzali industriali e della viabilità nel Centro Logistico di Cascina Nuova a Lacchiarella (MI) S t a b i l i z z a z i o n e di terre con trattamenti a calce e cemento Claudio Comastri*, Andrea Gamberini, Luca Montanari** 60 P re m e s s a Con questo contributo sulla stabilizzazione delle terre, ed in part i c o l a re delle terre di sottofondazione per e pavimentazioni stradali ed industriali, inizia un percorso che PAV I M E N T I INDUSTRIALI intende off r i re ai propri Lettori con la intenzione di aprire un dibattito tecnico su diversi temi che la costruzione dei pavimenti pone, a part i re dalle caratteristiche del terreno sul quale si impostano le strutture fino alla qualità e alla realizzazione delle finiture sup e rficiali. Questo contributo è frutto di un lav o ro condotto in provincia di Milano con il contributo degli ing. Montanari e Gamberini, all epoca laurandi presso la Facoltà di Ingegneria della Università di Ferrara, che hanno seguito direttamente le operazioni di cant i e re e hanno contribuito con la loro passione all ottenimento dell ottimo risultato finale. Nel contributo sono trattati diversi argomenti che * Ti t o l a re Studio Th e s i s **CIR Costruzioni s.r. l. potranno essere approfonditi in eventuali altri articoli se i Lettori lo riterranno di intere s s e. Si ringrazia C o o p s e t t e di Reggio Emilia ed in particolare il geom. Roberto Terenziani e il geom. Carmelo Ballacchino per la disponibilità off e rta, il laboratorio S i n e r g e a di Bologna, D u r o c e m e impresa Montanari di Reggio Emilia. La progressiva acquisizione di sensibilità ambientale, la difficoltà quindi nella apertura di nuove cave di inerti ghiaioso-sabbiosi, il loro costo assai elevato, il problema dello smaltimento in discarica delle terre di rifiuto, ha messo in evidenzia la necessità di identificare materiali e metodiche costruttive che consentano la diminuzione dell utilizzo delle risorse naturali non rinnovabili anche per la realizzazione di opere che richiedano elevate qualità prestazionali. In tale ambito già dal 1960 si sono diffuse negli Stati Uniti ed in alcuni Paesi europei numerose ricerche e sperimentazioni finalizzate alle possibilità di utilizzo di terre trattate con calce e/o cemento per la realizzazione di diverse tipologie di opere. L adozione di detti materiali, oltre ad avere oneri eco-

2 1 1 - Stesa e miscelazione della calce al terreno con p u l v i m i x e r. nomici inferiori rispetto all utilizzo degli inerti ghiaiosi, consente una sensibile diminuzione delle incidenze sull ambiente, in particolare quelle correlate alle attività di escavazione della ghiaia ed alla loro selezione negli impianti di produzione. Di seguito si illustreranno i risultatati ottenuti, sia in fase di progettazione che di Direzione Lavori, della stabilizzazione con apporto di calce e cemento realizzata presso il nuovo Centro Logistico di Lacchiarella (MI). Ubicazione e inquadramento d e l l a re a Il progetto in esame, ha riguardato oltre m 2 di trattamento su una superficie complessiva di circa m 2 destinata alla costruzione di 5 capannoni industriali finalizzati allo stoccaggio delle merci e alla relativa viabilità. Caratterizzazione del terreno naturale Allo scopo, il laboratorio geotecnico Sinergea di Granarolo dell Emilia (Bologna), ha realizzato 31 pozzetti esplorativi ad una profondità variabile fra 0.30 e 1.00 m, con prelievo di campioni disturbati ad una profondità compresa fra m. I campioni prelevati sono stati sottoposti alle seguenti prove di laboratorio: analisi granulometrica, determinazione dei limiti di A t t e r b e rg, determinazione del contenuto di sostanza organica. Secondo tali prove i terreni sono risultati appartenenti alle classi A2-6, A2-7, A7-6 secondo la CNR UNI I risultati riscontrati hanno indotto a raggruppare i terreni in due miscele in funzione dell indice di plasticità medio e del contenuto di sostanza org a n i c a e precisamente: Miscela L con IP 20% e valori di S.O. compresi tra 0-2%; Miscela H con IP > 20% e valori di S.O >2%. In Tabella 1 sono riportate le Tab. 1 Caratteristiche delle miscele preparate Tipo di miscela L H Limite Liquido LL (%) 35,21 44,73 Limite Plastico LP (%) 21,75 29,21 Indice di plasticità IP (%) 13,46 24,80 Sostanza Organica S.O (%) 0 2 > 2 61

3 Planimetria delle aree trattate a calce e cemento caratteristiche sopraccitate delle miscele preparate. Una volta individuate le caratteristiche fisiche del terreno se ne è analizzato il comportamento meccanico mediante le prove Proctor (AASHTO T ), CBR, prova di compressione non confinata, verificandone successivamente la reazione con quantitativi variabili di calce e cemento; in particolare si sono testate le seguenti miscele: - miscela L: trattata con il 2% di Ca(OH) 2 - miscela H: trattata con il 3% di Ca(OH) 2 - miscela L: trattata con il 1.5% di CaO - miscela L: trattata con il 2.5% di CaO - miscela H: trattata con il 1.5% di CaO - miscela H: trattata con il 2.5% di CaO e il 2% di cemento. La scelta dell utilizzo dell ossido o dell idrato di calcio è stata motivata dalla diversa correzione da fornire al terreno in termini di umidità, dal momento che le fasi esecutive si sarebbero sviluppate durante i mesi estivi per concludersi oltre la metà di ottobre. Entrambi i leganti hanno infatti un ottima azione sulla matrice argillosa, ma l ossido determina una maggiore riduzione dell umidità, per effetto della reazione di spegnimento della calce. La preparazione delle miscele è stata affrontata essiccando preventivamente il terreno in forno a 60 C per 24h e correggendone successivamente l umidità in funzione delle probabili condizioni operative. Si è poi aggiunta la calce seguita, a distanza di un paio di ore per permettere al legante di modificare la tessitura del terreno, dal cemento, nella percentuale prefissata del 2%. Sulle miscele così ottenute sono state eseguite le seguenti prove di laboratorio: - limiti di A t t e r b e rg (CNR UNI 10014); - prove di costipamento Proctor modificata (CNR BU n. 69/78); - determinazione dell indice CBR in condizioni di pre e post-saturazione (7 gg. di maturazione + 4 gg. di saturazione - CNR UNI 10009); - prova di compressione semplice non confinata a 7 e 28 gg (ASTM D ); - prova di compressione diametrale Brasiliana (CNR BU n. 97/84). Tutte le prove sono state eseguite a vari valori di umidità di miscelazione con lo scopo di individuare con maggior dettaglio le caratteristiche fisicomeccaniche al variare di questo parametro, che è fondamentale monitorare durante le fasi esecutive. Caratteristiche fisiche delle miscele In Figura 3 sono riportati gli andamenti dell IP p e r la miscela H in funzione del periodo di maturazione del trattamento. È evidente un forte abbattimento nel tempo della plasticità del terreno se confrontato con i valori iniziali riportati nei grafici, che corrispondono alle condizioni del terreno naturale non trattato. Questo fenomeno di inertizzazione consente al terreno trattato di avere un comporta-

4 Andamento dell IP in funzione del tempo di maturazione 4 - Andamento del rigonfiamento in funzione della umidità della miscela H di costipamento Andamento della densità secca in funzione della umidità 6 - Andamento dell indice C. B. R. in funzione della umidità di costipamento di costipamento mento più stabile in condizioni di forte umidità e una minore suscettibilità al rigonfiamento, come è piuttosto evidente in Figura 4. Caratteristiche meccaniche delle miscele P r ova Proctor È una prova di costipamento che permette di valutare come l aggiunta della calce e del cemento comporti uno spostamento verso valori maggiori dell umidità ottimale di compattazione e un appiattimento della curva nel suo intorno, che consente maggiori margini di lavorabilità con ancora buoni risultati di resa e mantenendo alti i valori della densità secca (Figura 5). Queste caratteristiche hanno grande impatto durante le fasi esecutive consentendo una migliore lavorabilità in condizioni altrimenti inaccettabili di umidità del terreno e un dispendio minore di energia di compattazione. Indice di portanza CBR In Figura 6 è evidente il miglioramento della portanza del terreno trattato rispetto a quello naturale, con condizioni di umidità più prossime a quelle riscontrabili durante le lavorazioni in cantiere. Inoltre si osserva come il trattamento con solo cemento non consenta di ottenere risultati parago- 63

5 Tab. 2 Prova di compressione semplice non confinata Miscela H Umidità Press. di Maturazione Terreno Natura (%) Rottura + Leganti 0 gg. 7 gg. 28 gg. Terreno Naturale 7,49 KN/m T. Naturale + 2% cemento 8,71 KN/m ,85 KN/m ,65 KN/m % idrato + 2% cemento 11,52 KN/m ,73 KN/m ,5% ossido + 2% cemento 8,37 KN/m ,26 KN/m ,44 KN/m ,5% ossido + 2% cemento 9,27 KN/m ,56 KN/m ,00 KN/m Tab. 3 Prova di compressione diametrale (Brasiliana) Miscela H Umidità Press. Maturazione Terreno Natura (%) di Rottura + leganti 7gg 28gg T. Naturale 8,89 KN/m 2 98,0 103,0 + 2% cemento 11,77 KN/m 2 23,0 29,0 3% Idrato + 2% cemento 11,28 KN/m 2 53,7 81,0 1,5% ossido 11,16 KN/m 2 26,3 128,1 + 2% cemento 15,18 KN/m 2 15,3 71,0 2,5% ossido 9,18 KN/m 2 113,9 136,9 + 2% cemento 11,7 KN/m 2 23,6 36,7 nabili al trattamento misto calce/cemento, a causa dell elevato contenuto di frazione argillosa presente nel terreno naturale. È infine da notare che un confronto tra i valori di CBR ottenuti nelle prove post-saturazione con quelli rilevati con analoghe prove eseguite su provini non sottoposti a saturazione, ha evidenziato solo un leggero calo di valori, mettendo in evidenza ancora una volta la marcata insensibilità all acqua del materiale ottenuto dopo il trattamento, paragonabile a quella dei materiali aridi più p r e g i a t i. Resistenza a compre s s i o n e semplice non confinata Anche in questo caso è evidente un aumento delle prestazioni del materiale ottenuto dalla stabilizzazione, mentre l aumento dei valori a 7 gg e 28 gg di maturazione, che risulta nel complesso abbastanza modesto, è dovuto all azione del cemento che permette di ottenere gli stessi standard di Resistenza in tempi più brevi. È altrettanto evidente la forte influenza del tenore di umidità, che al di sopra del 12-13% non consente di raggiungere valori di resistenza elevati. P r ova di Resistenza Brasiliana È una prova che permette di valutare la Resistenza di un campione ad uno sforzo di trazione indotto da uno stato di compressione diametrale, ed ha permesso di verificare un netto incremento di Resistenza a trazione che ha subito il terreno già a soli 7 gg dal trattamento. Esecuzione dei lavori I lavori sono stati eseguiti a partire dal 15 di giugno 2000 per concludersi attorno alla metà di settembre e sono stati affidati alla ditta Viastrade di Marmirolo (MN) sotto la direzione dello Studio Thesis Engineering di Sasso Marconi (BO). Inizialmente è stato eseguito un campo prove che

6 Questa esperienza ha confermato come la stabilizzazione delle terre sia un ottima alternativa all impiego dei materiali p regiati tradizionali Bulbo di influenza della piastra da 750 mm e 300 mm. ha fornito utili indicazioni sulle modalità esecutive dei lavori, sul numero e sulle caratteristiche delle macchine operatrici da adottare e che ha permesso di adeguare le miscele sperimentate in laboratorio con le caratteristiche peculiari del luogo, in particolare con l eterogeneità dei terreni aventi contenuti d acqua molto variabili dovuti anche alla presenza di una fitta rete di canalizzazioni disperdenti in più punti. Proprio il continuo monitoraggio del grado d umidità è stata la chiave che ha portato ad una buona riuscita dell intervento. Infatti, si è così potuto limitare puntualmente l influenza della falda e controllare l evaporazione del terreno trattato, mantenendolo in un range ristretto dell umidità ottimale di compattazione, intervenendo eventualmente con una autobotte per umidificare. L e fficacia del trattamento è stata testata a breve termine con l ausilio di prove di densità in sito con volumometro a sabbia e col prelievo di campioni da analizzare in laboratorio (prove Proctor, CBR, compressione non confinata a 7 e 28 gg e trazione indiretta a 7 e 28 gg) e con prove di carico con piastra del diametro di 300 mm a 7 e 28 gg. La portanza dei sottofondi è stata ulteriormente verificata anche 8 8- Fasi esecutive: stesa del cemento, miscelazione e rullatura Vista del sottofondo di un piazzale al termine delle lavorazioni. 65

7 66 con prove di carico con piastra del diametro di 760 mm, che ha permesso di valutare l incidenza dei carichi anche negli strati di terreno naturale sottostanti al trattamento. Tutti i risultati delle prove in sito sono stati confrontati con i precedenti ottenuti con test di laboratorio e tutte hanno fornito risultati nettamente superiori. C o n c l u s i o n i Questa esperienza ha confermato come la stabilizzazione delle terre sia un ottima alternativa all impiego dei materiali pregiati tradizionali, specie nelle opere in cui ne sono richieste grosse quantità, con tutte le prerogative già sottolineate in fase int r o d u t t i v a. Non a caso questa tecnica, all estero, si è particolarmente diffusa anche per altre tipologie di opere come per esempio: la realizzazione di argini e rilevati stradali e ferroviari, l impermeabilizzazione di bacini e canali, sottofondi per centrali nucleari, etc. Inoltre, a coronamento di quanto esposto in precedenza, si vuole ribadire la necessità e l importanza di una normativa a livello nazionale che regolamenti le fasi di messa in opera di questa tecnica al pari di quelle di progettazione così come è stato fatto in altri paesi europei, per esempio la Francia, raccogliendo e confrontando tutte le esperienze condotte in Italia. Tale normativa può fornire un valido punto di riferimento per le imprese neofite, ridurre il rischio d insuccesso e quindi anche i costi di esecuzione. Resta peraltro necessaria la presenza in cantiere di una figura professionale di coordinamento, con conoscenze specifiche della tecnica, che pianifichi adeguatamente lo svolgimento dei lavori e la loro corretta esecuzione. BIBLIOGRAFIA - A. I. I. C. - La stabilizzazione delle terre con calce - A. I. I. C., f u o r i c o m m e r c i o. - A A. V V. - S t ate-of-the-art report on soil cement - ACI A A. V V. - Lime for envirolmental uses (ASTM symposium on lime, L o s A n g e l e s, C A, 25 June ASTM STP 931, F e b r u a ry A A. V V. - Methode des terrassements routiers utilisee en France - SETRA - LCPC novembre A A. V V. - Specifica tecnica: Consolidamento delle terre con calce - U N I C A L C E. - A A. V V. - C ap i t o l ato speciale d'appalto parte II:Norme Te c n i c h e - A N A S. - A A. V V. - CNR Bollettino Ufficiale anno VII-36 (21/02/1973), parte IV: Norme Tecniche - CNR - AA.VV. - Bozza di Norma Tecnica CEN sulle terre stabilizzate a calce - CEN - A A. V V. - Le traitement des sols à la chaux et/ou aux liants hydrauliques (Guide Te c h n i q u e ) - LCPC avril A A. V V. - Directive pour la realisation des assises des chaussees en s ables traites aux liantes hydrauliques - LCPC - SETRA fevrier A A. V V. - R e c o m m a n d ation pour le terrassement routiers,vol IV: c o n t r o l e de l'execution des remblais et des couches de fo r m e - LCPC - SETRA octobre A l abama Department of Tr a n s p o r t ation - S o i l, soil aggr e g at e, a n d aggr e g at e, base and subbases (section 301) - A l abama Department of Tr a n s p o r t ation Alabama Department of Transportation - Soil and aggregate materials for miscellaneous use (section 305) - Alabama Department of Transportation A l abama Department of Tr a n s p o r t ation - Density requirements fo r compaction (section 306) - A l abama Department of Tr a n s p o r t ation A l abama Department of Tr a n s p o r t ation - D r a i n age plane player (section ) - A l abama Department of Tr a n s p o r t ation A l abama Department of Tr a n s p o r t ation - M aterial (division 800) - A l abama Department of Tr a n s p o r t ation American A s s o c i ation of State Highway Official - Manual of highway construction practices and methods: c h apter V I : soil-cement base c o u r s e s - The American A s s o c i ation of State Highway Official Arduini Roberto, Giuseppe Bruno, Giuseppe Ricci - S t abilizzazione di terre per i rilevati della Roma -Viterbo - Le Strade, 1 0 / Barresi Gerlando - La compressibilità delle miscele argilla-calce e loro utilizzazione nella costruzione dei rilevati stradali - Le Strade, 7-8 / Benedetto Ing. C a r l o, Maurizio Leopardi - Possibilità di impiego della calce per la stabilizzazione dei terreni argillosi - Facoltà di Ingegneria della Facoltà dell'aquila, Bonomo Fabrizio - S t abilizzazione sulla Ferrara-Suzzara - Le Strade, / British Lime A s s o c i ation - Soil stab i l i z ation in building and civil e n gi n e e r i n g - British Lime A s s o c i at i o n. - Bucchi Alberto - La stabilizzazione a calce nella pav i m e n t a z i o n e s t r a d a l e. Valutazioni ed esperienze - Quarry & Construction, nov California Department of Tr a n s p o r t ation - Construction manual-chap t e r V I : construction details:section 6-24 lime treat m e n t - Califo r n i a Department of Tr a n s p o r t ation California Department of Tr a n s p o r t ation - Construction manual-chap t e r V I : construction details:section 6-25 aggr e g ate subb a s e - Califo r n i a Department of Tr a n s p o r t ation California Department of Tr a n s p o r t ation - Construction manual-chap t e r V I : construction details:section 6-26 aggr e g ate bases - Califo r n i a Department of Tr a n s p o r t ation California Department of Tr a n s p o r t ation - Construction manual-chap t e r V I : construction details:section 6-27 cement treated base - Califo r n i a Department of Tr a n s p o r t ation Cariboni Luigi - I n formazione tecnica sugli aspetti ecologici nell'uso della calce per la stabilizzazione delle terre - UNICALCE. - Cariboni Luigi - L'impiego della calce nelle infrastrutture viarie - Le S t r a d e, 9 / Cariboni Luigi - La via della calce - Le Strade, 9 / Cervi Silvano - Utilizzo della calce nella stabilizzazione delle terre nel

8 nuovo asse viario di collegamento tra la SS 9 e la SP 28. E s p e r i e n z e e s e c u t i v e - UNICALCE - Cherubini Carlo, F abio Giovinazzo - Esperienze di stabilizzazione per la MI- B O - Le Strade, 6 / Cicini Pat r i z i a, Pier Luigi Cuppone, R a ffaele Marchisella - Specifiche FS per r i l e v ati con terre stab i l i z z at e Le Strade, 6 / Comastri Ing. Claudio - La stabilizzazione dei terreni con calce - Geotecnica. - Delfaut Abel - Traitement a la chaux vive et au ciment des argi l e s plastiques du Sparnacien et de la region parisienne - LROP, 1 0 / Department of the Environment, Transport and the Regions Research - Improoving poor ground conditions (lime and cement stab i l i z ation of weak c l ay soils) - Department of the Environment, Transport and the Regi o n s Research - digest n 058 (3/1999). - Elabbadi H. - Mecanisme de durcissement des briques en terre stab i l i s e e s à la chaux. Conditions de cure et choix des terres - ENSM Paris et Univ. P a r i s V I, 2 2 / 0 5 / Ferrari Paolo, Franco Giannini - Ingegneria stradale,v o l. II - ISEDI - Festa Bruna, Pernetti Mariano,D'Apuzzo Mauro - Impiego delle miscele a r gilla-calce nelle costruzioni stradali - - Florida Department of Tr a n s p o r t ation - L i m e - t r e ated subgr a d e ( s e c t i o n 165) - Florida Department of Tr a n s p o r t ation Florida Department of Tr a n s p o r t ation - C e m e n t - t r e ated subgrade (section ) - Florida Department of Tr a n s p o r t ation Frontera Massimo - L ' e fficacia di una soluzione "ecologica" per i sottofo n d i s t r a d a l i - Nuovo Corriere dei Costruttori, 7-8 / Giannatasio Pietro, Crispino Maurizio, Pernetti Mariano - Le miscele aggr e g at o - a r gilla-calce nelle sovrastrutture stradali:resistenza e stab i l i t à a l l ' a c q u a - - Giannini Franco, Domenico Burattini - La calce nelle infrastrutture di t r a s p o r t o - Assocemento - Settore calce - Gordon Gen. Sullivan Soil Stabilization for Pavements Dep. of the US Army - Grundler Dario, Paolo Colli - Controlli in corso d'opera (variante di Arceto - R E ) - Sinergea s.r. l. - Grundler Dario, Paolo Colli - Prove e controlli in corso d'opera sulle terre s t ab i l i z z ate con apporto di calce - Sinergea s.r. l. - Indiana Department of Tr a n s p o r t ation - Soil modificat i o n / s t ab i l i z at i o n utilizing chemicals (includes special provisions)-sections Indiana Department of Tr a n s p o r t ation 09/01/ Indiana Department of Tr a n s p o r t ation - Item n T, d e t e r m i n ation of lime content in soil - Indiana Department of Tr a n s p o r t ation 30/01/ Indiana Department of Tr a n s p o r t ation - M aterials details:hydraulic cement and pozzolans (section 901) - Indiana Department of Tr a n s p o r t at i o n 2 8 / 0 3 / Le Roux Andre - Traitement des sols argileux à la chaux - Bull. LCPC n 4 0, / Le Roux A n d r e, Philippe To u b e a u, N athalie Auxire - Mise en evidence de l' aptitude au traitement des sols argi l e u x - Bull. LCPC n 154, 3-4 / Little Dallas N. Evaluation of Structural Properties of Lime Stabilized Soils and A ggr e g at e s, v o l. I, I I I. - Little Dallas N. - Fundamentals of the stab i l i z ation of soils with lime - N ational Lime A s s o c i at i o n, V i r gi n i a, J u ly Little Dallas N. et a. - Cementitious stab i l i z at i o n - T R B, Committee on Cementitious stab i l i z at i o n, Mancini Marando, Franco Giannini, Gerlando Barresi,Giuseppe Te s o r i e r e, B. C e l a u r o, O. G i u ff r è, A. Lo Bianco - Ciclo di incontri sulla stabilizzazione delle terre con calce. - IIC, 1 / Marchisella Ing. R., Cicini Ing. P. et a. - Specifica tecnica: Tr attamento delle terre con calce - ITA L F E R R. - Massaro Nicola - Le operazioni in cantiere e le prove di accettazione - Nuovo Corriere dei Costruttori, 7-8 / Mazzetti Giampietro, Silvano Cervi - P r o b l e m atiche di reperimento mat e r i a l i inerti e stabilizzazione con calce delle terre. Esperienze realizzate in provincia di Reggio Emilia - UNICALCE, 3 1 / 8 / ASTM - D D D D D A S T M - Ohio Department of Tr a n s p o r t ation - Item 205: lime modified soil - Ohio Department of Tr a n s p o r t ation Ohio Department of Tr a n s p o r t ation - Item 203: r o a d w ay excav ation and e m b a n k m e n t - Ohio Department of Tr a n s p o r t ation Ohio Department of Tr a n s p o r t ation - Item 206: lime soil stab i l i z e d s u b gr a d e - Ohio Department of Tr a n s p o r t ation Ohio Department of Tr a n s p o r t ation - Item 306: cement treated free draining base - Ohio Department of Tr a n s p o r t ation Ohio Department of Tr a n s p o r t ation - Item 401: section rollers - Ohio Department of Tr a n s p o r t ation Ohio Department of Tr a n s p o r t ation - Item 408: prime coat - Ohio Department of Tr a n s p o r t ation Ohio Department of Tr a n s p o r t ation - Item 616: dust control - Ohio Department of Tr a n s p o r t ation Ohio Department of Tr a n s p o r t ation - Item 712: section lime - Ohio Department of Tr a n s p o r t ation Puiatti Danielle - Traitement des sols a la chaux aerienne et aux c i m e n t s - LCPC, b u l. 124 marzo-aprile Righi P. V., A. B u c c h i, G. Dondi - S t abilizzazione a calce per materiali da s o v r a s t r u t t u r a. Dimensionamento e verifica di sovrastrutture sperimentali - Le Strade, 3-4 / Sab ato Francesco - Una pavimentazione stradale con strati di fondazione e base in pozzolana e calce - Le Strade, 7-8 / SaremKalali H., F.H.Wittmann - Essais de stab i l i s ation des terres a r gileuses au ciment et à la chaux - Ciment, B e t o n s, P l at r e s, Chaux n 773 del 4/ Schaeffner Marc - Introduction de la valeur de bleu de methylene d'un sol dans la classification des sols de la Recommandation pour les terrassements routiers - Bull. LCPC n 163, / Simone Antonio - Impiego di materiali limo-argi l l o s i, previa stab i l i z z a z i o n e a calce nella costruzione dei rilevat i - UNICALCE, Bologna 10/10/ Slavin C.J. - Developments in lime stab i l i z ation in the british isles since ICI Chemicals and Polymers Ltd TecnoPiemonte s.r. l. - Prove in sito e di lab o r atorio del cantiere sperimentale TAV di Barbarolo (viabilità di serv i z i o ) - Te c n o P i e m o n t e - UNICALCE - La calce nelle infrastrutture viarie - UNICALCE - UNICALCE - Dimensionamento di una pavimentazione stradale - U N I C A L C E, Bologna 10/10/ US Department of Tr a n s p o r t ation - A d v i s o ry Circular 150/ A, Part II - Item P-155: lime treatment subgr a d e - US Department of Tr a n s p o r t ation US Department of Tr a n s p o r t ation - A d v i s o ry Circular 150/ A, Part IV - Item P-301: soil cement base course - US Department of Tr a n s p o r t ation US Department of Tr a n s p o r t ation - A d v i s o ry Circular 150/ A, Part II - Soil and rock behavior project: soil stab i l i z at i o n - US Department of Tr a n s p o r t ation Van Egmond Bram, Curt Herman - S t abilizzazione con calce - Bollettino del Cemento, n 4 aprile Van Egmond Bram, Curt Herman - S t abilizzazione mediante cemento - Bollettino del Cemento, n 2 febbraio Ve n u at Michel - Il trattamento dei terreni con la calce e il cemento - Edizioni di Scienza e Te c n i c a, Verhasselt A. - Lime-Cement Stab i l i s ation of wet cohesive soils - B e l gian Road Research Centre. - Violetta Ing. S e r gio - S t abilizzazione delle terre con apporto di calce. Bonifica del piano di posa. Relazione tecnica - I.S. Ingegneria e Serv i z i s. r. l., M o d e n a. - Violetta Sergio - La progettazione degli interventi di stabilizzazione delle terre sulla variante di Salvaterra SP 51 e il controllo delle lav o r a z i o n i - Ingegneria e Servizi Modena, 3 1 / 8 / Violetta Sergi o, Dario Grundler, Paolo Colli - Ceneri volanti per la s t abilizzazione di terreni argi l l o s i - Le Strade, 1 0 / Violetta Sergi o, Dario Grundler, Paolo Colli - La calce per i sottofo n d i stradali e ferroviari - Le Strade, 6 / Violetta Sergi o, Grundler Dario, Colli Paolo - Calce e argilla per la SP Le Strade, 3 / Woods K.B., D. S. B e r ry, W. H. Goetz - H i g h w ay Engineering Handbook - M c G r aw-hill Book Company

Num.Ord. TARIFFA E L E M E N T I unitario TOTALE ANALISI DEI PREZZI

Num.Ord. TARIFFA E L E M E N T I unitario TOTALE ANALISI DEI PREZZI pag. 2 Nr. 1 CHIUSURA MASSICCIATA STRADALE eseguita con fornitura e messa in opera di materiale D.0001.3 di saturazione formato esclusivamente con pietrisco minuto di cava dello spessore di mm 0-2, rispondente

Dettagli

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile MATERIALI A BASE DI CALCE NATURALE PER IL RESTAURO E IL RISANAMENTO scheda tecnica per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO PRODOTTO PER

Dettagli

MAPEPLAST LA POLVERE ADDITIVO PER RIEMPIMENTI FLUIDI E MALTE E CALCESTRUZZI LEGGERI NOVITÀ: SACCO IDROSOLUBILE 778/3.2000 CARATTERISTICHE TECNICHE

MAPEPLAST LA POLVERE ADDITIVO PER RIEMPIMENTI FLUIDI E MALTE E CALCESTRUZZI LEGGERI NOVITÀ: SACCO IDROSOLUBILE 778/3.2000 CARATTERISTICHE TECNICHE N NOVITÀ: SACCO IDROSOLUBILE 778/3.2000 MAPEPLAST LA POLVERE ADDITIVO PER RIEMPIMENTI FLUIDI E MALTE E CALCESTRUZZI LEGGERI elastico e resistenza a trazione, per il riempimento degli scavi effettuati nel

Dettagli

Nel cemento armato si valorizzano le qualità dei due materiali: calcestruzzo e acciaio, che presentano le seguenti caratteristiche

Nel cemento armato si valorizzano le qualità dei due materiali: calcestruzzo e acciaio, che presentano le seguenti caratteristiche CEMENTO ARMATO METODO AGLI STATI LIMITE Il calcestruzzo cementizio, o cemento armato come normalmente viene definito in modo improprio, è un materiale artificiale eterogeneo costituito da conglomerato

Dettagli

codice descrizione un. mis. pr. unit.

codice descrizione un. mis. pr. unit. 01.P24.A10.005 Nolo di escavatore con benna rovescia compreso manovratore, carburante, lubrificante, trasporto in loco ed ogni onere connesso per il tempo di effettivo impiego, della capacita' di m³ 0.500

Dettagli

OO.PP. Puglia 2008. Unità Misura. Prezzo DESCRIZIONE

OO.PP. Puglia 2008. Unità Misura. Prezzo DESCRIZIONE IG 01.001 IG 01.002 IG 01.003a Approntamento dell' attrezzatura di perforazione a rotazione compreso il carico e lo scarico e la revisione a fine lavori. Per ogni approntamento dellattrezzatura cad 667,35

Dettagli

SP 73 DELLA SERRA Interventi urgenti di adeguamento dell' attraversamento idraulico al km 2+800 e al km 4+800

SP 73 DELLA SERRA Interventi urgenti di adeguamento dell' attraversamento idraulico al km 2+800 e al km 4+800 SP 73 DELLA SERRA Interventi urgenti di adeguamento dell' attraversamento idraulico al km 2+800 e al km 4+800 n ordine codice descrizione un. mis. quantità pr. unit. importo 1 01.P24.A10.005 Nolo di escavatore

Dettagli

Codice di pratica per la posa in opera di masselli autobloccanti in calcestruzzo

Codice di pratica per la posa in opera di masselli autobloccanti in calcestruzzo EDIZIONE 1 / Volume 1 Codice di pratica per la posa in opera di masselli autobloccanti in calcestruzzo Sezione Blocchi e Pavimenti Codice di pratica per la posa in opera di masselli autobloccanti in calcestruzzo

Dettagli

COMPLESSO xxxxxxxxxxx

COMPLESSO xxxxxxxxxxx PROVE DI CARICO SU PALI E INDAGINI SIT COMPLESSO xxxxxxxxxxx xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx PROVE N 131/132/133/134/135 /FI 8, 9, 10, 11 Giugno 2009 Committente: Direttore Lavori: Relatore: xxxxxxxxxxxxxxxx

Dettagli

unità D I M E N S I O N I I M P O R T I DESIGNAZIONE DEI LAVORI di Quantità misura par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE

unità D I M E N S I O N I I M P O R T I DESIGNAZIONE DEI LAVORI di Quantità misura par.ug. lung. larg. H/peso unitario TOTALE pag. 1 R I P O R T O LAVORI A CORPO 1 RIMOZIONE DI ARMATURA STRADALE P001 ESISTENTE Prezzo per rimozione a qualsiasi altezza di armatura stradale esistente, completa di accessori elettrici e lampada, previo

Dettagli

AMIANTO PIANO DI LAVORO

AMIANTO PIANO DI LAVORO AMIANTO PIANO DI LAVORO Piano di lavoro [art. 256 D. Lgs. 81/2008] I lavori di demolizione o rimozione dei materiali contenenti amianto possono essere effettuati solo da imprese iscritte all Albo nazionale

Dettagli

DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE (art.4 CPR 305/2011)

DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE (art.4 CPR 305/2011) 1) Codice di identificazione unico: 0/4-GF 85 2) Numero di tipo: SABBIA ASTICO 3) Uso previsto di prodotto: UNI EN 12620- Aggregati per calcestruzzo; rilasciato il Certificato di conformità del controllo

Dettagli

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri Acciai per la realizzazione di strutture metalliche e di strutture composte (laminati, tubi senza saldatura, tubi

Dettagli

BBC Betonrossi Basic Concrete a cura di Luigi Coppola e del Servizio Tecnologico di Betonrossi S.p.A.

BBC Betonrossi Basic Concrete a cura di Luigi Coppola e del Servizio Tecnologico di Betonrossi S.p.A. 22 IL CONTROLLO DELLA QUALITA DEL CALCESTRUZZO IN OPERA S e i risultati del controllo di accettazione dovessero non soddisfare una delle disuguaglianze definite dal tipo di controllo prescelto (A o B)

Dettagli

1 BONOLI ALESSANDRA 12/02/56 RA 199,00 *** 2 MARABINI PAOLA 14/12/55 RA 190,00 3 TADOLINI MARCO 30/12/56 BO 186,00

1 BONOLI ALESSANDRA 12/02/56 RA 199,00 *** 2 MARABINI PAOLA 14/12/55 RA 190,00 3 TADOLINI MARCO 30/12/56 BO 186,00 INDIVIDUARE IL PERSONALE DOCENTE DA UTILIZZARE PAG. 1 NOTA ESPLICATIVA I PUNTEGGI PER I DOCENTI INCLUSI NELLA PRESENTE GRADUATORIA SONO DETERMINATI NEL SEGUENTE MODO: 1) PER I DOCENTI GIA' TITOLARI SULLA

Dettagli

Premessa. 11100 Aosta (Ao) 2/A, via Promis telefono +39 0165272866 telefax +39 0165272840

Premessa. 11100 Aosta (Ao) 2/A, via Promis telefono +39 0165272866 telefax +39 0165272840 Assessorat des Ouvrages Publics de la protection des sols et du logement public Assessorato Opere Pubbliche, Difesa del Suolo e Edilizia Residenziale Pubblica Premessa Le fondamentali indicazioni riportate

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

Previsione di impatto acustico relativa a:

Previsione di impatto acustico relativa a: PROVINCIA DI MODENA COMUNE DI FIORANO M. Previsione di impatto acustico relativa a: nuovo capannone uso deposito ditta Atlas Concorde Spa ubicato in Via Viazza I Tronco - Fiorano M. (MO) Settembre 2012

Dettagli

23 CAPITOLO 2: RELAZIONI TRA LE DIVERSE FASI DI UN CAMPIONE DI TERRENO

23 CAPITOLO 2: RELAZIONI TRA LE DIVERSE FASI DI UN CAMPIONE DI TERRENO v 23 CAPITOLO 2: RELAZIONI TRA LE DIERSE FASI DI UN CAMPIONE DI TERRENO CAPITOLO 2: RELAZIONI TRA LE DIERSE FASI DI UN CAMPIONE DI TERRENO Un campione di terreno viene considerato come un sistema multifase,

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA SERVIZIO CONCESSIONI ==============REGISTRO DELLE CONCESSIONI============= ANNO 2014

PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA SERVIZIO CONCESSIONI ==============REGISTRO DELLE CONCESSIONI============= ANNO 2014 1 1 PROVINCIA DI REGGIO CALABRIA SERVIZIO CONCESSIONI ==============REGISTRO DELLE CONCESSIONI============= ANNO 2014 N PROVV. DATA TITOLARE OGGETTO PROVV. (1) 1414 08.01.2014 TELECOM S.P.A. Autorizzazione

Dettagli

GRADUATORIA DOCENTI DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE (GIA' D.O.P.) - SCUOLA SECONDARIA II GRADO NOTA ESPLICATIVA

GRADUATORIA DOCENTI DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE (GIA' D.O.P.) - SCUOLA SECONDARIA II GRADO NOTA ESPLICATIVA INDIVIDUARE IL PERSONALE DOCENTE DA UTILIZZARE PAG. 1 NOTA ESPLICATIVA I PUNTEGGI PER I DOCENTI INCLUSI NELLA PRESENTE GRADUATORIA SONO DETERMINATI NEL SEGUENTE MODO: 1) PER I DOCENTI GIA' TITOLARI SULLA

Dettagli

Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI. Prof. Ing. Francesco Zanghì FONDAZIONI - II

Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI. Prof. Ing. Francesco Zanghì FONDAZIONI - II Sussidi didattici per il corso di PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI Prof. Ing. Francesco Zanghì FONDAZIONI - II AGGIORNAMENTO 12/12/2014 Fondazioni dirette e indirette Le strutture di fondazione trasmettono

Dettagli

ANALISI PREZZI AGGIUNTIVI

ANALISI PREZZI AGGIUNTIVI PA.01 Oneri di discarica valutati a mc misurato sul volume effettivo di scavo o demolizione. Oneri di discarica MC 1.000 24.76 24.76 TOTALE 24.76 PREZZO TOTALE PER MC 24.76 Pagina 1 di 11 PA.02 Fornitura

Dettagli

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro)

COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) COMUNE DI TROPEA (Provincia di Catanzaro) PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO Comune di TROPEA Interventi manutentivi alla rete idrica comunale per fronteggiare l emergenza idrica sul territorio di Tropea Completamento,

Dettagli

ALLEGATO R ELENCO PREZZI

ALLEGATO R ELENCO PREZZI A r c h i t e t t o R i n a l d i n i E t t o r e R a v e n n a, V i a l e d e l l a L i r i c a n. 4 3 T e l 0 5 4 4 405979 F a x 0 5 4 4 272644 comm. part. Emissione Spec foglio di Mar2014 COMMITTENTE:

Dettagli

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO

COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO A l l e g a t o A COMPUTO METRICO ESTIMATIVO DI RIFERIMENTO (ERRATA CORRIGE AL C.M.E. ALLEGATO ALLA GARA ED INSERITO SUL WEB) PROPRIETA ANCONAMBIENTE S.P.A. VIA DEL COMMERCIO 27, 60127 ANCONA OGGETTO OPERE

Dettagli

INDICE. 1. Recupero ambientale..pag.2. 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale...3

INDICE. 1. Recupero ambientale..pag.2. 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale...3 INDICE 1. Recupero ambientale..pag.2 2. Calcolo economico delle operazioni di recupero ambientale....3 M.F.G. service s.a.s. di A.L Incesso 1. Recupero ambientale Istanza di ampliamento di calcare Prima

Dettagli

Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di "second life" Francesco D'Annibale, Francesco Vellucci. Report RdS/PAR2013/191

Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di second life Francesco D'Annibale, Francesco Vellucci. Report RdS/PAR2013/191 Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di "second

Dettagli

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI

PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI PROGETTO DI TOMBINATURA DEL RIO SALSO IN LOC. FRATTA TERME tratto con sponde libere ( m. 65 circa ) OPERE COMPUTATE 1 - SCAVI E DEMOLIZIONI N. VOCE DESCRIZIONE LAVORAZIONE QUANTITA' PREZZO UNIT. TOTALE

Dettagli

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico La riparazione dell asfalto ha fatto strada. Sistemi MAPEI per la realizzazione di pavime I pannelli radianti sono

Dettagli

IMPIANTI DI SEPARAZIONE FANGHI E OLI DEV + NEUTRAcom DEV + NEUTRAsed + NEUTRAstar

IMPIANTI DI SEPARAZIONE FANGHI E OLI DEV + NEUTRAcom DEV + NEUTRAsed + NEUTRAstar IMPIANTI DI SEPARAZIONE FANGHI E OLI DEV + NEUTRAcom DEV + NEUTRAsed + NEUTRAstar Pozzoli depurazione s.r.l. via M.Quadrio 11, 23022 Chiavenna SO P.IVA: 01263260133, REA: 61186, Telefono 0343 37475 (3

Dettagli

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista CAMPI DI APPLICAZIONE Impermeabilizzazione di: coperture piane; balconi e terrazzi;

Dettagli

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Linea 1 Nella linea 1 sono state impiantate due prove di confronto parcellare nei due siti sperimentali di Antria e Marciano. Il materiale

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

I.I.S.S. Carlo Alberto Dalla Chiesa

I.I.S.S. Carlo Alberto Dalla Chiesa GRADUATORIA INTERNA A013 CHIMICA GRADUATORIA A: ZERO DIPENDENTI PUNT.TOT GRADUATORIA B: ZERO DIPENDENTI OPERATORE: /mgc GRADUATORIA INTERNA A016 COSTRUZIONI,TECNOLOGIA DELLE COSTRUZIONI E DISEGNO TECNICO

Dettagli

PROVINCIA DI SAVONA Settore Gestione della Viabilità, Strutture, Infrastrutture, Urbanistica

PROVINCIA DI SAVONA Settore Gestione della Viabilità, Strutture, Infrastrutture, Urbanistica ALLEGATO F PROVINCIA DI SAVONA Settore Gestione della Viabilità, Strutture, Infrastrutture, Urbanistica Appalto n. 1649 - S.P. n. 29 del Colle di Cadibona. Lavori di adeguamento del tracciato stradale

Dettagli

REFRASET SCHEDA DI SICUREZZA. Revisione n 02 del 21/05/2012 Sostituisce 23/05/2002

REFRASET SCHEDA DI SICUREZZA. Revisione n 02 del 21/05/2012 Sostituisce 23/05/2002 Pag. 1 di 5 REFRASET SCHEDA DI SICUREZZA Revisione n 02 del 21/05/2012 Sostituisce 23/05/2002 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO, DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETA 1.1 Identificazione della sostanza

Dettagli

LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE

LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE Pag. 1 di 20 LAMPADE A VAPORI DI MERCURIO AD ALTA PRESSIONE Funzione Responsabile Supporto Tecnico Descrizione delle revisioni 0: Prima emissione FI 00 SU 0002 0 1: Revisione Generale IN 01 SU 0002 1 2:

Dettagli

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI OPERE SPECIALI PREFABBRICATI (Circ. Min. 13/82) ISTRUZIONI SCRITTE (Articolo 21) Il fornitore dei prefabbricati e della ditta di montaggio, ciascuno per i settori di loro specifica competenza, sono tenuti

Dettagli

PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA

PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA PRESENTAZIONE INTERVENTO PARCO COMMERCIALE AREA EX-SMA 1 Realizzazione Parco Commerciale Osimo (AN) STRADA CLUENTINA 57/A 62100 MACERATA Indice INTRODUZIONE ALL INTERVENTO DESCRIZIONE GENERALE DELL INTERVENTO

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014

DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014 DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

kerabuild jet Code E591 2008/08 pagina 1/5

kerabuild jet Code E591 2008/08 pagina 1/5 recupero calcestruzzo MALTE TECNOLOGICHE STRUTTURALI ad alta resistenza chimica LINEA costruzioni kerabuild Malta tecnologica strutturale colabile monocomponente per inghisaggi a rapida messa in servizio.

Dettagli

technostuk 2-12 09/13 127

technostuk 2-12 09/13 127 technostuk 2-12 09/13 127 TECHNOSTUK 2-12 Sigillante cementizio per fughe da 2 a 12 mm. La protezione attiva di Microshield System aiuta a prevenire la crescita di batteri, funghi e muffe, che possono

Dettagli

MODELLO ELASTICO (Legge di Hooke)

MODELLO ELASTICO (Legge di Hooke) MODELLO ELASTICO (Legge di Hooke) σ= Eε E=modulo elastico molla applicazioni determinazione delle tensioni indotte nel terreno calcolo cedimenti MODELLO PLASTICO T N modello plastico perfetto T* non dipende

Dettagli

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI Cap. XIV OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI PAG. 1 14.1 OPERE COMPIUTE Opere prefabbricate in cemento armato. Prezzi medi praticati dalle imprese specializzate del ramo per ordinazioni dirette (di media entità)

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione Convegno Scientifico Internazionale di Neuroetica e I Congresso della Società Italiana di Neuroetica - SINe UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI

Dettagli

cimosa di sormonto autoadesiva

cimosa di sormonto autoadesiva Polietilene reticolato fisicamente sp. 8 mm nominale cimosa di sormonto autoadesiva. Massa elastoplastomerica Lato posa CARATTERISTICHE TECNICHE Acustic System 10, è un manto bistrato con cimosa adesiva,

Dettagli

INDAGINI IN SITO CAPITOLO 12. 12.1 Programmazione delle indagini

INDAGINI IN SITO CAPITOLO 12. 12.1 Programmazione delle indagini CAPITOLO 12 12.1 Programmazione delle indagini Ogni opera di ingegneria civile interagisce con una parte del sottosuolo, detta volume significativo. Il comportamento dell opera dipende, oltre che dai carichi

Dettagli

INDICAZIONI PER L UTILIZZO E LA GESTIONE DELLE TERRE E ROCCE DA SCAVO NEI LAVORI PRIVATI SOTTOPOSTI A DIA O A PERMESSO DI COSTRUIRE

INDICAZIONI PER L UTILIZZO E LA GESTIONE DELLE TERRE E ROCCE DA SCAVO NEI LAVORI PRIVATI SOTTOPOSTI A DIA O A PERMESSO DI COSTRUIRE INDICAZIONI PER L UTILIZZO E LA GESTIONE DELLE TERRE E ROCCE DA SCAVO NEI LAVORI PRIVATI SOTTOPOSTI A DIA O A PERMESSO DI COSTRUIRE L art. 186 del d.lgs.152/06 indica le condizioni alle quali è consentito

Dettagli

www.mpmsrl.com pavimentazioni sine materiali protettivi milano

www.mpmsrl.com pavimentazioni sine materiali protettivi milano www.mpmsrl.com pavimentazioni re sine materiali protettivi milano Tradizione, esperienza, innovazione tecnologica. Da oltre 50 anni MPM materiali protettivi milano s.r.l opera nel settore dell edilizia

Dettagli

Rasatura cementizia tissotropica ad asciugamento ultrarapido per applicazione anche in verticale a spessore variabile da 1 a 20 mm

Rasatura cementizia tissotropica ad asciugamento ultrarapido per applicazione anche in verticale a spessore variabile da 1 a 20 mm CT LISCIATURE C40-F10 A2 fl CONFORME ALLA NORMA EUROPEA Nivorapid EN 13813 Rasatura cementizia tissotropica ad asciugamento ultrarapido per applicazione anche in verticale a spessore variabile da 1 a 20

Dettagli

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA Graduatoria Docenti aspiranti all UTILIZZAZIONE nei LICEI MUSICALI Anno Scolastico 0/ Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA sul posto o sulla quota orario assegnata nell anno scolastico 0/ (docenti titolari

Dettagli

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars Trave Angelina TM Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Trave Angelina TM Un idea brillante, applicata ad un prodotto industriale Slanciata,

Dettagli

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale CDS Master Organizzazione: Trionfo Ligure - Genova RISULTATI 100 METRI MASTER F Serie Unica VILLA GENTILE - 18 Maggio 2013 Ora Inizio: 16:26 - Vento: +0.4 1 4

Dettagli

Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli

Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli Il seguente documento, predisposto dalla Commissione strutture dell Ordine degli ingegneri della Provincia Autonoma di Trento nell anno 2012, si propone quale traccia per la stesura del Certificato di

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO: COMMITTENTE: EL.: n 23 C.M.E. SCALA. Progettista: COMUNE DI ROMBIOLO. Lavori di completamento opere di urbanizzazione Primaria

PROGETTO ESECUTIVO: COMMITTENTE: EL.: n 23 C.M.E. SCALA. Progettista: COMUNE DI ROMBIOLO. Lavori di completamento opere di urbanizzazione Primaria COMUNE DI ROMBIOLO PROVINCIA DI VIBO VALENTIA PROGETTO ESECUTIVO: Lavori di completamento opere di urbanizzazione Primaria COMMITTENTE: EL.: n 23 C.M.E. SCALA Progettista: VISTO: Comune di Rombiolo Via

Dettagli

FENICE ARREDI. Via Bertolini 49/51 27029 Vigevano (PV) Relazione tecnica

FENICE ARREDI. Via Bertolini 49/51 27029 Vigevano (PV) Relazione tecnica FENICE ARREDI Via Bertolini 49/51 27029 Vigevano (PV) Prove di vibrazione su sistemi per pavimenti tecnici sopraelevati - Four x Four Relazione tecnica Via Ferrata 1, 27100 Pavia, Italy Tel. +39.0382.516911

Dettagli

Valutazione della capacità sismica delle strutture in acciaio mediante la metodologia del Robustness Based Design

Valutazione della capacità sismica delle strutture in acciaio mediante la metodologia del Robustness Based Design UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II FACOLTA DI INGEGNERIA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA STRUTTURALE CATTEDRA DI TECNICA DELLE COSTRUZIONI I RELATORE: TESI DI LAUREA Valutazione della capacità sismica

Dettagli

CHE COS E IL CALCESTRUZZO

CHE COS E IL CALCESTRUZZO Il calcestruzzo e le strutture armate Che cos'è il calcestruzzo INDICE 1. CHE COS'È IL CALCESTRUZZO 1.1 DEFINIZIONE DEL CALCESTRUZZO 1.3 IL LEGANTE 1.5 L'ACQUA 1.7 IL CALCESTRUZZO ARMATO 1.2 LA RICETTA

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO: COMMITTENTE: EL.: n 23 C.M.E_ SCALA. Progettista: COMUNE DI ROMBIOLO. Lavori di completamento opere di urbanizzazione Primaria

PROGETTO ESECUTIVO: COMMITTENTE: EL.: n 23 C.M.E_ SCALA. Progettista: COMUNE DI ROMBIOLO. Lavori di completamento opere di urbanizzazione Primaria COMUNE DI ROMBIOLO PROVINCIA DI VIBO VALENTIA PROGETTO ESECUTIVO: Lavori di completamento opere di urbanizzazione Primaria COMMITTENTE: EL.: n 23 C.M.E_ SCALA Progettista: VISTO: Comune di Rombiolo Via

Dettagli

COMUNE DI ARIZZANO. inventario dei disegni. anni 1826-1927. schede 58

COMUNE DI ARIZZANO. inventario dei disegni. anni 1826-1927. schede 58 COMUNE DI ARIZZANO inventario dei disegni anni 1826-1927 schede 58 Archivio di Stato di Verbania luglio 2012 1 Planimetria di proprietà in frazione Biganzolo di Arizzano raffigurante la derivazione d'acqua

Dettagli

DEBITI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PIANO DEI PAGAMENTI EX ART. 6, COMMA 9, D.L. 35/2013 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI IN L.

DEBITI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PIANO DEI PAGAMENTI EX ART. 6, COMMA 9, D.L. 35/2013 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI IN L. DEBITI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PIANO DEI PAGAMENTI EX ART. 6, COMMA 9, D.L. 35/2013 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI IN L. 64/2013 Fatture in C/Capitale non estinte alla data dell'8 Aprile 2013 1 F.lli

Dettagli

Realizzazione di nuove pavimentazioni levigate all interno di centri commerciali, show-room, negozi, ristoranti e appartamenti.

Realizzazione di nuove pavimentazioni levigate all interno di centri commerciali, show-room, negozi, ristoranti e appartamenti. Ultratop CT MASSETTI CEMENTIZI C40-F10 A9-A2 fl-s1 CONFORME ALLA NORMA EUROPEA Malta autolivellante a base di speciali leganti idraulici, ad indurimento ultrarapido, per realizzare pavimentazioni resistenti

Dettagli

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI CERTIFICAZIONE UNI CEI EN ISO/IEC 1702 Corso 1 Livello In collaborazione con l Ordine degli Ingengeri della Provincia di Rimini Associazione CONGENIA Procedure per la valutazione

Dettagli

Verbale di Deposito Domanda di Brevetto per INVENZIONE INDUSTRIALE

Verbale di Deposito Domanda di Brevetto per INVENZIONE INDUSTRIALE Verbale di Deposito Domanda di Brevetto per Invenzione Industriale numero domanda: BO11A0007 Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura di BOLOGNA Verbale di Deposito Domanda di Brevetto

Dettagli

ORDINE DEGLI ARCHITETTI, P.,P., e C. DELLA PROVINCIA DI PISA

ORDINE DEGLI ARCHITETTI, P.,P., e C. DELLA PROVINCIA DI PISA ORDINE DEGLI ARCHITETTI, P.,P., e C. DELLA PROVINCIA DI PISA COMMISSIONE TASSAZIONE NOTULE FASI O "LIVELLI DI ELABORAZIONE E REDAZIONE DEL PROGETTO ESECUTIVO NEI LAVORI PRIVATI PREMESSA L'accertamento

Dettagli

REALIZZAZIONE DI NUOVA FOGNATURA NERA AL SERVIZIO DELLE VIE ASIAGO, ORTIGARA, ROVIGO, COL DI TENDA E ALPE DI SIUSI

REALIZZAZIONE DI NUOVA FOGNATURA NERA AL SERVIZIO DELLE VIE ASIAGO, ORTIGARA, ROVIGO, COL DI TENDA E ALPE DI SIUSI BS OHSAS 18001 - ISO 50001 viale E. Fermi 105 20900 Monza (MB) tel 039 262.30.1 fax 039 2140074 p.iva 03988240960 capitale sociale 29.171.450,00 brianzacque@legalmail.it www.brianzacque.it progetto: REALIZZAZIONE

Dettagli

I l Cotto Nobile Arrotat o

I l Cotto Nobile Arrotat o I l Cotto Nobile Arrotat o RAPPORTO DI PROVA N. 227338 Data: 25062007 Denominazione campione sottoposto a prova: NOBILE ARROTATO UNI EN ISO 105454:2000 del 30/06/2000 Piastrelle di ceramica. Determinazione

Dettagli

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi?

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi? Che cos'è il radon? Il Radon è un gas inodore e incolore presente in natura. Il suo isotopo (atomo di uno stesso elemento chimico con numero di protoni fisso e numero di neutroni variabile) 222Rn è radioattivo

Dettagli

COMUNE DI VALDAGNO PROVINCIA DI VICENZA SISTEMAZIONE MARCIAPIEDE VIA 1 MAGGIO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO. Cornedo Vic.no lì 08 aprile 2013

COMUNE DI VALDAGNO PROVINCIA DI VICENZA SISTEMAZIONE MARCIAPIEDE VIA 1 MAGGIO COMPUTO METRICO ESTIMATIVO. Cornedo Vic.no lì 08 aprile 2013 S T U D I O D I P R O G E T T A Z I O N E C I V I L E E D I N D U S T R I A L E D O T T. I N G. P R E T T O F L A V I O COMUNE DI VALDAGNO PROVINCIA DI VICENZA Oggetto: SISTEMAZIONE MARCIAPIEDE VIA 1 MAGGIO

Dettagli

Risanamento delle tubazioni dall interno

Risanamento delle tubazioni dall interno La soluzione di oggi per le tubazioni di ieri: Risanamento delle tubazioni dall interno Costi inferiori fino al 50% niente demolizioni, niente sporco, niente macerie nessuna interruzione nella gestione

Dettagli

NUOVI STRUMENTI OTTICI PER IL CONTROLLO DI LABORATORIO E DI PROCESSO

NUOVI STRUMENTI OTTICI PER IL CONTROLLO DI LABORATORIO E DI PROCESSO NUOVI STRUMENTI OTTICI PER IL CONTROLLO DI LABORATORIO E DI PROCESSO Mariano Paganelli Expert System Solutions S.r.l. L'Expert System Solutions ha recentemente sviluppato nuove tecniche di laboratorio

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - 2 COPIA- VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria Seduta Pubblica N. 2 Del 21.01.2010 OGGETTO: DETERMINAZIONE QUANTITA E QUALITA DELLE AREE

Dettagli

Tubi rigidi CARATTERISTICHE GENERALI

Tubi rigidi CARATTERISTICHE GENERALI Tubi rigidi Tubo medio RK 15 Sigla: RK15 Colore: grigio RA 735 Materiale: PVC unghezza di fornitura: verghe da 2 e 3 metri (±,5%) Normativa: EN 61386-1 (CEI 23-8); EN 61386-21 (CEI 23-81) CARATTERISTICHE

Dettagli

GEOTECNICA. ing. Nunziante Squeglia 13. OPERE DI SOSTEGNO. Corso di Geotecnica Corso di Laurea in Ingegneria Edile - Architettura

GEOTECNICA. ing. Nunziante Squeglia 13. OPERE DI SOSTEGNO. Corso di Geotecnica Corso di Laurea in Ingegneria Edile - Architettura GEOTECNICA 13. OPERE DI SOSTEGNO DEFINIZIONI Opere di sostegno rigide: muri a gravità, a mensola, a contrafforti.. Opere di sostegno flessibili: palancole metalliche, diaframmi in cls (eventualmente con

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Norme Tecniche per il Progetto Sismico di Opere di Fondazione e di Sostegno dei Terreni

Norme Tecniche per il Progetto Sismico di Opere di Fondazione e di Sostegno dei Terreni 1/58 ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO Corso di aggiornamento professionale Dott. Ing. Giulio Pandini IX Corso Università degli Studi di Bergamo - Facoltà di Ingegneria Dalmine 21 novembre

Dettagli

Il dono: le sue ambivalenze e i suoi paradossi. Un dialogo interdisciplinare.

Il dono: le sue ambivalenze e i suoi paradossi. Un dialogo interdisciplinare. CALL FOR PAPERS Il dono: le sue ambivalenze e i suoi paradossi. Un dialogo interdisciplinare. 18-19 settembre 2008 Università di Milano-Bicocca L analisi del dono risulta sempre più presente nel dibattito

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

Sistema con compluvio integrato

Sistema con compluvio integrato Sistema con compluvio integrato NUOVO! Compluvio standard 1.5 % Ancora più semplice. Ancora più conveniente. La forza naturale della roccia Isolamento termico e compluvio in un unico sistema 2 I sistemi

Dettagli

ELENCO PREZZI UNITARI

ELENCO PREZZI UNITARI ELENCO PREZZI UNITARI - pag.1- N. Codice Descrizione U.M. Prezzo/Euro 1 A.01 Rimozione di pavimentazione di pietrini di cemento, compreso cordoli, malta sottostante, ponti di servizio, massetto cementizio

Dettagli

LEADER EUROPEO. Blocchi e Solai in Legno Cemento. Struttura antisismica testata e collaudata

LEADER EUROPEO. Blocchi e Solai in Legno Cemento. Struttura antisismica testata e collaudata LEADER EUROPEO Blocchi e Solai in Legno Cemento Struttura antisismica testata e collaudata Come da Linee Guida del Ministero LLPP Luglio 2011 TERREMOTO IN EMILIA 2012 Asilo a Ganaceto (MO) Intervento a

Dettagli

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Ufficio XVI - Ambito territoriale per la provincia di Reggio Emilia Ufficio Educazione Fisica e Sportiva ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Prof. PAOLO SECLÌ Docente di Attività motoria per l età evolutiva

Dettagli

Risposta sismica dei terreni e spettro di risposta normativo

Risposta sismica dei terreni e spettro di risposta normativo Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Aerospaziale e Geotecnica Risposta sismica dei terreni e spettro di risposta normativo Prof. Ing. L.Cavaleri L amplificazione locale: gli aspetti matematici u=spostamentoin

Dettagli

LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti)

LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti) LA PROGETTAZIONE SECONDO LA ISO 9001: 2000 (Giorgio Facchetti) Uno degli incubi più ricorrenti per le aziende certificate l applicazione del requisito relativo alla progettazione in occasione dell uscita

Dettagli

CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN ABS PER SOLAI MONODIREZIONALI. skyrail. sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE

CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN ABS PER SOLAI MONODIREZIONALI. skyrail. sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN PER SOLAI MONODIREZIONALI skyrail sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE w w w. g e o p l a s t. i t SOLAI 02 VISION Con la Sapienza di costruisce

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

(omissis) ALLEGATO 5 - NORME TECNICHE GENERALI. (omissis)

(omissis) ALLEGATO 5 - NORME TECNICHE GENERALI. (omissis) Deliberazione Comitato per la tutela delle acque dall'inquinamento 04.02.1977 Criteri, metodologie e norme tecniche generali di cui all'art. 2, lettere b), d) ed e), della legge 10 maggio 1976, n. 319,

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO

Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO FABRIANO 06 MAGGIO 2014 1 Fig 1 Intervento di semina su sodo con

Dettagli

@polimi.it. pratica. dei cicli. Sommario. In questa convogli.

@polimi.it. pratica. dei cicli. Sommario. In questa convogli. U UNA PROCEDURA SEMPLIFICATA PER IL CALCOLOO DEI CEDIMENTI DII RILEVA ATI FERROVIARI Gabriele Della Vecchia, Federico Pisanò, Andrea Galli, Claudio di Prisco Politecnico di Milano gabriele.dellavecchia@

Dettagli

A / SCHEDA DI ANALISI UNITA URBANISTICA PAESISTICA A tipologia unità insediativa Superficie territoriale stimata mq. 123.000

A / SCHEDA DI ANALISI UNITA URBANISTICA PAESISTICA A tipologia unità insediativa Superficie territoriale stimata mq. 123.000 Scheda n. 7 AMBITO DI RIQUALIFICAZIONE A 2 A / SCHEDA DI ANALISI UNITA URBANISTICA PAESISTICA A tipologia unità insediativa Superficie territoriale stimata mq. 123.000 Residenziale a blocco Superficie

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Variante al Piano di Lottizzazione Belloli RELAZIONE

Variante al Piano di Lottizzazione Belloli RELAZIONE Variante al Piano di Lottizzazione Belloli RELAZIONE 1) Inquadramento della variante In attuazione delle previsioni del Piano Regolatore Generale vigente dal 10 marzo 2005 il Consiglio Comunale di Ghisalba

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

Valvole di sicurezza a molla qualificate ad alzata totale Leser modello 441 e 442 (DN 20-200)

Valvole di sicurezza a molla qualificate ad alzata totale Leser modello 441 e 442 (DN 20-200) Pagina 1 di 9 6A.050 Ed. 6 IT - 2009 Leser modello 441 e 442 ( 20-200) Impiego Le valvole di sicurezza modello 441 e 442 sono utilizzabili con vapore, gas e liquidi. Versioni Mod. 4411 - Costruzione in

Dettagli

MECCANISMI RESISTENTI IN ELEMENTI NON ARMATI A TAGLIO

MECCANISMI RESISTENTI IN ELEMENTI NON ARMATI A TAGLIO MECCANISMI RESISTENTI IN ELEMENTI NON ARMATI A TAGLIO MECCANISMO RESISTENTE A PETTINE Un elemento di calcestruzzo tra due fessure consecutive si può schematizzare come una mensola incastrata nel corrente

Dettagli